Giro 2018

Il mondo dei professionisti tra gare e complessità, e più in generale l'approccio al ciclismo di ogni appassionato

Giro 2018

UNREAD_POSTdi Basso » mercoledì 11 maggio 2016, 13:24

Troppo presto? Forse no, considerati i rumors (e stavolta qualcosa in più) che circolano http://www.cicloweb.it/news/2016/05/11/rispunta-l-idea-di-una-partenza-del-giro-d-italia-dal-giappone-progetto-da-35-milion
11: Vuelta7, Prato
12: Appennino, JapanCup
13: Giro9, ITA RR, Vuelta20, Sabatini
14: Vasco, Dauphiné, Tour3, Tour21, Polonia, TreValli
15: Laigueglia, Escaut, Giro2, Giro18, Giro, Tour13, Fourmies
16: Nice, Vuelta12
17: Frankfurt, Tour11, Vuelta16, Chrono
Basso
 
Messaggi: 11675
Iscritto il: sabato 21 maggio 2011, 17:03
Località: Vicenza

Re: Giro 2018

UNREAD_POSTdi udra » mercoledì 11 maggio 2016, 13:37

Mi pare una grandissima operazione economica e commerciale, ma a me la cosa non piace proprio.
Avatar utente
udra
 
Messaggi: 4390
Iscritto il: mercoledì 1 ottobre 2014, 10:29

Re: Giro 2018

UNREAD_POSTdi torcia86 » mercoledì 11 maggio 2016, 13:46

sarebbe qualcosa di mai fatto prima, sicuramente un rischio, ma aprirebbe scenari commerciali e di visibilità impressionanti.
torcia86
 
Messaggi: 339
Iscritto il: lunedì 5 ottobre 2015, 13:52

Re: Giro 2018

UNREAD_POSTdi scaccianuvole » mercoledì 11 maggio 2016, 14:12

non bastano a RCS gli scenari aperti a Dubai e Abu Dhabi?
forse che attraverso il Giro e il ciclismo si vogliono fare utili per ripianare perdite in altri settori?

il giro è probabilmente la manifestazione sportiva popolare dove più forte è la tradizione, ma piano piano la stanno facendo a brandelli: passi cambiare colore a una maglia nel nome di uno sponsor, vanno bene le partenze all'estero che abbiamo visto riscuotono più successo che in certe altre zone d'italia (nord e sud senza differenza), ma una cosa intercontinentale la vedo proprio come un azzardo,

Vogliono aprire il Giro al mercato nipponico? che organizzino come fa ASO una corsa o un criterium a fine stagione con invito/obbligo di partecipazione ai vincitori delle maglie della corsa rosa e a chi si contraddistingue nell'edizione
scaccianuvole
 
Messaggi: 352
Iscritto il: domenica 19 agosto 2012, 15:36

Re: Giro 2018

UNREAD_POSTdi xwait » mercoledì 11 maggio 2016, 14:42

Restando piu' coi piedi per terra, considero una grossa occasione persa per il Giro non aver fatto una Grande Partenza in Germania.
(si sono fatti bagnare il naso dal Tour, ancora una volta, con ASO che investira' per prima in quell'importante mercato).

In Giappone il ciclismo e' si' sport oggi di grande richiamo, ma il punto di riferimento e' il Tour: CLICCA QUI (aaaaaaah, il valore del colore di una maglia)
Nei Criterium ASO come quello di Saitama, il pubblico e' sempre numerosissimo. Quindi l'interesse commerciale ci sarebbe...

Ma... la partenza in U.S.A.?

A me pare che, per il Giro, le partenze all'estero siano operazioni commerciali che alla fine accrescono il valore del Giro giusto per il paese ospitante, essendo per lo piu' ignorate in Italia (ascolti piu' bassi).

E' un po' come se l'organizzatore dicesse: "dato che il ciclismo in Italia non interessa piu', andiamo dove invece interessa" (Irlanda, Olanda,...).
Penso anche ai risultati della T-A (CLICCA QUI): grandi numeri, ma poi in Italia nessuno si e' accorto che era in svolgimento.

Pero' se il prodotto "Giro" perde valore nel suo paese d'origine, potrebbe alla lunga perderlo per il paese ospitante. O no?

Se prima non si fa diventare importante il ciclismo in Italia (ad esempio senza confinarlo oltre la 25esima pagina del quotidiano che organizza il Giro), anche queste operazioni rischiano di rimanere fini a se stesse.
xwait
 
Messaggi: 323
Iscritto il: mercoledì 1 aprile 2015, 15:34

Re: Giro 2018

UNREAD_POSTdi jumbo » mercoledì 11 maggio 2016, 16:35

Tra Giappone e USA, punterei sugli USA. Molto più gestibile in termini di durata di viaggio e anche di jet lag (svolgendo le tappe americane ad orario mattutino nel fuso locale).
jumbo
 
Messaggi: 3783
Iscritto il: sabato 1 ottobre 2011, 9:42

Re: Giro 2018

UNREAD_POSTdi Basso » mercoledì 11 maggio 2016, 16:43

jumbo ha scritto:Tra Giappone e USA, punterei sugli USA. Molto più gestibile in termini di durata di viaggio e anche di jet lag (svolgendo le tappe americane ad orario mattutino nel fuso locale).

