Riccardo Riccò

Il mondo dei professionisti tra gare e complessità, e più in generale l'approccio al ciclismo di ogni appassionato
Boll
Messaggi: 285
Iscritto il: domenica 22 luglio 2012, 21:32

Re: Riccardo Riccò

Messaggio da leggereda Boll » sabato 4 ottobre 2014, 15:04

Deadnature ha scritto:Come esercizio di provocazione e stimolo intellettuale è molto interessante e ben scritto, seppur assolutorio in maniera a tratti quasi parodistica. Tipo qui:

Diventato dilettante, Riccardo conosce però una parola terribile. Una parola che annebbia la mente e indurisce il cuore. Disillusione. I suoi avversari sembrano aerei da caccia. Passistoni sovrappeso che volano in salita. Riccardo arriva ai piedi delle montagne già esausto e non riesce più a fare la differenza sul suo terreno preferito. Alcuni sorridono della sua ingenuità. Il Cobra decide di adeguarsi. Un piccolo aiuto chimico, una ‘cura’ di due mesi ed eccolo di nuovo vincente. Se si gioca alla pari, il Cobra non ha rivali.

Anche meno, dai.

Riguardo al tono generale dell'articolo e dell'autobiografia, invece, non riesco proprio a emozionarmi per Riccò, né tantomeno a vedere in lui una qualche grandezza tragica.


Bah, sì, il pezzo è scritto discretamente, ma ha grossi problemi di logica, sia nel descrivere il "rapporto" fra Riccò e il doping (seguendo la catena logica direi che arrivare secondo al giro dietro Contador sia "atleticamente più facile" di superare in salita i cicciopassistoni nei dilettanti :dubbio: :dubbio: ) sia nel tentativo generale di "dare un senso" allo sport professionistico prescindendo dalla genetica. Lo sport è principalmente genetica (o un mix di genetica+ambiente nei primissimi anni di vita, ma qui stiamo sottilizzando sul linguaggio), che piaccia o no. Mi fanno sempre molto sorridere ragionamenti tipo questo:

Soprattutto, l’EPO permette di usare abnegazione, scienza e intelligenza per sopperire alle differenze biologiche che la natura (o il caso) stabiliscono. Hamilton aveva un livello di ematocrito molto più basso della media: fosse stato per la sua biologia, non avrebbe mai potuto competere con atleti più fortunati di lui, nati con un sangue più ricco di globuli rossi. Anche allenandosi più a lungo e più duramente degli altri, fino a modificare radicalmente la conformazione muscolare del proprio corpo, non ce l’avrebbe fatta.


Le persone (purtroppo non poche) che ragionano in questo modo sembrano attribuire una caratteristica speciale a ciò che chiamano "intelligenza" o ancora peggio "volontà", come se queste caratteristiche fossero in qualche modo un merito dell'individuo indipendentemente dal "sorteggio iniziale". Senza scendere nei dettagli annoianti di quale sia il mio pensiero sulla natura delle cose e dell'uomo, mi pare evidente che ci "si meriti" tanto l'eccesso di globuli rossi quanto la maggiore rapidità-efficenza delle sinapsi cerebrali. Ognuno può scegliere il metro che vuole per valutare quali caratteristiche per lui siano "migliori", ma voler sostenere che quelle che abbiamo scelto (solitamente, fra l'altro, perché noi stessi ne possediamo, o crediamo di possederne, in misura maggiore) siano più "genuine" di altre è, a mio avviso, un atto di grande scorrettezza.

[Scusatemi il delirio, spero si capisca anche vagamente il concetto che voglio esprimere]




prof
Messaggi: 1236
Iscritto il: lunedì 14 marzo 2011, 2:44

Re: Riccardo Riccò

Messaggio da leggereda prof » domenica 5 ottobre 2014, 10:39

Boll ha scritto:...
[Scusatemi il delirio, spero si capisca anche vagamente il concetto che voglio esprimere]

No, non ci capisco niente.
Però sei ampiamente scusato lo stesso.



