La salita più iconica d'Italia (16): FINALE

Il mondo dei professionisti tra gare e complessità, e più in generale l'approccio al ciclismo di ogni appassionato

Qual è la salita più iconica d'Italia?

Blockhaus
2
1%
Etna
1
1%
Passo Fedaia + Passo Pordoi (valgono sia le salite singole che l'accoppiata)
24
18%
Tre Cime di Lavaredo
5
4%
Colle delle Finestre + Sestriere (valgono sia le salite singole che l'accoppiata)
26
19%
Colle dell'Agnello
2
1%
Passo dello Stelvio
39
29%
Passo del Mortirolo + Aprica (valgono sia le salite singole che l'accoppiata)
36
27%
 
Voti totali: 135

Bomby
Messaggi: 1639
Iscritto il: martedì 17 giugno 2014, 20:23

La salita più iconica d'Italia (16): FINALE

Messaggio da leggere da Bomby » lunedì 22 giugno 2020, 19:01

E' giunto il momento del gran finale! :trofeo:

Con questo ultimo (o forse no... :uhm: ) sondaggio si conclude il nostro torneo delle salite per individuare la salita più iconica d'Italia.

Anche nella finale potrete votare le DUE salite che ritenete più iconiche. Come al solito, non vi chiedo di scegliere la salita che vi piace di più, o la più dura, o la più bella. Vi chiedo di scegliere le più rappresentative, quelle che vorreste vedere più spesso al Giro, quelle che secondo voi rappresentano per davvero lo spirito delle zone in cui si trovano!

Dalla semifinale 1 passano Blockhaus ed Etna, dalla semifinale 2 Fedaia+Pordoi e Tre Cime di Lavaredo, dalla semifinale 3 Colle delle Finestre+Sestriere e Colle dell'Agnello, dalla semifinale 4 Stelvio e Mortirolo+Aprica.

:italia: :italia: :italia: :trofeo: :trofeo: :trofeo: La salita più votata sarà la salita più iconica d'Italia!!! :trofeo: :trofeo: :trofeo: :italia: :italia: :italia:


Una volta scelta la salita vincitrice, potremo anche decidere di creare un sondaggio per chiedere del versante che preferite... Ditemi cosa ne pensate! ;)



Trullo
Messaggi: 649
Iscritto il: martedì 23 maggio 2017, 12:26

Re: La salita più iconica d'Italia (16): FINALE

Messaggio da leggere da Trullo » lunedì 22 giugno 2020, 19:10

Etna per il paesaggio, Mortirolo per il valore tecnico



Avatar utente
il_panta
Messaggi: 5586
Iscritto il: lunedì 21 maggio 2012, 13:39

Re: La salita più iconica d'Italia (16): FINALE

Messaggio da leggere da il_panta » lunedì 22 giugno 2020, 19:12

Ho votato due salite che non avevo votato al primo turno. Lo Stelvio, che non avevo votato in favore del Gavia, altro totem della zona, e il Finestre che non avevo votato per preferenza verso le salite cuneesi. Però tra ciò che è rimasto ho votato queste, perché l'altitudine è una cifra stilistica del Giro, e perso il Gavia preferisco premiare lo Stelvio al Mortirolo. Il Finestre l'ho messo perché nonostante non lo ami particolarmente regala sempre spettacolo e con lo sterrato ci riporta sempre indietro ad un altro ciclismo. Avevo un'incertezza sul Blockhaus, perché il sud meriterebbe una salita iconica selettiva come si deve (non l'Etna, con tutto il rispetto). Il Fedaia e le Tre Cime sono bellissime e selettive, ma troppo corte per competere con quelle che ho votato.


2019 (1°): Giro d'Italia tp 4, 5, 20; Giro d'Italia classifica generale; Tour de France tp 1, 10; Tour of Britain;

ucci90
Messaggi: 1895
Iscritto il: martedì 11 settembre 2012, 9:52

Re: La salita più iconica d'Italia (16): FINALE

Messaggio da leggere da ucci90 » lunedì 22 giugno 2020, 19:46

Pordoi perché è nel posto più bello d'Italia (e non solo), e mi piace premiare tutte le dolomiti.

Stelvio, semplicemente perché... è iconica!



