Ciclismo africano

Il mondo dei professionisti tra gare e complessità, e più in generale l'approccio al ciclismo di ogni appassionato
Avatar utente
simociclo
Messaggi: 3602
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 17:12

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggereda simociclo » domenica 4 febbraio 2018, 21:23

peek ha scritto:Terza gara a tappe di fila vinta da Areruya che oggi ha controllato agevolmente la corsa, in generale ottima prestazione ruandese e marocchina.

Strano bilancio degli eritrei che vincono 3 tappe su 4, ma fanno una disastrosa classifica generale piazzando solo un corridore, Robel Tewelde, in decima posizione. Oggi ha vinto Henok Mulubrhan, un ragazzo che ha compiuto 18 anni qualche mese fa. In questo inizio di stagione gli eritrei stanno mostrando un numero impressionante di ragazzi competitivi sui 18/20 anni, la continuità tuttavia è tutta da verificare.

Gran prova di solidità ha dato invece il Ruanda, con una forte leadership, una squadra coesa, una strategia che ieri ha permesso loro di rovesciare il banco. Nella generale piazzano 4 ragazzi nelle prime 11 posizioni.
Tre nei dieci anche per i marocchini, che piazzano sul podio i due ragazzi che corrono in Europa, con la Qhuebeka e con l'UC Orleans.

Nei dieci si piazzano anche un sudafricano, un etiope, e fin qui siamo nell'ambito di nazioni ciclisticamente già note, e anche un burkinabé, tale Paul Daumont che con una condotta di gara regolare ha guadagnato la settima posizione. Il Burkina Faso ha un discreto movimento ciclistico, ma non ha mai avuto un corridore capace di fare risultato fuori del suo paese. Posto che questo ha solo 18 anni potrebbe diventare il primo.

Areruya in queste prime settimane dell'anno ha impressionato, sembra aver fatto un ulteriore passo avanti. Certo, tra un po' quando arriverà in Europa la musica cambierà e gli avversari saranno di tutt'altro livello. Solo lì avremo l'esatta misura dei suoi progressi.



peek, toglimi una curiosità: dove trovi le info sui movimenti africani, soprattutto quelli minori (per esempio qua citi il Burkina Faso)?
Trovo sempre interessanti questi tuoi interventi , grazie davvero!


"la mente è come il paracadute, funziona solo se si apre" A. Einstein


peek
Messaggi: 4744
Iscritto il: sabato 8 gennaio 2011, 10:08

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggereda peek » giovedì 8 febbraio 2018, 1:44

simociclo ha scritto:
peek, toglimi una curiosità: dove trovi le info sui movimenti africani, soprattutto quelli minori (per esempio qua citi il Burkina Faso)?
Trovo sempre interessanti questi tuoi interventi , grazie davvero!


In realtà non è che abbia delle fonti specifiche, leggo un po' di tutto sul ciclismo africano, anche sulla stampa africana quando è scritta in lingue comprensibili. Seguo poi sempre i risultati, meno i social network perché non sono molto presente.

Comunque il ciclismo in Burkina Faso ha una storia lunga, molte gare venivano organizzate già in periodo coloniale. Coppi quando prese la malaria durante una battuta di caccia si trovava lì in Alto Volta perché era andato a disputare un criterium invernale nel quale c'era anche Anquetil.
Il tour du Faso viene corso ormai da una ventina d'anni, è iniziato dopo il colpo di stato organizzato dalla Francia nel 1987, una svolta che significò un generale ritorno della presenza francese nel paese dopo il governo di Sankara. La corsa era organizzata dalla società del tour, adesso credo che la organizzino da soli. Spesso hanno vinto corridori locali.



peek
Messaggi: 4744
Iscritto il: sabato 8 gennaio 2011, 10:08

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggereda peek » giovedì 8 febbraio 2018, 1:56

Quest'anno gli eritrei vanno di moda. Nonostante la settimana prossima corrano i campionati africani che si svolgono in Ruanda, sono stati invitati anche a una corsa Uci in Turchia dove manderanno una qualche formazione.

Per i campionati africani hanno mosso anche i pezzi da 90, questa la formazione:
Debesay
Gebreigzabhier
Eyob
Teshome
Okubamariam
Afewerki
Mussie
Muluberhan

Nella crono a squadre correranno
Debesay
Gebreigzabhier
Eyob
Mussie

Nella crono individuale ci saranno i due della DD.

Nelle ultime 7 edizioni gli eritrei hanno sempre vinto la crono a squadre, quest'anno potrebbero essere ben piazzati anche i marocchini anche se non ho ancora visto che formazione schierano (ammesso che la schierino perché l'anno scorso non si presentarono proprio).
Nella gara in linea saranno botte da orbi con i corridori di casa che correranno verosimilmente con il capitano unico.



Basso
Messaggi: 12343
Iscritto il: sabato 21 maggio 2011, 18:03
Località: Vicenza

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggereda Basso » venerdì 16 febbraio 2018, 21:14

Dan Craven trova squadra: il namibiano si lega alla formazione dilettantistica tedesca Embrace the World Cycling, impegnata principalmente nelle corse africane ma attiva anche in Estremo Oriente e nei Caraibi.


