Meteore

Il mondo dei professionisti tra gare e complessità, e più in generale l'approccio al ciclismo di ogni appassionato
pietro
Messaggi: 1653
Iscritto il: mercoledì 18 marzo 2020, 19:32

Re: Meteore

Messaggio da leggere da pietro » lunedì 20 aprile 2020, 19:10

lambohbk ha scritto:
lunedì 20 aprile 2020, 19:03
pietro ha scritto:
lunedì 20 aprile 2020, 14:40
Beppugrillo ha scritto:
lunedì 20 aprile 2020, 13:02
Visto che siamo in epoca di Ardenne, una strana meteora è Jelle Vanendert. Lui è quasi sempre andato bene tra Amstel e Liegi (in realtà molto più Amstel e Fraccia che Liegi) mentre fuori da questa settimana io lo ricordo forte in una sola corsa: il Tour 2011. E un po' i risultati lo confermano: due sole vittorie, mai una top five di tappa in un grande giro tranne quel Tour in cui fece una volta primo e una secondo e in tutta la carriera da professionista solo 8 podi (2 appunto in quel Tour e 3 nella settimana delle Ardenne). In parte specialista, in parte meteora
Per me lui appartiene alla categoria di quei corridori come Vansummeren che andavano forte in un determinato periodo e che fuori da questo non hanno mai brillato se non in poche occasioni con la differenza che gli manca la vittoria nel suo ambito preferito
Concordo, anche perchè periodicamente ha fatto bene sulle Ardenne, non solo per una stagione, una sorta di Gasparotto che non ce l'ha fatta a vincere :D
Più che una meteora era limitato.
Ahahaha proprio cosi infatti



el_condor
Messaggi: 3773
Iscritto il: sabato 14 settembre 2013, 0:10

Re: Meteore

Messaggio da leggere da el_condor » lunedì 20 aprile 2020, 19:17

avete già citato Mercado ?


Giordano Bruno
Non temete nuotare contro il torrente, è d'un anima sordida pensare come il volgo, perché il volgo è in maggioranza."

kokkelkoren
Messaggi: 269
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 18:10

Re: Meteore

Messaggio da leggere da kokkelkoren » lunedì 20 aprile 2020, 19:26

el_condor ha scritto:
lunedì 20 aprile 2020, 19:17
avete già citato Mercado ?
Beh ha corso 5 o 6 anni a discreto livello ottenendo 2 top10 alla vuelta, diversi piazzamenti al delfinato e facendosi valere nelle corsette a tappe spagnole.
Più che altro ha mancato l'acuto.



Mario Rossi
Messaggi: 596
Iscritto il: giovedì 1 novembre 2018, 14:57

Re: Meteore

Messaggio da leggere da Mario Rossi » lunedì 20 aprile 2020, 19:36

Comunque in tutta questa serie di nomi, che mi fanno venire nostalgia pensando a quanto sono vecchio dato che mi ricordo del 90% di quelli da voi citati, calo il poker d'assi con le 3 meteore dell'ultimo decennio
1) per me l'unica meteora del millennio: il supercitato Oliver Zaugg. Riusciremo mai a capacitarci del perchè lui abbia una monumento?
2) rientrano tra quelli attanagliati dai problemi fisici, ma che carriera infame hanno avuto Konig e Intãusti? Già mi ci immagino fra una decina d'anni, quando ci saranno i giovani a inserirli, a noi più maturi che gli spieghiamo di come siano stati martoriati dagli infortuni e non vadano considerate meteore.
3) Amador, l'uomo più forte in discesa che non ha mai avuto l'opportunità di fare il capitano. I risultati li ha ma per una persona esterna le domanda di come si possa fare 4 al Giro 2015, sembrando la nuova stella del ciclismo sudamericano, e poi non ripetersi viene. Rientra tra quelli con poca mentalità o dove lo inseriamo?



el_condor
Messaggi: 3773
Iscritto il: sabato 14 settembre 2013, 0:10

Re: Meteore

Messaggio da leggere da el_condor » lunedì 20 aprile 2020, 19:48

kokkelkoren ha scritto:
lunedì 20 aprile 2020, 19:26
el_condor ha scritto:
lunedì 20 aprile 2020, 19:17
avete già citato Mercado ?
Beh ha corso 5 o 6 anni a discreto livello ottenendo 2 top10 alla vuelta, diversi piazzamenti al delfinato e facendosi valere nelle corsette a tappe spagnole.
Più che altro ha mancato l'acuto.
mi sembrava di ricordare un paio di belle vittorie in tappe con arrivi in salita..


Giordano Bruno
Non temete nuotare contro il torrente, è d'un anima sordida pensare come il volgo, perché il volgo è in maggioranza."

nunziol
Messaggi: 607
Iscritto il: mercoledì 16 maggio 2012, 13:06

Re: Meteore

Messaggio da leggere da nunziol » lunedì 20 aprile 2020, 19:58

Mario Rossi ha scritto:
lunedì 20 aprile 2020, 19:36
Comunque in tutta questa serie di nomi, che mi fanno venire nostalgia pensando a quanto sono vecchio dato che mi ricordo del 90% di quelli da voi citati, calo il poker d'assi con le 3 meteore dell'ultimo decennio
1) per me l'unica meteora del millennio: il supercitato Oliver Zaugg. Riusciremo mai a capacitarci del perchè lui abbia una monumento?
2) rientrano tra quelli attanagliati dai problemi fisici, ma che carriera infame hanno avuto Konig e Intãusti? Già mi ci immagino fra una decina d'anni, quando ci saranno i giovani a inserirli, a noi più maturi che gli spieghiamo di come siano stati martoriati dagli infortuni e non vadano considerate meteore.
3) Amador, l'uomo più forte in discesa che non ha mai avuto l'opportunità di fare il capitano. I risultati li ha ma per una persona esterna le domanda di come si possa fare 4 al Giro 2015, sembrando la nuova stella del ciclismo sudamericano, e poi non ripetersi viene. Rientra tra quelli con poca mentalità o dove lo inseriamo?
Più che meteora è nella categoria "Carneadi"

Non una meteora perchè è sempre stato considerato per ciò che è,un normale corridore che ha trovato la giornata della vita,tipo Astarloa e Cobo (Già questi 2 qualcosa comunque avevano fatto intravedere)


Konig molto sottovalutato:non un campione ma top 10 in tutti i GT,ha fatto comunque qualche anno a buoni livelli,abbastanza per non essere una meteora



nunziol
Messaggi: 607
Iscritto il: mercoledì 16 maggio 2012, 13:06

Re: Meteore

Messaggio da leggere da nunziol » lunedì 20 aprile 2020, 20:01

Aitor Gonzalez:
Grandissima TDC
2002 sesto al Gito e soprattutto vincitore della Vuelta
Poi una tappa al Giro,una al tour e un TdS

Più che meteora direi talento sprecato,non so nemmeno se sia ancora in carcere


Visto che parlavamo in altri thread dei Giri dei primi anni 2000,Dario David Cioni