Avatar utente
jerrydrake
Messaggi: 4580
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 12:14

Re: Riccardo Riccò

Messaggio da leggereda jerrydrake » domenica 5 ottobre 2014, 13:49

Boll ha scritto:[Scusatemi il delirio, spero si capisca anche vagamente il concetto che voglio esprimere]

Abbiamo capito che frequenti lo stesso farmacista del Cobra :diavoletto:



Avatar utente
Subsonico
Messaggi: 5554
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:13

Re: Riccardo Riccò

Messaggio da leggereda Subsonico » domenica 5 ottobre 2014, 14:07

jerrydrake ha scritto:
Boll ha scritto:[Scusatemi il delirio, spero si capisca anche vagamente il concetto che voglio esprimere]

Abbiamo capito che frequenti lo stesso farmacista del Cobra :diavoletto:


LOL :diavoletto:


VINCITORE DEL FANTATOUR 2016 SUL CAMPO: certe fantaclassifiche verranno riscritte...

"Stufano è un Peter Sagan che ha smesso di sognare (E.Vittone) "

herbie
Messaggi: 3237
Iscritto il: sabato 26 febbraio 2011, 17:19

Re: Riccardo Riccò

Messaggio da leggereda herbie » lunedì 6 ottobre 2014, 18:08

Boll ha scritto:
Le persone (purtroppo non poche) che ragionano in questo modo sembrano attribuire una caratteristica speciale a ciò che chiamano "intelligenza" o ancora peggio "volontà", come se queste caratteristiche fossero in qualche modo un merito dell'individuo indipendentemente dal "sorteggio iniziale". Senza scendere nei dettagli annoianti di quale sia il mio pensiero sulla natura delle cose e dell'uomo, mi pare evidente che ci "si meriti" tanto l'eccesso di globuli rossi quanto la maggiore rapidità-efficenza delle sinapsi cerebrali. Ognuno può scegliere il metro che vuole per valutare quali caratteristiche per lui siano "migliori", ma voler sostenere che quelle che abbiamo scelto (solitamente, fra l'altro, perché noi stessi ne possediamo, o crediamo di possederne, in misura maggiore) siano più "genuine" di altre è, a mio avviso, un atto di grande scorrettezza.

[Scusatemi il delirio, spero si capisca anche vagamente il concetto che voglio esprimere]


se non capisco male, sarei d'accordo con te. Anche l' intelligenza, ma soprattutto la volontà ( che in questo contesto forse sarebbe più corretto chiamare "perseveranza", o "pervicacia nel sacrificio") appartengono al bagaglio innato ( o derivante dalla formazione infantile) della persona e inoltre non sono a mio avviso nemmeno analizzabili separatamente rispetto alla fisicità della persona, anzi trovano nel suo essere-corpo, con il continuo e inscindibile flusso di autopercezioni, singolari e caratteristiche di ciascuno, che ne derivano, una fonte, perfino un fondamento inevitabile.
Però mi sfugge il nesso con il ragionamento dell'articolo. Nell'articolo si dice che l'EPO consente di usare l'arma della "perseveranza", dell'abile organizzazione nell'allenamento, della ferrea volontà, che altrimenti sarebbero rese pressochè inutili dai differenti valori fisici di partenza, per colmare questo gap, allenandosi come naturalmente non sarebbe possibile.

Tuttavia vorrebbe anche suggerire che l'ipoteticamente talentuoso, come Riccò, inizialmente sarebbe appunto svantaggiato da questo possibile preponderante uso di facoltà non-fisiche nello sport, uso reso possibile dall'apporto di EPO nella preparazione. Quindi in via di principio riterrebbe più corretto, o "nobile", come dici tu, lo sfruttamento di facoltà prettamente fisiologico-atletiche in una disciplina sportiva, rispetto all'utilizzo di quelle cosiddette "intellettuali" (separazione tra facoltà che pure io ritengo antropologicamente fuorviante), utilizzo reso possibile dal doping ematico.

