Ciclismo africano

Il mondo dei professionisti tra gare e complessità, e più in generale l'approccio al ciclismo di ogni appassionato
Basso
Messaggi: 12542
Iscritto il: sabato 21 maggio 2011, 18:03
Località: Vicenza

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggere da Basso » mercoledì 17 gennaio 2018, 15:26



11 Vuelta7-Prato
12 Appennino-JapanCup
13 Giro9-ITARR-Vuelta20-Sabatini
14 Vasco-Dauphiné-Tour3-Tour21-Polonia-TreValli
15 Laigueglia-Escaut-Giro2-Giro18-Giro-Tour13-Fourmies
16 Nice-Vuelta12
17 Frankfurt-Tour11-Vuelta16-Chrono
18 Bianche-DePanne-Romandie


Avatar utente
Patate
Messaggi: 2289
Iscritto il: domenica 28 febbraio 2016, 23:23

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggere da Patate » mercoledì 17 gennaio 2018, 16:04

Felicissimo per Noce :clap: :clap:


antani ha scritto:Non so perchè ma ho la sensazione che domani Aru possa arrivare dietro o davanti a Froome, stiamo a vedere sembra facile ma non è difficile

peek
Messaggi: 4789
Iscritto il: sabato 8 gennaio 2011, 10:08

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggere da peek » mercoledì 17 gennaio 2018, 16:33

Mi fa piacere che il Noce abbia vinto una corsa anche in Africa, la sua vittoria nobilita l'albo d'oro della Tropicale. Deve aver fatto un allungo sull'ultimo strappetto anticipando la volata.

Domani c'è l'unica tappa che può far segnare una differenza in classifica. Il Noce evidentemente è in buona condizione dovrebbe mettere sotto la squadra sull'ultimo gpm che è a una decina di km dal traguardo in modo da togliersi di torno i velocisti. Poi anche l'ultimo km sale al 5% e potrebbe essergli adatto. Se vince domani mettendo fuori gioco i velocisti potrebbe puntare alla vittoria finale.

I ragazzi africani stanno facendo fatica, anche oggi fuori dal podio con Reguigui al quarto posto e poi tre eritrei nei primi dieci. In classifica generale il bilancio è ancora più pesante, il primo è Reguigui al settimo posto, seguito dal marocchino Mraouini e al decimo posto c'è anche il giovane eritreo Mulubrhan.
C'è da dire però che la classifica è cortissima, i primi 30 della generale sono dentro i 20 secondi. E' il segno che queste corse si stanno livellando e che senza complicazioni altimetriche, quest'anno sono davvero troppo poche, non sono moltissimi quelli che si staccano.
Domani però c'è l'occasione per dare battaglia, speriamo lo facciano, vada come vada.



Lopi90
Messaggi: 488
Iscritto il: martedì 31 maggio 2011, 12:15

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggere da Lopi90 » mercoledì 17 gennaio 2018, 16:36

Noce domani puo` e deve cercare di fare la differenza, peraltro la Sporting-Tavira ha portato uno squadrone per le loro possibilita`, con Nocentini, Marque e Brandao, praticamente i 3 capitani, non mi aspettavo ci tenessero cosi` tanto.



Winter
Messaggi: 11938
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggere da Winter » mercoledì 17 gennaio 2018, 18:51

La nazionale sudafricana partecipera' al sharjah tour

https://www.cyclingsa.com/road-cycling- ... h-tour-uae




henny5
Messaggi: 454
Iscritto il: lunedì 22 giugno 2015, 17:58

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggere da henny5 » mercoledì 17 gennaio 2018, 19:42

peek ha scritto:Domani c'è l'unica tappa che può far segnare una differenza in classifica. Il Noce evidentemente è in buona condizione dovrebbe mettere sotto la squadra sull'ultimo gpm che è a una decina di km dal traguardo in modo da togliersi di torno i velocisti. Poi anche l'ultimo km sale al 5% e potrebbe essergli adatto. Se vince domani mettendo fuori gioco i velocisti potrebbe puntare alla vittoria finale.
se si correrà alla africana i presupposti per fare casino già nei primi 60 km ci sono con lo sporting,delko e eritrea che potrebbero approfittare delle difficoltà che potranno avere jones e carstensen se invece si aspetterà il finale si rischia di avvantaggiare corridori veloci che si difendono in salita(es.reguigui).
peek ha scritto:I ragazzi africani stanno facendo fatica, anche oggi fuori dal podio con Reguigui al quarto posto e poi tre eritrei nei primi dieci. In classifica generale il bilancio è ancora più pesante, il primo è Reguigui al settimo posto, seguito dal marocchino Mraouini e al decimo posto c'è anche il giovane eritreo Mulubrhan.
C'è da dire però che la classifica è cortissima, i primi 30 della generale sono dentro i 20 secondi. E' il segno che queste corse si stanno livellando e che senza complicazioni altimetriche, quest'anno sono davvero troppo poche, non sono moltissimi quelli che si staccano.
Domani però c'è l'occasione per dare battaglia, speriamo lo facciano, vada come vada.
più che fare fatica il livello alla tropicale rispetto agli anni scorsi si è alzato ma anche il livello dei ciclisti africani si è innalzato con tanti giovani che si devono far le ossa.
Lopi90 ha scritto:Noce domani puo` e deve cercare di fare la differenza, peraltro la Sporting-Tavira ha portato uno squadrone per le loro possibilita`, con Nocentini, Marque e Brandao, praticamente i 3 capitani, non mi aspettavo ci tenessero cosi` tanto.
più che altro vogliono arrivare in forma per l'algarve e quindi hanno deciso di incominciare la stagione a gennaio piuttosto che andare all'algarve con l'incognita della forma fisica

