Gianni Moscon

Il mondo dei professionisti tra gare e complessità, e più in generale l'approccio al ciclismo di ogni appassionato
Avatar utente
nino58
Messaggi: 9466
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: Gianni Moscon

Messaggio da leggere da nino58 » domenica 16 settembre 2018, 12:12

Strong ha scritto:
domenica 16 settembre 2018, 7:53
durate la volata all'agostoni ho temuto si spaccasse la pinarello da tanto che pestava sui pedali con quel rapportone
:champion:
capitano in austria!
Se ne abbiamo più di uno che può vincere è solo meglio.
Nibali capitano unico mi preoccupava.
Moscon capitano unico mi preoccupa.


Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!


Avatar utente
Subsonico
Messaggi: 5942
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:13

Re: Gianni Moscon

Messaggio da leggere da Subsonico » domenica 16 settembre 2018, 13:49

Che dire? Non sono rimasto sorpreso dalla prova di forza di Moscon. Può piacere o non piacere il personaggio, ma la stoffa del campione ce l'ha tutta. Da qualche altra parte si discuteva di quali fossero le caratteristiche principali che rendono un'atleta un campione, la mia personale opinione è che sia il raggiungimento di soglie minime di talento, determinazione e resilenza. Moscon ha queste doti in grande equilibrio tra di loro più di tanti altri campioni del panorama internazionale, ed ha dimostrato tutto ieri:
- Talento, perché senza talento non fai schiantare in salita un corridore in buona condizione che è salito sul podio al Tour;
- Determinazione, perché voleva vincere al rientro e si è preparato in maniera certosina per farlo;
- Resilenza, perché poi l'ha fatto, nonostante si sia caricato addosso nei mesi una pressione insostenibile per tanti altri, alle volte anche gratis. E, cosa migliore, non sembra affatto disposto ad ammorbidirsi e a cambiare una virgola del suo modo d'essere (che a parte certe cazzate ha detto a un corridore di colore, è sempre meglio di fare gli agnellini a parole).


VINCITORE DEL FANTATOUR 2016 SUL CAMPO: certe fantaclassifiche verranno riscritte...

"Stufano è un Peter Sagan che ha smesso di sognare (E.Vittone) "

herbie
Messaggi: 3632
Iscritto il: sabato 26 febbraio 2011, 17:19

Re: Gianni Moscon

Messaggio da leggere da herbie » domenica 16 settembre 2018, 14:14

nino58 ha scritto:
domenica 16 settembre 2018, 12:12
Strong ha scritto:
domenica 16 settembre 2018, 7:53
durate la volata all'agostoni ho temuto si spaccasse la pinarello da tanto che pestava sui pedali con quel rapportone
:champion:
capitano in austria!
Se ne abbiamo più di uno che può vincere è solo meglio.
Nibali capitano unico mi preoccupava.
Moscon capitano unico mi preoccupa.
mi sa che favoriti ad oggi non ne abbiamo nemmeno per le prime 5 posizioni, rispetto alla concorrenza.
Diciamo che abbiamo corridori che, nel caso RI-trovassero per qualche miracolo la loro condizione migliore proprio in quei giorni, potrebbe succedere qualunque cosa, altrimenti con la condizione attuale nell'ultimo giro, non ci siamo, davanti.
Moscon non è il corridore più adatto a quel percorso. E' l'atleta attualmente più vicino alla sua condizione migliore, questo sì.



Avatar utente
jerrydrake
Messaggi: 4889
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 12:14

Re: Gianni Moscon

Messaggio da leggere da jerrydrake » domenica 16 settembre 2018, 14:19

Subsonico ha scritto:
domenica 16 settembre 2018, 13:49
Che dire? Non sono rimasto sorpreso dalla prova di forza di Moscon. Può piacere o non piacere il personaggio, ma la stoffa del campione ce l'ha tutta. Da qualche altra parte si discuteva di quali fossero le caratteristiche principali che rendono un'atleta un campione, la mia personale opinione è che sia il raggiungimento di soglie minime di talento, determinazione e resilenza. Moscon ha queste doti in grande equilibrio tra di loro più di tanti altri campioni del panorama internazionale, ed ha dimostrato tutto ieri:
- Talento, perché senza talento non fai schiantare in salita un corridore in buona condizione che è salito sul podio al Tour;
- Determinazione, perché voleva vincere al rientro e si è preparato in maniera certosina per farlo;
- Resilenza, perché poi l'ha fatto, nonostante si sia caricato addosso nei mesi una pressione insostenibile per tanti altri, alle volte anche gratis. E, cosa migliore, non sembra affatto disposto ad ammorbidirsi e a cambiare una virgola del suo modo d'essere (che a parte certe cazzate ha detto a un corridore di colore, è sempre meglio di fare gli agnellini a parole).
Sono pienamente d'accordo a metà :D

Nel corso della mia discreta carriera sportiva, ho avuto la fortuna di crescere accanto a parecchi campioni e alcuni fuoriclasse. Alle doti da te menzionate per diventare tali ne manca una, la più importante: la fame. Per quanto talento, dererminazione e resilienza tu abbia non diventerai mai un campione senza possedere un appetito smodato di vittorie. Ho visto tanti ottimi atleti arrivare al successo e spegnersi improvvisamente, appagati e sazi per quanto fatto. Alla base del campione c'è sempre una insaziabile voglia di vincere, una perenne insoddisfazione per quanto ancora manca al palmares, l'assoluta incapacità di accettare la sconfitta. Nel caso di Moscon non so quanto sia presente tale caratteristica. Non so se un campione potrebbe mai accettare anni di gregariato in squadra. La risposta finale mi manca, ma ho più di qualche dubbio.



Avatar utente
Subsonico
Messaggi: 5942
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:13

Re: Gianni Moscon

Messaggio da leggere da Subsonico » domenica 16 settembre 2018, 14:26

Ciao Jerry,

Diciamo che nel mio ragionamento la fame è un'estensione della determinazione. Se volessi fare un ragionamento completo le doti che dovrebbero comporre il campione non sono tre ma trenta, ma così muore la poesia :)

Detto questo e raccolto il tuo suggerimento, delle tre doti la determinazione è sicuramente la più mutevole.


