i grandi incompiuti vincenti e non

Il mondo dei professionisti tra gare e complessità, e più in generale l'approccio al ciclismo di ogni appassionato
sagittario1962
Messaggi: 431
Iscritto il: domenica 2 agosto 2020, 13:11

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da sagittario1962 »

Abruzzese ha scritto: sabato 9 gennaio 2021, 20:28
sagittario1962 ha scritto: sabato 9 gennaio 2021, 20:12 a mio parere sulla stagione pesa il dubbio delle liceità visto che alla freccia fu squalificato per efedrina (insieme ad altri 25 nessuno italiano) .........
Le regole del tempo erano diverse, probabilmente molto meno ipocrite di quelle di oggi. Uno come Maertens era un fuoriclasse, spesso controverso nel suo agire (il mondiale di Barcellona ha sempre fatto discutere i belgi) ma per quello che stava facendo vedere in quel biennio fu probabilmente colui che più di tutti andò vicino a mostrare quell'incredibile fame di vittoria che aveva Merckx.
controverso ma anche estremamente estroverso, ricordo che si narrava (esagerando) che bevesse solo dom perignom anche in corsa...... e temuto da merckx che sembra gli fece pagare la storia di barcelona con una borraccia al lassativo a montreal.......leggenda? realtà? di certo c'è che maertens era in fuga, improvvisamente cominciò ad accusare dolori intestinali e fu costretto al ritiro ........


corsu anima e core corsu, anima e core corsu, corsu sempre di più
Avatar utente
Abruzzese
Messaggi: 5954
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:24

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da Abruzzese »

Ah beh, considerando che in Belgio avevano già avuto la clamorosa vittoria di Beheyt diversi anni prima, alle lotte intestine erano già ben rodati :D :D :D .


"L'importante non è quello che trovi alla fine di una corsa. L'importante è ciò che provi mentre corri" (Giorgio Faletti in "Notte prima degli esami")

"qui c'è gente che è totalmente avulsa dalla realtà e nociva al forum"
Avatar utente
nino58
Messaggi: 12707
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da nino58 »

Abruzzese ha scritto: sabato 9 gennaio 2021, 19:05
nino58 ha scritto: sabato 9 gennaio 2021, 10:12 Certo, i Giri di Pollentier e De Muynck doveva vincerli, però ha avuto una carriera longeva e ricca di vittorie.
Siamo sicuri che senza la caduta del Mugello con Van Linden (che, di fatto, gli condizionò il prosieguo di carriera) quel Giro 1977 non sarebbe finito nel palmarés di Freddy Maertens (altro corridore che, come ho spesso detto, pur non avendo potuto vedere all'opera mi ha sempre colpito molto per quello che riuscì a fare soprattutto in quel biennio 76-77)? Il belga aveva appena stravinto la Vuelta con ben 13 vittorie di tappa e aveva cominciato quel Giro con ben 7 vittorie nelle prime 9 frazioni. In salita teneva ed era fortissimo anche a cronometro. Non sarei così sicuro che sarebbe crollato.
No, Maertens non lo vinceva.
Il Giro, per poche che fossero, aveva salite vere.


Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!
Avatar utente
GregLemond
Messaggi: 2217
Iscritto il: sabato 6 settembre 2014, 20:00

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da GregLemond »

nurseryman ha scritto: sabato 9 gennaio 2021, 17:18
GregLemond ha scritto: sabato 9 gennaio 2021, 16:03
kraus ha scritto: sabato 9 gennaio 2021, 15:30 Avendo seguito con attenzione il ciclismo solo per una decina d'anni penso che un'incompiuta sia il mio beniamino di gioventù Claudio Chiappucci. Almeno un Giretto, se non proprio un Tour (ma quello è il maggior rimpianto, ndr), in un mondo giusto avrebbe dovuto vincerlo... (sigh)
Chiappucci (per me) è uno che ha fatto il massimo per quello che poteva fare.
veramente almeno un tour avrebbe dovuto averlo in carniere.
perso solo per una gestione tattica della tappa di s. etienne veramente scarsa da parte sua ma soprattutto da parte del direttore sportivo dell'epoca

se poi vogliamo fare le pulci, anche nel il tour del 92 indurain deve ringraziare la squadra di bugno che sull'iseran si mise in testa al gruppo e gli tolse le castagne dal fuoco e in seguito ancora bugno stesso che da susa in poi si divise equamente la fatica con indurain salvo poi staccarsi alle prime rampe del sestriere
Anche una Coppa Uefa :D

Scherzi a parte, premetto di aver visto certe corse solo in grande differita perchè ero piccino.
St. Etienne fu una follia, perse quasi tutto... ma perse mi pare anche alla tappa successiva e sui pirenei. Ad una lettura affrettata, direi che senza la fuga bidone quel Tour non se lo sarebbe mai giocato. In piu con le crono dove Lemond era un treno.

Nel 92, si fa per ragionare... quanto avrebbe potuto perdere Indurain al sestriere? 3.30? sarebbero bastati?


nurseryman
Messaggi: 598
Iscritto il: sabato 6 giugno 2020, 18:38

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da nurseryman »

GregLemond ha scritto: sabato 9 gennaio 2021, 22:16
Scherzi a parte, premetto di aver visto certe corse solo in grande differita perchè ero piccino.
St. Etienne fu una follia, perse quasi tutto... ma perse mi pare anche alla tappa successiva e sui pirenei. Ad una lettura affrettata, direi che senza la fuga bidone quel Tour non se lo sarebbe mai giocato. In piu con le crono dove Lemond era un treno.

Nel 92, si fa per ragionare... quanto avrebbe potuto perdere Indurain al sestriere? 3.30? sarebbero bastati?
a s. etinne perse 6 minuti (veramente regalati per me)
appena qualcosa meno di 2 minuti a luz ardizien dopo una tappa anche li corsa da schifo, ma quello era il suo carattere,
il tour lo perse per 2 minuti

nel 92 dovremmo essere nel post cosa sarebbe successo se... comunque
nessuno dice che indurain non fosse il più forte, tutt'altro
però se uno si trova solo ad inseguire ( e quel giorno la banesto era allo sbando) e nessuno in gruppo ti aiuta puoi essere forte quanto vuoi ma la tranvata la prendi.

bada bene che io non voglio colpevolizzare bugno
lui si sentiva in grado di fare la tappa e la ha fatta, ci sta.
però con il senno di poi se stava a ruota e risparmiava la squadra era meglio anche per lui visto che dei 4 (bugno indurain vona e hamps) fu il primo a staccarsi nella parte finale del sestriere.

è successo tante volte nel ciclismo. esempi ?
floid landis era solo in gruppo con pereiro in fuga, nessuno gli dette una mano e perse 10 minuti
a parte tutte le vicissitudini di landis nessuno può paragonare floyd con pereiro

inoltre in tappe come quelle del sestriere non tutto va come programmato a volte la crisi arriva improvvisa anche per i migliori (infatti indurain ebbe una crisi di fame ad 1 km dal sestriere, e in un km perse 1 minuto in 1 km tanto che anche vona lo riprese e lo staccò)
un altro esempio
contador sul finestre era in crisi nera spinge 2/3 denti in più e non andava avanti e probabilmente se non avessero fermato landa il giro lo perdeva
eppure nessuno vuole paragonare landa con contador

voglio dire che a volte i giri si perdono pur essendo i più forti, capita e forse è il bello di questo sport.


