Federazione Triciclistica Italiana

Il mondo dei professionisti tra gare e complessità, e più in generale l'approccio al ciclismo di ogni appassionato
Avatar utente
matteo.conz
Messaggi: 6985
Iscritto il: sabato 19 maggio 2012, 15:12

Re: Federazione Triciclistica Italiana

Messaggio da leggere da matteo.conz » martedì 1 dicembre 2015, 15:52

Il Convento di Santa Lucia della Castellina, gode del fondamentale “riconoscimento ufficiale di Centro Spirituale del Ciclismo da parte della Fci?!
http://cyclingpro.it/2015/11/22/i-diret ... -convento/


Qui vige l'uguaglianza... Non conta un cazzo nessuno.
Svalorizzando gli altri non ti rendi superiore.
C'è sempre una soluzione semplice ad un problema complesso. Ed è quella sbagliata. A. Einstein


Avatar utente
Visconte85
Messaggi: 9985
Iscritto il: giovedì 8 maggio 2014, 14:27

Re: Federazione Triciclistica Italiana

Messaggio da leggere da Visconte85 » sabato 20 febbraio 2016, 20:22

Mancano le corse a tappe… il GiroBio è davvero senza speranze?

“Si per il GiroBio non c’è nulla da fare. Nel calendario dei dilettanti italiani manca qualche corsa a tappe ma mi auguro che questo sia uno sprone per le squadre ad andare a fare qualche esperienza all’estero e permettere ai ragazzi di misurarsi con i rivali stranieri. Meglio provare all’estero, anche se ci fossero le corse a tappe italiane la sostanza non cambierebbe più di tanto: i nostri atleti molto spesso corrono con troppe pressioni e tatticismi. Il progetto avviato con Cassani ha raggiunto ottimi risultati. Confronto di nazionali miste nelle gare professionistiche per aumentare il confronto tecnico dei nostri atleti, la possibilità per gli atleti che si dedicano anche alla pista di fare stage di preparazione e partecipazioni a gare a tappe all'estero. Un senso reale alla multidisciplinarietà che ha portato al successo nella Coppa delle Nazioni Under 23 ed ad una medaglia d'argento per un atleta maturo come Consonni che potrà seguire il percorso di Viviani. Strada e pista con soddisfazioni reciproche e molti atleti che grazie alla Nazionale stanno vincendo molto all'estero. Tutto questo grazie anche ad un ottimo rapporto fra i nostri tecnici e le società, per quelle che ci hanno creduto".

Il 2016 segnerà anche la fine del suo terzo mandato da presidente: Di Rocco sarà ancora alla guida del treno della FCI o ci sono già i successori? In questi mesi i nomi più gettonati sono stati quelli di Santilli, Isetti e Martinello: candidature verosimili?

Sono pronto a lasciare spazio a una candidatura forte che consenta di dare continuità al lavoro svolto,e soprattutto evitare le spaccature che esistevano in passato. Purtroppo, però, ancora non ne ho viste e se non arriveranno non escludo una mia ricandidatura. Santilli è un amico e un grande appassionato, ma gli impegni di un presidente obbligano ad un ritmo che non è sostenibile per lui che interpreta il ciclismo come un hobby e rappresenta uno degli studi legali più quotati in Italia. Martinello sta già facendo un grande servizio come commentatore Rai e mi auguro che continui a farlo. Anche il presidente Malagò mi ha suggerito di passare il comando a Daniela Isetti e sarei felice di farlo,una donna al comando di una Federazione. Temo però che Daniela potrebbe pagare caro il maschilismo che ancora domina il mondo delle due ruote. Dobbiamo valutare anche il malcontento per gli errori che abbiamo commesso in questi anni… non nel merito di molti argomenti sottoposti da società e comitati regionali ma soprattutto sui tempi".

Ha una soluzione a tutto quest'uomo.... le corse non ci sono? Bene faranno esperienza all'estero :champion:


2014: Giro tp 21,Tour tp 10,Vuelta tp 3, ARGENTO a Ponferrada
2015: Giro anch'io 3°,Tour tp 10 e 20, GpMontreal
2016: GandWevelgen, Svizzera, Tour tp 13, Vuelta tp 10
2017: Tour tp 10 Vuelta tp 2
2018: Scheldeprijs, Giro tp 21, Tour tp 11

Avatar utente
Subsonico
Messaggi: 5948
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:13

Re: Federazione Triciclistica Italiana

Messaggio da leggere da Subsonico » sabato 20 febbraio 2016, 21:56

Patetico.


VINCITORE DEL FANTATOUR 2016 SUL CAMPO: certe fantaclassifiche verranno riscritte...

"Stufano è un Peter Sagan che ha smesso di sognare (E.Vittone) "

Avatar utente
Slegar
Messaggi: 4244
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:49

Re: Federazione Triciclistica Italiana

Messaggio da leggere da Slegar » domenica 21 febbraio 2016, 8:29

Dal topic della pista:
marc ha scritto:"Proiezioni olimpiche a parte, il rendimento delle nazionali negli appuntamenti che contano ha lasciato a desiderare…
“Abbiamo a disposizione lo stesso budget della federazione francese ma in Francia possono contare su molti più impianti coperti e su dei tecnici stipendiati dal Governo.
Tecnici stipndiati dal governo?????? Pag. 5:
http://www.federciclismo.it/it/document ... bbae85598/

Da dove cavolo vengono i 7,7 mln. di euro del contributo CONI se non dal fondo di circa 407 mln. che lo stato versa al CONI stesso, soldini che provengono dalla fiscalità. Una federazione che su 15,4 mln. di euro di bilancio ha entrate da sponsorizzazioni per soli 800.000 euro è gestita, per essere benevoli, da emeriti incapaci, buoni solamente a succhiare quattrini di altri.


fair play? No, Grazie!

Admin
Messaggi: 12707
Iscritto il: domenica 21 giugno 2009, 22:48

Re: Federazione Triciclistica Italiana

Messaggio da leggere da Admin » martedì 23 febbraio 2016, 2:07

peek in un altro thread ha scritto: Ma il problema maggiore è che trovandosi in quella funzione perché è stato eletto, mi viene da pensare che quelli che lo hanno eletto non siano migliori di lui.
Vexata quaestio.
Se fosse un'elezione regolare*, ti darei ragione.
Ma siccome si vota col sistema dei delegati, la volontà della base è radicalmente manipolabile visto che si tratta di controllare poche decine di voti/persone/società per avere la certezza di vincere. E quelle poche decine, dalla cadrega di presidentissimo, possono essere indirizzate a piacimento. Una poltroncina a questo, quattro tubolari a quello, un campionato italiano a quell'altro...
Se tre anni fa a Levico avesse pesato la volontà della base, da mo' che Renatino era a godersi la pensione. Invece...

*Non ho usato a caso questo termine. RDR aveva promesso, pochi minuti dopo la rielezione, di impegnarsi per riformare il sistema di voto. Qualcuno ha avuto notizia di riforme di sorta?

Con Cicloweb ritorneremo senz'altro sulla questione.


Pantani è una leggenda come Coppi e Bartali


Avatar utente
Slegar
Messaggi: 4244
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:49

Re: Federazione Triciclistica Italiana

Messaggio da leggere da Slegar » martedì 23 febbraio 2016, 8:47

Admin ha scritto:Se tre anni fa a Levico avesse pesato la volontà della base, da mo' che Renatino era a godersi la pensione. Invece...
Siamo proprio sicuri? Se vale il principio "una testa, un voto", come sembra, dubito che gli obiettivi dell'U.C. Roccacannucese, la cui mission è partecpare alle granfondo dello stivale italico con i suoi panzuti tesserati, siano gli stessi della Zalf. E mi sembra che nel mondo del ciclismo nazionale ci siano sempre più U.C. Roccacannuccese che G.C.D. Contri Autozai.


fair play? No, Grazie!

Admin
Messaggi: 12707
Iscritto il: domenica 21 giugno 2009, 22:48

Re: Federazione Triciclistica Italiana

Messaggio da leggere da Admin » martedì 23 febbraio 2016, 19:14

Sì Slegar, c'era una trasversale contrarietà alla figura di Di Rocco e alle sue politiche federali.

Diciamo anche che non è emersa una figura in grado di coagulare il malcontento intorno a sé, ma resto convinto che se avessero votato tutte le società italiane il risultato sarebbe stato molto diverso.


