Ciclismo africano

Il mondo dei professionisti tra gare e complessità, e più in generale l'approccio al ciclismo di ogni appassionato

Re: Ciclismo africano

UNREAD_POSTdi Admin » mercoledì 1 marzo 2017, 23:32

peek ha scritto:Sarebbe fantastico per il ciclismo africano se uscisse un campioncino dal Kenya.


Un altro? :bll:
Pantani è una leggenda come Coppi e Bartali
Admin
 
Messaggi: 11360
Iscritto il: domenica 21 giugno 2009, 21:48

Re: Ciclismo africano

UNREAD_POSTdi peek » giovedì 2 marzo 2017, 0:01

Admin ha scritto:
peek ha scritto:Sarebbe fantastico per il ciclismo africano se uscisse un campioncino dal Kenya.


Un altro? :bll:


Ma è vero che ha 18 anni? Fino a dieci giorni fa non si trovava da nessuna parte la sua data di nascita, poi in questi giorni pare che sia del novembre del 98. Ma certe volte con i corridori africani sbagliano le date di nascita e anche i nomi. Voi avete informazioni attendibili?

Se davvero ha 18 anni questo qui è proprio forte, soprattutto perché non ha mai corso fuori dal Kenya fin'ora.

Oggi comunque Tommy Voeckler ha recuperato un bel po' di posizioni ed è quarto nella generale. Sarebbe fantastico se quest'anno vincesse lui.
peek
 
Messaggi: 4596
Iscritto il: sabato 8 gennaio 2011, 10:08

Re: Ciclismo africano

UNREAD_POSTdi UribeZubia » lunedì 6 marzo 2017, 11:56

Ho letto su Cicloweb il resoconto della Tropicale Amissa Bongo e la questione delle 12 squalifiche a vita.

Mi piacerebbe che i corridori,specialmente quelli delle grandi squadre, esprimessero almeno la loro solidarietà con i ciclisti della nazionale gabonese.

P.S. Nell'articolo il Gabon viene definito staterello equatoriale... :diavoletto: ricordo che è grande 9 volte il Belgio,7 volte i Paesi Bassi, 3 volte il Portogallo e 2 volte l'Inghilterra... senza polemica ma per la precisione. :old:
Avatar utente
UribeZubia
 
Messaggi: 1730
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 18:27

Re: Ciclismo africano

UNREAD_POSTdi henny5 » mercoledì 22 marzo 2017, 20:17

passato il tour de cameroun con il migliore africano mraouni che si dimostra tra i migliori nel circuito africano anche se non ho ancora capito la scelta di gareggiare in francia a metà febbraio.

Oggi al giro della catalonia ho visto un berhane pimpante; spero di vederlo alle classiche delle ardenne in ottime condizioni.

Domani alla settimana coppi e bartali ci saranno kudus e gibbons. curioso di vedere gibbons che ha qualche possibilità di giocarsi la vittoria nelle due tappe mentre kudus proverà per la generale.

Ed infine come passare da perfetto sconosciuto a gareggiare il giro del trentino in soli 5 mesi. questa è la storia di awet habtom che quest'anno insieme a zemenfes solomon doveva andare al world cycling center di aigle ed invece a deciso di firmare per la bike aid. decisione troppo avventata
henny5
 
Messaggi: 370
Iscritto il: lunedì 22 giugno 2015, 16:58

Re: Ciclismo africano

UNREAD_POSTdi peek » domenica 26 marzo 2017, 23:14

Concordo su Habtom, è giovanissimo e gli avrebbe fatto meglio uno stage a Aigle che una, pur meritevolissima, continental tedesca.
Ma è sicuro che corra il Trentino? Perchè ho visto che in contemporanea correranno anche il giro di Eritrea, magari lo fanno correre lì e poi lo portano in Europa. Il Trentino come esordio europeo sarebbe davvero troppo duro.
Solomon invece è confermato a Aigle.

Bene oggi l'etiope Grmay che ha chiuso in top 20 il giro di Catalogna.

Sfortunato invece Kudus alla Coppi e Bartali, caduto nella penultima discesa nella tappa decisiva. Oggi ha attaccato nel momento sbagliato e si è fatto dei gran km in pianura con un gruppo di una quarantina di unità che lo inseguiva, non poteva andare da nessuna parte. Vediamo se saprà mettersi in evidenza in qualche tappa dei paesi Baschi.

Qualcuno ha notizie della continental della Dimension Data? L'anno scorso a quest'ora stavano già correndo in Europa.
peek
 
Messaggi: 4596
Iscritto il: sabato 8 gennaio 2011, 10:08

Re: Ciclismo africano

UNREAD_POSTdi henny5 » lunedì 27 marzo 2017, 20:25

peek ha scritto:Concordo su Habtom, è giovanissimo e gli avrebbe fatto meglio uno stage a Aigle che una, pur meritevolissima, continental tedesca.
Ma è sicuro che corra il Trentino? Perchè ho visto che in contemporanea correranno anche il giro di Eritrea, magari lo fanno correre lì e poi lo portano in Europa. Il Trentino come esordio europeo sarebbe davvero troppo duro.
Solomon invece è confermato a Aigle.

Bene oggi l'etiope Grmay che ha chiuso in top 20 il giro di Catalogna.

Sfortunato invece Kudus alla Coppi e Bartali, caduto nella penu ltima discesa nella tappa decisiva. Oggi ha attaccato nel momento sbagliato e si è fatto dei gran km in pianura con un gruppo di una quarantina di unità che lo inseguiva, non poteva andare da nessuna parte. Vediamo se saprà mettersi in evidenza in qualche tappa dei paesi Baschi.

