FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

Il mondo dei professionisti tra gare e complessità, e più in generale l'approccio al ciclismo di ogni appassionato
Bomby
Messaggi: 667
Iscritto il: martedì 17 giugno 2014, 19:23

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

Messaggio da leggereda Bomby » martedì 18 luglio 2017, 19:37

Se vuole intervenire qui può essere utile per tutti. Comunque già quella mappa è un buon punto di partenza.




Rudepravda
Messaggi: 216
Iscritto il: domenica 5 giugno 2016, 11:40

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

Messaggio da leggereda Rudepravda » martedì 18 luglio 2017, 21:04

Bomby ha scritto:Se vuole intervenire qui può essere utile per tutti. Comunque già quella mappa è un buon punto di partenza.


Come vedi zone rosse e arancioni sulla parte sinistra della Sardegna. Fai conto che gli alberi crescono piegati dal maestrale. Per sfruttare bene il vento credo sia meglio farla da sud a nord (tipo una Villacidro - Alghero)
https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/hd/136481



GiacomoXT
Messaggi: 1361
Iscritto il: sabato 27 dicembre 2014, 15:17
Località: Livorno

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

Messaggio da leggereda GiacomoXT » giovedì 20 luglio 2017, 16:03

Nell'attesa che la tappa dell'Izoard diventi interessante, ho tracciato una tappa decisamente dura per il Giro: la Locarno - Luino, 217 km e 6400 metri di dislivello. Particolarità della tappa: il Monte Tamaro da scalare per ben 4 volte (11 km al 10%), con un ulteriore muretto da 2,5 km al 10% sempre da ripetere 4 volte.
Allegati
Locarno - Luino.png
Locarno - Luino.png (84.55 KiB) Visto 2373 volte


FC 2015: Kuurne; Brabante; Amstel; Freccia; Giro (primi 5); Svizzera; Tour t. 7; Tour (tappe); Vuelta t. 10; Bernocchi; Lombardia
FC 2016: Tour t. 20; Wallonie; Sabatini
FC 2017: Europeo

Avatar utente
Patate
Messaggi: 1756
Iscritto il: domenica 28 febbraio 2016, 23:23

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

Messaggio da leggereda Patate » giovedì 20 luglio 2017, 16:51

L'Alpe di Neggia :clap: :clap:


antani ha scritto:Non so perchè ma ho la sensazione che domani Aru possa arrivare dietro o davanti a Froome, stiamo a vedere sembra facile ma non è difficile

Bomby
Messaggi: 667
Iscritto il: martedì 17 giugno 2014, 19:23

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

Messaggio da leggereda Bomby » giovedì 20 luglio 2017, 21:00

Nel giro che sto facendo la faccio al contrario, da Alghero a Cagliari :mrgreen:

Peccato che ultimamente (per cause non loro) LaFlammeRouge abbia qualche problemino, speriamo risolvano.




Rudepravda
Messaggi: 216
Iscritto il: domenica 5 giugno 2016, 11:40

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

Messaggio da leggereda Rudepravda » giovedì 20 luglio 2017, 21:23

Bomby ha scritto:Nel giro che sto facendo la faccio al contrario, da Alghero a Cagliari :mrgreen:

Peccato che ultimamente (per cause non loro) LaFlammeRouge abbia qualche problemino, speriamo risolvano.


Si ma Alghero Cagliari ti becchi il vento in poppa...è una volata classica. Tra l'altro mi pare che ci sia già stata una tappa simile ed i corridori hanno protestato per le cattive condizioni delle strade :diavoletto:



Avatar utente
Patate
Messaggi: 1756
Iscritto il: domenica 28 febbraio 2016, 23:23

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

Messaggio da leggereda Patate » venerdì 21 luglio 2017, 9:40



antani ha scritto:Non so perchè ma ho la sensazione che domani Aru possa arrivare dietro o davanti a Froome, stiamo a vedere sembra facile ma non è difficile

Bomby
Messaggi: 667
Iscritto il: martedì 17 giugno 2014, 19:23

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

Messaggio da leggereda Bomby » venerdì 21 luglio 2017, 11:55

Nel giro che sto progettando avrebbero molto altro di cui lamentarsi... Diciamo che è un'idea bislacca che mi è venuta in testa.



Bomby
Messaggi: 667
Iscritto il: martedì 17 giugno 2014, 19:23

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

Messaggio da leggereda Bomby » martedì 25 luglio 2017, 12:05

Ritorno con un Giro d’Italia decisamente particolare. È un’idea che mi ronzava in testa da un po’ e ho voluto provare a realizzarla. Quali sono le porzioni di territorio italiano che più difficilmente vedono ospitare la corsa rosa? Le isole, per via del fatto che sono, per l’appunto, isolate e difficilmente raggiungibili, a meno che...

IDEA BISLACCA PER UN GIRO D’ITALIA – PRIMA PARTE

Ma se invece di bus, camion e quant’altro la carovana si spostasse prevalentemente con altri mezzi? Ipotizziamo che Trenitalia (attraverso la partecipata Thello) e un’azienda di trasporti marittimi (Sardinia Ferries, ad esempio) diventino sponsor del Giro.

I primi 10 giorni, una crociera nel Tirreno:
Si organizzano per la prima parte del giro una o più navi-carovana, capaci di offrire alloggio a corridori, tecnici e giornalisti, oltre che ai mezzi delle squadre (ammiraglie e mezzi tecnici) e dell’organizzazione. Le navi, tra una tappa e la successiva, compiono gli spostamenti, attraccando di porto in porto: ciò consente trasferimenti molto lunghi tra una tappa e la successiva senza frapporre giorni di riposo. Sulla nave (o su una nave appoggio) potrebbero essere installate le attrezzature necessarie alla produzione TV, che non dovrebbero così facendo essere disinstallate di volta in volta, e su una ulteriore imbarcazione le strutture per l’allestimento della partenza. Lo so, la cosa richiede uno studio particolare, e costi probabilmente maggiori a quelli abituali, ma nel ciclismo attuale è necessario proporre qualche novità, e il Giro è sufficientemente agile rispetto al Tour da consentire un’organizzazione siffatta. Nelle isole più piccole potrebbe anche essere inutile trasferire tutte le ammiraglie, magari si potrebbero organizzare punti fissi per il rifornimento e la manutenzione. C’è un di più, i corridori e tutto il seguito della corsa una volta saliti nella nave sarebbero già belli che in albergo, senza dover compiere ulteriori spostamenti. Sulla nave è possibile svolgere conferenze-stampa e numerose altre attività anche mentre si viaggia.

I secondi 11 giorni in vagone-letto
La seconda parte di Giro si svolge sul continente, e a meno di non avere grosse limitazioni, continuare ad usare la nave non avrebbe senso. Come riproporre lo stesso paradigma? Semplicissimo, treno notte con vagoni letto (per i corridori) e cuccette per tecnici e giornalisti. Organizzando un paio di convogli si dovrebbe riuscire a compiere tutti i trasferimenti. I mezzi delle squadre si sposterebbero normalmente per strada, tanto i mega trasferimenti sono pochi e comunque affrontabili. Ovviamente questo approccio limita un po’ nel disegno del percorso (occorre far partire e terminare le tappe nei pressi di una stazione dove possa arrivare il treno notte o quantomeno in posti dove il rientro a valle sia agevole e veloce senza ulteriori mezzi). Nel parco Trenitalia esistono già carrozze per manifestazioni e sale conferenze, forse anche una con tanto di palco apribile (ce l’avevano negli anni ’90 per Telethon, non so se è ancora usabile!), ed è relativamente facile allestire carrozze-regia per la TV, o trasportare i mezzi su carri-pianale. Anche qui è necessaria una certa organizzazione, ma la cosa è fattibile, forse.
E poi mica è detto che debba essere fatto per davvero, è una fantasia!