Intanto in un intervista all'equipe emergono situazioni alquanto inquietanti sull'affaire tekle con quest'ultimo pare che gli sia stato informato del non rinnovo ad ottobre cose da pazzi ad ottobre la squadra non la trovi sopratutto se wt o professional;per quello che tekle ha fatto per la dimension data e per il ciclismo africano se proprio non lo volevano più potevano avvisarlo ad agosto massimo inizio settembre.spero di vederlo con la nazionale eritrea in indonesia e che soprattutto trovi una squadra.



andriusskerla
Messaggi: 1882
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 19:42
Località: Vasto

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggere da andriusskerla » giovedì 18 gennaio 2018, 15:44

Tappa e maglia per Areruya a La Tropicale



henny5
Messaggi: 454
Iscritto il: lunedì 22 giugno 2015, 17:58

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggere da henny5 » giovedì 18 gennaio 2018, 16:11

andriusskerla ha scritto:Tappa e maglia per Areruya a La Tropicale
e al 80% si porterà anche la generale.non so cosa sia successo ma è bastato che nella fuga ci fossero 3 dei 4 team europei per non trovare nel gruppo una collaborazione tra lo sporting e le squadre africane soprattutto marocco e eritrea che avevano corridori per far bene nella generale(es.mraouni e okubamariam).
.



peek
Messaggi: 4789
Iscritto il: sabato 8 gennaio 2011, 10:08

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggere da peek » giovedì 18 gennaio 2018, 18:11

henny5 ha scritto:
andriusskerla ha scritto:Tappa e maglia per Areruya a La Tropicale
e al 80% si porterà anche la generale.non so cosa sia successo ma è bastato che nella fuga ci fossero 3 dei 4 team europei per non trovare nel gruppo una collaborazione tra lo sporting e le squadre africane soprattutto marocco e eritrea che avevano corridori per far bene nella generale(es.mraouni e okubamariam).
.
Quest'anno servizio informazione davvero peggiorato rispetto agli anni scorsi quando si poteva seguire una discreta diretta scritta.

Polli soprattutto gli eritrei a non inserire nessuno nella fuga, così il podio è andato, i primi quattro sono ormai quelli della fuga di oggi.
Comunque molto bravo Areruya, era in compagnia con tre discreti corridori e l'ha spuntata, il ragazzo mi sa che sta ancora migliorando, spero che faccia qualche buona prova anche nel calendario U23 europeo, dato che è il suo ultimo anno. E poi l'anno prossimo direi che il passaggio ai prof è abbastanza probabile, con queste premesse.

A parte Areruya, l'unico africano rimasto nei dieci è Reguigui al decimo posto. Le prossime tappe potrebbero essere più anarchiche con la possibilità che qualche fuga vada in porto perché il Ruanda controllerà solo i tre della fuga di oggi. Certo, devono evitare di finire in qualche imboscata.



bartoli
Messaggi: 1253
Iscritto il: mercoledì 2 marzo 2011, 14:40
Località: Rho

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggere da bartoli » venerdì 19 gennaio 2018, 12:25

Ieri hanno fatto una prima ora con scatti e controscatti, sono andati via in 12 ma non c'era accordo quindi sono partiti prima Gaudin e Holler e poi sono rientrati Koshevoy e Areruya che in salita hanno fatto la differenza, seppur minima. Ilia è in ritardo di condizione e quindi non è riuscito ad uscire dalla ruota di Areruya che comunque mi aveva già fatto una bella impressione nelle corse italiane di settembre


Soffrire, cadere, rialzarsi, vincere. Questo è il vocabolario del ciclismo e della vita

peek
Messaggi: 4789
Iscritto il: sabato 8 gennaio 2011, 10:08

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggere da peek » sabato 20 gennaio 2018, 0:00

Oggi ha vinto di nuovo l'australiano Jones, davanti a Reguigui e al Noce. Nei dieci altri quattro africani: gli eritrei Solomon e Habtom, il marocchino Mraouini e Areruya.
Nella classifica resta ovviamente primo Areruya, altri africani nei dieci Reguigui, che sale all'ottavo posto, e Mraouini che entra al decimo posto.

Domani tappa breve con un finale nervoso. A meno 2 c'è un muro di 500 metri al 10%. Sono percorsi molto adatti ad Areruya, non dovrebbe avere grandi difficoltà a tenere sotto controllo la corsa.



