Tom Pidcock

Il mondo dei professionisti tra gare e complessità, e più in generale l'approccio al ciclismo di ogni appassionato
rododendro
Messaggi: 194
Iscritto il: martedì 4 agosto 2020, 15:35

Tom Pidcock

Messaggio da leggere da rododendro »

Ok seguendo il consiglio di Pietro apriamo un tread per il buon Tom, che gli sia di buon auspicio per la carriera, ciclocrossista con spiccata propensione alla sacre pietre del pavè quest'anno ha anche dominato il giro under 23, se son rose fioriranno...Brailsford ci crede, tra l'altro lui diceva di non voler passare poi deve aver visto cosa combinano i due assi WVA e MVDP e deve averci ripensato....


Cthulhu
Messaggi: 1450
Iscritto il: martedì 11 ottobre 2011, 21:36

Re: Tom Pidcock

Messaggio da leggere da Cthulhu »

Sembra molto forte.
Ma mi sembra più da corse a tappe che da pietre,nonostante i trascorsi ciclocrossistici. E' uno scricciolo, peserà 50 chili, non ce lo vedo vincere una Roubaix.


ste87
Messaggi: 55
Iscritto il: domenica 24 luglio 2011, 23:15

Re: Tom Pidcock

Messaggio da leggere da ste87 »

qualcuno conosce i tempi della sua ascesa sul Mortirolo?


rizz23
Messaggi: 2106
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:23
Contatta:

Re: Tom Pidcock

Messaggio da leggere da rizz23 »

Cthulhu ha scritto: martedì 22 settembre 2020, 23:54 Sembra molto forte.
Ma mi sembra più da corse a tappe che da pietre,nonostante i trascorsi ciclocrossistici. E' uno scricciolo, peserà 50 chili, non ce lo vedo vincere una Roubaix.
L’ha già vinta una Roubaix, ma era quella under23 :)


Cthulhu
Messaggi: 1450
Iscritto il: martedì 11 ottobre 2011, 21:36

Re: Tom Pidcock

Messaggio da leggere da Cthulhu »

rizz23 ha scritto: mercoledì 23 settembre 2020, 0:13
Cthulhu ha scritto: martedì 22 settembre 2020, 23:54 Sembra molto forte.
Ma mi sembra più da corse a tappe che da pietre,nonostante i trascorsi ciclocrossistici. E' uno scricciolo, peserà 50 chili, non ce lo vedo vincere una Roubaix.
L’ha già vinta una Roubaix, ma era quella under23 :)
Da quando esiste quella corsa ( 1967 ) solo un vincitore ( Marc Madiot ) ha vinto poi quella vera.


Avatar utente
nino58
Messaggi: 12957
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: Tom Pidcock

Messaggio da leggere da nino58 »

Diciamo che, per ora, si può dire che Pidcock stia al ciclismo come Jannick Sinner sta al tennis.
Domenica vediamo se è ancora lì o se farà un balzo in top ten ATP con uno Slam.


Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!
Stylus
Messaggi: 1588
Iscritto il: giovedì 28 aprile 2011, 12:03

Re: Tom Pidcock

Messaggio da leggere da Stylus »

Anche se sappiamo tutti che non è così, di fatto, Tom Pidcock non è un professionista del ciclismo su strada.

Faccio una domanda allaa ciclosprint e nel caso provo a rispondermi da solo spulciando negli albi d'oro, mai successo che un ciclista non professionista entrasse nei primi 5 o 10 (o addirittura podio) di un mondiale? Intendo almeno nel ciclismo moderno, credo che fino agli anni 60, quando esistevano gli indipendenti, la definizione è abbastanza labile.


rododendro
Messaggi: 194
Iscritto il: martedì 4 agosto 2020, 15:35

Re: Tom Pidcock

Messaggio da leggere da rododendro »

Cthulhu ha scritto: mercoledì 23 settembre 2020, 0:40
rizz23 ha scritto: mercoledì 23 settembre 2020, 0:13
Cthulhu ha scritto: martedì 22 settembre 2020, 23:54 Sembra molto forte.
Ma mi sembra più da corse a tappe che da pietre,nonostante i trascorsi ciclocrossistici. E' uno scricciolo, peserà 50 chili, non ce lo vedo vincere una Roubaix.
L’ha già vinta una Roubaix, ma era quella under23 :)
Da quando esiste quella corsa ( 1967 ) solo un vincitore ( Marc Madiot ) ha vinto poi quella vera.
Giusto, ho spulciato rapidamente sui risultati della roubaix under 23, nsieme ad una caterva di corridori finiti letteralmente nel nulla ho notato una vittoria di Roche nel 1980 ed un terzo posto di Boonen nel 2000, più di recente si son fatti vedere Stuyven Senechal Silkendam e l'hanno vinta Jungels e Teunissen, no Tom non ha le fisique du role da pavè ma sul fango va come una meraviglia e potrebbe ricordare vagamente Knaven che non era un gigante, oppure ancora .potrebbe fare come Gerainto Thomas che i primi anni filava forte al Fiandre e poi è diventato corridore da GT, attendiamo gli sviluppi....