Qualcuno ha notizie della continental della Dimension Data? L'anno scorso a quest'ora stavano già correndo in Europa.
è sicuro che habtom debutterà al giro del trentino (www.bikeaid.de/en/racing/racing_article ... 2c04e7ac6c), probabilmente la squadra che andrà in eritrea sarà una squadra con molti passisti e velocisti ( in particolar modo teshome e thomel) e con qualche scalatore (mengis e kipkemboi). Poi se si sa' qualcosa sul percorso del giro dell'eritrea o rimarrà uguale a quello del 2016 forse qualche idea ci si può fare. Poi sulla bike aid quest'anno faranno un calendario molto impegnativo soprattutto in estate e per questo che adesso stanno ingaggiando atleti.


Sulla continental della dimension data la squadra debutterà in italia al trofeo piva il 2 aprile, c'è da notare che quest'anno la continental farà il giro d'italia u23 ; sono molto curioso di vedere areruya cosa farà in europa. sono anche curioso di vedere solomon ad aigle spero di vederlo all'avenir
henny5
 
Messaggi: 370
Iscritto il: lunedì 22 giugno 2015, 16:58

Re: Ciclismo africano

UNREAD_POSTdi peek » mercoledì 29 marzo 2017, 23:37

In effetti la Bike Aid ha preso anche un olandese che è arrivato terzo al giro del Camerun perché dicono che hanno un programma fitto e non erano sufficienti i corridori. Comunque portare questo ragazzino eritreo per la prima volta in Europa e fargli correre il giro del Trentino è un po' da sconsiderati.

Se la Dimension Data continental fa il trofeo Piva vuol dire che sono già in Italia. Peccato che a queste corse non possano più partecipare i due eritrei. Ho visto che sono stati invitati al giro dell'Appennino, immagino li vedremo correre lì, dove l'anno scorso Gebreigzabhier fece molto bene.
peek
 
Messaggi: 4596
Iscritto il: sabato 8 gennaio 2011, 10:08

Re: Ciclismo africano

UNREAD_POSTdi peek » domenica 2 aprile 2017, 12:25

Esordio europeo della Dimension Data continental al trofeo Piva. Schierano i sudafricani Visser, De Bod e Dlamini e i ruandesi Areruya e Mugisha.
De Bod potrebbe far bene. Curioso di vedere come se la caveranno i ruandesi, per Mugisha arrivare al traguardo sarebbe già un buon risultato.
peek
 
Messaggi: 4596
Iscritto il: sabato 8 gennaio 2011, 10:08

Re: Ciclismo africano

UNREAD_POSTdi henny5 » venerdì 7 aprile 2017, 20:43

Oggi grande prestazione di meintjes alla pais vasco spero solo che domani tenga nella crono nella speranza, quasi impossibile di arrivare tra la top 10. se continua a migliorarsi nel corso della stagione, come l'anno scorso, ha buone possibilità di arrivare alla top5 al tour.


oggi è incominciato il giro del marocco con numerose squadre continental e soprattutto una professional di buon livello come la unitedhealthcare ( non capisco la loro partecipazione in una gara 2.2) con la vittoria del russo pozdnyakov (che è il favorito visto la coppi e bartali che ha fatto) ed il primo africano è stato ait el abdia che corre con la nazionale marocchina.le tappe decisive saranno quelle di oujda e sopratutto quella di fes con due salite negli ultimi 45 chilometri traguardi con l'arrivo in salita di fes.

Infine ho delle notizie sulle gare in eritrea: le tre classiche da un giorno saranno uguali a quello dell'anno scorso con la prima che si correrà il 15 che finirà con una salita di 11 chilometri quasi al 5% che finirà a 4 chilometri dal traguardi. Mentre sul giro dell'eritrea le ultime due tappe saranno,anch'esse, uguali a quelle dell'anno scorso con il "classico" massawa-asmara che forse deciderà la classifica finale.invece le tappe che cambieranno saranno le primo tre : prima tappa debarwa-keren (tappa da velocisti e con una salita all'inizio di 4 km al 5.5%), seconda tappa keren-barentu (tappa forse da scalatori con una salita 4 km al 5% che finirà a 3 km dall'arrivo) e poi la terza tappa che presenta un chilometraggio lungo (180 km) da agordat ad asmara con 4 salite di cui la più dura che porta a keren (5.5 km al 6%) finisce a 90 km dall'arrivo. sulle squadre invitate alla corsa so' soltanto che ci saranno oltre alla nazionale eritrea, la nazionale sudafricana, l'amore vita e la bike aid.
henny5
 
Messaggi: 370
Iscritto il: lunedì 22 giugno 2015, 16:58

Re: Ciclismo africano

UNREAD_POSTdi henny5 » mercoledì 12 aprile 2017, 19:35

ho buone notizie: ndayisenga debutterà con la tirol cycling al tour of alps. spero di vederlo spesso in fuga in qualche occasione; e se le notizie che ho sulla bike aid ahimè (solo in questo caso) ci saranno altri africani al tour of alps.

Poi sulla terza tappa del tour of eritrea la partenza sarà da hagaz e non da agordat (errore mio) ma la sostanza non cambia.
henny5
 
Messaggi: 370
Iscritto il: lunedì 22 giugno 2015, 16:58

Re: Ciclismo africano

UNREAD_POSTdi peek » sabato 15 aprile 2017, 9:08

Al tour des Alps la Bike Aid pare che schieri i due kenyani e l'eritreo Habtom.
Tutti e quattro gli africani al via non hanno mai disputato una gara così impegnativa. Se dovessero arrivare in fondo direi che sarebbe già un buon risultato.