Un assaggio:
Si toccheranno le isole Elba, Corsica, Sardegna, Sicilia, Lipari, Ischia e Monte Isola. Partenza da Sanremo e arrivo a Torino. Non si passerà, per la gioia di CicloSprint, dalla SS18, ma neppure dalla Jonica, per la tristezza di CicloSprint. Si scaleranno, tra gli altri, le Manie, l’Etna, il Terminillo da un versante inedito, alcuni passi dolomitici mitici, lo Stelvio, il Gavia e il Mortirolo, alcune vette storiche della Val d’Aosta.

Un po’ di numeri:
Distanza totale: 3373.41 Km
Arrivi in salita: 3
Tappe di alta montagna: 5 - Arrivi in salita nelle tappe di alta montagna: 3;
Tappe di media montagna: 5;
Tappe di pianura: 8
Tappe a cronometro individuale: 3; - Chilometri a cronometro individuale: 67.29;
Totale GPM: 91; Cima Coppi: Passo dello Stelvio; Totale 1° Categoria: 14; Totale 2° Categoria: 8; Totale 3° Categoria: 29; Totale 4° Categoria: 39.

Continua: Stay Tuned!



Trullo
Messaggi: 65
Iscritto il: martedì 23 maggio 2017, 11:26

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

Messaggio da leggereda Trullo » mercoledì 26 luglio 2017, 23:05

Affascinante come idea.. anche se dormire su una nave, specie se si soffre di mal di mare, o su un treno, non è come dormire sulla terra ferma, pensando che il giorno dopo si devono affrontare cinque o sei ore di bicicletta



Bomby
Messaggi: 667
Iscritto il: martedì 17 giugno 2014, 19:23

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

Messaggio da leggereda Bomby » giovedì 27 luglio 2017, 10:07

Ho detto che è un'idea bislacca :crazy: !



Bomby
Messaggi: 667
Iscritto il: martedì 17 giugno 2014, 19:23

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

Messaggio da leggereda Bomby » giovedì 27 luglio 2017, 19:13

IDEA BISLACCA PER UN GIRO D’ITALIA – SECONDA PARTE
La partenza di questo matto, matto giro per le isole è... sulla terraferma, da Sanremo per la precisione. Di seguito il link per vedere nel complesso il giro.
https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/tours/view/6243
• Tappa I, Sanremo > Genova (160.44 Km, Dislivello+ 1827 m), Pianura: si ripercorrono all’indietro gli ultimi 150 km della Sanremo. Tappa per velocisti con le difficoltà concentrate nella parte iniziale del percorso; arrivo in leggera salita percorrendo via XX settembre nella città della Lanterna. Per stasera si può dormire in hotel e trasferimento mezzo bus alla tappa successiva. https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/hd/136319
• Tappa II, Sestri Levante > Piombino (235.26 Km, Dislivello+ 1580 m), pianura: in avvio il primo GPM di seconda categoria, su cui andrà via la fuga di giornata. Tappa lunga e non troppo mossa, lungo il litorale toscano. Anche oggi volata, ma si doveva arrivare per forza a Piombino. Ci si imbarca tutti sul traghetto. https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/hd/136377
• Tappa III, Portoferraio > Portoferraio (179.87 Km, Dislivello+ 4295 m), media montagna: prima tappa movimentata andando ad esplorare le strade dell’Isola d’Elba. I corridori di classifica potrebbero testarsi sulle asperità vicine alla conclusione, ma più verosimilmente lo spettacolo sarà offerto dai cacciatori di tappe. Strade tortuosissime, per il gruppo organizzare l’inseguimento non sarà facile, nel caso. C’è comunque il terreno per tirarsi delle randellate nei denti, compreso un tratto di sterrato in salita. https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/hd/136386
• Tappa IV, Bastia > Bonifacio (194.59 Km, Dislivello+ 1952 m), pianura: breve trasferimento marittimo e si sconfina in Corsica, per una tappa non difficile, ma dal finale che comunque presenta diversi su e giù. Ultimi km tortuosi, preceduti da lunghi rettilinei. https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/hd/137116
• Tappa V, Olbia > Oristano (185.01 Km, Dislivello+ 2242 m), pianura: si ritorna in Italia dopo un altro breve trasferimento marittimo (questi trasferimenti come potete notare sono comunque brevi, tali da poter essere fatti in modo da arrivare a destinazione in molti casi prima che i corridori si vadano a coricare). La tappa è mossa e attraversa l’interno della Sardegna per spostarsi dal lato di levante a quello di ponente. Tappa da fughe, con ultimi km a favore del gruppo, ma tutto il resto della tappa a favore della fuga. A Oristano si può sostare in albergo in loco, nel frattempo la nave si sposta verso Cagliari. https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/hd/137121
• Tappa VI, Oristano > Cagliari (154.73 Km, Dislivello+ 440 m), pianura: tappa per possibili ventagli. Si compie, infatti, un bel circuito nella zona del Poetto, teatro dei ventagli al Giro 100; nella medesima zona si passa 3 volte, 2 in un senso e una nell’altro. Tappa che inizierà presto e finirà presto causa trasferimento da effettuarsi in nottata. https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/hd/137126
• Tappa VII, Palermo > Agrigento (182.71 Km, Dislivello+ 3264 m), Media Montagna: si arriva in Sicilia dopo una nottata -presumibilmente- in mare. Con una tappa tutt’altro che piatta, anzi, parecchio mossa nelle strade interne della Sicilia si va dal nord al sud dell’isola. Ad Agrigento si dorme in albergo. https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/hd/137669
• Tappa VIII, Agrigento > Modica (171.85 Km, Dislivello+ 1547 m), Pianura: tappa nelle terre di Montalbano: si parte dalla città dell’ambientazione letteraria (Agrigento – Montelusa e la vicina Porto Empedocle – Vigàta) e si arriva nelle zone dove viene ripresa la fiction TV. Vieppiù si parte dalla zona dei templi di Agrigento. L’intera tappa si corre lungo la costa con anche qualche tratto di strada non asfaltata. Da Donnalucata si punta verso l’interno, con un finale che dopo una leggera salita si conclude in discesa (leggera a sua volta). Tappa che potrebbe rivelarsi insidiosa sia per il vento, che per il finale, dove i velocisti meno avvezzi alle salite potrebbero arrivare con le micce bagnate o staccati. E anche oggi si sta in hotel. https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/hd/137689
• Tappa IX, Modica > Etna - Rifugio Sapienza, (197.46 Km, Dislivello+ 4408 m), Alta Montagna: tappa domenicale con arrivo sull’Etna (il versante fatto dal Giro quest’anno) (1° Categoria, 1897 m, 17.4 Km al 7.4%, Arrivo), preceduto dal GPM di Calcerana-Marina (2° Categoria, 1278 m, 17.6 Km al 6.1%, Km 149.1) a scaldare le gambe dei contendenti. Non ci sarà certo da attendere i fuochi d’artificio, ma qualche attacco sull’ultima salita per testarsi e testare gli avversari sì. https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/hd/137693
• Tappa X, Lipari > Lipari (27.61 Km, Dislivello+ 603 m), Cronometro individuale: primi 27 km di cronometro che si svolge di lunedì. Crono mossa, su strade tortuose e con un bel tratto di salita nelle strade dell’isola. https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/hd/137765

Riposo, con trasferimento verso la Campania. È da stabilire se conviene farlo via mare o via aria.