Buon cronoman che arriva quarto al Giro 2004,praticamente senza squadra visto che era stata preparata tutta per Petacchi

Poi mai più vicino a quei livelli



Winter
Messaggi: 15766
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Meteore

Messaggio da leggere da Winter » lunedì 20 aprile 2020, 20:26

Be aitor era una creatura..del medico della kelme

Zaugg concordo
chissà cosa gli sarà successo quel giorno



Avatar utente
eliacodogno
Messaggi: 6279
Iscritto il: venerdì 24 dicembre 2010, 1:27
Località: Susa (TO)

Re: Meteore

Messaggio da leggere da eliacodogno » lunedì 20 aprile 2020, 20:37

Mario Rossi ha scritto:
lunedì 20 aprile 2020, 19:36

3) Amador, l'uomo più forte in discesa che non ha mai avuto l'opportunità di fare il capitano. I risultati li ha ma per una persona esterna le domanda di come si possa fare 4 al Giro 2015, sembrando la nuova stella del ciclismo sudamericano, e poi non ripetersi viene. Rientra tra quelli con poca mentalità o dove lo inseriamo?
Direi che la differenza di livello tra i primi e il resto del mondo fu comunque abbastanza elevata e questo spiega il piazzamento (comunque non del tutto isolato nella sua carriera che comunque è poi stata spesso di gregario)


Se il tuo modo di lavorare è questo qui, compragli un casco a Sgarbozza e fallo fare a lui il Giro, perché io non lo faccio più (P.S.)

'Idea del Forum' per me non vuol dire assolutamente niente. (H.F.)

pietro
Messaggi: 1653
Iscritto il: mercoledì 18 marzo 2020, 19:32

Re: Meteore

Messaggio da leggere da pietro » lunedì 20 aprile 2020, 20:37

Mario Rossi ha scritto:
lunedì 20 aprile 2020, 19:36
Comunque in tutta questa serie di nomi, che mi fanno venire nostalgia pensando a quanto sono vecchio dato che mi ricordo del 90% di quelli da voi citati, calo il poker d'assi con le 3 meteore dell'ultimo decennio
1) per me l'unica meteora del millennio: il supercitato Oliver Zaugg. Riusciremo mai a capacitarci del perchè lui abbia una monumento?
2) rientrano tra quelli attanagliati dai problemi fisici, ma che carriera infame hanno avuto Konig e Intãusti? Già mi ci immagino fra una decina d'anni, quando ci saranno i giovani a inserirli, a noi più maturi che gli spieghiamo di come siano stati martoriati dagli infortuni e non vadano considerate meteore.
3) Amador, l'uomo più forte in discesa che non ha mai avuto l'opportunità di fare il capitano. I risultati li ha ma per una persona esterna le domanda di come si possa fare 4 al Giro 2015, sembrando la nuova stella del ciclismo sudamericano, e poi non ripetersi viene. Rientra tra quelli con poca mentalità o dove lo inseriamo?
Per me di quelli che hai citato solo Konig può in qualche modo considerarsi una meteora, però lo metterei nella categorie speranze, non ha avuto grandi acuti.
Zaugg è uno che ha avuto il culo pazzesco di stare alla grande un giorno della carriera e che tutto sia andato per il verso giusto, però nessuno lo ha visto come una grande speranza per il futuro.
Intxausti è stato al top per parecchi anni prima di passare alla sky e già per questo non è una meteora.
Amador è un grande e vorrei saper fare le discese come le fa lui però ha avuto una bella carriera di gregariato, molto apprezzata da tutti, dai capitani ai manager agli appassionati, è vero non ha avuto l'opportunità di misurarsi in un GT come capitano però dai non è una meteora



Avatar utente
Beppugrillo
Messaggi: 1617
Iscritto il: martedì 4 settembre 2018, 6:41

Re: Meteore

Messaggio da leggere da Beppugrillo » lunedì 20 aprile 2020, 20:40

Konig ha avuto grossi problemi fisici, ma finché ha corso è sempre andato forte
Ultima modifica di Beppugrillo il lunedì 20 aprile 2020, 20:40, modificato 1 volta in totale.



Avatar utente
Patate
Messaggi: 4733
Iscritto il: domenica 28 febbraio 2016, 23:23

Re: Meteore

Messaggio da leggere da Patate » lunedì 20 aprile 2020, 20:40

Meno di 300 metri ed avremmo avuto Tom Leezer come meteora del millennio


antani ha scritto:Non so perchè ma ho la sensazione che domani Aru possa arrivare dietro o davanti a Froome, stiamo a vedere sembra facile ma non è difficile

Avatar utente
eliacodogno
Messaggi: 6279
Iscritto il: venerdì 24 dicembre 2010, 1:27
Località: Susa (TO)

Re: Meteore

Messaggio da leggere da eliacodogno » lunedì 20 aprile 2020, 20:43

nunziol ha scritto:
lunedì 20 aprile 2020, 19:58

Non una meteora perchè è sempre stato considerato per ciò che è,un normale corridore che ha trovato la giornata della vita,tipo Astarloa e Cobo (Già questi 2 qualcosa comunque avevano fatto intravedere)
Be Astarloa oltre alla giornata iridata una Freccia Vallone... penso che rientri più tra quelli che hanno raggiunto un certo livello senza saperlo mantenere, per mille motivi..

Cobo comunque la vogliamo vedere è stato spogliato di quel titolo...


Se il tuo modo di lavorare è questo qui, compragli un casco a Sgarbozza e fallo fare a lui il Giro, perché io non lo faccio più (P.S.)

'Idea del Forum' per me non vuol dire assolutamente niente. (H.F.)

nunziol
Messaggi: 607
Iscritto il: mercoledì 16 maggio 2012, 13:06

Re: Meteore

Messaggio da leggere da nunziol » lunedì 20 aprile 2020, 21:03

eliacodogno ha scritto:
lunedì 20 aprile 2020, 20:43
nunziol ha scritto:
lunedì 20 aprile 2020, 19:58

Non una meteora perchè è sempre stato considerato per ciò che è,un normale corridore che ha trovato la giornata della vita,tipo Astarloa e Cobo (Già questi 2 qualcosa comunque avevano fatto intravedere)
Be Astarloa oltre alla giornata iridata una Freccia Vallone... penso che rientri più tra quelli che hanno raggiunto un certo livello senza saperlo mantenere, per mille motivi..

Cobo comunque la vogliamo vedere è stato spogliato di quel titolo...
Più che altro
Vista con gli occhi dell'epoca era più anomalo il secondo posto di Froome che la vittoria,poi revocata dopo quasi 10 anni,di Cobo

Era una Vuelta con una startlist non esaltante in cui i favoriti erano Nibali, Scarponi,Menchov, Purito e Anton

Scarponi si ritirò presto, Anton uscì presto di classifica, Nibali e Purito andarono piano, Menchov era nella fase calante della carriera
A giocarsi la gara erano rimasti lui, Wiggins, Mollema e un quasi sconosciuto Froome.

