Domande a Silvio Martinello

Il mondo dei professionisti tra gare e complessità, e più in generale l'approccio al ciclismo di ogni appassionato
Silvio Martinello
Messaggi: 263
Iscritto il: mercoledì 27 luglio 2011, 17:59

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da Silvio Martinello » martedì 29 maggio 2012, 20:20

l'Orso ha scritto:Caro Silvio,
oggi in "anteprima Giro" sei intervenuto sul tema del troppo agonismo nelle categorie Giovanissimi a seguito dell'intervento (=Spot, IMHO) del rappresentate FCI che presentava come soluzione al problema l'eliminazione dei premi e delle premiazioni... (a quel punto, perchè non togliere le gare e il calendario, che faccian le cicloturistiche, no? :( così capisci come la penso :) ).
Tu hai (secondo me) evitato di rispondere direttamente dicendo però che per migliorare la situazione occorre secondo te intervenire sui DS e sulle famiglie (giustamente)..
Sbaglio o hai evitato appositamente di commentare il provvedimento FCI?

PS:
complimenti per la tua carriera (sia ciclistica che post) :)
Hai capito bene, ho evitato di rspondere direttamente, i tempi televisivi sono molto stretti, non ci sarebbe stata la possibilità di approfondire la questione, sulla quale la penso proprio come te. Grazie per i complimenti.
Ciao.
S




Silvio Martinello
Messaggi: 263
Iscritto il: mercoledì 27 luglio 2011, 17:59

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da Silvio Martinello » martedì 29 maggio 2012, 20:21

Strong ha scritto:silvio,
tu e i tuoi colleghi siete veramente dei grandi!
grazie per tutto quello che state facendo
Grazie mille, estenderò ai colleghi.
Ciao.
S



Silvio Martinello
Messaggi: 263
Iscritto il: mercoledì 27 luglio 2011, 17:59

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da Silvio Martinello » martedì 29 maggio 2012, 20:25

sceriffo ha scritto:Silvio sei bravissimo!!!!
Però basta, ogni giorno, con i saluti ed i ringraziamenti.
Stonano, quando diventano ridondanza.
Grazie per il giudizio, ma devi sapere che c'è moltissima gente che lavora per consentire che le cose vadano bene, verso i quali un'attenzione come un semplice saluto o ringraziamento fa piacere, considerato che non costa nulla.
Sinceramente non mi sembra di esagerare con i ringraziamenti, però magari starò più attento.
Ciao.
S



Edone
Messaggi: 175
Iscritto il: mercoledì 15 dicembre 2010, 12:29

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da Edone » martedì 29 maggio 2012, 23:17

Ciao Silvio,
i miei complimenti per come la Rai ha trattato il Giro sia per le tante ore di diretta sia per la possibilità di rivedere i servizi sul sito web cosa importantissima per chi come me lavora e non può vedere tutto in diretta; putroppo è andata male ai nostri ma speriamo di rifarci quanto prima. Ne approfitto per sapere quali saranno i prossimi appuntamenti Rai e se quest'anno sarà trasmessa la Vuelta Espana.
Ciao



kasper^
Messaggi: 1140
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 17:01

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da kasper^ » venerdì 10 agosto 2012, 13:22

ciao silvio,oltre alle corse italiane quali corse potremmo vedere sulla rai tra settembre e ottobre?




Silvio Martinello
Messaggi: 263
Iscritto il: mercoledì 27 luglio 2011, 17:59

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da Silvio Martinello » venerdì 10 agosto 2012, 17:21

kasper^ ha scritto:ciao silvio,oltre alle corse italiane quali corse potremmo vedere sulla rai tra settembre e ottobre?
Ecco il calendario extra nazionale fino al termine della stagione: s.sebastian, amburgo,parigi-bruxelles,mondiali naturalmente, parigi-tours. dal programma in mio possesso non c'è altro per ora.
Ciao.
s



kasper^
Messaggi: 1140
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 17:01

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da kasper^ » venerdì 10 agosto 2012, 18:16

Silvio Martinello ha scritto:
kasper^ ha scritto:ciao silvio,oltre alle corse italiane quali corse potremmo vedere sulla rai tra settembre e ottobre?
Ecco il calendario extra nazionale fino al termine della stagione: s.sebastian, amburgo,parigi-bruxelles,mondiali naturalmente, parigi-tours. dal programma in mio possesso non c'è altro per ora.
Ciao.
s
grazie silvio x la celere risposta.nn posso far notare che,come già ribadito nelle pagine addietro,c'è un certo calo di trasmissioni in questo periodo da parte della rai.ok che x la vuelta nn c'è niente da fare ma nemmeno québec,montreal e le corse cinesi world tour...



AZgianni
Messaggi: 1519
Iscritto il: domenica 6 febbraio 2011, 16:14

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da AZgianni » venerdì 10 agosto 2012, 19:15

caro Silvio
un grande saluto da Londra ....... sono con Emanuele Dotto per le Olimpiadi. Gli sei venuto in mente ..... come la canzone dell' Equipe 84
salutoni AZgianni



Avatar utente
lemond
Messaggi: 12079
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Firenze

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da lemond » sabato 11 agosto 2012, 6:26

Non so se è possibile, ma molti di noi vorrebbero rivedere le immagini Rai, che probabilmente andarono in onda senza commento a causa di uno sciopero, del Giro dell'Emilia 2008, soprattutto lo scatto di Danilo sull'ultima parte della salita. Su "youtube" non si trovano e quindi non ci resta che sperare in un tuo intervento. Grazie.


Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
i barbieri il lunedì
e il mitico Lopez, che lavora alla Coop,
... il martedì. :bll:

alfiso

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da alfiso » martedì 14 agosto 2012, 16:19

Durante la diretta del Donostia hai fatto riferimento ai problemi di Bettini nella selezione.
Fossi tu il presidente federale imporresti una regola (non scritta, che non si può scrivere perchè è stata già cancellata per diritto) del genere?
Il discorso degli ex D è (seppur non accettabile per me) palese, ma come stanno le cose per Pozzato? E' convocabile?
E Ballan rinviato a giudizio? E Cunego, anch'egli rinviato a giudizio?
Tu hai proposto, per tagliare la testa al toro, di convocare una squadra di giovani, ma non sarebbe più augurabile che venga tagliata questa imposizione (leggermente prepotente ed arrogante) e, da qua al prossimo inverno elettivo, la testa dell'organismo che ha concepito un simile obbrobrio?
Cosa ne pensi della categoria degli "EX DOPATI" di bragagnana memoria? Come si può convivere con questa subdola "apartheid sportiva" e soprattutto mediatica?

Parere mio modesto: Allo stato è un diktat illegittimo ed imposto con arroganza. TOTALMENTE INACCETTABILE in un Paese di diritto.
Ultima modifica di alfiso il martedì 14 agosto 2012, 17:33, modificato 1 volta in totale.



Avatar utente
Subsonico
Messaggi: 6419
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:13

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da Subsonico » martedì 14 agosto 2012, 16:50

Silvio se ci stai leggendo, nella nostra home c'è il link alla pagina di San Sebastian coi dorsali corretti ;)


VINCITORE DEL FANTATOUR 2016 SUL CAMPO: certe fantaclassifiche verranno riscritte...

"Stufano è un Peter Sagan che ha smesso di sognare (E.Vittone) "

Avatar utente
danilodiluca87
Messaggi: 1733
Iscritto il: sabato 11 dicembre 2010, 0:15
Località: Frosolone (IS)

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da danilodiluca87 » martedì 14 agosto 2012, 17:31

Caro Silvio, ma perchè continuate a dire che gli ex-dopatii "non possono essere convocati"......??????


Il KILLER di Spoltore

CicloSprint
Messaggi: 6300
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:49

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da CicloSprint » martedì 14 agosto 2012, 19:07

Silvio,
Gli organizzatori per il Giro 2013 vorrebbero fare una prima settimana al Sud, ma ci sono delle difficoltà economiche per realizzarla, la Rcs chiede 150.000 euro per ospitare una tappa, e a rispondere all' appello sono solo i comuni del nord-est, mentre il Sud langue, e in un periodo di crisi, solo la RCS vuole di più, il Sud (soprattutto la Calabria) non c'è la fa a portare a casa una tappa, e così il week-end successivo il Giro sarà subito in toscana, e quindi anche quest'anno il percorso del Giro deciso solo dai soldi, perchè tutto questo ?


