Sonny Colbrelli

Il mondo dei professionisti tra gare e complessità, e più in generale l'approccio al ciclismo di ogni appassionato
Avatar utente
nino58
Messaggi: 10744
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: Sonny Colbrelli

Messaggio da leggere da nino58 » martedì 9 aprile 2019, 12:19

pacho ha scritto:
martedì 9 aprile 2019, 12:13
avete finito con ste chiose e tarallucci e vino? :D :champion:
cmq sottoscrivo anche le virgole di quanto state dicendo
Perchè, secondo te Benfatto non può giocarsi le volate al Giro ? :)


Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!


Avatar utente
sceriffo
Messaggi: 2407
Iscritto il: lunedì 11 aprile 2011, 23:48

Re: Sonny Colbrelli

Messaggio da leggere da sceriffo » martedì 9 aprile 2019, 16:00

Tranchée d'Arenberg ha scritto:
martedì 9 aprile 2019, 9:23
nino58 ha scritto:
martedì 9 aprile 2019, 9:08
cassius ha scritto:
lunedì 8 aprile 2019, 23:56
Il problema di Colbrelli è il suo non essere specialista di qualcosa. Non è uno sprinter e non è un passista veloce, è una via di mezzo.
E a quel punto o sei Sagan o rischi di fare collezione di piazzamenti e nemmeno dei più prestigiosi.
La butto lí: o posa qualche kg per non farsi staccare sul Poggio e sui Muri, o mette su ancora qualche fibra bianca in più per diventare uno sprinter da gruppo
Giusto.
Però non so se , fisiologicamente, a trent'anni sia ancora possibile "autoselezionarsi".
E hai ragione. A quasi 30 anni la carriera ha già preso una sua direzione che è difficile poi cambiare con successo. Ecco perchè è importante per i ragazzi di talento non fare la muffa nelle professional italiane senza potersi confrontare con costanza con i migliori. Un giovane di prospettiva nei primi anni deve avere la possibilità di sbagliare e capire cosa fare per poter dare il meglio e questo lo fai solo se hai la possibilità di correre contro i grandi e nei grandi eventi. Solo così puoi capire chi sei e dove puoi arrivare, avendo la possibilità di fare le scelte opportune per tempo.

Colbrelli ha corso fino alla soglia dei 27 anni in Bardiani. 5 anni in cui ha vinto 15 corse, principalmente tra Francia e Italia, tutte gare di secondo piano senza avere mai la possibilità di correre al nord. Uno come fa a capire se è adatto o no a certe corse se queste corse non le ha mai disputate?

Secondo me lui al nord può ottenere risultati buoni in qualche semiclassica come la Brabantse Pijl, ma quando il livello sale, lui inevitabilmente può accontentarsi al massimo di un piazzamento nei 10 (il suo miglior risultato al Fiandre, ottenuto 2anni fa).
La stessa fine la sta facendo Albanese



Lopi90
Messaggi: 1338
Iscritto il: martedì 31 maggio 2011, 12:15

Re: Sonny Colbrelli

Messaggio da leggere da Lopi90 » martedì 9 aprile 2019, 16:31

sceriffo ha scritto:
martedì 9 aprile 2019, 16:00

La stessa fine la sta facendo Albanese
Albanese prende sberle pure dalle continental allo stato attuale, quale squadra WT lo porterebbe a correre le classiche che contano?



Avatar utente
sceriffo
Messaggi: 2407
Iscritto il: lunedì 11 aprile 2011, 23:48

Re: Sonny Colbrelli

Messaggio da leggere da sceriffo » martedì 9 aprile 2019, 16:46

Lopi90 ha scritto:
martedì 9 aprile 2019, 16:31
sceriffo ha scritto:
martedì 9 aprile 2019, 16:00

La stessa fine la sta facendo Albanese
Albanese prende sberle pure dalle continental allo stato attuale, quale squadra WT lo porterebbe a correre le classiche che contano?
Albanese è un corridore che da Under vinceva le corse con i prof, si è imbrocchito tutto d'un colpo?



Lopi90
Messaggi: 1338
Iscritto il: martedì 31 maggio 2011, 12:15

Re: Sonny Colbrelli

Messaggio da leggere da Lopi90 » martedì 9 aprile 2019, 16:55

sceriffo ha scritto:
martedì 9 aprile 2019, 16:46
Lopi90 ha scritto:
martedì 9 aprile 2019, 16:31
sceriffo ha scritto:
martedì 9 aprile 2019, 16:00

La stessa fine la sta facendo Albanese
Albanese prende sberle pure dalle continental allo stato attuale, quale squadra WT lo porterebbe a correre le classiche che contano?
Albanese è un corridore che da Under vinceva le corse con i prof, si è imbrocchito tutto d'un colpo?
Albanese in due anni e mezzo in Bardiani non e` mai entrato nei 5 in nessuna corsa pro, pur facendo anche delle .2 e delle corse in Asia. Non mi sembra che ora come ora sia cosi` forte perche' il livello Bardiani gli stia stretto, anzi. Non sarebbe il primo che da under-stagista fa bei risultati nel calendario nazionale pro e poi non conferma le aspettative, Zilioli vinse da stagista una 1.1, per dire, e si e` ritirato a 26 anni senza lasciare traccia.

Il discorso "dovrebbe correre a un livello piu` alto" ha senso se al livello attuale il corridore in questione domina, altrimenti si puo` dire tutto e il contrario di tutto.




cassius
Messaggi: 642
Iscritto il: giovedì 19 luglio 2012, 23:01

Re: Sonny Colbrelli

Messaggio da leggere da cassius » martedì 9 aprile 2019, 17:24

Colbrelli ha ancora il tempo per correggere il tiro ma deve fare un sacco di esperienza, ad esempio perchè diavolo domenica è la sua prima Roubaix, a 29 anni? Un corridore sopra i 70 kg dovrebbe provarla "per legge" appena possibile!
Alla sua età probabilmente Boonen avrebbe saputo finire una Roubaix da bendato...

Quindi benissimo che provi la Roubaix e anche che quest'anno faccia il Tour e non il Giro. Meno corre in Italia, meglio è, ma vedendo il suo calendario pare lo abbiano capito anche i suoi DS.

Faccio notare: 2 anni fa andò al Tour ma in pratica non toccò boccia (2 sesti e 1 nono posto), l'anno scorso già meglio (2 secondi, 1 quinto, 1 settimo e 1 nono). Proverei a essere ottimista: forse qualche mazzata era meglio prenderla a 25 invece che a 28 anni, ma di tempo ce n'è ancora.
Quest'anno è fondamentale anche perché c'è un Mondiale dove potrebbe fare un buon risultato (vincere non penso proprio).



