Ciclismo sudamericano

Il mondo dei professionisti tra gare e complessità, e più in generale l'approccio al ciclismo di ogni appassionato
Faxnico
Messaggi: 972
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 15:12

Re: Ciclismo sudamericano

Messaggio da leggere da Faxnico » sabato 31 maggio 2014, 13:00

Per me sono pazzi. Oltre ogni ragionevole dubbio.
Ma nella loro follia, la gran parte è maledettamente scrupolosa e professionale.
Immancabile il calentamiento de la garganta, a las 5 AM!
RCN i più allineati...
Alla lunga diventano insostenibili, comunque.
E' stata dura, ma difatti dopo una dozzina d'anni ho chiuso.
Più o meno. :fischio:




Faxnico
Messaggi: 972
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 15:12

Re: Ciclismo sudamericano

Messaggio da leggere da Faxnico » sabato 31 maggio 2014, 13:25

asterisco ha scritto:Torno anche io sul forum e non posso non essere contento del fatto che quando iniziammo a parlare dei colombiani, sembrava che al più avrebbero potuto vincere qualche gpm dei grandi giri.

Chiedo però ai più esperti: quali sono i nuovi talenti tra quelli che sono ancora in Sudamerica?
Ciao Asterisco.
Per una risposta "definitiva" ci sentiamo dopo la Vuelta Sub23 (200 iscritti).
Nel caso dovessero vedersi (ancora) cose turche, non ci restano che i 4-72 (e pochissimi altri).
Urgono quindi iniziative a tutti i livelli.
Una 2.1 con visibilità internazionale e squadre europee, organizzata da gente seria e piazzata magari dopo il San Luis, potrebbe aiutare a dare un'ulteriore sbocco e sensibilizzare certi sponsor (non prima di qualche salutare figura di m... dei vari Sevilla).
Dopo l'ambiguo pasticcio sull'Avenir, si cerca disperatamente pure una nuova federazione! :help:



Admin
Messaggi: 13431
Iscritto il: domenica 21 giugno 2009, 22:48

Re: Ciclismo sudamericano

Messaggio da leggere da Admin » sabato 31 maggio 2014, 13:36

La cosa bellissima sono le musichette italiche di sottofondo... hahaha

Va a ganar Quintana la etapa, excepcional remate! Maravilloso Quintana! Ahí viene Quintana! Etapa épica para el ciclismo colombiano! NAIRO Quintana... GANA la etapa!!! NAIRO Quintana!... ecc... (il tutto con funiculì funiculà e cose simili in sottofondo, poi parte l'inno nazionale colombiano) :D :unzunz: :clap:

Come si fa a non tifare latinos, sempre e comunque? :D :champion: :crazy: :gruppo:


Pantani è una leggenda come Coppi e Bartali

Admin
Messaggi: 13431
Iscritto il: domenica 21 giugno 2009, 22:48

Re: Ciclismo sudamericano

Messaggio da leggere da Admin » sabato 31 maggio 2014, 13:37

Faxnico ha scritto: Nel caso dovessero vedersi (ancora) cose turche, non ci restano che i 4-72 (e pochissimi altri).
Urgono quindi iniziative a tutti i livelli.
Una 2.1 con visibilità internazionale e squadre europee, organizzata da gente seria e piazzata magari dopo il San Luis, potrebbe aiutare a dare un'ulteriore sbocco e sensibilizzare certi sponsor (non prima di qualche salutare figura di m... dei vari Sevilla).
Dopo l'ambiguo pasticcio sull'Avenir, si cerca disperatamente pure una nuova federazione! :help:
Che intendi per cose turche, Nico?
Che ci dici del pasticcio sull'Avenir?


Pantani è una leggenda come Coppi e Bartali

Winter
Messaggi: 14534
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Ciclismo sudamericano

Messaggio da leggere da Winter » sabato 31 maggio 2014, 13:38

Visto che è difficile trovarvi..
Cose turche , intendi come " credibilita' "?
Oltre alla 4-72 quali altre squadre hanno qualche credibilita ?
Gaviria è solo uno uomo veloce o qualcosa di piu?
Tito Hernandez nuovo " Craque " ?
o Carlos Mario Ramirez ?




Faxnico
Messaggi: 972
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 15:12

Re: Ciclismo sudamericano

Messaggio da leggere da Faxnico » sabato 31 maggio 2014, 14:17

Premetto che ormai sono in pratica un paio di stagioni che seguo meno.

Ma certe trasformazioni in blocco, con fior di ex-prof (chiacchieratissimi, ovvio) in ammiraglia, non si potevano proprio vedere. Nell'era dei social poi, certe cose le vieni a sapere anche se non vuoi.

Infine la continua e logorante "guerriglia" in atto tra gli attori che teoricamente dovrebbero dare una prospettiva (seppure in sola uscita) al movimento (con conseguente perdita di peso decisionale e credibilità), sommata all'inettitudine (a farla buona) della federazione, ha fatto il resto.

Il caos sulla partecipazione al prossimo Avenir è lo specchio fedele, né più né meno, di queste tensioni secondo me. Da qualsiasi prospettiva lo si analizzi ed al netto di dichiarazioni di facciata o pretestuose (nuovi sponsor della federazione, partecipare coi migliori e non coi soli 4-72 e via dicendo).