L'ipotesi di Washington è però saltata definitivamente perché il nuovo sindaco non è interessato.
11: Vuelta7, Prato
12: Appennino, JapanCup
13: Giro9, ITA RR, Vuelta20, Sabatini
14: Vasco, Dauphiné, Tour3, Tour21, Polonia, TreValli
15: Laigueglia, Escaut, Giro2, Giro18, Giro, Tour13, Fourmies
16: Nice, Vuelta12
17: Frankfurt, Tour11, Vuelta16, Chrono
Basso
 
Messaggi: 11675
Iscritto il: sabato 21 maggio 2011, 17:03
Località: Vicenza

Re: Giro 2018

UNREAD_POSTdi Andrew » mercoledì 11 maggio 2016, 22:20

Secondo me è un occasione da non perdere!
Se ci sono paesi disposti ad investire sul Giro ben venga, farsi pubblicità è veramente troppo importante per la corsa rosa, specialmente considerando che l'avversario del Giro è il Tour.....
E considerando che prima o poi succederà che un GT parta così da lontano, molto meglio per noi che a farlo prima sia il Giro! Tanto più che un avvenimento senza precedenti come questo porterà sicuramente molta curiosità sulla corsa.
E' ovvio che prima bisognerà accordarsi con le squadre, ma se è vero che ci saranno rimborsi importanti, non credo avranno nulla da obiettare!
Andrew
 
Messaggi: 361
Iscritto il: venerdì 6 maggio 2011, 13:42

Re: Giro 2018

UNREAD_POSTdi xwait » giovedì 12 maggio 2016, 11:27

Provocazione.

Ma se, anziche' partire dalla luna, si facesse qualcosa per pubblicizzare il Giro in Italia?

Se RCS commissionasse un'indagine tra gli spettatori presenti live al Giro per valutare il loro grado di conoscenza, ad esempio, dei corridori presenti in gara, secondo me si troverebbe davanti una serie di facce a forma di punto interrogativo. Della serie "e chi li conosce questi?". Questo soprattutto tra i piu' giovani.

Le ultime partenze dall'estero sono state un successo di pubblico sul posto (Irlanda, Olanda), ma in Italia i relativi ascolti tv sono stati sotto la media.

Il Giro interessa piu' all'estero che in Italia. Il ciclismo in Europa sta rinascendo, mentre in Italia e' in declino.

Il piu' importante organizzatore di competizioni ciclistiche italiano, anziche' dire "noi andiamo dove c'e' l'interesse", perche' non si domanda il perche' in Italia l'interesse non c'e' piu'?

Partendo dalla luna i soldi entrano, mentre, pubblicizzando il Giro in Italia i soldi, almeno nell'imediato, escono.
Certo, se l'intento e' fare cassa subito, l'Italia non basta piu' al Giro.
Se invece si vuole fare un investimento mirato ad accrescere l'interesse degli italiani attorno al Giro nel giro dei prossimi 5-10 anni, tocca spendere.

Ancora oggi non capisco il perche' RCS dia carta bianca alla Rai nella gestione del palinsesto e del taglio/linguaggio giornalistico e della comunicazione televisiva del Giro.
Considerando che la Rai colloca l'evento all'interno di logiche d'ascolto interne (relegandolo solo su Rai3 e sui canali tematici, che sia visibile ma non troppo), direi che forse sarebbe anche il caso di cercare alternative verso emittenti televisive private. Certo, anche qui, dipende se l'organizzatore vuole solo incassare l'obolo nell'immediato o fare un'investimento coraggioso per cambiare rotta.


Conclusione: se RCS non ce la fa piu' e/o non e' piu' interessata ad organizzare corse, che cerchino qualcuno che possa acquistare il pacchetto.
Finira' che tra qualche anno avremo ASO anche qui (come in Spagna e Germania).
xwait
 
Messaggi: 323
Iscritto il: mercoledì 1 aprile 2015, 15:34

Re: Giro 2018

UNREAD_POSTdi Andrew » giovedì 12 maggio 2016, 12:22

xwait ha scritto:Provocazione.
Ma se, anziche' partire dalla luna, si facesse qualcosa per pubblicizzare il Giro in Italia?

Sicuramente una cosa del genere bisognerebbe farla, ma quanto ci potrà volere prima che il pubblico italiano si riavvicini in massa al ciclismo ed al Giro, sempre se accadrà? Tantissimi anni, forse decenni....
Nel frattempo però il Giro ha bisogno di una marea di soldi per poter fare fronte alla potenza del Tour, per potere convincere i grandi campioni a venire in Italia anzichè in Francia, e non credo si possa far finta di niente all'offerta giapponese.
Ti chiedo, se te fossi al comando del Giro e ti mettessero sul piatto quella cifra da capogiro te cosa faresti? La rifiuteresti?
Andrew
 
Messaggi: 361
Iscritto il: venerdì 6 maggio 2011, 13:42

Re: Giro 2018

UNREAD_POSTdi xwait » giovedì 12 maggio 2016, 13:28

Andrew ha scritto:se te fossi al comando del Giro e ti mettessero sul piatto quella cifra da capogiro te cosa faresti? La rifiuteresti?


Ma io non sono contrario alle partenze dall'estero, anzi.
Il punto e' che sono utili, appunto, solo per presentarsi al paese ospitante. In Italia le tappe estere registrano ascolti in media inferiori.
Tutto cio' ti fa capire quanto il Giro sia amato fuori e ignorato in casa propria :(

Fossi stato in RCS, avrei fatto di tutto per aver la Grande Partenza in Germania per il 2016 (mi pare di ricordare che qualche anno fa Berlino aveva rifiuato quella de Tour perche' troppo costosa. Il Giro avrebbe dovuto infilarsi li'...invece ora e' arrivata ASO).
Sarebbe ottimo partire a NY e non mi farei sfuggire questa occasione giapponese (li', come nel resto del mondo, c'e' fame di ciclismo).

