FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

Il mondo dei professionisti tra gare e complessità, e più in generale l'approccio al ciclismo di ogni appassionato

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

UNREAD_POSTdi Trullo » lunedì 5 giugno 2017, 16:48

Ecco il "mio" giro 2018 (tolte sulla base delle indicazioni qui riceviute, rispetto ai piani iniziali, Preda Rossa, Fauniera e Col di Sampeyre)

https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/tours/view/5574

Sabato Prologo a Siracusa, 4 km (a cronometro)
Domenica 1 semitappa Siracusa-Riposto, 117 km (per velocisti)
Domenica 2 semitappa Riposto-Giardini Naxos, 19 km (cronosquadre)
Lunedi 2 tappa Reggio Calabria-Rende, 220 km (tappa insidiosa con la Crocetta da Paola nel finale)
Martedì 3 tappa Rende-Pisticci, 169 km (pianura con finale in leggera ascesa per gli specialisti del genere)
Mercoledì 4 tappa San Severo-Giulianova, 189 km (per velocisti)
Giovedì 5 tappa Giulianova-Leonessa, 192 km (si inizia a fare sul serio, con il Terminillo a pochi chilometri dall’arrivo e poi la picchiata su Leonessa)
Venerdì 6 tappa Leonessa-Cortona, 160 km (tappa ondulata con finale in leggera ascesa, adatta a fughe da lontano)
Sabato 7 tappa Porretta Terme-Il Ciocco, 256 km (la tappa più lunga, nell’appennino tosco emiliano, con il San Pellegrino in Alpe penultima ascesa prima della breve e ripida erta finale)
Domenica 8 tappa La Spezia-Santo Stefano d’Aveto, 209 km (altra tappa appenninica impegnativa, con Bocco da Borzonasca e Chiodo da Pontestrambo nel finale)
Lunedi 9 tappa Santo Stefano d’Aveto-Roccabianca, 165 km (stretta fra montagne e cronometro, breve tappa riservata alle ruote veloci)
Martedì 10 tappa Roccabianca-Brescello, 49 km (crono piatta per specialisti, la classifica inizierà a prendere forma)
Mercoledì riposo
Giovedì 11 tappa Mantova-Padova, 173 km (di nuovo di scena i velocisti)
Venerdì 12 tappa Padova-Feltre, 171 km (con una salita a 20 km dal traguardo a selezionare il gruppo)
Sabato 13 tappa Feltre-Lago di Tovel, 201 km (primo tappone alpino, con cinque gran premi della montagna: Croce d’Aune, Rolle, Lavazè, Mendola e l’ascesa finale inedita)
Domenica 14 tappa Tuenno-Campo Moro, 234 km (secondo tappone alpino, con cinque gran premi della montagna: Tonale, Gavia, Mortirolo, Aprica e l’ascesa finale inedita)
Lunedi 15 tappa Sondrio-Assenza, 197 km (con il Croce Domini a metà percorso che favorisce fughe da lontano)
Martedì 16 tappa Assenza-Punta Veleno, 7 km (cronoscalata durissima)
Mercoledì 17 tappa Riva del Garda-Milano, 196 km (una delle ultime occasioni per i velocisti)
Giovedì 18 tappa Milano-Pian del Tivano, 112 km (nel finale si passa dal “muro”, che non sono riuscito a tracciare con FlameRouge. Tappa breve ma dove può succedere qualcosa di importante)
Venerdì 19 tappa Vigevano-Cuneo, 185 km (ultima chiamata per le ruote veloci)
Sabato 20 tappa Sampeyre-Pian Gelassa, 180 km (terzo e ultimo tappone alpino, vera tappa regina: si inizia con l’Agnello cima Coppi, si passa in territorio francese con l’Izoard per tornare in patria con Monginevro, Sestriere e Finestre, per finire con la prima volta di Pian Gelassa)

Domenica 21 tapa Bussoleno-Torino, 51 km (qui chi in salita si è dovuto difendere può prendersi la rivincita. Ma spesso dopo tre settimane i valori cambiano, e più che l’essere specialisti conta quanta benzina è rimasta)
Trullo
 
Messaggi: 49
Iscritto il: martedì 23 maggio 2017, 11:26

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

UNREAD_POSTdi Rudepravda » lunedì 5 giugno 2017, 17:08

110 km a Crono, Dumoulin si può fermare a cacare in tutti i tapponi e lo vince lo stesso :D
Rudepravda
 
Messaggi: 211
Iscritto il: domenica 5 giugno 2016, 11:40

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

UNREAD_POSTdi Patate » lunedì 5 giugno 2017, 19:31

Eh però il Finestre dal lato facile con tanto di discesa sterrata è un errore da matita blu :whip:
antani ha scritto:Non so perchè ma ho la sensazione che domani Aru possa arrivare dietro o davanti a Froome, stiamo a vedere sembra facile ma non è difficile
Avatar utente
Patate
 
Messaggi: 1667
Iscritto il: domenica 28 febbraio 2016, 23:23

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

UNREAD_POSTdi udra » lunedì 5 giugno 2017, 19:52

Io sto provando a disegnare il prossimo Giro, basandomi su qualche rumor fino ad ora trapelato.
Dato che non ci sono ancora certezze sulla partenza estera, ho cominciato subito dal nostro paese. Supponendo troppo complicato, per tempi e risorse, il trasferimento in Sicilia ho ipotizzato una partenza dal continente, da Belvedere Marittimo, in vicinanza all'aeroporto di Lamezia.
La tappa si conclude a Paestum e presenta le difficoltà principali nelle asperità del Cilento, tra vere e proprie salite e strappi dalle pendenze accentuate come quello finale verso Ogliastro Cilento.
Immaginando una partenza soft, tra crono e volate, ho disegnato un tracciato "bastardo" che possa testare le gambe dei big e che lasci la scena ai caccuatori di tappe (sperando che siano più di quelli dell'edizione appena passata :D ).
Ecco la tappa: https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/hd/124599
Avatar utente
udra
 
Messaggi: 4393
Iscritto il: mercoledì 1 ottobre 2014, 10:29

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

UNREAD_POSTdi Trullo » lunedì 5 giugno 2017, 20:39

Patate ha scritto:Eh però il Finestre dal lato facile con tanto di discesa sterrata è un errore da matita blu :whip:

Vero, però d'altra parte affrontandolo dal lato "difficile" avremmo avuto un lungo tratto di fondovalle, invece mi piaceva l'idea di una tappa dove non ci fosse quasi soluzione di continuità fra la discesa di un passo e la salita del seguente. Fa più male il Finestre "dal lato facile" affrontato immediatamente dopo la discesa del Sestriere che "dal lato giusto" ma dopo un lungo falsopiano

A meno naturalmente di impostare tutta la tappa al contrario, da Susa a Sampeyre, trovando poi un arrivo in salita nei dintorni di Sampeyre (il col di Sampeyre stesso sarebbe praticabile almeno in salita, da quel versante?) e di concludere la crono a Cuneo e non a Torino (con terzultima tappa Vigevano-Susa anzichè Vigevano-Sampeyre)
Trullo
 
Messaggi: 49
Iscritto il: martedì 23 maggio 2017, 11:26

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

UNREAD_POSTdi Bomby » mercoledì 7 giugno 2017, 10:53

Quando si disegna occorre tenere in conto anche la transitabilità in gara dei tracciati: la prima cosa da evitare sono le discese sterrate, già si cerca di evitarle alla Strade Bianche, figurarsi in una tappa di montagna.

Detto questo, propongo il disegno di una classica, o di una tappa del Giro, che passa per le mie zone (Bassa Modenese). Volendo fare una tappa tradizionale qui, non cì si può inventare poi molto: piattone con arrivo in volata. Le uniche difficoltà altimetriche sarebbero i ponti o i cavalcavia...
A meno che non si ricorra alle "strade basse", ovvero alle strade bianche, che nella bassa padana, e ancora più nella zona che si protende verso il Grande Fiume (dalle mie parti si chiama Valle) sono numerose ed estese. Il paesaggio non sarà certo quello della Strade Bianche in Toscana. Qui è tutto piatto, e nella "Valle", la zona a nord di Massa Finalese, Mirandola, ecc., che prima e dopo la colonizzazione romana e fino a pochi secoli fa era paludosa, si scende ad un'altezza sul livello del mare di ben... 8 metri! Gli spazi sono aperti e l'occhio può vagare su una grande estensione di terreno: campi, residue paludi, cascine diroccate a causa del terremoto del 2012, piccoli centri abitati un tempo isole in mezzo alle paludi e oggi sperduti in mezzo alle campagne.