11: Vuelta7-Prato
12: Appennino-JapanCup
13: Giro9-ITARR-Vuelta20-Sabatini
14: Vasco-Dauphiné-Tour3-Tour21-Polonia-TreValli
15: Laigueglia-Escaut-Giro2-Giro18-Giro-Tour13-Fourmies
16: Nice-Vuelta12
17: Frankfurt-Tour11-Vuelta16-Chrono
18: Bianche-DePanne

Tonno di Montagna
Messaggi: 111
Iscritto il: mercoledì 24 gennaio 2018, 17:59

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggereda Tonno di Montagna » domenica 18 febbraio 2018, 11:34

http://externals.streema.com/tv/play/4495/?language=en

Per i più temerari questa è la diretta dei campionati africani in linea trasmessi da Rwanda Tv. Qualità più bassa degli streaming illegali, linguaggio incomprensibile, in 5 minuti l'unica parola che ho capito è Areruya.




peek
Messaggi: 4744
Iscritto il: sabato 8 gennaio 2011, 10:08

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggereda peek » domenica 18 febbraio 2018, 14:28

Ha vinto nettamente Gebreigzabhier, azione solitaria a 3-4 giri dalla fine, ha rapidamente cumulato un bel vantaggio ed è arrivato con 2 minuti sul secondo, il compagno di squadra Eyob che ha regolato l'algerino Lagab in uno sprint a 2. Quarto Debesay davanti al sudafricano Van Heerden.
Nello sprint per il sesto posto, Areruya ha battuto l'eritreo Mulubrhan. Areruya perciò è campione U23.



Pat McQuaid
Messaggi: 3072
Iscritto il: giovedì 3 marzo 2011, 20:21

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggereda Pat McQuaid » domenica 18 febbraio 2018, 14:36

E' prevista una maglia di campione africano, come succede per il campione europeo (Kristoff) oppure no?


ignore list: Brian Cookson

Avatar utente
Patate
Messaggi: 2127
Iscritto il: domenica 28 febbraio 2016, 23:23

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggereda Patate » domenica 18 febbraio 2018, 15:16

Pat McQuaid ha scritto:E' prevista una maglia di campione africano, come succede per il campione europeo (Kristoff) oppure no?

A quanto ricordo c'è la possibilità ma non l'obbligo, quindi la decisione spetta ai team


antani ha scritto:Non so perchè ma ho la sensazione che domani Aru possa arrivare dietro o davanti a Froome, stiamo a vedere sembra facile ma non è difficile

henny5
Messaggi: 438
Iscritto il: lunedì 22 giugno 2015, 17:58

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggereda henny5 » domenica 18 febbraio 2018, 18:52

peek ha scritto:Ha vinto nettamente Gebreigzabhier, azione solitaria a 3-4 giri dalla fine, ha rapidamente cumulato un bel vantaggio ed è arrivato con 2 minuti sul secondo, il compagno di squadra Eyob che ha regolato l'algerino Lagab in uno sprint a 2. Quarto Debesay davanti al sudafricano Van Heerden.
Nello sprint per il sesto posto, Areruya ha battuto l'eritreo Mulubrhan. Areruya perciò è campione U23.
c'è anche da dire che gebreigzabhier ha forato per ben due volte all'ultimo giro e non ne aveva più però l'eritrea aveva una squadra superiore rispetto alle altre.mi aspettavo da areruya un podio negli elitè invece di è dovuto accontentare del titolo u23 tra l'altro sofferto con mulubrhan che per poco non gli soffiava il titolo.

se i campionati africani di ciclismo dovessero svolgersi sempre in ruanda saprei già il risultato :diavoletto:



peek
Messaggi: 4744
Iscritto il: sabato 8 gennaio 2011, 10:08

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggereda peek » sabato 24 febbraio 2018, 10:53

Tappa con arrivo in salita al giro di Antalya e l'eritreo Awet Habtom alla sua prima uscita con la Polartec, lascia subito il segno. E' arrivato secondo dietro a Ovechkin, si piazza così in seconda posizione anche nella generale e prende la maglia di miglior giovane.
Peraltro un altro Habtom, non so se sia il fratello maggiore, che corre con la Eritel si piazza in settima posizione.



Basso
Messaggi: 12343
Iscritto il: sabato 21 maggio 2011, 18:03
Località: Vicenza

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggereda Basso » domenica 11 marzo 2018, 12:07

Notizia inattesa ma non per questo poco gradita :) http://www.cicloweb.it/2018/03/11/joseph-areruya-delko-marseille/


11: Vuelta7-Prato
12: Appennino-JapanCup
13: Giro9-ITARR-Vuelta20-Sabatini
14: Vasco-Dauphiné-Tour3-Tour21-Polonia-TreValli
15: Laigueglia-Escaut-Giro2-Giro18-Giro-Tour13-Fourmies
16: Nice-Vuelta12
17: Frankfurt-Tour11-Vuelta16-Chrono
18: Bianche-DePanne

Lopi90
Messaggi: 402
Iscritto il: martedì 31 maggio 2011, 12:15

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggereda Lopi90 » domenica 11 marzo 2018, 12:42

Bello vedere Areruya fare un calendario professionistico già dal 2018, questi developement teams però sembrano sempre meno una buona idea per la squadra madre. La Delko (non certo una squadra dalle risorse e l'appeal con cui non si può competere) gli ha sfilato il loro migliore talento senza sforzo.



henny5
Messaggi: 438
Iscritto il: lunedì 22 giugno 2015, 17:58

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggereda henny5 » domenica 11 marzo 2018, 13:28

Basso ha scritto:Notizia inattesa ma non per questo poco gradita :) http://www.cicloweb.it/2018/03/11/joseph-areruya-delko-marseille/
questa notizia di areruya alla delko c'era già da qualche giorno. ma la cosa che non capisco che lui a fine 2017 ha rifiutato un'offerta da parte di una professional di medio-alto livello come l'isreal academy per poi firmare a marzo con la delko. ma perchè? fosse stato un pre-accordo per il 2019-20 sarebbe stato perfetto però c'è anche da dire che nella squadra continental c'erano 5 che sono all'ultimo anno da under23 e la squadra wt al massimo ingaggiano 1 o 2 atleti dalla continental e per questo potrei anche capire il suo approdo nei pro. sarò curioso di vederlo nelle corse francesi che possono essere adatte alle caratteristiche di areruya anche se ci vorrà del tempo per adattarsi.