Avatar utente
Camoscio madonita
Messaggi: 3403
Iscritto il: sabato 11 dicembre 2010, 15:30

Re: La salita più iconica d'Italia (16): FINALE

Messaggio da leggere da Camoscio madonita » lunedì 22 giugno 2020, 20:37

le due accoppiate: Fedaia+Pordoi per la storia (se non erro il Pordoi è il colle alpino con più passaggi nel corso della storia del Giro) e Mortirolo+Aprica per l'efficacia.

Anche se la storia dice Stelvio, il Gigante alpino ha perso un pò di importanza negli ultimi anni diventando meno decisivo che in passato.


Quando ero piccolo mi innamoravo di tutto, ma il primo vero amore non si scorda mai: Merano-Aprica, 5 giugno 1994.

Giacomino
Messaggi: 36
Iscritto il: domenica 21 giugno 2020, 19:14

Re: La salita più iconica d'Italia (16): FINALE

Messaggio da leggere da Giacomino » lunedì 22 giugno 2020, 21:32

Ho votato Stelvio perché è la MONTAGNA anche se nel tempo è diventata meno decisiva ma la storia è storia ed è bellissima. Poi Finestre per la quota lo sterrato e decisiva lo è sempre. La storia del versante non ha molto senso come ulteriore votazione perché il versante a cui si pensa è uno solo.



pietro
Messaggi: 1653
Iscritto il: mercoledì 18 marzo 2020, 19:32

Re: La salita più iconica d'Italia (16): FINALE

Messaggio da leggere da pietro » lunedì 22 giugno 2020, 22:09

Fedaia+Pordoi per durezza e bellezza.
Stelvio perché la reputo la più iconica in assoluto.



Avatar utente
matteo.conz
Messaggi: 8074
Iscritto il: sabato 19 maggio 2012, 15:12

Re: La salita più iconica d'Italia (16): FINALE

Messaggio da leggere da matteo.conz » lunedì 22 giugno 2020, 22:27

Ho votato Stelvio e Finestre...però la mia folgorazione per il ciclismo è avvenuta sulla Marmolada il 1998 da ragazzino....boh ho qualche rotella fuori posto ma ormai ho votato bene così!


Mondiale 2019: 1 matteo.conz 53 :champion:
Svalorizzando gli altri non ti rendi superiore.
C'è sempre una soluzione semplice ad un problema complesso. Ed è quella sbagliata. A. Einstein

Avatar utente
nemecsek.
Messaggi: 2275
Iscritto il: mercoledì 6 gennaio 2016, 22:35

Re: La salita più iconica d'Italia (16): FINALE

Messaggio da leggere da nemecsek. » lunedì 22 giugno 2020, 22:46

passi l etna che siamo politically correct

ma cosa ci faccia l agnello li in mezzo me lo dovete spiegare


Immagine

Bomby
Messaggi: 1639
Iscritto il: martedì 17 giugno 2014, 20:23

Re: La salita più iconica d'Italia (16): FINALE

Messaggio da leggere da Bomby » lunedì 22 giugno 2020, 23:43

Si può sempre cambiare idea e cambiare voto! Se non mi sono scordato è abilitata l'opzione...

Il colle dell'agnello è finito lì perché è stato votato. Un po'come certi onorevoli... Qui c'erano le preferenze!



Avatar utente
Tour de Berghem
Messaggi: 1061
Iscritto il: giovedì 12 maggio 2011, 9:46
Località: MOZZANICA (BG)

Re: La salita più iconica d'Italia (16): FINALE

Messaggio da leggere da Tour de Berghem » martedì 23 giugno 2020, 9:01

Ho votato Mortirolo per la durezza e le pagine storiche che si sono scritte sulle sue rampe, così recenti ma già entrate nella memoria, e Fedaia e Pordoi perchè le Dolomiti sono le montagne più belle del mondo, la zona paesaggisticamente che io ritengo più bella d'Italia (non me ne vogliano altre zone d'italia stupende, e che amo, come la Toscana o il Sud)


vincitore fantatour de France 2011

Avatar utente
nino58
Messaggi: 11675
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: La salita più iconica d'Italia (16): FINALE

Messaggio da leggere da nino58 » martedì 23 giugno 2020, 9:58

Ho votato Blockhaus perché è la salita a cui sono affettivamente più legato e Finestre + Sestriere perché mi sembra l'accoppiata tecnica più interessante (per il tratto in sterrato)


Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!

