Domande a Silvio Martinello

Il mondo dei professionisti tra gare e complessità, e più in generale l'approccio al ciclismo di ogni appassionato
Silvio Martinello
Messaggi: 264
Iscritto il: mercoledì 27 luglio 2011, 17:59

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da Silvio Martinello » lunedì 26 settembre 2011, 17:43

alfiso ha scritto:Caro Silvio,
tutti quanti tra venerdì e domenica contiamo in qualche medaglia e certamente qualcosa le nostre nazionali possono aspettarselo.
Dietro c'è il lavoro di anni delle "mille" società italiane di base a salire sino a quelle professionistiche, che con il loro lavoro da oltre un secolo hanno selezionato al meglio il materiale umano per le gare su strada.
Ma ci sono specialità dove il lavoro delle società e del personale di base non basta. Sono le specialità che richiedono metodo e programmazione e tanta ... tanta formazione. Sono la cronometro e la tua specialità LA PISTA (ma può valere anche per alcune specialità del fuoristrada).
Ebbene tuttociò che necessita (direi necessiterebbe) di un fondamentale apporto federale, latita da anni miseramente e, sempre più miseramente.
Si può andare avanti così?!
Come si giustifica il fatto che la federazione australiana (con un territorio che è un continente) abbia un budget pari alla metà della Fci ed abbia risultati immensamente maggiori dei nostri? E quest'anno è arrivata la ciliegina del Tour dopo quella del Mondiale 2009. E' tutta fortuna?
O è la nostra Fci ad essere particolarmente sfortunata? Dobbiamo chiamare un ghostbuster?
E' colpa della crisi? O forse davvero i nostri atleti non hanno più voglia di soffrire?
Scherzi a parte, non continuo con queste bordate di luoghi comuni e frasi fatte ... DOVE STIAMO ANDANDO?

So che anche tu covi una incaxxatura notevole. E anche perchè i tuoi successi, senza un movimento che prosegua, perdono valore nel tempo.
Lo sperpero delle risorse è prima di tutto un affronto agli atleti.
E purtroppo le tue vittorie su pista, con Villa, Collinelli, Bellutti, ecc., quelle di Cipollini, Bettini, Ballan sono state le foglie di fico per i nostri dirigenti.
Dobbiamo arrivare ad augurarci di subire delle sconfitte o sparire (come nella pista, individualità a parte) per poter avere un cambiamento dirigenziale?
Alfiso, avevo tenuto questo post in un angolo per rispondere approfondendo l'argomento, invece ti invito a cercare tramite un motore di ricerca, "Progetto Martinello", documento che presentai nel novembre 2005 al CF e che venne approvato dopo qualche mese di riunioni. In quel documento è inserito tutto ciò che serve per invertire una situazione deprimente, che da allora è addirittura peggiorata. Il progetto è ancora in attuazione, secondo la federazione, in realtà non partì mai, tanto che dopo 17 mesi mi dimisi dall'incarico.
Leggilo e fammi sapere cosa ne pensi, è quanto mai attuale, credimi.
Mi chiedi dove stiamo andando? Semplice, alla deriva, come dei naufraghi senza più nessun controllo della nave, naturalmente con il beneplacido di federazione e coni.
Buona serata.
Silvio




Silvio Martinello
Messaggi: 264
Iscritto il: mercoledì 27 luglio 2011, 17:59

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da Silvio Martinello » lunedì 26 settembre 2011, 17:46

Salvatore77 ha scritto:Un tema ricorrente è la poca sostanza dei cronomen italiani.
Spesso le soluzioni nascono dai vertici e da strategie mirate, in Italia andrebbe fatto qualcosa, ma cosa?
Non si potrebbe invitare tutte le gare a tappe italiane ad inserire una crono, magari il primo dove si attribuisce la prima maglia di leader? Oppure non si potrebbe distaccarsi dalla formula "one day" per assegnare la maglia di campione nazionale magari creando una classifica a punti in più prove?
Sono anni che soffriamo e nulla fin'ora è stato fatto.
Quello che è stato fatto, è instituire il Bracciale del Cronoman, utilissimo progetto che qualche risultato sta dando, ma la necessaria rivoluzione rimane l'attività polivalente, obbligatoria fin dalle categorie giovanili. Vai a leggere anche tu il Progetto consigliato ad Alfiso.
Ciao,
Silvio



alfiso

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da alfiso » martedì 27 settembre 2011, 16:50

Silvio Martinello ha scritto:
alfiso ha scritto:Caro Silvio,
tutti quanti tra venerdì e domenica contiamo in qualche medaglia e certamente qualcosa le nostre nazionali possono aspettarselo.
Dietro c'è il lavoro di anni delle "mille" società italiane di base a salire sino a quelle professionistiche, che con il loro lavoro da oltre un secolo hanno selezionato al meglio il materiale umano per le gare su strada.
Ma ci sono specialità dove il lavoro delle società e del personale di base non basta. Sono le specialità che richiedono metodo e programmazione e tanta ... tanta formazione. Sono la cronometro e la tua specialità LA PISTA (ma può valere anche per alcune specialità del fuoristrada).
Ebbene tuttociò che necessita (direi necessiterebbe) di un fondamentale apporto federale, latita da anni miseramente e, sempre più miseramente.
Si può andare avanti così?!
Come si giustifica il fatto che la federazione australiana (con un territorio che è un continente) abbia un budget pari alla metà della Fci ed abbia risultati immensamente maggiori dei nostri? E quest'anno è arrivata la ciliegina del Tour dopo quella del Mondiale 2009. E' tutta fortuna?
O è la nostra Fci ad essere particolarmente sfortunata? Dobbiamo chiamare un ghostbuster?
E' colpa della crisi? O forse davvero i nostri atleti non hanno più voglia di soffrire?
Scherzi a parte, non continuo con queste bordate di luoghi comuni e frasi fatte ... DOVE STIAMO ANDANDO?