Pantani è una leggenda come Coppi e Bartali

Avatar utente
Slegar
Messaggi: 4244
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:49

Re: Federazione Triciclistica Italiana

Messaggio da leggere da Slegar » mercoledì 24 febbraio 2016, 14:32

Admin ha scritto:Sì Slegar, c'era una trasversale contrarietà alla figura di Di Rocco e alle sue politiche federali.

Diciamo anche che non è emersa una figura in grado di coagulare il malcontento intorno a sé, ma resto convinto che se avessero votato tutte le società italiane il risultato sarebbe stato molto diverso.
Guarda che su questo discorso con me sfondi una porta aperta. Il problema è che non può valere il principio "una testa un voto"; U.C. Roccacannucese e A.S.D. Parapaponziponzipò non possono avere lo stesso peso di una Zalf o di una Contri Autozai (per non parlare di Lampre, RCS Sport o qualsiasi altro soggetto del ciclismo professionistico che per statuto non hanno nessun diritto di rappresentanza nella FCI).

Della FCI non m'importa nulla ma negli sport invernali qualche rotellina so perfettamente come gira. C'è ancora in giro della dirigenza "babbiona", soprattutto qui in Veneto, che rimpiange i tempi passati dei delegati quando era molto più semplice trovare un accordo (sottobanco). La stessa "dirigenza babbiona" che all'ultima assemblea federale ha riproposto i due candidati "babbioni" presenti nel precedente consiglio e che, nonostante i rappresentanti delle società siano entrate nella cabina elettorale con il loro "santino", sono stati clamorosamente ridimensionati, per usare un eufemismo, grazie al fatto che le società più importanti hanno fatto valere il loro "peso sportivo" (tradotto: numero di voti derivato dalle attività di organizzazione e dai risultati conseguiti) e hanno "suonato la tromba" contro i due "poveri babbioni".

La legge Melandri ha molti difetti, ma personalmente sono grato a questa norma perché se applicata nel modo giusto permette una vera gestione democratica delle federazioni, anche se difficoltosa per le società (però uno sforzo ogni quattro anni lo si può chiedere). Come sono grato al gen. Valentino che capì, quando la FISI aveva già iniziato il percorso del ridimensionamento finanziario, che con il sistema dei delegati gli sport della neve alla lunga sarebbero spariti (che è quello che sta succedendo al ciclismo).


fair play? No, Grazie!

Avatar utente
Visconte85
Messaggi: 9985
Iscritto il: giovedì 8 maggio 2014, 14:27

Re: Federazione Triciclistica Italiana

Messaggio da leggere da Visconte85 » mercoledì 11 maggio 2016, 2:58

Stappate lo spumante, mancava solo l'ufficialità ed ora è arrivata.....
Renato Di Rocco ha confermato la sua candidatura per la Presidenza FCI;

peraltro lo ha dichiarato a Gragnano, dove ha ricevuto il premio Sfinge D'oro, d'oro non so sfinge si :diavoletto:


2014: Giro tp 21,Tour tp 10,Vuelta tp 3, ARGENTO a Ponferrada
2015: Giro anch'io 3°,Tour tp 10 e 20, GpMontreal
2016: GandWevelgen, Svizzera, Tour tp 13, Vuelta tp 10
2017: Tour tp 10 Vuelta tp 2
2018: Scheldeprijs, Giro tp 21, Tour tp 11

Montana Miller
Messaggi: 1265
Iscritto il: venerdì 20 marzo 2015, 6:00

Re: Federazione Triciclistica Italiana

Messaggio da leggere da Montana Miller » giovedì 12 maggio 2016, 7:28

Visconte85 ha scritto:d'oro non so
D'oro va inteso proprio come ordine di merito...nel senso che più Sfinge D'Oro di lui non ne trovi.



Avatar utente
Visconte85
Messaggi: 9985
Iscritto il: giovedì 8 maggio 2014, 14:27

Re: Federazione Triciclistica Italiana

Messaggio da leggere da Visconte85 » lunedì 22 agosto 2016, 13:26

DiRocco entra nella giunta del Coni :diavoletto:


2014: Giro tp 21,Tour tp 10,Vuelta tp 3, ARGENTO a Ponferrada
2015: Giro anch'io 3°,Tour tp 10 e 20, GpMontreal
2016: GandWevelgen, Svizzera, Tour tp 13, Vuelta tp 10
2017: Tour tp 10 Vuelta tp 2
2018: Scheldeprijs, Giro tp 21, Tour tp 11

planta
Messaggi: 7
Iscritto il: venerdì 23 settembre 2016, 15:11

Re: Federazione Triciclistica Italiana

Messaggio da leggere da planta » venerdì 23 settembre 2016, 15:14

assemblea nazionale il 14 gennaio a Trento, ma con candidato solo Di Rocco?
tutti dormono?



l'Orso
Messaggi: 4513
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 11:18

Re: Federazione Triciclistica Italiana

Messaggio da leggere da l'Orso » venerdì 23 settembre 2016, 15:28

planta ha scritto:assemblea nazionale il 14 gennaio a Trento, ma con candidato solo Di Rocco?
tutti dormono?
Ma può candidarsi per la centesima volta???

euindi Martinello ha rinunciato?


Fanta cicloweb 2015:
Tour 2015 - 19a tappa - SJ M.nne - Toussuire (24 Luglio)

utenti ignorati:
Scostante_Girardengo

Mad
Messaggi: 479
Iscritto il: sabato 11 dicembre 2010, 8:48
Località: Noceto

Re: Federazione Triciclistica Italiana

Messaggio da leggere da Mad » venerdì 23 settembre 2016, 21:59

planta ha scritto:assemblea nazionale il 14 gennaio a Trento, ma con candidato solo Di Rocco?
tutti dormono?
Ho paura che gli altri abbiano poca fiducia ad avanzare le candidature, comunque da qui a gennaio i nomi salteranno fuori, o almeno lo spero.



Avatar utente
sceriffo
Messaggi: 1939
Iscritto il: lunedì 11 aprile 2011, 23:48

Re: Federazione Triciclistica Italiana

Messaggio da leggere da sceriffo » martedì 27 settembre 2016, 9:07

Quindi fatemi capire: Di Rocco è l'unico candidato? Avevo sentire dire che ci aveva rinunciato, invece non è così?
Altre possibili candidature, secondo voi? Qualche anno fa ci aveva provato, ma ritirò la candidatura.



planta
Messaggi: 7
Iscritto il: venerdì 23 settembre 2016, 15:11

Re: Federazione Triciclistica Italiana

Messaggio da leggere da planta » venerdì 30 settembre 2016, 16:07

Ho letto che il Vicepresidente siciliano Duci è stato squalificato per 4 mesi quindi se le elezioni sono il 15 gennaio lui teoricamente non potrà candidarsi.
Quindi con questa sentenza è assodato che effettuava affiliazioni false in giro per la Sicilia :trofeo:



Avatar utente
stevemkok
Messaggi: 1090
Iscritto il: mercoledì 18 gennaio 2012, 22:24
Località: Trento

Re: Federazione Triciclistica Italiana

Messaggio da leggere da stevemkok » mercoledì 16 novembre 2016, 13:41

il 14 gennaio a Rovereto (Tn), addirittura al Mart,.., ci saranno le benedette elezioni...
SI vocifera, (o meglio è ufficiale) la candidatura di Norma Gimondi, che sfiderà dunque il presidentissimo uscente Renato Di Rocco.
Dicono sia preparata ed appassionata, non li proprio per caso.

Voi, che siete un pochino più "inside" alle varie questioni politiche passate e presenti (voti alleanze, veti, etc etc...), come prevedete vada?



l'Orso
Messaggi: 4513
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 11:18

Re: Federazione Triciclistica Italiana

Messaggio da leggere da l'Orso » mercoledì 16 novembre 2016, 13:43

non vedo molte novità visto che pure il Piemonte pare porterà foraggio al baffo


Fanta cicloweb 2015:
Tour 2015 - 19a tappa - SJ M.nne - Toussuire (24 Luglio)

utenti ignorati:
Scostante_Girardengo

Oude Kwaremont
Messaggi: 1484
Iscritto il: mercoledì 1 gennaio 2014, 12:30
Località: Pesaro

Re: Federazione Triciclistica Italiana

Messaggio da leggere da Oude Kwaremont » mercoledì 16 novembre 2016, 14:33

Leggevo ieri in un trafiletto (non era la Gazzetta), Felice si è mostrato perplesso riguardo la scelta della figlia, e questo abbinato al fatto che lui ha sempre declinato gli inviti a candidarsi la dice lunga sulle difficoltà che Norma si troverebbe a gestire, a prescindere da Di Rocco.
Comunque la notizia mi ha fatto piacere, come appurare che si tratta di una persona appassionata e competente.