VINCITORE DEL FANTATOUR 2016 SUL CAMPO: certe fantaclassifiche verranno riscritte...

"Stufano è un Peter Sagan che ha smesso di sognare (E.Vittone) "


cassius
Messaggi: 232
Iscritto il: giovedì 19 luglio 2012, 23:01

Re: Gianni Moscon

Messaggio da leggere da cassius » mercoledì 19 settembre 2018, 18:26

Oggi di nuovo vincente e convincente al Giro di Toscana, dove si faceva 3 volte il Monte Serra da Calci (FYI altimetria da Salite.ch
Battuti Bardet e Pozzovivo (pure lui in palla dopo parecchie settimane senza gare e le 2 WT in Canada).



Lazzaro1
Messaggi: 410
Iscritto il: sabato 10 febbraio 2018, 17:37

Re: Gianni Moscon

Messaggio da leggere da Lazzaro1 » mercoledì 19 settembre 2018, 18:35

direi che le risposte sta dandole



Salvatore77
Messaggi: 4169
Iscritto il: domenica 9 gennaio 2011, 19:14

Re: Gianni Moscon

Messaggio da leggere da Salvatore77 » mercoledì 19 settembre 2018, 18:40

Queste due prove servivano per scalare la graduatoria nelle gerarchie della nostra nazionale. Anzi, forse anche meritarsi il posto da titolare.
Nei decenni passati con le nazionali a 12 (talvolta 13) bastava chiamarsi Moser, Saronni o Argentin per avere il posto fisso, soprattutto a fine carriera.
Va bene così.

Adesso il dubbio è: come giocarsi la carta Moscon?
Nel finale?
Dalla media distanza?


1° Tour de France 2018

Avatar utente
lambohbk
Messaggi: 1996
Iscritto il: giovedì 13 ottobre 2016, 23:27

Re: Gianni Moscon

Messaggio da leggere da lambohbk » mercoledì 19 settembre 2018, 18:43

Salvatore77 ha scritto:
mercoledì 19 settembre 2018, 18:40
Queste due prove servivano per scalare la graduatoria nelle gerarchie della nostra nazionale. Anzi, forse anche meritarsi il posto da titolare.
Nei decenni passati con le nazionali a 12 (talvolta 13) bastava chiamarsi Moser, Saronni o Argentin per avere il posto fisso, soprattutto a fine carriera.
Va bene così.

Adesso il dubbio è: come giocarsi la carta Moscon?
Nel finale?
Dalla media distanza?
C'è una persona pagata per fare quella scelta :D

Credo sia impossibile decidere tutto prima, dipenderà anche dalle indicazioni che daranno Nibali e/o Moscon in corsa e da un po' di sana improvvisazione


Per chi tifi? Per gli italiani

FC 2017: Dwars Door Vlaanderen, Tre Giorni di La Panne, Giro dei Paesi Baschi, Vuelta España - Combinata, Japan Cup, "L'Altro Lombardia"

FC 2018: Tour of the Alps, "L'Altro Mondiale"

pereiro2982
Messaggi: 1859
Iscritto il: lunedì 16 maggio 2016, 15:18

Re: Gianni Moscon

Messaggio da leggere da pereiro2982 » mercoledì 19 settembre 2018, 19:04

io cercherei di non caricare di troppa pressione Moscon visto che , sara anche uno con gli attributi ma è ancora inesperto e diventare il salvatore della patria ha gia piu volte fatto male al giovane Nibali
rendere moscon il suo sostituto non credo gli fara bene
è una corsa selettiva le gambe semplificheranno molte strategie



Salvatore77
Messaggi: 4169
Iscritto il: domenica 9 gennaio 2011, 19:14

Re: Gianni Moscon

Messaggio da leggere da Salvatore77 » mercoledì 19 settembre 2018, 19:25

Secondo me bisogna avere un piano perchè alcuni dei favoriti della vigilia sono più veloci di lui e alcune squadre, soprattutto la Francia, potrebbe godere di una "teorica" superiorità numerica.


1° Tour de France 2018

pereiro2982
Messaggi: 1859
Iscritto il: lunedì 16 maggio 2016, 15:18

Re: Gianni Moscon

Messaggio da leggere da pereiro2982 » mercoledì 19 settembre 2018, 19:44

Salvatore77 ha scritto:
mercoledì 19 settembre 2018, 19:25
Secondo me bisogna avere un piano perchè alcuni dei favoriti della vigilia sono più veloci di lui e alcune squadre, soprattutto la Francia, potrebbe godere di una "teorica" superiorità numerica.
ma di squadre che vorranno far fuori valverde e alaphilippe ce ne sono , olanda ,colombia
poi bisogna vedere come va la corsa e le sensazioni di quel giorno e si sa che dopo tanti km le volate diventano molto piu incerte
qualsiasi strategia si fa dopo i 200km in questo mondiale



Winter
Messaggi: 13321
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Gianni Moscon

Messaggio da leggere da Winter » mercoledì 19 settembre 2018, 19:58

pereiro2982 ha scritto:
mercoledì 19 settembre 2018, 19:04
io cercherei di non caricare di troppa pressione Moscon visto che , sara anche uno con gli attributi ma è ancora inesperto e diventare il salvatore della patria ha gia piu volte fatto male al giovane Nibali
rendere moscon il suo sostituto non credo gli fara bene
è una corsa selettiva le gambe semplificheranno molte strategie
Concordo
battitore libero

Oggi tanti applausi :clap:



Avatar utente
Tranchée d'Arenberg
Messaggi: 14995
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:50
Località: Falconara Albanese (CS)