Cthulhu
Messaggi: 1450
Iscritto il: martedì 11 ottobre 2011, 21:36

Re: Tom Pidcock

Messaggio da leggere da Cthulhu »

Stylus ha scritto: mercoledì 23 settembre 2020, 9:32 Anche se sappiamo tutti che non è così, di fatto, Tom Pidcock non è un professionista del ciclismo su strada.

Faccio una domanda allaa ciclosprint e nel caso provo a rispondermi da solo spulciando negli albi d'oro, mai successo che un ciclista non professionista entrasse nei primi 5 o 10 (o addirittura podio) di un mondiale? Intendo almeno nel ciclismo moderno, credo che fino agli anni 60, quando esistevano gli indipendenti, la definizione è abbastanza labile.
Innanzitutto fino al 1995 c'era un mondiale per professionisti e uno per dilettanti, quindi la cosa non era possibile.
In seguito ad occhio direi di no.


Avatar utente
TIC
Messaggi: 8265
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:20

Re: Tom Pidcock

Messaggio da leggere da TIC »

Nationality: Great Britain
Weight: 50 kg Height: 1.57 m
Place of birth: Leeds

Malgrado la statura "alla Trueba" ha una potenza impressionante. All'europeo (e non era al top della forma) e' arrivato quarto nella crono davanti a un corazziere come Milan.
E' un Hinault in formato tascabile...

Ciononostante se anche l'anno prossimo dovesse vincere il tour, non batterebbe il record di eta' di Pogacar (ma quello di Bernal si).


Avatar utente
Slegar
Messaggi: 6289
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:49

Re: Tom Pidcock

Messaggio da leggere da Slegar »

Cthulhu ha scritto: mercoledì 23 settembre 2020, 10:01
Stylus ha scritto: mercoledì 23 settembre 2020, 9:32 Anche se sappiamo tutti che non è così, di fatto, Tom Pidcock non è un professionista del ciclismo su strada.

Faccio una domanda allaa ciclosprint e nel caso provo a rispondermi da solo spulciando negli albi d'oro, mai successo che un ciclista non professionista entrasse nei primi 5 o 10 (o addirittura podio) di un mondiale? Intendo almeno nel ciclismo moderno, credo che fino agli anni 60, quando esistevano gli indipendenti, la definizione è abbastanza labile.
Innanzitutto fino al 1995 c'era un mondiale per professionisti e uno per dilettanti, quindi la cosa non era possibile.
In seguito ad occhio direi di no.
Dal 1996 al 2004 c'erano le squadre GS1, GS2 e GS3, poi dal 2005 è stata introdotta la suddivisione attuale. Tra le GS3/continental gli unici risultati di rilievo sono l'8° posto di Chris Horner a Verona nel 2004 (Webcor Cycling Team) e l'11° di Janez Brajkovic a Madrid nel 2005 (KRKA - Adria Mobil), per il resto nulla. Di appartenenti a squadre Elite-2 come la Trinity Racing Team nemmeno l'ombra.
rizz23 ha scritto: mercoledì 23 settembre 2020, 0:13
Cthulhu ha scritto: martedì 22 settembre 2020, 23:54 Sembra molto forte.
Ma mi sembra più da corse a tappe che da pietre,nonostante i trascorsi ciclocrossistici. E' uno scricciolo, peserà 50 chili, non ce lo vedo vincere una Roubaix.
L’ha già vinta una Roubaix, ma era quella under23 :)
Ha vinto pure quella junior del 2017.


fair play? No, Grazie!
Avatar utente
Tranchée d'Arenberg
Messaggi: 20923
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:50

Re: Tom Pidcock

Messaggio da leggere da Tranchée d'Arenberg »

rododendro ha scritto: mercoledì 23 settembre 2020, 9:59
Cthulhu ha scritto: mercoledì 23 settembre 2020, 0:40
rizz23 ha scritto: mercoledì 23 settembre 2020, 0:13