In quel momento Cobo era tra tutti quello che in carriera era andato meglio in salita



nikybo85
Messaggi: 3256
Iscritto il: mercoledì 23 agosto 2017, 0:06

Re: Meteore

Messaggio da leggere da nikybo85 » lunedì 20 aprile 2020, 22:21

Patate ha scritto:
lunedì 20 aprile 2020, 20:40
Meno di 300 metri ed avremmo avuto Tom Leezer come meteora del millennio
Che corsa era accidenti è da prima che non riesco a focalizzarla



Avatar utente
GregLemond
Messaggi: 1928
Iscritto il: sabato 6 settembre 2014, 20:00

Re: Meteore

Messaggio da leggere da GregLemond » lunedì 20 aprile 2020, 22:25

nikybo85 ha scritto:
lunedì 20 aprile 2020, 22:21
Patate ha scritto:
lunedì 20 aprile 2020, 20:40
Meno di 300 metri ed avremmo avuto Tom Leezer come meteora del millennio
Che corsa era accidenti è da prima che non riesco a focalizzarla
Doha 2016



nikybo85
Messaggi: 3256
Iscritto il: mercoledì 23 agosto 2017, 0:06

Re: Meteore

Messaggio da leggere da nikybo85 » lunedì 20 aprile 2020, 22:38

GregLemond ha scritto:
lunedì 20 aprile 2020, 22:25
nikybo85 ha scritto:
lunedì 20 aprile 2020, 22:21
Patate ha scritto:
lunedì 20 aprile 2020, 20:40
Meno di 300 metri ed avremmo avuto Tom Leezer come meteora del millennio
Che corsa era accidenti è da prima che non riesco a focalizzarla
Doha 2016
Thank you!! :stretta:
E comunque anche dopo aver ricevuto la risposta non riesco a mettere a fuoco io ricordo nella mia mente :hammer:



Avatar utente
Bitossi
Messaggi: 3619
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:41
Località: Milano

Re: Meteore

Messaggio da leggere da Bitossi » lunedì 20 aprile 2020, 22:46

nikybo85 ha scritto:
lunedì 20 aprile 2020, 22:38
GregLemond ha scritto:
lunedì 20 aprile 2020, 22:25
nikybo85 ha scritto:
lunedì 20 aprile 2020, 22:21


Che corsa era accidenti è da prima che non riesco a focalizzarla
Doha 2016
Thank you!! :stretta:
E comunque anche dopo aver ricevuto la risposta non riesco a mettere a fuoco io ricordo nella mia mente :hammer:
Eccolo qui (da 9’40”)
https://youtu.be/Fm3xgCY0Zac


Ringrazio la mia mamma per avermi fatto studiare da ciclista

nikybo85
Messaggi: 3256
Iscritto il: mercoledì 23 agosto 2017, 0:06

Re: Meteore

Messaggio da leggere da nikybo85 » lunedì 20 aprile 2020, 23:00

Bitossi ha scritto:
lunedì 20 aprile 2020, 22:46
nikybo85 ha scritto:
lunedì 20 aprile 2020, 22:38
GregLemond ha scritto:
lunedì 20 aprile 2020, 22:25


Doha 2016
Thank you!! :stretta:
E comunque anche dopo aver ricevuto la risposta non riesco a mettere a fuoco io ricordo nella mia mente :hammer:
Eccolo qui (da 9’40”)
https://youtu.be/Fm3xgCY0Zac
Grazie per questa perla con la telecronaca Toma Boonena, Van avermatta, Cavendishe.. deve essere lo Sgarbozza dell'est Europa :D
E comunque il mistero nella mia testa non si dirada. Ora che ci penso quel mondiale non lo vidi proprio "causa" vacanze... il buon Leezer ha provato lo stesso numero anche in altre corse?..sono solo io ad avere le traveggole?
Ohi che mal di testa sta quarantena fateci uscire :pc:



pietro
Messaggi: 1653
Iscritto il: mercoledì 18 marzo 2020, 19:32

Re: Meteore

Messaggio da leggere da pietro » lunedì 20 aprile 2020, 23:18

nikybo85 ha scritto:
lunedì 20 aprile 2020, 23:00
il buon Leezer ha provato lo stesso numero anche in altre corse?..sono solo io ad avere le traveggole?
Ohi che mal di testa sta quarantena fateci uscire :pc:
No non che ricordi, o almeno non era mai andato così vicino dal vincere.
Se Perer ha vinto deve ringraziare la nostra nazionale che ha preso l'olandese poco prima della volata ma soprattutto Kolar



el_condor
Messaggi: 3773
Iscritto il: sabato 14 settembre 2013, 0:10

Re: Meteore

Messaggio da leggere da el_condor » martedì 21 aprile 2020, 0:02

Brajkovic ha vinto un Delfinato battendo Contador (senza fuga bidone se ben ricordo)…
Poi maaaai piu' alla ribalta mi pare..


Giordano Bruno
Non temete nuotare contro il torrente, è d'un anima sordida pensare come il volgo, perché il volgo è in maggioranza."

nunziol
Messaggi: 607
Iscritto il: mercoledì 16 maggio 2012, 13:06

Re: Meteore

Messaggio da leggere da nunziol » martedì 21 aprile 2020, 1:17

el_condor ha scritto:
martedì 21 aprile 2020, 0:02
Brajkovic ha vinto un Delfinato battendo Contador (senza fuga bidone se ben ricordo)…
Poi maaaai piu' alla ribalta mi pare..
Ha anche un secondo posto all'ultimo Lombardia di Cunego

Dopo quel Delfinato un Nono posto al Tour 2012,poi più nulla da segnalare



Winter
Messaggi: 15766
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Meteore

Messaggio da leggere da Winter » martedì 21 aprile 2020, 8:26

Ricordo di aver visto una foto di brajkovic..
In confronto froome o schleck erano grassi



Avatar utente
eliacodogno
Messaggi: 6279
Iscritto il: venerdì 24 dicembre 2010, 1:27
Località: Susa (TO)

Re: Meteore

Messaggio da leggere da eliacodogno » martedì 21 aprile 2020, 9:08

Comunque Brajkovic è il classico corridore di livello discreto (con anche bei risultati a livello giovanile e nei primi anni da pro) che in una corsa di preparazione è riuscito a beffare i campioni, che evidentemente non erano al top.


Se il tuo modo di lavorare è questo qui, compragli un casco a Sgarbozza e fallo fare a lui il Giro, perché io non lo faccio più (P.S.)

