Mondiali. Le prossime edizioni.

Il mondo dei professionisti tra gare e complessità, e più in generale l'approccio al ciclismo di ogni appassionato
Avatar utente
antani
Messaggi: 2310
Iscritto il: lunedì 26 settembre 2016, 12:31

Re: Mondiali. Le prossime edizioni.

Messaggio da leggere da antani » martedì 19 settembre 2017, 22:01

barrylyndon ha scritto:Spero in un circuito piu' decente rispetto a quello prospettato tempo fa..
perchè cosa si prospettava???? non mi dire percorsi tipo Richmond per favore'??


"Sicuramente serve il 25"
~ Davide Cassani su qualsiasi salita


Avatar utente
Tranchée d'Arenberg
Messaggi: 14945
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:50
Località: Falconara Albanese (CS)

Re: Mondiali. Le prossime edizioni.

Messaggio da leggere da Tranchée d'Arenberg » martedì 19 settembre 2017, 22:03

Al di là dell'ovvia soddisfazione degli amici Veneti, che giustamente si godranno un altro mondiale in casa (e magari anche il sottoscritto ne approfitterà), questa non è una notizia molto positiva e purtroppo non è la prima volta che accade negli ultimi anni (Basso, correggimi se dico fesserie). Mi riferisco al fatto che ci sia stata un'unica candidatura, aspetto sintomatico del fatto che il mondiale di ciclismo non è così ambito come invece meriterebbe.

Siamo arrivati ad un paradosso: Giro, Tour e Vuelta, corse che sono strettamente legate al loro territorio, un anno si e l'altro no partono all'estero e da località via via sempre più 'esotiche'; hanno richieste da ogni parte d'Europa e non solo; incassano un sacco di quattrini oltre alla ovvia pubblicità che si fanno.

Il mondiale, la rassegna ciclistica itinerante per eccellenza e che dovrebbe essere desiderata dal mondo intero, invece fa fatica a trovare un paio di località interessate ad ospitarlo.

Mi pare chiaro che ci sia un problema di fondo. Evidentemente il problema sta da qualche parte in seno all'UCI. Magari ci sono richieste economiche decisamente esose o qualche altro bug che genera questa situazione.


Cobblestone 2012 - 1° Classifica Generale
Cobblestone 2012 - 1° Classifica Classiche
Cobblestone 2013 - 1° Classifica Semiclassiche

FantaCycling Manager 2016 - 1° Classifica (squadre)

Avatar utente
cauz.
Messaggi: 11517
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:53
Località: milano
Contatta:

Re: Mondiali. Le prossime edizioni.

Messaggio da leggere da cauz. » martedì 19 settembre 2017, 22:10

Tranchée d'Arenberg ha scritto:Mi pare chiaro che ci sia un problema di fondo. Evidentemente il problema sta da qualche parte in seno all'UCI. Magari ci sono richieste economiche decisamente esose o qualche altro bug che genera questa situazione.
a me pare chiaro che ci sia un problema di fondi.


"Il male trionfa sempre, perche' il bene e' stupido" [Lord Casco]
@cauz_ | bidonmagazine.org | hoilciclo.worpdress.com | confindustrial.noblogs.org
"il Centogiro - 99 storie (più una) dal Giro d'Italia" è in libreria!

Avatar utente
Patate
Messaggi: 3276
Iscritto il: domenica 28 febbraio 2016, 23:23

Re: Mondiali. Le prossime edizioni.

Messaggio da leggere da Patate » martedì 19 settembre 2017, 22:22

antani ha scritto:
barrylyndon ha scritto:Spero in un circuito piu' decente rispetto a quello prospettato tempo fa..
perchè cosa si prospettava???? non mi dire percorsi tipo Richmond per favore'??
http://www.cicloweb.it/2016/09/13/prese ... iale-2020/
Immagine
Più duro di Richmond ma non così esaltante
Soprattutto considerando che hanno già pensato ad una alternativa senza il secondo muro, dalla strada molto stretta


antani ha scritto:Non so perchè ma ho la sensazione che domani Aru possa arrivare dietro o davanti a Froome, stiamo a vedere sembra facile ma non è difficile

giorgio ricci
Messaggi: 2304
Iscritto il: lunedì 9 giugno 2014, 13:44

Re: Mondiali. Le prossime edizioni.

Messaggio da leggere da giorgio ricci » martedì 19 settembre 2017, 22:29

Perché la Francia organizza un mondiale ogni quindici anni e l'Italia ogni 5 ?
Mi piacerebbe rivedere un mondiale a Sallanches. Poi con Alaphilippe e Bardet potrebbero pure sperare di vincerlo.




Avatar utente
antani
Messaggi: 2310
Iscritto il: lunedì 26 settembre 2016, 12:31

Re: Mondiali. Le prossime edizioni.

Messaggio da leggere da antani » martedì 19 settembre 2017, 22:31

Patate ha scritto:
antani ha scritto:
barrylyndon ha scritto:Spero in un circuito piu' decente rispetto a quello prospettato tempo fa..
perchè cosa si prospettava???? non mi dire percorsi tipo Richmond per favore'??
http://www.cicloweb.it/2016/09/13/prese ... iale-2020/
Immagine
Più duro di Richmond ma non così esaltante
Soprattutto considerando che hanno già pensato ad una alternativa senza il secondo muro, dalla strada molto stretta
Ma che schifezza ................... e basta questi mondiali insulsi,che poi il Tom leseer di turno,o Il GVA ,vincono un mondiale per davvero


"Sicuramente serve il 25"
~ Davide Cassani su qualsiasi salita

Avatar utente
Fabian von Paterberg
Messaggi: 907
Iscritto il: martedì 9 agosto 2016, 14:29
Località: Passo dei 3 termini

Re: Mondiali. Le prossime edizioni.

Messaggio da leggere da Fabian von Paterberg » martedì 19 settembre 2017, 22:37

Che ennesima sconfitta per il ciclismo. :x


Questa è stata la battaglia più grande della mia carriera. C.Froome, May 26th, 2018
2016 argento ITT Doha
2017 Tour de France a tempo

Avatar utente
Walter_White
Messaggi: 10270
Iscritto il: mercoledì 23 marzo 2016, 18:01

Re: Mondiali. Le prossime edizioni.