Saranno anche casini tipici dei ciclismi in via d'espansione e, per intenderci, c'è anche di peggio in giro per il mondo.
Però sarebbe bello sfruttare la visibilità dei protagonisti attuali (Nairo in testa) al fine di risistemare un bel po' di cose pure laggiù.

Utopia. Ci vorrebbe un'UCI lungimirante, e qualcuno mal disposto a finanziare 3 squadre governative contemporaneamente (salvo poi farsi fregare Sebastian Henao)...

Sui singoli nomi spero intervenga El Tigrillo (a me piaceva Ochoa degli ultimi).



Faxnico
Messaggi: 972
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 15:12

Re: Ciclismo sudamericano

Messaggio da leggere da Faxnico » giovedì 5 giugno 2014, 10:39

Scherzi del destino... :ouch:
Avevo chiuso con la Vuelta de la Juventud nel 2012, dopo le esibizioni eclatanti dei ragazzini in arancione targati Muebles Elegant House (in ammiraglia Castelblanco).
Il tempo, implacabile, ha rafforzato i sospetti miei e di El Tigrillo: Bohorquez non se l'è filato nessuno; un positivo per EPO (Omar Puentes, 12/1991) allo scorso Clasico RCN.

Ieri sera, in un'altro forum, leggo distrattamente un post di Nacho Velez (ex presidente CEP e 4-72).
Sintetizzando: "Nonostante i pessimi dirigenti ed i tanti problemi del ciclismo locale colombiano, chi tra i giovani ha doti e forza di volontà, ora non può più ignorare quale sia la via maestra da percorrere per affermarsi in Europa".
Sembrerebbe un messaggio incoraggiante.
La mia prima reazione è tuttavia assai perplessa e contrastata.
Ma forse sono il solito pessimista...

Riaccendo la radio quindi.
C'è l'Alto de Garavito a pochi kilometri dall'arrivo.
Saltello nervosamente tra RCN (demasiados comerciales!) e la Cadena Radial Boyacense.
A fine tappa, in maglia dopo una lunga cavalcata, l'ennesimo pupillo di "don José" (Hugo Cabrera, classe '92).
Dietro invece, nel ristretto gruppo dei favoriti (14), rimane a giocarsela il solo Jordan Parra dei Coldeportes - Claro (i 4-72, a corto di organico U23, hanno preferito far rotta sul Canada).
Per il resto, scorgendo rapidamente la classifica stamane, si notano un paio di ex Muebles (Bohorquez e Rozo) e di Rionegro (diretti da Marlon Pérez), oltre ai vari blocchi Paisa, Boyaca e Movistar, come da pronostico.
Oggi credo ci sia la crono.



Avatar utente
TIC
Messaggi: 7255
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:20

Re: Ciclismo sudamericano

Messaggio da leggere da TIC » martedì 10 giugno 2014, 19:26

Betancur, ci risiamo, come prima della Vuelta 2013...
http://www.cicloweb.it/news/2014/06/09/ ... tera-il-gi

Speriamo non si perda, e' il piu grande talento del ciclismo degli ultimi anni, piu' di Sagan e Quintana. Ma Bartoli cosa fa ??? Ma ci vuole tanto prendere l'aereo e caricarlo nella stiva di forza ??? Che si dia una mossa !!


Henry Kissinger : (Ad un summit presso il Ministero degli Esteri alla fine dell'intervento di Aldo Moro) Chi parla in questo modo non può che essere un imbroglione e non può che rappresentare un popolo di imbroglioni.

Avatar utente
Abruzzese
Messaggi: 5285
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:24

Re: Ciclismo sudamericano

Messaggio da leggere da Abruzzese » giovedì 12 giugno 2014, 3:29

In una recente intervista il selezionatore colombiano Franco Gini ha rivelato di aver incontrato Betancur recentemente e Carlos gli avrebbe rivelato di aver contratto il citomegalovirus, il fastidioso virus debilitante che colpì anche altri atleti in passato (ricordo ad esempio Ballan nei mesi successivi al mondiale). Al di là dei problemi comunicativi sorti con l'AG2R ciò toglierebbe ogni dubbio circa la sua mancata partecipazione al prossimo Tour. L'obiettivo dovrebbe diventare quindi preparare al meglio la Vuelta.


"L'importante non è quello che trovi alla fine di una corsa. L'importante è ciò che provi mentre corri" (Giorgio Faletti in "Notte prima degli esami")

"qui c'è gente che è totalmente avulsa dalla realtà e nociva al forum"

Basso
Messaggi: 14362
Iscritto il: sabato 21 maggio 2011, 18:03
Località: Vicenza

Re: Ciclismo sudamericano

Messaggio da leggere da Basso » martedì 1 luglio 2014, 20:44

Mi auguro che sia solo una foto venuta male. Ovviamente non mi riferisco ad Urán.