So che anche tu covi una incaxxatura notevole. E anche perchè i tuoi successi, senza un movimento che prosegua, perdono valore nel tempo.
Lo sperpero delle risorse è prima di tutto un affronto agli atleti.
E purtroppo le tue vittorie su pista, con Villa, Collinelli, Bellutti, ecc., quelle di Cipollini, Bettini, Ballan sono state le foglie di fico per i nostri dirigenti.
Dobbiamo arrivare ad augurarci di subire delle sconfitte o sparire (come nella pista, individualità a parte) per poter avere un cambiamento dirigenziale?
Alfiso, avevo tenuto questo post in un angolo per rispondere approfondendo l'argomento, invece ti invito a cercare tramite un motore di ricerca, "Progetto Martinello", documento che presentai nel novembre 2005 al CF e che venne approvato dopo qualche mese di riunioni. In quel documento è inserito tutto ciò che serve per invertire una situazione deprimente, che da allora è addirittura peggiorata. Il progetto è ancora in attuazione, secondo la federazione, in realtà non partì mai, tanto che dopo 17 mesi mi dimisi dall'incarico.
Leggilo e fammi sapere cosa ne pensi, è quanto mai attuale, credimi.
Mi chiedi dove stiamo andando? Semplice, alla deriva, come dei naufraghi senza più nessun controllo della nave, naturalmente con il beneplacido di federazione e coni.
Buona serata.
Silvio
Ciao Silvio,
riporto il link a cui facevi riferimento, per uso di tutti:
http://www.ciclismo-online.it/progetto_sviluppo.pdf
In effetti i molteplici riferimenti alla formazione polivalente e la struttura (organigramma) ricalcano un po' il progetto della Federciclo inglese e di Dave Brailford. La definirei una copiatura :), se non fosse che sia stato redatto ben nel 2005!!!
E' deprimente vedere lo sperpero di risorse economiche ed intellettuali. Bisogna fare qualcosa in questo anno prima delle elezioni!

Non è possibile che le trasferte degli atleti nel bilancio Fci ammontino a 471.000 euro e quelle dei soli dirigenti per partecipazioni a riunioni a ben 81.000.
Non c'è proporzione, perchè gli atleti sono molti di più ed anche le occasioni di gara. Quel bilancio va rovesciato come un calzino e le spese reindirizzate dal pagamento di stipendi inutili verso stipendi e collaborazioni produttive, anche a scanso di ricevere meno denaro dagli "amici degli amici" del Coni.
Condivisibilissima nel progetto la necessità di riattivare il rapporto con i gruppi sportivi militari e simili (polizia, guardia di finanza), per avere un minimo di economia di scala in cambio di visibilità degli stessi.

Ho sentito nella registrazione della gara under 23 che hai cassato l'anacronostica decisione di escludere i pro dal mondiale under 23. Ne sono felice, perchè la ritengo una decisione assurda, vetusta di un gruppo dirigente che dovrebbe passare più tempo alle terme a curarsi la prostata invece che occuparsi di cose federali. Assurdo poi che questa velleitaria e inutilmente castrante decisione sia fatta sembrare come una regola. :angry:
Siamo in declino ed abbiamo dei dirigenti "puristi" che ragionano come ai tempi del blocco sovietico (fra dilettanti e pro). Gli unici dilettanti (che allo sbaraglio però mettono il movimento) sono loro.
Propongo ad Admin di organizzare un evento a tema sull'argomento "POLITICA FEDERALE - QUALE FUTURO".

Ps. Ho gradito parecchio che tu e Bugno vi siate astenuti durante la discussione post-gara dal fuoco di fila di critiche (da bar sport di periferia) orchestrato da Saronni ed Argentin verso Bettini, anche se lo stesso (forse nervoso) ha avuto alcune uscite infelici nei confronti di alcuni singoli della nazionale.
Non è stato un bello spettacolo per il nostro sport.



Silvio Martinello
Messaggi: 264
Iscritto il: mercoledì 27 luglio 2011, 17:59

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da Silvio Martinello » martedì 27 settembre 2011, 17:28

Alfiso, evito di commentare sulla nostra federazione, mi confronto sul resto. Io nel dopogara ho preferito analizzare il risultato in conseguenza delle aspettative che c'erano alla vigilia. Tirare su Bettini non mi sembrava costruttivo, anche se probabilmente anche lui qualche errore lo ha commesso, soprattutto nella valutazione del percorso. Alla luce dello scontato arrivo in volata, sarebbero stati più utili anche i Gatto e Belletti, in appoggio a Bennati, piuttosto ch entrare nelle fughe con Paolini o movimentare la corsa con Visconti e Gavazzi. Quando ci sono 2 squadre come Gran Bretagna e Germania che controllano la corsa, mi chiedo a cosa serva andare in fuga, se non a tutelarsi dalle critiche eventuali del dopogara sul perchè non si è entrati nei vari tentativi o non si è fatto nulla per eludere l'arrivo allo sprint. Io propendo per una linea ben precisa, se si decide di portare un velocista, lo si protegge e lo sia assiste, altrimenti lo lasciamo a casa a guardare la corsa in tv. Madrid 2005, dove tra l'altro criticai Bettini nell'occasione e lui non la prese bene, perchè con un velocista come Petacchi nel ruolo di capitano non si corre come corse lui. A Copenaghen abbiamo portato Bennati, lo si tutela fino alla fine, punto, o ci si crede o non ci si crede. Fondamentale in questi casi la massima chiarezza. Su questo ho approfondito, ma anche Saronni ed Argentin a mio parere sono stati costruttivi, non ho colto da parte loro particolare astio nei confronti di Bettini. Evidente che di fronte ad una disfatta del genere, Bettini non può pensare di essere esente da critiche.
SM



alfiso

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da alfiso » martedì 27 settembre 2011, 17:44

Silvio Martinello ha scritto:Alfiso, evito di commentare sulla nostra federazione, mi confronto sul resto. Io nel dopogara ho preferito analizzare il risultato in conseguenza delle aspettative che c'erano alla vigilia. Tirare su Bettini non mi sembrava costruttivo, anche se probabilmente anche lui qualche errore lo ha commesso, soprattutto nella valutazione del percorso. Alla luce dello scontato arrivo in volata, sarebbero stati più utili anche i Gatto e Belletti, in appoggio a Bennati, piuttosto ch entrare nelle fughe con Paolini o movimentare la corsa con Visconti e Gavazzi. Quando ci sono 2 squadre come Gran Bretagna e Germania che controllano la corsa, mi chiedo a cosa serva andare in fuga, se non a tutelarsi dalle critiche eventuali del dopogara sul perchè non si è entrati nei vari tentativi o non si è fatto nulla per eludere l'arrivo allo sprint. Io propendo per una linea ben precisa, se si decide di portare un velocista, lo si protegge e lo sia assiste, altrimenti lo lasciamo a casa a guardare la corsa in tv. Madrid 2005, dove tra l'altro criticai Bettini nell'occasione e lui non la prese bene, perchè con un velocista come Petacchi nel ruolo di capitano non si corre come corse lui. A Copenaghen abbiamo portato Bennati, lo si tutela fino alla fine, punto, o ci si crede o non ci si crede. Fondamentale in questi casi la massima chiarezza. Su questo ho approfondito, ma anche Saronni ed Argentin a mio parere sono stati costruttivi, non ho colto da parte loro particolare astio nei confronti di Bettini. Evidente che di fronte ad una disfatta del genere, Bettini non può pensare di essere esente da critiche.
SM
Quoto tutto. Io non ho gradito la supponenza del "ds" Saronni all' "allievo" Bettini. Poteva dirgli quelle cose in quel modo in privato.
Io (ma molti altri leggo qua) ho avuto la sensazione che cercasse una forma di umiliazione per Bettini.
Le tue critiche a Bettini hanno una logica e la logica, se supportata da argomenti, traspare sempre. Giustissimo il parallelo intellettualmente onesto con Madrid 2005.
Invece a me è parso che Saronni volesse fare lo splendido e si volesse riappropriare di un ruolo. A mio avviso non è stato un bel vedere, perchè in una forma più guascona o scherzosa avrebbe potuto dire le stesse cose, senza quella punta velenosa.
Nella sconfitta non mi piace fare il 45 milionesimo CT (prima sì). Un movimento forte, anche nella sconfitta non si lascia andare a commenti da bar sport o da primadonna capricciosa tradita. In ogni caso meglio chiudere le polemiche per questo insulso mondiale e pensare al futuro (se futuro sarà).
Capisco che tu non voglia parlare di Fci, ma l'emergenza è tale che, anche solo per la passione, sarai/saremo tutti costretti a farlo.

