Vuelta a España 2011 - Considerazioni generali

Il mondo dei professionisti tra gare e complessità, e più in generale l'approccio al ciclismo di ogni appassionato
Avatar utente
eliacodogno
Messaggi: 6641
Iscritto il: venerdì 24 dicembre 2010, 1:27
Località: Susa (TO)

Re: Vuelta a España 2011 - Considerazioni generali

Messaggio da leggere da eliacodogno » giovedì 1 settembre 2011, 12:37

marc ha scritto:
E i malati di provincialismo cronico, a mio modestissimo parere, sono gli appassionati che esaltano il Giro a prescindere, un pò come faceva Cannavò, senza guardare in faccia alla realtà per rendersi conto che si tratta di una corsa con corridori di secondo piano pelopiù italiani, i migliori vanno al Tour, ma con questo ho detto un'ovvietà
Una frase corretta che arriva con 7-8 anni di ritardo, quando la differenza fra Giro e Tour (e a volte anche fra Giro e Vuelta) era impietosa. Oggi parliamo di una corsa che vede una partecipazione internazionale buona... Ripeto se Contador e Menchov che sono i maggiori vincitori di GT sono presenze di ripiego dimmi tu chi dovrebbe esserci.
Poi parliamo del Tour, dove quest'anno è rimasto a galla fino all'ultimo Voeckler (altrochè Arroyo che almeno aveva un vantaggio triplo....) :muro:

Sul Gardeccia (la tappa più bella del Giro, se ti ha annoiato quella devi dirmi quella che ti ha divertito ;) ) è stato Nieve a battere Garzelli, non proprio uno scarsone...


Se il tuo modo di lavorare è questo qui, compragli un casco a Sgarbozza e fallo fare a lui il Giro, perché io non lo faccio più (P.S.)

'Idea del Forum' per me non vuol dire assolutamente niente. (H.F.)

Avatar utente
eliacodogno
Messaggi: 6641
Iscritto il: venerdì 24 dicembre 2010, 1:27
Località: Susa (TO)

Re: Vuelta a España 2011 - Considerazioni generali

Messaggio da leggere da eliacodogno » giovedì 1 settembre 2011, 12:46

marc ha scritto:Evans in quel Giro si era infortunato
Ma non era al Tour che si era infortunato? :febbre:


Se il tuo modo di lavorare è questo qui, compragli un casco a Sgarbozza e fallo fare a lui il Giro, perché io non lo faccio più (P.S.)

'Idea del Forum' per me non vuol dire assolutamente niente. (H.F.)

fau
Messaggi: 165
Iscritto il: sabato 21 maggio 2011, 16:28

Re: Vuelta a España 2011 - Considerazioni generali

Messaggio da leggere da fau » giovedì 1 settembre 2011, 13:36

eliacodogno ha scritto:
marc ha scritto:Evans in quel Giro si era infortunato
Ma non era al Tour che si era infortunato? :febbre:
dopo la fine del giro o della stagione, non ricordo, disse di aver avuto un forte attacco febbrile in corrispondenza della tappa dell'aquila, che i successivi giorni fu costretto a prendere antibiotici i quali avevano influito sulle sue prestazioni nelle tappe più importanti



Nicker
Messaggi: 1989
Iscritto il: martedì 14 dicembre 2010, 22:12

Re: Vuelta a España 2011 - Considerazioni generali

Messaggio da leggere da Nicker » giovedì 1 settembre 2011, 14:03

marc ha scritto: ps1. Gardeccia mi ha annoiato, anche qui mi scuso se non riesco a entusiasmarmi per l'impresa di un corridore ampiamente finito da anni come Garzelli, che vista la concorrenza riesce ad arrivare addirittura secondo se non sbaglio
Io avevo letto molti commenti su forum stranieri come quello di cyclingnews, e tutti hanno apprezzato moltissimo la tappa del Gardeccia, una delle tappe più dure e belle di questi ultimi anni...

marc ha scritto: ps2. Evans in quel Giro si era infortunato, aldilà di questo direi di non considerare Scarponi come un campione per i Gt, lo sta dimostando a questa Vuelta, va giusto bene per la Tirreno ;)
Evans non era infortunato, ma ha avuto la febbre nella tappa de L'Aquila, sicuramente avrà influito ma forse sarebbe arrivato dietro Basso anche senza la febbre (però non lo sapremo mai...).

Che Scarponi va bene giusto per la Tirreno lo dici tu... :evil:
Io dico che quest' anno è il miglior italiano, ha fatto una prima parte di stagione eccezionale (è quarto nel ranking UCI). Se sta andando male alla Vuelta è solo perchè è fuori forma, e comunque lui non va mai benissimo in estate anche perchè soffre il caldo... Se Michele è in forma, non sarà un campione per i grandi giri ma sicuramente è uno dei migliori corridori da Gt del mondo (tra i primi 10 per me....)


"Il bene si fa ma non si dice e sfruttare le disgrazie degli altri per farsi belli è da vigliacchi"

marc
Messaggi: 2263
Iscritto il: lunedì 1 agosto 2011, 23:39

Re: Vuelta a España 2011 - Considerazioni generali

Messaggio da leggere da marc » giovedì 1 settembre 2011, 15:12

ragazzi non contesto che la tappa del Gardeccia sia stata ben disegnata, battagliata ecc..dico che mi annoiano le corse con corridori di secondo piano, Nieve sarà pure una promessa ma deve dimostrare ancora il suo valere, e poi ripeto: se arriva secondo Garzelli che i suoi anni migliori li ha passati da un pezzo significa che c'è qualcosa che non va

Scarponi ha 31 anni ed è sempre stato un corridore di secondo piano, per cortesia. Basta guardare il palmares, può farsi valere al Giro in mancanza di corridori di spessore come succede da decenni ormai.

La partecipazione al Giro è migliorata perchè i tanti vituperati (anche da me) capi di aigle hanno creato il pro tour obbligando le squadre migliori a iscriversi a tutte le corse importanti...ma davvero nno ricominciamo con la storia che Contador è venuto al Giro perchè affascinato dal prestigio della corsa. Sapppiamo tutti perfettamente perchè è venuto, sia nel 2008 che quest'anno. Discorso non molto dissimile per Menchov, praticamente obbligato a partecipare al Giro quest'anno, e si è visto con quali risultati, perchè ha firmato per una squadra lasciata fuori dal pro tour o world tour come diavolo si chiama, altrimenti avrebbe puntato tutto sul tour come dichiarato l'anno scorso


perché per me il ciclismo non è ancora una passione onanistica, ma è un pezzo di cultura popolare e familiare.

Avatar utente
eliacodogno
Messaggi: 6641
Iscritto il: venerdì 24 dicembre 2010, 1:27
Località: Susa (TO)

Re: Vuelta a España 2011 - Considerazioni generali

Messaggio da leggere da eliacodogno » giovedì 1 settembre 2011, 15:29

marc ha scritto:ragazzi non contesto che la tappa del Gardeccia sia stata ben disegnata, battagliata ecc..dico che mi annoiano le corse con corridori di secondo piano, Nieve sarà pure una promessa ma deve dimostrare ancora il suo valere, e poi ripeto: se arriva secondo Garzelli che i suoi anni migliori li ha passati da un pezzo significa che c'è qualcosa che non va

Scarponi ha 31 anni ed è sempre stato un corridore di secondo piano, per cortesia. Basta guardare il palmares, può farsi valere al Giro in mancanza di corridori di spessore come succede da decenni ormai.

