Federazione Triciclistica Italiana

Il mondo dei professionisti tra gare e complessità, e più in generale l'approccio al ciclismo di ogni appassionato

Re: Federazione Triciclistica Italiana

UNREAD_POSTdi Basso » lunedì 12 dicembre 2016, 19:22

nino58 ha scritto:Lo so.
Lo scrivere procura sempre incomprensione.
E, nel caso, non siamo all'eccezione.
Circoscrivo la domanda ai Redattori, allora.
Sperando che nessuno se la prenda per la richiesta.

Penso di parlare pure per Nicola e Seb: sì, vogliamo un nuovo mandato del baffo. D'altronde la nostra squadra fantaciclistica non esisterebbe senza il suo contributo.

(disclaimer: la frase soprastante è da considerarsi ironica, d'ora in poi riacquisto un briciolo di serietà)

Sinceramente nino, credo che già porre la domanda sia un insulto nei nostri confronti. Poche persone che si sbattono tutti i giorni dell'anno (per la gloria, se fossimo mossi dal mero desiderio di denaro saremmo altrove, e Cicloweb probabilmente non esisterebbe più) e che, lo dico senza voler essere ruffiano, conoscono bene la materia di cui argomentano. Persone che scrivono su un sito da tempo nella blacklist del presidente della FCI e dei suoi accoliti.

Non capisco sinceramente il tuo interesse così marcato per le nostre opinioni in tale materia. È come se fossi entrato per la prima volta nel forum o sul sito un paio di giorni fa, non anni e anni. E, personalmente, questa cosa un po' mi delude.

Mi permetto di darti un consiglio: ragiona da solo, non ascoltare il canto delle sirene. Che, se ricordo bene dagli studi liceali, non erano le figure di maggior levatura presenti nell'epos.
11: Vuelta7, Prato
12: Appennino, JapanCup
13: Giro9, ITA RR, Vuelta20, Sabatini
14: Vasco, Dauphiné, Tour3, Tour21, Polonia, TreValli
15: Laigueglia, Scheldeprijs, Giro2, Giro18, Giro, Tour13, Fourmies
16: Nice, Vuelta12
17: Frankfurt, Tour11, Vuelta16
Basso
 
Messaggi: 11466
Iscritto il: sabato 21 maggio 2011, 17:03
Località: Vicenza

Re: Federazione Triciclistica Italiana

UNREAD_POSTdi Admin » lunedì 12 dicembre 2016, 19:30

nemecsek. ha scritto:sull old forum cicloweb (visibile in cache google)


In realtà è raggiungibile tranquillamente anche dall'attuale homepage di Cicloweb (è sotto a Forum). E infatti eccolo qui: http://oldforum.cicloweb.it/ ;)
Pantani è una leggenda come Coppi e Bartali
Admin
 
Messaggi: 11260
Iscritto il: domenica 21 giugno 2009, 21:48

Re: Federazione Triciclistica Italiana

UNREAD_POSTdi nemecsek. » lunedì 12 dicembre 2016, 19:53

Admin ha scritto:
nemecsek. ha scritto:sull old forum cicloweb (visibile in cache google)


In realtà è raggiungibile tranquillamente anche dall'attuale homepage di Cicloweb (è sotto a Forum). E infatti eccolo qui: http://oldforum.cicloweb.it/ ;)


in effetti e' una pagina del sito quella non disponibile

http://oldsite.cicloweb.it/news/2012/12 ... d?page=578

ma disponibile in cache

http://webcache.googleusercontent.com/s ... clnk&gl=it
...ve lo meritate Nanni Moretti....

Immagine
Avatar utente
nemecsek.
 
Messaggi: 901
Iscritto il: mercoledì 6 gennaio 2016, 22:35

Re: Federazione Triciclistica Italiana

UNREAD_POSTdi nino58 » lunedì 12 dicembre 2016, 20:24

Basso ha scritto:
nino58 ha scritto:Lo so.
Lo scrivere procura sempre incomprensione.
E, nel caso, non siamo all'eccezione.
Circoscrivo la domanda ai Redattori, allora.
Sperando che nessuno se la prenda per la richiesta.

Penso di parlare pure per Nicola e Seb: sì, vogliamo un nuovo mandato del baffo. D'altronde la nostra squadra fantaciclistica non esisterebbe senza il suo contributo.

(disclaimer: la frase soprastante è da considerarsi ironica, d'ora in poi riacquisto un briciolo di serietà)

Sinceramente nino, credo che già porre la domanda sia un insulto nei nostri confronti. Poche persone che si sbattono tutti i giorni dell'anno (per la gloria, se fossimo mossi dal mero desiderio di denaro saremmo altrove, e Cicloweb probabilmente non esisterebbe più) e che, lo dico senza voler essere ruffiano, conoscono bene la materia di cui argomentano. Persone che scrivono su un sito da tempo nella blacklist del presidente della FCI e dei suoi accoliti.

Non capisco sinceramente il tuo interesse così marcato per le nostre opinioni in tale materia. È come se fossi entrato per la prima volta nel forum o sul sito un paio di giorni fa, non anni e anni. E, personalmente, questa cosa un po' mi delude.

Mi permetto di darti un consiglio: ragiona da solo, non ascoltare il canto delle sirene. Che, se ricordo bene dagli studi liceali, non erano le figure di maggior levatura presenti nell'epos.


Ho premesso che non dovevate prendervela.
Altrimenti pure voi mi deludete (utilizzo il voi perchè parli per Nicola e Seb).
No, secondo me è importante che, oltre agli interventi passati, si mettano punti fermi ora.
Ritieni pure che io mi affidi ai canti delle sirene.
Non mi offendo.
Mai.
Ma è importante il tempo ed il modo di dichiararsi (ed anche ri-dichiararsi).
Per ciò che riguarda l'epos, per conto mio le uniche figure di grande levatura erano Cassandra e Didone.
Nessun uomo.
Forse Argo, maschio ma non uomo.
Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!
Avatar utente
nino58
 
Messaggi: 7461
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: Federazione Triciclistica Italiana

UNREAD_POSTdi Subsonico » lunedì 12 dicembre 2016, 23:15

nemecsek. ha scritto:presentossi candidatura pure tal Roscini :dubbio:

http://www.tuttobiciweb.it/2016/11/22/9 ... ini-umbria

certo che na breve indagine in rete e sull old forum cicloweb (visibile in cache google) sto Roscini più che il terzo candidato pare n fior de.... amico del giaguaro.... 8-)

chi ne sa di più parli ;)


Non ne ho un buon ricordo, e difatti l'Umbria non è che sfoggi eccellenze a livello organizzativi:

http://www.ciclismoweb.net/rubriche/ruote-ruggenti/cross-italia-quando-il-caos-fa-punti.html

(tralasciate pure la seconda parte, a Tina je voglio bene ma quando si lascia prendere è finita... :diavoletto: )
VINCITORE DEL FANTATOUR 2016 SUL CAMPO: certe fantaclassifiche verranno riscritte...

"Stufano è un Peter Sagan che ha smesso di sognare (E.Vittone) "
Avatar utente
Subsonico
 
Messaggi: 5298
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:13

Re: Federazione Triciclistica Italiana

UNREAD_POSTdi quasar » martedì 13 dicembre 2016, 2:00

In questo periodo la casella di posta di Admin dovrebbe essere particolarmente intasata, senza ombra di dubbio per via dei mp relativi al quiz ma anche per i messaggi di solidarietà che gli dovrebbero essere giunti in merito a questa vicenda.
Il condizionale è d'obbligo, dal momento che pubblicamente ho letto solo le prese di posizione di deadnature e Bitossi. Vergognosamente poco.
Voglio quindi pensare che almeno in privato, ci si sia esposti. E mi riferisco in particolar modo a chi da tanti anni fa parte della famiglia di cicloweb e conosce più o meno direttamente la vicenda.

Ho una mia idea, ossia che la maggior parte di quegli utenti storici non vogliano prendere posizione, proprio come nino. Il perché non spetta a me scriverlo, non l'ha fatto nino, non mi permetto quindi di interpretare i pensieri altrui.

Mi limito ad ipotizzare uno scenario, in cui ciascuno di noi si potrebbe per un attimo immedesimare.
Supponiamo di essere l'admin di cicloweb. Un giorno capita di avere uno scontro con un nostro collaboratore, la cosa col tempo degenera in maniera evidente e pesante; questo collaboratore se ne va e decide di creare un forum tutto suo in cui lui stesso, in qualità di Admin, pubblica post che sono inequivocabilmente delle vere e proprie spalate di merda contro di noi e il nostro sito/forum. Post pubblici.
Inoltre constatiamo che tanti nostri utenti vanno a scrivere di là, assecondando quel nostro ex collaboratore e complimentandosi con lui per aver creato una nuova comunità in cui regna la democrazia e la libertà di pensiero, finalmente senza utenti che contestano idee ed opinioni. Insomma, un forum di qualità.
Poi vabbè, poco importa che giusto il tempo di un click e di quel forum non ci sia più traccia ; poco importa che alcuni di quegli utenti, non sapendo più dove scrivere tornino all'ovile come pecorelle smarrite. Poco importa.
Ora vi domando: in qualità di Admin di cicloweb, come vi sareste sentiti? Un po' traditi dai vostri utenti?
E come vi sentireste nel constatare che i vostri utenti, messi al corrente di vere e proprie minacce ricevute (perché di questo si tratta) non vi mostrino quantomeno un minimo appoggio morale?
Forse vi verrebbe il dubbio che quegli utenti, che quotidianamente scrivono sul vostro sito, in realtà non hanno di voi tutta questa grande stima e nella vicenda non sono dalla vostra parte. Perché non ve lo dicono chiaramente.


Per quanto mi riguarda (e sono uno che non ha mai regalato nulla all'amministratore di questo forum, ad esempio non condividendo quasi nulla della linea editoriale impressa al sito in materia di doping quando l'argomento era giunto nella sua fase più acuta, e trovandolo talvolta troppo convinto e borioso) sulla vicenda non ho il minimo dubbio.
Senza se e senza ma, massima solidarietà e sostegno ad Admin.
quasar
 
Messaggi: 1296
Iscritto il: lunedì 24 gennaio 2011, 1:53

Re: Federazione Triciclistica Italiana

UNREAD_POSTdi Visconte85 » martedì 13 dicembre 2016, 3:08

quasar ha scritto:In questo periodo la casella di posta di Admin dovrebbe essere particolarmente intasata, senza ombra di dubbio per via dei mp relativi al quiz ma anche per i messaggi di solidarietà che gli dovrebbero essere giunti in merito a questa vicenda.
Il condizionale è d'obbligo, dal momento che pubblicamente ho letto solo le prese di posizione di deadnature e Bitossi. Vergognosamente poco.
Voglio quindi pensare che almeno in privato, ci si sia esposti. E mi riferisco in particolar modo a chi da tanti anni fa parte della famiglia di cicloweb e conosce più o meno direttamente la vicenda.

Ho una mia idea, ossia che la maggior parte di quegli utenti storici non vogliano prendere posizione, proprio come nino. Il perché non spetta a me scriverlo, non l'ha fatto nino, non mi permetto quindi di interpretare i pensieri altrui.

Mi limito ad ipotizzare uno scenario, in cui ciascuno di noi si potrebbe per un attimo immedesimare.
Supponiamo di essere l'admin di cicloweb. Un giorno capita di avere uno scontro con un nostro collaboratore, la cosa col tempo degenera in maniera evidente e pesante; questo collaboratore se ne va e decide di creare un forum tutto suo in cui lui stesso, in qualità di Admin, pubblica post che sono inequivocabilmente delle vere e proprie spalate di merda contro di noi e il nostro sito/forum. Post pubblici.
Inoltre constatiamo che tanti nostri utenti vanno a scrivere di là, assecondando quel nostro ex collaboratore e complimentandosi con lui per aver creato una nuova comunità in cui regna la democrazia e la libertà di pensiero, finalmente senza utenti che contestano idee ed opinioni. Insomma, un forum di qualità.
Poi vabbè, poco importa che giusto il tempo di un click e di quel forum non ci sia più traccia ; poco importa che alcuni di quegli utenti, non sapendo più dove scrivere tornino all'ovile come pecorelle smarrite. Poco importa.
Ora vi domando: in qualità di Admin di cicloweb, come vi sareste sentiti? Un po' traditi dai vostri utenti?
E come vi sentireste nel constatare che i vostri utenti, messi al corrente di vere e proprie minacce ricevute (perché di questo si tratta) non vi mostrino quantomeno un minimo appoggio morale?
Forse vi verrebbe il dubbio che quegli utenti, che quotidianamente scrivono sul vostro sito, in realtà non hanno di voi tutta questa grande stima e nella vicenda non sono dalla vostra parte. Perché non ve lo dicono chiaramente.