L’ha già vinta una Roubaix, ma era quella under23 :)
Da quando esiste quella corsa ( 1967 ) solo un vincitore ( Marc Madiot ) ha vinto poi quella vera.
Giusto, ho spulciato rapidamente sui risultati della roubaix under 23, nsieme ad una caterva di corridori finiti letteralmente nel nulla ho notato una vittoria di Roche nel 1980 ed un terzo posto di Boonen nel 2000, più di recente si son fatti vedere Stuyven Senechal Silkendam e l'hanno vinta Jungels e Teunissen, no Tom non ha le fisique du role da pavè ma sul fango va come una meraviglia e potrebbe ricordare vagamente Knaven che non era un gigante, oppure ancora .potrebbe fare come Gerainto Thomas che i primi anni filava forte al Fiandre e poi è diventato corridore da GT, attendiamo gli sviluppi....
Knaven non era un gigante, ma è alto 20 cm più di Pidcock, che è proprio un nanetto :D


Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Generale
Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Classiche
Cobblestone 2013 - 1° Classifica Semiclassiche

FantaCycling Manager 2016 - 1° Classifica (squadre)

beppesaronni ha scritto: Ps: hirshi fara cagare. Hirshi è la nuova moda. Come votare calenda. Ma hirshi è un bluff....
Avatar utente
TIC
Messaggi: 8265
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:20

Re: Tom Pidcock

Messaggio da leggere da TIC »

TIC ha scritto: mercoledì 23 settembre 2020, 10:10 N
...

Ciononostante se anche l'anno prossimo dovesse vincere il tour, non batterebbe il record di eta' di Pogacar (ma quello di Bernal si).
E invece non e' vero, lo batterebbe, di poco ma lo batterebbe il record di Pogacar visto che il Tour quest'anno si e' corso a Settembre, l'anno prossimo a Luglio !


Avatar utente
TIC
Messaggi: 8265
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:20

Re: Tom Pidcock

Messaggio da leggere da TIC »



Salvatore77
Messaggi: 5056
Iscritto il: domenica 9 gennaio 2011, 19:14

Re: Tom Pidcock

Messaggio da leggere da Salvatore77 »

Stylus ha scritto: mercoledì 23 settembre 2020, 9:32 Anche se sappiamo tutti che non è così, di fatto, Tom Pidcock non è un professionista del ciclismo su strada.

Faccio una domanda allaa ciclosprint e nel caso provo a rispondermi da solo spulciando negli albi d'oro, mai successo che un ciclista non professionista entrasse nei primi 5 o 10 (o addirittura podio) di un mondiale? Intendo almeno nel ciclismo moderno, credo che fino agli anni 60, quando esistevano gli indipendenti, la definizione è abbastanza labile.
Jan ullrich mondiale crono 1994 terzo.


1° Tour de France 2018
Winter
Messaggi: 17804
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Tom Pidcock

Messaggio da leggere da Winter »

Jean aerts nel 1927 quinto


Stylus
Messaggi: 1588
Iscritto il: giovedì 28 aprile 2011, 12:03

Re: Tom Pidcock

Messaggio da leggere da Stylus »

Salvatore77 ha scritto: mercoledì 23 settembre 2020, 13:24
Stylus ha scritto: mercoledì 23 settembre 2020, 9:32 Anche se sappiamo tutti che non è così, di fatto, Tom Pidcock non è un professionista del ciclismo su strada.

Faccio una domanda allaa ciclosprint e nel caso provo a rispondermi da solo spulciando negli albi d'oro, mai successo che un ciclista non professionista entrasse nei primi 5 o 10 (o addirittura podio) di un mondiale? Intendo almeno nel ciclismo moderno, credo che fino agli anni 60, quando esistevano gli indipendenti, la definizione è abbastanza labile.
Jan ullrich mondiale crono 1994 terzo.
Era stagista come, forse caso più eclatante, Steve Bauer nel 1984


Avatar utente
Walter_White
Messaggi: 17162
Iscritto il: mercoledì 23 marzo 2016, 18:01

Re: Tom Pidcock

Messaggio da leggere da Walter_White »

Non credo abbia mai corso oltre i 200 km

In più non mi sembra al livello degli altri 2 ciclocrossisti comparando le età

Nei GT non penso sarà mai competitivo perché a crono le prenderà a destra e a sinistra visto il peso


FCC 2019/20: rit.
FCC 2018/19: 1°; Superprestige; Gran Combinata
FCC 2017/18: 3°; Trofeo dei titoli; Campionato Europeo Donne Elite, Campionato del Mondo Donne Elite, ROTY
Winter
Messaggi: 17804
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Tom Pidcock

Messaggio da leggere da Winter »

Stylus ha scritto: mercoledì 23 settembre 2020, 13:54
Salvatore77 ha scritto: mercoledì 23 settembre 2020, 13:24
Stylus ha scritto: mercoledì 23 settembre 2020, 9:32 Anche se sappiamo tutti che non è così, di fatto, Tom Pidcock non è un professionista del ciclismo su strada.