Oggi inizia la settimana di corse in Eritrea, con il red sea challenge. Percorso impegnativo.
Al giro di Eritrea quest'anno partecipa finalmente anche la nazionale sudafricana.
peek
 
Messaggi: 4596
Iscritto il: sabato 8 gennaio 2011, 10:08

Re: Ciclismo africano

UNREAD_POSTdi peek » sabato 15 aprile 2017, 13:12

Il red sea challenge è stato vinto dall'Italiano dell'Amore e Vita Pierpaolo Ficara davanti a Zemenfes Solomon.
Non conosco Ficara che vedo comunque qualche discreto risultato in carriera lo ha ottenuto.
Mi stupisce positivamente Solomon 'perché da quel che ho capito il percorso non era esattamente per sprinter.
peek
 
Messaggi: 4596
Iscritto il: sabato 8 gennaio 2011, 10:08

Re: Ciclismo africano

UNREAD_POSTdi peek » sabato 15 aprile 2017, 14:59

La squadra francese Team Rémy Meder Haguenau che avrebbe dovuto far correre Barbari, ma al momento non risulta impegnato nelle loro corse, ha preso l'etiope Buru. E' un corridore che sembrava promettere da giovane, ma che fin'ora non ha mostrato grandi progressi, nonostante abbia avuto la possibilità di correre tra i dilettanti in Europa con una squadra spagnola.
Buona opportunità per lui. Domani esordio in una corsa a Stoccarda.
peek
 
Messaggi: 4596
Iscritto il: sabato 8 gennaio 2011, 10:08

Re: Ciclismo africano

UNREAD_POSTdi henny5 » sabato 15 aprile 2017, 20:17

peek ha scritto:Il red sea challenge è stato vinto dall'Italiano dell'Amore e Vita Pierpaolo Ficara davanti a Zemenfes Solomon.
Non conosco Ficara che vedo comunque qualche discreto risultato in carriera lo ha ottenuto.
Mi stupisce positivamente Solomon 'perché da quel che ho capito il percorso non era esattamente per sprinter.
ho appena visto il video su internet della corsa è solomon è stato un pirla; è andato in fuga insieme ad altri 5 corridori tutti più forti di lui in salita, tiene in una salita dura come quella affrontata oggi, fa un buon sprint dando più di una bici a ficara e che fa' ai -50 metri? già festeggia e l'ha prende in quel posto all'arrivo perdendo la corsa per 10 cm su ficara che sulla salita finale è stato marcato ad uomo dagli altri 4 corridori ed ha meritato di vincere. spero che solomon impari da quello che successo oggi. già domani con il massawa circuit avrà la possibilità di riscattarsi anche se domani, il principale favorito sarà teshome.

peek ha scritto:La squadra francese Team Rémy Meder Haguenau che avrebbe dovuto far correre Barbari, ma al momento non risulta impegnato nelle loro corse, ha preso l'etiope Buru. E' un corridore che sembrava promettere da giovane, ma che fin'ora non ha mostrato grandi progressi, nonostante abbia avuto la possibilità di correre tra i dilettanti in Europa con una squadra spagnola.
Buona opportunità per lui. Domani esordio in una corsa a Stoccarda.
buru non è stato fortunato la scorsa stagione ha avuto problemi di visto ed ha corso solo du gare con la bh burgos. ha incominciato la stagione arrivando quarto ai campionati africani. insieme a barbari meriterebbero una chance in una continental.
henny5
 
Messaggi: 370
Iscritto il: lunedì 22 giugno 2015, 16:58

Re: Ciclismo africano

UNREAD_POSTdi peek » sabato 15 aprile 2017, 21:09

A beh, se è andata così gli farà solo bene a Solomon. Si impara anche così. Ho provato a cercare il video, ma non l'ho trovato, hai mica un link?

Su Buru, intendevo dire che dopo il sesto posto al giro del Ruanda nel 2014 nel quale era stato sempre protagonista ci si aspettava una crescita che per il momento non si è vista. Però i presupposti c'erano. Secondo me è quasi meglio che sia finito in una squadra dilettantistica francese piuttosto che in una di quelle improbabili continental che poi non corrono mai. In Francia lo faranno correre di sicuro e avrà occasione di mettersi in evidenza se ne avrà le capacità.
peek
 
Messaggi: 4596
Iscritto il: sabato 8 gennaio 2011, 10:08

Re: Ciclismo africano

UNREAD_POSTdi peek » domenica 16 aprile 2017, 9:46

Ho visto le immagini dell'arrivo di ieri :D
Solomon un pirla totale :D C'è pure il terzo che esulta anche lui e intanto Ficara lo infilza per 5 cm sulla linea d'arrivo :D
peek
 
Messaggi: 4596
Iscritto il: sabato 8 gennaio 2011, 10:08

Re: Ciclismo africano

UNREAD_POSTdi peek » domenica 16 aprile 2017, 16:24

Il circuito di Massaua è stato vinto da un ragazzino, Simon Musie, davanti a Teshome e Abraham.

Questo Musie qualcuno se lo ricorderà perché l'anno scorso ai mondiali juniores di Doha è riuscito a mettersi in luce nella gara in linea perché era entrato nella fuga del giorno e in quella a crono perché all'arrivo era andato via dritto pensando di dover fare un altro giro :D
peek
 
Messaggi: 4596
Iscritto il: sabato 8 gennaio 2011, 10:08

Re: Ciclismo africano

UNREAD_POSTdi peek » domenica 16 aprile 2017, 16:39

Galdoune è andato a segno nell'ultima tappa del giro del Marocco, vinto da Anass Ait el Abdia che correva con la nazionale marocchina.
Ora è tempo che torni alle corse di altro livello, prossima sua uscita dovrebbe essere il Romandia.
peek
 
Messaggi: 4596
Iscritto il: sabato 8 gennaio 2011, 10:08

Re: Ciclismo africano

UNREAD_POSTdi andriusskerla » domenica 16 aprile 2017, 16:54

peek ha scritto:Ho visto le immagini dell'arrivo di ieri :D
Solomon un pirla totale :D C'è pure il terzo che esulta anche lui e intanto Ficara lo infilza per 5 cm sulla linea d'arrivo :D

Link?
andriusskerla
 
Messaggi: 1752
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 19:42
Località: Vasto

Re: Ciclismo africano

UNREAD_POSTdi peek » domenica 16 aprile 2017, 17:29

andriusskerla ha scritto:
peek ha scritto:Ho visto le immagini dell'arrivo di ieri :D
Solomon un pirla totale :D C'è pure il terzo che esulta anche lui e intanto Ficara lo infilza per 5 cm sulla linea d'arrivo :D

Link?


http://www.eastafro.com/2017/04/15/vide ... l-15-2017/

guarda dal minuto 5 in avanti. E' esilarante.
peek
 
Messaggi: 4596
Iscritto il: sabato 8 gennaio 2011, 10:08

Re: Ciclismo africano

UNREAD_POSTdi henny5 » domenica 16 aprile 2017, 18:55

peek ha scritto:Il circuito di Massaua è stato vinto da un ragazzino, Simon Musie, davanti a Teshome e Abraham.