E inoltre vedremo il Giro 2013 sulla Rai ?



Avatar utente
piccolo san bernardo
Messaggi: 884
Iscritto il: sabato 19 febbraio 2011, 2:15
Località: La faccia da pazzo psicotico di Peter Sagan (Brindisi)

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da piccolo san bernardo » martedì 14 agosto 2012, 23:20

Silvio
questa è la prima volta che ti pongo una domanda, e se non l'ho mai fatto prima è perché la domanda ivi seguente è un po' particolare :P
Dalle mie parti ultimamente il tempo non è propizio per andare a farsi un tuffo a mare (che ho a due passi, e lo dico letteralmente :D ), quindi sono rimasto a casa ed ho potuto gustarmi tutta la diretta su Raisport2 della Clasica di San Sebastian. Ho notato che, specie all'inizio della telecronaca, ho sentito frasi del tipo " Bradley Wiggins il vincitore del Tour", oppure " Vinokourov, oro a Londra" e via discorrendo. Per chi segue abitualmente il ciclismo nel corso della stagione queste frasi sono a dir poco pleonastiche, ma poi ho pensato che queste frasi potevano rivolgersi ad un pubblico che, magari rimasto a casa per ragioni analoghe alle mie e accendendo su RaiSport2 non avendo alcuna intenzione di sorbirsi le repliche di Capri su RaiUno o i filmacci di Canale5 :diavoletto: , non è avvezzo a seguire spesso il nostro mondo e così viene velocemente edotto sulle ultime novità, ossia un po' quello che succede quando viene trasmesso qualche sport non nazionalpopolare- e le Olimpiadi sono un esempio lampante di ciò- e il cronista, all'inizio della diretta, cerca di sintetizzare le regole dello sport e chi sono i protagonisti in quattro e quattr'otto. Oppure quelle frasi sono state casuali, e non avevano "secondi fini" ?


SUCCESSI AL FANTACICLISMO
2009:Giro di Romagna,una tappa alla Vuelta,vincitore classifica sprinter e 3o alla FantaVuelta
2010:Giro del friuli, 5o in classifica generale finale
2012:Campione italiano e mondiale a cronometro
2013:Una tappa al Giro(Cherasco)

Avatar utente
tetzuo
Messaggi: 7945
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 10:08

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da tetzuo » mercoledì 15 agosto 2012, 0:30

ne deve girare di parecchio buona dalla tue parti psb



Avatar utente
piccolo san bernardo
Messaggi: 884
Iscritto il: sabato 19 febbraio 2011, 2:15
Località: La faccia da pazzo psicotico di Peter Sagan (Brindisi)

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da piccolo san bernardo » mercoledì 15 agosto 2012, 1:55

tetzuo ha scritto:ne deve girare di parecchio buona dalla tue parti psb
Può darsi... :hippy: :hippy:


SUCCESSI AL FANTACICLISMO
2009:Giro di Romagna,una tappa alla Vuelta,vincitore classifica sprinter e 3o alla FantaVuelta
2010:Giro del friuli, 5o in classifica generale finale
2012:Campione italiano e mondiale a cronometro
2013:Una tappa al Giro(Cherasco)

Principe

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da Principe » venerdì 17 agosto 2012, 12:27

alfiso ha scritto:E Cunego, anch'egli rinviato a giudizio?
Altra menzogna. Cunego non è stato rinviato a giudizio. Di queste cose dovrebbero occuparsi Carera e i suoi avvocati...



Avatar utente
lemond
Messaggi: 12079
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Firenze

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da lemond » sabato 18 agosto 2012, 13:35

lemond ha scritto:Non so se è possibile, ma molti di noi vorrebbero rivedere le immagini Rai, che probabilmente andarono in onda senza commento a causa di uno sciopero, del Giro dell'Emilia 2008, soprattutto lo scatto di Danilo sull'ultima parte della salita. Su "youtube" non si trovano e quindi non ci resta che sperare in un tuo intervento. Grazie.
Oltre a riproporre la domanda di cui sopra, vorrei conoscere da Silvio quale sia la norma da lui citata ieri, che non può permettere a Di Luca di essere convocato per la nazionale. Uno dei principii di ogni norma è il suo valere "erga omnes" e quindi se si parla di corse internazionali, c'è qualcosa che non torna, ovvero, usando un'espressione credo napoletana, *taroccata*, oppure, come diremmo qui in molti, *diroccata* :grr:


Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
i barbieri il lunedì
e il mitico Lopez, che lavora alla Coop,
... il martedì. :bll:

alfiso

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da alfiso » sabato 18 agosto 2012, 19:27

Principe ha scritto:
alfiso ha scritto:E Cunego, anch'egli rinviato a giudizio?
Altra menzogna. Cunego non è stato rinviato a giudizio. Di queste cose dovrebbero occuparsi Carera e i suoi avvocati...
Specifico anche qua il mio pensiero, già esplicitato in altro 3d, a scanso di errate interpretazioni anche del buon Silvio.
La mia descrizione sul rinvio era errata, ma solo conseguentemente a semplificazione giornalistica, di cui sono stato colpevolmente vittima nella superficiale stesura. Il mio pensiero di garanzia è totalmente opposto a quello ipotizzato e stigmatizzato (solo per Cunego, sigh!) dall' "avvocato" Principe Claudio Desticazzi.
viewtopic.php?f=2&t=2357&p=107522&hilit=gip#p107522
alfiso ha scritto:viewtopic.php?f=2&t=2357&p=107522&hilit=gip#p107522
Principe ha scritto:
alfiso ha scritto:Per Cunego, come per Ballan ed altri 30 è stato richiesto il rinvio a giudizio (sarà compito del Gup rinviarli o meno).
http://www.gazzetta.it/Ciclismo/28-03-2 ... 6257.shtml
L'udienza doveva essere il 13 luglio, ma mi pare sia stata posticipata.
A parte questo, non vorrei che sia questo un eventuale motivo per non portare Ballan, Cunego o altri al mondiale.



Silvio Martinello
Messaggi: 263
Iscritto il: mercoledì 27 luglio 2011, 17:59

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da Silvio Martinello » lunedì 20 agosto 2012, 11:48

AZgianni ha scritto:caro Silvio
un grande saluto da Londra ....... sono con Emanuele Dotto per le Olimpiadi. Gli sei venuto in mente ..... come la canzone dell' Equipe 84
salutoni AZgianni
Londra é passata ormai, ma grazie e ricambio.
Ciao.
s



Silvio Martinello
Messaggi: 263
Iscritto il: mercoledì 27 luglio 2011, 17:59

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da Silvio Martinello » lunedì 20 agosto 2012, 11:50

lemond ha scritto:Non so se è possibile, ma molti di noi vorrebbero rivedere le immagini Rai, che probabilmente andarono in onda senza commento a causa di uno sciopero, del Giro dell'Emilia 2008, soprattutto lo scatto di Danilo sull'ultima parte della salita. Su "youtube" non si trovano e quindi non ci resta che sperare in un tuo intervento. Grazie.
Se qualcuno in Rai ci legge...., (e ci sono), vediamo se ti accontentano.
Ciao.
s



Silvio Martinello
Messaggi: 263
Iscritto il: mercoledì 27 luglio 2011, 17:59

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da Silvio Martinello » lunedì 20 agosto 2012, 12:04

alfiso ha scritto:Durante la diretta del Donostia hai fatto riferimento ai problemi di Bettini nella selezione.
Fossi tu il presidente federale imporresti una regola (non scritta, che non si può scrivere perchè è stata già cancellata per diritto) del genere?
Il discorso degli ex D è (seppur non accettabile per me) palese, ma come stanno le cose per Pozzato? E' convocabile?
E Ballan rinviato a giudizio? E Cunego, anch'egli rinviato a giudizio?
Tu hai proposto, per tagliare la testa al toro, di convocare una squadra di giovani, ma non sarebbe più augurabile che venga tagliata questa imposizione (leggermente prepotente ed arrogante) e, da qua al prossimo inverno elettivo, la testa dell'organismo che ha concepito un simile obbrobrio?
Cosa ne pensi della categoria degli "EX DOPATI" di bragagnana memoria? Come si può convivere con questa subdola "apartheid sportiva" e soprattutto mediatica?