Messaggio da leggere da Walter_White » martedì 19 settembre 2017, 22:49

Ma non è un brutto percorso altimetricamente parlando....planimetricamente invece si', con gli ultimi km che sono un drittone unico fino in città in pratica. Non è facile disegnare un mondiale in quelle zone, io ho provato con LFR a tracciare diverse alternative, ma i risultati sono stati piuttosto scadenti. L'arrivo se fosse in cima al Monte Berico sarebbe un deterrente per chi volesse provarci prima, e si concluderebbe con una sparata di 1 km....

Certo, siamo lontani da Firenze, l'ultimo mondiale italiano, ma secondo me è meglio di altri percorsi degli ultimi anni, ad esempio lo scialbo Ponferrada ed il cittadino Richmond con i suoi vialoni infiniti. E poi è un percorso per molti atleti, che non esclude alcuna possibilità di risoluzione.


FCC 2017/18: 3°; Trofeo dei titoli; Campionato Europeo Donne Elite, Campionato del Mondo Donne Elite, ROTY

Avatar utente
barrylyndon
Messaggi: 12668
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 15:20

Re: Mondiali. Le prossime edizioni.

Messaggio da leggere da barrylyndon » martedì 19 settembre 2017, 22:51

Walter_White ha scritto:Ma non è un brutto percorso altimetricamente parlando....planimetricamente invece si', con gli ultimi km che sono un drittone unico fino in città in pratica. Non è facile disegnare un mondiale in quelle zone, io ho provato con LFR a tracciare diverse alternative, ma i risultati sono stati piuttosto scadenti. L'arrivo se fosse in cima al Monte Berico sarebbe un deterrente per chi volesse provarci prima, e si concluderebbe con una sparata di 1 km....

Certo, siamo lontani da Firenze, l'ultimo mondiale italiano, ma secondo me è meglio di altri percorsi degli ultimi anni, ad esempio lo scialbo Ponferrada ed il cittadino Richmond con i suoi vialoni infiniti. E poi è un percorso per molti atleti, che non esclude alcuna possibilità di risoluzione.
Io lo vedo un po' piu' duro di quello di quest'anno..nulla di che..delusione, per me almeno.


beppesaronni ha scritto:
Giocati 10 euro facilissimi per Milano passaggio del turno
http://www.sportando.com/it/italia/seri ... detto.html

Basso
Messaggi: 13588
Iscritto il: sabato 21 maggio 2011, 18:03
Località: Vicenza

Re: Mondiali. Le prossime edizioni.

Messaggio da leggere da Basso » martedì 19 settembre 2017, 23:03

Posto che il percorso è provvisorio, l'altimetria inganna. Non mostra i 250 metri di strappetto, a cui fa seguito un tratto in pavé che porta ed è all'interno dell'ultimo km, le discese tortuose, il saliscendi dopo Monte Berico, la strettissima sede stradale nella seconda salita e nella seguente discesa. Non sarà duro come Innsbruck ma, giusto per fare un esempio, è più impegnativo di Varese.

Sul fatto che sia l'unica candidatura, è un peccato. E dice bene Tranchée, non è neppure la prima volta. Altrettanto bene dice Cauz: l'UCI chiede troppo. La candidatura di Vicenza ha, per una volta, lavorato finora molto bene, iniziando a stilare la candidatura già nell'estate 2013. Gli sponsor ci saranno e non serviranno lavori diversi dall'asfaltatura (causa compensazioni della famigerata base Del Din nei prossimi anni ci saranno lavori con soldi già pronti, tipo filobus, parchi, anello ciclabile che non toccano il percorso).

Sul giusto tema che pone Giorgioricci, in Francia, diversamente dal resto, preferiscono puntare sull'ospitare le tappe del Tour. Sul tema di Walter White, purtroppo l'arrivo a Monte Berico è irrealizzabile perché sarebbe impossibile ospitare tutti i mezzi per una settimana: per una tappa del Giro sì, di più no. A Via Roma c'è invece un lungo viale (a tre corsie) di circa 1 km completamente ciclopedonale, dove saranno alloggiate tutte le strutture senza nessun tipo di problema per tifosi e normale circolazione.


11 V7-Prato
12 Appennino-JapanCup
13 G9-ITARR-V20-Sabatini
14 Vasco-Dauphiné-T3-T21-Pologne-3VV
15 Laigueglia-Escaut-G2-G18-Giro-T13-Fourmies
16 Nice-V12
17 Frankfurt-T11-V16-Chrono
18 Bianche-DePanne-Romandie-Köln-Piemonte-Chrono

Avatar utente
Patate
Messaggi: 3276
Iscritto il: domenica 28 febbraio 2016, 23:23

Re: Mondiali. Le prossime edizioni.

Messaggio da leggere da Patate » martedì 19 settembre 2017, 23:20

Anche York 2019 mi pare fosse l'unica candidatura in lizza


antani ha scritto:Non so perchè ma ho la sensazione che domani Aru possa arrivare dietro o davanti a Froome, stiamo a vedere sembra facile ma non è difficile

pereiro2982
Messaggi: 1777
Iscritto il: lunedì 16 maggio 2016, 15:18

Re: Mondiali. Le prossime edizioni.

Messaggio da leggere da pereiro2982 » martedì 19 settembre 2017, 23:21

secondo me è un percorso migliore di tanti altri, il problema è che proprio il mondiale non attrae , e chi ne viene attratto non ha i fondi , qualche mondiale in sud america sarebbe interessantissimo dal punto di vista tecnico e sicuramente di gente se ne vedrebbe parecchia..

cmq 2020 olimpiadi a tokyo e mondiale in italia....penso se gna fa al canto del cigno di nibali...



Avatar utente
Patate
Messaggi: 3276
Iscritto il: domenica 28 febbraio 2016, 23:23

Re: Mondiali. Le prossime edizioni.

Messaggio da leggere da Patate » martedì 19 settembre 2017, 23:22

pereiro2982 ha scritto:secondo me è un percorso migliore di tanti altri, il problema è che proprio il mondiale non attrae , e chi ne viene attratto non ha i fondi , qualche mondiale in sud america sarebbe interessantissimo dal punto di vista tecnico e sicuramente di gente se ne vedrebbe parecchia..

cmq 2020 olimpiadi a tokyo e mondiale in italia....penso se gna fa al canto del cigno di nibali...
Tokyo dovrebbe essere più facile... credo che l'unica chance per Vincenzo rimanga Rio :gluglu:


antani ha scritto:Non so perchè ma ho la sensazione che domani Aru possa arrivare dietro o davanti a Froome, stiamo a vedere sembra facile ma non è difficile

Avatar utente
Patate
Messaggi: 3276
Iscritto il: domenica 28 febbraio 2016, 23:23

Re: Mondiali. Le prossime edizioni.

