Elia Viviani

Il mondo dei professionisti tra gare e complessità, e più in generale l'approccio al ciclismo di ogni appassionato
Avatar utente
sceriffo
Messaggi: 2375
Iscritto il: lunedì 11 aprile 2011, 23:48

Re: Elia Viviani

Messaggio da leggere da sceriffo » mercoledì 9 marzo 2016, 11:13

Tranchée d'Arenberg ha scritto:Il ragazzo parla spesso a sproposito e ha reazioni talvolta eccessive alle sconfitte. A Richmond rivendicava un ruolo da leader, con una sicumera obiettivamente non giustificata dai risultati precedenti; al San Luis ha fatto un casino dopo esser stato battuto da Mareczko; ora dopo i mondiali su pista, dove si è fatto fregare all'ultimo, se l'è presa con Cavendish (che magari avrà avuto un atteggiamente antipatico, però non puoi mica contestare il fatto che vinca uno sprint).
Fossi nella Sky cercheri di dargli una calmatina e soprattutto lo inviterei ad evitare l'uso dei social a caldo dopo le corse (cose che se non mi sbaglio qualche anno fa fece anche l'OmegaPharma-Quick Step). E' un pò impulsivo e poi magari a freddo si rende conto d'averla fatta fuori dal vaso, ma a quel punto il danno è fatto. Perciò meglio arginare un pò della sua emotività.
Ho letto più di un suo Twitt a caldo, cancellato dopo qualche ora. ma come insegnano in tutte le scuole, oltre che nei vari corsi sui socials, ciò che è scritto resta, ben oltre il delete. Credo che Sky mal sopporti questi atteggiamenti. Viviani è indubbiamente un buon corridore, non un irresistibile, e certe cadute di stile potrebbero pesare quando i britannici andranno a valutare la possibilità o meno di un rinnovo contrattuale-




Faxnico
Messaggi: 972
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 15:12

Re: Elia Viviani

Messaggio da leggere da Faxnico » mercoledì 9 marzo 2016, 11:17

Perdonate il copia&incolla.
Forse ha più senso di qua.
Faxnico ha scritto:Non ci capiamo, Celun.
Delle qualità innate di Gaviria, uno che l'oro mondiale dell'omnium se lo metteva in bacheca con naturalezza già da junior, nel parare stò potenziale "gioco sporco" a cui tanto inneggi ho già scritto.
Il problema è che Viviani, in confronto, è legnoso, macchinoso e poco brillante in misura tale che un duello serrato ma entro i limiti del regolamento rasenterebbe l'imbarazzo. E non per chi dovrebbe parare il colpo, mi sà...
Asserrire che doveva "dagli una sportellata, mandagli un segnale, fallo cacare addosso", dal mio punto di vista può implicare soltanto due cose quindi:
1) Un sostanziale distacco dalla realtà (più o meno consapevole, considerato quello che ci propinano i media) di chi l'ha scritto, ed in tal caso gli innumerevoli benefici per la favella del "nostro" sono quotidianamente sotto gli occhi di tutti...
2) Pretendere che lo scaraventasse a terra, con relativi annessi e connessi. Nel qual caso, credo si possa concordare, sarei stato persino troppo garbato...
Sul Viviani nessuno o qualcuno ho pure già risposto.
Giusto per rimanere nell'ambito del velocismo veronese...
Strazzer ha vinto ciclamino, intergiro e combattività in una singola edizione del Giro.
In maglia Mobilvetta, non esattamente Sky o Liquigas.
Ora mi risulta faccia il biomeccanico (apprezzato, tra l'altro), non il divo... :D
Il ragazzo si prende troppo sul serio.
Quando dicevo che dovrebbe tornare sulla terra, mi riferivo essenzialmente a questo. ;)
La cosa deprimente è che a suo tempo, credo dopo una vittoria a Cuba, riponevo in Viviani esattamente le stesse speranze che ripongo ora - come tutti - in un Ganna (altra cilindrata e me ne hanno parlato bene, comunque).
E prima in molti altri ancora.
Personalmente sono giunto alla conclusione che con l'accentuarsi della crisi del ciclismo italiano, determinati atteggiamenti a livello di sistema (coi soliti giornalai in primis), e del nostro con sue certe peculiarità nello specifico (età in cui i ragazzi sono portati a fare le loro scelte, lo studio, i modelli, quantità di trombati in circolazione, ecc.), penalizzino enormemente ogni presa di consapevolezza di stì ragazzi. Del mestiere che hanno scelto, dell'epoca in cui lo esercitano, dell'esigenza imprescindibile di mantenere quel dovuto distacco per starci dentro senza farsi troppo male, del dopo e via dicendo.
Ovviamente ho scoperto l'acqua calda e per fortuna non è la regola, ma una volta che si incomincia ad innalzarli ad un livello sproporzionato (non parliamo di Cipollini né Petacchi, ma forse neanche di quei tanti che venivano puntualmente battuti!) rispetto a quello con cui sono chiamati a confrontarsi nella quotidianità del lavoro e delle sconfitte, poi ti cominciano a non stringere la mano alla maglia rosa perchè ADS.., a non presentarsi alle premiazioni, ecc. ecc. ecc. ed a me dà un gran fastidio.
Not normal, direbbe Lance. :bll:
Ultima modifica di Faxnico il mercoledì 9 marzo 2016, 12:09, modificato 4 volte in totale.