Saint Gervais - Sestriere 1992
unforgettable memories
sagittario1962
Messaggi: 431
Iscritto il: domenica 2 agosto 2020, 13:11

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da sagittario1962 »

nurseryman ha scritto: sabato 9 gennaio 2021, 22:59
GregLemond ha scritto: sabato 9 gennaio 2021, 22:16
Scherzi a parte, premetto di aver visto certe corse solo in grande differita perchè ero piccino.
St. Etienne fu una follia, perse quasi tutto... ma perse mi pare anche alla tappa successiva e sui pirenei. Ad una lettura affrettata, direi che senza la fuga bidone quel Tour non se lo sarebbe mai giocato. In piu con le crono dove Lemond era un treno.

Nel 92, si fa per ragionare... quanto avrebbe potuto perdere Indurain al sestriere? 3.30? sarebbero bastati?
a s. etinne perse 6 minuti (veramente regalati per me)
appena qualcosa meno di 2 minuti a luz ardizien dopo una tappa anche li corsa da schifo, ma quello era il suo carattere,
il tour lo perse per 2 minuti

nel 92 dovremmo essere nel post cosa sarebbe successo se... comunque
nessuno dice che indurain non fosse il più forte, tutt'altro
però se uno si trova solo ad inseguire ( e quel giorno la banesto era allo sbando) e nessuno in gruppo ti aiuta puoi essere forte quanto vuoi ma la tranvata la prendi.

bada bene che io non voglio colpevolizzare bugno
lui si sentiva in grado di fare la tappa e la ha fatta, ci sta.
però con il senno di poi se stava a ruota e risparmiava la squadra era meglio anche per lui visto che dei 4 (bugno indurain vona e hamps) fu il primo a staccarsi nella parte finale del sestriere.

è successo tante volte nel ciclismo. esempi ?
floid landis era solo in gruppo con pereiro in fuga, nessuno gli dette una mano e perse 10 minuti
a parte tutte le vicissitudini di landis nessuno può paragonare floyd con pereiro

inoltre in tappe come quelle del sestriere non tutto va come programmato a volte la crisi arriva improvvisa anche per i migliori (infatti indurain ebbe una crisi di fame ad 1 km dal sestriere, e in un km perse 1 minuto in 1 km tanto che anche vona lo riprese e lo staccò)
un altro esempio
contador sul finestre era in crisi nera spinge 2/3 denti in più e non andava avanti e probabilmente se non avessero fermato landa il giro lo perdeva
eppure nessuno vuole paragonare landa con contador

voglio dire che a volte i giri si perdono pur essendo i più forti, capita e forse è il bello di questo sport.
io la ricordo bene la tappa del sestriere, i francesi aprirono un collegamento durante il tg dell'una dove annunciavano che sciapuscì era in fuga dalla mattina, sulla tv italiana cominciarono la diretta e si vide sul monginevro bugno in maglia iridata tirare il gruppetto mentre il resto della carovana accusava ritardi di ciclismo epico (il decimo a quasi 8 minuti) nel bar dove ero a vederla gli insulti a bugno erano all'ordine del giorno (insulti reiterati in giorno dopo quando naufragò all'alpe di huez, nella tappa vinta da hampsten davanti a vona), detto questo è vero che c'erano ancora 7/8 tappe di cui una cronometro di 64 km dove indurai rifilò quasi 3 minuti a chiappucci, ma e qui sono i fatti che parlano, pur avendo avuto un corposo aiuto da bugno prese una cotta pesante al punto di perdere 1 minuto in un km, se avesse dovuto tirarsi via le castagne dal fuoco da solo come andava a finire? l'unico compagno di squadra che aveva "vicino" era perico delgado (arrivato a quasi 8 minuti) e l'unico altro spagnolo (a quei tempi indurain aveva spesso l'aiuto degli spagnoli anche di altre squadre) era mauleon arrivato con delgado........ l'unico che aveva un compagno di squadra più vicino era bugno con fignon che inseguiva a un paio di minuti o 3, ora a mio modesto parere una condotta astuta sarebbe stata quella di non tirare per far rientrare fignon (e far cuocere indurain) rientrato fignon metterlo per quanto possibile alla frusta per far saltare indurain e vedere quello che succedeva....... di una cosa sono certo fosse successo il contrario ovvero indurain in fuga e chiappucci ad inseguire nessuno spagnolo si sarebbe messo a tirare anzi .......


corsu anima e core corsu, anima e core corsu, corsu sempre di più
Avatar utente
GregLemond
Messaggi: 2217
Iscritto il: sabato 6 settembre 2014, 20:00

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da GregLemond »

Si da però per scontato che Indurain sarebbe saltato.


nurseryman
Messaggi: 598
Iscritto il: sabato 6 giugno 2020, 18:38

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da nurseryman »

sagittario1962 ha scritto: domenica 10 gennaio 2021, 10:46
nel 92 dovremmo essere nel post cosa sarebbe successo se... comunque
nessuno dice che indurain non fosse il più forte, tutt'altro
però se uno si trova solo ad inseguire ( e quel giorno la banesto era allo sbando) e nessuno in gruppo ti aiuta puoi essere forte quanto vuoi ma la tranvata la prendi.

bada bene che io non voglio colpevolizzare bugno
lui si sentiva in grado di fare la tappa e la ha fatta, ci sta.
però con il senno di poi se stava a ruota e risparmiava la squadra era meglio anche per lui visto che dei 4 (bugno indurain vona e hamps) fu il primo a staccarsi nella parte finale del sestriere.


inoltre in tappe come quelle del sestriere non tutto va come programmato a volte la crisi arriva improvvisa anche per i migliori (infatti indurain ebbe una crisi di fame ad 1 km dal sestriere, e in un km perse 1 minuto in 1 km tanto che anche vona lo riprese e lo staccò)
un altro esempio
io la ricordo bene la tappa del sestriere, i francesi aprirono un collegamento durante il tg dell'una dove annunciavano che sciapuscì era in fuga dalla mattina, sulla tv italiana cominciarono la diretta e si vide sul monginevro bugno in maglia iridata tirare il gruppetto mentre il resto della carovana accusava ritardi di ciclismo epico (il decimo a quasi 8 minuti) nel bar dove ero a vederla gli insulti a bugno erano all'ordine del giorno (insulti reiterati in giorno dopo quando naufragò all'alpe di huez, nella tappa vinta da hampsten davanti a vona), detto questo è vero che c'erano ancora 7/8 tappe di cui una cronometro di 64 km dove indurai rifilò quasi 3 minuti a chiappucci, ma e qui sono i fatti che parlano, pur avendo avuto un corposo aiuto da bugno prese una cotta pesante al punto di perdere 1 minuto in un km, se avesse dovuto tirarsi via le castagne dal fuoco da solo come andava a finire? l'unico compagno di squadra che aveva "vicino" era perico delgado (arrivato a quasi 8 minuti) e l'unico altro spagnolo (a quei tempi indurain aveva spesso l'aiuto degli spagnoli anche di altre squadre) era mauleon arrivato con delgado........ l'unico che aveva un compagno di squadra più vicino era bugno con fignon che inseguiva a un paio di minuti o 3, ora a mio modesto parere una condotta astuta sarebbe stata quella di non tirare per far rientrare fignon (e far cuocere indurain) rientrato fignon metterlo per quanto possibile alla frusta per far saltare indurain e vedere quello che succedeva....... di una cosa sono certo fosse successo il contrario ovvero indurain in fuga e chiappucci ad inseguire nessuno spagnolo si sarebbe messo a tirare anzi .......
[/quote]

si ma lo sbaglio di bugno fu soprattutto far tirare a squadra sull'iseran altrimenti indurain senza squadra sarebbe dovuto intervenire in prima persona esponedosi e rischiando molto poi sul sestriere