[Excursus storico]
Vi chiederete il perchè dell'appellativo di "Strade Basse": le strade principali, da noi, proprio per la natura del terreno, sono state tracciate lungo gli argini di antichi fiumi o canali, che nel corso del medioevo spesso cambiavano percorso ad ogni inondazione. Erano rilievi sul territorio, che facevano sì che le strade rimanessero asciutte per quanto più tempo possibile (l'estate), ovvero quando i fiumi ed i canali erano meno ricchi d'acqua e la navigazione era difficile. Le strade di campagna, invece, non erano rialzate, erano basse e quindi facilmente inondabili, spesso erano più striscia fangosa che strada. Nell'alta pianura invece il tracciato segue le strade di centuriazione romana (talvolta i nomi lo ricordano): lo si nota dal reticolo quadrato e dai lunghi rettilinei con strade che si incrociano ogni 700 metri circa. Una nota: ad un certo punto, nei pressi di Camposanto, si passa per un'area chiamata "Bosco", dove non c'è un albero manco a cercarlo col lanternino: qui, fino agli anni '50 resisteva uno degli ultimi scampoli della foresta che un tempo ricopriva tutta la zona che non era palude. Negli anni '30 furono costruite le case e le strade per coloro che si occupavano della gestione della foresta, sfruttata per il legname. Una volta eliminata la foresta, rimangono i campi (e le ceramiche).
[Fine excursus storico]

https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/hd/123846
Bomby
 
Messaggi: 638
Iscritto il: martedì 17 giugno 2014, 19:23

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

UNREAD_POSTdi pereiro2982 » mercoledì 7 giugno 2017, 22:24

https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/hd/125147


cosa ne pensate di una tappa del genere al tour ?
pereiro2982
 
Messaggi: 1236
Iscritto il: lunedì 16 maggio 2016, 14:18

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

UNREAD_POSTdi Maìno della Spinetta » giovedì 8 giugno 2017, 0:30

Bomby ha scritto:Quando si disegna occorre tenere in conto anche la transitabilità in gara dei tracciati: la prima cosa da evitare sono le discese sterrate, già si cerca di evitarle alla Strade Bianche, figurarsi in una tappa di montagna.

Detto questo, propongo il disegno di una classica, o di una tappa del Giro, che passa per le mie zone (Bassa Modenese). Volendo fare una tappa tradizionale qui, non cì si può inventare poi molto: piattone con arrivo in volata. Le uniche difficoltà altimetriche sarebbero i ponti o i cavalcavia...
A meno che non si ricorra alle "strade basse", ovvero alle strade bianche, che nella bassa padana, e ancora più nella zona che si protende verso il Grande Fiume (dalle mie parti si chiama Valle) sono numerose ed estese. Il paesaggio non sarà certo quello della Strade Bianche in Toscana. Qui è tutto piatto, e nella "Valle", la zona a nord di Massa Finalese, Mirandola, ecc., che prima e dopo la colonizzazione romana e fino a pochi secoli fa era paludosa, si scende ad un'altezza sul livello del mare di ben... 8 metri! Gli spazi sono aperti e l'occhio può vagare su una grande estensione di terreno: campi, residue paludi, cascine diroccate a causa del terremoto del 2012, piccoli centri abitati un tempo isole in mezzo alle paludi e oggi sperduti in mezzo alle campagne.

[Excursus storico]
Vi chiederete il perchè dell'appellativo di "Strade Basse": le strade principali, da noi, proprio per la natura del terreno, sono state tracciate lungo gli argini di antichi fiumi o canali, che nel corso del medioevo spesso cambiavano percorso ad ogni inondazione. Erano rilievi sul territorio, che facevano sì che le strade rimanessero asciutte per quanto più tempo possibile (l'estate), ovvero quando i fiumi ed i canali erano meno ricchi d'acqua e la navigazione era difficile. Le strade di campagna, invece, non erano rialzate, erano basse e quindi facilmente inondabili, spesso erano più striscia fangosa che strada. Nell'alta pianura invece il tracciato segue le strade di centuriazione romana (talvolta i nomi lo ricordano): lo si nota dal reticolo quadrato e dai lunghi rettilinei con strade che si incrociano ogni 700 metri circa. Una nota: ad un certo punto, nei pressi di Camposanto, si passa per un'area chiamata "Bosco", dove non c'è un albero manco a cercarlo col lanternino: qui, fino agli anni '50 resisteva uno degli ultimi scampoli della foresta che un tempo ricopriva tutta la zona che non era palude. Negli anni '30 furono costruite le case e le strade per coloro che si occupavano della gestione della foresta, sfruttata per il legname. Una volta eliminata la foresta, rimangono i campi (e le ceramiche).
[Fine excursus storico]

https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/hd/123846


Bello leggerti, e bello sapere che anche un altro ha il sogno delle sterrate padane!
“Our interest’s on the dangerous edge of things.
The honest thief, the tender murderer, the superstitious atheist”.
Avatar utente
Maìno della Spinetta
 
Messaggi: 4368
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 15:53

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

UNREAD_POSTdi Admin » giovedì 8 giugno 2017, 1:06

pereiro2982 ha scritto:https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/hd/125147


cosa ne pensate di una tappa del genere al tour ?


Che sarebbe interessante. Ma com'è la strada fin lassù?
Pantani è una leggenda come Coppi e Bartali
Admin
 
Messaggi: 11360
Iscritto il: domenica 21 giugno 2009, 21:48

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

UNREAD_POSTdi Basso » giovedì 8 giugno 2017, 9:21

Bomby ha scritto:Detto questo, propongo il disegno di una classica, o di una tappa del Giro, che passa per le mie zone (Bassa Modenese). Volendo fare una tappa tradizionale qui, non cì si può inventare poi molto: piattone con arrivo in volata. Le uniche difficoltà altimetriche sarebbero i ponti o i cavalcavia...
A meno che non si ricorra alle "strade basse", ovvero alle strade bianche, che nella bassa padana, e ancora più nella zona che si protende verso il Grande Fiume (dalle mie parti si chiama Valle) sono numerose ed estese.

Nella tua regione c'è già qualcosa di tal tipo, anche se in Romagna. Il 25 marzo si è infatti tenuta la prima edizione della Strade Bianche di Romagna riservata agli under 23: circa 21 km sullo sterrato nei complessivi 131.4 km totali, che ricalca una granfondo che si disputa da qualche anno.

Immagine
11: Vuelta7, Prato
12: Appennino, JapanCup
13: Giro9, ITA RR, Vuelta20, Sabatini
14: Vasco, Dauphiné, Tour3, Tour21, Polonia, TreValli
15: Laigueglia, Escaut, Giro2, Giro18, Giro, Tour13, Fourmies
16: Nice, Vuelta12
17: Frankfurt, Tour11, Vuelta16, Chrono
Basso
 
Messaggi: 11680
Iscritto il: sabato 21 maggio 2011, 17:03
Località: Vicenza

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

UNREAD_POSTdi pereiro2982 » giovedì 8 giugno 2017, 9:41

Admin ha scritto:
pereiro2982 ha scritto:https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/hd/125147


cosa ne pensate di una tappa del genere al tour ?


Che sarebbe interessante. Ma com'è la strada fin lassù?



credo sterrato
pereiro2982
 
Messaggi: 1236
Iscritto il: lunedì 16 maggio 2016, 14:18

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

UNREAD_POSTdi Bomby » giovedì 8 giugno 2017, 11:34

L'ispirazione l'ho presa da lì, ad essere sinceri. Però mi ispirava disegnare una corsa che passasse proprio da casa mia.

Per la Super Alp d'Huez credo ci sia davvero poco spazio per piazzare l'arrivo lassù. E la strada mi pare proprio una mulattiera...
Bomby
 
Messaggi: 638
Iscritto il: martedì 17 giugno 2014, 19:23

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

UNREAD_POSTdi GiacomoXT » giovedì 8 giugno 2017, 18:06

Ipotetica tappa alpina del Giro con partenza da Sampeyre e arrivo a Sestriere: 210 km con 6600 metri di dislivello.

