Ciclismo Colombiano

Il mondo dei professionisti tra gare e complessità, e più in generale l'approccio al ciclismo di ogni appassionato
Faxnico
Messaggi: 926
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 15:12

Re: Ciclismo Colombiano

Messaggio da leggere da Faxnico » giovedì 8 febbraio 2018, 18:19

Bastardella la spallata di Richeze a Molano ieri, eh. :D
Spererei in una volata su un bel rettilineo oggi, per cambiare qualche variabile almeno.
Senza spazio per rimontare e dopo una curva, i QS scelgono in pratica loro chi far passare e chi no...
Tu si, tu no, tu... mmm... aspetta che chiedo... :diavoletto:




dietzen
Messaggi: 5517
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 21:19

Re: Ciclismo Colombiano

Messaggio da leggere da dietzen » giovedì 8 febbraio 2018, 18:53

Lolloso ha scritto:se non sbaglio e la terza corsa che prevede la maglia rosa come leader dopo giro e 4 gg di dunkerque
ricordo anche una gara in sudafrica che ora non si corre più, il giro del capo, che non per niente si chiamava proprio così, in italiano.


Di Rocco non è il mio presidente

Lopi90
Messaggi: 705
Iscritto il: martedì 31 maggio 2011, 12:15

Re: Ciclismo Colombiano

Messaggio da leggere da Lopi90 » giovedì 8 febbraio 2018, 19:37

Gaviria troppo più forte di tutti, bravo secondo Malucelli, che però non riesce neanche a uscire di scia



Basso
Messaggi: 13139
Iscritto il: sabato 21 maggio 2011, 18:03
Località: Vicenza

Re: Ciclismo Colombiano

Messaggio da leggere da Basso » giovedì 8 febbraio 2018, 19:45



11 Vuelta7-Prato
12 Appennino-JapanCup
13 Giro9-ITARR-Vuelta20-Sabatini
14 Vasco-Dauphiné-Tour3-Tour21-Polonia-3VV
15 Laigueglia-Escaut-Giro2-Giro18-Giro-Tour13-Fourmies
16 Nice-Vuelta12
17 Frankfurt-Tour11-Vuelta16-Chrono
18 Bianche-DePanne-Romandie-Köln

Faxnico
Messaggi: 926
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 15:12

Re: Ciclismo Colombiano

Messaggio da leggere da Faxnico » venerdì 9 febbraio 2018, 19:23

Fucilata di Ala sul Tambo. :clap:
Molto bene Quintana per il tipo di finale.
Pedalata che promette abbastanza imho.




henny5
Messaggi: 524
Iscritto il: lunedì 22 giugno 2015, 17:58

Re: Ciclismo Colombiano

Messaggio da leggere da henny5 » venerdì 9 febbraio 2018, 19:45

Basso ha scritto:Facile facile anche oggi http://www.cicloweb.it/2018/02/08/ferna ... rza-tappa/
come riassumere queste prime quattro tappe:colombia quick step y floors :diavoletto:



Faxnico
Messaggi: 926
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 15:12

Re: Ciclismo Colombiano

Messaggio da leggere da Faxnico » sabato 10 febbraio 2018, 18:49

Spettacolo TOTALE di corsa e gente! :)



Avatar utente
udra
Messaggi: 5180
Iscritto il: mercoledì 1 ottobre 2014, 11:29

Re: Ciclismo Colombiano

Messaggio da leggere da udra » sabato 10 febbraio 2018, 20:17

Va bene che esce dal Down Under rispetto agli altri 3, però tanta roba Bernal



Lopi90
Messaggi: 705
Iscritto il: martedì 31 maggio 2011, 12:15

Re: Ciclismo Colombiano

Messaggio da leggere da Lopi90 » sabato 10 febbraio 2018, 22:19

udra ha scritto:Va bene che esce dal Down Under rispetto agli altri 3, però tanta roba Bernal
Non solo lui, tanti giovani sudamericani in evidenza oggi:

3° Bernal ('97)
5° Sosa ('98)
6° Martinez ('96)
7° Narvaez ('97)



Basso
Messaggi: 13139
Iscritto il: sabato 21 maggio 2011, 18:03
Località: Vicenza

Re: Ciclismo Colombiano

Messaggio da leggere da Basso » sabato 10 febbraio 2018, 22:36

Lo stesso pubblico presente alla Vuelta a España, più o meno Immagine


11 Vuelta7-Prato
12 Appennino-JapanCup
13 Giro9-ITARR-Vuelta20-Sabatini
14 Vasco-Dauphiné-Tour3-Tour21-Polonia-3VV
15 Laigueglia-Escaut-Giro2-Giro18-Giro-Tour13-Fourmies
16 Nice-Vuelta12
17 Frankfurt-Tour11-Vuelta16-Chrono
18 Bianche-DePanne-Romandie-Köln

Avatar utente
Patate
Messaggi: 2870
Iscritto il: domenica 28 febbraio 2016, 23:23

Re: Ciclismo Colombiano

Messaggio da leggere da Patate » domenica 11 febbraio 2018, 15:02

:o


antani ha scritto:Non so perchè ma ho la sensazione che domani Aru possa arrivare dietro o davanti a Froome, stiamo a vedere sembra facile ma non è difficile

Faxnico
Messaggi: 926
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 15:12