Re: Gianni Moscon

Messaggio da leggere da Tranchée d'Arenberg » mercoledì 19 settembre 2018, 20:07

pereiro2982 ha scritto:
mercoledì 19 settembre 2018, 19:04
io cercherei di non caricare di troppa pressione Moscon visto che , sara anche uno con gli attributi ma è ancora inesperto e diventare il salvatore della patria ha gia piu volte fatto male al giovane Nibali
rendere moscon il suo sostituto non credo gli fara bene
è una corsa selettiva le gambe semplificheranno molte strategie
Io sono perfettamente convinto delle granissime capacità tecniche del ragazzo, ma dici bene tu, bisogna evitare di caricarlo di troppe aspettative e pressioni. Capisco perfettamente che in Italia abbiamo la necessità di un nuovo campione visto che ormai Nibali per questioni anagrafiche è nelle fase finale della carriera (gli possiamo dare al più altri due anni buoni, fino al 2020. Poi...) mentre Aru vive una pesante fase involutiva. Gli altri giovani passati professionisti negli ultimi 5-6 anni o hanno man mano dimostrato di poter essere al più dei buoni corridori o sono ancora troppo acerbi. Moscon invece sin da subito ha dimostrato qualità non indifferenti. Però, come dicevo prima, bisogna evitare di riversare su di lui tutte le aspettative.
Secondo me questo mondiale è un tantino difficile per le sue caratteristiche, che non sono propriamente quelle di uno scalatore. Non vorrei che lo carichiamo di troppe pressioni per poi dire lunedì 1° Ottobre che ha deluso.


Cobblestone 2012 - 1° Classifica Generale
Cobblestone 2012 - 1° Classifica Classiche
Cobblestone 2013 - 1° Classifica Semiclassiche

FantaCycling Manager 2016 - 1° Classifica (squadre)

Oude Kwaremont
Messaggi: 1477
Iscritto il: mercoledì 1 gennaio 2014, 12:30
Località: Pesaro

Re: Gianni Moscon

Messaggio da leggere da Oude Kwaremont » giovedì 20 settembre 2018, 0:01

Non ho potuto vedere la gara, eppure semplicemente leggendo il resoconto sono rimasto nuovamente impressionato dalla cattiveria agonistica sprigionata da Gianni in questa gara (e da quella di sabato).
E questo è un bene perchè dimostra di saper reagire alle situazioni avverse, e ne ha subite parecchie negli ultimi tempi. Senza contare poi la capacità di sapersi allenare anche da solo, pare proprio sia in grado di assimilare bene come ci si allena.

Chiaro che deve ancora dimostrare la sua forma nelle occasioni di alto livello, a cominciare proprio dal Mondiale. Ma a parte il 30 settembre, i timori di un' ennesima "perdita" di un nuovo talento per ora sono fugati, almeno per quanto riguarda il piano strettamente sportivo.



BIG
Messaggi: 65
Iscritto il: mercoledì 21 settembre 2016, 17:01

Re: Gianni Moscon

Messaggio da leggere da BIG » giovedì 20 settembre 2018, 0:02

Tranchée d'Arenberg ha scritto:
mercoledì 19 settembre 2018, 20:07
pereiro2982 ha scritto:
mercoledì 19 settembre 2018, 19:04
io cercherei di non caricare di troppa pressione Moscon visto che , sara anche uno con gli attributi ma è ancora inesperto e diventare il salvatore della patria ha gia piu volte fatto male al giovane Nibali
rendere moscon il suo sostituto non credo gli fara bene
è una corsa selettiva le gambe semplificheranno molte strategie
Io sono perfettamente convinto delle granissime capacità tecniche del ragazzo, ma dici bene tu, bisogna evitare di caricarlo di troppe aspettative e pressioni. Capisco perfettamente che in Italia abbiamo la necessità di un nuovo campione visto che ormai Nibali per questioni anagrafiche è nelle fase finale della carriera (gli possiamo dare al più altri due anni buoni, fino al 2020. Poi...) mentre Aru vive una pesante fase involutiva. Gli altri giovani passati professionisti negli ultimi 5-6 anni o hanno man mano dimostrato di poter essere al più dei buoni corridori o sono ancora troppo acerbi. Moscon invece sin da subito ha dimostrato qualità non indifferenti. Però, come dicevo prima, bisogna evitare di riversare su di lui tutte le aspettative.
Secondo me questo mondiale è un tantino difficile per le sue caratteristiche, che non sono propriamente quelle di uno scalatore. Non vorrei che lo carichiamo di troppe pressioni per poi dire lunedì 1° Ottobre che ha deluso.
Sagge parole.

Anche perché il panorama world tour ed in particolare il mondiale con il suo chilometraggio sono di un altro livello.

Detto questo grande prove di carattere di Gianni...queste vittore hanno sicuramente dato un colpo di spugna alle tante parole dette su di lui (spesso a sproposito)...



cassius
Messaggi: 232
Iscritto il: giovedì 19 luglio 2012, 23:01

Re: Gianni Moscon

Messaggio da leggere da cassius » giovedì 20 settembre 2018, 0:51

Oggi era una corsa da 200 km e credo un 3000m D+, insomma di qui al 30 non penso ci siano molti altri test così probanti. E anche la Agostoni era esigente.
Il fatto che Moscon le abbia vinte di forza ci dice che dobbiamo puntare su di lui dato che cmq parliamo di uno che a 24 anni ha già corso 10 monumento, finendole sempre e 2 volte in top5.
Dopo di lui vedo Pozzovivo: 5o alla Liegi, 5o al Giro, 18o al Tour senza nemmeno pensare alla classifica, è forse la sua stagione più consistente di sempre.
Poi certo, se le 3 settimane di via crucis spagnola, combinate con un po' di scarico, ci fanno il miracolo...e Squalo sia! Ma la vedo dura, nel ciclismo non ci sono pasti gratis, la Thatcher è robetta al confronto...