Questo Musie qualcuno se lo ricorderà perché l'anno scorso ai mondiali juniores di Doha è riuscito a mettersi in luce nella gara in linea perché era entrato nella fuga del giorno e in quella a crono perché all'arrivo era andato via dritto pensando di dover fare un altro giro :D
musie probablimente avrà vinto in solitaria visto che non è uno sprinter. ottima prestazione di abraham che in questo inizio di stagione sta' mostrando di essere uno dei migliori sprinter africani

peek ha scritto:Galdoune è andato a segno nell'ultima tappa del giro del Marocco, vinto da Anass Ait el Abdia che correva con la nazionale marocchina.
Ora è tempo che torni alle corse di altro livello, prossima sua uscita dovrebbe essere il Romandia.
ottimo galdoune spero che continui a migliorarsi anche nelle corse dilettantische italiane...è magari anche una possibilità di trovare nel 2018 un contratto da pro.

Domani al tour of alps ci saranno 4 africani e se le previsioni meteo sono giuste già domani sarà difficle per gli africani arrivare al traguardo soprattutto kipkemboi e habtom, mentre kangangi ha già avuto qualche esperienza in qualche gara di buon livello (tour of qinghai lake)
henny5
 
Messaggi: 370
Iscritto il: lunedì 22 giugno 2015, 16:58

Re: Ciclismo africano

UNREAD_POSTdi peek » domenica 16 aprile 2017, 19:26

Sì, pare abbia vinto con un'azione da finisseur. Bravo comunque perché c'era la bike aid a controllare la corsa per Teshome che infatti ha poi vinto lo sprint del gruppo.
peek
 
Messaggi: 4596
Iscritto il: sabato 8 gennaio 2011, 10:08

Re: Ciclismo africano

UNREAD_POSTdi peek » martedì 18 aprile 2017, 18:04

Prima tappa del giro di Eritrea dedicata ai velocisti. Va subito a segno l'eritreo della Bike Aid Teshome, davanti al sudafricano Hendricks e all'albanese Halilaj.
peek
 
Messaggi: 4596
Iscritto il: sabato 8 gennaio 2011, 10:08

Re: Ciclismo africano

UNREAD_POSTdi peek » mercoledì 19 aprile 2017, 18:53

Seconda tappa del giro di Eritrea, piuttosto impegnativa, con vari gpm nella prima parte. E' arrivato da solo Amanuel Tsegay che ha preso anche la maglia di leader. Il gruppetto che è arrivato a quasi due minuti è stato regolato da Solomon davanti a Abraham.
Solomon oltre che veloce evidentemente ha una discreta tenuta in salita perché oggi era tutt'altro che facile arrivare coi primi.

Chi ha deluso anche oggi è Gebrehindrias. Il giro di Eritrea doveva essere la corsa del rilancio, ma oggi è arrivato già con una ventina di minuti di ritardo. E' un ragazzo che da juniores prometteva bene, ma fin'ora non è riuscito a mantenere quelle promesse.
peek
 
Messaggi: 4596
Iscritto il: sabato 8 gennaio 2011, 10:08

Re: Ciclismo africano

UNREAD_POSTdi simociclo » mercoledì 19 aprile 2017, 19:38

peek ha scritto:Al tour des Alps la Bike Aid pare che schieri i due kenyani e l'eritreo Habtom.
Tutti e quattro gli africani al via non hanno mai disputato una gara così impegnativa. Se dovessero arrivare in fondo direi che sarebbe già un buon risultato.

Oggi inizia la settimana di corse in Eritrea, con il red sea challenge. Percorso impegnativo.
Al giro di Eritrea quest'anno partecipa finalmente anche la nazionale sudafricana.


Per ora al tour des alpes se la stanno cavando bene: sono ancora in gara e uno dei due keniani non sta finendo nell'ultimo gruppo
"la mente è come il paracadute, funziona solo se si apre" A. Einstein
Avatar utente
simociclo
 
Messaggi: 3448
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 17:12

Re: Ciclismo africano

UNREAD_POSTdi henny5 » mercoledì 19 aprile 2017, 19:40

peek ha scritto:Seconda tappa del giro di Eritrea, piuttosto impegnativa, con vari gpm nella prima parte. E' arrivato da solo Amanuel Tsegay che ha preso anche la maglia di leader. Il gruppetto che è arrivato a quasi due minuti è stato regolato da Solomon davanti a Abraham.
Solomon oltre che veloce evidentemente ha una discreta tenuta in salita perché oggi era tutt'altro che facile arrivare coi primi.