Avatar utente
Maìno della Spinetta
Messaggi: 6893
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 15:53

Re: La salita più iconica d'Italia (16): FINALE

Messaggio da leggere da Maìno della Spinetta » martedì 23 giugno 2020, 17:23

Blockhaus, la salita del giovane Merckx, del super QUintana, del duello Menchov-Di Luca, la più dura delle montagne appenniniche.
Etna, Iddu, sempre più spesso al centro del Giro, coi suoi tanti versanti, e i suoi allenamenti in quota.
Passo Fedaia + Passo Pordoi: sinonimi di dolomiti, durezza e spettacolo, in quegli splendidi anni 90. Il facile Pordoi ha il record di passaggi al Giro (22?)
Tre Cime di Lavaredo: distillato della montagna: Dolomiti, panorama magnificente, gradoni di sudore, storia, dalle spinte dei tempi di Gimondi alla neve di Nibali (o al duetto di Riccò e Piepoli), la neve...
Colle delle Finestre + Sestriere (valgono sia le salite singole che l'accoppiata) Il Sestriere con la sua storia, il Sestriere della Cuneo Pinerolo, e il giovane Finestre, che in 3 occasioni su 4 (2005, 15 e 18) ha fatto da ago della bilancia del podio. Bello, bagnaticcio, antico, durissimo
Colle dell'Agnello: altissimo, lunghissimo, con 10 km infernali in alta quota. Tanti passaggi, portone verso la vicina Francia di Briançon e Risoul, ardito ma raramente decisivo - fino a quest'anno, per lo meno.
Passo dello Stelvio. Ha il sapore di una cartina del Touring, bella ma specchio di un'altra epoca. Coppi, Bertoglio, Hinault, se lo ricordano bene, ma poi? Sì, Quintana.... ma quando ha costruito la storia di un Giro intero? Praticamente mai. Glorioso, innevato, arcigno, ma non può competere con google maps.
Passo del Mortirolo + Aprica (valgono sia le salite singole che l'accoppiata) Duro, durissimo uno. Facile, facilissimo l'altro. Hanno ospitato la nascita di Pantani e il tracollo di Indurain, il rimescolamento del podio nel 96, la sfida finale nel 97, il nulla nel 99, e poi l'abdicazione di Arroyo, la foto di Domitilla, la fatica di Aru con lo show di Contador..


“Our interest’s on the dangerous edge of things.
The honest thief, the tender murderer, the superstitious atheist”.

Avatar utente
Pirata81
Messaggi: 2499
Iscritto il: sabato 6 febbraio 2016, 1:37
Località: Savona

Re: La salita più iconica d'Italia (16): FINALE

Messaggio da leggere da Pirata81 » martedì 23 giugno 2020, 18:54

Ho votato le accoppiate Fedaia + Pordoi e Mortirolo + Aprica.
Un eventuale terzo voto sarebbe andato alla coppia Finestre - Sestriere.
A mio parere un Giro degno di questo nome non può fare a meno di queste salite.


FC 2019: 3°
1° Vuelta buena
FC 2018: 9°
1° Giro anch'io
3° Vuelta
FC 2017: 2°
2° Super Tour
2° Vuelta
2° Super Vuelta
FC 2016: 6°
3° Giro
3° Tour

Maspes
Messaggi: 15
Iscritto il: sabato 26 ottobre 2019, 11:57

Re: La salita più iconica d'Italia (16): FINALE

Messaggio da leggere da Maspes » mercoledì 24 giugno 2020, 12:36

Sono dell'epoca del Bertoglio Galdos alla radio. Scelta univoca e inevitabile



Fantamatusa
Messaggi: 212
Iscritto il: giovedì 1 ottobre 2015, 17:14

Re: La salita più iconica d'Italia (16): FINALE

Messaggio da leggere da Fantamatusa » mercoledì 24 giugno 2020, 12:54

Alla fine ho votato Fedaia e Mortirolo.

Il Fedaia già detto perchè ha un mix unico di durezza e paesaggi, oltre a una nobilità storica (a maggior ragione se con il Pordoi).

Il Mortirolo è stata la grande novità delle salite lunghe a doppia cifra, Zoncolan e Finestre sono arrivati dopo.
E' poi la montagna di Pantani.
Ho dei ricordi da pelle d'oca sul Mortirolo.
In più la successiva ascesa sull'Aprica ha creato un genere di successo (salita durissima + salita semplice).

