i grandi incompiuti vincenti e non

Il mondo dei professionisti tra gare e complessità, e più in generale l'approccio al ciclismo di ogni appassionato
sagittario1962
Messaggi: 424
Iscritto il: domenica 2 agosto 2020, 13:11

i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da sagittario1962 »

parlando di jeff bernard, mi sono venuti alla mente quei corridori che seppure non hanno deluso totalmente, alcuni anche con un palmares corposo in quanto a vittorie, non hanno ottenuto quei successi che si auspicavano per loro per potenzialità fatte vedere o da dilettanti o ad inizio carriera, ora senza andare troppo indietro nel tempo a cercare i vari meo venturelli, astrua o vianelli, inizierei questo elenco ricordando quello che per me è l'emblema del corridore che non ha ottenuto risultati pari al suo valore, ovvero GB Baronchelli a seguire
Francesco Casagrande
Erik Breukink
Miki Boogerd
jeff Bernard
Vladimir Belli
Luc Leblanc
Giuliano Figueras
Damiano Cunego
dimitri Konyshev
yaroslav Popovich
Silvano Contini
Flavio Giupponi
Roberto Visentini
Andy schleck
Frank Vandebroucke
Filippo Pozzato
a queste elenco aggiungerei anche Gianni Bugno che seppure non sia un signor nessuno, a mio parere con le potenzialità atletiche che aveva ha raccolto poco o nulla


corsu anima e core corsu, anima e core corsu, corsu sempre di più
giorgio ricci
Messaggi: 3760
Iscritto il: lunedì 9 giugno 2014, 13:44

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da giorgio ricci »

Pascal Jules e Jean luc Vanderbrouke,, lo zio di Frank.
Il primo era un corridore che ottenne risultati eccellenti nei primi due anni di carriera, per poi sparire fino alla tragica fine nell'87.
Il belga tra i giovani era considerato un fenomeno al pari di Maertens ma a parte qualche sporadico risultato non esplose mai tra i pro.


Il Complottista
Messaggi: 627
Iscritto il: domenica 16 luglio 2017, 23:40

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da Il Complottista »

Stando alla attualità Pinot .
Energie buttate nei grandi Giri per raccogliere poco o nulla e avendo anche rimpianti quando ha raccolto piazzamenti , tipo alla Vuelta due anni fa al Giro vinto da Dumoulin .
Se si fosse concentrato maggiormente sulle classiche Avrebbe avuto meno rimpianti


noel
Messaggi: 878
Iscritto il: martedì 17 aprile 2012, 10:49

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da noel »

Parlando degli ultimi vent'anni, senza indagare troppo sul perché e sul per come a me viene in mente un nome su tutti: Jan Ullrich.


Gimbatbu
Messaggi: 2368
Iscritto il: mercoledì 19 aprile 2017, 17:42

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da Gimbatbu »

A Bugno sarebbe bastata un po' di bravura in discesa per aggiungere al palmares almeno un Lombardia, un' altra Sanremo, un Tour e un altro mondiale, al netto di un Amstel persa da Jaermann che credo sia una delle volate a due più assurde della storia del ciclismo.


Avatar utente
GregLemond
Messaggi: 2173
Iscritto il: sabato 6 settembre 2014, 20:00

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da GregLemond »

sagittario1962 ha scritto: venerdì 8 gennaio 2021, 17:37 parlando di jeff bernard, mi sono venuti alla mente quei corridori che seppure non hanno deluso totalmente, alcuni anche con un palmares corposo in quanto a vittorie, non hanno ottenuto quei successi che si auspicavano per loro per potenzialità fatte vedere o da dilettanti o ad inizio carriera, ora senza andare troppo indietro nel tempo a cercare i vari meo venturelli, astrua o vianelli, inizierei questo elenco ricordando quello che per me è l'emblema del corridore che non ha ottenuto risultati pari al suo valore, ovvero GB Baronchelli a seguire
Francesco Casagrande
Erik Breukink
Miki Boogerd
jeff Bernard
Vladimir Belli
Luc Leblanc
Giuliano Figueras
Damiano Cunego
dimitri Konyshev
yaroslav Popovich
Silvano Contini
Flavio Giupponi
Roberto Visentini
Andy schleck
Frank Vandebroucke
Filippo Pozzato
a queste elenco aggiungerei anche Gianni Bugno che seppure non sia un signor nessuno, a mio parere con le potenzialità atletiche che aveva ha raccolto poco o nulla
Aggiungerei il buon Degenkolb e, paradossalmente, Oscarito Freire.


Avatar utente
Abruzzese
Messaggi: 5954
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:24

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da Abruzzese »

In base alle cose che mi è capitato di leggere nel corso degli anni, un nome che non può assolutamente mancare in una discussione del genere è quello di Romeo Venturelli.

Restando ai nostri tempi invece, dal momento che è stato citato Bugno io credo e temo che in un discorso simile possa starci un corridore che ho sempre adorato, ovvero Peter Sagan. Se pensiamo a tutte le corse che non ha vinto piuttosto che a tutte quelle che ha vinto non si può che vederla in un certo modo.


"L'importante non è quello che trovi alla fine di una corsa. L'importante è ciò che provi mentre corri" (Giorgio Faletti in "Notte prima degli esami")

"qui c'è gente che è totalmente avulsa dalla realtà e nociva al forum"
TheArchitect99
Messaggi: 485
Iscritto il: giovedì 25 giugno 2020, 22:42

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da TheArchitect99 »

Uno come Gesink secondo voi può far parte di questa categoria? Nei primi anni aveva fatto pensare a un corridore in grado di salire sui podi dei Grandi Giri, in realtà sempre piazzato in top 10 e ultimamente buon gregario.


Luca90
Messaggi: 8671
Iscritto il: venerdì 31 luglio 2015, 22:21

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da Luca90 »

Nairo Quintana...