Tanto per mettere il dito nella piaga (e farti arrabbiare per averci visto giusto) ti invito a leggere questa intervista illuminante a Rod Ellingworth del 2008:
http://www.cyclingweekly.co.uk/news/lat ... ersey.html
In particolare: A combination of work on the road and track is designed not just to build fitness for the short term goals of the 2009 season but to build a team environment for the long-term.




CicloSprint
Messaggi: 6309
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:49

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da CicloSprint » giovedì 29 settembre 2011, 12:26

Silvio,

Che pensi di uno Stelvio affrontato il 26 maggio ?

il rischio neve è elevato ?



granfondista
Messaggi: 489
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:39

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da granfondista » giovedì 29 settembre 2011, 15:57

CicloSprint ha scritto:Silvio,

Che pensi di uno Stelvio affrontato il 26 maggio ?

il rischio neve è elevato ?
Già chiesto e già risposto. :drink: :drink: :mrgreen: :mrgreen:

Silvio Martinello ha scritto:
CicloSprint ha scritto:Silvio, si parla dello Stelvio nel percorso del Giro 2012, ma dato che il prossimo anno si partirà in anticipo (mai successo nella storia) e si chiuderà in anticipo (mai successo nella storia) tu credi che lo Stelvio sia transitabile quando ci sarà la tappa ?

Sapere ora se si transiterà o no è complicato prevederlo, auguriamoci che non ci siano intoppi di carattere meteorologico. Purtroppo nel mese di maggio questo è un rischio sempre presente quando si sale sopra i 2000 mt. Appronteranno certamente una tappa di riserva altrettanto spettacolare, le varianti non mancano nella zona.
Ciao.
SM


Meglio brocco che Di Rocco: Cicloweb forever!!

Avatar utente
eliacodogno
Messaggi: 5799
Iscritto il: venerdì 24 dicembre 2010, 1:27
Località: Susa (TO)

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da eliacodogno » giovedì 29 settembre 2011, 16:42

CicloSprint ha scritto:Silvio,

Che pensi di uno Stelvio affrontato il 26 maggio ?

il rischio neve è elevato ?
Purtroppo questa non è la sezione "Domande al col. Giuliacci"... :D E poi nel 2005 lo Stelvio l'hanno affrontato il 22 maggio.


Se il tuo modo di lavorare è questo qui, compragli un casco a Sgarbozza e fallo fare a lui il Giro, perché io non lo faccio più (P.S.)

'Idea del Forum' per me non vuol dire assolutamente niente. (H.F.)

Avatar utente
galliano
Messaggi: 13671
Iscritto il: giovedì 14 aprile 2011, 12:53
Località: TN

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da galliano » giovedì 29 settembre 2011, 18:06

eliacodogno ha scritto:
CicloSprint ha scritto:Silvio,

Che pensi di uno Stelvio affrontato il 26 maggio ?

il rischio neve è elevato ?
Purtroppo questa non è la sezione "Domande al col. Giuliacci"... :D E poi nel 2005 lo Stelvio l'hanno affrontato il 22 maggio.
mmmm ottimo precedente per gli amici di "don abbondio" :drink: :aureola:



CicloSprint
Messaggi: 6309
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:49

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da CicloSprint » venerdì 30 settembre 2011, 13:37

Silvio,

Ivan Basso punterà il prossimo anno al Giro d' Italia ?



Nicker
Messaggi: 1989
Iscritto il: martedì 14 dicembre 2010, 22:12

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da Nicker » venerdì 30 settembre 2011, 13:48

CicloSprint ha scritto:Silvio,

Ivan Basso punterà il prossimo anno al Giro d' Italia ?
Non lo devi chiedere a Martinello...


"Il bene si fa ma non si dice e sfruttare le disgrazie degli altri per farsi belli è da vigliacchi"

Avatar utente
Bitossi
Messaggi: 3361
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:41
Località: Milano

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da Bitossi » venerdì 30 settembre 2011, 20:29

Ciao Silvio,

l'Italia ce la farà ad uscire da questa maledetta recessione economica? :diavoletto: :diavoletto: :diavoletto:


Ringrazio la mia mamma per avermi fatto studiare da ciclista

Avatar utente
danilodiluca87
Messaggi: 1733
Iscritto il: sabato 11 dicembre 2010, 0:15
Località: Frosolone (IS)

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da danilodiluca87 » sabato 1 ottobre 2011, 21:30

Silvio Martinello ha scritto:....Madrid 2005, dove tra l'altro criticai Bettini nell'occasione e lui non la prese bene, perchè con un velocista come Petacchi nel ruolo di capitano non si corre come corse lui....
in RAI sinceramente non ho mai sentito una (e dico una) critica nei confronti di Bettini, anzi tutt'altro, anche le più grandi "capocchiate" che faceva in gara venivano viste come grande azioni.
Ma dove? vinceva quando era il più forte, spesso preparando una corsa all'anno.....e quando non era il più forte, ha rovinato solo i piani ai suoi compagni e non solo nel 2005.
Non sò come abbia fatto ad arrivare a fare il Ct....purtroppo il problema è chi ce l'ha messoo in quel ruoloo!!!!!!