marco_graz
Messaggi: 624
Iscritto il: giovedì 6 ottobre 2016, 16:26

Re: Gianni Moscon

Messaggio da leggere da marco_graz » giovedì 20 settembre 2018, 8:34

cassius ha scritto:
giovedì 20 settembre 2018, 0:51
Oggi era una corsa da 200 km e credo un 3000m D+, insomma di qui al 30 non penso ci siano molti altri test così probanti. E anche la Agostoni era esigente.
Il fatto che Moscon le abbia vinte di forza ci dice che dobbiamo puntare su di lui dato che cmq parliamo di uno che a 24 anni ha già corso 10 monumento, finendole sempre e 2 volte in top5.
Dopo di lui vedo Pozzovivo: 5o alla Liegi, 5o al Giro, 18o al Tour senza nemmeno pensare alla classifica, è forse la sua stagione più consistente di sempre.
Poi certo, se le 3 settimane di via crucis spagnola, combinate con un po' di scarico, ci fanno il miracolo...e Squalo sia! Ma la vedo dura, nel ciclismo non ci sono pasti gratis, la Thatcher è robetta al confronto...
Esatto e comunque diciamo che se l'avversario che deve staccarlo di ruota e' Bardet quasi non c'ha provato (poi magari si sta nascondendo e al mondiale uno arriva coi primi e l'altro a 2 minuti..

Secondo me non siamo messi malissimo ma con molte incognite. Chissa' che arrivare a fari spenti non sia d'aiuto.



Avatar utente
nino58
Messaggi: 9466
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: Gianni Moscon

Messaggio da leggere da nino58 » giovedì 20 settembre 2018, 8:34

Su Moscon riapro un vecchio discorso.
Le sue due bellissime vittorie sono arrivate dopo un "lungo" periodo in cui, benchè per cause di forza maggiore, non ha dovuto fare il mulo.
La domanda di sempre è : fare il mulo fa bene ad un corridore con le stimmate di Moscon ?
Per me no, ne' nel breve periodo ne', tantomeno, nel lungo.
Fa bene correre, non fa bene muleggiare.


Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!

Avatar utente
galliano
Messaggi: 12024
Iscritto il: giovedì 14 aprile 2011, 12:53
Località: TN

Re: Gianni Moscon

Messaggio da leggere da galliano » giovedì 20 settembre 2018, 8:49

nino58 ha scritto:
giovedì 20 settembre 2018, 8:34
Su Moscon riapro un vecchio discorso.
Le sue due bellissime vittorie sono arrivate dopo un "lungo" periodo in cui, benchè per cause di forza maggiore, non ha dovuto fare il mulo.
La domanda di sempre è : fare il mulo fa bene ad un corridore con le stimmate di Moscon ?
Per me no, ne' nel breve periodo ne', tantomeno, nel lungo.
Fa bene correre, non fa bene muleggiare.
A parte fare il mulo o meno, questo Moscon è irriconoscibile rispetto al Delfinato e al Tour.
Il Moscon del Delfinato ieri si sarebbe staccato da Bardet e pure dal Pozzo.

Invece mi ha lasciato un po' perplesso la scelta della volata lunghissima, mi è parso un azzardo, anche se poi è andato a buon fine visto che Bardet non è un fulmine.
Mi pare che in volata sia ancora incerto, rischia di sbagliare i tempi e con altri avversari non la passerebbe liscia.



Avatar utente
GregLemond
Messaggi: 1330
Iscritto il: sabato 6 settembre 2014, 20:00

Re: Gianni Moscon

Messaggio da leggere da GregLemond » giovedì 20 settembre 2018, 8:52

Bardet per me alla fine a Innsbruck arriva nei primi 3.



marco_graz
Messaggi: 624
Iscritto il: giovedì 6 ottobre 2016, 16:26

Re: Gianni Moscon

Messaggio da leggere da marco_graz » giovedì 20 settembre 2018, 9:01

nino58 ha scritto:
giovedì 20 settembre 2018, 8:34
Su Moscon riapro un vecchio discorso.
Le sue due bellissime vittorie sono arrivate dopo un "lungo" periodo in cui, benchè per cause di forza maggiore, non ha dovuto fare il mulo.
La domanda di sempre è : fare il mulo fa bene ad un corridore con le stimmate di Moscon ?
Per me no, ne' nel breve periodo ne', tantomeno, nel lungo.
Fa bene correre, non fa bene muleggiare.
Io nonn saprei, comunque se guardiamo Kwiato fa il mulo 2 settimane all'anno al Tour, per il resto se la gioca e pure Gianni per caratteristiche correra' tante corse "in proprio".

Poi c'e' da pensare ad una destinazione per il 2020, basta che non vada in UAE/EF/Katusha..



marco_graz
Messaggi: 624
Iscritto il: giovedì 6 ottobre 2016, 16:26

Re: Gianni Moscon

Messaggio da leggere da marco_graz » giovedì 20 settembre 2018, 9:01

galliano ha scritto:
giovedì 20 settembre 2018, 8:49
nino58 ha scritto:
giovedì 20 settembre 2018, 8:34
Su Moscon riapro un vecchio discorso.
Le sue due bellissime vittorie sono arrivate dopo un "lungo" periodo in cui, benchè per cause di forza maggiore, non ha dovuto fare il mulo.
La domanda di sempre è : fare il mulo fa bene ad un corridore con le stimmate di Moscon ?
Per me no, ne' nel breve periodo ne', tantomeno, nel lungo.
Fa bene correre, non fa bene muleggiare.
A parte fare il mulo o meno, questo Moscon è irriconoscibile rispetto al Delfinato e al Tour.
Il Moscon del Delfinato ieri si sarebbe staccato da Bardet e pure dal Pozzo.

Invece mi ha lasciato un po' perplesso la scelta della volata lunghissima, mi è parso un azzardo, anche se poi è andato a buon fine visto che Bardet non è un fulmine.
Mi pare che in volata sia ancora incerto, rischia di sbagliare i tempi e con altri avversari non la passerebbe liscia.
Molto incerto, anche all'agostoni ha rischiato e non sapeva se alzare le mani o no..



jumbo
Messaggi: 4368
Iscritto il: sabato 1 ottobre 2011, 10:42

Re: Gianni Moscon

Messaggio da leggere da jumbo » giovedì 20 settembre 2018, 9:25

La volata lunga era sintomo di cattiveria agonistica un po' impulsiva. Gli è andata bene come risultato ma servirebbe più calma.



marco_graz
Messaggi: 624
Iscritto il: giovedì 6 ottobre 2016, 16:26

Re: Gianni Moscon

Messaggio da leggere da marco_graz » giovedì 20 settembre 2018, 9:38

jumbo ha scritto:
giovedì 20 settembre 2018, 9:25
La volata lunga era sintomo di cattiveria agonistica un po' impulsiva. Gli è andata bene come risultato ma servirebbe più calma.
Poi magari sapeva di potersela permettere con Bardet ma a un Mondiale penso che sappia cosa fare..