Messaggio da leggere da Patate » martedì 19 settembre 2017, 23:31

Comunque le mie perplessità più che sul percorso "A" sono sul fatto che con tutta probabilità verrà fatto il piano B col solo Monte Berico. Via Costacolonna, se non si mettono a sbragare muri, è larga due metri
sd.PNG
sd.PNG (426.89 KiB) Visto 2268 volte


antani ha scritto:Non so perchè ma ho la sensazione che domani Aru possa arrivare dietro o davanti a Froome, stiamo a vedere sembra facile ma non è difficile

Basso
Messaggi: 13588
Iscritto il: sabato 21 maggio 2011, 18:03
Località: Vicenza

Re: Mondiali. Le prossime edizioni.

Messaggio da leggere da Basso » martedì 19 settembre 2017, 23:40

Ad occhio, ogni giro dovrebbe avere fra i 305 e i 310 metri di dislivello positivo (su 20 km). Ripeterlo 10 volte non sarebbe male, dai. Varese, analizzando le altimetrie, aveva circa 270 metri di dislivello positivo a giro (su 17 km). Mendrisio sui 235/240 metri (su 14 km), Firenze sui 325/330 metri (su 16.7 km).

Questo l'imbocco della salita di via Costacolonna. Nel caso venisse tolta (ma credo e spero ardentemente di no), il discorso cambierebbe.

Immagine

edit: Patate mi ha anticipato


11 V7-Prato
12 Appennino-JapanCup
13 G9-ITARR-V20-Sabatini
14 Vasco-Dauphiné-T3-T21-Pologne-3VV
15 Laigueglia-Escaut-G2-G18-Giro-T13-Fourmies
16 Nice-V12
17 Frankfurt-T11-V16-Chrono
18 Bianche-DePanne-Romandie-Köln-Piemonte-Chrono

pereiro2982
Messaggi: 1777
Iscritto il: lunedì 16 maggio 2016, 15:18

Re: Mondiali. Le prossime edizioni.

Messaggio da leggere da pereiro2982 » martedì 19 settembre 2017, 23:57

Patate ha scritto:
pereiro2982 ha scritto:secondo me è un percorso migliore di tanti altri, il problema è che proprio il mondiale non attrae , e chi ne viene attratto non ha i fondi , qualche mondiale in sud america sarebbe interessantissimo dal punto di vista tecnico e sicuramente di gente se ne vedrebbe parecchia..

cmq 2020 olimpiadi a tokyo e mondiale in italia....penso se gna fa al canto del cigno di nibali...
Tokyo dovrebbe essere più facile... credo che l'unica chance per Vincenzo rimanga Rio :gluglu:
io spero solo ci possa essere perche è stato un traghettatore in un periodo difficile del movimento , ma c'è tempo....



Avatar utente
Walter_White
Messaggi: 10270
Iscritto il: mercoledì 23 marzo 2016, 18:01

Re: Mondiali. Le prossime edizioni.

Messaggio da leggere da Walter_White » mercoledì 20 settembre 2017, 0:05

Patate ha scritto:Comunque le mie perplessità più che sul percorso "A" sono sul fatto che con tutta probabilità verrà fatto il piano B col solo Monte Berico. Via Costacolonna, se non si mettono a sbragare muri, è larga due metri
sd.PNG
Tiriamo giù questi muri! (semicit.)

Scusate ma ci stava bene :D (e poi oh, io li butterei giù sul serio per non rendere il percorso osceno :diavoletto: )


FCC 2017/18: 3°; Trofeo dei titoli; Campionato Europeo Donne Elite, Campionato del Mondo Donne Elite, ROTY

Avatar utente
Fabian von Paterberg
Messaggi: 907
Iscritto il: martedì 9 agosto 2016, 14:29
Località: Passo dei 3 termini

Re: Mondiali. Le prossime edizioni.

Messaggio da leggere da Fabian von Paterberg » mercoledì 20 settembre 2017, 0:09

Basso ha scritto:Posto che il percorso è provvisorio, l'altimetria inganna. Non mostra i 250 metri di strappetto, a cui fa seguito un tratto in pavé che porta ed è all'interno dell'ultimo km, le discese tortuose, il saliscendi dopo Monte Berico, la strettissima sede stradale nella seconda salita e nella seguente discesa. Non sarà duro come Innsbruck ma, giusto per fare un esempio, è più impegnativo di Varese.

Sul fatto che sia l'unica candidatura, è un peccato. E dice bene Tranchée, non è neppure la prima volta. Altrettanto bene dice Cauz: l'UCI chiede troppo. La candidatura di Vicenza ha, per una volta, lavorato finora molto bene, iniziando a stilare la candidatura già nell'estate 2013. Gli sponsor ci saranno e non serviranno lavori diversi dall'asfaltatura (causa compensazioni della famigerata base Del Din nei prossimi anni ci saranno lavori con soldi già pronti, tipo filobus, parchi, anello ciclabile che non toccano il percorso).

Sul giusto tema che pone Giorgioricci, in Francia, diversamente dal resto, preferiscono puntare sull'ospitare le tappe del Tour. Sul tema di Walter White, purtroppo l'arrivo a Monte Berico è irrealizzabile perché sarebbe impossibile ospitare tutti i mezzi per una settimana: per una tappa del Giro sì, di più no. A Via Roma c'è invece un lungo viale (a tre corsie) di circa 1 km completamente ciclopedonale, dove saranno alloggiate tutte le strutture senza nessun tipo di problema per tifosi e normale circolazione.
Quoto tutto, la sconfitta del ciclismo (inteso come uci) è che Vicenza vincerà perchè unica candidata e non perchè è l'organizzazione migliore. A me il percorso presentato mi è sembrato buono e interessante, però la possibile soluzione b cambia tante cose. Si taglierebbe qualunque altra ascesa oltre al monte Berico o c'è qualche altro strappo magari meno duro ma fattibile in alternativa?