Per quanto mi riguarda (e sono uno che non ha mai regalato nulla all'amministratore di questo forum, ad esempio non condividendo quasi nulla della linea editoriale impressa al sito in materia di doping quando l'argomento era giunto nella sua fase più acuta, e trovandolo talvolta troppo convinto e borioso) sulla vicenda non ho il minimo dubbio.
Senza se e senza ma, massima solidarietà e sostegno ad Admin.


Io sono da pochi anni nel forum di Cicloweb,
dell'ex collaboratore non so nulla e sinceramente non mi importa proprio niente.
Della politica federale nun ce capisco niente, anche se persino uno sciocco può vedere che l'Italia del pedale non va a gonfie vele, anzi...

Del resto massima solidarietà ad Admin, persona e giornalista di cui ho grandissima stima e leggo sempre con piacere.

Anche se a volte arbitra troppo all'inglese sul forum :D
2014: Giro tp 21,Tour tp 10,Vuelta tp 3, ARGENTO a Ponferrada
2015: Giro anch'io 3°,Tour tp 10 e 20, GpMontreal
2016: GandWevelgen, Svizzera, Tour tp 13, Vuelta tp 10
2017: Tour tp 10 Vuelta tp 2
Campione nazionale olandese di ciclocross in carica
Avatar utente
Visconte85
 
Messaggi: 9075
Iscritto il: giovedì 8 maggio 2014, 13:27

Re: Federazione Triciclistica Italiana

UNREAD_POSTdi Visconte85 » martedì 13 dicembre 2016, 3:18

nino58 ha scritto:Ho premesso che non dovevate prendervela.
Altrimenti pure voi mi deludete (utilizzo il voi perchè parli per Nicola e Seb).
No, secondo me è importante che, oltre agli interventi passati, si mettano punti fermi ora.
Ritieni pure che io mi affidi ai canti delle sirene.
Non mi offendo.
Mai.
Ma è importante il tempo ed il modo di dichiararsi (ed anche ri-dichiararsi).
Per ciò che riguarda l'epos, per conto mio le uniche figure di grande levatura erano Cassandra e Didone.
Nessun uomo.
Forse Argo, maschio ma non uomo.


Io Nino non capisco perché....
La gazzetta ha preso posizione quando c'erano le elezioni per la presidenza Figc o della Lega?
Tuttobici e soci si espongono?
Perché Cicloweb dovrebbe prendere posizione? è un sito di ciclismo (per me il migliore), il loro compito è altro.
2014: Giro tp 21,Tour tp 10,Vuelta tp 3, ARGENTO a Ponferrada
2015: Giro anch'io 3°,Tour tp 10 e 20, GpMontreal
2016: GandWevelgen, Svizzera, Tour tp 13, Vuelta tp 10
2017: Tour tp 10 Vuelta tp 2
Campione nazionale olandese di ciclocross in carica
Avatar utente
Visconte85
 
Messaggi: 9075
Iscritto il: giovedì 8 maggio 2014, 13:27

Re: Federazione Triciclistica Italiana

UNREAD_POSTdi nino58 » martedì 13 dicembre 2016, 8:33

Visconte85 ha scritto:
nino58 ha scritto:Ho premesso che non dovevate prendervela.
Altrimenti pure voi mi deludete (utilizzo il voi perchè parli per Nicola e Seb).
No, secondo me è importante che, oltre agli interventi passati, si mettano punti fermi ora.
Ritieni pure che io mi affidi ai canti delle sirene.
Non mi offendo.
Mai.
Ma è importante il tempo ed il modo di dichiararsi (ed anche ri-dichiararsi).
Per ciò che riguarda l'epos, per conto mio le uniche figure di grande levatura erano Cassandra e Didone.
Nessun uomo.
Forse Argo, maschio ma non uomo.


Io Nino non capisco perché....
La gazzetta ha preso posizione quando c'erano le elezioni per la presidenza Figc o della Lega?
Tuttobici e soci si espongono?
Perché Cicloweb dovrebbe prendere posizione? è un sito di ciclismo (per me il migliore), il loro compito è altro.


Proprio per questo.
Perchè è il migliore.
Ma anche non volessimo si pronunci come testata, in questo 3d mi pareva vi fossero, come diceva quasar, pochi interventi sulla questione.
A quasar dico, onde fugare dubbi, che sono favorevole all'elezione di Norma Gimondi (ma devo pure averlo scritto dopo aver detto che il candidato desiderato era Martinello, forse gli è sfuggito).
Se non l'ho scritto in forma comprensibile, lo riaffermo qui ed ora.
Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!
Avatar utente
nino58
 
Messaggi: 7461
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: Federazione Triciclistica Italiana

UNREAD_POSTdi Tranchée d'Arenberg » martedì 13 dicembre 2016, 10:06

quasar ha scritto:In questo periodo la casella di posta di Admin dovrebbe essere particolarmente intasata, senza ombra di dubbio per via dei mp relativi al quiz ma anche per i messaggi di solidarietà che gli dovrebbero essere giunti in merito a questa vicenda.
Il condizionale è d'obbligo, dal momento che pubblicamente ho letto solo le prese di posizione di deadnature e Bitossi. Vergognosamente poco.
Voglio quindi pensare che almeno in privato, ci si sia esposti. E mi riferisco in particolar modo a chi da tanti anni fa parte della famiglia di cicloweb e conosce più o meno direttamente la vicenda.

Ho una mia idea, ossia che la maggior parte di quegli utenti storici non vogliano prendere posizione, proprio come nino. Il perché non spetta a me scriverlo, non l'ha fatto nino, non mi permetto quindi di interpretare i pensieri altrui.


quasar, ho grande stima di te ma stavolta mi tocca fare qualche contestazione al tuo post, sfruttandolo anche come assist per chiarire un pò di cose che forse non sono state mai chiarite per bene.

Anzitutto, essere solidali con Admin a proposito di mail di questo genere che riceve (e ha ricevuto) mi pare doveroso. Il contenuto è talmente violento che, a prescindere da come la si possa pensare sulle elezioni e sulla FCI o su qualsiasi altra questione, spendere due parole di solidarietà per Marco è il minimo. Senza se e senza ma, come dici tu. Su questo ovviamente siamo d'accordo e mi pare non ci sia molto altro da aggiungere.

Per quanto riguarda la risposta del forum, io non credo che i forumisti sian stati così insesibili alla questione, anche perchè questo non è certamente il primo episodio del genere e immagino che in tanti abbiano espresso la propria solidarietà anche in occasioni dei precedenti o per altre situazioni spiacevoli (vedi le denunce del baffo o le minacce di Vegni dopo l'ultima Tirreno). Soprattutto non credo ci sia una volontà da parte degli utenti storici - tra i quali ormai mi sento di inserirmi dopo 9 anni che scrivo cazzate su queste pagine - di evitare la questione per non dover prendere una posizione. Ovviamente ragiono in generale, poi è normale ci siano dei casi particolari, ma credo sinceramente che qua dentro molti, se non tutti, siano solidali con l'Admin.

La parte del tuo post su cui sono critico è però la seguente:

quasar ha scritto:Mi limito ad ipotizzare uno scenario, in cui ciascuno di noi si potrebbe per un attimo immedesimare.
Supponiamo di essere l'admin di cicloweb. Un giorno capita di avere uno scontro con un nostro collaboratore, la cosa col tempo degenera in maniera evidente e pesante; questo collaboratore se ne va e decide di creare un forum tutto suo in cui lui stesso, in qualità di Admin, pubblica post che sono inequivocabilmente delle vere e proprie spalate di merda contro di noi e il nostro sito/forum. Post pubblici.
Inoltre constatiamo che tanti nostri utenti vanno a scrivere di là, assecondando quel nostro ex collaboratore e complimentandosi con lui per aver creato una nuova comunità in cui regna la democrazia e la libertà di pensiero, finalmente senza utenti che contestano idee ed opinioni. Insomma, un forum di qualità.
Poi vabbè, poco importa che giusto il tempo di un click e di quel forum non ci sia più traccia ; poco importa che alcuni di quegli utenti, non sapendo più dove scrivere tornino all'ovile come pecorelle smarrite. Poco importa.
Ora vi domando: in qualità di Admin di cicloweb, come vi sareste sentiti? Un po' traditi dai vostri utenti?
E come vi sentireste nel constatare che i vostri utenti, messi al corrente di vere e proprie minacce ricevute (perché di questo si tratta) non vi mostrino quantomeno un minimo appoggio morale?
Forse vi verrebbe il dubbio che quegli utenti, che quotidianamente scrivono sul vostro sito, in realtà non hanno di voi tutta questa grande stima e nella vicenda non sono dalla vostra parte. Perché non ve lo dicono chiaramente.


Per quanto mi riguarda (e sono uno che non ha mai regalato nulla all'amministratore di questo forum, ad esempio non condividendo quasi nulla della linea editoriale impressa al sito in materia di doping quando l'argomento era giunto nella sua fase più acuta, e trovandolo talvolta troppo convinto e borioso) sulla vicenda non ho il minimo dubbio.
Senza se e senza ma, massima solidarietà e sostegno ad Admin.


Premetto che non sarò sintetico. Già normalmente non lo sono per mia natura, ma in questo caso non mi sforzerò neanche di esserlo perchè voglio mettere in chiaro diversi aspetti.

In molti tra i 'vecchi' conoscono la genesi della questione, che risale al Tour de France del 2013: durante la crono di Mont-Saint-Michel Cavendish fu oggetto di un lancio di pipì da parte di qualche 'tifoso' che voleva fargliela pagare per una scorrettezza del britannico in volata (su Veelers se non erro). L'accaduto generò una discussione piuttosto accesa sul forum (anche a causa di qualche solito provocatore, se non erro), l'ex-untente in questione perse la calma e beccò una settimana di sospensione. Prego Marco di correggermi se sto scrivendo inesattezze, sono passati più di tre anni ormai.
Quella sospensione, probabilmente preceduta da qualche altra incomprensione, produsse una degenerazione della situazione e dei rapporti tra l'ex-utente e Marco che in breve furono irrimediabilmente compromessi.

Poco dopo l'ex-utente decise di fondare un altro forum, al quale aderirono diversi utenti di cw. Le motivazione che spinsero i singoli ad aderire sono probabilmente molto diverse soggetto per soggetto, come è normale che sia. Alcuni utenti in polemica per la gestione del forum (ovvero a causa della presenza di provocatori professionisti), migrarono nell'altro forum sparendo in pratica da cw. Altri, come il sottoscritto o come un altro utente storico e molto apprezzato come cauz (anche tu Filip, se scrivo inesattezze correggimi in modo perentorio), decisero invece di iscriversi pure 'di là' senza però trascurare minimamente cicloweb.

Personalmente,per un breve periodo, oltre a scrivere minchiate quotidianamente sulle pagine di questo forum, frequentavo e scrivevo anche 'di là' e la cosa non mi è mai sembrata ne contraddittoria ne offensiva nei confronti di Marco, di CW e del forum che ho sempre sentito e continuo a sentire 'mio' . Semplicemente, essendo un avido malato di ciclismo, non volevo fare a meno del contributo di utenti come Morris o lemond.
Certo, avevo e ho un'idea chiara dell'accaduto, che secondo me fu ingigantito a dismisura dall'ex-utente generando poi un effetto domino che si poteva tranquillamente evitare e risolvere con una serena chiacchierata. Ma ciò, da persona libera quale mi ritengo, per me non rappresentava un impedimento al confronto anche con altri soggetti. Considerate pure che allora episodi come quello riportato da Marco su queste pagine, non erano ancora noti...
Ad ogni modo, poco dopo, a seguito di una richiesta che non volevo assecondare, decisi di abbandonare quel forum, pur continuando a pensare che perdere il contributo di alcuni utenti non fosse una cosa positiva. Uscii molto molto prima che quel forum chiudesse.
Non credo assolutamente che chi ha continuato sempre a scrivere sia qui che li possa essere considerato alla stregua di una pecorella smarrita che, rimasta improvvisamente senza un tetto, ha deciso di ritornare alla vecchia casa con la coda tra le gambe. Mi sembra una banalizzazione troppo spinta, che non fa fede alla realtà ed è ingiusta nei confronti di alcuni affezionati utenti di CW che - lo ripeto come un mantra - non hanno mai abbandonato questo luogo e che quindi non sono mai tornati a casa semplicement perchè non sono mai andati via.
Per essere ancora più chiari, ne da parte mia ne da parte di alcuni altri utenti (non tutti, è chiaro) c'è stato tradimento nei confronti di CW. Anche perchè poi la presenza di ciascuno di noi in questo forum, non credo precluda la possibilità di frequentare altri spazi virtuali (abbasso la monogamia :D :hippy: ).