Re: Ciclismo Colombiano

Messaggio da leggere da Faxnico » domenica 11 febbraio 2018, 18:14

Difficile dal mio punto di vista trovare uno spot migliore di questa foto per sostenere una giusta e ragionevole globalizzazione nel ciclismo...
Solo che arriva con 3 o 4 anni di (colpevolissimo) ritardo.
E con effetti collaterali, per quanto non necessariamente visibili nell'immediato all'esterno, parecchio seri prodotti da tale assenza.
Un'evento del genere, coi riflettori puntati e potendo sgomitare "codo a codo" coi WT, sul medio/lungo periodo vale 3000 controlli per una fetta del movimento locale.
E' una vetrina eccezionale per chi vuole mettersi in mostra in un certo modo, non esistendo nei fatti vuoti nazional-popolari da colmare inopinatamente, con uno zoccolo di opinione pubblica e media sufficentemente matura (spesso in barba ad apparenze, tono e volume) per scoraggiare fenomeni one-shot proiettati su scala interplanetaria e sacche di anticorpi, valori e metodi evoluti piantati come querce sul terreno e resistenti alle intemperie.
Portare un movimento maturo a certi livelli di ebollizione interna è "pericoloso" esattamente come forzare il passo più lungo della gamba per altri.
Era totalmente indispensabile e nemmeno più rinviabile dalle manfrine della federazione, scaricare un po' di pressione dall'inflazionamento egemonizzante dei bombaroli sulla Vuelta a Colombia imho (che personalmente mi rifiuto quasi di seguire dalla rassegnazione da diverse stagioni :ouch:).
L'UCI prenda nota, analizzi, faccia i suoi conti e s'impegni, nel limite delle proprie possibilità dissuasive ed organizzative, a far sì che non si arretri in tal senso.
Perchè non è nemmeno da trascurare il fatto che uno spettacolo come quello che s'è visto quest'anno, risulta difficile pensare non diventi una sorta di moltiplicatore esponenziale dell'attenzione mediatica e di patrocinio laggiù.
Anzi, la 2.1 mi sembra proprio una madonna di "fallback" da presentare agli sponsor per mitigare la cronica complessità/impraticabilità/nebulosità/etc. di andare a correre nei GT, di ingaggiare corridori top colombiani e via dicendo.
Spettacolo migliorabile sotto molti aspetti, per carità, intendiamoci.
Se vanno in Antioquia nel 2019 e Boyaca nel 2020, rischiano un bagno di folla ingestibile rispetto ad un'eje cafetero qualsiasi.
Quindi ci vorranno misure di sicurezza aggiuntive, sin lugar a dudas.
La produzione TV mi pare pure sulla buona strada, dopo tanti anni di sofferenze per i nostri occhi, ma ovviamente manca qualcosina.
Eccetera.
Speriamo bene e vediamo oggi.
Dura per Quintana con gli abbuoni comunque.
Buon divertimento a tutti. ;)



Faxnico
Messaggi: 926
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 15:12

Re: Ciclismo Colombiano

Messaggio da leggere da Faxnico » domenica 11 febbraio 2018, 19:52

Bell'attacco di Bernal, ma ora in acido totale col compagno che tira davanti e Martinez...



Faxnico
Messaggi: 926
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 15:12

Re: Ciclismo Colombiano

Messaggio da leggere da Faxnico » domenica 11 febbraio 2018, 19:55

Rodrigo Contreras per la tappa...
Fuga in porto e via gli abbuoni come prevedibile.
Carapaz cerca di tenere Bernal a tiro...
Ma grande incertezza per la CG.



Faxnico
Messaggi: 926
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 15:12

Re: Ciclismo Colombiano

Messaggio da leggere da Faxnico » domenica 11 febbraio 2018, 19:56

Dayer!?! :D :D
Ultima modifica di Faxnico il domenica 11 febbraio 2018, 19:58, modificato 1 volta in totale.



Faxnico
Messaggi: 926
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 15:12

Re: Ciclismo Colombiano

Messaggio da leggere da Faxnico » domenica 11 febbraio 2018, 19:57

Finalino palpitante pure oggi direi. :cincin:

Bernal si prende la generale, credo...
Eccellente "escalera" della Sky, con due gregari scaglionati che attendono dalla fuga.
Su una salita così è stata senz'altro una tattica vincente.
Bien jugada. E coordinata alla perfezione.
Ultima modifica di Faxnico il domenica 11 febbraio 2018, 20:02, modificato 1 volta in totale.



Avatar utente
Denb
Messaggi: 603
Iscritto il: venerdì 20 settembre 2013, 14:00

Re: Ciclismo Colombiano

Messaggio da leggere da Denb » domenica 11 febbraio 2018, 20:02

Non ho capito niente di quello che è successo nell'ultimo km :diavoletto:



Faxnico
Messaggi: 926
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 15:12

Re: Ciclismo Colombiano

Messaggio da leggere da Faxnico » domenica 11 febbraio 2018, 20:05

C'era tutta la fuga (anzi 2) seminata che s'è mischiata con la lotta per la generale, gregari che aspettavano, Contreras crollato, ecc.
Confusione abbastanza inevitabile per gli standard... :diavoletto:
Se stavano con la fissa e si preparavano mentalmente al casino, sicuro la raccontavano meglio.
Bernal-Nairo-Rigo il podio finale. De lujo. :)