Lopi90 ha scritto: La Delko (non certo una squadra dalle risorse e l'appeal con cui non si può competere) gli ha sfilato il loro migliore talento senza sforzo.
è proprio questo che mi preoccupa della dimension data rinunciare così al migliore under23 africano senza neanche a convincerlo di rimanere nella DD offrendogli un contratto da stagista



peek
Messaggi: 4744
Iscritto il: sabato 8 gennaio 2011, 10:08

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggereda peek » domenica 11 marzo 2018, 13:32

Lopi90 ha scritto:Bello vedere Areruya fare un calendario professionistico già dal 2018, questi developement teams però sembrano sempre meno una buona idea per la squadra madre. La Delko (non certo una squadra dalle risorse e l'appeal con cui non si può competere) gli ha sfilato il loro migliore talento senza sforzo.


In linea di principio sono d'accordo. Trattandosi tuttavia della Dimension Data, vale a dire di una squadra che negli anni si è dimostrata del tutto incapace nel gestire il suo mercato, non escluderei che ci avessero messo del loro.

Quando vedi un Areruya che vince in successione giro del Ruanda, Tropicale e quella specie di tour de l'Avenir per africani ti conviene forse parlargli, dirgli fino a luglio stai nella continental, da agosto fai lo stagista e poi ecco qui il contratto per l'anno prossimo. Dargli una prospettiva, insomma. L'hanno fatto? Non lo so, ma dubito che avrebbe preferito la Delko se gli fosse stato fatto un discorso del genere.

La Dimension Data potrebbe avere la possibilità di rimediare prendendosi l'altro grande prospetto del ciclismo africano, che peraltro non corre neanche con loro. Vediamo se saranno loro a ingaggiare, magari anche solo nella continental per il momento, il kenyano Salim Kipkemboi o se anche lui sarà preso da altri.



Avatar utente
Seb
Messaggi: 4145
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:07
Località: Genova
Contatta:

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggereda Seb » domenica 11 marzo 2018, 13:57

Faccio un'ipotesi alternativa. Negli ultimi mesi, visti i risultati una squadra Continental poteva stare un po' stretta ad Areruya anche in un progetto di crescita: magari la Dimension Data potrebbe aver cercato un'accordo con un'altra squadra per una sorta di "prestito" per iniziare a fargli fare fin daora esperienza in corse di un livello un po' più alto...



Winter
Messaggi: 11728
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggereda Winter » domenica 11 marzo 2018, 17:58

incredibile la vicenda del tour du Cameroun
http://www.cicloweb.it/2018/03/09/tour- ... ancellato/

le squadre estere erano li a loro spese..



henny5
Messaggi: 438
Iscritto il: lunedì 22 giugno 2015, 17:58

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggereda henny5 » domenica 11 marzo 2018, 20:44

Seb ha scritto:Faccio un'ipotesi alternativa. Negli ultimi mesi, visti i risultati una squadra Continental poteva stare un po' stretta ad Areruya anche in un progetto di crescita: magari la Dimension Data potrebbe aver cercato un'accordo con un'altra squadra per una sorta di "prestito" per iniziare a fargli fare fin daora esperienza in corse di un livello un po' più alto...
Può darsi se fosse così sarebbe come jhon rodriguez che era promesso alla quick step con prestito di un anno alla delko alla fine non si è fatto niente ed è rimasto nella squadra francese.

peek ha scritto:
Lopi90 ha scritto:Bello vedere Areruya fare un calendario professionistico già dal 2018, questi developement teams però sembrano sempre meno una buona idea per la squadra madre. La Delko (non certo una squadra dalle risorse e l'appeal con cui non si può competere) gli ha sfilato il loro migliore talento senza sforzo.
La Dimension Data potrebbe avere la possibilità di rimediare prendendosi l'altro grande prospetto del ciclismo africano, che peraltro non corre neanche con loro. Vediamo se saranno loro a ingaggiare, magari anche solo nella continental per il momento, il kenyano Salim Kipkemboi o se anche lui sarà preso da altri.
io aspetterei per kipkemboi(in ottica WT e difficilmente vedo un suo passaggio alla continental visto che con la bike aid fa' un ottimo calendario);è vero che ha vinto una tappa con corridori di buon livello allo sharjah tour ma bisogna aspettarlo al varco delle corse europee (giro dell'alta savoia) e corse asiatiche(qinghai lake).

è ancora presto per parlare di possibili africani u23 nella DD nel 2019. la DD darà la precendenza alla continental e sono curioso di come si comporteranno main e l'etiope weldu mentre mi aspetto molto da de bod



peek
Messaggi: 4744
Iscritto il: sabato 8 gennaio 2011, 10:08

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggereda peek » lunedì 12 marzo 2018, 1:08

Seb ha scritto:Faccio un'ipotesi alternativa. Negli ultimi mesi, visti i risultati una squadra Continental poteva stare un po' stretta ad Areruya anche in un progetto di crescita: magari la Dimension Data potrebbe aver cercato un'accordo con un'altra squadra per una sorta di "prestito" per iniziare a fargli fare fin daora esperienza in corse di un livello un po' più alto...


Messa così suona quasi ragionevole, ma mi lascia comunque non pochi dubbi. Stiamo parlando di un contratto di due anni e di una squadra che non mi sembra abbia alcuna connessione con la Dimension Data. Chissà cosa succederà nel 2020. Insomma, un prestito un po' troppo aleatorio ....