• Tappa XI, Ischia > Ischia (120.93 Km, Dislivello+ 2787 m), Media Montagna: tappa breve in circuito sulle strade che compiono il periplo della celebre isola campana. Un GPM da ripetere 4 volte, Monte Epomeo (3° Categoria, 451 m, 8.4 Km al 5.3%, Km 19.1). https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/hd/137778
• Tappa XII, Pozzuoli > Avezzano (190.22 Km, Dislivello+ 1816 m), Pianura: si riparte con una tappa per velocisti un po’ atipica anche perché prima dell’ultimo GPM di 4° categoria, la strada tende sempre a salire. Ad Avezzano si sale tutti sul treno notte. https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/hd/137973
• Tappa XIII, Avezzano > Rieti (197.90 Km, Dislivello+ 4382 m), Alta Montagna: il venerdì si sale. Doppia salita ad un versante inedito e sterrato del Terminillo Monte Terminillo (1° Categoria, 1799 m, 19.0 Km al 6.9%, Km 170.2) che mi pare piuttosto ben transitabile con arrivo in picchiata a Rieti (dove si risale sul treno). Qualche GPM in partenza ad agevolare il distacco della fuga di giornata. https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/hd/137996
• Tappa XIV, Fabriano > Cattolica (165.26 Km, Dislivello+ 3240 m), Media Montagna: tappa che sarebbe valida per il Trofeo del Gran Classicomane, su e giù per le amene colline marchigiane. I muri non sono quelli più famosi delle Marche, ma sono comunque molto interessanti. Il finale si sviluppa con scalate e discese al Monte di San Bartolo, prima dell’arrivo in Romagna a Cattolica nei pressi della stazione. Tappa delicata un po’ per tutti, ma di sicuro spettacolare. https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/hd/138177
• Tappa XV, Cesena > Bologna (202.47 Km, Dislivello+ 4987 m), Media Montagna: dalla Romagna all’Emilia con una tappa dal disegno simile a quello che avete già potuto apprezzare in uno dei miei vecchi giri. Ho riproposto la tappa perché volevo proporre un arrivo in Emilia piuttosto impegnativo e in quanto trovo che una tappa del genere possa risultare potenzialmente più spettacolare (imprevedibile) rispetto a tappe di montagna classiche. Si arriva in centro a Bologna. https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/hd/138198
Secondo riposo con viaggio in treno diurno. La parte finale è su una linea di montagna, quindi occorrerà spezzare il treno in più tronconi. Ad ogni modo la stazione di arrivo è predisposta per il ricovero di treni notte e quindi non ci dovrebbero essere problemi.
• Tappa XVI, Calalzo di Cadore > Soprabolzano/Oberbozen (249.94 Km, Dislivello+ 7851 m), Alta Montagna: crudele tappone dolomitico con un arrivo poco consueto a Soprabolzano (altopiano del Renon). Da qui a fine tappa si scende con la funivia e si arriva diretti diretti in stazione. I GPM non hanno bisogno di troppe presentazioni: Passo Giau (1° Categoria, 2228 m, 9.1 Km al 7.9%, Km 51.0), Passo Fedaia (1° Categoria, 2050 m, 12.8 Km al 8.0%, Km 80.4), Passo Sella (2° Categoria, 2223 m, 11.3 Km al 6.9%, Km 105.0), Ortler (2° Categoria, 1221 m, 9.9 Km al 7.5%, Km 150.2), Passo della Nigra (1° Categoria, 1736 m, 2.0 Km al 3.3%, Km 186.8), San Valentino in Campo (2° Categoria, 1343 m, 6.9 Km al 7.5%, Km 214.3), Soprabolzano/Oberbozen (2° Categoria, 1226 m, 16.9 Km al 5.6%, Arrivo). https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/hd/138510
• Tappa XVII, Bolzano/Bozen > Malles Venosta/Mals (143.73 Km, Dislivello+ 1811 m), Pianura: dopo una tappa tanto dura (oltretutto dopo il riposo!), una tappa facile, con la risalita della Val Venosta e un circuito tra Malles e Prato allo Stelvio. I velocisti, se avranno smaltito le fatiche dei giorni precedenti, potranno tentare ad ottenere una vittoria, l’ultima possibile. In questo caso si può anche andare a dormire in albergo, ma anche in treno. https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/hd/138521
• Tappa XVIII, Malles/Mals > Edolo (188.86 Km, Dislivello+ 6111 m), Alta Montagna: ci avviciniamo all’epilogo, per gli uomini di classifica di qui alla fine non ci saranno momenti di respiro. Tappone nelle Alpi centrali con Passo dello Stelvio/Stilfserjoch (Hors Catégorie, 2748 m, 26.1 Km al 7.1%, Km 34.1), Passo Gavia (1° Categoria, 2620 m, 24.8 Km al 5.7%, Km 80.8), Monte Padrio (1° Categoria, 1867 m, 15.7 Km al 7.4%, Km 135.0), Passo del Mortirolo (1° Categoria, 1868 m, 14.0 Km al 9.6%, Km 171.5). Si arriva ancora in discesa ad Edolo, nella Valcamonica. Tutto lascia pensare ad attacchi sul Mortirolo, ma la strada precedente è comunque un buon terreno, per i meno pavidi, per tastare la salute di chi è meno in forma e sta bluffando. E poi occorre mettere fieno in cascina in vista delle ultime due prove contro il tempo. https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/hd/138648
• Tappa XIX, Peschiera Maraglio > Monte Isola (8.11 Km, Dislivello+ 109 m), Cronometro individuale: ultima isola di questo Giro, un’isola lacustre, Monte Isola. In treno si discende la Val Camonica per affrontare questa breve e penultima cronometro. Con scenario spettacolare: i corridori arrivano e partono da e per l’isola in motoscafo completi di bici da Sulzano, dei gran piazzali in loco non ce ne sono! Oppure si può realizzare una passerella stile-Christo. https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/hd/138651
• Tappa XX, Ivrea > Pila (184.89 Km, Dislivello+ 6125 m), Alta Montagna: tappa nelle alpi occidentali con arrivo in Val d’Aosta dopo un trasferimento notturno in treno. Anche oggi una tappa senza respiro, su e giù costantemente, ultima vera possibilità per chi a cronometro è un paracarro, e sa già cosa gli aspetta, dato che la tappa è messa a panino tra due prove contro il tempo. Si sale su: Col Tze Core (1° Categoria, 1604 m, 16.9 Km al 7.3%, Km 46.7), Col Saint Pantaléon (1° Categoria, 1660 m, 18.5 Km al 6.3%, Km 82.2), Champremiere (1° Categoria, 1375 m, 9.0 Km al 8.9%, Km 111.5), Col du Saint-Barthelemy (1° Categoria, 1609 m, 15.7 Km al 6.9%, Km 141.3), Pila (1° Categoria, 1802 m, 15.9 Km al 7.8%, Arrivo). https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/hd/138739
• Tappa XXI, Chivasso > Torino (31.57 Km, Dislivello+ 188 m), Cronometro individuale: ultimo trasferimento in Piemonte. Cronometro finale per specialisti (anche se a questo punto contano più che altro le energie residue), con un tracciato pianeggiante e pressochè rettilineo (è il finale della Milano-Torino escluso il Colle di Superga). Finale lungo le strade del Parco del Valentino, un po’ più tortuose del resto del tracciato. https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/hd/138879

Fine.