Avatar utente
Tranchée d'Arenberg
Messaggi: 17395
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:50
Località: Falconara Albanese (CS)

Re: Sonny Colbrelli

Messaggio da leggere da Tranchée d'Arenberg » martedì 9 aprile 2019, 17:28

Lopi90 ha scritto:
martedì 9 aprile 2019, 16:55
sceriffo ha scritto:
martedì 9 aprile 2019, 16:46
Lopi90 ha scritto:
martedì 9 aprile 2019, 16:31


Albanese prende sberle pure dalle continental allo stato attuale, quale squadra WT lo porterebbe a correre le classiche che contano?
Albanese è un corridore che da Under vinceva le corse con i prof, si è imbrocchito tutto d'un colpo?
Albanese in due anni e mezzo in Bardiani non e` mai entrato nei 5 in nessuna corsa pro, pur facendo anche delle .2 e delle corse in Asia. Non mi sembra che ora come ora sia cosi` forte perche' il livello Bardiani gli stia stretto, anzi. Non sarebbe il primo che da under-stagista fa bei risultati nel calendario nazionale pro e poi non conferma le aspettative, Zilioli vinse da stagista una 1.1, per dire, e si e` ritirato a 26 anni senza lasciare traccia.

Il discorso "dovrebbe correre a un livello piu` alto" ha senso se al livello attuale il corridore in questione domina, altrimenti si puo` dire tutto e il contrario di tutto.
Il tuo discorso non fa una grinza, Lopi. Albanese da quando è passato, ha fatto pena. 2 anni ed una manciata di piazzamenti nei 10, tra l'altro in corse di secondo o terzo piano.

Resta da capire se il problema è Albanese o la squadra di Albanese (e credo che qui voleva venire a parare Sceriffo). La Bardiani negli ultimi 15 anni ha fatto passare un sacco di giovani talenti, alcuni dei quali dovevano spaccare il mondo dopo quello che avevano fatto da under. Tanti tra questi sono finiti subito, ritirandosi già a 25 anni o giù di lì. Pochi sono riusciti poi a fare una buona/ottima carriera e anche alcuni di questi ultimi hanno comunque disatteso le aspettative. Ad esempio Modolo, che al primo anno da prof fece subito 4° alla Sanremo. Sembrava il punto di partenza verso una carriera da campione invece negli anni successivi ha fatto delle buone stagioni, ma senza più dare l'impressione di poter diventare un grande. A 32 anni s'è ritrovato gregario.

Arrivati ad un certo punto, viene spontaneo chiedersi se la Bardiani s'è specializzata nell'ingaggiare giovani già (s)finiti da under oppure se la colpa è proprio della squadra che è diventata incapace di far crescere bene i giovani. L'alternativa è una via di mezzo tra queste due opzioni 'estreme'.


Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Generale
Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Classiche
Cobblestone 2013 - 1° Classifica Semiclassiche

FantaCycling Manager 2016 - 1° Classifica (squadre)

Lopi90
Messaggi: 1338
Iscritto il: martedì 31 maggio 2011, 12:15

Re: Sonny Colbrelli

Messaggio da leggere da Lopi90 » martedì 9 aprile 2019, 17:39

Tranchée d'Arenberg ha scritto:
martedì 9 aprile 2019, 17:28
Lopi90 ha scritto:
martedì 9 aprile 2019, 16:55
sceriffo ha scritto:
martedì 9 aprile 2019, 16:46


Albanese è un corridore che da Under vinceva le corse con i prof, si è imbrocchito tutto d'un colpo?
Albanese in due anni e mezzo in Bardiani non e` mai entrato nei 5 in nessuna corsa pro, pur facendo anche delle .2 e delle corse in Asia. Non mi sembra che ora come ora sia cosi` forte perche' il livello Bardiani gli stia stretto, anzi. Non sarebbe il primo che da under-stagista fa bei risultati nel calendario nazionale pro e poi non conferma le aspettative, Zilioli vinse da stagista una 1.1, per dire, e si e` ritirato a 26 anni senza lasciare traccia.

Il discorso "dovrebbe correre a un livello piu` alto" ha senso se al livello attuale il corridore in questione domina, altrimenti si puo` dire tutto e il contrario di tutto.
Il tuo discorso non fa una grinza, Lopi. Albanese da quando è passato, ha fatto pena. 2 anni ed una manciata di piazzamenti nei 10, tra l'altro in corse di secondo o terzo piano.

Resta da capire se il problema è Albanese o la squadra di Albanese (e credo che qui voleva venire a parare Sceriffo). La Bardiani negli ultimi 15 anni ha fatto passare un sacco di giovani talenti, alcuni dei quali dovevano spaccare il mondo dopo quello che avevano fatto da under. Tanti tra questi sono finiti subito, ritirandosi già a 25 anni o giù di lì. Pochi sono riusciti poi a fare una buona/ottima carriera e anche alcuni di questi ultimi hanno comunque disatteso le aspettative. Ad esempio Modolo, che al primo anno da prof fece subito 4° alla Sanremo. Sembrava il punto di partenza verso una carriera da campione invece negli anni successivi ha fatto delle buone stagioni, ma senza più dare l'impressione di poter diventare un grande. A 32 anni s'è ritrovato gregario.

Arrivati ad un certo punto, viene spontaneo chiedersi se la Bardiani s'è specializzata nell'ingaggiare giovani già (s)finiti da under oppure se la colpa è proprio della squadra che è diventata incapace di far crescere bene i giovani. L'alternativa è una via di mezzo tra queste due opzioni 'estreme'.
Sono pienamente d'accordo, la Bardiani ha un pessimo ruolino in fatto di giovani lanciati, ogni anno prendono quelli che sembrano fra i migliori under italiani e alla fine hanno tirato fuori un paio di corridori decenti in tutto.

Pero` il caso Albanese e il caso Colbrelli sono molto diversi. Al Colbrelli visto in Bardiani il calendario del Green Team stava effettivamente stretto, e ha senso chiedersi se si sia trattenuto troppo a correre corse di livello troppo basso per le prestazioni che esprimeva. Albanese invece sta faticando molto anche nell'affrontare il calendario italiano (o anche quello croato o cinese).

Diciamo cosi`: prendere il Colbrelli 2015/16 cosi` come era portarlo al Fiandre per fare esperienza avrebbe avuto senso, prendere l'Albanese 2018/19 cosi` come e` portarlo al Fiandre sarebbe inutile, si ritirerebbe prima dell'inizio dei muri, ci sono molti altri problemi da risolvere prima (o semplicemente e` stato un fuoco di paglia che non ha potenzialita` per sfondare).



