Peter Sagan - True cycling star!

Il mondo dei professionisti tra gare e complessità, e più in generale l'approccio al ciclismo di ogni appassionato
l'Orso
Messaggi: 4606
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 11:18

Re: Peter Sagan - True cycling star!

Messaggio da leggere da l'Orso » giovedì 25 agosto 2016, 13:52

Winter ha scritto:Martinello durante la gara Olimpica ha detto che le forature nella mtb non son dovute alla sfortuna
In parte credo abbia ragione

cmq preciso che secondo me Sagan preparato al top (con tutte le manche di coppa del mondo , un paio d'anni d'esperienza)
il bronzo se lo potrebbe giocare

Stare con i primi due non credo (specie Schurter , impressionante come stava in bici)
Sagan è ormai uno stradista (e visto il palmares , giustamente :clap: :clap: )
A Sagan manca un po' di esperienza sui tratti tecnici, non che andasse piano, ma Schurter, il ceco e pure Fontana (forse anche di +) affrontavan meglio le zone con gli ostacoli, però Peter in salita nel primo giro faceva proprio una bellissima impressione (più di Fontana)
Ovvio che con Schurter non ci sarebbe mai arrivato e penso nemmeno con il ceco, ma con qualche sasso in meno nel percorso secondo me non arrivava troppo lontano dal podio. Intendiamoci, anche il francese Koretzky e Fontana, senza sfighe (o errori, difficilmente lo sapremo), secondo me potevan giocarsi il podio assieme Marotte e allo spagnolo (Koretzky, per quel poco che l'han fatto vedere, mi è sembrato molto + in palla di Matotte), in ogni caso mi è spiaciuto per le forature di tutti quelli davanti, però la gara me la son goduta ugualmente :)


Fanta cicloweb 2015:
Tour 2015 - 19a tappa - SJ M.nne - Toussuire (24 Luglio)

utenti ignorati:
Scostante_Girardengo

Strong
Messaggi: 9801
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 11:48

Re: Peter Sagan - True cycling star!

Messaggio da leggere da Strong » giovedì 25 agosto 2016, 15:56

sagan l'ho visto molto ma molto impacciato nelle parti tecniche soprattutto quando gli è venuta a mancare un pò lucidità. (è li che si fa la differenza)
emblematico quando l'hanno fatto vedere scendere dai sassi con la bici a mano e a momenti riusciva a ribaltarsi pure a piedi.
che non faccia e dica stupidate.
per quanto riguarda la strada è "unto dal signore" per cui per me gli conviene "ciurlare meno nel manico" con certe dichiarazioni (sempre che le abbia fatte e che non siano mezze invenzioni giornalistiche) e continuare a dominare come sta facendo.


i fondamentalisti del ciclismo e gli ultras dei ciclisti sono il male di questo sport.

Avatar utente
Subsonico
Messaggi: 6625
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:13

Re: Peter Sagan - True cycling star!

Messaggio da leggere da Subsonico » giovedì 25 agosto 2016, 16:18

Strong ha scritto:sagan l'ho visto molto ma molto impacciato nelle parti tecniche soprattutto quando gli è venuta a mancare un pò lucidità. (è li che si fa la differenza)
emblematico quando l'hanno fatto vedere scendere dai sassi con la bici a mano e a momenti riusciva a ribaltarsi pure a piedi.
che non faccia e dica stupidate.
per quanto riguarda la strada è "unto dal signore" per cui per me gli conviene "ciurlare meno nel manico" con certe dichiarazioni (sempre che le abbia fatte e che non siano mezze invenzioni giornalistiche) e continuare a dominare come sta facendo.

magari a uno sportivo ambizioso quello che "conviene" interessa poco. E anche in ottica prospettiva, un ciclista demotivato alla lunga non rende.


VINCITORE DEL FANTATOUR 2016 SUL CAMPO: certe fantaclassifiche verranno riscritte...

"Stufano è un Peter Sagan che ha smesso di sognare (E.Vittone) "

Strong
Messaggi: 9801
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 11:48

Re: Peter Sagan - True cycling star!

Messaggio da leggere da Strong » giovedì 25 agosto 2016, 16:24

Subsonico ha scritto:
Strong ha scritto:sagan l'ho visto molto ma molto impacciato nelle parti tecniche soprattutto quando gli è venuta a mancare un pò lucidità. (è li che si fa la differenza)
emblematico quando l'hanno fatto vedere scendere dai sassi con la bici a mano e a momenti riusciva a ribaltarsi pure a piedi.
che non faccia e dica stupidate.
per quanto riguarda la strada è "unto dal signore" per cui per me gli conviene "ciurlare meno nel manico" con certe dichiarazioni (sempre che le abbia fatte e che non siano mezze invenzioni giornalistiche) e continuare a dominare come sta facendo.

magari a uno sportivo ambizioso quello che "conviene" interessa poco. E anche in ottica prospettiva, un ciclista demotivato alla lunga non rende.

se la metti così allora c'è da pensare che sagan sia "psicologicamente squilibrato"
firmi un mega contratto di 3 anni nel momento migliore della tua carriera e poi dopo pochi mesi te ne esci dicendo che ti stai stancando della strada? :uhm:
per me è stato frainteso, non vedo altre spiegazioni


i fondamentalisti del ciclismo e gli ultras dei ciclisti sono il male di questo sport.

Avatar utente
Subsonico
Messaggi: 6625
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:13

Re: Peter Sagan - True cycling star!

Messaggio da leggere da Subsonico » giovedì 25 agosto 2016, 16:44

Strong ha scritto:
Subsonico ha scritto:
Strong ha scritto:sagan l'ho visto molto ma molto impacciato nelle parti tecniche soprattutto quando gli è venuta a mancare un pò lucidità. (è li che si fa la differenza)
emblematico quando l'hanno fatto vedere scendere dai sassi con la bici a mano e a momenti riusciva a ribaltarsi pure a piedi.
che non faccia e dica stupidate.
per quanto riguarda la strada è "unto dal signore" per cui per me gli conviene "ciurlare meno nel manico" con certe dichiarazioni (sempre che le abbia fatte e che non siano mezze invenzioni giornalistiche) e continuare a dominare come sta facendo.

magari a uno sportivo ambizioso quello che "conviene" interessa poco. E anche in ottica prospettiva, un ciclista demotivato alla lunga non rende.

se la metti così allora c'è da pensare che sagan sia "psicologicamente squilibrato"
firmi un mega contratto di 3 anni nel momento migliore della tua carriera e poi dopo pochi mesi te ne esci dicendo che ti stai stancando della strada? :uhm:
per me è stato frainteso, non vedo altre spiegazioni
Questa è una tua interpretazione.