Avatar utente
Patate
Messaggi: 1756
Iscritto il: domenica 28 febbraio 2016, 23:23

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

Messaggio da leggereda Patate » giovedì 27 luglio 2017, 23:17

Vuelta Italia
Fatta con l'unico scopo di prendere per il culo i tracciatori spagnoli :diavoletto: sul modello della Vuelta 2017
Le prime sei tappe:
1. Siracusa -> Siracusa TTT
Immagine
Un classico della Vuelta

2. Siracusa -> Messina
Immagine
Tappa in linea per velocisti

3. Reggio Calabria -> Bova Marina
Immagine
Sulla falsariga della tappa di Andorra, inizio con l'interminabile salita all'Aspromonte e i due puntuti colli verso Bova, spesso e volentieri in doppia cifra

4. Bovalino -> Cirò Marina
Immagine
Di nuovo affare per velocisti

5. Sibari -> Corleto Perticara
Immagine
Difficile tappa di mezza montagna che si deciderà nei due muri finali: 3 km al 10% e 1 km al 13%

6. Viggiano -> Monte Vulture
Immagine
Non poteva mancare il Vulture: i 5 km abbondanti al 12% chiudono una tappa senza un metro di pianura, aperta dalla difficile salita della Madonna di Viggiano


antani ha scritto:Non so perchè ma ho la sensazione che domani Aru possa arrivare dietro o davanti a Froome, stiamo a vedere sembra facile ma non è difficile

Avatar utente
padoaschioppa
Messaggi: 1965
Iscritto il: domenica 19 dicembre 2010, 15:23
Località: Sapri (SA)

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

Messaggio da leggereda padoaschioppa » martedì 12 settembre 2017, 17:48

Cari tutti, insieme ad un mio caro amico ciclista amatoriale da sempre fantastichiamo su un arrivo di tappa da proporre al Giro. Ebbene, finché non metti nero su bianco resta soltanto un pensiero. Oggi grazie alla conoscenza di un altro amico in comune Vicesindaco nonché consigliere alla Provincia ed anche alla reciproca conoscenza del parroco locale e vabbè anche del Vescovo abbiamo deciso di buttar giù una candidatura di arrivo. Si sogna. Però accidenti sognare non costa nulla. Vi premetto che da conoscitore del posto c'è tutto lo spazio per accogliere i mezzi Rai e delle squadre. Qui è mio piacere avere un vostro importante parere sull'aspetto tecnico della salita nonché di eventuali critiche, arrivo che potrete trovare su le flamme rouge perché l'ho condivisa sul globo terraqueo :D Mi avventuro nel postarvi intanto le foto. Siamo nel Cilento in pieno Parco Nazionale a Scario frazione marina del Comune di San Giovanni a Piro. Il Santuario si affaccia sul Golfo di Policastro. Qualcuno poi conosce la zona?

Altimetria
Immagine

Planimetria
Immagine

Santuario
Immagine

Link
https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/hd/154627

Voglio ringraziare Mauro Facoltosi per tutti i consigli e per "sopportarmi" spesso in chat.

P.S. Febbra astieniti da dire cose senza senso. Sii serio. Almeno qua. Se ci riesci.

PPS se poi Admin è così gentile da mettere le immagini a tutto forum sarebbe cosa assai gradita. Ci riesco ma escono piccole, ammetto sono incapace. :gruppo: :sedia:
Ultima modifica di padoaschioppa il martedì 12 settembre 2017, 18:49, modificato 1 volta in totale.


Fanta2016: 4°
Fanta2015: 6°. Vuelta 2015:
Fanta2014: 2°. Vuelta 2014: , Mondiale strada: 1
Fanta2013: 6°. Tour: ex aequo con galliano
Fanta2012: 4°. Vuelta 2012:
Fanta2011: 5°
Fanta2010: 1°
Fanta2009: 8°

Avatar utente
febbra
Messaggi: 7554
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 15:05

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

Messaggio da leggereda febbra » martedì 12 settembre 2017, 18:18

L'unica cosa seria che mi viene in mente è ringrazia che il percorso te l'ho fatto io! :angry:

Del resto si arriverebbe in un posto in cui ci sono molti pascoli e molte capre, quindi almeno sei coerente con te stesso. :muro:

Sul fatto che sei ammanicato, non c'erano dubbi... In bocca al lupo per la candidatura...

Per non dimenticare:

Immagine

:hippy:


Campione Fantaciclismo di Cicloweb 2008
Campione FC a Squadre 2015, 2016
Campione del Mondo FantaCicloCross Uomini Elite 2016

Se insisti e persisti, raggiungi e conquisti

Padoaschioppa sei decisamente ridicolo! Oltre che emerita :capra:

Avatar utente
padoaschioppa
Messaggi: 1965
Iscritto il: domenica 19 dicembre 2010, 15:23
Località: Sapri (SA)

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

Messaggio da leggereda padoaschioppa » martedì 12 settembre 2017, 18:51

Grazie febbra per aver messo le foto.

Che poi sono febbra che sono entrato col tuo nick. Un'esperienza disgustosa. :muro:

:hippy:


Fanta2016: 4°
Fanta2015: 6°. Vuelta 2015:
Fanta2014: 2°. Vuelta 2014: , Mondiale strada: 1
Fanta2013: 6°. Tour: ex aequo con galliano
Fanta2012: 4°. Vuelta 2012:
Fanta2011: 5°
Fanta2010: 1°
Fanta2009: 8°

Avatar utente
Visconte85
Messaggi: 9246
Iscritto il: giovedì 8 maggio 2014, 13:27

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

Messaggio da leggereda Visconte85 » martedì 12 settembre 2017, 20:54

padoaschioppa ha scritto:Grazie febbra per aver messo le foto.

Che poi sono febbra che sono entrato col tuo nick. Un'esperienza disgustosa. :muro:

:hippy:



:dubbio: :dubbio: :dubbio:


2014: Giro tp 21,Tour tp 10,Vuelta tp 3, ARGENTO a Ponferrada
2015: Giro anch'io 3°,Tour tp 10 e 20, GpMontreal
2016: GandWevelgen, Svizzera, Tour tp 13, Vuelta tp 10
2017: Tour tp 10 Vuelta tp 2

Avatar utente
padoaschioppa
Messaggi: 1965
Iscritto il: domenica 19 dicembre 2010, 15:23
Località: Sapri (SA)

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

Messaggio da leggereda padoaschioppa » martedì 12 settembre 2017, 21:47

Ma se tu non sapevi nemmeno loggarti con Facebook e registrarti. :crazy: Questa cosa che hai effettuato l'accesso con le mie credenziali è da denuncia! Bene si cambia password. Comunque conosco un buon neurologo. Come sempre hai inquinato un post serio andando anche a postare mie foto. Admin tutti, spero vi rendiate conto chi conteggia il FC. :sasso: Comunque grazie per avermi messo le foto a tutto schermo :D Come vedi Signori si nasce. E ti ringrazio. Io. :old:


Fanta2016: 4°
Fanta2015: 6°. Vuelta 2015:
Fanta2014: 2°. Vuelta 2014: , Mondiale strada: 1
Fanta2013: 6°. Tour: ex aequo con galliano
Fanta2012: 4°. Vuelta 2012:
Fanta2011: 5°
Fanta2010: 1°
Fanta2009: 8°

14juillet
Messaggi: 1211
Iscritto il: martedì 25 gennaio 2011, 20:44
Località: Napoli

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

Messaggio da leggereda 14juillet » martedì 26 settembre 2017, 9:31

A proposito di circuiti mondiali, questo è un percorso ambientato dalle mie parti, zona alta di Napoli, che secondo me risulterebbe "abbastanza" impegnativo:

https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/hd/158786


Questo l'ho disegnato qualche tempo fa (e infatti è senza descrizione :D ), più lungo, più "turistico", comunque duro, forse ancora più duro - 450 metri di dislivello in venti chilometri, e la prima ha salita ha una successione di tornanti con pendenze che arrivano al 10%, ma forse aperto a qualche situazione in più per la presenza di un tratto in discesa un po' più lungo e di un tratto pianeggiante sul lungomare, anche se dopo il muro al 10% presente pure nel primo percorso, segue subito la discesa, senza quei due chilometri di salita più facile.

https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/hd/84509


Fantaciclismo:
2012: Bronzo Giochi Olimpici Londra 2012 -cronometro
2013: Vuelta a España, 11a tappa.
2015: Vuelta a España, 7a tappa; 11a tappa; 13a tappa.
2016: Paris-Roubaix; Flèche Wallonne.
2017: Tour de Suisse; Tour de France: 17a tappa.