Immagine


11 V7-Prato
12 Appennino-JapanCup
13 G9-ITARR-V20-Sabatini
14 Vasco-Dauphiné-T3-T21-Pologne-3VV
15 Laigueglia-Escaut-G2-G18-Giro-T13-Fourmies
16 Nice-V12
17 Frankfurt-T11-V16-Chrono
18 Bianche-DePanne-Romandie-Köln-Piemonte-Chrono
19 Nice-Turkey-Volta

Avatar utente
cauz.
Messaggi: 12022
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:53
Località: milano
Contatta:

Re: Ciclismo sudamericano

Messaggio da leggere da cauz. » domenica 10 agosto 2014, 18:45

alla festa di Santa Elena, in colombia, sui carri si vede anche un omaggio al giro di quintana...

Immagine


"Il male trionfa sempre, perche' il bene e' stupido" [Lord Casco]
@cauz_ | bidonmagazine.org | confindustrial.noblogs.org

asterisco
Messaggi: 82
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 18:54

Re: Ciclismo sudamericano

Messaggio da leggere da asterisco » mercoledì 14 gennaio 2015, 19:34

segnalo che Rujano ha vinto la tappa con arrivo in salita alla vuelta tachira ed è in testa alla classifica.

perchè qualche squadra non vi fa un pensierino per il Giro?



Faxnico
Messaggi: 972
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 15:12

Re: Ciclismo sudamericano

Messaggio da leggere da Faxnico » mercoledì 14 gennaio 2015, 20:33

Rujano ha da tempo dichiarato guerra al potente presidente FVC Lleonet (quello da cui Savio prende i soldi).
Ha perso, pur per un vizio di forma ed avendo gran parte dei voti degli atleti dalla sua parte.
L'anno scorso è già tanto che l'abbiano fatto partire al Tachira (ma proprio all'ultimo ultimo)...
Secondo me c'è una tale mafia che sicuramente gli metteranno i bastoni tra le ruote fino al giorno del suo definitivo ritiro.
Per un ritorno in Europa... lui ci spera sempre, ma non gli resta che pregare difatti...
Immagine
Detto questo, poteva anche gestirsi meglio la carriera.
Ciao. ;)



Faxnico
Messaggi: 972
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 15:12

Re: Ciclismo sudamericano

Messaggio da leggere da Faxnico » venerdì 17 aprile 2015, 12:29

Lunedì parte un'altra Vuelta de la Juventud per U23 in Colombia.
29 squadre, 200 iscritti. 7 tappe.

I nomi che seguirò con maggiore attenzione, per quel che si è visto in questo inizio di temporada, sono:

Aguardiente Antioqueno: Wilson Cardona, Bryan Sanchez
GW Shimano: Aldemar Reyes
Loteria de Boyaca: Diego Mancipe, Wilson Rodriguez
EPM: Kevin Rios, John Rodriguez, Marco Tulio Suesca
Coldeportes Claro: Fernando Gaviria, Rodrigo Contreras, German Chavez
Manzana Postobon: Wilmar Paredes, Yors Santofimio, Hernan Aguirre
Movistar: Diego Ochoa

Ciao. ;)



Faxnico
Messaggi: 972
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 15:12

Re: Ciclismo sudamericano

Messaggio da leggere da Faxnico » sabato 18 aprile 2015, 11:43

L'Orgullo Antioqueño correrà Joe Martin (23-26/04) e Gila (29/04-3/05), entrambe classificate come 2.2 nel calendario UCI America Tour.
Il campione nazionale Chalapud sarà il capitano.
In ammiraglia Gabriel Jaime Vélez, che torna negli Stati Uniti dopo quella decorosa campagna del 2007 dirigendo la CAICO di Porto Rico: col "Milagroso" Zapata fece 4° alla Joe Martin, vinse il Tour of Virginia, ecc.
Mi aspetto buone cose. ;)



Winter
Messaggi: 14534
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Ciclismo sudamericano

Messaggio da leggere da Winter » domenica 19 aprile 2015, 10:41

Curioso anch'io di vedere la nuova infornata di talenti Colombiana
Ogni anno ne arrivano di nuovi
Il Tuo Favorito Faxnico ? Reyes ?



Faxnico
Messaggi: 972
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 15:12

Re: Ciclismo sudamericano

Messaggio da leggere da Faxnico » domenica 19 aprile 2015, 11:09

Se la corsa avrà un'andamento lineare, si potrebbe ipotizzare un bel Reyes vs Contreras, con terzo incomodo il tolimense Cardona (vincitore della Clasica Heroes de la Patria).
Però occhio che Reyes non ha propriamente uno squadrone...
Io tiferò per lui, comunque.
Quest'anno ha dato segnali di miglioramento a cronometro e nei finali esplosivi (vedi Vuelta al Valle).
La testa mi sembra quella giusta oltretutto, a differenza di Miguel Angel Lopez.
Anche se non dovesse vincere (in fondo lo stesso Quintana perse dagli antioqueñi nel 2009), potrebbe diventare il nuovo craque.
Più in là nella stagione vorrei proprio vederlo all'Avenir (ranking Coppa delle Nazioni U23 permettendo)...

