Nairo Quintana

Il mondo dei professionisti tra gare e complessità, e più in generale l'approccio al ciclismo di ogni appassionato
Welsh Wizard
Messaggi: 28
Iscritto il: mercoledì 18 ottobre 2017, 17:14

Re: Nairo Quintana

Messaggio da leggereda Welsh Wizard » lunedì 25 dicembre 2017, 14:42

Idolo




Avatar utente
Walter_White
Messaggi: 7001
Iscritto il: mercoledì 23 marzo 2016, 18:01

Re: Nairo Quintana

Messaggio da leggereda Walter_White » martedì 6 febbraio 2018, 11:39

http://www.cicloweb.it/2018/02/05/nairo ... -tre-gare/

Corsetta casalinga, Catalogna, Paesi Baschi e poi niente fino al Tour! Secondo me non ha ancora le idee chiare su come preparare la Grande Boucle.....poi 3 sole corse....bah


FCC 2017/18: 3°; Trofeo dei titoli; Campionato Europeo Donne Elite, DVV Trofee t. 3, Campionato del Mondo Donne Elite

Luca90
Messaggi: 3297
Iscritto il: venerdì 31 luglio 2015, 21:21

Re: Nairo Quintana

Messaggio da leggereda Luca90 » martedì 6 febbraio 2018, 11:54

all'ultimo per me metterà la route du sud com gli altri anni...


2015: Tre Valli Varesine
2016 (11°) : Giro d'Italia (primi5), Tour de France tappa 11, Tour de France tappa 14, Parigi-Tours
2017 (14°) : Kuurne-Bruxelles-Kuurne, Tro Bro Leon

Strong
Messaggi: 8789
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 11:48

Re: Nairo Quintana

Messaggio da leggereda Strong » martedì 6 febbraio 2018, 12:01

con landa e valverde in squadra può permettersi di fare all-in sul tour.
senza froome lo vince facile


i fondamentalisti del ciclismo e gli ultras dei ciclisti sono il male di questo sport.

il_panta
Messaggi: 1413
Iscritto il: lunedì 21 maggio 2012, 12:39

Re: Nairo Quintana

Messaggio da leggereda il_panta » martedì 6 febbraio 2018, 12:02

Il suo problema è stato identificato nell'arrivare stanco al grande appuntamento, non nella mancanza di ritmo gara. Unzuè aveva rilasciato alla fine della scorsa stagione in cui diceva chiaramente che Quintana deve abituarsi a "preparare" il grande appuntamento nelle corse di preparazione, e non trattare tutte le corse come se fossero uguali, altrimenti arriva stanco e gli manca il picco. Vedremo se avranno ragione loro o se il problema di Quintana è un altro.
Le indicazioni arrivate dal Tour-Vuelta 2016 e dal Giro-Tour 2017 sono contrastanti, ma la debacle dello scorso anno può anche essere letta come un accumulo di stanchezza derivato dall'aver fatto in 12 mesi 4 corse a tappe corse per la classifica, a cui bisogna anche aggiungere una Tirreno Adriatico in cui era già in forma smagliante. Secondo me vedremo un Quintana tirato a lucido, non sono scettico. L'esperienza alle spalle non è più quella di un ragazzino.




Avatar utente
lambohbk
Messaggi: 1097
Iscritto il: giovedì 13 ottobre 2016, 22:27

Re: Nairo Quintana

Messaggio da leggereda lambohbk » martedì 6 febbraio 2018, 12:09

Forse una piccola parte di considerazione l'ha avuta anche per il Mondiale, non sovraccaricando la fase iniziale di stagione.

Chiaramente è stato tutto fatto per lasciarlo allenare in Colombia per 2 mesi buoni.

Io piuttosto avrei tolto i Baschi e messo o Delfinato o Svizzera, o al più la Route du Sud


Per chi tifi? Per gli italiani

FC 2017: Dwars Door Vlaanderen, Tre Giorni di La Panne, Giro dei Paesi Baschi, Vuelta España - Combinata, Japan Cup

Faxnico
Messaggi: 523
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 15:12

Re: Nairo Quintana

Messaggio da leggereda Faxnico » martedì 6 febbraio 2018, 12:13

asterisco ha scritto:Chiedo a Faxnico, un parere in ordine alla scelta di Quintana di partecipare solo a tre corse prima del Tour.

Sicuramente doveva cambiare qualcosa nella programmazione, ma non sono convintissimo che sia la scelta ideale.