Il KILLER di Spoltore

Strong
Messaggi: 9350
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 11:48

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da Strong » lunedì 3 ottobre 2011, 10:55

danilodiluca87 ha scritto:
Silvio Martinello ha scritto:....Madrid 2005, dove tra l'altro criticai Bettini nell'occasione e lui non la prese bene, perchè con un velocista come Petacchi nel ruolo di capitano non si corre come corse lui....
in RAI sinceramente non ho mai sentito una (e dico una) critica nei confronti di Bettini, anzi tutt'altro, anche le più grandi "capocchiate" che faceva in gara venivano viste come grande azioni.
Ma dove? vinceva quando era il più forte, spesso preparando una corsa all'anno.....e quando non era il più forte, ha rovinato solo i piani ai suoi compagni e non solo nel 2005.
Non sò come abbia fatto ad arrivare a fare il Ct....purtroppo il problema è chi ce l'ha messoo in quel ruoloo!!!!!!

ma scusa...
premesso che nessuno è mai stato e sarà mai esente dal commettere errori, come si può criticare uno così?

2 Liegi-Bastogne-Liegi
1 Milano-Sanremo
1 Classica di San Sebastián
2 Giro di Lombardia
2 Campionati del mondo
3 coppe del mondo vinte
1 oro olimpico
8 vittorie di tappa spalmate su tutti e tre i grandi giri

sarebbero solo critiche per invidia oppure antipatia


i fondamentalisti del ciclismo e gli ultras dei ciclisti sono il male di questo sport.

Avatar utente
barrylyndon
Messaggi: 13914
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 15:20

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da barrylyndon » lunedì 3 ottobre 2011, 12:01

Strong ha scritto:
ma scusa...
premesso che nessuno è mai stato e sarà mai esente dal commettere errori, come si può criticare uno così?

2 Liegi-Bastogne-Liegi
1 Milano-Sanremo
1 Classica di San Sebastián
2 Giro di Lombardia
2 Campionati del mondo
3 coppe del mondo vinte
1 oro olimpico
8 vittorie di tappa spalmate su tutti e tre i grandi giri

sarebbero solo critiche per invidia oppure antipatia

e so' quisquille.a Strong..che vuoi che sia vincere quelle corse..che ci vuole.
aggiungerei pure un campionato di Zurigo dove diede minuti a tutti..oltre a quello vinto in volata alcuni anni prima.
su Madrid,Bettini forse e' stato fin troppo generoso.ma il Petacchi di quel giorno difficilmente sarebbe arrivato a giocarsi la volata con i migliori.
e' vero che Bettini era nella fuga di fine corsa,e' anche vero che non l'ha promossa lui,che lui la' ci doveva stare per non stancare la squadra azzurra,che se ci fosse stato un altro azzurro nella fuga,molto probabilmente il nostro oggi di mondiali vinti ne conterebbe 3..il vero errore,secondo me almeno,e' stato lasciare Bettini troppo solo puntando troppe fiches su Petacchi,in un circuito di difficile interpretazione che ha avuto un certa selezione..a differenza di Zolder(caduta nel finale a parte) e Copenaghen..
idea personale.eh...


Nibali sta a Froome come Thoeni stava a Klammer.

Avatar utente
eliacodogno
Messaggi: 5799
Iscritto il: venerdì 24 dicembre 2010, 1:27
Località: Susa (TO)

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da eliacodogno » lunedì 3 ottobre 2011, 12:03

Strong ha scritto:
danilodiluca87 ha scritto:
Silvio Martinello ha scritto:....Madrid 2005, dove tra l'altro criticai Bettini nell'occasione e lui non la prese bene, perchè con un velocista come Petacchi nel ruolo di capitano non si corre come corse lui....
in RAI sinceramente non ho mai sentito una (e dico una) critica nei confronti di Bettini, anzi tutt'altro, anche le più grandi "capocchiate" che faceva in gara venivano viste come grande azioni.
Ma dove? vinceva quando era il più forte, spesso preparando una corsa all'anno.....e quando non era il più forte, ha rovinato solo i piani ai suoi compagni e non solo nel 2005.
Non sò come abbia fatto ad arrivare a fare il Ct....purtroppo il problema è chi ce l'ha messoo in quel ruoloo!!!!!!

ma scusa...
premesso che nessuno è mai stato e sarà mai esente dal commettere errori, come si può criticare uno così?

2 Liegi-Bastogne-Liegi
1 Milano-Sanremo
1 Classica di San Sebastián
2 Giro di Lombardia
2 Campionati del mondo
3 coppe del mondo vinte
1 oro olimpico
8 vittorie di tappa spalmate su tutti e tre i grandi giri

sarebbero solo critiche per invidia oppure antipatia
Eh ma spesso preparava una corsa all'anno... Deve aver corso 4-5 lustri! :pomodoro:


Se il tuo modo di lavorare è questo qui, compragli un casco a Sgarbozza e fallo fare a lui il Giro, perché io non lo faccio più (P.S.)

'Idea del Forum' per me non vuol dire assolutamente niente. (H.F.)

davide182
Messaggi: 557
Iscritto il: venerdì 20 maggio 2011, 22:27

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da davide182 » lunedì 3 ottobre 2011, 12:38

Ciao Silvio, volevo chiederti cosa ne pensi del rapporto che è sorto tra la cronometro e il giro d'italia degli ultimi anni.
Sappiamo bene che il giro è prevalentemente appannaggio degli scalatori e che lo spettacolo principale si ha nelle tappe di montagna, però inserire una crono sui 40Km non favorirebbe l' "afflusso" di corridori stranieri (non necessariamente scalatori puri) e renderebbe il giro più incerto??
Porto l'esempio dell'ultima Vuelta, senza la crono di salamanca probabilmente non avremmo visto Wiggins lottare per la vittoria! O nel giro '09 non avremmo visto menchov in rosa ecc...
Dalle indiscrezioni pare che il prossimo giro d'italia continuerà sulla falsa riga degli ultimi 2, probabilmente sarà più equilibrato, però basterà rendere più "dolci" le tappe di montagna per dare più possibilità di vittoria a chi non è scalatore puro??
Grazie per la cortese attenzione!



Avatar utente
Maìno della Spinetta
Messaggi: 6307
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 15:53

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da Maìno della Spinetta » mercoledì 5 ottobre 2011, 5:39

Cosa si può fare per mandare a casa Di Rocco?


“Our interest’s on the dangerous edge of things.
The honest thief, the tender murderer, the superstitious atheist”.