Theakston
Messaggi: 333
Iscritto il: venerdì 9 settembre 2016, 16:25

Re: Ciclismo Colombiano

Messaggio da leggere da Theakston » domenica 11 febbraio 2018, 20:33

Faxnico ha scritto:Difficile dal mio punto di vista trovare uno spot migliore di questa foto per sostenere una giusta e ragionevole globalizzazione nel ciclismo...
Solo che arriva con 3 o 4 anni di (colpevolissimo) ritardo.
E con effetti collaterali, per quanto non necessariamente visibili nell'immediato all'esterno, parecchio seri prodotti da tale assenza.
Un'evento del genere, coi riflettori puntati e potendo sgomitare "codo a codo" coi WT, sul medio/lungo periodo vale 3000 controlli per una fetta del movimento locale.
E' una vetrina eccezionale per chi vuole mettersi in mostra in un certo modo, non esistendo nei fatti vuoti nazional-popolari da colmare inopinatamente, con uno zoccolo di opinione pubblica e media sufficentemente matura (spesso in barba ad apparenze, tono e volume) per scoraggiare fenomeni one-shot proiettati su scala interplanetaria e sacche di anticorpi, valori e metodi evoluti piantati come querce sul terreno e resistenti alle intemperie.
Portare un movimento maturo a certi livelli di ebollizione interna è "pericoloso" esattamente come forzare il passo più lungo della gamba per altri.
Era totalmente indispensabile e nemmeno più rinviabile dalle manfrine della federazione, scaricare un po' di pressione dall'inflazionamento egemonizzante dei bombaroli sulla Vuelta a Colombia imho (che personalmente mi rifiuto quasi di seguire dalla rassegnazione da diverse stagioni :ouch:).
L'UCI prenda nota, analizzi, faccia i suoi conti e s'impegni, nel limite delle proprie possibilità dissuasive ed organizzative, a far sì che non si arretri in tal senso.
Perchè non è nemmeno da trascurare il fatto che uno spettacolo come quello che s'è visto quest'anno, risulta difficile pensare non diventi una sorta di moltiplicatore esponenziale dell'attenzione mediatica e di patrocinio laggiù.
Anzi, la 2.1 mi sembra proprio una madonna di "fallback" da presentare agli sponsor per mitigare la cronica complessità/impraticabilità/nebulosità/etc. di andare a correre nei GT, di ingaggiare corridori top colombiani e via dicendo.
Spettacolo migliorabile sotto molti aspetti, per carità, intendiamoci.
Se vanno in Antioquia nel 2019 e Boyaca nel 2020, rischiano un bagno di folla ingestibile rispetto ad un'eje cafetero qualsiasi.
Quindi ci vorranno misure di sicurezza aggiuntive, sin lugar a dudas.
La produzione TV mi pare pure sulla buona strada, dopo tanti anni di sofferenze per i nostri occhi, ma ovviamente manca qualcosina.
Eccetera.
Speriamo bene e vediamo oggi.
Dura per Quintana con gli abbuoni comunque.
Buon divertimento a tutti. ;)
Altro che i mondiali in Qatar e le corse cinesi!



Avatar utente
galliano
Messaggi: 11734
Iscritto il: giovedì 14 aprile 2011, 12:53
Località: TN

Re: Ciclismo Colombiano

Messaggio da leggere da galliano » domenica 11 febbraio 2018, 22:32

Oggi mi sono visto su YouTube le ultime tre tappe.
Spettacolo puro.
Con la gente che quasi invade la strada sembra di rivedere le scene di certi arrivi in Italia in altre epoche.
Bisogna che si diano una mossa, la Colombia può essere un traino strepitoso per tutto il movimento.

Poi come hanno spostato la Dakar in Argentina così possono spostare pure la vuelta espana :crazy:



Winter
Messaggi: 12709
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Ciclismo Colombiano

Messaggio da leggere da Winter » lunedì 12 febbraio 2018, 7:49

Non avevo dubbi sul successo di pubblico in colombia

In piu' tanti big colombiani erano presenti :clap: (Quintana , Henao ecc)
al contrario del Laigueglia (dove i nostri big.. abbonati assenti , da quando è pro Aru non c'e' mai andato.. Nibali son dieci anni esatti che non ci va.. ultima volta nel 2008 , eppure credo abbiano lo stesso potere del nostro duo nelle varie squadre)

Ps La Vuelta negli ultimi 10 anni ha avuto un aumento di pubblico (negli arrivi...)



Avatar utente
galliano
Messaggi: 11734
Iscritto il: giovedì 14 aprile 2011, 12:53
Località: TN

Re: Ciclismo Colombiano

Messaggio da leggere da galliano » lunedì 12 febbraio 2018, 8:46

Winter ha scritto:Non avevo dubbi sul successo di pubblico in colombia

Ps La Vuelta negli ultimi 10 anni ha avuto un aumento di pubblico (negli arrivi...)
Sì, credo che la Vuelta sugli arrivi non sia messa così male.
Bisogna comunque considerare che in spagna ci sono zone poco popolate e quindi è anche normale che non ci siano due ali di folla ai bordi delle strade.
La mia era una boutade visti gli interessi di Movistar in sudamerica.

Piuttosto non ho capito se su Senal Colombia la corsa andava in diretta o solo in streaming. Peccato che nessuno l'abbia trasmessa in europa.