Il pubblico italiano non ci si riavvicinera' mai al ciclismo di sua spontanea volonta'.
Non si deve cercare il vecchio pubblico ma renderlo attraente per un nuovo pubblico.
xwait
 
Messaggi: 323
Iscritto il: mercoledì 1 aprile 2015, 15:34

Re: Giro 2018

UNREAD_POSTdi presa 2 del Montello » mercoledì 7 dicembre 2016, 17:05

Sembra certo il ritorno del Kaiser, scalato prima dal versante di Ovaro e poi da quello di Sutrio o Priola(dal "Messaggero Veneto" di ieri): http://messaggeroveneto.gelocal.it/spor ... 1.14525316
Avatar utente
presa 2 del Montello
 
Messaggi: 1187
Iscritto il: lunedì 13 dicembre 2010, 10:08

Re: Giro 2018

UNREAD_POSTdi Walter_White » mercoledì 7 dicembre 2016, 17:36

Finalmente lo Zoncolan da Ovaro sarebbe sfruttato come luogo di passaggio e non di arrivo
guidobaldo de medici ha scritto:gilbert capitano era una cosa ridicola, non ha mai dato segno di poter reggere un fiandre, neppure lontanamente. del resto la scelta di fare la 3 giorni di de panne era già chiara.
Avatar utente
Walter_White
 
Messaggi: 6498
Iscritto il: mercoledì 23 marzo 2016, 18:01

Re: Giro 2018

UNREAD_POSTdi pereiro2982 » giovedì 8 dicembre 2016, 17:30

finalmente si torna su qualche salita da scalatore puro
spero che nel 2018 si recuperi qualche altra salita storica, monumentale, Bondone, tre cime ,e le alpi piemontesi
pereiro2982
 
Messaggi: 1232
Iscritto il: lunedì 16 maggio 2016, 14:18

Re: Giro 2018

UNREAD_POSTdi trautman80 » sabato 10 dicembre 2016, 14:56

Sembra certo il ritorno del Kaiser, scalato prima dal versante di Ovaro e poi da quello di Sutrio o Priola


Forse l'articolo è sbagliato volevano dire ultima salita versante da Priola. Per lo spettacolo meglio andare subito a Paularo e poi scendere verso Paluzza (come edizione 2010). Io spero che chiudano al pubblico i primi 3km di discesa verso Sutrio e considerino un giro piuttosto lungo (tipo altopiano di Lauco + Paularo) per permettere alla gente di spostarsi dopo il primo passaggio sullo Zoncolan.
C'è da considerare i km senza ammiraglia al seguito che per me sono una trentina, onde evitare sceneggiate stile Crostis.
trautman80
 
Messaggi: 44
Iscritto il: mercoledì 29 maggio 2013, 21:46

Re: Giro 2018

UNREAD_POSTdi Maìno della Spinetta » sabato 10 dicembre 2016, 18:09

trautman80 ha scritto:
Sembra certo il ritorno del Kaiser, scalato prima dal versante di Ovaro e poi da quello di Sutrio o Priola


Forse l'articolo è sbagliato volevano dire ultima salita versante da Priola. Per lo spettacolo meglio andare subito a Paularo e poi scendere verso Paluzza (come edizione 2010). Io spero che chiudano al pubblico i primi 3km di discesa verso Sutrio e considerino un giro piuttosto lungo (tipo altopiano di Lauco + Paularo) per permettere alla gente di spostarsi dopo il primo passaggio sullo Zoncolan.
C'è da considerare i km senza ammiraglia al seguito che per me sono una trentina, onde evitare sceneggiate stile Crostis.



Su Priola di sicuro non si può scendere, è una mulattiera da MTB praticamente. Ma è fattivbile in salita. Forse la cosa più fattibile è Zoncolan da Priola, discesa su Ovaro, Ravascletto, discesa su Sutrio, risalita allo ZOncolan. Contro, il Kaiser non fatto da Ovaro, che è un vero classico ormai; chiudere al traffico la Sella Valcalda che è una buona via di accesso alla funivia di salita al Kaiser per il pubblico pro, non avere il problema di quei 3 km molto pendenti da fare in discesa E POI in risalita come finale: come garantire l'ordine pubblico con tanta gente assiepata in una strada così stretta durante la discesa?
“Our interest’s on the dangerous edge of things.
The honest thief, the tender murderer, the superstitious atheist”.
Avatar utente
Maìno della Spinetta
 
Messaggi: 4365
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 15:53

Re: Giro 2018

UNREAD_POSTdi davide182 » lunedì 12 dicembre 2016, 9:55

Maìno della Spinetta ha scritto:
trautman80 ha scritto:
Sembra certo il ritorno del Kaiser, scalato prima dal versante di Ovaro e poi da quello di Sutrio o Priola


Forse l'articolo è sbagliato volevano dire ultima salita versante da Priola. Per lo spettacolo meglio andare subito a Paularo e poi scendere verso Paluzza (come edizione 2010). Io spero che chiudano al pubblico i primi 3km di discesa verso Sutrio e considerino un giro piuttosto lungo (tipo altopiano di Lauco + Paularo) per permettere alla gente di spostarsi dopo il primo passaggio sullo Zoncolan.
C'è da considerare i km senza ammiraglia al seguito che per me sono una trentina, onde evitare sceneggiate stile Crostis.



