Giro di Lombardia (15 ottobre 2011)

Il mondo dei professionisti tra gare e complessità, e più in generale l'approccio al ciclismo di ogni appassionato
lumacher
Messaggi: 157
Iscritto il: venerdì 17 dicembre 2010, 10:05

Re: Giro di Lombardia (15 ottobre 2011)

Messaggio da leggere da lumacher » venerdì 14 ottobre 2011, 16:23

Strong ha scritto:mi sembra sterile l'argomentazione della perdita del contesto ambientale storico (foglie morte), visto che anche quest'anno,
pur svolgendosi a metà ottobre, di foglie morte ce ne saranno poche.
Magari il 29 settembre dell'anno prossimo gli alberi saranno già scarichi. Chi lo può sapere...la natura fa ciò che vuole.

Più argomentato invece il discoso su posizionamento in base alle altre corse, ma anche qui sarebbe richiesta maggiore analisi e soprattutto maggiore obiettività.

Le scelte vanno prese, l'immobilismo sarebbe altrettanto criticabile, ed a volte le scelte possono essere condivise a furoro di popolo (classiche canadesi), moderatamente condivise (corse a tappe USA) oppure categoricamente bocciate (come questa).

Non mi sembra che l'operato dell'uci sia totalmente negativo, per cui chi critica a prescindere, per quanto mi riguarda, rischia di avere credibilità 0 (anche se probabilmente, in parte, dice cose giuste).

Come si fa a criticare ancor prima di aver valutato i risvolti?
Voi dite. "il nuovo posizionamento del Lombardia", ammazzerà la starting list dell'emilia"....ma perchè ne siete così sicuri, siete dei visionari?

Non è che quest'anno ci sia stata una partecipazione poi così altisonante....
La coppi&bartali di quest'anno è stata una tristezza unica e comunque anche le edizioni precedenti non è che vedessero presenze
internazionali di riguardo
Premesso che l'argomento è estremamente difficile e delicato; premesso anche che, per quanto ci si sforzi di essere neutrali, la nostra visione è tendenzialmente italo-centrica. Premessa di carattere storico: fino ad una trentina di anni fa, i corridori più forti e quindi famosi provenivano da 4-5 nazioni europee: Italia, Francia, Spagna, Belgio, Olanda, con qualche infiltrazione da Germania, Svizzera, Danimarca, Svezia e qualche esotica partecipazione dai paesi del blocco comunista o dall'altro mondo: Canada, USA, Colombia, Australia. E' chiaro che in quel contesto le corse più importanti e prestigiose si svolgessero principalmente nella ristretta cerchia europea, poichè non c'era alcun interesse oltre quei confini.
Ora non è più così, e su questo occorre farsene una ragione. Quindi da un certo punto di vista ritengo inevitabile la partecipazione delle migliori squadre e dei migliori corridori anche a corse svolte in altri continenti diversi da quello europeo; corse che, ovviamente, non possono competere con le "nostre" in termini di storia. Sempre in quegli anni '80, il dibattito più frequente riguardava il fatto che i corridori italiani non svolgessero attività all'estero. E che le corse italiane, Giro d'Italia compreso, fossero riservate ai corridori tricolori, salvo le incursioni dell'Hinault di turno! La stessa programmazione televisiva delle grandi corse che si svolgevano lontano dall'Italia era davvero carente. Del Tour, quando andava bene, si vedeva l'ultima settimana, e delle classiche non si andava al di là di qualche fotogramma rubato, magari in differita: della vittoria di Contini a Liegi ad esempio, ricordo appena un breve filmato dell'ultimo chilometro!
La nascita della Coppa del Mondo prima e del Pro-Tour poi, si prefiggevano, a mio parere, uno scopo più che lodevole: creare un circuito di corse di alto livello per promuovere il confronto tra i campioni nel maggior numero di occasioni possibile! C'è però un limite oggettivo dettato dalla natura e dalla biologia: non possiamo pretendere che un ciclista faccia 200 corse all'anno!! Così ci si deve misurare con un problema conseguente: l'elezione di alcune corse, con l'obbligo di partecipazione per le squadre principali, per forza di cose svuota quelle corse che non hanno avuto la "fortuna" (perchè di merito raramente si tratta....) di essere elette! Ma così facendo, si corre gravemente il rischio di concentrare l'attenzione per il movimento ciclistico solo in alcuni territori, svuotandone però altri. E' quello che sta succedendo nel calcio: lo spostamento di tutta l'attenzione mediatica su Serie A e Champions League, ha totalmente svuotato gli stadi non solo dei campionati dilettantistici, ma anche di quelli professionistici fino alla ex serie C, per arrivare anche alla serie B ed anche in alcune piazze della stessa serie A!
Come se ne esce?
Uno sport come il ciclismo ha proprio nel contatto diretto con le persone uno dei suoi maggiori punti di forza; è uno sport dove il rapporto "visibilità televisiva" e "visibilità dal vivo" non ha partita, nel senso che dalla tv vedo tutto in maniera strepitosa, mentre dal vivo non vedo praticamente nulla!!! Però le strade si riempiono ugualmente di persone: il motivo è da ricercare nell'eccezionale possibilità, che nessun altra disciplina di alto livello possiede, di vedere, toccare, salutare, fotografare, il campione del mondo o la maglia gialla a pochi millimetri di distanza! Ora questa leva deve essere mantenuta, ne va dell'esistenza stessa di questo sport, fa parte della sua essenza. Se concentro i grandi eventi in pochi e remoti luoghi, questa essenza scomparirà. Ma nello stesso tempo, non posso pretendere che i migliori interpreti gareggino solo e sempre in Europa o adirittura in Italia.
Una possibile soluzione potrebbe essere quella di far ruotare, nel corso degli anni, le corse inserite nel world-tour. Mi spiego con alcuni esempi: perchè gli abitanti del centro Italia (Tirreno-Adriatico), o della zona a nord di Nizza (Paris-Nice), o dei Paesi Baschi (Vuelta al Pais Vasco), possono avere l'opportunità di vedere OGNI ANNO i migliori campioni, mentre la stessa opportunità non è offerta agli abitanti dell'Emilia Romagna, del Limousin o della Castylla e Leon? Perchè in Polonia sì mentre in Austria o Portogallo no? Allora, visto che ovviamente non si possono mettere in calendario 100 corse World-Tour ogni anno, si potrebbe attuare una rotazione in modo che, ogni 3-4 anni, ciascuna corsa (sto parlando ovviamente delle attuali corse 1.1 o 1.HC, oppure 2.1 e 2.HC) abbia l'opportunità di fregiarsi della prestigiosa qualifica. In questo modo, l'organizzatore di queste corse avrebbe certamente più possibilità di trovare sponsor interessati a finanziare un progetto che periodicamente li porterebbe su uno scenario mondiale di grande visibilità. In questo modo, ad intervalli, i territori interessati da questi grandi eventi potrebbe ricevere uno slancio tale da consentirgli di vivere bene, anzichè sopravvivere, anche in quegli anni in cui la corsa non è inserita nel principale calendario mondiale, sfruttando l'effetto volano del grande evento (un po' come accade per Olimpiadi o Mondiali di calcio).
Temo che l'alternativa a questo tipo di soluzione sarebbe la concentrazione mediatica e di pubblico solo su pochi grandi eventi, a discapito della base di un movimento, con la conseguenza che tra una decina d'anni, una volta esaurito il serbatoio attuale di entusiasmo, grandi porzioni di territorio mondiale finiranno col dimenticare il ciclismo! Inevitabile e logica conseguenza: la mancanza di praticanti (sto parlando di ciclisti agonisti, non turisti come il sottoscritto...) e quindi la carenza di campioni e di personaggi futuri e paraddossalmente il passaggio dalla globalizzazione alla localizzazione delle attività nelle zone baciate dal World Calendar... insomma, il ciclismo un po' come il tamburello o il ruzzolone.....