Avatar utente
Seb
Messaggi: 4145
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:07
Località: Genova
Contatta:

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggereda Seb » lunedì 12 marzo 2018, 10:12

Beh, il contratto di due anni si può anche rompere dopo un anno, nel caso la Dimension Data chiamasse. Però ovviamente quella che ho fatto è solo un'ipotesi che potrebbe anche essere lontanissima dalla realtà: l'unica cosa che mi viene da pensare che un cambio di squadra così (visto il periodo ed il team di destinazione) lo troverei logico solo in presenza di un accordo futuro o se in questi primi mesi dell'anno fosse successo qualcosa di molto serio da creare una grossa spaccatura con la squadra



Lopi90
Messaggi: 402
Iscritto il: martedì 31 maggio 2011, 12:15

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggereda Lopi90 » lunedì 12 marzo 2018, 11:06

Piu` che altro, che vantaggio avrebbe la DD a mandarlo alla Delko? Non potrebbe farlo passare nel team WT e semplicemente non fargli fare per il primo anno le corse piu` dure? Non vedo grossi problemi a fargli fare un calendario simile a quello della Delko tenendolo in casa.



peek
Messaggi: 4744
Iscritto il: sabato 8 gennaio 2011, 10:08

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggereda peek » martedì 20 marzo 2018, 20:52

Ndayisenga e Uwizeye sono stati presi da una squadra dilettantistica francese. La POC Côte de Lumière.
Che strana cosa.



henny5
Messaggi: 438
Iscritto il: lunedì 22 giugno 2015, 17:58

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggereda henny5 » martedì 20 marzo 2018, 22:28

peek ha scritto:Ndayisenga e Uwizeye sono stati presi da una squadra dilettantistica francese. La POC Côte de Lumière.
Che strana cosa.
non è la prima volta che una squadra dilettante prenda un ruandese.se non sbaglio,3 anni fa, la vandeè prese uwizeyimana.peccato per uwizeye una continental , per la stagione che ha fatto nel 2017, se la sarebbe meritata.

A proposito di cose strane, pare che mehari tesfatsion abbia firmato per l'ottima continental norvegese joker icopal (attendo ancora un comunicato da parte del team o la conferma sul sito uci).

Peek,ti volevo chiedere una cosa:ma secondo te la continental della DD con la cessione di areruya cercherà di rimpiazzarlo con un atleta africano u23 di buon livello(es.solomon) oppure tutto rimarrà invariato?

oggi è iniziato il giro di tunisia con prevedibile dominio della natura-sovac con vittoria di reguigui.il percorso non è male anzi nel panorama africano fino ad adesso è il migliore(in attesa del giro d'algeria,sopratutto del bilda e ruanda), peccato che nella gara tunisina ci sono solmente una quarantina di atleti.



peek
Messaggi: 4744
Iscritto il: sabato 8 gennaio 2011, 10:08

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggereda peek » mercoledì 21 marzo 2018, 9:41

henny5 ha scritto:
Peek,ti volevo chiedere una cosa:ma secondo te la continental della DD con la cessione di areruya cercherà di rimpiazzarlo con un atleta africano u23 di buon livello(es.solomon) oppure tutto rimarrà invariato?


Non ho notizie, ma l'impressione, dato che quest'anno hanno preso 4 italiani e un neozelandese è che al momento il ciclismo africano non stia propriamente in cima ai loro pensieri. E' una squadra che ha cambiato fisionomia. Può essere che facciano qualcosa magari in estate quando vengono presi gli stagisti. Tra l'altro ora sono già arrivati in Europa, domenica scorsa hanno corso la Popolarissima con il sesto posto di Mozzato.

Escluderei l'ipotesi che era circolata sopra che la cessione di Areruya alla Delko fosse stata concordata. Di solito in questi casi c'è almeno un tweet di saluto e arrivederci e invece silenzio di tomba, secondo me l'hanno presa molto male.



Lopi90
Messaggi: 402
Iscritto il: martedì 31 maggio 2011, 12:15

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggereda Lopi90 » mercoledì 21 marzo 2018, 15:03

henny5 ha scritto:oggi è iniziato il giro di tunisia con prevedibile dominio della natura-sovac con vittoria di reguigui.il percorso non è male anzi nel panorama africano fino ad adesso è il migliore(in attesa del giro d'algeria,sopratutto del bilda e ruanda), peccato che nella gara tunisina ci sono solmente una quarantina di atleti.

Ma non esiste un numero minimo di corridori da avere al via in una corsa UCI? In tunisia sono in 39 dopo la prima tappa, non mi sembra una cosa molto seria (a parte il fatto che la Sovac e` di un altro livello rispetto a tutte le altre formazioni)



peek
Messaggi: 4744
Iscritto il: sabato 8 gennaio 2011, 10:08

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggereda peek » giovedì 22 marzo 2018, 11:31

Lopi90 ha scritto:
henny5 ha scritto:oggi è iniziato il giro di tunisia con prevedibile dominio della natura-sovac con vittoria di reguigui.il percorso non è male anzi nel panorama africano fino ad adesso è il migliore(in attesa del giro d'algeria,sopratutto del bilda e ruanda), peccato che nella gara tunisina ci sono solmente una quarantina di atleti.

Ma non esiste un numero minimo di corridori da avere al via in una corsa UCI? In tunisia sono in 39 dopo la prima tappa, non mi sembra una cosa molto seria (a parte il fatto che la Sovac e` di un altro livello rispetto a tutte le altre formazioni)


Ieri hanno cancellato la tappa perché sono arrivati troppo pochi ciclisti all'arrivo :D
L'Uci non dovrebbe riconoscere queste corse, che le facciano in forma dilettantistica e poi quando avranno le forze che diventino corse Uci. Se le fanno riconoscere solo per racimolare qualche punto nei ranking perché a parte la Sovac - che credo siano obbligati ad invitare - poi invitano nazionali scarse così i tunisini riescono a piazzarsi in qualche modo.

La settimana prossima torna il giro di Algeria che dovrebbe essere una cosa un po' più seria.



peek
Messaggi: 4744
Iscritto il: sabato 8 gennaio 2011, 10:08

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggereda peek » giovedì 22 marzo 2018, 11:33

Ieri Debesay in Malesia ha avuto un brutto incidente proprio alla vigilia della tappa che ha vinto l'anno scorso e che sarebbe risultata decisiva nel suo tentativo di vincere la generale quest'anno.
Gebre si è allora improvvisato capitano ed è arrivato terzo, quarto in classifica generale. Nei dieci oggi è arrivato anche l'altro eritreo Eyob.