Avatar utente
cauz.
Messaggi: 11588
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:53
Località: milano
Contatta:

Re: Federazione Triciclistica Italiana

Messaggio da leggere da cauz. » mercoledì 16 novembre 2016, 14:37

è la prima volta in vita mia che leggo di una persona candidata ad un'elezione che dichiara di non voler espriremere le proprie idee... annamo bene. :hammer:

http://www.corriere.it/sport/16_novembr ... 65d0.shtml



planta
Messaggi: 7
Iscritto il: venerdì 23 settembre 2016, 15:11

Re: Federazione Triciclistica Italiana

Messaggio da leggere da planta » mercoledì 16 novembre 2016, 15:02

Marchegiano e il baffo si sono uniti in matrimonio, lui farà il suo Vice con la Isetti, anche lui è come un bandiera al vento, se poi il baffo conquista Lombardia e Veneto il più è fatto, al massimo rimarrà la Pasta alla Norma. Certo che se però il nuovo viene affiancata da Bernardelli già più volte presidente della Lombardia e trombato più volte alle Nazionali e Lino Secchi vicepresidente degli anni 90 inizi 2000 annamo in carrozza.

l'Orso ha scritto:non vedo molte novità visto che pure il Piemonte pare porterà foraggio al baffo



l'Orso
Messaggi: 4513
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 11:18

Re: Federazione Triciclistica Italiana

Messaggio da leggere da l'Orso » mercoledì 16 novembre 2016, 15:19

cauz. ha scritto:è la prima volta in vita mia che leggo di una persona candidata ad un'elezione che dichiara di non voler espriremere le proprie idee... annamo bene. :hammer:

http://www.corriere.it/sport/16_novembr ... 65d0.shtml
Bhe, son casi di giustizia sportiva, avendo lavorato nel settore è anche plausibile che eviti commenti in proposito.

Ad ogni modo sa quando ho saputo che non si candidava una certa persona non mi son + interessato alla buff... emh.... all'imminente ovazi... ops... elezione del "nuovo" presidente triciclico...
Da quel che leggo, quella della figlia di Felice è solo una candidatura di forma che comunque la porterà in consiglio (forse come vice?).


Fanta cicloweb 2015:
Tour 2015 - 19a tappa - SJ M.nne - Toussuire (24 Luglio)

utenti ignorati:
Scostante_Girardengo

planta
Messaggi: 7
Iscritto il: venerdì 23 settembre 2016, 15:11

Re: Federazione Triciclistica Italiana

Messaggio da leggere da planta » giovedì 17 novembre 2016, 12:32

Interessante articolo sulla stampa torinese di Rocco Marchegiano, sembrerebbe essere il più vicino al baffo

http://www.torinosportiva.it/2016/11/16 ... zzito.html



l'Orso
Messaggi: 4513
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 11:18

Re: Federazione Triciclistica Italiana

Messaggio da leggere da l'Orso » giovedì 17 novembre 2016, 12:54

planta ha scritto:Interessante articolo sulla stampa torinese di Rocco Marchegiano, sembrerebbe essere il più vicino al baffo

http://www.torinosportiva.it/2016/11/16 ... zzito.html
e pensare che 4 anni fa mi pareva quasi una persona seria...

edito
non per le dichiarazioni sulla Gimondi che non conosco, ma proprio per il lecchinaggio reiterato al baffo che fino a 4 anni fa sembrava essere, per l'ex presidente del Piemonte, il male del ciclismo.


Fanta cicloweb 2015:
Tour 2015 - 19a tappa - SJ M.nne - Toussuire (24 Luglio)

utenti ignorati:
Scostante_Girardengo

Admin
Messaggi: 12707
Iscritto il: domenica 21 giugno 2009, 22:48

Re: Federazione Triciclistica Italiana

Messaggio da leggere da Admin » giovedì 17 novembre 2016, 17:20

Amico mio, i padri della commedia all'italiana avevano stampato tutto da una vita, su quel che siamo e che pesiamo. Per esempio https://youtu.be/J1AiuUMm_Fk?t=5605


Pantani è una leggenda come Coppi e Bartali

Avatar utente
Morris
Messaggi: 722
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 1:33

Re: Federazione Triciclistica Italiana

Messaggio da leggere da Morris » venerdì 18 novembre 2016, 1:35

Nonostante l'aleatorietà, la precarietà e l'anacronismo (con molto eufemismo), che è alla base delle elezioni negli organismi sportivi, la FCI, stavolta, possedeva fondoschiena. Già, perché il nome e cognome che se si fosse candidato, avrebbe sollevato gli entusiasmi della parte sana di questo sport, convinto i tabulati a forma umana afflitti da semi-demenza senile e coinvolto con echi di positività persino le tante capre sgarbiane d'ambiente, c'era e sarebbe stato vincente con ampio margine nel ballottaggio col fossile eterno, dalle mostrine sotto al naso. La speranza che si candidi però, c'è ancora. Perlomeno fino al 14-15 dicembre!
In ogni caso, salvo la conferma dello status quo (ovvero idrovora di spinta verso un innamoramento cosmico col curling), chi arriverà, anche solo come consigliere, troverà uno stato debitorio tale da mettere a dura prova, pure l'enorme capacità di sopportazione della presidenza del CONI. Uno status rosso, che dovrà obbligare ad interventi notevoli di mungitura verso il contraddittorio mondo granfondistico e amatoriale, nonché al rapporto con l'emanazione dei partiti politici nello sport, ovvero quegli Enti di promozione sportiva che sono davvero un Coni dentro al Coni, ed una vergogna per un Paese che predica l'autonomia dello sport dalla politica. Inoltre, la futura FCI, dovrà creare sinergia con le altre federazioni, affinché il Parlamento promuova una legge quadro sullo sport, in modo di rimettere mano su quegli epitaffi che sono i resti della legge 398/91 e di quella 133/99, sulla quale gran parte dello sport italiano attualmente gravita, ma che non affronta minimamente l'esigenza di dividere la funzione educativa dello sport e la crescita di adolescenti e minori, dal "tempo libero" degli adulti; nonché la diversità fra agonismo camminante verso grandi obiettivi come ad esempio le Olimpiadi e quello dei master o semplici amatori.


Quando ti alzi la mattina, volgiti verso Aigle e fai una pernacchia o il gesto dell'ombrello. Tu non sai perché lo fai, ma ad Aigle sì.

Avatar utente
Slegar
Messaggi: 4244
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:49

Re: Federazione Triciclistica Italiana

Messaggio da leggere da Slegar » venerdì 18 novembre 2016, 10:31

Morris ha scritto:Inoltre, la futura FCI, dovrà creare sinergia con le altre federazioni, affinché il Parlamento promuova una legge quadro sullo sport, in modo di rimettere mano su quegli epitaffi che sono i resti della legge 398/91 e di quella 133/99, sulla quale gran parte dello sport italiano attualmente gravita, ma che non affronta minimamente l'esigenza di dividere la funzione educativa dello sport e la crescita di adolescenti e minori, dal "tempo libero" degli adulti; nonché la diversità fra agonismo camminante verso grandi obiettivi come ad esempio le Olimpiadi e quello dei master o semplici amatori.
Su quello che hai scritto precedentemente nutro pochissime speranze, ma sulla parte quotata penso che questo non si realizzerà mai, purtroppo. La malsana sovrapposizione tra pratica sportiva e agonismo dei minori che si è avuta in questi ultimi decenni ha, da una parte, creato una estesa ramificazione di "potere contrattuale" fine a se stessa che ha creato posizioni dominanti all'interno delle FSN ma ha strangolato piccole realtà e allontanato, per non dire nauseato, definitivamente dalla pratica sportiva decine di migliaia di giovani che non sarebbero mai diventati atleti d'alto livello, ma avrebbero creato quel tessuto di passione sportiva che è il vero carburante dello sport.
Sulla commistione tra agonismo ai massimi livelli e amatoriale, ogni parola è sprecata tanto è scandalosa la situazione all'interno della FCI, detto da chi, come il sottoscritto, pratica l'agonismo a livello amatoriale in altre discipline sportive e che si è speso in prima persona nell'organizzazione di importanti eventi.