La partecipazione al Giro è migliorata perchè i tanti vituperati (anche da me) capi di aigle hanno creato il pro tour obbligando le squadre migliori a iscriversi a tutte le corse importanti...ma davvero nno ricominciamo con la storia che Contador è venuto al Giro perchè affascinato dal prestigio della corsa. Sapppiamo tutti perfettamente perchè è venuto, sia nel 2008 che quest'anno. Discorso non molto dissimile per Menchov, praticamente obbligato a partecipare al Giro quest'anno, e si è visto con quali risultati, perchè ha firmato per una squadra lasciata fuori dal pro tour o world tour come diavolo si chiama, altrimenti avrebbe puntato tutto sul tour come dichiarato l'anno scorso
Ma vedi che le fughe nei tapponi di montagna arrivano anche al Tour; e invece di Nieve succede quando va bene che vinca Hincapie (ciclista di tutto rispetto che però si porta su e giù 80 kg di stazza...)
Hai ragione, Scarponi è un buon corridore, nulla più, ma in un contesto dove Rodriguez è definito uomo da GT, il marchigiano può eccome dire la sua (a questa Vuelta non mi sembra in forma se no sarebbe in lotta per un podio)
E vabbè, Contador ha scelto il Giro perchè era costretto e lo ha corso e vinto con una condizione a mio avviso superiore rispetto al Tour 2010....
Menchov non sta andando avanti (rispetto all'ultimo GT vinto, guarda caso il Giro), non è che al Giro non si è impegnato perchè non aveva voglia...
Poi gli Schleck e Sanchez snobbano il Giro: sono affezionati alle sconfitte, che per carità, magari fanno guadagnare più soldi... :D


Se il tuo modo di lavorare è questo qui, compragli un casco a Sgarbozza e fallo fare a lui il Giro, perché io non lo faccio più (P.S.)

'Idea del Forum' per me non vuol dire assolutamente niente. (H.F.)

Avatar utente
toro
Messaggi: 485
Iscritto il: venerdì 31 dicembre 2010, 15:09
Contatta:

Re: Vuelta a España 2011 - Considerazioni generali

Messaggio da leggere da toro » giovedì 1 settembre 2011, 16:25

Era il 18 agosto:
TIC ha scritto:
toro ha scritto:
nfl ha scritto:ma sapete che kiserlovski è quotato a 17.00 come vincente della classifica giovani? interessante...
Perché, anche la Vuelta quest'anno propone una classifica giovani?
Ne riparliamo tra una decina di giorni...
Ora siamo dopo 11 tappe.
Primo, la classifica giovani non esiste alla Vuelta.
Secondo, Kiserlovski è 32° in classifica generale, a 8'26" dalla maglia rossa e a quasi 8' da quello che sarebbe il leader virtuale dei giovani, ovvero Mollema (che curiosamente è proprio maglia bianca come primo nella combinata).


http://www.pcciclismo.net

FANTACICLISMO CICLOWEB
-Giro-
6 giorni in maglia rosa ('11) - 2 vittorie di tappa ('12-'13)
-Tour-
4 vittorie di tappa ('09-'12)
-Vuelta-
7 vittorie di tappa ('09-'10-'11-'13)

Avatar utente
eliacodogno
Messaggi: 6641
Iscritto il: venerdì 24 dicembre 2010, 1:27
Località: Susa (TO)

Re: Vuelta a España 2011 - Considerazioni generali

Messaggio da leggere da eliacodogno » giovedì 1 settembre 2011, 16:49

toro ha scritto:Era il 18 agosto:
TIC ha scritto:
toro ha scritto: Perché, anche la Vuelta quest'anno propone una classifica giovani?
Ne riparliamo tra una decina di giorni...
Ora siamo dopo 11 tappe.
Primo, la classifica giovani non esiste alla Vuelta.
Secondo, Kiserlovski è 32° in classifica generale, a 8'26" dalla maglia rossa e a quasi 8' da quello che sarebbe il leader virtuale dei giovani, ovvero Mollema (che curiosamente è proprio maglia bianca come primo nella combinata).
Ma perchè ci andava una decina giorni per dire che alla Vuelta non c'è la classifica dei giovani? :lol:


Se il tuo modo di lavorare è questo qui, compragli un casco a Sgarbozza e fallo fare a lui il Giro, perché io non lo faccio più (P.S.)

'Idea del Forum' per me non vuol dire assolutamente niente. (H.F.)

marc
Messaggi: 2263
Iscritto il: lunedì 1 agosto 2011, 23:39

Re: Vuelta a España 2011 - Considerazioni generali

Messaggio da leggere da marc » giovedì 1 settembre 2011, 19:10

eliacodogno ha scritto:
marc ha scritto:ragazzi non contesto che la tappa del Gardeccia sia stata ben disegnata, battagliata ecc..dico che mi annoiano le corse con corridori di secondo piano, Nieve sarà pure una promessa ma deve dimostrare ancora il suo valere, e poi ripeto: se arriva secondo Garzelli che i suoi anni migliori li ha passati da un pezzo significa che c'è qualcosa che non va

Scarponi ha 31 anni ed è sempre stato un corridore di secondo piano, per cortesia. Basta guardare il palmares, può farsi valere al Giro in mancanza di corridori di spessore come succede da decenni ormai.

La partecipazione al Giro è migliorata perchè i tanti vituperati (anche da me) capi di aigle hanno creato il pro tour obbligando le squadre migliori a iscriversi a tutte le corse importanti...ma davvero nno ricominciamo con la storia che Contador è venuto al Giro perchè affascinato dal prestigio della corsa. Sapppiamo tutti perfettamente perchè è venuto, sia nel 2008 che quest'anno. Discorso non molto dissimile per Menchov, praticamente obbligato a partecipare al Giro quest'anno, e si è visto con quali risultati, perchè ha firmato per una squadra lasciata fuori dal pro tour o world tour come diavolo si chiama, altrimenti avrebbe puntato tutto sul tour come dichiarato l'anno scorso

Ma vedi che le fughe nei tapponi di montagna arrivano anche al Tour; e invece di Nieve succede quando va bene che vinca Hincapie (ciclista di tutto rispetto che però si porta su e giù 80 kg di stazza...)
Hai ragione, Scarponi è un buon corridore, nulla più, ma in un contesto dove Rodriguez è definito uomo da GT, il marchigiano può eccome dire la sua (a questa Vuelta non mi sembra in forma se no sarebbe in lotta per un podio)
E vabbè, Contador ha scelto il Giro perchè era costretto e lo ha corso e vinto con una condizione a mio avviso superiore rispetto al Tour 2010....
Menchov non sta andando avanti (rispetto all'ultimo GT vinto, guarda caso il Giro), non è che al Giro non si è impegnato perchè non aveva voglia...
Poi gli Schleck e Sanchez snobbano il Giro: sono affezionati alle sconfitte, che per carità, magari fanno guadagnare più soldi... :D
alla fine le nostre posizioni non sono così distanti...è comunque significativo che gli Schleck e Sanchez preferiscano un piazzamento al Tour che una vittoria al Giro. E' un atteggiamento sbagliato secondo me, ma significativo purtroppo.

Ultima Vuelta con partecipazioni di spessore quella del 2009, Ultimo Giro di alto livello quello del 1995: Rominger, Berzin, Ugrumov, Chiappucci, Tonkov. E non parlatemi del Giro 2009 con il podio completamente stravolto


perché per me il ciclismo non è ancora una passione onanistica, ma è un pezzo di cultura popolare e familiare.

Salvatore77
Messaggi: 4948
Iscritto il: domenica 9 gennaio 2011, 19:14

Re: Vuelta a España 2011 - Considerazioni generali

Messaggio da leggere da Salvatore77 » giovedì 1 settembre 2011, 19:17

marc ha scritto: Ultima Vuelta con partecipazioni di spessore quella del 2009, Ultimo Giro di alto livello quello del 1995: Rominger, Berzin, Ugrumov, Chiappucci, Tonkov. E non parlatemi del Giro 2009 con il podio completamente stravolto
Tutta gente che correva in squadre italiane, dopo tutto, i big delle squadre italiane (Scarponi, Nibali) il giro lo hanno fatto.