Intanto ha detto che si annoia, non che vuole smettere, e ci sta. Ne conosco di gente che si annoia sul lavoro, non per questo si licenzia.
Poi.
Non vedo inconciliabile un'attività mista MTB-strada per un corridore come lui.
In fondo i suoi obiettivi sicuri sono classiche del pavè e Tour de France (lì deve esserci perchè sennò la Bora lo ammazza). Come fatto già quest'anno, negli anni potrebbe puntare al mondiale quando il mondiale su strada non gli si adatta, in primavera impratichirsi e migliorare sui limiti tecnici che ha evidenziato a Rio, dovuti più ad assenza di pratica ad alto livello che di capacità, secondo me.
E non è detto che alla nuova squadra non converrebbe questa apertura, specie ai costruttori Argon 18 che avrebbero un'occasione unica per aprirsi a un mercato sempre florido come quello MTB. Come vedi non è questione di equilibrio o squilibrio, ma di valorizzare l'investimento sfruttando al meglio la potenzialità del prodotto, e non al 50% confinandolo sulla strada.


VINCITORE DEL FANTATOUR 2016 SUL CAMPO: certe fantaclassifiche verranno riscritte...

"Stufano è un Peter Sagan che ha smesso di sognare (E.Vittone) "

Avatar utente
Tranchée d'Arenberg
Messaggi: 19357
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:50

Re: Peter Sagan - True cycling star!

Messaggio da leggere da Tranchée d'Arenberg » giovedì 25 agosto 2016, 16:47

Subsonico ha scritto:
Strong ha scritto:
Subsonico ha scritto:

magari a uno sportivo ambizioso quello che "conviene" interessa poco. E anche in ottica prospettiva, un ciclista demotivato alla lunga non rende.

se la metti così allora c'è da pensare che sagan sia "psicologicamente squilibrato"
firmi un mega contratto di 3 anni nel momento migliore della tua carriera e poi dopo pochi mesi te ne esci dicendo che ti stai stancando della strada? :uhm:
per me è stato frainteso, non vedo altre spiegazioni
Questa è una tua interpretazione.

Intanto ha detto che si annoia, non che vuole smettere, e ci sta. Ne conosco di gente che si annoia sul lavoro, non per questo si licenzia.
Poi.
Non vedo inconciliabile un'attività mista MTB-strada per un corridore come lui.
In fondo i suoi obiettivi sicuri sono classiche del pavè e Tour de France (lì deve esserci perchè sennò la Bora lo ammazza). Come fatto già quest'anno, negli anni potrebbe puntare al mondiale quando il mondiale su strada non gli si adatta, in primavera impratichirsi e migliorare sui limiti tecnici che ha evidenziato a Rio, dovuti più ad assenza di pratica ad alto livello che di capacità, secondo me.
E non è detto che alla nuova squadra non converrebbe questa apertura, specie ai costruttori Argon 18 che avrebbero un'occasione unica per aprirsi a un mercato sempre florido come quello MTB. Come vedi non è questione di equilibrio o squilibrio, ma di valorizzare l'investimento sfruttando al meglio la potenzialità del prodotto, e non al 50% confinandolo sulla strada.
D'accordissimo sul ragionamento, ti faccio però un appunto sul costruttore che dall'anno prossimo non sarà più Argon 18 (che andrà con l'Astana) ma Specialized. ;)


Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Generale
Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Classiche
Cobblestone 2013 - 1° Classifica Semiclassiche

FantaCycling Manager 2016 - 1° Classifica (squadre)

Strong
Messaggi: 9801
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 11:48

Re: Peter Sagan - True cycling star!

Messaggio da leggere da Strong » giovedì 25 agosto 2016, 16:51

Subsonico ha scritto: Questa è una tua interpretazione.

Intanto ha detto che si annoia, non che vuole smettere, e ci sta. Ne conosco di gente che si annoia sul lavoro, non per questo si licenzia.
Poi.
Non vedo inconciliabile un'attività mista MTB-strada per un corridore come lui.
In fondo i suoi obiettivi sicuri sono classiche del pavè e Tour de France (lì deve esserci perchè sennò la Bora lo ammazza). Come fatto già quest'anno, negli anni potrebbe puntare al mondiale quando il mondiale su strada non gli si adatta, in primavera impratichirsi e migliorare sui limiti tecnici che ha evidenziato a Rio, dovuti più ad assenza di pratica ad alto livello che di capacità, secondo me.
E non è detto che alla nuova squadra non converrebbe questa apertura, specie ai costruttori Argon 18 che avrebbero un'occasione unica per aprirsi a un mercato sempre florido come quello MTB. Come vedi non è questione di equilibrio o squilibrio, ma di valorizzare l'investimento sfruttando al meglio la potenzialità del prodotto, e non al 50% confinandolo sulla strada.
non la penso ovviamente come te, soprattutto per quanto riguarda la multidisciplinarità (strada e mtb non ritengo possano coesistere ad alti livelli)
in ogno caso cancella pure l'ipotesi che fai sul mercato in cu citi il costruttore argon18.
bora avrà bici specialized che non credo abbia bisogno di aprirsi un nuovo mercato nella mtb visto che è già leader
Ultima modifica di Strong il giovedì 25 agosto 2016, 17:04, modificato 1 volta in totale.


i fondamentalisti del ciclismo e gli ultras dei ciclisti sono il male di questo sport.

Winter
Messaggi: 16264
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Peter Sagan - True cycling star!

Messaggio da leggere da Winter » giovedì 25 agosto 2016, 16:53

Io la vedo all opposto
fare una attività mista è inconciliabile
per arrivare ad un certo livello nella mtb deve partecipare a tutte le coppe del mondo
non partire l stagione ad agosto

Fa la fine delle olimpiadi dove è arrivato doppiato

Anticipato da strong



meriadoc
Messaggi: 4838
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 21:55

Re: Peter Sagan - True cycling star!

Messaggio da leggere da meriadoc » giovedì 25 agosto 2016, 17:42

vista la partenza nella gara di MTB, appare sempre più chiara la prossima sfida di Sagan: medaglia olimpica nella BMX a Tokyo


Kruijswijk... il resto è noia

"Siamo in gennaio, siamo in Australia ma per me questo e' il successore di Froome nell'albo d'oro della grand boucle.."
21/01/2017 barrylyndon su Porte

Avatar utente
Subsonico
Messaggi: 6625
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:13

Re: Peter Sagan - True cycling star!

Messaggio da leggere da Subsonico » giovedì 25 agosto 2016, 20:32

Tranchée d'Arenberg ha scritto: D'accordissimo sul ragionamento, ti faccio però un appunto sul costruttore che dall'anno prossimo non sarà più Argon 18 (che andrà con l'Astana) ma Specialized. ;)
Orco, ogni tanto mi perdo robe. Comunque mi sembrava strano che mollasse specialized, avrei dovuto chiedere in redazione :D


VINCITORE DEL FANTATOUR 2016 SUL CAMPO: certe fantaclassifiche verranno riscritte...