Ultima precisazione sul curling, rivolta a chi pensa di denigrare questo sport: io l'ho provato e vi assicuro che è difficilissimo praticarlo a livelli accettabili (oltre che aver fracassato il ghiaccio con una craniata appena messo piede sulla pista).

Concludo che sono molto contento di rileggerti sulle pagine del forum e i racconti sul Fiandre me li sto bevendo in un solo sorso (mi devo pure consolare, perché mi sa che le 22.500 lire che ho dato ad Admin per la sua pessima rucola non le rivedrò mai più).


fair play? No, Grazie!

faustino
Messaggi: 90
Iscritto il: lunedì 7 marzo 2011, 8:11

Re: Federazione Triciclistica Italiana

Messaggio da leggere da faustino » sabato 19 novembre 2016, 14:16

Morris ha scritto:Nonostante l'aleatorietà, la precarietà e l'anacronismo (con molto eufemismo), che è alla base delle elezioni negli organismi sportivi, la FCI, stavolta, possedeva fondoschiena. Già, perché il nome e cognome che se si fosse candidato, avrebbe sollevato gli entusiasmi della parte sana di questo sport, convinto i tabulati a forma umana afflitti da semi-demenza senile e coinvolto con echi di positività persino le tante capre sgarbiane d'ambiente, c'era e sarebbe stato vincente con ampio margine nel ballottaggio col fossile eterno, dalle mostrine sotto al naso. La speranza che si candidi però, c'è ancora. Perlomeno fino al 14-15 dicembre!
In ogni caso, salvo la conferma dello status quo (ovvero idrovora di spinta verso un innamoramento cosmico col curling), chi arriverà, anche solo come consigliere, troverà uno stato debitorio tale da mettere a dura prova, pure l'enorme capacità di sopportazione della presidenza del CONI. Uno status rosso, che dovrà obbligare ad interventi notevoli di mungitura verso il contraddittorio mondo granfondistico e amatoriale, nonché al rapporto con l'emanazione dei partiti politici nello sport, ovvero quegli Enti di promozione sportiva che sono davvero un Coni dentro al Coni, ed una vergogna per un Paese che predica l'autonomia dello sport dalla politica. Inoltre, la futura FCI, dovrà creare sinergia con le altre federazioni, affinché il Parlamento promuova una legge quadro sullo sport, in modo di rimettere mano su quegli epitaffi che sono i resti della legge 398/91 e di quella 133/99, sulla quale gran parte dello sport italiano attualmente gravita, ma che non affronta minimamente l'esigenza di dividere la funzione educativa dello sport e la crescita di adolescenti e minori, dal "tempo libero" degli adulti; nonché la diversità fra agonismo camminante verso grandi obiettivi come ad esempio le Olimpiadi e quello dei master o semplici amatori.
Lo speriamo in molti che la possibilità ci possa ancora essere, anche se remota, molto remota. Ho una conoscenza diretta, e ti posso dire che le poche possibilità sono legate alla mancata acquisizione da parte della Rai dei diritti RCS, quindi Giro ecc ecc, a quel punto potrebbe riaprirsi la possibilità. Il ciclismo ne avrebbe un gran bisogno di un massimo dirigente di tale spessore, ma personalmente mi auguro che i diritti rimangano dove sono e che chi ci racconta il ciclismo rimanga al proprio posto.



Avatar utente
Morris
Messaggi: 722
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 1:33

Re: Federazione Triciclistica Italiana

Messaggio da leggere da Morris » sabato 19 novembre 2016, 17:19

faustino ha scritto: Lo speriamo in molti che la possibilità ci possa ancora essere, anche se remota, molto remota. Ho una conoscenza diretta, e ti posso dire che le poche possibilità sono legate alla mancata acquisizione da parte della Rai dei diritti RCS, quindi Giro ecc ecc, a quel punto potrebbe riaprirsi la possibilità. Il ciclismo ne avrebbe un gran bisogno di un massimo dirigente di tale spessore, ma personalmente mi auguro che i diritti rimangano dove sono e che chi ci racconta il ciclismo rimanga al proprio posto.
Cairo, è uno dei più illuminati dell'imprenditoria italiana. Da grande editore, ma col fare di chi è rimasto "muratore che sa mettere bene i mattoni sul muro", farà bene i conti per le sue aziende che, guarda caso, possono divenire le facce dello stesso oggetto in questione, ovvero il Giro d'Italia. La Rai, verso il ciclismo, ha svolto servizi assai superiori per numero e qualità rispetto a......praticamente tutti gli altri sport, checché ne dicano i tifosi di ciclismo. Cairo lo sa, ma sa pure che la sua televisione (La7), ha bisogno di uno sport di massa (ciclismo) nella sua testimonianza più popolare (Giro), per dimensionarsi su uno step superiore come emittente. Dall'altra parte, possiede come RCS, nel Giro d'Italia, il massimo delle proprie organizzazioni e/o proposte, che è però una manifestazione assetata di rilancio in una sua parte, tanto redditizia, quanto festosa (altrove abissalmente superiore): la pubblicità, soprattutto all'interno della carovana. Per quest'ultimo motivo, visto lo stato di "pressoché scomparsa", di partner per quella colonna di mezzi spesso originalissimi o addirittura unici, che tanto ha segnato le essenze dell'evento in termini propagandistici, Cairo-RCS hanno bisogno dell'appoggio e delle magari specifiche trasmissioni di una televisione che......sia totalmente "privata". La Rai, infatti, accontenta ancora qualche politico, l'era del "di che ti mando io" esiste tuttoggi, ma non può, essendo pubblica, far passare pubblicità involontaria (che poi è il contrario). per destinare palinsesto su trasmissioni del Giro, di fatto pubblicitarie. Da qui dunque, Giro-La7, può essere necessario per Cairo. Resta il piatto dell'offerta per il solo evento, dove la Rai potrà spendere tanti soldi, ma siamo sicuri che il ritorno pubblicitario stimato attraverso i passaggi sull'evento, non consentano a LA7 una controproposta a RCS, di uguale o superiore importo rispetto alla Rai?
La mia opinione, è che il Giro, al 95% sarà trasmesso su LA7.
Sono d'accordo che il duo PM che narra le dirette ciclistiche sia il migliore in circolazione, ma il rischio di vederlo prossimamente al lavoro perlomeno ....di meno, è dunque enorme!
Quindi, visto che tu hai detto di avere una conoscenza diretta su quello che sarà l'oggetto della speranza.......bèh allora io sto diventando decisamente più ottimista. ;) :)
Ciao Faustino! :cincin:


Quando ti alzi la mattina, volgiti verso Aigle e fai una pernacchia o il gesto dell'ombrello. Tu non sai perché lo fai, ma ad Aigle sì.

Avatar utente
nemecsek.
Messaggi: 1494
Iscritto il: mercoledì 6 gennaio 2016, 22:35

Re: Federazione Triciclistica Italiana

Messaggio da leggere da nemecsek. » martedì 6 dicembre 2016, 21:55

http://www.tuttobiciweb.it/2016/11/20/9 ... erciclismo

ma davvero Gianluca Santilli è la “longa manu” di Norma Gimondi, in corsa per la poltrona presidenziale con Renato Di Rocco?

«Intanto non mi sembra carino nei confronti di Norma dire che alle sue spalle c’è chi la guida – spiega a tuttobiciweb.it l’avvocato Santilli -. Ho letto in questi giorni tantissime sciocchezze che sono ben lontane dalla realtà. Io sono da sempre un tifoso e un grande amico di Felice Gimondi. Norma è una carissima amica, una collega preparata e stimata che ha fatto bene a scendere in campo per il bene del nostro sport, ma io se devo fare una cosa la faccio sempre alla luce del sole, mai nell’ombra. Poi, non ultimo, sono da sempre amico di Renato (Di Rocco, ndr). Cosa volete che vi dica? Uno rappresenta l’esperienza, l’altra la novità: io posso solo augurare a due cari amici di fare una bella corsa verso la presidenza, ma per favore, lasciatemi fuori»


Bene, sia Renato che Norma possono stare tranquilli: io continuerò a lavorare per il bene del ciclismo. Il resto sono soltanto parole



..ora, se traduciamo il tutto dal paraculese.... :blabla: :blabla: :blabla: :flags:


Le insegne luminose attirano gli allocchi.
GLF

Avatar utente
nino58
Messaggi: 9509
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: Federazione Triciclistica Italiana

Messaggio da leggere da nino58 » mercoledì 7 dicembre 2016, 10:00

nemecsek. ha scritto:http://www.tuttobiciweb.it/2016/11/20/9 ... erciclismo

ma davvero Gianluca Santilli è la “longa manu” di Norma Gimondi, in corsa per la poltrona presidenziale con Renato Di Rocco?