Avatar utente
Spartacus
Messaggi: 2421
Iscritto il: sabato 22 gennaio 2011, 18:36

Re: Giro di Lombardia (15 ottobre 2011)

Messaggio da leggere da Spartacus » venerdì 14 ottobre 2011, 16:32

Per domani occhio a Mollema, Roche e Uran, tutti in condizione e non molto "considerati" dai media.. personalmente mi farebbe piacere però veder vincere Voeckler che penso sia davverodavanti ad una delle poche occasioni nella vita di vincere una grande classica..



Avatar utente
cauz.
Messaggi: 12658
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:53
Località: milano
Contatta:

Re: Giro di Lombardia (15 ottobre 2011)

Messaggio da leggere da cauz. » venerdì 14 ottobre 2011, 16:35

Strong ha scritto: l'ironia gratuita senza avere conoscenze specifiche equivale ad una presa per il culo nonsense.
per me potete pure continuare non me la prendo più di tanto, però non lamentatevi se poi si risponde a tono. tutto qui.
il tuo "non me la prendo piu' di tanto" fatico a collegarlo al fatto che ti senti in dovere di scatenare un botta&risposta ad ogni castroneria che scrivi.
probabilmente ho un concetto datato di "non piu' di tanto"


"Il male trionfa sempre, perche' il bene e' stupido" [Lord Casco]
@cauz_ | bidonmagazine.org | confindustrial.noblogs.org

Avatar utente
Belluschi M.
Messaggi: 2693
Iscritto il: mercoledì 24 agosto 2011, 17:47
Località: Cesano Boscone (MI)

Re: Giro di Lombardia (15 ottobre 2011)

Messaggio da leggere da Belluschi M. » venerdì 14 ottobre 2011, 16:43

Nicker ha scritto:
Belluschi M. ha scritto:Se dovessero affrontare Valcava e Sormano in modo aggressivo, Gilbert lo mandano a casa prima del Ghisallo.
Ma ci vuole una Liquigas delle grandi occasioni, formato Giro 2010.
Comunque oltre alla Liquigas, ci saranno altre squadre intenzionate a far corsa dura per togliere dai giochi Gilbert... penso alla Katusha che ha un Moreno molto in forma e anche JRO è messo bene (per Pozzato e Paolini il Lombardia penso sia troppo duro); la Rabobank per Mollema (Kruijswijck e Barredo potrebbero essere ottimi gregari); la Lampre per Cunego e un Niemec sempre piazzato ultimamente (Scarponi non so neanche se partecipa...); la Sky per Froome e Uran, anche Lovkvist sembra avere una bella gamba...; l'agguerrita Euskaltel che schiererà un tridente niente male: S.Sanchez, Anton e Nieve.
Quindi le squadre per fare corsa impegnativa in teoria ci sono, poi Valcava e Colma sembrano fatte apposta per eliminare un Gilbert un pò sottotono ultimamente.
Personalmente su Philippe non ci scommetterei quest'anno (pronto per le ultime parole famose... :diavoletto: )
Effettivamente ci son diversi ottimi gregari in grado di mettere giù corsa dura. Mi piacerebbe vedere il gruppo già ridotto ad una trentina di unità sul Valcava, in modo tale da far prendere alla corsa l'andazzo di una tappa di montagna dei grandi giri. Sicuramente qualcuno rientrerebbe (anche se il colle Brianza farà da ulteriore ostacolo), ma poi, sempre con corsa dura, arriverebbe la mazzata finale della Colma di Sormano.
Con questo canovaccio, i più forti in salita si giocheranno tutto sul Ghisallo..... E poi a Villa Vergano vinca il migliore :D

Chiaro, se poi affronteranno Valcava e Sormano come una processione mi rovinano il sogno :angry:
In quel caso al 99% vincerà Gilbert, perchè anche nel caso in cui sul Ghisallo si facesse selezione, ci sarebbe largissimo spazio per recuperare.