Cosa ne pensa il ... Faxnico?


In linea teorica, credo sia una scelta giusta e coerente con quanto abbiamo visto e scritto negli ultimi anni sulle sue peculiarità (barra stranezze, alcune elencate da il_panta) atletiche e di preparazione, asterisco.
L'estremo opposto, un po' "ochentero" se vogliamo, andava provato prima o poi per chiarirsi le idee.
Personalmente speravo lo abbozzasse l'anno scorso, col pretesto della doppietta.
E fossi stato in lui, paradossalmente, mi sarei pure andato a cercare le deroghe per poter sgambettare in scioltezza in corse locali varie tipo Clasica Club Depor. Boyaca (ma sapendolo, gliene organizzerebbero alcune seduta stante e con 3 squadre a disposizione, chiavi in mano proprio), in base alle necessità del momento.
Farlo quest'anno mi lascia un filo più perplesso, perchè rischia di caricarsi addosso ulteriore (comprensibile) scetticismo (come si può già apprezzare, tra l'altro).
Però alla fine dubito fortemente saranno 3 corse fino al Tour.
Mi immagino una pianificazione che verrà aggiornata strada facendo, con una grossa base e step molto graduali e monitorati.



Avatar utente
Walter_White
Messaggi: 7001
Iscritto il: mercoledì 23 marzo 2016, 18:01

Re: Nairo Quintana

Messaggio da leggereda Walter_White » martedì 6 febbraio 2018, 12:23

Strong ha scritto:con landa e valverde in squadra può permettersi di fare all-in sul tour.
senza froome lo vince facile


Beh il 2016 ci dice che non è l'unico vice Froome


FCC 2017/18: 3°; Trofeo dei titoli; Campionato Europeo Donne Elite, DVV Trofee t. 3, Campionato del Mondo Donne Elite

Avatar utente
Patate
Messaggi: 1826
Iscritto il: domenica 28 febbraio 2016, 23:23

Re: Nairo Quintana

Messaggio da leggereda Patate » martedì 6 febbraio 2018, 13:01

Strong ha scritto:con landa e valverde in squadra può permettersi di fare all-in sul tour.
senza froome lo vince facile

È un'arma a doppio taglio, se Valverde questa primavera si dimostra quello che è stato nel 2017 e/o Landa è in forma (probabilità prossima allo zero :diavoletto: ) Quintana rischia di scivolare indietro nelle gerarchie al minimo tentennamento nella prima settimana: e il rischio di arrivarci imballati correndo poco c'è tutto.
Su Quintana strafavorito dopo Froome, poi, personalmente ho molti dubbi...


antani ha scritto:Non so perchè ma ho la sensazione che domani Aru possa arrivare dietro o davanti a Froome, stiamo a vedere sembra facile ma non è difficile

massiminozippy
Messaggi: 95
Iscritto il: venerdì 20 maggio 2011, 8:01

Re: Nairo Quintana

Messaggio da leggereda massiminozippy » martedì 6 febbraio 2018, 14:33

lambohbk ha scritto:Forse una piccola parte di considerazione l'ha avuta anche per il Mondiale, non sovraccaricando la fase iniziale di stagione.

Chiaramente è stato tutto fatto per lasciarlo allenare in Colombia per 2 mesi buoni.

Io piuttosto avrei tolto i Baschi e messo o Delfinato o Svizzera, o al più la Route du Sud


Credo anche io che il Mondiale abbia giocato un ruolo significativo sul suo calendario, sebbene Quintana non sia proprio nuovo a lunghi periodi di allenamenti in Colombia prima del Tour. Lui è così, preferisce allenarsi a casa prima del grande appuntamento e il Delfinato o la Svizzera (e quest'anno anche la Route du Sud che termina 3 settimane prima dell'inizio del Tour) lo porterebbero in Europa "troppo presto". Però magari potrebbe fare la Route du Sud e utilizzare le settimane precedenti al Tour per delle ricognizioni sul percorso.



giorgio ricci
Messaggi: 1823
Iscritto il: lunedì 9 giugno 2014, 12:44

Re: Nairo Quintana

Messaggio da leggereda giorgio ricci » martedì 6 febbraio 2018, 23:12

Un avvicinamento così scarno è rischioso. Al netto di Froome la concorrenza al Tour è molta , pure interna ; inoltre il percorso non è dei più favorevoli al Colombiano .
Non sono convinto che sia la preparazione più adeguata.
Magari ha in mente di provare una doppietta Tour Vuelta ma è sul Tour che ho dei dubbi .