PS: vorrei far notare che l'epiteto di "innominato", l'ho letto per primo da PROF....il copyright è suo, gli vanno i diritti d'autore!




prof
Messaggi: 1236
Iscritto il: lunedì 14 marzo 2011, 2:44

Re: Riccardo Riccò

Messaggio da leggereda prof » martedì 7 ottobre 2014, 12:39

L'articolo mi piace perché offre degli spunti interessanti.
La citazione di Eero Maentyranta, poi è per me musica purissima. Era una figura leggendaria, che seguivo affascinato dalla sua aura ieratica di uomo che si allenava nel buio delle foreste della sua Finlandia. Quello stesso buio e quelle stesse foreste che costarono la carriera ad un altro grande, il nostro Marcello De Dorigo, che vi si perdette e vide terminare così' una carriera che sarebbe stata fulgidissima anch'essa.
Maentyranta danzava sulla neve con una leggerezza ed una grazia che solo gli uomini delle aurore boreali sembrano possedere; terre di grandi e solitari fondisti.
Le sue vittorie erano sempre opere d'arte; vinse tutto e sempre con una facilità che non sembrava umana, la facilità dell'artista, del genio.
Il vedere il nome di Maentyranta vicino a quello di Ricco' mi regala una delle poche emozioni degli ultimi anni: in effetti c'era qualcosa di Maentyranta anche nel gesto sportivo del nostro, assolutamente unico per leggerezza e potenza.



Avatar utente
Mystogan
Messaggi: 3090
Iscritto il: domenica 23 febbraio 2014, 12:28

Re: Riccardo Riccò

Messaggio da leggereda Mystogan » sabato 11 ottobre 2014, 18:08

Il talento c'era eccome,purtroppo poi sappiamo com'è finita



Avatar utente
Subsonico
Messaggi: 5554
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:13

Re: Riccardo Riccò

Messaggio da leggereda Subsonico » domenica 26 ottobre 2014, 13:43

Qualcuno mi sa dire se "Funerale in Giallo" è già uscito in Italia ed in italiano?


VINCITORE DEL FANTATOUR 2016 SUL CAMPO: certe fantaclassifiche verranno riscritte...

"Stufano è un Peter Sagan che ha smesso di sognare (E.Vittone) "

Avatar utente
Maìno della Spinetta
Messaggi: 4535
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 15:53

Re: Riccardo Riccò

Messaggio da leggereda Maìno della Spinetta » lunedì 27 ottobre 2014, 12:21

Mystogan ha scritto:Il talento c'era eccome,purtroppo poi sappiamo com'è finita


Domenica mi son visto per nostalgia dei pezzi della Legnano Monte Pora 2008, 222 km e 15 corridori a meno 80 dalla fine lungo il Vivione,
con Di Luca e Sav all'attacco, Riccò che passa Contador estenuato dall'inseguimento - tanta roba,
vederlo lì con Contador e pensare a com'è finita...


“Our interest’s on the dangerous edge of things.
The honest thief, the tender murderer, the superstitious atheist”.

Avatar utente
danilodiluca87
Messaggi: 1733
Iscritto il: sabato 11 dicembre 2010, 0:15
Località: Frosolone (IS)

Re: Riccardo Riccò

Messaggio da leggereda danilodiluca87 » lunedì 27 ottobre 2014, 13:36

Maìno della Spinetta ha scritto:
Mystogan ha scritto:Il talento c'era eccome,purtroppo poi sappiamo com'è finita


Domenica mi son visto per nostalgia dei pezzi della Legnano Monte Pora 2008, 222 km e 15 corridori a meno 80 dalla fine lungo il Vivione,
con Di Luca e Sav all'attacco, Riccò che passa Contador estenuato dall'inseguimento - tanta roba,
vederlo lì con Contador e pensare a com'è finita...


piccoli flash....

- dal Vivione il primo a buttarsi fu ddl, poi seguito dal falco e da Nibali (famosi discesistii)
- frenata con bloccaggio dell'anteriore per ddl sulle strisce pedonali
- "due e diciottooo....di luca maglia rosa virtuale"
- il grande Giairo Ermeti....
- la mitica vittoria di Vasiiily
....e se non c'era Colom quel giorno :D


Il KILLER di Spoltore

Avatar utente
Maìno della Spinetta
Messaggi: 4535
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 15:53

Re: Riccardo Riccò

Messaggio da leggereda Maìno della Spinetta » lunedì 27 ottobre 2014, 18:30

peccato che ermeti non si sia rialzato subito quel giorno;
e poi, DDL, con la crono finale poteva pure prendere la maglia, ma tanto l'avrebbe lasciata :)
Gran tappa comunque (225 km, e tanta pioggia... che sia la pioggia il trigger dei veri tapponi? :) )


“Our interest’s on the dangerous edge of things.
The honest thief, the tender murderer, the superstitious atheist”.