Per il resto, segnalo la geniale pianificazione Movistar (Leyton e Gini) per Ochoa, Diagama e Contreras (Yuber): appena ieri hanno concluso la Vuelta al Gran Santander (4° il "Rapidito" - senza antidoping) e venivano dal lungo viaggio per la Coppi & Bartali. Follia pura.

Ciao. ;)



Winter
Messaggi: 14534
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Ciclismo sudamericano

Messaggio da leggere da Winter » domenica 19 aprile 2015, 11:19

Veramente senza senso



Faxnico
Messaggi: 972
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 15:12

Re: Ciclismo sudamericano

Messaggio da leggere da Faxnico » domenica 19 aprile 2015, 12:45

2 minuti scarsi dal telegiornale di Tele Antioquia, con "interviste" a Saldarriaga e Reyes:
https://www.youtube.com/watch?v=cU7wIvOfbIs
:)



Faxnico
Messaggi: 972
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 15:12

Re: Ciclismo sudamericano

Messaggio da leggere da Faxnico » lunedì 20 aprile 2015, 20:04

Bel colpo da finisseur dell'ecuadoriano Jonathan Caicedo (Strongman - Campagnolo, in realtà in prestito dalla Panavial) nella prima tappa (piatta, arrivo a Buga - Valle del Cauca) della Vuelta de la Juventud.
Anticipato Gaviria, a cui non bastano nemmeno gli abbuoni delle prime due mete volanti vinte per vestire la maglia di leader.
Caicedo nel 2012 salì sul gradino più basso del podio della Vuelta del Porvenir vinta da Tito Hernandez su Rodrigo Contreras.
Recentemente, a marzo, s'è laureato in patria campeon della Clasica de la Policia Nacional.
Se il buongiorno si vede dal mattino, in salita terrei d'occhio anche il connazionale Richard Carapaz (già secondo negli ultimi due Giri dell'Ecuador, campione panamericano U23, ecc.).
Immagine
Immagine



Avatar utente
Seb
Messaggi: 5251
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:07
Località: Genova
Contatta:

Re: Ciclismo sudamericano

Messaggio da leggere da Seb » lunedì 20 aprile 2015, 20:21

Mi pare che negli ultimi due o tre anni abbia iniziato a muoversi qualcosa in Ecuador con qualche giovanotto che, almeno a livello sudamericano, può essere interessante: la scorsa settimana uno di loro (Narvaez) ha fatto anche il record del mondo juniores dell'inseguimento individuale mi pare



Avatar utente
Abruzzese
Messaggi: 5285
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:24

Re: Ciclismo sudamericano

Messaggio da leggere da Abruzzese » martedì 21 aprile 2015, 3:23

Seb ha scritto:Mi pare che negli ultimi due o tre anni abbia iniziato a muoversi qualcosa in Ecuador con qualche giovanotto che, almeno a livello sudamericano, può essere interessante: la scorsa settimana uno di loro (Narvaez) ha fatto anche il record del mondo juniores dell'inseguimento individuale mi pare
Adesso alcuni riescono a fare anche una discreta attività in Europa con il Team Ecuador, che gareggia soprattutto in Spagna (difatti nel roster ci sono anche alcuni atleti iberici come Jordi Simon che negli anni scorsi prometteva bene mentre tra gli ecuadoregni c'è anche Josè Gabriel Bone che per alcuni anni ha corso in Italia nelle categorie giovanili, vincendo anche un'edizione del Trofeo Bianchin).


"L'importante non è quello che trovi alla fine di una corsa. L'importante è ciò che provi mentre corri" (Giorgio Faletti in "Notte prima degli esami")

"qui c'è gente che è totalmente avulsa dalla realtà e nociva al forum"

Faxnico
Messaggi: 972
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 15:12

Re: Ciclismo sudamericano

Messaggio da leggere da Faxnico » martedì 21 aprile 2015, 10:34

Concordo con entrambi.
Probabilmente il tutto ha molto a che vedere con le Olimpiadi di Rio e relativi (seppur modesti) finanziamenti.

Avrà anche tagliato al Bianchin 2009, ma Bone è diventato un buon velocista a livello continentale.
Tra gli altri, hanno sotto contratto due ragazzi che promettono discretamente come Henry Velasco ed il figlio di Pedro "El Aguila" Rodriguez (forse il più grande in patria), oltre ai soliti noti (Guama, ecc.).
Lo definirei un progetto adeguato, non eccessivamente ambizioso.

Per chi avesse tempo da perdere, consiglio di leggere questo pregevole PDF sulla storia del Giro dell'Ecuador: http://fedeciclismo.org.ec/fec/wp-conte ... VISADA.pdf
In particolare le edizioni degli anni '90 mi sembrano abbastanza degne di essere ricordate, con i vari Rodriguez, Caicedo, Rosero e Chiles.
Su tutte direi quella del 1995, con l'aggiuntivo balenarsi dell'orda kazaka (Vino, Kiviliev, Mizourov, ecc.)...
Per la cronaca nella stessa stagione Rodriguez andò a podio al Clasico RCN e vinse due tappe al Giro di Colombia.