Lopi90
Messaggi: 705
Iscritto il: martedì 31 maggio 2011, 12:15

Re: Ciclismo Colombiano

Messaggio da leggere da Lopi90 » lunedì 12 febbraio 2018, 13:12

Winter ha scritto: al contrario del Laigueglia (dove i nostri big.. abbonati assenti , da quando è pro Aru non c'e' mai andato.. Nibali son dieci anni esatti che non ci va.. ultima volta nel 2008 , eppure credo abbiano lo stesso potere del nostro duo nelle varie squadre)
Come paragorne non ci sta molto, questa era l'unica occasione per i big colombiani di correre davanti al loro pubblico, Aru e Nibali se vogliono dare spettacolo per i loro tifosi hanno palcoscenici ben piu` prestigiosi del Laigueglia



Winter
Messaggi: 12709
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Ciclismo Colombiano

Messaggio da leggere da Winter » lunedì 12 febbraio 2018, 14:19

Mica erano obbligati Quintana e co , eppure c'erano
Potevano andare in dubai , oman ,ecc ecc
Nello stesso week end c'erano la corsa colombiana e il Laigueglia
Dei migliori dieci corridori italiani chi c'era al Laigueglia ? Nessuno
Gia' è difficile organizzare una corsa.. gia' ci sono pochi corridori forti italiani.. ma se a queste corse (con storia quasi secolare) non ci corrono mai..
non ci si puo' lamentare che queste corse chiudano
Poi tra dieci anni ci saranno solo piu' strade bianche , sanremo , tirreno ,il mese di ottobre e il lombardia
se non è prestigioso il Laigueglia ? quali gare lo sono ?



Theakston
Messaggi: 333
Iscritto il: venerdì 9 settembre 2016, 16:25

Re: Ciclismo Colombiano

Messaggio da leggere da Theakston » lunedì 12 febbraio 2018, 14:24

Winter ha scritto:Mica erano obbligati Quintana e co , eppure c'erano
Potevano andare in dubai , oman ,ecc ecc
Nello stesso week end c'erano la corsa colombiana e il Laigueglia
Dei migliori dieci corridori italiani chi c'era al Laigueglia ? Nessuno
Gia' è difficile organizzare una corsa.. gia' ci sono pochi corridori forti italiani.. ma se a queste corse (con storia quasi secolare) non ci corrono mai..
non ci si puo' lamentare che queste corse chiudano
Poi tra dieci anni ci saranno solo piu' strade bianche , sanremo , tirreno ,il mese di ottobre e il lombardia
se non è prestigioso il Laigueglia ? quali gare lo sono ?
:clap: :clap: :clap:



Lopi90
Messaggi: 705
Iscritto il: martedì 31 maggio 2011, 12:15

Re: Ciclismo Colombiano

Messaggio da leggere da Lopi90 » lunedì 12 febbraio 2018, 14:44

Winter ha scritto:Mica erano obbligati Quintana e co , eppure c'erano
Potevano andare in dubai , oman ,ecc ecc
Nello stesso week end c'erano la corsa colombiana e il Laigueglia
Dei migliori dieci corridori italiani chi c'era al Laigueglia ? Nessuno
Gia' è difficile organizzare una corsa.. gia' ci sono pochi corridori forti italiani.. ma se a queste corse (con storia quasi secolare) non ci corrono mai..
non ci si puo' lamentare che queste corse chiudano
Poi tra dieci anni ci saranno solo piu' strade bianche , sanremo , tirreno ,il mese di ottobre e il lombardia
se non è prestigioso il Laigueglia ? quali gare lo sono ?
Il punto e` che la Colombia Oro y Paz e` l'unica occasione, se non vai li` non puoi MAI correre davanti ai tuoi tifosi, e` ovvio che abbia un richiamo notevole, in Italia ci sono una ventina di corse professionistiche, i corridori italiani ne fanno qualcuna, ma non tutte.

Ecco la lista di vittorie di Nibali:
https://www.procyclingstats.com/rider/v ... stics/wins

Di corse del calendario italiano ce ne sono molte, poi non e` che puo` correre solo in italia, se lo facesse saremmo tutti a dargli del provinciale con mentalita` da perdente che non va a confrontarsi coi big ma bastona Gavazzi e Busato nelle corsette di quartiere.



Winter
Messaggi: 12709
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Ciclismo Colombiano

Messaggio da leggere da Winter » lunedì 12 febbraio 2018, 15:01

A me sembra che ogni anno ci siano sempre meno corse in Italia
ma tra andare alla vuelta a San Juan.. o il Laigueglia ? quale delle due è piu' prestigiosa ?
ti consiglio di guardare l'albo d'oro del laigueglia.. fino a dieci anni fa era superiore a tante corse WT

Ho capito che sei tifoso di Nibali.. pero' il ciclismo non finisce con lui
bastona nelle corsette.. il Laigueglia non ha nulla di corsetta

Un organizzatore quando va a chiedere contributi a pubblica amministrazione e sponsor privati se ci sono Bugno , Bettini , Argentin , Bartoli , ecc Aru , Nibali è un conto
con Toto' ecc un altro
Il menefreghismo dei nostri corridori verso le corse nostrane non lo capisco



Lopi90
Messaggi: 705
Iscritto il: martedì 31 maggio 2011, 12:15

Re: Ciclismo Colombiano

Messaggio da leggere da Lopi90 » lunedì 12 febbraio 2018, 15:27

Winter ha scritto:A me sembra che ogni anno ci siano sempre meno corse in Italia
ma tra andare alla vuelta a San Juan.. o il Laigueglia ? quale delle due è piu' prestigiosa ?
ti consiglio di guardare l'albo d'oro del laigueglia.. fino a dieci anni fa era superiore a tante corse WT