Eroica
Messaggi: 294
Iscritto il: mercoledì 14 marzo 2018, 19:22

Re: Sonny Colbrelli

Messaggio da leggere da Eroica » martedì 9 aprile 2019, 18:59

GregLemond ha scritto:
martedì 9 aprile 2019, 9:30
Il problema di colbrelli è che ha l esperienza di un 23 enne.
Ma ha 30 anni.
Non ne sarei così sicuro. Questa primavera è andato molto peggio che 2 anni fa (debutto assoluto al nord), nel 2016 fece podio all'amstel, anche se col vecchio percorso. A me pare proprio che non riesca più ad alzare il suo livello, è al terzo anno nel WT. Ha qualche buon colpo all'anno, ma non è un corridore da fare capitano al nord. Anch'io credo che al meglio potrebbe ambire alla freccia del brabante o all'attraverso le fiandre, queste sono le sue corse.



herbie
Messaggi: 4276
Iscritto il: sabato 26 febbraio 2011, 17:19

Re: Sonny Colbrelli

Messaggio da leggere da herbie » martedì 9 aprile 2019, 19:19

Eroica ha scritto:
martedì 9 aprile 2019, 18:59
GregLemond ha scritto:
martedì 9 aprile 2019, 9:30
Il problema di colbrelli è che ha l esperienza di un 23 enne.
Ma ha 30 anni.
Non ne sarei così sicuro. Questa primavera è andato molto peggio che 2 anni fa (debutto assoluto al nord), nel 2016 fece podio all'amstel, anche se col vecchio percorso. A me pare proprio che non riesca più ad alzare il suo livello, è al terzo anno nel WT. Ha qualche buon colpo all'anno, ma non è un corridore da fare capitano al nord. Anch'io credo che al meglio potrebbe ambire alla freccia del brabante o all'attraverso le fiandre, queste sono le sue corse.
Buttale via.
Non è che se uno non vince le monumento fa schifo eh....
Colbrelli attualmente è pur sempre uno dei migliori corridori da classiche italiani. Quest'anno ha già vinto a livello internazionale, ma nelle corse del pavè non ha brillato. E' più un corridore da Amstel/Liegi però secondo me. Certamente, come dite voi, avrebbe potuto e ddovuto iniziare prima a fare esperienza in queste corse. Tuttavia sulle Ardenne è già qualche anno che ci va.
Ha vittorie in corse di livello internazionale in tutte le ultime stagioni fatte.
Sì, non primeggia in nessuna "specialità", ma non soffre le distanze importanti ed è comunque un corridore vincente di volata di gruppetto, cosa che gli garantisce numerose opportunità durante l'anno. Ha il "pregio" di essere anche un corridore da pioggia.
Che deve fare? Mettere nel mirino Alaphilippe e puntare a batterlo regolarmente?
Piuttosto, io preferirei vederlo più "regolare", più presente in tutti i periodi della stagione, perchè un corridore veloce, sulla quantità, anche quando non è al top, finisce per raccogliere sempre.



cassius
Messaggi: 642
Iscritto il: giovedì 19 luglio 2012, 23:01

Re: Sonny Colbrelli

Messaggio da leggere da cassius » martedì 9 aprile 2019, 22:13

herbie ha scritto:
martedì 9 aprile 2019, 19:19
Eroica ha scritto:
martedì 9 aprile 2019, 18:59
GregLemond ha scritto:
martedì 9 aprile 2019, 9:30
Il problema di colbrelli è che ha l esperienza di un 23 enne.
Ma ha 30 anni.
Non ne sarei così sicuro. Questa primavera è andato molto peggio che 2 anni fa (debutto assoluto al nord), nel 2016 fece podio all'amstel, anche se col vecchio percorso. A me pare proprio che non riesca più ad alzare il suo livello, è al terzo anno nel WT. Ha qualche buon colpo all'anno, ma non è un corridore da fare capitano al nord. Anch'io credo che al meglio potrebbe ambire alla freccia del brabante o all'attraverso le fiandre, queste sono le sue corse.
Buttale via.
Non è che se uno non vince le monumento fa schifo eh....
Colbrelli attualmente è pur sempre uno dei migliori corridori da classiche italiani. Quest'anno ha già vinto a livello internazionale, ma nelle corse del pavè non ha brillato. E' più un corridore da Amstel/Liegi però secondo me. Certamente, come dite voi, avrebbe potuto e ddovuto iniziare prima a fare esperienza in queste corse. Tuttavia sulle Ardenne è già qualche anno che ci va.
Ha vittorie in corse di livello internazionale in tutte le ultime stagioni fatte.
Sì, non primeggia in nessuna "specialità", ma non soffre le distanze importanti ed è comunque un corridore vincente di volata di gruppetto, cosa che gli garantisce numerose opportunità durante l'anno. Ha il "pregio" di essere anche un corridore da pioggia.
Che deve fare? Mettere nel mirino Alaphilippe e puntare a batterlo regolarmente?
Piuttosto, io preferirei vederlo più "regolare", più presente in tutti i periodi della stagione, perchè un corridore veloce, sulla quantità, anche quando non è al top, finisce per raccogliere sempre.
Stiamo parlando di un corridore che, se si ritirasse domani e non fra 6-7 stagioni com'è lecito, avrebbe un palmares da farci la firma.
Solamente ci resta il rimpianto di non averlo visto sfidare i suoi limiti all'età in cui lo fa un Mohoric. E forse anche che non ci sia stata una WT che gli abbia fatto fare la "scuola" (nord, Tour) che sta facendo in Bahrain, perché in questi anni in Italia ha corso pochissimo (ma sempre raccogliendo bene).

Sui gradi di capitano al nord: non li può ottenere nella Quickstep, ma alla Bahrain in assenza di meglio va benissimo lui, un po' in coabitazione con altri.



giorgio ricci
Messaggi: 3029
Iscritto il: lunedì 9 giugno 2014, 13:44

Re: Sonny Colbrelli

Messaggio da leggere da giorgio ricci » martedì 9 aprile 2019, 23:42

L'anno scorso ha fatto un buon Tour. Ha trovato un Sagan super. L'impegno ce lo mette. Anche se non vincerà mai una monumento, potrebbe realizzarsi nel vincere altre corse.
Facesse una carriera come Ferrigato o Leali o Commesso non sarebbe mica da buttare. Quantitativamente ha già vinto più di loro, sulla qualita, non ha vinto male. Gli manca il colpaccio, per me una tappa al Tour e una classica come Parigi Tours lo farebbe già entrare in quella fascia di corridori da ricordare.
Non tutti possono nascere Sagan, Alaphilippe ecc. Es. Maciste Zanini é stato una speranza non realizzata?. Io non penso, ha un palmares pesante senza avere tuttavia vinto una Grande classica. Adesso ci sono queste 'monumento' che distorgono il senso del ciclismo. E basta con sta definizione che è un insulto alla storia di questo sport.
P.s. Albanese passó come promessa, dopo una bella stagione dilettanti fece cemtro al Matteotti prima gara da pro. Comincio a pensare che fosse la stagione della vita.