"Stufano è un Peter Sagan che ha smesso di sognare (E.Vittone) "

Avatar utente
Subsonico
Messaggi: 6625
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:13

Re: Peter Sagan - True cycling star!

Messaggio da leggere da Subsonico » giovedì 25 agosto 2016, 20:36

Winter ha scritto:Io la vedo all opposto
fare una attività mista è inconciliabile
per arrivare ad un certo livello nella mtb deve partecipare a tutte le coppe del mondo
non partire l stagione ad agosto

Fa la fine delle olimpiadi dove è arrivato doppiato

Anticipato da strong
Aridanghete, Winter.
Alle Olimpiadi è arrivato doppiato perchè ha forato 2 volte, poi è caduto, poi ha avuto un problema meccanico. A quel punto là ti credo che vieni doppiato! Non è un'argomentazione.
I suoi limiti si sono visti, che abbia bisogno di pratica sui percorsi di MTB per emergere è fuori di dubbio. Tra l'altro dopo quanto visto a Rio, direi che il ranking è un problema secondario
E comunque non hai letto bene, non ho detto che deve cominciare la stagione in agosto...anzi. Per me dovrebbe sperimentare nel 2019, o comunque in un'annata nella quale il mondiale sarà troppo facile o troppo duro.

Ultimo ma non ultimo, ricordiamoci che non stiamo parlando di un corridore come tutti gli altri.


VINCITORE DEL FANTATOUR 2016 SUL CAMPO: certe fantaclassifiche verranno riscritte...

"Stufano è un Peter Sagan che ha smesso di sognare (E.Vittone) "

Avatar utente
cauz.
Messaggi: 12595
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:53
Località: milano
Contatta:

Re: Peter Sagan - True cycling star!

Messaggio da leggere da cauz. » venerdì 26 agosto 2016, 10:26

Winter ha scritto:Io la vedo all opposto
fare una attività mista è inconciliabile
per arrivare ad un certo livello nella mtb deve partecipare a tutte le coppe del mondo
non partire l stagione ad agosto

Fa la fine delle olimpiadi dove è arrivato doppiato

Anticipato da strong
un'attivita mista "completa" è impossibile, concordo.
qualche comparsata in MTB come timidamente ha già iniziato a fare invece non mi pare così impossibile.

ad ogni modo, se Sagan volesse divertirsi fuori strada e fare il botto davvero, secondo me dovrebbe tornare a fare un po' di ciclocross.
lì sì che l'attività mista è possibile, visto che si corre in stagioni diverse, e a specialized farebbe comodissimo un nome del genere per sfondare in un mercato dove oggi è assente.

ovviamente tutto questo è un pour-parler, perchè sappiamo come funziona il ciclismo di oggi, però se dovessi guardare a un inconveniente qui lo vedrei nella progressiva trasformazione atletica di sagan, che mi sembra si stia potenziando sempre di più e su percorsi più tecnici del Cx potrebbe trovarsi in difficoltà rispetto al passato.

#DaiPeterTornaNelFango :)


"Il male trionfa sempre, perche' il bene e' stupido" [Lord Casco]
@cauz_ | bidonmagazine.org | confindustrial.noblogs.org

Avatar utente
Walter_White
Messaggi: 14435
Iscritto il: mercoledì 23 marzo 2016, 18:01

Re: Peter Sagan - True cycling star!

Messaggio da leggere da Walter_White » domenica 18 settembre 2016, 17:03

Miglior stagione di Sagan? Secondo me si


FCC 2019/20: rit.
FCC 2018/19: 1°; Superprestige; Gran Combinata
FCC 2017/18: 3°; Trofeo dei titoli; Campionato Europeo Donne Elite, Campionato del Mondo Donne Elite, ROTY

Avatar utente
chinaski89
Messaggi: 4421
Iscritto il: sabato 13 giugno 2015, 16:51

Re: Peter Sagan - True cycling star!

Messaggio da leggere da chinaski89 » domenica 18 settembre 2016, 17:27

Anche secondo me. Ma se continua così l'anno prossimo potrà fare anxhe meglio. Fenomeno assoluto, impossibile non tifare per lui



Avatar utente
Walter_White
Messaggi: 14435
Iscritto il: mercoledì 23 marzo 2016, 18:01

Re: Peter Sagan - True cycling star!

Messaggio da leggere da Walter_White » domenica 18 settembre 2016, 17:32

chinaski89 ha scritto:Anche secondo me. Ma se continua così l'anno prossimo potrà fare anxhe meglio. Fenomeno assoluto, impossibile non tifare per lui
E dire che fino al 2013/2014 mi stava sulle palle e non poco :diavoletto:


FCC 2019/20: rit.
FCC 2018/19: 1°; Superprestige; Gran Combinata
FCC 2017/18: 3°; Trofeo dei titoli; Campionato Europeo Donne Elite, Campionato del Mondo Donne Elite, ROTY

claudiodance
Messaggi: 567
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 16:18

Re: Peter Sagan - True cycling star!

Messaggio da leggere da claudiodance » giovedì 22 settembre 2016, 8:47

Raga, vent'anni di scuola Cipolliniana e Petacchiana sulla teoria dell'imprescindibile necessità di avere un "treno" per vincere volate di gruppo spazzati
via in venti secondi di divinità ciclistica che risponde al nome terreno di Peter Sagan.
Cazzo-che-volata!!


...oh, ghè riat Dancelli!

TASSO
Messaggi: 1292
Iscritto il: giovedì 22 settembre 2011, 9:55
Località: BRESCIA

Re: Peter Sagan - True cycling star!

Messaggio da leggere da TASSO » giovedì 22 settembre 2016, 9:14

io ho la mia splendida idea ...... vederlo correre e primeggiare alla Liegi , con il nuovo finale con lo strappo in pave, secondo me puo' dire la sua e provare a vincere . Ditemi voi se è fattibile ? L unica incognita è la durata del picco di forma , anche se mi viene da ridere con sto storia dei picchi , da inizio marzo fino a fine aprile . Vedremo se avra' anche per il 2017 lo stesso calendario che ormai fa dal 2012 .



Avatar utente
Slegar
Messaggi: 5731
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:49

Re: Peter Sagan - True cycling star!

Messaggio da leggere da Slegar » giovedì 22 settembre 2016, 10:46

claudiodance ha scritto:Raga, vent'anni di scuola Cipolliniana e Petacchiana sulla teoria dell'imprescindibile necessità di avere un "treno" per vincere volate di gruppo spazzati
via in venti secondi di divinità ciclistica che risponde al nome terreno di Peter Sagan.
Cazzo-che-volata!!
Favorito n° 1 per il mondiale di Doha.


fair play? No, Grazie!

Avatar utente
Tranchée d'Arenberg
Messaggi: 19357
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:50

Re: Peter Sagan - True cycling star!