Salvatore77
Messaggi: 4169
Iscritto il: domenica 9 gennaio 2011, 19:14

Re: Gianni Moscon

Messaggio da leggere da Salvatore77 » giovedì 20 settembre 2018, 9:39

Va fatto un discorsetto al ragazzo:
alzare le mani solo sulla linea del traguardo, oppure dopo.
Non a 50 metri dall'arrivo. :)


1° Tour de France 2018

Avatar utente
Beppugrillo
Messaggi: 514
Iscritto il: martedì 4 settembre 2018, 6:41

Re: Gianni Moscon

Messaggio da leggere da Beppugrillo » giovedì 20 settembre 2018, 11:00

Non pensate che questa abitudine di dividere la stagione in due con un pesante cambiamento di obiettivi tra la prima e la seconda parte alla lunga possa pesargli? Cioè, lui inizia puntando alla Roubaix, la corsa più adatta al mondo ai passistoni, poi ora a fine stagione se la gioca con Bardet in salita (e non parliamo di strappetti). Non so i dettagli, ma immagino che ballino anche diversi chili da prendere e perdere in queste transizioni. Certo, non è che passa dal fisico di Boonen al fisico di Froome, rimane sempre intorno al suo peso forma, però credo che vada a forzare molto il suo fisico ricominciando da capo due volte l'anno. Poi, per carità, avere la prima parte con il pavé come obiettivo probabilmente gli consente un inverno un po' più rilassato, però non mi tolgo l'idea che questo modo di interpretare la stagione sia parecchio più faticoso del normale. Qualcuno mi rassicura?



Avatar utente
nino58
Messaggi: 9466
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: Gianni Moscon

Messaggio da leggere da nino58 » giovedì 20 settembre 2018, 11:18

Beppugrillo ha scritto:
giovedì 20 settembre 2018, 11:00
Non pensate che questa abitudine di dividere la stagione in due con un pesante cambiamento di obiettivi tra la prima e la seconda parte alla lunga possa pesargli? Cioè, lui inizia puntando alla Roubaix, la corsa più adatta al mondo ai passistoni, poi ora a fine stagione se la gioca con Bardet in salita (e non parliamo di strappetti). Non so i dettagli, ma immagino che ballino anche diversi chili da prendere e perdere in queste transizioni. Certo, non è che passa dal fisico di Boonen al fisico di Froome, rimane sempre intorno al suo peso forma, però credo che vada a forzare molto il suo fisico ricominciando da capo due volte l'anno. Poi, per carità, avere la prima parte con il pavé come obiettivo probabilmente gli consente un inverno un po' più rilassato, però non mi tolgo l'idea che questo modo di interpretare la stagione sia parecchio più faticoso del normale. Qualcuno mi rassicura?
Rassicurati.
Il vero campione non ingrassa e non dimagrisce (e comunque rimane nel suo peso, poco o tanto che sia, senza violentarsi).
Sagan è quello, d'estate e d'inverno.
Diciamo che il range non deve superare i due chili.


Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!

Avatar utente
lambohbk
Messaggi: 1996
Iscritto il: giovedì 13 ottobre 2016, 23:27

Re: Gianni Moscon

Messaggio da leggere da lambohbk » giovedì 20 settembre 2018, 11:43

nino58 ha scritto:
giovedì 20 settembre 2018, 11:18
Beppugrillo ha scritto:
giovedì 20 settembre 2018, 11:00
Non pensate che questa abitudine di dividere la stagione in due con un pesante cambiamento di obiettivi tra la prima e la seconda parte alla lunga possa pesargli? Cioè, lui inizia puntando alla Roubaix, la corsa più adatta al mondo ai passistoni, poi ora a fine stagione se la gioca con Bardet in salita (e non parliamo di strappetti). Non so i dettagli, ma immagino che ballino anche diversi chili da prendere e perdere in queste transizioni. Certo, non è che passa dal fisico di Boonen al fisico di Froome, rimane sempre intorno al suo peso forma, però credo che vada a forzare molto il suo fisico ricominciando da capo due volte l'anno. Poi, per carità, avere la prima parte con il pavé come obiettivo probabilmente gli consente un inverno un po' più rilassato, però non mi tolgo l'idea che questo modo di interpretare la stagione sia parecchio più faticoso del normale. Qualcuno mi rassicura?
Rassicurati.
Il vero campione non ingrassa e non dimagrisce (e comunque rimane nel suo peso, poco o tanto che sia, senza violentarsi).
Sagan è quello, d'estate e d'inverno.
Diciamo che il range non deve superare i due chili.
Moscon, a sua detta, era 76 alla Roubaix e 70 al Tour


Per chi tifi? Per gli italiani

FC 2017: Dwars Door Vlaanderen, Tre Giorni di La Panne, Giro dei Paesi Baschi, Vuelta España - Combinata, Japan Cup, "L'Altro Lombardia"

FC 2018: Tour of the Alps, "L'Altro Mondiale"

Avatar utente
Slegar
Messaggi: 4207
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:49