Faxnico
Messaggi: 972
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 15:12

Re: Elia Viviani

Messaggio da leggere da Faxnico » mercoledì 9 marzo 2016, 11:40

Dato che ho tirato fuori il libro di Hamilton e la paranoia "not normal" di Lance, colgo l'occasione per fare una precisazione, a scanso di equivoci e per evitare polemiche inutili.
Hamilton sostiene, perfettamente a ragione e se in molti non si ostinassero ad ignorarlo saremmo tre o quattro passi avanti nelle varie discussioni, che ha conosciuto persone splendide costrette ad adeguarsi al sistema del doping anni '90 ed altre, tutt'altro che meritevoli, piantare baracca e burattini e ritirarsi.
Noto un marcato parallelismo con il rispetto e quella zona di maturità a cavallo tra il personale ed il professionale in merito alla quale esprimevo le mie proccupazioni.
In un sistema dove i corridori sono l'ultima ruota del carro o quasi, o comunque in cui subiscono influenze e pressioni da ogni lato, non è per nulla scontato che ci sia consequenzialità con l'essere o meno un bravissimo ragazzo nel privato.
Considerazione generale che vale anche per Viviani, ovviamente.



Agr08
Messaggi: 452
Iscritto il: giovedì 5 marzo 2015, 18:11

Re: Elia Viviani

Messaggio da leggere da Agr08 » mercoledì 9 marzo 2016, 18:12

cauz. ha scritto:
Agr08 ha scritto:Uno sfigato che voleva vincere a Richmond!!!
"sfigato" perchè voleva vincere?
concetto interessante...

No perché parla a sproposito, si incazza con gli avversari...

Ma poi concetto interessante o meno è lui con le sue dichiarazioni che è ridicolo



giorgio ricci
Messaggi: 2925
Iscritto il: lunedì 9 giugno 2014, 13:44

Re: Elia Viviani

Messaggio da leggere da giorgio ricci » mercoledì 9 marzo 2016, 18:35

Parla troppo, non sa perdere ed è stato parecchio montato. Buon corridore ma non un campione. Se impara a stare al mondo non guadagnerà certo in talento ma in simpatia senza altro.




Avatar utente
sceriffo
Messaggi: 2375
Iscritto il: lunedì 11 aprile 2011, 23:48

Re: Elia Viviani

Messaggio da leggere da sceriffo » domenica 15 maggio 2016, 0:05

Fuori tempo massimo. Non mi è chiaro se ha accusato problemi fisici, oppure si è staccato perché non è riuscito a reggere il ritmo forsennato delle prime ore di corsa



Avatar utente
cauz.
Messaggi: 12017
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:53
Località: milano
Contatta:

Re: Elia Viviani

Messaggio da leggere da cauz. » martedì 16 agosto 2016, 0:32

il thread giusto è quello sulla pista, ma che diamine, risolleviamo anche questo stasera.
:champion: :champion: :champion:


"Il male trionfa sempre, perche' il bene e' stupido" [Lord Casco]
@cauz_ | bidonmagazine.org | confindustrial.noblogs.org

Avatar utente
Visconte85
Messaggi: 10249
Iscritto il: giovedì 8 maggio 2014, 14:27

Re: Elia Viviani

Messaggio da leggere da Visconte85 » martedì 16 agosto 2016, 1:20

:champion: :champion: :champion:

Vincere su CAV non ha prezzo :diavoletto:


2014:Giro tp21,Tour tp10,Vuelta tp3, ARGENTO Ponferrada
2015:Giro anch'io 3°,Tour tp10 e 20, GpMontreal
2016:GandWevelgen, Svizzera, Tour tp13, Vuelta tp10
2017:Tour tp10 Vuelta tp2
2018:Scheldeprijs, Giro tp21, Tour tp11
2019:Kuurne-Bruxelles-Kuurne

Avatar utente
Celun
Messaggi: 2745
Iscritto il: martedì 8 febbraio 2011, 18:05

Re: Elia Viviani

Messaggio da leggere da Celun » martedì 16 agosto 2016, 2:28




Lolloso
Messaggi: 1354
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:43

Re: Elia Viviani

Messaggio da leggere da Lolloso » martedì 16 agosto 2016, 9:44

Grande Elia che goduria



Bogaert
Messaggi: 1111
Iscritto il: lunedì 13 dicembre 2010, 20:58

Re: Elia Viviani

Messaggio da leggere da Bogaert » martedì 16 agosto 2016, 10:11

Semplicemente Bravo :clap: :clap:


"...esiste Doping dove esiste Antidoping....."

CicloSprint
Messaggi: 6096
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:49

Re: Elia Viviani

Messaggio da leggere da CicloSprint » martedì 16 agosto 2016, 14:02

Dobbiamo dire grazie al tecnici che hanno creduto all'oro di Viviani, Cassani e Villa in primis.

Viviani è stato davvero fantastico!!!
:champion:



Avatar utente
sceriffo
Messaggi: 2375
Iscritto il: lunedì 11 aprile 2011, 23:48

Re: Elia Viviani

Messaggio da leggere da sceriffo » martedì 16 agosto 2016, 17:10

Vederlo piangere ieri sera, oltre che stravincere, me l'ha totalmente riabilitato, dopo le sterili polemiche dei mesi scorsi
. Forza Elia, sei un campione. Lascia da parte le beghe da 2 soldi



Manzotino
Messaggi: 94
Iscritto il: lunedì 11 agosto 2014, 9:17

Re: Elia Viviani

Messaggio da leggere da Manzotino » martedì 16 agosto 2016, 17:36

sceriffo ha scritto:Vederlo piangere ieri sera, oltre che stravincere, me l'ha totalmente riabilitato, dopo le sterili polemiche dei mesi scorsi.
Forza Elia, sei un campione. Lascia da parte le beghe da 2 soldi
Ti riferisci immagino alle sue parole dopo il mondiale di Richmond.
Mi pare che abbia fatto tesoro delle critiche.
Io gli perdono tutto dopo il capolavoro di ieri sera.



Basso
Messaggi: 14360
Iscritto il: sabato 21 maggio 2011, 18:03
Località: Vicenza

Re: Elia Viviani

Messaggio da leggere da Basso » martedì 16 agosto 2016, 18:08



11 V7-Prato
12 Appennino-JapanCup
13 G9-ITARR-V20-Sabatini
14 Vasco-Dauphiné-T3-T21-Pologne-3VV
15 Laigueglia-Escaut-G2-G18-Giro-T13-Fourmies
16 Nice-V12
17 Frankfurt-T11-V16-Chrono
18 Bianche-DePanne-Romandie-Köln-Piemonte-Chrono
19 Nice-Turkey-Volta

Avatar utente
Denb
Messaggi: 738
Iscritto il: venerdì 20 settembre 2013, 14:00

Re: Elia Viviani

Messaggio da leggere da Denb » martedì 16 agosto 2016, 18:30

C'è un piccolo errore, il suo compagno nella Madison al Mondiale 2015 era Bertazzo, non Coledan :aureola:



Basso
Messaggi: 14360
Iscritto il: sabato 21 maggio 2011, 18:03
Località: Vicenza

Re: Elia Viviani

Messaggio da leggere da Basso » martedì 16 agosto 2016, 18:32

Denb ha scritto:
C'è un piccolo errore, il suo compagno nella Madison al Mondiale 2015 era Bertazzo, non Coledan :aureola:
Grazie, la memoria inizia a giocare brutti scherzi :hammer:


11 V7-Prato
12 Appennino-JapanCup
13 G9-ITARR-V20-Sabatini
14 Vasco-Dauphiné-T3-T21-Pologne-3VV
15 Laigueglia-Escaut-G2-G18-Giro-T13-Fourmies
16 Nice-V12
17 Frankfurt-T11-V16-Chrono
18 Bianche-DePanne-Romandie-Köln-Piemonte-Chrono
19 Nice-Turkey-Volta

Avatar utente
sceriffo
Messaggi: 2375
Iscritto il: lunedì 11 aprile 2011, 23:48

Re: Elia Viviani

Messaggio da leggere da sceriffo » martedì 16 agosto 2016, 18:35

Manzotino ha scritto:
sceriffo ha scritto:Vederlo piangere ieri sera, oltre che stravincere, me l'ha totalmente riabilitato, dopo le sterili polemiche dei mesi scorsi.
Forza Elia, sei un campione. Lascia da parte le beghe da 2 soldi
Ti riferisci immagino alle sue parole dopo il mondiale di Richmond.
Mi pare che abbia fatto tesoro delle critiche.
Io gli perdono tutto dopo il capolavoro di ieri sera.
Anche alla polemica di S. Louis, dove, con la maglia azzurra, non volle nemmeno salire sul podio



Oude Kwaremont
Messaggi: 1555
Iscritto il: mercoledì 1 gennaio 2014, 12:30
Località: Pesaro

Re: Elia Viviani

Messaggio da leggere da Oude Kwaremont » mercoledì 17 agosto 2016, 12:59

M' ha preso un bello sconforto quando ho visto Elia cadere. In quel momento sembrava davvero un' altra potenziale medaglia, persa. L' oro conquistato vale il doppio.

In generale, per me che me ne intendo poco, non capendo ancora bene i meccanismi è stata una gara decisamente sofferta, i 20 punti in più se si guadagnava un giro, i 20 punti in meno se si perdeva un giro sul resto del gruppo...

Grandissimo Elia



nunziol
Messaggi: 561
Iscritto il: mercoledì 16 maggio 2012, 13:06

Re: Elia Viviani

Messaggio da leggere da nunziol » domenica 21 agosto 2016, 22:20

Per i prossimi 4 anni resta l'ultimo italiano ad aver vinto un oro olimpico

E secondo me è stata la medaglia più emozionante


La dittatura deve finire
Di Rocco vattene!!!

Avatar utente
Walter_White
Messaggi: 12970
Iscritto il: mercoledì 23 marzo 2016, 18:01

Re: Elia Viviani

Messaggio da leggere da Walter_White » domenica 21 agosto 2016, 22:23

nunziol ha scritto:Per i prossimi 4 anni resta l'ultimo italiano ad aver vinto un oro olimpico
In che senso?


FCC 2018/19: 1°; Superprestige; Gran Combinata
FCC 2017/18: 3°; Trofeo dei titoli; Campionato Europeo Donne Elite, Campionato del Mondo Donne Elite, ROTY

Avatar utente
Patate
Messaggi: 4165
Iscritto il: domenica 28 febbraio 2016, 23:23

Re: Elia Viviani

Messaggio da leggere da Patate » domenica 21 agosto 2016, 22:32

Walter_White ha scritto:
nunziol ha scritto:Per i prossimi 4 anni resta l'ultimo italiano ad aver vinto un oro olimpico
In che senso?
Che le olimpiadi sono finite :D


antani ha scritto:Non so perchè ma ho la sensazione che domani Aru possa arrivare dietro o davanti a Froome, stiamo a vedere sembra facile ma non è difficile

Avatar utente
Walter_White
Messaggi: 12970
Iscritto il: mercoledì 23 marzo 2016, 18:01

Re: Elia Viviani

Messaggio da leggere da Walter_White » domenica 21 agosto 2016, 22:41

Ah, non capivo che intendesse solo il ciclismo


FCC 2018/19: 1°; Superprestige; Gran Combinata
FCC 2017/18: 3°; Trofeo dei titoli; Campionato Europeo Donne Elite, Campionato del Mondo Donne Elite, ROTY

nunziol
Messaggi: 561
Iscritto il: mercoledì 16 maggio 2012, 13:06

Re: Elia Viviani

Messaggio da leggere da nunziol » lunedì 22 agosto 2016, 0:00

Walter_White ha scritto:Ah, non capivo che intendesse solo il ciclismo
Nono
Intendevo dire che quello di Viviani è stato l'ultimo oro vinto dall'Italia in tutta l'olimpiade. Dopo di lui solo argenti e bronzi
Dunque per 4 anni (1 anno e mezzo se dovessimo prendere oro alle invernali,difficile) potrà dire di essere ultimo italiano :D


La dittatura deve finire
Di Rocco vattene!!!