Avatar utente
matteo.conz
Messaggi: 6454
Iscritto il: sabato 19 maggio 2012, 14:12

Re: Nairo Quintana

Messaggio da leggereda matteo.conz » giovedì 8 febbraio 2018, 14:38

Insomma ancora poche gare. Io credo che i problemi di febbre o cmq salute durante vari gt, siano veri quindi secondo me il problema di nairo è l'acclimatamento o cmq il "cambiar aria". Ogni volta viene in Europa poco prima della corsa ed il clima, i germi nell'aria, ecc sono parecchio diversi rispetto a quelli a cui è abituato gran parte dell'anno. Io mi accorgo di star poco bene e particolarmente stanco anche solo i primi giorni che mi sposto appena qui vicino in Europa. Per me dovrebbe stare di più qui invece che arrivare all'ultimo momento ed ammalarsi a metà gt come continua a succedere.....poi magari sto sparando cazzate io, boh.


Qui vige l'uguaglianza... Non conta un cazzo nessuno.
Svalorizzando gli altri non ti rendi superiore.
C'è sempre una soluzione semplice ad un problema complesso. Ed è quella sbagliata. A. Einstein

Montana Miller
Messaggi: 1035
Iscritto il: venerdì 20 marzo 2015, 6:00

Re: Nairo Quintana

Messaggio da leggereda Montana Miller » giovedì 8 febbraio 2018, 15:08

matteo.conz ha scritto:poi magari sto sparando cazzate io, boh.


No.Poi è più probabile incorra in certe problematiche nei GT piuttosto che solo spostandosi o nei piccoli giri,dove eccelle perchè più forte degli altri anche grazie alla logica del picco di cui lui necessita di meno essendo naturalmente più dotato,però niente mi leva dalla testa che dopo la vittoria al Blockhaus si sia preso un virus et similia.La flessione fu nettissima.E assurdo gli abbiano fatto correre anche il Tour solo perchè già programmato.Che poi il discorso del picco gli è mancato solo al Tour 2016 quando effettivamente andò piano pur chiudendo terzo,tutte le altre volte è sempre andato in crescendo secondo le proprie caratteristiche,senza per questo che la prima parte di corsa fosse inficiata più di tanto.



Avatar utente
matteo.conz
Messaggi: 6454
Iscritto il: sabato 19 maggio 2012, 14:12

Re: Nairo Quintana

Messaggio da leggereda matteo.conz » giovedì 8 febbraio 2018, 15:57

Anche a fine giro 2014 rivelarono che a metà gt aveva otite e febbre, al tour 2016 idem come in una vuelta oltre che allo scorso giro. Persino a fine tour 2015 ci furono voci di un Quintana che non attacco nel secondo weekend perché stava poco bene (in questo caso chilosa).
Se non mi sbaglio sono state 4 le volte che ha avuto problemi di febbriciattole e/o infiammazioni a gola, bronchi,ecc durante la gara e si sa che anche pochissime linee di febbre bastano e avanzano per dover correre in difesa.
Non me ne intendo, saprà il medico però ridurre così i tempi di acclimatazione prima di un gt mi pare un errore e come tifoso, sono curioso di vedere come andrà questa stagione visto che insistono a minimizzare i giorni in Europa.


Qui vige l'uguaglianza... Non conta un cazzo nessuno.
Svalorizzando gli altri non ti rendi superiore.
C'è sempre una soluzione semplice ad un problema complesso. Ed è quella sbagliata. A. Einstein

Admin
Messaggi: 11854
Iscritto il: domenica 21 giugno 2009, 21:48

Re: Nairo Quintana

Messaggio da leggereda Admin » mercoledì 14 febbraio 2018, 20:49



Pantani è una leggenda come Coppi e Bartali

Welsh Wizard
Messaggi: 28
Iscritto il: mercoledì 18 ottobre 2017, 17:14

Re: Nairo Quintana

Messaggio da leggereda Welsh Wizard » mercoledì 14 febbraio 2018, 23:08

Un po' troppo dal generale al particolare per me stavolta. Povero Nairo, è stato irriso ben bene l'anno scorso, ci sta che voglia vincere sto benedetto Tour per mettersi in una posizione un po' meno attaccabile: dall'alto di una tripla corona sarebbe ben altro il valore e il merito riconosciutogli. Poi certo a chi non piace chi corre per tutto l'anno e quindi bravissimi tutti i citati, ma credo anche che la seconda parte di stagione sia ricca di potenziali obiettivi, dalla Vuelta al Mondiale a, chi lo sa, un altro tentativo al Lombardia