Su Priola di sicuro non si può scendere, è una mulattiera da MTB praticamente. Ma è fattivbile in salita. Forse la cosa più fattibile è Zoncolan da Priola, discesa su Ovaro, Ravascletto, discesa su Sutrio, risalita allo ZOncolan. Contro, il Kaiser non fatto da Ovaro, che è un vero classico ormai; chiudere al traffico la Sella Valcalda che è una buona via di accesso alla funivia di salita al Kaiser per il pubblico pro, non avere il problema di quei 3 km molto pendenti da fare in discesa E POI in risalita come finale: come garantire l'ordine pubblico con tanta gente assiepata in una strada così stretta durante la discesa?



Oddio lo zoncolan verso ovaro in discesa mi sa che é la peggio delle opzioni. Ci stanno 6km al 15% e la strada non è proprio un campione di larghezza, in più essendo nel bosco può essere facilmente umida. Credo sia più facile scendere verso sutrio, ok i 3 km pendenti (ma sempre meno che 6), ma poi per il resto la strada è decisamente più agevole, e risalire da priola.
Poi ovviamente così si avrebbero due zoncolan forse troppo vicini per questioni sia tecniche che logistiche... ma se non ricordo male nel versante di sutrio ci sta un bel parcheggio prima dei 3km finali, si potrebbero far sostare le ammiraglie li e poter dare assistenza in discesa (non so quanto sia utile poi in questo frangente) e nei 2/3km di piano verso priola.
davide182
 
Messaggi: 388
Iscritto il: venerdì 20 maggio 2011, 21:27

Re: Giro 2018

UNREAD_POSTdi Maìno della Spinetta » lunedì 12 dicembre 2016, 11:32

davide182 ha scritto:
Oddio lo zoncolan verso ovaro in discesa mi sa che é la peggio delle opzioni. Ci stanno 6km al 15% e la strada non è proprio un campione di larghezza, in più essendo nel bosco può essere facilmente umida. Credo sia più facile scendere verso sutrio, ok i 3 km pendenti (ma sempre meno che 6), ma poi per il resto la strada è decisamente più agevole, e risalire da priola.
Poi ovviamente così si avrebbero due zoncolan forse troppo vicini per questioni sia tecniche che logistiche... ma se non ricordo male nel versante di sutrio ci sta un bel parcheggio prima dei 3km finali, si potrebbero far sostare le ammiraglie li e poter dare assistenza in discesa (non so quanto sia utile poi in questo frangente) e nei 2/3km di piano verso priola.


Vero, ma lo ZOncolan da Priola e' piu' duro di quello di Ovaro, vedi tu uche bagno di sangue ne verrebbe fuori :) per dire, se a uno si spegne la luce nella prima ascesa prende 20 minuti.
“Our interest’s on the dangerous edge of things.
The honest thief, the tender murderer, the superstitious atheist”.
Avatar utente
Maìno della Spinetta
 
Messaggi: 4365
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 15:53

Re: Giro 2018

UNREAD_POSTdi trautman80 » martedì 13 dicembre 2016, 22:33

Oddio lo zoncolan verso ovaro in discesa mi sa che é la peggio delle opzioni. Ci stanno 6km al 15% e la strada non è proprio un campione di larghezza, in più essendo nel bosco può essere facilmente umida. Credo sia più facile scendere verso sutrio, ok i 3 km pendenti (ma sempre meno che 6), ma poi per il resto la strada è decisamente più agevole, e risalire da priola.
Poi ovviamente così si avrebbero due zoncolan forse troppo vicini per questioni sia tecniche che logistiche... ma se non ricordo male nel versante di sutrio ci sta un bel parcheggio prima dei 3km finali, si potrebbero far sostare le ammiraglie li e poter dare assistenza in discesa (non so quanto sia utile poi in questo frangente) e nei 2/3km di piano verso priola.


Il piano come nel 2014 è salire da Ovaro e scendere verso Sutrio, con ultima salita da Priola. La strada da Priola è larga solo 3mt contro i 5 mt da Ovaro, potete andare su google street view a vedere i 5km centrali in mezzo al bosco.
Nel 2014 la situazione ubriachi/esaltati era fuori controllo con Bongiorno fermato in diretta tv, nelle retrovie era peggio.
C'è poi il discorso ammiraglie, salendo da Ovaro saranno dietro di alcuni minuti, non possono aspettare nel parcheggio lungo la discesa per accodarsi perche' li i corridori viaggiano ad alta velocita'. Quindi una trentina di km con moto al seguito.
Come variante piu' facile da gestire si puo' salire subito da Priola fino ai parcheggi, scendere a Sutrio, fare Ravascletto e salita solita da Ovaro. Al momento io penso di piazzarmi sulla salita da Priola, tutta da vedere la logistica.
trautman80
 
Messaggi: 44
Iscritto il: mercoledì 29 maggio 2013, 21:46

Re: Giro 2018

UNREAD_POSTdi Maìno della Spinetta » giovedì 15 dicembre 2016, 10:57

Tipo Mortirolo da Tovo, la soluzione monca anche a me è quella che convince di più. Priola fino a metà Ravascletto stile Aprica, e poi Delirious Zoncolan. Se si arriva dal cason di Lanza ne viene fuori una tappa da... 1200+350+900+800 m di dislivello concentrati nel finale.
“Our interest’s on the dangerous edge of things.
The honest thief, the tender murderer, the superstitious atheist”.
Avatar utente
Maìno della Spinetta
 
Messaggi: 4365
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 15:53

Re: Giro 2018

UNREAD_POSTdi Maìno della Spinetta » giovedì 15 dicembre 2016, 17:32

nell'articolo postato nel Giro 2017 sul Friuli per il doppio Zoncolan si parla di doppio Zoncolan ma si fa anche confusione.