1° Tour de France 2018

marc
Messaggi: 2263
Iscritto il: lunedì 1 agosto 2011, 23:39

Re: Vuelta a España 2011 - Considerazioni generali

Messaggio da leggere da marc » giovedì 1 settembre 2011, 19:25

Salvatore77 ha scritto:
marc ha scritto: Ultima Vuelta con partecipazioni di spessore quella del 2009, Ultimo Giro di alto livello quello del 1995: Rominger, Berzin, Ugrumov, Chiappucci, Tonkov. E non parlatemi del Giro 2009 con il podio completamente stravolto
Tutta gente che correva in squadre italiane, dopo tutto, i big delle squadre italiane (Scarponi, Nibali) il giro lo hanno fatto.

osservazione giusta la tua. Del resto mi sono sempre chiesto se un corridore come Tonkov sia da annoverare tra i campioni, probabilmente no visto che fuori dal Giro non ha mai combinato nulla, ci sarà pure un motivo se nessuno l'ha mai ingaggiato per fare il Tour. Il punto è proprio questo, Giro e Vuelta come corse di secondo piano riservate a corridori di secondo piano o a qualche campione dei rispettivi Paesi (Basso, Contador), o a buoni corridori delle squadre nazionali (Tonkov)

Almeno la Vuelta negli ultimi 10 anni ha vissuto annate davvero interessanti, ultima quella del 2009. Ripeto: i duelli Nibali contro Mosquera e Basso contro Arroyo vanno visti per quelli che sono, al netto della retorica nazionalista che ha sempre esaltato il Giro d'Italia.


perché per me il ciclismo non è ancora una passione onanistica, ma è un pezzo di cultura popolare e familiare.

Avatar utente
eliacodogno
Messaggi: 6641
Iscritto il: venerdì 24 dicembre 2010, 1:27
Località: Susa (TO)

Re: Vuelta a España 2011 - Considerazioni generali

Messaggio da leggere da eliacodogno » giovedì 1 settembre 2011, 19:27

marc ha scritto:alla fine le nostre posizioni non sono così distanti...è comunque significativo che gli Schleck e Sanchez preferiscano un piazzamento al Tour che una vittoria al Giro. E' un atteggiamento sbagliato secondo me, ma significativo purtroppo.

Ultima Vuelta con partecipazioni di spessore quella del 2009, Ultimo Giro di alto livello quello del 1995: Rominger, Berzin, Ugrumov, Chiappucci, Tonkov. E non parlatemi del Giro 2009 con il podio completamente stravolto
Sì, tu sei un po' drastico: il Tour è il GT più importante (non ci piove) quindi le altre due sono mezze corsette... Inoltre siamo in un momento non eccellente per le corse a tappe, fenomeni non ce ne sono e spesso la corsa appare livellata (verso il basso); e questo vale anche per il Tour, pensa al 2006, al 2008 o anche al 2010...
Il Giro 2009 fu di livello medio-basso se confrontato con il precedente e il seguente, a livello di partecipanti (Basso in condizioni scarse) e soprattutto di percorso...


Se il tuo modo di lavorare è questo qui, compragli un casco a Sgarbozza e fallo fare a lui il Giro, perché io non lo faccio più (P.S.)

'Idea del Forum' per me non vuol dire assolutamente niente. (H.F.)

Avatar utente
eliacodogno
Messaggi: 6641
Iscritto il: venerdì 24 dicembre 2010, 1:27
Località: Susa (TO)

Re: Vuelta a España 2011 - Considerazioni generali

Messaggio da leggere da eliacodogno » giovedì 1 settembre 2011, 19:33

marc ha scritto: osservazione giusta la tua. Del resto mi sono sempre chiesto se un corridore come Tonkov sia da annoverare tra i campioni, probabilmente no visto che fuori dal Giro non ha mai combinato nulla, ci sarà pure un motivo se nessuno l'ha mai ingaggiato per fare il Tour. Il punto è proprio questo, Giro e Vuelta come corse di secondo piano riservate a corridori di secondo piano o a qualche campione dei rispettivi Paesi (Basso, Contador), o a buoni corridori delle squadre nazionali (Tonkov)

Almeno la Vuelta negli ultimi 10 anni ha vissuto annate davvero interessanti, ultima quella del 2009. Ripeto: i duelli Nibali contro Mosquera e Basso contro Arroyo vanno visti per quelli che sono, al netto della retorica nazionalista che ha sempre esaltato il Giro d'Italia.
Tonkov è anche andato sul podio ad una Vuelta; poi non ha mai puntato granchè sul Tour, altrimenti avrebbe potuto piazzarsi bene.... E' chiaro che avendo corso quasi solo in Italia si è trovato sempre il Giro come obiettivo centrale (uscendo raramente dai primi 5 per un decennio, scusa se è poco...)
Non è stato un fenomeno, ma senz'altro direi un campione da corse a tappe....


Se il tuo modo di lavorare è questo qui, compragli un casco a Sgarbozza e fallo fare a lui il Giro, perché io non lo faccio più (P.S.)

'Idea del Forum' per me non vuol dire assolutamente niente. (H.F.)

marc
Messaggi: 2263
Iscritto il: lunedì 1 agosto 2011, 23:39

Re: Vuelta a España 2011 - Considerazioni generali

Messaggio da leggere da marc » giovedì 1 settembre 2011, 19:37

eliacodogno ha scritto:
marc ha scritto:alla fine le nostre posizioni non sono così distanti...è comunque significativo che gli Schleck e Sanchez preferiscano un piazzamento al Tour che una vittoria al Giro. E' un atteggiamento sbagliato secondo me, ma significativo purtroppo.

Ultima Vuelta con partecipazioni di spessore quella del 2009, Ultimo Giro di alto livello quello del 1995: Rominger, Berzin, Ugrumov, Chiappucci, Tonkov. E non parlatemi del Giro 2009 con il podio completamente stravolto
Sì, tu sei un po' drastico: il Tour è il GT più importante (non ci piove) quindi le altre due sono mezze corsette... Inoltre siamo in un momento non eccellente per le corse a tappe, fenomeni non ce ne sono e spesso la corsa appare livellata (verso il basso); e questo vale anche per il Tour, pensa al 2006, al 2008 o anche al 2010...
Il Giro 2009 fu di livello medio-basso se confrontato con il precedente e il seguente, a livello di partecipanti (Basso in condizioni scarse) e soprattutto di percorso...
non vorrei tornare su discorsi affrontati chissà quante volte, ma io mi sono iscritto da poco quindi dico la mia: purtroppo il Giro ha perso prestigio e qualità nella partecipazione da quando i campioni non corrono più da marzo a ottobre, da quando è stata introdotta la specializzazione nel ciclismo, più o meno da Lemond in poi. Fino a inizio anni 90 il Giro era ancora una grande corsa: ricordiamoci l'enorme differenza che passa tra i 2 Giri vinti da Indurain e i 2 di Contador. Indurain correva il Giro per il prestigio, per mettere una grande corsa nel palmares, Contador no per i motivi che sappiamo: il Giro per lui è stato un ripiego di necessità, e questa è una differenza di sostanza anche se non rilevata dall'albo d'oro.

Negli ultimi 10 anni la Vuelta a mio avviso aveva superato il Giro, poi il livellamento verso il basso ha travolto anche la corsa spagnola con partecipazioni scarsine negli ultimi 2 anni. E anche qui non mi spiego perchè Sanchez non si sia schierato al via


perché per me il ciclismo non è ancora una passione onanistica, ma è un pezzo di cultura popolare e familiare.

Avatar utente
eliacodogno
Messaggi: 6641
Iscritto il: venerdì 24 dicembre 2010, 1:27
Località: Susa (TO)

Re: Vuelta a España 2011 - Considerazioni generali

Messaggio da leggere da eliacodogno » giovedì 1 settembre 2011, 19:46

marc ha scritto:non vorrei tornare su discorsi affrontati chissà quante volte, ma io mi sono iscritto da poco quindi dico la mia: purtroppo il Giro ha perso prestigio e qualità nella partecipazione da quando i campioni non corrono più da marzo a ottobre, da quando è stata introdotta la specializzazione nel ciclismo, più o meno da Lemond in poi. Fino a inizio anni 90 il Giro era ancora una grande corsa: ricordiamoci l'enorme differenza che passa tra i 2 Giri vinti da Indurain e i 2 di Contador. Indurain correva il Giro per il prestigio, per mettere una grande corsa nel palmares, Contador no per i motivi che sappiamo: il Giro per lui è stato un ripiego di necessità, e questa è una differenza di sostanza anche se non rilevata dall'albo d'oro.

Negli ultimi 10 anni la Vuelta a mio avviso aveva superato il Giro, poi il livellamento verso il basso ha travolto anche la corsa spagnola con partecipazioni scarsine negli ultimi 2 anni. E anche qui non mi spiego perchè Sanchez non si sia schierato al via
Indipendentemente dalle ragioni che lo abbiano spinto (sulle quali hai ragione), non puoi dire che Contador si sia schierato al via quest'anno per passatempo: aveva la condizione dei giorni migliori (a differenza del 2008) e ha stravinto il Giro impegnadosi, rispettando la corsa e i suoi avversari.
Samuel Sanchez è un fesso: butta via un potenziale enorme (che a mio avviso potrebbe esprimere soprattutto nelle corse di un giorno) per puntare da oltre due stagioni soltanto sul Tour dove ha raccolto una tappa e una maglia a pois... :boh:
Ultima modifica di eliacodogno il giovedì 1 settembre 2011, 19:49, modificato 1 volta in totale.


Se il tuo modo di lavorare è questo qui, compragli un casco a Sgarbozza e fallo fare a lui il Giro, perché io non lo faccio più (P.S.)

'Idea del Forum' per me non vuol dire assolutamente niente. (H.F.)

Salvatore77
Messaggi: 4948
Iscritto il: domenica 9 gennaio 2011, 19:14

Re: Vuelta a España 2011 - Considerazioni generali

Messaggio da leggere da Salvatore77 » giovedì 1 settembre 2011, 19:47

eliacodogno ha scritto: Tonkov è anche andato sul podio ad una Vuelta; poi non ha mai puntato granchè sul Tour, altrimenti avrebbe potuto piazzarsi bene.... E' chiaro che avendo corso quasi solo in Italia si è trovato sempre il Giro come obiettivo centrale (uscendo raramente dai primi 5 per un decennio, scusa se è poco...)
Non è stato un fenomeno, ma senz'altro direi un campione da corse a tappe....
Io credo che Tonkov sia stato un corridore che pativa il caldo, al Tour ci ha provato ma non ebbe fortuna dimostrando una scarsa attitudine al caldo e alle salite francesi. Se fosse stato capace di vincere ci avrebbe provato come fanno tutti da almeno 30 anni.
Il valore di Tonkov. Era forte, molto continuo sia nell'ambito della stessa corsa a tappe, sia negli anni a riconfermarsi ad alto livello. Nel 1998 diede parecchio filo da torcere a Pantani. Credo che nelle corse a tappe era, in effetti, una campioncino.


1° Tour de France 2018

Avatar utente
barrylyndon
Messaggi: 15015
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 15:20

Re: Vuelta a España 2011 - Considerazioni generali

Messaggio da leggere da barrylyndon » giovedì 1 settembre 2011, 20:08

marc ha scritto: a

Ultima Vuelta con partecipazioni di spessore quella del 2009, Ultimo Giro di alto livello quello del 1995: Rominger, Berzin, Ugrumov, Chiappucci, Tonkov. E non parlatemi del Giro 2009 con il podio completamente stravolto


Oddio Marc,non e' che questi facciano parte della storia del ciclismo
direi che gia' il giro del 1998 con i soli Pantani e Zulle era secondo me piu' competitivo
se poi vogliamo parlare del 99 con Jalabert,Heras, Savoldelli,Gotti,Pantani,facciamo i calcoli di quanti gt hanno vinto in tutto questi signori.Gotti,tra l'altro arrivo' quinto ad un tour,cosa che se fosse accaduta quest'anno,in molti si sarebbero strappati i capelli per la gioia.
e poi,in ultima analisi,e' difficile dire se una corsa sia piu' o meno competitiva..alla Vuelta l'anno scorso Nibali batte' Menchov ed i 2 fratelli prodigio,se proprio vogliamo vederla cosi.
Basso nel 2010,Evans,Vino,Sastre,tutta gente tosta.
sinceramente questa storia dello starting list,a me personalmente comincia a stufare..uno vince perche' e' forte.e basta,altrimenti non la finiamo piu' con quello che non c'era,quell'altro non era in forma,il terzo punto da una vespa e via discorrendo..


Nibali sta a Froome come Thoeni stava a Klammer.

Admin
Messaggi: 14474
Iscritto il: domenica 21 giugno 2009, 22:48

Re: Vuelta a España 2011 - Considerazioni generali

Messaggio da leggere da Admin » giovedì 1 settembre 2011, 20:49

Ma infatti non si dovrebbe parametrare tutto solo sul secondo della classifica.


Pantani è una leggenda come Coppi e Bartali

Avatar utente
eliacodogno
Messaggi: 6641
Iscritto il: venerdì 24 dicembre 2010, 1:27
Località: Susa (TO)

Re: Vuelta a España 2011 - Considerazioni generali

Messaggio da leggere da eliacodogno » giovedì 1 settembre 2011, 20:52

barrylyndon ha scritto:
marc ha scritto:

Ultima Vuelta con partecipazioni di spessore quella del 2009, Ultimo Giro di alto livello quello del 1995: Rominger, Berzin, Ugrumov, Chiappucci, Tonkov. E non parlatemi del Giro 2009 con il podio completamente stravolto


Oddio Marc,non e' che questi facciano parte della storia del ciclismo
direi che gia' il giro del 1998 con i soli Pantani e Zulle era secondo me piu' competitivo
se poi vogliamo parlare del 99 con Jalabert,Heras, Savoldelli,Gotti,Pantani,facciamo i calcoli di quanti gt hanno vinto in tutto questi signori.Gotti,tra l'altro arrivo' quinto ad un tour,cosa che se fosse accaduta quest'anno,in molti si sarebbero strappati i capelli per la gioia.
e poi,in ultima analisi,e' difficile dire se una corsa sia piu' o meno competitiva..alla Vuelta l'anno scorso Nibali batte' Menchov ed i 2 fratelli prodigio,se proprio vogliamo vederla cosi.
Basso nel 2010,Evans,Vino,Sastre,tutta gente tosta.
sinceramente questa storia dello starting list,a me personalmente comincia a stufare..uno vince perche' e' forte.e basta,altrimenti non la finiamo piu' con quello che non c'era,quell'altro non era in forma,il terzo punto da una vespa e via discorrendo..
Quoto al 100%, soprattutto l'ultima parte che già è stata oggetto di discussioni con altri utenti.

PS Nel 95 Chiappucci non è che fosse un punto di riferimento assoluto nei GT...


Se il tuo modo di lavorare è questo qui, compragli un casco a Sgarbozza e fallo fare a lui il Giro, perché io non lo faccio più (P.S.)

'Idea del Forum' per me non vuol dire assolutamente niente. (H.F.)

Admin
Messaggi: 14474
Iscritto il: domenica 21 giugno 2009, 22:48

Re: Vuelta a España 2011 - Considerazioni generali

Messaggio da leggere da Admin » giovedì 1 settembre 2011, 20:58

eliacodogno ha scritto:PS Nel 95 Chiappucci non è che fosse un punto di riferimento assoluto nei GT...
Beh, era già in calando da un paio d'anni, ma l'anno prima aveva comunque ottenuto un quinto posto al Giro a soli 2' da Berzin (invece non pervenuto al Tour, in crisi già dalla prima tappa di montagna a Lourdes Hautacam e poi totalmente oscurato da Pantani).
Insomma, anche considerando l'assenza dell'ultim'ora del Pirata, non è che al Giro del '95 fosse del tutto da escludere una zampata del "vecchio" (appena 32enne in realtà) campione. Che poi non venne, vabbè, ma non era tramontato del tutto il Diablo (insomma, sfiorò comunque ancora il podio, quarto alla fine. Poi dal successivo Tour definitivamente non riuscì più a far classifica nei GT).


Pantani è una leggenda come Coppi e Bartali

Avatar utente
Tranchée d'Arenberg
Messaggi: 20162
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:50

Re: Vuelta a España 2011 - Considerazioni generali

Messaggio da leggere da Tranchée d'Arenberg » giovedì 1 settembre 2011, 21:17

barrylyndon ha scritto:
marc ha scritto: a

Ultima Vuelta con partecipazioni di spessore quella del 2009, Ultimo Giro di alto livello quello del 1995: Rominger, Berzin, Ugrumov, Chiappucci, Tonkov. E non parlatemi del Giro 2009 con il podio completamente stravolto


Oddio Marc,non e' che questi facciano parte della storia del ciclismo
direi che gia' il giro del 1998 con i soli Pantani e Zulle era secondo me piu' competitivo
se poi vogliamo parlare del 99 con Jalabert,Heras, Savoldelli,Gotti,Pantani,facciamo i calcoli di quanti gt hanno vinto in tutto questi signori.Gotti,tra l'altro arrivo' quinto ad un tour,cosa che se fosse accaduta quest'anno,in molti si sarebbero strappati i capelli per la gioia.
e poi,in ultima analisi,e' difficile dire se una corsa sia piu' o meno competitiva..alla Vuelta l'anno scorso Nibali batte' Menchov ed i 2 fratelli prodigio,se proprio vogliamo vederla cosi.
Basso nel 2010,Evans,Vino,Sastre,tutta gente tosta.
sinceramente questa storia dello starting list,a me personalmente comincia a stufare..uno vince perche' e' forte.e basta,altrimenti non la finiamo piu' con quello che non c'era,quell'altro non era in forma,il terzo punto da una vespa e via discorrendo..
:clap: :clap:
volevo farlo io un intervento di sto tipo ma mi hai preceduto evitandomi la fatica :D


Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Generale
Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Classiche
Cobblestone 2013 - 1° Classifica Semiclassiche

FantaCycling Manager 2016 - 1° Classifica (squadre)

beppesaronni ha scritto: Ps: hirshi fara cagare. Hirshi è la nuova moda. Come votare calenda. Ma hirshi è un bluff....

HOTDOG
Messaggi: 1902
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 17:54

Re: Vuelta a España 2011 - Considerazioni generali

Messaggio da leggere da HOTDOG » giovedì 1 settembre 2011, 22:11

diciamo che a metà degli anni '90 il dogma per cui era impossibile doppiare Giro e Tour non c'era ancora e qualche anno prima il livello della corsa rosa era paragonabile a quello della Grande Boucle, al Giro 1991 oltre agli italiani e al di là del loro rendimento erano in gara Lemond, Delgado e Fignon vale a dire il meglio di quel periodo nelle corse a tappe, Indurain non era ancora esploso. Il problema di questa Vuelta non è tanto il campo partenti, che vede assenti i super-big ma vede presenti più atleti di medio-alto livello di quelli che c'erano al Giro, ma è il ciclismo che è cambiato, faccio sempre il paragone tra la tappa di Plateau de Beille del 2004 e quella di quest'anno per evidenziare il cambiamento



Avatar utente
Celun
Messaggi: 2996
Iscritto il: martedì 8 febbraio 2011, 18:05

Re: Vuelta a España 2011 - Considerazioni generali

Messaggio da leggere da Celun » giovedì 1 settembre 2011, 23:07

Peccato per i 4 secondi per all'arrivo per Nibali, era li li per chiuderlo quel buco...



marc
Messaggi: 2263
Iscritto il: lunedì 1 agosto 2011, 23:39

Re: Vuelta a España 2011 - Considerazioni generali

Messaggio da leggere da marc » giovedì 1 settembre 2011, 23:44

barrylyndon ha scritto:
marc ha scritto: a

Ultima Vuelta con partecipazioni di spessore quella del 2009, Ultimo Giro di alto livello quello del 1995: Rominger, Berzin, Ugrumov, Chiappucci, Tonkov. E non parlatemi del Giro 2009 con il podio completamente stravolto


Oddio Marc,non e' che questi facciano parte della storia del ciclismo
direi che gia' il giro del 1998 con i soli Pantani e Zulle era secondo me piu' competitivo
se poi vogliamo parlare del 99 con Jalabert,Heras, Savoldelli,Gotti,Pantani,facciamo i calcoli di quanti gt hanno vinto in tutto questi signori.Gotti,tra l'altro arrivo' quinto ad un tour,cosa che se fosse accaduta quest'anno,in molti si sarebbero strappati i capelli per la gioia.
e poi,in ultima analisi,e' difficile dire se una corsa sia piu' o meno competitiva..alla Vuelta l'anno scorso Nibali batte' Menchov ed i 2 fratelli prodigio,se proprio vogliamo vederla cosi.
Basso nel 2010,Evans,Vino,Sastre,tutta gente tosta.
sinceramente questa storia dello starting list,a me personalmente comincia a stufare..uno vince perche' e' forte.e basta,altrimenti non la finiamo piu' con quello che non c'era,quell'altro non era in forma,il terzo punto da una vespa e via discorrendo..
dunque sul 99 puoi avere ragione, a patto di escludere Savoldelli dalla rosa di campioni o campioncini, dovete spiegarmi cosa faceva tutto l'anno a parte correre il mese del Giro e fare da gregario a Armostrong al Tour uno o due anni

l'anno scorso alla Vuelta gareggiò appena Frank perchè Andy era già in vacanza e si fece giustamente cacciare, mi pare pochino per dire che è stata una Vuelta all'altezza degli anni precedenti, per esempio il 2009...Giro 2010: Evans stava male ma è giusto anche quello che dici tu, altrimenti si scade nelle elucubrazioni tipo lemond sul Lombardia di Cunego; mentre Sastre l'anno scorso era ben poca roba e Vino un 37enne al rientro, con una Liegi stupenda ma non in grado di reggere 3 sett di Gt, non mi paiono tutti sti avversari tosti

Sanchez: eliacodogno concordo, basti pensare che l'anno scorso rinunciò alle classiche delle ardenne per prepararsi (?) a fare il Tuor, scelta delittuosa e incomprensibile

Grazie Hotdog, è esattamente quello che volevo dire sul Giro, ancora con grandi nomi a inizio anni 90 poi il declino, seppur con annate più decenti di altre. Vale però il discorso della retorica nazionalista che non sopporto, ma non mi riferisco certo a voi che discutete con obiettività e onestà intellettuale


perché per me il ciclismo non è ancora una passione onanistica, ma è un pezzo di cultura popolare e familiare.

Avatar utente
jerrydrake
Messaggi: 6335
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 12:14

Re: Vuelta a España 2011 - Considerazioni generali

Messaggio da leggere da jerrydrake » venerdì 2 settembre 2011, 10:50

HOTDOG ha scritto:Il problema di questa Vuelta non è tanto il campo partenti, che vede assenti i super-big ma vede presenti più atleti di medio-alto livello di quelli che c'erano al Giro, ma è il ciclismo che è cambiato, faccio sempre il paragone tra la tappa di Plateau de Beille del 2004 e quella di quest'anno per evidenziare il cambiamento
Puntualizzerei un aspetto. Nei Grandi Giri c'è un unico super-big: Contador. L'unico in grado di fare la differenza su ogni terreno, di vincere a ripetizione e correre per vincere più GG (spero mi apprezzerai per la nuova sigla :D ) nello stesso anno. E quest'ultimo, a mio avviso, è l'aspetto fondamentale. Aldilà delle vittorie, che bisogna pur sempre conquistarle (vero Andy), presentarsi per vincere in due giri è ciò che segna il confine tra ottimo atleta e campione. Ed è ciò che ci impedisce di considerare Armstrong più forte di Merckx o Hinault. La starting list di un giro è del tutto menzognera se schiera ottimi ciclisti che però puntano ad altro. Una cosa correre 21 giorni al top, un'altra è farne 42 dovendo correre al massimo con le gambe e con la testa, evitando ogni imprevisto e spendendo una quantità enorme di energie. Mi pare che, oltre a C., l'unico attualmente in grado di farlo (di certo a livelli inferiori) sia Nibali. L'ha fatto lo scorso anno e lo sta facendo anche questo (ripeto: PROVARE a vincere). Qualcun altro (Basso, Sastre, Evans e Menchov) qualche anno fa era capace a CORRERE (non parlo di essere presente) ora non pare più.

Quanti corridori forti per i GG ci sono attualmente? Facciamo, volendo essere molto buoni, 10-12. Considerando che 2 di questi (C e N) si presenteranno al via (per vincere) in 2 gare su 3, e che il Tour si pappa il 50% dei big, ne consegue che Giro e Vuelta si devono spartire da 5 a 7 big (o presunti tali) in grado di puntare alla vittoria.

Campo partenti scarso? Eggrazzie!!! Con 2,3 o al massimo 4 big o pseudo-big in partenza non avremo mai una starting list d'eccellenza!!!



Nicker
Messaggi: 1989
Iscritto il: martedì 14 dicembre 2010, 22:12

Re: Vuelta a España 2011 - Considerazioni generali

Messaggio da leggere da Nicker » venerdì 2 settembre 2011, 11:22

Comunque questi discorsi sul declino di Giro e Vuelta lasciano il tempo che trovano, perchè in realtà non sono Giro e Vuelta ad essere in crisi come corse, ma è il ciclismo attuale che impedisce ai migliori corridori di parteciparvi.
Mi spiego meglio...: al momento correre due GT per vincerli è quasi impossibile (neanche Contador ci è riuscito); e dato che oggi il Tour è la corsa di 3 settimane più importante, conosciuta, prestigiosa e ricca al mondo, e tutti siamo d'accordo su questo punto mi sembra..., allora vien naturale che i migliori corridori da corse a tappe di ogni squadra ProTour puntino tutto sul Tour (appunto perchè se devono scegliere un unico GT scelgono il Tour). Inoltre in termini di prestigio e "contanti", strano ma vero, conta più un sesto o settimo posto al Tour che un podio al Giro o Vuelta.

Dunque la diminuzione del livello dei partecipanti è dovuta secondo me all'unione di questi due fattori: la preponderanza del Tour insieme alla specializzazione estrema del ciclismo moderno (emblematico è il caso di S.Sanchez che in queste ultime due stagioni ha puntato tutto sul Tour nonostante il suo talento per le corse di un giorno..., o gli Schleck, ecc ecc).

Trovare soluzioni a questo problema è difficile, se non quasi impossibile.... Il tanto criticato Zomegnan (che comunque di errorini ne ha fatti) ci ha provato, e infatti in questi ultimi anni ha lavorato nel giusto modo per ridare credibilità e visibilità al Giro soprattutto all'estero... Quantomeno ogni anno riusciva ad invitare qualche campione... il livello è indubbio che si sia alzato rispetto ai primi anni 2000 (anche l'avvento del ProTour è stato importanete).
Inoltre Zomegnam ha evitato di copiare il Tour, ma è riuscito a dare una forte identità al Giro, conosciuto ora anche all'estero come la corsa a tappe più dura del mondo... questo è un punto fondamentale per cercare di attirare tutti quegli scalatori che al Tour non possono vincere (Gadret è un esempio, un francese per giunta!).

La Vuelta invece è il terzo GT per qualità (basta guardare la gente sulle strade, molta meno sia del Tour che del Giro, ma anche del neonato Giro del Colorado!!), sicuramente soffre molto a causa della sua collocazione sul calendario, ma secondo me anche i percorsi non sono un granchè... Quest anno poi non li ho capiti: hanno anticipato la corsa di una settimana e si son beccati il caldo africano; hanno messo fin dall'inizio tappe abbastanza dure con muri, salitelle nel finale, Sierra Nevada..., e in questo modo hanno costretto quasi tutti i velocisti a ritirarsi subito; poi un'ultima settimana così facile non l'ho mai vista in un GT, quanto meno una tappa dura la dovevevamo mettere per mantenere alto l'interesse fino alla fine... boh!?!


"Il bene si fa ma non si dice e sfruttare le disgrazie degli altri per farsi belli è da vigliacchi"

Avatar utente
eliacodogno
Messaggi: 6641
Iscritto il: venerdì 24 dicembre 2010, 1:27
Località: Susa (TO)

Re: Vuelta a España 2011 - Considerazioni generali

Messaggio da leggere da eliacodogno » venerdì 2 settembre 2011, 11:37

Anche il discorso sulla doppietta impossibile è relativo: non dimentichiamo che Contador ha abbastanza improvvisato la presenza al Tour (il Giro lo avrebbe vinto presentandosi anche un po' più indietro)... E nonostante i percorsi di entrambi i GT più duri della media e poveri di km a cronometro (alleata sicura per lo spagnolo), Alberto ha conquistato un 5o posto nella generale a meno di 4' da Evans (di cui quasi 2' persi tra prima tappa e cronometro a squadre...); inoltre nelle tappe di Gap e Pinerolo, in assenza di uomini in fuga avrebbe anche potuto dire la sua per il successo di tappa.
Non sono suo tifoso e forse non è la discussione adatta per parlarne ma secondo me il podio (se non la vittoria) in entrambi i GT, se programmato, è fattibile per lo spagnolo.


Se il tuo modo di lavorare è questo qui, compragli un casco a Sgarbozza e fallo fare a lui il Giro, perché io non lo faccio più (P.S.)

'Idea del Forum' per me non vuol dire assolutamente niente. (H.F.)

HOTDOG
Messaggi: 1902
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 17:54

Re: Vuelta a España 2011 - Considerazioni generali

Messaggio da leggere da HOTDOG » venerdì 2 settembre 2011, 12:12

ufficiale, accetto la dicitura GG come abbreviazione di Grandi Giri che è un'espressione italiana ed è composta da due lettere come l'obbrobrio GT dunque invito tutti ad usare quella, a parte questo Contador è arrivato 1° al Giro e 5° al Tour mentre Evans non ha fatto il Giro ed è arrivato 1° al Tour, a mio avviso vale di più quanto fatto dal primo ma la mentalità imperante, e qui è innegabile che Armstrong ha inciso molto in tal senso, è quella per cui conta solo il Tour



Avatar utente
eliacodogno
Messaggi: 6641
Iscritto il: venerdì 24 dicembre 2010, 1:27
Località: Susa (TO)

Re: Vuelta a España 2011 - Considerazioni generali

Messaggio da leggere da eliacodogno » venerdì 2 settembre 2011, 12:24

HOTDOG ha scritto:...accetto la dicitura GG come abbreviazione di Grandi Giri che è un'espressione italiana ed è composta da due lettere come l'obbrobrio GT dunque invito tutti ad usare quella....
Pena? :bll: :pomodoro: :censura: :whip: ;)


Se il tuo modo di lavorare è questo qui, compragli un casco a Sgarbozza e fallo fare a lui il Giro, perché io non lo faccio più (P.S.)

'Idea del Forum' per me non vuol dire assolutamente niente. (H.F.)

Avatar utente
Celun
Messaggi: 2996
Iscritto il: martedì 8 febbraio 2011, 18:05

Re: Vuelta a España 2011 - Considerazioni generali

Messaggio da leggere da Celun » venerdì 2 settembre 2011, 12:36

Contador se non si intestardiva sul Tour dopo il Giro, poteva fare un'altra doppietta comoda Giro/Vuelta.
E puntare tutto sul Tour il prossimo anno.
Come ha gia' fatto gli anni precedenti, salvo squalifiche.



Nicker
Messaggi: 1989
Iscritto il: martedì 14 dicembre 2010, 22:12

Re: Vuelta a España 2011 - Considerazioni generali

Messaggio da leggere da Nicker » venerdì 2 settembre 2011, 12:59

HOTDOG ha scritto:ufficiale, accetto la dicitura GG come abbreviazione di Grandi Giri che è un'espressione italiana ed è composta da due lettere come l'obbrobrio GT dunque invito tutti ad usare quella...
Quanto tu cambierai il tuo nick in "panino con salsiccia", allora io probabilmente non userò più il termine GT (che mi piace molto tra l'altro).... :bll: :crazy: :diavoletto: :hammer:


"Il bene si fa ma non si dice e sfruttare le disgrazie degli altri per farsi belli è da vigliacchi"

Avatar utente
eliacodogno
Messaggi: 6641
Iscritto il: venerdì 24 dicembre 2010, 1:27
Località: Susa (TO)

Re: Vuelta a España 2011 - Considerazioni generali

Messaggio da leggere da eliacodogno » venerdì 2 settembre 2011, 13:20

Nicker ha scritto: Quanto tu cambierai il tuo nick in "panino con salsiccia", allora io probabilmente non userò più il termine GT (che mi piace molto tra l'altro).... :bll: :crazy: :diavoletto: :hammer:
Piace anche a me perchè è breve ed efficace, al contrario di tanti altre abitudini che ereditiamo dalle lingue estere ("location" lo usano tutti ma non sono bene a cosa serva e nemmeno cosa sia :boh: :D )


Se il tuo modo di lavorare è questo qui, compragli un casco a Sgarbozza e fallo fare a lui il Giro, perché io non lo faccio più (P.S.)

