Pagina 2 di 15

Re: Tour 2020 - 17a tappa: Grenoble - Méribel (Col de la Loze) (170 Km)

Inviato: mercoledì 16 settembre 2020, 8:22
da il_panta
frcre ha scritto:
mercoledì 16 settembre 2020, 2:27
il_panta ha scritto:
martedì 15 settembre 2020, 21:13
Winter ha scritto:
martedì 15 settembre 2020, 21:06

Esatto
Lopez se vuol vincere il tour deve guadagnare almeno 3 minuti e mezzo domani
Attacca sulla madeleine?
No
Uran? Idem
Lopez e Uran mettono la firma per fare terzo e quarto, è triste ma è così. Si rendono conto che non hanno le gambe degli sloveni e non mettono a repentaglio il piazzamento per una difficile vittoria. Comunque attaccare sulla Madeleine con questa squadra che ti insegue è follia. Roglic e Pogacar fanno la salita dietro a Dumoulin e Kuss a 20W in meno di lui, e lo inchiodano sul finale. Ci sono differenze minime, molto minori del vantaggio della scia di un compagno. Se Roglic non avesse Dumoulin e Kuss sarebbe tutta un'altra storia, attacchi sulla Madeleine sarebbero possibili.
Ma in teoria Lopez e Landa avrebbero gli uomini per provare un attacco sulla Madeleine.
Con un forcing nei primi km duri realisticamente con Roglic rimangono Kuss, Dumoulin e forse Bennett.
A quel punto potrebbe pure partire un Lopez, e magari lo seguono Pogacar Landa e Porte, mentre Roglic rimane dietro.
Se non provi e lasci la jumbo fare il ritmo che Roglic preferisce non lo scoprirai mai.
Sì, oggi c'è il terreno per fare ciò che dici, ma il punto è sempre la poca ambizione dei corridori, e anche le loro caratteristiche. Se Lopez attacca presto secondo me Landa e Porte si sfregano le mani sperando che salti per aria e di sciacallare quindi una posizione. Inoltre uno come Porte, che ha costruito tutta la carriera sulle progressioni in anaerobico nel finale, non rischierà mai un'azione di un'ora e mezzo. Chi poteva provare, gambe permettendo, erano Quintana e Bernal. Quintana infatti parlava di alleanze tra colombiani, mentre gli altri secondo me non si vedono come possibili alleati per ribaltare la corsa ma come rivali per i piazzamenti. Felice di essere smentito.

Re: Tour 2020 - 17a tappa: Grenoble - Méribel (Col de la Loze) (170 Km)

Inviato: mercoledì 16 settembre 2020, 8:25
da barrylyndon
Lopez, melina con Carapaz nel giro 2018 a parte, ha anche attaccato sul Manghen nel Giro scorso..il coraggio non gli mancherebbe.
Landa nel giro 2015 attacco' sulle Finestre...anche lui in teoria il temperamente ce l'ha.
Su Uran,Porte e Yates invece ...non ricordo precedenti eclatanti

Re: Tour 2020 - 17a tappa: Grenoble - Méribel (Col de la Loze) (170 Km)

Inviato: mercoledì 16 settembre 2020, 8:26
da Brogno
il_panta ha scritto:
mercoledì 16 settembre 2020, 8:22
frcre ha scritto:
mercoledì 16 settembre 2020, 2:27
il_panta ha scritto:
martedì 15 settembre 2020, 21:13

Lopez e Uran mettono la firma per fare terzo e quarto, è triste ma è così. Si rendono conto che non hanno le gambe degli sloveni e non mettono a repentaglio il piazzamento per una difficile vittoria. Comunque attaccare sulla Madeleine con questa squadra che ti insegue è follia. Roglic e Pogacar fanno la salita dietro a Dumoulin e Kuss a 20W in meno di lui, e lo inchiodano sul finale. Ci sono differenze minime, molto minori del vantaggio della scia di un compagno. Se Roglic non avesse Dumoulin e Kuss sarebbe tutta un'altra storia, attacchi sulla Madeleine sarebbero possibili.
Ma in teoria Lopez e Landa avrebbero gli uomini per provare un attacco sulla Madeleine.
Con un forcing nei primi km duri realisticamente con Roglic rimangono Kuss, Dumoulin e forse Bennett.
A quel punto potrebbe pure partire un Lopez, e magari lo seguono Pogacar Landa e Porte, mentre Roglic rimane dietro.
Se non provi e lasci la jumbo fare il ritmo che Roglic preferisce non lo scoprirai mai.
Sì, oggi c'è il terreno per fare ciò che dici, ma il punto è sempre la poca ambizione dei corridori, e anche le loro caratteristiche. Se Lopez attacca presto secondo me Landa e Porte si sfregano le mani sperando che salti per aria e di sciacallare quindi una posizione. Inoltre uno come Porte, che ha costruito tutta la carriera sulle progressioni in anaerobico nel finale, non rischierà mai un'azione di un'ora e mezzo. Chi poteva provare, gambe permettendo, erano Quintana e Bernal. Quintana infatti parlava di alleanze tra colombiani, mentre gli altri secondo me non si vedono come possibili alleati per ribaltare la corsa ma come rivali per i piazzamenti. Felice di essere smentito.
Totale accordo con te. C'è da aggiungere che Landa e gli altri non hanno nemmeno dimostrato di avere una gamba superiore. Possono anche attaccare (ne dubito) ma il loro attacco sarebbe solo un favore all Jumbo e a quelli dietro di loro in classifica. Quelli che hanno le gambe per attaccare sono primo e secondo in classifica.

Re: Tour 2020 - 17a tappa: Grenoble - Méribel (Col de la Loze) (170 Km)

Inviato: mercoledì 16 settembre 2020, 8:34
da stakia
Bernal non parte oggi, si è ritirato.