Avatar utente
Walter_White
Messaggi: 12970
Iscritto il: mercoledì 23 marzo 2016, 18:01

Re: Elia Viviani

Messaggio da leggere da Walter_White » lunedì 22 agosto 2016, 0:09

nunziol ha scritto:
Walter_White ha scritto:Ah, non capivo che intendesse solo il ciclismo
Nono
Intendevo dire che quello di Viviani è stato l'ultimo oro vinto dall'Italia in tutta l'olimpiade. Dopo di lui solo argenti e bronzi
Dunque per 4 anni (1 anno e mezzo se dovessimo prendere oro alle invernali,difficile) potrà dire di essere ultimo italiano :D
Ah, vero :)


FCC 2018/19: 1°; Superprestige; Gran Combinata
FCC 2017/18: 3°; Trofeo dei titoli; Campionato Europeo Donne Elite, Campionato del Mondo Donne Elite, ROTY

Avatar utente
sceriffo
Messaggi: 2375
Iscritto il: lunedì 11 aprile 2011, 23:48

Re: Elia Viviani

Messaggio da leggere da sceriffo » domenica 6 agosto 2017, 16:54

Considerando la starting list dell'Europeo per velocisti, del quale ai velocisti importa una favona, l'unico che poteva battere Viviani era Kristoff, che puntualmente l'ha battuto. Viviani, ottimo pistard, si conferma velocista su strada di 2^ o 3^ fascia.



Avatar utente
nino58
Messaggi: 10674
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: Elia Viviani

Messaggio da leggere da nino58 » lunedì 7 agosto 2017, 9:35

Conti alla mano, è l'unico corridore italiano professionista che, nelle competizioni internazionali per nazioni (mondiali, europei, olimpiadi), ha portato medaglie all'Italia da un po' di tempo a questa parte.
Se non sbaglio quella di ieri è la prima medaglia prof dell'era Cassani.
Ringraziare Viviani, please.
E anche la tattica Cassani, che ha portato un italiano a medaglia e a giocarsi pure la vittoria.


Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!

Basso
Messaggi: 14360
Iscritto il: sabato 21 maggio 2011, 18:03
Località: Vicenza

Re: Elia Viviani

Messaggio da leggere da Basso » lunedì 7 agosto 2017, 11:17

nino58 ha scritto:Conti alla mano, è l'unico corridore italiano professionista che, nelle competizioni internazionali per nazioni (mondiali, europei, olimpiadi), ha portato medaglie all'Italia da un po' di tempo a questa parte.
Se non sbaglio quella di ieri è la prima medaglia prof dell'era Cassani.
Ringraziare Viviani, please.
E anche la tattica Cassani, che ha portato un italiano a medaglia e a giocarsi pure la vittoria.
Moreno e Adriano sentitamente ringraziano
http://www.cicloweb.it/2016/09/15/moren ... stroviejo/
http://oldsite.cicloweb.it/articolo/201 ... un-grande-


11 V7-Prato
12 Appennino-JapanCup
13 G9-ITARR-V20-Sabatini
14 Vasco-Dauphiné-T3-T21-Pologne-3VV
15 Laigueglia-Escaut-G2-G18-Giro-T13-Fourmies
16 Nice-V12
17 Frankfurt-T11-V16-Chrono
18 Bianche-DePanne-Romandie-Köln-Piemonte-Chrono
19 Nice-Turkey-Volta

Avatar utente
nino58
Messaggi: 10674
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: Elia Viviani

Messaggio da leggere da nino58 » lunedì 7 agosto 2017, 11:19

Basso ha scritto:
nino58 ha scritto:Conti alla mano, è l'unico corridore italiano professionista che, nelle competizioni internazionali per nazioni (mondiali, europei, olimpiadi), ha portato medaglie all'Italia da un po' di tempo a questa parte.
Se non sbaglio quella di ieri è la prima medaglia prof dell'era Cassani.
Ringraziare Viviani, please.
E anche la tattica Cassani, che ha portato un italiano a medaglia e a giocarsi pure la vittoria.
Moreno e Adriano sentitamente ringraziano
http://www.cicloweb.it/2016/09/15/moren ... stroviejo/
http://oldsite.cicloweb.it/articolo/201 ... un-grande-
In linea ;)


Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!

Avatar utente
sceriffo
Messaggi: 2375
Iscritto il: lunedì 11 aprile 2011, 23:48

Re: Elia Viviani

Messaggio da leggere da sceriffo » lunedì 7 agosto 2017, 14:11

nino58 ha scritto:Conti alla mano, è l'unico corridore italiano professionista che, nelle competizioni internazionali per nazioni (mondiali, europei, olimpiadi), ha portato medaglie all'Italia da un po' di tempo a questa parte.
Se non sbaglio quella di ieri è la prima medaglia prof dell'era Cassani.
Ringraziare Viviani, please.
E anche la tattica Cassani, che ha portato un italiano a medaglia e a giocarsi pure la vittoria.
Io non ho mai detto questo. Semmai che Viviani è un ottimo pistard, ma un velocista su strada di seconda schiera



peek
Messaggi: 5194
Iscritto il: sabato 8 gennaio 2011, 10:08

Re: Elia Viviani

Messaggio da leggere da peek » martedì 22 agosto 2017, 17:27

Viviani scatenato in questo periodo. Ha vinto anche oggi.