Saint Gervais - Sestriere 1992
unforgettable memories
sagittario1962
Messaggi: 431
Iscritto il: domenica 2 agosto 2020, 13:11

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da sagittario1962 »

nurseryman ha scritto: domenica 10 gennaio 2021, 12:21
sagittario1962 ha scritto: domenica 10 gennaio 2021, 10:46
nel 92 dovremmo essere nel post cosa sarebbe successo se... comunque
nessuno dice che indurain non fosse il più forte, tutt'altro
però se uno si trova solo ad inseguire ( e quel giorno la banesto era allo sbando) e nessuno in gruppo ti aiuta puoi essere forte quanto vuoi ma la tranvata la prendi.

bada bene che io non voglio colpevolizzare bugno
lui si sentiva in grado di fare la tappa e la ha fatta, ci sta.
però con il senno di poi se stava a ruota e risparmiava la squadra era meglio anche per lui visto che dei 4 (bugno indurain vona e hamps) fu il primo a staccarsi nella parte finale del sestriere.


inoltre in tappe come quelle del sestriere non tutto va come programmato a volte la crisi arriva improvvisa anche per i migliori (infatti indurain ebbe una crisi di fame ad 1 km dal sestriere, e in un km perse 1 minuto in 1 km tanto che anche vona lo riprese e lo staccò)
un altro esempio
io la ricordo bene la tappa del sestriere, i francesi aprirono un collegamento durante il tg dell'una dove annunciavano che sciapuscì era in fuga dalla mattina, sulla tv italiana cominciarono la diretta e si vide sul monginevro bugno in maglia iridata tirare il gruppetto mentre il resto della carovana accusava ritardi di ciclismo epico (il decimo a quasi 8 minuti) nel bar dove ero a vederla gli insulti a bugno erano all'ordine del giorno (insulti reiterati in giorno dopo quando naufragò all'alpe di huez, nella tappa vinta da hampsten davanti a vona), detto questo è vero che c'erano ancora 7/8 tappe di cui una cronometro di 64 km dove indurai rifilò quasi 3 minuti a chiappucci, ma e qui sono i fatti che parlano, pur avendo avuto un corposo aiuto da bugno prese una cotta pesante al punto di perdere 1 minuto in un km, se avesse dovuto tirarsi via le castagne dal fuoco da solo come andava a finire? l'unico compagno di squadra che aveva "vicino" era perico delgado (arrivato a quasi 8 minuti) e l'unico altro spagnolo (a quei tempi indurain aveva spesso l'aiuto degli spagnoli anche di altre squadre) era mauleon arrivato con delgado........ l'unico che aveva un compagno di squadra più vicino era bugno con fignon che inseguiva a un paio di minuti o 3, ora a mio modesto parere una condotta astuta sarebbe stata quella di non tirare per far rientrare fignon (e far cuocere indurain) rientrato fignon metterlo per quanto possibile alla frusta per far saltare indurain e vedere quello che succedeva....... di una cosa sono certo fosse successo il contrario ovvero indurain in fuga e chiappucci ad inseguire nessuno spagnolo si sarebbe messo a tirare anzi .......
si ma lo sbaglio di bugno fu soprattutto far tirare a squadra sull'iseran altrimenti indurain senza squadra sarebbe dovuto intervenire in prima persona esponedosi e rischiando molto poi sul sestriere
[/quote]

e dopo l'iseran a tirare lui in prima persona sul moncenisio (prima ho detto monginevro chiedo venia), avesse dovuto tirare indurain sull'iseran non so se passava indenne il moncenisio forse avrebbe atteso i rientri di fignon delgado mauleon costringendo poi tutti a lavorare per non arrivare con 10 minuti, la conferma comunque che bugno aveva tirato alla morte non è data solo dall'essersi staccato perdendo quasi un minuto da indurain, e uno e mezzo da vona, ma dal fatto che il giorno dopo prese un'altra sventola dai chiappucci e indurain


corsu anima e core corsu, anima e core corsu, corsu sempre di più
giorgio ricci
Messaggi: 3768
Iscritto il: lunedì 9 giugno 2014, 13:44

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da giorgio ricci »

Questa ipotesi mi piace, avrebbero atteso il gruppo Fignon, Delgado, e sarebbero arrivati con almeno 6 minuti ai piedi del Sestriere.
Considerando però che Chiappucci nei primi km del Sestriere perse parecchio e che Indurain avrebbe risparmiato energie, avrebbe perso non più di 3 minuti e mezzo da Chiappucci.
Il giorno dopo all'alpe d'huez ricordo che solo il varesino riuscì a star dietro al Navarro, però lo vedevo al limite. Se Indurain avesse dovuto recuperare per me lo staccava, non di molto ma 30 40 secondi li avrebbe dati
Considerando che era l'ultima tappa di montagna e che c'era la crono finale, il risultato non sarebbe cambiato.
Costruzione fantasiosa?


sagittario1962
Messaggi: 431
Iscritto il: domenica 2 agosto 2020, 13:11

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da sagittario1962 »

giorgio ricci ha scritto: domenica 10 gennaio 2021, 15:09 Questa ipotesi mi piace, avrebbero atteso il gruppo Fignon, Delgado, e sarebbero arrivati con almeno 6 minuti ai piedi del Sestriere.
Considerando però che Chiappucci nei primi km del Sestriere perse parecchio e che Indurain avrebbe risparmiato energie, avrebbe perso non più di 3 minuti e mezzo da Chiappucci.
Il giorno dopo all'alpe d'huez ricordo che solo il varesino riuscì a star dietro al Navarro, però lo vedevo al limite. Se Indurain avesse dovuto recuperare per me lo staccava, non di molto ma 30 40 secondi li avrebbe dati
Considerando che era l'ultima tappa di montagna e che c'era la crono finale, il risultato non sarebbe cambiato.
Costruzione fantasiosa?
assolutamente no, molto logica considera anche che il giorno dopo anche indurain non è che fosse un fiore ed infatti presero circa 3 minuti da hampsten, se il giorno prima indurain si fosse "riposato" attendendo fignon e delgado ect (c'erano anche rooks e theunisse in quel plotone) non credo che non avrebbe attaccato o reso la tappa dura adesso non ricordo bene ma all'inizio della tappa del sestriere chiappucci aveva già un 3'30" di ritardo da indurain,


corsu anima e core corsu, anima e core corsu, corsu sempre di più
paolo117
Messaggi: 415
Iscritto il: giovedì 11 aprile 2013, 2:51

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da paolo117 »