Messaggio da leggere da Tranchée d'Arenberg » giovedì 22 settembre 2016, 10:51

Slegar ha scritto:
claudiodance ha scritto:Raga, vent'anni di scuola Cipolliniana e Petacchiana sulla teoria dell'imprescindibile necessità di avere un "treno" per vincere volate di gruppo spazzati
via in venti secondi di divinità ciclistica che risponde al nome terreno di Peter Sagan.
Cazzo-che-volata!!
Favorito n° 1 per il mondiale di Doha.
Inizio a sperarlo pure io. Se dovesse essere una volata caotica, le sue chance salirebbero decisamente e in questo aspetto la moltitudine di rotonde che caratterizza il circuito finale di Doha, può dargli una grossa mano perchè potrà inficiare pesantemente sull'organizzazione dei treni.

Certo è che se questo vince pure a Doha, rischiamo seriamente di assistere ad un filotto nei prossimi anni.


Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Generale
Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Classiche
Cobblestone 2013 - 1° Classifica Semiclassiche

FantaCycling Manager 2016 - 1° Classifica (squadre)

eka
Messaggi: 34
Iscritto il: domenica 7 agosto 2016, 11:49

Re: Peter Sagan - True cycling star!

Messaggio da leggere da eka » giovedì 22 settembre 2016, 11:19

Slegar ha scritto:
claudiodance ha scritto:Raga, vent'anni di scuola Cipolliniana e Petacchiana sulla teoria dell'imprescindibile necessità di avere un "treno" per vincere volate di gruppo spazzati
via in venti secondi di divinità ciclistica che risponde al nome terreno di Peter Sagan.
Cazzo-che-volata!!
Favorito n° 1 per il mondiale di Doha.
ha già cominciato a preparare il terreno
http://www.cyclingweekly.co.uk/news/rac ... ium=Social


(o forse è serio, chissà - tra l'altro non è la prima volta che si lamenta di come siano pericolosi gli sprint)



Oude Kwaremont
Messaggi: 1691
Iscritto il: mercoledì 1 gennaio 2014, 12:30
Località: Pesaro

Re: Peter Sagan - True cycling star!

Messaggio da leggere da Oude Kwaremont » giovedì 22 settembre 2016, 13:15

Concordo, in base al rapporto quantità-qualità delle vittorie, sua stagione migliore senza meno.



l'Orso
Messaggi: 4606
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 11:18

Re: Peter Sagan - True cycling star!

Messaggio da leggere da l'Orso » giovedì 22 settembre 2016, 17:38

Per il Mondiale c'è (per mia sfiga e di Carlo Lemond) da fare i conti con Cav.
Pure lui non si perde facilmente nelle rotonde, anche se ultimamente ci son giovani che lo sportellano... e stranamente non li fa volar per aria.
In ogni caso, averlo a ruota nelle vicinanze dell'arrivo, metterà un po' di ansia a tutti :)


Fanta cicloweb 2015:
Tour 2015 - 19a tappa - SJ M.nne - Toussuire (24 Luglio)

utenti ignorati:
Scostante_Girardengo

Avatar utente
Tranchée d'Arenberg
Messaggi: 19357
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:50

Re: Peter Sagan - True cycling star!

Messaggio da leggere da Tranchée d'Arenberg » giovedì 22 settembre 2016, 17:48

l'Orso ha scritto:Per il Mondiale c'è (per mia sfiga e di Carlo Lemond) da fare i conti con Cav.
Pure lui non si perde facilmente nelle rotonde, anche se ultimamente ci son giovani che lo sportellano... e stranamente non li fa volar per aria.
In ogni caso, averlo a ruota nelle vicinanze dell'arrivo, metterà un po' di ansia a tutti :)
Concordo. In caso di volata caotica Cav è il più pericoloso. Anche se pure lui con l'età non mi pare abbia più quella cattiveria (non solo agonistica...) dei tempi in cui buttava a terra dolosamente Haussler al Tour de Suisse.


Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Generale
Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Classiche
Cobblestone 2013 - 1° Classifica Semiclassiche

FantaCycling Manager 2016 - 1° Classifica (squadre)

Avatar utente
Celun
Messaggi: 2905
Iscritto il: martedì 8 febbraio 2011, 18:05

Re: Peter Sagan - True cycling star!

Messaggio da leggere da Celun » giovedì 22 settembre 2016, 18:57

cmq rischia tantissimo a fare ste volate caotiche e al limite.
oggi con demarè è un miracolo che non son caduti.
prima o poi una sana caduta per vincere una tappetta(per lui) e sta fuori per infortunio tipo un 6 mesi se la becca sicuro sicuro ;)



Avatar utente
Brogno
Messaggi: 3845
Iscritto il: martedì 21 maggio 2013, 10:37

Re: Peter Sagan - True cycling star!

Messaggio da leggere da Brogno » giovedì 22 settembre 2016, 19:41

Celun ha scritto:cmq rischia tantissimo a fare ste volate caotiche e al limite.
oggi con demarè è un miracolo che non son caduti.
prima o poi una sana caduta per vincere una tappetta(per lui) e sta fuori per infortunio tipo un 6 mesi se la becca sicuro sicuro ;)
Ma non puoi spegnere il cervello per l'Eneco e riattaccarlo per il Mondiale, poi per il Fiandre, e così via. Questa è un indole, un tratto caratteristico del corridore, non si può separare dal resto e prendere solo le cose buone. Un Sagan che non lotta quando può, non sarebbe un Sagan, ma soprattutto non avrebbe poi lo stesso morale quando si presenta agli appuntamenti che contano.


Comunque i bookies sono dei genii, ma quanti cazzo di soldi si faranno, con tutti quelli che punteranno su Thomas??? (Tour 2018)

Se vincono Valverde o Nibali mi tatuo in fronte la parola INSBRUCK (Innsbruck 2018)

Beppesaronni

Avatar utente
Niи
Messaggi: 1280
Iscritto il: martedì 2 aprile 2013, 0:10

Re: Peter Sagan - True cycling star!

Messaggio da leggere da Niи » lunedì 26 settembre 2016, 0:14

Guardando i risultati dell'Eneco Tour e Campionato Europeo viene da chiedersi quale possa essere la squadra adatta a Sagan. Meglio una squadra forte che controlli le corse o una mediocre che gli offra solo supporto?
Lo so che la risposta possa sembrare scontata, ma alcune vittorie possono essere state facilitare addirittura da una chiara inferiorità di squadra che gli ha permesso di correre nascosto e sfruttare il lavoro altrui (vedi campionato europeo o mondiale) illudendo gli avversari che con lo svantaggio di squadra possano giocarsela fino in fondo anche loro. Altre volte invece l'assenza di squadra gli ha precluso di poter lottare per la vittoria (vedi roubaix 2016 o ultima tappa odierna dell'eneco).