Si parla di messa in sicurezza del versante di Priola con 300.000 euro. Quindi mi sa che lo useranno, se no perché spendere tanto?

Poi si dice salita da Ovaro, discesa su Sutrio, giro (lungo) con Duron da Paluzza (accanto a Sutrio), pianura e risalita da Sutrio.
Quindi niente Priola, e tappa da gruppetti insomma, non da impresa solitaria.

http://messaggeroveneto.gelocal.it/spor ... 1.14525316

Forse il giornalista si è confuso, e voleva dire Zoncolan da Ovaro, Duron da Paluzza, pianura, e Zoncolan da PRIOLA.
Se è così sarà una tappa terribile, perché se uno sta al gancio sul primo Zoncolan paga le conseguenze sul Duron, e poi tra pianura e Zoncolan successivo son dolori.
“Our interest’s on the dangerous edge of things.
The honest thief, the tender murderer, the superstitious atheist”.
Avatar utente
Maìno della Spinetta
 
Messaggi: 4365
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 15:53

Re: Giro 2018

UNREAD_POSTdi Winter » giovedì 15 dicembre 2016, 18:46

Valle candidata quasi certa con Cervinia (dovrebbe esser nel weekend)
L'inizio giapponese pare sia una cosa molto avanzata.. (io spero di no)
Winter
 
Messaggi: 10942
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Giro 2018

UNREAD_POSTdi presa 2 del Montello » giovedì 15 dicembre 2016, 23:54

Roma chiede il Giro per il 2018, parola del vicesindaco Frongia(da sportface.it): www.sportface.it/ciclismo/ciclismo-vice ... 018/113423
Avatar utente
presa 2 del Montello
 
Messaggi: 1187
Iscritto il: lunedì 13 dicembre 2010, 10:08

Re: Giro 2018

UNREAD_POSTdi presa 2 del Montello » giovedì 15 dicembre 2016, 23:58

Si sa più nulla del progetto di portare il Giro ai 2701 metri di cima Fraiteve, sopra Sestriere?
Dalla Gazzetta del 22 giugno: https://www.pressreader.com/italy/la-ga ... 5060411852
Avatar utente
presa 2 del Montello
 
Messaggi: 1187
Iscritto il: lunedì 13 dicembre 2010, 10:08

Re: Giro 2018

UNREAD_POSTdi Maìno della Spinetta » venerdì 16 dicembre 2016, 14:36

presa 2 del Montello ha scritto:Si sa più nulla del progetto di portare il Giro ai 2701 metri di cima Fraiteve, sopra Sestriere?
Dalla Gazzetta del 22 giugno: https://www.pressreader.com/italy/la-ga ... 5060411852


c'era il ballottaggio col Tour, Finestre più Fraiteve, sarebbe leggendario
“Our interest’s on the dangerous edge of things.
The honest thief, the tender murderer, the superstitious atheist”.
Avatar utente
Maìno della Spinetta
 
Messaggi: 4365
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 15:53

Re: Giro 2018

UNREAD_POSTdi presa 2 del Montello » giovedì 5 gennaio 2017, 17:33

Gualdo Tadino avanzerà la propria candidatura per un arrivo di tappa per il Giro 2018(da gualdonews.it): http://gualdonews.it/2017/01/05/giunta- ... aravaggio/

Gualdo Tadino, mi pare, sia stata in ballottaggio fino all'ultimo insieme a Fano, per ospitare la partenza della tappa di Bagno di Romagna del Giro di quest'anno, ma alla fine è spuntata Ponte a Ema...
Avatar utente
presa 2 del Montello
 
Messaggi: 1187
Iscritto il: lunedì 13 dicembre 2010, 10:08

Re: Giro 2018

UNREAD_POSTdi udra » giovedì 5 gennaio 2017, 17:49

presa 2 del Montello ha scritto:Gualdo Tadino avanzerà la propria candidatura per un arrivo di tappa per il Giro 2018(da gualdonews.it): http://gualdonews.it/2017/01/05/giunta- ... aravaggio/

Gualdo Tadino, mi pare, sia stata in ballottaggio fino all'ultimo insieme a Fano, per ospitare la partenza della tappa di Bagno di Romagna del Giro di quest'anno, ma alla fine è spuntata Ponte a Ema...