Bellissimo post. La tappa del Sestrieres 92 fu un suicidio tattico di Bugno. Che proprio non sapeva leggere la corsa ( lo ha dimostrato anche questo anno in telecronaca ). Io sono convinto che se nn ci fosse stato Chiappucci Bugno non avrebbe messo la squadra alla frusta e non sarebbe scattato in prima persona a 80 km dal traguardo ( quando mai un attacco così da lontano ?) . Qui penalizzò Chiappucci perché in salita non ne aveva . In quel 92 era ai limiti del depresso. Mi pare arrivò a Benidorm con zero vittorie. Dopo quella vittoria poi dominò letteralmente il finale di stagione . A dimostrazione che il suo problema principale era la testa. Si deprimeva facilmente non leggeva bene la corsa e si era fissato con le corse a tappe. Nel tour del 91 aveva delle possibilità che andava forte in salita. Ma basta rivedere la tappa di Val Louron per capire quanto fosse limitato . Sul falsopiano dopo la discesa del Tourmalet c'era Indurain con 50 secondi di vantaggio presi in discesa. Chiappucci attaccò subito dopo il rifornimento . Bugno era in coda a parlare con l'ammiraglia poi provò a scattare ma senza convinzione. Risultato: treno perso e minuti preziosi persi. Perse solo 1.30 perché ne recuperò 2 sull ultima salita. Come talento puro e compostezza in bici secondo me eravamo a livelli altissimi . Tra i migliori di sempre. Purtroppo la testa non era quella di un campione .


giorgio ricci
Messaggi: 3768
Iscritto il: lunedì 9 giugno 2014, 13:44

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da giorgio ricci »

Hampstean all'alpe d'huez fu lasciato andare, aveva piu di 10 minuti. Toccava a Bugno e Fignon andare a prenderlo. Quando vide che erano cotti mise la squadra a controllare la fuga. Indurain ne aveva ancora per me, era una caratteristica del Navarro lasciare le tappe agli altri. Comunque Bugno in quel Tour non ne aveva. Ha inseguito Chiappucci solo per rivalità


Avatar utente
Direzione01
Messaggi: 170
Iscritto il: mercoledì 18 ottobre 2017, 13:22

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da Direzione01 »

Bugno incompiuto?? Cioè Gianni Bugno incompiuto? Solo perchè aveva il carattere che aveva e non ha vinto un Tour? Ok poteva vincere tanto di più ma metterlo in una classifica di incompiuti è una bestemmia... e sottolineo una bestemmia... e lo dico una terza volta; una bestemmia... e direi che li ci sono altri che incompiuti non sono....


Avatar utente
Direzione01
Messaggi: 170
Iscritto il: mercoledì 18 ottobre 2017, 13:22

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da Direzione01 »

Nella tappa de Sestriere Bugno doveva attaccare sul Moncenisio, questa era la tattica disegnata da Stanga e Corti... al di là di Chiappucci in fuga, ecco perchè la Gatorade tirava sull'Iseran... Bugno correva per la Gatorade e non per la carrera e non vedo il motivo per cui non dovesse fare la sua corsa per tornare sotto; ad un certo punto arrivarono a 45''... Se guardate il fisico di Bugno nel 1991 e quello del 1992 ed ancora 1993 capirete perchè in salita non era molto competitivo (andò in difficoltà sull'ultimo Sestriere e il gorno dopo sull'Alpe) in quella stagione le crono non contano nel senso che erano scontate; a Lussemburgo c'era da afrontare un marziano (ma Bugno fece male comunque) a Blois invece prese 40''... Detto questo, Chiappucci in giallo al Sestriere credo che la maglia la avrebbe persa a Blois


Salvatore77
Messaggi: 5001
Iscritto il: domenica 9 gennaio 2011, 19:14

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da Salvatore77 »

Grandi incompiuti significa che rispetto alle proprie capacità espresse da dilettanti o nei primi anni da professionista, non hanno conseguito i risultati attesi?
I nomi sono quelli.
Figueras? Campione del mondo degli under 23 al secondo anno, l'anno dopo scommise che avrebbe offerto una cena a tutti se non avesse fatto doppietta. Da prof non ha vinto praticamente nulla, per vari motivi. All'inizio sembra corridore da gare di un giorno, poi ha provato a crearsi spazi nella classifica generale al giro.
Senz'ombra di dubbio è stato un incompiuto, forse anche qualcosa in più.

Leblanc era uomo da corse a tappe, però non ricordo che ci si aspettava che potesse vincere un GT contro quegli avversari. Inoltre con quel problema che aveva agli arti inferiori, cioè una gamba più corta di 3 cm dell'altra, ha fatto una carriera dignitosa, coronata da un campionato del mondo in linea.
Leblanc secondo me non è un incompiuto.


1° Tour de France 2018
sagittario1962
Messaggi: 431
Iscritto il: domenica 2 agosto 2020, 13:11

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da sagittario1962 »

Direzione01 ha scritto: domenica 10 gennaio 2021, 21:25 Nella tappa de Sestriere Bugno doveva attaccare sul Moncenisio, questa era la tattica disegnata da Stanga e Corti... al di là di Chiappucci in fuga, ecco perchè la Gatorade tirava sull'Iseran... Bugno correva per la Gatorade e non per la carrera e non vedo il motivo per cui non dovesse fare la sua corsa per tornare sotto; ad un certo punto arrivarono a 45''... Se guardate il fisico di Bugno nel 1991 e quello del 1992 ed ancora 1993 capirete perchè in salita non era molto competitivo (andò in difficoltà sull'ultimo Sestriere e il gorno dopo sull'Alpe) in quella stagione le crono non contano nel senso che erano scontate; a Lussemburgo c'era da afrontare un marziano (ma Bugno fece male comunque) a Blois invece prese 40''... Detto questo, Chiappucci in giallo al Sestriere credo che la maglia la avrebbe persa a Blois
tatticamente un asino solo può pensare che essendo in fuga un corridore "fastidioso" anche per il favorito (sopratutto per il favorito) di mettersi a fare la corsa levando le castagne dal fuoco a quest'ultimo, le tattiche si disegnano, ma bisogna essere sufficientemente scaltri da averne un'altra di riserva se quella disegnata va palesemente a favorire un avversario sopratutto se l'avversario è il più forte........ fare la propria corsa non vuol dire fare il gregario al "padrone" della corsa, perchè in quella tappa non ricordo attacchi di bugno, ricordo invece bugno fare quello che di solito facevano bernard, ruè, philipot, delgado e de las cuevas (che il giorno dopo all'alpe di huez andò a casa ftm) tutti dispersi (salvo delgado che arrivò a 8 minuti) ovvero i gregari a tirare, cosa che un corridore che sa di nn essere competitivo in salita non fa ...... questo a quel tempo come oggi ...... altra cosa che ripeto sempre se in giallo ci fosse stato bugno ed in fuga indurain se gli once o i clas o i festina osavano andare a tirare in spagna se li mangiavano .........


corsu anima e core corsu, anima e core corsu, corsu sempre di più
Winter
Messaggi: 17415
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da Winter »

quintana
Purtroppo penalizzato dalla squadra


nurseryman
Messaggi: 598
Iscritto il: sabato 6 giugno 2020, 18:38

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da nurseryman »