Re: Tour 2020 - 17a tappa: Grenoble - Méribel (Col de la Loze) (170 Km)

Inviato: mercoledì 16 settembre 2020, 8:46
da ciclistapazzo
stakia ha scritto:
mercoledì 16 settembre 2020, 8:34
Bernal non parte oggi, si è ritirato.
Ben fatto, assurde le scelte di non ritirare Buchman e Pinot. Se uno è fuori condizione perché in ritardo di preparazione più km fa meglio sta, ma se sta male più va avanti e più tardi i dolori passano.. Davvero credono che da qui alla fine in queste condizioni possano andare in fuga per vincere? Pinot un minimo in crescita lo è, ma comunque lontanissimo da essere competitivo

Re: Tour 2020 - 17a tappa: Grenoble - Méribel (Col de la Loze) (170 Km)

Inviato: mercoledì 16 settembre 2020, 8:49
da qrier
stakia ha scritto:
mercoledì 16 settembre 2020, 8:34
Bernal non parte oggi, si è ritirato.
Troppo tardi per il Giro?

Re: Tour 2020 - 17a tappa: Grenoble - Méribel (Col de la Loze) (170 Km)

Inviato: mercoledì 16 settembre 2020, 8:57
da ciclistapazzo
qrier ha scritto:
mercoledì 16 settembre 2020, 8:49
stakia ha scritto:
mercoledì 16 settembre 2020, 8:34
Bernal non parte oggi, si è ritirato.
Troppo tardi per il Giro?
Poi vallo a dire a Thomas che gli mettono un cocapitano :D lo escludo, al massimo Carapaz come luogotenente.

Re: Tour 2020 - 17a tappa: Grenoble - Méribel (Col de la Loze) (170 Km)

Inviato: mercoledì 16 settembre 2020, 9:13
da albopaxo
Oggi l'arrivo assomiglia a Ceresole... qui si capisce se roglic vince o non vince il tour,
se fa come l'anno scorso al giro di sicuro lo perde e il premio come "oglione" dell'anno non glielo toglie nessuno e mi sa che rischia di essere perculato fino al suo ritiro...
A Pogacar interessa guadagnare, e alla UAE bastano 39"... (mi sa che non la vogliono la maglia oggi, magari uno dei prossimi giorni)
Per quanto riguarda gli altri prevedo uno scatto di un Landa e un Lopez ai -6km, Porte e Uran invece staranno a ruota...

Re: Tour 2020 - 17a tappa: Grenoble - Méribel (Col de la Loze) (170 Km)

Inviato: mercoledì 16 settembre 2020, 9:19
da Cthulhu
La salita finale durerà più di un'ora.
Come potete pensare che qualcuno in classifica attacchi prima ?
Con zero speranze, anzi con la certezza di crollare, solo per far divertire i tifosi ?

Re: Tour 2020 - 17a tappa: Grenoble - Méribel (Col de la Loze) (170 Km)

Inviato: mercoledì 16 settembre 2020, 9:22
da Tranchée d'Arenberg
ciclistapazzo ha scritto:
mercoledì 16 settembre 2020, 8:46
stakia ha scritto:
mercoledì 16 settembre 2020, 8:34
Bernal non parte oggi, si è ritirato.
Ben fatto, assurde le scelte di non ritirare Buchman e Pinot. Se uno è fuori condizione perché in ritardo di preparazione più km fa meglio sta, ma se sta male più va avanti e più tardi i dolori passano.. Davvero credono che da qui alla fine in queste condizioni possano andare in fuga per vincere? Pinot un minimo in crescita lo è, ma comunque lontanissimo da essere competitivo
Una cosa è beccare la crisi in una tappa, prendete 15 minuti e uscire di classifica. In questo caso, recuperi per qualche giorno e poi puoi anche vincere una tappa.
Tutt'altra cosa è avere dei problemi fisici persistenti. Diventa deleterio trascinarsi avanti. Pinot sta andando avanti senza avere la possibilità di incidere. In fuga vi va il suo amico Reichenbach, lui non ce la fa proprio. Non ha molto senso

Re: Tour 2020 - 17a tappa: Grenoble - Méribel (Col de la Loze) (170 Km)

Inviato: mercoledì 16 settembre 2020, 9:22
da Cthulhu
qrier ha scritto:
mercoledì 16 settembre 2020, 8:49
stakia ha scritto:
mercoledì 16 settembre 2020, 8:34
Bernal non parte oggi, si è ritirato.
Troppo tardi per il Giro?
Secondo te uno che esce dal Tour in queste condizioni tra due settimane e mezzo fa un altro GT ?

Re: Tour 2020 - 17a tappa: Grenoble - Méribel (Col de la Loze) (170 Km)

Inviato: mercoledì 16 settembre 2020, 9:26
da Cthulhu
ciclistapazzo ha scritto:
mercoledì 16 settembre 2020, 8:57
qrier ha scritto:
mercoledì 16 settembre 2020, 8:49
stakia ha scritto:
mercoledì 16 settembre 2020, 8:34
Bernal non parte oggi, si è ritirato.
Troppo tardi per il Giro?
Poi vallo a dire a Thomas che gli mettono un cocapitano :D lo escludo, al massimo Carapaz come luogotenente.
Nessuno di quelli del Tour farà il Giro, a parte forse qualche velocista.

Re: Tour 2020 - 17a tappa: Grenoble - Méribel (Col de la Loze) (170 Km)

Inviato: mercoledì 16 settembre 2020, 9:40
da Poohbook
Secondo me oggi un altro che rischia di lasciarci le penne è Yates. Pogacar se arriva alla crono con un distacco di 20” secondi da Roglic rischia di vincere il tour! In salita ha qualcosa in più del connazionale e la crono finale è adattissima alle sue caratteristiche più che a Roglic!

Re: Tour 2020 - 17a tappa: Grenoble - Méribel (Col de la Loze) (170 Km)

Inviato: mercoledì 16 settembre 2020, 9:40
da ciclistapazzo
Tranchée d'Arenberg ha scritto:
mercoledì 16 settembre 2020, 9:22
ciclistapazzo ha scritto:
mercoledì 16 settembre 2020, 8:46
stakia ha scritto:
mercoledì 16 settembre 2020, 8:34
Bernal non parte oggi, si è ritirato.
Ben fatto, assurde le scelte di non ritirare Buchman e Pinot. Se uno è fuori condizione perché in ritardo di preparazione più km fa meglio sta, ma se sta male più va avanti e più tardi i dolori passano.. Davvero credono che da qui alla fine in queste condizioni possano andare in fuga per vincere? Pinot un minimo in crescita lo è, ma comunque lontanissimo da essere competitivo
Una cosa è beccare la crisi in una tappa, prendete 15 minuti e uscire di classifica. In questo caso, recuperi per qualche giorno e poi puoi anche vincere una tappa.
Tutt'altra cosa è avere dei problemi fisici persistenti. Diventa deleterio trascinarsi avanti. Pinot sta andando avanti senza avere la possibilità di incidere. In fuga vi va il suo amico Reichenbach, lui non ce la fa proprio. Non ha molto senso
Concordo, ma ancora più assurda è la scelta di Buchmann. Pinot è l'uomo simbolo della squadra, ma la Bora con Kanma ispirato, Schachmann in ripresa che bisogno ha di far soffrire Buchmann.