Ho capito che sei tifoso di Nibali.. pero' il ciclismo non finisce con lui
bastona nelle corsette.. il Laigueglia non ha nulla di corsetta

Un organizzatore quando va a chiedere contributi a pubblica amministrazione e sponsor privati se ci sono Bugno , Bettini , Argentin , Bartoli , ecc Aru , Nibali è un conto
con Toto' ecc un altro
Il menefreghismo dei nostri corridori verso le corse nostrane non lo capisco

20 anni fa i calendari nazionali avevano molto piu` peso ed il ciclismo italiano contava molto di piu`. Tutte le corse italiane avevano grossi nomi al via, non solo il Laigueglia. Se avessero organizzato un criterium del cavolo al mio paese un Bitossi che veniva a vincerlo lo avrebbero trovato senza problemi.
Il Laigueglia lo hanno vinto tanti campioni, ma di nessuno diciamo che e` un campione perche' ha vinto il Laigueglia.

Comunque andando oltre Nibali (che comunque ora come ora e` il nome di maggior richiamo che abbiamo:

Aru spesso viene in Italia a settembre, poi non vince perche` come uomo da corse in linea non e` un drago. In primavera e` quasi sempre a riposo in generale.
Ulissi e Colbrelli ci sono molto spesso nel calendario italiano.
Trentin e Viviani corrono all'estero da anni e non hanno mai avuto abbastanza peso da portare le loro squadre in Italia per loro. Comunque quando la squadra viene ci sono spesso e fanno qualche comparsata con la nazionale.
Pozzovivo ha vinto varie corse in italia.
Moscon ha fatto nel 2017 l'autunno e nel 2016 la primavera italiana.



Winter
Messaggi: 12709
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Ciclismo Colombiano

Messaggio da leggere da Winter » lunedì 12 febbraio 2018, 17:45

Non sono d'accordo su nulla di quello che scrivi
Faccio notare che :
Romain Bardet ha esordito al Gp di Marsiglia
Thibaut Pinot esordisce al Tour du Haut Var (l'anno scorso aveva esordito a Marsiglia)
In piccolo sono gli Aru e i Nibali francesi

Admin scusa per l'ot.. un po' prolungato



Faxnico
Messaggi: 926
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 15:12

Re: Ciclismo Colombiano

Messaggio da leggere da Faxnico » giovedì 15 febbraio 2018, 16:56

Ieri se n'è andato Horacio Gil Ochoa, antioqueño, 88 anni.
Il più grande fotografo del ciclismo cafetero (e non solo, a mio modesto parere).
Capace di catturarne con la sua cámara tutti gli elementi essenziali e contraddittori: miseria, passione, asprezza, grandezza, sangue, cadute, disillusione, speranza, fervore, orgoglio. Intrecciandoli con gli eroi, locali ma non solo (da Coppi ad Hinault, passando per Gimondi, ecc.), che hanno calcato prima i sentieri di montagne altissime tra foreste tropicali, vicoli di città ricolmi di fango, guadi improponibili e poi mano mano strade e velodromi debordanti di folle festanti, li ha fatti marciare di pari passo con la storia ed il progresso della Colombia stessa. Dalla dittatura dei generali, a ... quella del narcotraffico. Dall'epoca pioneristica del Tigrillo Ruben Dario Gomez, al boom degli anni di Lucho, passando per Cochise, Rafael Antonio Niño e quant'altro.
I suo scatti rimarranno leggendari e, per quel poco che mi compete, continueranno a rappresentare un punto di vista eccezzionalmente condensato su quel mondo e le sue origini. Una chiave di lettura preziosa del presente...
Per questo, anche senza alcun titolo per permettermi un grado simile di confidenza: gracias, viejo! :)
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine



Basso
Messaggi: 13139
Iscritto il: sabato 21 maggio 2011, 18:03
Località: Vicenza

Re: Ciclismo Colombiano

Messaggio da leggere da Basso » giovedì 5 luglio 2018, 19:33

Niente male Molano: nella terza tappa della Clásica el Carmen de Viboral ha battuto pure una moto

Immagine


11 Vuelta7-Prato
12 Appennino-JapanCup
13 Giro9-ITARR-Vuelta20-Sabatini
14 Vasco-Dauphiné-Tour3-Tour21-Polonia-3VV
15 Laigueglia-Escaut-Giro2-Giro18-Giro-Tour13-Fourmies
16 Nice-Vuelta12
17 Frankfurt-Tour11-Vuelta16-Chrono
18 Bianche-DePanne-Romandie-Köln

Faxnico
Messaggi: 926
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 15:12

Re: Ciclismo Colombiano

Messaggio da leggere da Faxnico » giovedì 5 luglio 2018, 20:10

Oh io getto l'amo, poi l'ingrato compito di trovare conferme è sempre materia di tua competenza. :diavoletto:
Dicono abbia un'accordo con una WT...
Magari EF? :boh:



Basso
Messaggi: 13139
Iscritto il: sabato 21 maggio 2011, 18:03
Località: Vicenza