Immaginiamo un Sagan capitano dell'Etixx o di una BMC. Come verrebbe fuori tatticamente la corsa di una classica? Avrebbe chiaramente tutti contro. Chi ci terrebbe a portarlo nei finali, ancora fresco o con possibilità di attacco? Le altre squadre potrebbero quindi costringere la sua squadra a dover controllare la corsa fin da lontano, o addirittura trovar coalizione tra avversari per smantellare lentamente la corazzata. E trovarsi quindi ugualmente solo nei finali, perché sappiamo benissimo che per quanto forte, una squadra in una classica non riuscirebbe a controllare la corsa, come invece può accadere in una tappa di un grande giro.
Con una squadra debole invece Peter, ha dimostrato che può correre bene sulla tattica altrui e sfruttare la chiara inferiorità a proprio favore, nascondendosi.

La ragione direbbe quindi, che per lui sarebbe meglio una metà via, ovvero un buon numero di gregari buoni\mediocri, da garantirgli un supporto compatto per i 3\4 della corsa e almeno un gregario di ottimo livello, un potenziale top 10, in grado di essere sempre presente quando le cose si fanno dure.



Arme
Messaggi: 1016
Iscritto il: lunedì 9 aprile 2012, 23:05
Località: Bergamo
Contatta:

Re: Peter Sagan - True cycling star!

Messaggio da leggere da Arme » lunedì 26 settembre 2016, 2:09

Niи ha scritto:Guardando i risultati dell'Eneco Tour e Campionato Europeo viene da chiedersi quale possa essere la squadra adatta a Sagan. Meglio una squadra forte che controlli le corse o una mediocre che gli offra solo supporto?
Lo so che la risposta possa sembrare scontata, ma alcune vittorie possono essere state facilitare addirittura da una chiara inferiorità di squadra che gli ha permesso di correre nascosto e sfruttare il lavoro altrui (vedi campionato europeo o mondiale) illudendo gli avversari che con lo svantaggio di squadra possano giocarsela fino in fondo anche loro. Altre volte invece l'assenza di squadra gli ha precluso di poter lottare per la vittoria (vedi roubaix 2016 o ultima tappa odierna dell'eneco).

Immaginiamo un Sagan capitano dell'Etixx o di una BMC. Come verrebbe fuori tatticamente la corsa di una classica? Avrebbe chiaramente tutti contro. Chi ci terrebbe a portarlo nei finali, ancora fresco o con possibilità di attacco? Le altre squadre potrebbero quindi costringere la sua squadra a dover controllare la corsa fin da lontano, o addirittura trovar coalizione tra avversari per smantellare lentamente la corazzata. E trovarsi quindi ugualmente solo nei finali, perché sappiamo benissimo che per quanto forte, una squadra in una classica non riuscirebbe a controllare la corsa, come invece può accadere in una tappa di un grande giro.
Con una squadra debole invece Peter, ha dimostrato che può correre bene sulla tattica altrui e sfruttare la chiara inferiorità a proprio favore, nascondendosi.

La ragione direbbe quindi, che per lui sarebbe meglio una metà via, ovvero un buon numero di gregari buoni\mediocri, da garantirgli un supporto compatto per i 3\4 della corsa e almeno un gregario di ottimo livello, un potenziale top 10, in grado di essere sempre presente quando le cose si fanno dure.
Li ha già tutti contro. Semplicemente quando corre al Nord di solito ci pensa la Etixx a fare (e, fino a ieri, perdere) la corsa quando si corre contro il Kristoff di turno ci pensa la sua.



meriadoc
Messaggi: 4838
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 21:55

Re: Peter Sagan - True cycling star!

Messaggio da leggere da meriadoc » lunedì 26 settembre 2016, 8:25

Niи ha scritto: La ragione direbbe quindi, che per lui sarebbe meglio una metà via, ovvero un buon numero di gregari buoni\mediocri, da garantirgli un supporto compatto per i 3\4 della corsa e almeno un gregario di ottimo livello, un potenziale top 10, in grado di essere sempre presente quando le cose si fanno dure.

mi sembra condivisibile
comunque quando raggiungi lo status di Sagan, c'è poco da fare


Kruijswijk... il resto è noia

"Siamo in gennaio, siamo in Australia ma per me questo e' il successore di Froome nell'albo d'oro della grand boucle.."
21/01/2017 barrylyndon su Porte

mdm52
Messaggi: 1524
Iscritto il: mercoledì 27 aprile 2011, 21:26

Re: Peter Sagan - True cycling star!

Messaggio da leggere da mdm52 » lunedì 26 settembre 2016, 14:41

meriadoc ha scritto:
Niи ha scritto: La ragione direbbe quindi, che per lui sarebbe meglio una metà via, ovvero un buon numero di gregari buoni\mediocri, da garantirgli un supporto compatto per i 3\4 della corsa e almeno un gregario di ottimo livello, un potenziale top 10, in grado di essere sempre presente quando le cose si fanno dure.

mi sembra condivisibile
comunque quando raggiungi lo status di Sagan, c'è poco da fare
avere una buona squadra è indubbiamente meglio, per intanto, però, l'anno prossimo alla Bora non mi pare potrà disporre di una squadra migliore della Tinkoff schierata ieri. Poi è vero, come si è ri-visto all'Eneco, che in volata se la cava da solo, ma le classiche sono altra cosa ...



Avatar utente
nino58
Messaggi: 11978
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: Peter Sagan - True cycling star!

Messaggio da leggere da nino58 » lunedì 26 settembre 2016, 15:04

Sì, l'anno prossimo tra Sanremo, Fiandre e Roubaix una la deve vincere, meglio se una non ancora vinta.
Alla Sanremo ci vuole condizione, fortuna e anche la squadra.
Alla Roubaix ci vole la squadra, fortuna e tanta forza e resistenza (che non manca).
Poi, perchè no, un passaggio a Liegi senza pretese di vittoria ma con finalità di "assaggio".


Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!

Avatar utente
Niи
Messaggi: 1280
Iscritto il: martedì 2 aprile 2013, 0:10

Re: Peter Sagan - True cycling star!

Messaggio da leggere da Niи » martedì 27 settembre 2016, 0:03

Ragazzi (e signori) qualche domanda dobbiamo iniziare a porcela. Ormai son 7 anni che Sagan vince corse. La Cannondale (liquigas) dopo aver ceduto Nibali ha provato di organizzare una squadra intera per Sagan. Nonostante alcuni ottimi gregari come De Marchi,Sabatini, Bodnar per esempio, non hanno mai trovato un corridore per i finali. Passato in Tinkoff ha dovuto condividere uomini e risorse con Contador. Il risultato è quello di buoni ottimi gregari per le corse a tappe, ma realmente poco utili per le classiche. Ora, firma con BoraArgon e la squadra sulla carta sembra ancora peggio delle due precedenti. Qualche domanda me la farei. Io non posso crederci che un corridore così, per lo meno, negli ultimi 4 anni non gli abbiano costruito attorno una squadra con le contro palle.