Faccio una domanda allaa ciclosprint e nel caso provo a rispondermi da solo spulciando negli albi d'oro, mai successo che un ciclista non professionista entrasse nei primi 5 o 10 (o addirittura podio) di un mondiale? Intendo almeno nel ciclismo moderno, credo che fino agli anni 60, quando esistevano gli indipendenti, la definizione è abbastanza labile.
Jan ullrich mondiale crono 1994 terzo.
Era stagista come, forse caso più eclatante, Steve Bauer nel 1984
Ullrich non era stagista
La gara era open
Nonostante avesse vinto il mondiale dilettanti a oslo decise con Becker di restare ancora un anno tra i puri
Primo contratto pro nel 1995


Avatar utente
Tranchée d'Arenberg
Messaggi: 20923
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:50

Re: Tom Pidcock

Messaggio da leggere da Tranchée d'Arenberg »

Walter_White ha scritto: mercoledì 23 settembre 2020, 13:54 Non credo abbia mai corso oltre i 200 km

In più non mi sembra al livello degli altri 2 ciclocrossisti comparando le età

Nei GT non penso sarà mai competitivo perché a crono le prenderà a destra e a sinistra visto il peso
Confermo che non ha mai corso oltre i 198 km (una tappa di una corsa 2.2 lo scorso anno in Francia ).


Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Generale
Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Classiche
Cobblestone 2013 - 1° Classifica Semiclassiche

FantaCycling Manager 2016 - 1° Classifica (squadre)

beppesaronni ha scritto: Ps: hirshi fara cagare. Hirshi è la nuova moda. Come votare calenda. Ma hirshi è un bluff....
Avatar utente
Walter_White
Messaggi: 17162
Iscritto il: mercoledì 23 marzo 2016, 18:01

Re: Tom Pidcock

Messaggio da leggere da Walter_White »

Tranchée d'Arenberg ha scritto: mercoledì 23 settembre 2020, 14:12
Walter_White ha scritto: mercoledì 23 settembre 2020, 13:54 Non credo abbia mai corso oltre i 200 km

In più non mi sembra al livello degli altri 2 ciclocrossisti comparando le età

Nei GT non penso sarà mai competitivo perché a crono le prenderà a destra e a sinistra visto il peso
Confermo che non ha mai corso oltre i 198 km (una tappa di una corsa 2.2 lo scorso anno in Francia ).
Allora sarei sorpreso anche solo di vederlo davanti dopo i 200
Il ciclismo professionistico, soprattutto il giorno del mondiale, è un'altra storia


FCC 2019/20: rit.
FCC 2018/19: 1°; Superprestige; Gran Combinata
FCC 2017/18: 3°; Trofeo dei titoli; Campionato Europeo Donne Elite, Campionato del Mondo Donne Elite, ROTY
pietro
Messaggi: 11100
Iscritto il: mercoledì 18 marzo 2020, 19:32

Re: Tom Pidcock

Messaggio da leggere da pietro »

Walter_White ha scritto: mercoledì 23 settembre 2020, 13:54 Non credo abbia mai corso oltre i 200 km

In più non mi sembra al livello degli altri 2 ciclocrossisti comparando le età

Nei GT non penso sarà mai competitivo perché a crono le prenderà a destra e a sinistra visto il peso
A crono va molto forte, ed è completo su tutti i terreni.
Difficile che vada forte come gli altri due, ma non impossibile.
Poi chiaramente tra i professionisti sarà anche più complicato mantenere la poliedricità (ma WVA ci sta facendo vedere che è possibile)


kokkelkoren
Messaggi: 385
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 18:10

Re: Tom Pidcock

Messaggio da leggere da kokkelkoren »

Sul fatto che WVA e MVDP possano essere competitivi anche nei GT non lo darei per assodato.
O meglio, potrebbero anche diventarlo ma snaturerebbero le loro caratteristiche.
Già così me li vedo dominare nelle corse in linea, inseguire la poliedricità ...boh mi sembra un rischio che è meglio evitare.

Pidcock invece ancora non riesco ad inquadrarlo.
Dovrebbe avere caratteristiche simili agli altri 2, ma sembra andare forte anche in salita. Viene da chiedersi se al GiroU23 ha incontrato solo avversari di basso livello o se ha veramente le caratteristiche da scalatore.

Ai mondiali jr poi vinse (dominando) anche a cronometro. Quindi scarso non dovrebbe essere.
E' vero tuttavia che spesso molti ciclisti da giovani si dedicano al crono, come ad esempio Kittel che poi da pro ha fatto tutt'altro.


pietro
Messaggi: 11100
Iscritto il: mercoledì 18 marzo 2020, 19:32

Re: Tom Pidcock

Messaggio da leggere da pietro »

kokkelkoren ha scritto: mercoledì 23 settembre 2020, 15:10 Sul fatto che WVA e MVDP possano essere competitivi anche nei GT non lo darei per assodato.
O meglio, potrebbero anche diventarlo ma snaturerebbero le loro caratteristiche.
Già così me li vedo dominare nelle corse in linea, inseguire la poliedricità ...boh mi sembra un rischio che è meglio evitare.