Resta fuori la Majella...
Che paga la poca frequentazione, il fatto che venga affrontata di solito troppo presto, che non sia al culmine di un tappone e che non si provi ad arrivare ancora più su.
Ma manca soprattutto una località turistica che induca il Giro a passarci...



Bomby
Messaggi: 1639
Iscritto il: martedì 17 giugno 2014, 20:23

Re: La salita più iconica d'Italia (16): FINALE

Messaggio da leggere da Bomby » mercoledì 24 giugno 2020, 19:49

Pensavo a un risultato più scontato e invece no!

Bene bene bene!



Gimbatbu
Messaggi: 1464
Iscritto il: mercoledì 19 aprile 2017, 17:42

Re: La salita più iconica d'Italia (16): FINALE

Messaggio da leggere da Gimbatbu » giovedì 25 giugno 2020, 10:37

Fedaia + Pordoi per la bellezza e la durezza della prima e la storia della seconda. Il Mortirolo perché quella scritta " Marco scendi, c'è il Mortirolo" ogni volta che la leggo mi provoca un nodo alla gola.



Avatar utente
Maìno della Spinetta
Messaggi: 6893
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 15:53

Re: La salita più iconica d'Italia (16): FINALE

Messaggio da leggere da Maìno della Spinetta » venerdì 26 giugno 2020, 14:49

io ho votato Fedaia-Pordoi, di poco avanti alle 3 cime come essenza dolomitica,

e nel settore Valtellinese ho votato Mortirolo e Aprica perché troppe imprese, tracolli e prestazioni maiuscole sono avvenute da queste parti.

Quest'anno potremmo vedere lo Stelvio più spettacolare di sempre.


“Our interest’s on the dangerous edge of things.
The honest thief, the tender murderer, the superstitious atheist”.

Bomby
Messaggi: 1639
Iscritto il: martedì 17 giugno 2014, 20:23

Re: La salita più iconica d'Italia (16): FINALE

Messaggio da leggere da Bomby » domenica 28 giugno 2020, 12:02

La classifica mi pare abbastanza delineata e il numero di voti pare avver raggiunto il suo massimo. Do tempo agli ultimi ritardatari e stasera faremo un po' di conti...

Pensavo che la vittoria finale sarebbe stata molto più facile per lo Stelvio, che invece se l'è dovuta sudare!



Avatar utente
Brakko
Messaggi: 51
Iscritto il: giovedì 4 giugno 2020, 15:12

Re: La salita più iconica d'Italia (16): FINALE

Messaggio da leggere da Brakko » domenica 28 giugno 2020, 17:10

Potresti anche fare un ballottaggio finale fra le due salite più votate, così che anche chi ha scelto altro possa scegliere fra tradizione "classica" (Stelvio) e "moderna" (Moetirolo).
Inoltre molti avranno votato proprio per entrambe: se proponessi una scelta secca con voto unico potremmo avere anche un ribaltamento del risultato.
Certo, cambierebbe le carte in tavola... ma è un gioco, non è che si assegni un premio reale (gioco molto divertente, grazie Bomby per l'idea! :clap: )
Altrimenti... complimenti allo Stelvio!



Trullo
Messaggi: 649
Iscritto il: martedì 23 maggio 2017, 12:26

Re: La salita più iconica d'Italia (16): FINALE

Messaggio da leggere da Trullo » domenica 28 giugno 2020, 17:24

Mi stupisce che l'Etna non abbia preso altri voti, oltre al mio



Bomby
Messaggi: 1639
Iscritto il: martedì 17 giugno 2014, 20:23

Re: La salita più iconica d'Italia (16): FINALE

Messaggio da leggere da Bomby » domenica 28 giugno 2020, 17:25

L'eventualità era stata messa in conto... Si può sempre fare una finalissima! :crazy:



Avatar utente
Brakko
Messaggi: 51
Iscritto il: giovedì 4 giugno 2020, 15:12

Re: La salita più iconica d'Italia (16): FINALE

Messaggio da leggere da Brakko » domenica 28 giugno 2020, 20:38

Trullo ha scritto:
domenica 28 giugno 2020, 17:24
Mi stupisce che l'Etna non abbia preso altri voti, oltre al mio
L'Etna è una salita molto bella. Potenzialmente eccezionale se si arrivasse "in cima". Ed è quasi unica al mondo per il contesto naturale, in modo analogo alle dolomiti (per quanto sia una natura completamente diversa)!
Però sconta due difetti:
1. Difficile ricordarsi scontri epici sull'Etna
2. Viene collocata a inizio Giro. Da una salita iconica ci si aspetta che sia decisiva per le sorti della corsa (e il primo difetto è collegato al secondo).
Comunque sono tutte salite meravigliose, eh!