Admin
Messaggi: 11854
Iscritto il: domenica 21 giugno 2009, 21:48

Re: Nairo Quintana

Messaggio da leggereda Admin » giovedì 15 febbraio 2018, 1:49

Ma sai, come ho detto anche nel video, "parlo da uomo ferito"... :D
Capisco bene i punti che sottolinei, ma se di Froome abbiamo criticato fino all'anno scorso l'ignoranza ciclistica per aver sempre snobbato il Giro, non è che possiamo fingere di non vedere che Nairo ancora una volta salterà a pie' pari le Ardenne (le ha provate solo due volte in carriera, con pessimi risultati). Credo che il colombiano si sia ormai giocato tutti i bonus simpatia, ha appena compiuto 28 anni e non possiamo trattarlo come un neopro' che deve ancora fare esperienza. E quest'anno mi risulta particolarmente indigesta la sua scelta, perché non è l'unico che punterà anche ai Mondiali, ma di sicuro è l'unico che ci arriverà dopo una primavera tanto impalpabile.

Avrei ancora chiuso un occhio se, pur a parità o quasi di giorni di gara, avesse optato per Paesi Baschi-Freccia-Liegi-Romandia, per dire... non credo che, a oltre due mesi dal Tour, ciò gli avrebbe pregiudicato alcunché in Francia. O magari ne è convinto lui, ma non posso onestamente farmi piacere una simile scelta.

In ogni caso, al di là di Nairo in sé, è proprio questo tipo di approccio che vorrei finalmente perdente nel ciclismo di oggi.


Pantani è una leggenda come Coppi e Bartali

Faxnico
Messaggi: 523
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 15:12

Re: Nairo Quintana

Messaggio da leggereda Faxnico » giovedì 15 febbraio 2018, 11:38

Ohibò, avrei detto che si sarebbe arrivati almeno alle porte della primavera prima dello switch del mood da "stagione decisiva per Quintana" a "Quintana? no grazie", ma tanto per cambiare ci faccio la figura dell'inguaribile ottimista. :D
Fa un po' sorridere che la si tiri fuori nel momento in cui Quintana, per il 5° anno di fila, è l'unico (od uno dei pochissimi, nella migliore delle ipotesi) dei candidati della vigilia ai GT ad esser già andato a podio in una corsa (con un livello tecnico tutt'altro che trascurabile quest'anno, meglio di Valenciana o San Luis sicuro).
Venendo al punto, i programmi che dai per definiti, non lo sono affatto, Grassi.
L'approccio di massima sarà quello (ed ha senso tirare un po' il fiato dopo 4 GT consecutivi corsi per fare classifica, la situazione di Froome non c'entra niente e diventa pure pubblica successivamente, come il suo "ravvedimento" sulla fattibilità della doppietta Giro-Tour e via dicendo), ma io continuo ad accettare scommesse sul fatto che non saranno 3 corse in croce prima del Tour.
Dato che parli di Ardenne, informo che ne viene data per certa la partecipazione ad una.
Per quel poco che conta, considerando caratteristiche vs svolgimento tattico consolidato degli ultimi anni e la presenza di nientepopodimeno di un Valverde in squadra. Và pur mantenuto un minimo senso di realismo...
In Colombia non escludono nemmeno un'assaggio di pavè in condizioni reali di corsa prima, se le prospettive in qualche semi-classica dovessero dipanarsi in misura ragionevolmente favorevole da compensare i rischi intrinseci del Nord fiammingo. Come nel 2015, quando si rivelò un'esperienza utile.
Il vero interrogativo è se passerà giugno in bianco o meno.
Non credo disputerà la Route du Sud nel caso.
Io gliela sconsiglierei fortemente.
Per qualità del confronto, ritmi, ma anche psicologicamente (esperienze passate).
Molto meglio il Delfinato nel caso e l'impostazione generale della stagione mi fa pensare che lo correrà.
Comunque deve andare forte come non è mai andato prima per portarsi a casa il Tour, altrimenti non lo vince nemmeno quest'anno.
In "modalità standard", coi fari puntati più su di lui che su (eventualmente) Froome, porta a casa le briciole. Su questo non ho molti dubbi.
Glisso sulle sue conclusioni personali rispetto al "fracaso" della doppietta e sul fatto che vorrebbe riprovarla al più presto (la coerenza, questa sconosciuta...), forte dell'esperienza e degli errori maturati dalle scoppole del 2017. Chiaramente togliersi dal limbo di opinione pubblica/sponsor come potenziale vincitore del Tour, lo metterebbe in una posizione più comoda. Da questo punto di vista stanno più tranquilli quelli che non hanno poi molto da perdere imho.
Però sembrerà un'ovvietà, ma le corse bisogna... ehm... correrle prima. Altrimenti non è sport d'attesa. :P Che si vincano, che si perdano più o meno bene o male, che si meritino più di tizio o meno di caio, ecc. sono tutte considerazione sacrosante, per quanto talvolta soggettive.
Ma ancora più soggettive non possono che essere le torri di babele di astrazioni e libere interpretazioni che si possono mettere in piedi, tra percezioni più o meno reali di programmi, processi alle intenzioni, risultati potenziali, conseguenze...
Insomma, quello che si dice e scrive al 15 di febbraio conta ancora relativamente, grazie al cielo.
Se Nibali ripete la primavera dell'anno scorso (non lo credo e non lo spero eh, faccio per dire), di tutti i discorsi sulla ricerca di nuovi stimoli, battere nuove vie, ecc. cosa rimane? Fuffa.