Silvio Martinello
Messaggi: 264
Iscritto il: mercoledì 27 luglio 2011, 17:59

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da Silvio Martinello » venerdì 7 ottobre 2011, 19:04

davide182 ha scritto:Ciao Silvio, volevo chiederti cosa ne pensi del rapporto che è sorto tra la cronometro e il giro d'italia degli ultimi anni.
Sappiamo bene che il giro è prevalentemente appannaggio degli scalatori e che lo spettacolo principale si ha nelle tappe di montagna, però inserire una crono sui 40Km non favorirebbe l' "afflusso" di corridori stranieri (non necessariamente scalatori puri) e renderebbe il giro più incerto??
Porto l'esempio dell'ultima Vuelta, senza la crono di salamanca probabilmente non avremmo visto Wiggins lottare per la vittoria! O nel giro '09 non avremmo visto menchov in rosa ecc...
Dalle indiscrezioni pare che il prossimo giro d'italia continuerà sulla falsa riga degli ultimi 2, probabilmente sarà più equilibrato, però basterà rendere più "dolci" le tappe di montagna per dare più possibilità di vittoria a chi non è scalatore puro??
Grazie per la cortese attenzione!
Mi scuso per il ritardo, eccomi ancora qui.
Negli ultimi anni la tendenza è quella di non dare troppo vantaggio agli specialisti della crono ma agevolare gli scalatori, e ti posso confermare le indiscrezioni, anche il prossimo Giro non avrà crono di lunga distanza. Le tappe di montagna, come quelle di media montagana e pianura, le corrono i corridori, il percorso è importante, ma l'approccio dei corridori è prioritario. Piuttosto quello che manca è una sufficiente dose di fantasia, e con quella anche i percorsi apparentemente semplici potrebbero diventare palcoscenico spettacolare.
Grazie a te.
SM



Silvio Martinello
Messaggi: 264
Iscritto il: mercoledì 27 luglio 2011, 17:59

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da Silvio Martinello » venerdì 7 ottobre 2011, 19:13

Maìno della Spinetta ha scritto:Cosa si può fare per mandare a casa Di Rocco?
Andare in asssemblea e votare contro. Scusami la banalità, ma l'Assemblea è l'unica sede in cui Di Rocco o chiunque altro fosse, potrebbe essere "mandato a casa". Ma l'Assemblea è un momento che va preparato, partendo da lontano, facendosi eleggere nelle Assemblee provinciali come grande elettore, così da avere il diritto di partecipare all'Assemblea Generale. Permettimi una riflessione; a parte la delusione Di Rocco, e te lo dice uno che si è speso totalmente per la sua causa, chi vedi eventualmente come candidato alternativo? Se guardo alcuni nomi di coloro che hanno firmato il documento del Sig. Antonelli, vengono i brividi. La situazione è quella che è, non credo che sarà facile individuare un 'alternativa di spessore e competente, ed una volta individuata non sarebbe semplice "garantire" l'elezione.
La logica è la seuente: per farsi votare non conta il programma che proponi, ma cosa sei in grado di garantirmi se ti voto.
SM



CicloSprint
Messaggi: 6309
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:49

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da CicloSprint » venerdì 7 ottobre 2011, 23:23

Silvio,

Presto l' Italia ospiterà un mondiale su pista che a noi manca dal 1994 ?



Avatar utente
cauz.
Messaggi: 12313
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:53
Località: milano
Contatta:

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da cauz. » domenica 30 ottobre 2011, 22:53

ciao silvio,
nessuna domanda ma una segnalazione.
in questo thread:
viewtopic.php?f=2&t=563
si sta ricordando e analizzando la carriera di alcuni grandi velocisti su strada.
credo che sia un temo su cui sarebbe interessante per tutti sentire la tua opinione :)


"Il male trionfa sempre, perche' il bene e' stupido" [Lord Casco]
@cauz_ | bidonmagazine.org | confindustrial.noblogs.org

Avatar utente
Morris
Messaggi: 722
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 1:33

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da Morris » lunedì 31 ottobre 2011, 11:06

Caro Silvio, mi unisco a Cauz! ;) :)


Quando ti alzi la mattina, volgiti verso Aigle e fai una pernacchia o il gesto dell'ombrello. Tu non sai perché lo fai, ma ad Aigle sì.

kasper^
Messaggi: 1140
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 17:01

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da kasper^ » sabato 5 novembre 2011, 10:54

ciao silvio,a stagione terminata qual'è stato il bilancio del ciclismo in rai in termine di ascolti?positivo o un pò meno?credi che il prossimo anno le corse "nuove" trasmesse quest'anno possano essere riproposte oppure addirittura aumentate proponendone altre vedi Omoop het nieuwsblad,kuurne bruxelles kuurne,le samyn?



Silvio Martinello
Messaggi: 264
Iscritto il: mercoledì 27 luglio 2011, 17:59

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da Silvio Martinello » domenica 6 novembre 2011, 10:25

CicloSprint ha scritto:Silvio,

Presto l' Italia ospiterà un mondiale su pista che a noi manca dal 1994 ?
Ciao a tutti, è da un po che non entro nel forum, provo a recuperare il tempo perduto.
Ciclosprint, francamente non ho informazioni se e quando l'Italia ospiterà un mondiale su pista.
Buona giornata.
S



Silvio Martinello
Messaggi: 264
Iscritto il: mercoledì 27 luglio 2011, 17:59

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da Silvio Martinello » domenica 6 novembre 2011, 10:27

kasper^ ha scritto:ciao silvio,a stagione terminata qual'è stato il bilancio del ciclismo in rai in termine di ascolti?positivo o un pò meno?credi che il prossimo anno le corse "nuove" trasmesse quest'anno possano essere riproposte oppure addirittura aumentate proponendone altre vedi Omoop het nieuwsblad,kuurne bruxelles kuurne,le samyn?
Kasper, dalle info in mio possesso, gli ascolti sono andati molto bene, la dirigenza è soddisfatta della resa del prodotto cilcismo, per quanto riguarda la prossima stagione, personalmente non ne so ancora nulla, normalmente a gennaio ci viene consegnato un calendario di impegni da parte della redazione.
Buona giornata.
S



Silvio Martinello
Messaggi: 264
Iscritto il: mercoledì 27 luglio 2011, 17:59

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da Silvio Martinello » domenica 6 novembre 2011, 10:29

Morris ha scritto:Caro Silvio, mi unisco a Cauz! ;) :)
Ciao Grandissimo, ora vado a vedere cosa hai scritto e poi vedo se ho la possibilità di dare il mio contributo. Anche se sono certo non ce ne sarà bisogno.
A presto.
S



kasper^
Messaggi: 1140
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 17:01

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da kasper^ » domenica 6 novembre 2011, 10:31

bene!dato che gli ascolti son andati bene e la dirigenza è soddisfatta possiamo allora auspicarci una nuova intensa stagione ciclistica immagino...