Avatar utente
Tranchée d'Arenberg
Messaggi: 17395
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:50
Località: Falconara Albanese (CS)

Re: Sonny Colbrelli

Messaggio da leggere da Tranchée d'Arenberg » martedì 9 aprile 2019, 23:52

giorgio ricci ha scritto:
martedì 9 aprile 2019, 23:42
L'anno scorso ha fatto un buon Tour. Ha trovato un Sagan super. L'impegno ce lo mette. Anche se non vincerà mai una monumento, potrebbe realizzarsi nel vincere altre corse.
Facesse una carriera come Ferrigato o Leali o Commesso non sarebbe mica da buttare. Quantitativamente ha già vinto più di loro, sulla qualita, non ha vinto male. Gli manca il colpaccio, per me una tappa al Tour e una classica come Parigi Tours lo farebbe già entrare in quella fascia di corridori da ricordare.
Non tutti possono nascere Sagan, Alaphilippe ecc. Es. Maciste Zanini é stato una speranza non realizzata?. Io non penso, ha un palmares pesante senza avere tuttavia vinto una Grande classica. Adesso ci sono queste 'monumento' che distorgono il senso del ciclismo. E basta con sta definizione che è un insulto alla storia di questo sport.
P.s. Albanese passó come promessa, dopo una bella stagione dilettanti fece cemtro al Matteotti prima gara da pro. Comincio a pensare che fosse la stagione della vita.
Non ci sono solo le monumento. Ci sono corse molto importanti come Freccia, Amstel , Harelbeke, Gand, Strade Bianche, Het Volk, San Sebastian, Amburgo... Non mi pare abbia tutti questi risultati.
Ha vinto un pò di semiclassiche italiane abbastanza decadute ove spesso negli ultimi anni la concorrenza era molto limitata.

Poi sono d'accordo sul fatto che possa fare un'onesta carriera, ma non si può certo paragonare a chi vince le monumento o lare corse ancora.


Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Generale
Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Classiche
Cobblestone 2013 - 1° Classifica Semiclassiche

FantaCycling Manager 2016 - 1° Classifica (squadre)

herbie
Messaggi: 4276
Iscritto il: sabato 26 febbraio 2011, 17:19

Re: Sonny Colbrelli

Messaggio da leggere da herbie » mercoledì 10 aprile 2019, 0:05

Tranchée d'Arenberg ha scritto:
martedì 9 aprile 2019, 23:52
giorgio ricci ha scritto:
martedì 9 aprile 2019, 23:42
L'anno scorso ha fatto un buon Tour. Ha trovato un Sagan super. L'impegno ce lo mette. Anche se non vincerà mai una monumento, potrebbe realizzarsi nel vincere altre corse.
Facesse una carriera come Ferrigato o Leali o Commesso non sarebbe mica da buttare. Quantitativamente ha già vinto più di loro, sulla qualita, non ha vinto male. Gli manca il colpaccio, per me una tappa al Tour e una classica come Parigi Tours lo farebbe già entrare in quella fascia di corridori da ricordare.
Non tutti possono nascere Sagan, Alaphilippe ecc. Es. Maciste Zanini é stato una speranza non realizzata?. Io non penso, ha un palmares pesante senza avere tuttavia vinto una Grande classica. Adesso ci sono queste 'monumento' che distorgono il senso del ciclismo. E basta con sta definizione che è un insulto alla storia di questo sport.
P.s. Albanese passó come promessa, dopo una bella stagione dilettanti fece cemtro al Matteotti prima gara da pro. Comincio a pensare che fosse la stagione della vita.
Non ci sono solo le monumento. Ci sono corse molto importanti come Freccia, Amstel , Harelbeke, Gand, Strade Bianche, Het Volk, San Sebastian, Amburgo... Non mi pare abbia tutti questi risultati.
Ha vinto un pò di semiclassiche italiane abbastanza decadute ove spesso negli ultimi anni la concorrenza era molto limitata.

Poi sono d'accordo sul fatto che possa fare un'onesta carriera, ma non si può certo paragonare a chi vince le monumento o lare corse ancora.
sono d'accordo con te. Se mi parli di "concorrenza limitata" per le semiclassiche italiane, però l'Het Volk non ci sta tra le altre che hai citato, mentre Harelbeke sì. Ha la tradizione, ma da sempre come prima corsa in stile fiammingo i capitani la lasciano alle seconde linee, e spesso sono anche indietro quanto a condizione. Se è per quello anche Tre Valli e Emilia hanno questa tradizione, alle volte non grande partecipazione e sono pure generalmente più dure dell'Het Volk. Tra le corse "molto importanti" non vedo perchè non citare le classiche oggi autunnali italiane, tutte di grande tradizione, notevole difficoltà, e vicine al Lombardia anche con partecipazione di tutto rispetto.



Eroica
Messaggi: 294
Iscritto il: mercoledì 14 marzo 2018, 19:22

Re: Sonny Colbrelli

Messaggio da leggere da Eroica » mercoledì 10 aprile 2019, 0:31

herbie ha scritto:
martedì 9 aprile 2019, 19:19
Eroica ha scritto:
martedì 9 aprile 2019, 18:59
GregLemond ha scritto:
martedì 9 aprile 2019, 9:30
Il problema di colbrelli è che ha l esperienza di un 23 enne.
Ma ha 30 anni.
Non ne sarei così sicuro. Questa primavera è andato molto peggio che 2 anni fa (debutto assoluto al nord), nel 2016 fece podio all'amstel, anche se col vecchio percorso. A me pare proprio che non riesca più ad alzare il suo livello, è al terzo anno nel WT. Ha qualche buon colpo all'anno, ma non è un corridore da fare capitano al nord. Anch'io credo che al meglio potrebbe ambire alla freccia del brabante o all'attraverso le fiandre, queste sono le sue corse.
Buttale via.
Non è che se uno non vince le monumento fa schifo eh....
infatti, io spero davvero che faccia bene al brabante, semplicemente non credo abbia nelle sue corde le classiche più impegnative



Avatar utente
Tranchée d'Arenberg
Messaggi: 17395
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:50
Località: Falconara Albanese (CS)