Parere mio modesto: Allo stato è un diktat illegittimo ed imposto con arroganza. TOTALMENTE INACCETTABILE in un Paese di diritto.
Abbiamo affrontato con Francesco Pancani la questione, esprimendo la nostra opinione. La mia la ribadisco, la ritengo una regola assurda. Non sono un esperto di diritto, mi astengo dal dare una valutazione specifica, ma la valuto dal punto dal mio personalissimo punto di vista. Atleti che hanno pagato con la squalifica i loro errori, dovrebbero avere la possibilità di tornare a fare il loro lavoro serenamente, compreso il poter lottare per riconquistare la maglia azzurra. La proposta di puntare sui giovani, faceva riferimento ai problemi di Bettini, che dovendo necessariamente applicare la "regola" imposta, a mio avviso, dovrebbe puntare sui giovani, ma anche questa é la mia personalissima opinione, nient'altro. Ricordo di aver aggiunto che non invidio Bettini per i problemi che si trova ad affrontare.
L'uscita di Franco Bragagna è stata infelice e priva di buon senso, e non dimenticherò di esprimergli la mia opinione al primo incontro, e concordo con te sulla difficoltà di convivere con questa "subdola apartheid sportiva", ma fino a quando non arriverà una dirigenza di spessore diverso, credo ci sia poca speranza.
Ciao.
S



Silvio Martinello
Messaggi: 263
Iscritto il: mercoledì 27 luglio 2011, 17:59

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da Silvio Martinello » lunedì 20 agosto 2012, 12:05

danilodiluca87 ha scritto:Caro Silvio, ma perchè continuate a dire che gli ex-dopatii "non possono essere convocati"......??????
Purtroppo è così, non l'ho inventata io.
ciao
s



Silvio Martinello
Messaggi: 263
Iscritto il: mercoledì 27 luglio 2011, 17:59

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da Silvio Martinello » lunedì 20 agosto 2012, 12:08

CicloSprint ha scritto:Silvio,
Gli organizzatori per il Giro 2013 vorrebbero fare una prima settimana al Sud, ma ci sono delle difficoltà economiche per realizzarla, la Rcs chiede 150.000 euro per ospitare una tappa, e a rispondere all' appello sono solo i comuni del nord-est, mentre il Sud langue, e in un periodo di crisi, solo la RCS vuole di più, il Sud (soprattutto la Calabria) non c'è la fa a portare a casa una tappa, e così il week-end successivo il Giro sarà subito in toscana, e quindi anche quest'anno il percorso del Giro deciso solo dai soldi, perchè tutto questo ?


E inoltre vedremo il Giro 2013 sulla Rai ?
Le richieste RCS non le conosco, ma so con "quasi certezza", che in Calabria si arriva! Il Giro 2013 non so se si vedrà in Rai, la trattativa é a buon punto, ma sono cambiati sia i vertici Rai che RCS, quindi manca la firma, che credo arriverà, ma formalmente ancora non c'è.
Ciao.
s



Silvio Martinello
Messaggi: 263
Iscritto il: mercoledì 27 luglio 2011, 17:59

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da Silvio Martinello » lunedì 20 agosto 2012, 12:11

piccolo san bernardo ha scritto:Silvio
questa è la prima volta che ti pongo una domanda, e se non l'ho mai fatto prima è perché la domanda ivi seguente è un po' particolare :P
Dalle mie parti ultimamente il tempo non è propizio per andare a farsi un tuffo a mare (che ho a due passi, e lo dico letteralmente :D ), quindi sono rimasto a casa ed ho potuto gustarmi tutta la diretta su Raisport2 della Clasica di San Sebastian. Ho notato che, specie all'inizio della telecronaca, ho sentito frasi del tipo " Bradley Wiggins il vincitore del Tour", oppure " Vinokourov, oro a Londra" e via discorrendo. Per chi segue abitualmente il ciclismo nel corso della stagione queste frasi sono a dir poco pleonastiche, ma poi ho pensato che queste frasi potevano rivolgersi ad un pubblico che, magari rimasto a casa per ragioni analoghe alle mie e accendendo su RaiSport2 non avendo alcuna intenzione di sorbirsi le repliche di Capri su RaiUno o i filmacci di Canale5 :diavoletto: , non è avvezzo a seguire spesso il nostro mondo e così viene velocemente edotto sulle ultime novità, ossia un po' quello che succede quando viene trasmesso qualche sport non nazionalpopolare- e le Olimpiadi sono un esempio lampante di ciò- e il cronista, all'inizio della diretta, cerca di sintetizzare le regole dello sport e chi sono i protagonisti in quattro e quattr'otto. Oppure quelle frasi sono state casuali, e non avevano "secondi fini" ?
Diciamo che sono frasi che aiutano a "riempire" gli spazi!
Spero il tempo sia migliorato e che tu possa andare a fare qualche tuffo.
Ciao.
s



Silvio Martinello
Messaggi: 263
Iscritto il: mercoledì 27 luglio 2011, 17:59

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da Silvio Martinello » lunedì 20 agosto 2012, 12:15

lemond ha scritto:
lemond ha scritto:Non so se è possibile, ma molti di noi vorrebbero rivedere le immagini Rai, che probabilmente andarono in onda senza commento a causa di uno sciopero, del Giro dell'Emilia 2008, soprattutto lo scatto di Danilo sull'ultima parte della salita. Su "youtube" non si trovano e quindi non ci resta che sperare in un tuo intervento. Grazie.
Oltre a riproporre la domanda di cui sopra, vorrei conoscere da Silvio quale sia la norma da lui citata ieri, che non può permettere a Di Luca di essere convocato per la nazionale. Uno dei principii di ogni norma è il suo valere "erga omnes" e quindi se si parla di corse internazionali, c'è qualcosa che non torna, ovvero, usando un'espressione credo napoletana, *taroccata*, oppure, come diremmo qui in molti, *diroccata* :grr:
Ho usato probabilmnete un termine non corretto, ma la regola è della FCI, che non consente di convocare in azzurro, corridori che abbiano subito squalifiche per dopèing superiori a 6 o forse 3 mesi, ora non ricordo bene. La mia opinione in merito l'ho già espressa, la ritengo una regola assurda.
Ciao.
s



alfiso

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da alfiso » lunedì 20 agosto 2012, 12:22

Silvio Martinello ha scritto:Ho usato probabilmnete un termine non corretto, ma la regola è della FCI, che non consente di convocare in azzurro, corridori che abbiano subito squalifiche per dopèing superiori a 6 o forse 3 mesi, ora non ricordo bene. La mia opinione in merito l'ho già espressa, la ritengo una regola assurda.
Ciao.
s
Solo una precisazione Silvio. La delibera presidenziale che tu citi è stata annullata dalla Corte Federale recependo a cascata il disposto del Tas sulla regola Osaka.
Il problema è che il nostro presidente ha affermato che comunque le selezioni delle nazionali restano di competenza dei tecnici della Fci e ad essa (alla sua etica :o) gli stessi devono rispondere. Insomma non c'è alcuna regola scritta, ma un diktat a Bettini.
Come uscirne? Come ne dovrebbe uscire Bettini?



Silvio Martinello
Messaggi: 263
Iscritto il: mercoledì 27 luglio 2011, 17:59

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da Silvio Martinello » lunedì 20 agosto 2012, 12:31

alfiso ha scritto:
Silvio Martinello ha scritto:Ho usato probabilmnete un termine non corretto, ma la regola è della FCI, che non consente di convocare in azzurro, corridori che abbiano subito squalifiche per dopèing superiori a 6 o forse 3 mesi, ora non ricordo bene. La mia opinione in merito l'ho già espressa, la ritengo una regola assurda.
Ciao.
s
Solo una precisazione Silvio. La delibera presidenziale che tu citi è stata annullata dalla Corte Federale recependo a cascata il disposto del Tas sulla regola Osaka.
Il problema è che il nostro presidente ha affermato che comunque le selezioni delle nazionali restano di competenza dei tecnici della Fci e ad essa (alla sua etica :o) gli stessi devono rispondere. Insomma non c'è alcuna regola scritta, ma un diktat a Bettini.
Come uscirne? Come ne dovrebbe uscire Bettini?
Se ne esce nel momento in cui cambia la dirigenza. E' chiaro che questa ha preso una linea che non abbandonerà, quella nuova, se arriverà, speriamo la modifichi o la annulla definitivamente. Sinceramente non vedo altre vie d'uscita.



alfiso

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da alfiso » lunedì 20 agosto 2012, 12:42

Silvio Martinello ha scritto:Se ne esce nel momento in cui cambia la dirigenza. E' chiaro che questa ha preso una linea che non abbandonerà, quella nuova, se arriverà, speriamo la modifichi o la annulla definitivamente. Sinceramente non vedo altre vie d'uscita.
Capisco il pragmatismo ed analizzando negli stessi termini non ci sono alternative in effetti.
Però resta il fatto che sarà Paolo Bettini ad "eseguire" la regola, non Di Rocco. Questo suo atto sancirà una rottura e sarà lacerante per il movimento ciclistico. Un ex corridore che infierisce sui colleghi (e per conto terzi). Brutto da vedersi. Non credo che un Alfredo Martini 50-60enne si sarebbe piegato ad una simile imposizione.
Questa faccenda avrà brutte conseguenze, non solo pratiche, ma per il tipo di messaggio che viene fatto passare, ovvero:
i ciclisti sono solo delle comparse di un copione altrui. Quadro tristissimo.