2015:Tre Valli Varesine
2016(11°):Giro d'Italia (primi5), Tour tappa 11, Tour tappa 14, Parigi-Tours
2017(14°):Kuurne-Bruxelles-Kuurne, Tro Bro Leon
2018(16°):Tour of Guangxi
2019(16°):Dwars door Vlaanderen, Tour tappa 18, Vuelta tappa 8, Giro dell'Emilia
2020(13°) : Coppi e Bartali, Binck Bank tour, Giro tappa 1, Vuelta tappa 1, Vuelta tappa 2
Winter
Messaggi: 17341
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da Winter »

figueras e popovitch non li definirei degli incompiuti
Erano dei pro prima del tempo

Vdb sicuramente quello con più talento
Senza cattive compagnie e con una testa diverse avrebbe dominato il ciclismo
È il vero incompiuto


Avatar utente
chinaski89
Messaggi: 5172
Iscritto il: sabato 13 giugno 2015, 16:51

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da chinaski89 »

Abruzzese ha scritto: venerdì 8 gennaio 2021, 23:38 In base alle cose che mi è capitato di leggere nel corso degli anni, un nome che non può assolutamente mancare in una discussione del genere è quello di Romeo Venturelli.

Restando ai nostri tempi invece, dal momento che è stato citato Bugno io credo e temo che in un discorso simile possa starci un corridore che ho sempre adorato, ovvero Peter Sagan. Se pensiamo a tutte le corse che non ha vinto piuttosto che a tutte quelle che ha vinto non si può che vederla in un certo modo.
Incompiuto Sagan? Addirittura "non si può che vederla in un certo modo"

Senza i tre mondiali si potrebbe anche, con fatica, darti ragione, quelli spazzano via qualsiasi idea di incompiutezza anche senza considerare tutto il resto. Poi sono questioni di lana caprina tipiche del periodo e mica importa poi molto però va bene le aspettative di dominio totale ma se è incompiuto lui ciao proprio


pietro
Messaggi: 9388
Iscritto il: mercoledì 18 marzo 2020, 19:32

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da pietro »

Incompiuti vincenti e non...
Sagan ha vinto, pure tanto, ma aveva la potenzialità per fare di più. Diciamo che non è riuscito a sfruttare pienamente le sue doti


sagittario1962
Messaggi: 424
Iscritto il: domenica 2 agosto 2020, 13:11

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da sagittario1962 »

Abruzzese ha scritto: venerdì 8 gennaio 2021, 23:38 In base alle cose che mi è capitato di leggere nel corso degli anni, un nome che non può assolutamente mancare in una discussione del genere è quello di Romeo Venturelli.

Restando ai nostri tempi invece, dal momento che è stato citato Bugno io credo e temo che in un discorso simile possa starci un corridore che ho sempre adorato, ovvero Peter Sagan. Se pensiamo a tutte le corse che non ha vinto piuttosto che a tutte quelle che ha vinto non si può che vederla in un certo modo.
meo Venturelli l'ho citato come esempio prima di stilare la classifica, su sagan ho volutamente non inserirlo in classifica per due motivi evitare le naturali polemiche che con l'inserimento ci sarebbero state, anche se personalmente lo ritengo non un incompiuto, ma un vincente che per quello che aveva fatto vedere nei primi anni,poi o per errori suoi o per la guerra sfrenata che gli è stata fatta da molti (cancellara in primis) finora ha fatto più piazzamenti che vittorie (che sono più di 100 non bazzecole), per molto tempo (ovvero fino a 3/4 anni fa) lo ritenevo in grado perfino di vincere alla sean kelly anche corse a tappe brevi e perchè no se non una vuelta addolcita ma quantomeno un suisse , secondo motivo fino a che uno non dice basta mi ritiro e appendo la bici al chiodo non si può "leggergli il vangelo" della carriera sopratutto se il tipo in questione ha 30/31 anni come nel caso di sagan o di pinot ma anche di aru stesso,


corsu anima e core corsu, anima e core corsu, corsu sempre di più
sagittario1962
Messaggi: 424
Iscritto il: domenica 2 agosto 2020, 13:11

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da sagittario1962 »

Gimbatbu ha scritto: venerdì 8 gennaio 2021, 19:44 A Bugno sarebbe bastata un po' di bravura in discesa per aggiungere al palmares almeno un Lombardia, un' altra Sanremo, un Tour e un altro mondiale, al netto di un Amstel persa da Jaermann che credo sia una delle volate a due più assurde della storia del ciclismo.
a bugno srebbe bastato un centesimo della determinazione di chiappucci per fare sfracelli, credo che una certa fragilità emotiva e situazioni personali di cui si sa, vocifera ect ne abbiano fortemente condizionato la carriera


corsu anima e core corsu, anima e core corsu, corsu sempre di più
Avatar utente
nino58
Messaggi: 12645
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da nino58 »

Bernard senz'altro mentre sono indeciso se inserire o meno Baronchelli.
Baronchelli ha fatto almeno tre podi al Giro, un secondo posto al Mondiale, due vittorie al Lombardia e in numerose classiche del calendario italiano.
Numero di vittorie totali non banale per un non velocista (oltre 60).
Ultima modifica di nino58 il sabato 9 gennaio 2021, 9:45, modificato 1 volta in totale.


Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!
Avatar utente
Abruzzese
Messaggi: 5954
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:24

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da Abruzzese »

chinaski89 ha scritto: sabato 9 gennaio 2021, 8:53
Abruzzese ha scritto: venerdì 8 gennaio 2021, 23:38 In base alle cose che mi è capitato di leggere nel corso degli anni, un nome che non può assolutamente mancare in una discussione del genere è quello di Romeo Venturelli.