Davide

Avatar utente
Patate
Messaggi: 1756
Iscritto il: domenica 28 febbraio 2016, 23:23

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

Messaggio da leggereda Patate » giovedì 28 settembre 2017, 15:31

La mia proposta per un Mondiale da scalatori in Liechtenstein. "Solo" 233 km ma percorso molto impegnativo con 4000 metri di dislivello positivo.
La corsa non partirà ed arriverà da Vaduz, sede delle prove contro il tempo, ma da altri due comuni limitrofi.
Si inizia con un tratto in linea di 45 km, che attraversa la capitale due volte per affrontare la difficile ascesa di Egg, 4 km al 10% di media.
È questa l'ascesa più difficile di giornata dato che il percorso da ripetere consta di due brevi salite e non una singola, lunga ascesa.
La salita di Rennhof, subito l'inizio del circuito, è la più dura delle due: 2 km che avvicinano il 9% di media, con il secondo chilometro al 10% di media. Dopo lo scollinamento (-15 dall'arrivo) c'è la più facile salita di Schoenbuhl, 1300 metri al 6,5% a gradoni (dura-falsopiano-dura). Chiudono il circuito 9 km, di cui 7 di pianura prima dell'arrivo, su un rettilineo in leggerissima salita stile Richmond.

Immagine


antani ha scritto:Non so perchè ma ho la sensazione che domani Aru possa arrivare dietro o davanti a Froome, stiamo a vedere sembra facile ma non è difficile

Avatar utente
Walter_White
Messaggi: 6769
Iscritto il: mercoledì 23 marzo 2016, 18:01

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

Messaggio da leggereda Walter_White » venerdì 29 settembre 2017, 12:44

Patate ha scritto:La mia proposta per un Mondiale da scalatori in Liechtenstein. "Solo" 233 km ma percorso molto impegnativo con 4000 metri di dislivello positivo.
La corsa non partirà ed arriverà da Vaduz, sede delle prove contro il tempo, ma da altri due comuni limitrofi.
Si inizia con un tratto in linea di 45 km, che attraversa la capitale due volte per affrontare la difficile ascesa di Egg, 4 km al 10% di media.
È questa l'ascesa più difficile di giornata dato che il percorso da ripetere consta di due brevi salite e non una singola, lunga ascesa.
La salita di Rennhof, subito l'inizio del circuito, è la più dura delle due: 2 km che avvicinano il 9% di media, con il secondo chilometro al 10% di media. Dopo lo scollinamento (-15 dall'arrivo) c'è la più facile salita di Schoenbuhl, 1300 metri al 6,5% a gradoni (dura-falsopiano-dura). Chiudono il circuito 9 km, di cui 7 di pianura prima dell'arrivo, su un rettilineo in leggerissima salita stile Richmond.

Immagine


Così dovrebbe essere ogni mondiale, salita più dura all'inizio del circuito seguita da salita più facile.
Io sono sadico e ci aggiungerei altri 2 giri. Oppure inizierei direttamente nel percorso.


guidobaldo de medici ha scritto:gilbert capitano era una cosa ridicola, non ha mai dato segno di poter reggere un fiandre, neppure lontanamente. del resto la scelta di fare la 3 giorni di de panne era già chiara.

Bomby
Messaggi: 667
Iscritto il: martedì 17 giugno 2014, 19:23

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

Messaggio da leggereda Bomby » sabato 30 settembre 2017, 19:42

Il San Luca mi ha sempre ispirato l'idea per un tracciato mondiale, la salita è stupenda in sè, ed è dotata da una tribuna lunga come tutta la salita quale è il portico. La strada non è larghissima ma comunque adeguata ad un arrivo di una rassegna così importante, la città inoltre è ottimamente collegata a tutta Italia e al resto del mondo, grazie all'areoporto e alle ferrovie. Si mangia bene, grazie all'università è una città internazionale, e poi io sono emiliano, (seppur modenese, ma ben disposto a sotterrare l'ascia di guerra), mi verrebbe particolarmente comodo andare in città a vedermi le gare, disponibilità lavorativa permettendo, anche tutti i giorni partendo da casa.

Ho pensato a un paio di tracciati per corsa in linea e a cronometro (individuale, può andare bene anche per quella a squadre) che coinvolgano anche le provincie confinanti.

Corsa in linea: Faenza > Bologna (Via Aldini): 245.04 Km, Dislivello+ = 6136 m.
Mondiale Bologna.png
Mondiale Bologna.png (218.62 KiB) Visto 1661 volte

https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/hd/160229
Tratto in linea di 120 km per i colli tra Romagna ed Emilia, giusto per scaldare le gambe e far tribolare la solita fuga iniziale di corridori di nazioni sconosciute. Non si passa sotto al traguardo, ma per il centro di Bologna, sotto alle 2 torri e nei pressi di Piazza Maggiore, si entra sul (primo) circuito poco prima del San Luca, da Porta Saragozza.
Il primo circuito, da ripetere tre volte è il seguente e prevede le scalate del Colle di San Luca (2° Categoria, 264 m, 2.1 Km al 9.2%, Km 3.8), Via del Genio (3° Categoria, 217 m, 1.9 Km al 7.4%, Km 12.5) e Colle di Barbiano (3° Categoria, 258 m, 2.7 Km al 6.5%, Km 17.9). La lunghezza del circuito è di 22,3 km e comporta un dislivello positivo complessivo, ad ogni tornata, di 596 m. Il tratto di pianura tra la fine dell'ultima discesa e l'imbocco del San Luca è di 3,1 km.
circuito 1.png
circuito 1.png (89.77 KiB) Visto 1661 volte

https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/hd/160248
Come già detto, dopo tre giri del circuito lungo, si passa a quello corto, che in buona sostanza elimina il solo Colle di Barbiano. La lunghezza e il dislivello positivo si riducono quindi a 15,37 km e 417 m rispettivamente. La distanza tra la fine dell'ultima discesa e l'arrivo è di soli 700 m, e il tratto di pianura tra fine della discesa e inizio del San Luca è di 2,5 km. In sostanza un circuito che non dà respiro, nè tantomeno molto spazio per organizzare un inseguimento particolarmente efficace, tra fine della discesa e inizio della salita nonostante quei km siano proprio facili, su strada larga e in rettilineo.
circuito 2.png
circuito 2.png (80.58 KiB) Visto 1661 volte

https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/hd/160251

continua...
Ultima modifica di Bomby il sabato 30 settembre 2017, 20:18, modificato 2 volte in totale.



Bomby
Messaggi: 667
Iscritto il: martedì 17 giugno 2014, 19:23

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

Messaggio da leggereda Bomby » sabato 30 settembre 2017, 20:17

Veniamo ora alle cronometro proposte:

Cronometro Individuale
: Sassuolo > Bologna (Via Aldini): 66.92 Km, 687 m dislivello positivo. Cronometro lunga (il doppio di quella proposta quest'anno) e non certo facile, nel mezzo del tracciato ci sono due salitelle: Castello di Serravalle (3.69 Km al 4.9%) e Montemaggiore (1.56 Km al 8.1%) brevi e non troppo tortuose (giusto qualche tornante nella prima), specie le discese. Si parte dalla patria della Mapei, storico sponsor UCI, passando per Vignola e il tratto collinare si entra nel Bolognese. Si passano quindi Zola Predosa, Casalecchio e si fa il solito giro turistico per il centro di Bologna. Il finale è lo stesso della corsa in linea.
Crono ITT.png
Crono ITT.png (107.68 KiB) Visto 1652 volte

https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/maps/edit/160242

Cronosquadre: Ferrara > Bologna (Via Aldini): 55,9 km, 86 m dislivello positivo quasi tutti nel finale. Si scende da Ferrara (giro per piazza con Duomo e Castello) passando dai centri toccati anche dalla ferrovia: poggio Renatico, San Pietro in Casale, Castel Maggiore. Il tracciato è sostanzialmente rettilineo e piatto, perfetto per una prova del genere.
crono TTT.png
crono TTT.png (88.27 KiB) Visto 1652 volte

https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/hd/160265

Per le prove giovanili sia in linea che a crono si possono convenientemente accorciare i tracciati e, magari -nelle prove in linea- eliminando qualche tornata del circuito e semplificare il tratto in linea.