Re: Ciclismo Colombiano

Messaggio da leggere da Basso » giovedì 5 luglio 2018, 21:26

Faxnico ha scritto:
giovedì 5 luglio 2018, 20:10
Oh io getto l'amo, poi l'ingrato compito di trovare conferme è sempre materia di tua competenza. :diavoletto:
Dicono abbia un'accordo con una WT...
Magari EF? :boh:
Non saprei dirti, proverò a indagare nei prossimi giorni (e se magari va da Matxín? :D)


11 Vuelta7-Prato
12 Appennino-JapanCup
13 Giro9-ITARR-Vuelta20-Sabatini
14 Vasco-Dauphiné-Tour3-Tour21-Polonia-3VV
15 Laigueglia-Escaut-Giro2-Giro18-Giro-Tour13-Fourmies
16 Nice-Vuelta12
17 Frankfurt-Tour11-Vuelta16-Chrono
18 Bianche-DePanne-Romandie-Köln

nikybo85
Messaggi: 1242
Iscritto il: mercoledì 23 agosto 2017, 0:06

Re: Ciclismo Colombiano

Messaggio da leggere da nikybo85 » giovedì 5 luglio 2018, 22:06

Faxnico ha scritto:
giovedì 15 febbraio 2018, 16:56
Ieri se n'è andato Horacio Gil Ochoa, antioqueño, 88 anni.
Il più grande fotografo del ciclismo cafetero (e non solo, a mio modesto parere).
Capace di catturarne con la sua cámara tutti gli elementi essenziali e contraddittori: miseria, passione, asprezza, grandezza, sangue, cadute, disillusione, speranza, fervore, orgoglio. Intrecciandoli con gli eroi, locali ma non solo (da Coppi ad Hinault, passando per Gimondi, ecc.), che hanno calcato prima i sentieri di montagne altissime tra foreste tropicali, vicoli di città ricolmi di fango, guadi improponibili e poi mano mano strade e velodromi debordanti di folle festanti, li ha fatti marciare di pari passo con la storia ed il progresso della Colombia stessa. Dalla dittatura dei generali, a ... quella del narcotraffico. Dall'epoca pioneristica del Tigrillo Ruben Dario Gomez, al boom degli anni di Lucho, passando per Cochise, Rafael Antonio Niño e quant'altro.
I suo scatti rimarranno leggendari e, per quel poco che mi compete, continueranno a rappresentare un punto di vista eccezzionalmente condensato su quel mondo e le sue origini. Una chiave di lettura preziosa del presente...
Per questo, anche senza alcun titolo per permettermi un grado simile di confidenza: gracias, viejo! :)
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Non le avevo viste queste foto...ma che razza di figata sono?! :clap:



dietzen
Messaggi: 5517
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 21:19

Re: Ciclismo Colombiano

Messaggio da leggere da dietzen » domenica 5 agosto 2018, 23:20

siamo tutti presi dalla volta in portogallo, ma questo non deve farci dimenticare che oggi prende il via la vuelta a colombia.
uscita dalle categorie ufficiali uci, è classificata quest'anno come gara nazionale, ma certo non per questo perde il suo fascino.

certo molti di noi, magari un po' annoiati dal dominio di alarcon in terra iberica, sperano in una grande sfida fra el nino sevilla e nonno horner (capitano dell'unica formazione non colombiana al via, il team illuminate), ma scorrendo la starting list possiamo trovare un bel gruppetto di nomi familiari, a cominciare da jose serpa (che ha vinto la vuelta a antioquia una decina di giorni fa e dovrebbe essere dunque bello in forma), e poi alex cano, rubiano chavez, fabio duarte e luis felipe laverde, che qualcuno ricorderà per varie stagioni in italia a battagliare per la maglia verde al giro, più o meno una vita fa (ma rimane comunque più giovane di sevilla e horner).


Di Rocco non è il mio presidente

Avatar utente
galliano
Messaggi: 11734
Iscritto il: giovedì 14 aprile 2011, 12:53
Località: TN

Re: Ciclismo Colombiano

Messaggio da leggere da galliano » lunedì 6 agosto 2018, 8:55

Faxnico ha scritto:
giovedì 15 febbraio 2018, 16:56
Ieri se n'è andato Horacio Gil Ochoa, antioqueño, 88 anni.
Il più grande fotografo del ciclismo cafetero (e non solo, a mio modesto parere).
Altre immagini
http://larutadelescarabajo.foroactivo.c ... definitiva

tra gli altri un fabio parra coi capelli che non avevo mai visto



Faxnico
Messaggi: 926
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 15:12

Re: Ciclismo Colombiano

Messaggio da leggere da Faxnico » lunedì 6 agosto 2018, 10:09

dietzen ha scritto:
domenica 5 agosto 2018, 23:20
siamo tutti presi dalla volta in portogallo, ma questo non deve farci dimenticare che oggi prende il via la vuelta a colombia.
uscita dalle categorie ufficiali uci, è classificata quest'anno come gara nazionale, ma certo non per questo perde il suo fascino.