I veri campioni erano quelli che dicevano no [Winter]

Froome è il bersaglio preferito di chiunque provi un minimo di frustrazione nei confronti del ciclismo professionistico [Leonardo Piccione].

Avatar utente
Morris
Messaggi: 842
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 1:33

Re: Giro di Lombardia (15 ottobre 2011)

Messaggio da leggere da Morris » venerdì 14 ottobre 2011, 16:47

Pat McQuaid ha scritto:Io sono favorevole allo sviluppo di corse in terre lontane ed esotiche,ma le corse monumento vanno lasciate intatte nella loro magia...Fiandre cambio di percorso e Lombardia a fine settembre sono novità di cui avremmo fatto volentieri a meno
La tua Quaglia-Musa ispiratrice, che parla di mondializzazione del ciclismo, non è arrivata prima nemmeno lì. Nemmeno seconda dietro Cioccolataio Mars, tra l’altro. Sì, un po’ come quando provava a scimmiottare il ciclismo pedalato, dove se invertivi la coda con la testa del gruppo, lo vedevi benissimo: tanto nelle letture figurate ed estetiche, quanto nelle terminologie fittizie dell’ultimo che arrivava primo.
Le corse ciclistiche in terre lontane ed esotiche, ci sono da quanto tu non eri ancora uno spermatozoo vivace. Era solo diverso il modo di recepirle, proporle e viverle. E vi correvano corridori mediamente ben più forti degli attuali sudditi della tua Quaglia-Musa.
C’è solo una grande novità che potremmo definire: “il perfezionismo danaroso pro domo mia e di famigghia” allargata al “rumpf rumpf “ che non è il suono di uno che sta russando, ma una traccia lampante di un maldestro rebus, posto su un orologio svizzero. Lì, la tua Quaglia Musa, stavolta, è arrivata prima, davanti al predecessore Cioccolataio.


https://www.suiveur.it/interviste/quest ... zio-ricci/
Quando ti alzi la mattina, volgiti verso Aigle e fai una pernacchia o il gesto dell'ombrello. Tu non sai perché lo fai, ma ad Aigle e alla Mazzetta dello Sport, sì.

Avatar utente
Maìno della Spinetta
Messaggi: 7974
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 15:53

Re: Giro di Lombardia (15 ottobre 2011)

Messaggio da leggere da Maìno della Spinetta » venerdì 14 ottobre 2011, 17:15

Belluschi M. ha scritto:
Nicker ha scritto:
Belluschi M. ha scritto:Se dovessero affrontare Valcava e Sormano in modo aggressivo, Gilbert lo mandano a casa prima del Ghisallo.
Ma ci vuole una Liquigas delle grandi occasioni, formato Giro 2010.
Comunque oltre alla Liquigas, ci saranno altre squadre intenzionate a far corsa dura per togliere dai giochi Gilbert... penso alla Katusha che ha un Moreno molto in forma e anche JRO è messo bene (per Pozzato e Paolini il Lombardia penso sia troppo duro); la Rabobank per Mollema (Kruijswijck e Barredo potrebbero essere ottimi gregari); la Lampre per Cunego e un Niemec sempre piazzato ultimamente (Scarponi non so neanche se partecipa...); la Sky per Froome e Uran, anche Lovkvist sembra avere una bella gamba...; l'agguerrita Euskaltel che schiererà un tridente niente male: S.Sanchez, Anton e Nieve.
Quindi le squadre per fare corsa impegnativa in teoria ci sono, poi Valcava e Colma sembrano fatte apposta per eliminare un Gilbert un pò sottotono ultimamente.
Personalmente su Philippe non ci scommetterei quest'anno (pronto per le ultime parole famose... :diavoletto: )
Effettivamente ci son diversi ottimi gregari in grado di mettere giù corsa dura. Mi piacerebbe vedere il gruppo già ridotto ad una trentina di unità sul Valcava, in modo tale da far prendere alla corsa l'andazzo di una tappa di montagna dei grandi giri. Sicuramente qualcuno rientrerebbe (anche se il colle Brianza farà da ulteriore ostacolo), ma poi, sempre con corsa dura, arriverebbe la mazzata finale della Colma di Sormano.
Con questo canovaccio, i più forti in salita si giocheranno tutto sul Ghisallo..... E poi a Villa Vergano vinca il migliore :D

Chiaro, se poi affronteranno Valcava e Sormano come una processione mi rovinano il sogno :angry:
In quel caso al 99% vincerà Gilbert, perchè anche nel caso in cui sul Ghisallo si facesse selezione, ci sarebbe largissimo spazio per recuperare.
La Valcava no,
ma Sormano e Ghisallo così in sequenza sì. Avranno di sicuro l'effetto di far fare tanta fatica. Si rientra magari tra ghisallo e villa vergano, ma rientrare significa faticare, e poi si torna a salire. La Valcava non la vedo decisiva, dura ma non decisiva. La doppietta Sormano-Ghisallo invece sì.


“Our interest’s on the dangerous edge of things.
The honest thief, the tender murderer, the superstitious atheist”.