Opinioni e commenti sono come sempre ben accetti.



Avatar utente
Patate
Messaggi: 1756
Iscritto il: domenica 28 febbraio 2016, 23:23

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

Messaggio da leggereda Patate » sabato 30 settembre 2017, 21:43

:clap: :clap: :clap:
Massacrante!


antani ha scritto:Non so perchè ma ho la sensazione che domani Aru possa arrivare dietro o davanti a Froome, stiamo a vedere sembra facile ma non è difficile

Bomby
Messaggi: 667
Iscritto il: martedì 17 giugno 2014, 19:23

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

Messaggio da leggereda Bomby » domenica 1 ottobre 2017, 13:13

Per la serie Sallan...cosa?



Avatar utente
Walter_White
Messaggi: 6769
Iscritto il: mercoledì 23 marzo 2016, 18:01

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

Messaggio da leggereda Walter_White » domenica 1 ottobre 2017, 21:53

Mondiale in Nuova Zelanda con l'obbiettivo di far arrivare al massimo 30 corridori, lungo tratto iniziale dovuto dalla brevità del circuito, dove non sono presenti i lunghi rettilinei stile Geelong 2010 (maledetti), ma molte curve e 2 brevi ma durissime salite.

Profilo completo: https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/hd/160544

Dettaglio circuito: https://ridewithgps.com/routes/25783931

Immagine


guidobaldo de medici ha scritto:gilbert capitano era una cosa ridicola, non ha mai dato segno di poter reggere un fiandre, neppure lontanamente. del resto la scelta di fare la 3 giorni di de panne era già chiara.

Avatar utente
Patate
Messaggi: 1756
Iscritto il: domenica 28 febbraio 2016, 23:23

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

Messaggio da leggereda Patate » domenica 1 ottobre 2017, 22:55

La penisola di Banks, quella che tocchi con le due hills, è uno dei luoghi più belli al mondo, e pieno di strappi terribili.
Tanto tempo fa avevo tracciato questa per un Tour Down Under in quelle zone
Immagine
Akaloa: 3 km, 12% Middle Hill: 2,2 km , 13%
Questo è il tratto in sterrato
Immagine


antani ha scritto:Non so perchè ma ho la sensazione che domani Aru possa arrivare dietro o davanti a Froome, stiamo a vedere sembra facile ma non è difficile

Stylus
Messaggi: 612
Iscritto il: giovedì 28 aprile 2011, 11:03

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

Messaggio da leggereda Stylus » martedì 3 ottobre 2017, 9:17

Ho immaginato un Giro di Lombardia con traguardo a Varese e partenza a Monza (proclamatasi casa del ciclismo dopo la partenza dell'ultima tappa del Giro d'Italia :D )

Immagine

https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/hd/160953



Avatar utente
Patate
Messaggi: 1756
Iscritto il: domenica 28 febbraio 2016, 23:23

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

Messaggio da leggereda Patate » martedì 3 ottobre 2017, 10:33

Bello! Meno da scalatori puri dell'attuale ma molto molto aperto.
Rilancio con un'altra versione con Cuvignone ed altri strappi diabolici
https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/hd/160966


antani ha scritto:Non so perchè ma ho la sensazione che domani Aru possa arrivare dietro o davanti a Froome, stiamo a vedere sembra facile ma non è difficile

Stylus
Messaggi: 612
Iscritto il: giovedì 28 aprile 2011, 11:03

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

Messaggio da leggereda Stylus » giovedì 5 ottobre 2017, 12:17

Ed invece un alternativa al solito copione della Milano - Torino che decide la corsa solamente negli ultimi chilometri di salita, e riporterebbe l'arrivo a...Torino! Salita di Castagneto Po' ad anticipare la doppia scalata al Colle di Superga, ma al secondo passaggio anziché far finire la corsa alla Basilica si svolta a destra e si scende a Torino per poi risalire immediatamente per lo strappo di Via Val S. Martino

Immagine

https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/hd/161406



Avatar utente
Maìno della Spinetta
Messaggi: 4517
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 15:53

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

Messaggio da leggereda Maìno della Spinetta » martedì 24 ottobre 2017, 11:49

la tappa dello Zoncolan come arrivo secco a me non piace tanto, anche perché si ha un bel Crostis simil Finestre a portata di mano. Ho cercato di immaginare un finale di tappa carnica che da Pontebba faccia il Cason di Lanza, il Duron, il Crostis salendo da Ravascletto e non da Tualis (i tornanti pericolosi in salita perciò), discesa su Cumeglians e quindi salita subito a Liaris, senza fondovalle fino a Ovaro, e svolta allo Zoncolan (si leva pianura e i primi due km Ovaro-Liaris, e si fa una salitella che in costa porta da Comeglians alla parte dura del Kaiser che ha qualche km duro).
Se Zoncolan finale dev'essere, meglio così, con piatti gustosi già serviti in anticipo
Allegati
La Flamme Rouge   Nuova traccia.jpg
La Flamme Rouge Nuova traccia.jpg (5.36 KiB) Visto 1237 volte


“Our interest’s on the dangerous edge of things.
The honest thief, the tender murderer, the superstitious atheist”.

jumbo
Messaggi: 3855
Iscritto il: sabato 1 ottobre 2011, 9:42

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

Messaggio da leggereda jumbo » martedì 24 ottobre 2017, 12:22

Stylus ha scritto:Ed invece un alternativa al solito copione della Milano - Torino che decide la corsa solamente negli ultimi chilometri di salita, e riporterebbe l'arrivo a...Torino! Salita di Castagneto Po' ad anticipare la doppia scalata al Colle di Superga, ma al secondo passaggio anziché far finire la corsa alla Basilica si svolta a destra e si scende a Torino per poi risalire immediatamente per lo strappo di Via Val S. Martino06

Prendendo il Monferrato da Casale, sulla Milano - Torino ci sarebbe l'imbarazzo della scelta di strappi e strappetti da inserire nel percorso prima della scalata di Superga.



Avatar utente
Patate
Messaggi: 1756
Iscritto il: domenica 28 febbraio 2016, 23:23

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

Messaggio da leggereda Patate » martedì 31 ottobre 2017, 17:55

Approfittando del fatto che il nuovo aggiornamento rende molto più leggibili le immagini ritiro su il mio thread preferito con una ipotetica sette giorni tra Puglia (tanta) e Molise (un po' meno) fatta apposta per soppiantare il Guangxi :diavoletto: e per utilizzare le scrittine tamarre. Ecco perché la corsa non è durissima e non ha tappe di alta montagna

Immagine
Prima tappa
Immagine
Prima tappa a cronometro con partenza dall'isola vecchia di Taranto, passaggio sul ponte girevole ed arrivo in terraferma
Seconda tappa
Immagine
Tappa per velocisti resa meno banale del previsto dalla lunghezza, dalla parte centrale vallonata e dagli ultimi chilometri sulla costa abbastanza ventosi. Tutto comunque tranquillo e tappa più facile della settimana
Terza tappa
Immagine
Classicon con l'arrivo sulla Selva. Circuito da ripetere due volte con il duro muro di Laureto Vecchia prima della scalata finale. Unico arrivo in salita della corsa
Quarta tappa
Immagine
Dieci chilometri di sterrato in falsopiano a salire divisi in tre settori sono la principale difficoltà di questa tappa. L'ultimo, lungo 6500 metri, scremerà verosimilmente il gruppo prima dell'arrivo a Corato. Insidioso anche il passaggio nel centro storico di Andria con stradine, curve e sanpietrini
Quinta tappa :bll:
Immagine
Altra tappa "facile" ma dalla volata resa caotica, più che dalla salita che porta a Troia, dal brevissimo strappo all'ultimo chilometro, in un finale simile a quello della tappa vinta da Trentin su Moscon all'ultima Vuelta
Sesta tappa
Immagine
Prima delle due tappe di mezza montagna che conclude la corsa: l'accoppiata Crocella-Bocca della Selva è il modo migliore per far fuori qualche finisseur ancora ben piazzato in classifica dopo aver resistito con i denti a Fasano ed abbia approfittato dello sterrato. Per arrivare a Colle d'Anchise sono 2 km al 10% spaccato di pendenza
Settima tappa
Immagine
Gran finale tutto garganico: dopo un approccio facile a Monte Sant'Angelo inizia lo spettacolo della costiera pugliese tra scogliere, verde e saliscendi. Il momento chiave è senza dubbio la difficile ascesa a Valico del Lupo, a 30 km dall'arrivo
Ultima modifica di Patate il martedì 31 ottobre 2017, 17:56, modificato 1 volta in totale.