Avatar utente
Maìno della Spinetta
Messaggi: 6201
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 15:53

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da Maìno della Spinetta » lunedì 20 agosto 2012, 12:51

alfiso ha scritto:
Silvio Martinello ha scritto:Ho usato probabilmnete un termine non corretto, ma la regola è della FCI, che non consente di convocare in azzurro, corridori che abbiano subito squalifiche per dopèing superiori a 6 o forse 3 mesi, ora non ricordo bene. La mia opinione in merito l'ho già espressa, la ritengo una regola assurda.
Ciao.
s
Solo una precisazione Silvio. La delibera presidenziale che tu citi è stata annullata dalla Corte Federale recependo a cascata il disposto del Tas sulla regola Osaka.
Il problema è che il nostro presidente ha affermato che comunque le selezioni delle nazionali restano di competenza dei tecnici della Fci e ad essa (alla sua etica :o) gli stessi devono rispondere. Insomma non c'è alcuna regola scritta, ma un diktat a Bettini.
Come uscirne? Come ne dovrebbe uscire Bettini?
No, la regola c'è,
il Diroccato fascistissimamente sui rostri federali minacciò pugna e proclamò: "Me ne frego!"

Con ordine:
-Regola 45 del CIO, cd. Osaka Rule, gli ex-DOP (ah, il metanolo.... sempre ad aflliggere i DOP e gli IGT italiani) non possono sporcare le meglie nazionali alle olimpiadi ecc. ecc.
-Il TAS annulla la norma (sentenza del 4 ottobre 2011 TAS-CAS 2011/O/2422 USOCv.IOC) e il CIO si adegua.

- Dicembre 2011, La Cucinotta, esclusa dai campionati italiani, ricorre
- 2 maggio 2012 La Corte federale della Federazione ciclistica italiana le dà ragione annulla le delibere del presidente e del consiglio federale (delibere n. 30/2011 del Presidente Federale e la delibera n. 150/2011 del Consiglio Federale).

- Il 7 maggio, però, Renato Di Rocco, con una Fascistissimo Decreto, Delibera Presidenziale d’urgenza, ha ripristinato tale divieto tuonando: "Me ne frego delle plutocrazie montiane, bruxellesche, losannesi!".

Non so come siano i rapporti tra presidenza e corte,
non credo ci sia una corte costituzionale che regoli tali rapporti. Magari chiedo a Ingroia, gli mando un fax in Guatemala, così i colleghi che lo intercettano non devono nemmeno sbobinare quello che gli dico.

(Fonti, una nota dello studio blue star group che ha difeso, vincendo, la cucinotta, più qualche ricerca neel web a integrare)


“Our interest’s on the dangerous edge of things.
The honest thief, the tender murderer, the superstitious atheist”.

Silvio Martinello
Messaggi: 263
Iscritto il: mercoledì 27 luglio 2011, 17:59

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da Silvio Martinello » lunedì 20 agosto 2012, 13:01

alfiso ha scritto:
Silvio Martinello ha scritto:Se ne esce nel momento in cui cambia la dirigenza. E' chiaro che questa ha preso una linea che non abbandonerà, quella nuova, se arriverà, speriamo la modifichi o la annulla definitivamente. Sinceramente non vedo altre vie d'uscita.
Capisco il pragmatismo ed analizzando negli stessi termini non ci sono alternative in effetti.
Però resta il fatto che sarà Paolo Bettini ad "eseguire" la regola, non Di Rocco. Questo suo atto sancirà una rottura e sarà lacerante per il movimento ciclistico. Un ex corridore che infierisce sui colleghi (e per conto terzi). Brutto da vedersi. Non credo che un Alfredo Martini 50-60enne si sarebbe piegato ad una simile imposizione.
Questa faccenda avrà brutte conseguenze, non solo pratiche, ma per il tipo di messaggio che viene fatto passare, ovvero:
i ciclisti sono solo delle comparse di un copione altrui. Quadro tristissimo.
Concordo su tutta la linea. Credo che se Paolo Bettini non condividesse la regola avrebbe già preso posizione, se non l'ha fatto, almeno ufficialmente, significa che la terrà, necessariamente, in considerazione. Personalmente non sarei rimasto un minuto in più, se fossi stato al suo posto, ed a testimonianza di quanto dico invito a rivedere la mia esperienza in FCI, quando ho capito l'aria che tirava me ne sono andato, dimesso, lasciando li quanto rimaneva del mio contratto. Non è una scelta facile, e capisco Bettini, il quale ha tutta la mia comprensione, certo che non si trova nelle condizioni ideali per lavorare con la serenità che occorrerebbe.



Avatar utente
galliano
Messaggi: 13648
Iscritto il: giovedì 14 aprile 2011, 12:53
Località: TN

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da galliano » lunedì 20 agosto 2012, 13:19

Silvio Martinello ha scritto:
alfiso ha scritto:Capisco il pragmatismo ed analizzando negli stessi termini non ci sono alternative in effetti.
Però resta il fatto che sarà Paolo Bettini ad "eseguire" la regola, non Di Rocco. Questo suo atto sancirà una rottura e sarà lacerante per il movimento ciclistico. Un ex corridore che infierisce sui colleghi (e per conto terzi). Brutto da vedersi. Non credo che un Alfredo Martini 50-60enne si sarebbe piegato ad una simile imposizione.
Questa faccenda avrà brutte conseguenze, non solo pratiche, ma per il tipo di messaggio che viene fatto passare, ovvero:
i ciclisti sono solo delle comparse di un copione altrui. Quadro tristissimo.
Concordo su tutta la linea. Credo che se Paolo Bettini non condividesse la regola avrebbe già preso posizione, se non l'ha fatto, almeno ufficialmente, significa che la terrà, necessariamente, in considerazione. Personalmente non sarei rimasto un minuto in più, se fossi stato al suo posto, ed a testimonianza di quanto dico invito a rivedere la mia esperienza in FCI, quando ho capito l'aria che tirava me ne sono andato, dimesso, lasciando li quanto rimaneva del mio contratto. Non è una scelta facile, e capisco Bettini, il quale ha tutta la mia comprensione, certo che non si trova nelle condizioni ideali per lavorare con la serenità che occorrerebbe.
Io e altri invece non comprendiamo affatto Bettini. Se condivide il dictat è un ipocrita, se lo subisce senza opposizioni, evidentemente è un'opportunista.
Non è un poveraccio che deve mandar giù bocconi amari per portare a casa la pagnotta.
Capisco che sfidare in dirocco comporti il rischio di portare alla luce eventuali scheletri nell'armadio, ma delle dignitose dimissioni sarebbero una via di uscita almeno definibile decorosa.