Basso
Messaggi: 12542
Iscritto il: sabato 21 maggio 2011, 18:03
Località: Vicenza

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggere da Basso » sabato 20 gennaio 2018, 12:19



11 Vuelta7-Prato
12 Appennino-JapanCup
13 Giro9-ITARR-Vuelta20-Sabatini
14 Vasco-Dauphiné-Tour3-Tour21-Polonia-TreValli
15 Laigueglia-Escaut-Giro2-Giro18-Giro-Tour13-Fourmies
16 Nice-Vuelta12
17 Frankfurt-Tour11-Vuelta16-Chrono
18 Bianche-DePanne-Romandie

peek
Messaggi: 4789
Iscritto il: sabato 8 gennaio 2011, 10:08

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggere da peek » sabato 20 gennaio 2018, 14:17

Basso ha scritto:Ancora Noce sugli scudi http://www.cicloweb.it/2018/01/20/tosca ... sta-tappa/
Basso, a me risulta che quest'anno la corsa abbia un servizio informazione pessimo rispetto agli altri anni. E' la stessa impressione di voi addetti ai lavori?



peek
Messaggi: 4789
Iscritto il: sabato 8 gennaio 2011, 10:08

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggere da peek » sabato 20 gennaio 2018, 14:45

Quest'oggi deve esserci stata della battaglia nel finale perché il gruppo è arrivato bello sgranato e sono anche saltati alcuni di classifica generale, come il tedesco Carstensen che è uscito dai dieci. Purtroppo anche gli eritrei Abraham e Okubamariam hanno perso parecchie posizioni in classifica. Credo siano entrati in una fuga e siano poi calati nel finale.

Comunque per i corridori africani è stata una giornata abbastanza positiva. Finalmente un acuto di Solomon che ha ceduto soltanto al Noce, ma che è stato anche l'unico a riuscire a stare con lui. Areruya, terzo, sembra in grado di controllare la corsa con autorevolezza, Reguigui, sesto, ha mostrato grande regolarità questa settimana. Entrano nei dieci anche il ragazzino eritreo Mulubrhan e centra una top 10 anche un etiope, Hailu. Quest'ultimo potrà anche quest'anno correre tra i dilettanti spagnoli.

In classifica generale non ci sono terremoti, Areruya è saldamente al comando, Reguigui guadagna una posizione portandosi al settimo posto, una la guadagna anche il marocchino Mraouini portandosi al nono posto e, grazie all'ottima performance di oggi, Solomon entra in decima posizione.

Domani arrivo sul tradizionale circuito di Libreville. Non presenta difficoltà tali da renderlo rilevante per la classifica generale e si presta a un arrivo di gruppo, ma anche a un colpo di mano. L'anno scorso vinse Abraham regolando un gruppetto che anticipò il gruppo di qualche secondo.



Basso
Messaggi: 12542
Iscritto il: sabato 21 maggio 2011, 18:03
Località: Vicenza

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggere da Basso » sabato 20 gennaio 2018, 16:11

Senza ombra di dubbio Peek, si è abbassato il buon livello mostrato negli anni passati.


11 Vuelta7-Prato
12 Appennino-JapanCup
13 Giro9-ITARR-Vuelta20-Sabatini
14 Vasco-Dauphiné-Tour3-Tour21-Polonia-TreValli
15 Laigueglia-Escaut-Giro2-Giro18-Giro-Tour13-Fourmies
16 Nice-Vuelta12
17 Frankfurt-Tour11-Vuelta16-Chrono
18 Bianche-DePanne-Romandie

peek
Messaggi: 4789
Iscritto il: sabato 8 gennaio 2011, 10:08

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggere da peek » sabato 20 gennaio 2018, 19:40

Grande Sud Africa in Australia, Impey dovrebbe riuscire a portare a casa la corsa della vita.
Molto bene anche Dlamini perseguendo il suo obiettivo e portandolo a casa, un bel modo per presentarsi nel WT.



peek
Messaggi: 4789
Iscritto il: sabato 8 gennaio 2011, 10:08

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggere da peek » domenica 21 gennaio 2018, 15:49

Joe Areruya, detto "la bestia", ha vinto la Tropicale. La tappa di oggi la porta a casa la Willier con Pacioni che si impone davanti a Jones e Reguigui.



Lopi90
Messaggi: 488
Iscritto il: martedì 31 maggio 2011, 12:15

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggere da Lopi90 » domenica 21 gennaio 2018, 17:22

Pacioni non me lo ricordavo velocista da gruppo compatto, ha lavorato su questa specialità o semplicemente in Gabon il livello è così basso che riesce a vincere una volata di gruppo anche che sprinter vero non è?



bartoli
Messaggi: 1253
Iscritto il: mercoledì 2 marzo 2011, 14:40
Località: Rho

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggere da bartoli » lunedì 22 gennaio 2018, 22:57

Lopi90 ha scritto:Pacioni non me lo ricordavo velocista da gruppo compatto, ha lavorato su questa specialità o semplicemente in Gabon il livello è così basso che riesce a vincere una volata di gruppo anche che sprinter vero non è?
Entrambe credo. Sarà molto utile nel treno di Kuba e nelle corse con finali insidiosi, in ritiro ci ha fatto un'ottima impressione


Soffrire, cadere, rialzarsi, vincere. Questo è il vocabolario del ciclismo e della vita

peek
Messaggi: 4789
Iscritto il: sabato 8 gennaio 2011, 10:08

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggere da peek » martedì 23 gennaio 2018, 0:26

Tekle non correrà il giro di Indonesia con la nazionale. Di fatto non è la nazionale eritrea, ma una squadra dilettantistica, la eritel, che schiera una formazione di semisconosciuti.
Del resto credo che i migliori U23 l'Eritrea li voglia schierare a quella sorta di Tour de l'Avenir africano che si svolgerà fra otto giorni in Camerun.