'Idea del Forum' per me non vuol dire assolutamente niente. (H.F.)

pietro
Messaggi: 1653
Iscritto il: mercoledì 18 marzo 2020, 19:32

Re: Meteore

Messaggio da leggere da pietro » martedì 21 aprile 2020, 9:15

eliacodogno ha scritto:
martedì 21 aprile 2020, 9:08
Comunque Brajkovic è il classico corridore di livello discreto (con anche bei risultati a livello giovanile e nei primi anni da pro) che in una corsa di preparazione è riuscito a beffare i campioni, che evidentemente non erano al top.
Talansky è un altro



Avatar utente
Tour de Berghem
Messaggi: 1061
Iscritto il: giovedì 12 maggio 2011, 9:46
Località: MOZZANICA (BG)

Re: Meteore

Messaggio da leggere da Tour de Berghem » martedì 21 aprile 2020, 9:23

Io un corridore che non ho mai capito è stato Tom Steels.
Per 3-4 anni fortissimo: tappe al Tour, Vuelta, Gand Wevelgem.
Dal 2000 in poi crollo: non è più riuscito a vincere nulla di importante.

Ha avuto qualche problema fisico serio ?

Adesso se non mi sbaglio è DS alla Quick Step quindi è rimasto in un giro di alto livello comunque.


vincitore fantatour de France 2011

el_condor
Messaggi: 3773
Iscritto il: sabato 14 settembre 2013, 0:10

Re: Meteore

Messaggio da leggere da el_condor » martedì 21 aprile 2020, 19:24

eliacodogno ha scritto:
martedì 21 aprile 2020, 9:08
Comunque Brajkovic è il classico corridore di livello discreto (con anche bei risultati a livello giovanile e nei primi anni da pro) che in una corsa di preparazione è riuscito a beffare i campioni, che evidentemente non erano al top.
no Brajkovic vinse meritatamente una gara a tappe che generalmente viene corsa con impegno dai grandi (guarda l'albo d'oro) e non si puo' considerare corsa di preparazione..Guardare l'albo d'oro..


Anche Talansky vinse davanti a Contador ma grazie a una fuga. Contador era con Froome e tutti attaccavano. Alberto era senza squadra, aun certo punto (35 km dall'arrivo) parti da solo e comincio a riprendere e staccare i fuggitivi (tra i quali anche Nibali) ma non riuscì a recuperare tutto a talansky.
Braikovic fu sorprendente..Contador nell'arrivo all'Alpe vinse ma non riuscì a staccare Brajkovic, che poi non si è mai piu' ripetuto a questi livelli.


Giordano Bruno
Non temete nuotare contro il torrente, è d'un anima sordida pensare come il volgo, perché il volgo è in maggioranza."

Avatar utente
Pavè
Messaggi: 1853
Iscritto il: sabato 27 agosto 2011, 21:06

Re: Meteore

Messaggio da leggere da Pavè » martedì 21 aprile 2020, 23:08

Winter ha scritto:
lunedì 20 aprile 2020, 20:26
Be aitor era una creatura..del medico della kelme

Zaugg concordo
chissà cosa gli sarà successo quel giorno
Zaugg andò bene anche nelle semi-classiche italiane prima del Lombardia, era in uno stato di forma mai raggiunto, mettiamoci che il Lombardia allora si correva due settimane dopo il mondiale e molti grandi non cerano e incominciavano a a stare nel clima vacanza, nulla toglie al bel gesto che fece sull'utima salita di giornata.


Cancellara, Valverde

el_condor
Messaggi: 3773
Iscritto il: sabato 14 settembre 2013, 0:10

Re: Meteore

Messaggio da leggere da el_condor » martedì 21 aprile 2020, 23:44

Pavè ha scritto:
martedì 21 aprile 2020, 23:08

Zaugg andò bene anche nelle semi-classiche italiane prima del Lombardia, era in uno stato di forma mai raggiunto, mettiamoci che il Lombardia allora si correva due settimane dopo il mondiale e molti grandi non cerano e incominciavano a a stare nel clima vacanza, nulla toglie al bel gesto che fece sull'utima salita di giornata.
seguii sulla televisione Svizzera.Zaugg fece veramente una impresa.E' vero però che la partecipazione era ridotta, coma avveniva spesso quando il Lombardia si correva tardi ---


Giordano Bruno
Non temete nuotare contro il torrente, è d'un anima sordida pensare come il volgo, perché il volgo è in maggioranza."

Winter
Messaggi: 15766
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Meteore

Messaggio da leggere da Winter » mercoledì 22 aprile 2020, 6:22

Ridotta no

https://it.m.wikipedia.org/wiki/Giro_di_Lombardia_2011

Nei dieci ci sono

Daniel martin
Purito
Gilbert
Basso
Ecc



Luca90
Messaggi: 6788
Iscritto il: venerdì 31 luglio 2015, 22:21

Re: Meteore

Messaggio da leggere da Luca90 » mercoledì 22 aprile 2020, 7:19

Winter ha scritto:
mercoledì 22 aprile 2020, 6:22
Ridotta no

https://it.m.wikipedia.org/wiki/Giro_di_Lombardia_2011

Nei dieci ci sono

Daniel martin
Purito
Gilbert
Basso
Ecc
Che poi è pure arrivato ottavo l anno dopo... nel 2008 11° alla vuelta espana... qualcosina in carriera ha fatto dai...


2015:Tre Valli Varesine
2016(11°):Giro d'Italia (primi5), Tour tappa 11, Tour tappa 14, Parigi-Tours
201(14°):Kuurne-Bruxelles-Kuurne, Tro Bro Leon
2018(16°):Tour of Guangxi
2019( 16°):Dwars door Vlaanderen, Tour tappa 18, Vuelta tappa 8, Giro dell'Emilia

Winter
Messaggi: 15766
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Meteore

Messaggio da leggere da Winter » mercoledì 22 aprile 2020, 7:32

Non m ricordavo l undicesimo posto alla vuelta

Hai ragione , non così meteora



Avatar utente
eliacodogno
Messaggi: 6279
Iscritto il: venerdì 24 dicembre 2010, 1:27
Località: Susa (TO)

Re: Meteore

Messaggio da leggere da eliacodogno » mercoledì 22 aprile 2020, 7:56

el_condor ha scritto:
martedì 21 aprile 2020, 19:24
eliacodogno ha scritto:
martedì 21 aprile 2020, 9:08
Comunque Brajkovic è il classico corridore di livello discreto (con anche bei risultati a livello giovanile e nei primi anni da pro) che in una corsa di preparazione è riuscito a beffare i campioni, che evidentemente non erano al top.
no Brajkovic vinse meritatamente una gara a tappe che generalmente viene corsa con impegno dai grandi (guarda l'albo d'oro) e non si puo' considerare corsa di preparazione..Guardare l'albo d'oro..