Avatar utente
Beppugrillo
Messaggi: 1617
Iscritto il: martedì 4 settembre 2018, 6:41

Re: La salita più iconica d'Italia (16): FINALE

Messaggio da leggere da Beppugrillo » domenica 28 giugno 2020, 21:06

Per me una salita mai percorsa da Coppi, Bartali, Gimondi, Merckx e svariati altri discreti nomi della storia del Giro non può essere "la più iconica". Il Mortirolo può concorrere per il titolo di più iconica degli ultimi 25 anni (tra altri 25 poi ne riparliamo), il Finestre forse per il titolo di più bella d'Italia, le altre sono lì giusto perché gli altri sondaggi erano su base geografica (se le prime due sono Stelvio e Fedaia dopo, se non prima, viene il Gavia)



Bomby
Messaggi: 1639
Iscritto il: martedì 17 giugno 2014, 20:23

Re: La salita più iconica d'Italia (16): FINALE

Messaggio da leggere da Bomby » domenica 28 giugno 2020, 21:07

Dunque, direi che si possano trarre le prime conclusioni.

La fase regolare del nostro torneo si conclude così:

CLASSIFICA GENERALE, dopo 129 voti
  1. :champion: :trofeo: PASSO DELLO STELVIO :trofeo: :champion: (39 voti 30%)
  2. Passo del Mortirolo + Aprica, accoppiata e salite singole (34 voti 26%)
  3. Colle delle Finestre + Sestriere (25 voti 19%)
  4. Passo Fedaia + Pordoi (21 voti 16%)
  5. Tre Cime di Lavaredo (5 voti 4%)
  6. Colle dell'Agnello, Blockhaus (2 voti ognuna 2%)
  7. Etna (1 voto 1%)
La salita più iconica del Giro d'Italia è una delle favorite, lo Stelvio, che però ha avuto vita dura, durissima, contro l'accoppiata Mortirolo+Aprica, che ha saputo tenergli testa e che ha ceduto solo all'ultimo. Trionfo delle Alpi Centrali!
Il fascino dello sterrato e la durezza fanno sopravanzare il Colle delle Finestre ed il Sestriere al terzo posto, un risultato piuttosto brillante per le Alpi Occidentali.
Le Dolomiti cedono invece il passo, e sì che avevano scalzato una salita come lo Zoncolan. I loro voti messi assieme faticano a superare le Alpi Occidentali e questo mi stupisce parecchio: sarà perchè negli ultimi anni Vegni le ha un po' trascurate? La medaglia di legno (e quella di fango) sono piuttosto indigeste...
Blockahus ed Etna, nonostante la loro storia, avevano ben poche possibilità. Hanno raccolto comunque qualche voto, e al cospetto di cotante concorrenti, non è da sottovalutare.

Non so se qualcuno in RCS abbia avuto modo di visionare questo sondaggio, ma oserei dire che tutte le salite che sono entrate nella finale meritano di avere un passaggio piuttosto regolare del Giro. Dirò di più: anche le nobilissime escluse come lo Zoncolan o il Gavia, per dirne un paio, lo meriterebbero!
Questo sondaggio ha dimostrato anche a tutti noi, una volta di più, la ricchezza e la diversità del nostro territorio: sono state selezionate per questo torneo solo alcune delle salite più note e fascinose che ogni territorio potesse offrire, e tante sono state scartate, magari semplicemente perchè al confronto con i giganti che le attorniavano erano solo grandi salite! Le salite italiane sono un patrimonio del ciclismo e un patrimonio per l'Italia, che purtroppo molto spesso trascuriamo, non consideriamo. E se non le amiamo noi, le nostre salite, come potremo far conoscere e amare all'estero? Abbiamo la fortuna che salite epiche e meravigliose sono distribuite sostanzialmente in tutti gli angoli d'Italia, sia in zone notissime a livello turistico, che in zone sconosciute ai più. Quando il mondo tornerà alla normalità (perchè, prima o poi, si tornerà alla normalità), tutte queste salite potrebbero essere un elemento importantissimo per l'economia di quei territori montani, spesso isolati, tagliati fuori dal mondo moderno. Non sempre questo è uno svantaggio, anzi, ma troppo isolamento porta all'abbandono, e l'abbandono porta a problemi e tragedie, che poi si riverberano, spesso disastrosamente, nel mondo moderno. Qui dentro forse siamo troppo pochi per poter cambiare le cose, ma chissà. Magari qualcuno legge, qualcuno può essere ispirato.