Si parte e si sale sul Colle dell'Agnello, giusto per propiziare la fuga di giornata. Quindi, passaggio obbligato sul Colle dell'Izoard (altrimenti come si torna in Piemonte?). Quindi, arrivati a Briancon si vira verso Cesana Torinese. Prima di fare tutto il fondo valle, prima puntata a Sestriere con primo passaggio lungo la linea del traguardo, così da far felici gli spettatori e far vedere loro ben due volte i loro beniamini in bicicletta. Si torna a Cesana Torinese e si va verso Oulx e poi Susa. Si gira e si prende il Colle delle Finestre per arrivare, finalmente, a Sestriere, questa volta per l'arrivo vero e proprio.

http://www.cronoescalada.com/index.php/ ... iew/312117



Piccola variante: stessa partenza, stesso arrivo, stesso chilometraggio, stesso dislivello, solo che la scalata fino a Sestriere da Cesana Torinese si posticipa a dopo il passaggio sul Colle delle Finestre anziché prima.

http://www.cronoescalada.com/index.php/ ... iew/312123
FC 2015: Kuurne; Brabante; Amstel; Freccia; Giro (primi 5); Svizzera; Tour t. 7; Tour (tappe); Vuelta t. 10; Bernocchi; Lombardia
FC 2016: Tour t. 20; Wallonie; Sabatini
FC 2017: Europeo
GiacomoXT
 
Messaggi: 1352
Iscritto il: sabato 27 dicembre 2014, 15:17
Località: Livorno

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

UNREAD_POSTdi Winter » giovedì 8 giugno 2017, 18:38

Be con un percorso così. .
dal sestriere ..arrivo sullo chaberton :clap:
1900 metri di dislivello in 15 km..
Winter
 
Messaggi: 10953
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

UNREAD_POSTdi pereiro2982 » giovedì 8 giugno 2017, 21:29

Bomby ha scritto:L'ispirazione l'ho presa da lì, ad essere sinceri. Però mi ispirava disegnare una corsa che passasse proprio da casa mia.

Per la Super Alp d'Huez credo ci sia davvero poco spazio per piazzare l'arrivo lassù. E la strada mi pare proprio una mulattiera...



qualche mulattiera al tour per variare non sarebbe male , non che diventi una caratteristica ma giusto per avere una variabile in piu
pereiro2982
 
Messaggi: 1236
Iscritto il: lunedì 16 maggio 2016, 14:18

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

UNREAD_POSTdi Trullo » lunedì 12 giugno 2017, 10:56

https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/hd/126156

Alternativa alla penultima tappa, per affrontare il Finestre dal lato "giusto". Lontano dal traguardo, ma in una situazione che si addice ad attacchi da ontano (tipo Chiappucci a Sestrriere 1992). Dalla cina del finestre al traguardo ci sono 150 km, senza un metro di pianura e con due mostri come Izoard e Agnello
Trullo
 
Messaggi: 49
Iscritto il: martedì 23 maggio 2017, 11:26

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

UNREAD_POSTdi Patate » martedì 13 giugno 2017, 12:08

In tema TDS ne presento uno da me fatto ieri, sperando che sia migliore degli obbrobri recenti :D
1° tappa
Immagine
Prima tappa in linea senza particolari scossoni, terreno di caccia per velocisti

2° tappa
Immagine
Lunga e tecnica cronometro individuale di quasi 30 km, piatta nella prima parte ed urbana nella seconda, con tre strappetti brevi ma duri (l'ultimo all'11%). Grandi distacchi

3° tappa
Immagine
Dura tappa di mezza montagna con circuito da ripetere tre volte, nella migliore tradizione svizzera :D
Salita estremamente irregolare con frequenti tratti in doppia cifra ed arrivo a Thun dopo 8 km di picchiata. Per finisseur particolarmente resistenti


4° tappa
Immagine
Primo appuntamento con l'alta montagna: il lunghissimo Sustenpass non smuoverà più di tanto le acque prima dell'Iberenegg, salita non eterna ma dura e sempre regolare all'8%

5° tappa
Immagine
Altra tappa mossa con circuito, ma meno dura della terza, che può premiare un finisseur alla Sagan, Gilbert, GVA. Finale cittadino molto intricato

6° tappa
Immagine
Tappone veramente impressionante con il "Giro della morte" svizzero: Furka, Nufenen, Gottardo intorno ad Andermatt. L'ascesa finale del Gottardo è sulla Tremola e, quindi, in parte in pavé. Il giorno della resa dei conti

7° tappa
Immagine
Di nuovo tappa per velocisti, l'ultima, con le incognite della non banale salita affrontata ai -50 e delle fatiche delle tappe precedenti

8° tappa
Immagine
Non un tappone, ma estremamente impegnativa con i suoi 3 HC. L'ultimo è terribile, in particolare, coronato da una discesa assi tecnica

9° tappa
Immagine
Finale di mezza montagna con sconfinamento in Francia. Le cotes più brevi sono lontane dal traguardo per cercare più confusione e spettacolo. Rientro in Svizzera tramite il Pas de Morgins e la facile salita di Champery (finale simile a quello del Delfinato 2013

Commenti e pareri sono al solito ben accetti :hippy:
antani ha scritto:Non so perchè ma ho la sensazione che domani Aru possa arrivare dietro o davanti a Froome, stiamo a vedere sembra facile ma non è difficile
Avatar utente
Patate
 
Messaggi: 1667
Iscritto il: domenica 28 febbraio 2016, 23:23

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

UNREAD_POSTdi Bomby » martedì 13 giugno 2017, 16:02

Bello! Per i velocisti forse un po' poche le occasioni, però in 9 giorni di corsa...
Bomby
 
Messaggi: 638
Iscritto il: martedì 17 giugno 2014, 19:23

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

UNREAD_POSTdi galliano » mercoledì 14 giugno 2017, 14:53

Mi sono iscritto alla flammerouge e sto cominciando a smanettare con l'editor.
Ne approfittavo per chiedere una dritta.
Qualcuno di voi ha mai fatto il passo delle 5 croci nella zona del lagorai?
La strada è sterrata e chiusa ai veicoli non autorizzati.
Io ci sono andato da piccolo piccolo e poi non l'ho mai più fatta nonostante sia vicina a Trento.

Mi stuzzicava molto la possibilità di una tappa che facesse Brocon, discesa su Caoria, Passo 5 croci, discesa su Telve, Manghen, Cavalese, Pampeago.
Se non ricordo male lo sterrato del 5 croci è di buona qualità.
Fosse per me arriverei sul Manghen inserendo il Grappa prima del Brocon, ma realisticamente parlando credo che Pampeago sia più plausibile.
Il lagorai meriterebbe una tappa del genere, non capisco perché la provincia di TN si ostini sempre con Pampeago.
Avatar utente
galliano
 
Messaggi: 10493
Iscritto il: giovedì 14 aprile 2011, 11:53
Località: TN

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

UNREAD_POSTdi Trullo » mercoledì 14 giugno 2017, 15:04

Approfitto per chiedere se la discesa dello Zoncolan (versante di Sutrio, salendo quindi da Ovaro e scendendo su Sutrio) è praticabile
Trullo
 
Messaggi: 49
Iscritto il: martedì 23 maggio 2017, 11:26

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

UNREAD_POSTdi Walter_White » mercoledì 14 giugno 2017, 15:08

Trullo ha scritto:Approfitto per chiedere se la discesa dello Zoncolan (versante di Sutrio, salendo quindi da Ovaro e scendendo su Sutrio) è praticabile


Si, a parte i primi 3 km molto pendenti poi la strada è al 9% medio a due corsie
guidobaldo de medici ha scritto:gilbert capitano era una cosa ridicola, non ha mai dato segno di poter reggere un fiandre, neppure lontanamente. del resto la scelta di fare la 3 giorni di de panne era già chiara.
Avatar utente
Walter_White
 
Messaggi: 6511
Iscritto il: mercoledì 23 marzo 2016, 18:01

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

UNREAD_POSTdi Trullo » giovedì 15 giugno 2017, 16:00

Avevo in mente una cosa del tipo Zoncolan da Ovaro, discesa su Sutrio e Crostis da Sutrio arrivando in cima (e disinnescando così il tema della mancanza di sicurezza, vera o presunta, discesa del Crostis che aveva portato alla cancellazione di quella tappa)
Trullo
 