Avatar utente
nemecsek
Messaggi: 931
Iscritto il: mercoledì 9 febbraio 2011, 1:14

Re: Riccardo Riccò

Messaggio da leggereda nemecsek » venerdì 27 marzo 2015, 20:19

Ricchiricc inizia il tour promozionale del suo (sic) libro

Riccardo Riccò: "Tour, doping e suicidio, vivo in fuga"

al sobrio titolo segue un incipit altrettanto pacato

UN PENTITO , un criminale, un furbo, un padre, un dopato. Si racconta, Riccardo Riccò. In 31 anni ne ha combinate tante come tanti: ha pagato come pochi, come nessuno. Ma chi è e cosa è diventato Riccardo Riccò?

alcuni stralci

Ho accarezzato l'idea del suicidio, il libro si apre con quell'attimo in cui ho deciso di non premere il grilletto della Walther Waffenfabrik

Cosa pensa del ciclismo di oggi?
"Che è lontanissimo dall'aver risolto i suoi problemi, che molta della gente che c'era allora c'è ancora adesso".
Di Nibali?
"Non metterei la mano sul fuoco su nessuno".


Speranze?
"Non vivo di speranze. Vivo di avventure, col pugnale tra i denti, come D'Annunzio a Fiume. Non esistono gli eroi: esistono l'azzardo e il coraggio. E di me un giorno dovranno dire: è stato un uomo spericolato. Basterebbe".


Qui il link http://www.repubblica.it/sport/ciclismo ... 108906413/ per chi volesse leggere l articolo completo di quello che è stato definito, con geniale arguzia, il G G Allin del ciclismo :diavoletto:

...Gigi chi ?!?
...gnente Riccardo, tranquillo... è uno tipo D' Annunzio... era un complimento... :diavoletto: :diavoletto: :diavoletto:


A volte il dito indica proprio il dito, non la luna.
Dopo Campiglio qualcuno ha abbandonato il ciclismo, qualcun altro ha ripreso a seguirlo.
I veri campioni erano quelli che dicevano no [Winter]

herbie
Messaggi: 3237
Iscritto il: sabato 26 febbraio 2011, 17:19

Re: Riccardo Riccò

Messaggio da leggereda herbie » venerdì 27 marzo 2015, 21:04

un uomo che vive ancora su una china troppo pericolosa. Intorno, gli ruotano ancora nemici, gli stessi che quasi lo hanno ucciso, gli stessi che ora gli mettono idee in testa fuori dalla realtà.
Non riesco a sopportare di vedere l'invidia trionfante, sguazzante nel fango di una meschinità imbarazzante, di chi gode a veder rovinata una vita.
Ha annunciato per quest'anno di tentare altri record, s. pellegrino in Alpe, Mont Faron e Lure. Il Mont Ventoux era troppo aleatorio, così condizionato dalla forza e direzione del vento. E poi ci sono registrati dei tempi mostruosi....
questo è il suo aggancio con la realtà, lì deve stare.



prof
Messaggi: 1236
Iscritto il: lunedì 14 marzo 2011, 2:44

Re: Riccardo Riccò

Messaggio da leggereda prof » sabato 28 marzo 2015, 1:22

herbie ha scritto:...
Non riesco a sopportare di vedere l'invidia trionfante, sguazzante nel fango di una meschinità imbarazzante, di chi gode a veder rovinata una vita.
....

Ti capisco; a volte mi chiedo se continuare a interessarmi e a parlare di questo ciclismo non sia rendermi in qualche modo complice di quella merda li'. Finisco sempre per giustificarmi con l'età che, con la demenza e l'ispessimento delle arterie, inevitabilmente produce un aumento anche nel tasso di cinismo ...



Avatar utente
nemecsek
Messaggi: 931
Iscritto il: mercoledì 9 febbraio 2011, 1:14

Re: Riccardo Riccò

Messaggio da leggereda nemecsek » sabato 28 marzo 2015, 10:38

Vi è il fondato rischio che diventi carne da pamphlet, genere letterario non sconosciuto a queste pagine... :angelo:
Alle inquietudini manichee di irrequiete maestrine, meglio un bel fumettone ollivudiano; ammiratori di Riccardino, raduniamoci sotto la becera bandiera del "praud to be ignorant"

https://www.youtube.com/watch?v=aXzlzlLl9KU

Bang your head! metal health'll drive you mad !!!
Band your head! metal health'll drive you mad !!!