Ciao. ;)



Faxnico
Messaggi: 972
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 15:12

Re: Ciclismo sudamericano

Messaggio da leggere da Faxnico » martedì 21 aprile 2015, 19:44

Oggi grande vittoria (più maglia?) di Wilmar Paredes (18 anni!) della Manzana Postobon di Saldarriaga in cima al Boqueron (poca roba in verità, appena un 3^ categoria). 2° Mancipe. 3° John Rodriguez. Anche Reyes nei primi 5. Paredes a dir poco interessantissimo. 178 cm x 65 kg. Nasce come inseguitore. L'anno scorso campione panamericano junior (su strada, su pista, ovunque praticamente...), vincitore della Vuelta del Porvenir guatemalteca e 12° a Ponferrada. Da seguire.

Immagine



Faxnico
Messaggi: 972
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 15:12

Re: Ciclismo sudamericano

Messaggio da leggere da Faxnico » martedì 21 aprile 2015, 20:10

Immagine

Considerazioni sparse:

German Chavez (Restrepo non lo vedo coi primi sull'Alto de Minas) dovrebbe aver strappato i galloni da leader della Coldeportes Claro al deludentissimo Rodrigo Contreras.

Ecuadoriani molto bene (pure Carapaz, ripreso ai -4).

Bene i boyacensi (Jorge Ivan Gomez l'anno scorso ha vinto la Vuelta al Besaya, in Spagna).

Movistar con lo sputo, ma sono rimasti aggrappati.

Forse da rivedere i paisa.



Faxnico
Messaggi: 972
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 15:12

Re: Ciclismo sudamericano

Messaggio da leggere da Faxnico » mercoledì 22 aprile 2015, 8:44

Alla fine i giudici hanno dato la maglia a Paredes (fino a Reyes con lo s.t., Caicedo a 8"). :)

Qui le classifiche ufficiali:
http://nuestrociclismo.com/images/stori ... ud15-2.pdf



Faxnico
Messaggi: 972
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 15:12

Re: Ciclismo sudamericano

Messaggio da leggere da Faxnico » mercoledì 22 aprile 2015, 19:09

Vittoria per ampio distacco di Carapaz. Era abbastanza nell'aria...
Due i GPM nel finale: Sanclemente di 1^ categoria ed un'altro di 3^. Arrivo in discesa.
Rodrigo Contreras ha tentato un'azione per ribaltare la generale, ma nel testa a testa con l'ecuadoriano non c'è stata storia.
Aneddoto: l'anno scorso ha perso il Giro dell'Ecuador per 1". All'ultima tappa è caduto (in maglia) ed un compagno di squadra, tale Pozo, l'ha attaccato senza esitazione.
Vuelta indubbiamente ben incanalata per i ragazzi diretti dal solito Cely.
Ufficiosamente 2° Restrepo a 1'36", 3° Mancipe, 4° Reyes, 5° Ochoa, 6° Paredes.



Faxnico
Messaggi: 972
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 15:12

Re: Ciclismo sudamericano

Messaggio da leggere da Faxnico » giovedì 23 aprile 2015, 11:26

Gaviria in maglia Etixx già da Agosto: farà Ride London Classic, Tour de l'Ain e Tour of Britain.
Poi alcune prove in Francia con la nazionale in ottica Avenir ed infine Mondiale di Richmond (suo grande obbiettivo).

Matxin è in Colombia in questi giorni.



Avatar utente
simociclo
Messaggi: 4448
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 17:12

Re: Ciclismo sudamericano

Messaggio da leggere da simociclo » giovedì 23 aprile 2015, 17:27

Approfitto della ricomparsa di Faxnico per chedergli cosa ne pensa di Torres, l'unica nota positiva (insieme, parzialmente, a Quintero) della Colombia in questo avvio di stagione.

A me pare molto costante; ha fatto bene a san luis, in malesia, al castilla e leon e al trentino. Ha margini di crescita secondo te?


"la mente è come il paracadute, funziona solo se si apre" A. Einstein

Avatar utente
Abruzzese
Messaggi: 5285
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:24

Re: Ciclismo sudamericano

Messaggio da leggere da Abruzzese » giovedì 23 aprile 2015, 17:40

simociclo ha scritto:Approfitto della ricomparsa di Faxnico per chedergli cosa ne pensa di Torres, l'unica nota positiva (insieme, parzialmente, a Quintero) della Colombia in questo avvio di stagione.

A me pare molto costante; ha fatto bene a san luis, in malesia, al castilla e leon e al trentino. Ha margini di crescita secondo te?
Torres, tra l'altro, come alcuni suoi compagni di squadra e connazionali ha un passato da dilettante qui in Italia: soprattutto nel 2009 quand'era alla Cene-Valle Seriana si mise in luce in alcune delle gare più impegnative (5° alla Trento-Bondone).