Re: Tour 2020 - 17a tappa: Grenoble - Méribel (Col de la Loze) (170 Km)

Inviato: mercoledì 16 settembre 2020, 9:41
da pereiro2982
ma come si fa ad attaccare sulla madeleine?
e i km in pianura fra una salita e l'altra chi li fa?
è facile accusare di poco coraggio
da come parlate sembra che i corridori siano tutti uguali con lo stesso talento ma la differenza sia il coraggio e non le gambe
in questa tappa si deve puntare a fare la madeleine abbastanza forte da far saltare un paio di compagni di Roglic il resto lo fara la salita finale
altro non è coraggioso e solo buttare la corsa

Re: Tour 2020 - 17a tappa: Grenoble - Méribel (Col de la Loze) (170 Km)

Inviato: mercoledì 16 settembre 2020, 9:45
da 34x27
Dai che oggi c'è lo scattino ai -3,5km..... forse.

Re: Tour 2020 - 17a tappa: Grenoble - Méribel (Col de la Loze) (170 Km)

Inviato: mercoledì 16 settembre 2020, 9:49
da pereiro2982
il_panta ha scritto:
mercoledì 16 settembre 2020, 8:22
frcre ha scritto:
mercoledì 16 settembre 2020, 2:27
il_panta ha scritto:
martedì 15 settembre 2020, 21:13

Lopez e Uran mettono la firma per fare terzo e quarto, è triste ma è così. Si rendono conto che non hanno le gambe degli sloveni e non mettono a repentaglio il piazzamento per una difficile vittoria. Comunque attaccare sulla Madeleine con questa squadra che ti insegue è follia. Roglic e Pogacar fanno la salita dietro a Dumoulin e Kuss a 20W in meno di lui, e lo inchiodano sul finale. Ci sono differenze minime, molto minori del vantaggio della scia di un compagno. Se Roglic non avesse Dumoulin e Kuss sarebbe tutta un'altra storia, attacchi sulla Madeleine sarebbero possibili.
Ma in teoria Lopez e Landa avrebbero gli uomini per provare un attacco sulla Madeleine.
Con un forcing nei primi km duri realisticamente con Roglic rimangono Kuss, Dumoulin e forse Bennett.
A quel punto potrebbe pure partire un Lopez, e magari lo seguono Pogacar Landa e Porte, mentre Roglic rimane dietro.
Se non provi e lasci la jumbo fare il ritmo che Roglic preferisce non lo scoprirai mai.
Sì, oggi c'è il terreno per fare ciò che dici, ma il punto è sempre la poca ambizione dei corridori, e anche le loro caratteristiche. Se Lopez attacca presto secondo me Landa e Porte si sfregano le mani sperando che salti per aria e di sciacallare quindi una posizione. Inoltre uno come Porte, che ha costruito tutta la carriera sulle progressioni in anaerobico nel finale, non rischierà mai un'azione di un'ora e mezzo. Chi poteva provare, gambe permettendo, erano Quintana e Bernal. Quintana infatti parlava di alleanze tra colombiani, mentre gli altri secondo me non si vedono come possibili alleati per ribaltare la corsa ma come rivali per i piazzamenti. Felice di essere smentito.
certo è l'ambizione che fa la differenza nel ciclismo mica le gambe o le squadre .....
cert se avessero piu ambizione sarebbe facile partire sulla madeleine eriuscire a guadagnare pure in pianura fra le due salite contro la jumbo....
senza contare che ad oggi in tutte le salite porte e landa e lopez credo si siano sempre staccati , sara stata la mancanza di ambizione?

Re: Tour 2020 - 17a tappa: Grenoble - Méribel (Col de la Loze) (170 Km)

Inviato: mercoledì 16 settembre 2020, 10:00
da il_panta
pereiro2982 ha scritto:
mercoledì 16 settembre 2020, 9:49
il_panta ha scritto:
mercoledì 16 settembre 2020, 8:22
frcre ha scritto:
mercoledì 16 settembre 2020, 2:27


Ma in teoria Lopez e Landa avrebbero gli uomini per provare un attacco sulla Madeleine.
Con un forcing nei primi km duri realisticamente con Roglic rimangono Kuss, Dumoulin e forse Bennett.
A quel punto potrebbe pure partire un Lopez, e magari lo seguono Pogacar Landa e Porte, mentre Roglic rimane dietro.
Se non provi e lasci la jumbo fare il ritmo che Roglic preferisce non lo scoprirai mai.
Sì, oggi c'è il terreno per fare ciò che dici, ma il punto è sempre la poca ambizione dei corridori, e anche le loro caratteristiche. Se Lopez attacca presto secondo me Landa e Porte si sfregano le mani sperando che salti per aria e di sciacallare quindi una posizione. Inoltre uno come Porte, che ha costruito tutta la carriera sulle progressioni in anaerobico nel finale, non rischierà mai un'azione di un'ora e mezzo. Chi poteva provare, gambe permettendo, erano Quintana e Bernal. Quintana infatti parlava di alleanze tra colombiani, mentre gli altri secondo me non si vedono come possibili alleati per ribaltare la corsa ma come rivali per i piazzamenti. Felice di essere smentito.
certo è l'ambizione che fa la differenza nel ciclismo mica le gambe o le squadre .....
cert se avessero piu ambizione sarebbe facile partire sulla madeleine eriuscire a guadagnare pure in pianura fra le due salite contro la jumbo....
senza contare che ad oggi in tutte le salite porte e landa e lopez credo si siano sempre staccati , sara stata la mancanza di ambizione?
Sulla salita finale per scappare dal trenino Jumbo contano le gambe, sulle strategie di corsa su più ampio raggio conta molto anche l'ambizione. Porte, Lopez ed Uran sono contenti così secondo me. Landa se vuole provare ad ottenere un podio o anche solo una top 5 deve provare qualcosa oggi, è la sua ultima tappa, altrimenti può solo sperare di difendere il sesto posto. La gamba non è eccezionale ma sicuramente buona. Se riesce a mettere in fuga uno tra Bilbao e Caruso, che finora sono stati inutili, può provare ad andare via sulla Madeleine in caso di ritmo blando della Jumbo. Chiaro che se la Jumbo fa la tappa forte le cose cambiano, ma se sulla Madeleine sono in 40-50 qualcosa può provare. Non penso che abbia le gambe migliori di Pogacar e Roglic, ma se distribuisci lo sforzo su due ore mentre gli altri sparano tutto solo su 4 km puoi andare più veloce degli altri. Alla fine questa è la logica di ogni attacco da lontano.
Riguardo a ciò che ho scritto in precedenza, sei d'accordo con me sul fatto che se Landa attacca Porte si frega le mani sperando che salti per aria, invece che vederla come un'occasione per mettere in difficoltà Roglic? In questo senso io parlavo di mancanza di ambizione. Se vedi come parlava Quintana, è tutta un'altra storia. Quintana cercava alleati tra quelli un po' indietro per provare a ribaltare la corsa. Poi è caduto e la storia la sappiamo tutti.