In Indonesia esordio di Eyob con la Terengganu, mentre per Okubamariam mi sa che anche questa stagione con la Interpro sarà un mezzo pacco. Stanno facendo doppio calendario in Indonesia e alla Shariah, ma non è stato inserito in nessuna delle due corse.



andriusskerla
Messaggi: 1882
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 19:42
Località: Vasto

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggere da andriusskerla » martedì 23 gennaio 2018, 3:19

peek ha scritto:Tekle non correrà il giro di Indonesia con la nazionale. Di fatto non è la nazionale eritrea, ma una squadra dilettantistica, la eritel, che schiera una formazione di semisconosciuti.
Del resto credo che i migliori U23 l'Eritrea li voglia schierare a quella sorta di Tour de l'Avenir africano che si svolgerà fra otto giorni in Camerun.

In Indonesia esordio di Eyob con la Terengganu, mentre per Okubamariam mi sa che anche questa stagione con la Interpro sarà un mezzo pacco. Stanno facendo doppio calendario in Indonesia e alla Shariah, ma non è stato inserito in nessuna delle due corse.
Ho letto un'intervista al team manager della Dimension Data, che dice che Tekle annuncerà presto la sua nuova squadra: aspettiamo.

Per quanto riguarda Okubamariam c'è da dire che a differenza degli altri corridori della Interpro ha già fatto il suo esordio stagionale. In ogni caso aspetterei a darlo assente, cosiderando che le startlist di Procyclingstats inseriscono tre corridori del team in entrambe le corse e in Indonesia c'è anche Milani, che non è mai stato ingaggiato.



peek
Messaggi: 4789
Iscritto il: sabato 8 gennaio 2011, 10:08

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggere da peek » martedì 23 gennaio 2018, 10:29

andriusskerla ha scritto:
peek ha scritto:Tekle non correrà il giro di Indonesia con la nazionale. Di fatto non è la nazionale eritrea, ma una squadra dilettantistica, la eritel, che schiera una formazione di semisconosciuti.
Del resto credo che i migliori U23 l'Eritrea li voglia schierare a quella sorta di Tour de l'Avenir africano che si svolgerà fra otto giorni in Camerun.

In Indonesia esordio di Eyob con la Terengganu, mentre per Okubamariam mi sa che anche questa stagione con la Interpro sarà un mezzo pacco. Stanno facendo doppio calendario in Indonesia e alla Shariah, ma non è stato inserito in nessuna delle due corse.
Ho letto un'intervista al team manager della Dimension Data, che dice che Tekle annuncerà presto la sua nuova squadra: aspettiamo.

Per quanto riguarda Okubamariam c'è da dire che a differenza degli altri corridori della Interpro ha già fatto il suo esordio stagionale. In ogni caso aspetterei a darlo assente, cosiderando che le startlist di Procyclingstats inseriscono tre corridori del team in entrambe le corse e in Indonesia c'è anche Milani, che non è mai stato ingaggiato.
La formazione per la Shariah l'hanno comunicata ufficialmente e lui non c'è. Effettivamente però nella formazione pubblicata per l'Indonesia ci sono un paio di nomi che saranno invece impegnati negli Emirati.

Ho letto l'intervista, non darei molto peso a quanto dice Ryder in un'intervista chiaramente difensiva e in qualche passaggio un po' sgradevole. E' chiaro che la DD spera che Tekle si piazzi presto perché un po' di ostilità intorno alla squadra la sentono. Sia chiaro che trovo del tutto legittimo che non abbiano rinnovato il contratto e dopo quattro anni può essere salutare per tutti. Però in un intervista non puoi continuare a dire che Tekle è una persona fantastica e la frase dopo che è un paraculo. Deciditi.

Si vede che sentono piovere critiche contro la squadra perché ne hanno trasformato la mission. Da parte loro dicono che gli africani sono troppo scarsi e non portano punti che a loro sono necessari per rimanere nel WT. Però se questo è il criterio hanno fatto davvero gli investimenti giusti? Immobilizzare gran parte del budget per ingaggiare, con un contratto triennale, Cavendish e il suo treno è la scelta migliore per fare punti WT? Io credo di no.
Certo l'anno scorso è stato un anno difficile da valutare a causa della caduta al tour. Ma cosa aveva fatto Cavendish fino a quel momento? Una vittoria a Abu Dhabi. Alla fine dell'anno i punti fatti da Cav sono risultati inferiori a quelli fatti da Kudus e poco superiori a quelli di Debesay.

Se vuoi i punti devi prendere corridori solidi, non campioni, ma piazzati in corse che rendono punti anche se non sono di prestigio assoluto. Come hanno fatto quest'anno con Slagter che con il terzo posto in Australia prende più o meno tanti punti quanto tre vittorie di tappa al tour o un podio alla Roubaix.

Per tornare a Tekle è vero che qualcosa si sta muovendo perché il suo procuratore ha confermato che c'è un impegno a voce con una squadra. Però non c'è ancora un contratto e si sa che certe volte il passaggio dall'una all'altra cosa può non essere facile.
Speriamo. Io mi auguro che sia una professional, non una WT.



peek
Messaggi: 4789
Iscritto il: sabato 8 gennaio 2011, 10:08

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggere da peek » martedì 23 gennaio 2018, 23:03

andriusskerla ha scritto:
Per quanto riguarda Okubamariam c'è da dire che a differenza degli altri corridori della Interpro ha già fatto il suo esordio stagionale. In ogni caso aspetterei a darlo assente, cosiderando che le startlist di Procyclingstats inseriscono tre corridori del team in entrambe le corse e in Indonesia c'è anche Milani, che non è mai stato ingaggiato.
Mi sa che aveva ragione Andrius. Pare proprio che Okubanariam corra il giro di Indonesia. E' che con gli eritrei sono sempre pessimista, ma in effetti in Indonesia gli frega poco se uno è eritreo o lituano, a differenza della Svizzera.