Silvio Martinello
Messaggi: 264
Iscritto il: mercoledì 27 luglio 2011, 17:59

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da Silvio Martinello » domenica 6 novembre 2011, 10:38

kasper^ ha scritto:bene!dato che gli ascolti son andati bene e la dirigenza è soddisfatta possiamo allora auspicarci una nuova intensa stagione ciclistica immagino...
Credo che le premesse ci siano tutte.



Avatar utente
Morris
Messaggi: 722
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 1:33

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da Morris » domenica 6 novembre 2011, 18:37

Silvio Martinello ha scritto:
Morris ha scritto:Caro Silvio, mi unisco a Cauz! ;) :)
Ciao Grandissimo, ora vado a vedere cosa hai scritto e poi vedo se ho la possibilità di dare il mio contributo. Anche se sono certo non ce ne sarà bisogno.
A presto.
S
Grazie Silvio, come sai, sono sempre del parere che uno come te, anche quando non si condivide, abbia l'illustre possesso della conoscenza, unito alla dote di essere, fra gli ex corridori, uno dei pochissimi, forse l'unico, in grado non solo di commentare in maniera egregia e profonda, ma di tradurre il proprio patrimonio in un'azione dirigenziale. Te l'ho sempre detto e sarebbe per me grave non riconfermarlo qui, in questo consesso pubblico. Quindi, i tuoi contributi sono sempre, per i più giovani o quei vecchiacci un po' pazzoidi come me, un motivo tanto di arricchimento, quando di stimolo.
E poi, caro Silvio, ti devo ringraziare per come hai dato seguito a quel nostro incontro-colloquio di Forlì, poco prima del collegamento RAI per il Giro d'Italia Femminile.... ;) :)
A presto!


Quando ti alzi la mattina, volgiti verso Aigle e fai una pernacchia o il gesto dell'ombrello. Tu non sai perché lo fai, ma ad Aigle sì.

kasper^
Messaggi: 1140
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 17:01

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da kasper^ » domenica 8 gennaio 2012, 17:40

silvio ciao,ci sono novità sulla programmazione del ciclismo sulle reti rai?il tour down under si potrà vedere?quando ricomincia radiocorsa?



Silvio Martinello
Messaggi: 264
Iscritto il: mercoledì 27 luglio 2011, 17:59

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da Silvio Martinello » martedì 10 gennaio 2012, 17:28

kasper^ ha scritto:silvio ciao,ci sono novità sulla programmazione del ciclismo sulle reti rai?il tour down under si potrà vedere?quando ricomincia radiocorsa?
Ciao a te, ritorno dopo diverso tempo a visitare il forum. Non sono in grado di rispondere alla tua domanda, personalmente non ho ancora notizie dalla direzione, credo che il down under si vedrà, così fu ancge nel 2011 se non ricordo male. Info su radiocorsa non ne ho, immagino che riprenderà con l'inizio della stagione italiana.
A breve dovrei avere anche il mio programma di impegni, quindi conoscerò anche il planning degli eventi che andranno in rai e informerò gli utenti del forum. Magari lo farà la segreteria stessa di raisport, normalmente sono attenti a queste cose.
Silvio



alfiso

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da alfiso » martedì 10 gennaio 2012, 17:32

BENTORNATO SILVIO! :D
Quest'anno solo buone notizie, mi raccomando.



Avatar utente
MarcoRimini
Messaggi: 526
Iscritto il: domenica 8 maggio 2011, 15:47

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da MarcoRimini » martedì 10 gennaio 2012, 18:04

Complimenti per la partecipazione a questo video Silvio. Peccato per le poche visualizzazioni, meriterebbe di essere divulgato maggiormente. Che ne penserebbe il Bulba? :pss:

http://www.youtube.com/watch?v=n_a8DUa1q9s


Ho tifato Moser, poi Bugno (quanto mi faceva incazzare), poi Basso e Nibali.
Ma nel cuore mi rimarra' sempre e solo il Pirata........

Silvio Martinello
Messaggi: 264
Iscritto il: mercoledì 27 luglio 2011, 17:59

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da Silvio Martinello » martedì 10 gennaio 2012, 19:36

alfiso ha scritto:BENTORNATO SILVIO! :D
Quest'anno solo buone notizie, mi raccomando.
Grazie, speriamo solo buone.
Ciao.



Silvio Martinello
Messaggi: 264
Iscritto il: mercoledì 27 luglio 2011, 17:59

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da Silvio Martinello » martedì 10 gennaio 2012, 19:39

[quote="MarcoRimini"]Complimenti per la partecipazione a questo video Silvio. Peccato per le poche visualizzazioni, meriterebbe di essere divulgato maggiormente. Che ne penserebbe il Bulba? :pss:

Interpretazione sublime..... da cinema muto fine 800....



Avatar utente
MarcoRimini
Messaggi: 526
Iscritto il: domenica 8 maggio 2011, 15:47

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da MarcoRimini » martedì 10 gennaio 2012, 20:19

Silvio Martinello ha scritto:
MarcoRimini ha scritto:Complimenti per la partecipazione a questo video Silvio. Peccato per le poche visualizzazioni, meriterebbe di essere divulgato maggiormente. Che ne penserebbe il Bulba? :pss:

Interpretazione sublime..... da cinema muto fine 800....
Dai quello che conta e' il messaggio :mrgreen:


Ho tifato Moser, poi Bugno (quanto mi faceva incazzare), poi Basso e Nibali.
Ma nel cuore mi rimarra' sempre e solo il Pirata........

alfiso

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da alfiso » martedì 10 gennaio 2012, 20:21

Leggete il post di SM nel 3d "Amici della Pista". Ne vale la pena.



Avatar utente
MarcoRimini
Messaggi: 526
Iscritto il: domenica 8 maggio 2011, 15:47

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da MarcoRimini » martedì 10 gennaio 2012, 20:37

alfiso ha scritto:Leggete il post di SM nel 3d "Amici della Pista". Ne vale la pena.
Splendido intervento, condivido e apprezzo pienamente.


Ho tifato Moser, poi Bugno (quanto mi faceva incazzare), poi Basso e Nibali.
Ma nel cuore mi rimarra' sempre e solo il Pirata........

alfiso

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da alfiso » martedì 10 gennaio 2012, 20:50

Caro Silvio, se tu fossi un manager o un piccolo imprenditore (so che lo sei) ed avessi (anche solo per passione) un budget di 2 milioni di euro (butto lì) lo investiresti in una squadra professional italiana?
E se ti chiamassi Enio o Nando Barbarossa e la tua azienda si chiamasse Acqua&Sapone cosa faresti?