Lopi90
Messaggi: 402
Iscritto il: martedì 31 maggio 2011, 12:15

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggereda Lopi90 » giovedì 22 marzo 2018, 13:31

peek ha scritto:
Lopi90 ha scritto:
henny5 ha scritto:oggi è iniziato il giro di tunisia con prevedibile dominio della natura-sovac con vittoria di reguigui.il percorso non è male anzi nel panorama africano fino ad adesso è il migliore(in attesa del giro d'algeria,sopratutto del bilda e ruanda), peccato che nella gara tunisina ci sono solmente una quarantina di atleti.

Ma non esiste un numero minimo di corridori da avere al via in una corsa UCI? In tunisia sono in 39 dopo la prima tappa, non mi sembra una cosa molto seria (a parte il fatto che la Sovac e` di un altro livello rispetto a tutte le altre formazioni)


Ieri hanno cancellato la tappa perché sono arrivati troppo pochi ciclisti all'arrivo :D
L'Uci non dovrebbe riconoscere queste corse, che le facciano in forma dilettantistica e poi quando avranno le forze che diventino corse Uci. Se le fanno riconoscere solo per racimolare qualche punto nei ranking perché a parte la Sovac - che credo siano obbligati ad invitare - poi invitano nazionali scarse così i tunisini riescono a piazzarsi in qualche modo.

La settimana prossima torna il giro di Algeria che dovrebbe essere una cosa un po' più seria.


Ma poi, capisco non contarla per la generale o riammettere in qualche modo chi non ha finito, ma togliere la vittoria a Bille perche' gli altri dietro si sono fermati e` ridicolo. Anche se non credo che per il belga vincere una tappa in Tunisia fosse il sogno inseguito da una vita.

Comunque si`, certe corse non dovrebbero avere uno status internazionale, questo e` sicuro.



Tonno di Montagna
Messaggi: 111
Iscritto il: mercoledì 24 gennaio 2018, 17:59

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggereda Tonno di Montagna » giovedì 22 marzo 2018, 17:43

Ennesimo colpo di scena nel tour tunisino. La terza tappa prevista per oggi è stata prima accorciata e poi cancellata. Se ho capito bene il risultato di ieri verrà preso buono per la classifica generale (presumo che quindi vinca Bille), mentre l'ultima tappa di domani dovrebbe venire tramutata in una corsa 1.2. con al via tutti i partenti del tour.



henny5
Messaggi: 438
Iscritto il: lunedì 22 giugno 2015, 17:58

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggereda henny5 » giovedì 22 marzo 2018, 21:12

peek ha scritto:Ieri Debesay in Malesia ha avuto un brutto incidente proprio alla vigilia della tappa che ha vinto l'anno scorso e che sarebbe risultata decisiva nel suo tentativo di vincere la generale quest'anno.
Gebre si è allora improvvisato capitano ed è arrivato terzo, quarto in classifica generale. Nei dieci oggi è arrivato anche l'altro eritreo Eyob.
di debesay si dice che si sia fratturato il bacino(attendo conferme) e ciò significherebbe tornare alle corse tra maggio e giugno; peccato perchè ero curioso di vederlo nelle ardenne.

Gebre invece non mi ha sorpreso peccato che la salita della cameron highlands non sia dura quanto le genting highlands altrimenti avrebbe avuto grandi possibili di vincere la tappa.ottima top 10 anche per eyob che nella tsg potrebbe togliersi qualche soddisfazione nelle gare asiatiche.

Tonno di Montagna ha scritto:Ennesimo colpo di scena nel tour tunisino. La terza tappa prevista per oggi è stata prima accorciata e poi cancellata. Se ho capito bene il risultato di ieri verrà preso buono per la classifica generale (presumo che quindi vinca Bille), mentre l'ultima tappa di domani dovrebbe venire tramutata in una corsa 1.2. con al via tutti i partenti del tour.
c'era vento e soprattutto neve. la decisione è stata quella giusta.oggi faceva più freddo in tunisia che ai 2000m di la molina :diavoletto: comunque 40 atleti in una corsa sono pochissimi ci dovrebbero esserci almeno in una corsa .2 60-70 atleti.



henny5
Messaggi: 438
Iscritto il: lunedì 22 giugno 2015, 17:58

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggereda henny5 » martedì 3 aprile 2018, 19:55

ieri si è concluso il giro d'algeria con la vittoria di azzedine lagab che nella prima parte dell'ultiima tappa che prevedeva una salita di 24 km al 4% è riuscito ad andare in fuga insieme a reguigui che poi ha vinto la tappa. è stato un giro d'algeria molto comabttutto tra la sovac,vib sport e gsp; peccato che le tappe,nonostante fossero di media montagna,non prevedevo un arrivo in salita(di solito il classico arrivo in salita nelle gare algerine era quella di chrea 17 km al 7%).

Tra 3 giorni ci sarà anche il giro del marocco,anch'esso sarà molto combattutto con la partecipazione della wilier e di altre squadre continental di buon livello(bike aid,interpro e sovac).le principali tappe che potrebbero fare la differenza saranno quella di ouarzazate e essaouira.

Continua il periodo d'oro per de bod che dopo aver vinto le strade bianche di romagna oggi ha vinto il palio al recioto davanti ad un talento come pogacar;se continua così il contratto con la DD dovrebbe essere sicuro.



peek
Messaggi: 4744
Iscritto il: sabato 8 gennaio 2011, 10:08

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggereda peek » venerdì 6 aprile 2018, 20:05

Giro di Algeria combattuto, con un discreto numero di atleti, ma livello tecnico piuttosto basso.