Chi ha deluso anche oggi è Gebrehindrias. Il giro di Eritrea doveva essere la corsa del rilancio, ma oggi è arrivato già con una ventina di minuti di ritardo. E' un ragazzo che da juniores prometteva bene, ma fin'ora non è riuscito a mantenere quelle promesse.
ma la tappa di oggi non doveva essere keren-barentu?

su mengis ho notato che c'è stata una trasformazione da scalatore da quando era junior a vedendo i risultati dal 2016 ad una specie di sprinter che ci starebbe visto la sua altezza c'è da dire che alla sua prima gara di stagione spero che la forma migliori nel corso della stagione.

intanto al tour of alps gli africani stanno resistendo al freddo assurdo (per gli africani) in trentino con kangangi che è il migliore tra quest ed è 85esimo mentre i due 98' sono in 97esima e 114esimo mentre ndayisenga è 130esimo. spero di vedere qualcuno di questi in fuga anche se sarà difficile. comunque rimango della idea che mandare i due 98' sia una pazzia.
henny5
 
Messaggi: 370
Iscritto il: lunedì 22 giugno 2015, 16:58

Re: Ciclismo africano

UNREAD_POSTdi peek » mercoledì 19 aprile 2017, 21:27

simociclo ha scritto:Per ora al tour des alpes se la stanno cavando bene: sono ancora in gara e uno dei due keniani non sta finendo nell'ultimo gruppo


Sì, oggi sono stati forse graziati dalla cancellazione del passaggio sul passo delle erbe. A parte Kangangi che, come previsto, è più maturo e più solido.
I due ragazzini in questi giorni avrebbero dovuto fare il Belvedere o il Palio del Recioto non queste corse qui.

Ndayisenga invece non lo vedo molto bene. Anche lui è uno che sembrava promettere da U23, ma poi non ha mantenuto. Forse il punto è che fa fatica nelle corse europee. In Africa ha vinto due volte il giro del Ruanda, cosa che richiede una certa solidità, ma in Europa non ha mai dato alcun segno di poter essere competitivo.
In questi giorni dei quattro è quello che sta facendo più fatica, sebbene in carriera abbia disputato più gare in Europa degli altri. Può essere che il fatto di essere appena arrivato e sbattuto al freddo a correre una gara molto esigente spieghi in parte le sue difficoltà. Quel che è certo è che se continua la stagione europea su questo livello sarà anche l'ultima perché non credo avrà altre chance. Dovrà ripiegare sulle corse africane oppure ritirarsi.

Il Ruanda ha fatto un bell'investimento sul ciclismo negli ultimi dieci anni e si è affacciato nelle corse africane con qualche risultato, ma al momento di fare il grande salto questi ragazzi non sono riusciti ad arrivare a risultati accettabili per una carriera professionistica. Con l'eccezione di Niyonshuti che tuttavia appartiene a una generazione precedente rispetto a questa ultima onda. C'è da dire che lui sembra avere anche una testa, oltre alle gambe, che gli altri non hanno sempre dimostrato di avere.

Areruya è sicuramente il più promettente tra i giovani ruandesi però anche lui sta soffrendo molto questo esordio europeo: ha corso il trofeo Piva senza riuscire a finirlo, il Belvedere idem, ha terminato il trofeo Edil C con il gruppo, ma si tratta di una corsa molto meno esigente. Vedremo, lui i numeri sembra averli, magari ha bisogno di ambientarsi.
peek
 
Messaggi: 4596
Iscritto il: sabato 8 gennaio 2011, 10:08

Re: Ciclismo africano

UNREAD_POSTdi peek » mercoledì 19 aprile 2017, 21:53

henny5 ha scritto:
su mengis ho notato che c'è stata una trasformazione da scalatore da quando era junior a vedendo i risultati dal 2016 ad una specie di sprinter che ci starebbe visto la sua altezza c'è da dire che alla sua prima gara di stagione spero che la forma migliori nel corso della stagione.


Il problema è che va piano. L'anno scorso ha fatto un discreto giro del Camerun con un po' di piazzamenti, ma si tratta di una corsa che anche nel panorama africano non ha una concorrenza di altissimo livello.
Per il resto nulla. E nella sua squadra lui è ancora considerato un corridore da salita.
Anche per lui si tratta dell'ultima chiamata, se non combina nulla neanche quest'anno non è pensabile che la Bike Aid gli rinnovi il contratto, oltretutto non sarà neanche più U23. In Eritrea sta crescendo gente più giovane che la squadra tedesca sta guardando con attenzione, come dimostra l'ingaggio di Habtom. E uno come Solomon sarà certamente nei loro pensieri, anche se per lui credo si muoverà direttamente la Dimension Data perché sembra avere potenzialità davvero notevoli che in prospettiva potrebbero interessare una WT.

Come sembra averle Kudus che però ogni tanto mi viene il timore che non sia stato gestito benissimo fin qui. Due GT in una anno da U23 credo che non siano frequenti, così come aver disputato 5 GT da U23, tutti portati a termine.
Quest'anno sembrano aver cambiato approccio e gli hanno predisposto un calendario più in linea con la sua età, speriamo non sia troppo tardi.
Tra l'altro secondo me sente anche la pressione psicologica. Quest'anno ha fatto due flop plateali: la tappa in salita ad Abu Dhabi e quella dura ai Paesi Baschi. In entrambi i casi la squadra fece grandi proclami dicendo che erano tutti per Kudus a suo sostegno. In entrambi i casi ha fallito. Eppure le condizioni non sembravano malvagie: ai Baschi era tredicesimo in classifica alla partenza di quella tappa che sembrava la più adatta per lui; negli emirati la settimana prima in Oman aveva dimostrato di avere un'ottima gamba.
Eppure è strano perché dei quattro eritrei è sempre sembrato il più spavaldo e sicuro di sé.
peek
 
Messaggi: 4596
Iscritto il: sabato 8 gennaio 2011, 10:08

Re: Ciclismo africano

UNREAD_POSTdi peek » giovedì 20 aprile 2017, 11:52

La settimana prossima ci sarà finalmente l'esordio per i due eritrei della continental DD. Eyob e Gebreigzabhier disputeranno infatti il tour de Bretagne, gli altri dovrebbero essere i sudafricani De Bod e Dlamini, il ruandese Areruya e il marocchino El Chokri.
Curioso di vedere gli eventuali progressi di Gebre che partecipò l'anno scorso riuscendo a piazzarsi in una top 10 nell'ultima tappa. Eyob invece non riuscì mai a entrare in gioco.
peek
 