Anche Talansky vinse davanti a Contador ma grazie a una fuga. Contador era con Froome e tutti attaccavano. Alberto era senza squadra, aun certo punto (35 km dall'arrivo) parti da solo e comincio a riprendere e staccare i fuggitivi (tra i quali anche Nibali) ma non riuscì a recuperare tutto a talansky.
Braikovic fu sorprendente..Contador nell'arrivo all'Alpe vinse ma non riuscì a staccare Brajkovic, che poi non si è mai piu' ripetuto a questi livelli.
Giusto la tappa dell'Alpe d'Huez
http://www.climbing-records.com/2015/07 ... t-and.html

Il tempo di scalata è già un indizio (Alberto andò più veloce nella tappa del Tour dell'anno dopo dopo che si era fatto l'intero Galibier all'attacco... lasciamo perdere il tempo di Quintana nel 2015), poi anche la compagnia con cui scalò l'Alpe non era delle più nobili. Tutti buoni atleti, ma gente alla portata appunto di Janez Brajkovic, assolutamente inferiori a Contador.

Che il Delfinato sia una corsa di preparazione lo suggerisce il suo stesso organizzatore, che offre un distillato di 8 tappe che solitamente è rappresentativo delle principali difficoltà (almeno di quelle alpine) del successivo TdF.
Poi certo, i campioni, anche se non sono tiratissimi dal momento che il punto chiave della stagione è 30-40 giorni dopo, se riescono ci tengono ad essere davanti, anche perché un bel risultato fa morale, oltre che per il fatto che alcune tappe sono veri e propri test, quindi non c'è dubbio che l'impegno non manchi.
Però da parte dei campioni (e nello specifico la condizione di Contador) non è sicuramente quella del TdF, di qui la possibilità di un buon corridore (uno da top 10 al Tour) tirato a lucido di batterlo.

PS: gara di preparazione alla corsa più importante dell'anno, oltre ad essere per me una definizione corretta (non mi viene in mente nessun campione che vinto il Delfinato fallisce il Tour ed è contento...) non è sinonimo di gara scadente


Se il tuo modo di lavorare è questo qui, compragli un casco a Sgarbozza e fallo fare a lui il Giro, perché io non lo faccio più (P.S.)

'Idea del Forum' per me non vuol dire assolutamente niente. (H.F.)

el_condor
Messaggi: 3773
Iscritto il: sabato 14 settembre 2013, 0:10

Re: Meteore

Messaggio da leggere da el_condor » giovedì 23 aprile 2020, 23:19

eliacodogno ha scritto:
mercoledì 22 aprile 2020, 7:56

Il tempo di scalata è già un indizio (Alberto andò più veloce nella tappa del Tour dell'anno dopo dopo che si era fatto l'intero Galibier all'attacco... lasciamo perdere il tempo di Quintana nel 2015), poi anche la compagnia con cui scalò l'Alpe non era delle più nobili. Tutti buoni atleti, ma gente alla portata appunto di Janez Brajkovic, assolutamente inferiori a Contador.

Che il Delfinato sia una corsa di preparazione lo suggerisce il suo stesso organizzatore, che offre un distillato di 8 tappe che solitamente è rappresentativo delle principali difficoltà (almeno di quelle alpine) del successivo TdF.
Poi certo, i campioni, anche se non sono tiratissimi dal momento che il punto chiave della stagione è 30-40 giorni dopo, se riescono ci tengono ad essere davanti, anche perché un bel risultato fa morale, oltre che per il fatto che alcune tappe sono veri e propri test, quindi non c'è dubbio che l'impegno non manchi.
Però da parte dei campioni (e nello specifico la condizione di Contador) non è sicuramente quella del TdF, di qui la possibilità di un buon corridore (uno da top 10 al Tour) tirato a lucido di batterlo.

PS: gara di preparazione alla corsa più importante dell'anno, oltre ad essere per me una definizione corretta (non mi viene in mente nessun campione che vinto il Delfinato fallisce il Tour ed è contento...) non è sinonimo di gara scadente
tutto giusto, però nell'albo d'oro ci sono tanti nomi di campioni e Braikovic è sorprendente visto il suo curriculum,,


Giordano Bruno
Non temete nuotare contro il torrente, è d'un anima sordida pensare come il volgo, perché il volgo è in maggioranza."

el_condor
Messaggi: 3773
Iscritto il: sabato 14 settembre 2013, 0:10

Re: Meteore

Messaggio da leggere da el_condor » giovedì 23 aprile 2020, 23:20

https://www.procyclingstats.com/race/to ... ah/2016/gc

Adrien Costa aveva 19 anni. Piu' meteora di lui…
Se ne avete già parlato mi scuso


Giordano Bruno
Non temete nuotare contro il torrente, è d'un anima sordida pensare come il volgo, perché il volgo è in maggioranza."

kokkelkoren
Messaggi: 269
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 18:10

Re: Meteore

Messaggio da leggere da kokkelkoren » venerdì 24 aprile 2020, 10:08

el_condor ha scritto:
giovedì 23 aprile 2020, 23:20
https://www.procyclingstats.com/race/to ... ah/2016/gc

Adrien Costa aveva 19 anni. Piu' meteora di lui…
Se ne avete già parlato mi scuso
Il povero Adrien ha dovuto subire l'amputazione di una gamba a seguito di un incidente.
Non è una meteora, ma uno a cui il destino è stato avverso. :(



Avatar utente
eliacodogno
Messaggi: 6279
Iscritto il: venerdì 24 dicembre 2010, 1:27
Località: Susa (TO)

Re: Meteore

Messaggio da leggere da eliacodogno » venerdì 24 aprile 2020, 10:17

el_condor ha scritto:
giovedì 23 aprile 2020, 23:19
tutto giusto, però nell'albo d'oro ci sono tanti nomi di campioni e Braikovic è sorprendente visto il suo curriculum,,
Metterei la sua vittoria accanto a quelle del connazionale Spilak in terra elvetica (in un paio di circostanze è andato vicinissimo a fregare Froome).
Poi probabilmente Brajkovic ha goduto di meno autonomia nel prosieguo, mentre Spilak è sempre riuscito a ritagliarsi i propri spazi.


Se il tuo modo di lavorare è questo qui, compragli un casco a Sgarbozza e fallo fare a lui il Giro, perché io non lo faccio più (P.S.)