Restando ai nostri tempi invece, dal momento che è stato citato Bugno io credo e temo che in un discorso simile possa starci un corridore che ho sempre adorato, ovvero Peter Sagan. Se pensiamo a tutte le corse che non ha vinto piuttosto che a tutte quelle che ha vinto non si può che vederla in un certo modo.
Incompiuto Sagan? Addirittura "non si può che vederla in un certo modo"

Senza i tre mondiali si potrebbe anche, con fatica, darti ragione, quelli spazzano via qualsiasi idea di incompiutezza anche senza considerare tutto il resto. Poi sono questioni di lana caprina tipiche del periodo e mica importa poi molto però va bene le aspettative di dominio totale ma se è incompiuto lui ciao proprio
Partendo dal presupposto che in questo thread si cerca di giocare ma facendo un po' sul serio, è chiaro che la questione stia tutta nell'interpretazione che ognuno dà a quell' "incompiuto". Ovvio che anche dal mio punto di vista giudicare incompiuti corridori come Sagan ma anche Bugno mi pare una forzatura. Se però la consideriamo sotto il profilo delle vittorie mancate, chiaramente la cosa assume un suo senso: senza stare a fare tanti giri di parole ma, pur avendo vinto oltre cento corse, essere stato l'unico corridore al momento a vincere tre mondiali consecutivi e ad aver stabilito il record di maglie verdi al Tour de France, non possiamo dimenticare che uno con un talento straordinario come quello di Peter avrebbe veramente potuto fare ciò che voleva (chiaramente poi da un certo punto in avanti ha preferito anche lui cercare la vittoria in determinate corse piuttosto che in altre). Sagan avrebbe potuto avere in palmarés non meno di quattro Milano-Sanremo, almeno un altro paio di mondiali, altri Fiandre e Roubaix, sicuramente un'Amstel Gold Race e, visto quel che ci ha fatto vedere a Tortoreto all'ultimo Giro ma anche a Fermo e Porto Sant'Elpidio qualche anno fa, probabilmente anche la Liegi.

Se la vediamo così anche uno come Don Alejandro Valverde ha vinto molto meno di quel che avrebbe potuto (la Sanremo e il Lombardia nel suo palmarés ci stavano benissimo, ai mondiali ha fatto più podi che vittorie, almeno un altro grande giro avrebbe potuto vincerlo) ma solo se consideriamo più le occasioni perse che non quelle messe a frutto.

In ogni modo, tornando al primo nome che ho pronunciato, se hai mai letto qualcosa su Romeo Venturelli (qui può darsi che ci sia qualcosa da qualche parte, più facilmente credo che si trovi sul vecchio forum ma anche in rete credo che ci sia qualche simpatico aneddoto), te la spassi veramente a leggere certe cose, anche se poi anche a noi che non l'abbiamo potuto vedere, un po' di magone nel leggere che tra i pro, uno che era stato capace di battere Anquetil a cronometro e Van Looy allo sprint, abbia vinto davvero pochissimo non può che venire.


"L'importante non è quello che trovi alla fine di una corsa. L'importante è ciò che provi mentre corri" (Giorgio Faletti in "Notte prima degli esami")

"qui c'è gente che è totalmente avulsa dalla realtà e nociva al forum"
Avatar utente
Abruzzese
Messaggi: 5954
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:24

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da Abruzzese »

sagittario1962 ha scritto: sabato 9 gennaio 2021, 9:31 meo Venturelli l'ho citato come esempio prima di stilare la classifica
Ho notato ora, col fatto che era scritto in minuscolo mi era completamente sfuggito, gli altri nomi messi in colonna e scritti con le maiuscole sicuramente attiravano maggiormente l'attenzione ;) .


"L'importante non è quello che trovi alla fine di una corsa. L'importante è ciò che provi mentre corri" (Giorgio Faletti in "Notte prima degli esami")

"qui c'è gente che è totalmente avulsa dalla realtà e nociva al forum"
Avatar utente
Abruzzese
Messaggi: 5954
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:24

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da Abruzzese »

Visto che l'abbiamo nominato spesso nella discussione su Andrea Guardini (altro che purtroppo ci finirà in questa graduatoria), sicuramente non si può non citare Ivan Quaranta. Come si diceva, era stato capace di battere un certo Florian Rousseau ai mondiali juniores su pista nella velocità e quel che fece vedere soprattutto tra 1999 e 2000 al Giro d'Italia, per il modo in cui fu capace di battere un Cipollini nel pieno delle sue qualità atletiche, fu un qualcosa che fece lustrare gli occhi (l'ho detto più volte: a me resta sempre impressa la volata di Terracina del Giro 2000, una roba da funambolo come quella l'ho vista fare davvero poche volte). Purtroppo gli è mancata la testa ma uno come lui, quanto a talento, non aveva nulla da invidiare a Robbie McEwen, per dirne uno che la sua bellissima carriera l'ha fatta.


"L'importante non è quello che trovi alla fine di una corsa. L'importante è ciò che provi mentre corri" (Giorgio Faletti in "Notte prima degli esami")

"qui c'è gente che è totalmente avulsa dalla realtà e nociva al forum"
sagittario1962
Messaggi: 424
Iscritto il: domenica 2 agosto 2020, 13:11

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da sagittario1962 »

nino58 ha scritto: sabato 9 gennaio 2021, 9:38 Bernard senz'altro mentre sono indeciso se inserire o meno Baronchelli.
Baronchelli ha fatto almeno tre podi al Giro, un secondo posto al Mondiale, due vittorie al Lombardia e in numerose classiche del calendario italiano.
Numero di vittorie totali non banale.
per quello h fatto anche altre 7 top ten, ma gli è sempre mancato l'acuto, uno che fa scrollare merckx da neopro, non può accontentarsi di tre podi, lo ricordo bene il Tista perchè ero un suo tifoso, probabilmente anche nel suo caso fu una particolare mitezza di carattere, la mancanza di cattiveria agonistica a limitarlo ....... all'epoca si disse che non corresse particolare buon sangue con moser e che rispetto al trentino godesse di meno potere nel gruppo,


corsu anima e core corsu, anima e core corsu, corsu sempre di più
Avatar utente
chinaski89
Messaggi: 5172
Iscritto il: sabato 13 giugno 2015, 16:51

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da chinaski89 »

pietro ha scritto: sabato 9 gennaio 2021, 8:55 Incompiuti vincenti e non...
Sagan ha vinto, pure tanto, ma aveva la potenzialità per fare di più. Diciamo che non è riuscito a sfruttare pienamente le sue doti
Ah vabbè sulle potenzialità concordo, ma se ha vinto e pure tanto proprio così incompiuto non è dai..tanto più che corre ancora ;) poi ribadisco sono opinioni eh, niente di grave :cincin:


Avatar utente
chinaski89
Messaggi: 5172
Iscritto il: sabato 13 giugno 2015, 16:51

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da chinaski89 »

Abruzzese ha scritto: sabato 9 gennaio 2021, 9:39
chinaski89 ha scritto: sabato 9 gennaio 2021, 8:53
Abruzzese ha scritto: venerdì 8 gennaio 2021, 23:38 In base alle cose che mi è capitato di leggere nel corso degli anni, un nome che non può assolutamente mancare in una discussione del genere è quello di Romeo Venturelli.