Avatar utente
danilodiluca87
Messaggi: 1733
Iscritto il: sabato 11 dicembre 2010, 0:15
Località: Frosolone (IS)

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da danilodiluca87 » mercoledì 11 gennaio 2012, 1:26

alfiso ha scritto:Caro Silvio, se tu fossi un manager o un piccolo imprenditore (so che lo sei) ed avessi (anche solo per passione) un budget di 2 milioni di euro (butto lì) lo investiresti in una squadra professional italiana?
E se ti chiamassi Enio o Nando Barbarossa e la tua azienda si chiamasse Acqua&Sapone cosa faresti?
piccola aggiunta....se fossi in Nando (Enioo) Barbarossa.....e da 12 anni sponsor e affiliato in Italia (solo 2), con corridori come Di Luca e Garzelli che hanno fatto la storia del Giro degli ultimi anni con vittorie finali, tappe e maglie, con giovani forti come Betancur e Taborre e tanti altri buoni corridori come Napolitano, Ginanni, Miholievich.....e ti preferissero squadre che sono italiane solo sulla carta, perché investono magari su ciclisti stranieri o di italiano hanno solo lo sponsor, oppure una tedesca dove il corridore più forte ha vinto una tappa alla Coppi e Bartalii??????
ti sentiresti preso per il culo oo cosa??????

in un giroo senza big stranieri chi porta la gente sulle strade, gli ascoltii....poi non dite "gli sponsor scappano dal ciclismo", "purtroppo abbiamo solo 2 pt", "purtoppo il movimento italiano è in crisi", "la gente non segue più il ciclismo"......SAPETE IL PERCHE'........


Il KILLER di Spoltore

Silvio Martinello
Messaggi: 264
Iscritto il: mercoledì 27 luglio 2011, 17:59

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da Silvio Martinello » mercoledì 11 gennaio 2012, 10:42

alfiso ha scritto:Caro Silvio, se tu fossi un manager o un piccolo imprenditore (so che lo sei) ed avessi (anche solo per passione) un budget di 2 milioni di euro (butto lì) lo investiresti in una squadra professional italiana?
E se ti chiamassi Enio o Nando Barbarossa e la tua azienda si chiamasse Acqua&Sapone cosa faresti?
Ciao, se avessi a disposizione un budget di 2 milioni di euro, non lo investirei in questo ciclismo di sicuro.
Se fossi il sig.Barbarossa invece, essendoci già nel mondo da un pezzo, prima mi incazzerei, e poi cercherei di capire, metabolizzata la delusione del primo momento, come reagire. Mi rendo conto che non è esercizio semplice, il giro per le nostre squadre è la vetrina principale, diventa più semplice dire ce ne andiamo e arrivederci.Invece le cose vanno analizzate a freddo e possibilmente confrontandosi con soggetti che possano aiutare a riflettere con lucidità. Il ciclismo è un veicolo promozionale di enistimabile valore, e certamente anche i responsabili di acqua e sapone l'hanno riscontrato in questi anni, uscire per un motivo del genere mi sembra una scelta troppo affrettata. Per prima cosa cercherei con i responsabili di RCS di capire perchè sono rimasto fuori, poi convoco e mi siedo a tavolino con i miei collaboratori a cercare di non vanificare una stagione 2012 che ancora deve iniziare, stimolare tutti e pianificare la massima efficienza in tutti gli altri appuntamenti a cui andremo a partecipare. Io personalmente questo farei, magari tentando di far rimpiangere la nostra assenza.
Comunque, con le informazioni trapelate relativamente alle motivazioni che hanno portato la commissione a decidere l'assegnazione delle wild card, appare evidente che l'aspetto tecnico, è stato quello con il peso minore. Al Tour non brillano per la simpatia, ma almeno il loro ciclismo lo tutelano fino in fondo, in RCS sembra invece che si preoccupino più di quello tedesco, e della crisi che sta attraversando....tanto noi stiamo alla grandissima.

Silvio



alfiso

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da alfiso » mercoledì 11 gennaio 2012, 10:56

Alla grandissima :mrgreen:



Silvio Martinello
Messaggi: 264
Iscritto il: mercoledì 27 luglio 2011, 17:59

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da Silvio Martinello » mercoledì 11 gennaio 2012, 11:10

danilodiluca87 ha scritto:
alfiso ha scritto:Caro Silvio, se tu fossi un manager o un piccolo imprenditore (so che lo sei) ed avessi (anche solo per passione) un budget di 2 milioni di euro (butto lì) lo investiresti in una squadra professional italiana?
E se ti chiamassi Enio o Nando Barbarossa e la tua azienda si chiamasse Acqua&Sapone cosa faresti?
piccola aggiunta....se fossi in Nando (Enioo) Barbarossa.....e da 12 anni sponsor e affiliato in Italia (solo 2), con corridori come Di Luca e Garzelli che hanno fatto la storia del Giro degli ultimi anni con vittorie finali, tappe e maglie, con giovani forti come Betancur e Taborre e tanti altri buoni corridori come Napolitano, Ginanni, Miholievich.....e ti preferissero squadre che sono italiane solo sulla carta, perché investono magari su ciclisti stranieri o di italiano hanno solo lo sponsor, oppure una tedesca dove il corridore più forte ha vinto una tappa alla Coppi e Bartalii??????
ti sentiresti preso per il culo oo cosa??????

in un giroo senza big stranieri chi porta la gente sulle strade, gli ascoltii....poi non dite "gli sponsor scappano dal ciclismo", "purtroppo abbiamo solo 2 pt", "purtoppo il movimento italiano è in crisi", "la gente non segue più il ciclismo"......SAPETE IL PERCHE'........[/quote

Fasciarsi la testa prima di rompersela è un esercizio che non mi appartiene, certo che i dati testimoniano che gli ascolti e l'interesse generale scema notevolmente senza protagonisti di spessore, se poi sono anche stranieri la frittata è completa. Già le partenze dall'estero registrano un calo di ascolti e d' interesse, o meglio che ritarda ad arrivare, salendo quando il giro torna nel suolo nazionale. Se poi come sembra ormai chiaro, di big stranieri non ce ne saranno, i team italiani con corridori italiani avrebbero contribuito ad accendere la passione, ma tantè queste sono le scelte e con queste ci accingiamo a seguire l'evento 2012, che rimarrà comunque la solita festa di passione e di sport, augurandomi che il contesto contribuisca almeno a farci conoscere delle facce nuove che sappiano emergere ed imporsi anche nelle grandi corse a tappe.
Silvio



kasper^
Messaggi: 1140
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 17:01

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da kasper^ » mercoledì 11 gennaio 2012, 19:02