Lo avevo riportato nel thread del giro 17. Nel servizio del tgr Umbria di cui si parlava di questa partenza saltata, davano come una certezza il passaggio nel 2018, vedremo.
Inoltre avevo trovato in giro un trafiletto della provincia di Varese che parlava di una candidatura di Cassano Magnago, paese di Ivan Basso, ma ora non so se sia ancora disponibile sul web :D
Avatar utente
udra
 
Messaggi: 4390
Iscritto il: mercoledì 1 ottobre 2014, 10:29

Re: Giro 2018

UNREAD_POSTdi maurofacoltosi » venerdì 6 gennaio 2017, 17:57

udra ha scritto:Lo avevo riportato nel thread del giro 17. Nel servizio del tgr Umbria di cui si parlava di questa partenza saltata, davano come una certezza il passaggio nel 2018, vedremo.
Inoltre avevo trovato in giro un trafiletto della provincia di Varese che parlava di una candidatura di Cassano Magnago, paese di Ivan Basso, ma ora non so se sia ancora disponibile sul web :D


Qua

http://www.laprovinciadivarese.it/stori ... 208074_11/
Mauro Facoltosi
www.ilciclismo.it
maurofacoltosi
 
Messaggi: 979
Iscritto il: mercoledì 15 dicembre 2010, 12:23
Località: Vedano Olona (Va)

Re: Giro 2018

UNREAD_POSTdi presa 2 del Montello » martedì 10 gennaio 2017, 12:48

Anche la Val Tramontina ha richiesto un passaggio del Giro sul Monte Reset(dal "Messaggero Veneto"): http://messaggeroveneto.gelocal.it/pord ... 1.14681474
Avatar utente
presa 2 del Montello
 
Messaggi: 1187
Iscritto il: lunedì 13 dicembre 2010, 10:08

Re: Giro 2018

UNREAD_POSTdi Eshnar » martedì 10 gennaio 2017, 13:01

presa 2 del Montello ha scritto:Anche la Val Tramontina ha richiesto un passaggio del Giro sul Monte Reset

:pc:
Eshnar
 
Messaggi: 672
Iscritto il: giovedì 6 agosto 2015, 12:31

Re: Giro 2018

UNREAD_POSTdi Patate » martedì 10 gennaio 2017, 13:07

presa 2 del Montello ha scritto:Anche la Val Tramontina ha richiesto un passaggio del Giro sul Monte Reset(dal "Messaggero Veneto"): http://messaggeroveneto.gelocal.it/pord ... 1.14681474


Rest, Voltois, Zoncolan, arrivo sul Monte Croce Carnico
Non succede, ma se succede... :diavoletto:
antani ha scritto:Non so perchè ma ho la sensazione che domani Aru possa arrivare dietro o davanti a Froome, stiamo a vedere sembra facile ma non è difficile
Avatar utente
Patate
 
Messaggi: 1663
Iscritto il: domenica 28 febbraio 2016, 23:23

Re: Giro 2018

UNREAD_POSTdi nino58 » martedì 10 gennaio 2017, 13:32

udra ha scritto:Mi pare una grandissima operazione economica e commerciale, ma a me la cosa non piace proprio.


Anche perché, una volta rientrati dal Giappone, restano rintronati dal fuso per almeno una settimana (in cui devono faticare).
Per i corridori è una tortura, sicuramente.
Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!
Avatar utente
nino58
 
Messaggi: 7675
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: Giro 2018

UNREAD_POSTdi presa 2 del Montello » martedì 10 gennaio 2017, 15:57

Eshnar ha scritto:
presa 2 del Montello ha scritto:Anche la Val Tramontina ha richiesto un passaggio del Giro sul Monte Reset

:pc:


:diavoletto: :diavoletto: :diavoletto: scusa ma 38 di febbre portano a scrivere certe scemenze
Avatar utente
presa 2 del Montello
 
Messaggi: 1187
Iscritto il: lunedì 13 dicembre 2010, 10:08

Re: Giro 2018

UNREAD_POSTdi udra » giovedì 19 gennaio 2017, 19:45

Petardi di Bepp1:
-Partebza da Varsavia, tre giorni in Polonia
-Rientro in Italia in Trentino
-Ritorno dello Zoncolan
-Inedita ascesa al Col Basset, arrivo in quota sullo sterrato
Avatar utente
udra
 
Messaggi: 4390
Iscritto il: mercoledì 1 ottobre 2014, 10:29

Re: Giro 2018

UNREAD_POSTdi Patate » venerdì 20 gennaio 2017, 0:23

udra ha scritto:Petardi di Bepp1:
-Partebza da Varsavia, tre giorni in Polonia
-Rientro in Italia in Trentino
-Ritorno dello Zoncolan
-Inedita ascesa al Col Basset, arrivo in quota sullo sterrato

Bum :diavoletto:
Se si arriva al Basset tramite Finestre e tutta l'Assietta è tipo la cosa più bella del mondo
Altrimenti mi viene da pensare direttamente da Sestriere o da Oulx via Sportinia
antani ha scritto:Non so perchè ma ho la sensazione che domani Aru possa arrivare dietro o davanti a Froome, stiamo a vedere sembra facile ma non è difficile
Avatar utente
Patate
 
Messaggi: 1663
Iscritto il: domenica 28 febbraio 2016, 23:23

Re: Giro 2018

UNREAD_POSTdi maurofacoltosi » venerdì 20 gennaio 2017, 10:23

udra ha scritto:Petardi di Bepp1:
-Partebza da Varsavia, tre giorni in Polonia


Ci sta una partenza dalla Polonia perchè nel 2018 cadrà il 40° anniversario dell'elezione di Giovanni Paolo II. A questo punto prevedo l'arrivo di una tappa a Cracovia, dove Karol Wojtyla fu vescovo prima dell'elezione: essendo distante 280 Km da Varsavia, Cracovia sarebbe l'arrivo ideale per l'ultima tappa prima del trasferimento in Italia (anche perchè il suo aeroporto è decisamente più vicino a noi rispetto a quello della capitale). E per rimanere in tema, l'arrivo della seconda tappa potrebbe essere al celebre santuario di Częstochowa
Mauro Facoltosi
www.ilciclismo.it
maurofacoltosi
 