Pidcock invece ancora non riesco ad inquadrarlo.
Dovrebbe avere caratteristiche simili agli altri 2, ma sembra andare forte anche in salita. Viene da chiedersi se al GiroU23 ha incontrato solo avversari di basso livello o se ha veramente le caratteristiche da scalatore.

Ai mondiali jr poi vinse (dominando) anche a cronometro. Quindi scarso non dovrebbe essere.
E' vero tuttavia che spesso molti ciclisti da giovani si dedicano al crono, come ad esempio Kittel che poi da pro ha fatto tutt'altro.
No no, concordo, secondo me non avrebbe tanto senso inseguire un risultato nei GT, quando puoi vincere tutte le classiche più importanti.

Pidcock è una grande incognita, vedremo de riuscirà a sviluppare tutte le sue potenzialità o se dovrà focalizzarsi solo su determinati obiettivi


Avatar utente
Walter_White
Messaggi: 17162
Iscritto il: mercoledì 23 marzo 2016, 18:01

Re: Tom Pidcock

Messaggio da leggere da Walter_White »

pietro ha scritto: mercoledì 23 settembre 2020, 14:54
Walter_White ha scritto: mercoledì 23 settembre 2020, 13:54 Non credo abbia mai corso oltre i 200 km

In più non mi sembra al livello degli altri 2 ciclocrossisti comparando le età

Nei GT non penso sarà mai competitivo perché a crono le prenderà a destra e a sinistra visto il peso
A crono va molto forte, ed è completo su tutti i terreni.
Difficile che vada forte come gli altri due, ma non impossibile.
Poi chiaramente tra i professionisti sarà anche più complicato mantenere la poliedricità (ma WVA ci sta facendo vedere che è possibile)
Si ma un conto è contro i pari categoria....ma se uno di 50 kg si trova come avversario un Dumoulin su una crono piatta di 55 km, prende 6'


FCC 2019/20: rit.
FCC 2018/19: 1°; Superprestige; Gran Combinata
FCC 2017/18: 3°; Trofeo dei titoli; Campionato Europeo Donne Elite, Campionato del Mondo Donne Elite, ROTY
pietro
Messaggi: 11100
Iscritto il: mercoledì 18 marzo 2020, 19:32

Re: Tom Pidcock

Messaggio da leggere da pietro »

Walter_White ha scritto: mercoledì 23 settembre 2020, 15:54
pietro ha scritto: mercoledì 23 settembre 2020, 14:54
Walter_White ha scritto: mercoledì 23 settembre 2020, 13:54 Non credo abbia mai corso oltre i 200 km

In più non mi sembra al livello degli altri 2 ciclocrossisti comparando le età

Nei GT non penso sarà mai competitivo perché a crono le prenderà a destra e a sinistra visto il peso
A crono va molto forte, ed è completo su tutti i terreni.
Difficile che vada forte come gli altri due, ma non impossibile.
Poi chiaramente tra i professionisti sarà anche più complicato mantenere la poliedricità (ma WVA ci sta facendo vedere che è possibile)
Si ma un conto è contro i pari categoria....ma se uno di 50 kg si trova come avversario un Dumoulin su una crono piatta di 55 km, prende 6'
A parte che Dumo al top in una crono di 50km dà 6 minuti a 3/4 del gruppo... :diavoletto:

Comunque anche per Remco si poteva fare lo stesso discorso, e invece è forse il miglior cronoman al mondo


Avatar utente
Seb
Messaggi: 6235
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:07
Località: Genova
Contatta:

Re: Tom Pidcock

Messaggio da leggere da Seb »

Stylus ha scritto: mercoledì 23 settembre 2020, 9:32 Anche se sappiamo tutti che non è così, di fatto, Tom Pidcock non è un professionista del ciclismo su strada.

Faccio una domanda allaa ciclosprint e nel caso provo a rispondermi da solo spulciando negli albi d'oro, mai successo che un ciclista non professionista entrasse nei primi 5 o 10 (o addirittura podio) di un mondiale? Intendo almeno nel ciclismo moderno, credo che fino agli anni 60, quando esistevano gli indipendenti, la definizione è abbastanza labile.
Non so in Canada come vengano considerate le squadre Continental che tecnicamente non dovrebbero essere professionistiche, ma l'ultimo a vincere una medaglia da non-pro dovrebbe essere Svein Tuft nella crono 2008


rizz23
Messaggi: 2106
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:23
Contatta:

Re: Tom Pidcock

Messaggio da leggere da rizz23 »