Perché Peter hai fatto quelle scelte(tinkoff e bora) quando sulla carta c'erano fior di squadre più complete? Hai ragionato solo con il portafoglio? Sei tu il primo a dar poca importanza alla squadra? Preferisci correre da lupo solitario per aver meno pressioni? Ti piace la sfida difficile?
E voi, team manager, come avete basato gli acquisti? Troppo poco budget per il mercato di rinforzo?
Qualche ragione deve esserci, soprattutto per l'approdo in Bora. Perché così sembra davvero che a lui stesso poco importi di quali compagni abbia attorno.



Avatar utente
nino58
Messaggi: 11978
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: Peter Sagan - True cycling star!

Messaggio da leggere da nino58 » martedì 27 settembre 2016, 9:05

Niи ha scritto:Ragazzi (e signori) qualche domanda dobbiamo iniziare a porcela. Ormai son 7 anni che Sagan vince corse. La Cannondale (liquigas) dopo aver ceduto Nibali ha provato di organizzare una squadra intera per Sagan. Nonostante alcuni ottimi gregari come De Marchi,Sabatini, Bodnar per esempio, non hanno mai trovato un corridore per i finali. Passato in Tinkoff ha dovuto condividere uomini e risorse con Contador. Il risultato è quello di buoni ottimi gregari per le corse a tappe, ma realmente poco utili per le classiche. Ora, firma con BoraArgon e la squadra sulla carta sembra ancora peggio delle due precedenti. Qualche domanda me la farei. Io non posso crederci che un corridore così, per lo meno, negli ultimi 4 anni non gli abbiano costruito attorno una squadra con le contro palle.

Perché Peter hai fatto quelle scelte(tinkoff e bora) quando sulla carta c'erano fior di squadre più complete? Hai ragionato solo con il portafoglio? Sei tu il primo a dar poca importanza alla squadra? Preferisci correre da lupo solitario per aver meno pressioni? Ti piace la sfida difficile?
E voi, team manager, come avete basato gli acquisti? Troppo poco budget per il mercato di rinforzo?
Qualche ragione deve esserci, soprattutto per l'approdo in Bora. Perché così sembra davvero che a lui stesso poco importi di quali compagni abbia attorno.
Certo, per essere anarchico è anarchico quanto basta.
Sono i team che devono vedere "oltre" ed attrezzare una squadra come si deve.
Se hanno i soldi.


Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!

Lopi90
Messaggi: 1396
Iscritto il: martedì 31 maggio 2011, 12:15

Re: Peter Sagan - True cycling star!

Messaggio da leggere da Lopi90 » martedì 27 settembre 2016, 10:10

La Bora peraltro dichiaratamente non ha provato ad allestire una squadra per Sagan, hanno preso due corridori da 5-6 posto nei GT come Majka e Konig (che immagino il loro bello stipendio lo prendano), lasciando il solo Burghardt come gregario per Sagan. Non sarebbe stato meglio, volendo fare un team per Sagan, prendere magari un solo uomo da discreta classifica per i GT (o ignorarli completamente come fanno molte squadre) e magari prendere qualcuno dei tanti passisti veloci da classiche andati in Bahrein (Haussler, Navardauskas, Colbrelli, Gasparotto).

Probabilmente e` Sagan stesso che preferisce cosi`, visto che i suoi uomini li ha imposti, ma a parte il buon Bodnar, suo gregario di fiducia da sempre, sono altri slovacchi, tra cui il fratello, di dubbia utilita`. Se questo poi gli faccia bene non lo so, ad ogni corsa importante ha praticamente tutti contro, come era da parecchio che non si vedeva, per vincere deve quasi sempre fare il numero, benissimo per lo spettacolo, meno per i suoi risultati.



White Mamba
Messaggi: 1271
Iscritto il: lunedì 6 luglio 2015, 11:27

Re: Peter Sagan - True cycling star!

Messaggio da leggere da White Mamba » martedì 27 settembre 2016, 10:15

Adesso scambio alla pari Sagan-Nibali e vissero tutti felici e contenti



Avatar utente
Tranchée d'Arenberg
Messaggi: 19357
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:50

Re: Peter Sagan - True cycling star!

Messaggio da leggere da Tranchée d'Arenberg » martedì 27 settembre 2016, 10:23

Lopi90 ha scritto:La Bora peraltro dichiaratamente non ha provato ad allestire una squadra per Sagan, hanno preso due corridori da 5-6 posto nei GT come Majka e Konig (che immagino il loro bello stipendio lo prendano), lasciando il solo Burghardt come gregario per Sagan. Non sarebbe stato meglio, volendo fare un team per Sagan, prendere magari un solo uomo da discreta classifica per i GT (o ignorarli completamente come fanno molte squadre) e magari prendere qualcuno dei tanti passisti veloci da classiche andati in Bahrein (Haussler, Navardauskas, Colbrelli, Gasparotto).

Probabilmente e` Sagan stesso che preferisce cosi`, visto che i suoi uomini li ha imposti, ma a parte il buon Bodnar, suo gregario di fiducia da sempre, sono altri slovacchi, tra cui il fratello, di dubbia utilita`. Se questo poi gli faccia bene non lo so, ad ogni corsa importante ha praticamente tutti contro, come era da parecchio che non si vedeva, per vincere deve quasi sempre fare il numero, benissimo per lo spettacolo, meno per i suoi risultati.
Concordo. Anche io al posto della Bora avrei rinunciato ad almeno uno tra Konig e Majka (che cazzo gli servono due 'piazzati' da top ten dei GT?) ed usato quei soldi per prendere due-tre bei gregarioni per Peter.

Sugli slovacchi: Kolar e Baska sono ancora giovani, specialmente il secondo ('94) che già quest'anno ha vinto una corsa in belgio. Cresceranno, ma nell'immediato non credo possano essere cosi utili alla causa di Sagan. Del suo blocco che si è portato dietro dalla Tinkoff, l'unico veramente utile ad oggi è Bodnar, che il suo l'ha sempre fatto (vedi Gent-Wevelgem 2013).

White Mamba ha scritto:Adesso scambio alla pari Sagan-Nibali e vissero tutti felici e contenti
Cacchio, davvero. Facendo un giochino e sostituendo i due nelle rispettive squadre, verrebbero fuori delle formazioni decisamente più coerenti :crazy: :D


Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Generale
Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Classiche
Cobblestone 2013 - 1° Classifica Semiclassiche

FantaCycling Manager 2016 - 1° Classifica (squadre)

Avatar utente
nino58
Messaggi: 11978
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: Peter Sagan - True cycling star!

Messaggio da leggere da nino58 » martedì 27 settembre 2016, 10:45

White Mamba ha scritto:Adesso scambio alla pari Sagan-Nibali e vissero tutti felici e contenti
Mica stupida l'idea.


Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!

Avatar utente
Niи
Messaggi: 1280
Iscritto il: martedì 2 aprile 2013, 0:10

Re: Peter Sagan - True cycling star!