Strong
Messaggi: 10137
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 11:48

Re: Giro di Lombardia (15 ottobre 2011)

Messaggio da leggere da Strong » venerdì 14 ottobre 2011, 17:25

cauz. ha scritto:
Strong ha scritto: l'ironia gratuita senza avere conoscenze specifiche equivale ad una presa per il culo nonsense.
per me potete pure continuare non me la prendo più di tanto, però non lamentatevi se poi si risponde a tono. tutto qui.
il tuo "non me la prendo piu' di tanto" fatico a collegarlo al fatto che ti senti in dovere di scatenare un botta&risposta ad ogni castroneria che scrivi.
probabilmente ho un concetto datato di "non piu' di tanto"

eccoti stanato!
aspettavo il tuo intervento a sostegno del circense alf

grazie per il tuo intervento che ha dato un fantastico apporto alla querelle "autunno si, autunno no".
ti riveli sempre molto prezioso...a volte prevedibile, ma comuque prezioso.


i fondamentalisti del ciclismo e gli ultras dei ciclisti sono il male di questo sport.

Avatar utente
cauz.
Messaggi: 12658
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:53
Località: milano
Contatta:

Re: Giro di Lombardia (15 ottobre 2011)

Messaggio da leggere da cauz. » venerdì 14 ottobre 2011, 17:32

Strong ha scritto: eccoti stanato!
aspettavo il tuo intervento a sostegno del circense alf

grazie per il tuo intervento che ha dato un fantastico apporto alla querelle "autunno si, autunno no".
ti riveli sempre molto prezioso...a volte prevedibile, ma comuque prezioso.
ragazzino, guarda che non stavo sostenendo nessuno qua dentro, visto che non sono intervenuto nella querelle (non ora, in precedenza si'), ma semplicemente a qualificare un atteggiamento difensivo ingiustificato.

ora risponderai nuovamente con irruenza, "forte" del tuo gioco a chi pronuncia l'ultima parola. procedi liberamente.


"Il male trionfa sempre, perche' il bene e' stupido" [Lord Casco]
@cauz_ | bidonmagazine.org | confindustrial.noblogs.org

alfiso

Re: Giro di Lombardia (15 ottobre 2011)

Messaggio da leggere da alfiso » venerdì 14 ottobre 2011, 17:37

Strong ha scritto: eccoti stanato!
aspettavo il tuo intervento a sostegno del circense alf

grazie per il tuo intervento che ha dato un fantastico apporto alla querelle "autunno si, autunno no".
ti riveli sempre molto prezioso...a volte prevedibile, ma comuque prezioso.
No no aspetta forse hai costruito il teorema di San Siro. Siam di San Siro entrambi, ma Cauz non lo conosco.
Ciascuno di noi ragiona con la propria testa (io male ovviamente).
Poi lui è un filo-francese come Morris; io dei francesi adoro il Camembert, il Reblochon e la moglie di mio cugino parigino (a cui volentieri darei un paio di ... :diavoletto:).

Mammia mia che scontroso. Sei incontentabile http://www.youtube.com/watch?v=g69vm9GNc1c
A volte serve sfogarsi, ma azz non fare così. Io ad esempio quando sono in auto nervoso mi sfogo così:
http://www.youtube.com/watch?v=3f6mg3jM4B4

Ps. seriamente, si possono avere opinioni diverse ed esporle comodamente articolando osservazioni e proposte senza per forza patentarle con bollino Chiquita.
I post di Herbie (che mi piace) e quello di Lumacher (che mi piace meno - perchè nega una tradizione - ma è davvero originale e ricco soprattutto di spunti) sono ottimi esempi.
Ultima modifica di alfiso il venerdì 14 ottobre 2011, 17:48, modificato 2 volte in totale.



Strong
Messaggi: 10137
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 11:48

Re: Giro di Lombardia (15 ottobre 2011)

Messaggio da leggere da Strong » venerdì 14 ottobre 2011, 17:38

cauz. ha scritto:
Strong ha scritto: eccoti stanato!
aspettavo il tuo intervento a sostegno del circense alf

grazie per il tuo intervento che ha dato un fantastico apporto alla querelle "autunno si, autunno no".
ti riveli sempre molto prezioso...a volte prevedibile, ma comuque prezioso.
ragazzino, guarda che non stavo sostenendo nessuno qua dentro, visto che non sono intervenuto nella querelle (non ora, in precedenza si'), ma semplicemente a qualificare un atteggiamento difensivo ingiustificato.

ora risponderai nuovamente con irruenza, "forte" del tuo gioco a chi pronuncia l'ultima parola. procedi liberamente.

che problema c'è cauz?

sono stato preso per il culo ed ho reagito....senza eccedere in volgarità ed insulti.
ora dimmi tu cosa centri con in "botta e risposta" tra me e marc?
sei per caso una sentinella del forum?


i fondamentalisti del ciclismo e gli ultras dei ciclisti sono il male di questo sport.

l'Orso
Messaggi: 4619
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 11:18

Re: Giro di Lombardia (15 ottobre 2011)

Messaggio da leggere da l'Orso » venerdì 14 ottobre 2011, 17:47

Gilbert non mi convince molto... ieri ha perso le ruote da parecchia gente fra cui Bennati e su una salita che non ha niente a che vedere con Valcava...
Non ha poi nemmeno tentato di rientrare... può essere che, non essendo al meglio, si sia tenuto per domani...
Bho.... in settimana si è anche lamentato della squadra che a suo dire non lo stà aiutando.
Già prima dei Mondiali avevo parlato di questa possibilità, visto che la sua "migrazione" alla BMC non è stata presa molto bene..
Per ieri può anche essere che si sia innervosito per la situazione in squadra e visto che davanti c'erano 5 BMC sia stato a guardare apposta per "dispetto ai suoi"...

In generale, considerando l'andazzo delle ultime corse, io credo che anche Valcava potrebbe essere determinante per far andar via la fuga buona di una trentina di corridori.