Re: Tour 2020 - 17a tappa: Grenoble - Méribel (Col de la Loze) (170 Km)

Inviato: mercoledì 16 settembre 2020, 10:05
da Fabruz
Erinnerung ha scritto:
martedì 15 settembre 2020, 21:21
Tappa più dura del Tour probabilmente...
170 Km e circa 4000 m di dislivello in due salite tostissime come lunghezza e pendenze.
Chiamiamolo pure tappone.. di questi tempi ci accontentiamo!
Sarà un gran scenario, ma spettacolo in corsa me ne aspetto pochino.
Succederà tutto negli ultimi 4 Km durissimi perché attaccare sulla Madeleine è un suicidio visto che la Loze comincia 40 Km dopo, è lunga 21 Km e pure più dura nel finale.
Roglic potrebbe cedere qualcosa.. Pogacar potrebbe guadagnare.
In ogni caso #freelanda 😁
Concordo. Mettici anche i quasi 20 km di fondovalle
Per attaccare sulla Madeleine l'unica è avere qualcuno che ti aspetta sotto per tirare, ma nessuno ha una squadra in grado

Re: Tour 2020 - 17a tappa: Grenoble - Méribel (Col de la Loze) (170 Km)

Inviato: mercoledì 16 settembre 2020, 10:05
da beppesaronni
oggi IL VOSTRO NOSTRADAMUS DICHIARA:

-fughe a parte (speriamo muoiano tutti) vince Pogacar
-si difenderanno bene Landa e MAL
-Roglic arriverà dietro ad ALMENO 3 corridori
-crollerà Yates
-Porte, non lo sa nemmeno Nostradamus
-Uran perderà qualche ruota e stasera sarà quinto in classifica
-Forse Roglic salverà la maglia per pochissimi secondi. Che poi è quello che vuole Pogi

Re: Tour 2020 - 17a tappa: Grenoble - Méribel (Col de la Loze) (170 Km)

Inviato: mercoledì 16 settembre 2020, 10:07
da Poohbook
Ragazzi qui non è una questione di coraggio, ma di gambe. Se io sono Porte o Uran e so di non essere superiore ai due sloveni, faccio la mia corsa per difendere un podio che Porte rincorre da una vita e per Rigo non è poco a questo punto della carriera. L’unico che può provare qualcosa è Landa perché un piazzamento non gli serve a nulla! Quindi o salta per aria o arriva al massimo quinto a cosa gli serve? Mas difenderà la posizione sperando che saltino gli altri. L’unico che oggi potrebbe completamente saltare nel trenino imposto dalla Jumbo e Yates. Per il britannico la tappa di oggi è troppo dura e tra quelli in classifica dovrebbe perdere più di tutti! Il podio credo sia delineato ancor prima della tappa odierna. Roglic/Pogacar per la vittoria e Richie finalmente sul podio a Parigi!

Re: Tour 2020 - 17a tappa: Grenoble - Méribel (Col de la Loze) (170 Km)

Inviato: mercoledì 16 settembre 2020, 10:22
da Mario Rossi
barrylyndon ha scritto:
mercoledì 16 settembre 2020, 8:25
Lopez, melina con Carapaz nel giro 2018 a parte, ha anche attaccato sul Manghen nel Giro scorso..il coraggio non gli mancherebbe.
Landa nel giro 2015 attacco' sulle Finestre...anche lui in teoria il temperamente ce l'ha.
Su Uran,Porte e Yates invece ...non ricordo precedenti eclatanti
Il discorso è corretto, ma hai visto nel 2019 chi aveva in squadra? Quest'anno, a parte il povero Tejada, la Astana ha sbagliato preparazione e LLS è pietoso, così come gli Izaguirre. Chi fa il ritmo? Abbiamo visto l'importanza di Barguil per Quintana. Pensare che Lopez si bruci Tejada sul Madelaine. Per me è follia.

L'unico che ha squadra è Landa, ma secondo me, a meno di clamorosi eventi pè più probabile che parta ad inizio Loze. La tattica per partire sul Madelaine sarebbe mandare Poels, sperando sia in crescendo, e Bilbao in fuga, riprenderli in dicesa, fare trenino in pianura per non essere risucchiati dal gruppo, con Caruso a spezzare i cambi. Non succede, ma se succede sarebbe la vittoria del Landismo all'ennesima potenza.