Insomma, tutto questo sproloquio per dirti che la ricostruzione che hai fatto è a mio modo di vedere sbagliata perchè tende a banalizzare e semplificare in modo esagerato un contesto che in realtà è stato decisamente più complesso e variegato. Sicuramente c'è stato chi migrò in polemica con CW, ma ci furono anche utenti che non hanno mai abbandonato Cicloweb e che tu in questo modo accusi d'esser stati dei traditori. Non lo trovo giusto, semplicemente perchè non è vero.

Scusami e scusatemi tutti ancora per la lunghezza indecente di questo post, ma mi pareva giusto esprimermi in questo modo, sia perchè ci tenevo a rispondere a quasar, sia perchè forse c'erano degli aspetti che in generale, dal mio punto di vista, andavano chiariti.
Cobblestone 2012 - 1° Classifica Generale
Cobblestone 2012 - 1° Classifica Classiche
Cobblestone 2013 - 1° Classifica Semiclassiche

FantaCycling Manager 2016 - 1° Classifica (squadre)
Avatar utente
Tranchée d'Arenberg
 
Messaggi: 12357
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:50
Località: Falconara Albanese (CS)

Re: Federazione Triciclistica Italiana

UNREAD_POSTdi nemecsek. » martedì 13 dicembre 2016, 12:52

qua pare d esse al congresso del PSDI del'66 in quanto a spregiudicatezza de posizioni..... :diavoletto:

ricapitolamo, perchè me pare che ci sia una univoca linea d opinione....

ce stà dirocco e la gimonda.. tertium non datur... a no ce stà pure il monsignor paraguaiano.... Roscini.. 8-)
dirocco non lo vole nessuno tutti volean martinello che se nega
dubbi sulla discotinuità polittica da dirocco della gimonda qua nessuno li vede
sulle segrete cose delle federazioni regionali pochi sanno e per ora qui tacciuono.... :uhm:

intanto diroccobalboa dichiara:

In un eventuale nuovo mandato, mi propongo di continuare a favorire la crescita del movimento femminile, investire nella BMX, disciplina che riscuote il consenso dei giovani, incrementare il paraciclismo, che sta già registrando progressi notevoli. E, come detto, continuare la lotta al doping. E naturalmente cominciare a lavorare per Tokyo 2020: vedrete, ai prossimi Giochi le done italiane stupiranno il mondo

fonte: http://www.tuttobiciweb.it/2016/12/13/9 ... blea-tokyo

qua me sà che da qqua nun ce se move :bici:
...ve lo meritate Nanni Moretti....

Immagine
Avatar utente
nemecsek.
 
Messaggi: 901
Iscritto il: mercoledì 6 gennaio 2016, 22:35

Re: Federazione Triciclistica Italiana

UNREAD_POSTdi quasar » martedì 13 dicembre 2016, 13:15

Tranchée, comprendo e, per certi aspetti, condivido la tua contestazione.
Mi rendo conto che dal mio post, di cui ne confermo la sostanza, può emergere quel modo di generalizzare che risulta talvolta fastidioso.
Riprendo tuttavia alcuni passaggi del tuo intervento per chiarire ulteriormente il mio punto di vista.

Questione forum/altro forum.
In effetti, nel non potermi dilungare troppo vista l'ora tarda in cui il mio precedente post è stato scritto, in merito alla migrazione di utenti non ho fatto i doverosi distinguo. Quindi faccio mia la tua ricostruzione con alcune precisazioni,proprio perché come hai scritto, la questione non è mai stata del tutto chiarita.
Convengo che è sacrosanta la libertà di ciascuno di noi di frequentare e scrivere su forum di ogni tipo. Ciascuno di noi avrà l'abitudine di frequentare un bar senza che questo ci impedisca più o meno saltuariamente di andare a prendere l'aperitivo altrove. Tuttavia, nel momento in cui mi rendo conto che in quel locale un giorno si e l'altro pure si fanno continui riferimenti al mio bar di fiducia, insultandone il proprietario e la sua gestione, per correttezza non ci entro più. Perché al di là di ogni metafora, questo è quanto accaduto.
Creare ed utilizzare un forum per poi postare subito considerazioni su vicende personali lo trovo sempre e comunque scorretto. Non mi pare che qui sia mai stato fatto altrettanto.
E, a prescindere da ogni presa di posizione che, come hai opportunamente precisato, comunque presuppone una conoscenza dei fatti, già constatare questa mancanza di correttezza sarebbe dovuto essere piuttosto indicativo.

Verissimo che alcuni utenti hanno iniziato a scrivere di là senza mai abbandonare cicloweb ed hai fatto bene a ricordarlo, ma è altrettanto vero che in tanti hanno dato pieno appoggio all'admin del nuovo forum, non scrivendo più su cw e per farci ritorno solo dopo la chiusura di quel forum. Se vuoi facciamo nomi e cognomi, o meglio nick, per essere più chiari.

Poi Tranchée, questo è il mio punto di vista, ti espongo quali sarebbero state le mie sensazioni al posto di MG. Possibile, anzi probabile, che il suo punto di vista sia molto vicino al tuo. E te lo dimostra il fatto che abbia sempre riaccolto tutti qua dentro, anche coloro che lo hanno insultato pesantemente, non ultimo chi, qua sul forum, l'ha recentemente trattato alla stregua di un pezzente.


Tranchée d'Arenberg ha scritto:Per quanto riguarda la risposta del forum, io non credo che i forumisti sian stati così insesibili alla questione, anche perchè questo non è certamente il primo episodio del genere e immagino che in tanti abbiano espresso la propria solidarietà anche in occasioni dei precedenti o per altre situazioni spiacevoli (vedi le denunce del baffo o le minacce di Vegni dopo l'ultima Tirreno). Soprattutto non credo ci sia una volontà da parte degli utenti storici - tra i quali ormai mi sento di inserirmi dopo 9 anni che scrivo cazzate su queste pagine - di evitare la questione per non dover prendere una posizione. Ovviamente ragiono in generale, poi è normale ci siano dei casi particolari, ma credo sinceramente che qua dentro molti, se non tutti, siano solidali con l'Admin.

Ecco, su questo punto, che poi è il motivo principale alla base del mio intervento, mi sento di dissentire.
Dai per scontato qualcosa che invece non lo è affatto. Non ho la certezza, ma la mia sensazione è invece che in tanti qua dentro non si sentano solidali con l'Admin e non vogliano/possano prendere posizione netta sulla vicenda,quantomeno pubblicamente.
Perché comporterebbe un dare contro alla controparte.
Poi, sia chiaro, ciascuno di noi è libero di valutare il tutto come meglio crede, nessuno ha l'obbligo di prendere per forza una posizione.
Ma c'è qualcosa che non torna. Come hai giustamente ricordato, Tranchée, sul caso Vegni e sulla vicenda col presidente federale, gli attestati di stima e solidarietà nei confronti di MG non sono mancati affatto.
In quest'ultima vicenda ne leggo pochissimi.
quasar
 
Messaggi: 1296
Iscritto il: lunedì 24 gennaio 2011, 1:53

Re: Federazione Triciclistica Italiana

UNREAD_POSTdi Tranchée d'Arenberg » martedì 13 dicembre 2016, 13:50

quasar ha scritto:Tranchée, comprendo e, per certi aspetti, condivido la tua contestazione.
Mi rendo conto che dal mio post, di cui ne confermo la sostanza, può emergere quel modo di generalizzare che risulta talvolta fastidioso.
Riprendo tuttavia alcuni passaggi del tuo intervento per chiarire ulteriormente il mio punto di vista.

Questione forum/altro forum.
In effetti, nel non potermi dilungare troppo vista l'ora tarda in cui il mio precedente post è stato scritto, in merito alla migrazione di utenti non ho fatto i doverosi distinguo. Quindi faccio mia la tua ricostruzione con alcune precisazioni,proprio perché come hai scritto, la questione non è mai stata del tutto chiarita.
Convengo che è sacrosanta la libertà di ciascuno di noi di frequentare e scrivere su forum di ogni tipo. Ciascuno di noi avrà l'abitudine di frequentare un bar senza che questo ci impedisca più o meno saltuariamente di andare a prendere l'aperitivo altrove. Tuttavia, nel momento in cui mi rendo conto che in quel locale un giorno si e l'altro pure si fanno continui riferimenti al mio bar di fiducia, insultandone il proprietario e la sua gestione, per correttezza non ci entro più. Perché al di là di ogni metafora, questo è quanto accaduto.
Creare ed utilizzare un forum per poi postare subito considerazioni su vicende personali lo trovo sempre e comunque scorretto. Non mi pare che qui sia mai stato fatto altrettanto.
E, a prescindere da ogni presa di posizione che, come hai opportunamente precisato, comunque presuppone una conoscenza dei fatti, già constatare questa mancanza di correttezza sarebbe dovuto essere piuttosto indicativo.


Infatti, quando ho capito che la situazione era insanabile - e ciò è accaduto poco dopo essere entrato - ho salutato con garbo e non ci sono più entrato. Su questo siamo anche d'accordo.

quasar ha scritto:Verissimo che alcuni utenti hanno iniziato a scrivere di là senza mai abbandonare cicloweb ed hai fatto bene a ricordarlo, ma è altrettanto vero che in tanti hanno dato pieno appoggio all'admin del nuovo forum, non scrivendo più su cw e per farci ritorno solo dopo la chiusura di quel forum. Se vuoi facciamo nomi e cognomi, o meglio nick, per essere più chiari.


Questo lo so bene e infatti c'ho tenuto a precisare nel mio precedente post, giusto perchè non mi va che si faccia di tutta l'erba un fascio, ne in un senso, ne in quello opposto. Per fortuna nella vita non è sempre tutto ON/OFF, ma esistono mille e più sfumature. Ora non voglio star qui a dire che la mia scelta è stata buona o migliore rispetto ad altri, ma mi pareva giusto ricordare che ci sono state delle scelte completamente differenti, che nel tuo primo post parevano esser state trascurate del tutto. Conoscendoti (virtualmente) e sapendo che si poteva produrre una discussione seria e costruttiva, ho voluto fare le mie precisazioni.

quasar ha scritto:
Tranchée d'Arenberg ha scritto:Per quanto riguarda la risposta del forum, io non credo che i forumisti sian stati così insesibili alla questione, anche perchè questo non è certamente il primo episodio del genere e immagino che in tanti abbiano espresso la propria solidarietà anche in occasioni dei precedenti o per altre situazioni spiacevoli (vedi le denunce del baffo o le minacce di Vegni dopo l'ultima Tirreno). Soprattutto non credo ci sia una volontà da parte degli utenti storici - tra i quali ormai mi sento di inserirmi dopo 9 anni che scrivo cazzate su queste pagine - di evitare la questione per non dover prendere una posizione. Ovviamente ragiono in generale, poi è normale ci siano dei casi particolari, ma credo sinceramente che qua dentro molti, se non tutti, siano solidali con l'Admin.