Direzione01 ha scritto: domenica 10 gennaio 2021, 21:25 Nella tappa de Sestriere Bugno doveva attaccare sul Moncenisio, questa era la tattica disegnata da Stanga e Corti... al di là di Chiappucci in fuga, ecco perchè la Gatorade tirava sull'Iseran... Bugno correva per la Gatorade e non per la carrera e non vedo il motivo per cui non dovesse fare la sua corsa per tornare sotto; ad un certo punto arrivarono a 45''... Se guardate il fisico di Bugno nel 1991 e quello del 1992 ed ancora 1993 capirete perchè in salita non era molto competitivo (andò in difficoltà sull'ultimo Sestriere e il gorno dopo sull'Alpe) in quella stagione le crono non contano nel senso che erano scontate; a Lussemburgo c'era da afrontare un marziano (ma Bugno fece male comunque) a Blois invece prese 40''... Detto questo, Chiappucci in giallo al Sestriere credo che la maglia la avrebbe persa a Blois
io non voglio colpevolizzare bugno che fece la sua corsa, si sentiva forte e in grado di vincere almeno la tappa, decise di prendersi la responsabiità della corsa, .. tutto ok ma con il senno di poi fu una decisione sbagliata

in quanto ai secondi in più o in meno che avrebbe guadagnato chiappucci se la gatorade non avesse tirato il gruppo sull'Iseran, (e quello fu il grosso errore, non tanto il collaborare personalmente da moncenisio in poi) non ci è dato saperlo
certo come ho già detto se il favorito in maglia gialla fosse stato costretto a esporsi in prima persona a 100 km dall'arrivo non si sa come poi si sarebbe sviluppata la corsa.
facendo un passo indietro di un anno
se chiappucci a s. etienne con la carrera dispersa avesse trovato una "gatorade" che avesse tirato il gruppo per 70 - 80 km avremmo un vincitore in più al tour


Saint Gervais - Sestriere 1992
unforgettable memories
nurseryman
Messaggi: 598
Iscritto il: sabato 6 giugno 2020, 18:38

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da nurseryman »

Winter ha scritto: martedì 12 gennaio 2021, 20:03 quintana
Purtroppo penalizzato dalla squadra
ma un po' anche da se stesso


Saint Gervais - Sestriere 1992
unforgettable memories
Bike65
Messaggi: 737
Iscritto il: martedì 24 maggio 2016, 19:13

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da Bike65 »

Direzione01 ha scritto: domenica 10 gennaio 2021, 21:04 Bugno incompiuto?? Cioè Gianni Bugno incompiuto? Solo perchè aveva il carattere che aveva e non ha vinto un Tour? Ok poteva vincere tanto di più ma metterlo in una classifica di incompiuti è una bestemmia... e sottolineo una bestemmia... e lo dico una terza volta; una bestemmia... e direi che li ci sono altri che incompiuti non sono....
Incompiuto perché oltre ai watt devi avere il cervello.
Piuttosto Sgambelluri qualcuno sa che fine ha fatto?


Avatar utente
Tranchée d'Arenberg
Messaggi: 20501
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:50

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da Tranchée d'Arenberg »

Direzione01 ha scritto: domenica 10 gennaio 2021, 21:04 Bugno incompiuto?? Cioè Gianni Bugno incompiuto? Solo perchè aveva il carattere che aveva e non ha vinto un Tour? Ok poteva vincere tanto di più ma metterlo in una classifica di incompiuti è una bestemmia... e sottolineo una bestemmia... e lo dico una terza volta; una bestemmia... e direi che li ci sono altri che incompiuti non sono....
Premesso che per me la bestemmia è cosa buona e giusta, condivido del tutto il tuo discorso. Se prendi i circa 1000 ciclisti professionisti in attività, credo che almeno 990 firmerebbero e venderebbero pure un rene per avere lo stesso palmares di Bugno. ù

Poi è vero che poteva vincere di più, ma cazzarola ha portato a casa un Giro, 2 Mondiali, Sanremo, Fiandre, Coppa del Mondo...


Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Generale
Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Classiche
Cobblestone 2013 - 1° Classifica Semiclassiche

FantaCycling Manager 2016 - 1° Classifica (squadre)

beppesaronni ha scritto: Ps: hirshi fara cagare. Hirshi è la nuova moda. Come votare calenda. Ma hirshi è un bluff....
Avatar utente
Abruzzese
Messaggi: 5954
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:24

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da Abruzzese »

Bike65 ha scritto: mercoledì 13 gennaio 2021, 13:56 Piuttosto Sgambelluri qualcuno sa che fine ha fatto?
Fino a qualche anno fa gareggiava ancora a livello amatoriale, per lo più in Calabria. Ora non so se corre ancora o se va in bicicletta per puro diletto. Per il resto, da quanto ho capito mi pare che lavori nello studio di fisioterapia della moglie.


"L'importante non è quello che trovi alla fine di una corsa. L'importante è ciò che provi mentre corri" (Giorgio Faletti in "Notte prima degli esami")

"qui c'è gente che è totalmente avulsa dalla realtà e nociva al forum"
Avatar utente
Direzione01
Messaggi: 170
Iscritto il: mercoledì 18 ottobre 2017, 13:22

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da Direzione01 »

Bike65 ha scritto: mercoledì 13 gennaio 2021, 13:56
Direzione01 ha scritto: domenica 10 gennaio 2021, 21:04 Bugno incompiuto?? Cioè Gianni Bugno incompiuto? Solo perchè aveva il carattere che aveva e non ha vinto un Tour? Ok poteva vincere tanto di più ma metterlo in una classifica di incompiuti è una bestemmia... e sottolineo una bestemmia... e lo dico una terza volta; una bestemmia... e direi che li ci sono altri che incompiuti non sono....
Incompiuto perché oltre ai watt devi avere il cervello.
Piuttosto Sgambelluri qualcuno sa che fine ha fatto?
Si hai ragione, come si fa a definirlo uno delle icone del ciclismo italiano Bugno proprio non lo so .... bah assurdo... ha poi vinto un Giro tutto in rosa, due mondiali.. 70 e più vittorie... si si hai ragione, un incapace................ la sua carriera si basa proprio su questa cosa, che era incapace.... per favore, Bugno in questa discussione sugli 'incompiuti' non ha ragione di essere, è un insulto al ciclismo che rasenta l'idiozia :grr:


Bike65
Messaggi: 737
Iscritto il: martedì 24 maggio 2016, 19:13

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da Bike65 »

Penso che per chi lo critichi , visto i numeri che potenzialmente poteva esprimere, se avesse avuto la testa meno naïf (chiediamo a Perini) avrebbe vinto di più, si è incaponito con i gt ma con indurain non c’era gara, nelle classiche corse poteva raccogliere come Jalabert che un po’ gli somigliava come caratteristiche.
Comunque una gran carriera senza dubbio.


sagittario1962
Messaggi: 431
Iscritto il: domenica 2 agosto 2020, 13:11

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da sagittario1962 »