Restando ai nostri tempi invece, dal momento che è stato citato Bugno io credo e temo che in un discorso simile possa starci un corridore che ho sempre adorato, ovvero Peter Sagan. Se pensiamo a tutte le corse che non ha vinto piuttosto che a tutte quelle che ha vinto non si può che vederla in un certo modo.
Incompiuto Sagan? Addirittura "non si può che vederla in un certo modo"

Senza i tre mondiali si potrebbe anche, con fatica, darti ragione, quelli spazzano via qualsiasi idea di incompiutezza anche senza considerare tutto il resto. Poi sono questioni di lana caprina tipiche del periodo e mica importa poi molto però va bene le aspettative di dominio totale ma se è incompiuto lui ciao proprio
Partendo dal presupposto che in questo thread si cerca di giocare ma facendo un po' sul serio, è chiaro che la questione stia tutta nell'interpretazione che ognuno dà a quell' "incompiuto". Ovvio che anche dal mio punto di vista giudicare incompiuti corridori come Sagan ma anche Bugno mi pare una forzatura. Se però la consideriamo sotto il profilo delle vittorie mancate, chiaramente la cosa assume un suo senso: senza stare a fare tanti giri di parole ma, pur avendo vinto oltre cento corse, essere stato l'unico corridore al momento a vincere tre mondiali consecutivi e ad aver stabilito il record di maglie verdi al Tour de France, non possiamo dimenticare che uno con un talento straordinario come quello di Peter avrebbe veramente potuto fare ciò che voleva (chiaramente poi da un certo punto in avanti ha preferito anche lui cercare la vittoria in determinate corse piuttosto che in altre). Sagan avrebbe potuto avere in palmarés non meno di quattro Milano-Sanremo, almeno un altro paio di mondiali, altri Fiandre e Roubaix, sicuramente un'Amstel Gold Race e, visto quel che ci ha fatto vedere a Tortoreto all'ultimo Giro ma anche a Fermo e Porto Sant'Elpidio qualche anno fa, probabilmente anche la Liegi.

Se la vediamo così anche uno come Don Alejandro Valverde ha vinto molto meno di quel che avrebbe potuto (la Sanremo e il Lombardia nel suo palmarés ci stavano benissimo, ai mondiali ha fatto più podi che vittorie, almeno un altro grande giro avrebbe potuto vincerlo) ma solo se consideriamo più le occasioni perse che non quelle messe a frutto.

Ecco così ti quoto tutto, anche se continua a sembrare una forzatura pure a me :D


Avatar utente
nino58
Messaggi: 12645
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da nino58 »

sagittario1962 ha scritto: sabato 9 gennaio 2021, 9:51
nino58 ha scritto: sabato 9 gennaio 2021, 9:38 Bernard senz'altro mentre sono indeciso se inserire o meno Baronchelli.
Baronchelli ha fatto almeno tre podi al Giro, un secondo posto al Mondiale, due vittorie al Lombardia e in numerose classiche del calendario italiano.
Numero di vittorie totali non banale.
per quello h fatto anche altre 7 top ten, ma gli è sempre mancato l'acuto, uno che fa scrollare merckx da neopro, non può accontentarsi di tre podi, lo ricordo bene il Tista perchè ero un suo tifoso, probabilmente anche nel suo caso fu una particolare mitezza di carattere, la mancanza di cattiveria agonistica a limitarlo ....... all'epoca si disse che non corresse particolare buon sangue con moser e che rispetto al trentino godesse di meno potere nel gruppo,
Certo, i Giri di Pollentier e De Muynck doveva vincerli, però ha avuto una carriera longeva e ricca di vittorie.


Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!
nurseryman
Messaggi: 595
Iscritto il: sabato 6 giugno 2020, 18:38

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da nurseryman »

sagittario1962 ha scritto: venerdì 8 gennaio 2021, 17:37 inizierei questo elenco ricordando quello che per me è l'emblema del corridore che non ha ottenuto risultati pari al suo valore, ovvero GB Baronchelli a seguire
Francesco Casagrande
Erik Breukink
Miki Boogerd
jeff Bernard
Vladimir Belli
Luc Leblanc
Giuliano Figueras
Damiano Cunego
dimitri Konyshev
yaroslav Popovich
Silvano Contini
Flavio Giupponi
Roberto Visentini
Andy schleck
Frank Vandebroucke
Filippo Pozzato
a queste elenco aggiungerei anche Gianni Bugno che seppure non sia un signor nessuno, a mio parere con le potenzialità atletiche che aveva ha raccolto poco o nulla
concordo su molti nomi come bugno pozzato e visentini, e Andy Sleck
ma su altri come Belli, Figueras, Contini, Giupponi, popovich, Leblanc secondo me i risultati sono in linea con le loro possibilità
sul capitolo bugno c'è da dire che una decina di liegi erano nelle sue possibilità


Saint Gervais - Sestriere 1992
unforgettable memories
sagittario1962
Messaggi: 424
Iscritto il: domenica 2 agosto 2020, 13:11

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da sagittario1962 »

nino58 ha scritto: sabato 9 gennaio 2021, 10:12
sagittario1962 ha scritto: sabato 9 gennaio 2021, 9:51
nino58 ha scritto: sabato 9 gennaio 2021, 9:38 Bernard senz'altro mentre sono indeciso se inserire o meno Baronchelli.
Baronchelli ha fatto almeno tre podi al Giro, un secondo posto al Mondiale, due vittorie al Lombardia e in numerose classiche del calendario italiano.
Numero di vittorie totali non banale.
per quello h fatto anche altre 7 top ten, ma gli è sempre mancato l'acuto, uno che fa scrollare merckx da neopro, non può accontentarsi di tre podi, lo ricordo bene il Tista perchè ero un suo tifoso, probabilmente anche nel suo caso fu una particolare mitezza di carattere, la mancanza di cattiveria agonistica a limitarlo ....... all'epoca si disse che non corresse particolare buon sangue con moser e che rispetto al trentino godesse di meno potere nel gruppo,
Certo, i Giri di Pollentier e De Muynck doveva vincerli, però ha avuto una carriera longeva e ricca di vittorie.
a parziale difesa del tista c'è da dire che a quel tempo venivano disegnati dei giri che favorivano altri tipi di corridori e non certo lui


corsu anima e core corsu, anima e core corsu, corsu sempre di più
Gimbatbu
Messaggi: 2368
Iscritto il: mercoledì 19 aprile 2017, 17:42