Re: Sonny Colbrelli

Messaggio da leggere da Tranchée d'Arenberg » mercoledì 10 aprile 2019, 9:06

herbie ha scritto:
mercoledì 10 aprile 2019, 0:05
Tranchée d'Arenberg ha scritto:
martedì 9 aprile 2019, 23:52
giorgio ricci ha scritto:
martedì 9 aprile 2019, 23:42
L'anno scorso ha fatto un buon Tour. Ha trovato un Sagan super. L'impegno ce lo mette. Anche se non vincerà mai una monumento, potrebbe realizzarsi nel vincere altre corse.
Facesse una carriera come Ferrigato o Leali o Commesso non sarebbe mica da buttare. Quantitativamente ha già vinto più di loro, sulla qualita, non ha vinto male. Gli manca il colpaccio, per me una tappa al Tour e una classica come Parigi Tours lo farebbe già entrare in quella fascia di corridori da ricordare.
Non tutti possono nascere Sagan, Alaphilippe ecc. Es. Maciste Zanini é stato una speranza non realizzata?. Io non penso, ha un palmares pesante senza avere tuttavia vinto una Grande classica. Adesso ci sono queste 'monumento' che distorgono il senso del ciclismo. E basta con sta definizione che è un insulto alla storia di questo sport.
P.s. Albanese passó come promessa, dopo una bella stagione dilettanti fece cemtro al Matteotti prima gara da pro. Comincio a pensare che fosse la stagione della vita.
Non ci sono solo le monumento. Ci sono corse molto importanti come Freccia, Amstel , Harelbeke, Gand, Strade Bianche, Het Volk, San Sebastian, Amburgo... Non mi pare abbia tutti questi risultati.
Ha vinto un pò di semiclassiche italiane abbastanza decadute ove spesso negli ultimi anni la concorrenza era molto limitata.

Poi sono d'accordo sul fatto che possa fare un'onesta carriera, ma non si può certo paragonare a chi vince le monumento o lare corse ancora.
sono d'accordo con te. Se mi parli di "concorrenza limitata" per le semiclassiche italiane, però l'Het Volk non ci sta tra le altre che hai citato, mentre Harelbeke sì. Ha la tradizione, ma da sempre come prima corsa in stile fiammingo i capitani la lasciano alle seconde linee, e spesso sono anche indietro quanto a condizione. Se è per quello anche Tre Valli e Emilia hanno questa tradizione, alle volte non grande partecipazione e sono pure generalmente più dure dell'Het Volk. Tra le corse "molto importanti" non vedo perchè non citare le classiche oggi autunnali italiane, tutte di grande tradizione, notevole difficoltà, e vicine al Lombardia anche con partecipazione di tutto rispetto.
L'Het Volk negli ultimi anni sta avendo livelli di partecipazione molto alti, basta vedere gli ultimi vincitori. Ad ogni modo, il mio non era un elenco che aveva la pretesa d'essere esaustivo, ma serviva solo per far capire che a Colbrelli i risultati mancano non solo nelle 5 monumento ma praticamente anche in quasi tutte le altre corse in linea più importanti al giorno d'oggi. Sottolineo quest'aspetto perchè in effetti Sonny ha vinto diverse semiclassiche italiane. Alcune di queste corse fino a qualche tempo fa avevano grande appeal e importanza, ma purtroppo negli ultimi anni hanno perso molto del loro prestigio. Tanto per fare un'esempio, la Tre Valli Varesine negli ultimi 10 anni ha visto vincitori del calibro di Veilleux, Durasek, Geniez, Skujins. Non è più la Tre Valli di un tempo. E ho preso la più importante tra le semiclassiche italiane che ha vinto. Ad oggi, secondo me, la corsa più importante che ha vinto, contestualizzando il tutto ai giorni nostri, è la Freccia del Brabante.


Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Generale
Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Classiche
Cobblestone 2013 - 1° Classifica Semiclassiche

FantaCycling Manager 2016 - 1° Classifica (squadre)

Lopi90
Messaggi: 1338
Iscritto il: martedì 31 maggio 2011, 12:15

Re: Sonny Colbrelli

Messaggio da leggere da Lopi90 » mercoledì 10 aprile 2019, 11:58

Tranchée d'Arenberg ha scritto:
mercoledì 10 aprile 2019, 9:06
Tanto per fare un'esempio, la Tre Valli Varesine negli ultimi 10 anni ha visto vincitori del calibro di Veilleux, Durasek, Geniez, Skujins. Non è più la Tre Valli di un tempo. E ho preso la più importante tra le semiclassiche italiane che ha vinto.
Per me proprio qui sta il problema con Colbrelli. Un tempo la diffrenza di livello fra le semiclassiche italiane e le grandi classiche non era cosi` elevata ed era assolutamente logico aspettarsi che un corridore in grado di vincere numerose corse nel calendario italiano fosse anche protagonista negli appuntamenti importanti. Stesso discorso vale per gli altri calendari nazionali. Ora il divario fra WT e il resto e` molto piu` ampio, ed e` pieno di corridori che nelle corse locali fanno il bello e il cattivo tempo e nel WT sono comparse anche piu` di Colbrelli. Per non piangerci addosso come italiani, prendiamo Barbero, Coquard, Dupont, Vichot, che nel loro cortile sono sempre protagonisti e quando il livello si alza spariscono.

Viceversa, basta spesso che un corridore di livello superiore si presenti nelle varie .1 per dominare in maniera imbarazzante, vi ricordate le 5 tappe su 5, crono inclusa, di Demare in una 2.1 francese l'anno scorso?

Colbrelli sta facendo piu` o meno quello che e` logico aspettarsi da lui, ha vinto qualche semiclassica e qualche tappa nel WT, puo` vincere qualche tappa nei GT, e magari una semiclassica WT tipo quelle canadesi, o qualche corsa di medio alto livello sul pave'.



rizz23
Messaggi: 1872
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:23
Contatta:

Re: Sonny Colbrelli

Messaggio da leggere da rizz23 » venerdì 12 aprile 2019, 8:51

nikybo85 ha scritto:
venerdì 12 aprile 2019, 0:32
Sì risparmia per la Agostoni
Amici tenete pur sempre presente che qui non è un videogame. E che Colbrelli ha sfiorato due volte di battere Sagan al Tour.
Un minimo - ma anche più di un minimo - di credito e rispetto per sto ragazzo vale la pena averlo.



Avatar utente
nino58
Messaggi: 10744
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: Sonny Colbrelli

Messaggio da leggere da nino58 » venerdì 12 aprile 2019, 9:20

rizz23 ha scritto:
venerdì 12 aprile 2019, 8:51
nikybo85 ha scritto:
venerdì 12 aprile 2019, 0:32
Sì risparmia per la Agostoni
Amici tenete pur sempre presente che qui non è un videogame. E che Colbrelli ha sfiorato due volte di battere Sagan al Tour.
Un minimo - ma anche più di un minimo - di credito e rispetto per sto ragazzo vale la pena averlo.
Sonny lo tifiamo e ci esalta pure quando fa i numeri che ha fatto.
E' per questo che ci rincresce non corra la sua prima Roubaix.


Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!

Avatar utente
Tranchée d'Arenberg
Messaggi: 17395
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:50
Località: Falconara Albanese (CS)

Re: Sonny Colbrelli

Messaggio da leggere da Tranchée d'Arenberg » venerdì 12 aprile 2019, 9:30

rizz23 ha scritto:
venerdì 12 aprile 2019, 8:51
nikybo85 ha scritto:
venerdì 12 aprile 2019, 0:32
Sì risparmia per la Agostoni
Amici tenete pur sempre presente che qui non è un videogame. E che Colbrelli ha sfiorato due volte di battere Sagan al Tour.
Un minimo - ma anche più di un minimo - di credito e rispetto per sto ragazzo vale la pena averlo.
Certo, però a parte la battuta di niky, non mi pare che si stia mancando di rispetto a Sonny. Abbiamo fatto delle valutazioni sulla sua carriera visto che ha 29 anni ed è normale a questo punto fare dei bilanci. Dire che non è un fenomeno non è certo un'offesa.


Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Generale
Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Classiche
Cobblestone 2013 - 1° Classifica Semiclassiche

FantaCycling Manager 2016 - 1° Classifica (squadre)

Salvatore77
Messaggi: 4684
Iscritto il: domenica 9 gennaio 2011, 19:14

Re: Sonny Colbrelli

Messaggio da leggere da Salvatore77 » venerdì 12 aprile 2019, 9:51

Colbrelli non ha mai corso la Roubaix. Ci sta che quest'anno che non sembra proprio al massimo della sua forma continui a non farla.


1° Tour de France 2018

nikybo85
Messaggi: 2860
Iscritto il: mercoledì 23 agosto 2017, 0:06

Re: Sonny Colbrelli

Messaggio da leggere da nikybo85 » venerdì 12 aprile 2019, 10:35

rizz23 ha scritto:
venerdì 12 aprile 2019, 8:51
nikybo85 ha scritto:
venerdì 12 aprile 2019, 0:32
Sì risparmia per la Agostoni
Amici tenete pur sempre presente che qui non è un videogame. E che Colbrelli ha sfiorato due volte di battere Sagan al Tour.
Un minimo - ma anche più di un minimo - di credito e rispetto per sto ragazzo vale la pena averlo.
Ma ci mancherebbe non voleva essere minimamente una mancanza di rispetto nei confronti di Sonny e mi scuso con lui e con tutti se così è stato.
Non è facile correre in bici e non lo è essere lì a primeggiare. Anche portare la bici al traguardo in corse terribili come quelle al Nord è un'impresa.
Detto ciò stiamo comunque analizzando i risultati e in questo 2019 sono pochi. Abbiamo espresso in tanti che probabilmente Sonny possa essere competitivo ma non vincente su certi tipi di corse..però a me sembra regredito quest'anno rispetto all'anno scorso e l'anno scorso rispetto a quello prima nonostante fosse l'esordio nel WT. Questo parlando di Nord. Al Tour c'era stato invece un miglioramento tra 17' e 18' e per quest'anno penso possa essere uno dei grandi obbiettivi di Colbrelli una tappa al Tour.



Salvatore77
Messaggi: 4684
Iscritto il: domenica 9 gennaio 2011, 19:14

Re: Sonny Colbrelli

Messaggio da leggere da Salvatore77 » venerdì 12 aprile 2019, 18:53

E' tutta una questione di parametri di valutazione.
Colbrelli vale senz'altro il WT. Però talvolta ci si aspettava cose da lui palesemente superiori alla sua possibilità, come essere capitano della nazionale oppure vincere le volate al tour con il top dei velocisti oppure vincere il Fiandre.
Il ragazzo non è un brocco e valutare una carriera dopo una primavera fiacca mi sembra ingiusto.


1° Tour de France 2018

Avatar utente
sceriffo
Messaggi: 2407
Iscritto il: lunedì 11 aprile 2011, 23:48

Re: Sonny Colbrelli

Messaggio da leggere da sceriffo » lunedì 15 luglio 2019, 20:16

Niente da fare anche oggi per il grande Sonny. Non è un corridore da volate di gruppo e nemmeno da GC. Non va in fuga, e aspetta di giocarsela con i big. Forse un giorno riuscirà a vincere una corsa che conta, ma credo che l'unico modo per lui sarebbe provare una fuga da lontano.



Avatar utente
chinaski89
Messaggi: 3740
Iscritto il: sabato 13 giugno 2015, 16:51

Re: Sonny Colbrelli

Messaggio da leggere da chinaski89 » lunedì 15 luglio 2019, 21:51

sceriffo ha scritto:
lunedì 15 luglio 2019, 20:16
Niente da fare anche oggi per il grande Sonny. Non è un corridore da volate di gruppo e nemmeno da GC. Non va in fuga, e aspetta di giocarsela con i big. Forse un giorno riuscirà a vincere una corsa che conta, ma credo che l'unico modo per lui sarebbe provare una fuga da lontano.
Vorrei proprio chiedere a Sagan che cavolo gli è saltato in mente quando ha battezzato la sua ruota, ok che era messo bene Sonny però..



Avatar utente
sceriffo
Messaggi: 2407
Iscritto il: lunedì 11 aprile 2011, 23:48

Re: Sonny Colbrelli

Messaggio da leggere da sceriffo » lunedì 15 luglio 2019, 22:01

chinaski89 ha scritto:
lunedì 15 luglio 2019, 21:51
sceriffo ha scritto:
lunedì 15 luglio 2019, 20:16
Niente da fare anche oggi per il grande Sonny. Non è un corridore da volate di gruppo e nemmeno da GC. Non va in fuga, e aspetta di giocarsela con i big. Forse un giorno riuscirà a vincere una corsa che conta, ma credo che l'unico modo per lui sarebbe provare una fuga da lontano.
Vorrei proprio chiedere a Sagan che cavolo gli è saltato in mente quando ha battezzato la sua ruota, ok che era messo bene Sonny però..
Secondo me oggi Peter non aveva una gran gamba. L'ho visto un paio di volte al vento, e non è da lui



cassius
Messaggi: 642
Iscritto il: giovedì 19 luglio 2012, 23:01

Re: Sonny Colbrelli

Messaggio da leggere da cassius » lunedì 15 luglio 2019, 22:29

sceriffo ha scritto:
lunedì 15 luglio 2019, 20:16
Niente da fare anche oggi per il grande Sonny. Non è un corridore da volate di gruppo e nemmeno da GC. Non va in fuga, e aspetta di giocarsela con i big. Forse un giorno riuscirà a vincere una corsa che conta, ma credo che l'unico modo per lui sarebbe provare una fuga da lontano.
da GC non credo abbia mai pensato di esserlo, neanche da sbronzo...
Però condivido che è un corridore ahilui molto a metà del guado: non scarso in volata, perchè gli scarsi in volata non fanno top5 al Tour, e neppure malaccio in salita, ma tutto ciò si traduce più in mediocrità che in potenzialità di vittoria in tanti contesti.