"L'importante non è quello che trovi alla fine di una corsa. L'importante è ciò che provi mentre corri" (Giorgio Faletti in "Notte prima degli esami")

"qui c'è gente che è totalmente avulsa dalla realtà e nociva al forum"

Faxnico
Messaggi: 972
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 15:12

Re: Ciclismo sudamericano

Messaggio da leggere da Faxnico » giovedì 23 aprile 2015, 17:50

Riguardo al Torres di Busbanza avevo già scritto qualcosa durante il San Luis.
Se non forava a 2 km dal traguardo, con Rolland già distanziato di 20-30 secondi, l'altro giorno avrebbe conquistato l'arrivo in quota della Vuelta Castilla y Leon.
Ha un buon motore (ricordo una cronoscalata vinta su Sevilla al Giro del Messico), ma non penso possa offrire più di questo.
Non è di certo un campione ed è imbarazzante che tocchi sempre a lui salvare la baracca del Team Colombia.
Una squadra costruita da Corti senza capo né coda. E tecnicamente gestita pure peggio.

Timidi segnali di ripresa da Duarte oggi, dopo un'inizio di stagione molto travagliato.
Alla Vuelta l'ultima chiamata di una carriera prof purtroppo mai completamente sbocciata.
Ci arriverà sicuramente fresco. Speriamo almeno con un minimo di determinazione...

Ultimi 20 e passa kilometri in salita alla Vuelta de la Juventud.
Vamos Reyes!

Ciao. ;)



Faxnico
Messaggi: 972
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 15:12

Re: Ciclismo sudamericano

Messaggio da leggere da Faxnico » giovedì 23 aprile 2015, 19:39

Vince di nuovo Carapaz.
2° Reyes (GW Shimano) e 3° Jorge Ivan Gomez (Loteria de Boyaca), limitando i danni ad una decina di secondi.
Stesse posizioni in CG, ma con distacchi ormai prossimi ai 2'.
Passivi ben più pesanti per gli altri favoriti della vigilia.
Domani crono.



mestatore
Messaggi: 343
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 22:52

Re: Ciclismo sudamericano

Messaggio da leggere da mestatore » venerdì 24 aprile 2015, 0:34

a mio giudizio torres ha un buon motore ma non è certamente un craque.. puo' essere un buon gregario da salita in molti team.
ormai ha 27 anni e quest' anno sta facendo bene perché' è un ragazzo intelligente ed ambizioso e ha capito che con corti non poteva combinare nulla.
infatti quest' inverno in colombia si è affidato a g. leguizamo che è un buon ed esperto allenatore colombiano che lo ha ben preparato , al contrario del resto dei ragazzi del team spediti da corti ad allenarsi a gennaio nel freddo della bergamasca anziché stare in colombia ad allenarsi in altura vicino ai loro cari.
inoltre mi pare che di recente dopo la malesia sia tornato a fare un richiamo di altura in colombia .
sta certamente disputando una buona stagione, anche superiore alle attese, e spero che il prossimo anno trovi una collocazione più' consona.
al suo opposto alex ardila cano e ramirez , che hanno una cilindrata per me migliore di quella del buon rodolfo, stanno facendo una stagione penosa grazie ai metodi di corti.

su duarte, un grandissimo talento che a priori poteva stare nella classe dei betancur, degli henao ed uran ( nairo è ancora un gradino sopra..) stendiamo un velo pietoso
lui e bananito betancur sono la dimostrazione di come si possa gettare alle ortiche un grandissimo patrimonio...


non sono ciclisti, la fatuita' delle loro vite mi sciocca- T. Krabbe', la corsa.

Avatar utente
nemecsek
Messaggi: 931
Iscritto il: mercoledì 9 febbraio 2011, 1:14

Re: Ciclismo sudamericano

Messaggio da leggere da nemecsek » venerdì 24 aprile 2015, 0:36

esiste un giro dell Ecuador, dunque non stanno tutti in piazza della commenda a bere ainechen.... :angelo: :mrgreen:


A volte il dito indica proprio il dito, non la luna.
Dopo Campiglio qualcuno ha abbandonato il ciclismo, qualcun altro ha ripreso a seguirlo.
I veri campioni erano quelli che dicevano no [Winter]

Faxnico
Messaggi: 972
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 15:12

Re: Ciclismo sudamericano

Messaggio da leggere da Faxnico » venerdì 24 aprile 2015, 10:26

Prologo in salita della Joe Martin SR vinto da Gregory Brenes (Jamis) con 5 paisa nei primi 10 (Chalapud 2° a 1").

Altro corridore Chala rispetto al patetico diesel da lanciare allo sbaraglio "apprezzato" sotto Corti... vero Mesty (sempre un enorme piacere rileggerti :))?

Sembra tornato quello ben più reattivo e potente del 2011 sotto Saldarriaga.

Ciao. ;)



Faxnico
Messaggi: 972
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 15:12

Re: Ciclismo sudamericano

Messaggio da leggere da Faxnico » venerdì 24 aprile 2015, 13:01

E dopo tante preghiere...
Immagine
Confesso: speravo molto in un Duarte combattivo oggi al Trentino.
E' transitato da solo in cima al Predaia.
25" su un gruppetto di 6 e 2' sul gruppo al termine della discesa.
Dai Fabio, eeee vinci stà tappa caxxo... :D
3 giorni di corsa in salute ed è quasi competitivo.
Stò ragazzo rimarrà il mio più grande rimpianto ciclistico.