Pidcock è inevitabilmente materiale da grandi giri


torcia86
Messaggi: 1161
Iscritto il: lunedì 5 ottobre 2015, 14:52

Re: Tom Pidcock

Messaggio da leggere da torcia86 »

Riporto qui la domanda che avevo fatto anche nella sezione U23, ma fisicamente non rischia di essere davvero tanto sottodimensionato rispetto ad altri corridori da grandi giri? Su pcs leggo 1.57 x 50 kg, da corridori come pogacar o roglic paga 15 cm e 10 kg da un Thomas o un Dumoulin paga 20 cm e 15 kg


pietro
Messaggi: 11100
Iscritto il: mercoledì 18 marzo 2020, 19:32

Re: Tom Pidcock

Messaggio da leggere da pietro »

torcia86 ha scritto: mercoledì 23 settembre 2020, 21:50 Riporto qui la domanda che avevo fatto anche nella sezione U23, ma fisicamente non rischia di essere davvero tanto sottodimensionato rispetto ad altri corridori da grandi giri? Su pcs leggo 1.57 x 50 kg, da corridori come pogacar o roglic paga 15 cm e 10 kg da un Thomas o un Dumoulin paga 20 cm e 15 kg
Secondo me ha le carte in regola per poter vincere un grande giro


Cthulhu
Messaggi: 1450
Iscritto il: martedì 11 ottobre 2011, 21:36

Re: Tom Pidcock

Messaggio da leggere da Cthulhu »

torcia86 ha scritto: mercoledì 23 settembre 2020, 21:50 Riporto qui la domanda che avevo fatto anche nella sezione U23, ma fisicamente non rischia di essere davvero tanto sottodimensionato rispetto ad altri corridori da grandi giri? Su pcs leggo 1.57 x 50 kg, da corridori come pogacar o roglic paga 15 cm e 10 kg da un Thomas o un Dumoulin paga 20 cm e 15 kg
Non è mica uno sport di contatto ( o almeno non dovrebbe esserlo )
i chili in meno dovrebbero essere un vantaggio in salita, no ?
Comunque Ocana pesava 52 chili.
Qui c'è uno studio molto interessante sull'argomento
https://www.topendsports.com/sport/cycl ... and%202016.


torcia86
Messaggi: 1161
Iscritto il: lunedì 5 ottobre 2015, 14:52

Re: Tom Pidcock

Messaggio da leggere da torcia86 »

Si sì è solo una mia considerazione, anche ripensando ai podi dei 3 GT negli ultimi 10 mi vengono in mente tra gli “scriccioli” i sudamericani come quintana lopez carapaz e purito rodriguez, gli altri tutti fisicamente più strutturati. E parliamo comunque di più o meno 10 volte nei primi 3 su 90 posti disponibili. Poi è innegabile che la ricerca del minor peso possibile sia estremizzata ma su strutture fisiche più “ imponenti”


Stylus
Messaggi: 1588
Iscritto il: giovedì 28 aprile 2011, 12:03

Re: Tom Pidcock

Messaggio da leggere da Stylus »

Dipende dai GT. Fossero quelli d qualche anno fa con prologhi e cronometro di 30-40 piatte o poco mosse con tappe di montagna serie da +200km con 50 km di piano (e non mi metto a disturbare i Gt fino agli anni 2000 con due cronometro di 50 km e cronosquadre), direi mai nella vita. Un percorso come quello del TDF di quest'anno, perché no?
Comprensibile poi che l'altezza media sia sempre più alta perché è così anche tra le persone comuni


rizz23
Messaggi: 2106
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:23
Contatta:

Re: Tom Pidcock

Messaggio da leggere da rizz23 »

Di persona non l'avrei fatto 1.57, sarà cresciuto nel frattempo?


Avatar utente
Seb
Messaggi: 6235
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:07
Località: Genova
Contatta:

Re: Tom Pidcock

Messaggio da leggere da Seb »

rizz23 ha scritto: giovedì 24 settembre 2020, 8:34 Di persona non l'avrei fatto 1.57, sarà cresciuto nel frattempo?
Oppure ti sei rimpicciolito, sai con l'età... :diavoletto:


Avatar utente
cauz.
Messaggi: 13079
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:53
Località: milano
Contatta:

Re: Tom Pidcock

Messaggio da leggere da cauz. »

quattro giorno dopo aver terminato la corsa più lunga della sua vita, un mondiale che lui stesso ha definito "infernale", pidcock va in repubblica ceca e vince la tappa di CdM cross country tra gli u23. ora spero che faccia pure i mondiali, sarebbe il secondo in due settimane :)

ogni giorno sempre più in alto. se non si brucia questo è un talento che ci godiamo per anni.