Messaggi: 49
Iscritto il: martedì 23 maggio 2017, 11:26

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

UNREAD_POSTdi Patate » sabato 17 giugno 2017, 10:13

Primi tre segmenti di un'ambiziosa sequela con lo scopo di inventare una corsa in ogni paese del mondo, con ovvio riguardo verso i meno conosciuti :crazy:

Nuova Caledonia
Immagine
una sorta di GP Francoforte con colline dure molto lontane dal traguardo

Libano
Immagine
Un vero e proprio Lombardia con salite lunghe e dure e strappetto finale di Beirut Alta :diavoletto:

Mayotte
che cazzo è? -cit-
Immagine
Una simil-ardenne con salite abbastanza dure ma brevi e dalla scarsa altitudine

Proverò a continuare il viaggio!
antani ha scritto:Non so perchè ma ho la sensazione che domani Aru possa arrivare dietro o davanti a Froome, stiamo a vedere sembra facile ma non è difficile
Avatar utente
Patate
 
Messaggi: 1667
Iscritto il: domenica 28 febbraio 2016, 23:23

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

UNREAD_POSTdi Admin » sabato 17 giugno 2017, 11:18

:champion: :champion: :champion:
Pantani è una leggenda come Coppi e Bartali
Admin
 
Messaggi: 11360
Iscritto il: domenica 21 giugno 2009, 21:48

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

UNREAD_POSTdi Patate » mercoledì 28 giugno 2017, 17:59

Presento un Giro d'Italia fatto ieri con l'obiettivo di crearlo strambo stile 2009 :crazy:
Immagine
Grande Partenza a Marsiglia con un prologo brevissimo che prevede la stessa scalata che verrà affrontata al Tour quest'anno
Immagine
La prima tappa in linea è la replica della Marsellaise: sarà lotta serrata per la prima maglia Rosa
Immagine
Prima volata di gruppo, vento permettendo
Immagine
Ingresso in Italia con una tappa interlocutoria, con Poggio ed arrivo in Via Cavallotti
Immagine
Come nel 2009, arrivo in salita alla quinta tappa: è quello storico di Prato Nevoso.
Immagine
Tappa difficile, che può essere da fughe o la rivincita del giorno precedente: dopo il mostruoso Beigua, Faiallo, passaggio sul Turchino e arrivo a Masone.
Immagine
Altra volata
Immagine
Il primo weekend non offrirà tappe di montagna ma terreni misti da classiche: il muro di Tarquinia è duro, 1 km all'11%, così come Sasso (2 km al 9%), l'arrivo a Bracciano (con un po' di pavé) è al 3-4%
Immagine
Una sorta di Giro del Lazio sotto steroidi: dopo le lunghe Rocca Massima e Rocca di Cave la sequela di strappi è initerrotta: i Campi di Annibale (con tanto di sampietrini), la scalata al 9% di media per Rocca Priora, il muro di Montecompatri che porta all'arrivo, al 9% e con gli ultimi metri in pavé
GIORNO DI RIPOSO 1
Immagine
Cronometro in uno degli scenari più belli al mondo: la Statale della Costiera Amalfitana
Immagine
Tappa per velocisti resa più impegnativa dalla possibilità di vento in Puglia e dai 3 chilometri di sterrato ben messo che incontreranno i corridori.
Immagine
Altra volata, neppure questa facile: gli ultimi due chilometri sono ricchi di curve, saliscendi, un breve strappo in pavé, una curva ad angolo retto e il rettilineo finale in porfido :diavoletto:
Immagine
Miniliegi pescarese con lo strappo del Tricalle ed altri di similare fattura
Immagine
Secondo weekend: tappa del sabato con arrivo al Terminillo
Immagine
Domenica con la tappa forse più dura del Giro, insieme all 19: un saliscendi continuo in Umbria con la doppia scalata al Vallo di Nera, 10 chilometri all'8% tutti in sterrato. Il secondo giro devierà per raggiungere, dopo una decina di chilometri pianeggianti, Norcia
GIORNO DI RIPOSO 2
Immagine
Piattone senza appello
Immagine
Ultima cronometro tecnica, con il muro di Vals ed un finale tortuoso e sampietrinato
Immagine
Il wet dream del Forum intiero, il doppio Grappa col Salto della Capra
Immagine
L'altro tappone: Nevegal, Manghen (Cima Coppi), Lavazè, Costalunga, arrivo a Moena
Immagine
La trollata dell'ultima tappa: una Cavalese-Aprica senza Gavia, senza Stelvio, senza Mortirolo :diavoletto:
Ma, essendo l'ultima chance, si presta a casini soprattutto ad inizio tappa con la rampa di lancio del San Lugano e l'accoppiata Mendola+Brez seguita dal lungo fondovalle a scopi sudiciamente tattici. Arrivo ad Aprica via Santicolo.
Immagine
Passerella

Fatemi sapere pareri e critiche :hippy:
antani ha scritto:Non so perchè ma ho la sensazione che domani Aru possa arrivare dietro o davanti a Froome, stiamo a vedere sembra facile ma non è difficile
Avatar utente
Patate
 
Messaggi: 1667
Iscritto il: domenica 28 febbraio 2016, 23:23

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

UNREAD_POSTdi GiacomoXT » giovedì 29 giugno 2017, 20:46

Vi propongo la mia ultima creazione: Ventimiglia - Sant'Anna di Vinadio. 188 km per un dislivello di circa 5800 metri.

http://www.cronoescalada.com/index.php/ ... iew/321517
FC 2015: Kuurne; Brabante; Amstel; Freccia; Giro (primi 5); Svizzera; Tour t. 7; Tour (tappe); Vuelta t. 10; Bernocchi; Lombardia
FC 2016: Tour t. 20; Wallonie; Sabatini
FC 2017: Europeo
GiacomoXT
 
Messaggi: 1352
Iscritto il: sabato 27 dicembre 2014, 15:17
Località: Livorno

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

UNREAD_POSTdi Admin » giovedì 29 giugno 2017, 22:09

GiacomoXT ha scritto:Vi propongo la mia ultima creazione: Ventimiglia - Sant'Anna di Vinadio. 188 km per un dislivello di circa 5800 metri.

http://www.cronoescalada.com/index.php/ ... iew/321517


Che salite ci hai messo?

Patate, la tua 20esima tappa è da :pomodoro: :pomodoro: :pomodoro:
:bll:
Pantani è una leggenda come Coppi e Bartali
Admin
 
Messaggi: 11360
Iscritto il: domenica 21 giugno 2009, 21:48

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

UNREAD_POSTdi Walter_White » giovedì 29 giugno 2017, 22:25

Patate ha scritto:Immagine
La trollata dell'ultima tappa: una Cavalese-Aprica senza Gavia, senza Stelvio, senza Mortirolo :diavoletto:
Ma, essendo l'ultima chance, si presta a casini soprattutto ad inizio tappa con la rampa di lancio del San Lugano e l'accoppiata Mendola+Brez seguita dal lungo fondovalle a scopi sudiciamente tattici. Arrivo ad Aprica via Santicolo.

Fatemi sapere pareri e critiche :hippy:


Se in futuro la fanno, io espatrio :diavoletto:
guidobaldo de medici ha scritto:gilbert capitano era una cosa ridicola, non ha mai dato segno di poter reggere un fiandre, neppure lontanamente. del resto la scelta di fare la 3 giorni di de panne era già chiara.
Avatar utente
Walter_White
 
Messaggi: 6511
Iscritto il: mercoledì 23 marzo 2016, 18:01

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

UNREAD_POSTdi Stylus » venerdì 30 giugno 2017, 10:06

Corre ancora Moser?
Stylus
 
Messaggi: 534
Iscritto il: giovedì 28 aprile 2011, 11:03

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

UNREAD_POSTdi Admin » venerdì 30 giugno 2017, 10:26

Stylus ha scritto:Corre ancora Moser?


Domanda pertinente per più di uno con quel cognome... (o impertinente)...
Pantani è una leggenda come Coppi e Bartali
Admin
 
Messaggi: 11360
Iscritto il: domenica 21 giugno 2009, 21:48

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

UNREAD_POSTdi GiacomoXT » venerdì 30 giugno 2017, 10:44

Admin ha scritto:
GiacomoXT ha scritto:Vi propongo la mia ultima creazione: Ventimiglia - Sant'Anna di Vinadio. 188 km per un dislivello di circa 5800 metri.

http://www.cronoescalada.com/index.php/ ... iew/321517


Che salite ci hai messo?


Et voilà:
Allegati
Ventimiglia - Sant'Anna di Vinadio.png
Ventimiglia - Sant'Anna di Vinadio.png (87.71 KiB) Osservato 980 volte
FC 2015: Kuurne; Brabante; Amstel; Freccia; Giro (primi 5); Svizzera; Tour t. 7; Tour (tappe); Vuelta t. 10; Bernocchi; Lombardia
FC 2016: Tour t. 20; Wallonie; Sabatini
FC 2017: Europeo
GiacomoXT
 
Messaggi: 1352
Iscritto il: sabato 27 dicembre 2014, 15:17
Località: Livorno

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

UNREAD_POSTdi Trullo » martedì 4 luglio 2017, 17:03

Qualche settimana fa mi sono cimentato con un'altro percorso di Giro, con un "anticonformista" arrivo in Sicilia (a prezzo di un trasferimento in aereo di mille chilometri all'inizio dell'ultima settimana)
Questo il link di Flamme Rouge
https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/tours/view/5691
Breve descrizione delle tappe

Sabato Prologo a Milano, 8 km (a cronometro)
Domenica 1 semitappa Milano-Voghera, 105 km (per velocisti)
Domenica 2 semitappa Voghera-Tortona, 19 km (breve cronosquadre)
Lunedi 2 tappa Tortona-Castellarquato, 164 km (tappa mossa con finale in leggera ascesa)
Martedì 3 tappa Castellarquato-Sarnico, 156 km (breve ma con una salita importante, il San Fermo, a meno di venti chilometri dall’arrivo)
Mercoledì 4 tappa Poggio Rusco-Fiesole, 184 km (tappa semplice ma con finale in leggera ascesa)
Giovedì 5 tappa Fiesole-Carpegna, 144 km (classica tappa appenninica di media montagna, breve ma insidiosa)
Venerdì 6 tappa Carpegna-Monte Carpegna, 9 km (cronoscalata, al 7,6% di pendenza media)
Sabato 7 tappa Sarnano-Rieti, 221 km (il Terminillo dal lato “facile”, ma preceduto da Sasso Tetto, passo di Gualdo e Forca Canapine)
Domenica 8 tappa Rieti-Blockaus, 223 km (anche qui prima della salita finale c’è spazio per attaccare da lontano)
Lunedi 9 tappa Pescara-Filottrano, 159 km (in memoria di Michele Scarponi, una tappa con finale da classiche)
Martedì 10 tappa Filottrano-Brisighella, 223 km (finale ondulato adatto a colpi di mano)
Mercoledì 11 tappa Brisighella-Lido di Jesolo, 218 km (piatta per velocisti)
Giovedì 12 tappa Lido di Jesolo-Eraclea Mare, 50 km (cronometro individuale, ideale per specialisti, interamente piatta)
Venerdì 13 tappa Treviso-Cles, 178 km (adatta ai velocisti in attesa del weekend alpino)
Sabato 14 tappa Cles-Alpe di Siusi, 232 km (primo tappone alpino, la tappa più lunga con sei gran premi della montagna: Palade, Monte Giovo, Pennes, Renon, Pinei e l’ascesa finale)
Domenica 15 tappa Castelrotto-Monte Crostis, 234 km (secondo tappone alpino, con Zoncolan e Crostis nel finale, ma preceduti da Gardena, Valparola cima Coppi, Tre Croci e Sella Ciampigotto)
Lunedi 16 tappa Paluzza-Monfalcone, 113 km (brevissima tappa per i velocisti superstiti, per avvicinarsi all’aeroporto di Trieste dove ci si sposterà in serata in aereo per Napoli, frazione breve prevista con arrivo prima del solito per permettere di viaggiare in serata)
Martedì meritato riposo
Mercoledì 17 tappa Napoli-Sala Consilina, 202 km (ultima occasione per gli specialisti delle volate, anche se le salite nella parte iniziale potrebbero portare a fughe da lontano)
Giovedì 18 tappa Sapri-Camigliatello Silano, 162 km (nel finale due salite impegnative nelle montagne della Sila)
Venerdì 19 tappa S. Eufemia Lamezia-Reggio Calabria, 187 km (l’Aspromonte può portare a qualche sorpresa)
Sabato 20 tappa Messina-Rifugio Sapieza, 230 km (tappone dell’Etna con rifugio Mareneve, quindi i tre versanti del rifugio Sapienza, percorsi due in salita e inframmezzati da uno in discesa)
Domenica 21 tappa Nicolosi-Catania, 51 km (per gli specialisti, che possono anche ribaltare il Giro, come fece Moser nell’84)
Trullo
 
Messaggi: 49
Iscritto il: martedì 23 maggio 2017, 11:26

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

UNREAD_POSTdi Admin » martedì 4 luglio 2017, 23:35

Interessante, anche se forse troppo duro... forse anche senza forse... :D
Pantani è una leggenda come Coppi e Bartali
Admin
 
Messaggi: 11360
Iscritto il: domenica 21 giugno 2009, 21:48

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

UNREAD_POSTdi Bomby » sabato 15 luglio 2017, 18:40

TOUR ALTERNATIVO

In tanti di noi si sono lamentati di un disegno del Tour piuttosto deludente. Io mi sono chiesto se, mantenendo ferme le stesse località di arrivo e partenza (o quantomeno, mantenendole nei dintorni), si potesse realizzare un tracciato migliore, più variegato.
La risposta è stata sì, certo!

https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/tours/view/5996

Qualche caratteristica preliminare:
Distanza totale: 3540.08 Km
Arrivi in salita: 4
Tappe di alta montagna: 5; Arrivi in salita nelle tappe di alta montagna: 2
Tappe di media montagna: 5; Arrivi in salita nelle tappe di media montagna: 1
Tappe di pianura: 9; Arrivi in salita nelle tappe di pianura mosse: 1
Tappe a cronometro individuale: 2; Chilometri a cronometro individuale: 45.02