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da Gimbatbu »

Abruzzese ha scritto: sabato 9 gennaio 2021, 9:40
sagittario1962 ha scritto: sabato 9 gennaio 2021, 9:31 meo Venturelli l'ho citato come esempio prima di stilare la classifica
Ho notato ora, col fatto che era scritto in minuscolo mi era completamente sfuggito, gli altri nomi messi in colonna e scritti con le maiuscole sicuramente attiravano maggiormente l'attenzione ;) .
All' epoca lo si designò perfino come erede di Coppi, purtroppo non ci fu seguito.


sagittario1962
Messaggi: 424
Iscritto il: domenica 2 agosto 2020, 13:11

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da sagittario1962 »

Gimbatbu ha scritto: sabato 9 gennaio 2021, 11:18
Abruzzese ha scritto: sabato 9 gennaio 2021, 9:40
sagittario1962 ha scritto: sabato 9 gennaio 2021, 9:31 meo Venturelli l'ho citato come esempio prima di stilare la classifica
Ho notato ora, col fatto che era scritto in minuscolo mi era completamente sfuggito, gli altri nomi messi in colonna e scritti con le maiuscole sicuramente attiravano maggiormente l'attenzione ;) .
All' epoca lo si designò perfino come erede di Coppi, purtroppo non ci fu seguito.
se andiamo in quel periodo anche Guido Carlesi fu chiamato coppino solo che fece il percorso inverso, passato senza squilli di tromba si portò a casa 10 tappe nei gt, 5 top ten consecutive al giro e un podio dietro anquetill al tour.......


corsu anima e core corsu, anima e core corsu, corsu sempre di più
Avatar utente
GregLemond
Messaggi: 2173
Iscritto il: sabato 6 settembre 2014, 20:00

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da GregLemond »

Ma si parla di cosa avrebbero potuto o dovuto vincere!?

Perchè altrimenti mi allineo con Abruzzese su Sagan.
E magari anche su Valverde.


Sarebbe buffo capire se qualcuno puo essere considerato un "overachiever"...
Ma anche li è da capire cosa si intende.
Se un Bettini lo è, passato senza grandi attese e con l' impossibile nel Palmares...
Ma penso sia un esercizio difficile


giorgio ricci
Messaggi: 3760
Iscritto il: lunedì 9 giugno 2014, 13:44

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da giorgio ricci »

Sono d'accordo che Contini e Giupponi e altri hanno fatto carriere ottime,, ottenendo anche risultati superiori alle loro aspettative.
Sul Tista Baronchelli, mancava di continuità,, e l'infezione al fegato del 75 gli ha probabilmente tolto qualcosa nel recupero.
I Giri 77 e 78 non erano disegnati per Baranchelli, anche se onestamente non sarebbero stati per lui neanche fossero stati quelli di Zomegnan.
Era capace di fare una tappa da fenomeno per poi faticare terribilmente in quella successiva.
Per me ci furono quindi problemi di testa ma anche fisici.
Non per nulla nelle corse in linea era forte in salita ed anche veloce.
Io sinceramente non lo vedo un incompiuto. Per me, parte Venturelli,, l'incompiuto recente per antonomasia è Dario Pieri. Grande potenzialità buttate via.


Avatar utente
jan80
Messaggi: 159
Iscritto il: venerdì 8 gennaio 2021, 21:56

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da jan80 »

pietro ha scritto: sabato 9 gennaio 2021, 8:55 Incompiuti vincenti e non...
Sagan ha vinto, pure tanto, ma aveva la potenzialità per fare di più. Diciamo che non è riuscito a sfruttare pienamente le sue doti
al momento ha vinto 3 mondiali,un fiandre una Roubaix,un europeo,una gand,7 maglie verdi al Tour,oltre 100 corse,senza dimenticare altri 100 podi da seconda a terza posizione......dire che Sagan non ha raccolto tanto e' una bestialita'


Avatar utente
jan80
Messaggi: 159
Iscritto il: venerdì 8 gennaio 2021, 21:56

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da jan80 »

uno che poteva vincere di piu' era Pozzato,probabilmente Quintana,certamente anche Ullrich se avesse fatto vita da corridore


pietro
Messaggi: 9388
Iscritto il: mercoledì 18 marzo 2020, 19:32

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da pietro »

jan80 ha scritto: sabato 9 gennaio 2021, 15:13
pietro ha scritto: sabato 9 gennaio 2021, 8:55 Incompiuti vincenti e non...
Sagan ha vinto, pure tanto, ma aveva la potenzialità per fare di più. Diciamo che non è riuscito a sfruttare pienamente le sue doti
al momento ha vinto 3 mondiali,un fiandre una Roubaix,un europeo,una gand,7 maglie verdi al Tour,oltre 100 corse,senza dimenticare altri 100 podi da seconda a terza posizione......dire che Sagan non ha raccolto tanto e' una bestialita'
Infatti ho scritto Sagan ha vinto, e pure tanto :diavoletto:
:hammer:

Ma meno di quello che le sue potenzialità gli avrebbero permesso. È stato monotematico, e si vede nel palmares


Avatar utente
jan80
Messaggi: 159
Iscritto il: venerdì 8 gennaio 2021, 21:56

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da jan80 »

pietro ha scritto: sabato 9 gennaio 2021, 15:21
jan80 ha scritto: sabato 9 gennaio 2021, 15:13
pietro ha scritto: sabato 9 gennaio 2021, 8:55 Incompiuti vincenti e non...
Sagan ha vinto, pure tanto, ma aveva la potenzialità per fare di più. Diciamo che non è riuscito a sfruttare pienamente le sue doti
al momento ha vinto 3 mondiali,un fiandre una Roubaix,un europeo,una gand,7 maglie verdi al Tour,oltre 100 corse,senza dimenticare altri 100 podi da seconda a terza posizione......dire che Sagan non ha raccolto tanto e' una bestialita'
Infatti ho scritto Sagan ha vinto, e pure tanto :diavoletto:
:hammer:

Ma meno di quello che le sue potenzialità gli avrebbero permesso. È stato monotematico, e si vede nel palmares
si ma che altro avrebbe potuto vincere??ha 114 vittorie a 30 anni.......tante volte ha corso da solo,altre corse le ha perse perche' troppo generoso altre le ha perse perche' non il piu' veloce.......sinceramente per me sono tante gia' quelle che ha vinto,perche' i mondiali 3 da solo sono un miracolo.
Sulla Sanremo invece ha pure avuto sfortuna,ma le corse di un giorno sono cosi,anche se sei il piu' forte non e' detto che vinci tu,contrariamente ai grandi giri,dove comunque generalmente vince il piu' forte


Avatar utente
kraus
Messaggi: 94
Iscritto il: sabato 23 febbraio 2019, 15:37

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da kraus »

Avendo seguito con attenzione il ciclismo solo per una decina d'anni penso che un'incompiuta sia il mio beniamino di gioventù Claudio Chiappucci. Almeno un Giretto, se non proprio un Tour (ma quello è il maggior rimpianto, ndr), in un mondo giusto avrebbe dovuto vincerlo... (sigh)


Avatar utente
jan80
Messaggi: 159
Iscritto il: venerdì 8 gennaio 2021, 21:56

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da jan80 »

kraus ha scritto: sabato 9 gennaio 2021, 15:30 Avendo seguito con attenzione il ciclismo solo per una decina d'anni penso che un'incompiuta sia il mio beniamino di gioventù Claudio Chiappucci. Almeno un Giretto, se non proprio un Tour (ma quello è il maggior rimpianto, ndr), in un mondo giusto avrebbe dovuto vincerlo... (sigh)
diciamo che pero' non era un cronoman,mentre anni 90 le crono erano decisive.


Avatar utente
kraus
Messaggi: 94
Iscritto il: sabato 23 febbraio 2019, 15:37

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da kraus »

jan80 ha scritto: sabato 9 gennaio 2021, 15:36
kraus ha scritto: sabato 9 gennaio 2021, 15:30 Avendo seguito con attenzione il ciclismo solo per una decina d'anni penso che un'incompiuta sia il mio beniamino di gioventù Claudio Chiappucci. Almeno un Giretto, se non proprio un Tour (ma quello è il maggior rimpianto, ndr), in un mondo giusto avrebbe dovuto vincerlo... (sigh)
diciamo che pero' non era un cronoman,mentre anni 90 le crono erano decisive.
Non a caso le crono non ho ancor finito adesso di maledirle.


pietro
Messaggi: 9388
Iscritto il: mercoledì 18 marzo 2020, 19:32

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da pietro »

jan80 ha scritto: sabato 9 gennaio 2021, 15:28

si ma che altro avrebbe potuto vincere??ha 114 vittorie a 30 anni.......tante volte ha corso da solo,altre corse le ha perse perche' troppo generoso altre le ha perse perche' non il piu' veloce.......sinceramente per me sono tante gia' quelle che ha vinto,perche' i mondiali 3 da solo sono un miracolo.
Sulla Sanremo invece ha pure avuto sfortuna,ma le corse di un giorno sono cosi,anche se sei il piu' forte non e' detto che vinci tu,contrariamente ai grandi giri,dove comunque generalmente vince il piu' forte
Le vittorie hanno anche un peso. Gilbert per me ha un palmares migliore di quello di Sagan pur avendo vinto molte meno corse.

Sagan avrebbe avuto nelle corde, oltre ovviamente alla Sanremo, pure Amstel, Freccia e Liegi. E forse pure il Lombardia. Ha preferito puntare tutto su Fiandre e Roubaix, portandone a casa solamente 1 a testa


Avatar utente
jan80
Messaggi: 159
Iscritto il: venerdì 8 gennaio 2021, 21:56

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da jan80 »

pietro ha scritto: sabato 9 gennaio 2021, 15:42
jan80 ha scritto: sabato 9 gennaio 2021, 15:28

si ma che altro avrebbe potuto vincere??ha 114 vittorie a 30 anni.......tante volte ha corso da solo,altre corse le ha perse perche' troppo generoso altre le ha perse perche' non il piu' veloce.......sinceramente per me sono tante gia' quelle che ha vinto,perche' i mondiali 3 da solo sono un miracolo.
Sulla Sanremo invece ha pure avuto sfortuna,ma le corse di un giorno sono cosi,anche se sei il piu' forte non e' detto che vinci tu,contrariamente ai grandi giri,dove comunque generalmente vince il piu' forte
Le vittorie hanno anche un peso. Gilbert per me ha un palmares migliore di quello di Sagan pur avendo vinto molte meno corse.

Sagan avrebbe avuto nelle corde, oltre ovviamente alla Sanremo, pure Amstel, Freccia e Liegi. E forse pure il Lombardia. Ha preferito puntare tutto su Fiandre e Roubaix, portandone a casa solamente 1 a testa
al momento sicuramente si,Gilbert ha piu' vittorie di peso,ma ha pure 8 anni in piu',poi se Sagan e' finito,allora ha vinto piu' Gilbert


Avatar utente
GregLemond
Messaggi: 2173
Iscritto il: sabato 6 settembre 2014, 20:00

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da GregLemond »

jan80 ha scritto: sabato 9 gennaio 2021, 15:28
pietro ha scritto: sabato 9 gennaio 2021, 15:21
jan80 ha scritto: sabato 9 gennaio 2021, 15:13

al momento ha vinto 3 mondiali,un fiandre una Roubaix,un europeo,una gand,7 maglie verdi al Tour,oltre 100 corse,senza dimenticare altri 100 podi da seconda a terza posizione......dire che Sagan non ha raccolto tanto e' una bestialita'
Infatti ho scritto Sagan ha vinto, e pure tanto :diavoletto:
:hammer:

Ma meno di quello che le sue potenzialità gli avrebbero permesso. È stato monotematico, e si vede nel palmares
si ma che altro avrebbe potuto vincere??ha 114 vittorie a 30 anni.......tante volte ha corso da solo,altre corse le ha perse perche' troppo generoso altre le ha perse perche' non il piu' veloce.......sinceramente per me sono tante gia' quelle che ha vinto,perche' i mondiali 3 da solo sono un miracolo.
Sulla Sanremo invece ha pure avuto sfortuna,ma le corse di un giorno sono cosi,anche se sei il piu' forte non e' detto che vinci tu,contrariamente ai grandi giri,dove comunque generalmente vince il piu' forte
Almeno una Sanremo;Un altra gand;L' Amstel e la liegi, anche.