"Il male trionfa sempre, perche' il bene e' stupido" [Lord Casco]
@cauz_ | bidonmagazine.org | confindustrial.noblogs.org
pietro
Messaggi: 11100
Iscritto il: mercoledì 18 marzo 2020, 19:32

Re: Tom Pidcock

Messaggio da leggere da pietro »

cauz. ha scritto: giovedì 1 ottobre 2020, 12:44 quattro giorno dopo aver terminato la corsa più lunga della sua vita, un mondiale che lui stesso ha definito "infernale", pidcock va in repubblica ceca e vince la tappa di CdM cross country tra gli u23. ora spero che faccia pure i mondiali, sarebbe il secondo in due settimane :)

ogni giorno sempre più in alto. se non si brucia questo è un talento che ci godiamo per anni.
Ho tantissima voglia di vedere i passi avanti fatti nel cross, e se riuscirà a rimanere in pianta stabile dietro (se non anche più vicino) a MVDP ed eventualmente WVA


rizz23
Messaggi: 2106
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:23
Contatta:

Re: Tom Pidcock

Messaggio da leggere da rizz23 »

cauz. ha scritto: giovedì 1 ottobre 2020, 12:44 quattro giorno dopo aver terminato la corsa più lunga della sua vita, un mondiale che lui stesso ha definito "infernale", pidcock va in repubblica ceca e vince la tappa di CdM cross country tra gli u23. ora spero che faccia pure i mondiali, sarebbe il secondo in due settimane :)

ogni giorno sempre più in alto. se non si brucia questo è un talento che ci godiamo per anni.
Ha annunciato di volerli fare, a suo tempo


Avatar utente
Walter_White
Messaggi: 17162
Iscritto il: mercoledì 23 marzo 2016, 18:01

Re: Tom Pidcock

Messaggio da leggere da Walter_White »

Pidcock passerà ufficialmente in Sky dopo i mondiali di Ostenda

Il suo programma:

- Algarve
- Het Nieuwsblad
- Kuurne
- Strade Bianche
- MTB fino alle Olimpiadi
- Vuelta
- Mondiali su strada

Inoltre vuole essere il primo sotto 60kg a vincere la Roubaix


FCC 2019/20: rit.
FCC 2018/19: 1°; Superprestige; Gran Combinata
FCC 2017/18: 3°; Trofeo dei titoli; Campionato Europeo Donne Elite, Campionato del Mondo Donne Elite, ROTY
pietro
Messaggi: 11100
Iscritto il: mercoledì 18 marzo 2020, 19:32

Re: Tom Pidcock

Messaggio da leggere da pietro »

Esordio alla Vuelta inevitabile se voleva iniziare sin da quest'anno l'esperienza nei grandi giri, perché Giro e Tour non si adattavano al programma.

Contento che voglia anche fare una competizione di MTB a febbraio dopo che lo scorso anno non aveva potuto disputare la Cape Epic.

Dovrebbe correre pure le classiche delle Ardenne, se non vi saranno stravolgimenti. A mio avviso la Strade Bianche è un obiettivo realistico, anche perché è sotto i 200km, un chilometraggio che non sa ancora gestire, e il percorso gli strizza particolarmente l'occhio


noel
Messaggi: 943
Iscritto il: martedì 17 aprile 2012, 10:49

Re: Tom Pidcock

Messaggio da leggere da noel »

Un corridore tutto da scorpire, la categoria U23 a mio giudizio salvo rare eccezioni non è molto indicativa.
Da quello che si vede nel cx soffre un pò nei percorsi molto veloci o molto pesanti (tipo dendermonde per intenderci) mentre si esalta in quelli misti e collinari tipo namur; il che fa sembrare che difetti un pò in potenza (come il suo fisico dimostra).


Stylus
Messaggi: 1588
Iscritto il: giovedì 28 aprile 2011, 12:03

Re: Tom Pidcock

Messaggio da leggere da Stylus »

Adoro Tom e lo seguo da tempi non sospetti, per me può essere la terza stella (dopo WVA e MVDP e in attesa che esploda definitivamente REV), ma ad oggi, puntare alla Roubaix e le classiche "pesanti" è secondo me utopia, anche per la sua conformazione fisica, mi stupirebbe davvero se ci riuscisse senza una evoluzione fisica, e poi secondo me proprio la presenza dei due fenomeni citati gli renderebbe la strada difficilissima. Per me può inserirsi nel solco di Alaphilippe, essere corridore da classiche e provare subito a testarsi in classifica alla Vuelta. Certo, non è capitato nella squadra perfetta per avere tutta questa libertà, ma se è rimasto ancora un poco di british soul in quella squadra, allora, sicuro che tuteleranno Pidcock in tutto e per tutto, perché già attira su di se una tale attenzione da parte del mondo anglosassone pari solo a quella esercitata su Wiggins.