Re: Gianni Moscon

Messaggio da leggere da Slegar » giovedì 20 settembre 2018, 11:47

lambohbk ha scritto:
giovedì 20 settembre 2018, 11:43
nino58 ha scritto:
giovedì 20 settembre 2018, 11:18
Beppugrillo ha scritto:
giovedì 20 settembre 2018, 11:00
Non pensate che questa abitudine di dividere la stagione in due con un pesante cambiamento di obiettivi tra la prima e la seconda parte alla lunga possa pesargli? Cioè, lui inizia puntando alla Roubaix, la corsa più adatta al mondo ai passistoni, poi ora a fine stagione se la gioca con Bardet in salita (e non parliamo di strappetti). Non so i dettagli, ma immagino che ballino anche diversi chili da prendere e perdere in queste transizioni. Certo, non è che passa dal fisico di Boonen al fisico di Froome, rimane sempre intorno al suo peso forma, però credo che vada a forzare molto il suo fisico ricominciando da capo due volte l'anno. Poi, per carità, avere la prima parte con il pavé come obiettivo probabilmente gli consente un inverno un po' più rilassato, però non mi tolgo l'idea che questo modo di interpretare la stagione sia parecchio più faticoso del normale. Qualcuno mi rassicura?
Rassicurati.
Il vero campione non ingrassa e non dimagrisce (e comunque rimane nel suo peso, poco o tanto che sia, senza violentarsi).
Sagan è quello, d'estate e d'inverno.
Diciamo che il range non deve superare i due chili.
Moscon, a sua detta, era 76 alla Roubaix e 70 al Tour
Sarà per quello che al Tour era il 7° uomo?


fair play? No, Grazie!

Avatar utente
nino58
Messaggi: 9466
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: Gianni Moscon

Messaggio da leggere da nino58 » giovedì 20 settembre 2018, 12:41

Per i modelli Sky, 70 Kg. sei un ciccione.


Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!

nime
Messaggi: 903
Iscritto il: domenica 22 novembre 2015, 10:50

Re: Gianni Moscon

Messaggio da leggere da nime » giovedì 20 settembre 2018, 12:49

quanto è adesso?

a vederlo mi sembra più sui 70 che 76 ora



Avatar utente
Walter_White
Messaggi: 10441
Iscritto il: mercoledì 23 marzo 2016, 18:01

Re: Gianni Moscon

Messaggio da leggere da Walter_White » giovedì 20 settembre 2018, 12:53

nino58 ha scritto:
giovedì 20 settembre 2018, 11:18
Beppugrillo ha scritto:
giovedì 20 settembre 2018, 11:00
Non pensate che questa abitudine di dividere la stagione in due con un pesante cambiamento di obiettivi tra la prima e la seconda parte alla lunga possa pesargli? Cioè, lui inizia puntando alla Roubaix, la corsa più adatta al mondo ai passistoni, poi ora a fine stagione se la gioca con Bardet in salita (e non parliamo di strappetti). Non so i dettagli, ma immagino che ballino anche diversi chili da prendere e perdere in queste transizioni. Certo, non è che passa dal fisico di Boonen al fisico di Froome, rimane sempre intorno al suo peso forma, però credo che vada a forzare molto il suo fisico ricominciando da capo due volte l'anno. Poi, per carità, avere la prima parte con il pavé come obiettivo probabilmente gli consente un inverno un po' più rilassato, però non mi tolgo l'idea che questo modo di interpretare la stagione sia parecchio più faticoso del normale. Qualcuno mi rassicura?
Rassicurati.
Il vero campione non ingrassa e non dimagrisce (e comunque rimane nel suo peso, poco o tanto che sia, senza violentarsi).
Sagan è quello, d'estate e d'inverno.
Diciamo che il range non deve superare i due chili.
Sagan non ha mai tirato il collo o schiantato Bardet in salita
Per farlo dovrebbe perdere la massa muscolare che ha, e credo sia più difficile che perdere massa grassa


FCC 2017/18: 3°; Trofeo dei titoli; Campionato Europeo Donne Elite, Campionato del Mondo Donne Elite, ROTY

nime
Messaggi: 903
Iscritto il: domenica 22 novembre 2015, 10:50

Re: Gianni Moscon

Messaggio da leggere da nime » giovedì 20 settembre 2018, 12:56

Walter_White ha scritto:
giovedì 20 settembre 2018, 12:53


Sagan non ha mai tirato il collo o schiantato Bardet in salita
Per farlo dovrebbe perdere la massa muscolare che ha, e credo sia più difficile che perdere massa grassa
in realtà catabolizzare e perdere la magra non è così difficile o non lo è più di quella grassa, il problema è farlo perdendo poco di potenza



Stylus
Messaggi: 804
Iscritto il: giovedì 28 aprile 2011, 12:03

Re: Gianni Moscon

Messaggio da leggere da Stylus » giovedì 20 settembre 2018, 12:58

Ottima osservazione. Per essere competitivi alla Roubaix e ad andare decentemente in salita servono due corporature (e preparazioni atletiche) completamente contrapposte. Perdere 6 chili in 3 mesi (e poi riguadagnarli, e poi riperderli).. è qualcosa di altamente folle e usurante, non è un caso che non esista ciclista capace di essere competitivo in salita e alla Roubaix nella stessa stagione (ah ricordo Devolder ma non so quanto fosse voluta la cosa e comunque anche lui non per caso era competitivo alla Vuelta, non al Tour, mentre corridori come Wiggins o Thomas le trasformazioni le hanno avute spalmate su più anni). La paura non è pellegrina. E ancora più giustificato sarebbe il non essere stato così in forma a luglio mentre esserlo più ora, così come effettivamente lo era 12 mesi fa. Probabilmente chiedergli di essere 76 chili ad aprile e 70 chili a luglio e fare la differenza in salita è qualcosa che è troppo persino per Gianni (e comunque sottolinea ancor di più che razza di fenomeno abbiamo tra le mani!)



jumbo
Messaggi: 4368
Iscritto il: sabato 1 ottobre 2011, 10:42

Re: Gianni Moscon

Messaggio da leggere da jumbo » giovedì 20 settembre 2018, 13:17

nel 2017 fece 5 alla roubaix e 3 al lombardia, quindi fu competitivo in entrambe.

se ricordo bene la preparazione invernale 2017/2018 per moscon è stata disturbata da un infortunio, quindi ci sta che avesse qualcosa che non andava sia come peso sia come prestazioni ad inizio stagione.