Direzione01 ha scritto: giovedì 14 gennaio 2021, 1:11
Bike65 ha scritto: mercoledì 13 gennaio 2021, 13:56
Direzione01 ha scritto: domenica 10 gennaio 2021, 21:04 Bugno incompiuto?? Cioè Gianni Bugno incompiuto? Solo perchè aveva il carattere che aveva e non ha vinto un Tour? Ok poteva vincere tanto di più ma metterlo in una classifica di incompiuti è una bestemmia... e sottolineo una bestemmia... e lo dico una terza volta; una bestemmia... e direi che li ci sono altri che incompiuti non sono....
Incompiuto perché oltre ai watt devi avere il cervello.
Piuttosto Sgambelluri qualcuno sa che fine ha fatto?
Si hai ragione, come si fa a definirlo uno delle icone del ciclismo italiano Bugno proprio non lo so .... bah assurdo... ha poi vinto un Giro tutto in rosa, due mondiali.. 70 e più vittorie... si si hai ragione, un incapace................ la sua carriera si basa proprio su questa cosa, che era incapace.... per favore, Bugno in questa discussione sugli 'incompiuti' non ha ragione di essere, è un insulto al ciclismo che rasenta l'idiozia :grr:
i tifosi di ciclismo si distinguevano dalla massa dei cerebrolesi calciofili per essere obiettivi prima che tifosi ..... purtroppo oggi non è più così......


corsu anima e core corsu, anima e core corsu, corsu sempre di più
Fantamatusa
Messaggi: 345
Iscritto il: giovedì 1 ottobre 2015, 17:14

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da Fantamatusa »

sagittario1962 ha scritto: giovedì 14 gennaio 2021, 17:05
Direzione01 ha scritto: giovedì 14 gennaio 2021, 1:11
Bike65 ha scritto: mercoledì 13 gennaio 2021, 13:56

Incompiuto perché oltre ai watt devi avere il cervello.
Piuttosto Sgambelluri qualcuno sa che fine ha fatto?
Si hai ragione, come si fa a definirlo uno delle icone del ciclismo italiano Bugno proprio non lo so .... bah assurdo... ha poi vinto un Giro tutto in rosa, due mondiali.. 70 e più vittorie... si si hai ragione, un incapace................ la sua carriera si basa proprio su questa cosa, che era incapace.... per favore, Bugno in questa discussione sugli 'incompiuti' non ha ragione di essere, è un insulto al ciclismo che rasenta l'idiozia :grr:
i tifosi di ciclismo si distinguevano dalla massa dei cerebrolesi calciofili per essere obiettivi prima che tifosi ..... purtroppo oggi non è più così......
Allora sicuramente Bugno avrebbe potuto vincere di più, ma stiamo parlando del ciclista faro della sua generazione (insieme ad Indurain).

Conta pure come ha vinto, la notorietà che ha avuto durante la sua carriera.

Bugno era spesso esagerato nelle vittorie e nelle sconfitte.
Dall'Amstel buttata nel cesso, al fatto di non aver vinto Lombardia e Liegi che in teoria erano quelle più adatte a lui, le vittorie a Fiandre (Con Musseuw che si prese la rivincita a Zurigo) e Mondiale con volate clamorose.
Poi ci sono i due trionfi all'Alpe, il Giro corso tutto in Rosa etc...

Ha un palmares talmente ricco che ci sono vittorie o piazzamenti di peso che devi andare a cercare nel suo database per ricordartene (tipo la vittoria a San Sebastian o il secondo posto alla Gent).

Quindi anche per me in questo topic è un po' fuori luogo.


Andrei82
Messaggi: 10
Iscritto il: sabato 24 ottobre 2020, 23:29

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da Andrei82 »

sagittario1962 ha scritto: domenica 10 gennaio 2021, 10:46
nurseryman ha scritto: sabato 9 gennaio 2021, 22:59
GregLemond ha scritto: sabato 9 gennaio 2021, 22:16
Scherzi a parte, premetto di aver visto certe corse solo in grande differita perchè ero piccino.
St. Etienne fu una follia, perse quasi tutto... ma perse mi pare anche alla tappa successiva e sui pirenei. Ad una lettura affrettata, direi che senza la fuga bidone quel Tour non se lo sarebbe mai giocato. In piu con le crono dove Lemond era un treno.

Nel 92, si fa per ragionare... quanto avrebbe potuto perdere Indurain al sestriere? 3.30? sarebbero bastati?
a s. etinne perse 6 minuti (veramente regalati per me)
appena qualcosa meno di 2 minuti a luz ardizien dopo una tappa anche li corsa da schifo, ma quello era il suo carattere,
il tour lo perse per 2 minuti

nel 92 dovremmo essere nel post cosa sarebbe successo se... comunque
nessuno dice che indurain non fosse il più forte, tutt'altro
però se uno si trova solo ad inseguire ( e quel giorno la banesto era allo sbando) e nessuno in gruppo ti aiuta puoi essere forte quanto vuoi ma la tranvata la prendi.

bada bene che io non voglio colpevolizzare bugno
lui si sentiva in grado di fare la tappa e la ha fatta, ci sta.
però con il senno di poi se stava a ruota e risparmiava la squadra era meglio anche per lui visto che dei 4 (bugno indurain vona e hamps) fu il primo a staccarsi nella parte finale del sestriere.

è successo tante volte nel ciclismo. esempi ?
floid landis era solo in gruppo con pereiro in fuga, nessuno gli dette una mano e perse 10 minuti
a parte tutte le vicissitudini di landis nessuno può paragonare floyd con pereiro

inoltre in tappe come quelle del sestriere non tutto va come programmato a volte la crisi arriva improvvisa anche per i migliori (infatti indurain ebbe una crisi di fame ad 1 km dal sestriere, e in un km perse 1 minuto in 1 km tanto che anche vona lo riprese e lo staccò)
un altro esempio
contador sul finestre era in crisi nera spinge 2/3 denti in più e non andava avanti e probabilmente se non avessero fermato landa il giro lo perdeva
eppure nessuno vuole paragonare landa con contador

voglio dire che a volte i giri si perdono pur essendo i più forti, capita e forse è il bello di questo sport.
io la ricordo bene la tappa del sestriere, i francesi aprirono un collegamento durante il tg dell'una dove annunciavano che sciapuscì era in fuga dalla mattina, sulla tv italiana cominciarono la diretta e si vide sul monginevro bugno in maglia iridata tirare il gruppetto mentre il resto della carovana accusava ritardi di ciclismo epico (il decimo a quasi 8 minuti) nel bar dove ero a vederla gli insulti a bugno erano all'ordine del giorno (insulti reiterati in giorno dopo quando naufragò all'alpe di huez, nella tappa vinta da hampsten davanti a vona), detto questo è vero che c'erano ancora 7/8 tappe di cui una cronometro di 64 km dove indurai rifilò quasi 3 minuti a chiappucci, ma e qui sono i fatti che parlano, pur avendo avuto un corposo aiuto da bugno prese una cotta pesante al punto di perdere 1 minuto in un km, se avesse dovuto tirarsi via le castagne dal fuoco da solo come andava a finire? l'unico compagno di squadra che aveva "vicino" era perico delgado (arrivato a quasi 8 minuti) e l'unico altro spagnolo (a quei tempi indurain aveva spesso l'aiuto degli spagnoli anche di altre squadre) era mauleon arrivato con delgado........ l'unico che aveva un compagno di squadra più vicino era bugno con fignon che inseguiva a un paio di minuti o 3, ora a mio modesto parere una condotta astuta sarebbe stata quella di non tirare per far rientrare fignon (e far cuocere indurain) rientrato fignon metterlo per quanto possibile alla frusta per far saltare indurain e vedere quello che succedeva....... di una cosa sono certo fosse successo il contrario ovvero indurain in fuga e chiappucci ad inseguire nessuno spagnolo si sarebbe messo a tirare anzi .......