A volte il dito indica proprio il dito, non la luna.
Dopo Campiglio qualcuno ha abbandonato il ciclismo, qualcun altro ha ripreso a seguirlo.
I veri campioni erano quelli che dicevano no [Winter]

prof
Messaggi: 1236
Iscritto il: lunedì 14 marzo 2011, 2:44

Re: Riccardo Riccò

Messaggio da leggereda prof » sabato 28 marzo 2015, 12:31

Boh, il rischio piu' grosso che vedo è che qualche babbeo con velleità fumisto-pedagogiche ci voglia apparecchiare una qualche lezioncina su cosa si deve fare per essere personcine ammodo e intelligenti ...



Avatar utente
nemecsek
Messaggi: 931
Iscritto il: mercoledì 9 febbraio 2011, 1:14

Re: Riccardo Riccò

Messaggio da leggereda nemecsek » giovedì 23 luglio 2015, 6:38

Bang your head! metal health'll drive you mad !!!
Band your head! metal health'll drive you mad !!!



http://www.gazzetta.it/Ciclismo/22-07-2 ... 9373.shtml

ma il nostro non pare preoccupato... grande cobra! :champion:
pista ciclabile suka :bll:


Immagine


https://www.youtube.com/watch?v=aXzlzlLl9KU

Bang your head! metal health'll drive you mad !!!
Band your head! metal health'll drive you mad !!!


A volte il dito indica proprio il dito, non la luna.
Dopo Campiglio qualcuno ha abbandonato il ciclismo, qualcun altro ha ripreso a seguirlo.
I veri campioni erano quelli che dicevano no [Winter]

Avatar utente
nemecsek
Messaggi: 931
Iscritto il: mercoledì 9 febbraio 2011, 1:14

Re: Riccardo Riccò

Messaggio da leggereda nemecsek » domenica 16 agosto 2015, 16:52

Band your head! metal health'll drive you mad !!!
Band your head! metal health'll drive you mad !!!

...mantre i divanisti da ciclowebbe se rigereno*, ce sta chi fatica....

Grande Cobra :clap:

Salendo verso sestola #riccardoriccoontour

Immagine

Band your head! metal health'll drive you mad !!!
Band your head! metal health'll drive you mad !!!


*...oggi 30k de lungo in ottica turinmaraton, possinodammenacortellataquannomesoiscritto...


A volte il dito indica proprio il dito, non la luna.
Dopo Campiglio qualcuno ha abbandonato il ciclismo, qualcun altro ha ripreso a seguirlo.
I veri campioni erano quelli che dicevano no [Winter]

Avatar utente
nemecsek
Messaggi: 931
Iscritto il: mercoledì 9 febbraio 2011, 1:14

Re: Riccardo Riccò

Messaggio da leggereda nemecsek » mercoledì 26 agosto 2015, 6:30

Band your head! metal health'll drive you mad !!! Immagine Immagine Immagine
Band your head! metal health'll drive you mad !!! Immagine Immagine Immagine

Immagine

Per chi preferisse la gazzosa e l autoerotismo, abbiamo l alternativa
http://www.anticocasalediscansano.it/bi ... tambrogio/

Serata con don Mazzi e diapositive :diavoletto:


A volte il dito indica proprio il dito, non la luna.
Dopo Campiglio qualcuno ha abbandonato il ciclismo, qualcun altro ha ripreso a seguirlo.
I veri campioni erano quelli che dicevano no [Winter]

Avatar utente
Celun
Messaggi: 2745
Iscritto il: martedì 8 febbraio 2011, 18:05

Re: Riccardo Riccò

Messaggio da leggereda Celun » mercoledì 26 agosto 2015, 15:21

se ritorna nel 2024 un giro dell'Appenino o un Matteotti lo può sempre mettere in carniere..
io aspetto fiducioso, mancano solo 9 anni!