Re: Tour 2020 - 17a tappa: Grenoble - Méribel (Col de la Loze) (170 Km)

Inviato: mercoledì 16 settembre 2020, 10:34
da galliano
Mario Rossi ha scritto:
mercoledì 16 settembre 2020, 10:22
barrylyndon ha scritto:
mercoledì 16 settembre 2020, 8:25
Lopez, melina con Carapaz nel giro 2018 a parte, ha anche attaccato sul Manghen nel Giro scorso..il coraggio non gli mancherebbe.
Landa nel giro 2015 attacco' sulle Finestre...anche lui in teoria il temperamente ce l'ha.
Su Uran,Porte e Yates invece ...non ricordo precedenti eclatanti
Il discorso è corretto, ma hai visto nel 2019 chi aveva in squadra? Quest'anno, a parte il povero Tejada, la Astana ha sbagliato preparazione e LLS è pietoso, così come gli Izaguirre. Chi fa il ritmo? Abbiamo visto l'importanza di Barguil per Quintana. Pensare che Lopez si bruci Tejada sul Madelaine. Per me è follia.

L'unico che ha squadra è Landa, ma secondo me, a meno di clamorosi eventi pè più probabile che parta ad inizio Loze. La tattica per partire sul Madelaine sarebbe mandare Poels, sperando sia in crescendo, e Bilbao in fuga, riprenderli in dicesa, fare trenino in pianura per non essere risucchiati dal gruppo, con Caruso a spezzare i cambi. Non succede, ma se succede sarebbe la vittoria del Landismo all'ennesima potenza.
Sarebbe la tattica giusta, ma senza Poels non credo sia fattibile. Anche sganciando Bilbao per usarlo sul piano poi ti viene a mancare nella prima metà del Loze. Sempre ammesso poi che Landa riesca a involarsi da solo sulla Madelaine pur salendo con margine, cosa affatto scontata.
Certo uno molto coraggioso potrebbe rischiarla lo stesso, ma si troverebbe da solo contro Kuss, bennett, Doumulin e Van Aert.
Devi essere uno molto coraggioso.

Re: Tour 2020 - 17a tappa: Grenoble - Méribel (Col de la Loze) (170 Km)

Inviato: mercoledì 16 settembre 2020, 10:38
da CicloSprint
Il Col de la Loze da Meribel all'arrivo, ha una pendenza media simile a Zoncolan, Mortirolo e Angliru, ed è l'over 2000 più duro di sempre del ciclismo.

Re: Tour 2020 - 17a tappa: Grenoble - Méribel (Col de la Loze) (170 Km)

Inviato: mercoledì 16 settembre 2020, 10:44
da beppesaronni
vOLENDO, ci sarebbe anche la discesa dove attaccare (ovviamente la condizione sinequa non rimane quella di mandare un paio di compagni in fuga).
Siete voi quelli che ne capite, io non so se ce n'è uno bravo in discesa, tra il secondo e l'ottavo posto, ma certamente la Jumbo non farà la discesa a tutta (perché la dovrà fare alla velocità del loro peggior discesista).
Però ribadisco, l'unico che GIUSTAMENTE dovrà restare a ruota fino almeno ai -4 è Pogacar.
Tutti gli altri se vogliono vincere, dovranno inventarsi qualcosa (qualcosa che non sono in grado)

Re: Tour 2020 - 17a tappa: Grenoble - Méribel (Col de la Loze) (170 Km)

Inviato: mercoledì 16 settembre 2020, 10:47
da albopaxo
Mantenendo le posizioni tra roglic e pogacar,ma a squadre invertite oggi è una di quelle tappe in cui la tattica martinelli avrebbe funzionato alla perfezione

Re: Tour 2020 - 17a tappa: Grenoble - Méribel (Col de la Loze) (170 Km)

Inviato: mercoledì 16 settembre 2020, 10:52
da Erinnerung
CicloSprint ha scritto:
mercoledì 16 settembre 2020, 10:38
Il Col de la Loze da Meribel all'arrivo, ha una pendenza media simile a Zoncolan, Mortirolo e Angliru, ed è l'over 2000 più duro di sempre del ciclismo.
Lo Zoncolan è oltre l'11% come media.. Qui siamo sull'8%.
Se parli degli ultimi 4 Km sì.
Lo Stelvio da Trafoi come over 2000 nel complesso è più duro, anche se di poco.

Re: Tour 2020 - 17a tappa: Grenoble - Méribel (Col de la Loze) (170 Km)

Inviato: mercoledì 16 settembre 2020, 11:01
da herbie
barrylyndon ha scritto:
mercoledì 16 settembre 2020, 8:25
Lopez, melina con Carapaz nel giro 2018 a parte, ha anche attaccato sul Manghen nel Giro scorso..il coraggio non gli mancherebbe.
Landa nel giro 2015 attacco' sulle Finestre...anche lui in teoria il temperamente ce l'ha.
è vero. Tuttavia, il primo ha sempre pressochè fatto il solletico agli avversari.
Il secondo invece più di qualche sconquasso l'ha fatto...pure l'anno scorso nel tratto esterno alla galleria del Nivolet fu il primo ad attaccare a credo 15 km. di salita dal traguardo e mise in luce una giornata così così di Nibali e Roglic.
Nel 2015 mandò gambe all'aria Contador in maglia rosa, e ancora oggi penso a quel giorno come uno di quelli in cui Contador dimostrò qualità del tutto fuori dal comune per come riuscì a difendersi bene dopo averlo visto così piantato sul Finestre.

Re: Tour 2020 - 17a tappa: Grenoble - Méribel (Col de la Loze) (170 Km)

Inviato: mercoledì 16 settembre 2020, 11:04
da Tranchée d'Arenberg
herbie ha scritto:
mercoledì 16 settembre 2020, 11:01
barrylyndon ha scritto:
mercoledì 16 settembre 2020, 8:25
Lopez, melina con Carapaz nel giro 2018 a parte, ha anche attaccato sul Manghen nel Giro scorso..il coraggio non gli mancherebbe.
Landa nel giro 2015 attacco' sulle Finestre...anche lui in teoria il temperamente ce l'ha.
è vero. Tuttavia, il primo ha sempre pressochè fatto il solletico agli avversari.
Il secondo invece più di qualche sconquasso l'ha fatto...pure l'anno scorso nel tratto esterno alla galleria del Nivolet fu il primo ad attaccare a credo 15 km. di salita dal traguardo e mise in luce una giornata così così di Nibali e Roglic.
Nel 2015 mandò gambe all'aria Contador in maglia rosa, e ancora oggi penso a quel giorno come uno di quelli in cui Contador dimostrò qualità del tutto fuori dal comune per come riuscì a difendersi bene dopo averlo visto così piantato sul Finestre.
Landa negli ultimi anni però si è andato sempre di pià ad adattare all'andazzo generale, anche in virtù di alcune scelte fatte negli scorsi anni. Non mi pare più il Landa del 2015