Messaggi: 979
Iscritto il: mercoledì 15 dicembre 2010, 12:23
Località: Vedano Olona (Va)

Re: Giro 2018

UNREAD_POSTdi presa 2 del Montello » venerdì 20 gennaio 2017, 13:33

udra ha scritto:Petardi di Bepp1:
-Partebza da Varsavia, tre giorni in Polonia


Era uscita anche la candidatura di Praga: http://www.camic.cz/a2944-giro-d-italia ... ab.it.aspx

Non sarebbe possibile uno "sconfinamento" nella terza tappa in Repubblica Ceca per arrivare nella sua capitale? E sarà la volta buona per avere Sagan al Giro, lo so che lui è slovacco, ma penso che un pensierino lo possa fare.
Avatar utente
presa 2 del Montello
 
Messaggi: 1187
Iscritto il: lunedì 13 dicembre 2010, 10:08

Re: Giro 2018

UNREAD_POSTdi maurofacoltosi » venerdì 20 gennaio 2017, 14:58

presa 2 del Montello ha scritto:
udra ha scritto:Petardi di Bepp1:
-Partebza da Varsavia, tre giorni in Polonia


Era uscita anche la candidatura di Praga: http://www.camic.cz/a2944-giro-d-italia ... ab.it.aspx

Non sarebbe possibile uno "sconfinamento" nella terza tappa in Repubblica Ceca per arrivare nella sua capitale? E sarà la volta buona per avere Sagan al Giro, lo so che lui è slovacco, ma penso che un pensierino lo possa fare.


Da Varsavia a Praga ci sono quasi 600 Km. Se all'estero fanno solo i primi tre giorni dubito che riescano a toccare anche Praga.
Mauro Facoltosi
www.ilciclismo.it
maurofacoltosi
 
Messaggi: 979
Iscritto il: mercoledì 15 dicembre 2010, 12:23
Località: Vedano Olona (Va)

Re: Giro 2018

UNREAD_POSTdi Maìno della Spinetta » venerdì 20 gennaio 2017, 16:41

udra ha scritto:Petardi di Bepp1:
-Partebza da Varsavia, tre giorni in Polonia
-Rientro in Italia in Trentino
-Ritorno dello Zoncolan
-Inedita ascesa al Col Basset, arrivo in quota sullo sterrato

Basset da Pragelato implicherebbe il Finestre prima,
altrimenti bella salitona da Oulx - al finale classico del Finestre si aggiungono 6,3 km con 450 m di dislivello, sarebbe fantastico.
“Our interest’s on the dangerous edge of things.
The honest thief, the tender murderer, the superstitious atheist”.
Avatar utente
Maìno della Spinetta
 
Messaggi: 4365
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 15:53

Re: Giro 2018

UNREAD_POSTdi jumbo » venerdì 20 gennaio 2017, 16:59

Arrivo al Col Basset mi pare improbabile, con una stradina sterrata larga 3 m come portano in quota le strutture del palco? Inoltre intorno non c'è praticamente nulla. Dove mettono palco e tutto il resto?
jumbo
 
Messaggi: 3783
Iscritto il: sabato 1 ottobre 2011, 9:42

Re: Giro 2018

UNREAD_POSTdi Patate » venerdì 20 gennaio 2017, 17:24

jumbo ha scritto:Arrivo al Col Basset mi pare improbabile, con una stradina sterrata larga 3 m come portano in quota le strutture del palco? Inoltre intorno non c'è praticamente nulla. Dove mettono palco e tutto il resto?

In effetti lì lo spazio è poco: si potrebbe tenere tutto a Sestriere ma 6 km di distanza non sono pochi, sebbene si sia visto che anche una macchina ben più grande come quella del Tour si sia saputa adattare alle limitazioni del Galibier nel 2011 e del saltato Ventoux quest'anno.
Sennò in quota di spiazzi, non immensi, ce ne sono: ad esempio il Rifugio Casa Assietta, ad una quindicina di chilometri ondulati di distanza dal Basset, offre molto più spazio ed un finale in sterrato non da scalatori a mio parere più imprevedibile e intrigante che l'arrivo in salita secco.
antani ha scritto:Non so perchè ma ho la sensazione che domani Aru possa arrivare dietro o davanti a Froome, stiamo a vedere sembra facile ma non è difficile
Avatar utente
Patate
 
Messaggi: 1663
Iscritto il: domenica 28 febbraio 2016, 23:23

Re: Giro 2018

UNREAD_POSTdi jumbo » venerdì 20 gennaio 2017, 18:30

Be' onestamente mi pare che al Ventoux del 2016 si siano visti alcuni inconvenienti della grandeur della macchina del Tour ...
jumbo
 
Messaggi: 3783
Iscritto il: sabato 1 ottobre 2011, 9:42

Re: Giro 2018

UNREAD_POSTdi Patate » venerdì 20 gennaio 2017, 18:44

jumbo ha scritto:Be' onestamente mi pare che al Ventoux del 2016 si siano visti alcuni inconvenienti della grandeur della macchina del Tour ...