Insomma... non poco...


Avatar utente
GregLemond
Messaggi: 2173
Iscritto il: sabato 6 settembre 2014, 20:00

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da GregLemond »

kraus ha scritto: sabato 9 gennaio 2021, 15:30 Avendo seguito con attenzione il ciclismo solo per una decina d'anni penso che un'incompiuta sia il mio beniamino di gioventù Claudio Chiappucci. Almeno un Giretto, se non proprio un Tour (ma quello è il maggior rimpianto, ndr), in un mondo giusto avrebbe dovuto vincerlo... (sigh)
Chiappucci (per me) è uno che ha fatto il massimo per quello che poteva fare.


Avatar utente
jan80
Messaggi: 159
Iscritto il: venerdì 8 gennaio 2021, 21:56

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da jan80 »

GregLemond ha scritto: sabato 9 gennaio 2021, 16:01
jan80 ha scritto: sabato 9 gennaio 2021, 15:28
pietro ha scritto: sabato 9 gennaio 2021, 15:21

Infatti ho scritto Sagan ha vinto, e pure tanto :diavoletto:
:hammer:

Ma meno di quello che le sue potenzialità gli avrebbero permesso. È stato monotematico, e si vede nel palmares
si ma che altro avrebbe potuto vincere??ha 114 vittorie a 30 anni.......tante volte ha corso da solo,altre corse le ha perse perche' troppo generoso altre le ha perse perche' non il piu' veloce.......sinceramente per me sono tante gia' quelle che ha vinto,perche' i mondiali 3 da solo sono un miracolo.
Sulla Sanremo invece ha pure avuto sfortuna,ma le corse di un giorno sono cosi,anche se sei il piu' forte non e' detto che vinci tu,contrariamente ai grandi giri,dove comunque generalmente vince il piu' forte
Almeno una Sanremo;Un altra gand;L' Amstel e la liegi, anche.

Insomma... non poco...
La Liegi ormai non credo la vincera' piu'......forse il Sagan di 4-5 anni fa' si,ma quello attuale no


Avatar utente
GregLemond
Messaggi: 2173
Iscritto il: sabato 6 settembre 2014, 20:00

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da GregLemond »

jan80 ha scritto: sabato 9 gennaio 2021, 16:03
GregLemond ha scritto: sabato 9 gennaio 2021, 16:01
jan80 ha scritto: sabato 9 gennaio 2021, 15:28

si ma che altro avrebbe potuto vincere??ha 114 vittorie a 30 anni.......tante volte ha corso da solo,altre corse le ha perse perche' troppo generoso altre le ha perse perche' non il piu' veloce.......sinceramente per me sono tante gia' quelle che ha vinto,perche' i mondiali 3 da solo sono un miracolo.
Sulla Sanremo invece ha pure avuto sfortuna,ma le corse di un giorno sono cosi,anche se sei il piu' forte non e' detto che vinci tu,contrariamente ai grandi giri,dove comunque generalmente vince il piu' forte
Almeno una Sanremo;Un altra gand;L' Amstel e la liegi, anche.

Insomma... non poco...
La Liegi ormai non credo la vincera' piu'......forse il Sagan di 4-5 anni fa' si,ma quello attuale no
Dopo Rio non mi meraviglio piu di nulla.


nurseryman
Messaggi: 595
Iscritto il: sabato 6 giugno 2020, 18:38

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da nurseryman »

GregLemond ha scritto: sabato 9 gennaio 2021, 16:03
kraus ha scritto: sabato 9 gennaio 2021, 15:30 Avendo seguito con attenzione il ciclismo solo per una decina d'anni penso che un'incompiuta sia il mio beniamino di gioventù Claudio Chiappucci. Almeno un Giretto, se non proprio un Tour (ma quello è il maggior rimpianto, ndr), in un mondo giusto avrebbe dovuto vincerlo... (sigh)
Chiappucci (per me) è uno che ha fatto il massimo per quello che poteva fare.
veramente almeno un tour avrebbe dovuto averlo in carniere.
perso solo per una gestione tattica della tappa di s. etienne veramente scarsa da parte sua ma soprattutto da parte del direttore sportivo dell'epoca

se poi vogliamo fare le pulci, anche nel il tour del 92 indurain deve ringraziare la squadra di bugno che sull'iseran si mise in testa al gruppo e gli tolse le castagne dal fuoco e in seguito ancora bugno stesso che da susa in poi si divise equamente la fatica con indurain salvo poi staccarsi alle prime rampe del sestriere


Saint Gervais - Sestriere 1992
unforgettable memories
Bike65
Messaggi: 728
Iscritto il: martedì 24 maggio 2016, 19:13

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da Bike65 »

Gimbatbu ha scritto: venerdì 8 gennaio 2021, 19:44 A Bugno sarebbe bastata un po' di bravura in discesa per aggiungere al palmares almeno un Lombardia, un' altra Sanremo, un Tour e un altro mondiale, al netto di un Amstel persa da Jaermann che credo sia una delle volate a due più assurde della storia del ciclismo.
La testa mancava quella, non lo metterei nella categoria però.