Admin
Messaggi: 11854
Iscritto il: domenica 21 giugno 2009, 21:48

Re: Nairo Quintana

Messaggio da leggereda Admin » giovedì 15 febbraio 2018, 13:58

Caro Nico, Nairo l'ho sempre incensato e lo sai bene, se per una volta lo critico perché resto convinto che il suo programma di avvicinamento al Tour sia abbastanza misero, non credo di peccare di lesa maestà. Vediamo se come dici farà effettivamente qualche classica (e come), non ho ragione di dubitare delle tue parole, ma come dicevo più su Quintana ha appena compiuto 28 anni, credo che aspettarsi di più da lui sia a questo punto più che legittimo, oltre che un riconoscimento del suo valore. :cincin:


Pantani è una leggenda come Coppi e Bartali

Faxnico
Messaggi: 523
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 15:12

Re: Nairo Quintana

Messaggio da leggereda Faxnico » giovedì 15 febbraio 2018, 15:54

Il tablet mi ha fregato la risposta prima. :cry:
Succo del discorso: le tue perplessità sono le mie, Marco. Però occhio, quanto avrà corso e come durante la stagione 2018, se ne riparla dopo il Lombardia per dire. Perchè, ad oggi, si può solo dire che partirà quantitativamente col freno a mano tirato. Già sul livello qualitativo col quale si presenta alle gare, c'è meno da contestare eventualmente dato che, al solito, vediamo che non corre per far presenza e gamba. Razionalmente, è giusto che tiri il fiato nella prima metà di stagione. Può piacere o meno, ma ne ha atleticamente bisogno lui se consideri su base pluriennale a che livello s'è spremuto, ma probabilmente un po' tutti per capire il suo reale valore e rivalutarlo su condizioni più comuni rispetto ai suoi avversari. Le mie idee possono mutare radicalmente, intendiamoci. Però vediamo, analizziamo, giudichiamo questa stagione importante. Il chiacchiericcio da bar, su Quintana, finisce sempre per confondere fatti con percezioni, qualità reali con mitologia fuori dal tempo, opinioni con cacca gratuita, reazioni emotive con pregiudizi, ecc. Quindi prudenza e diamo tempo al tempo.



Avatar utente
nemecsek.
Messaggi: 1069
Iscritto il: mercoledì 6 gennaio 2016, 22:35

Re: Nairo Quintana

Messaggio da leggereda nemecsek. » giovedì 15 febbraio 2018, 21:43

Su Nairo, già lo dissi, ci sono state troppe proiezioni antropologgiche...
ingannovvi ideologicamente il figlio del poppolo...
..ma quello è un gesuita... tiene famiglia..el pueblo... la chiesa... la escuela dela nigna...
...tiene ragione lui, credete...
..poi è un top faiv... magari ce sorprende.....


...mai trovato positivo...
sto a parlà de Lance, brò... :diavoletto: