FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

Il mondo dei professionisti tra gare e complessità, e più in generale l'approccio al ciclismo di ogni appassionato

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

UNREAD_POSTdi Trullo » lunedì 5 giugno 2017, 16:48

Ecco il "mio" giro 2018 (tolte sulla base delle indicazioni qui riceviute, rispetto ai piani iniziali, Preda Rossa, Fauniera e Col di Sampeyre)

https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/tours/view/5574

Sabato Prologo a Siracusa, 4 km (a cronometro)
Domenica 1 semitappa Siracusa-Riposto, 117 km (per velocisti)
Domenica 2 semitappa Riposto-Giardini Naxos, 19 km (cronosquadre)
Lunedi 2 tappa Reggio Calabria-Rende, 220 km (tappa insidiosa con la Crocetta da Paola nel finale)
Martedì 3 tappa Rende-Pisticci, 169 km (pianura con finale in leggera ascesa per gli specialisti del genere)
Mercoledì 4 tappa San Severo-Giulianova, 189 km (per velocisti)
Giovedì 5 tappa Giulianova-Leonessa, 192 km (si inizia a fare sul serio, con il Terminillo a pochi chilometri dall’arrivo e poi la picchiata su Leonessa)
Venerdì 6 tappa Leonessa-Cortona, 160 km (tappa ondulata con finale in leggera ascesa, adatta a fughe da lontano)
Sabato 7 tappa Porretta Terme-Il Ciocco, 256 km (la tappa più lunga, nell’appennino tosco emiliano, con il San Pellegrino in Alpe penultima ascesa prima della breve e ripida erta finale)
Domenica 8 tappa La Spezia-Santo Stefano d’Aveto, 209 km (altra tappa appenninica impegnativa, con Bocco da Borzonasca e Chiodo da Pontestrambo nel finale)
Lunedi 9 tappa Santo Stefano d’Aveto-Roccabianca, 165 km (stretta fra montagne e cronometro, breve tappa riservata alle ruote veloci)
Martedì 10 tappa Roccabianca-Brescello, 49 km (crono piatta per specialisti, la classifica inizierà a prendere forma)
Mercoledì riposo
Giovedì 11 tappa Mantova-Padova, 173 km (di nuovo di scena i velocisti)
Venerdì 12 tappa Padova-Feltre, 171 km (con una salita a 20 km dal traguardo a selezionare il gruppo)
Sabato 13 tappa Feltre-Lago di Tovel, 201 km (primo tappone alpino, con cinque gran premi della montagna: Croce d’Aune, Rolle, Lavazè, Mendola e l’ascesa finale inedita)
Domenica 14 tappa Tuenno-Campo Moro, 234 km (secondo tappone alpino, con cinque gran premi della montagna: Tonale, Gavia, Mortirolo, Aprica e l’ascesa finale inedita)
Lunedi 15 tappa Sondrio-Assenza, 197 km (con il Croce Domini a metà percorso che favorisce fughe da lontano)
Martedì 16 tappa Assenza-Punta Veleno, 7 km (cronoscalata durissima)
Mercoledì 17 tappa Riva del Garda-Milano, 196 km (una delle ultime occasioni per i velocisti)
Giovedì 18 tappa Milano-Pian del Tivano, 112 km (nel finale si passa dal “muro”, che non sono riuscito a tracciare con FlameRouge. Tappa breve ma dove può succedere qualcosa di importante)
Venerdì 19 tappa Vigevano-Cuneo, 185 km (ultima chiamata per le ruote veloci)
Sabato 20 tappa Sampeyre-Pian Gelassa, 180 km (terzo e ultimo tappone alpino, vera tappa regina: si inizia con l’Agnello cima Coppi, si passa in territorio francese con l’Izoard per tornare in patria con Monginevro, Sestriere e Finestre, per finire con la prima volta di Pian Gelassa)

Domenica 21 tapa Bussoleno-Torino, 51 km (qui chi in salita si è dovuto difendere può prendersi la rivincita. Ma spesso dopo tre settimane i valori cambiano, e più che l’essere specialisti conta quanta benzina è rimasta)
Trullo
 
Messaggi: 33
Iscritto il: martedì 23 maggio 2017, 11:26

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

UNREAD_POSTdi Rudepravda » lunedì 5 giugno 2017, 17:08

110 km a Crono, Dumoulin si può fermare a cacare in tutti i tapponi e lo vince lo stesso :D
Rudepravda
 
Messaggi: 42
Iscritto il: domenica 5 giugno 2016, 11:40

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

UNREAD_POSTdi Patate » lunedì 5 giugno 2017, 19:31

Eh però il Finestre dal lato facile con tanto di discesa sterrata è un errore da matita blu :whip:
Avatar utente
Patate
 
Messaggi: 1000
Iscritto il: domenica 28 febbraio 2016, 23:23

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

UNREAD_POSTdi udra » lunedì 5 giugno 2017, 19:52

Io sto provando a disegnare il prossimo Giro, basandomi su qualche rumor fino ad ora trapelato.
Dato che non ci sono ancora certezze sulla partenza estera, ho cominciato subito dal nostro paese. Supponendo troppo complicato, per tempi e risorse, il trasferimento in Sicilia ho ipotizzato una partenza dal continente, da Belvedere Marittimo, in vicinanza all'aeroporto di Lamezia.
La tappa si conclude a Paestum e presenta le difficoltà principali nelle asperità del Cilento, tra vere e proprie salite e strappi dalle pendenze accentuate come quello finale verso Ogliastro Cilento.
Immaginando una partenza soft, tra crono e volate, ho disegnato un tracciato "bastardo" che possa testare le gambe dei big e che lasci la scena ai caccuatori di tappe (sperando che siano più di quelli dell'edizione appena passata :D ).
Ecco la tappa: https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/hd/124599
Avatar utente
udra
 
Messaggi: 3708
Iscritto il: mercoledì 1 ottobre 2014, 10:29

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

UNREAD_POSTdi Trullo » lunedì 5 giugno 2017, 20:39

Patate ha scritto:Eh però il Finestre dal lato facile con tanto di discesa sterrata è un errore da matita blu :whip:

Vero, però d'altra parte affrontandolo dal lato "difficile" avremmo avuto un lungo tratto di fondovalle, invece mi piaceva l'idea di una tappa dove non ci fosse quasi soluzione di continuità fra la discesa di un passo e la salita del seguente. Fa più male il Finestre "dal lato facile" affrontato immediatamente dopo la discesa del Sestriere che "dal lato giusto" ma dopo un lungo falsopiano

A meno naturalmente di impostare tutta la tappa al contrario, da Susa a Sampeyre, trovando poi un arrivo in salita nei dintorni di Sampeyre (il col di Sampeyre stesso sarebbe praticabile almeno in salita, da quel versante?) e di concludere la crono a Cuneo e non a Torino (con terzultima tappa Vigevano-Susa anzichè Vigevano-Sampeyre)
Trullo
 
Messaggi: 33
Iscritto il: martedì 23 maggio 2017, 11:26

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

UNREAD_POSTdi Bomby » mercoledì 7 giugno 2017, 10:53

Quando si disegna occorre tenere in conto anche la transitabilità in gara dei tracciati: la prima cosa da evitare sono le discese sterrate, già si cerca di evitarle alla Strade Bianche, figurarsi in una tappa di montagna.

Detto questo, propongo il disegno di una classica, o di una tappa del Giro, che passa per le mie zone (Bassa Modenese). Volendo fare una tappa tradizionale qui, non cì si può inventare poi molto: piattone con arrivo in volata. Le uniche difficoltà altimetriche sarebbero i ponti o i cavalcavia...
A meno che non si ricorra alle "strade basse", ovvero alle strade bianche, che nella bassa padana, e ancora più nella zona che si protende verso il Grande Fiume (dalle mie parti si chiama Valle) sono numerose ed estese. Il paesaggio non sarà certo quello della Strade Bianche in Toscana. Qui è tutto piatto, e nella "Valle", la zona a nord di Massa Finalese, Mirandola, ecc., che prima e dopo la colonizzazione romana e fino a pochi secoli fa era paludosa, si scende ad un'altezza sul livello del mare di ben... 8 metri! Gli spazi sono aperti e l'occhio può vagare su una grande estensione di terreno: campi, residue paludi, cascine diroccate a causa del terremoto del 2012, piccoli centri abitati un tempo isole in mezzo alle paludi e oggi sperduti in mezzo alle campagne.

[Excursus storico]
Vi chiederete il perchè dell'appellativo di "Strade Basse": le strade principali, da noi, proprio per la natura del terreno, sono state tracciate lungo gli argini di antichi fiumi o canali, che nel corso del medioevo spesso cambiavano percorso ad ogni inondazione. Erano rilievi sul territorio, che facevano sì che le strade rimanessero asciutte per quanto più tempo possibile (l'estate), ovvero quando i fiumi ed i canali erano meno ricchi d'acqua e la navigazione era difficile. Le strade di campagna, invece, non erano rialzate, erano basse e quindi facilmente inondabili, spesso erano più striscia fangosa che strada. Nell'alta pianura invece il tracciato segue le strade di centuriazione romana (talvolta i nomi lo ricordano): lo si nota dal reticolo quadrato e dai lunghi rettilinei con strade che si incrociano ogni 700 metri circa. Una nota: ad un certo punto, nei pressi di Camposanto, si passa per un'area chiamata "Bosco", dove non c'è un albero manco a cercarlo col lanternino: qui, fino agli anni '50 resisteva uno degli ultimi scampoli della foresta che un tempo ricopriva tutta la zona che non era palude. Negli anni '30 furono costruite le case e le strade per coloro che si occupavano della gestione della foresta, sfruttata per il legname. Una volta eliminata la foresta, rimangono i campi (e le ceramiche).
[Fine excursus storico]

https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/hd/123846
Bomby
 
Messaggi: 494
Iscritto il: martedì 17 giugno 2014, 19:23

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

UNREAD_POSTdi pereiro2982 » mercoledì 7 giugno 2017, 22:24

https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/hd/125147


cosa ne pensate di una tappa del genere al tour ?
pereiro2982
 
Messaggi: 786
Iscritto il: lunedì 16 maggio 2016, 14:18

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

UNREAD_POSTdi Maìno della Spinetta » giovedì 8 giugno 2017, 0:30

Bomby ha scritto:Quando si disegna occorre tenere in conto anche la transitabilità in gara dei tracciati: la prima cosa da evitare sono le discese sterrate, già si cerca di evitarle alla Strade Bianche, figurarsi in una tappa di montagna.

Detto questo, propongo il disegno di una classica, o di una tappa del Giro, che passa per le mie zone (Bassa Modenese). Volendo fare una tappa tradizionale qui, non cì si può inventare poi molto: piattone con arrivo in volata. Le uniche difficoltà altimetriche sarebbero i ponti o i cavalcavia...
A meno che non si ricorra alle "strade basse", ovvero alle strade bianche, che nella bassa padana, e ancora più nella zona che si protende verso il Grande Fiume (dalle mie parti si chiama Valle) sono numerose ed estese. Il paesaggio non sarà certo quello della Strade Bianche in Toscana. Qui è tutto piatto, e nella "Valle", la zona a nord di Massa Finalese, Mirandola, ecc., che prima e dopo la colonizzazione romana e fino a pochi secoli fa era paludosa, si scende ad un'altezza sul livello del mare di ben... 8 metri! Gli spazi sono aperti e l'occhio può vagare su una grande estensione di terreno: campi, residue paludi, cascine diroccate a causa del terremoto del 2012, piccoli centri abitati un tempo isole in mezzo alle paludi e oggi sperduti in mezzo alle campagne.

[Excursus storico]
Vi chiederete il perchè dell'appellativo di "Strade Basse": le strade principali, da noi, proprio per la natura del terreno, sono state tracciate lungo gli argini di antichi fiumi o canali, che nel corso del medioevo spesso cambiavano percorso ad ogni inondazione. Erano rilievi sul territorio, che facevano sì che le strade rimanessero asciutte per quanto più tempo possibile (l'estate), ovvero quando i fiumi ed i canali erano meno ricchi d'acqua e la navigazione era difficile. Le strade di campagna, invece, non erano rialzate, erano basse e quindi facilmente inondabili, spesso erano più striscia fangosa che strada. Nell'alta pianura invece il tracciato segue le strade di centuriazione romana (talvolta i nomi lo ricordano): lo si nota dal reticolo quadrato e dai lunghi rettilinei con strade che si incrociano ogni 700 metri circa. Una nota: ad un certo punto, nei pressi di Camposanto, si passa per un'area chiamata "Bosco", dove non c'è un albero manco a cercarlo col lanternino: qui, fino agli anni '50 resisteva uno degli ultimi scampoli della foresta che un tempo ricopriva tutta la zona che non era palude. Negli anni '30 furono costruite le case e le strade per coloro che si occupavano della gestione della foresta, sfruttata per il legname. Una volta eliminata la foresta, rimangono i campi (e le ceramiche).
[Fine excursus storico]

https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/hd/123846


Bello leggerti, e bello sapere che anche un altro ha il sogno delle sterrate padane!
“Our interest’s on the dangerous edge of things.
The honest thief, the tender murderer, the superstitious atheist”.
Avatar utente
Maìno della Spinetta
 
Messaggi: 4161
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 15:53

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

UNREAD_POSTdi Admin » giovedì 8 giugno 2017, 1:06

pereiro2982 ha scritto:https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/hd/125147


cosa ne pensate di una tappa del genere al tour ?


Che sarebbe interessante. Ma com'è la strada fin lassù?
Pantani è una leggenda come Coppi e Bartali
Admin
 
Messaggi: 10754
Iscritto il: domenica 21 giugno 2009, 21:48

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

UNREAD_POSTdi Basso » giovedì 8 giugno 2017, 9:21

Bomby ha scritto:Detto questo, propongo il disegno di una classica, o di una tappa del Giro, che passa per le mie zone (Bassa Modenese). Volendo fare una tappa tradizionale qui, non cì si può inventare poi molto: piattone con arrivo in volata. Le uniche difficoltà altimetriche sarebbero i ponti o i cavalcavia...
A meno che non si ricorra alle "strade basse", ovvero alle strade bianche, che nella bassa padana, e ancora più nella zona che si protende verso il Grande Fiume (dalle mie parti si chiama Valle) sono numerose ed estese.

Nella tua regione c'è già qualcosa di tal tipo, anche se in Romagna. Il 25 marzo si è infatti tenuta la prima edizione della Strade Bianche di Romagna riservata agli under 23: circa 21 km sullo sterrato nei complessivi 131.4 km totali, che ricalca una granfondo che si disputa da qualche anno.

Immagine
11: Vuelta 7, Prato
12: Appennino, Japan Cup
13: Giro 9, CN linea, Vuelta 20, Sabatini
14: Vasco, Dauphiné, Tour 3, Tour 21, Polonia, TreValli
15: Laigueglia, Scheldeprijs, Giro 2, Giro 18, Giro, Tour 13, Fourmies
16: Nice, Vuelta 12
17: Francoforte
Basso
 
Messaggi: 10829
Iscritto il: sabato 21 maggio 2011, 17:03
Località: Vicenza

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

UNREAD_POSTdi pereiro2982 » giovedì 8 giugno 2017, 9:41

Admin ha scritto:
pereiro2982 ha scritto:https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/hd/125147


cosa ne pensate di una tappa del genere al tour ?


Che sarebbe interessante. Ma com'è la strada fin lassù?



credo sterrato
pereiro2982
 
Messaggi: 786
Iscritto il: lunedì 16 maggio 2016, 14:18

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

UNREAD_POSTdi Bomby » giovedì 8 giugno 2017, 11:34

L'ispirazione l'ho presa da lì, ad essere sinceri. Però mi ispirava disegnare una corsa che passasse proprio da casa mia.

Per la Super Alp d'Huez credo ci sia davvero poco spazio per piazzare l'arrivo lassù. E la strada mi pare proprio una mulattiera...
Bomby
 
Messaggi: 494
Iscritto il: martedì 17 giugno 2014, 19:23

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

UNREAD_POSTdi GiacomoXT » giovedì 8 giugno 2017, 18:06

Ipotetica tappa alpina del Giro con partenza da Sampeyre e arrivo a Sestriere: 210 km con 6600 metri di dislivello.

Si parte e si sale sul Colle dell'Agnello, giusto per propiziare la fuga di giornata. Quindi, passaggio obbligato sul Colle dell'Izoard (altrimenti come si torna in Piemonte?). Quindi, arrivati a Briancon si vira verso Cesana Torinese. Prima di fare tutto il fondo valle, prima puntata a Sestriere con primo passaggio lungo la linea del traguardo, così da far felici gli spettatori e far vedere loro ben due volte i loro beniamini in bicicletta. Si torna a Cesana Torinese e si va verso Oulx e poi Susa. Si gira e si prende il Colle delle Finestre per arrivare, finalmente, a Sestriere, questa volta per l'arrivo vero e proprio.

http://www.cronoescalada.com/index.php/ ... iew/312117



Piccola variante: stessa partenza, stesso arrivo, stesso chilometraggio, stesso dislivello, solo che la scalata fino a Sestriere da Cesana Torinese si posticipa a dopo il passaggio sul Colle delle Finestre anziché prima.

http://www.cronoescalada.com/index.php/ ... iew/312123
FC 2015: Kuurne; Brabante; Amstel; Freccia; Giro (primi 5); Svizzera; Tour t. 7; Tour (tappe); Vuelta t. 10; Bernocchi; Lombardia
FC 2016: Tour t. 20; GP Wallonie; Sabatini
GiacomoXT
 
Messaggi: 1293
Iscritto il: sabato 27 dicembre 2014, 15:17
Località: Livorno

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

UNREAD_POSTdi Winter » giovedì 8 giugno 2017, 18:38

Be con un percorso così. .
dal sestriere ..arrivo sullo chaberton :clap:
1900 metri di dislivello in 15 km..
Winter
 
Messaggi: 9993
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

UNREAD_POSTdi pereiro2982 » giovedì 8 giugno 2017, 21:29

Bomby ha scritto:L'ispirazione l'ho presa da lì, ad essere sinceri. Però mi ispirava disegnare una corsa che passasse proprio da casa mia.

Per la Super Alp d'Huez credo ci sia davvero poco spazio per piazzare l'arrivo lassù. E la strada mi pare proprio una mulattiera...



qualche mulattiera al tour per variare non sarebbe male , non che diventi una caratteristica ma giusto per avere una variabile in piu
pereiro2982
 
Messaggi: 786
Iscritto il: lunedì 16 maggio 2016, 14:18

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

UNREAD_POSTdi Trullo » lunedì 12 giugno 2017, 10:56

https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/hd/126156

Alternativa alla penultima tappa, per affrontare il Finestre dal lato "giusto". Lontano dal traguardo, ma in una situazione che si addice ad attacchi da ontano (tipo Chiappucci a Sestrriere 1992). Dalla cina del finestre al traguardo ci sono 150 km, senza un metro di pianura e con due mostri come Izoard e Agnello
Trullo
 
Messaggi: 33
Iscritto il: martedì 23 maggio 2017, 11:26

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

UNREAD_POSTdi Patate » martedì 13 giugno 2017, 12:08

In tema TDS ne presento uno da me fatto ieri, sperando che sia migliore degli obbrobri recenti :D
1° tappa
Immagine
Prima tappa in linea senza particolari scossoni, terreno di caccia per velocisti

2° tappa
Immagine
Lunga e tecnica cronometro individuale di quasi 30 km, piatta nella prima parte ed urbana nella seconda, con tre strappetti brevi ma duri (l'ultimo all'11%). Grandi distacchi

3° tappa
Immagine
Dura tappa di mezza montagna con circuito da ripetere tre volte, nella migliore tradizione svizzera :D
Salita estremamente irregolare con frequenti tratti in doppia cifra ed arrivo a Thun dopo 8 km di picchiata. Per finisseur particolarmente resistenti


4° tappa
Immagine
Primo appuntamento con l'alta montagna: il lunghissimo Sustenpass non smuoverà più di tanto le acque prima dell'Iberenegg, salita non eterna ma dura e sempre regolare all'8%

5° tappa
Immagine
Altra tappa mossa con circuito, ma meno dura della terza, che può premiare un finisseur alla Sagan, Gilbert, GVA. Finale cittadino molto intricato

6° tappa
Immagine
Tappone veramente impressionante con il "Giro della morte" svizzero: Furka, Nufenen, Gottardo intorno ad Andermatt. L'ascesa finale del Gottardo è sulla Tremola e, quindi, in parte in pavé. Il giorno della resa dei conti

7° tappa
Immagine
Di nuovo tappa per velocisti, l'ultima, con le incognite della non banale salita affrontata ai -50 e delle fatiche delle tappe precedenti

8° tappa
Immagine
Non un tappone, ma estremamente impegnativa con i suoi 3 HC. L'ultimo è terribile, in particolare, coronato da una discesa assi tecnica

9° tappa
Immagine
Finale di mezza montagna con sconfinamento in Francia. Le cotes più brevi sono lontane dal traguardo per cercare più confusione e spettacolo. Rientro in Svizzera tramite il Pas de Morgins e la facile salita di Champery (finale simile a quello del Delfinato 2013

Commenti e pareri sono al solito ben accetti :hippy:
Avatar utente
Patate
 
Messaggi: 1000
Iscritto il: domenica 28 febbraio 2016, 23:23

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

UNREAD_POSTdi Bomby » martedì 13 giugno 2017, 16:02

Bello! Per i velocisti forse un po' poche le occasioni, però in 9 giorni di corsa...
Bomby
 