Avatar utente
sceriffo
Messaggi: 2375
Iscritto il: lunedì 11 aprile 2011, 23:48

Re: Elia Viviani

Messaggio da leggere da sceriffo » domenica 24 settembre 2017, 17:07

L'ennesima conferma che Viviani, quando ha la responsabilità della corsa che vale, non la tappa del Polonia, sparisce



Avatar utente
Belluschi M.
Messaggi: 2655
Iscritto il: mercoledì 24 agosto 2011, 17:47
Località: Figino Serenza (CO)
Contatta:

Re: Elia Viviani

Messaggio da leggere da Belluschi M. » domenica 24 settembre 2017, 17:19

sceriffo ha scritto:L'ennesima conferma che Viviani, quando ha la responsabilità della corsa che vale, non la tappa del Polonia, sparisce
Ha vinto le Olimpiadi, la pressione e le responsabilità le regge senza problemi.
Il suo credo sia un problema di condizione. Evidentemente le sconfitte in volata nelle ultime gare italiane non erano bluff, ma vere testimonianze che non andava proprio.


I veri campioni erano quelli che dicevano no [Winter]

Froome è il bersaglio preferito di chiunque provi un minimo di frustrazione nei confronti del ciclismo professionistico [Leonardo Piccione].

Avatar utente
il_panta
Messaggi: 4818
Iscritto il: lunedì 21 maggio 2012, 13:39

Re: Elia Viviani

Messaggio da leggere da il_panta » domenica 24 settembre 2017, 17:48

Belluschi M. ha scritto:
sceriffo ha scritto:L'ennesima conferma che Viviani, quando ha la responsabilità della corsa che vale, non la tappa del Polonia, sparisce
Ha vinto le Olimpiadi, la pressione e le responsabilità le regge senza problemi.
Il suo credo sia un problema di condizione. Evidentemente le sconfitte in volata nelle ultime gare italiane non erano bluff, ma vere testimonianze che non andava proprio.
Concordo.


2019: Giro d'Italia tp 4, 5, 20; 1° Giro d'Italia classifica generale; Tour de France: tp 1, tp 10.

Il Complottista
Messaggi: 169
Iscritto il: domenica 16 luglio 2017, 23:40

Re: Elia Viviani

Messaggio da leggere da Il Complottista » domenica 24 settembre 2017, 20:58

La sconfitta è della Gazzetta , non del corridore
La rosea ha tampinato Cassani imponendolo in Norvegia pur essendo palesemente in calo di condizione
Viviani ha dimostrato di essere di livello e saper reggere la pressione , un Oro Olimpico e una Medaglia D'Argento in un Europeo non mi sembrano poca roba
Portarlo come punta di diamante in coabitazione o come carta relativamente di riserva è stato folle
Mai ascoltare i maestrini con la penna o i ct improvvisati



Avatar utente
sceriffo
Messaggi: 2375
Iscritto il: lunedì 11 aprile 2011, 23:48

Re: Elia Viviani

Messaggio da leggere da sceriffo » martedì 20 marzo 2018, 11:14

Hodeg, un altro ostacolo sulla strada di Viviani, che quando le distanze superano abbondantemente i 250, ha dimostrato di non avere gambe.



krea
Messaggi: 355
Iscritto il: domenica 3 agosto 2014, 13:54

Re: Elia Viviani

Messaggio da leggere da krea » martedì 20 marzo 2018, 11:26

Penso anche io che Viviani dovrebbe smettere di allenarsi per Sanremo e Mondiali (non ha doti di fondo, come tutti gli italiani tranne Nibali e Gasparotto). Meglio farebbe a dedicarsi maggiormente alle vittorie di tappa nei grandi giri (nelle quali è abbastanza deficitario rispetto ai colleghi) e magari la maglia a punti.

Poi io aprirei una discussione a parte circa il perchè nell'ultimo decennio l'Italia abbia prodotto tanti buoni corridori, ma quasi tutti privi della condizione necessaria per vincere le classiche: il fondo. Complotto di madre natura o c'è qualcosa che non va nelle nostre scuole di ciclismo?



Avatar utente
Visconte85
Messaggi: 10249
Iscritto il: giovedì 8 maggio 2014, 14:27

Re: Elia Viviani

Messaggio da leggere da Visconte85 » martedì 20 marzo 2018, 11:43

madre natura un aiuto lo dona sempre, e non fa mai male
ma il fondo, esce fuori con l'allenamento
o sei davvero uno sfigato, dove la natura ti ha preso in giro,
o c'è qualcosa che negli anni hai sbagliato, sia in difetto che in eccesso
però qui, sulla questione, chiederei aiuto a Pacho che ne sa di più


2014:Giro tp21,Tour tp10,Vuelta tp3, ARGENTO Ponferrada
2015:Giro anch'io 3°,Tour tp10 e 20, GpMontreal
2016:GandWevelgen, Svizzera, Tour tp13, Vuelta tp10
2017:Tour tp10 Vuelta tp2
2018:Scheldeprijs, Giro tp21, Tour tp11
2019:Kuurne-Bruxelles-Kuurne

Avatar utente
il_panta
Messaggi: 4818
Iscritto il: lunedì 21 maggio 2012, 13:39

Re: Elia Viviani

Messaggio da leggere da il_panta » martedì 20 marzo 2018, 12:03

Visconte85 ha scritto:madre natura un aiuto lo dona sempre, e non fa mai male
ma il fondo, esce fuori con l'allenamento
o sei davvero uno sfigato, dove la natura ti ha preso in giro,
o c'è qualcosa che negli anni hai sbagliato, sia in difetto che in eccesso
però qui, sulla questione, chiederei aiuto a Pacho che ne sa di più
Il fondo è sicuramente "meno genetico" dello spunto veloce, ma secondo me non è vero ciò che hai scritto.
Inoltre Viviani si è formato in pista.
Il problema di Viviani è che se arrivi completamente al gancio nel finale non puoi costringere un campione come Alaphilippe a correre per te, hai l'obbligo di liberarlo, e magari di tirare anche la volata a Richeze, che si fa un mazzo così per i capitani ogni volta ma quando è libero fa ancora la sua figura.