Questa è stata la battaglia più grande della mia carriera. C.Froome, May 26th, 2018
2016 argento ITT Doha
2017 Tour de France a tempo

Basso
Messaggi: 13588
Iscritto il: sabato 21 maggio 2011, 18:03
Località: Vicenza

Re: Mondiali. Le prossime edizioni.

Messaggio da leggere da Basso » mercoledì 20 settembre 2017, 0:17

Fabian von Paterberg ha scritto:Quoto tutto, la sconfitta del ciclismo (inteso come uci) è che Vicenza vincerà perchè unica candidata e non perchè è l'organizzazione migliore. A me il percorso presentato mi è sembrato buono e interessante, però la possibile soluzione b cambia tante cose. Si taglierebbe qualunque altra ascesa oltre al monte Berico o c'è qualche altro strappo magari meno duro ma fattibile in alternativa?
Ci sarebbe la salita di Raposso (utilizzata nella tappa del Giro 2015), ma il percorso diventerebbe troppo lungo (ad occhio sui 30/32 km). Altrimenti si dovrebbe cambiare il verso, e rientrare dalla città da sudovest e non da sudest: si perderebbe il passaggio finale in centro città e il passaggio davanti a Villa La Rotonda.


11 V7-Prato
12 Appennino-JapanCup
13 G9-ITARR-V20-Sabatini
14 Vasco-Dauphiné-T3-T21-Pologne-3VV
15 Laigueglia-Escaut-G2-G18-Giro-T13-Fourmies
16 Nice-V12
17 Frankfurt-T11-V16-Chrono
18 Bianche-DePanne-Romandie-Köln-Piemonte-Chrono

Avatar utente
Fabian von Paterberg
Messaggi: 907
Iscritto il: martedì 9 agosto 2016, 14:29
Località: Passo dei 3 termini

Re: Mondiali. Le prossime edizioni.

Messaggio da leggere da Fabian von Paterberg » mercoledì 20 settembre 2017, 0:20

Basso ha scritto:
Fabian von Paterberg ha scritto:Quoto tutto, la sconfitta del ciclismo (inteso come uci) è che Vicenza vincerà perchè unica candidata e non perchè è l'organizzazione migliore. A me il percorso presentato mi è sembrato buono e interessante, però la possibile soluzione b cambia tante cose. Si taglierebbe qualunque altra ascesa oltre al monte Berico o c'è qualche altro strappo magari meno duro ma fattibile in alternativa?
Ci sarebbe la salita di Raposso (utilizzata nella tappa del Giro 2015), ma il percorso diventerebbe troppo lungo (ad occhio sui 30/32 km). Altrimenti si dovrebbe cambiare il verso, e rientrare dalla città da sudovest e non da sudest: si perderebbe il passaggio finale in centro città e il passaggio davanti a Villa La Rotonda.
Capisco, difficile dunque ed il finale sarebbe un gran peccato modificarlo
:cincin:


Questa è stata la battaglia più grande della mia carriera. C.Froome, May 26th, 2018
2016 argento ITT Doha
2017 Tour de France a tempo

CicloSprint
Messaggi: 5648
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:49

Re: Mondiali. Le prossime edizioni.

Messaggio da leggere da CicloSprint » mercoledì 20 settembre 2017, 8:37

Secondo la Gazzetta mondiale assegnato a Vicenza sub-judice, ora in 6 settimane deve trovare le garanzie necessarie. Se no l' UCi riaprirà il bando.



Avatar utente
galliano
Messaggi: 12019
Iscritto il: giovedì 14 aprile 2011, 12:53
Località: TN

Re: Mondiali. Le prossime edizioni.

Messaggio da leggere da galliano » mercoledì 20 settembre 2017, 8:54

Basso ha scritto:Posto che il percorso è provvisorio, l'altimetria inganna. Non mostra i 250 metri di strappetto, a cui fa seguito un tratto in pavé che porta ed è all'interno dell'ultimo km, le discese tortuose, il saliscendi dopo Monte Berico, la strettissima sede stradale nella seconda salita e nella seguente discesa. Non sarà duro come Innsbruck ma, giusto per fare un esempio, è più impegnativo di Varese.
Se guardiamo solo le salite il percorso non è comunque disastroso, è meglio di quello di Bergen, Richmond e Ponferrada.
Poi bisogna capire se dove pare pianura lo è veramente.
Per fare un esempio, spesso la pianura francese è ingannevole e i percorsi risultano più impegnativi del previsto.
Da quanto scrivi mi pare confermare che il percorso presenta una certa varietà di situazioni.
Il vero problema è capire se rimane o no via costacolonna.
Se la tolgono tout court allora il percorso diventa gravemente insufficiente, se la sostituiscono con qualcosa d'altro si tratta di capire qual è l'alternativa.
C'è un idea a tal proposito?

Per quanto riguarda le candidature, il tutto va valutato in ottica costi benefici.
L'UCI chiede parecchio? Parecchio, probabilmente rispetto agli introiti che un mondiale di ciclismo può portare, a corto e medio termine.
Il problema è quindi sempre il solito. Favorire un ciclismo più spettacolare, con i grossi nomi che si confrontano tutto l'anno, ecc. ecc. così da aumentare l'interesse e giustificare quindi le esose richieste UCI.



jumbo
Messaggi: 4291
Iscritto il: sabato 1 ottobre 2011, 10:42

Re: Mondiali. Le prossime edizioni.

Messaggio da leggere da jumbo » mercoledì 20 settembre 2017, 9:23

dall'articolo di cicloweb:
Per quanto riguarda le prove in linea» prosegue il presidente «due scatteranno da Padova, due da Vicenza e una da Venezia: parliamo della prova regina, quella dei professionisti che è stata concepita da Piazza San Marco, con trasferimento a passo d’uomo sino al km 0 sul Ponte della Libertà e da qui il via ufficiale verso la Riviera del Brenta, per approdare al circuito finale da coprire 6 o 7 volte a seconda delle esigenze altimetriche e chilometriche. Il circuito avrà uno sviluppo di 20,750 km e sarà caratterizzato da due salite: Monte Berico di km 1,150 con pendenza media al 7% e massima all’11%; Via Costacolonna di km 1,700 con pendenza media del 7,1% e massima del 13%
quindi dislivello complessivo ridotto a circa 2000 metri



Basso
Messaggi: 13588
Iscritto il: sabato 21 maggio 2011, 18:03
Località: Vicenza

Re: Mondiali. Le prossime edizioni.