'Idea del Forum' per me non vuol dire assolutamente niente. (H.F.)

pietro
Messaggi: 1653
Iscritto il: mercoledì 18 marzo 2020, 19:32

Re: Meteore

Messaggio da leggere da pietro » venerdì 24 aprile 2020, 10:19

kokkelkoren ha scritto:
venerdì 24 aprile 2020, 10:08
el_condor ha scritto:
giovedì 23 aprile 2020, 23:20
https://www.procyclingstats.com/race/to ... ah/2016/gc

Adrien Costa aveva 19 anni. Piu' meteora di lui…
Se ne avete già parlato mi scuso
Il povero Adrien ha dovuto subire l'amputazione di una gamba a seguito di un incidente.
Non è una meteora, ma uno a cui il destino è stato avverso. :(
Mi sembrava che avesse già smesso prima dell'incidente no?



el_condor
Messaggi: 3773
Iscritto il: sabato 14 settembre 2013, 0:10

Re: Meteore

Messaggio da leggere da el_condor » venerdì 24 aprile 2020, 10:32

eliacodogno ha scritto:
venerdì 24 aprile 2020, 10:17

Metterei la sua vittoria accanto a quelle del connazionale Spilak in terra elvetica (in un paio di circostanze è andato vicinissimo a fregare Froome).
Poi probabilmente Brajkovic ha goduto di meno autonomia nel prosieguo, mentre Spilak è sempre riuscito a ritagliarsi i propri spazi.
Brajkovic in quel Delfinato ebbe un rendimento incredibile.
Unico a resistere a Contador sull'Alpe di Huez e se anche fossero andati piano questo fatto non cambierebbe la situazione: Alberto staccò tutti, eccetto Brajkovic.
Fece una cronometro strepitosa e in tutte le tappe fu protagonista.
La cronometro era di 49 k..
Al Tour de France invece fu anonimo e arrivò quarantesimo..
Ognuno è libero di pensare come vuole , io quel Brajkovic non l'ho piu' visto..
ciao


Giordano Bruno
Non temete nuotare contro il torrente, è d'un anima sordida pensare come il volgo, perché il volgo è in maggioranza."

el_condor
Messaggi: 3773
Iscritto il: sabato 14 settembre 2013, 0:10

Re: Meteore

Messaggio da leggere da el_condor » venerdì 24 aprile 2020, 10:39

eliacodogno ha scritto:
venerdì 24 aprile 2020, 10:17

Metterei la sua vittoria accanto a quelle del connazionale Spilak in terra elvetica (in un paio di circostanze è andato vicinissimo a fregare Froome).
Poi probabilmente Brajkovic ha goduto di meno autonomia nel prosieguo, mentre Spilak è sempre riuscito a ritagliarsi i propri spazi.
c'e' una bella differenza!

Brajkovic ha fatto l'impresa una volta, Spilak ha vinto due giri di Svizzera e un Giro di Romandia.
Già da vincere una volat unagaraa due volte la differenza è grandissima.
Clerici non avrebbe mai piu vinto un giro d'Italia e Walkoviak un Tour de France.


Giordano Bruno
Non temete nuotare contro il torrente, è d'un anima sordida pensare come il volgo, perché il volgo è in maggioranza."

giorgio ricci
Messaggi: 3343
Iscritto il: lunedì 9 giugno 2014, 13:44

Re: Meteore

Messaggio da leggere da giorgio ricci » venerdì 24 aprile 2020, 11:53

Clerici e walkowiak furono vere meteore. Nel ciclismo anteguerra Romain Maes può essere considerato una meteora alla Walkowiak
Anche Aimar non vinse molto oltre al Tour 66.



Avatar utente
Tour de Berghem
Messaggi: 1061
Iscritto il: giovedì 12 maggio 2011, 9:46
Località: MOZZANICA (BG)

Re: Meteore

Messaggio da leggere da Tour de Berghem » venerdì 24 aprile 2020, 12:17

Non so se si possa definire meteora ma Baden Cooke ci va molto vicino....

38 vittorie ma quasi tutte in corse di secondo piano, eccetto nel 2003 quando vinse una tappa al Tour e addirittura la maglia verde sfilandola a Robbie McEwen proprio sotto il podio di Parigi, bruciandolo nell'ultima volata ai Campi Elisi.
Dopo quell' exploit non torno mai più a quei livelli, l'unica altra cosa che si ricorda di lui fu la spettacolare caduta che fece nella tappa di Frosinone del Giro 2005, che causò la squalifica di Paolino Bettini.


vincitore fantatour de France 2011

Avatar utente
eliacodogno
Messaggi: 6279
Iscritto il: venerdì 24 dicembre 2010, 1:27
Località: Susa (TO)

Re: Meteore

Messaggio da leggere da eliacodogno » venerdì 24 aprile 2020, 14:20

el_condor ha scritto:
venerdì 24 aprile 2020, 10:32
Brajkovic in quel Delfinato ebbe un rendimento incredibile.
Unico a resistere a Contador sull'Alpe di Huez e se anche fossero andati piano questo fatto non cambierebbe la situazione: Alberto staccò tutti, eccetto Brajkovic.
Ma come non cambia? Se qualcuna tirata a lucido batte una volta Federica Pellegrini che fa un 200 stile libero in pieno carico di allenamenti pre grande appuntamento e nuota sopra i 2' diciamo sicuramente brava. Ma è un altro mondo riuscire a batterla nella gara che conta quando si nuota sul 1'55 o sotto.
In quel Delfinato ricordo protagonista assoluto il polacco Szmyd, grandissimo gregario di Basso un mese prima, ma vederlo testa a testa con Contador significa una cosa sola: che il pistolero non era al meglio.
Se dobbiamo considerare i campioni come un riferimento assoluto al di là della condizione, allora vale anche sfidare il pistolero ora che ha smesso, dopo il cenone di Capodanno e con 2 litri di sangria in corpo.
el_condor ha scritto:
venerdì 24 aprile 2020, 10:32
Al Tour de France invece fu anonimo e arrivò quarantesimo..
Ognuno è libero di pensare come vuole , io quel Brajkovic non l'ho piu' visto..
ciao
Quel Brajkovic secondo me non è lontano da quello che concluse nella top 10 il Tour tre anni dopo.
Il motivo per cui non si è ripetuto al Tour dello stesso anno è ovviamente che ha fatto il gregario, ruolo che ha ricoperto spesso anche in altre occasioni.
Spilak viceversa credo abbia pochissime apparizioni nei GT (segno che è stato impiegato saltuariamente come gregario) ed ha scelto, evidentemente di concerto con la squadra, di ritagliarsi una nicchia in quel genere di gare, affrontandole come un obiettivo vero e proprio, a differenza dei big.
L'aspetto curioso di Spilak è che all'inizio sembrava promettente nelle gare del pavé.

Clerici, Walko e gli altri che hanno vinto GT con fughe bidone per me non c'entrano con Brajkovic.


Se il tuo modo di lavorare è questo qui, compragli un casco a Sgarbozza e fallo fare a lui il Giro, perché io non lo faccio più (P.S.)

'Idea del Forum' per me non vuol dire assolutamente niente. (H.F.)

Winter
Messaggi: 15766
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Meteore

Messaggio da leggere da Winter » venerdì 24 aprile 2020, 15:13

pietro ha scritto:
venerdì 24 aprile 2020, 10:19
kokkelkoren ha scritto:
venerdì 24 aprile 2020, 10:08
el_condor ha scritto:
giovedì 23 aprile 2020, 23:20
https://www.procyclingstats.com/race/to ... ah/2016/gc

Adrien Costa aveva 19 anni. Piu' meteora di lui…
Se ne avete già parlato mi scuso
Il povero Adrien ha dovuto subire l'amputazione di una gamba a seguito di un incidente.
Non è una meteora, ma uno a cui il destino è stato avverso. :(
Mi sembrava che avesse già smesso prima dell'incidente no?
Si si era gia' ritirato da un anno buono
D'altronde da junior (o gia' prima ?) era gia' piu' pro di un professionista
Da Under era gia' nauseato



nunziol
Messaggi: 607
Iscritto il: mercoledì 16 maggio 2012, 13:06

Re: Meteore

Messaggio da leggere da nunziol » venerdì 24 aprile 2020, 15:43

Tour de Berghem ha scritto:
venerdì 24 aprile 2020, 12:17
Non so se si possa definire meteora ma Baden Cooke ci va molto vicino....