Salvatore77
Messaggi: 4169
Iscritto il: domenica 9 gennaio 2011, 19:14

Re: Gianni Moscon

Messaggio da leggere da Salvatore77 » giovedì 20 settembre 2018, 13:24

Il peso è zavorra in salita.
Sul passo invece non è automatico che più peso serva a farti andare più forte.
Moscon ha fatto 5° alla Roubaix dietro Langeveld che non mi sembra pesi più di 70 kg.
Le corse di un giorno saeguono altre logiche rispetto al peso e i WATT.


1° Tour de France 2018

Avatar utente
Walter_White
Messaggi: 10441
Iscritto il: mercoledì 23 marzo 2016, 18:01

Re: Gianni Moscon

Messaggio da leggere da Walter_White » giovedì 20 settembre 2018, 13:34

nime ha scritto:
giovedì 20 settembre 2018, 12:56
Walter_White ha scritto:
giovedì 20 settembre 2018, 12:53


Sagan non ha mai tirato il collo o schiantato Bardet in salita
Per farlo dovrebbe perdere la massa muscolare che ha, e credo sia più difficile che perdere massa grassa
in realtà catabolizzare e perdere la magra non è così difficile o non lo è più di quella grassa, il problema è farlo perdendo poco di potenza
Si, mi son dimenticato di aggiungere anche quello. E non credo nemmeno che Sagan abbia voglia di diventare scheletrico per competere nei GT :D


FCC 2017/18: 3°; Trofeo dei titoli; Campionato Europeo Donne Elite, Campionato del Mondo Donne Elite, ROTY

Avatar utente
Beppugrillo
Messaggi: 514
Iscritto il: martedì 4 settembre 2018, 6:41

Re: Gianni Moscon

Messaggio da leggere da Beppugrillo » giovedì 20 settembre 2018, 13:52

Salvatore77 ha scritto:
giovedì 20 settembre 2018, 13:24
Il peso è zavorra in salita.
Sul passo invece non è automatico che più peso serva a farti andare più forte.
Moscon ha fatto 5° alla Roubaix dietro Langeveld che non mi sembra pesi più di 70 kg.
Le corse di un giorno saeguono altre logiche rispetto al peso e i WATT.
Infatti quello che un po' mi rassicura è l'idea che questa transizione da 76 a 70 chili durante la stagione sia una cosa quasi naturale, nel senso che i 76 magari non è che li raggiunge apposta ma sono una conseguenza dell'inverno e magari sono effettivamente da considerarsi chili di troppo, che però non sono un problema alla Roubaix. Poi andando avanti nella stagione si asciuga



jumbo
Messaggi: 4368
Iscritto il: sabato 1 ottobre 2011, 10:42

Re: Gianni Moscon

Messaggio da leggere da jumbo » giovedì 20 settembre 2018, 14:24

Diciamo che alla Roubaix un po' di peso in più stabilizza, ma se è peso in eccesso comunque non è un vantaggio, visti tutti i rilanci da fare.
Io credo che quest'anno sia arrivato un po' lungo con la preparazione e quindi con qualche kg in più di quanto voluto in primavera.



Avatar utente
chinaski89
Messaggi: 2709
Iscritto il: sabato 13 giugno 2015, 16:51

Re: Gianni Moscon

Messaggio da leggere da chinaski89 » giovedì 20 settembre 2018, 14:28

Walter_White ha scritto:
giovedì 20 settembre 2018, 13:34
nime ha scritto:
giovedì 20 settembre 2018, 12:56
Walter_White ha scritto:
giovedì 20 settembre 2018, 12:53


Sagan non ha mai tirato il collo o schiantato Bardet in salita
Per farlo dovrebbe perdere la massa muscolare che ha, e credo sia più difficile che perdere massa grassa
in realtà catabolizzare e perdere la magra non è così difficile o non lo è più di quella grassa, il problema è farlo perdendo poco di potenza
Si, mi son dimenticato di aggiungere anche quello. E non credo nemmeno che Sagan abbia voglia di diventare scheletrico per competere nei GT :D
Anche perchè sarebbe un bel pirla a scambiare quello che è ora con un "forse potrebbe competere nei GT da scheletro ambulante".
A parte che poi dovrebbero togliergli le Haribo al traguardo e quello smatta senza :diavoletto:

Slongo diceva che poteva anche essere uno da GT, sinceramente per fortuna che non l'ha ascoltato..


beppesaronni ha scritto: Non ricordo un solo gt in cui conty, che non era il più forte ma nemmeno il secondo, abbia anche solo provato (non dico che ci sia riuscito. Provato!!!!)
lemond ha scritto: Sagan è il più grande, ma non un gran vincente.

Salvatore77
Messaggi: 4169
Iscritto il: domenica 9 gennaio 2011, 19:14

Re: Gianni Moscon

Messaggio da leggere da Salvatore77 » giovedì 20 settembre 2018, 14:48

Senza diventare uno scheletro, Sagan con qualche kg in meno potrebbe essere forse più competitivo sulle Ardenne.


1° Tour de France 2018

Avatar utente
chinaski89
Messaggi: 2709
Iscritto il: sabato 13 giugno 2015, 16:51

Re: Gianni Moscon

Messaggio da leggere da chinaski89 » giovedì 20 settembre 2018, 14:53

Salvatore77 ha scritto:
giovedì 20 settembre 2018, 14:48
Senza diventare uno scheletro, Sagan con qualche kg in meno potrebbe essere forse più competitivo sulle Ardenne.
Per le Ardenne secondo me basterebbe proprio pochissimo, già all'Amstel quest'anno ha fatto molto bene ed aveva la Roubaix nelle gambe


beppesaronni ha scritto: Non ricordo un solo gt in cui conty, che non era il più forte ma nemmeno il secondo, abbia anche solo provato (non dico che ci sia riuscito. Provato!!!!)
lemond ha scritto: Sagan è il più grande, ma non un gran vincente.