Messaggio da leggere da Basso » mercoledì 20 settembre 2017, 10:00

È ancora una bozza, lo ripeto. Mi era stato comunicata la volontà, anche in relazione al chilometraggio aumentato di Bergen, di riconsiderare il numero di giri da fare.


11 V7-Prato
12 Appennino-JapanCup
13 G9-ITARR-V20-Sabatini
14 Vasco-Dauphiné-T3-T21-Pologne-3VV
15 Laigueglia-Escaut-G2-G18-Giro-T13-Fourmies
16 Nice-V12
17 Frankfurt-T11-V16-Chrono
18 Bianche-DePanne-Romandie-Köln-Piemonte-Chrono

Avatar utente
galliano
Messaggi: 12019
Iscritto il: giovedì 14 aprile 2011, 12:53
Località: TN

Re: Mondiali. Le prossime edizioni.

Messaggio da leggere da galliano » mercoledì 20 settembre 2017, 10:05

jumbo ha scritto:dall'articolo di cicloweb:
Per quanto riguarda le prove in linea» prosegue il presidente «due scatteranno da Padova, due da Vicenza e una da Venezia: parliamo della prova regina, quella dei professionisti che è stata concepita da Piazza San Marco, con trasferimento a passo d’uomo sino al km 0 sul Ponte della Libertà e da qui il via ufficiale verso la Riviera del Brenta, per approdare al circuito finale da coprire 6 o 7 volte a seconda delle esigenze altimetriche e chilometriche. Il circuito avrà uno sviluppo di 20,750 km i
Farlo sette volte si traduce in 145km sul circuito, stimando 270km di totale rimangono 125km da venezia all'ingresso sul circuito.
In questo ci sarebbe lo spazio per introdurre delle deviazioni sul percorso e introdurre qualche difficoltà nella parte in linea.



Avatar utente
cauz.
Messaggi: 11517
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:53
Località: milano
Contatta:

Re: Mondiali. Le prossime edizioni.

Messaggio da leggere da cauz. » mercoledì 20 settembre 2017, 10:50

galliano ha scritto:Il problema è quindi sempre il solito. Favorire un ciclismo più spettacolare, con i grossi nomi che si confrontano tutto l'anno, ecc. ecc. così da aumentare l'interesse e giustificare quindi le esose richieste UCI.
il problema sarebbe pure quello di ridurre i costi, che in alcuni casi sono fuori da ogni buon senso. e i costi della macchina UCI sono sempre più esorbitanti.
non c'entra nulla coi mondiali e ci farò una figura da grillino, ma ad esempio ieri leggevo l'andamento dello stipendio di cookson, tanto per tornare alla vigilia elettorale.
2014 : 300,000 euri
2015 : 311'000 euri
2016 : 344'000 euri
arrivando a doppiare quanto guadagna theresa may :hammer:

ma i due problemi effettivamente si inseguono: se ad aigle ci si occupasse un po' più concretamente dello sviluppo del ciclismo anzichè dello sviluppo... dell'UCI, le cose potrebbero migliorare in tempi più brevi.


di certo con i costi che comporta un mondiale oggi si ridimensiona parecchio il concetto di "mondo", e per attendere il primo mondiale africano o un nuovo mondiale sudamericano ci vorrà parecchio tempo, in compenso immagino che dopo vicenza 2020 sia già al lavoro una nuova candidatura italiana per il 2024, magari malagò si consola così per le olimpiadi romane :diavoletto:


"Il male trionfa sempre, perche' il bene e' stupido" [Lord Casco]
@cauz_ | bidonmagazine.org | hoilciclo.worpdress.com | confindustrial.noblogs.org
"il Centogiro - 99 storie (più una) dal Giro d'Italia" è in libreria!

Avatar utente
galliano
Messaggi: 12019
Iscritto il: giovedì 14 aprile 2011, 12:53
Località: TN

Re: Mondiali. Le prossime edizioni.

Messaggio da leggere da galliano » mercoledì 20 settembre 2017, 11:17

cauz. ha scritto:
galliano ha scritto:Il problema è quindi sempre il solito. Favorire un ciclismo più spettacolare, con i grossi nomi che si confrontano tutto l'anno, ecc. ecc. così da aumentare l'interesse e giustificare quindi le esose richieste UCI.
il problema sarebbe pure quello di ridurre i costi, che in alcuni casi sono fuori da ogni buon senso. e i costi della macchina UCI sono sempre più esorbitanti.
non c'entra nulla coi mondiali e ci farò una figura da grillino, ma ad esempio ieri leggevo l'andamento dello stipendio di cookson, tanto per tornare alla vigilia elettorale.
2014 : 300,000 euri
2015 : 311'000 euri
2016 : 344'000 euri
arrivando a doppiare quanto guadagna theresa may :hammer:
Guarda se tu fai la figura del grillino io rischio di fare quella del vetero comunista e aggiungo che un tetto di 200k€ agli stipendi starebbe bene ovunque nel mondo.
Sfido anche Bill Gates a sostenere che con una decina di migliaia di euro netti al mese non si può vivere da signori.

A parte questa sacrosanta affermazione non c'è dubbio che l'UCI chiede troppo per quello che da.



maurofacoltosi
Messaggi: 1271
Iscritto il: mercoledì 15 dicembre 2010, 12:23
Località: Vedano Olona (Va)
Contatta:

Re: Mondiali. Le prossime edizioni.

Messaggio da leggere da maurofacoltosi » mercoledì 20 settembre 2017, 21:17

Nel 2019, quando si correrà nello Yorkshire, il circuito (ancora da stabilire) sarà disegnato attorno alla cittadina di Harrogate, dove si concluse la prima tappa del Tour del 2014.

http://worlds.yorkshire.com/downloads/U ... ne2017.pdf


Mauro Facoltosi
www.ilciclismo.it

maurofacoltosi
Messaggi: 1271
Iscritto il: mercoledì 15 dicembre 2010, 12:23
Località: Vedano Olona (Va)
Contatta:

Re: Mondiali. Le prossime edizioni.