certo molti di noi, magari un po' annoiati dal dominio di alarcon in terra iberica, sperano in una grande sfida fra el nino sevilla e nonno horner (capitano dell'unica formazione non colombiana al via, il team illuminate), ma scorrendo la starting list possiamo trovare un bel gruppetto di nomi familiari, a cominciare da jose serpa (che ha vinto la vuelta a antioquia una decina di giorni fa e dovrebbe essere dunque bello in forma), e poi alex cano, rubiano chavez, fabio duarte e luis felipe laverde, che qualcuno ricorderà per varie stagioni in italia a battagliare per la maglia verde al giro, più o meno una vita fa (ma rimane comunque più giovane di sevilla e horner).
Il prologo se lo prende Rodrigone Contreras.
Perso il conto delle crono che ha vinto quest'anno...
Terzo un redivivo Tito Hernandez.
Ma soprattutto Jhojan Garcia (il cugino di Sosa) 5° è proprio un gran bel vedere.
Sta venendo fuori molto molto bene.
La Manzana li ha messi tutti nei primi 20, a parte Molano.
Complessivamente momento di gran forma tra Cina e gare in Colombia.
Peccato non vederli all'opera qua questo mese. :muro:
Occhio anche a Caicedo nella squadra di Sevilla...
Horner corre per divertirsi. 1 e 20 subito ieri. ;)



Theakston
Messaggi: 333
Iscritto il: venerdì 9 settembre 2016, 16:25

Re: Ciclismo Colombiano

Messaggio da leggere da Theakston » lunedì 6 agosto 2018, 10:15

Per quale motivo questa corsa non è mai cresciuta a livello internazionale, nonostante un movimento forte come quello colombiano?
Quest'anno è nata la Oro y Paz con un buon cast, mentre la Vuelta scende di livello. Sbaglio o all'epoca un anno partecipò Chiappucci?



dietzen
Messaggi: 5517
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 21:19

Re: Ciclismo Colombiano

Messaggio da leggere da dietzen » lunedì 6 agosto 2018, 14:57

Theakston ha scritto:
lunedì 6 agosto 2018, 10:15
Per quale motivo questa corsa non è mai cresciuta a livello internazionale, nonostante un movimento forte come quello colombiano?
Quest'anno è nata la Oro y Paz con un buon cast, mentre la Vuelta scende di livello. Sbaglio o all'epoca un anno partecipò Chiappucci?
faxnico saprà dirci meglio, intanto io accenno un paio di motivi che subito mi vengono in mente:
- è una corsa dura per la quale le squadre di casa si preparano tutto l'anno, un po' come in portogallo, e rischi di andare a prendere batoste e fare figuracce.
- non è adatta per essere una gara di preparazione per un team europeo: dura due settimane, in un altro continente, e nel mezzo della stagione (fra giugno e agosto).

certo, volessero dare bei rimborsi spese un po' di squadre straniere riuscirebbero comunque ad averle al via, ma non so se c'è un reale interesse di organizzatori e pubblico in questo senso. in fondo hanno competizione e rivalità già all'interno del plotone colombiano.
tanto che credo che negli ultimi trent'anni al via della vuelta le uniche squadre europee al via siano state quelle di savio e la kelme, che pure aveva una forte presenza colombiana fra le sue fila.

la corsa cui partecipò una volta chiappucci è invece il classico rcn (c'era anche kelly, era il 92).
lì il discorso è differente: è una gara più breve, di una settimana, e meno impegnativa dal punto di vista del percorso, e si corre alla fine della stagione europea.
come la oro y paz si corre all'inizio, quindi può anche essere vista come gara di preparazione. invece che andare in australia o in argentina o in medio oriente, a febbraio si può iniziare anche a mettersi il numero sulla schiena in colombia. (ricordo che negli anni 90 c'era il gp del cafè dove colagè portava sempre a casa un paio di tappe)


Di Rocco non è il mio presidente

Avatar utente
nino58
Messaggi: 9142
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: Ciclismo Colombiano

Messaggio da leggere da nino58 » lunedì 6 agosto 2018, 15:06

Faxnico ha scritto:
giovedì 15 febbraio 2018, 16:56
Ieri se n'è andato Horacio Gil Ochoa, antioqueño, 88 anni.
Il più grande fotografo del ciclismo cafetero (e non solo, a mio modesto parere).
Capace di catturarne con la sua cámara tutti gli elementi essenziali e contraddittori: miseria, passione, asprezza, grandezza, sangue, cadute, disillusione, speranza, fervore, orgoglio. Intrecciandoli con gli eroi, locali ma non solo (da Coppi ad Hinault, passando per Gimondi, ecc.), che hanno calcato prima i sentieri di montagne altissime tra foreste tropicali, vicoli di città ricolmi di fango, guadi improponibili e poi mano mano strade e velodromi debordanti di folle festanti, li ha fatti marciare di pari passo con la storia ed il progresso della Colombia stessa. Dalla dittatura dei generali, a ... quella del narcotraffico. Dall'epoca pioneristica del Tigrillo Ruben Dario Gomez, al boom degli anni di Lucho, passando per Cochise, Rafael Antonio Niño e quant'altro.
I suo scatti rimarranno leggendari e, per quel poco che mi compete, continueranno a rappresentare un punto di vista eccezzionalmente condensato su quel mondo e le sue origini. Una chiave di lettura preziosa del presente...
Per questo, anche senza alcun titolo per permettermi un grado simile di confidenza: gracias, viejo! :)
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Quello di fianco a Gimondi è Kocis Rodriguez ?


Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!

dietzen
Messaggi: 5517
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 21:19

Re: Ciclismo Colombiano

Messaggio da leggere da dietzen » lunedì 6 agosto 2018, 22:21

intanto molano vince la prima tappa, in volata, praticamente per distacco a giudicare dalle immagini.