Avatar utente
simociclo
Messaggi: 3719
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 17:12

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggere da simociclo » mercoledì 24 gennaio 2018, 17:39

peek ha scritto:
andriusskerla ha scritto:
peek ha scritto:Tekle non correrà il giro di Indonesia con la nazionale. Di fatto non è la nazionale eritrea, ma una squadra dilettantistica, la eritel, che schiera una formazione di semisconosciuti.
Del resto credo che i migliori U23 l'Eritrea li voglia schierare a quella sorta di Tour de l'Avenir africano che si svolgerà fra otto giorni in Camerun.

In Indonesia esordio di Eyob con la Terengganu, mentre per Okubamariam mi sa che anche questa stagione con la Interpro sarà un mezzo pacco. Stanno facendo doppio calendario in Indonesia e alla Shariah, ma non è stato inserito in nessuna delle due corse.
Ho letto un'intervista al team manager della Dimension Data, che dice che Tekle annuncerà presto la sua nuova squadra: aspettiamo.

Per quanto riguarda Okubamariam c'è da dire che a differenza degli altri corridori della Interpro ha già fatto il suo esordio stagionale. In ogni caso aspetterei a darlo assente, cosiderando che le startlist di Procyclingstats inseriscono tre corridori del team in entrambe le corse e in Indonesia c'è anche Milani, che non è mai stato ingaggiato.
La formazione per la Shariah l'hanno comunicata ufficialmente e lui non c'è. Effettivamente però nella formazione pubblicata per l'Indonesia ci sono un paio di nomi che saranno invece impegnati negli Emirati.

Ho letto l'intervista, non darei molto peso a quanto dice Ryder in un'intervista chiaramente difensiva e in qualche passaggio un po' sgradevole. E' chiaro che la DD spera che Tekle si piazzi presto perché un po' di ostilità intorno alla squadra la sentono. Sia chiaro che trovo del tutto legittimo che non abbiano rinnovato il contratto e dopo quattro anni può essere salutare per tutti. Però in un intervista non puoi continuare a dire che Tekle è una persona fantastica e la frase dopo che è un paraculo. Deciditi.

Si vede che sentono piovere critiche contro la squadra perché ne hanno trasformato la mission. Da parte loro dicono che gli africani sono troppo scarsi e non portano punti che a loro sono necessari per rimanere nel WT. Però se questo è il criterio hanno fatto davvero gli investimenti giusti? Immobilizzare gran parte del budget per ingaggiare, con un contratto triennale, Cavendish e il suo treno è la scelta migliore per fare punti WT? Io credo di no.
Certo l'anno scorso è stato un anno difficile da valutare a causa della caduta al tour. Ma cosa aveva fatto Cavendish fino a quel momento? Una vittoria a Abu Dhabi. Alla fine dell'anno i punti fatti da Cav sono risultati inferiori a quelli fatti da Kudus e poco superiori a quelli di Debesay.

Se vuoi i punti devi prendere corridori solidi, non campioni, ma piazzati in corse che rendono punti anche se non sono di prestigio assoluto. Come hanno fatto quest'anno con Slagter che con il terzo posto in Australia prende più o meno tanti punti quanto tre vittorie di tappa al tour o un podio alla Roubaix.

Per tornare a Tekle è vero che qualcosa si sta muovendo perché il suo procuratore ha confermato che c'è un impegno a voce con una squadra. Però non c'è ancora un contratto e si sa che certe volte il passaggio dall'una all'altra cosa può non essere facile.
Speriamo. Io mi auguro che sia una professional, non una WT.
si sa quali sono le squadre che hanno ancora un "buco" nel roster?


"la mente è come il paracadute, funziona solo se si apre" A. Einstein

henny5
Messaggi: 454
Iscritto il: lunedì 22 giugno 2015, 17:58

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggere da henny5 » venerdì 26 gennaio 2018, 13:46

Strepitoso kipkemboi!!!



Basso
Messaggi: 12542
Iscritto il: sabato 21 maggio 2011, 18:03
Località: Vicenza

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggere da Basso » venerdì 26 gennaio 2018, 13:50

Vittoria spettacolare. Un diciannovenne keniano che, oggi, dà lezioni di tattica a un quarantaseienne italiano, a un trentatreenne spagnolo e a un trentaduenne francese. Complimentoni!


11 Vuelta7-Prato
12 Appennino-JapanCup
13 Giro9-ITARR-Vuelta20-Sabatini
14 Vasco-Dauphiné-Tour3-Tour21-Polonia-TreValli
15 Laigueglia-Escaut-Giro2-Giro18-Giro-Tour13-Fourmies
16 Nice-Vuelta12
17 Frankfurt-Tour11-Vuelta16-Chrono
18 Bianche-DePanne-Romandie

Avatar utente
Pavè
Messaggi: 1732
Iscritto il: sabato 27 agosto 2011, 21:06

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggere da Pavè » venerdì 26 gennaio 2018, 13:58

Basso ha scritto:Vittoria spettacolare. Un diciannovenne keniano che, oggi, dà lezioni di tattica a un quarantaseienne italiano, a un trentatreenne spagnolo e a un trentaduenne francese. Complimentoni!
è stato il più forte e basta, più che altro la tattica non si è capita per la Vital concept hanno tirato loro per tenere chiusa la corsa forse hanno sovrastimato la forma di Coquard o sottovalutato la salita finale.