Un po' meglio sembra essere il giro del Marocco, oggi si è disputata la prima tappa vinta da Mareczko, secondo l'eritreo Teshome di fatto alla prima gara di stagione.

Vari i partecipanti di rilievo, su tutti Pippo Pozzato, ma non si deve dimenticare la presenza del mitico Paco Mancebo, Niko Holler della Bike Aid, Vorobyev, Reguigui, i marocchini Haddi e Mraouini, peccato non ci sia Rebellin che dall'Algeria è rientrato in Italia.
Ora ci sono un paio di tappe nelle quali, al netto di imprevisti, Mareczko potrebbe riuscire ad imporsi di nuovo, mentre la quarta tappa Marrakech › Ouarzazate porta sopra i 2000 metri.



Lopi90
Messaggi: 402
Iscritto il: martedì 31 maggio 2011, 12:15

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggereda Lopi90 » venerdì 6 aprile 2018, 22:45

Continua a sfuggirmi la strategia della Wilier di presentarsi spesso in corse .2 o comunque di scarso livello per una Professional con la formazione più o meno titolare. Ancora problemi con gli inviti ad altre corse?



Winter
Messaggi: 11728
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggereda Winter » sabato 7 aprile 2018, 20:22

Vedendo la classifica.. La vendee u deve aver dato spettacolo in Marocco
Cinque di loro nel gruppo in fuga..
E venti minuti al gruppone



henny5
Messaggi: 438
Iscritto il: lunedì 22 giugno 2015, 17:58

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggereda henny5 » sabato 7 aprile 2018, 22:13

Lopi90 ha scritto:Continua a sfuggirmi la strategia della Wilier di presentarsi spesso in corse .2 o comunque di scarso livello per una Professional con la formazione più o meno titolare. Ancora problemi con gli inviti ad altre corse?
probabilmente. Ipotizzo: la wilier ha inviato un lettera d'invito agli organizzatori del giro della croazia e i croati hanno risposto picche. se fosse così si spiegerebbe la loro presenza in marocco.

Winter ha scritto:Vedendo la classifica.. La vendee u deve aver dato spettacolo in Marocco
Cinque di loro nel gruppo in fuga..
E venti minuti al gruppone
Al primo gpm sono scattati in 17 dove c'erano i principali favoriti per la generale mentre dietro sola la wilier ha cercato di recuperare il ritardo dopo il gpm che era di circa 5'. alla fine ha vinto il corridore della vandeè u pijourlet davanti all'ex lotto-jumbo vermulen dell'interpro;ed a proposito dell'interpro rimango allibito dell'assenza di okubamariam.già l'anno scorso fece solamente due gare ed adesso che corrono in africa non lo convocano, mah.



Winter
Messaggi: 11728
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggereda Winter » domenica 8 aprile 2018, 11:26

Però è strano
perché tranne gaillard , i cinque vendee u non hanno grosse attitudini alla salita
bernard è uno sprinter :crazy:
Maitre e pijourlet dei pista

La wilier prestazione disastrosa
unica professional.. e tutti a venti minuti :(



Avatar utente
simociclo
Messaggi: 3602
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 17:12

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggereda simociclo » domenica 8 aprile 2018, 12:39

Winter ha scritto:Però è strano
perché tranne gaillard , i cinque vendee u non hanno grosse attitudini alla salita
bernard è uno sprinter :crazy:
Maitre e pijourlet dei pista

La wilier prestazione disastrosa
unica professional.. e tutti a venti minuti :(


Si in effetti la willier che non riesce ad entrare in una fuga di 17 in queste corde...


"la mente è come il paracadute, funziona solo se si apre" A. Einstein

Lopi90
Messaggi: 402
Iscritto il: martedì 31 maggio 2011, 12:15

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggereda Lopi90 » domenica 8 aprile 2018, 12:40

henny5 ha scritto:
Lopi90 ha scritto:Continua a sfuggirmi la strategia della Wilier di presentarsi spesso in corse .2 o comunque di scarso livello per una Professional con la formazione più o meno titolare. Ancora problemi con gli inviti ad altre corse?
probabilmente. Ipotizzo: la wilier ha inviato un lettera d'invito agli organizzatori del giro della croazia e i croati hanno risposto picche. se fosse così si spiegerebbe la loro presenza in marocco.


Può essere, però perché una corsa con al via la Ms Tina, la Bicicletas Strongman e la Holowesko, per dirne qualcuna, dovrebbe rifiutare una squadra come la Wilier?



Basso
Messaggi: 12343
Iscritto il: sabato 21 maggio 2011, 18:03
Località: Vicenza

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggereda Basso » martedì 10 aprile 2018, 21:50

Come riporta Directvélo, Valens Ndayisenga e Jean-Claude Uwizeye correranno a partire dal 22 aprile per il POC Côte de Lumière, formazione vandeana di DN2 di livello medio-basso. Il nome più "noto" del roster è quello di Arnaud Voss (solo omonimo del tedesco, ovviamente), ex Veranclassic che vanta un 9° allo Sharjah Tour 2015 come risultato di maggior rilievo.