«Intanto non mi sembra carino nei confronti di Norma dire che alle sue spalle c’è chi la guida – spiega a tuttobiciweb.it l’avvocato Santilli -. Ho letto in questi giorni tantissime sciocchezze che sono ben lontane dalla realtà. Io sono da sempre un tifoso e un grande amico di Felice Gimondi. Norma è una carissima amica, una collega preparata e stimata che ha fatto bene a scendere in campo per il bene del nostro sport, ma io se devo fare una cosa la faccio sempre alla luce del sole, mai nell’ombra. Poi, non ultimo, sono da sempre amico di Renato (Di Rocco, ndr). Cosa volete che vi dica? Uno rappresenta l’esperienza, l’altra la novità: io posso solo augurare a due cari amici di fare una bella corsa verso la presidenza, ma per favore, lasciatemi fuori»


Bene, sia Renato che Norma possono stare tranquilli: io continuerò a lavorare per il bene del ciclismo. Il resto sono soltanto parole



..ora, se traduciamo il tutto dal paraculese.... :blabla: :blabla: :blabla: :flags:
Interessanti anche i commenti dei lettori sotto l'articolo linkato.


Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!

Avatar utente
Morris
Messaggi: 722
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 1:33

Re: Federazione Triciclistica Italiana

Messaggio da leggere da Morris » giovedì 8 dicembre 2016, 11:43

Il candidato chiaro, netto, decisamente migliore di chiunque altro, nonché sicuramente eletto, c’era, ma non è disponibile. Perciò, per l’assetato mondo del ciclismo ancora decisamente e palpabilmente positivo, era necessario abbassare le pretese, il meno possibile, ovviamente. Norma Gimondi è il meglio che era rimasto con doti via via piacevolmente sorprendenti: non è quella che è lì per peso genealogico e non è una discepola di quel tal collega, che, invece, ha bisogno di qualche scrivano gregario per far sentire il proprio raglio al di fuori di quel contorto mondo amatorial-agonistico che, per atto di civiltà e razionalità delle risorse, dovrebbe stare fuori dal CONI, ed essere inesistente nelle federazioni sportive. Un mondo esclusivo, teatro di quegli Enti di Promozione, che una buona legge quadro sullo sport (di cui si sente il bisogno da 40-45 anni!) dovrebbe collocare a se stante, senza inquinare le risorse di quel Governo dello Sport, a cui lo Stato ha rovinato le fonti per renderlo sempre più emanazione della politica. Alla faccia dell’autonomia dello sport!
Ed è pur vero che l’ambiente del ciclismo, per prova diretta di carriera, è da sempre il più …….(nei puntini di sospensione ci si metta il dispregiativo che si vuole) fra le discipline sportive, ed è così banderuola che, più o meno, coi politicanti ci va a braccetto, ed allora quale terreno migliore della sua espressione numerica ottimale, ovvero l’amatoriale?
Le elezioni si vincono, stante l’attuale statuto, contando soprattutto su quei votacci (sì votacci, perché società che fanno granfondo o tesserano della gente dall’elenco telefonico, non dovrebbero essere grandi elettori FCI). Le elezioni, dunque, si vincono acquisendo, per l’occasione (e, purtroppo, non solo), un bel mazzo di pelo sullo stomaco, perché pur con tutto il rispetto che si vuole, è decisamente più democratica e trasparente una consultazione politica o amministrativa, di una federal sportiva. Resta il fatto che oggi abbiamo poco più di 700 dilettanti (Under e Elite a dir si voglia), quando 20 anni fa circa, oltre 3000. Un dato raggelante e le migliaia e migliaia di amatori, agonisticamente parlando, per Tour, Giro, Olimpiadi, Fiandre e Roubaix, non pesano niente anche se fossero 100 miliardi. Andando avanti così, il ciclismo vero, diventerà come un tapiro nel centro di Milano nel giro di 10 anni. Le società del ciclismo vero, vanno tutelate con persone perlomeno che non siano stracotte. Per schierarsi e aprire una piccola fessura di ottimismo, serve dunque qualcuno che possa essere creduto da quei sodalizi che si votano al ciclismo giovanile. Di Rocco ha finito tutti i bonus (e gliene sono stati dati troppi), ed è ora che si sieda sulla poltrona della pensione. Norma Gimondi, invece, ha tutto il diritto di provare ad essere all’altezza di un presidente della FCI, ai tempi di oggi.


Quando ti alzi la mattina, volgiti verso Aigle e fai una pernacchia o il gesto dell'ombrello. Tu non sai perché lo fai, ma ad Aigle sì.

Avatar utente
nemecsek.
Messaggi: 1494
Iscritto il: mercoledì 6 gennaio 2016, 22:35

Re: Federazione Triciclistica Italiana

Messaggio da leggere da nemecsek. » giovedì 8 dicembre 2016, 12:04

nino58 ha scritto:
Interessanti anche i commenti dei lettori sotto l'articolo linkato.

Engel :angelo: Francini!!!

Un mio sogno una rubrichetta su cicloweb: From the balcony, con Angelo, Statler Lemond e Waldorf Professore.
Un angolo* politicamente scorretto, con le tutte le tutele democrattiche sospese, razzismo polittica religione e rutto libero.
Vai Grassi contatta il cherubino e i due fuoriusciti... :mrgreen:

* perartro come scriveva Coctò angelo e angolo cianno lo stesso etimo, se potrebbe pure chiamà l angolo di angelo

fatte servì


Le insegne luminose attirano gli allocchi.
GLF

Avatar utente
Morris
Messaggi: 722
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 1:33

Re: Federazione Triciclistica Italiana

Messaggio da leggere da Morris » giovedì 8 dicembre 2016, 16:18

nemecsek. ha scritto:
Engel :angelo: Francini!!!

Un mio sogno una rubrichetta su cicloweb: From the balcony, con Angelo, Statler Lemond e Waldorf Professore.
Un angolo* politicamente scorretto, con le tutte le tutele democrattiche sospese, razzismo polittica religione e rutto libero.
Vai Grassi contatta il cherubino e i due fuoriusciti... :mrgreen:

* perartro come scriveva Coctò angelo e angolo cianno lo stesso etimo, se potrebbe pure chiamà l angolo di angelo

fatte servì
Perché aprire una nuova rubrichetta a rutto libero, quando qui ne esiste una enorme, la tua, che anziché il gassoso del rutto, propone la merda a spruzzo?
Anche questa è una battaglia etica?


Quando ti alzi la mattina, volgiti verso Aigle e fai una pernacchia o il gesto dell'ombrello. Tu non sai perché lo fai, ma ad Aigle sì.

Admin
Messaggi: 12707
Iscritto il: domenica 21 giugno 2009, 22:48

Re: Federazione Triciclistica Italiana

Messaggio da leggere da Admin » giovedì 8 dicembre 2016, 17:23

Riceviamo e volentieri pubblichiamo.
Oggetto: Poraccitudine

viewtopic.php?f=2&t=522&p=392600#p392600

Detto fra me e te.
Che tu fossi un miserabile egocentrico e vagamente psicopatico già lo sapevo.
Ma che uno possa (SOLO IN ODIO A ME) usare questi mezzucci da trollino PD per demolire una dignitosissima candidata e spalare merda su un pur discutibile (ci litigo regolarmente per quello) ma certamente sincero e appassionato oppositore come Angelo Francini credo sia diventato troppo.

Se devi criticare e prendere per il culo abbi il coraggio di firmarti e non nasconderti dietro l'avatar trollo. Poraccio.
Come fai a guardarti allo specchio? Non ti fai schifo?

Hai già fatto danni 4 anni fa, ravvediti! Perché se vuoi la guerra stavolta l'avrai davvero. Uomo avvisato mezzo salvato.
Con me stai giocando a carte scoperte.
Aspetto di vederti a Rovereto per sputarti in faccia, altrimenti scantona, evitami perché in quel momento ti farò ingoiare le nefandezze che hai scritto e soprattutto raccontato.
Sono per caso minacce quelle che leggo?