Fanta cicloweb 2015:
Tour 2015 - 19a tappa - SJ M.nne - Toussuire (24 Luglio)

utenti ignorati:
Scostante_Girardengo

Snake
Messaggi: 1634
Iscritto il: giovedì 14 luglio 2011, 20:03

Re: Giro di Lombardia (15 ottobre 2011)

Messaggio da leggere da Snake » venerdì 14 ottobre 2011, 18:14

Tralasciando Gilbert che è talmente forte che potrebbe vincere anche al 70% della condizione il mio favorito è Uran, tra sabatini ed emilia ha palesato una condizione notevole, il percorso è adattissimo alle sue caratteristiche e non c'è l'incognita della distanza visto che già nel 2008 arrivò sul podio.Partiamo dal presupposto che dopo Gilbert ci sono almeno 10 corridori che possono vincere domani, la partita sarebbe apertissima, tra questi purtroppo non vedo italiani.



casagrande
Messaggi: 35
Iscritto il: martedì 4 gennaio 2011, 18:40

Re: Giro di Lombardia (15 ottobre 2011)

Messaggio da leggere da casagrande » venerdì 14 ottobre 2011, 18:29

Secondo me, assisteremo ad uno dei Giri di Lombardia più combattutti degliultimi anni, forse il più difficile, dove magari il pronostico non è scontato.
Gilbert è il favorito, ma ad esempio Ivan Basso potrebbe fare una grande corsa, ad esempio tirando il gruppo sulle salite più importanti, facendo selezione per se o per Vincenzo Nibali. E' chiaro che la Liquigas deve rendere molto dura la corsa, per cercare di isolare soprattutto Gilbert



Admin
Messaggi: 14467
Iscritto il: domenica 21 giugno 2009, 22:48

Re: Giro di Lombardia (15 ottobre 2011)

Messaggio da leggere da Admin » venerdì 14 ottobre 2011, 19:51

Sul tema dello spostamento della data nel 2012, abbiamo raccolto il pensiero di Mauro Vegni, che ci ha spiegato la natura di questa scelta.

In homepage: http://www.cicloweb.it/


Pantani è una leggenda come Coppi e Bartali

Avatar utente
Celun
Messaggi: 2996
Iscritto il: martedì 8 febbraio 2011, 18:05

Re: Giro di Lombardia (15 ottobre 2011)

Messaggio da leggere da Celun » venerdì 14 ottobre 2011, 20:09

Froome corre?
o punta anche lui ha fare il filotto tour hainan/japan cup :o



alfiso

Re: Giro di Lombardia (15 ottobre 2011)

Messaggio da leggere da alfiso » venerdì 14 ottobre 2011, 20:29

Admin ha scritto:Sul tema dello spostamento della data nel 2012, abbiamo raccolto il pensiero di Mauro Vegni, che ci ha spiegato la natura di questa scelta.
In homepage: http://www.cicloweb.it/
Vegni è certamente trasparente ed immediato, ma nel complesso non dirada la nebbia, anzi conferma tutti i dubbi di un risiko in cui il movimento si sta cacciando in preda allo pseudo-modernismo globalizzatore (in realtà bieco affarismo speculativo) dell'Useì (o You see ahiiiiiiiiiii !!! :angry:).
Non so tu Admin come abbia percepito le esplicite affermazioni di Vegni, ma a me, invece di tranquillizzare, inquieta per la sensazione di impotenza che palesa.

Eppoi non sono le soffici nebbie padane ad avvolgere il tutto, bensì il tenebroso smog cinese sospinto dall' "aer che face trombetta" di fermentazione irlandese.
Sulas è un vero padano, da leggersi nella stupenda accezione GianniBreriana. :clap:

Ps. Spero davvero che domani sia una fantastica gara, combattuta, che la giornata sia fredda quanto più possibile e che la selezione sia netta da selezionare il migliore al culmine di una battaglia speciale. Sarebbe la miglior risposta a tutti questi abusi, soprusi e scempi.
Come ha detto Morris, i Mc Quaid hanno ribaltato gli ordini d'arrivo (credo si riferisse a Pat in particolare), ma io cito quello degli under 23 di Zolder dove ricordo un Gary Mc Quaid distaccato per la difficoltà del percorso (magari fu pure iscritto per raccomandazione) :lol: :lol: :lol:
E oggi questo fenomeno assieme al cugino ribalta la storia! :vomitino:
Gli è tutto sbagliato, gli è tutto da rifare!
Ultima modifica di alfiso il venerdì 14 ottobre 2011, 21:42, modificato 2 volte in totale.



KELLY1
Messaggi: 233
Iscritto il: martedì 28 dicembre 2010, 16:34

Re: Giro di Lombardia (15 ottobre 2011)

Messaggio da leggere da KELLY1 » venerdì 14 ottobre 2011, 21:02

per quelli interessati alle temperature di domani potranno seguirle in diretta visitando il sito http://www.centrometeolombardo.com. cartina realtime
tempo di previsioni . 1 MOLLEMA 2 URAN a 10" 3 CUNEGO a 35"
come sarà,sarà. spero solo di vedere una corsa combattuta.


p.s. sperare e sparare un ordine d'arrivo non costa niente.
e un arrivederci a tutti i nostri :champion:



jumbo
Messaggi: 6392
Iscritto il: sabato 1 ottobre 2011, 10:42

Re: Giro di Lombardia (15 ottobre 2011)

Messaggio da leggere da jumbo » venerdì 14 ottobre 2011, 21:26

l'impressione è che RCS sia stata posta davanti alla domanda:
volete tenere il lombardia 3 giorni dopo la fine del tour of beijing e 3 giorni prima dealla japan cup, che come uci pomperemo con tutte le nostre forze, o volete spostarlo prima?

naturalmente uno storico del ciclismo come acquarone non ha detto ne à ne bà e ha accettato, così si trova anche meteo migliore... :hammer:
le dichiarazioni di vegni mi sembrano tanto quelle di uno che non può dire tutto quello che pensa veramente.