Condivido, meglio che cominci ad andare in fuga, se no ci sarà sempre il Gronewegen che lo asfalta quando la strada è piatta e il Van Aert, il Sagan ecc che lo batte su percorsi più duri. Sperando che in fuga non lo mettano in croce in salita.

E poi durante l'anno dovrebbe ritagliarsi qualche occasione in più in corse leggermente di seconda fascia.



Avatar utente
Abruzzese
Messaggi: 5479
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:24

Re: Sonny Colbrelli

Messaggio da leggere da Abruzzese » martedì 16 luglio 2019, 1:02

sceriffo ha scritto:
lunedì 15 luglio 2019, 20:16
Niente da fare anche oggi per il grande Sonny. Non è un corridore da volate di gruppo e nemmeno da GC. Non va in fuga, e aspetta di giocarsela con i big. Forse un giorno riuscirà a vincere una corsa che conta, ma credo che l'unico modo per lui sarebbe provare una fuga da lontano.
La tappa di ieri ha dato una testimonianza eloquente: non vince Viviani, non vince Sagan, non vince Ewan, non vince Matthews, altri clienti scomodi sono rimasti indietro. Uno dice: "finalmente è il giorno buono per Sonny". E invece no: ti salta fuori Van Aert, le cui doti ormai conosciamo tutti, seppur sta facendo solo da quest'anno un'attività su strada molto più intensa, e anche stavolta si commenta un semplice piazzamento. Insomma, nella varietà di vincitori che sta proponendo il Tour, Sonny non riesce ancora ad inserire il suo nome, gli manca sempre qualcosa per poter essere lì a mettere la propria ruota davanti a tutti gli altri (lo scorso anno duellò molto bene con Sagan e ottenne due bei secondi posti).

C'è da dire una cosa, che forse non è di secondaria importanza secondo me: probabilmente Sonny ha fatto 2 anni di troppo in determinate squadre (e due anni in meno, in sede di maturazione, probabilmente non sono pochi). Uno alla Zalf quando ormai era già pronto per passare (e mi riferisco al 2011, dopo che era già reduce da una bella stagione e dal sesto posto ai mondiali di Geelong e uno alla Bardiani, perché 5 stagioni alla squadra di Reverberi per uno che ha cominciato a correre un certo tipo di gare solo a 27 anni, sono state decisamente troppe (fortunatamente per Ciccone le cose si sono messe diversamente).


"L'importante non è quello che trovi alla fine di una corsa. L'importante è ciò che provi mentre corri" (Giorgio Faletti in "Notte prima degli esami")

"qui c'è gente che è totalmente avulsa dalla realtà e nociva al forum"

Avatar utente
robot1
Messaggi: 1037
Iscritto il: lunedì 27 dicembre 2010, 19:46

Re: Sonny Colbrelli

Messaggio da leggere da robot1 » martedì 16 luglio 2019, 1:07

Sonny non riesce a battere Sagan e Van Aert, ma in altre cose è il numero 1

https://video.repubblica.it/sport/tour- ... P1-S5.4-F4


Un giorno potremo raccontare ai nipotini che noi siamo stati fortunati a veder correre Sagan

Avatar utente
Abruzzese
Messaggi: 5479
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:24

Re: Sonny Colbrelli

Messaggio da leggere da Abruzzese » martedì 16 luglio 2019, 1:13

robot1 ha scritto:
martedì 16 luglio 2019, 1:07
Sonny non riesce a battere Sagan e Van Aert, ma in altre cose è il numero 1

https://video.repubblica.it/sport/tour- ... P1-S5.4-F4
Beh dai, anni fa al Giro di Padania il ceffone lo prese (la situazione però era completamente diversa, occorre ricordarlo), stavolta l'ha dato lui :D :D


"L'importante non è quello che trovi alla fine di una corsa. L'importante è ciò che provi mentre corri" (Giorgio Faletti in "Notte prima degli esami")

"qui c'è gente che è totalmente avulsa dalla realtà e nociva al forum"

frcre
Messaggi: 459
Iscritto il: domenica 29 maggio 2016, 18:08

Re: Sonny Colbrelli

Messaggio da leggere da frcre » martedì 16 luglio 2019, 2:42

Non sarei critico nei suoi confronti.
É un corridore forte, ma non un fenomeno.
Con una start list del genere restando in gruppo non é in grado di battere i vari Sagan, Van Aert, Alaphilippe.
Sta facendo molta fatica pure uno più forte come Matthews.
Da qui a fine carriera potrebbe raccogliere qualcosa, non é da escludere che gli possa riuscire un colpo in una classica di livello.
Per le tappe al Tour magari proverei qualche fuga piuttosto che accontentarsi del piazzamento dietro ai fenomeni.
Comunque nel complesso é un buonissimo corridore, ma non un campione.
Nel world tour ci sta più che dignitosamente.



cassius
Messaggi: 642
Iscritto il: giovedì 19 luglio 2012, 23:01

Re: Sonny Colbrelli

Messaggio da leggere da cassius » martedì 16 luglio 2019, 4:15

frcre ha scritto:
martedì 16 luglio 2019, 2:42
Non sarei critico nei suoi confronti.
É un corridore forte, ma non un fenomeno.
Con una start list del genere restando in gruppo non é in grado di battere i vari Sagan, Van Aert, Alaphilippe.
Sta facendo molta fatica pure uno più forte come Matthews.
Da qui a fine carriera potrebbe raccogliere qualcosa, non é da escludere che gli possa riuscire un colpo in una classica di livello.
Per le tappe al Tour magari proverei qualche fuga piuttosto che accontentarsi del piazzamento dietro ai fenomeni.
Comunque nel complesso é un buonissimo corridore, ma non un campione.
Nel world tour ci sta più che dignitosamente.
Avoja, gente ben peggio di Colbrelli ci sta bene nel WT.
x Sonny c'è solo un po' di rimpianto perché vedi che uno a 25 anni fa X e pensi che a 29 anni farà per forza >X
E invece il Colbrelli 29enne o il 25enne sono più o meno lo stesso. Ma avercene altri così, eh. Sarebbe già grasso che cola



mattia_95
Messaggi: 595
Iscritto il: giovedì 16 novembre 2017, 22:21

Re: Sonny Colbrelli

Messaggio da leggere da mattia_95 » martedì 16 luglio 2019, 10:31

Intano in questo Tour de France, in queste prime dieci tappe, ha già raccolto cinque top 10. Certo, il suo obiettivo è vincerne una ma, a differenza delle scorse stagioni, sta dimostrando una grande costanza. Inoltre bisogna sottolineare come non viene mai supportato in maniera almeno discreta dalla sua squadra perchè se solo Tratnik, Dennis, Mohoric e Cortina si dessero meglio da fare per pilotarlo in volata e per fargli disputare uno sprint nelle posizioni che contano magari qualche risultato migliore potrebbe conquistarlo. Considerando poi che in questo Tour non c'è un vero dominatore degli sprint perchè hanno vinto Teunissen, Sagan, Viviani, Groenewegen e Van Aert magari anche Sonny può trovare la sua giornata buona.