Chiedo a chi di voi è iscritto nei forum esteri: potrebbe essere carino riproporre il torneo anche da loro, ma non essendo iscritto a nessuno di questi, presentarmi lì da novellino e creare n topic per un sondaggio sulle salite italiane non mi pare una grande idea. Bisognerebbe magari prima sentire gli amministratori di quei forum... Avete consigli sui forum dove si potrebbe proporre il sondaggio?



Admin
Messaggi: 14282
Iscritto il: domenica 21 giugno 2009, 22:48

Re: La salita più iconica d'Italia (16): FINALE

Messaggio da leggere da Admin » lunedì 29 giugno 2020, 5:02

Bella Bomby, complimenti di cuore per tutto!!! :cincin:

In Spagna ogni tanto do un occhio a Foro del ciclismo. C'è poi il forum di Cyclingnews dove scrive (o scriveva) Eshnar.


Pantani è una leggenda come Coppi e Bartali

pietro
Messaggi: 1653
Iscritto il: mercoledì 18 marzo 2020, 19:32

Re: La salita più iconica d'Italia (16): FINALE

Messaggio da leggere da pietro » lunedì 29 giugno 2020, 8:42

Mi unisco ai complimenti. :clap: :clap: :clap: :clap: :clap: :clap: :clap: :clap: :clap: :clap: :clap: :clap: :clap: :clap: :clap:



Bomby
Messaggi: 1639
Iscritto il: martedì 17 giugno 2014, 20:23

Re: La salita più iconica d'Italia (16): FINALE

Messaggio da leggere da Bomby » lunedì 29 giugno 2020, 12:25

Grazie mille Marco e Pietro!

In serata vedo di iscrivermi e proporre la cosa. il forum di Cyclingnews lo conoscevo, quello spagnolo no.

Nel frattempo noi potremmo fare altri sondaggi extra, magari a tema... Come diceva Bugno, vedremo! :cincin:



pietro
Messaggi: 1653
Iscritto il: mercoledì 18 marzo 2020, 19:32

Re: La salita più iconica d'Italia (16): FINALE

Messaggio da leggere da pietro » lunedì 29 giugno 2020, 12:46

Bomby ha scritto:
lunedì 29 giugno 2020, 12:25
Grazie mille Marco e Pietro!

In serata vedo di iscrivermi e proporre la cosa. il forum di Cyclingnews lo conoscevo, quello spagnolo no.

Nel frattempo noi potremmo fare altri sondaggi extra, magari a tema... Come diceva Bugno, vedremo! :cincin:
Uno potrebbe essere sui punti salienti delle classiche.
In Belgio avevano fatto un monopoly del genere.
Non so mettiamo i Capi, Cipressa e Poggio, 6-7 muri del Fiandre, 6-7 tratti in pavè della Roubaix, il Kemmelberg, il Cauberg e un altro paio di salite dell'Amstel, 6-7 cotè della Liegi e poi Ghisallo, Muro di Sormano, Civiglio, San Fermo.



Trullo
Messaggi: 649
Iscritto il: martedì 23 maggio 2017, 12:26

Re: La salita più iconica d'Italia (16): FINALE

Messaggio da leggere da Trullo » lunedì 29 giugno 2020, 14:10

Affascinante



Avatar utente
Brakko
Messaggi: 51
Iscritto il: giovedì 4 giugno 2020, 15:12

Re: La salita più iconica d'Italia (16): FINALE

Messaggio da leggere da Brakko » lunedì 29 giugno 2020, 14:28

pietro ha scritto:
lunedì 29 giugno 2020, 12:46
Bomby ha scritto:
lunedì 29 giugno 2020, 12:25
Grazie mille Marco e Pietro!