Avatar utente
Morris
Messaggi: 842
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 1:33

Re: Giro di Lombardia (15 ottobre 2011)

Messaggio da leggere da Morris » venerdì 14 ottobre 2011, 21:55

Come ormai sempre sono d’accordo con Alfiso!
Ma sono anche più cattivo e pessimista. Credo che il pragmatismo sul versante meramente organizzativo di Vegni, riconosciuto e da applausi, abbia messo a nudo, trovandosi proiettato su un campo, come quello politico, dove non è un asso, la tragedia che sta consumandosi sul ciclismo, nonché la pochezza, interessata, della RCS, nel non contrastare, tanto la cricca di Aigle, quanto l’ASO, azienda leader di settore. Si possono persino notare "i perchè", oggi, lo Zome, non sia al timone del Giro. Ho pochissimo tempo e sono falciadiato da una telefonata, ma su questi aspetti (compreso principalmente quello della cosiddetta “mondializzazione del ciclismo”) aprirò un thread.
Voglio qui unirmi ad Alfiso, nel sottolineare, come la bravura, la passione e la poesia di Francesco Sulas, abbiano saputo attenuare contenuti decisamente angoscianti. Che rimarranno tali, anche se domani dovessimo "respirare", vedendo una corsa stupenda, iper-battagliata, con 20 corridori all’arrivo e con un epilogo dove, Manuele Mori, andrà a vincere in solitudine la sua prima corsa, dopo essersi tolto di ruota Philippe Gilbert sull’ultima asperità.

P.S. Al grandissimo Alfiso, l'egoistica richiesta (così riderò un po'), di mettere il suo genio creativo e satirico, sulla pseudo-sceneggiatura che ho scritto sopra, a parziale risposta all’intervento dell’amico della Famigghia delle Quaglie…. ;)


https://www.suiveur.it/interviste/quest ... zio-ricci/
Quando ti alzi la mattina, volgiti verso Aigle e fai una pernacchia o il gesto dell'ombrello. Tu non sai perché lo fai, ma ad Aigle e alla Mazzetta dello Sport, sì.

lumacher
Messaggi: 157
Iscritto il: venerdì 17 dicembre 2010, 10:05

Re: Giro di Lombardia (15 ottobre 2011)

Messaggio da leggere da lumacher » venerdì 14 ottobre 2011, 23:30

jumbo ha scritto:l'impressione è che RCS sia stata posta davanti alla domanda:
volete tenere il lombardia 3 giorni dopo la fine del tour of beijing e 3 giorni prima dealla japan cup, che come uci pomperemo con tutte le nostre forze, o volete spostarlo prima?

naturalmente uno storico del ciclismo come acquarone non ha detto ne à ne bà e ha accettato, così si trova anche meteo migliore... :hammer:
le dichiarazioni di vegni mi sembrano tanto quelle di uno che non può dire tutto quello che pensa veramente.
Diciamolo chiaramente: ci sono corse che per storia, prestigio e valore hanno un ruolo di muro portante nel calendario. A prescindere dal fascino delle foglie più o meno morte, il Lombardia a metà ottobre aveva anche il merito di allungare la stagione delle corse italiane fino a quella data. Ora questo spazio si restringe, e potrebbe rendere complicata la vita di ben 6 corse italiane, dalla rediviva Milano-Torino al GP Beghelli. Questo è lo scenario più probabile e più fosco... spero di sbagliarmi.
PS nel sito dell'UCI alla data 29 settembre sono presenti sia il Lombardia, sia il Memorial Pantani...... :boh:



jumbo
Messaggi: 6392
Iscritto il: sabato 1 ottobre 2011, 10:42

Re: Giro di Lombardia (15 ottobre 2011)

Messaggio da leggere da jumbo » sabato 15 ottobre 2011, 9:53

KELLY1 ha scritto:per quelli interessati alle temperature di domani potranno seguirle in diretta visitando il sito http://www.centrometeolombardo.com. cartina realtime
ora valcava o°C e colma di sormano 2°C.
corridori, portatevi un maglioncino!



Avatar utente
nino58
Messaggi: 12367
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: Giro di Lombardia (15 ottobre 2011)

Messaggio da leggere da nino58 » sabato 15 ottobre 2011, 9:58

Oggi non potrò vedere la corsa di cui sono innamorato più di ogni altra.
Spero vinca Cunego, vedo bene Basso ma vincerà Voeckler.


Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!

alfiso

Re: Giro di Lombardia (15 ottobre 2011)

Messaggio da leggere da alfiso » sabato 15 ottobre 2011, 11:35

Finalmente il gran giorno! Fa freschetto a Milano (sulla Valcava sarà frizzante).
Comunque la pensiate, BUON LOMBARDIA A TUTTI RAGAZZI, TUTTI TUTTI !!! (differito per lo sfortunato Nino).

Ps. Non l'ho messo nel fantaciclismo ma spero in una grande gara di Marco Marcato. Spero che oggi sia il giorno del suo ingresso nell'Olimpo dopo anni di manovalanza al Pireo del nord. Lo merita sto ragazzo.