2019: Giro d'Italia tp 4, 5, 20; 1° Giro d'Italia classifica generale; Tour de France: tp 1, tp 10.

marco_graz
Messaggi: 919
Iscritto il: giovedì 6 ottobre 2016, 16:26

Re: Elia Viviani

Messaggio da leggere da marco_graz » martedì 20 marzo 2018, 14:27

il_panta ha scritto:
Visconte85 ha scritto:madre natura un aiuto lo dona sempre, e non fa mai male
ma il fondo, esce fuori con l'allenamento
o sei davvero uno sfigato, dove la natura ti ha preso in giro,
o c'è qualcosa che negli anni hai sbagliato, sia in difetto che in eccesso
però qui, sulla questione, chiederei aiuto a Pacho che ne sa di più
Il fondo è sicuramente "meno genetico" dello spunto veloce, ma secondo me non è vero ciò che hai scritto.
Inoltre Viviani si è formato in pista.
Il problema di Viviani è che se arrivi completamente al gancio nel finale non puoi costringere un campione come Alaphilippe a correre per te, hai l'obbligo di liberarlo, e magari di tirare anche la volata a Richeze, che si fa un mazzo così per i capitani ogni volta ma quando è libero fa ancora la sua figura.
Purtroppo l'ha detto lo stesso Elia (onesto o no) che fino ai 300m stava molto bene per poi sentirsi completamente vuoto appena alzato sui pedali. In poche parole non aveva idea di floppare prima che partisse lo sprint..



Avatar utente
il_panta
Messaggi: 4818
Iscritto il: lunedì 21 maggio 2012, 13:39

Re: Elia Viviani

Messaggio da leggere da il_panta » martedì 20 marzo 2018, 14:38

marco_graz ha scritto:
il_panta ha scritto:
Visconte85 ha scritto:madre natura un aiuto lo dona sempre, e non fa mai male
ma il fondo, esce fuori con l'allenamento
o sei davvero uno sfigato, dove la natura ti ha preso in giro,
o c'è qualcosa che negli anni hai sbagliato, sia in difetto che in eccesso
però qui, sulla questione, chiederei aiuto a Pacho che ne sa di più
Il fondo è sicuramente "meno genetico" dello spunto veloce, ma secondo me non è vero ciò che hai scritto.
Inoltre Viviani si è formato in pista.
Il problema di Viviani è che se arrivi completamente al gancio nel finale non puoi costringere un campione come Alaphilippe a correre per te, hai l'obbligo di liberarlo, e magari di tirare anche la volata a Richeze, che si fa un mazzo così per i capitani ogni volta ma quando è libero fa ancora la sua figura.
Purtroppo l'ha detto lo stesso Elia (onesto o no) che fino ai 300m stava molto bene per poi sentirsi completamente vuoto appena alzato sui pedali. In poche parole non aveva idea di floppare prima che partisse lo sprint..
Mi ero perso queste dichiarazioni. Non avendo mai praticato ciclismo mi astengo dal commentarne la plausibilità, anche se mi pare strano. Forse l'adrenalina del momento l'ha tratto in inganno.


2019: Giro d'Italia tp 4, 5, 20; 1° Giro d'Italia classifica generale; Tour de France: tp 1, tp 10.

marco_graz
Messaggi: 919
Iscritto il: giovedì 6 ottobre 2016, 16:26

Re: Elia Viviani

Messaggio da leggere da marco_graz » martedì 20 marzo 2018, 14:47

il_panta ha scritto:
marco_graz ha scritto:
il_panta ha scritto: Il fondo è sicuramente "meno genetico" dello spunto veloce, ma secondo me non è vero ciò che hai scritto.
Inoltre Viviani si è formato in pista.
Il problema di Viviani è che se arrivi completamente al gancio nel finale non puoi costringere un campione come Alaphilippe a correre per te, hai l'obbligo di liberarlo, e magari di tirare anche la volata a Richeze, che si fa un mazzo così per i capitani ogni volta ma quando è libero fa ancora la sua figura.
Purtroppo l'ha detto lo stesso Elia (onesto o no) che fino ai 300m stava molto bene per poi sentirsi completamente vuoto appena alzato sui pedali. In poche parole non aveva idea di floppare prima che partisse lo sprint..
Mi ero perso queste dichiarazioni. Non avendo mai praticato ciclismo mi astengo dal commentarne la plausibilità, anche se mi pare strano. Forse l'adrenalina del momento l'ha tratto in inganno.
Purtroppo devo dire che...capita..a volte ti senti bene tutta la settimana, pure durante la gara, ma su quello strappo o quello sprint non ne hai come ti sembrava. E' poi per questo che non capisco la diatriba su Trentin, magari egoisticamente ma se ha provato avra' sicuramente pensato di avere le gambe per farcela...purtroppo/per fortuna non siamo robot.

Per me cmq e' un passo avanti mentale quello che abbia messo la squadra avanti e gli abbiano tirato lo sprint, magari gli serve da lezione per i prossimi anni.