Messaggi: 494
Iscritto il: martedì 17 giugno 2014, 19:23

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

UNREAD_POSTdi galliano » mercoledì 14 giugno 2017, 14:53

Mi sono iscritto alla flammerouge e sto cominciando a smanettare con l'editor.
Ne approfittavo per chiedere una dritta.
Qualcuno di voi ha mai fatto il passo delle 5 croci nella zona del lagorai?
La strada è sterrata e chiusa ai veicoli non autorizzati.
Io ci sono andato da piccolo piccolo e poi non l'ho mai più fatta nonostante sia vicina a Trento.

Mi stuzzicava molto la possibilità di una tappa che facesse Brocon, discesa su Caoria, Passo 5 croci, discesa su Telve, Manghen, Cavalese, Pampeago.
Se non ricordo male lo sterrato del 5 croci è di buona qualità.
Fosse per me arriverei sul Manghen inserendo il Grappa prima del Brocon, ma realisticamente parlando credo che Pampeago sia più plausibile.
Il lagorai meriterebbe una tappa del genere, non capisco perché la provincia di TN si ostini sempre con Pampeago.
Avatar utente
galliano
 
Messaggi: 9547
Iscritto il: giovedì 14 aprile 2011, 11:53
Località: TN

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

UNREAD_POSTdi Trullo » mercoledì 14 giugno 2017, 15:04

Approfitto per chiedere se la discesa dello Zoncolan (versante di Sutrio, salendo quindi da Ovaro e scendendo su Sutrio) è praticabile
Trullo
 
Messaggi: 33
Iscritto il: martedì 23 maggio 2017, 11:26

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

UNREAD_POSTdi Walter_White » mercoledì 14 giugno 2017, 15:08

Trullo ha scritto:Approfitto per chiedere se la discesa dello Zoncolan (versante di Sutrio, salendo quindi da Ovaro e scendendo su Sutrio) è praticabile


Si, a parte i primi 3 km molto pendenti poi la strada è al 9% medio a due corsie
guidobaldo de medici ha scritto:gilbert capitano era una cosa ridicola, non ha mai dato segno di poter reggere un fiandre, neppure lontanamente. del resto la scelta di fare la 3 giorni di de panne era già chiara.
Walter_White
 
Messaggi: 4271
Iscritto il: mercoledì 23 marzo 2016, 18:01

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

UNREAD_POSTdi Trullo » giovedì 15 giugno 2017, 16:00

Avevo in mente una cosa del tipo Zoncolan da Ovaro, discesa su Sutrio e Crostis da Sutrio arrivando in cima (e disinnescando così il tema della mancanza di sicurezza, vera o presunta, discesa del Crostis che aveva portato alla cancellazione di quella tappa)
Trullo
 
Messaggi: 33
Iscritto il: martedì 23 maggio 2017, 11:26

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

UNREAD_POSTdi Patate » sabato 17 giugno 2017, 10:13

Primi tre segmenti di un'ambiziosa sequela con lo scopo di inventare una corsa in ogni paese del mondo, con ovvio riguardo verso i meno conosciuti :crazy:

Nuova Caledonia
Immagine
una sorta di GP Francoforte con colline dure molto lontane dal traguardo

Libano
Immagine
Un vero e proprio Lombardia con salite lunghe e dure e strappetto finale di Beirut Alta :diavoletto:

Mayotte
che cazzo è? -cit-
Immagine
Una simil-ardenne con salite abbastanza dure ma brevi e dalla scarsa altitudine

Proverò a continuare il viaggio!
Avatar utente
Patate
 
Messaggi: 1000
Iscritto il: domenica 28 febbraio 2016, 23:23

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

UNREAD_POSTdi Admin » sabato 17 giugno 2017, 11:18

:champion: :champion: :champion:
Pantani è una leggenda come Coppi e Bartali
Admin
 
Messaggi: 10754
Iscritto il: domenica 21 giugno 2009, 21:48

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

simila

simila
 

Precedente

Torna a Dite la vostra sul ciclismo!

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Alanford, Baidu [Spider], Bing [Bot], Bitossi, dexter, Google Adsense [Bot], Norman7, Oro&Argento, peek, Rudy80, Salvatore77, simociclo, TIC e 43 ospiti