Veniamo all’analisi delle singole tappe:
• Tappa I, Düsseldorf > Düsseldorf (13.82 Km): partenza sempre da Düsseldorf, con crono identica a quella effettivamente svolta. https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/hd/132481
• Tappa II: Düsseldorf > Liege (251.85 Km, Dislivello+ 2945 m): prima modifichina rispetto a quanto si è corso al vero, ovviamente per proporre un arrivo domenicale più decente rispetto a una volatona di gruppo. Il percorso in buona parte si dipana lungo le strade e le cote della Liegi, giungendo dalla Germania: oddio non è che di solito la Liegi sia tutta fuochi d’artificio, ma sempre meglio di niente. Arrivo in centro e non ad Ans. GPM: Mont Rigi (4° Categoria, 677 m, 14.4 Km al 2.9%, Km 122.8), Côte de Baugnez (4° Categoria, 494 m, 5.0 Km al 3.2%, Km 141.5), Mont-le-Soie (4° Categoria, 572 m, 1.9 Km al 6.6%, Km 160.8), Côte de Wanne (4° Categoria, 493 m, 2.2 Km al 8.9%, Km 169.4), Côte de la Haute Levee (3° Categoria, 481 m, 3.4 Km al 5.8%, Km 178.7), Côte de La Vecquee (4° Categoria, 532 m, 4.6 Km al 4.4%, Km 203.0), Côte de la Redoute (3° Categoria, 305 m, 2.1 Km al 8.5%, Km 218.5), Roche Aux-Facons (3° Categoria, 215 m, 1.5 Km al 9.2%, Km 233.6), Rue St Nicolas (4° Categoria, 166 m, 2.9 Km al 3.4%, Km 249.1). https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/hd/132604
• Tappa III: Verviers > Longwy (204.71 Km, Dislivello+ 2503 m): si va dal Belgio al Lussemburgo per poi finalmente arrivare in Francia; se non ricordo male è sostanzialmente identica a quella effettivamente corsa, con identico finale. https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/hd/132607
• Tappa IV: Mondorf-les-Bains > Vittel (212.70 Km, Dislivello+ 1496 m): anche qui nulla da segnalare rispetto a quanto effettivamente corso, qualche tappa per velocisti ci deve comunque stare! https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/hd/132610
• Tappa V, Vittel > La Planche des Belles Filles (139.58 Km, Dislivello+ 2993 m): tappa indurita rispetto a quella effettivamente svolta: non troppo, sono tutti GPM di seconda, piuttosto lontani dalla fine, ma potrebbero movimentare un filo la corsa. GPM: Cote de Les Terres Vidées (4° Categoria, 570 m, 6.8 Km al 3.3%, Km 46.3), Col du Haut de Fouchure (2° Categoria, 793 m, 5.5 Km al 7.0%, Km 81.1), Col de Morbieux (2° Categoria, 796 m, 5.5 Km al 6.1%, Km 98.3), La Colline de Ramonchamp (2° Categoria, 742 m, 3.5 Km al 7.8%, Km 108.1), Ballon de Servance (2° Categoria, 1149 m, 10.1 Km al 4.6%, Km 123.0), La Planche des Belles Filles (1° Categoria, 1025 m, 5.8 Km al 8.4%, Arrivo). Il kilometraggio è comunque stato ridotto di una quindicina di km. https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/hd/132695
• Tappa VI, Vesoul > Troyes (213.76 Km, Dislivello+ 1628 m): tappa tale e quale a quella del Tour vero, manca qualche km perché ho tolto strani giri viziosi nei pressi dell’arrivo. https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/hd/132699
• Tappa VII, Troyes > Dijon (207.27 Km, Dislivello+ 2019 m): tappa che parte simile a quella effettiva, ma a un certo punto diverge, ed affronta alcune cote prima di arrivare a Digione: Saint-Martin-du-Mont (4° Categoria, 549 m, 1.7 Km al 5.5%, Km 129.6), Combe Mottot (4° Categoria, 520 m, 3.2 Km al 4.8%, Km 141.2). Da qui inizia un circuito da ripetere due volte con le due cote Corcelles les Monts (4° Categoria, 450 m, 5.3 Km al 3.4%, Km 165.9), Rue d'Hauteville (3° Categoria, 392 m, 1.8 Km al 7.8%, Km 174.9). Non si transita per il traguardo perché lungo le strade che consentirebbero il proseguimento corrono le rotaie del tram; l’arrivo è quindi in centro città. https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/hd/132715
• Tappa VIII, Dole > Les Rousses (182.90 Km, Dislivello+ 3311 m): tappa nel complesso simile a quella del Tour, ma la cui parte centrale cambia un po’: al posto della Côte de Viry (7.6 km al 5.2%), c’è il Col de la Croix de la Serra (2° Categoria, 1055 m, 17.0 Km al 4.1%, Km 140.0). Toglie un po’ di su e giù alla francese prima dell’ultima salita e abbrevia la tappa di una manciata di km. https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/hd/132728
• Tappa IX, Nantua > Le Bourget-du-Lac (170.22 Km, Dislivello+ 5166 m): tappa grossomodo simile a quella del Mont di Chat, con qualche limatura qua e là, poco significativa. Da rimarcare la potata che ha ricevuto il finale, con l’arrivo posto subito alla fine della discesa. GPM: Col de Cuvery (2° Categoria, 1179 m, 1.0 Km al -0.5%, Km 17.6), Col de la Biche (Hors Catégorie, 1307 m, 10.3 Km al 9.0%, Km 56.8), Col du Grand Colombier (Hors Catégorie, 1495 m, 10.4 Km al 8.6%, Km 80.5), Ontex (2° Categoria, 722 m, 9.5 Km al 5.1%, Km 119.2), Côte de Saint-Jean-de-Chevelu (4° Categoria, 548 m, 3.0 Km al 4.8%, Km 136.4), Mont du Chat (Hors Catégorie, 1482 m, 15.3 Km al 7.6%, Km 156.6). https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/hd/133440
Riposo
• Tappa X, Périgueux > Bergerac (138.44 Km, Dislivello+ 1456 m): le modifiche fatte rispetto all’originale non cambiano di tanto il significato della tappa, con giusto qualche salitella in più nel mezzo, ma la accorciano di una 40ina di km. https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/hd/133476
• Tappa XI, Eymet > Pau (239.94 Km, Dislivello+ 2182 m); qui si ripercorre per buona parte la tappa originale, ma giunti verso Pau si allunga un po’ la strada per affrontare le colline nei dintorni della città. GPM: Navailles-Angos (4° Categoria, 280 m, 3.9 Km al 3.0%, Km 180.8), Côte Guiroye (4° Categoria, 323 m, 2.7 Km al 5.6%, Km 204.9), Côte de Vignats (3° Categoria, 328 m, 1.7 Km al 8.9%, Km 209.3), Chemin des Astous (4° Categoria, 291 m, 1.1 Km al 9.9%, Km 213.8), Côte de Rousse (3° Categoria, 331 m, 1.5 Km al 7.9%, Km 217.2), Côte de Clos-Bel-Air (3° Categoria, 316 m, 1.2 Km al 10.3%, Km 223.1), Chemin Betherous (4° Categoria, 298 m, 3.0 Km al 3.5%, Km 234.1). https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/hd/133494
• Tappa XII, Tarbes > Peyragudes (191.59 Km, Dislivello+ 5158 m): tappa modificata un po’ all’inizio, ma per il resto il finale è identico all’originale. Côte de Tournay (3° Categoria, 491 m, 1.0 Km al 4.5%, Km 21.2), Cote de Capvern (3° Categoria, 605 m, 6.6 Km al 4.5%, Km 41.0), Mont-de-Galié (2° Categoria, 732 m, 3.6 Km al 7.8%, Km 78.6), Col des Ares (3° Categoria, 802 m, 5.7 Km al 4.6%, Km 87.1), Col de Menté (1° Categoria, 1334 m, 15.3 Km al 5.4%, Km 115.2), Port de Balès (Hors Catégorie, 1769 m, 19.5 Km al 6.2%, Km 161.4), Col du Peyresourde (1° Categoria, 1559 m, 9.6 Km al 7.6%, Km 186.4), Peyragudes (2° Categoria, 1526 m, 2.5 Km al 6.5%, Arrivo). https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/hd/133612
• Tappa XIII, Saint-Girons > Foix (144.30 Km, Dislivello+ 4759 m): la tappa vera non è stata poi così male, ma 101 km facevano veramente ridere. Ho ben pensato di allungare un po’ il percorso, pur non allungando eccessivamente la tappa, certo è stata resa un filo più impegnativa ma credo ugualmente anarchica. GPM di Col de Portech (2° Categoria, 858 m, 7.4 Km al 5.7%, Km 13.2), Col de la Crouzette (1° Categoria, 1220 m, 17.7 Km al 4.6%, Km 41.3), Col de Saraille (2° Categoria, 936 m, 5.7 Km al 5.7%, Km 55.1), Col d'Agnès (1° Categoria, 1581 m, 17.7 Km al 5.4%, Km 83.2), Haut de Lirbat (2° Categoria, 953 m, 3.6 Km al 9.5%, Km 106.3), Col de Péguère (1° Categoria, 1355 m, 7.5 Km al 7.7%, Km 117.7). https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/hd/133629
• Tappa XIV, Toulouse > Rodez (155.08 Km, Dislivello+ 1608 m): anche qui le sole modifiche rispetto alla tappa effettivamente corsa sono nella parte iniziale, che si perdeva in un giro largo dalle parti di Tolosa, e nell’aggiunta del passaggio per il centro di Albi. Il finale è il medesimo, nervosissimo, della tappa corsa. GPM: Andouque (4° Categoria, 444 m, 12.8 Km al 2.2%, Km 87.9), Le Favaldou (4° Categoria, 614 m, 6.1 Km al 3.0%, Km 115.9), Bégon (4° Categoria, 671 m, 2.9 Km al 5.3%, Km 122.1), Luc-la-Primaube (4° Categoria, 681 m, 5.8 Km al 3.5%, Km 142.2). https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/hd/133644
• Tappa XV, Laissac > Le Puy-en-Velay (190.27 Km, Dislivello+ 3590 m). tappa non troppo dissimile, ancora una volta, a quella prevista da ASO. Cambia qualche dettaglio, qualche GPM su strade più impegnative rispetto a quelle affrontate. Dall’inizio dell’ultimo GPM di 1° categoria, il finale è la fotocopia di quello presente sul Livre de la Course. GPM: Montée des Naves d'Aubrac (1° Categoria, 1134 m, 12.5 Km al 5.7%, Km 31.1), Brameloup (3° Categoria, 1328 m, 6.1 Km al 4.0%, Km 52.5), Col du Pas de l'âne (2° Categoria, 1399 m, 11.8 Km al 4.6%, Km 113.4), Col de Peyra Taillade (1° Categoria, 1170 m, 8.8 Km al 7.1%, Km 152.4), Côte de Saint-Vidal (4° Categoria, 847 m, 2.1 Km al 6.5%, Km 171.1), Mont Denise (3° Categoria, 758 m, 2.6 Km al 5.4%, Km 183.1). https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/hd/133652
Riposo
• Tappa XVI, Le Puy-en-Velay > Bourg-de-Péage (135.61 Km, Dislivello+ 1692 m): tappa dallo sviluppo simile a quella prevista, ho tolto un giro vizioso di pianura nel finale, e così il chilometraggio si è ridotto. Velocisti sugli scudi, con il GPM iniziale che potrebbe lanciare la fuga. https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/hd/134027
• Tappa XVII, La Mure > Serre Chevalier (221.40 Km, Dislivello+ 6556 m): tappa modificata abbastanza pesantemente rispetto a quella prevista da ASO. Il primo GPM, la Combe des Serres (1° Categoria, 1522 m, 11.6 Km al 7.0%, Km 60.4) è in sostanza il primo pezzo dell’Alpe d’Huez e va a sostituire il Col d'Ornon (5.1 km at 6.7%). Si affronta di seguito il Col de la Croix de Fer (Hors Catégorie, 2051 m, 25.1 Km al 4.9%, Km 100.2), si ridiscende a Saint-Jean-de-Maurienne e si affronta il Col de Beaune (1° Categoria, 1404 m, 15.9 Km al 5.4%, Km 147.8) prima di dare l’assalto al Col du Telégraphe (1° Categoria, 1559 m, 12.3 Km al 6.7%, Km 170.4), seguito dal Col du Galibier (Hors Catégorie, 2624 m, 18.6 Km al 6.4%, Km 193.4). https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/hd/134066
• Tappa XVIII, Briançon > Col d'Izoard (155.14 Km, Dislivello+ 4824 m): i km in più percorsi nella tappa precedente vengono ri-guadagnati quest’oggi. Il disegno del tour ufficiale lo trovo orrendo, pertanto fermo restando l’arrivo, ho deciso di modificare buona parte della tappa prima del Col de Vars (1° Categoria, 2108 m, 14.4 Km al 5.6%, Km 105.5). Questo viene infatti preceduto dal monumentale Col de Parpaillon (Hors Catégorie, 2628 m, 24.4 Km al 7.5%, Km 70.4) e seguito dal Col d'Izoard (Hors Catégorie, 2358 m, 14.2 Km al 7.0%), alla cui vetta è posto l’arrivo di tappa. Ultima tappa di montagna e ultima possibilità per gli scalatori. Il Parpaillon è infinito e difficile, può affaticare parecchio le gambe dei gregari più spremuti e dei capitani meno in condizione. Se nella fuga di giornata le squadre si organizzano al fine di mandare in fuga dei gregari, un attacco sul Vars, che nell’ultimo tratto non è così semplice, potrebbe andare a buon fine. https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/hd/134110
• Tappa XIX, Embrun > Salon-de-Provence (235.87 Km, Dislivello+ 3165 m): tappa dura per i velocisti che vogliano conquistare un successo prima di Parigi: alcune salite qua e là, anche a non troppa distanza dal finale rendono l’esito della tappa incerto. Probabilmente a vincere sarà un velocista tra quelli che hanno saputo reggere meglio le asperità del percorso e che avrà saputo recuperare dalle giornate in montagna. Sempre se i passistoni delle squadre preposte abbiano ancora le forze per recuperare sulla fuga di giornata. GPM: Col Lebraut (2° Categoria, 1118 m, 4.7 Km al 6.2%, Km 26.3), Bréziers (3° Categoria, 858 m, 3.7 Km al 5.9%, Km 43.6), Col de Sagnes (2° Categoria, 1187 m, 8.7 Km al 4.6%, Km 54.5), Col de la Bastide Neuve (2° Categoria, 561 m, 5.2 Km al 6.5%, Km 176.3), Col de Céze (3° Categoria, 380 m, 4.2 Km al 5.7%, Km 215.7). https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/hd/134128
• Tappa XX: Marseille > Marseille ITT (31.20 Km, Dislivello+ 247 m): cronometro individuale di Marsiglia in cui ho fatto il possibile per allungare il percorso: 35 km soltanto di crono al tour sono troppo pochi, ho preferito riequilibrare le cose. Ovviamente ho fatto il possibile, non è che si possa pensare di bloccare una città intera. Percorso con una parte cittadina molto tortuosa e una parte sul lungomare per specialisti, ed un tracciato con qualche su e giù. L’ultimo verdetto per la CG https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/hd/134141
• Tappa XXI: Paris > Paris (104.43 Km Dislivello+ 491 m): classica conclusione serale parigina, tale e quale a quella proposta da ASO. https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/hd/134151
Fine.