Re: Tour 2020 - 17a tappa: Grenoble - Méribel (Col de la Loze) (170 Km)

Inviato: mercoledì 16 settembre 2020, 11:05
da Camoscio madonita
Erinnerung ha scritto:
mercoledì 16 settembre 2020, 10:52
CicloSprint ha scritto:
mercoledì 16 settembre 2020, 10:38
Il Col de la Loze da Meribel all'arrivo, ha una pendenza media simile a Zoncolan, Mortirolo e Angliru, ed è l'over 2000 più duro di sempre del ciclismo.
Lo Zoncolan è oltre l'11% come media.. Qui siamo sull'8%.
Se parli degli ultimi 4 Km sì.
Lo Stelvio da Trafoi come over 2000 nel complesso è più duro, anche se di poco.
Anche l'Agnello

Re: Tour 2020 - 17a tappa: Grenoble - Méribel (Col de la Loze) (170 Km)

Inviato: mercoledì 16 settembre 2020, 11:07
da galliano
albopaxo ha scritto:
mercoledì 16 settembre 2020, 10:47
Mantenendo le posizioni tra roglic e pogacar,ma a squadre invertite oggi è una di quelle tappe in cui la tattica martinelli avrebbe funzionato alla perfezione
Non per sminuire Martinelli, ma quel tipo di tattica quando sei in nettissima superiorità di squadra è un po' l'invenzione dell'acqua calda.
Ciò non toglie che i DS Jumbo sarebbero stati capaci di fare esattamente il contrario. :P

Re: Tour 2020 - 17a tappa: Grenoble - Méribel (Col de la Loze) (170 Km)

Inviato: mercoledì 16 settembre 2020, 11:16
da PedalatorePigro
Bora a tutta sul Col de la Madaleine per far andare Bennett fuori tempo massimo.

Re: Tour 2020 - 17a tappa: Grenoble - Méribel (Col de la Loze) (170 Km)

Inviato: mercoledì 16 settembre 2020, 11:21
da Slegar
PedalatorePigro ha scritto:
mercoledì 16 settembre 2020, 11:16
Bora a tutta sul Col de la Madaleine per far andare Bennett fuori tempo massimo.
Più facile che vada fuori tempo massimo Ewan; ieri deve essersi salvato per poco.

Re: Tour 2020 - 17a tappa: Grenoble - Méribel (Col de la Loze) (170 Km)

Inviato: mercoledì 16 settembre 2020, 11:26
da Steven
A meno di miracoli sulla Madeleine, credo che Roglic si presenterà sull'ultima salita con 4 compagni di squadra.
Quindi sarà difficile fare degli scatti importanti. Forse solo Pogacar potrebbe far saltare il banco ma negli ultimi 4-5- km.

Re: Tour 2020 - 17a tappa: Grenoble - Méribel (Col de la Loze) (170 Km)

Inviato: mercoledì 16 settembre 2020, 11:31
da pereiro2982
il_panta ha scritto:
mercoledì 16 settembre 2020, 10:00
pereiro2982 ha scritto:
mercoledì 16 settembre 2020, 9:49
il_panta ha scritto:
mercoledì 16 settembre 2020, 8:22


Sì, oggi c'è il terreno per fare ciò che dici, ma il punto è sempre la poca ambizione dei corridori, e anche le loro caratteristiche. Se Lopez attacca presto secondo me Landa e Porte si sfregano le mani sperando che salti per aria e di sciacallare quindi una posizione. Inoltre uno come Porte, che ha costruito tutta la carriera sulle progressioni in anaerobico nel finale, non rischierà mai un'azione di un'ora e mezzo. Chi poteva provare, gambe permettendo, erano Quintana e Bernal. Quintana infatti parlava di alleanze tra colombiani, mentre gli altri secondo me non si vedono come possibili alleati per ribaltare la corsa ma come rivali per i piazzamenti. Felice di essere smentito.
certo è l'ambizione che fa la differenza nel ciclismo mica le gambe o le squadre .....
cert se avessero piu ambizione sarebbe facile partire sulla madeleine eriuscire a guadagnare pure in pianura fra le due salite contro la jumbo....
senza contare che ad oggi in tutte le salite porte e landa e lopez credo si siano sempre staccati , sara stata la mancanza di ambizione?
Sulla salita finale per scappare dal trenino Jumbo contano le gambe, sulle strategie di corsa su più ampio raggio conta molto anche l'ambizione. Porte, Lopez ed Uran sono contenti così secondo me. Landa se vuole provare ad ottenere un podio o anche solo una top 5 deve provare qualcosa oggi, è la sua ultima tappa, altrimenti può solo sperare di difendere il sesto posto. La gamba non è eccezionale ma sicuramente buona. Se riesce a mettere in fuga uno tra Bilbao e Caruso, che finora sono stati inutili, può provare ad andare via sulla Madeleine in caso di ritmo blando della Jumbo. Chiaro che se la Jumbo fa la tappa forte le cose cambiano, ma se sulla Madeleine sono in 40-50 qualcosa può provare. Non penso che abbia le gambe migliori di Pogacar e Roglic, ma se distribuisci lo sforzo su due ore mentre gli altri sparano tutto solo su 4 km puoi andare più veloce degli altri. Alla fine questa è la logica di ogni attacco da lontano.
Riguardo a ciò che ho scritto in precedenza, sei d'accordo con me sul fatto che se Landa attacca Porte si frega le mani sperando che salti per aria, invece che vederla come un'occasione per mettere in difficoltà Roglic? In questo senso io parlavo di mancanza di ambizione. Se vedi come parlava Quintana, è tutta un'altra storia. Quintana cercava alleati tra quelli un po' indietro per provare a ribaltare la corsa. Poi è caduto e la storia la sappiamo tutti.


che il piazzamento al tour per prestigio sia un freno per molti corridori ad attaccare sono d'accordo se poi prendiamo Porte come esempio , uno che gia è un miracolo finirli i tour ....

pero visto che si parla di strategia , la tappa se non hai la squadra piu forte per attaccare è molto facile che qualsiasi attacco da lontano sia un fallimento
tra la madeleine e loze ci sono i chilometri in pianura , il loze è piu duro della madeleine
sarebbe meglio selezionare la jumbo sperando che si rimanga tutti allo scoperto senza gregari prima degli ultimi 4 km
senza contare che i grandi attacchi da lontano che hanno portato imprese sono stati fatti dal corridore con la squadra piu forte
froome e sky al giro 2018
nibali e astana giro 2016
landa ci provo al tour 2018 sui pirenei ......risultato che non si ricorda nessuno ....