Messaggi: 4596
Iscritto il: sabato 8 gennaio 2011, 10:08

Re: Ciclismo africano

UNREAD_POSTdi peek » giovedì 20 aprile 2017, 17:05

Oggi la tappa in Eritrea se la sono giocata in uno sprint di una ventina di corridori. Si è imposto anche oggi Teshome, davanti a Okubamariam e al sudafricano Hendricks. A conferma di quanto diceva ieri Henny, Gebrehindrias si è buttato nello sprint piazzandosi al quarto posto. Classifica generale pressoché invariata.
Chi sta mostrando una certa regolarità è il giovanissimo Sirak Tesfom, campione eritreo juniores a cronometro l'anno scorso, sempre piazzato tra i primi si trova in sesta posizione nella generale.

Al giro delle Alpi buona prova per il ragazzino eritreo Habtom che oggi è riuscito a tenere più degli altri limitando il ritardo a 5 minuti.
peek
 
Messaggi: 4596
Iscritto il: sabato 8 gennaio 2011, 10:08

Re: Ciclismo africano

UNREAD_POSTdi peek » venerdì 21 aprile 2017, 22:40

Oggi in Eritrea la tappa era per velocisti, ha vinto l'albanese Halilaj, davanti a Teshome e Solomon. Domani la tappa regina da Massawa ad Asmara sarà decisiva. Ma Tsegay ha un buon margine e potrebbe provare a tenere.

Al giro delle Alpi è saltato nell'ultima tappa il kenyano Kipkemboi. Peccato non sia riuscito a concludere. Chi invece fa abbastanza impressione è il ragazzino eritreo Habtom. E' appena arrivato dall'Eritrea, lo schierano in una corsa di un livello stratosferico per uno con la sua modesta esperienza e non solo termina la corsa, ma la termina in crescendo. Oggi è arrivato 37esimo. Questo qui sembra avere le qualità per approdare nel WT tra un paio d'anni.

Infine, ho visto che la DD domenica per la Liegi ha inserito Debesay nel roster. Fa piacere che gli abbiano dato questa possibilità, non ha mai partecipato a una corsa così importante, spero davvero che riesca ad arrivare al traguardo.
peek
 
Messaggi: 4596
Iscritto il: sabato 8 gennaio 2011, 10:08

Re: Ciclismo africano

UNREAD_POSTdi peek » domenica 23 aprile 2017, 9:56

Solomon è evidentemente ben più di uno sprinter. Vince l'ultima tappa da Massaua ad Asmara che è una successione di gpm che portano dal livello del mare ai 2500 metri per poi arrivare nella capitale eritrea. E' di fatto una corsa a eliminazione, nella quale si sono finalmente rivisti i ruandesi, Nsengimana e Uwizeye che è stato l'ultimo a cedere al giovane eritreo che è arrivato da solo al traguardo infliggendo distacchi tali da rivoluzionare interamente la classifica.
Solomon vince il giro di Eritrea, davanti al ruandese Uwizeye e all'eritreo Tsegay che fino alla mattina aveva la leadership.

Uno che vince il giro di Eritrea in questo modo a 20 anni ha solo una cosa da fare: venire in Europa quanto prima e cominciare a misurarsi con il ciclismo di alto livello. Il che potrebbe metterne meglio a fuoco potenzialità e debolezze cosa che a questo punto in Eritrea fa fatica a fare perché è troppo in alto rispetto al livello medio. Peraltro spesso arrivare in fretta in Europa rappresenta anche un bagno di umiltà che è bene che questi ragazzi facciano prima di essere troppo incensati per i risultati raggiunti nei loro paesi.

Non so quando sia previsto il suo trasferimento a Aigle. Spero in tempi brevissimi in modo che possa partecipare al calendario che solitamente svolge la formazione del CMC. Un calendario utilissimo con le gare dilettantistiche francesi, qualche corsa in svizzera, poi magari anche val d'aosta e avenir.
peek
 
Messaggi: 4596
Iscritto il: sabato 8 gennaio 2011, 10:08

Re: Ciclismo africano

UNREAD_POSTdi simociclo » domenica 23 aprile 2017, 10:44

peek ha scritto:...

Infine, ho visto che la DD domenica per la Liegi ha inserito Debesay nel roster. Fa piacere che gli abbiano dato questa possibilità, non ha mai partecipato a una corsa così importante, spero davvero che riesca ad arrivare al traguardo.



intanto ha deciso di festeggiare l'esordio in una monumeto entrando nella fuga del mattino.... bravo Debesay!
"la mente è come il paracadute, funziona solo se si apre" A. Einstein
Avatar utente
simociclo
 
Messaggi: 3448
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 17:12

Re: Ciclismo africano

UNREAD_POSTdi henny5 » domenica 23 aprile 2017, 11:11

peek ha scritto:
Non so quando sia previsto il suo trasferimento a Aigle. Spero in tempi brevissimi in modo che possa partecipare al calendario che solitamente svolge la formazione del CMC. Un calendario utilissimo con le gare dilettantistiche francesi, qualche corsa in svizzera, poi magari anche val d'aosta e avenir.
è qui che arrivano i problemi; il governo svizzero a quanto pare ha rifiutato il visto per solomon e per habtom ( è questo spiega il suo approdo alla bike aid). la speranza è che la nazionale eritrea con l'assenza della mesata in algeria abbia la possibilità di fare il tour de l'avenir anche se sarà molto difficile.