nikybo85
Messaggi: 2860
Iscritto il: mercoledì 23 agosto 2017, 0:06

Re: Sonny Colbrelli

Messaggio da leggere da nikybo85 » martedì 16 luglio 2019, 10:35

frcre ha scritto:
martedì 16 luglio 2019, 2:42
Non sarei critico nei suoi confronti.
É un corridore forte, ma non un fenomeno.
Con una start list del genere restando in gruppo non é in grado di battere i vari Sagan, Van Aert, Alaphilippe.
Sta facendo molta fatica pure uno più forte come Matthews.
Da qui a fine carriera potrebbe raccogliere qualcosa, non é da escludere che gli possa riuscire un colpo in una classica di livello.
Per le tappe al Tour magari proverei qualche fuga piuttosto che accontentarsi del piazzamento dietro ai fenomeni.
Comunque nel complesso é un buonissimo corridore, ma non un campione.
Nel world tour ci sta più che dignitosamente.
Questa analisi mi trova perfettamente d'accordo. Per quest'anno cercherei sicuramente una fuga in questo Tour e inizierei a risparmiare anche un pò di energie. Finora ha tenuto duro in tappe comunque piuttosto complesse, che ti prosciugano. Parlo di risparmio di energie perchè potrebbe aprirgli la possibilità di presentarsi tonico alla Vuelta. E qui sarebbe meno difficile vincere, metti poi che trova una Vuelta come quella del poker di Trentin, con poche ruote veloci, ed è in grado di piazzarne pure 2/3 di vittorie. Per la sua caratura sarebbe ottimo cominciare da questo.



mattia_95
Messaggi: 595
Iscritto il: giovedì 16 novembre 2017, 22:21

Re: Sonny Colbrelli

Messaggio da leggere da mattia_95 » martedì 16 luglio 2019, 10:56

nikybo85 ha scritto:
martedì 16 luglio 2019, 10:35
frcre ha scritto:
martedì 16 luglio 2019, 2:42
Non sarei critico nei suoi confronti.
É un corridore forte, ma non un fenomeno.
Con una start list del genere restando in gruppo non é in grado di battere i vari Sagan, Van Aert, Alaphilippe.
Sta facendo molta fatica pure uno più forte come Matthews.
Da qui a fine carriera potrebbe raccogliere qualcosa, non é da escludere che gli possa riuscire un colpo in una classica di livello.
Per le tappe al Tour magari proverei qualche fuga piuttosto che accontentarsi del piazzamento dietro ai fenomeni.
Comunque nel complesso é un buonissimo corridore, ma non un campione.
Nel world tour ci sta più che dignitosamente.
Questa analisi mi trova perfettamente d'accordo. Per quest'anno cercherei sicuramente una fuga in questo Tour e inizierei a risparmiare anche un pò di energie. Finora ha tenuto duro in tappe comunque piuttosto complesse, che ti prosciugano. Parlo di risparmio di energie perchè potrebbe aprirgli la possibilità di presentarsi tonico alla Vuelta. E qui sarebbe meno difficile vincere, metti poi che trova una Vuelta come quella del poker di Trentin, con poche ruote veloci, ed è in grado di piazzarne pure 2/3 di vittorie. Per la sua caratura sarebbe ottimo cominciare da questo.
Se Colbrelli voleva provare a vincere una tappa andando in fuga, doveva tentare di andare in avanscoperta in questa prima settimana di Tour de France. Ormai non ci sono più molte occasioni per una fuga che arrivi in porto in tappe adatte alle caratteristiche del bresciano. Ci sono i tapponi pirenaici e alpini ma non sono adatti a Colbrelli e poi ci sono tre tappe piatte per velocisti e quindi dubito che le squadre degli sprinter si lascino sfuggire queste ultime opportunità. L'unica frazione perfetta per un corridore come Colbrelli è quella di Gap ma considerando che in gruppo ci sono corridori come Matthews, Ewan e Kristoff che non hanno ancora vinto in questo Tour, per me le loro squadre terranno chiusa la corsa perchè sarà una ghiotta occasione per loro.



Avatar utente
sceriffo
Messaggi: 2407
Iscritto il: lunedì 11 aprile 2011, 23:48

Re: Sonny Colbrelli

Messaggio da leggere da sceriffo » giovedì 18 luglio 2019, 15:12

Il grande Sonny va in fuga con 2 montagne da scalare. Non si sa mai... :D



Avatar utente
Tranchée d'Arenberg
Messaggi: 17395
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:50
Località: Falconara Albanese (CS)

Re: Sonny Colbrelli

Messaggio da leggere da Tranchée d'Arenberg » giovedì 18 luglio 2019, 15:17

sceriffo ha scritto:
giovedì 18 luglio 2019, 15:12
Il grande Sonny va in fuga con 2 montagne da scalare. Non si sa mai... :D
vuole il 2° posto nella classifica della maglia verde. Magari poi tirerà un pugno a Sagan in discesa :diavoletto:


Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Generale
Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Classiche
Cobblestone 2013 - 1° Classifica Semiclassiche

FantaCycling Manager 2016 - 1° Classifica (squadre)

cassius
Messaggi: 642
Iscritto il: giovedì 19 luglio 2012, 23:01

Re: Sonny Colbrelli

Messaggio da leggere da cassius » giovedì 18 luglio 2019, 15:35

Tranchée d'Arenberg ha scritto:
giovedì 18 luglio 2019, 15:17
sceriffo ha scritto:
giovedì 18 luglio 2019, 15:12
Il grande Sonny va in fuga con 2 montagne da scalare. Non si sa mai... :D
vuole il 2° posto nella classifica della maglia verde. Magari poi tirerà un pugno a Sagan in discesa :diavoletto:
Intendi una sculacciata? :D :D




Rispondi