Ecco, su questo punto, che poi è il motivo principale alla base del mio intervento, mi sento di dissentire.
Dai per scontato qualcosa che invece non lo è affatto. Non ho la certezza, ma la mia sensazione è invece che in tanti qua dentro non si sentano solidali con l'Admin e non vogliano/possano prendere posizione netta sulla vicenda,quantomeno pubblicamente.
Perché comporterebbe un dare contro alla controparte.
Poi, sia chiaro, ciascuno di noi è libero di valutare il tutto come meglio crede, nessuno ha l'obbligo di prendere per forza una posizione.
Ma c'è qualcosa che non torna. Come hai giustamente ricordato, Tranchée, sul caso Vegni e sulla vicenda col presidente federale, gli attestati di stima e solidarietà nei confronti di MG non sono mancati affatto.
In quest'ultima vicenda ne leggo pochissimi.


Qui potresti avere ragione. Nel mio post mi sono basato su supposizioni, sensazioni e credo che anche tu in parte abbia fatto lo stesso, nel senso che nessuno di noi ha letto le (eventuali) mail di solidarietà arrivate a Marco, ammesso che ne siano arrivate.
E' vero che non ci sono state levate di scudi sul forum, forse perchè la questione è ritenuta meno rilevante rispetto alle diatribe con Di Rocco e Vegni; forse perchè a metà dicembre e col quiz fermo, si scrive e si legge di meno; forse perchè la querelle con l'ex-utente in questione è annosa e ha pure stancato. Credo poco invece alla motivazione da te addotta. Ma su questo aspetto ci sta che io mi sbagli completamente, visto che siamo nel campo dell'interpretazione dei gesti altrui.
Cobblestone 2012 - 1° Classifica Generale
Cobblestone 2012 - 1° Classifica Classiche
Cobblestone 2013 - 1° Classifica Semiclassiche

FantaCycling Manager 2016 - 1° Classifica (squadre)
Avatar utente
Tranchée d'Arenberg
 
Messaggi: 12357
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:50
Località: Falconara Albanese (CS)

Re: Federazione Triciclistica Italiana

UNREAD_POSTdi UribeZubia » martedì 13 dicembre 2016, 13:53

quasar ha scritto:In questo periodo la casella di posta di Admin dovrebbe essere particolarmente intasata, senza ombra di dubbio per via dei mp relativi al quiz ma anche per i messaggi di solidarietà che gli dovrebbero essere giunti in merito a questa vicenda.
Il condizionale è d'obbligo, dal momento che pubblicamente ho letto solo le prese di posizione di deadnature e Bitossi. Vergognosamente poco.
Voglio quindi pensare che almeno in privato, ci si sia esposti. E mi riferisco in particolar modo a chi da tanti anni fa parte della famiglia di cicloweb e conosce più o meno direttamente la vicenda.

Ho una mia idea, ossia che la maggior parte di quegli utenti storici non vogliano prendere posizione, proprio come nino. Il perché non spetta a me scriverlo, non l'ha fatto nino, non mi permetto quindi di interpretare i pensieri altrui.

Mi limito ad ipotizzare uno scenario, in cui ciascuno di noi si potrebbe per un attimo immedesimare.
Supponiamo di essere l'admin di cicloweb. Un giorno capita di avere uno scontro con un nostro collaboratore, la cosa col tempo degenera in maniera evidente e pesante; questo collaboratore se ne va e decide di creare un forum tutto suo in cui lui stesso, in qualità di Admin, pubblica post che sono inequivocabilmente delle vere e proprie spalate di merda contro di noi e il nostro sito/forum. Post pubblici.
Inoltre constatiamo che tanti nostri utenti vanno a scrivere di là, assecondando quel nostro ex collaboratore e complimentandosi con lui per aver creato una nuova comunità in cui regna la democrazia e la libertà di pensiero, finalmente senza utenti che contestano idee ed opinioni. Insomma, un forum di qualità.
Poi vabbè, poco importa che giusto il tempo di un click e di quel forum non ci sia più traccia ; poco importa che alcuni di quegli utenti, non sapendo più dove scrivere tornino all'ovile come pecorelle smarrite. Poco importa.
Ora vi domando: in qualità di Admin di cicloweb, come vi sareste sentiti? Un po' traditi dai vostri utenti?
E come vi sentireste nel constatare che i vostri utenti, messi al corrente di vere e proprie minacce ricevute (perché di questo si tratta) non vi mostrino quantomeno un minimo appoggio morale?
Forse vi verrebbe il dubbio che quegli utenti, che quotidianamente scrivono sul vostro sito, in realtà non hanno di voi tutta questa grande stima e nella vicenda non sono dalla vostra parte. Perché non ve lo dicono chiaramente.


Per quanto mi riguarda (e sono uno che non ha mai regalato nulla all'amministratore di questo forum, ad esempio non condividendo quasi nulla della linea editoriale impressa al sito in materia di doping quando l'argomento era giunto nella sua fase più acuta, e trovandolo talvolta troppo convinto e borioso) sulla vicenda non ho il minimo dubbio.
Senza se e senza ma, massima solidarietà e sostegno ad Admin.


Frequentavo anche io il forum "in questione",così come non ho mai smesso di frequentare questo e altri siti. Non ho mai spalato merda ne' contro Marco Grassi ne' contro Cicloweb. Semplicemente mi trovavo bene in quel forum come in questo come in altri,mi spiace che abbia chiuso ma non mi sento ne' una pecorella smarrita ne' tantomeno un traditore. Se però la mia presenza nel forum di Cicloweb dovesse dare fastidio non c'è che da dirlo,ne prenderò atto e mi farò da parte.
Avatar utente
UribeZubia
 
Messaggi: 1671
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 18:27

Re: Federazione Triciclistica Italiana

UNREAD_POSTdi quasar » martedì 13 dicembre 2016, 15:33

Torno un'ultimissima volta sull'argomento, poi mi taccio per sempre perchè va bene chiarire ma alla lunga il tutto rischia di diventare stucchevole.

UribeZubia ha scritto:Frequentavo anche io il forum "in questione",così come non ho mai smesso di frequentare questo e altri siti. Non ho mai spalato merda ne' contro Marco Grassi ne' contro Cicloweb. Semplicemente mi trovavo bene in quel forum come in questo come in altri,mi spiace che abbia chiuso ma non mi sento ne' una pecorella smarrita ne' tantomeno un traditore. Se però la mia presenza nel forum di Cicloweb dovesse dare fastidio non c'è che da dirlo,ne prenderò atto e mi farò da parte.

Uribe, se avessi letto anche lo sviluppo della discussione come conseguenza del quanto mai opportuno intervento di Tranchée d'Arenberg e mia successiva replica/integrazione al post da te quotato, avresti avuto un quadro più completo su quale fosse il mio intento primordiale.
Mi sembra superfluo farlo notare, ma è evidente che il mio sia un intervento a titolo esclusivamente personale.
Non amo interessarmi alle vicende altrui, mai. Ma, scrivendo qua da 11 anni e percependo nel seguente post un velo di delusione:
Admin ha scritto:Stendo un velo sul resto, Nino, perché mi pare proprio che parliamo lingue diverse, del resto forse tu pensi che io certi insulti me li sia "cercati" (mutuo da altro thread). Più che dire che mi dispiace che la pensi così sul mio conto, non so. Rispiegare per l'ennesima volta certe cose (che ho nuovamente chiarito ancora pochi giorni fa) per poi sentirsi dire di nuovo "non prendo posizione perché non so chi ha cominciato" mi parrebbe esercizio sterile. È tutto scritto su queste pagine, chi voleva capire ha capito, forse qualcuno ha temporaneamente perso la password, ma da parte mia amen, non sono in cerca di altre frustrazioni.

a cui non ha fatto seguito alcun intervento, quantomeno pubblico, di solidarietà, mi sono preso la briga di entrare deciso, da ex cagnaccio di centrocampo alla Romeo Benetti, per spezzare una lancia a favore di Admin. A cui, ripeto, nulla è dovuto e nulla ho mai concesso, ma in questo caso mi sono sentito di espormi in maniera diretta e senza ambiguità.
Questo è quanto.
quasar
 
Messaggi: 1296
Iscritto il: lunedì 24 gennaio 2011, 1:53

Re: Federazione Triciclistica Italiana

UNREAD_POSTdi simociclo » martedì 13 dicembre 2016, 15:53

nino58 ha scritto:
Admin ha scritto:Stendo un velo sul resto, Nino, perché mi pare proprio che parliamo lingue diverse, del resto forse tu pensi che io certi insulti me li sia "cercati" (mutuo da altro thread). Più che dire che mi dispiace che la pensi così sul mio conto, non so. Rispiegare per l'ennesima volta certe cose (che ho nuovamente chiarito ancora pochi giorni fa) per poi sentirsi dire di nuovo "non prendo posizione perché non so chi ha cominciato" mi parrebbe esercizio sterile. È tutto scritto su queste pagine, chi voleva capire ha capito, forse qualcuno ha temporaneamente perso la password, ma da parte mia amen, non sono in cerca di altre frustrazioni.

Sulla linea editoriale: domanda superflua. Non sono mai stato un fautore dell'astensionismo, io la posizione la prendo ed è sempre abbastanza chiara. A 'sto giro secondo te tra Di Rocco e Gimondi io chi voterei a Rovereto? Già il porre la domanda segnala ancora la scarsa considerazione che mi riservi su queste pagine. E dire che mi conosci da anni. :boh:


Lo so.
Lo scrivere procura sempre incomprensione.
E, nel caso, non siamo all'eccezione.
Circoscrivo la domanda ai Redattori, allora.
Sperando che nessuno se la prenda per la richiesta.


chi vomita insulti offese e minacce come colui che ha scritto il messaggio ad Admin non si presta a nessuna incomprensione.
Si fa semplimente riconoscere per quello che è, senza lasciare dubbio alcuno. Un fanatico, uno che si crede "puro" e crede talmente "giusta" la sua battaglia che ha perso la lucidità. Meno male che si occupa di ciclismo.....

Nino, ho sempre letto i tuoi interventi e sono veramente basito che tu velatamente (ma neppure troppo) stia giustificando una mail di questo tipo. Veramente basito.

Ho già scritto ad Admin per manifestare la mia solidarietà, per quello che conta. Ma leggendo le parole di Quasar mi è venuto in mente che in un luogo pubblico, come un forum (o come una piazza) si debba anche manifestarla pubblicamente la solidarietà.
Quindi.... viva Admin e abbassato i fanatici di ogni ordine e grado, anche quelli ciclistici, evidentemente siminili a quelli religiosi e ideologici :)
"la mente è come il paracadute, funziona solo se si apre" A. Einstein
Avatar utente
simociclo
 
Messaggi: 3380
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 17:12

Re: Federazione Triciclistica Italiana

UNREAD_POSTdi Admin » martedì 13 dicembre 2016, 17:30

Cari amici, ringrazio di cuore chi si espone ma tranquilli, non è necessario. :)

Il mio obiettivo non è indire una crociata, ma semplicemente non avere più seccature di un certo genere.

La querelle è andata avanti sin troppo, per sintetizzare diciamo che da un certo punto in avanti (dalla sospensione ricordata da Tranchée) ogni mia mossa è stata interpretata in senso complottista. Sono stato accusato di essermi venduto a Di Rocco, di avergli passato - personalmente o tramite i miei collaboratori - informazioni preziose, di aver ridicolizzato persone con le quali invece non volevo semplicemente avere a che fare, di aver manipolato gli utenti del forum di Cicloweb, di aver ordito trame di ogni genere.

Nulla di tutto ciò era/è vero, eppure negli anni ho continuato ad essere tartassato. Sono stato recentemente accusato di aver passato a nemecsek delle mail ricevute sempre dal soggetto di cui si parla, di modo che lui (nemcsek) potesse poi farne un uso spregiudicato con commenti sprezzanti sul forum. Sono state rilevate delle casualità e messe in connessione forzata, ci si è convinti che le cose non potessero che stare così (ovvero come le vedeva "lui", con Grassi nel ruolo dell'eminenza grigia, o del pezzo di merda che dir si voglia).

Vorrei essere indagato dalla polizia postale su queste questioni, vorrei che i miei computer venissero setacciati, che i tabulati delle mie telefonate scandagliati, alla ricerca di prove di quanto mi è stato attribuito. Non se ne troverebbe una.

Sfido chiunque qui a dire e provare di essere stato imbeccato da me nel corso degli anni. Vorrei tra l'altro far notare che - pur essendone diventato conclamato nemico - non ho mai pubblicato il nome della mia nemesi, ennesima dimostrazione (come le altre di cui si è giunti a prova comprovata, tipo la condanna vs Di Rocco che testimoniava il mio non essere in vendita, tanto per dirne una) di come io non abbia assolutamente cercato la guerra. Credo che il nome (non il cognome) sia stato svelato per la prima volta in tanti anni solo da Nino - forse inavvertitamente - in uno di questi ultimi post. Mai da me.