Silvio Martinello
Messaggi: 263
Iscritto il: mercoledì 27 luglio 2011, 17:59

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da Silvio Martinello » lunedì 20 agosto 2012, 14:35

galliano ha scritto:
Silvio Martinello ha scritto:
alfiso ha scritto:Capisco il pragmatismo ed analizzando negli stessi termini non ci sono alternative in effetti.
Però resta il fatto che sarà Paolo Bettini ad "eseguire" la regola, non Di Rocco. Questo suo atto sancirà una rottura e sarà lacerante per il movimento ciclistico. Un ex corridore che infierisce sui colleghi (e per conto terzi). Brutto da vedersi. Non credo che un Alfredo Martini 50-60enne si sarebbe piegato ad una simile imposizione.
Questa faccenda avrà brutte conseguenze, non solo pratiche, ma per il tipo di messaggio che viene fatto passare, ovvero:
i ciclisti sono solo delle comparse di un copione altrui. Quadro tristissimo.
Concordo su tutta la linea. Credo che se Paolo Bettini non condividesse la regola avrebbe già preso posizione, se non l'ha fatto, almeno ufficialmente, significa che la terrà, necessariamente, in considerazione. Personalmente non sarei rimasto un minuto in più, se fossi stato al suo posto, ed a testimonianza di quanto dico invito a rivedere la mia esperienza in FCI, quando ho capito l'aria che tirava me ne sono andato, dimesso, lasciando li quanto rimaneva del mio contratto. Non è una scelta facile, e capisco Bettini, il quale ha tutta la mia comprensione, certo che non si trova nelle condizioni ideali per lavorare con la serenità che occorrerebbe.
Io e altri invece non comprendiamo affatto Bettini. Se condivide il dictat è un ipocrita, se lo subisce senza opposizioni, evidentemente è un'opportunista.
Non è un poveraccio che deve mandar giù bocconi amari per portare a casa la pagnotta.
Capisco che sfidare in dirocco comporti il rischio di portare alla luce eventuali scheletri nell'armadio, ma delle dignitose dimissioni sarebbero una via di uscita almeno definibile decorosa.
Ragazzi, facciamo così, cerchiamo di dare il corretto significato alle parole. Quando dico che capisco Bettini, mi riferisco alle difficoltà con cui deve lavorare, ciò non significa che lo condivida. Personalmente mi dimisi nel 2005, perchè non accettai alcuni passaggi, se lui non lo fa avrà le sue ragioni, che non sta a noi giudicare. Bettini è stato un grande atleta, gli è stata affidata la nazionale e sta portando avanti il suo progetto, sono certo che quando capirà che non ha la possibilità di farlo, farà serenamente le sue valutazioni. Io andrei cauto con frasi del tipo "scheletri nell'armadio", se ragioniamo con questa logica non aiutiamo a capire. I luoghi comuni lasciamoli stare, ce ne sono già troppi, anche in questo spazio, che ragionano con questa logica.
Ciao.
S.



Avatar utente
galliano
Messaggi: 13648
Iscritto il: giovedì 14 aprile 2011, 12:53
Località: TN

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da galliano » lunedì 20 agosto 2012, 15:01

Silvio Martinello ha scritto:
Galliano ha scritto:
Silvio Martinello ha scritto:Concordo su tutta la linea. Credo che se Paolo Bettini non condividesse la regola avrebbe già preso posizione, se non l'ha fatto, almeno ufficialmente, significa che la terrà, necessariamente, in considerazione. Personalmente non sarei rimasto un minuto in più, se fossi stato al suo posto, ed a testimonianza di quanto dico invito a rivedere la mia esperienza in FCI, quando ho capito l'aria che tirava me ne sono andato, dimesso, lasciando li quanto rimaneva del mio contratto. Non è una scelta facile, e capisco Bettini, il quale ha tutta la mia comprensione, certo che non si trova nelle condizioni ideali per lavorare con la serenità che occorrerebbe.
Io e altri invece non comprendiamo affatto Bettini. Se condivide il dictat è un ipocrita, se lo subisce senza opposizioni, evidentemente è un'opportunista.
Non è un poveraccio che deve mandar giù bocconi amari per portare a casa la pagnotta.
Capisco che sfidare in dirocco comporti il rischio di portare alla luce eventuali scheletri nell'armadio, ma delle dignitose dimissioni sarebbero una via di uscita almeno definibile decorosa.
Ragazzi, facciamo così, cerchiamo di dare il corretto significato alle parole. Quando dico che capisco Bettini, mi riferisco alle difficoltà con cui deve lavorare, ciò non significa che lo condivida. Personalmente mi dimisi nel 2005, perchè non accettai alcuni passaggi, se lui non lo fa avrà le sue ragioni, che non sta a noi giudicare. Bettini è stato un grande atleta, gli è stata affidata la nazionale e sta portando avanti il suo progetto, sono certo che quando capirà che non ha la possibilità di farlo, farà serenamente le sue valutazioni. Io andrei cauto con frasi del tipo "scheletri nell'armadio", se ragioniamo con questa logica non aiutiamo a capire. I luoghi comuni lasciamoli stare, ce ne sono già troppi, anche in questo spazio, che ragionano con questa logica.
Ciao.
S.
Ma sì, non voglio certo spaccare il capello sui termini usati, altrimenti ci vuole l'avvocato a fianco per scrivere un semplice post. Ho evidenziato la frase in rosso NON con l'intento di mettere in evidenza chissà quale contraddizione di Martinello, ma solo per sottolineare che io, in ogni caso, faccio molta fatica a capire e a comprendere bettini. Anzi con tutta la buona volontà proprio non lo capisco.
Gli scheletri nell'armadio sono citati come potenziale rischio non come certezza. Mica posso entrare negli armadi di Bettini. Era una ipotesi del perchè bettini sia così succube dei dictat del baffo, se non si vuole pensare al semplice opportunismo.

ps: ma qual è il progetto di Bettini per la nazionale? Io mica l'ho capito.
però capisco che dovrei chiederlo a lui, non a te

Saluti



alfiso

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da alfiso » lunedì 20 agosto 2012, 15:06

Ok Silvio, il rigore logico ed il rispetto delle persone-ciclisti (anche con gli scheletri, se sono tali), come sai, in questo forum è uno dei valori.
Uno dei motivi per cui partecipo è perché qua i luoghi comuni si contribuisce a sfatarli. Però non si possono negare le pressioni poco convenzionali che spesso alcuni dirigenti arroganti fanno.
Il problema vero è che i tanti piccoli scheletrini degli atleti servono a coprire gli scheletroni dei dinosauri.
Pertanto riguardo agli scheletri dei primi condivido in toto, per i secondi non possiamo avere indulgenza. Il campione ciclista Paolo Bettini qua viene usato, letteralmente usato.

Non possiamo dimenticarci che siamo nel Paese dove:
- molti dirigenti federali sono stati dirigenti dopatori ed ora sono dirigenti etici (che squalificano, additano, ecc)
- i dirigenti Coni sfilano alle Olimpiadi davanti agli atleti
- un povero ragazzo che ha sbagliato e mostra in pubblico il proprio scheletro viene criminalizzato peggio di un mafioso
- la ragazza del ragazzo sopra fa una conferenza stampa in cui sputtana il proprio fidanzato per salvare la propria immagine sportiva, certamente spinta a ciò dall'ipocrisia dei suoi dirigenti federali lindi e puliti.

Per salvaguardare questa pletora di ipocriti distruggiamo persone, miniamo rapporti personali o costringiamo ragazzi a giravolte inaccettabili di ipocrisia.
Silvio, non tutti gli atleti possono avere la tua consapevolezza, pragmatismo e forza mentale. Ci sono anche persone più deboli su cui si concentrano carichi mediatici enormi e che non sanno reggere l'ipocrisia di questo loro sport (dei dinosauri).
Io ci ho sofferto a vedere Schwazer, mi ha fatto male, come mi ha fatto male Bragagna con i suoi strali tormentone.
La maggior parte degli appassionati di sport sono stufi di queste situazioni. Fare sport deve essere un divertimento, non un potenziale martirio per esigenze politico-sportive. E' normale che chi ama lo sport faccia pressione su di te e, permettimi, ANCOR DI PIU' su Paolo Bettini.
Il suo datore di lavoro è la Fci delle migliaia di società ciclistiche, rappresentata molto provvisoriamente da Renato Di Rocco.
Renato Di Rocco non è comunque la Fci.



Silvio Martinello
Messaggi: 263
Iscritto il: mercoledì 27 luglio 2011, 17:59

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da Silvio Martinello » lunedì 20 agosto 2012, 19:04

Ragazzi, facciamo così, cerchiamo di dare il corretto significato alle parole. Quando dico che capisco Bettini, mi riferisco alle difficoltà con cui deve lavorare, ciò non significa che lo condivida. Personalmente mi dimisi nel 2005, perchè non accettai alcuni passaggi, se lui non lo fa avrà le sue ragioni, che non sta a noi giudicare. Bettini è stato un grande atleta, gli è stata affidata la nazionale e sta portando avanti il suo progetto, sono certo che quando capirà che non ha la possibilità di farlo, farà serenamente le sue valutazioni. Io andrei cauto con frasi del tipo "scheletri nell'armadio", se ragioniamo con questa logica non aiutiamo a capire. I luoghi comuni lasciamoli stare, ce ne sono già troppi, anche in questo spazio, che ragionano con questa logica.
Ciao.
S.[/quote]
Ma sì, non voglio certo spaccare il capello sui termini usati, altrimenti ci vuole l'avvocato a fianco per scrivere un semplice post. Ho evidenziato la frase in rosso NON con l'intento di mettere in evidenza chissà quale contraddizione di Martinello, ma solo per sottolineare che io, in ogni caso, faccio molta fatica a capire e a comprendere bettini. Anzi con tutta la buona volontà proprio non lo capisco.
Gli scheletri nell'armadio sono citati come potenziale rischio non come certezza. Mica posso entrare negli armadi di Bettini. Era una ipotesi del perchè bettini sia così succube dei dictat del baffo, se non si vuole pensare al semplice opportunismo.

ps: ma qual è il progetto di Bettini per la nazionale? Io mica l'ho capito.
però capisco che dovrei chiederlo a lui, non a te

Saluti[/quote]

Lungi da me voler spaccare il capello sui termini usati, vorrei solo riuscire ad essere compreso bene, con pacatezza e serenità, esercizio che non a tutti riesce ( e non mi riferisco certamente a te). Bettini fatica a farsi capire, semplicemente perchè sta lavorando in un mare di guai, senza certezze, senza poter contare su gran parte dei corridori più importanti, perchè coinvolti in casi di doping, perchè paga inevitabilmente anche l'inesperienza, perchè finora non è stato fortunatissimo nelle sue scelte, comunque con poche alternative in ogni caso, e perchè la federazione per cui lavora non lo aiuta certamente. Pensa solo per un attimo all'intelligente uscita di Di Rocco, quando ha anticipato che nel prossimo quadriennio il responsabile unico delle squadre nazionali sarà Salvoldi. Come potrà essersi sentito Bettini? e Villa? E tutti gli altri? In pratica l'hanno già messo in un angolo, ma da uomo orgoglioso com'è, vuole giustamente giocarsela fino in fondo. Quando io dico che punterei tutto sui giovani se fossi al suo posto, lo dico perchè così voglio vedere chi avrebbe il coraggio di attaccarmi! Non mi permettete di convocare Di Luca, Rebellin, Pellizotti, Scarponi, Basso, Petacchi, Pozzato, ecc ecc.? Bene vado al mondiale con gli under 23 che corrono in squadre prof e andiamo in gita, tutto quello che verrà andrà bene. Il primo giornalista o commentatore che mi critica lo attacco al muro. Invece da uomo vincente qual'è stato e vorrebbe essere, prova a mettere in piedi una nazionale con quello che ha a disposizione, con elementi di esperienza e con ciò che rimane dei cavallini "vincenti" a disposizione, Cunego, Nibali, ecc.ecc.
Mi potrai dire, ma perchè non manda tutti a quel paese? Questo non lo so, forse lo farà presto, forse non lo farà mai, solo il tempo ci darà le risposte. Io al suo posto lo avrei già fatto, anzi l'ho fatto, nel preciso istante in cui ho capito che avevo gettato via tempo e passione per soggetti/dirigenti che non meritano nulla, e credimi la cosa che fa più male e lascia strascichi indelebili è proprio questa.
Saluti
S.



Silvio Martinello
Messaggi: 263
Iscritto il: mercoledì 27 luglio 2011, 17:59

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da Silvio Martinello » lunedì 20 agosto 2012, 19:23

alfiso ha scritto:Ok Silvio, il rigore logico ed il rispetto delle persone-ciclisti (anche con gli scheletri, se sono tali), come sai, in questo forum è uno dei valori.
Uno dei motivi per cui partecipo è perché qua i luoghi comuni si contribuisce a sfatarli. Però non si possono negare le pressioni poco convenzionali che spesso alcuni dirigenti arroganti fanno.
Il problema vero è che i tanti piccoli scheletrini degli atleti servono a coprire gli scheletroni dei dinosauri.
Pertanto riguardo agli scheletri dei primi condivido in toto, per i secondi non possiamo avere indulgenza. Il campione ciclista Paolo Bettini qua viene usato, letteralmente usato.

Non possiamo dimenticarci che siamo nel Paese dove:
- molti dirigenti federali sono stati dirigenti dopatori ed ora sono dirigenti etici (che squalificano, additano, ecc)
- i dirigenti Coni sfilano alle Olimpiadi davanti agli atleti
- un povero ragazzo che ha sbagliato e mostra in pubblico il proprio scheletro viene criminalizzato peggio di un mafioso
- la ragazza del ragazzo sopra fa una conferenza stampa in cui sputtana il proprio fidanzato per salvare la propria immagine sportiva, certamente spinta a ciò dall'ipocrisia dei suoi dirigenti federali lindi e puliti.

Per salvaguardare questa pletora di ipocriti distruggiamo persone, miniamo rapporti personali o costringiamo ragazzi a giravolte inaccettabili di ipocrisia.
Silvio, non tutti gli atleti possono avere la tua consapevolezza, pragmatismo e forza mentale. Ci sono anche persone più deboli su cui si concentrano carichi mediatici enormi e che non sanno reggere l'ipocrisia di questo loro sport (dei dinosauri).
Io ci ho sofferto a vedere Schwazer, mi ha fatto male, come mi ha fatto male Bragagna con i suoi strali tormentone.
La maggior parte degli appassionati di sport sono stufi di queste situazioni. Fare sport deve essere un divertimento, non un potenziale martirio per esigenze politico-sportive. E' normale che chi ama lo sport faccia pressione su di te e, permettimi, ANCOR DI PIU' su Paolo Bettini.
Il suo datore di lavoro è la Fci delle migliaia di società ciclistiche, rappresentata molto provvisoriamente da Renato Di Rocco.
Renato Di Rocco non è comunque la Fci.
Mi riesce difficile trovare un punto su cui non essere d'accordo, non perdere comunque mai di vista il fatto che a guidare la federazione ci sono dirigenti eletti dalle società, le stesse che magari poi si lamentano, ma che al momento di esprimere il loro diritto di voto consegnano la delega al primo che passa e se infischiano. La vera rivoluzione parte da li, dall'impegnarsi in prima persona nella scelta dei delegati su cui in seguito vengono esercitate pressioni di ogni genere e che spesso si vendono per 2 lire. Da li a cascata, c'è tutto il resto, incapacità, inadeguatezza, scarsa preparazione, ecc ecc. La stanchezza degli appassionati la capisco, e la percepisco, ancora oggi ricevo decine di telefonate di gente scontenta e demotivata, a tutti i livelli, ma evidentemente questi sono i soggetti che il movimento riesce ad esprimere, ed a questi va molto bene così. Vuoi mettere la soddisfazione di sfilare in testa agli atleti all'inaugurazione dei Giochi? E chi te la toglie più quella soddisfazione? Da terzo mondo aggiungo io!
La Procura del Coni deferisce Pozzato perchè fa parte di una lista con altre decine di atleti di altri sport che frequentano Ferrari? Noi Pozzato lo fermiamo, subito ci mancherebbe! Per Schwazer parole di conforto da Arese: "lo aspettiamo a Rio", se fosse stato un ciclista sarebbe già stato crocifisso, e ad avere l'onore di conficcare la lancia nel costato del malcapitato sarebbe toccato al nostro presidente probabilmente, vuoi mettere la soddisfazione? Tu dici Di Rocco non è la FCI, io ti dico invece che Di Rocco è la FCI, democraticamente eletto, e su cui, questo lo aggiungo io perchè me ne feci carico direttamente, erano fondate grandi speranze, ma che evidentemente ha ritenuto più opportuno gestire i suoi mandati in questo modo.
Ciao.
S.



davide182
Messaggi: 557
Iscritto il: venerdì 20 maggio 2011, 22:27

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da davide182 » lunedì 20 agosto 2012, 22:05

cambiamo un pò argomento che non fa male.
Ciao Silvio, sai per caso se il prossimo Giro d'Italia avrà un "tappone dolomitico"? dalle indiscrezioni che circolano si parla dell'arrivo sugli altipiani del Montasio (salita dura ma difficile posizionarne altre in rapida successione) e sul Vajont (salita breve, non dura e per forza di cose vista la geografia, "lasciata un pò a sè" con altre possibili salite piuttosto distanti). Si parla anche di Val Senales ma anche qui, nonostante la salita sia nettamente più dura delle sopra citate,difficile piazzare salite vicine. Viste così sono tappe molto soft, è vero che negli ultimi anni abbiamo visto molto spesso lo scattino dei -4 e molto raramente lo scatto su salite lontane, ma penso che ancora un "tappone" ci debba essere nei Grandi Giri sia per quanto concerne il ritorno mediatico sia per l'aspetto tecnico, in quanto poi superare salite a passo di gregge ma pagare minuti nell'ultima salita.
Grazie per l'attenzione e buone vacanze!