antani ha scritto:Non so perchè ma ho la sensazione che domani Aru possa arrivare dietro o davanti a Froome, stiamo a vedere sembra facile ma non è difficile

Avatar utente
barrylyndon
Messaggi: 11301
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 15:20

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

Messaggio da leggereda barrylyndon » mercoledì 1 novembre 2017, 18:13



beppesaronni ha scritto:
Giocati 10 euro facilissimi per Milano passaggio del turno
http://www.sportando.com/it/italia/seri ... detto.html

Avatar utente
Patate
Messaggi: 1756
Iscritto il: domenica 28 febbraio 2016, 23:23

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

Messaggio da leggereda Patate » mercoledì 1 novembre 2017, 19:49

In un eventuale mondiale a Trieste, però, il mio sogno sarebbe la Scala Santa :drool:


antani ha scritto:Non so perchè ma ho la sensazione che domani Aru possa arrivare dietro o davanti a Froome, stiamo a vedere sembra facile ma non è difficile

Avatar utente
barrylyndon
Messaggi: 11301
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 15:20

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

Messaggio da leggereda barrylyndon » mercoledì 1 novembre 2017, 19:55

Patate ha scritto:In un eventuale mondiale a Trieste, però, il mio sogno sarebbe la Scala Santa :drool:

L'ho fatta a piedi un mesetto fa..e' dura davvero.
Ma e' strettina e in pave'..
Credo che ad opicina arriverebbero ad uno ad uno..
Comunque la via commerciale del mio percorso non male, eh..e' tosta.
Assomiglia alla cote' di Sallanches..
ps:come si mettono nelle altimetrie i nomi delle localita?
Ultima modifica di barrylyndon il mercoledì 1 novembre 2017, 20:01, modificato 1 volta in totale.


beppesaronni ha scritto:
Giocati 10 euro facilissimi per Milano passaggio del turno
http://www.sportando.com/it/italia/seri ... detto.html

Avatar utente
Patate
Messaggi: 1756
Iscritto il: domenica 28 febbraio 2016, 23:23

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

Messaggio da leggereda Patate » mercoledì 1 novembre 2017, 20:28

barrylyndon ha scritto:
Patate ha scritto:In un eventuale mondiale a Trieste, però, il mio sogno sarebbe la Scala Santa :drool:

L'ho fatta a piedi un mesetto fa..e' dura davvero.
Ma e' strettina e in pave'..
Credo che ad opicina arriverebbero ad uno ad uno..
Comunque la via commerciale del mio percorso non male, eh..e' tosta.
Assomiglia alla cote' di Sallanches..
ps:come si mettono nelle altimetrie i nomi delle localita?

Devi andare in modalità "modifica intermedi" e cliccare sul profilo per aggiungere un punto. Cliccando sulla mappa alterni tra sprint, salita, cronometro, rifornimento, pavé, nome generico e tunnel


antani ha scritto:Non so perchè ma ho la sensazione che domani Aru possa arrivare dietro o davanti a Froome, stiamo a vedere sembra facile ma non è difficile

Avatar utente
barrylyndon
Messaggi: 11301
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 15:20

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

Messaggio da leggereda barrylyndon » mercoledì 1 novembre 2017, 20:50

Grazie.... ;)


beppesaronni ha scritto:
Giocati 10 euro facilissimi per Milano passaggio del turno
http://www.sportando.com/it/italia/seri ... detto.html

Avatar utente
Patate
Messaggi: 1756
Iscritto il: domenica 28 febbraio 2016, 23:23

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

Messaggio da leggereda Patate » mercoledì 1 novembre 2017, 23:15

Dopo tanto tempo un'altra corsa della serie ARFE, A Race From Everywhere


ISOLE ÅLAND
Röda Vägar
Strade Rosse
Immagine
Le Aland sono un arcipelago sulla carta finlandese ma dall'elevata autonomia: la lingua ufficiale è lo svedese e lo staterello emette propri -carinissimi- francobolli.
L'isola non è enorme e quindi la gara si svolge in circuito attorno al capoluogo Mariehamn: ognuna delle 11 tornate da 19 km presenta 2800 metri di Röda Vägar, terre rosse ben battute, che portano ad un totale di 42 km circa di tratti sterrati. I settori sono due: il più difficile è il secondo, diviso in una prima parte ricca di curve in leggera salita ed un finale in falsopiano in linea retta. Il secondo settore termina a 10 km dall'arrivo, quasi tutti estremamente ventosi in faccia all'oceano.

Immagine
Ultima modifica di Patate il mercoledì 1 novembre 2017, 23:25, modificato 7 volte in totale.


antani ha scritto:Non so perchè ma ho la sensazione che domani Aru possa arrivare dietro o davanti a Froome, stiamo a vedere sembra facile ma non è difficile

Bomby
Messaggi: 667
Iscritto il: martedì 17 giugno 2014, 19:23

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

Messaggio da leggereda Bomby » lunedì 13 novembre 2017, 13:54

Una corsetta su e giù per le strade dell'appennino emiliano, fatta tanto per provare il rinnovato editor de La Flamme Rouge.
231.18 km, 6104 m dislivello positivo
bologna-pavullo.png
bologna-pavullo.png (186.54 KiB) Visto 774 volte

bologna-pavullo2.jpg
bologna-pavullo2.jpg (539.3 KiB) Visto 774 volte

https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/172473
GPM:
    Luminasio (2° Categoria, 653 m, 6.8 Km al 7.9%, Km 26.2),
    Montepastore (3° Categoria, 695 m, 7.0 Km al 6.8%, Km 47.6),
    Rodiano (2° Categoria, 721 m, 7.1 Km al 7.6%, Km 74.4),
    Monteombraro (3° Categoria, 708 m, 5.8 Km al 6.4%, Km 88.8),
    Ospitaletto (2° Categoria, 572 m, 0.8 Km al 8.1%, Km 114.3),
    Monfestino (4° Categoria, 809 m, 5.6 Km al 4.8%, Km 124.3),
    Moncerrato (2° Categoria, 669 m, 6.3 Km al 7.4%, Km 150.4),
    Polinago (3° Categoria, 799 m, 10.2 Km al 4.3%, Km 168.9),
    Piane di Mocogno (2° Categoria, 1292 m, 7.0 Km al 7.3%, Km 185.6),
    Sestola (3° Categoria, 1017 m, 9.8 Km al 4.7%, Km 206.1),
    Pianelli (2° Categoria, 825 m, 5.0 Km al 9.1%, Km 221.7),
    Montecuccolo (4° Categoria, 844 m, 0.8 Km al 13.5%, Km 227.2).



maurofacoltosi
Messaggi: 1042
Iscritto il: mercoledì 15 dicembre 2010, 12:23
Località: Vedano Olona (Va)
Contatta:

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

Messaggio da leggereda maurofacoltosi » venerdì 8 dicembre 2017, 12:53

Nel post sul Giro 2019 avevo parlato di un'eventuale partenza della corsa rosa dalla Francia in occasione del 500° anniversario della morte di Leonardo Da Vinci. Ora ho provato a disegnare il tracciato di un Giro Leonardesco

viewtopic.php?f=2&t=8132

https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/tours/view/7773


Mauro Facoltosi
www.ilciclismo.it

Bomby
Messaggi: 667
Iscritto il: martedì 17 giugno 2014, 19:23

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

Messaggio da leggereda Bomby » sabato 9 dicembre 2017, 15:43

Buon sabato a tutti,
sulla scorta delle indicazioni preliminari presenti nel topic sul Giro 2019 ho provato ad imbastire un’ipotesi per il tracciato.
Qui il link diretto per il tracciato su la-flamme-rouge https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/tours/view/7776

Ho cercato di tracciare un percorso originale, che passa sia in luoghi poco battuti (o che lo sono stati poco di recente), che in luoghi noti, il cui nome di sicuro è di grande richiamo. Sforzandomi di arrivare e partire nelle località candidate in base alle indicazioni, ho cercato di proporre una certa varietà di percorsi, un congruo chilometraggio a cronometro e diverse tipologie di arrivo nelle tappe di montagna. È un giro che nel suo disegno in molti casi ricorda i luoghi della Resistenza nella Seconda Guerra Mondiale.