*****

Detto ciò, ognuno è libero di scrivere dove gli pare, e di dare retta a chi gli pare, o di fondare i forum che gli pare. In questi anni, se ho parlato, è stato solo per chiarire che nulla di quanto mi veniva attribuito era vero. Che poi è quello che sto facendo anche ora. Solo con Tranchée mi permisi di esprimere privatamente delusione non tanto per il miniesodo che c'era stato verso quel forum (e che aveva coinvolto pure lui), quanto per le motivazioni alla base di quel miniesodo (ovvero quelle citate sopra, la presunzione del fatto che io fossi un p.d.m., tanto per sintetizzare); e anche per un altro fatto: lo scouting che venne fatto presso gli utenti di Cicloweb affinché migrassero. Questo lo so per certo.

Nonostante mi venisse spesso riferito quanto accadeva di là (o anche di qua, in riferimento a là), non ho mai guardato quel forum, tranne in un'occasione in cui dovevo fronteggiare ennesime accuse (di aver orchestrato delle telefonate mute a persone estranee a queste vicende...). Non l'ho guardato nonostante sapessi che lì venivo definito in tutti i modi; forse proprio per questo.

Per me non c'è nessun problema che si scriva da una parte o dall'altra, non sono possessivo. Non ho mai neanche vietato che su Cicloweb venissero postati link di altri siti concorrenti, per dire (edit: tranne, lo aggiungo per totale trasparenza, quelli dell'"altro" forum in questi ultimi anni. Quelli li ho rimossi un paio di volte, essendo per Cicloweb irricevibili). Questa è la mia impostazione. Non serbo rancori. Né considero traditori alcuni utenti. Stiamo parlando di un forum di ciclismo, cerchiamo sempre di ricordare l'infinitesima importanza del tema in oggetto.

La libertà che mi si accusa aver concesso ai "troll" (dannata parola) è la stessa, ad esempio, di cui si è avvalso Morris per scrivermi di tutto qualche giorno fa. Non so su quanti altri forum una cosa del genere sarebbe stata permessa. Non ci sono divieti di ingresso, chiunque può venire e scrivere quello che gli pare. Se va oltre a quelle tre/quattro regolette, viene sanzionato. Tutto qui. Senza dietrologie o retropensieri.

*****

Riguardo alla Gimondi: di lei non mi convincono alcune cose, devo ancora capire bene chi l'affianca, e ho il sentore che non sarò contento di saperlo.
Nonostante questo, la appoggeremo lealmente, non perché magari sia la candidata ideale, ma perché nulla può essere concesso a Di Rocco (né tantomeno ai suoi fiancheggiatori storici come Roscini).

Per il bene del ciclismo italiano, Di Rocco deve uscire dalla stanza dei bottoni.
Intervisteremo la Gimondi, vedremo cosa ha da dirci; ignoreremo l'uomo che troppo spesso mente e pure la sua controfigurina: da loro sapremmo benissimo cosa aspettarci, e siamo stufi di farci menare per il naso.

Questo è quanto.

Possiamo tornare a discutere di Federciclismo. Poi, magari, dopo Rovereto chiuderemo questo thread coi suoi veleni, sperando di aprirne uno relativo a una nuova era per la FCI.
Pantani è una leggenda come Coppi e Bartali
Admin
 
Messaggi: 11260
Iscritto il: domenica 21 giugno 2009, 21:48

Re: Federazione Triciclistica Italiana

UNREAD_POSTdi nino58 » martedì 13 dicembre 2016, 18:26

Admin ha scritto:Credo che il nome (non il cognome) sia stato svelato per la prima volta in tanti anni solo da Nino - forse inavvertitamente - in uno di questi ultimi post. Mai da me.


Perchè inavvertitamente ?
Ho scritto il nome (il cognome tuttora non lo conosco ma soltanto per non averlo mai chiesto) perchè i misteri non fanno al caso ne' mio ne' nostro ne', sarebbe bello, di nessuno.
Ho scritto che non avrei parlato più del rapporto tra te ed Alfonso se non in compresenza fisica di entrambi (cosa, mi ripeto, probabilmente irrealizzabile)ma alcuni interventi, come l'ultimo di simociclo, mi obbligano a riprendere la questione.
Mi pare di non aver comunicato con sufficiente chiarezza ,o di non essere stato compreso, o tutte e due le cose, che la cosa a cui tengo è che due persone che vogliono la stessa cosa (e alle quali voglio pure bene) finiscano il loro rapporto in questo modo, e scusate l'uso ridondante delle parole cosa e cose.
Non sono affari miei ?
Me lo dicono ed io mi adeguo.
Non posso obbligare nessuno ad essere amico per forza.
Questa mia posizione, ultrachiara, è stata però intesa da alcuni (non Marco) come una ostilità nei confronti, in questo caso,di Marco.
Magari da altre parti è stato inteso pure l'opposto.
Ma non importa.
Se necessario, a fronte di accuse o incomprensioni, avrò la pazienza di ripetere il concetto cinquemila volte.
Poi ognuno intenda quello che vuole.
Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!
Avatar utente
nino58
 
Messaggi: 7461
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: Federazione Triciclistica Italiana

UNREAD_POSTdi Winter » martedì 13 dicembre 2016, 18:48

Sai Nino il problema è che Alfiso vede dietro ogni cosa complotti ecc
Fin quando scrivi cose simili alle sue.. va bene
quando non la pensi come lui.. le cose cambiano (piena solidarieta' ad Admin)

Forum servono a scambiarsi opinioni
Una volta puoi aver ragione
altre meno
come è giusto che sia
Siamo tutti soprattutto degli appassionati senza alcun interesse diretto
con Alfiso è un po' complicato discutere.. :D

Questi problemi con Marco non li ho mai avuti
Non sempre son stato d'accordo con cicloweb , anzi spesso ero nella minoranza (soprattutto sull'argomento doping e antidoping)
eppure mai è stato maleducato con me ecc
Mai ha censurato i miei messaggi
Winter
 
Messaggi: 10742
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Federazione Triciclistica Italiana

UNREAD_POSTdi Tranchée d'Arenberg » martedì 13 dicembre 2016, 18:58

Sipperò ora basta con l'osannare e lodare Marco. Ricordiamoci pure che è lo stesso aguzzino che nell'altro thread ci sta sottoponendo ad ogni sorta di angheria, ci fa svegliare alle 3 del mattino, ci fa litigare con fidanzate/compagne/mogli, ci fa rischiare il licenziamento, ci fa passare come dei nerd asociali (pure un pò pervertiti) che passano ore e ore davanti ad un pc cercando di capire chi cazzo è l'uomo nudo sotto la doccia.

Voglio dire, qualche insulto ogni tanto possiamo pure rivolgerglielo.

:diavoletto:
Cobblestone 2012 - 1° Classifica Generale
Cobblestone 2012 - 1° Classifica Classiche
Cobblestone 2013 - 1° Classifica Semiclassiche

FantaCycling Manager 2016 - 1° Classifica (squadre)
Avatar utente
Tranchée d'Arenberg
 
Messaggi: 12357
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:50
Località: Falconara Albanese (CS)

Re: Federazione Triciclistica Italiana

UNREAD_POSTdi Winter » martedì 13 dicembre 2016, 19:00

Morris ha scritto:Resta il fatto che oggi abbiamo poco più di 700 dilettanti (Under e Elite a dir si voglia), quando 20 anni fa circa, oltre 3000. Un dato raggelante e le migliaia e migliaia di amatori, agonisticamente parlando, per Tour, Giro, Olimpiadi, Fiandre e Roubaix, non pesano niente anche se fossero 100 miliardi. Andando avanti così, il ciclismo vero, diventerà come un tapiro nel centro di Milano nel giro di 10 anni. Le società del ciclismo vero, vanno tutelate con persone perlomeno che non siano stracotte. Per schierarsi e aprire una piccola fessura di ottimismo, serve dunque qualcuno che possa essere creduto da quei sodalizi che si votano al ciclismo giovanile. Di Rocco ha finito tutti i bonus (e gliene sono stati dati troppi), ed è ora che si sieda sulla poltrona della pensione. Norma Gimondi, invece, ha tutto il diritto di provare ad essere all’altezza di un presidente della FCI, ai tempi di oggi.

Hai centrato il punto piu' importante
I Tesserati
In 20 - 30 anni si sono piu' che dimezzati
Una Federazione seria deve pensare a questi numeri soprattutto
Tesserati e Corse
se ad inizio anni 90 c'erano un migliaio di corse in Italia tra i dilettanti e adesso 200.. siamo nel disastro completo
Nel Bicisport di questo mese c'e' un'intervista a Gianni Moscon..
Parlava della sua cotta piu' terribile
durante il Tour de l'Avenir..
dopo le prime tappe.. era in difficolta' in tutte
Era la prima corsa a tappe che faceva
Era al secondo anno da Under 23 (ed era fine Agosto)
Tra Junior e Under , in 4 anni non aveva corso una corsa a tappe di piu' di 3 giorni..
Abituato a correre solo gare di un giorno aveva logici problemi di recupero

Lui era un Nazionale , ma quanti passano pro senza aver fatto 2 o 3 corse a tappe ?

Quest'anno tornera' il Giro Baby.. grazie agli organizzatori delle pesche nettarine e soprattutto a Cassani :clap: :clap:
Ma non dovrebbe esser la Federazione (non un tecnico..) a darsi da fare ?
Winter
 
Messaggi: 10742
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Federazione Triciclistica Italiana

UNREAD_POSTdi Winter » martedì 13 dicembre 2016, 19:03

Tranchée d'Arenberg ha scritto:Sipperò ora basta con l'osannare e lodare Marco. Ricordiamoci pure che è lo stesso aguzzino che nell'altro thread ci sta sottoponendo ad ogni sorta di angheria, ci fa svegliare alle 3 del mattino, ci fa litigare con fidanzate/compagne/mogli, ci fa rischiare il licenziamento, ci fa passare come dei nerd asociali (pure un pò pervertiti) che passano ore e ore davanti ad un pc cercando di capire chi cazzo è l'uomo nudo sotto la doccia.

Voglio dire, qualche insulto ogni tanto possiamo pure rivolgerglielo.

:diavoletto:

In piu' è un trollino PD :D :D
Winter
 
Messaggi: 10742
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Federazione Triciclistica Italiana

UNREAD_POSTdi nemecsek. » martedì 13 dicembre 2016, 19:20

Admin ha scritto: Sono stato recentemente accusato di aver passato a nemecsek delle mail ricevute sempre dal soggetto di cui si parla, di modo che lui (nemcsek) potesse poi farne un uso spregiudicato con commenti sprezzanti sul forum. Sono state rilevate delle casualità e messe in connessione forzata, ci si è convinti che le cose non potessero che stare così (ovvero come le vedeva "lui", con Grassi nel ruolo dell'eminenza grigia, o del pezzo di merda che dir si voglia).




Ne sono sinceramente dispiaciuto.
Il fine dei miei interventi è sempre quello di stimolare le discussioni e, ogni tanto, di divertire.
Sul personaggio in oggetto preferisco non fare alcun commento.

Admin ha scritto:Riguardo alla Gimondi: di lei non mi convincono alcune cose, devo ancora capire bene chi l'affianca, e ho il sentore che non sarò contento di saperlo.



:uhm:

Admin ha scritto:Intervisteremo la Gimondi, vedremo cosa ha da dirci;


eccellente, admin :yes:


Admin ha scritto: Poi, magari, dopo Rovereto chiuderemo questo thread coi suoi veleni, sperando di aprirne uno relativo a una nuova era per la FCI.


te lo auguro, ma resto pessimisto.... :angelo:
...ve lo meritate Nanni Moretti....

Immagine
Avatar utente
nemecsek.
 