38 vittorie ma quasi tutte in corse di secondo piano, eccetto nel 2003 quando vinse una tappa al Tour e addirittura la maglia verde sfilandola a Robbie McEwen proprio sotto il podio di Parigi, bruciandolo nell'ultima volata ai Campi Elisi.
Dopo quell' exploit non torno mai più a quei livelli, l'unica altra cosa che si ricorda di lui fu la spettacolare caduta che fece nella tappa di Frosinone del Giro 2005, che causò la squalifica di Paolino Bettini.
Famoso per una battuta di Bulbarelli in una telecronaca

"Baden Cooke che ha una particolarità. A tutte le corse si porta la fidanzata. Sicuramente la sera non staranno a leggere libri eh eh eh ***tipica risata dell'Aurone***"

Fu comunque uno degli esponenti della prima ondata di australiani competitivi del nuovo millennio



Avatar utente
Tour de Berghem
Messaggi: 1061
Iscritto il: giovedì 12 maggio 2011, 9:46
Località: MOZZANICA (BG)

Re: Meteore

Messaggio da leggere da Tour de Berghem » venerdì 24 aprile 2020, 16:01

nunziol ha scritto:
venerdì 24 aprile 2020, 15:43
Tour de Berghem ha scritto:
venerdì 24 aprile 2020, 12:17
Non so se si possa definire meteora ma Baden Cooke ci va molto vicino....

38 vittorie ma quasi tutte in corse di secondo piano, eccetto nel 2003 quando vinse una tappa al Tour e addirittura la maglia verde sfilandola a Robbie McEwen proprio sotto il podio di Parigi, bruciandolo nell'ultima volata ai Campi Elisi.
Dopo quell' exploit non torno mai più a quei livelli, l'unica altra cosa che si ricorda di lui fu la spettacolare caduta che fece nella tappa di Frosinone del Giro 2005, che causò la squalifica di Paolino Bettini.
Famoso per una battuta di Bulbarelli in una telecronaca

"Baden Cooke che ha una particolarità. A tutte le corse si porta la fidanzata. Sicuramente la sera non staranno a leggere libri eh eh eh ***tipica risata dell'Aurone***"

Fu comunque uno degli esponenti della prima ondata di australiani competitivi del nuovo millennio
Più probabile che facevano come Danilo Di Luca la sera prima del Lombardia 1999...non aggiungo altro...chi vuole saperlo legga il libro del Killer :diavoletto:


vincitore fantatour de France 2011

el_condor
Messaggi: 3773
Iscritto il: sabato 14 settembre 2013, 0:10

Re: Meteore

Messaggio da leggere da el_condor » sabato 25 aprile 2020, 0:33

eliacodogno ha scritto:
venerdì 24 aprile 2020, 14:20
]
Ma come non cambia? Se qualcuna tirata a lucido batte una volta Federica Pellegrini che fa un 200 stile libero in pieno carico di allenamenti pre grande appuntamento e nuota sopra i 2' diciamo sicuramente brava. Ma è un altro mondo riuscire a batterla nella gara che conta quando si nuota sul 1'55 o sotto.


Clerici, Walko e gli altri che hanno vinto GT con fughe bidone per me non c'entrano con Brajkovic.
un arrivo all'Alpe di Huez evidentemente non ha nulla che vedere con una gara di nuoto. Sommare 3 carote con due gelati non ha senso.
Del tutto ridicolo poi tirare in ballo la media: Contador attaccò e Brajkovic fu l'unico a resistere. I dati sono questi, Elucubrazioni mentali riguardo la media non hanno alcun senso, il tempo di scalata fu quello e il risultato è noto.
Cosa sarebbe successo fossero andati piu' forte ? Non ne ho la minima idea . E se fossero andati piu' piano ? boh …. Sono abituato a parlare di fatti..

Clerici e Walkoviak li ho citati dicendo che un conto è vincere una volta un altro vincere due volte la stessa gara (Brajkovic- Spilak).
E' vero che Brajkovic non ha vinto con fuga bidone, ma anche lui non si è ripetuto.
Comunque hai, evidentemente, il diritto di pensare quello che vuoi di Brajkovic ed io di dire che quel Brajkovic non l'ho piu' visto.
A cronometro non ricordo abbia fatto altre prestazioni di quel genere e non lo ricordo nemmeno secondo , nella scia del vincitore di tappa, in un arrivo di prestigio in montagna (ma puo' darsi la memoria mi inganni).
Meno male che ognuno puo' pensarla a modo suo..

ciao


Giordano Bruno
Non temete nuotare contro il torrente, è d'un anima sordida pensare come il volgo, perché il volgo è in maggioranza."

Avatar utente
eliacodogno
Messaggi: 6279
Iscritto il: venerdì 24 dicembre 2010, 1:27
Località: Susa (TO)

Re: Meteore

Messaggio da leggere da eliacodogno » sabato 25 aprile 2020, 8:04

el_condor ha scritto:
sabato 25 aprile 2020, 0:33
un arrivo all'Alpe di Huez evidentemente non ha nulla che vedere con una gara di nuoto. Sommare 3 carote con due gelati non ha senso.
E' un confronto fra prestazioni atletiche, e mi pare del tutto pertinente.
el_condor ha scritto:
sabato 25 aprile 2020, 0:33
Del tutto ridicolo poi tirare in ballo la media: Contador attaccò e Brajkovic fu l'unico a resistere. I dati sono questi, Elucubrazioni mentali riguardo la media non hanno alcun senso, il tempo di scalata fu quello e il risultato è noto.
Cosa sarebbe successo fossero andati piu' forte ? Non ne ho la minima idea . E se fossero andati piu' piano ? boh …. Sono abituato a parlare di fatti..
Mi hai fatto venir voglia di vedere quella scalata, su youtube c'è tutta.
Contador attacca la prima volta all'incirca ai -9, scatti molto potenti come faceva il madrileno prima maniera.
Brajkovic gli lascia anche qualcosina perché sale molto regolare.
Il ritmo buono dura qualche centinaio di metri, infatti il guadagno è di pochi secondi, dopodiché progressivamente il ritmo si spegne, e nel giro di 2 km Contador fa il ritmo dando pesantemente di spalle. Rientra Szmyd e scatta subito, segno che il ritmo non era una favola, vanno avanti con un po' di scaramucce e rientrano anche Coppel e Van den Broeck.
Tra uno scattino e l'altro di questi compagni di viaggio Contador riattacca ai -5 circa e l'azione dura ancora meno di quella di prima, infatti Szmyd e Coppel rientrano ancora e tornano sotto alzando il ritmo.
La scena si ripete ai -2, ma stavolta Brajkovic (che ha fatto tutta la scalata a ruota molto regolare) si mette in testa non lasciando che il ritmo si addormenti nuovamente e i 2 arrivano con una quindicina di secondi su Szmyd e poco più su Coppel.