'Idea del Forum' per me non vuol dire assolutamente niente. (H.F.)

HOTDOG
Messaggi: 1902
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 17:54

Re: Vuelta a España 2011 - Considerazioni generali

Messaggio da leggere da HOTDOG » venerdì 2 settembre 2011, 14:03

Nicker ha scritto: Quanto tu cambierai il tuo nick in "panino con salsiccia", allora io probabilmente non userò più il termine GT (che mi piace molto tra l'altro).... :bll: :crazy: :diavoletto: :hammer:
ma è dieci anni che ce l'ho!



Avatar utente
lemond
Messaggi: 14647
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Firenze

Re: Vuelta a España 2011 - Considerazioni generali

Messaggio da leggere da lemond » venerdì 2 settembre 2011, 14:09

HOTDOG ha scritto:ufficiale, accetto la dicitura GG come abbreviazione di Grandi Giri che è un'espressione italiana ed è composta da due lettere come l'obbrobrio GT dunque invito tutti ad usare quella, a parte questo Contador è arrivato 1° al Giro e 5° al Tour mentre Evans non ha fatto il Giro ed è arrivato 1° al Tour, a mio avviso vale di più quanto fatto dal primo ma la mentalità imperante, e qui è innegabile che Armstrong ha inciso molto in tal senso, è quella per cui conta solo il Tour
Sono d'accordo sull'uso di G.G. ma non sul fatto che sia un *obbrobrio* l'altra dicitura, altrimenti sarebbe un *o...* anche "garage" invece di autorimessa e ai tempi del fascimo, mi rammento, era considerato tale il "cachet" al posto dell'italianissimo *cialdino* :D :diavoletto: :D


Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
i barbieri il lunedì :bll:

"Per principio rifiuto di sottopormi a questi controlli. Non sono ostile alla lotta al doping, che ritengo indispensabile tra i dilettanti, ma nel caso di professionisti è differente.

Avatar utente
barrylyndon
Messaggi: 15015
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 15:20

Re: Vuelta a España 2011 - Considerazioni generali

Messaggio da leggere da barrylyndon » venerdì 2 settembre 2011, 19:45

Borsino degli avversari di Vincenzo aggiornati ad oggi.

1)Mollema:pro:sembra il piu' fresco in salita... di tutti gli altri
ha una squadra forte..tra esperienza e gioventu'.
contro:Non hai mai lottato per la vittoria in un gt
2)Wiggins:pro:E' arrivato quarto ad un tour
Ha una squadra attrezzata che sa gestire
contro:il vantaggio che ha sui diretti concorrenti e' esiguo e le tappe che mancano non sono di certo adatte a mantenerlo
3)Cobo: pro:Attenzione,e' uno che in salita potrebbe far male..uno dei pochi
ha una bella squadra dietro.se Menchov non facesse piu' classifica , sarebbe fortissima...
contro:dubbi sulla tenuta da oggi in poi
4) Kessiakov:Pro:e'vicinissimo al vertice-e le pendenze dell'Angrilu potrebbero favorirlo
contro: in passato ha mostrato dei limiti evidenti nella tenuta
per quel che riguarda i vari JRO(bel scatto, ma la progressione per recuperare tutto quel terreno ce l'ha?),Menchov,Brajkovic,servirebbe una tappa pazza per rimetterli in gioco..possibile,ma difficile.

Discorso a parte per Nibali...che e' il vero avversario di Vincenzo.
Nel senso che ad oggi,fatico ancora a capire quale sia la condizione del messinese.
a volte sembra il Contador,fatte le debite proporzioni,del Giro 2008,non in forma,ma comunque con un talento talmente superiore agli altri che basto' al raggiungimento della vittoria finale.
Ne' aiutano in tal senso,le dichiarazione di Nibali dopo la tappa di oggi.Abbottonato,prudente, tra le righe forse anche insicuro.
domani avremo le prime risposte..


Nibali sta a Froome come Thoeni stava a Klammer.

Mord
Messaggi: 19
Iscritto il: lunedì 23 maggio 2011, 17:53

Re: Vuelta a España 2011 - Considerazioni generali

Messaggio da leggere da Mord » venerdì 2 settembre 2011, 22:44

Chissà se alla Sky si dovranno mangiare le mani (sempre se non lo stanno già facendo) per la cronosquadre...



alex05
Messaggi: 50
Iscritto il: martedì 18 gennaio 2011, 16:24

Re: Vuelta a España 2011 - Considerazioni generali

Messaggio da leggere da alex05 » domenica 4 settembre 2011, 1:20

Quest'anno il Giro sembra veramente pesare sugli corridori che doppiano i GT.

Guardando la Vuelta, con piu di due mesi per prepararsi : Nibali, Menchov, Rodriguez, Nieve, Anton, Scarponi, Kruiswijk, Le Mevel hanno tutti un rendimento piu basso. Detto questo, il quinto posto di Contador al Tour è da valorizzare.



Avatar utente
Abruzzese
Messaggi: 5603
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:24

Re: Vuelta a España 2011 - Considerazioni generali

Messaggio da leggere da Abruzzese » domenica 4 settembre 2011, 3:05

Notare anche come la vicinanza di quest'anno tra Tour de France e Vuelta può avere avuto il suo peso nelle prestazioni di alcuni corridori, difatti chi è andato bene al Tour (parlo in termini di classifica generale) non si sta ripetendo alla Vuelta, viceversa chi durante la Grande Boucle ha avuto problemi oppure non ha reso al meglio sta disputando una Vuelta buona o buonissima. Alcuni esempi:

- Wiggins: costretto a ritirarsi per via di una caduta al Tour (che rappresentava il maggior obiettivo stagionale, specie dopo il successo al Delfinato), ha virato sulla Vuelta anche con alcuni allenamenti mirati da quanto mi era parso di leggere ed ora è in lotta per il successo finale.
- Mollema: al Tour partiva innanzitutto per aiutare Gesink nella generale ma tra cadute nella prima settimana e una gamba non ancora eccelsa ha concluso 70esimo. Alla Vuelta la condizione è stata indubbiamente migliore e adesso anche lui è lì concretamente in lotta per il successo o quantomeno per il podio
- Fuglsang: Al Tour da gregario per gli Schleck (anche se non lo ricordo particolarmente brillante, magari mi sbaglio), sta disputando una buona Vuelta, anche se ieri è apparso un pò in calo. Stesso discorso per il compagno di squadra Monfort, anch'egli in top-10 dopo un Tour da gregario.
- Roche: Non è quello dello scorso anno ma dopo un 26esimo posto al Tour sta andando un pò meglio alla Vuelta (per ora è nei 15).
- Taaramae: ecco uno degli esempi in controtendenza. Dopo un Tour positivo con il 12esimo posto finale e la lotta con Rolland per la maglia bianca, alla Vuelta ha dovuto abbandonar presto le velleità di classifica. Oltre 2 ore di ritardo ma almeno per lui la soddisfazione di aver potuto giocare le sue carte da lontano e di aver così comunque salvato il suo personale bilancio con la prima vittoria di tappa in un grande giro.
- De Weert: lui, 13esimo al Tour, finora non si è proprio visto, sempre in pesante ritardo. Magari anche lui nei prossimi giorni proverà almeno a vincere una tappa.
- Moncoutiè: Tour non trascendentale per lui con l'unico lampo a Lourdes dove al termine di una fuga da lontano è giunto 2°. E' giunto alla Vuelta principalmente per conquistare ancora una volta la maglia di miglior scalatore e per ora ci sta riuscendo (vincendo tra l'altro ancora una volta una tappa), scelta sicuramente più vantaggiosa rispetto alla discreta generale che pure avrebbe potuto fare (difatti ieri, al termine di un'altra tappa in fuga il giorno prima, è definitivamente saltato).
- Zubeldia: Tour non eccezionale anche se non proprio da buttare (16esimo) ma fino a ieri protagonista di una discreta Vuelta in cui veleggiava ancora intorno alla top-ten. Saltato anche lui, a oltre 20 minuti, verso La Farrapona.