Messaggi: 901
Iscritto il: mercoledì 6 gennaio 2016, 22:35

Re: Federazione Triciclistica Italiana

UNREAD_POSTdi Tranchée d'Arenberg » martedì 13 dicembre 2016, 22:11

Admin ha scritto:
Detto ciò, ognuno è libero di scrivere dove gli pare, e di dare retta a chi gli pare, o di fondare i forum che gli pare. In questi anni, se ho parlato, è stato solo per chiarire che nulla di quanto mi veniva attribuito era vero. Che poi è quello che sto facendo anche ora. Solo con Tranchée mi permisi di esprimere privatamente delusione non tanto per il miniesodo che c'era stato verso quel forum (e che aveva coinvolto pure lui), quanto per le motivazioni alla base di quel miniesodo (ovvero quelle citate sopra, la presunzione del fatto che io fossi un p.d.m., tanto per sintetizzare); e anche per un altro fatto: lo scouting che venne fatto presso gli utenti di Cicloweb affinché migrassero. Questo lo so per certo.


Solo una precisazione, visto che mi hai citato, anche se di questi aspetti abbiamo già discusso di persona (via PM) e in modo più approfondito. Ricordo lo scambio di messaggi tra di noi e la tua delusione iniziale. Poi ti spiegai per bene, se non ricordo male, le motivazioni per cui mi iscrissi a quel forum e altrettanto dettagliatamente il modo in cui, molto velocemente, poi decisi di lasciare. Se non ricordo male capisti.

Quel che voglio dire in quest'ultimo post (nel senso che poi non ci torno più sulla questione :) ) è che personalmente non ho 'subito' nessuna forma di scouting. Lo scouting è stato fatto sicuramente su altri utenti, ma non presso di me.
Mi iscrissi di mia spontanea iniziativa, come dicevo precedentemente, perchè non volevo perdere il contributo di alcune persone. Sicuramente non lo feci perchè credevo che tu fossi un pezzo di merda. E lo sai.
Me ne andai di mia iniziativa perchè non mi piaceva per niente il modo in cui fu gestita la querelle, ovvero in modo paranoico e ossessivo, con te e per via di una richiesta che mi venne fatta e che io mai avrei accettato. E sai pure questo

Ci tenevo a precisare ancora una volta questo aspetto, non perchè io debba giustificarmi con nessuno. Non l'ho mai fatto in vita mia. Ma mi darebbe fastidio se in qualcuno dovesse interpretare il tuo messaggio facendosi una idea distorta di quel che è successo. Ripeto che parlo per me, non per gli altri utenti che si iscrissero dall'altra parte.
Cobblestone 2012 - 1° Classifica Generale
Cobblestone 2012 - 1° Classifica Classiche
Cobblestone 2013 - 1° Classifica Semiclassiche

FantaCycling Manager 2016 - 1° Classifica (squadre)
Avatar utente
Tranchée d'Arenberg
 
Messaggi: 12357
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:50
Località: Falconara Albanese (CS)

Re: Federazione Triciclistica Italiana

UNREAD_POSTdi Morris » martedì 13 dicembre 2016, 22:37

Morris ha scritto:
nemecsek. ha scritto:
Engel :angelo: Francini!!!

Un mio sogno una rubrichetta su cicloweb: From the balcony, con Angelo, Statler Lemond e Waldorf Professore.
Un angolo* politicamente scorretto, con le tutte le tutele democrattiche sospese, razzismo polittica religione e rutto libero.
Vai Grassi contatta il cherubino e i due fuoriusciti... :mrgreen:

* perartro come scriveva Coctò angelo e angolo cianno lo stesso etimo, se potrebbe pure chiamà l angolo di angelo

fatte servì


Perché aprire una nuova rubrichetta a rutto libero, quando qui ne esiste una enorme, la tua, che anziché il gassoso del rutto, propone la merda a spruzzo?
Anche questa è una battaglia etica?


Una domanda legittima.... Se non avessi risposto col pepe dell'insulto al medesimo del super protetto Nemecsek (uomo che sostiene di essere qui per una battaglia etica, per alimentare discussioni e approfondimenti e ogni tanto per far ridere, usando come metodo quelle nobili espressioni in dialetto che ogni netiquette sottolinea come espressione di buona educazione e non di offesa), l'admin di Cicliweb avrebbe pubblicato ugualmente la mail ricevuta?
Quando ti alzi la mattina, volgiti verso Aigle e fai una pernacchia o il gesto dell'ombrello. Tu non sai perché lo fai, ma ad Aigle sì.
Avatar utente
Morris
 
Messaggi: 719
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 1:33

Re: Federazione Triciclistica Italiana

UNREAD_POSTdi Admin » martedì 13 dicembre 2016, 23:12

Certo.

Perché non avrei dovuto? Puoi abbandonare l'idea che io agisca in reazione a quello che fai o non fai tu, o per stimolare una tua reazione o non reazione.

Le mie motivazioni le ho ampiamente spiegate, non capisco il senso della tua domanda ma pace. :cincin:
Pantani è una leggenda come Coppi e Bartali
Admin
 
Messaggi: 11260
Iscritto il: domenica 21 giugno 2009, 21:48

Re: Federazione Triciclistica Italiana

UNREAD_POSTdi Admin » martedì 13 dicembre 2016, 23:24

Poi però basta cattiva informazione, per piacere. Super protetto de che, che è in top 3 degli utenti più sanzionati, una volta addirittura si beccò una sospensione di 6 mesi.

Morris, qui il super protetto (da me) sei tu, nel caso non te ne fossi accorto. Altri che usano il tuo linguaggio vengono solitamente sanzionati.

Non mi pare che nel post di nemecsek che tanto ti ha urtato ci fossero insulti. Invece li ho trovati in alcuni tuoi recenti post, ad esempio ai danni di un utente pacifico come ReDario, che - tanto per fare un esempio - ha conseguentemente deciso di farsi da parte. Sei stato sanzionato? Poi ti lamenti che altri sono super protetti quando non lo sono assolutamente. Cerchiamo di darci una regolata, dai, e moderiamo i toni.

(E sto parlando in maniera franca ma assolutamente serena. Non voglio fare nessuna guerra con Morris, ma vorrei anche che il mio ruolo qui venisse rispettato. Anche da Morris). :cincin:
Pantani è una leggenda come Coppi e Bartali
Admin
 
Messaggi: 11260
Iscritto il: domenica 21 giugno 2009, 21:48

Re: Federazione Triciclistica Italiana

UNREAD_POSTdi Morris » mercoledì 14 dicembre 2016, 0:54

Admin ha scritto:Certo.

Perché non avrei dovuto? Puoi abbandonare l'idea che io agisca in reazione a quello che fai o non fai tu, o per stimolare una tua reazione o non reazione.

Le mie motivazioni le ho ampiamente spiegate, non capisco il senso della tua domanda ma pace. :cincin:


Il senso della mia domanda, è legata alle manifestazioni più o meno evidenziate o più o meno velate, di una mia presunta sottomissione o unità d'intenti, con chi ti ha inviato quella mail. Non certo per egocentrismo. Comunque vedo che stai provando ciò che ho subito per anni senza trovare sostegni. Almeno tu sai chi te le invia e non mi risultano virus allegati. Ciò non giustifica di certo quei contenuti. Resto comunque convinto che auspicare "rutti liberi", non sia educazione e sia offensivo, visto che anche le capre sanno i nomi di coloro per i quali il sindacalista Nemecsek auspicava freedom.
In quanto a ReDario, dunque io sarei causa della sua dipartita. Il fatto di averlo confuso con un altro e le conseguenti scuse a te sono probabilmente sfuggite. In ogni caso ho capito che le metafore non ti piacciono.
Tolgo il disturbo, così eviterai di dovermi sopportare e concedere libertà che minano la netiquette del forum. Così passeranno un bel Natale tanti altri forumisti che mi vedono come una scimitarra fra i coglioni. Qualcuno s'è pure espresso.
Quando ti alzi la mattina, volgiti verso Aigle e fai una pernacchia o il gesto dell'ombrello. Tu non sai perché lo fai, ma ad Aigle sì.
Avatar utente
Morris
 
Messaggi: 719
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 1:33

Re: Federazione Triciclistica Italiana

UNREAD_POSTdi Admin » mercoledì 14 dicembre 2016, 0:59

Morris ha scritto:Ciò non giustifica di certo quei contenuti.


Grazie, apprezzo.

Prendo atto delle tue intenzioni, comunque la porta qui è sempre aperta.
Pantani è una leggenda come Coppi e Bartali
Admin
 
Messaggi: 11260
Iscritto il: domenica 21 giugno 2009, 21:48

Re: Federazione Triciclistica Italiana

UNREAD_POSTdi GiacomoXT » mercoledì 14 dicembre 2016, 4:20

Lasciatevelo dire da chi è totalmente esterno alla vicenda ed ignorava tutto quanto: che pesantezza.

Cioè, c'è il Quizzone invernale a cui pensare e giù qui a scrivere sermoni e filippiche varie? :diavoletto:

A parte tutto, solidarietà al Mega Direttore Siderale Grassi per le stupide e minacciose mail che riceve.

A chi scrive queste mail (e pure a chi vomita di tutto addosso a chi osa mettere in dubbio la fuoriclasse di Gilbert): ripigliatevi.
FC 2015: Kuurne; Brabante; Amstel; Freccia; Giro (primi 5); Svizzera; Tour t. 7; Tour (tappe); Vuelta t. 10; Bernocchi; Lombardia
FC 2016: Tour t. 20; Wallonie; Sabatini
FC 2017: Europeo
GiacomoXT
 
Messaggi: 1345
Iscritto il: sabato 27 dicembre 2014, 15:17
Località: Livorno

Re: Federazione Triciclistica Italiana

UNREAD_POSTdi peek » giovedì 15 dicembre 2016, 19:20

Giusto per completezza archivistica è bene che dica anch'io la mia sulle questioni sollevate da quasar.
Dico completezza archivistica perché in realtà non ho argomenti nuovi da introdurre rispetto a quanto già scritto da Tranché e da Simociclo.

A suo tempo anch'io per un certo periodo scrissi sui due forum, peraltro credo almeno un mesetto dopo che era stato aperto perché non mi ero accorto di quello che era successo. Ho una frequentazione di cicloweb di lunga data, ma discontinua e soprattutto selettiva nel senso che entro essenzialmente in alcuni thread e in altri quasi mai per cui varie volte in questi anni non mi sono letteralmente accorto che in alcune parti del forum stava succedendo il delirio, se non giorni o settimane dopo che il delirio si era concluso.

Non ci fu alcuno scouting relativamente al sottoscritto, venni a sapere che c'era un altro forum proprio dalle pagine di cicloweb. Mi iscrissi per le ragioni di Trancheé, vale a dire che c'erano alcuni forumisti che erano passati di là e mi piaceva poter continuare a interloquire con loro.
Peraltro, vado a memoria perciò probabilmente mi sbaglio, secondo me quelli che per qualche tempo hanno scritto su entrambi i forum erano la maggioranza dei presenti nel nuovo forum, o quantomeno circa la metà. Quelli che avevano abbandonato definitivamente cicloweb per spostarsi di là secondo me erano davvero pochi.
Non ho proprio mai pensato che questo comportamento potesse configurarsi come un “tradimento”, mi viene da ridere solo a pensarlo, ma neanche uno sgarbo a Grassi, dato come erano andate le cose.

Cosa era successo? L'admin comminò una sanzione a un utente molto attivo nel forum e che era parte della comunità di cicloweb da tempo, un utente dal quale ho imparato molto e che credo abbia fatto vedere a tutti noi un sacco di corse che ci saremmo persi perché già dagli albori delle corse in streaming lui sapeva scovarli come pochi perché credo abbia proprio delle competenze tecniche nel settore.
Non mi ricordo certo il testo che venne censurato ad Alfiso, probabilmente non l'ho mai letto, ma non avrei dubbi che l'operato di Admin sia stato imparziale. Dico così perché non mi ricordo che ci sia stata una circostanza in questi anni nella quale mi sia sentito di dover criticare l'operato di arbitro di Admin. Un operato che è difficile, rispetto al quale si è mosso sempre con grande equilibrio, talvolta credo anche a scapito delle sue preferenze personali.

Tuttavia andrebbe ricordata quella fase storica perché è quella della fase terminale dello sfaldamento di una comunità che aveva radici nelle origini di cicloweb. Alcune firme erano venute meno già da tempo, ma rimaneva comunque uno zoccolo duro di utenti che, nonostante qualche scazzo, condividevano alcune posizioni/valori di fondo e condividevano anche una certa gerarchia sullo status autoriale dei diversi utenti.