Silvio Martinello ha scritto:
kasper^ ha scritto:silvio ciao,ci sono novità sulla programmazione del ciclismo sulle reti rai?il tour down under si potrà vedere?quando ricomincia radiocorsa?
Ciao a te, ritorno dopo diverso tempo a visitare il forum. Non sono in grado di rispondere alla tua domanda, personalmente non ho ancora notizie dalla direzione, credo che il down under si vedrà, così fu ancge nel 2011 se non ricordo male. Info su radiocorsa non ne ho, immagino che riprenderà con l'inizio della stagione italiana.
A breve dovrei avere anche il mio programma di impegni, quindi conoscerò anche il planning degli eventi che andranno in rai e informerò gli utenti del forum. Magari lo farà la segreteria stessa di raisport, normalmente sono attenti a queste cose.
Silvio
grazie x la risposta,attendo novità :)



Winter
Messaggi: 14962
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da Winter » giovedì 12 gennaio 2012, 18:58

Domanda

Domani parte la Sei Giorni di Brema.. Anni addietro la TV Francese aveva fatto un servizio sulla corsa ero rimasto impressionato dall'ambiente.
Era (e') la Sei Giorni con piu' Fascino / Adrenalina ? o preferivi Monaco ?



Silvio Martinello
Messaggi: 264
Iscritto il: mercoledì 27 luglio 2011, 17:59

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da Silvio Martinello » venerdì 13 gennaio 2012, 10:04

Winter ha scritto:Domanda

Domani parte la Sei Giorni di Brema.. Anni addietro la TV Francese aveva fatto un servizio sulla corsa ero rimasto impressionato dall'ambiente.
Era (e') la Sei Giorni con piu' Fascino / Adrenalina ? o preferivi Monaco ?
Eh bella domanda. 2 ambienti caratteristici ed affascinanti entrambi. A Monaco più attratti dall'aspetto agonistico, a Brema anche dall'aspetto di contorno, spettacoli, feste e divertimento in genere. A Monaco non esistevano pause durante le gare, un corridore della coppia doveva sempre essere in pista, c'era una band che intratteneva il pubblico per dei brevi intervalli, ma le gare si susseguivano velocemente. A Brema invece intorno alla mezzanotte c'era la pausa di 60/75 minuti per lo spettacolo di un gruppo che cantava canzoni popolari e che faceva ballare tutti sopra i tavoli ed anche in pista, che doveva poi essere ripulita prima di riprendere le gare. Ciò nonostante, essendo a Brema fino all'anno scorso direttore tecnico Patrick Sercù, era naturalmente molto esigente, finita la festa si ritornava a mulinare seriamente. Comunque 2 grandi spettacoli davvero, Monaco considerata dagli addetti ai lavori la migliore 6 giorni di tutte, Brema tra le migliori. Personalmente non ho mai fatto differenze tra le 2, ho vinto 2 volte a Brema e 2 volte a Monaco ed ho bellissimi ricordi di entrambi gli eventi. La mia prima vittoria a Monaco fu nel 1999, con Andreas Kappes, fu una soddisfazione enorme, dominammo per tutta la gara, tenemmo fino alla finale i rivali maggiori Risi-Betchart abbastanza vicini per fare in modo che ci fosse un po di suspance fino all'ultima giornata, poi ci scatenammo nella finale di 75 minuti che chiudeva la gara, a 10 minuti dalla fine avevamo 3 giri di vantaggio. Sigi Renz, direttore a Monaco, mi diede un'occhiata di traverso, perchè avrebbe voluto maggiore incertezza fino alla fine, ma eravamo troppo superiori, e giravamo letteralmente intorno a tutti a piacimento. Devo dire che Bruno Risi non fu felicissimo della figura che fece, considerato che a Monaco era il beniamino preferito del pubblico, ma dovette arrendersi alla nostra evidente superiorità. Fu veramente una delle più belle finali della mia carriera.
Ciao.
Silvio



Winter
Messaggi: 14962
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da Winter » venerdì 13 gennaio 2012, 19:36

Grazie Mille per la risposta



alfiso

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da alfiso » venerdì 13 gennaio 2012, 20:08

Silvio posto qua dal 3d pista.
Sicuramente avrai degli aneddoti più significativi o esilaranti sulle 6Giorni, alcuni di cui hai vividi ricordi.
Giusto per iniziare, parliamo di "doping spumeggiante" ;) Chi beveva più birra dei veci pistard? :drink: :cincin:
Butto lì la mia ipotesi: Pijnen. Naso rosso ... indi :drink: e Peffgen (e forse pure Sercu).

Ps. a quella tua prima Seigiorni ho partecipato anch'io, sugli spalti ;)
Belle sensazioni. Mi ricordo alcuni nomi fra i dilettanti: Zini, Bidinost se non erro.
Tra gli junior chi c'era? Possibile Bottoia e Ghirardi? Ho la memoria polverosa.



Silvio Martinello
Messaggi: 264
Iscritto il: mercoledì 27 luglio 2011, 17:59

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da Silvio Martinello » sabato 14 gennaio 2012, 11:58

alfiso ha scritto:Silvio posto qua dal 3d pista.
Sicuramente avrai degli aneddoti più significativi o esilaranti sulle 6Giorni, alcuni di cui hai vividi ricordi.
Giusto per iniziare, parliamo di "doping spumeggiante" ;) Chi beveva più birra dei veci pistard? :drink: :cincin:
Butto lì la mia ipotesi: Pijnen. Naso rosso ... indi :drink: e Peffgen (e forse pure Sercu).

Ps. a quella tua prima Seigiorni ho partecipato anch'io, sugli spalti ;)
Belle sensazioni. Mi ricordo alcuni nomi fra i dilettanti: Zini, Bidinost se non erro.
Tra gli junior chi c'era? Possibile Bottoia e Ghirardi? Ho la memoria polverosa.
Ciao, l'avevo viso il tuo post dall'altra parte, ma non avevo avuto il tempo di rispondere ancora. Aneddoti ce ne sono a centinaia, ma non tutti si possono raccontare ;) soprattutto quando i protagonisti sono altri. Mi vedi a scrivere che Pijnen o Sercù sesageravano con la birra? Non mi ci vedo nella parte, davvero. Ti posso dire però che nell'ambiente è abbastanza diffusa la "pratica" della bevuta in compagnia, ma normalmente, c'è una sorta di autocontrollo che solo in rarissime ed "importanti" occasioni salta.......
Per quanto la mia prima 6 giorni di Milano da Juniores, Ghirardi me lo ricordo, eravamo in coppia insieme, Bidinost è qualche anno più giovane quindi no di sicuro, lui era tra i dilettanti. Ricordo Fabio Lana, padovano come me, Amadio, Saccon, Finotello Renato e poi nient'altro.
A presto per altre pillole.
Buon WE
Silvio




Rispondi