Messaggio da leggere da Niи » martedì 27 settembre 2016, 11:15

Lopi90 ha scritto: Probabilmente e` Sagan stesso che preferisce cosi`, visto che i suoi uomini li ha imposti, ma a parte il buon Bodnar, suo gregario di fiducia da sempre, sono altri slovacchi, tra cui il fratello, di dubbia utilita`. Se questo poi gli faccia bene non lo so, ad ogni corsa importante ha praticamente tutti contro, come era da parecchio che non si vedeva, per vincere deve quasi sempre fare il numero, benissimo per lo spettacolo, meno per i suoi risultati.
Esatto, questo è quello che mi frulla in testa sempre di più anche a me.
Io penso, che nel momento in cui ti siedi ad un tavolo col tuo procuratore, team manager della squadra e presidente, e tu di cognome faccia Sagan e lo sponsor abbia svuotato 3-4 del portafoglio, la prima domanda che ti venga rivolta sia: "ma tu chi vorresti come compagno utile per vincere?". La sua opinione sarà sicuramente indispensabile, anche perché poi per collaborare, oltre ad essere forti, bisogna anche starsi simpatici e solo chi vive il gruppo saprà probabilmente le rivalità o amicizie trasversali. A questo punto, mi aspetto Peter che da quell'ipotetico tavolo se ne esce con la sua vociona "mmm boh, mio fratello, Bodnar, poi fate voi". Dai, fai il serio, due nomi Peter! "mmm..ma ce ne sono tanti forti, non so due, fate voi. Ehehe". Mani nei capelli.
Non ci sono altre spiegazioni plausibili :crazy:

Come dice Nino, forse Sagan è troppo anarchico per aver una squadra. E' fuori da una sua indole di condotta di corsa.
E dire che spesso nelle interviste, son spesso due le cose che rimarca: ringraziamento dei compagni (e a volte ti chiedi, dove come quando?) e lamentela sulla poca collaborazione degli avversari.



Avatar utente
Seb
Messaggi: 5835
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:07
Località: Genova
Contatta:

Re: Peter Sagan - True cycling star!

Messaggio da leggere da Seb » martedì 27 settembre 2016, 11:29

Lopi90 ha scritto: Se questo poi gli faccia bene non lo so, ad ogni corsa importante ha praticamente tutti contro, come era da parecchio che non si vedeva, per vincere deve quasi sempre fare il numero, benissimo per lo spettacolo, meno per i suoi risultati.
Questo mi spinge ad una piccola considerazione: è vero, Sagan ha tutti contro quando si fa sul serio ma bene o male fino ai tratti decisivi riesce quasi sempre a correre sulle altre squadre che fanno il lavoro per lui. E questo perché la sua squadra non è (quasi) mai stata la più forte in gara e quindi le responsabilità finivano anche sulle altre: se Sagan avesse una squadra più forte dovrebbe star davanti con i suoi fin dal km 0, non sarebbe facilissimo da gestire. Ci sono pro e contro per ogni cosa, forse è stato lo stesso Sagan a preferire così.
Comunque a me sembra che la Bora abbia costruito una squadra molto interessante e "da World Tour": possono far bene in molte corse diverse tra loro, sono quasi sempre ben coperti per tutti i terreni. Se l'anno prossimo Sagan dovesse farsi male alla prima classica, ci sono altri corridori che possono portare punti ed evitare il rischio di fare come la Dimension Data che dopo un anno di WT rischia già di essere retrocessa



Avatar utente
Patate
Messaggi: 5013
Iscritto il: domenica 28 febbraio 2016, 23:23

Re: Peter Sagan - True cycling star!

Messaggio da leggere da Patate » martedì 27 settembre 2016, 12:05

Seb ha scritto: fare come la Dimension Data che dopo un anno di WT rischia già di essere retrocessa
DD ha vinto cinque (!) tappe al Tour più una a Tirreno, Delfinato, Burgos e la classifica al Tour of Britain, più la pois a Vuelta e Delfinato e una top 10 al Giro e le altre vittorie di EBH. Non proprio robetta.
Se retrocede (ci credo poco) è solo colpa di un sistema che premia più il piazzamento che il successo parziale.


antani ha scritto:Non so perchè ma ho la sensazione che domani Aru possa arrivare dietro o davanti a Froome, stiamo a vedere sembra facile ma non è difficile

meriadoc
Messaggi: 4838
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 21:55

Re: Peter Sagan - True cycling star!

Messaggio da leggere da meriadoc » martedì 27 settembre 2016, 12:23

Seb ha scritto:
Questo mi spinge ad una piccola considerazione: è vero, Sagan ha tutti contro quando si fa sul serio ma bene o male fino ai tratti decisivi riesce quasi sempre a correre sulle altre squadre che fanno il lavoro per lui. E questo perché la sua squadra non è (quasi) mai stata la più forte in gara e quindi le responsabilità finivano anche sulle altre: se Sagan avesse una squadra più forte dovrebbe star davanti con i suoi fin dal km 0, non sarebbe facilissimo da gestire. Ci sono pro e contro per ogni cosa, forse è stato lo stesso Sagan a preferire così.
verissimo, Sagan in realtà ha sempre avuto buone squadre, ma praticamente sempre gli è mancato un compagno nella parte finale della corsa. Avrebbe potutto essere prima Moser (per qualche mese si dibatteva se fosse addirittura meglio di sagan), o Breschel in Tinkoff (ma questo sembra nella parabola discendente) o EBH, se fosse andato in Tinkoff. Alla fine forse il migliore è stato Gatto, un po' poco
anche la Bora è una buona squadra, ma non c'è un uomo che possa limitare il suo lavoro nella fase calda della corsa (forse Thwaites avrebbe potuto esserlo, forse Elmiger tra quelli che ancora cercano contratto, sempre che lo cerchi)

ecco, al massimo in Bora hanno diverse ruote veloci, mi pare; ma alla fine le volate non sono la sua priorità
Comunque a me sembra che la Bora abbia costruito una squadra molto interessante e "da World Tour": possono far bene in molte corse diverse tra loro, sono quasi sempre ben coperti per tutti i terreni. Se l'anno prossimo Sagan dovesse farsi male alla prima classica, ci sono altri corridori che possono portare punti ed evitare il rischio di fare come la Dimension Data che dopo un anno di WT rischia già di essere retrocessa
assolutamente, avere Majka e Koenig è un'assicurazione, anche perchè sicuramente si divideranno la leadership nei tre GT, e sono potenzialmente in grado di raccogliere punti e dare visibilità agli sponsor


Kruijswijk... il resto è noia

"Siamo in gennaio, siamo in Australia ma per me questo e' il successore di Froome nell'albo d'oro della grand boucle.."
21/01/2017 barrylyndon su Porte

meriadoc
Messaggi: 4838
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 21:55

Re: Peter Sagan - True cycling star!