A fronte di una condizione da grande appuntamento (normale eh , non giornata di grazia) se un Contador (o uno scalatore di prima fascia) scatta ai -9 dell'Alpe d'Huez tira dritto fin sulla linea del traguardo e per quegli avversari è game over. Non rientrano più, altroché rientrare e scattare, e al traguardo sono 2' almeno... Un Brajkovic in quella eccellente condizione tiene due tornanti in più e becca un minuto e mezzo. Che è poi ciò che rispecchia, dati di scalata dell'Alpe alla mano, il rispettivo valore di questi atleti.
el_condor ha scritto:
sabato 25 aprile 2020, 0:33
Clerici e Walkoviak li ho citati dicendo che un conto è vincere una volta un altro vincere due volte la stessa gara (Brajkovic- Spilak).
E' vero che Brajkovic non ha vinto con fuga bidone, ma anche lui non si è ripetuto.
Comunque hai, evidentemente, il diritto di pensare quello che vuoi di Brajkovic ed io di dire che quel Brajkovic non l'ho piu' visto.
A cronometro non ricordo abbia fatto altre prestazioni di quel genere e non lo ricordo nemmeno secondo , nella scia del vincitore di tappa, in un arrivo di prestigio in montagna (ma puo' darsi la memoria mi inganni).
Meno male che ognuno puo' pensarla a modo suo..

ciao
E invece un Brajkovic in grado di andare un po' meglio di Jerome Coppel e Sylvester Szmyd direi che qualche altra volta l'abbiamo visto.
Un Contador che va come costoro, in effetti, no.


Se il tuo modo di lavorare è questo qui, compragli un casco a Sgarbozza e fallo fare a lui il Giro, perché io non lo faccio più (P.S.)

'Idea del Forum' per me non vuol dire assolutamente niente. (H.F.)

Avatar utente
GregLemond
Messaggi: 1928
Iscritto il: sabato 6 settembre 2014, 20:00

Re: Meteore

Messaggio da leggere da GregLemond » sabato 25 aprile 2020, 10:21

eliacodogno ha scritto:
venerdì 24 aprile 2020, 14:20
el_condor ha scritto:
venerdì 24 aprile 2020, 10:32
Brajkovic in quel Delfinato ebbe un rendimento incredibile.
Unico a resistere a Contador sull'Alpe di Huez e se anche fossero andati piano questo fatto non cambierebbe la situazione: Alberto staccò tutti, eccetto Brajkovic.
Ma come non cambia? Se qualcuna tirata a lucido batte una volta Federica Pellegrini che fa un 200 stile libero in pieno carico di allenamenti pre grande appuntamento e nuota sopra i 2' diciamo sicuramente brava. Ma è un altro mondo riuscire a batterla nella gara che conta quando si nuota sul 1'55 o sotto.
In quel Delfinato ricordo protagonista assoluto il polacco Szmyd, grandissimo gregario di Basso un mese prima, ma vederlo testa a testa con Contador significa una cosa sola: che il pistolero non era al meglio.
Se dobbiamo considerare i campioni come un riferimento assoluto al di là della condizione, allora vale anche sfidare il pistolero ora che ha smesso, dopo il cenone di Capodanno e con 2 litri di sangria in corpo.
el_condor ha scritto:
venerdì 24 aprile 2020, 10:32
Al Tour de France invece fu anonimo e arrivò quarantesimo..
Ognuno è libero di pensare come vuole , io quel Brajkovic non l'ho piu' visto..
ciao
Quel Brajkovic secondo me non è lontano da quello che concluse nella top 10 il Tour tre anni dopo.
Il motivo per cui non si è ripetuto al Tour dello stesso anno è ovviamente che ha fatto il gregario, ruolo che ha ricoperto spesso anche in altre occasioni.
Spilak viceversa credo abbia pochissime apparizioni nei GT (segno che è stato impiegato saltuariamente come gregario) ed ha scelto, evidentemente di concerto con la squadra, di ritagliarsi una nicchia in quel genere di gare, affrontandole come un obiettivo vero e proprio, a differenza dei big.
L'aspetto curioso di Spilak è che all'inizio sembrava promettente nelle gare del pavé.

Clerici, Walko e gli altri che hanno vinto GT con fughe bidone per me non c'entrano con Brajkovic.
Esempio che di meglio non si puo trovare...

Sport professionistico è fare la prestazione "IN QUELLA GARA LI"...

Vado un po fuori tema per spiegare...
utilizzando grandissimi, Thorpe, Hackett, Klim, Popov... arrivarono a Sidney come dei Jet.

Ma l 1' 45'' 35 e il 47" 84 li stampò VDH...

Dove c'è la gare importante, quello che succede prima e dopo è solo contorno...



Avatar utente
eliacodogno
Messaggi: 6279
Iscritto il: venerdì 24 dicembre 2010, 1:27
Località: Susa (TO)

Re: Meteore

Messaggio da leggere da eliacodogno » sabato 25 aprile 2020, 10:44

GregLemond ha scritto:
sabato 25 aprile 2020, 10:21

Esempio che di meglio non si puo trovare...

Sport professionistico è fare la prestazione "IN QUELLA GARA LI"...

Vado un po fuori tema per spiegare...
utilizzando grandissimi, Thorpe, Hackett, Klim, Popov... arrivarono a Sidney come dei Jet.

Ma l 1' 45'' 35 e il 47" 84 li stampò VDH...

Dove c'è la gare importante, quello che succede prima e dopo è solo contorno...
Be' proseguo l'OT solo perché quel 200 sl è nella top10 almeno delle mie imprese sportive preferite, anche per le circostanze in cui è maturata.
Pieter pure nella condizione eccellente di Sydney difficilmente avrebbe battuto Thorpe in un qualsiasi altro 200. Ma lo mandò fuorigiri con una gara tiratissima, facendo cadere l'australiano nel tranello.

Comunque un altro esempio di big potabili lontano dai grandi appuntamenti sono i Trials. Ricordo prima delle olimpiadi di Atene che tiravano giù record a destra e a manca i vari americani, e Phelps faticò un po' per conquistare il pass in tutte le gare che aveva pianificato. Poi nell'appuntamento a 5 cerchi si mise tutti alle spalle


Se il tuo modo di lavorare è questo qui, compragli un casco a Sgarbozza e fallo fare a lui il Giro, perché io non lo faccio più (P.S.)

'Idea del Forum' per me non vuol dire assolutamente niente. (H.F.)

Rispondi