In serata vedo di iscrivermi e proporre la cosa. il forum di Cyclingnews lo conoscevo, quello spagnolo no.

Nel frattempo noi potremmo fare altri sondaggi extra, magari a tema... Come diceva Bugno, vedremo! :cincin:
Uno potrebbe essere sui punti salienti delle classiche.
In Belgio avevano fatto un monopoly del genere.
Non so mettiamo i Capi, Cipressa e Poggio, 6-7 muri del Fiandre, 6-7 tratti in pavè della Roubaix, il Kemmelberg, il Cauberg e un altro paio di salite dell'Amstel, 6-7 cotè della Liegi e poi Ghisallo, Muro di Sormano, Civiglio, San Fermo.
Grande idea. Magari con una prima eliminatoria per classica e poi finale con il punto saliente fra le varie classiche.
Magari la prima parte potrebbe essere scontata per la Sanremo. Sicuramente sarebbe avvincente per le altre classiche (aspetti con più trepidazione il Muur, l'Oude Kwaremont o il Paterberg? etc.). E poi bellissima la finale, che sarebbe slegata anche dalla valutazione sulla corsa in generale... quante volte si è detto che la Milano-Sanremo è noiosa per 280 km ma che la botta di adrenalina del Poggio è unica?



Trullo
Messaggi: 649
Iscritto il: martedì 23 maggio 2017, 12:26

Re: La salita più iconica d'Italia (16): FINALE

Messaggio da leggere da Trullo » lunedì 29 giugno 2020, 14:53

Per rendere meno scontato l'esito si dovrebbero considerare "salita del poggio" e "discesa del poggio" due punti salienti differenti, da votare separatamente



pietro
Messaggi: 1653
Iscritto il: mercoledì 18 marzo 2020, 19:32

Re: La salita più iconica d'Italia (16): FINALE

Messaggio da leggere da pietro » lunedì 29 giugno 2020, 15:26

Trullo ha scritto:
lunedì 29 giugno 2020, 14:53
Per rendere meno scontato l'esito si dovrebbero considerare "salita del poggio" e "discesa del poggio" due punti salienti differenti, da votare separatamente
Vero.
Allora direi di farlo anche con la discesa del Civiglio.
Brakko ha scritto:
lunedì 29 giugno 2020, 14:28
pietro ha scritto:
lunedì 29 giugno 2020, 12:46
Bomby ha scritto:
lunedì 29 giugno 2020, 12:25
Grazie mille Marco e Pietro!

In serata vedo di iscrivermi e proporre la cosa. il forum di Cyclingnews lo conoscevo, quello spagnolo no.

Nel frattempo noi potremmo fare altri sondaggi extra, magari a tema... Come diceva Bugno, vedremo! :cincin:
Uno potrebbe essere sui punti salienti delle classiche.
In Belgio avevano fatto un monopoly del genere.
Non so mettiamo i Capi, Cipressa e Poggio, 6-7 muri del Fiandre, 6-7 tratti in pavè della Roubaix, il Kemmelberg, il Cauberg e un altro paio di salite dell'Amstel, 6-7 cotè della Liegi e poi Ghisallo, Muro di Sormano, Civiglio, San Fermo.
Grande idea. Magari con una prima eliminatoria per classica e poi finale con il punto saliente fra le varie classiche.
Magari la prima parte potrebbe essere scontata per la Sanremo. Sicuramente sarebbe avvincente per le altre classiche (aspetti con più trepidazione il Muur, l'Oude Kwaremont o il Paterberg? etc.). E poi bellissima la finale, che sarebbe slegata anche dalla valutazione sulla corsa in generale... quante volte si è detto che la Milano-Sanremo è noiosa per 280 km ma che la botta di adrenalina del Poggio è unica?
Anche io farei così però allora dobbiamo aggiungere qualche cote dell'Amstel, qualche muro tipo il Baneberg della Gand e le plugstreets sempre della Gand.
E ne farei passare sempre due alla volta.



Trullo
Messaggi: 649
Iscritto il: martedì 23 maggio 2017, 12:26

Re: La salita più iconica d'Italia (16): FINALE

Messaggio da leggere da Trullo » lunedì 29 giugno 2020, 15:29

Non saprei se poi i settori di "strada bianca" dell'omonima corsa toscana sono sufficientemente consolidati da poter essere iseriti fra i "punti salienti iconici"



Rispondi