Comunque fu una tappa davvero particolare. Valutandola per intero, col senno di poi Bugno corse sicuramente male per se, ma con quella condotta isolò Indurain prestissimo e staccandosi presto sul Sestriere lo fece forzare e crollare nel finale. Va considerato che Bugno qualche cambio lo diede dalla cima del Moncenisio a inizio Sestriere ma andarono relativamente piano, tanto è vero che vennero recuperati da Vona e Hampsten e recuperano poco o nulla fino a inizio salita nonostante fossero in 4.
Non son sicuro che con una condotta diversa con la gara lasciata più nelle mani della Banesto Indurain con un ritmo più regolare e senza gli strappi imposti da Gatorade e Bugno su Iseran prima, e Moncenisio dopo non sarebbe arrivato pure più fresco al Sestriere.
Consideriamo che poi Indurain si preoccupava relativamente di Chiappucci visto che aveva almeno quei 3-4 minuti di margine potenziale nell'ultima crono.

Delgado e Mauleon(se vogliamo considerarli) andarono benino nel complesso in quella tappa e vennero staccati solo grazie ai fuorigiri di Rondon e col senno di poi di Bugno. Pure Fignon sul Moncenisio rimase molto tranquillo salvo poi fare quell'azioncina per piazzarsi meglio quando gli altri erano già andati da minuti. Non son sicuro che soppesando i vari fattori Chiappucci ci abbia rimesso con la tattica Gatorade.


Avatar utente
TIC
Messaggi: 8045
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:20

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da TIC »

Il titolo del Thread e' sbagliato.
i grandi incompiuti vincenti e non

Si dovrebbe scrivere :
i grandi incompiuti, vincenti e no
Ultima modifica di TIC il venerdì 22 gennaio 2021, 19:50, modificato 1 volta in totale.


Avatar utente
TIC
Messaggi: 8045
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:20

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da TIC »

sagittario1962 ha scritto: giovedì 14 gennaio 2021, 17:05
i tifosi di ciclismo si distinguevano dalla massa dei cerebrolesi calciofili per essere obiettivi prima che tifosi ..... purtroppo oggi non è più così......
Sicuro ?
Chiedilo al Tista... proprio nel giro del '77.


sagittario1962
Messaggi: 431
Iscritto il: domenica 2 agosto 2020, 13:11

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da sagittario1962 »

TIC ha scritto: venerdì 22 gennaio 2021, 19:38 Il titolo del Thread e' sbagliato.
i grandi incompiuti vincenti e non

Si dovrebbe scrivere :
i grandi incompiuti, vincenti e no
ascolta a me andava di scrivere così e l'ho scritto


corsu anima e core corsu, anima e core corsu, corsu sempre di più
Salvatore77
Messaggi: 5001
Iscritto il: domenica 9 gennaio 2011, 19:14

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da Salvatore77 »

Incompiuto significa che rispetto alle proprie aspettative e le proprie capacità, un corridore non ha raccolto quanto dovuto.
Bugno poteva vincere di più? Senz'altro, però spesso capita che un corridore vince senza merito e quindi qualche vittoria viene sottratta magari a chi la meritava.
Però Bugno ha vinto parecchio, per cui non è un incompiuto.
Dopo tutto lui stesso si definisce un corridore da corse di un giorno prestato ai GT, in un periodo in cui la polivalenza era ancora la regola, per cui si può recriminare su un Tour non vinto, ma va bene così.
Incompiuto dire di no.


1° Tour de France 2018
noel
Messaggi: 895
Iscritto il: martedì 17 aprile 2012, 10:49

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da noel »

Salvatore77 ha scritto: sabato 23 gennaio 2021, 11:50 Incompiuto significa che rispetto alle proprie aspettative e le proprie capacità, un corridore non ha raccolto quanto dovuto.
Bugno poteva vincere di più? Senz'altro, però spesso capita che un corridore vince senza merito e quindi qualche vittoria viene sottratta magari a chi la meritava.
Però Bugno ha vinto parecchio, per cui non è un incompiuto.
Dopo tutto lui stesso si definisce un corridore da corse di un giorno prestato ai GT, in un periodo in cui la polivalenza era ancora la regola, per cui si può recriminare su un Tour non vinto, ma va bene così.
Incompiuto dire di no.
Bugno si è sempre definito un corridore forte senza eccellere in nulla di particolare. Come dargli torto. Prendiamo due delle sue più grandi affermazioni: Fiandre e Sanremo. A parte le vittorie non è che fosse un habitué dei podi o dei piazzamenti. Anche nei grandi giri, a parte il clamorosi giro 90, non ha mai dato (almeno a me) l'impressione di poter vincere un altro GT.
A mio giudizio, il Bugno degli anni 90\95, "traslato" nel ciclismo iperspecializzato di oggi avrebbe vinto molto meno.
Ciò detto è e sempre rimarrà un grandissimo


Andrei82
Messaggi: 10
Iscritto il: sabato 24 ottobre 2020, 23:29

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da Andrei82 »

noel ha scritto: sabato 23 gennaio 2021, 12:11
Salvatore77 ha scritto: sabato 23 gennaio 2021, 11:50 Incompiuto significa che rispetto alle proprie aspettative e le proprie capacità, un corridore non ha raccolto quanto dovuto.
Bugno poteva vincere di più? Senz'altro, però spesso capita che un corridore vince senza merito e quindi qualche vittoria viene sottratta magari a chi la meritava.
Però Bugno ha vinto parecchio, per cui non è un incompiuto.
Dopo tutto lui stesso si definisce un corridore da corse di un giorno prestato ai GT, in un periodo in cui la polivalenza era ancora la regola, per cui si può recriminare su un Tour non vinto, ma va bene così.
Incompiuto dire di no.
Bugno si è sempre definito un corridore forte senza eccellere in nulla di particolare. Come dargli torto. Prendiamo due delle sue più grandi affermazioni: Fiandre e Sanremo. A parte le vittorie non è che fosse un habitué dei podi o dei piazzamenti. Anche nei grandi giri, a parte il clamorosi giro 90, non ha mai dato (almeno a me) l'impressione di poter vincere un altro GT.
A mio giudizio, il Bugno degli anni 90\95, "traslato" nel ciclismo iperspecializzato di oggi avrebbe vinto molto meno.
Ciò detto è e sempre rimarrà un grandissimo
Per me il problema principale di Bugno era la razionalità. Non avrebbe mai rischiato l'osso del collo per una gara, sarà per carattere, sarà perchè gli è praticamente morto di fianco un compagno di squadra in stanza, sarà perchè aveva avuto la labirintite.
Non gliene si può fare certo una colpa, ma se in discesa non vai e nelle mischie non ti vuoi buttare di gare ne recuperi meno e ne vinci ovviamente meno. Se non è un limite quello.
Ma non la vedo come incompiutezza, la vedo come un limite che non poteva superare.