Avatar utente
lemond
Messaggi: 12079
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Firenze

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da lemond » mercoledì 22 agosto 2012, 8:51

Silvio Martinello ha scritto: Quando io dico che punterei tutto sui giovani se fossi al suo posto, lo dico perchè così voglio vedere chi avrebbe il coraggio di attaccarmi! Non mi permettete di convocare Di Luca, Rebellin, Pellizotti, Scarponi, Basso, Petacchi, Pozzato, ecc ecc.? Bene vado al mondiale con gli under 23 che corrono in squadre prof e andiamo in gita, tutto quello che verrà andrà bene. Il primo giornalista o commentatore che mi critica lo attacco al muro. Invece da uomo vincente qual'è stato e vorrebbe essere, prova a mettere in piedi una nazionale con quello che ha a disposizione, con elementi di esperienza e con ciò che rimane dei cavallini "vincenti" a disposizione, Cunego, Nibali, ecc.ecc.
Mi potrai dire, ma perchè non manda tutti a quel paese? Questo non lo so, forse lo farà presto, forse non lo farà mai, solo il tempo ci darà le risposte. Io al suo posto lo avrei già fatto, anzi l'ho fatto, nel preciso istante in cui ho capito che avevo gettato via tempo e passione per soggetti/dirigenti che non meritano nulla, e credimi la cosa che fa più male e lascia strascichi indelebili è proprio questa.
Non sono del tutto d'accordo, perché io manderei tutti a quel paese, ma il tuo, in subordine, è un ragionamento da persona logica e seria. Solo un piccolo appunto: se Cunego è un cavallino vincente ("hic et nunc", perché il futuro non lo conosco), allora io ponso pensare di diventare a breve Presidente della Repubblica. :D


Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
i barbieri il lunedì
e il mitico Lopez, che lavora alla Coop,
... il martedì. :bll:

Silvio Martinello
Messaggi: 263
Iscritto il: mercoledì 27 luglio 2011, 17:59

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da Silvio Martinello » mercoledì 22 agosto 2012, 15:07

davide182 ha scritto:cambiamo un pò argomento che non fa male.
Ciao Silvio, sai per caso se il prossimo Giro d'Italia avrà un "tappone dolomitico"? dalle indiscrezioni che circolano si parla dell'arrivo sugli altipiani del Montasio (salita dura ma difficile posizionarne altre in rapida successione) e sul Vajont (salita breve, non dura e per forza di cose vista la geografia, "lasciata un pò a sè" con altre possibili salite piuttosto distanti). Si parla anche di Val Senales ma anche qui, nonostante la salita sia nettamente più dura delle sopra citate,difficile piazzare salite vicine. Viste così sono tappe molto soft, è vero che negli ultimi anni abbiamo visto molto spesso lo scattino dei -4 e molto raramente lo scatto su salite lontane, ma penso che ancora un "tappone" ci debba essere nei Grandi Giri sia per quanto concerne il ritorno mediatico sia per l'aspetto tecnico, in quanto poi superare salite a passo di gregge ma pagare minuti nell'ultima salita.
Grazie per l'attenzione e buone vacanze!
Ciao, non ho notizie dettagliate, le sedi che citi mi risultano tutte, non conosco però i percorsi, e concordo con te sull'opportunità dell'inserimento del "tappone" di montagna.
Grazie a te e ricambio l'augurio.
S



Silvio Martinello
Messaggi: 263
Iscritto il: mercoledì 27 luglio 2011, 17:59

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da Silvio Martinello » mercoledì 22 agosto 2012, 15:13

lemond ha scritto:
Silvio Martinello ha scritto: Quando io dico che punterei tutto sui giovani se fossi al suo posto, lo dico perchè così voglio vedere chi avrebbe il coraggio di attaccarmi! Non mi permettete di convocare Di Luca, Rebellin, Pellizotti, Scarponi, Basso, Petacchi, Pozzato, ecc ecc.? Bene vado al mondiale con gli under 23 che corrono in squadre prof e andiamo in gita, tutto quello che verrà andrà bene. Il primo giornalista o commentatore che mi critica lo attacco al muro. Invece da uomo vincente qual'è stato e vorrebbe essere, prova a mettere in piedi una nazionale con quello che ha a disposizione, con elementi di esperienza e con ciò che rimane dei cavallini "vincenti" a disposizione, Cunego, Nibali, ecc.ecc.
Mi potrai dire, ma perchè non manda tutti a quel paese? Questo non lo so, forse lo farà presto, forse non lo farà mai, solo il tempo ci darà le risposte. Io al suo posto lo avrei già fatto, anzi l'ho fatto, nel preciso istante in cui ho capito che avevo gettato via tempo e passione per soggetti/dirigenti che non meritano nulla, e credimi la cosa che fa più male e lascia strascichi indelebili è proprio questa.
Non sono del tutto d'accordo, perché io manderei tutti a quel paese, ma il tuo, in subordine, è un ragionamento da persona logica e seria. Solo un piccolo appunto: se Cunego è un cavallino vincente ("hic et nunc", perché il futuro non lo conosco), allora io ponso pensare di diventare a breve Presidente della Repubblica. :D
Beh, vincente l'ho scritto tra virgolette, stiamo comunque parlando di un corridore che qualche corsa di importante in carriera l'ha vinta, non recentemente, ma il suo palmares parla chiaro, e con il livello generale in cui si confronta, non esiste moltissima altra scelta mi pare, anche a causa delle norme federali in vigore.
Capisco comunque, rileggendo i tuoi ultimo post, che non sia il tuo genere di corridore preferito! E poi non arrenderti, chissà che un giorno non lo diventi davvero Presidente della Repubblica.
Ciao
S



Avatar utente
lemond
Messaggi: 12079
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Firenze

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da lemond » mercoledì 22 agosto 2012, 15:32

Silvio Martinello ha scritto:E poi non arrenderti, chissà che un giorno non lo diventi davvero Presidente della Repubblica.
Ciao S
:D


Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
i barbieri il lunedì
e il mitico Lopez, che lavora alla Coop,
... il martedì. :bll:

held
Messaggi: 1480
Iscritto il: lunedì 13 dicembre 2010, 18:07
Località: Sardegna

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da held » mercoledì 22 agosto 2012, 15:37

Ciao Silvio, vorrei un tuo parere sull'evoluzione del calendario ciclistico. L'UCI stà spingendo per una glibalizzazione del ciclismo che detta in parole povere non fa altro che mirare alla scoperta di nuovi mercati che possano incrementare i guadagni derivanti da questo sport, un pò come stà avvenendo nella F1 automobilistica, nuovi scenari a discapito di quelli storici, tradizionali ma pieni di facsino.
L'Europa stà perdendo il suo ruolo di centralità del mondo ciclistico e non perchè le sue corse siano diventate meno belle dall'oggi al domani ma perchè i suoi dirigenti vogliono così. Credo che questo sia oramai un percorso inarrestabile? E' giusto aprire a nuovi scenari perdendo questo ruolo primario quasi elitario (Europa) o comunque ritieni che la tradizione debba essere difesa?



alfiso

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da alfiso » mercoledì 22 agosto 2012, 16:26

Ho letto il tuo post recente. Guardando le cose con il tuo stesso pragmatismo non posso eccepire, la base è quella, anziana, un po' codarda, menefreghista o interessata. Vero.
Però la fase attuale è talmente disastrosa e disarmante che dubito che anche l'ultimo entusiasmo (per una vera riscossa) possa esser stato definitivamente "narcotizzato".
C'è tanta rabbia, tanta. Le società di base si sentono letteralmente tradite e prese per i fondelli. Non ne possono più.
Se ci fosse una valida alternativa, se ci fosse progettualità si spenderebbero. Non ci sono solo coloro che si fanno comprare con due lire e due telai.
La mia e la tua generazione (diciamo i nati negli anni 60) hanno il dovere di esprimere delle candidature.
Se si facessero avanti personalità come te o Gianni Bugno l'entusiasmo si ritroverebbe in un batter di ciglia. Non chiedo di candidarsi, ma almeno di farsi carico di creare un movimento di opinione per rinnovare i quadri. Per ottenere ciò è necessario che lo facciano persone in vista. Marco Grassi qualche mese fa aveva sollevato alcuni dubbi sulla gestione, ma nessuna figura eminente si è esposta. Nessuna!
Capisco le ragioni economiche e l'impegno necessario, ma di questo passo verrà meno anche la tua storia.
Italia 2030, papà al figlioletto: "Lui è Silvio Martinello, medaglia d'oro nell'individuale a punti alle Olimpiadi" - Figlioletto a papà: "Individuale a punti? E cos'è?".
Prima di rispondermi eventualmente, ti chiedo di commentare questa notizia:
viewtopic.php?f=2&p=109659#p109659
http://www.tuttobiciweb.it/index.php?pa ... &allcomm=1

Io non ho parole. Siamo oltre ogni peggiore previsione possibile fattibile da un re dei pessimisti.