Almeno per personalità e modo di correre, secondo me assomiglia molto a Carapaz, ed infatti adoro entrambi.
Ultima modifica di Stylus il giovedì 14 gennaio 2021, 15:30, modificato 1 volta in totale.


pietro
Messaggi: 11100
Iscritto il: mercoledì 18 marzo 2020, 19:32

Re: Tom Pidcock

Messaggio da leggere da pietro »

Alla Vuelta dovrebbe andare per aiutare la squadra e fare esperienza. Certo, una vittoria di tappa potrebbe scapparci


Avatar utente
Abruzzese
Messaggi: 5954
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:24

Re: Tom Pidcock

Messaggio da leggere da Abruzzese »

Walter_White ha scritto: giovedì 14 gennaio 2021, 13:08 Pidcock passerà ufficialmente in Sky dopo i mondiali di Ostenda

Il suo programma:

- Algarve
- Het Nieuwsblad
- Kuurne
- Strade Bianche
- MTB fino alle Olimpiadi
- Vuelta
- Mondiali su strada

Inoltre vuole essere il primo sotto 60kg a vincere la Roubaix
Non male come programma.

Inutile dire che l'ultima frase me la auguro solo per veder realizzare il più bello dei vaffanculo sia contro le bacate elucubrazioni ciclistica dei sudditi della regina quando per quel fastidioso "integralismo da forum" (e da tifo, of course) che si era già letto nelle scorse settimane sull'argomento.


"L'importante non è quello che trovi alla fine di una corsa. L'importante è ciò che provi mentre corri" (Giorgio Faletti in "Notte prima degli esami")

"qui c'è gente che è totalmente avulsa dalla realtà e nociva al forum"
rododendro
Messaggi: 194
Iscritto il: martedì 4 agosto 2020, 15:35

Re: Tom Pidcock

Messaggio da leggere da rododendro »

rizz23 ha scritto: mercoledì 23 settembre 2020, 21:08 Pidcock è inevitabilmente materiale da grandi giri
Io mi gioco la "credibilità" con il grande Rizz23 sulle classifiche in pavè, dopo aver detto in tempi non sospetti che lo vedevo bene anche sulle pietre, se un giorno, non so se e quando, arrivasse sul podio in una monumento sarà un trionfo...anche se rimane materiale da grandi giri.... vedremo....


pietro
Messaggi: 11100
Iscritto il: mercoledì 18 marzo 2020, 19:32

Re: Tom Pidcock

Messaggio da leggere da pietro »

rododendro ha scritto: giovedì 14 gennaio 2021, 23:51
rizz23 ha scritto: mercoledì 23 settembre 2020, 21:08 Pidcock è inevitabilmente materiale da grandi giri
Io mi gioco la "credibilità" con il grande Rizz23 sulle classifiche in pavè, dopo aver detto in tempi non sospetti che lo vedevo bene anche sulle pietre, se un giorno, non so se e quando, arrivasse sul podio in una monumento sarà un trionfo...anche se rimane materiale da grandi giri.... vedremo....
Fortunatamente negli ultimi tempi ci sono corridori che possono essere entrambe le cose. Pidcock al Fiandre lo vedo molto bene, alla Roubaix un po' meno, ma in particolare per il fatto che ci siano due corridori che gli sono abbastanza superiori quando c'è da spingere lunghi rapporti


pietro
Messaggi: 11100
Iscritto il: mercoledì 18 marzo 2020, 19:32

Re: Tom Pidcock

Messaggio da leggere da pietro »

pietro ha scritto: giovedì 14 gennaio 2021, 14:35

Contento che voglia anche fare una competizione di MTB a febbraio dopo che lo scorso anno non aveva potuto disputare la Cape Epic.

E invece è stata rimandata la Mediterranean Epic a fine marzo. Difficile vedere Pidcock al via


Avatar utente
Seb
Messaggi: 6235
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:07
Località: Genova
Contatta:

Re: Tom Pidcock

Messaggio da leggere da Seb »

:o :o



Avatar utente
Walter_White
Messaggi: 17162
Iscritto il: mercoledì 23 marzo 2016, 18:01

Re: Tom Pidcock

Messaggio da leggere da Walter_White »

Manco 1' sopra il record del mondo 😳


FCC 2019/20: rit.
FCC 2018/19: 1°; Superprestige; Gran Combinata
FCC 2017/18: 3°; Trofeo dei titoli; Campionato Europeo Donne Elite, Campionato del Mondo Donne Elite, ROTY
pietro
Messaggi: 11100
Iscritto il: mercoledì 18 marzo 2020, 19:32

Re: Tom Pidcock

Messaggio da leggere da pietro »

Questo è un fenomeno vero e proprio


Rispondi