Da notare che buona parte del Tour è stato disegnato prima che alcune tappe si disputassero, ma la prima settimana sostanzialmente è stata disegnata a Tour corso (e alcune tappe della seconda settimana), sapendo quindi ciò che è effettivamente accaduto (ovvero col senno di poi).
Bomby
 
Messaggi: 638
Iscritto il: martedì 17 giugno 2014, 19:23

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

UNREAD_POSTdi Walter_White » sabato 15 luglio 2017, 18:44

Complimenti :) , volevo farlo pure io durante le tappe di pianura ma non ho voglia di tracciare con 30° :D
guidobaldo de medici ha scritto:gilbert capitano era una cosa ridicola, non ha mai dato segno di poter reggere un fiandre, neppure lontanamente. del resto la scelta di fare la 3 giorni di de panne era già chiara.
Avatar utente
Walter_White
 
Messaggi: 6511
Iscritto il: mercoledì 23 marzo 2016, 18:01

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

UNREAD_POSTdi Bomby » sabato 15 luglio 2017, 18:52

Condizionatore, e fare la tesi con 30° invoglia ancora meno che tracciare qualche tappa :mrgreen: .
Bomby
 
Messaggi: 638
Iscritto il: martedì 17 giugno 2014, 19:23

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

UNREAD_POSTdi Patate » sabato 15 luglio 2017, 19:09

:clap: :clap: :clap:
Sacrosanta la modifica della tappa di Pau, bellissima e durissima quella del Galibier

Non concordo con la modifica del chilometraggio della tappa di Foix, che per me deve rimanere risicatissimo, altrimenti si perde l'incertezza tattica delle mini-tappe.
Il Lirbat ci sta benissimo ma forse la discesa è troppo pericolosa

Per la tappa del'Izoard propongo questa mia variante sadica con tre settori sterrati in Italia :diavoletto:
Cervières.png
Cervières.png (122.97 KiB) Osservato 793 volte
antani ha scritto:Non so perchè ma ho la sensazione che domani Aru possa arrivare dietro o davanti a Froome, stiamo a vedere sembra facile ma non è difficile
Avatar utente
Patate
 
Messaggi: 1667
Iscritto il: domenica 28 febbraio 2016, 23:23

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

UNREAD_POSTdi Rudepravda » sabato 15 luglio 2017, 19:38

Bella la modifica dell'arrivo di Chambery, non sono d'accordo sulle tappe di Foix e di Serre Chevalier. La tappa di Foix aveva bisogno forse di un arrivo diverso, ma purtroppo non ci sono dei posti decenti dove far arrivare la corsa in quella zona la.
avevo comunque pensato a una cosa del genere :
https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/hd/135064

Praticamente uguale come lunghezza ma con l'arrivo senza quel falsopiano finale. Peccato che il paesello abbia 400 abitanti...

Quella di Serre Chevalier non la allungherei, alla fine gli ultimi anni le tappe più spettacolari ed avvincenti si sono dimostrate quelle con kilometraggio ridotto. Come abbiamo infatti visto nella tappa di Peyragudes è stata una processione fino ai 500 metri finali, povera di emozioni.