Messaggio da leggere da maurofacoltosi » mercoledì 20 settembre 2017, 21:23

Ho dato un veloce occhio con La Flamme Rouge... mi sa che nel 2019 di salite ne vedremo ben poche al mondiale


Mauro Facoltosi
www.ilciclismo.it

Avatar utente
Patate
Messaggi: 3276
Iscritto il: domenica 28 febbraio 2016, 23:23

Re: Mondiali. Le prossime edizioni.

Messaggio da leggere da Patate » mercoledì 20 settembre 2017, 21:30

maurofacoltosi ha scritto:Ho dato un veloce occhio con La Flamme Rouge... mi sa che nel 2019 di salite ne vedremo ben poche al mondiale
Lo temevo, tra un 2018 durissimo ed un 2020 non facile non immaginavo un percorso difficile...

Comunque Harrogate è ricca di strappetti, non vere e proprie salite, ma robe tipo 500 metri al 10%, quindi lo spazio per una corsa frizzante c'è tutto


antani ha scritto:Non so perchè ma ho la sensazione che domani Aru possa arrivare dietro o davanti a Froome, stiamo a vedere sembra facile ma non è difficile

Avatar utente
antani
Messaggi: 2310
Iscritto il: lunedì 26 settembre 2016, 12:31

Re: Mondiali. Le prossime edizioni.

Messaggio da leggere da antani » mercoledì 20 settembre 2017, 21:31

Patate ha scritto:
maurofacoltosi ha scritto:Ho dato un veloce occhio con La Flamme Rouge... mi sa che nel 2019 di salite ne vedremo ben poche al mondiale
Lo temevo, tra un 2018 durissimo ed un 2020 non facile non immaginavo un percorso difficile...

Comunque Harrogate è ricca di strappetti, non vere e proprie salite, ma robe tipo 500 metri al 10% con punte al 20, quindi lo spazio per una corsa frizzante c'è tutto
Potrebbero organizzare un mondiale adatto a gente tipo Simon Yates, e quindi mettere molti strapetti


"Sicuramente serve il 25"
~ Davide Cassani su qualsiasi salita

Avatar utente
Walter_White
Messaggi: 10270
Iscritto il: mercoledì 23 marzo 2016, 18:01

Re: Mondiali. Le prossime edizioni.

Messaggio da leggere da Walter_White » mercoledì 20 settembre 2017, 21:34

antani ha scritto:
Patate ha scritto:
maurofacoltosi ha scritto:Ho dato un veloce occhio con La Flamme Rouge... mi sa che nel 2019 di salite ne vedremo ben poche al mondiale
Lo temevo, tra un 2018 durissimo ed un 2020 non facile non immaginavo un percorso difficile...

Comunque Harrogate è ricca di strappetti, non vere e proprie salite, ma robe tipo 500 metri al 10% con punte al 20, quindi lo spazio per una corsa frizzante c'è tutto
Potrebbero organizzare un mondiale adatto a gente tipo Simon Yates, e quindi mettere molti strapetti
Oppure adatto a, sigh, Cavendish....


FCC 2017/18: 3°; Trofeo dei titoli; Campionato Europeo Donne Elite, Campionato del Mondo Donne Elite, ROTY

Avatar utente
antani
Messaggi: 2310
Iscritto il: lunedì 26 settembre 2016, 12:31

Re: Mondiali. Le prossime edizioni.

Messaggio da leggere da antani » mercoledì 20 settembre 2017, 21:38

Walter_White ha scritto: Oppure adatto a, sigh, Cavendish....
cosi arrivano in volata e si fa butttare da chi questa volta??? :vomitino: :vomitino: :vomitino: :vomitino: :vomitino: :vomitino:


"Sicuramente serve il 25"
~ Davide Cassani su qualsiasi salita

Basso
Messaggi: 13588
Iscritto il: sabato 21 maggio 2011, 18:03
Località: Vicenza

Re: Mondiali. Le prossime edizioni.

Messaggio da leggere da Basso » giovedì 21 settembre 2017, 10:04

Tutto quello che volete sapere su Innsbruck http://www.cicloweb.it/2017/09/21/perco ... ruck-2018/


11 V7-Prato
12 Appennino-JapanCup
13 G9-ITARR-V20-Sabatini
14 Vasco-Dauphiné-T3-T21-Pologne-3VV
15 Laigueglia-Escaut-G2-G18-Giro-T13-Fourmies
16 Nice-V12
17 Frankfurt-T11-V16-Chrono
18 Bianche-DePanne-Romandie-Köln-Piemonte-Chrono

CicloSprint
Messaggi: 5648
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:49

Re: Mondiali. Le prossime edizioni.

Messaggio da leggere da CicloSprint » giovedì 21 settembre 2017, 15:22

Con l'elezione di Lappartient a presidente UCI prende corpo un ipotesi di un mondiale di ciclismo in Veneto 2020 unico (pista e strada insieme), sarà vero ?



Avatar utente
cauz.
Messaggi: 11517
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:53
Località: milano
Contatta:

Re: Mondiali. Le prossime edizioni.

Messaggio da leggere da cauz. » giovedì 21 settembre 2017, 15:32

CicloSprint ha scritto:Con l'elezione di Lappartient a presidente UCI prende corpo un ipotesi di un mondiale di ciclismo in Veneto 2020 unico (pista e strada insieme), sarà vero ?
perchè ciò si realizzasse bisognerebbe:
- spostare nuovamente i mondiali su pista in estate/autunno (o in alternativa quelli su strada in inverno);
- costruire davvero un velodromo in veneto. perdipiù in due anni.

e se la prima ipotesi non si può mai scartare, la seconda mi pare pura fantascienza. :diavoletto:


"Il male trionfa sempre, perche' il bene e' stupido" [Lord Casco]
@cauz_ | bidonmagazine.org | hoilciclo.worpdress.com | confindustrial.noblogs.org
"il Centogiro - 99 storie (più una) dal Giro d'Italia" è in libreria!

CicloSprint
Messaggi: 5648
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:49

Re: Mondiali. Le prossime edizioni.