Cancellara, Valverde

Avatar utente
Seb
Messaggi: 4196
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:07
Località: Genova
Contatta:

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggere da Seb » venerdì 26 gennaio 2018, 14:04

Lo spunto negli ultimi metri è stato davvero impressionante



Basso
Messaggi: 12542
Iscritto il: sabato 21 maggio 2011, 18:03
Località: Vicenza

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggere da Basso » venerdì 26 gennaio 2018, 14:26

Pavè ha scritto:
Basso ha scritto:Vittoria spettacolare. Un diciannovenne keniano che, oggi, dà lezioni di tattica a un quarantaseienne italiano, a un trentatreenne spagnolo e a un trentaduenne francese. Complimentoni!
è stato il più forte e basta, più che altro la tattica non si è capita per la Vital concept hanno tirato loro per tenere chiusa la corsa forse hanno sovrastimato la forma di Coquard o sottovalutato la salita finale.
Ripeto, a mio avvisto Kipkemboi è stato eccellente in quanto ha preso la posizione giusta, riportandosi subito sotto a Moreno una volta che lo spagnolo aveva provato l'allungo. E una volta che anche Lebas e Rebellin sono rientrati è stato bravo a non farsi ingolosire, rimanendo al secondo posto e non facendosi superare, potendo così prendere la salitella conclusiva nel posto perfetto.
Ultima modifica di Basso il venerdì 26 gennaio 2018, 14:41, modificato 1 volta in totale.


11 Vuelta7-Prato
12 Appennino-JapanCup
13 Giro9-ITARR-Vuelta20-Sabatini
14 Vasco-Dauphiné-Tour3-Tour21-Polonia-TreValli
15 Laigueglia-Escaut-Giro2-Giro18-Giro-Tour13-Fourmies
16 Nice-Vuelta12
17 Frankfurt-Tour11-Vuelta16-Chrono
18 Bianche-DePanne-Romandie

Lopi90
Messaggi: 488
Iscritto il: martedì 31 maggio 2011, 12:15

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggere da Lopi90 » venerdì 26 gennaio 2018, 14:37

A mio avviso Lebas e Rebellin non ne avevano piu`, Moreno giustamente con la generale ormai in tasca ha corso principalmente per guadagnare il piu` possibile sugli avversari in classifica.



Winter
Messaggi: 11938
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggere da Winter » venerdì 26 gennaio 2018, 18:09

Certo che dalla foto non sembra un 98 :D
vero che conta poco però grande vittoria



bartoli
Messaggi: 1253
Iscritto il: mercoledì 2 marzo 2011, 14:40
Località: Rho

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggere da bartoli » venerdì 26 gennaio 2018, 18:14

Mah non vedo cosa abbia sbagliato Rebellin. Era alla sua ruota, l'altro ne aveva di più. Chi secondo me non sapeva nulla del finale è Moreno che ha provato una fagianata ma ha fatto la fine del tordo


Soffrire, cadere, rialzarsi, vincere. Questo è il vocabolario del ciclismo e della vita

henny5
Messaggi: 454
Iscritto il: lunedì 22 giugno 2015, 17:58

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggere da henny5 » venerdì 26 gennaio 2018, 21:30

Basso ha scritto:Vittoria spettacolare. Un diciannovenne keniano che, oggi, dà lezioni di tattica a un quarantaseienne italiano, a un trentatreenne spagnolo e a un trentaduenne francese. Complimentoni!
kipkemboi tra i è stato quello che si è risparmiato di più e anche l'arrivo in salita l'ha aiutato però strameritata la vittoria. da notare anche il quinto posto del sudafricano van heerden che dopo aver conquistato il secondo gpm di seconda categoria ha perso il contatto con il gruppo dei 4 a soli 500 m alla fine della salita di prima categoria buona anche la prestazione dell'altro keniano kangangi(ottavo).



Tonno di Montagna
Messaggi: 139
Iscritto il: mercoledì 24 gennaio 2018, 17:59

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggere da Tonno di Montagna » venerdì 26 gennaio 2018, 22:49

Winter ha scritto:Certo che dalla foto non sembra un 98 :D
vero che conta poco però grande vittoria
Di certo è più giovane di Rebellin :D :D



peek
Messaggi: 4789
Iscritto il: sabato 8 gennaio 2011, 10:08

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggere da peek » sabato 27 gennaio 2018, 14:25

Non mi ero reso conto che è tornato alle corse il grande keagan girdlestone :clap: :clap: :clap:



peek
Messaggi: 4789
Iscritto il: sabato 8 gennaio 2011, 10:08

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggere da peek » domenica 28 gennaio 2018, 8:40

Il giovane eritreo Hanibal Tesfay è arrivato terzo nella tappa odierna del giro di Indonesia. Era la tappa più importante per la classifica generale con una lunghissima salita a metà percorso. Tesfay è andato via da solo a metà della salita ed è stato in avanscoperta per una trentina di km. E' stato poi raggiunto da altri 3 corridori con i quali ha raggiunto il traguardo.