Dichiaro e preciso che:
- Gli utenti del forum di Cicloweb sono liberi di pubblicare quello che vogliono, a patto di non andare al di là della policy del forum stesso, in quel caso si interviene per cancellare.
- Il sottoscritto non "teleguida" nessun utente del forum, né fornisce imbeccate, né suggerisce cosa scrivere o non scrivere a chicchessia.
- Il sottoscritto non ha nulla contro Angelo Francini, anzi lo stima persona rispettabile.
- Malgrado ciò, il sottoscritto non vuole avere niente a che fare con Angelo Francini, in quanto esponente di un milieu il cui personaggio di punta è il mittente della missiva riportata su, personaggio rispetto al quale il sottoscritto prova un viscerale disagio.
- Il sottoscritto ha ricevuto nel tempo dallo stesso mittente una lunga serie di email del tenore di quella riportata (o anche peggiori), ed è ormai stufo di questo andazzo. Per tale ragione, e per propria tutela in quanto tali missive contengono chiare minacce alla sua persona, il sottoscritto da qui in avanti renderà pubbliche tutte le comunicazioni che il soggetto in questione dovesse indirizzargli.
- Il sottoscritto auspica che il soggetto in questione la smetta di stalkerarlo e si augura di non avere mai più niente a che fare con lui.
Marco Grassi - "Admin"


Pantani è una leggenda come Coppi e Bartali

Avatar utente
nemecsek.
Messaggi: 1494
Iscritto il: mercoledì 6 gennaio 2016, 22:35

Re: Federazione Triciclistica Italiana

Messaggio da leggere da nemecsek. » giovedì 8 dicembre 2016, 22:15

Immagine


...bbboni...

qua si auspicava il ritorno di due forumisti eccellenti, Lemon e Professore, con l aggiunta di A.F. :angelo: in uno spazio a loro
dedicato, con una maggiore, chiamiamola cosi', libertà espressiva, libertà di cui già godono, parmi, alcuni utenti :bici:

tornando allelezionifederali, a Matteo Romano di ciclismoonlain, qualcosa non torna :uhm:


http://www.ciclismo-online.it/2016/11/1 ... ro-di-lei/ :pss:

lo sapevate? ciavevate mai pensato? bisogna che qualcuno civapparlare?

su ciclismonlain


Le insegne luminose attirano gli allocchi.
GLF

Avatar utente
Visconte85
Messaggi: 9985
Iscritto il: giovedì 8 maggio 2014, 14:27

Re: Federazione Triciclistica Italiana

Messaggio da leggere da Visconte85 » venerdì 9 dicembre 2016, 0:37

scusate l'ignoranza, ma che c'è a Rovereto?

Poi io lo avevo proposto, il forum deve portare un suo candidato, credibile e pieno di idee, anche visionario. un candidato tutto di un pezzo e appoggiarlo e sostenerlo fino a farlo eleggere, tipo Ciclosprint o Tic per esempio :D


2014: Giro tp 21,Tour tp 10,Vuelta tp 3, ARGENTO a Ponferrada
2015: Giro anch'io 3°,Tour tp 10 e 20, GpMontreal
2016: GandWevelgen, Svizzera, Tour tp 13, Vuelta tp 10
2017: Tour tp 10 Vuelta tp 2
2018: Scheldeprijs, Giro tp 21, Tour tp 11

Avatar utente
nino58
Messaggi: 9509
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: Federazione Triciclistica Italiana

Messaggio da leggere da nino58 » venerdì 9 dicembre 2016, 9:44

Admin ha scritto:Riceviamo e volentieri pubblichiamo.
Oggetto: Poraccitudine

viewtopic.php?f=2&t=522&p=392600#p392600

Detto fra me e te.
Che tu fossi un miserabile egocentrico e vagamente psicopatico già lo sapevo.
Ma che uno possa (SOLO IN ODIO A ME) usare questi mezzucci da trollino PD per demolire una dignitosissima candidata e spalare merda su un pur discutibile (ci litigo regolarmente per quello) ma certamente sincero e appassionato oppositore come Angelo Francini credo sia diventato troppo.

Se devi criticare e prendere per il culo abbi il coraggio di firmarti e non nasconderti dietro l'avatar trollo. Poraccio.
Come fai a guardarti allo specchio? Non ti fai schifo?

Hai già fatto danni 4 anni fa, ravvediti! Perché se vuoi la guerra stavolta l'avrai davvero. Uomo avvisato mezzo salvato.
Con me stai giocando a carte scoperte.
Aspetto di vederti a Rovereto per sputarti in faccia, altrimenti scantona, evitami perché in quel momento ti farò ingoiare le nefandezze che hai scritto e soprattutto raccontato.
Sono per caso minacce quelle che leggo?

Dichiaro e preciso che:
- Gli utenti del forum di Cicloweb sono liberi di pubblicare quello che vogliono, a patto di non andare al di là della policy del forum stesso, in quel caso si interviene per cancellare.
- Il sottoscritto non "teleguida" nessun utente del forum, né fornisce imbeccate, né suggerisce cosa scrivere o non scrivere a chicchessia.
- Il sottoscritto non ha nulla contro Angelo Francini, anzi lo stima persona rispettabile.
- Malgrado ciò, il sottoscritto non vuole avere niente a che fare con Angelo Francini, in quanto esponente di un milieu il cui personaggio di punta è il mittente della missiva riportata su, personaggio rispetto al quale il sottoscritto prova un viscerale disagio.
- Il sottoscritto ha ricevuto nel tempo dallo stesso mittente una lunga serie di email del tenore di quella riportata (o anche peggiori), ed è ormai stufo di questo andazzo. Per tale ragione, e per propria tutela in quanto tali missive contengono chiare minacce alla sua persona, il sottoscritto da qui in avanti renderà pubbliche tutte le comunicazioni che il soggetto in questione dovesse indirizzargli.
- Il sottoscritto auspica che il soggetto in questione la smetta di stalkerarlo e si augura di non avere mai più niente a che fare con lui.
Marco Grassi - "Admin"
Chi ha detto queste cose a chi e quando ?
L' "a chi" sei tu, se non ho capito male.
Il "chi" vorremmo saperlo con chiarezza, perché credo che ognuno poi si fa un'idea sua e non va bene.
Il quando credo sia pure importante per inquadrare il tutto.


Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!

Admin
Messaggi: 12707
Iscritto il: domenica 21 giugno 2009, 22:48

Re: Federazione Triciclistica Italiana

Messaggio da leggere da Admin » venerdì 9 dicembre 2016, 10:22

Il quando è ieri pomeriggio. Il chi è un ex utente di questo forum, poi divenuto a sua volta admin di un altro forum e sai benissimo di chi si parla.

Preciso un'ulteriore cosa che ieri mi era sfuggita: il riferimento ai danni che avrei provocato 4 anni fa è del tutto destituito di fondamento. Lo chiarisco perché poi qualcuno potrebbe pensare che ci sia chissà cosa dietro a queste vicende, mentre in realtà (da parte mia, almeno) non c'è assolutamente niente. Niente se non una sospensione di una settimana da questo forum per intemperanze comminata al soggetto in questione, sospensione che aprì un vaso di Pandora di sospetti, illazioni, attacchi personali e quant'altro da parte sua nei miei confronti. Quel vaso non si è mai richiuso, purtroppo, e la cosa in questi tre anni è risultata per me asfissiante. Perché io mi sono totalmente disinteressato delle attività del soggetto in questione, il quale invece è rimasto convinto che io tramassi nell'ombra ai suoi danni, nelle maniere più fantasiose.

Così come era convinto che io lo avessi "venduto" in cambio di una transazione con Di Rocco (o di un ritiro della sua querela) nella causa che ci vede (ancora) contrapposti. Quando poi giunse per me la condanna (che chiariva che il sottoscritto non aveva transato con nessuno, men che meno con Di Rocco, in quanto tuttora convinto di essere dalla parte del giusto), capì che su quel punto aveva toppato. Ecco, che capisca che toppa anche quando pensa che io eterodiriga gli utenti di Cicloweb, o che mi interessi minimamente minare questa o quella candidatura federale, o che abbia l'obiettivo di mandargli messaggi in codice o di ridicolizzarlo in maniere a me ignote. Tutto questo non esiste.

A me di quello che lui fa o non fa non interessa assolutamente nulla. Sono stufo di essere chiamato in causa (in maniera peraltro così violenta). Voglio vivere la mia vita, il mio sito, il mio forum, e basta. Purtroppo da tre anni, periodicamente e ciclicamente, devo invece fare i conti con questi attacchi personali e diffamatori. E la tattica di ignorare non serve, visto che poi la situazione puntualmente si ripresenta. Questo è quanto, Nino.