Avatar utente
CarbonaraJazz
Messaggi: 141
Iscritto il: sabato 24 giugno 2017, 15:52

Re: Riccardo Riccò

Messaggio da leggereda CarbonaraJazz » giovedì 28 dicembre 2017, 12:37

Vorrebbe tornare a correre nel 2024, a 40 anni, dopo aver scontato la squalifica...
Lo riporta la Gazzetta:
http://www.gazzetta.it/Ciclismo/27-12-2 ... 3128.shtml


..."Maccarone, m'hai provocato e io te distruggo"...

lionello91
Messaggi: 489
Iscritto il: martedì 21 luglio 2015, 18:51

Re: Riccardo Riccò

Messaggio da leggereda lionello91 » giovedì 28 dicembre 2017, 17:26

Un grande il cobra,semplicemente un grande!!!
Le sue rasoiate erano un qualcosa di incredibile



Avatar utente
Slegar
Messaggi: 3841
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:49

Re: Riccardo Riccò

Messaggio da leggereda Slegar » giovedì 28 dicembre 2017, 19:42

lionello91 ha scritto:Un grande il cobra,semplicemente un grande!!!
Le sue rasoiate erano un qualcosa di incredibile

Il Cobra non c'è più, parola di Riccardo Riccò, o almeno del sottotitolo della Gazza cartacea.



Avatar utente
Otto Kruger
Messaggi: 344
Iscritto il: giovedì 20 luglio 2017, 16:50

Re: Riccardo Riccò

Messaggio da leggereda Otto Kruger » giovedì 28 dicembre 2017, 20:35

Nonnocobra cancellerà i record di Nonnhorner!
Frigo nuovo e tornerà più forte di prima :diavoletto:
E ora tutti alle canarie a farci un gelatino :hippy:



Avatar utente
nemecsek.
Messaggi: 1066
Iscritto il: mercoledì 6 gennaio 2016, 22:35

Re: Riccardo Riccò

Messaggio da leggereda nemecsek. » giovedì 28 dicembre 2017, 20:43



...mai trovato positivo...
sto a parlà de Lance, brò... :diavoletto:

trecentobalene
Messaggi: 1398
Iscritto il: sabato 1 giugno 2013, 13:24

Re: Riccardo Riccò

Messaggio da leggereda trecentobalene » lunedì 1 gennaio 2018, 2:48

Se lui pensa di non essere capito
chiedere e me se pensiamo di non
Essere capiti, Capito???

Se lui fa il gelato alle noci
ed io mangio i pansoti alle noci
che pensano i pastori essere di voci
e latte ed eco ed aria ex fauci
e lacci, metter su'due raggi, Capito???

Se lui si gela a Tenerife, con il caldo
Della sua narix, con il gelo del helo
Di quella che e'cuginetta di afrodit
Della mia stessa marca di fabbricatore
Di gelati.

Della mia stesa stesa discesa
Della mia stesa stresa è indifesa
Della mia discesa della mia privacy
Della mia discesa
Della mia stresa della mia vodka and icy
And sour and vodka and privacy.

Capito???

Se lui parla io non lo capisco
Se lui parla io non lo capisco
Capito???

Se a Verona beat beat beat se a
Girona beat beer,
Se invece ti tocca un uomo.
Capitolo???



trecentobalene
Messaggi: 1398
Iscritto il: sabato 1 giugno 2013, 13:24

Re: Riccardo Riccò

Messaggio da leggereda trecentobalene » lunedì 1 gennaio 2018, 2:50

Se lui pensa di non essere capito
chiedere e me se pensiamo di non
Essere capiti, Capito???

Se lui fa il gelato alle noci
ed io mangio i pansoti alle noci
che pensano i pastori essere di voci
e latte ed eco ed aria ex fauci
e lacci, metter su'due raggi, Capito???

Se lui si gela a Tenerife, con il caldo
Della sua narix, con il gelo del helo
Di quella che e'cuginetta di afrodit
Della mia stessa marca di fabbricatore
Di gelati.

Della mia stesa stesa discesa
Della mia stesa stresa è indifesa
Della mia discesa della mia privacy
Della mia discesa
Della mia stresa della mia vodka and icy
And sour and vodka and privacy.

Capito???

Se lui parla io non lo capisco
Se lui parla io non lo capisco
Capito???

Se a Verona beat beat beat se a
Girona beat beer,
Se invece ti tocca un uomo.
Capito???