A un certo punto entrarono una serie di nuovi utenti che non facevano parte di quella comunità, avevano posizioni diverse, mal digerivano il fatto di essere percepiti un po’ come estranei e non accettavano che ci fossero degli “opinion leader” nel forum. Presentavano le loro posizioni con intonazioni provocatorie, spesso allo scopo di seminare zizzania o andando a toccare ripetutamente tasti che sapevano essere delicati e capaci di far perdere le staffe agli interlocutori. Piano piano hanno iniziato a farlo in modo più urbano, sebbene senza far venir meno l’intento provocatorio, era usuale ad esempio che usassero il “voi” collettivo per attaccare un indistinto gruppo di utenti e fare più caciara.

Tuttavia, siccome pian piano hanno iniziato appunto a rispettare alcune regole, Admin non ha potuto far altro che regolare il traffico in modo che la dialettica del forum rimanesse entro binari decenti. Peraltro nel corso del tempo alcuni di quegli utenti, diventati poi parte più integrante del paesaggio di cicloweb, hanno poi smussato gli spigoli e si sono acconciati a una comunicazione meno orientata alla ricerca dello scontro e della provocazione di per sé, ma badando più ai contenuti.

Alcuni utenti storici non hanno però mai davvero digerito questo mutamento della comunità ed è in questo quadro che va iscritto il casus belli che determinò quella scissione. Non deve stupire perciò che alcuni abbiano frequentato entrambi i forum per qualche tempo proprio per continuare a incrociare qualche amico di tastiera con il quale era abituato a dialogare, magari auspicando che si potessero sviluppare due comunità separate, ma non in guerra, una volta che si fossero sopite le conseguenze dei conflitti più accesi. Non è stato così e dopo un po’ ho abbandonato quel forum, per varie ragioni, ma non ho alcun ripensamento rispetto alla decisione di esservi entrato.

Un personaggio che mi colpì molto in quella circostanza fu Pacho. Pacho in quel periodo sfanculava spesso Grassi (oddio, anche prima e anche dopo di quel periodo se vogliamo essere precisi …). E quando mi resi conto che era in atto una qualche “scissione” all’interno di cicloweb mi ero fatto l’idea che lui sarebbe andato dall’altra parte. Mi sembrava logico. Invece ha sfanculato ancora di più quegli altri ed è rimasto in cicloweb continuando a sfanculare Grassi e continuando a inanellare un curriculum di sanzioni che a questo punto è inarrivabile. Credo che l’oscar alla carriera non glielo possa insidiare nessuno, forse solo il Principe è stato per alcuni anni al suo livello, ma negli ultimi tempi mi sembra un po’ più …. pantofolaio.

Riguardo all’ultima lettera postata da Grassi, poi, io non gli ho fatto avere la mia solidarietà né in privato né in pubblico perché ero in forte imbarazzo a leggerla e non ho proprio mai pensato che ci possa essere qualcuno che la giustifica. Intendo dire che mi sembra talmente deprecabile che rimarcarlo mi pare pleonastico.
Però, siccome nella vita mi è capitato varie volte di non dire cose che pensavo perché le davo per scontate - e poi mi sono accorto che avevo sbagliato - allora mi fa solo piacere dire ad Admin che ha tutta la mia solidarietà, senza se e senza ma.
peek
 
Messaggi: 4539
Iscritto il: sabato 8 gennaio 2011, 10:08

Re: Federazione Triciclistica Italiana

UNREAD_POSTdi nemecsek. » giovedì 15 dicembre 2016, 20:40

peek ha scritto:. Alcune firme erano venute meno già da tempo, ma rimaneva comunque uno zoccolo duro di utenti che, nonostante qualche scazzo, condividevano alcune posizioni/valori di fondo e condividevano anche una certa gerarchia sullo status autoriale dei diversi utenti.

A un certo punto entrarono una serie di nuovi utenti che non facevano parte di quella comunità, avevano posizioni diverse, mal digerivano il fatto di essere percepiti un po’ come estranei e non accettavano che ci fossero degli “opinion leader” nel forum. Presentavano le loro posizioni con intonazioni provocatorie, spesso allo scopo di seminare zizzania o andando a toccare ripetutamente tasti che sapevano essere delicati e capaci di far perdere le staffe agli interlocutori. Piano piano hanno iniziato a farlo in modo più urbano, sebbene senza far venir meno l’intento provocatorio, era usuale ad esempio che usassero il “voi” collettivo per attaccare un indistinto gruppo di utenti e fare più caciara.

Tuttavia, siccome pian piano hanno iniziato appunto a rispettare alcune regole, Admin non ha potuto far altro che regolare il traffico in modo che la dialettica del forum rimanesse entro binari decenti. Peraltro nel corso del tempo alcuni di quegli utenti, diventati poi parte più integrante del paesaggio di cicloweb, hanno poi smussato gli spigoli e si sono acconciati a una comunicazione meno orientata alla ricerca dello scontro e della provocazione di per sé, ma badando più ai contenuti.



A tuo parere il forum ha avuto una evoluzione o una involuzione?
...ve lo meritate Nanni Moretti....

Immagine
Avatar utente
nemecsek.
 
Messaggi: 901
Iscritto il: mercoledì 6 gennaio 2016, 22:35

Re: Federazione Triciclistica Italiana

UNREAD_POSTdi peek » venerdì 16 dicembre 2016, 18:00

nemecsek. ha scritto:
peek ha scritto:. Alcune firme erano venute meno già da tempo, ma rimaneva comunque uno zoccolo duro di utenti che, nonostante qualche scazzo, condividevano alcune posizioni/valori di fondo e condividevano anche una certa gerarchia sullo status autoriale dei diversi utenti.

A un certo punto entrarono una serie di nuovi utenti che non facevano parte di quella comunità, avevano posizioni diverse, mal digerivano il fatto di essere percepiti un po’ come estranei e non accettavano che ci fossero degli “opinion leader” nel forum. Presentavano le loro posizioni con intonazioni provocatorie, spesso allo scopo di seminare zizzania o andando a toccare ripetutamente tasti che sapevano essere delicati e capaci di far perdere le staffe agli interlocutori. Piano piano hanno iniziato a farlo in modo più urbano, sebbene senza far venir meno l’intento provocatorio, era usuale ad esempio che usassero il “voi” collettivo per attaccare un indistinto gruppo di utenti e fare più caciara.

Tuttavia, siccome pian piano hanno iniziato appunto a rispettare alcune regole, Admin non ha potuto far altro che regolare il traffico in modo che la dialettica del forum rimanesse entro binari decenti. Peraltro nel corso del tempo alcuni di quegli utenti, diventati poi parte più integrante del paesaggio di cicloweb, hanno poi smussato gli spigoli e si sono acconciati a una comunicazione meno orientata alla ricerca dello scontro e della provocazione di per sé, ma badando più ai contenuti.



A tuo parere il forum ha avuto una evoluzione o una involuzione?


Non saprei dire. Mi sembrano due cose diverse perciò incomparabili e difficili da valutare con una singola scala di valutazione. Admin, non mi ricordo più in che thread, tempo fa aveva postato una sua riflessione sui cambiamenti storici del web intervenuti tra la nascita di cicloweb e oggi che mi hanno fatto capire meglio alcuni cambiamenti. Anche se non sono passati moltissimi anni, nel web era un mondo completamente diverso, era più elitario e c'era una selezione in entrata che rendeva le comunità tendenzialmente più omogenee. Era una situazione destinata inevitabilmente a finire nell'epoca del web 2.0. I modi di questa transizione sarebbero potuti essere diversi, ma essa sarebbe inevitabilmente avvenuta.
E non credo neanche che sarebbe stato possibile preservare quella comunità chiudendola, o proteggendola dall'esterno perché le comunità chiuse sono destinate a consumarsi.

Comunque non è che voglio rappresentare quella comunità originaria come ammantata da bucolica armonia. Gli scazzi c'erano anche allora. Scazzi sopra le righe, intendo, non normali discussioni. Mi ricordo che una volta ne fui anche vittima. Ero entrato da non molto quando Boonen venne trovato positivo alla cocaina fuori competizione. In sostanza aveva festeggiato con gli amici dopo la vittoria alla Roubaix. Mi permisi di dire che fondamentalmente erano anche cazzi suoi e che dal punto di vista sportivo trovavo la cosa del tutto ininfluente. Mi arrivò addosso di tutto. Ma con un'aggressività che non si giustificava con la sola differenza di opinione. C'era anche quello, ovviamente, ma il fatto che uno appena entrato avesse fatto affermazioni tanto audaci (a me, a dire il vero, sembravano ovvie) credo che abbia irritato non poco. Non admin, in verità, che intervenne con una sola riga - opsss... scusate il lapsus ... - per dire che era d'accordo con me e venne ripreso anche da altri che si meravigliavano potesse condividere queste posizioni.

Però il livello era alto, davvero alto. Io credo di essere entrato suppergiù nel 2006, ma seguivo il forum già da prima, imparavo un sacco di cose, non avevo iniziato a postare perché non mi sembrava di essere all'altezza per dare un contributo significativo. Oggi ci sarebbero molte meno remore e non credo che sia una questione mia di carattere, credo che sia cambiato proprio il modo in cui si sta nel web.
peek
 
Messaggi: 4539
Iscritto il: sabato 8 gennaio 2011, 10:08

Re: Federazione Triciclistica Italiana

UNREAD_POSTdi robot1 » venerdì 16 dicembre 2016, 23:00

Io sono iscritto anche sull'altro forum, e scrivo poco su entrambi (ma leggo tanto), semplicemente perché ritengo le mie competenze ciclistiche inferiori alla larghissima parte dell'utenza, e spesso mi sembra di non poter portare contributi utili alla comunità.
Non sono stato oggetto di scouting, e non penso di aver "tradito" nessuno nel frequentare anche un altro luogo virtuale.
Su internet leggo tanti forum: col tempo si impara a "conoscere" l'utente che c'è dietro un nickname e un avatar, anche senza una consocenza fisica, e ci si fa un'idea. Ci sono persone che apprezzo, e altre che magari hanno idee completamente opposte alle mie. Ovviamente do un peso diverso ai messaggi e ai contenuti dei primi rispetto a quelli dei secondi, anche se lo scambio di idee è sempre positivo.
A volte non sono stato completamente d'accordo sull'arbitraggio di admin, e, da ultima ruota del carro, l'ho anche espresso civilmente nei modi dovuti.
Questa è casa sua e le regole le fa lui: posso solo ringraziarlo per quello che ha creato e l'impegno che continua a metterci per tenere in vita cicloweb tra le tante difficoltà dell'Italia di questi anni.
Un giorno potremo raccontare ai nipotini che noi siamo stati fortunati a veder correre Sagan
Avatar utente
robot1
 
Messaggi: 996
Iscritto il: lunedì 27 dicembre 2010, 19:46

Re: Federazione Triciclistica Italiana

UNREAD_POSTdi Morris » domenica 18 dicembre 2016, 9:28

Immagine
Quando ti alzi la mattina, volgiti verso Aigle e fai una pernacchia o il gesto dell'ombrello. Tu non sai perché lo fai, ma ad Aigle sì.
Avatar utente
Morris
 
Messaggi: 719
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 1:33

Re: Federazione Triciclistica Italiana

UNREAD_POSTdi l'Orso » domenica 18 dicembre 2016, 9:50

meglio, molto meglio :)
La prima intervista che ho letto me l'aveva fatta percepire come una candidatura "proforma" e comunque poco distante dall'attuale, ora invece vedo un po' di grinta e, almeno sulla carta, un'idea di democrazia.

Fra le molte cose positive che ho letto, ho visto che a nominato la bmx ma non l'ha esaltata come fosse la manna come invece han fatto altri candidati (oltre al baffo, quelli regionali), è un piccolo particolare ma mi ha fatto piacere notarlo.
Fanta cicloweb 2015:
Tour 2015 - 19a tappa - SJ M.nne - Toussuire (24 Luglio)

utenti ignorati:
Scostante_Girardengo
l'Orso
 
Messaggi: 4307
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 11:18

Re: Federazione Triciclistica Italiana

UNREAD_POSTdi Slegar » martedì 20 dicembre 2016, 9:31

Letta la gazza stamattina. Filippo Simeoni vicepresidente vicario e Roberto Petito consigliere del comitato regionale del Lazio; mi sembra una buona notizia. Simeoni ha dichiarato che proporrà un versamento di 1€ per ogni iscritto alle granfondo laziali da destinare al finanziamento dell'attività giovanile regionale.