Credo di non aver dimenticato nessuno, in conclusione pensare di poter fare un'ottima classifica generale sia a Tour che Vuelta in questa stagione è impresa assai proibitiva, per non dire impossibile.


"L'importante non è quello che trovi alla fine di una corsa. L'importante è ciò che provi mentre corri" (Giorgio Faletti in "Notte prima degli esami")

"qui c'è gente che è totalmente avulsa dalla realtà e nociva al forum"

HOTDOG
Messaggi: 1902
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 17:54

Re: Vuelta a España 2011 - Considerazioni generali

Messaggio da leggere da HOTDOG » domenica 4 settembre 2011, 6:55

gli ultimi due post hanno centrato il punto, quello della preparazione: in questa Vuelta ci sono cinque categorie di corridori, i protagonisti del Giro (Scarponi, Nibali, Rodriguez, Menchov, Anton, Kruijswijk), i reduci da un Giro in cui non avevano brillato (Pardilla, Seeldrayers, Lagutin), i caduti del Tour (Wiggins, Van den Broeck, Brajkovic, Kloeden), i reduci dal Tour (in cui spesso non hanno brillato mentre lo avevano fatto in Svizzera o al Delfinato: C.Soerensen, Mollema, Fuglsang, Monfort) e infine coloro che hanno preparato solo la Vuelta (Froome, Cobo, Kessiakoff), ora non credo che a tre mesi di distanza Nibali e compagni paghino ancora le fatiche del Giro ma in effetti proprio la prima categoria è quella composta globalmente dai più deludenti (con qualche eccezione, vedi Nieve che è tra i più forti in salita); è vero che preparare la Vuelta è più difficile che preparare il Giro o il Tour, un po' perchè viene a fine stagione ed è più difficile capire prima come può reagire il fisico e un po' perchè non c'è un vero e proprio ciclo di corse di preparazione come possono essere il Trentino o il Romandia per il Giro e il Delfinato o il Giro di Svizzera per il Tour, sta di fatto che stiamo assistendo a molte sorprese in tal senso, penso anche a Poels che a metà Tour si era ritirato dopo essere andato quasi fuori tempo massimo



Avatar utente
Celun
Messaggi: 2996
Iscritto il: martedì 8 febbraio 2011, 18:05

Re: Vuelta a España 2011 - Considerazioni generali

Messaggio da leggere da Celun » domenica 4 settembre 2011, 12:51

non riesco a centrare la super esplosione di FROOME, uno che si faceva addirittura tirare dalle moto 12 mesi fa sul Mortirolo,
com'e' possibile?



HOTDOG
Messaggi: 1902
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 17:54

Re: Vuelta a España 2011 - Considerazioni generali

Messaggio da leggere da HOTDOG » domenica 4 settembre 2011, 13:03

diciamo che Froome si è fatto notare per la prima volta sull'Alpe d'Huez nel 2008 quando all'inizio della scalata Sastre è scattato, poi c'era una decina di corridori alle sue spalle tra cui Evans e più indietro ancora c'era Menchov con a ruota Froome che poi è saltato e ha chiuso a 10' insomma che avesse qualità si era visto già lì, al Giro 2009, quello dello zig-zag sul San Luca, ha chiuso 36° nella generale con un 25° posto ottenuto però nella tappa più dura, quella di Monte Petrano, e poi in effetti non si era visto quest'anno a parte che nel Giro di Svizzera in cui è stato 12° a Crans Montana, 20° a Serfaus arrivando con i migliori e 9° nella crono di Sciaffusa



Avatar utente
Slegar
Messaggi: 5962
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:49

Re: Vuelta a España 2011 - Considerazioni generali

Messaggio da leggere da Slegar » domenica 4 settembre 2011, 13:12

HOTDOG ha scritto:gli ultimi due post hanno centrato il punto, quello della preparazione: in questa Vuelta ci sono cinque categorie di corridori, i protagonisti del Giro (Scarponi, Nibali, Rodriguez, Menchov, Anton, Kruijswijk)
Il Giro di quest'anno è stato tremendo per il percorso e per i lunghi trasferimenti; inoltre, come spiegò Cribiori dallo studio in un diretta del Tour, da quest'anno dovrebbe essere vietata ogni pratica tramite ago e quindi anche il reintegro dei liquidi tramite flebo per cui è verosimile che uno sforzo del genere non sia ancora smaltito del tutto. Però mi preme sottolineare che i Liquigas secondo me vanno tutti più piano in salita rispetto allo scorso anno da Basso a Nibali fino a Sagan: una tappa vinta al termine di uno strappo come quella di Aurillac, mi sembra di ricordare, quest'anno non la vinceva neanche per sbaglio.


fair play? No, Grazie!

HOTDOG
Messaggi: 1902
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 17:54

Re: Vuelta a España 2011 - Considerazioni generali

Messaggio da leggere da HOTDOG » domenica 4 settembre 2011, 14:34

mah, io già credo poco alla storia per cui fare il Giro pregiudica il rendimento al Tour (Dupont che non è un fenomeno nelle tappe di montagna del Tour era tra i primi 15), figuriamoci alla Vuelta, tanto più che corridori che hanno fatto il Giro e non hanno brillato come Pardilla, Seeldrayers e Lagutin sono lì davanti



nfl
Messaggi: 1258
Iscritto il: lunedì 18 aprile 2011, 14:52

Re: Vuelta a España 2011 - Considerazioni generali

Messaggio da leggere da nfl » domenica 4 settembre 2011, 15:39

certo che prima di sua maestà angliru ci sono quei 5 km del cordal(che termina a soli 9 km dell'inizio della rampa finale) anche quelli duri, chissà se qualche pazzo scatta già qui



LOSQUALODELLOSTRETTO
Messaggi: 992
Iscritto il: giovedì 24 febbraio 2011, 21:32

Re: Vuelta a España 2011 - Considerazioni generali

Messaggio da leggere da LOSQUALODELLOSTRETTO » domenica 4 settembre 2011, 15:40

ma su eurosport non la fanno? :o :o :o
ancora nessun collegamento...


Shark Attack
Wouter Presente

Avatar utente
FofinhoCR7
Messaggi: 73
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:20

Re: Vuelta a España 2011 - Considerazioni generali

Messaggio da leggere da FofinhoCR7 » domenica 4 settembre 2011, 15:56

LOSQUALODELLOSTRETTO ha scritto:ma su eurosport non la fanno? :o :o :o
ancora nessun collegamento...
Credo che su eurosport la diretta inizi alle 16.00.



Avatar utente
Alanford
Messaggi: 3582
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:05

Re: Vuelta a España 2011 - Considerazioni generali

Messaggio da leggere da Alanford » domenica 4 settembre 2011, 16:05

FofinhoCR7 ha scritto:
LOSQUALODELLOSTRETTO ha scritto:ma su eurosport non la fanno? :o :o :o
ancora nessun collegamento...
Credo che su eurosport la diretta inizi alle 16.00.
Su Eurosport è programmata per le 16.30!



HOTDOG
Messaggi: 1902
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 17:54

Re: Vuelta a España 2011 - Considerazioni generali

Messaggio da leggere da HOTDOG » domenica 4 settembre 2011, 16:08

e dal momento che al Nuerburgring piove si andrà alle 16.40, cioè niente Cordal



LOSQUALODELLOSTRETTO
Messaggi: 992
Iscritto il: giovedì 24 febbraio 2011, 21:32

Re: Vuelta a España 2011 - Considerazioni generali

Messaggio da leggere da LOSQUALODELLOSTRETTO » domenica 4 settembre 2011, 16:10

mah e poi uno paga il pachetto per 3 mesi a 12€...
il prossimo anno me la vedo in streaming :P


Shark Attack
Wouter Presente

Avatar utente
FofinhoCR7
Messaggi: 73
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:20

Re: Vuelta a España 2011 - Considerazioni generali

Messaggio da leggere da FofinhoCR7 » domenica 4 settembre 2011, 16:14




Rispondi