Oggi dovrebbe debuttare alla rutland melton cicle classic con la start vaxes l'eritreo afewerki.
henny5
 
Messaggi: 370
Iscritto il: lunedì 22 giugno 2015, 16:58

Re: Ciclismo africano

UNREAD_POSTdi peek » domenica 23 aprile 2017, 11:50

henny5 ha scritto:
peek ha scritto:
Non so quando sia previsto il suo trasferimento a Aigle. Spero in tempi brevissimi in modo che possa partecipare al calendario che solitamente svolge la formazione del CMC. Un calendario utilissimo con le gare dilettantistiche francesi, qualche corsa in svizzera, poi magari anche val d'aosta e avenir.
è qui che arrivano i problemi; il governo svizzero a quanto pare ha rifiutato il visto per solomon e per habtom ( è questo spiega il suo approdo alla bike aid). la speranza è che la nazionale eritrea con l'assenza della mesata in algeria abbia la possibilità di fare il tour de l'avenir anche se sarà molto difficile.



Non lo sapevo, ma non mi stupisce perché è accaduto spesso in passato. Ora mi spiego la scelta di Habtom per la Bike Aid che altrimenti non avrebbe avuto molto senso.
Mi sembra difficile che l'Eritrea abbia i soldi per fare il tour de l'Avenir. L'unica speranza è che qualche continental lo prenda per fargli fare qualche corsa in Europa come l'anno scorso Zemichael. Però per quest'anno ho il timore che dovrà rimanere in Africa.
L'anno prossimo potrebbero aprirsi le porte della DD continental perché i due eritrei che hanno attualmente non credo li terranno per ragioni di età.
peek
 
Messaggi: 4596
Iscritto il: sabato 8 gennaio 2011, 10:08

Re: Ciclismo africano

UNREAD_POSTdi henny5 » domenica 23 aprile 2017, 19:31

oggi all'asmara circuit ha vinto habtom davanti a altri due eritrei tesfay e il giovane musie.si concludono le gare in eritrea con il tour of eritrea che ha favorito i velocisti dovuto alla modifica della seconda tappa da keren a barentu . nonostante il dominio eritreo da notare le ottime prestazioni del sudafricano hendricks che nonostante sia un velocista è riuscito ad arrivare quarto nella generale e del ruandese uwizeye che è arrivato secondo nella generale e nell'ultima tappa. se fossi negli organizzatori,l'anno prossimo, proverei ad introdurre una nuova salita che vedendo su flamme rouge è bella tosta (40 km al 5%) anche se si trova nel mezzo del nulla.

Intanto oggi alla liegi, ho visto un debesay spaesato :diavoletto:
henny5
 
Messaggi: 370
Iscritto il: lunedì 22 giugno 2015, 16:58

Re: Ciclismo africano

UNREAD_POSTdi Winter » lunedì 24 aprile 2017, 16:57

Nel weekend vittoria in catalogna del giovane sudafricano van niekerk

http://www.directvelo.com/actualite/576 ... classement

Corre nel martigues sport
Winter
 
Messaggi: 10953
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Ciclismo africano

UNREAD_POSTdi torcia86 » giovedì 27 aprile 2017, 11:33

buona prestazioni ieri per Ait el Abdia al romandia ieri, 15° nel gruppone dei migliori
torcia86
 
Messaggi: 339
Iscritto il: lunedì 5 ottobre 2015, 13:52

Re: Ciclismo africano

UNREAD_POSTdi peek » giovedì 27 aprile 2017, 13:07

Beh, buona anche quella di Berhane che è arrivato quarto. Ora vediamo come va avanti perché spesso è molto discontinuo.
Kudus con il gruppo dei primi, l'anno scorso fece una top 20 al Romandia, vediamo se si conferma anche se il percorso non è adattissimo. Tekle invece mi sembra molto indietro di condizione, nell'ultima salita era sempre in fondo e a un certo punto si è staccato su pendenze non certo impossibili per chi sta a ruota.
peek
 
Messaggi: 4596
Iscritto il: sabato 8 gennaio 2011, 10:08

Re: Ciclismo africano

UNREAD_POSTdi Luca90 » giovedì 27 aprile 2017, 13:43

peek ha scritto:Beh, buona anche quella di Berhane che è arrivato quarto. Ora vediamo come va avanti perché spesso è molto discontinuo.
Kudus con il gruppo dei primi, l'anno scorso fece una top 20 al Romandia, vediamo se si conferma anche se il percorso non è adattissimo. Tekle invece mi sembra molto indietro di condizione, nell'ultima salita era sempre in fondo e a un certo punto si è staccato su pendenze non certo impossibili per chi sta a ruota.

che dici kudus ce la fa ad arrivare nei 10?
2015: Tre Valli Varesine
2016 (11°) : Giro d'Italia (primi5), Tour de France tappa 11, Tour de France tappa 14, Parigi-Tours
2017: Kuurne-Bruxelles-Kuurne, Tro Bro Leon
Luca90
 
Messaggi: 3030
Iscritto il: venerdì 31 luglio 2015, 21:21

Re: Ciclismo africano

UNREAD_POSTdi peek » giovedì 27 aprile 2017, 14:41

Luca90 ha scritto:
peek ha scritto:Beh, buona anche quella di Berhane che è arrivato quarto. Ora vediamo come va avanti perché spesso è molto discontinuo.
Kudus con il gruppo dei primi, l'anno scorso fece una top 20 al Romandia, vediamo se si conferma anche se il percorso non è adattissimo. Tekle invece mi sembra molto indietro di condizione, nell'ultima salita era sempre in fondo e a un certo punto si è staccato su pendenze non certo impossibili per chi sta a ruota.

che dici kudus ce la fa ad arrivare nei 10?


No, direi di no. Al di là della sua condizione attuale che non so bene quale sia, non ci sono tappe di montagna in grado di sgranare di molto i distacchi perciò molto si deciderà nella crono di domenica nella quale una cinquantina di corridori potrebbero fare meglio di lui.
In queste condizioni se conferma la top 20 dell'anno scorso è già un buon risultato. E Berhane, anche se ieri è sembrato brillante, rischia di uscire dai 20 perché a crono va anche più piano di Kudus.