Ovviamente :diavoletto: mi riferivo più che altro nel lasciare a valle molti vagoni che solitamente seguono pedissequamente la carovana
antani ha scritto:Non so perchè ma ho la sensazione che domani Aru possa arrivare dietro o davanti a Froome, stiamo a vedere sembra facile ma non è difficile
Avatar utente
Patate
 
Messaggi: 1663
Iscritto il: domenica 28 febbraio 2016, 23:23

Re: Giro 2018

UNREAD_POSTdi pereiro2982 » venerdì 20 gennaio 2017, 21:58

dalle prime voci sembra che questo giro avra salite molto piu da scalatori puri amanti delle pendenze piu ripide.....
speriamo
pereiro2982
 
Messaggi: 1232
Iscritto il: lunedì 16 maggio 2016, 14:18

Re: Giro 2018

UNREAD_POSTdi oronzo2 » sabato 21 gennaio 2017, 14:50

maurofacoltosi ha scritto:
presa 2 del Montello ha scritto:
udra ha scritto:Petardi di Bepp1:
-Partebza da Varsavia, tre giorni in Polonia


Era uscita anche la candidatura di Praga: http://www.camic.cz/a2944-giro-d-italia ... ab.it.aspx

Non sarebbe possibile uno "sconfinamento" nella terza tappa in Repubblica Ceca per arrivare nella sua capitale? E sarà la volta buona per avere Sagan al Giro, lo so che lui è slovacco, ma penso che un pensierino lo possa fare.


Da Varsavia a Praga ci sono quasi 600 Km. Se all'estero fanno solo i primi tre giorni dubito che riescano a toccare anche Praga.


Se da Groningen nel 2002 si è quasi arrivati in Italia in bicicletta, non vedo perchè non si può fare lo stesso dalla Polonia in 4/5 tappe senza megatrasferimento.
oronzo2
 
Messaggi: 274
Iscritto il: mercoledì 10 agosto 2011, 22:15

Re: Giro 2018

UNREAD_POSTdi presa 2 del Montello » sabato 21 gennaio 2017, 17:08

oronzo2 ha scritto:Se da Groningen nel 2002 si è quasi arrivati in Italia in bicicletta, non vedo perchè non si può fare lo stesso dalla Polonia in 4/5 tappe senza megatrasferimento.


Beh, anche nell'ultimo Giro tra tre giorni iniziali in Olanda, arrivo a Risoul e successiva partenza da Guillestre, cinque giorni all'estero ci son stati...se rientreranno in Italia dal Tentino-Alto Adige potrebbero "fare un salto" ad Innsbruck per testare il percorso del mondiale 2018.
Avatar utente
presa 2 del Montello
 
Messaggi: 1187
Iscritto il: lunedì 13 dicembre 2010, 10:08

Re: Giro 2018

UNREAD_POSTdi pereiro2982 » sabato 21 gennaio 2017, 18:38

ma qualcuno sa quale sarebbe lo spunto storico di questo giro?
giusto per avere un quadro per escludere l'impossibile...
pereiro2982
 
Messaggi: 1232
Iscritto il: lunedì 16 maggio 2016, 14:18

Re: Giro 2018

UNREAD_POSTdi Patate » sabato 21 gennaio 2017, 18:59

pereiro2982 ha scritto:ma qualcuno sa quale sarebbe lo spunto storico di questo giro?
giusto per avere un quadro per escludere l'impossibile...

Beh i 100 anni dalla fine della Grande Guerra mi pare la cosa più evidente... strano però che, in caso, si siano bruciati il Grappa quest'anno
antani ha scritto:Non so perchè ma ho la sensazione che domani Aru possa arrivare dietro o davanti a Froome, stiamo a vedere sembra facile ma non è difficile
Avatar utente
Patate
 
Messaggi: 1663
Iscritto il: domenica 28 febbraio 2016, 23:23

Re: Giro 2018

UNREAD_POSTdi Bomby » sabato 21 gennaio 2017, 19:53

Secondo me faranno il classico 3 giorni in Polonia (crono individuale/squadre a Varsavia, tappa per velocisti Varsavia-da qualche parte, tappa mossa girando tra le colline a Cracovia), riposo e ripartenza da qualche parte nel Sud, lenta risalita con finale nel Nord-Est passando per i principali campi di battaglia. Finale a Trento o a Trieste (Bolzano è meglio evitare, qualche nostalgico dell'impero Asburgico potrebbe offendersi).
Su la Flamme Rouge avevo fatto un'ipotesi (così tanto per) con partenza dalla Francia (Baia della Somme - Verdun passando da Valenciennes), ripartenza da Bari, risalita, seconda settimana nel NordEst e arrivo a Trento passando dallo Stelvio. http://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtour/3539
Bomby
 
Messaggi: 635
Iscritto il: martedì 17 giugno 2014, 19:23

Re: Giro 2018

UNREAD_POSTdi presa 2 del Montello » sabato 21 gennaio 2017, 19:53

Patate ha scritto:
pereiro2982 ha scritto:ma qualcuno sa quale sarebbe lo spunto storico di questo giro?
giusto per avere un quadro per escludere l'impossibile...

Beh i 100 anni dalla fine della Grande Guerra mi pare la cosa più evidente... strano però che, in caso, si siano bruciati il Grappa quest'anno


In realtà per il 2018 stanno pensando ad un arrivo sul Grappa(dalla "Tribuna di Treviso"): http://tribunatreviso.gelocal.it/sport/ ... ref=search
Avatar utente
presa 2 del Montello
 
Messaggi: 1187
Iscritto il: lunedì 13 dicembre 2010, 10:08

Re: Giro 2018

simila

simila
 

Prossimo

Torna a Dite la vostra sul ciclismo!

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Admin, oronzo2, pereiro2982, Rhaegar e 15 ospiti