11: Vuelta7-Prato
12: Appennino-JapanCup
13: Giro9-ITARR-Vuelta20-Sabatini
14: Vasco-Dauphiné-Tour3-Tour21-Polonia-TreValli
15: Laigueglia-Escaut-Giro2-Giro18-Giro-Tour13-Fourmies
16: Nice-Vuelta12
17: Frankfurt-Tour11-Vuelta16-Chrono
18: Bianche-DePanne

bartoli
Messaggi: 1235
Iscritto il: mercoledì 2 marzo 2011, 14:40
Località: Rho

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggereda bartoli » mercoledì 11 aprile 2018, 14:59

Si fanno queste corse per allenarsi. Bisognava fare il Croazia ma non siamo stati accettati quindi il gruppo "veloce" doveva andare a correre da qualche parte. O gli si faceva fare il Trentino o giocoforza dovevano essere dirottati in Marocco.
Nella tappa in cui hanno preso 20 minuti la salita iniziale era molto dura e ovviamente la squadra è rimasta con Kuba. Per 60 km, essendo gli unici a tirare, il gruppo è rimasto a 1 minuto poi hanno comprensibilmente mollato


Soffrire, cadere, rialzarsi, vincere. Questo è il vocabolario del ciclismo e della vita

Luca90
Messaggi: 3423
Iscritto il: venerdì 31 luglio 2015, 22:21

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggereda Luca90 » mercoledì 11 aprile 2018, 15:03

bartoli ha scritto:Si fanno queste corse per allenarsi. Bisognava fare il Croazia ma non siamo stati accettati quindi il gruppo "veloce" doveva andare a correre da qualche parte. O gli si faceva fare il Trentino o giocoforza dovevano essere dirottati in Marocco.
Nella tappa in cui hanno preso 20 minuti la salita iniziale era molto dura e ovviamente la squadra è rimasta con Kuba. Per 60 km, essendo gli unici a tirare, il gruppo è rimasto a 1 minuto poi hanno comprensibilmente mollato

mazza come mai non siete stati accettati? comunque almeno 1 nella fuga potevate metterlo...


2015: Tre Valli Varesine
2016 (11°) : Giro d'Italia (primi5), Tour de France tappa 11, Tour de France tappa 14, Parigi-Tours
2017 (14°) : Kuurne-Bruxelles-Kuurne, Tro Bro Leon

bartoli
Messaggi: 1235
Iscritto il: mercoledì 2 marzo 2011, 14:40
Località: Rho

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggereda bartoli » mercoledì 11 aprile 2018, 15:10

Luca90 ha scritto:
bartoli ha scritto:Si fanno queste corse per allenarsi. Bisognava fare il Croazia ma non siamo stati accettati quindi il gruppo "veloce" doveva andare a correre da qualche parte. O gli si faceva fare il Trentino o giocoforza dovevano essere dirottati in Marocco.
Nella tappa in cui hanno preso 20 minuti la salita iniziale era molto dura e ovviamente la squadra è rimasta con Kuba. Per 60 km, essendo gli unici a tirare, il gruppo è rimasto a 1 minuto poi hanno comprensibilmente mollato

mazza come mai non siete stati accettati? comunque almeno 1 nella fuga potevate metterlo...

Eh lo so però non è PCM, volendo stare con Kuba e con soli sei corridori per squadra hanno preferito preservare le gambe anche perchè non ci sono interessi di classifica generale con i corridori presenti


Soffrire, cadere, rialzarsi, vincere. Questo è il vocabolario del ciclismo e della vita

Avatar utente
Tranchée d'Arenberg
Messaggi: 13433
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:50
Località: Falconara Albanese (CS)
Contatta:

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggereda Tranchée d'Arenberg » mercoledì 11 aprile 2018, 15:23

Luca90 ha scritto:
bartoli ha scritto:Si fanno queste corse per allenarsi. Bisognava fare il Croazia ma non siamo stati accettati quindi il gruppo "veloce" doveva andare a correre da qualche parte. O gli si faceva fare il Trentino o giocoforza dovevano essere dirottati in Marocco.
Nella tappa in cui hanno preso 20 minuti la salita iniziale era molto dura e ovviamente la squadra è rimasta con Kuba. Per 60 km, essendo gli unici a tirare, il gruppo è rimasto a 1 minuto poi hanno comprensibilmente mollato

mazza come mai non siete stati accettati? comunque almeno 1 nella fuga potevate metterlo...


Cioè, ci stai dicendo che non vi hanno voluto in Croazia? Ora va bene che le professional italiane non sono la Sky ne la BMC, ma vedendo la start list del Tour of Croatia, vedo che ci stanno la Holowesko, la Novo Nordisk e la Bicicletas Strongman (continental colombiana). Insomma, un posto per la Wilier ci stava tutto anche perchè saranno 19 le squadre al via.


Cobblestone 2012 - 1° Classifica Generale
Cobblestone 2012 - 1° Classifica Classiche
Cobblestone 2013 - 1° Classifica Semiclassiche

FantaCycling Manager 2016 - 1° Classifica (squadre)

bartoli
Messaggi: 1235
Iscritto il: mercoledì 2 marzo 2011, 14:40
Località: Rho

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggereda bartoli » mercoledì 11 aprile 2018, 15:28

Tranchée d'Arenberg ha scritto:
Luca90 ha scritto:
bartoli ha scritto:Si fanno queste corse per allenarsi. Bisognava fare il Croazia ma non siamo stati accettati quindi il gruppo "veloce" doveva andare a correre da qualche parte. O gli si faceva fare il Trentino o giocoforza dovevano essere dirottati in Marocco.
Nella tappa in cui hanno preso 20 minuti la salita iniziale era molto dura e ovviamente la squadra è rimasta con Kuba. Per 60 km, essendo gli unici a tirare, il gruppo è rimasto a 1 minuto poi hanno comprensibilmente mollato

mazza come mai non siete stati accettati? comunque almeno 1 nella fuga potevate metterlo...


Cioè, ci stai dicendo che non vi hanno voluto in Croazia? Ora va bene che le professional italiane non sono la Sky ne la BMC, ma vedendo la start list del Tour of Croatia, vedo che ci stanno la Holowesko, la Novo Nordisk e la Bicicletas Strongman (continental colombiana). Insomma, un posto per la Wilier ci stava tutto anche perchè saranno 19 le squadre al via.