cassius
Messaggi: 232
Iscritto il: giovedì 19 luglio 2012, 23:01

Re: Gianni Moscon

Messaggio da leggere da cassius » giovedì 20 settembre 2018, 15:13

Rispondendo in ordine sparso:
- sì, sia alla Agostoni che ieri ha fatto due volate oscene, poi non sente la catena e quindi tutto ok però sì, al Mondiale o va in fuga con un paracarro delle volate o è meglio che stia più attento;
- fare il mulo al Tour non ha mai ammazzato nessuno, e se sei alla Sky puoi benissimo farlo.
Può curare le classiche primaverili dividendosi i gradi di capitano con Kwiato e nella seconda metà di stagione cercare sempre una convocazione al Mondiale e fare delle buone premondiali, Emilia e Lombardia.
Poi se diventa il nuovo Bettini (o Gilbert) può abbandonare il gregariato.
Nel frattempo può guadagnarsi sul campo di non fare 2 GT all'anno o di non fare il Luke Rowe n.2, perchè uno che vince gare di 200 km con D+3000 non deve fare quel mestiere;
- IMHO sul pavè è più una questione di 1) sagacia tattica 2) capacità di limare 3) tecnica sul pavè 4) sopportazione del freddo e/o della pioggia, se ci sono (ma grazie al global warming è dal 2002 che non abbiamo una Roubaix veramente bagnata).
Il peso viene dopo, cioè sul pavè vanno bene dei marcantoni over 75 kg alla Sagan, Degenkolb ecc. ma anche gente più leggera come Gilbert o Naesen.
Certo non ha senso cambiare peso di 6 kg durante ogni stagione!



Road Runner
Messaggi: 479
Iscritto il: martedì 8 novembre 2016, 11:44

Re: Gianni Moscon

Messaggio da leggere da Road Runner » giovedì 20 settembre 2018, 15:27

Comunque sia alla Agostoni che al Toscana è stato spettacolare. Non ha corso alla Ulissi (che si insinua nelle fughe, fa finta di dare una mano ma si risparmia e poi li fotte tutti sul finale...), ma ha fatto la gara, ha portato via le fughe, le ha tenute in piedi e poi ha anche vinto!!! :clap: :clap: :clap:



beppesaronni
Messaggi: 2772
Iscritto il: mercoledì 9 maggio 2012, 17:25

Re: Gianni Moscon

Messaggio da leggere da beppesaronni » giovedì 20 settembre 2018, 15:31

A me Moscon ricorda sempre + un suo omonimo degli anni 90.
Per questo penso possa diventare tranquillamente ANCHE uomo da GT


Ad Insbruck, Valverde e Nibali non arriveranno nei primi 5.

Avatar utente
nemecsek.
Messaggi: 1466
Iscritto il: mercoledì 6 gennaio 2016, 22:35

Re: Gianni Moscon

Messaggio da leggere da nemecsek. » giovedì 20 settembre 2018, 17:07

beppesaronni ha scritto:
giovedì 20 settembre 2018, 15:31
A me Moscon ricorda sempre + un suo omonimo degli anni 90.
Per questo penso possa diventare tranquillamente ANCHE uomo da GT
caratterialmente me paiono ai antipodi


Le insegne luminose attirano gli allocchi.
GLF

nime
Messaggi: 903
Iscritto il: domenica 22 novembre 2015, 10:50

Re: Gianni Moscon

Messaggio da leggere da nime » giovedì 20 settembre 2018, 17:15

cassius ha scritto:
giovedì 20 settembre 2018, 15:13
Rispondendo in ordine sparso:
- sì, sia alla Agostoni che ieri ha fatto due volate oscene, poi non sente la catena e quindi tutto ok però sì, al Mondiale o va in fuga con un paracarro delle volate o è meglio che stia più attento;
guarda anche oggi, tutti lo sottostimano nelle volate, in realtà nei finali duri o comunque dopo una corsa dura come l'anno scorso alla vuelta o oggi si mette dietro gente molto più quotata di lui in volata

solo che per ruolo e squadra poche volte ha la possibilità di provarci, ma non è così fermo, poi che le sbaglia è vero, ma in volata potrebbe giocarsela con molti dei papapili al mondiale



Salvatore77
Messaggi: 4169
Iscritto il: domenica 9 gennaio 2011, 19:14

Re: Gianni Moscon

Messaggio da leggere da Salvatore77 » giovedì 20 settembre 2018, 17:33

chinaski89 ha scritto:
giovedì 20 settembre 2018, 14:53
Salvatore77 ha scritto:
giovedì 20 settembre 2018, 14:48
Senza diventare uno scheletro, Sagan con qualche kg in meno potrebbe essere forse più competitivo sulle Ardenne.
Per le Ardenne secondo me basterebbe proprio pochissimo, già all'Amstel quest'anno ha fatto molto bene ed aveva la Roubaix nelle gambe
Infatti. Paradossalmente è ancora giovane, quindi un approccio graduale può essere alla sua portata.


1° Tour de France 2018

Rudepravda
Messaggi: 356
Iscritto il: domenica 5 giugno 2016, 12:40

Re: Gianni Moscon

Messaggio da leggere da Rudepravda » giovedì 20 settembre 2018, 17:36

nime ha scritto:
giovedì 20 settembre 2018, 17:15
cassius ha scritto:
giovedì 20 settembre 2018, 15:13
Rispondendo in ordine sparso:
- sì, sia alla Agostoni che ieri ha fatto due volate oscene, poi non sente la catena e quindi tutto ok però sì, al Mondiale o va in fuga con un paracarro delle volate o è meglio che stia più attento;
guarda anche oggi, tutti lo sottostimano nelle volate, in realtà nei finali duri o comunque dopo una corsa dura come l'anno scorso alla vuelta o oggi si mette dietro gente molto più quotata di lui in volata

solo che per ruolo e squadra poche volte ha la possibilità di provarci, ma non è così fermo, poi che le sbaglia è vero, ma in volata potrebbe giocarsela con molti dei papapili al mondiale
Gli unici con cui non dovrebbe arrivare in volata sono Alafilippo e Valverde




Rispondi