Avatar utente
pacho
Messaggi: 2755
Iscritto il: giovedì 8 settembre 2011, 19:29

Re: Elia Viviani

Messaggio da leggere da pacho » martedì 20 marzo 2018, 19:39

Ciao, premetto che Viviani mi ha stupito positivamente in questa prima parte dell'anno. Ha vinto corse contro fior di velocisti. Prima di fare pubblica ammenda (non ho mai considerato Viviani un velocista in grado di battagliare con i Gaviria, quel che resta di Cav. Kittel, Kristov, e compagnia) mi son imposto di aspettare la Sanremo: e purtroppo ha confermato i miei timori.

Secondo me, per fare quello che ha fatto da fine gennaio/febbraio a inizio marzo è arrivato molto più in forma di altri, o gli altri ci sono arrivati più tardi. D'altro lato, sono finiti i tempi degli Zabel quando si arrivava alla classicisima con quasi 20.000 km sulle gambe (anche se Ewan potrebbe averlo fatto).

E' li che vedi la differenza tra il velocista campione (alla Kristov per esempio, che mi piace da morire, non delude mai, alla fine superato un certo chilometraggio, è sempre li) e il buonissimo corridore, come Viviani.

Capitolo fondo: secondo la mia modesta opionione, il fondo è una qualità che si allena. si allena fin da bambini. Non è un caso che i fondisti, fin da bimbi, fossero soliti compiere sforzi inimmaginabili - si vedano le storie di Quintana e Coppi in primis. Certo, non dico che debbano necessariamente uscire da Ciaula guarda la luna come i due sopracitati esempi, però ti abitui alla resistenza prima di tutto di testa e poi di gambe. E come la matematica, diventi bravo facendo esercizi, sbagliando e rifacendone altri (non credo alla storia che uno nasca 'portato' per la matematica...). Come per la matematica, tuttavia, il rischio di rimanere bruciati è estremamente alto (spende ore fin da piccoli è logorante, sia fisicamente che mentalmente).

Il problema con le nuove leve è che fanno un sacco di 'esercizi specifici', con l'allenatore che ferma i ragazzi a valle ad uno strappo/salita, facendogli fare delle ripetute, con pause tra una ripetuta e l'altra, ecc. Certo, magari sulla sparata di 20 secondi, 1 o 5 minuti possono avere qualcosa in più, però quando c'è da lavorare in acido lattico questi alla fine non reggono, prima di tutto di testa, semplicemente perchè non ne sono abituati.

That's my two cents.


Utenti ignorati: Strong, Salvatore77, beppesaronni

Avatar utente
lambohbk
Messaggi: 2378
Iscritto il: giovedì 13 ottobre 2016, 23:27

Re: Elia Viviani

Messaggio da leggere da lambohbk » martedì 20 marzo 2018, 22:01

L'obiettivo di quest'anno deve essere Maglia Ciclamino al Giro con almeno una tappa (col treno che ha meglio 2 o 3).

Poi seconda parte di stagione con Vuelta (spero io) oppure le varie corse tipo Amburgo e Plouay.

Non creerei troppe aspettative, già se troviamo un velocista in grado di ottenere quelle 10 vittorie all'anno (con qualche tappa nei GT) può andare benissimo.


FC 2017: Dwars Door Vlaanderen, La Panne, Paesi Baschi, Vuelta España - Combinata, Japan Cup, "L'Altro Lombardia"
FC 2018: Tour of the Alps, "L'Altro Mondiale", 3° Classificato Classifica Generale
FC 2019: Tour of California

Avatar utente
Visconte85
Messaggi: 10249
Iscritto il: giovedì 8 maggio 2014, 14:27

Re: Elia Viviani

Messaggio da leggere da Visconte85 » martedì 20 marzo 2018, 23:05

pacho ha scritto:Ciao, premetto che Viviani mi ha stupito positivamente in questa prima parte dell'anno. Ha vinto corse contro fior di velocisti. Prima di fare pubblica ammenda (non ho mai considerato Viviani un velocista in grado di battagliare con i Gaviria, quel che resta di Cav. Kittel, Kristov, e compagnia) mi son imposto di aspettare la Sanremo: e purtroppo ha confermato i miei timori.

Secondo me, per fare quello che ha fatto da fine gennaio/febbraio a inizio marzo è arrivato molto più in forma di altri, o gli altri ci sono arrivati più tardi. D'altro lato, sono finiti i tempi degli Zabel quando si arrivava alla classicisima con quasi 20.000 km sulle gambe (anche se Ewan potrebbe averlo fatto).

E' li che vedi la differenza tra il velocista campione (alla Kristov per esempio, che mi piace da morire, non delude mai, alla fine superato un certo chilometraggio, è sempre li) e il buonissimo corridore, come Viviani.

Capitolo fondo: secondo la mia modesta opionione, il fondo è una qualità che si allena. si allena fin da bambini. Non è un caso che i fondisti, fin da bimbi, fossero soliti compiere sforzi inimmaginabili - si vedano le storie di Quintana e Coppi in primis. Certo, non dico che debbano necessariamente uscire da Ciaula guarda la luna come i due sopracitati esempi, però ti abitui alla resistenza prima di tutto di testa e poi di gambe. E come la matematica, diventi bravo facendo esercizi, sbagliando e rifacendone altri (non credo alla storia che uno nasca 'portato' per la matematica...). Come per la matematica, tuttavia, il rischio di rimanere bruciati è estremamente alto (spende ore fin da piccoli è logorante, sia fisicamente che mentalmente).

Il problema con le nuove leve è che fanno un sacco di 'esercizi specifici', con l'allenatore che ferma i ragazzi a valle ad uno strappo/salita, facendogli fare delle ripetute, con pause tra una ripetuta e l'altra, ecc. Certo, magari sulla sparata di 20 secondi, 1 o 5 minuti possono avere qualcosa in più, però quando c'è da lavorare in acido lattico questi alla fine non reggono, prima di tutto di testa, semplicemente perchè non ne sono abituati.

