Lance-ART

Il mondo dei professionisti tra gare e complessità, e più in generale l'approccio al ciclismo di ogni appassionato
Avatar utente
Emit Flesti
Messaggi: 318
Iscritto il: giovedì 28 giugno 2012, 17:23

Lance-ART

Messaggio da leggere da Emit Flesti » domenica 7 ottobre 2012, 12:35

PREMESSA amichevole: questo topic non riguarda risultati, albi d’oro, doping, Usada, Wada, Uci et similia; per questi temi esistono già ottime discussioni in altre sezioni del forum…

Molto abbiamo scritto su Lance Armstrong e molto abbiamo letto, soprattutto in tempi recenti.
Sarà la Storia (con la “s” maiuscola) o, come molti di noi credono e sperano, l’inchiesta Usada a dire chi sia stato, cosa sia stato e cosa abbia davvero rappresentato il Lanza per il ciclismo contemporaneo.
Qualunque possa essere il verdetto ufficiale e la nostra personale opinione, credo che sia giusto dare a Lance ciò che è di Lance: l’aver creato involontariamente un’opera d’arte :D :yes:
Ciò che affermo è paradossale, ma nemmeno troppo. Non vi tedio con le mie personalissime opinioni sull’arte contemporanea e, nemmeno, sul fastidio che spesso provo per la critica d’arte contemporanea. Mi limito a ricordare la progressiva dissoluzione e ibridazione di categorie come autore, opera, soggetto, artista, artefice, ecc. ecc. :uhm:
In questo topic, semplicemente, voglio asserire (consapevole della mia irrilevanza) che i due filmati che linko qui sotto, comprensivi dell’audio originale, costituiscono un’opera d’arte contemporanea.
http://youtu.be/RtZhG2kWVLY
http://youtu.be/haEbtHiUcBc
In particolare il primo che, depurato da quelle fottute scritte pubblicitarie in sovraimpressione, dovrebbe stare (,proiettato in loop continuo) al MoMA di New York.
In definitiva, se qualcuno mi chiedesse, in modo coercitivo, di semplificare il tutto dicendo chi è l’autore di questa opera d’arte, non risponderei “Armstrong”, bensì: “…è il ciclismo, bellezza!”...
...E affan***o chi non l’apprezza! :D :D :angelo: :cincin:


"Il tempo è un servo, se tu sei il suo padrone. Il tempo è il tuo dio, se tu sei il suo cane. Noi siamo i creatori del tempo, le vittime del tempo e gli assassini del tempo [...] Il tempo è senza tempo..."
(Willem Dafoe/Wim Wenders, 1993)


Rispondi