Di Rocco non è il mio presidente

Faxnico
Messaggi: 926
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 15:12

Re: Ciclismo Colombiano

Messaggio da leggere da Faxnico » martedì 7 agosto 2018, 19:54

Rapidito Ochoa oggi, in un finale iper-tortuoso e tecnico.
Molano lo aveva seguito bene ma poi è finito per le terre (bastaa).



Faxnico
Messaggi: 926
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 15:12

Re: Ciclismo Colombiano

Messaggio da leggere da Faxnico » martedì 7 agosto 2018, 19:57

nino58 ha scritto:
lunedì 6 agosto 2018, 15:06
Quello di fianco a Gimondi è Kocis Rodriguez ?
E' lui è lui.
Guardando la faccia di Gimondi in confronto, si direbbe il capostipite della pipa in bocca. :lol:
L'altura probabilmente...



Winter
Messaggi: 12709
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Ciclismo Colombiano

Messaggio da leggere da Winter » mercoledì 8 agosto 2018, 7:36

Fax come mai Tito Hernandez non è mai esploso?
da junior era il super talento della sua annata con gaviria
come jhojan del 99



Winter
Messaggi: 12709
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Ciclismo Colombiano

Messaggio da leggere da Winter » mercoledì 8 agosto 2018, 7:41

dietzen ha scritto:
lunedì 6 agosto 2018, 14:57
Theakston ha scritto:
lunedì 6 agosto 2018, 10:15
Per quale motivo questa corsa non è mai cresciuta a livello internazionale, nonostante un movimento forte come quello colombiano?
Quest'anno è nata la Oro y Paz con un buon cast, mentre la Vuelta scende di livello. Sbaglio o all'epoca un anno partecipò Chiappucci?
faxnico saprà dirci meglio, intanto io accenno un paio di motivi che subito mi vengono in mente:
- è una corsa dura per la quale le squadre di casa si preparano tutto l'anno, un po' come in portogallo, e rischi di andare a prendere batoste e fare figuracce.
- non è adatta per essere una gara di preparazione per un team europeo: dura due settimane, in un altro continente, e nel mezzo della stagione (fra giugno e agosto).

certo, volessero dare bei rimborsi spese un po' di squadre straniere riuscirebbero comunque ad averle al via, ma non so se c'è un reale interesse di organizzatori e pubblico in questo senso. in fondo hanno competizione e rivalità già all'interno del plotone colombiano.
tanto che credo che negli ultimi trent'anni al via della vuelta le uniche squadre europee al via siano state quelle di savio e la kelme, che pure aveva una forte presenza colombiana fra le sue fila.

la corsa cui partecipò una volta chiappucci è invece il classico rcn (c'era anche kelly, era il 92).
lì il discorso è differente: è una gara più breve, di una settimana, e meno impegnativa dal punto di vista del percorso, e si corre alla fine della stagione europea.
come la oro y paz si corre all'inizio, quindi può anche essere vista come gara di preparazione. invece che andare in australia o in argentina o in medio oriente, a febbraio si può iniziare anche a mettersi il numero sulla schiena in colombia. (ricordo che negli anni 90 c'era il gp del cafè dove colagè portava sempre a casa un paio di tappe)
negli anni 80 al rcn c erano andati anche fignon , lemond ecc
era l epoca d oro del ciclismo colombiano
finanziato dal consorzio del caffè e dai due grandi gruppi industriali finanziari
e un pò. .anche dai trafficanti di droga



Avatar utente
Seb
Messaggi: 4350
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:07
Località: Genova
Contatta:

Re: Ciclismo Colombiano

Messaggio da leggere da Seb » mercoledì 8 agosto 2018, 11:35

Immagine

Non ce la faccio, troppi ricordi... (cit.)



dietzen
Messaggi: 5517
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 21:19

Re: Ciclismo Colombiano

Messaggio da leggere da dietzen » mercoledì 8 agosto 2018, 15:27

Seb ha scritto:
mercoledì 8 agosto 2018, 11:35
Immagine

Non ce la faccio, troppi ricordi... (cit.)
quasi scende la lacrimuccia...


Di Rocco non è il mio presidente

nikybo85
Messaggi: 1242
Iscritto il: mercoledì 23 agosto 2017, 0:06

Re: Ciclismo Colombiano

Messaggio da leggere da nikybo85 » mercoledì 8 agosto 2018, 15:55

Ditemi chi sono :worthy:
Sparo Serpa e Horner due dei tre..ma sparo



dietzen
Messaggi: 5517
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 21:19

Re: Ciclismo Colombiano

Messaggio da leggere da dietzen » mercoledì 8 agosto 2018, 15:59

nikybo85 ha scritto:
mercoledì 8 agosto 2018, 15:55
Ditemi chi sono :worthy:
Sparo Serpa e Horner due dei tre..ma sparo
da sinistra, sevilla serpa e horner.


Di Rocco non è il mio presidente

nikybo85
Messaggi: 1242
Iscritto il: mercoledì 23 agosto 2017, 0:06

Re: Ciclismo Colombiano

Messaggio da leggere da nikybo85 » mercoledì 8 agosto 2018, 16:02

dietzen ha scritto:
mercoledì 8 agosto 2018, 15:59
nikybo85 ha scritto:
mercoledì 8 agosto 2018, 15:55
Ditemi chi sono :worthy:
Sparo Serpa e Horner due dei tre..ma sparo
da sinistra, sevilla serpa e horner.
Grazie!
Allora i miei due li avevo presi..
Manca solo Mancebo in pratica :mrgreen:




Rispondi