That's my two cents.
:hippy:


2014:Giro tp21,Tour tp10,Vuelta tp3, ARGENTO Ponferrada
2015:Giro anch'io 3°,Tour tp10 e 20, GpMontreal
2016:GandWevelgen, Svizzera, Tour tp13, Vuelta tp10
2017:Tour tp10 Vuelta tp2
2018:Scheldeprijs, Giro tp21, Tour tp11
2019:Kuurne-Bruxelles-Kuurne

Avatar utente
nino58
Messaggi: 10674
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: Elia Viviani

Messaggio da leggere da nino58 » mercoledì 21 marzo 2018, 11:14

Uno veloce che sia fondamentalmente un pistard (da velocità o da prove multiple in cui i punti li fa nelle prove di velocità, come Viviani) è difficile che vinca corse di quasi 300 Km.
Sercu, ad esempio, Campione del Mondo della velocità, vinceva tappe (e pure un Giro di Sardegna) dappertutto, ma ad un buon risultato alla Sanremo non ci si è mai avvicinato.
Gaviria a Sanremo si è andato ad incartare da solo a 300 metri dall'arrivo.
Viviani, non a caso, si rialza a 250 metri dall'arrivo.
Però mi resta il dubbio che non faccia la volata perchè capisce che ha già vinto Nibali.
Non so, è un dubbio.
Poi, certo, al massimo terzo poteva arrivare con l'Ewan di sabato scorso.
Ma non sarebbe stato un brutto risultato.


Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!

Avatar utente
Tranchée d'Arenberg
Messaggi: 17049
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:50
Località: Falconara Albanese (CS)

Re: Elia Viviani

Messaggio da leggere da Tranchée d'Arenberg » mercoledì 21 marzo 2018, 11:21

nino58 ha scritto:Uno veloce che sia fondamentalmente un pistard (da velocità o da prove multiple in cui i punti li fa nelle prove di velocità, come Viviani) è difficile che vinca corse di quasi 300 Km.
Sercu, ad esempio, Campione del Mondo della velocità, vinceva tappe (e pure un Giro di Sardegna) dappertutto, ma ad un buon risultato alla Sanremo non ci si è mai avvicinato.
Gaviria a Sanremo si è andato ad incartare da solo a 300 metri dall'arrivo.
Viviani, non a caso, si rialza a 250 metri dall'arrivo.
Però mi resta il dubbio che non faccia la volata perchè capisce che ha già vinto Nibali.
Non so, è un dubbio.
Poi, certo, al massimo terzo poteva arrivare con l'Ewan di sabato scorso.
Ma non sarebbe stato un brutto risultato.
A me è sembrato rimbalzare, però ci sta quello che dici tu, ovvero che una volta data per persa la corsa (Nibali ai -100 aveva già le braccia al cielo) non si sia impegnato alla morte per la volata. Ed è lo stesso motivo per cui non prenderei troppo sul serio (cioè più del dovuto) il piazzamento di Ewan. Sia chiaro, ha fatto una gran volata, ma bisogna capire chi tra gli altri la volata l'ha fatta sul serio e chi no. Le volate dei piazzati son sempre così.

Sulle sue doti di fondo ci sta il ragionamento che fai. Essendo stato (anche) un pistard fino all'altro ieri, probabilemente non ha mai allenato abbastanza il suo fondo. E' altrettanto vero che l'anno scorso ha vinto Amburgo (220 km) e Plouay (240 km) davanti a fior fior di corridori. La corsa Bretone tra l'altro non è neanche altimetricamente più facile di una Sanremo.


Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Generale
Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Classiche
Cobblestone 2013 - 1° Classifica Semiclassiche

FantaCycling Manager 2016 - 1° Classifica (squadre)

Avatar utente
Oro&Argento
Messaggi: 830
Iscritto il: giovedì 23 giugno 2016, 13:23

Re: Elia Viviani

Messaggio da leggere da Oro&Argento » mercoledì 21 marzo 2018, 11:24

Viviani ha detto che non ne aveva proprio negli ultimi 200 metri...non sarei così pessimista per il futuro,in fondo anche Cipollini e Petacchi hanno faticato a vincere una San Remo



Avatar utente
Tranchée d'Arenberg
Messaggi: 17049
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:50
Località: Falconara Albanese (CS)

Re: Elia Viviani

Messaggio da leggere da Tranchée d'Arenberg » mercoledì 21 marzo 2018, 11:59

Oro&Argento ha scritto:Viviani ha detto che non ne aveva proprio negli ultimi 200 metri...non sarei così pessimista per il futuro,in fondo anche Cipollini e Petacchi hanno faticato a vincere una San Remo
Anche perchè non era l'unico senza gambe nel finale...


Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Generale
Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Classiche
Cobblestone 2013 - 1° Classifica Semiclassiche

FantaCycling Manager 2016 - 1° Classifica (squadre)

Avatar utente
il_panta
Messaggi: 4818
Iscritto il: lunedì 21 maggio 2012, 13:39

Re: Elia Viviani

Messaggio da leggere da il_panta » mercoledì 21 marzo 2018, 12:03

Viviani deve sgomitare con Gaviria per la leadership in certe corse, e non ha il palmares di Sagan su strada, per cui mi sembra fuori dal mondo supporre che un secondo posto gli faccia schifo. Passi per Sagan, ma tutti gli altri un secondo posto a Sanremo non lo buttano via di certo.


2019: Giro d'Italia tp 4, 5, 20; 1° Giro d'Italia classifica generale; Tour de France: tp 1, tp 10.


Rispondi