Per quanto riguarda la candidatura di Norma Gimondi ed un suo eventuale taglio netto con le pastoie che avvolgono la FCI, personalmente ci spero ma nutro molti dubbi che riesca nel suo intento, perché dovrà confrontarsi con un sistema elettorale osceno ed arcaico che è fatto apposta per favorire clientele e corruzione.
Avatar utente
Slegar
 
Messaggi: 3684
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:49

Re: Federazione Triciclistica Italiana

UNREAD_POSTdi pacho » giovedì 22 dicembre 2016, 14:05

peek ha scritto:Un personaggio che mi colpì molto in quella circostanza fu Pacho. Pacho in quel periodo sfanculava spesso Grassi (oddio, anche prima e anche dopo di quel periodo se vogliamo essere precisi …). E quando mi resi conto che era in atto una qualche “scissione” all’interno di cicloweb mi ero fatto l’idea che lui sarebbe andato dall’altra parte. Mi sembrava logico. Invece ha sfanculato ancora di più quegli altri ed è rimasto in cicloweb continuando a sfanculare Grassi e continuando a inanellare un curriculum di sanzioni che a questo punto è inarrivabile. Credo che l’oscar alla carriera non glielo possa insidiare nessuno, forse solo il Principe è stato per alcuni anni al suo livello, ma negli ultimi tempi mi sembra un po’ più …. pantofolaio.


Torno dall'orgogliosamente agognato periodo di ban :D

Posto che:

a. Admin di politica non capisce una mazza e infatti il 90 percento dei ban li ho presi perdiscussioni avvenute sul forum di politica.
Cioe' Admin tifava Vendola :diavoletto:

Non ho mai abbandonato Cicloweb perche' alla fine della fiera Admin e i suoi collaboratori si fanno un piu' che discreto culo per tenere su la baracca e lo fanno con professionalita' e impegno. Qui c'e' sempre stato tutto quel che serve per imparare e discutere di ciclismo con competenza.
Abbandonare il Forum sarebbe come essersi tagliato l'uccello per fare un dispetto alla moglie (barbuta).

Certamente, il piacere di spendere del tempo sul forum e' stato calpestato dai provocatori di professione difesi stupidamente e per fin troppo tempo da Admin in nome di un fumoso concetto di "democrazia", mentre quelli gli mandavano allegramente a puttane il forum.
Pero' noto che la musica pare cambiata.
Forse perche' molti di quelli che lui difendeva con tanto ardore si sono dimostrati per quelli che sono davvero...abbandonando il Forum (o addirittura aprendone uno concorrente!) appena ne hanno avuto l'occasione.
Utenti ignorati: Strong, Salvatore77, beppesaronni
Avatar utente
pacho
 
Messaggi: 2353
Iscritto il: giovedì 8 settembre 2011, 18:29

Re: Federazione Triciclistica Italiana

UNREAD_POSTdi Visconte85 » sabato 31 dicembre 2016, 14:57

Il Tribunale Federale F.C.I. ha accolto il ricorso di Angelo Francini, dopo che aveva visto respinto la candidatura alla carica di presidente federale.

I candidati alla presidenza diventano 4 così
2014: Giro tp 21,Tour tp 10,Vuelta tp 3, ARGENTO a Ponferrada
2015: Giro anch'io 3°,Tour tp 10 e 20, GpMontreal
2016: GandWevelgen, Svizzera, Tour tp 13, Vuelta tp 10
2017: Tour tp 10 Vuelta tp 2
Campione nazionale olandese di ciclocross in carica
Avatar utente
Visconte85
 
Messaggi: 9075
Iscritto il: giovedì 8 maggio 2014, 13:27

Re: Federazione Triciclistica Italiana

UNREAD_POSTdi nemecsek. » domenica 1 gennaio 2017, 15:39

porcodia
Visconte85 ha scritto:Il Tribunale Federale F.C.I. ha accolto il ricorso di Angelo Francini, dopo che aveva visto respinto la candidatura alla carica di presidente federale.

I candidati alla presidenza diventano 4 così


porcodiavolo....

formalmente sono in quattro..

qua ce stanno i programmi....

http://www.federciclismo.it/it/hierarch ... 91fd7b10f/
...ve lo meritate Nanni Moretti....

Immagine
Avatar utente
nemecsek.
 
Messaggi: 901
Iscritto il: mercoledì 6 gennaio 2016, 22:35

Re: Federazione Triciclistica Italiana

UNREAD_POSTdi nemecsek. » domenica 1 gennaio 2017, 16:00

:D


Immagine


e mo se divertimo a Rovereto :D
...ve lo meritate Nanni Moretti....

Immagine
Avatar utente
nemecsek.
 
Messaggi: 901
Iscritto il: mercoledì 6 gennaio 2016, 22:35

Re: Federazione Triciclistica Italiana

UNREAD_POSTdi l'Orso » lunedì 2 gennaio 2017, 8:23

nemecsek. ha scritto:porcodia
Visconte85 ha scritto:Il Tribunale Federale F.C.I. ha accolto il ricorso di Angelo Francini, dopo che aveva visto respinto la candidatura alla carica di presidente federale.

I candidati alla presidenza diventano 4 così


porcodiavolo....

formalmente sono in quattro..

qua ce stanno i programmi....

http://www.federciclismo.it/it/hierarch ... 91fd7b10f/

speriamo che non sia un boomerang e che dopo il primo giro di chiamata (spero a vuoto ovviamente) si converga su... "un cambiamento di rotta".
Fanta cicloweb 2015:
Tour 2015 - 19a tappa - SJ M.nne - Toussuire (24 Luglio)

utenti ignorati:
Scostante_Girardengo
l'Orso
 
Messaggi: 4307
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 11:18

Re: Federazione Triciclistica Italiana

UNREAD_POSTdi Subsonico » martedì 3 gennaio 2017, 11:16

Caro amico ti scrivo, così mi distraggo un po'.

http://www.cicloweb.it/2017/01/03/la-fci-che-verra/
VINCITORE DEL FANTATOUR 2016 SUL CAMPO: certe fantaclassifiche verranno riscritte...

"Stufano è un Peter Sagan che ha smesso di sognare (E.Vittone) "
Avatar utente
Subsonico
 
Messaggi: 5298
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:13

Re: Federazione Triciclistica Italiana

UNREAD_POSTdi cauz. » venerdì 6 gennaio 2017, 1:16

Meno uno. Roscini squalificato con anticipo.

http://www.federciclismo.it/it/press_re ... 149b8ce13/
"Il male trionfa sempre, perche' il bene e' stupido" [Lord Casco]
@cauz_ | bidonmagazine.org | hoilciclo.worpdress.com | confindustrial.noblogs.org
"il Centogiro - 99 storie (più una) dal Giro d'Italia" dal 4 maggio è in libreria... e al Giro!
Avatar utente
cauz.
 
Messaggi: 10887
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:53
Località: milano

Re: Federazione Triciclistica Italiana

UNREAD_POSTdi nemecsek. » venerdì 6 gennaio 2017, 11:27

...ve lo meritate Nanni Moretti....

Immagine
Avatar utente
nemecsek.
 
Messaggi: 901
Iscritto il: mercoledì 6 gennaio 2016, 22:35

Re: Federazione Triciclistica Italiana

UNREAD_POSTdi cauz. » martedì 10 gennaio 2017, 21:00

l'interesse per queste elezioni rasenta il sottozero, e posso pure capirlo vista la totale mancanza di dibattito, ciononostante si parla comunque del governo del ciclismo italiano per il prossimo quadriennio (e, mi viene da pensare, di un'importante "finestra" sulle elezioni UCI di settembre dove invece i siluri stanno già volando ben rigidi ad altezza uomo). per chi volesse buttare un occhio a quanto accadrà a rovereto, ho provato a fare una sintesi dei programmi elettorali dei quattro(?) candidati, anche alla luce di quanto scritto da CW. benchè sia una sintesi, resta lunghissima, ma se qualcuno ha voglia di leggerla la trova qui:
https://hoilciclo.wordpress.com/2017/01/10/paleontologia-e-modernita-elezioni-fci-2017/
"Il male trionfa sempre, perche' il bene e' stupido" [Lord Casco]
@cauz_ | bidonmagazine.org | hoilciclo.worpdress.com | confindustrial.noblogs.org
"il Centogiro - 99 storie (più una) dal Giro d'Italia" dal 4 maggio è in libreria... e al Giro!
Avatar utente
cauz.
 
Messaggi: 10887
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:53
Località: milano

Re: Federazione Triciclistica Italiana

UNREAD_POSTdi nemecsek. » martedì 10 gennaio 2017, 21:48

bravo cauz :clap:


cauz. ha scritto:. benchè sia una sintesi, resta lunghissima, ma se qualcuno ha voglia di leggerla la trova qui:
https://hoilciclo.wordpress.com/2017/01/10/paleontologia-e-modernita-elezioni-fci-2017/


ma stai a scherzà? sto thread e un calvario de prolissità, di interminabili ridondanti interventi.... dunque mirabile sintesi :yes:

la cartolina d apertura m' ha fatto mori'..... :diavoletto:


Immagine
...ve lo meritate Nanni Moretti....

Immagine
Avatar utente
nemecsek.
 
Messaggi: 901
Iscritto il: mercoledì 6 gennaio 2016, 22:35

Re: Federazione Triciclistica Italiana

UNREAD_POSTdi nino58 » mercoledì 11 gennaio 2017, 8:37

cauz. ha scritto:Meno uno. Roscini squalificato con anticipo.

http://www.federciclismo.it/it/press_re ... 149b8ce13/


Grazie cauz.
Ho letto tutto.
Compreso il commento di carlolemond sotto i programmi dei candidati.
Un appello a Carlo : "No al pregiudizio dinastico".
Nessuno è responsabile delle (presunte) colpe dei padri.
Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!
Avatar utente
nino58
 
Messaggi: 7461
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: Federazione Triciclistica Italiana

UNREAD_POSTdi meriadoc » mercoledì 11 gennaio 2017, 8:44

il quale, nel suo commento, ha peraltro utilizzato per la prima volta in vita sua il termine "infame"
Kruijswijk... il resto è noia

"Siamo in gennaio, siamo in Australia ma per me questo e' il successore di Froome nell'albo d'oro della grand boucle.."
21/01/2017 barrylyndon su Porte
meriadoc
 
Messaggi: 4838
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 21:55

Re: Federazione Triciclistica Italiana

UNREAD_POSTdi galliano » mercoledì 11 gennaio 2017, 9:46

nino58 ha scritto:
cauz. ha scritto:Meno uno. Roscini squalificato con anticipo.

http://www.federciclismo.it/it/press_re ... 149b8ce13/


Grazie cauz.
Ho letto tutto.
Compreso il commento di carlolemond sotto i programmi dei candidati.
Un appello a Carlo : "No al pregiudizio dinastico".
Nessuno è responsabile delle (presunte) colpe dei padri.

Effettivamente grazie alla scrittura amabile e simpatica del Cauz pure io ho trovato la forza di leggere la sintesi dei programmi.
Certo che per chiamare programma quello di Renatino ci vuole una bella fantasia.
Almeno la Gimondi uno sforzo in tal senso l'ha fatto e basterebbe quello per preferirla al baffo.
Poi come sempre i programmi belli o brutti si misureranno coi fatti. La cosa importante sarebbe misurarli magari un po' prima dei 4 anni canonici delle elezioni e anche su questo la Gimondi mi pare più convincente del nostro.
A volerla dire tutta la Gimondi una parvenza di idea e logica pare averla, sembra più ricettiva e disposta al dialogo, l'altro beh, lasciamo perdere.
Avatar utente
galliano
 
Messaggi: 10312
Iscritto il: giovedì 14 aprile 2011, 11:53
Località: TN

Re: Federazione Triciclistica Italiana

simila

simila
 

PrecedenteProssimo

Torna a Dite la vostra sul ciclismo!

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Boll, Google [Bot], Google Adsense [Bot] e 12 ospiti