Patate ha scritto:Per la tappa del'Izoard propongo questa mia variante sadica con tre settori sterrati in Italia :diavoletto:
Cervières.png


La Sagna Longa la faccio in snowboard, ed ho una fottuta paura di cadere nel burrone :|
Rudepravda
 
Messaggi: 211
Iscritto il: domenica 5 giugno 2016, 11:40

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

UNREAD_POSTdi Walter_White » sabato 15 luglio 2017, 20:32

Patate ha scritto::clap: :clap: :clap:
Sacrosanta la modifica della tappa di Pau, bellissima e durissima quella del Galibier

Non concordo con la modifica del chilometraggio della tappa di Foix, che per me deve rimanere risicatissimo, altrimenti si perde l'incertezza tattica delle mini-tappe.
Il Lirbat ci sta benissimo ma forse la discesa è troppo pericolosa

Per la tappa del'Izoard propongo questa mia variante sadica con tre settori sterrati in Italia :diavoletto:
Cervières.png


E' scomparso l'Izoard :D :crazy: :uhm: :bll:
guidobaldo de medici ha scritto:gilbert capitano era una cosa ridicola, non ha mai dato segno di poter reggere un fiandre, neppure lontanamente. del resto la scelta di fare la 3 giorni di de panne era già chiara.
Avatar utente
Walter_White
 
Messaggi: 6511
Iscritto il: mercoledì 23 marzo 2016, 18:01

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

UNREAD_POSTdi Maìno della Spinetta » sabato 15 luglio 2017, 22:56

La tappa dell-Izoard ha un ovvio miglioramento a mano

https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/hd/135153

Monginevro Sestriere Biasca Agnello Izoard. Taaaac
“Our interest’s on the dangerous edge of things.
The honest thief, the tender murderer, the superstitious atheist”.
Avatar utente
Maìno della Spinetta
 
Messaggi: 4368
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 15:53

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

UNREAD_POSTdi Bomby » domenica 16 luglio 2017, 11:47

Mah, per la tappa di Foix si è visto che alla fine dei conti il falsopiano finale non è poi stato così negativo, essendo comunque in pendenza piuttosto accentuata e negativa, molto peggio la pianura dopo il Mont du Chat.

Una tappa lunga non è detto che sia poco spettacolare. Fa emergere doti di ciclisti differenti, quelli di fondo, vedi la tappa di quest'anno con lo Stelvio, o la tappa dolomitica dell'anno scorso al Giro. Non erano brevi, ma sono state parecchio combattute.
Bomby
 
Messaggi: 638
Iscritto il: martedì 17 giugno 2014, 19:23

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

UNREAD_POSTdi GiacomoXT » domenica 16 luglio 2017, 13:21

Vi propongo la mia versione del Giro del Lazio, da Subiaco a Frascati: 206 km e più di 4500 metri di dislivello.

Qua trovate i dettagli del percorso: http://www.cronoescalada.com/index.php/ ... iew/329532
Allegati
Giro del Lazio.png
Giro del Lazio.png (100.49 KiB) Osservato 689 volte
FC 2015: Kuurne; Brabante; Amstel; Freccia; Giro (primi 5); Svizzera; Tour t. 7; Tour (tappe); Vuelta t. 10; Bernocchi; Lombardia
FC 2016: Tour t. 20; Wallonie; Sabatini
FC 2017: Europeo
GiacomoXT
 
Messaggi: 1352
Iscritto il: sabato 27 dicembre 2014, 15:17
Località: Livorno

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

UNREAD_POSTdi Bomby » lunedì 17 luglio 2017, 15:56

Domandina domandella, per chi si intende di metereologia.

Esiste una carta con le zone battute dal vento? Intendo una carta in cui siano indicate la direzione prevalente del vento e la sua intensità nei vari periodi dell'anno. Ovvero la probabilità che ci sia vento in una data area geografica.
Bomby
 
Messaggi: 638
Iscritto il: martedì 17 giugno 2014, 19:23

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

UNREAD_POSTdi pereiro2982 » lunedì 17 luglio 2017, 22:03

pereiro2982
 
Messaggi: 1236
Iscritto il: lunedì 16 maggio 2016, 14:18

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

UNREAD_POSTdi Rudepravda » lunedì 17 luglio 2017, 22:45

pereiro2982 ha scritto:tappone nelle "dolomiti francesi...


https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/hd/136044



Belli i cote de null :D :D

Quei 17km di piattone verso l'ascesa finale imho sono troppi. Potresti passare dal Col de Marocaz invece che dal Granier e inserire subito prima dell'ascesa finale il Col de Cochette secondo me.
Rudepravda
 
Messaggi: 211
Iscritto il: domenica 5 giugno 2016, 11:40

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

UNREAD_POSTdi pereiro2982 » martedì 18 luglio 2017, 7:16

Rudepravda ha scritto:
pereiro2982 ha scritto:tappone nelle "dolomiti francesi...


https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/hd/136044



Belli i cote de null :D :D

Quei 17km di piattone verso l'ascesa finale imho sono troppi. Potresti passare dal Col de Marocaz invece che dal Granier e inserire subito prima dell'ascesa finale il Col de Cochette secondo me.




ma dove si possono trovare tutti i nomi di salite per evitare i null ?

si 17 sono un po' troppi
pereiro2982
 
Messaggi: 1236
Iscritto il: lunedì 16 maggio 2016, 14:18

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

UNREAD_POSTdi Rudepravda » martedì 18 luglio 2017, 8:55

pereiro2982 ha scritto:
Rudepravda ha scritto:
pereiro2982 ha scritto:tappone nelle "dolomiti francesi...


https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/hd/136044



Belli i cote de null :D :D

Quei 17km di piattone verso l'ascesa finale imho sono troppi. Potresti passare dal Col de Marocaz invece che dal Granier e inserire subito prima dell'ascesa finale il Col de Cochette secondo me.




ma dove si possono trovare tutti i nomi di salite per evitare i null ?

si 17 sono un po' troppi


Se non è presente nell'editor fra quelle che carica generalmente o faccio come i francesi e ci metto "cote de paese" oppure cerco su salite.ch se esiste nel db una salita con quel luogo di partenza. Ne ho aggiunta una l'altro giorno facendo in quel modo. Lo strappetto sulla discesa del Revard però non l'avrei segnato in quel tipo di tappa.
Rudepravda
 
Messaggi: 211
Iscritto il: domenica 5 giugno 2016, 11:40

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

UNREAD_POSTdi Bomby » martedì 18 luglio 2017, 10:40

Posso fare un appello ai disegnatori di tappe? Quando postate le altimetrie, starebbe bene posizionare anche altri riferimenti geografici come luoghi attraversati (io in genere ne piazzo grossomodo uno ogni 10 km, poi dipende, oppure dove la corsa cambia completamente direzione, passando da una strada all'altra). Il risultato mi pare molto più godibile.

Reitero la mia richiesta sulla carta dei venti...
Bomby
 
Messaggi: 638
Iscritto il: martedì 17 giugno 2014, 19:23

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

UNREAD_POSTdi Rudepravda » martedì 18 luglio 2017, 10:55

Bomby ha scritto:Posso fare un appello ai disegnatori di tappe? Quando postate le altimetrie, starebbe bene posizionare anche altri riferimenti geografici come luoghi attraversati (io in genere ne piazzo grossomodo uno ogni 10 km, poi dipende, oppure dove la corsa cambia completamente direzione, passando da una strada all'altra). Il risultato mi pare molto più godibile.

Reitero la mia richiesta sulla carta dei venti...


Ho trovato solo qualcosa relativo all'Italia http://www.ltpaobserverproject.com/uplo ... le_v25.pdf
però sembra che di free non ci sia molto in giro.
Rudepravda
 
Messaggi: 211
Iscritto il: domenica 5 giugno 2016, 11:40

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

UNREAD_POSTdi Patate » martedì 18 luglio 2017, 11:51

Per informazioni su mappe e simili a tema metereologico bisognerebbe mandare un MP a Barry...
antani ha scritto:Non so perchè ma ho la sensazione che domani Aru possa arrivare dietro o davanti a Froome, stiamo a vedere sembra facile ma non è difficile
Avatar utente
Patate
 
Messaggi: 1667
Iscritto il: domenica 28 febbraio 2016, 23:23

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

simila

simila
 

PrecedenteProssimo

Torna a Dite la vostra sul ciclismo!

Chi c’è in linea

Visitano il forum: andriusskerla, LaFlammeRouge, Lazzaro, matteo.conz, Walter_White e 13 ospiti