Avatar utente
febbra
Messaggi: 11575
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 15:05

Re: Giro di Lombardia (15 ottobre 2011)

Messaggio da leggere da febbra » sabato 15 ottobre 2011, 11:39

Favoriti di Gianni Savio sul Live Gazzetta:

1 Philippe Gilbert
2 Dani Moreno
3 Ventaglio Aperto

:diavoletto:

:champion:


1° FC 2008
1° FC a Squadre 2015, 2016
Vincitore Morale Coppa dei Campioni WT 2018
Se insisti e persisti, raggiungi e conquisti
Emargina padoaschioppa! Dici anche tu no alle capre! :no: :capra:

jumbo
Messaggi: 6392
Iscritto il: sabato 1 ottobre 2011, 10:42

Re: Giro di Lombardia (15 ottobre 2011)

Messaggio da leggere da jumbo » sabato 15 ottobre 2011, 11:47

chi è il terzo? un giovane talento venezuelano? :hammer:

un "forza ragazzi" a tutti i partecipanti e l'auspicio che si rompa il digiuno italico!



HOTDOG
Messaggi: 1902
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 17:54

Re: Giro di Lombardia (15 ottobre 2011)

Messaggio da leggere da HOTDOG » sabato 15 ottobre 2011, 12:10

il Giro di Lombardia non ci perde nulla a essere spostato subito dopo il Mondiale anzi forse addirittura ci guadagna, il problema riguarda tutte quelle corse italiane che venivano subito prima del Giro di Lombardia e che erano frequentate da molti big per preparare la classica delle foglie morte, e già abbiamo visto le conseguenze con il Giro dell'Emilia



alfiso

Re: Giro di Lombardia (15 ottobre 2011)

Messaggio da leggere da alfiso » sabato 15 ottobre 2011, 12:52

Il contratto di partecipazione del Cav prevedeva il suo ritiro sulla Colma o sul Valcava direttamente? :diavoletto:
Venire in Italia solo per il Gran Piemonte non per il Lombardia è stato uno sgarro inaccettabile. :D



Avatar utente
Belluschi M.
Messaggi: 2693
Iscritto il: mercoledì 24 agosto 2011, 17:47
Località: Cesano Boscone (MI)

Re: Giro di Lombardia (15 ottobre 2011)

Messaggio da leggere da Belluschi M. » sabato 15 ottobre 2011, 13:37

Curioso di vedere all'opera Wouter Poels.
Spero abbia la gamba vista all'Angliru.


I veri campioni erano quelli che dicevano no [Winter]

Froome è il bersaglio preferito di chiunque provi un minimo di frustrazione nei confronti del ciclismo professionistico [Leonardo Piccione].

alfiso

Re: Giro di Lombardia (15 ottobre 2011)

Messaggio da leggere da alfiso » sabato 15 ottobre 2011, 13:42

La Liquigas sta facendo la corsa dura che si auspicava.
Pozzato in difficoltà troppo presto, porca pupazza! Sto ragazzo è un faro intermittente.



Avatar utente
TIC
Messaggi: 7784
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:20

Re: Giro di Lombardia (15 ottobre 2011)

Messaggio da leggere da TIC » sabato 15 ottobre 2011, 13:49

vedo che non corre Kiserlovsky. :x



alfiso

Re: Giro di Lombardia (15 ottobre 2011)

Messaggio da leggere da alfiso » sabato 15 ottobre 2011, 14:28

L'ultima Madonna in manica lunghe:
Immagine

RINGRAZIANDO VIVALDI:
http://www.youtube.com/watch?v=WA8EJQOqbdo
Immagine



Avatar utente
padoaschioppa
Messaggi: 3330
Iscritto il: domenica 19 dicembre 2010, 15:23
Località: Sapri (SA)

Re: Giro di Lombardia (15 ottobre 2011)

Messaggio da leggere da padoaschioppa » sabato 15 ottobre 2011, 14:48

Liquigas sempre in testa a far l'andatura!


Coppa Campioni 2018 (finale con febbra) :champion:
Vuelta 2015:
Vuelta 2014: Mondiale strada 2014:
Tour 2013: ex aequo con galliano
Vuelta 2012:
Fanta10:

CicloSprint
Messaggi: 6435
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:49

Re: Giro di Lombardia (15 ottobre 2011)

Messaggio da leggere da CicloSprint » sabato 15 ottobre 2011, 14:53

Gilbert:

"Le corse monumento vanno salvate"



KELLY1
Messaggi: 233
Iscritto il: martedì 28 dicembre 2010, 16:34

Re: Giro di Lombardia (15 ottobre 2011)

Messaggio da leggere da KELLY1 » sabato 15 ottobre 2011, 14:55

spettacolari le immagini dal lago del segrino.



KELLY1
Messaggi: 233
Iscritto il: martedì 28 dicembre 2010, 16:34

Re: Giro di Lombardia (15 ottobre 2011)

Messaggio da leggere da KELLY1 » sabato 15 ottobre 2011, 15:00

sono ad asso , è ora di calarlo a chi vuol vincere da lontano



Avatar utente
Morris
Messaggi: 842
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 1:33

Re: Giro di Lombardia (15 ottobre 2011)

Messaggio da leggere da Morris » sabato 15 ottobre 2011, 15:01

Cassani, Cassani, quanto vorresti una sconfitta di Gilbert! Lo dici in un modo, da darla per certa....


https://www.suiveur.it/interviste/quest ... zio-ricci/
Quando ti alzi la mattina, volgiti verso Aigle e fai una pernacchia o il gesto dell'ombrello. Tu non sai perché lo fai, ma ad Aigle e alla Mazzetta dello Sport, sì.

Avatar utente
Morris
Messaggi: 842
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 1:33

Re: Giro di Lombardia (15 ottobre 2011)

Messaggio da leggere da Morris » sabato 15 ottobre 2011, 15:03

Adesso va un po' meglio vecchio solarolese.... :D


https://www.suiveur.it/interviste/quest ... zio-ricci/
Quando ti alzi la mattina, volgiti verso Aigle e fai una pernacchia o il gesto dell'ombrello. Tu non sai perché lo fai, ma ad Aigle e alla Mazzetta dello Sport, sì.