PS: Visconte85, a Rovereto ci sarà la prossima assemblea elettiva della FCI.


Pantani è una leggenda come Coppi e Bartali

Avatar utente
Bitossi
Messaggi: 2904
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:41
Località: Milano

Re: Federazione Triciclistica Italiana

Messaggio da leggere da Bitossi » venerdì 9 dicembre 2016, 10:24

Il quando è ieri, Nino. Se il messaggio (immagino una mail) contiene un link ad un intervento di ieri.... :boh:

Certo che non avrei mai pensato che fatte servì fosse uno scherano di Marco Grassi. È proprio vero che non si finisce mai di imparare, a questo mondo. Anzi, il gentile messaggio lascia trasparire un'ulteriore inquietante ipotesi, se non quasi certezza: che si tratti di una doppia identità di Admin, una sorta di Mr. Hyde usato per sfogare i suoi più bassi e repressi istinti, una sorta di "manovalanza interiore" da mandare avanti a fare i lavori sporchi, e regolare vecchie ruggini.
Ipotesi devo dire suggestiva, non priva di interesse e sulla quale sto seriamente ragionando: dopotutto, anche nel romanzo qualcuno riconosce progressivamente in Mr Hyde caratteristiche del Dott. Jekyll, a partire dall'abbigliamento... :sherlock:
Uhm, vediamo: il nostro MG non ha forse vissuto e lavorato a lungo nella capitale? Potrebbe benissimo averne mutuato l'idioletto, per poterlo utilizzare nelle esternazioni di cui sopra. E non ha forse dimostrato, nel corso degli anni, tranne rarissime eccezioni, di avere gusti musicali orrendi, al pari del suo alter ego? :diavoletto:
Schiacciante poi l'indizio proveniente dalla surrettizia e maldestra richiesta di rientro all'ovile di forumisti storici... :D

Ah Ma', a solidarietà serve, in questi casi? :(
Personalmente sono diviso tra due possibilità, una esterna ed un'altra più interna al forum... boh!
Comunque dai, consolati; almeno nessuna minaccia al cane! :D

EDIT: azz, allora era giusta l'ipotesi n. 2!... :o


Ringrazio la mia mamma per avermi fatto studiare da ciclista

Avatar utente
Deadnature
Messaggi: 4901
Iscritto il: martedì 22 febbraio 2011, 20:49

Re: Federazione Triciclistica Italiana

Messaggio da leggere da Deadnature » venerdì 9 dicembre 2016, 11:37

Solidarietà ad Admin per questa sgradevolissima situazione.


http://www.spazidisimpatia.wordpress.com
Spazi di simpatia, nel nome dell'amore che regna nella nostra splendida Terra
Un blog consigliato da Basso, quello giusto.

Aderii alla campagna di garbata moral suasion per cacciare Di Rocco. E infatti...

Avatar utente
nino58
Messaggi: 9509
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: Federazione Triciclistica Italiana

Messaggio da leggere da nino58 » venerdì 9 dicembre 2016, 11:59

Admin ha scritto:Il quando è ieri pomeriggio. Il chi è un ex utente di questo forum, poi divenuto a sua volta admin di un altro forum e sai benissimo di chi si parla.

Preciso un'ulteriore cosa che ieri mi era sfuggita: il riferimento ai danni che avrei provocato 4 anni fa è del tutto destituito di fondamento. Lo chiarisco perché poi qualcuno potrebbe pensare che ci sia chissà cosa dietro a queste vicende, mentre in realtà (da parte mia, almeno) non c'è assolutamente niente. Niente se non una sospensione di una settimana da questo forum per intemperanze comminata al soggetto in questione, sospensione che aprì un vaso di Pandora di sospetti, illazioni, attacchi personali e quant'altro da parte sua nei miei confronti. Quel vaso non si è mai richiuso, purtroppo, e la cosa in questi tre anni è risultata per me asfissiante. Perché io mi sono totalmente disinteressato delle attività del soggetto in questione, il quale invece è rimasto convinto che io tramassi nell'ombra ai suoi danni, nelle maniere più fantasiose.

Così come era convinto che io lo avessi "venduto" in cambio di una transazione con Di Rocco (o di un ritiro della sua querela) nella causa che ci vede (ancora) contrapposti. Quando poi giunse per me la condanna (che chiariva che il sottoscritto non aveva transato con nessuno, men che meno con Di Rocco, in quanto tuttora convinto di essere dalla parte del giusto), capì che su quel punto aveva toppato. Ecco, che capisca che toppa anche quando pensa che io eterodiriga gli utenti di Cicloweb, o che mi interessi minimamente minare questa o quella candidatura federale, o che abbia l'obiettivo di mandargli messaggi in codice o di ridicolizzarlo in maniere a me ignote. Tutto questo non esiste.

A me di quello che lui fa o non fa non interessa assolutamente nulla. Sono stufo di essere chiamato in causa (in maniera peraltro così violenta). Voglio vivere la mia vita, il mio sito, il mio forum, e basta. Purtroppo da tre anni, periodicamente e ciclicamente, devo invece fare i conti con questi attacchi personali e diffamatori. E la tattica di ignorare non serve, visto che poi la situazione puntualmente si ripresenta. Questo è quanto, Nino.


PS: Visconte85, a Rovereto ci sarà la prossima assemblea elettiva della FCI.
Mi pare che lo spirito dell'intervento di Lorenzo Bitossi collochi la vicenda nei giusti binari.
A questo spirito mi associo, aggiungendo alcune considerazioni mie.
La prima, ed è convinzione che ho da moltissimo tempo, è che tu e "lui", colui che ti ha scritto, siate in una contrapposizione assurda ( e, si badi bene, mi guardo dal dire chi ha cominciato, perché non lo ricordo, forse non lo so, e comunque non dev'essere la pietra tombale del tutto), contrapposizione assurda perché volete la stessa cosa, il bene di questo sport, contrariamente ai troll (sì, perdonami, ma quando ce vo' ce vo') che mai parlano di ciclismo ma spalano esclusivamente sterco (anche questo l'ho già ripetuto più volte e mai mi stancherò di ripeterlo soprattutto quando neppure l'evidenza riesce a sopravanzare la pessima consuetudine).
No, per ora mi fermo ad una.
Con un attimo di tempo in più, ne aggiungo altre.


Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!

Avatar utente
nemecsek.
Messaggi: 1494
Iscritto il: mercoledì 6 gennaio 2016, 22:35

Re: Federazione Triciclistica Italiana

Messaggio da leggere da nemecsek. » venerdì 9 dicembre 2016, 13:14

Deadnature ha scritto:Solidarietà ad Admin per questa sgradevolissima situazione.
MI associo, e mi sento parzialmente in colpa per l accaduto, mi spiace. :boh:
Volevo solo cercare chiarimenti sulla contrapposizione Gimonda Renatino :uhm:
Bitossi ha scritto:che si tratti di una doppia identità di Admin, una sorta di Mr. Hyde usato per sfogare i suoi più bassi e repressi istinti, una sorta di "manovalanza interiore" da mandare avanti a fare i lavori sporchi, e regolare vecchie ruggini.
Ipotesi devo dire suggestiva, non priva di interesse e sulla quale sto seriamente ragionando: dopotutto, anche nel romanzo qualcuno riconosce progressivamente in Mr Hyde caratteristiche del Dott. Jekyll, a partire dall'abbigliamento... :sherlock:
:lol:

:clap: :clap: :clap:

Bitossi ha scritto: E non ha forse dimostrato, nel corso degli anni, tranne rarissime eccezioni, di avere gusti musicali orrendi, al pari del suo alter ego? :diavoletto:
:lol:

sai che te meriterebbi?
la biografia e l opera omnia dei intillimani e dalla nueva cancion cilena in 78 puntate commentata da Lemon lui medesimo, te meriterebbi... :diavoletto:


Le insegne luminose attirano gli allocchi.
GLF

Avatar utente
Bitossi
Messaggi: 2904
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:41
Località: Milano

Re: Federazione Triciclistica Italiana

Messaggio da leggere da Bitossi » venerdì 9 dicembre 2016, 14:27

nemecsek. ha scritto:
Bitossi ha scritto: E non ha forse dimostrato, nel corso degli anni, tranne rarissime eccezioni, di avere gusti musicali orrendi, al pari del suo alter ego? :diavoletto:
:lol:

sai che te meriterebbi?
la biografia e l opera omnia dei intillimani e dalla nueva cancion cilena in 78 puntate commentata da Lemon lui medesimo, te meriterebbi... :diavoletto:
:diavoletto: :diavoletto: :diavoletto:

Su questo devo ricambiare gli applausi! (comunque aspettiamo tutti un ritorno di Carlo)
:clap: :clap: :clap:


Ringrazio la mia mamma per avermi fatto studiare da ciclista

Avatar utente
nino58
Messaggi: 9509
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: Federazione Triciclistica Italiana

Messaggio da leggere da nino58 » lunedì 12 dicembre 2016, 11:13

Proseguo con le considerazioni.
Premesso che del rapporto tra Marco Admin Grassi ed Alfonso Alfiso ho detto tutto quello che avevo da dire e che ne riparlerò soltanto in compresenza di entrambi (cioè, probabilmente, mai), passo all'oggetto del 3d, vale a dire la situazione FCI.
Ora, come saprete, il sottoscritto non è mai stato corridore, né dirigente sportivo, né giornalista, né addetto a qualsiasi titolo dell'ambiente, non ha interessi economici nel settore ciclo, è soltanto uno che, fin dall'infanzia, ha seguito con passione (in principio quasi soltanto televisivamente, dal 2005 attraverso il confronto sui forum) il ciclismo professionistico.
Tutto qui.
Queste cose sono debolezza estrema e forza massima per ciò che esprimo.
Dunque, questione elezioni FCI : il Presidente uscente si presenta con zero squadre italiane nel WT (all'inizio del WT erano tre), con la scomparsa di gran parte delle corse italiane di tradizione, con un numero di dilettanti passati da 3000 a 700 (fonte autorevole del forum) ma con un notevole consenso numerico da parte delle sezioni regionali della Federazione.
Qui ci si è pronunciati con pesanti e puntuali critiche a questo operato e non si registrano pubbliche prese di posizione a suo favore (correggetemi se sbaglio).
Tutti, me compreso, ha indicato in Silvio Martinello (nonostante io e non solo io non siamo d'accordo con lui sulla vicenda Pantani) la persona ideale per contrastare l'ennesima rielezione di Di Rocco, per competenza ed intelligenza.
Purtroppo Martinello non si è candidato.
Si è candidata la figlia di Felice Gimondi (carlolemond conta fino a cinquemila), di professione forense, di cui mi si dice persona di carattere assai più gentile del papà.
Basterebbero queste cose (oltre a ciò che ha prodotto la presidenza Di Rocco) a dar ragione ad un sostegno a lei.
Ma credo ve ne siano anche di contenuto, tipo l'eliminazione delle sanzioni comminate ed il ritiro delle querele avanzate durante la Presidenza Di Rocco.
Credo anche che, con lei Presidente, Martinello stesso potrebbe assumere, a livello tecnico, il ruolo che gli compete.
Spiacerebbe per Pancani, che è persona squisita, che dovrebbe trovarsi un nuovo partner.
Su quali siano le alleanze che le siano necessarie per arrivare all'elezione pure non mi pronuncio, non conoscendo, appunto, l'ambiente delle singole realtà regionali.
Nel forum scrive chi ne sa ben più di me.
Sapete a chi mi riferisco.
Penso si possa attingere a questa sapienza.


Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!

Avatar utente
nemecsek.
Messaggi: 1494
Iscritto il: mercoledì 6 gennaio 2016, 22:35

Re: Federazione Triciclistica Italiana

Messaggio da leggere da nemecsek. » lunedì 12 dicembre 2016, 12:38

nell articolo del 31 ottobre (me rendoconto che sto a postà un poco a cazzocronologgico rispetto ai articoli precedenti ma poco cambia come contenuti) Matteo Romano pone qualche dubbio sulla discontinuità coll era dirocchiana che darebbe la candidatura della Gimonda.

http://www.ciclismo-online.it/2016/10/3 ... i-di-rocco

discontinuità che invece sarebbe garantita dalla bontà della scelta della Gimonda, come parrebbero assicurare illustrissimi forumisti ed exforumisti
nino58 ha scritto: Su quali siano le alleanze che le siano necessarie per arrivare all'elezione pure non mi pronuncio, non conoscendo, appunto, l'ambiente delle singole realtà regionali.
Pure io ce capisco ncazzo dei numeri e delle alleanze regionali.
Auguriamoci che il dibbattito possa proseguire in questo sito senza picchi ciclotimici e nel reciproco rispetto dei utenti 8-)


Le insegne luminose attirano gli allocchi.
GLF

Avatar utente
nino58
Messaggi: 9509
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: Federazione Triciclistica Italiana

Messaggio da leggere da nino58 » lunedì 12 dicembre 2016, 14:36

Linea editoriale rispetto all'elezione ?
Se non è prevista linea editoriale, posizione di Marco e dei Redattori ?
Se è prevista linea editoriale, posizione di Marco e dei Redattori ?


Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!

Admin
Messaggi: 12707
Iscritto il: domenica 21 giugno 2009, 22:48

Re: Federazione Triciclistica Italiana

Messaggio da leggere da Admin » lunedì 12 dicembre 2016, 17:01

Stendo un velo sul resto, Nino, perché mi pare proprio che parliamo lingue diverse, del resto forse tu pensi che io certi insulti me li sia "cercati" (mutuo da altro thread). Più che dire che mi dispiace che la pensi così sul mio conto, non so. Rispiegare per l'ennesima volta certe cose (che ho nuovamente chiarito ancora pochi giorni fa) per poi sentirsi dire di nuovo "non prendo posizione perché non so chi ha cominciato" mi parrebbe esercizio sterile. È tutto scritto su queste pagine, chi voleva capire ha capito, forse qualcuno ha temporaneamente perso la password, ma da parte mia amen, non sono in cerca di altre frustrazioni.

Sulla linea editoriale: domanda superflua. Non sono mai stato un fautore dell'astensionismo, io la posizione la prendo ed è sempre abbastanza chiara. A 'sto giro secondo te tra Di Rocco e Gimondi io chi voterei a Rovereto? Già il porre la domanda segnala ancora la scarsa considerazione che mi riservi su queste pagine. E dire che mi conosci da anni. :boh:


Pantani è una leggenda come Coppi e Bartali

Avatar utente
nino58
Messaggi: 9509
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: Federazione Triciclistica Italiana

Messaggio da leggere da nino58 » lunedì 12 dicembre 2016, 17:12

Admin ha scritto:Stendo un velo sul resto, Nino, perché mi pare proprio che parliamo lingue diverse, del resto forse tu pensi che io certi insulti me li sia "cercati" (mutuo da altro thread). Più che dire che mi dispiace che la pensi così sul mio conto, non so. Rispiegare per l'ennesima volta certe cose (che ho nuovamente chiarito ancora pochi giorni fa) per poi sentirsi dire di nuovo "non prendo posizione perché non so chi ha cominciato" mi parrebbe esercizio sterile. È tutto scritto su queste pagine, chi voleva capire ha capito, forse qualcuno ha temporaneamente perso la password, ma da parte mia amen, non sono in cerca di altre frustrazioni.

Sulla linea editoriale: domanda superflua. Non sono mai stato un fautore dell'astensionismo, io la posizione la prendo ed è sempre abbastanza chiara. A 'sto giro secondo te tra Di Rocco e Gimondi io chi voterei a Rovereto? Già il porre la domanda segnala ancora la scarsa considerazione che mi riservi su queste pagine. E dire che mi conosci da anni. :boh:
Lo so.
Lo scrivere procura sempre incomprensione.
E, nel caso, non siamo all'eccezione.
Circoscrivo la domanda ai Redattori, allora.
Sperando che nessuno se la prenda per la richiesta.


Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!

Avatar utente
nemecsek.
Messaggi: 1494
Iscritto il: mercoledì 6 gennaio 2016, 22:35

Re: Federazione Triciclistica Italiana

Messaggio da leggere da nemecsek. » lunedì 12 dicembre 2016, 19:01

presentossi candidatura pure tal Roscini :dubbio:

http://www.tuttobiciweb.it/2016/11/22/9 ... ini-umbria

certo che na breve indagine in rete e sull old forum cicloweb (visibile in cache google) sto Roscini più che il terzo candidato pare n fior de.... amico del giaguaro.... 8-)

chi ne sa di più parli ;)


Le insegne luminose attirano gli allocchi.
GLF


Rispondi