Avatar utente
nemecsek
Messaggi: 931
Iscritto il: mercoledì 9 febbraio 2011, 1:14

Re: Ciclismo sudamericano

Messaggio da leggere da nemecsek » venerdì 24 aprile 2015, 13:20

el segnore te ama
el segnore te chiama

:mrgreen:


A volte il dito indica proprio il dito, non la luna.
Dopo Campiglio qualcuno ha abbandonato il ciclismo, qualcun altro ha ripreso a seguirlo.
I veri campioni erano quelli che dicevano no [Winter]

Faxnico
Messaggi: 972
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 15:12

Re: Ciclismo sudamericano

Messaggio da leggere da Faxnico » venerdì 24 aprile 2015, 14:07

Y tampoco con la ayuda del Señor se gana... :diavoletto:

3°. :ouch:



Avatar utente
simociclo
Messaggi: 4448
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 17:12

Re: Ciclismo sudamericano

Messaggio da leggere da simociclo » venerdì 24 aprile 2015, 14:31

Faxnico ha scritto: 3 giorni di corsa in salute ed è quasi competitivo.
Stò ragazzo rimarrà il mio più grande rimpianto ciclistico.
secondo me non ci sono proprio più speranze di vederlo competitivo su buoni palcoscenici?


"la mente è come il paracadute, funziona solo se si apre" A. Einstein

Faxnico
Messaggi: 972
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 15:12

Re: Ciclismo sudamericano

Messaggio da leggere da Faxnico » venerdì 24 aprile 2015, 14:54

simociclo ha scritto:
Faxnico ha scritto: 3 giorni di corsa in salute ed è quasi competitivo.
Stò ragazzo rimarrà il mio più grande rimpianto ciclistico.
secondo me non ci sono proprio più speranze di vederlo competitivo su buoni palcoscenici?
Dipende da cosa si intende per essere "competitivo".
Una tappa alla Vuelta può anche vincerla.
Ma non è certamente questa la dimensione che speravamo raggiungesse...
E' una mia opinione personalissima, ma ascensioni come quella (stratosferica) della Linea 2009 non erano alla portata manco dei migliori Henao (sempre bastonato tra gli under) e Betancur.
E mi fermo qui, altrimenti il buon Mesty si arrabbia. :hammer:



Avatar utente
Abruzzese
Messaggi: 5285
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:24

Re: Ciclismo sudamericano

Messaggio da leggere da Abruzzese » venerdì 24 aprile 2015, 19:16

Direi che Duarte se l'è giocata proprio male. La sua sparata non ha avuto efficacia per sorprendere Tiralongo ed Arroyo ma per attuare una simile soluzione vuol dire che in volata non si sentiva affatto sicuro (anche se in un finale come quello Tiralongo era un avversario parecchio scomodo). Ho la sensazione però che il corridore visto a Varese nel 2008 oggi ce l'avrebbe fatta.


"L'importante non è quello che trovi alla fine di una corsa. L'importante è ciò che provi mentre corri" (Giorgio Faletti in "Notte prima degli esami")

"qui c'è gente che è totalmente avulsa dalla realtà e nociva al forum"

Faxnico
Messaggi: 972
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 15:12

Re: Ciclismo sudamericano

Messaggio da leggere da Faxnico » venerdì 24 aprile 2015, 19:31

E' normale, Vivian.
Dopo anni di batoste ed un'evoluzione a dir poco mortificante (ha progressivamente perso l'esuberanza, la scioltezza di pedalata e l'esplosività dei tempi con Saldarriaga), le insicurezze non possono che moltiplicarsi.
Inoltre oggi s'è sciroppato 30 km da solo in più rispetto a Tiralongo ed Arroyo.
Dalla sintesi RAI non s'è potuto apprezzare.
Almeno in questo caso non mi sento di fargliene una colpa.
Certo è che di un'altro piazzamento non credo sappia cosa farsene...



Avatar utente
Seb
Messaggi: 5251
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:07
Località: Genova
Contatta:

Re: Ciclismo sudamericano

Messaggio da leggere da Seb » venerdì 24 aprile 2015, 21:30

Carapaz porta il suo vantaggio a 2'30" grazie alla crono

Immagine



mestatore
Messaggi: 343
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 22:52

Re: Ciclismo sudamericano

Messaggio da leggere da mestatore » venerdì 24 aprile 2015, 23:21

chalapud ha lasciato il team colombia con molte polemiche.
ha lamentato a lungo su twitter assieme a j pantano di stipendi non corrisposti ed in più' ha chiaramente detto che non s sentiva considerato dal punto di vista umano, era demotivato e ha criticato le scelte tecnico tattiche di corti, per la verità incomprensibili.
mi sembra normale che in corse del livello dalla joe martin uno come chalapud possa fare bene.
sono curioso di vederlo al tour of gilda che forse è una corsa un po' più' probante.
comunque se jeremy brenes ha ritrovato alla jamis il colpo di pedale che aveva al paese natio , per il narino chalapud ( anche se corre per antioquia è narino) si preannuncia corsa dura assai.

per quanto riguarda la vuelta joventud, i risultati erratici nei giovani ci stanno.
su alcuni forum colombiani infuria la polemica sulla' assenza di controlli antidoping e anche se carapaz ha una buona continuità di risultati e ha nelle varie categorie spesso suonato i colombiani alcuni avanzano pesanti sospetti. tutto il mondo è paese e la colombia adorata di più'...


non sono ciclisti, la fatuita' delle loro vite mi sciocca- T. Krabbe', la corsa.