Che ti devo dire, avranno esaurito la quota Wilier con i colombiani :oops:


Soffrire, cadere, rialzarsi, vincere. Questo è il vocabolario del ciclismo e della vita

Avatar utente
simociclo
Messaggi: 3602
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 17:12

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggereda simociclo » venerdì 13 aprile 2018, 17:56

Eyob ha vinto la prima frazione di una corsa 2.3 in Indonesia, il Tour de Lombok.

Penso che nel circuito asiatica si possa togliere diverse soddisfazioni


"la mente è come il paracadute, funziona solo se si apre" A. Einstein

peek
Messaggi: 4744
Iscritto il: sabato 8 gennaio 2011, 10:08

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggereda peek » venerdì 13 aprile 2018, 18:46

henny5 ha scritto: a proposito dell'interpro rimango allibito dell'assenza di okubamariam.già l'anno scorso fece solamente due gare ed adesso che corrono in africa non lo convocano, mah.


Pare che faccia la vuelta castilla y leon. Dico pare perché gli eritrei bisogna aspettare il giorno stesso della corsa per vedere se partono davvero.
Sarebbe una bella cosa perché fin'ora non lo hanno mai fatto correre in Europa.
Credo che in Europa abbia corso solo un tour de l'Avenir da giovane e poco altro.



peek
Messaggi: 4744
Iscritto il: sabato 8 gennaio 2011, 10:08

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggereda peek » venerdì 13 aprile 2018, 18:47

simociclo ha scritto:Eyob ha vinto la prima frazione di una corsa 2.3 in Indonesia, il Tour de Lombok.

Penso che nel circuito asiatica si possa togliere diverse soddisfazioni


Tra l'altro rientrava dopo l'infortunio in Malesia.
E' importantissimo che faccia buona impressione così si assicura il rinnovo per l'anno prossimo.

Oggi dovrebbero aver esordito anche i 3 eritrei della Start Vaxes che sta correndo in Portogallo.



peek
Messaggi: 4744
Iscritto il: sabato 8 gennaio 2011, 10:08

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggereda peek » venerdì 13 aprile 2018, 18:48

Tranchée d'Arenberg ha scritto:
Cioè, ci stai dicendo che non vi hanno voluto in Croazia? Ora va bene che le professional italiane non sono la Sky ne la BMC, ma vedendo la start list del Tour of Croatia, vedo che ci stanno la Holowesko, la Novo Nordisk e la Bicicletas Strongman (continental colombiana). Insomma, un posto per la Wilier ci stava tutto anche perchè saranno 19 le squadre al via.


In compenso hanno invitato la Bardiani :D
Piove sul bagnato.



Basso
Messaggi: 12343
Iscritto il: sabato 21 maggio 2011, 18:03
Località: Vicenza

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggereda Basso » venerdì 13 aprile 2018, 21:00

Altra vittoria Wilier, ma la notizia di giornata riguarda la protesta dei corridori marocchini http://www.cicloweb.it/2018/04/13/marco-coledan-tour-du-maroc-ottava-tappa-wilier-triestina/


11: Vuelta7-Prato
12: Appennino-JapanCup
13: Giro9-ITARR-Vuelta20-Sabatini
14: Vasco-Dauphiné-Tour3-Tour21-Polonia-TreValli
15: Laigueglia-Escaut-Giro2-Giro18-Giro-Tour13-Fourmies
16: Nice-Vuelta12
17: Frankfurt-Tour11-Vuelta16-Chrono
18: Bianche-DePanne

henny5
Messaggi: 438
Iscritto il: lunedì 22 giugno 2015, 17:58

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggereda henny5 » venerdì 13 aprile 2018, 22:33

Basso ha scritto:Altra vittoria Wilier, ma la notizia di giornata riguarda la protesta dei corridori marocchini http://www.cicloweb.it/2018/04/13/marco-coledan-tour-du-maroc-ottava-tappa-wilier-triestina/
la tappa di oggi in un'altra corsa africana avrebbe ribaltato la classifica e invece con la wilier che sta facendo in questo giro del marocco quello che gli pare e piace è arrivata la fuga ma con il solo coledan.per quanto riguarda la protesta dei corridori è preoccupante il fatto che una federazione che organizza e anche bene una corsa non retribuisca i propri corridori (fino a ieri i migliori in nona e decima posizione c'erano mraouni e haddi) anche se la federazione marocchina ritiene questo gesto irresponsabile e inaccetabile.

peek ha scritto:
simociclo ha scritto:Eyob ha vinto la prima frazione di una corsa 2.3 in Indonesia, il Tour de Lombok.

Penso che nel circuito asiatica si possa togliere diverse soddisfazioni


Tra l'altro rientrava dopo l'infortunio in Malesia.
E' importantissimo che faccia buona impressione così si assicura il rinnovo per l'anno prossimo.

Oggi dovrebbero aver esordito anche i 3 eritrei della Start Vaxes che sta correndo in Portogallo.
bella vittoria di eyob davanti ad un buon sprinter in asia come mirza.domani sarà durissima difendere la generale visto che è prevista una salita di 17 km con media quasi al 8% con punte massime al 16% che finisce a 10 km dall'arrivo troppo dura per eyob.
Oggi in portogallo hanno debutato anche i 3 eritrei della start gusto con musie,che pur essendo alla sua prima corsa in europa è arrivato a 5 minuti dal vincitore mentre afewerki è arrivato nel grupetto a 22 minuti mentre hailu non ha finito la tappa. con le gare che la start gusto farà in europa(soprattutto in belgio) per musie sarà importante acquisire esperienza.



Avatar utente
simociclo
Messaggi: 3602
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 17:12

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggereda simociclo » lunedì 16 aprile 2018, 15:48

@peek e @henny

ma il giro d' eritrea quest'anno non lo fanno o non è corsa UCI?

Non lo vedo in calendario, negli ultimi anni era in questi giorni....


"la mente è come il paracadute, funziona solo se si apre" A. Einstein