Messaggio da leggere da CicloSprint » giovedì 21 settembre 2017, 15:35

cauz. ha scritto:
CicloSprint ha scritto:Con l'elezione di Lappartient a presidente UCI prende corpo un ipotesi di un mondiale di ciclismo in Veneto 2020 unico (pista e strada insieme), sarà vero ?
perchè ciò si realizzasse bisognerebbe:
- spostare nuovamente i mondiali su pista in estate/autunno (o in alternativa quelli su strada in inverno);
- costruire davvero un velodromo in veneto. perdipiù in due anni.

e se la prima ipotesi non si può mai scartare, la seconda mi pare pura fantascienza. :diavoletto:
Nel 2019 dovrebbe essere inaugurato il velodromo di Treviso... ;)



pereiro2982
Messaggi: 1777
Iscritto il: lunedì 16 maggio 2016, 15:18

Re: Mondiali. Le prossime edizioni.

Messaggio da leggere da pereiro2982 » venerdì 22 settembre 2017, 9:31

cmq secondo me è piu affascinante la formula dei doppi circuiti, stile rio e anche innsbruck che le partenze in linea per poi arrivare al circuito.

ma dico io l'uci fare un mondiale sul percorso di rio per incentivare il ciclismo in brasile no è?....

chi sa quando ci sara mai il primo mondiale di ciclismo in africa.....



maurofacoltosi
Messaggi: 1271
Iscritto il: mercoledì 15 dicembre 2010, 12:23
Località: Vedano Olona (Va)
Contatta:

Re: Mondiali. Le prossime edizioni.

Messaggio da leggere da maurofacoltosi » venerdì 22 settembre 2017, 9:50

pereiro2982 ha scritto:chi sa quando ci sara mai il primo mondiale di ciclismo in africa.....
Ci sono nazioni emergenti anche in questo continente come Algeria, Etiopia, Eritrea e Sudafrica


Mauro Facoltosi
www.ilciclismo.it

Avatar utente
Fabian von Paterberg
Messaggi: 907
Iscritto il: martedì 9 agosto 2016, 14:29
Località: Passo dei 3 termini

Re: Mondiali. Le prossime edizioni.

Messaggio da leggere da Fabian von Paterberg » martedì 26 settembre 2017, 1:03

Direi che abbiamo giá il nome del favorito per Vicenza 2020 :D


Questa è stata la battaglia più grande della mia carriera. C.Froome, May 26th, 2018
2016 argento ITT Doha
2017 Tour de France a tempo

pereiro2982
Messaggi: 1777
Iscritto il: lunedì 16 maggio 2016, 15:18

Re: Mondiali. Le prossime edizioni.

Messaggio da leggere da pereiro2982 » martedì 26 settembre 2017, 2:11

se vogliono fare il mondiale in africa spero che riescano a diminuire le loro pretese mi riferisco all 'uci cosi magari africa sud america potrebbero dare la giusta varieta di circuiti e percorsi e magari piu entusiasmo nel organizzare un mondiale



Avatar utente
cauz.
Messaggi: 11517
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:53
Località: milano
Contatta:

Re: Mondiali. Le prossime edizioni.

Messaggio da leggere da cauz. » martedì 26 settembre 2017, 11:22

pereiro2982 ha scritto:se vogliono fare il mondiale in africa spero che riescano a diminuire le loro pretese mi riferisco all 'uci cosi magari africa sud america potrebbero dare la giusta varieta di circuiti e percorsi e magari piu entusiasmo nel organizzare un mondiale
le pretese potrebbero anche restare alte. nella mia visione fantasiosa, il mondiale in africa ci sarà e lo organizzerà... ASO.
se volete possiamo chiamarlo colonialismo, è il termine corretto.


"Il male trionfa sempre, perche' il bene e' stupido" [Lord Casco]
@cauz_ | bidonmagazine.org | hoilciclo.worpdress.com | confindustrial.noblogs.org
"il Centogiro - 99 storie (più una) dal Giro d'Italia" è in libreria!

Basso
Messaggi: 13588
Iscritto il: sabato 21 maggio 2011, 18:03
Località: Vicenza

Re: Mondiali. Le prossime edizioni.

Messaggio da leggere da Basso » martedì 26 settembre 2017, 11:37

cauz. ha scritto:
pereiro2982 ha scritto:se vogliono fare il mondiale in africa spero che riescano a diminuire le loro pretese mi riferisco all 'uci cosi magari africa sud america potrebbero dare la giusta varieta di circuiti e percorsi e magari piu entusiasmo nel organizzare un mondiale
le pretese potrebbero anche restare alte. nella mia visione fantasiosa, il mondiale in africa ci sarà e lo organizzerà... ASO.
se volete possiamo chiamarlo colonialismo, è il termine corretto.
Questo direi senza dubbio. Dal mio punto di vista mi auguro che quantomeno ASO/UCI (per i prossimi quattro anni possiamo chiamare uno o l'altro, tanto sarà la stessa cosa) lo organizzino in Ruanda.


11 V7-Prato
12 Appennino-JapanCup
13 G9-ITARR-V20-Sabatini
14 Vasco-Dauphiné-T3-T21-Pologne-3VV
15 Laigueglia-Escaut-G2-G18-Giro-T13-Fourmies
16 Nice-V12
17 Frankfurt-T11-V16-Chrono
18 Bianche-DePanne-Romandie-Köln-Piemonte-Chrono

pereiro2982
Messaggi: 1777
Iscritto il: lunedì 16 maggio 2016, 15:18

Re: Mondiali. Le prossime edizioni.

Messaggio da leggere da pereiro2982 » martedì 26 settembre 2017, 11:47

a me baste che 2 mondiali su 4 abbiano salite vere



Avatar utente
galliano
Messaggi: 12019
Iscritto il: giovedì 14 aprile 2011, 12:53
Località: TN

Re: Mondiali. Le prossime edizioni.

Messaggio da leggere da galliano » martedì 26 settembre 2017, 12:08

pereiro2982 ha scritto:a me baste che 2 mondiali su 4 abbiano salite vere
a me basta che non siano mondiali stile copenhagen e zolder come percorso e doha come cornice di pubblico.

Dipende da cosa intendi per salite vere.
Se vuoi che 2 su 4 siano come innsbruck non sono d'accordo, perché mondiali di quel tipo sono troppo sbilanciati e ci possono stare ma più di rado.
Già il mondiale di firenze è un'altra cosa, quello è potenzialmente aperto anche agli uomini delle pietre più eclettici, Gilbert e GVA tanto per capire.