nurseryman
Messaggi: 598
Iscritto il: sabato 6 giugno 2020, 18:38

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da nurseryman »

Direzione01 ha scritto: giovedì 14 gennaio 2021, 1:11
Bike65 ha scritto: mercoledì 13 gennaio 2021, 13:56
Direzione01 ha scritto: domenica 10 gennaio 2021, 21:04 Bugno incompiuto?? Cioè Gianni Bugno incompiuto? Solo perchè aveva il carattere che aveva e non ha vinto un Tour? Ok poteva vincere tanto di più ma metterlo in una classifica di incompiuti è una bestemmia... e sottolineo una bestemmia... e lo dico una terza volta; una bestemmia... e direi che li ci sono altri che incompiuti non sono....
Incompiuto perché oltre ai watt devi avere il cervello.
Piuttosto Sgambelluri qualcuno sa che fine ha fatto?
Si hai ragione, come si fa a definirlo uno delle icone del ciclismo italiano Bugno proprio non lo so .... bah assurdo... ha poi vinto un Giro tutto in rosa, due mondiali.. 70 e più vittorie... si si hai ragione, un incapace................ la sua carriera si basa proprio su questa cosa, che era incapace.... per favore, Bugno in questa discussione sugli 'incompiuti' non ha ragione di essere, è un insulto al ciclismo che rasenta l'idiozia :grr:
si definirlo incompiuto è troppo
però per le doti che aveva di mondiali ne poteve vincere 3 o 4 (almeno quello in giappone perso veramente male)
di liegi sul traguardo di ans minimo una cinquina

ricordo che a benidorm jalabert neanche riuscì ad affiancarlo
e a stoccarda rischiò di perdere solo perchè come al fiandre si rialzò 50 metri prima dello striscione


Saint Gervais - Sestriere 1992
unforgettable memories
Salvatore77
Messaggi: 5001
Iscritto il: domenica 9 gennaio 2011, 19:14

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da Salvatore77 »

Bugno ha vinto 2 mondiali. Poteva vincere quello in Giappone nel 1990 se l'Italia avesse corso meglio. Inoltre nel 1994 volava ma non corse.
Ha comunque vinto più mondiali di Saronni, Moser e Argentin. Si dovrebbe ritenere soddisfatto.
Nelle gare di un giorno può recriminare la Liegi del 1995 quando gli è sfuggito Giannetti e il Lombardia del 1992, quando non ha creduto nella fuga da lontano con Rominger. L'Amstel di Jaermann non avrebbe dato lustro ulteriore al suo carnet.
Nelle gare di un giorno, lo sappiamo, il favorito (o il più forte) non vince sempre.
Oltre queste cifre siamo fuori dalla realtà.


1° Tour de France 2018
riddler
Messaggi: 1155
Iscritto il: domenica 24 luglio 2011, 22:07

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da riddler »

Abruzzese ha scritto: venerdì 8 gennaio 2021, 23:38 In base alle cose che mi è capitato di leggere nel corso degli anni, un nome che non può assolutamente mancare in una discussione del genere è quello di Romeo Venturelli.

Restando ai nostri tempi invece, dal momento che è stato citato Bugno io credo e temo che in un discorso simile possa starci un corridore che ho sempre adorato, ovvero Peter Sagan. Se pensiamo a tutte le corse che non ha vinto piuttosto che a tutte quelle che ha vinto non si può che vederla in un certo modo.
Si ci metterei pure Lemond a questo punto
Perché avrebbe potuto vincere altri tour
Incompiuti?

Breukink su tutti...
Bernard
I francesi Virenque, Pinot e Bardet....
I fratelli Shriek
Ma no chi ha vinto e stravinto
Tra parentesi se dobbiamo mettere chi poteva vincere di più, metterei Bartoli e alla grande


Ecco l'elenco delle corse minori del ciclismo:
http://it.wikipedia.org/wiki/Sacha_Modolo
nurseryman
Messaggi: 598
Iscritto il: sabato 6 giugno 2020, 18:38

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da nurseryman »

riddler ha scritto: venerdì 5 febbraio 2021, 20:08
Abruzzese ha scritto: venerdì 8 gennaio 2021, 23:38 In base alle cose che mi è capitato di leggere nel corso degli anni, un nome che non può assolutamente mancare in una discussione del genere è quello di Romeo Venturelli.

Restando ai nostri tempi invece, dal momento che è stato citato Bugno io credo e temo che in un discorso simile possa starci un corridore che ho sempre adorato, ovvero Peter Sagan. Se pensiamo a tutte le corse che non ha vinto piuttosto che a tutte quelle che ha vinto non si può che vederla in un certo modo.
Si ci metterei pure Lemond a questo punto
Perché avrebbe potuto vincere altri tour
Incompiuti?

Breukink su tutti...
Bernard
I francesi Virenque, Pinot e Bardet....
I fratelli Shriek
Ma no chi ha vinto e stravinto
Tra parentesi se dobbiamo mettere chi poteva vincere di più, metterei Bartoli e alla grande
ma no
virenque non è un incompiuto perchè le doti erano quelle e mai ha dato l'impressione di poter vincere qualcosa di diverso dalla maglia a pois
su bartoli dire che è incompiuto direi di no ma che avrebbe potuto vincere di più si perchè al netto dei problemi fisici le doti le aveva.
io direi che uno dei più in alti in classifica è uno dei nostri beniamini
che ha cessato da poco l'attività
il pippo nazionale


Saint Gervais - Sestriere 1992
unforgettable memories
giorgio ricci
Messaggi: 3768
Iscritto il: lunedì 9 giugno 2014, 13:44

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da giorgio ricci »

Bernard é un incompiuto perché ha avuto un grave incidente al Giro 88. Da allora non ha più raggiunto alti livelli, se non a tratti
Gli altri non sono incompiuti.
La parola incompiuto va usata per chi ha sprecato un grande talento.
Metterei Andy shleck, non frank. Gilles Delion per motivi anche Ot é un incompiuto. Grande talento, veloce e resistente.
Se Bartoli é un incompiuto lo è pure Maertens,, quindi la cosa per me non regge.
Motta,, per vari motivi lo è. Anche Fignon dopo il 1985 con l'operazione al tendine non è più stato ai suoi livelli. Lemond causa incidente pure. Ma il destino non crea incompiutezza.
Lo sport é così,, puoi dare tutto nel breve, medio o lungo termine.
Difficile stabilire chi è incompiuto e chi no. Roche é stato grande un anno, è un incompiuto?
Ripeto, per me il novello Venturelli è Dario Pieri.


matter
Messaggi: 1430
Iscritto il: giovedì 11 luglio 2019, 18:09

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da matter »

Per quanto mi riguarda lo spreco di talento di Andy Schleck è la più grossa incompiuta degli anni dieci.


Avatar utente
Gaul
Messaggi: 41
Iscritto il: domenica 16 settembre 2012, 21:18

Re: i grandi incompiuti vincenti e non

Messaggio da leggere da Gaul »

giorgio ricci ha scritto: venerdì 5 febbraio 2021, 21:18
Motta,, per vari motivi lo è.
Classe immensa,senza il problema fisico alla gamba chissà dove sarebbe arrivato.Forse sarebbe stata diversa anche la carriera di Gimondi.


Rispondi