E' un personaggio abbastanza sconosciuto, anche se due anni fa, appena passato U23 fece un discreto giro di Eritrea conquistando anche la maglia di miglior scalatore.



peek
Messaggi: 4789
Iscritto il: sabato 8 gennaio 2011, 10:08

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggere da peek » lunedì 29 gennaio 2018, 0:35

Oggi eritrei mattatori al tour des Zibans in Algeria. Vince Abel Teweldemedhn in un ordine d'arrivo nel quale ci sono 5 eritrei nei primi 10.
Passa al secondo posto in classifica generale e prende la maglia di miglior giovane.
La generale è guidata dal marocchino Hida.



Tonno di Montagna
Messaggi: 139
Iscritto il: mercoledì 24 gennaio 2018, 17:59

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggere da Tonno di Montagna » lunedì 29 gennaio 2018, 1:39

Mi chiedo come abbia fatto Reguigui a perdere così tanto



peek
Messaggi: 4789
Iscritto il: sabato 8 gennaio 2011, 10:08

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggere da peek » lunedì 29 gennaio 2018, 9:25

Tonno di Montagna ha scritto:Mi chiedo come abbia fatto Reguigui a perdere così tanto
Il problema è che di queste corse non si sa nulla. Non si sa neanche il profilo altimetrico, lui tiene in salite leggere, ma se era montagnosa non mi stupisce che sia saltato. Magari aveva attaccato e poi è rimbalzato. Già il primo giorno era entrato in una fuga e quel giorno con successo perché era arrivata in fondo. Oltre a lui è saltato anche lo spagnolo che era leader della generale.
Quel che è sicuro è che gli eritrei devono aver fatto un attacco di squadra altrimenti non arrivano in 5 nei primi dieci.



Basso
Messaggi: 12542
Iscritto il: sabato 21 maggio 2011, 18:03
Località: Vicenza

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggere da Basso » lunedì 29 gennaio 2018, 10:09

peek ha scritto:Il problema è che di queste corse non si sa nulla. Non si sa neanche il profilo altimetrico
Caro peek, e poi non dire che non ti voglio bene :bll: La tappa di ieri era bella ondulata https://facyclisme.org/index.php/tour-i ... es-zibans/


11 Vuelta7-Prato
12 Appennino-JapanCup
13 Giro9-ITARR-Vuelta20-Sabatini
14 Vasco-Dauphiné-Tour3-Tour21-Polonia-TreValli
15 Laigueglia-Escaut-Giro2-Giro18-Giro-Tour13-Fourmies
16 Nice-Vuelta12
17 Frankfurt-Tour11-Vuelta16-Chrono
18 Bianche-DePanne-Romandie

Tonno di Montagna
Messaggi: 139
Iscritto il: mercoledì 24 gennaio 2018, 17:59

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggere da Tonno di Montagna » lunedì 29 gennaio 2018, 18:07

peek ha scritto:
Tonno di Montagna ha scritto:Mi chiedo come abbia fatto Reguigui a perdere così tanto
Il problema è che di queste corse non si sa nulla. Non si sa neanche il profilo altimetrico, lui tiene in salite leggere, ma se era montagnosa non mi stupisce che sia saltato. Magari aveva attaccato e poi è rimbalzato. Già il primo giorno era entrato in una fuga e quel giorno con successo perché era arrivata in fondo. Oltre a lui è saltato anche lo spagnolo che era leader della generale.
Quel che è sicuro è che gli eritrei devono aver fatto un attacco di squadra altrimenti non arrivano in 5 nei primi dieci.
Forse ha fatto la corsa sullo spagnolo e si sono eliminati a vicenda. Boooh.
Comunque oggi si è riscatattato in pieno.



peek
Messaggi: 4789
Iscritto il: sabato 8 gennaio 2011, 10:08

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggere da peek » martedì 30 gennaio 2018, 13:01

Basso ha scritto:
peek ha scritto:Il problema è che di queste corse non si sa nulla. Non si sa neanche il profilo altimetrico
Caro peek, e poi non dire che non ti voglio bene :bll: La tappa di ieri era bella ondulata https://facyclisme.org/index.php/tour-i ... es-zibans/
Lo so, lo so Basso che godo di un trattamento di favore.
Adesso, non vorrei neanche abusare, però se potessi fare qualcosa anche per la situazione di Tekle, tu che hai tante conoscenze, ti sarebbero grati tutti gli appassionati di ciclismo africano.



Basso
Messaggi: 12542
Iscritto il: sabato 21 maggio 2011, 18:03
Località: Vicenza

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggere da Basso » martedì 30 gennaio 2018, 13:22

peek ha scritto:Lo so, lo so Basso che godo di un trattamento di favore.
Adesso, non vorrei neanche abusare, però se potessi fare qualcosa anche per la situazione di Tekle, tu che hai tante conoscenze, ti sarebbero grati tutti gli appassionati di ciclismo africano.
Chiedi troppo caro Peek, chiedi troppo.