Bike65
Messaggi: 728
Iscritto il: martedì 24 maggio 2016, 19:13

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da Bike65 »

jan80 ha scritto: sabato 9 gennaio 2021, 15:13
pietro ha scritto: sabato 9 gennaio 2021, 8:55 Incompiuti vincenti e non...
Sagan ha vinto, pure tanto, ma aveva la potenzialità per fare di più. Diciamo che non è riuscito a sfruttare pienamente le sue doti
al momento ha vinto 3 mondiali,un fiandre una Roubaix,un europeo,una gand,7 maglie verdi al Tour,oltre 100 corse,senza dimenticare altri 100 podi da seconda a terza posizione......dire che Sagan non ha raccolto tanto e' una bestialita'
Quoto


Avatar utente
jan80
Messaggi: 159
Iscritto il: venerdì 8 gennaio 2021, 21:56

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da jan80 »

GregLemond ha scritto: sabato 9 gennaio 2021, 16:04
jan80 ha scritto: sabato 9 gennaio 2021, 16:03
GregLemond ha scritto: sabato 9 gennaio 2021, 16:01
Almeno una Sanremo;Un altra gand;L' Amstel e la liegi, anche.

Insomma... non poco...
La Liegi ormai non credo la vincera' piu'......forse il Sagan di 4-5 anni fa' si,ma quello attuale no
Dopo Rio non mi meraviglio piu di nulla.
si anche se Rio era duro ma non durissimo,credo che abbia influito pure il caldo umido,perche' portare Van Avermat alla fine significa che non e' stato fatto un ritmo alto durante tutta la gara


Avatar utente
Abruzzese
Messaggi: 5954
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:24

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da Abruzzese »

nino58 ha scritto: sabato 9 gennaio 2021, 10:12 Certo, i Giri di Pollentier e De Muynck doveva vincerli, però ha avuto una carriera longeva e ricca di vittorie.
Siamo sicuri che senza la caduta del Mugello con Van Linden (che, di fatto, gli condizionò il prosieguo di carriera) quel Giro 1977 non sarebbe finito nel palmarés di Freddy Maertens (altro corridore che, come ho spesso detto, pur non avendo potuto vedere all'opera mi ha sempre colpito molto per quello che riuscì a fare soprattutto in quel biennio 76-77)? Il belga aveva appena stravinto la Vuelta con ben 13 vittorie di tappa e aveva cominciato quel Giro con ben 7 vittorie nelle prime 9 frazioni. In salita teneva ed era fortissimo anche a cronometro. Non sarei così sicuro che sarebbe crollato.


"L'importante non è quello che trovi alla fine di una corsa. L'importante è ciò che provi mentre corri" (Giorgio Faletti in "Notte prima degli esami")

"qui c'è gente che è totalmente avulsa dalla realtà e nociva al forum"
giorgio ricci
Messaggi: 3760
Iscritto il: lunedì 9 giugno 2014, 13:44

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da giorgio ricci »

Spesso riguardo al Giro 77, non si considera la variabile Maertens.
Si parla troppo della vittoria di Pollentier, di Moser, dei fatti dell'Alpe d'huez 78 ecc.
Per come era disegnato il percorso, e contando su di un gregario come Pollentier, Maertens avrebbe avuto un bel 70 %" di possibilità di vincerlo.
Con lui in corsa la strategia della Flandria, che per l'occasione aveva cambiato nome, sarebbe mutata completamente e avremmo visto un altro tipo di gara


sagittario1962
Messaggi: 424
Iscritto il: domenica 2 agosto 2020, 13:11

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da sagittario1962 »

kraus ha scritto: sabato 9 gennaio 2021, 15:30 Avendo seguito con attenzione il ciclismo solo per una decina d'anni penso che un'incompiuta sia il mio beniamino di gioventù Claudio Chiappucci. Almeno un Giretto, se non proprio un Tour (ma quello è il maggior rimpianto, ndr), in un mondo giusto avrebbe dovuto vincerlo... (sigh)
pensa che non l'ho inserito proprio perchè la penso in maniera diametralmente opposta passato senza le stimmate per 5 anni ha veleggiato nel gruppo senza squilli, è esploso nel 1990 mostrando doti nascoste soprattutto di coriacità e resistenza, a mio parere ha dato molto di più di quanto fosse ecito attendersi.....


corsu anima e core corsu, anima e core corsu, corsu sempre di più
sagittario1962
Messaggi: 424
Iscritto il: domenica 2 agosto 2020, 13:11

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da sagittario1962 »

giorgio ricci ha scritto: sabato 9 gennaio 2021, 19:30 Spesso riguardo al Giro 77, non si considera la variabile Maertens.
Si parla troppo della vittoria di Pollentier, di Moser, dei fatti dell'Alpe d'huez 78 ecc.
Per come era disegnato il percorso, e contando su di un gregario come Pollentier, Maertens avrebbe avuto un bel 70 %" di possibilità di vincerlo.
Con lui in corsa la strategia della Flandria, che per l'occasione aveva cambiato nome, sarebbe mutata completamente e avremmo visto un altro tipo di gara
sono andato a rivedermi quel 1977..... 1 tappa e generale del sardegna, 5 tappe e generale della parigi nizza, 4 tappe e genrale della setmana catalana, 13 tappe e generale della vuelta, 5 tappe e generale del catalunya....... oltre alle 7 tappe del giro, il laigueglia e l'omloop, al fiandre secondo ma squalificato per cambio irregolare di bicicletta 5° alla sanremo 3° alla roubaix 5° alla liegi, 5° all'amstel .... a mio parere sulla stagione pesa il dubbio delle liceità visto che alla freccia fu squalificato per efedrina (insieme ad altri 25 nessuno italiano) .........


corsu anima e core corsu, anima e core corsu, corsu sempre di più
Avatar utente
Abruzzese
Messaggi: 5954
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:24

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da Abruzzese »

sagittario1962 ha scritto: sabato 9 gennaio 2021, 20:12 a mio parere sulla stagione pesa il dubbio delle liceità visto che alla freccia fu squalificato per efedrina (insieme ad altri 25 nessuno italiano) .........
Le regole del tempo erano diverse, probabilmente molto meno ipocrite di quelle di oggi. Uno come Maertens era un fuoriclasse, spesso controverso nel suo agire (il mondiale di Barcellona ha sempre fatto discutere i belgi) ma per quello che stava facendo vedere in quel biennio fu probabilmente colui che più di tutti andò vicino a mostrare quell'incredibile fame di vittoria che aveva Merckx.


"L'importante non è quello che trovi alla fine di una corsa. L'importante è ciò che provi mentre corri" (Giorgio Faletti in "Notte prima degli esami")

"qui c'è gente che è totalmente avulsa dalla realtà e nociva al forum"
Rispondi