Messaggio da leggere da meriadoc » martedì 27 settembre 2016, 12:25

Patate ha scritto:
Seb ha scritto: fare come la Dimension Data che dopo un anno di WT rischia già di essere retrocessa
DD ha vinto cinque (!) tappe al Tour più una a Tirreno, Delfinato, Burgos e la classifica al Tour of Britain, più la pois a Vuelta e Delfinato e una top 10 al Giro e le altre vittorie di EBH. Non proprio robetta.
Se retrocede (ci credo poco) è solo colpa di un sistema che premia più il piazzamento che il successo parziale.
devi contare solo le corse WT comunque, se si parla di classficia WT
la DD ha pagato la partenza di Meintijes e l'assenza di un uomo per i GT


Kruijswijk... il resto è noia

"Siamo in gennaio, siamo in Australia ma per me questo e' il successore di Froome nell'albo d'oro della grand boucle.."
21/01/2017 barrylyndon su Porte

Avatar utente
udra
Messaggi: 7670
Iscritto il: mercoledì 1 ottobre 2014, 11:29

Re: Peter Sagan - True cycling star!

Messaggio da leggere da udra » domenica 16 ottobre 2016, 17:45

Che anno strepitoso
GW,Fiandre,tre tappe al Tour+gialla indossata+5a verde,Europeo,Mondiale,Quebec, 6 tappe tra Eneco Svizzera e California.
2o alla Tirreno,Het Volk,Montreal,Harelbeke

:champion: :champion: :champion:



Avatar utente
Patate
Messaggi: 5013
Iscritto il: domenica 28 febbraio 2016, 23:23

Re: Peter Sagan - True cycling star!

Messaggio da leggere da Patate » domenica 16 ottobre 2016, 17:51

Gli è mancato solo il titolo nazionale :diavoletto:


antani ha scritto:Non so perchè ma ho la sensazione che domani Aru possa arrivare dietro o davanti a Froome, stiamo a vedere sembra facile ma non è difficile

Avatar utente
sceriffo
Messaggi: 2774
Iscritto il: lunedì 11 aprile 2011, 23:48

Re: Peter Sagan - True cycling star!

Messaggio da leggere da sceriffo » domenica 16 ottobre 2016, 21:01

Bisognerà capire se il cambio con il Team e tutte queste grandissime vittorie, il prossimo anno riuscirà a ritrovare stimoli e motivazioni



Oude Kwaremont
Messaggi: 1691
Iscritto il: mercoledì 1 gennaio 2014, 12:30
Località: Pesaro

Re: Peter Sagan - True cycling star!

Messaggio da leggere da Oude Kwaremont » domenica 16 ottobre 2016, 21:09

sceriffo ha scritto:Bisognerà capire se il cambio con il Team e tutte queste grandissime vittorie, il prossimo anno riuscirà a ritrovare stimoli e motivazioni
Secondo me non ha problemi del generi, e nemmeno soffrirà la pressione che quest' annata strepitosa lascerà.
Credo invece che eventuali problemi possano sorgere dal cambio di squadra, ma non per l' organico di sostegno, ma a livello di ambientamento in generale.



Avatar utente
sceriffo
Messaggi: 2774
Iscritto il: lunedì 11 aprile 2011, 23:48

Re: Peter Sagan - True cycling star!

Messaggio da leggere da sceriffo » domenica 16 ottobre 2016, 21:21

Oude Kwaremont ha scritto:
sceriffo ha scritto:Bisognerà capire se il cambio con il Team e tutte queste grandissime vittorie, il prossimo anno riuscirà a ritrovare stimoli e motivazioni
Secondo me non ha problemi del generi, e nemmeno soffrirà la pressione che quest' annata strepitosa lascerà.
Credo invece che eventuali problemi possano sorgere dal cambio di squadra, ma non per l' organico di sostegno, ma a livello di ambientamento in generale.
Alla Tinkoff, con Oleg Tinkoff, la pressione è stata altissima, soprattutto i primi mesi dello scorso anno. La Bora mi ha sempre dato l'idea di un Team messo lì per tirare a campare, un po' come la Iam. Bisognerà vedere se l'ingresso (sperabile) nel WTe l'arrivo di Sagan daranno più mordente



Avatar utente
Ste
Messaggi: 351
Iscritto il: lunedì 22 agosto 2016, 12:42
Località: Val di Fiemme

Re: Peter Sagan - True cycling star!

Messaggio da leggere da Ste » domenica 16 ottobre 2016, 22:07

Bravo Sagan :clap: , sono proprio contento di rivederlo questa primavera in maglia iridata
(e se mantiene il look classico con pantaloncini neri, gli raddoppio l'applauso).



TASSO
Messaggi: 1292
Iscritto il: giovedì 22 settembre 2011, 9:55
Località: BRESCIA

Re: Peter Sagan - True cycling star!

Messaggio da leggere da TASSO » lunedì 17 ottobre 2016, 8:52

si tanto di cappello allo splendido PETER SAGAN . Annata stratosferica con unica pecca della roubaix ...... dove secondo me era il piu' forte . Cmq adesso lo rivedremo in iride anche nel 2017 e cosa piu' bella sarebbe vederlo affrontare un calendario leggermente diverso , quanto sarebbe bello vederlo alla LIEGI e sopratuttto al GIRO2017 (Anche se con il percorso gia' durissimo nella prima settimana non credo verra'......) sarebbe un mio sogno ma difficilmente realizzabile .



Avatar utente
nino58
Messaggi: 11978
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: Peter Sagan - True cycling star!

Messaggio da leggere da nino58 » lunedì 17 ottobre 2016, 10:09

Felicissimo anch'io.
Tutti quelli che fecero doppietta al Mondiale erano o belgi o italiani, quindi con squadra di dieci elementi ( o nove, o dodici, ma cambia poco).
E' vero che Van Looy mancò la tripletta proprio perché anticipato da un suo gregario, però, insomma, Petruzzo ne ha vinti due (più l'Europeo) proprio senza squadra ( o con numeri di squadra non classificabili come "squadra").


Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!

Avatar utente
chinaski89
Messaggi: 4421
Iscritto il: sabato 13 giugno 2015, 16:51

Re: Peter Sagan - True cycling star!

Messaggio da leggere da chinaski89 » lunedì 17 ottobre 2016, 10:13

Che bello rivedere Peterone per un altro anno con la maglia arcobaleno! Fenomeno assoluto e corridore che non si può non amare. L'anno venturo spero vinca la Sanremo o la Roubaix, poi mi piacerebbe vederlo cimentarsi con la Liegi. Al Giro non verrà e visto il suo calendario direi che fa benissimo, inoltre un Tour senza Sagan o con Sagan senza buone gambe sarebbe una tragedia visto l'andazzo della corsa francese. E occhio che l'anno prossimo sarà ancora tra i favoriti se non IL favorito anche al mondiale



Rispondi