Faxnico
Messaggi: 972
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 15:12

Re: Ciclismo sudamericano

Messaggio da leggere da Faxnico » sabato 25 aprile 2015, 11:57

C'è da capirli Mesty...
Hanno perso la Vuelta dal solito spagnolo.
Il Clasico da un boliviano.
Ed ora la Vuelta Sub23 da un'ecuadoriano.
¡Qué lastima! :D



mestatore
Messaggi: 343
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 22:52

Re: Ciclismo sudamericano

Messaggio da leggere da mestatore » sabato 25 aprile 2015, 16:29

Abruzzese ha scritto:Direi che Duarte se l'è giocata proprio male. La sua sparata non ha avuto efficacia per sorprendere Tiralongo ed Arroyo ma per attuare una simile soluzione vuol dire che in volata non si sentiva affatto sicuro (anche se in un finale come quello Tiralongo era un avversario parecchio scomodo). Ho la sensazione però che il corridore visto a Varese nel 2008 oggi ce l'avrebbe fatta.
anche quello che ha vinto la fleche brabanconne, tanto per chiarire che non bisogna andare indietro di millanta anni.

concordo con faxnico. peccato peccato peccato.
certo io sono un fan di bananito betancur, ma la ronca ( vecchio soprannome colombiano del beta) in quanto a classe ed eleganza in bici non puo' nemmeno legare le scarpe a fabio duarte.
credevo che fabio sarebbe stato il primo colombiano a vincere un monumento ( la doyenne tanto per intenderci) e oggi dobbiamo essere contenti per un terzo posto al giro del trentino e lka liegi domani manca la guarderà alla televisione.
què lastima :D :(


non sono ciclisti, la fatuita' delle loro vite mi sciocca- T. Krabbe', la corsa.

mestatore
Messaggi: 343
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 22:52

Re: Ciclismo sudamericano

Messaggio da leggere da mestatore » domenica 26 aprile 2015, 0:17

embuscada colombiana a carapaz, attaccano i migliori aiutati pure da gaviria, l' uomo dell' equador in gruppo.
vince restrepo, reyes terzo .
restrepo a 1'30'' reyes a 59'' dal leader.
domani tappa regina , con altos des minas.
se ne vedranno delle belle..


non sono ciclisti, la fatuita' delle loro vite mi sciocca- T. Krabbe', la corsa.

Winter
Messaggi: 14534
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Ciclismo sudamericano

Messaggio da leggere da Winter » domenica 26 aprile 2015, 11:28

Credevo fosse gia' nelle mani dell'ecuadoriano..
e invece.. in sudamerica nulla è mai sicuro ;)



mestatore
Messaggi: 343
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 22:52

Re: Ciclismo sudamericano

Messaggio da leggere da mestatore » domenica 26 aprile 2015, 11:49

minas sono 1800 m di dislivello, puo' anche darsi che carapaz riaccenda i razzi e rimette le cose a posto ma è davvero difficile prevedere cosa puo' capitare.
il teoria il colombian più' accreditato in questo momento potrebbe essere reyes ma anche restrepo è molto migliorato in salita.
bisogna sentire cosa dice faxnico.

peraltro in colombia insistono molto sul tema doping, mancanza di controlli e ciclismo a 2 velocità': da una parte manzana postobon forse movistar dall' altra il resto del mondo.
contreras e gaviria sono destinati alla etixx segnalati da matxin cha fa l' osservatore in colombia, garanzia che hanno qualità superiori e che possono fare bene in un ciclismo comunque controllato, di reyes si vocifera che abbia contatti con un altro grande team europeo.
degli equadoriani che vengono da un paese in crescita ma ancora più periferico nel ciclismo, io non so molto e sarà' interessante vedere se saranno segnalati da matxin o altri a qualcuno oppure se i sospetti a priori ingiusti che gravano su di loro peseranno di più'.

ad esempio molti ritengono che i frutti del lavoro di saldarriaga si vedranno in futuro in europa piuttosto che nelle corse in colombia, dove tutti corrono contro i manzana e dove appunto si applica la teoria del ciclismo a 2 velocità'.


non sono ciclisti, la fatuita' delle loro vite mi sciocca- T. Krabbe', la corsa.

Faxnico
Messaggi: 972
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 15:12

Re: Ciclismo sudamericano

Messaggio da leggere da Faxnico » domenica 26 aprile 2015, 17:30

Prime rampe dell'Alto de Minas... :)
I GW Shimano di Reyes stanno tentando di mandare corridori in avanscoperta.
Potrebbero tornare utili per andare all'arrivo. Soprattutto Ospina.
Ieri hanno fatto i controlli antidoping.
Comunque per me Carapaz non lo staccano.
Ha pure Caicedo in appoggio...
Spero di sbagliarmi.
Sulle polemiche: i colombiani si ricordassero che il loro miglior '93 è già in Europa e si chiama Seba Henao.




Rispondi