Sono curioso di vedere invece cosa farà Grmay perché ieri ha fatto anche un'azione a metà salita e poi è arrivato coi primi. Lui al Baschi ha fatto una crono davvero ottima.
peek
 
Messaggi: 4596
Iscritto il: sabato 8 gennaio 2011, 10:08

Re: Ciclismo africano

UNREAD_POSTdi peek » venerdì 28 aprile 2017, 12:23

Ieri Kudus ha perso contatto con il gruppo principale negli ultimi km perché si è formato un buco davanti a lui. Ha perso un'altra quarantina di secondi, cosa che lo mette definitivamente fuori da qualsiasi ambizione di classifica. La cosa migliore che può fare a questo punto è di entrare nella fuga domani.
peek
 
Messaggi: 4596
Iscritto il: sabato 8 gennaio 2011, 10:08

Re: Ciclismo africano

UNREAD_POSTdi henny5 » domenica 30 aprile 2017, 19:51

con la conclusione del romandia si sono visti dei buoni segnali da alcuni corridori africani. buona prestazione di berhane con il quarto posto nella prima tappa e si è difeso nelle ultime due tappe. spero che riesca raggiungere il 100% della forma al giro.

ottima prestazione di ait el abdia che se continua così ha anche qualche possibilità di fare il tour a disposizione di meintjes (anche per lui buona prestazione).

al giro della bretagna gli africani della continental della dimension data stanno facendo fatica, con il migliore , lo sprinter marocchino el chokri (che è arrivato nono nella terza tappa), mentre i due eritrei stanno facendo , anche loro, fatica anche se sono alla prima corsa in europa a fine aprile;probabilmente cerceranno di finire la corsa per migliorare la forma nel corso di maggio.
henny5
 
Messaggi: 370
Iscritto il: lunedì 22 giugno 2015, 16:58

Re: Ciclismo africano

UNREAD_POSTdi torcia86 » martedì 2 maggio 2017, 16:44

Quarta vittoria stagionale per il marocchino Galdoune. Potrebbe ambire ad un livello professional? Che tipologia di corridore è?
torcia86
 
Messaggi: 339
Iscritto il: lunedì 5 ottobre 2015, 13:52

Re: Ciclismo africano

UNREAD_POSTdi peek » giovedì 4 maggio 2017, 19:07

torcia86 ha scritto:Quarta vittoria stagionale per il marocchino Galdoune. Potrebbe ambire ad un livello professional? Che tipologia di corridore è?


E' uno sprinter, nelle categorie giovanili aveva fatto anche buoni risultati a crono, ora però non sta seguendo molto questa specialità.
Gran parte di questa nuova generazione di ciclisti marocchini è di passisti veloci, però alcuni secondo me possono anche migliorare in salita. Forse non è il caso di Galdoune che comunque credo che abbia tutte le carte in regola per un passaggio in una professional. Quantomeno una chance gli andrebbe data, considerando che ha solo 21 anni e che ha già qualche vittoria in corse Uci.
peek
 
Messaggi: 4596
Iscritto il: sabato 8 gennaio 2011, 10:08

Re: Ciclismo africano

UNREAD_POSTdi simociclo » sabato 6 maggio 2017, 21:15

Intanto il buon Teklehaymanot è maglia azzurra (e la terrà anche domani), primo nella classifica della combattività e in quella delle fughe e secondo nella classifica della maglia ciclamino. :clap:
"la mente è come il paracadute, funziona solo se si apre" A. Einstein
Avatar utente
simociclo
 
Messaggi: 3448
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 17:12

Re: Ciclismo africano

UNREAD_POSTdi peek » lunedì 8 maggio 2017, 9:54

Sì, fa molto piacere vedere come sta interpretando questo giro. Questa è la sua dimensione perché valorizza i suoi punti forti (resistenza e recupero) e minimizza i suoi punti deboli (cronica difficoltà a stare in gruppo e limare).
peek
 
Messaggi: 4596
Iscritto il: sabato 8 gennaio 2011, 10:08

Re: Ciclismo africano

UNREAD_POSTdi Winter » lunedì 8 maggio 2017, 17:48

Be anche Gibbons si è fatto notare in questo inizio giro
Winter
 
Messaggi: 10953
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Ciclismo africano

UNREAD_POSTdi henny5 » lunedì 8 maggio 2017, 19:24

Winter ha scritto:Be anche Gibbons si è fatto notare in questo inizio giro
è lui la principale sorpresa nelle prime tre tappe del giro.

Intanto ieri si è corso il circuito del porto con galdoune che è arrivato settimo mentre l'altro marocchino el chokri è arrivato dodicesimo. il marocco che si conferma tra gli under 23 la squadra africana più forte; oltre a galdoune e el chokri può contare su zahiri che con la unieuro sta' facendo un'ottima stagione tra gli u23 con il quinto posto nella toscana terra di ciclismo e con altri buoni piazziamenti in italia.
torcia86 ha scritto:Quarta vittoria stagionale per il marocchino Galdoune. Potrebbe ambire ad un livello professional? Che tipologia di corridore è?
l'unica squadra che potrebbe ambire ad uno come galdoune sarebbe la uae
henny5
 
Messaggi: 370
Iscritto il: lunedì 22 giugno 2015, 16:58

Re: Ciclismo africano

UNREAD_POSTdi simociclo » mercoledì 10 maggio 2017, 16:15

Peek o Henny, conoscete la starting list del giro di Tunisia che parte domani?
"la mente è come il paracadute, funziona solo se si apre" A. Einstein
Avatar utente
simociclo
 
Messaggi: 3448
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 17:12

Re: Ciclismo africano

simila

simila
 

PrecedenteProssimo

Torna a Dite la vostra sul ciclismo!

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot], matteo.conz, neno, Scioppa e 15 ospiti