Lolloso
Messaggi: 1449
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:43

Re: Giro di Lombardia (15 ottobre 2011)

Messaggio da leggere da Lolloso » sabato 15 ottobre 2011, 15:12

Van Summeren si sta facendo un cu..



Avatar utente
Maìno della Spinetta
Messaggi: 7974
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 15:53

Re: Giro di Lombardia (15 ottobre 2011)

Messaggio da leggere da Maìno della Spinetta » sabato 15 ottobre 2011, 15:20

homesick.

Mi manca la salita, mi mancano quelle salite, e quei boschi.
Giovedì le langhe, oggi la Brianza, i due posti dove mi sono innamorato del ciclismo.

(poche foglie morte....)




Sulla corsa, l'alleanza Evans Nibali, BMC Liquigas, promette bene per il Ghisallo


“Our interest’s on the dangerous edge of things.
The honest thief, the tender murderer, the superstitious atheist”.

Lolloso
Messaggi: 1449
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:43

Re: Giro di Lombardia (15 ottobre 2011)

Messaggio da leggere da Lolloso » sabato 15 ottobre 2011, 15:21

Evans non c'è, la BMC punta su Van Avermaet



Nicker
Messaggi: 1989
Iscritto il: martedì 14 dicembre 2010, 22:12

Re: Giro di Lombardia (15 ottobre 2011)

Messaggio da leggere da Nicker » sabato 15 ottobre 2011, 15:23

A me sembra comunque che la BMC stia andando su regolare, il ritmo non è elevato...


"Il bene si fa ma non si dice e sfruttare le disgrazie degli altri per farsi belli è da vigliacchi"

Admin
Messaggi: 14467
Iscritto il: domenica 21 giugno 2009, 22:48

Re: Giro di Lombardia (15 ottobre 2011)

Messaggio da leggere da Admin » sabato 15 ottobre 2011, 15:23

Lolloso ha scritto:Evans non c'è, la BMC punta su Van Avermaet
...o su Gilbert, dice Seb :diavoletto:


Pantani è una leggenda come Coppi e Bartali

Lolloso
Messaggi: 1449
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:43

Re: Giro di Lombardia (15 ottobre 2011)

Messaggio da leggere da Lolloso » sabato 15 ottobre 2011, 15:25

Admin ha scritto:
Lolloso ha scritto:Evans non c'è, la BMC punta su Van Avermaet
...o su Gilbert, dice Seb :diavoletto:

:diavoletto: :diavoletto: :diavoletto: :diavoletto: :fischio: :fischio: :fischio:



alfiso

Re: Giro di Lombardia (15 ottobre 2011)

Messaggio da leggere da alfiso » sabato 15 ottobre 2011, 15:25

Voeckler ha un gemello imbranato? :o :o :o



Avatar utente
simociclo
Messaggi: 4933
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 17:12

Re: Giro di Lombardia (15 ottobre 2011)

Messaggio da leggere da simociclo » sabato 15 ottobre 2011, 15:26

Admin ha scritto:
Lolloso ha scritto:Evans non c'è, la BMC punta su Van Avermaet
...o su Gilbert, dice Seb :diavoletto:
ci ho pensato anch'io.... :fischio:


"la mente è come il paracadute, funziona solo se si apre" A. Einstein

Avatar utente
galliano
Messaggi: 15080
Iscritto il: giovedì 14 aprile 2011, 12:53
Località: TN

Re: Giro di Lombardia (15 ottobre 2011)

Messaggio da leggere da galliano » sabato 15 ottobre 2011, 15:27

Nonostante tutto vedo gilbert favorito, ma la katusha può anticiparlo. Mi aspetto grandi cose da marcato e van avermaet, forse + dall'italiano.



Avatar utente
Maìno della Spinetta
Messaggi: 7974
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 15:53

Re: Giro di Lombardia (15 ottobre 2011)

Messaggio da leggere da Maìno della Spinetta » sabato 15 ottobre 2011, 15:41

ahah, sì, scusate... :hammer: :hammer: :hammer: :hammer:
evans... mi son svegliato da mezz'ora e ho cercato uno streaming. Il mio cervello ha visto rossonero, e ha pensato Evans. E sullo streaming della Gazza avevano appena finito di spiegare le qualità di Van Avermaet...

Bere il caffé prima di forumare,
cosa che farò presto.


Sormano fatto straregolare comunque, spero che sul Ghisallo la Liquigas si metta a tirare il collo, se no in 40 a Villa Vergano. E la selezione la farà la strettoia in cima.


“Our interest’s on the dangerous edge of things.
The honest thief, the tender murderer, the superstitious atheist”.

Avatar utente
Maìno della Spinetta
Messaggi: 7974
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 15:53

Re: Giro di Lombardia (15 ottobre 2011)

Messaggio da leggere da Maìno della Spinetta » sabato 15 ottobre 2011, 15:47

dov'è che si è frazionato il gruppo? Sul Live Gazzetta me lo son perso.

Comunque, come l'anno scorso, più della salita poté la discesa


“Our interest’s on the dangerous edge of things.
The honest thief, the tender murderer, the superstitious atheist”.

CicloSprint
Messaggi: 6435
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:49

Re: Giro di Lombardia (15 ottobre 2011)

Messaggio da leggere da CicloSprint » sabato 15 ottobre 2011, 16:06

Show di Nibali sul Ghisy....



alfiso

Re: Giro di Lombardia (15 ottobre 2011)

Messaggio da leggere da alfiso » sabato 15 ottobre 2011, 16:07

Fermate Nibali!!!
Se ha questa gamba lo può staccare anche sul Villa Vergano.
Così si fa male. Dietro si organizzano e spreca risorse.
Ultima modifica di alfiso il sabato 15 ottobre 2011, 16:10, modificato 1 volta in totale.



Rispondi