Re: Tour 2020 - 17a tappa: Grenoble - Méribel (Col de la Loze) (170 Km)

Inviato: mercoledì 16 settembre 2020, 11:39
da lemond
il_panta ha scritto:
martedì 15 settembre 2020, 18:08
Proverà Pogacar ai -3.
O forse un po' dopo, ma il concetto è giusto.

Re: Tour 2020 - 17a tappa: Grenoble - Méribel (Col de la Loze) (170 Km)

Inviato: mercoledì 16 settembre 2020, 11:43
da Walter_White
Solo Landa ha gli uomini per provare a staccare i Jumbo

Ma non li metterà di certo alla frusta sulla Madeleine

Re: Tour 2020 - 17a tappa: Grenoble - Méribel (Col de la Loze) (170 Km)

Inviato: mercoledì 16 settembre 2020, 11:47
da lemond
Winter ha scritto:
martedì 15 settembre 2020, 20:00
mi aspetto poco
Nulla o quasi sulla madeleine
Fino a meribel trenino
Ultimi 3 o 4 km attacchi
Ma che vivi sulla luna? È ovvio che sarà così (a parte le fughe di giornata, che non considero, né auspico); quando tutti hanno lo stesso interesse (piazzamento migliore), possono solo usare la logica e la ragione indica di stare a ruota il più a lungo possibile.
D'altra parte l'unico che forse ha "gambe migliori" di Primoz, è Tadej e il colpo lo sparerà, ma non certo alla "cavallo pazzo".

Re: Tour 2020 - 17a tappa: Grenoble - Méribel (Col de la Loze) (170 Km)

Inviato: mercoledì 16 settembre 2020, 11:48
da lemond
Luca90 ha scritto:
martedì 15 settembre 2020, 20:58
la cosa preoccupante è che oggi pogacar ha messo de la cruz a tirare 1 km... in gruppo restano in 20 e tira van aert... dai ragazzi...
sulla prima salita farà il ritmo la jumbo per mancanze di alternative...
sulla salita finale solo landa potrebbe mettere caruso e bilbao a tirare a tutta fino a quando possono e sperare di staccare almeno kuss... e neanche è scontato...
Caruso e Bilbao che staccano Kuss? :uhm: :dubbio: :dubbio: :dubbio:

Re: Tour 2020 - 17a tappa: Grenoble - Méribel (Col de la Loze) (170 Km)

Inviato: mercoledì 16 settembre 2020, 11:49
da lemond
Oro&Argento ha scritto:
martedì 15 settembre 2020, 21:03
Winter ha scritto:
martedì 15 settembre 2020, 20:45
Ma se vuoi vincere il tour..
Prima o poi dovrai attaccare da lontano?
Ia cima della madeleine è piu vicina all arrivo..del finestre per froome
E non c è nemmeno l autostrada..
Il problema è che dietro se ne stanno buoni buoni a giocarsi il terzo gradino.
Invece te, se fossi davvero nelle loro condizioni, che faresti?

Re: Tour 2020 - 17a tappa: Grenoble - Méribel (Col de la Loze) (170 Km)

Inviato: mercoledì 16 settembre 2020, 11:51
da lemond
Winter ha scritto:
martedì 15 settembre 2020, 21:06
Oro&Argento ha scritto:
martedì 15 settembre 2020, 21:03
Winter ha scritto:
martedì 15 settembre 2020, 20:45
Ma se vuoi vincere il tour..
Prima o poi dovrai attaccare da lontano?
Ia cima della madeleine è piu vicina all arrivo..del finestre per froome
E non c è nemmeno l autostrada..
Il problema è che dietro se ne stanno buoni buoni a giocarsi il terzo gradino.
Esatto
Lopez se vuol vincere il tour deve guadagnare almeno 3 minuti e mezzo domani
Attacca sulla madeleine?
No
Uran? Idem
Ma pensi davvero che a Lopez e Uran sia passato qualche volta nella testa di poter vincere il Tour? Io credo nemmeno mentre ... russano. :D

Re: Tour 2020 - 17a tappa: Grenoble - Méribel (Col de la Loze) (170 Km)

Inviato: mercoledì 16 settembre 2020, 11:53
da rododendro
Chiunque volesse partire si sarà sognato il tridente Kuss Doumolino WVA che parte all'inseguimento....un certo timore lo incute solo a nominarlo......

Re: Tour 2020 - 17a tappa: Grenoble - Méribel (Col de la Loze) (170 Km)

Inviato: mercoledì 16 settembre 2020, 11:56
da lemond
Gimbatbu ha scritto:
martedì 15 settembre 2020, 23:44
Ma da dove viene la convinzione che Landa o Lopez possano staccare Roglic? In tutto il Tour in salita tra tutti e due gli hanno guadagnato un secondo .
Landa non può staccarlo mai, Lopez forse, se parte ai 200 o se lo lasciano andare. :)

Re: Tour 2020 - 17a tappa: Grenoble - Méribel (Col de la Loze) (170 Km)

Inviato: mercoledì 16 settembre 2020, 12:00
da Luca90
lemond ha scritto:
mercoledì 16 settembre 2020, 11:48
Luca90 ha scritto:
martedì 15 settembre 2020, 20:58
la cosa preoccupante è che oggi pogacar ha messo de la cruz a tirare 1 km... in gruppo restano in 20 e tira van aert... dai ragazzi...
sulla prima salita farà il ritmo la jumbo per mancanze di alternative...
sulla salita finale solo landa potrebbe mettere caruso e bilbao a tirare a tutta fino a quando possono e sperare di staccare almeno kuss... e neanche è scontato...
Caruso e Bilbao che staccano Kuss? :uhm: :dubbio: :dubbio: :dubbio:
Per me non è scontato né che lo staccano né che non ci riescano...