A mio avviso il mondiale dovrebbe oscillare tra percorsi tipo bergen e percorsi tipo Firenze, ogni tanto, una volta ogni 12/15 anni, ci può stare il mondiale tipo innsbruck. Gli scalatori hanno già 3 GT a loro disposizione.

Tenderei ad abolire i mondiali per velocisti, a meno che non si corrano sui 330km in zone ventose e magari con un po' di pavè o sterrato.



Avatar utente
cauz.
Messaggi: 11517
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:53
Località: milano
Contatta:

Re: Mondiali. Le prossime edizioni.

Messaggio da leggere da cauz. » martedì 26 settembre 2017, 13:38

galliano ha scritto:
pereiro2982 ha scritto:a me baste che 2 mondiali su 4 abbiano salite vere
a me basta che non siano mondiali stile copenhagen e zolder come percorso e doha come cornice di pubblico.
mi sembra una buona sintesi. aggiungerei anche una reale turnazione sullo scenario "mondiale".
ovvero: dato per acquisito che l'europa è il centro del ciclismo, ritengo che ogni quadriennio almeno un mondiale debba essere extra-europeo, e che i singoli paesi europei debbano aspettare un intervallo di 10-12 anni tra un mondiale organizzato e il successivo. sarebbe anche opportuno non avere mondiali consecutivi in aree troppo prossime, ricordo ancora quando ci fu la doppietta varese-mendrisio: due mondiali consecutivi a 50 km di distanza.


"Il male trionfa sempre, perche' il bene e' stupido" [Lord Casco]
@cauz_ | bidonmagazine.org | hoilciclo.worpdress.com | confindustrial.noblogs.org
"il Centogiro - 99 storie (più una) dal Giro d'Italia" è in libreria!

pereiro2982
Messaggi: 1777
Iscritto il: lunedì 16 maggio 2016, 15:18

Re: Mondiali. Le prossime edizioni.

Messaggio da leggere da pereiro2982 » martedì 26 settembre 2017, 13:47

galliano ha scritto:
pereiro2982 ha scritto:a me baste che 2 mondiali su 4 abbiano salite vere
a me basta che non siano mondiali stile copenhagen e zolder come percorso e doha come cornice di pubblico.

Dipende da cosa intendi per salite vere.
Se vuoi che 2 su 4 siano come innsbruck non sono d'accordo, perché mondiali di quel tipo sono troppo sbilanciati e ci possono stare ma più di rado.
Già il mondiale di firenze è un'altra cosa, quello è potenzialmente aperto anche agli uomini delle pietre più eclettici, Gilbert e GVA tanto per capire.

A mio avviso il mondiale dovrebbe oscillare tra percorsi tipo bergen e percorsi tipo Firenze, ogni tanto, una volta ogni 12/15 anni, ci può stare il mondiale tipo innsbruck. Gli scalatori hanno già 3 GT a loro disposizione.

Tenderei ad abolire i mondiali per velocisti, a meno che non si corrano sui 330km in zone ventose e magari con un po' di pavè o sterrato.

i mondiali per scalatori come quelli per velocisti devono rimanere una cosa rara ma non troppo ogni 4-5 anni

cmq da escludere volate di gruppo i mondiali devono fare selezione che sia pave, sterrato circuiti con diverse tipologie di salite ,discese .

rio aveva due circuiti per due mondiali bellissimi, bergen magari con un primo circuito con una salita breve ma piu dura.. e poi il circuito finale anche se sarebbe bastata la pioggia cmq basta volate da 50 -30 corridori



Stylus
Messaggi: 787
Iscritto il: giovedì 28 aprile 2011, 12:03

Re: Mondiali. Le prossime edizioni.

Messaggio da leggere da Stylus » martedì 26 settembre 2017, 15:56

Quello di Vicenza perché non lo fanno al contrario? Sarebbe più interessante



Basso
Messaggi: 13588
Iscritto il: sabato 21 maggio 2011, 18:03
Località: Vicenza

Re: Mondiali. Le prossime edizioni.

Messaggio da leggere da Basso » martedì 26 settembre 2017, 16:03

Stylus ha scritto:Quello di Vicenza perché non lo fanno al contrario? Sarebbe più interessante
Guardando la cartina così potrebbe sembrare, ma nella realtà non è così :) Innanzitutto la salita di via Costacolonna sarebbe praticamente impossibile da affrontare in discesa per un gruppo numeroso. Inoltre quella che è la prima discesa (la cosiddetta Strada Militare) diventerebbe l'ultima vera salita prima del lungo saliscendi seguente e non permetterebbe di creare distacchi di un minimo rilievo.


11 V7-Prato
12 Appennino-JapanCup
13 G9-ITARR-V20-Sabatini
14 Vasco-Dauphiné-T3-T21-Pologne-3VV
15 Laigueglia-Escaut-G2-G18-Giro-T13-Fourmies
16 Nice-V12
17 Frankfurt-T11-V16-Chrono
18 Bianche-DePanne-Romandie-Köln-Piemonte-Chrono

Avatar utente
galliano
Messaggi: 12019
Iscritto il: giovedì 14 aprile 2011, 12:53
Località: TN

Re: Mondiali. Le prossime edizioni.

Messaggio da leggere da galliano » martedì 26 settembre 2017, 16:22

pereiro2982 ha scritto: i mondiali per scalatori come quelli per velocisti devono rimanere una cosa rara ma non troppo ogni 4-5 anni

cmq da escludere volate di gruppo i mondiali devono fare selezione che sia pave, sterrato circuiti con diverse tipologie di salite ,discese .

rio aveva due circuiti per due mondiali bellissimi, bergen magari con un primo circuito con una salita breve ma piu dura.. e poi il circuito finale anche se sarebbe bastata la pioggia cmq basta volate da 50 -30 corridori
Addirittura un mondiale per scalatori ogni 4/5 anni?
a me pare francamente troppo frequente.
Capisco che 3 (a partire da sallanches 1980 fino ad innsbruck 2018) in 38 anni siano pochi, ma così esageri.
Io ne farei uno ogni 10 anni e siamo tutti contenti. Invece mi piace l'idea di fare il mondiale su doppio circuito (in serie oppure con giri alternati) così c'è la possibilità di spostare le difficoltà più lontane dall'arrivo e favorire una selezione per sfinimento, in modo che nel finale semplificato non sia penalizzato troppo il passista rispetto agli specialisti della salita.




Rispondi