Silvio Martinello
Messaggi: 263
Iscritto il: mercoledì 27 luglio 2011, 17:59

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da Silvio Martinello » mercoledì 22 agosto 2012, 17:21

held ha scritto:Ciao Silvio, vorrei un tuo parere sull'evoluzione del calendario ciclistico. L'UCI stà spingendo per una glibalizzazione del ciclismo che detta in parole povere non fa altro che mirare alla scoperta di nuovi mercati che possano incrementare i guadagni derivanti da questo sport, un pò come stà avvenendo nella F1 automobilistica, nuovi scenari a discapito di quelli storici, tradizionali ma pieni di facsino.
L'Europa stà perdendo il suo ruolo di centralità del mondo ciclistico e non perchè le sue corse siano diventate meno belle dall'oggi al domani ma perchè i suoi dirigenti vogliono così. Credo che questo sia oramai un percorso inarrestabile? E' giusto aprire a nuovi scenari perdendo questo ruolo primario quasi elitario (Europa) o comunque ritieni che la tradizione debba essere difesa?
L'obiettivo dell'UCI è chiarissimo, e personalmente non credo vada criminalizzato, globalizzare ed allargare l'interesse è giusto a mio avviso, molte nuove prove ciclistiche, anche in Paesi con scarsa cultura specifica, spesso riscuotono un grande interesse, al contrario di tante manifestazioni con decenni di storia. Il processo è senza dubbio inarrestabile, ma non vedo, per ora, il rischio che le grandi prove europee perdano il loro valore, anzi, da ciò che noto acquistano sempre maggiore peso. Discorso diverso meritano le gare italiane, molte sono in seria difficoltà, quelle di maggior peso, vedi le prove dell'RCS, probabilmente sono al di sotto del loro potenziale. Le cause sono svariate, posizione in calendario, difficoltà dei percorsi (altimetriche/trasferimanti/ecc.ecc). La ricetta io non ce l'ho, so soltanto che la tradizione va tutelata e salvaguardata, senza "accanimento terapeutico" però.
Ciao.
s



14juillet
Messaggi: 1211
Iscritto il: martedì 25 gennaio 2011, 20:44
Località: Napoli

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da 14juillet » mercoledì 22 agosto 2012, 17:29

alfiso ha scritto: Prima di rispondermi eventualmente, ti chiedo di commentare questa notizia:
viewtopic.php?f=2&p=109659#p109659
http://www.tuttobiciweb.it/index.php?pa ... &allcomm=1

Io non ho parole. Siamo oltre ogni peggiore previsione possibile fattibile da un re dei pessimisti.
:hammer:


Fantaciclismo:
2012: Bronzo Giochi Olimpici Londra 2012 -cronometro
2013: Vuelta a España, 11a tappa.
2015: Vuelta a España, 7a tappa; 11a tappa; 13a tappa.
2016: Paris-Roubaix; Flèche Wallonne.
2017: Tour de Suisse; Tour de France: 17a tappa.

Davide

Silvio Martinello
Messaggi: 263
Iscritto il: mercoledì 27 luglio 2011, 17:59

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da Silvio Martinello » mercoledì 22 agosto 2012, 17:39

alfiso ha scritto:Ho letto il tuo post recente. Guardando le cose con il tuo stesso pragmatismo non posso eccepire, la base è quella, anziana, un po' codarda, menefreghista o interessata. Vero.
Però la fase attuale è talmente disastrosa e disarmante che dubito che anche l'ultimo entusiasmo (per una vera riscossa) possa esser stato definitivamente "narcotizzato".
C'è tanta rabbia, tanta. Le società di base si sentono letteralmente tradite e prese per i fondelli. Non ne possono più.
Se ci fosse una valida alternativa, se ci fosse progettualità si spenderebbero. Non ci sono solo coloro che si fanno comprare con due lire e due telai.
La mia e la tua generazione (diciamo i nati negli anni 60) hanno il dovere di esprimere delle candidature.
Se si facessero avanti personalità come te o Gianni Bugno l'entusiasmo si ritroverebbe in un batter di ciglia. Non chiedo di candidarsi, ma almeno di farsi carico di creare un movimento di opinione per rinnovare i quadri. Per ottenere ciò è necessario che lo facciano persone in vista. Marco Grassi qualche mese fa aveva sollevato alcuni dubbi sulla gestione, ma nessuna figura eminente si è esposta. Nessuna!
Capisco le ragioni economiche e l'impegno necessario, ma di questo passo verrà meno anche la tua storia.
Italia 2030, papà al figlioletto: "Lui è Silvio Martinello, medaglia d'oro nell'individuale a punti alle Olimpiadi" - Figlioletto a papà: "Individuale a punti? E cos'è?".
Prima di rispondermi eventualmente, ti chiedo di commentare questa notizia:
viewtopic.php?f=2&p=109659#p109659
http://www.tuttobiciweb.it/index.php?pa ... &allcomm=1

Io non ho parole. Siamo oltre ogni peggiore previsione possibile fattibile da un re dei pessimisti.
Per darti una risposta ho bisogno di un po di tempo, me lo prendo se non ti dispiace. Le notizie che mi hai invitato a leggere, sono andato a vedermele. A parte lo sdegno, la prima riflessione che mi fanno venire in mente, è che per le società di cui hai tanta fiducia, dovrebbero essere sufficienti per motivarle a far emergere la parte sana del movimento, senza bisogno di essere spronati dai "giovani" del '60. Perdonami, ma io tutta questa fiducia non ce l'ho, probabilmente è ancora troppo vivo il ricordo della mia esperienza personale.
Comunque mi riservo di ritornarci per un parere più approfondito, l'argomento lo merita certamente.
Ciao.
s



CicloSprint
Messaggi: 6300
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:49

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da CicloSprint » venerdì 24 agosto 2012, 10:11

Silvio,

I 7 tour vinti da Armstrong sono da riassegnare ?



Avatar utente
lemond
Messaggi: 12079
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Firenze

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da lemond » domenica 26 agosto 2012, 13:04

Più che una domanda, è un sentito ringraziamento a te e ad Andrea De Luca che ha giustamente osservato che la regola non esiste e la si fa passare *surrettiziamente* per SCELTA TECNICA. Il grande Andrea ha due soli difetti:

a) Non è ancora iscritto a cicloweb :grr:

b) Dice molto spesso *giovane ragazzo* allorché io di ragazzi vecchi conosco solo quelli del '99. :bll:


Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
i barbieri il lunedì
e il mitico Lopez, che lavora alla Coop,
... il martedì. :bll:

Silvio Martinello
Messaggi: 263
Iscritto il: mercoledì 27 luglio 2011, 17:59

Re: Domande a Silvio Martinello

Messaggio da leggere da Silvio Martinello » lunedì 27 agosto 2012, 12:17

CicloSprint ha scritto:Silvio,

I 7 tour vinti da Armstrong sono da riassegnare ?
Credo proprio di no. Credo che in questo momento ogni commento sia superfluo, è necessario attendere che tutto venga svelato, le carte che ha in mano l'Usada, come ha fatto ad ottenerle, soprattutto le testimonianze degli ex compagni, ecc.ecc., e successivamente attendere l'epilogo di questa vicenda assurda e devastante. Solo in quel momento ognuno di noi potrà farsi un'opinione in merito.
Ciao.
s




Rispondi