Re: Tour 2020 - 17a tappa: Grenoble - Méribel (Col de la Loze) (170 Km)

Inviato: mercoledì 16 settembre 2020, 12:00
da lemond
il_panta ha scritto:
mercoledì 16 settembre 2020, 8:22

Sì, oggi c'è il terreno per fare ciò che dici, ma il punto è sempre la poca ambizione dei corridori, e anche le loro caratteristiche. Se Lopez attacca presto secondo me Landa e Porte si sfregano le mani sperando che salti per aria e di sciacallare quindi una posizione. Inoltre uno come Porte, che ha costruito tutta la carriera sulle progressioni in anaerobico nel finale, non rischierà mai un'azione di un'ora e mezzo. Chi poteva provare, gambe permettendo, erano Quintana e Bernal. Quintana infatti parlava di alleanze tra colombiani, mentre gli altri secondo me non si vedono come possibili alleati per ribaltare la corsa ma come rivali per i piazzamenti. Felice di essere smentito.
A parte che non condivido il ..., il resto non si poteva dir meglio. ;)

Re: Tour 2020 - 17a tappa: Grenoble - Méribel (Col de la Loze) (170 Km)

Inviato: mercoledì 16 settembre 2020, 12:01
da lemond
ciclistapazzo ha scritto:
mercoledì 16 settembre 2020, 8:57
Poi vallo a dire a Thomas che gli mettono un cocapitano :D lo escludo, al massimo Carapaz come luogotenente.
:champion:

Re: Tour 2020 - 17a tappa: Grenoble - Méribel (Col de la Loze) (170 Km)

Inviato: mercoledì 16 settembre 2020, 12:07
da lemond
beppesaronni ha scritto:
mercoledì 16 settembre 2020, 10:05
oggi IL VOSTRO NOSTRADAMUS DICHIARA:

-fughe a parte (speriamo muoiano tutti) vince Pogacar
-si difenderanno bene Landa e MAL
-Roglic arriverà dietro ad ALMENO 3 corridori
-crollerà Yates
-Porte, non lo sa nemmeno Nostradamus
-Uran perderà qualche ruota e stasera sarà quinto in classifica
-Forse Roglic salverà la maglia per pochissimi secondi. Che poi è quello che vuole Pogi
Pronostico al solito intelligente, perché sono tutte ipotesi probabili, forse quella meno è che Primoz arrivi dietro 3 corridori, due (Pogacar e Lopez) può essere più verosimile, ma il terzo non riesco a immaginarmelo.

Re: Tour 2020 - 17a tappa: Grenoble - Méribel (Col de la Loze) (170 Km)

Inviato: mercoledì 16 settembre 2020, 12:10
da beppesaronni
bADATE CHE anche solo negli ultimi 4km, si possono fare distacchi importanti, oggi.
Senza la necessità di attaccare da chissò dove.
Tecnicamente i primi 7 della generale possono tranquillamente giocare di rimessa, ovviamente dando per condizione necessaria un piccolo calo di Roglic.
Un Porte, nel fantaciclismo, potrebbe ambire a prendergli 40-50 secondi negli ultimi 4km, + una ventina di secondi domani e il resto a crono

Re: Tour 2020 - 17a tappa: Grenoble - Méribel (Col de la Loze) (170 Km)

Inviato: mercoledì 16 settembre 2020, 12:11
da lemond
Tranchée d'Arenberg ha scritto:
mercoledì 16 settembre 2020, 11:04
Landa negli ultimi anni però si è andato sempre di pià ad adattare all'andazzo generale, anche in virtù di alcune scelte fatte negli scorsi anni. Non mi pare più il Landa del 2015
De seguro ;) e quest'anno i gradi gli hanno fatto mettere ancor più la "testa a partito" (credo).

Re: Tour 2020 - 17a tappa: Grenoble - Méribel (Col de la Loze) (170 Km)

Inviato: mercoledì 16 settembre 2020, 12:11
da Tranchée d'Arenberg
Winter ha scritto:
martedì 15 settembre 2020, 21:06
Oro&Argento ha scritto:
martedì 15 settembre 2020, 21:03


Il problema è che dietro se ne stanno buoni buoni a giocarsi il terzo gradino.
Esatto
Lopez se vuol vincere il tour deve guadagnare almeno 3 minuti e mezzo domani
Attacca sulla madeleine?
No
Uran? Idem
Io posso pure capire che uno ci prova una volta, prende una randellata e poi corre di conserva. Il problema però è che qui ci sono corridori che già al km 0 della prima tappa partono con l'obiettivo del piazzamento. Il tanto decantato Landa (quello che se non si fosse trovato in mezzo ai piedi prima Aru e Nibali, poi Froome, poi Quintana e Valverde e infine Carapaz, avrebbe vinto Giro, Tour e Vuelta con imprese degne di quella di Coppi nella Cuneo-Pinerolo) è partito con l'idea del piazzamento. E come lui Lopez, Uran e Porte, cioè tutti gli immediati inseguitori del duo di testa Sloveno. Gente che sta ad un 1'30"/2' da Roglic, non a 15 minuti e che non ci prova mai.
Se il 3°, 4°...6° in classifica corrono per il piazzamento è normale che si vada avanti con la processione fino agli ultimi 5 km del Col de la Loze. Da chi si aspettano gli attacchi? Da Roglic che è primo e che con questa classifica sabato mattina potrebber stare abbastanza tranquillo? Dal 22enne esordiente Pogacar che ha già vinto 2 tappe e a cui può bastare un attacco negli ultimi km per recuperare i 40" che lo separano da Roglic? Certamente l'impresa da lontano non si può chiedere ne al capoclassifica, ne a chi lo segue a pochi secondi di ritardo. Mi pare palese. Giustamente, come accade sempre da ormai 3-4 lustri, oggi non si attacca in attesa di domani, poi un giorno ti rendi conto che siamo già alla 17a tappa e che le montagne, che pure non mancavano, sono quasi finite.

Certo, qui noi facciamo chiacchiere mentre nella realtà bisognerebbe fare i conti con le gambe, come sempre. Forse pretendiamo troppo, forse il livello si è così appiattito (verso l'alto? verso il basso? boh) che non è lecito aspettarsi altro che la selezione da dietro.