11 Vuelta7-Prato
12 Appennino-JapanCup
13 Giro9-ITARR-Vuelta20-Sabatini
14 Vasco-Dauphiné-Tour3-Tour21-Polonia-TreValli
15 Laigueglia-Escaut-Giro2-Giro18-Giro-Tour13-Fourmies
16 Nice-Vuelta12
17 Frankfurt-Tour11-Vuelta16-Chrono
18 Bianche-DePanne-Romandie

Basso
Messaggi: 12542
Iscritto il: sabato 21 maggio 2011, 18:03
Località: Vicenza

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggere da Basso » venerdì 2 febbraio 2018, 17:41

E invece Peek, guarda che sorpresina che ti porto? :) http://www.cicloweb.it/2018/02/02/danie ... a-cofidis/


11 Vuelta7-Prato
12 Appennino-JapanCup
13 Giro9-ITARR-Vuelta20-Sabatini
14 Vasco-Dauphiné-Tour3-Tour21-Polonia-TreValli
15 Laigueglia-Escaut-Giro2-Giro18-Giro-Tour13-Fourmies
16 Nice-Vuelta12
17 Frankfurt-Tour11-Vuelta16-Chrono
18 Bianche-DePanne-Romandie

Avatar utente
Tranchée d'Arenberg
Messaggi: 13701
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:50
Località: Falconara Albanese (CS)

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggere da Tranchée d'Arenberg » venerdì 2 febbraio 2018, 17:47

Basso ha scritto:E invece Peek, guarda che sorpresina che ti porto? :) http://www.cicloweb.it/2018/02/02/danie ... a-cofidis/
:gruppo: :cincin:


Cobblestone 2012 - 1° Classifica Generale
Cobblestone 2012 - 1° Classifica Classiche
Cobblestone 2013 - 1° Classifica Semiclassiche

FantaCycling Manager 2016 - 1° Classifica (squadre)

Admin
Messaggi: 12303
Iscritto il: domenica 21 giugno 2009, 22:48

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggere da Admin » venerdì 2 febbraio 2018, 19:01

Sistemazione di lusso!!! :clap:

Complimenti per la mediazione, Basso. :P


Pantani è una leggenda come Coppi e Bartali

Avatar utente
Patate
Messaggi: 2289
Iscritto il: domenica 28 febbraio 2016, 23:23

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggere da Patate » venerdì 2 febbraio 2018, 19:52

Bella notizia!


antani ha scritto:Non so perchè ma ho la sensazione che domani Aru possa arrivare dietro o davanti a Froome, stiamo a vedere sembra facile ma non è difficile

peek
Messaggi: 4789
Iscritto il: sabato 8 gennaio 2011, 10:08

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggere da peek » sabato 3 febbraio 2018, 11:25

Basso ha scritto:E invece Peek, guarda che sorpresina che ti porto? :) http://www.cicloweb.it/2018/02/02/danie ... a-cofidis/
Basso sei un grandissimo.
Io alle prossime elezioni voto Basso.



henny5
Messaggi: 454
Iscritto il: lunedì 22 giugno 2015, 17:58

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggere da henny5 » sabato 3 febbraio 2018, 20:06

In questi giorni si sta' correndo in africa il tour de espoir prima prova della nations cup under23. dopo le prime due tappe dominate dagli eritrei con le vittorie dell'interessante mebrathom e di habtemicheal oggi nel circuito di yaoundè è prevalsa l'esperienza e la superiorità di areruya e della squadra ruandese che,approfittando della foratura di mebrathom nel momento sbagliato, è riuscita non solo a fare doppietta con vittoria di mugisha davanti ad areruya ma anche a mettere 3 dei suoi corridori nei primi 4.invece giornata disatrosa per l'eritrea con il solo mebrathom che è finito nel gruppo inseguitore a 2' e 44'' ed è secondo a 2' e 17'. in questo tour espoir la cosa più importante non sarà vincere la classifica individuale generale ma quella a squadre infatti la prima squadra nella classifca per squadra avrà un accesso diretto al tour de l'avenir e vedendo la classifica per domani se la giocheranno una tra ruanda e marocco invece l'eritrea dovrà fare i miracoli.



peek
Messaggi: 4789
Iscritto il: sabato 8 gennaio 2011, 10:08

Re: Ciclismo africano

Messaggio da leggere da peek » domenica 4 febbraio 2018, 21:10

Terza gara a tappe di fila vinta da Areruya che oggi ha controllato agevolmente la corsa, in generale ottima prestazione ruandese e marocchina.

Strano bilancio degli eritrei che vincono 3 tappe su 4, ma fanno una disastrosa classifica generale piazzando solo un corridore, Robel Tewelde, in decima posizione. Oggi ha vinto Henok Mulubrhan, un ragazzo che ha compiuto 18 anni qualche mese fa. In questo inizio di stagione gli eritrei stanno mostrando un numero impressionante di ragazzi competitivi sui 18/20 anni, la continuità tuttavia è tutta da verificare.

Gran prova di solidità ha dato invece il Ruanda, con una forte leadership, una squadra coesa, una strategia che ieri ha permesso loro di rovesciare il banco. Nella generale piazzano 4 ragazzi nelle prime 11 posizioni.
Tre nei dieci anche per i marocchini, che piazzano sul podio i due ragazzi che corrono in Europa, con la Qhuebeka e con l'UC Orleans.

Nei dieci si piazzano anche un sudafricano, un etiope, e fin qui siamo nell'ambito di nazioni ciclisticamente già note, e anche un burkinabé, tale Paul Daumont che con una condotta di gara regolare ha guadagnato la settima posizione. Il Burkina Faso ha un discreto movimento ciclistico, ma non ha mai avuto un corridore capace di fare risultato fuori del suo paese. Posto che questo ha solo 18 anni potrebbe diventare il primo.

Areruya in queste prime settimane dell'anno ha impressionato, sembra aver fatto un ulteriore passo avanti. Certo, tra un po' quando arriverà in Europa la musica cambierà e gli avversari saranno di tutt'altro livello. Solo lì avremo l'esatta misura dei suoi progressi.




Rispondi