Partenza da Matera (per far contento CicloSprint) con un anello che sconfina in gran parte in Puglia e dal finale mosso. Tappa Jonica attraversando la Basilicata fino in Calabria piattissima e da qui ripartenza verso le prime propaggini della Campania con un finale da classicomani sulle colline intorno a Sapri e arrivo a Scario (ma gli uomini di classifica devono stare attenti comunque). Ripartenza da Salerno a Isernia (tappa di trasferimento, Isernia è stata scelta perché veniva bene fermarsi lì) e da qui a L’Aquila: queste due tappe, mosse dato il territorio attraversato, comunque sono pensate per le ruote veloci. Prima tappa di montagna vera e propria con l’arrivo sul Terminillo dopo aver fatto qualche salitella nei pressi. Dunque altra tappa per velocisti fino ad Orbetello. Ripartenza da Follonica verso Sant’Anna di Stazzema con una tappa caratterizzata dai preappennini toscani nel finale. La prima settimana si conclude con la cronometro, 55 km piatti come un biliardo e con lunghissimi rettilinei da Viareggio a Viareggio passando da Marina di Carrara: si attraversa tutta la Versilia andata e ritorno.
La seconda tappa si svolge nell’appennino tra Liguria, Toscana ed Emilia, con partenza da La Spezia ed arrivo a Berceto (PR). Ripartenza da Parma verso Novi Ligure (passando dalle alture nei pressi di Castellania pr infastidire le ruote veloci meno avvezze alle salitelle, sia pur leggere) e, il giorno seguente, il tratto finale della Milano-Sanremo, partendo dalle pendici del Turchino a Ovada e arrivando a Sanremo (finale classico con Manie, Cipressa, Poggio, con l’aggiunta di un tratto di Pompeiana tra le ultime due). Si riparte dalla città dei fiori verso Garessio con una tappa nelle poco battute salite delle Alpi Liguri. Si riparte quindi con una tappa nelle Langhe, da Mondovì ad Alba passando per i luoghi di Pavese. Ultima tappa della seconda settimana da Alba a Sestriere passando per il Colle del Moncenisio, Finestre e salita finale classica, l’arrivo al Col du Basset proposto dalle amministrazioni locali mi convince poco.
L’ultima settimana è stata la più critica da disegnare. Molte località e forti vincoli. Si parte da Omegna e si arriva in Valtellina passando dal poco battuto Passo San Marco, arrivando a Morbegno, preceduto dalle salite del Lombardia con conclusione Bergamasca: una tappa di quasi 260 km. Si riparte da Sondrio alla volta di Bolzano con una tappa per velocisti che affronta nei chilometri iniziali Aprica e Tonale. Da Bolzano prende il via una tappa breve ma impegnativa: diretta alle Tre Cime di Lavaredo per Sella, Fedaia (dal alto facile) Giau, Tre Croci. Da Auronzo di Cadore si riparte verso Bassano del Grappa, non senza prima valicare il Passo di Croce D’Aune, essere saliti sull’Altopiano di Asiago ed essere saliti sul Monte Grappa. Ventesima tappa con arrivo a Verona passando sulle alture dei Monti Lessini: gli uomini di classifica dovranno fare molta attenzione per conservare le situazioni di classifica uscite dalle tappe di montagna dei giorni precedenti. E comunque non possono ancora tirare il fiato. Da Verona si parte in Frecciargento alla volta di Roma (sono 3 ore di treno, suppergiù). A Roma il Giro troverà la sua conclusione con una cronometro finale che segue il percorso dell’ultima tappa romana del Giro 2018. Sui sampietrini dei Fori Imperiali verrà proclamato il vincitore del Giro.

Alcuni dati preliminari:
Distanza totale: 3537.55 Km;
Arrivi in salita: 4;
Tappe di alta montagna: 6; Arrivi in salita nelle tappe di alta montagna: 3;
Tappe di media montagna: 5; Arrivi in salita nelle tappe di media montagna: 1;
Tappe di pianura: 8;
Tappe a cronometro individuale: 2; Chilometri a cronometro individuale: 65.49;
Totale GPM: 86; Totale 1° Categoria: 9; Totale 2° Categoria: 22; Totale 3° Categoria: 36; Totale 4° Categoria: 19.

Veniamo ai dati delle singole tappe.
Tappa I: Matera > Matera: 227.26 Km Pianura; Dislivello+ 1953 m.
TRAGUARDI VOLANTI: Alberobello (410 m, Km 78.9), Taranto (2 m, Km 127.1).
GPM: Ginosa (4° Categoria, 241 m, 0.4 Km al 13.3%, Km 179.6), Montescaglioso (4° Categoria, 325 m, 5.3 Km al 4.9%, Km 193.9), Matera (4° Categoria, 403 m, 6.5 Km al 4.2%, Km 220.8).
PUNTO DI RIFORNIMENTO: Bv. Crispiano (241 m, Km 109.1).
Tappa iniziale dal finale mosso, per ravvivare un po’ l’inizio del Giro.
https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/177224
giro 2019 1.png
giro 2019 1.png (141.85 KiB) Visto 491 volte


Tappa II: Matera > Rossano Calabro: 157.13 Km Pianura; Dislivello+ 518 m.
TRAGUARDI VOLANTI: Policoro (10 M, Km 64.0), Trebisacce (11 M, Km 108.5).
PUNTO DI RIFORNIMENTO: Montegiordano Marina (13 m, Km 84.4).
Tappa quasi completamente piatta, la salitella a pochi km dalla fine non dovrebbe impensierire nessuno. https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/177298
Giro 2019 2.png
Giro 2019 2.png (107.23 KiB) Visto 491 volte


Tappa III: Corigliano Calabro > Scario: 208.47 Km Media Montagna; Dislivello+ 4118 m.
TRAGUARDI VOLANTI: Castrovillari (376 m, Km 55.6), Sapri (5 m, Km 179.1).
GPM: Terranova Da Sibari (3° Categoria, 340 m, 5.8 Km al 5.2%, Km 26.8), Le Vigne (3° Categoria, 354 m, 4.8 Km al 5.7%, Km 48.6), Campotenese (3° Categoria, 1034 m, 11.5 Km al 4.8%, Km 71.7), Praienberg (4° Categoria, 150 m, 1.9 Km al 7.7%, Km 140.2), Santa Caterina (2° Categoria, 440 m, 2.8 Km al 13.1%, Km 156.8), Acquafredda (4° Categoria, 157 m, 2.6 Km al 4.4%, Km 172.7), San Giocondo (3° Categoria, 232 m, 3.1 Km al 7.4%, Km 182.9), San Cristoforo (3° Categoria, 330 m, 3.6 Km al 8.9%, Km 192.7), Santa Marina (2° Categoria, 325 m, 3.0 Km al 10.8%, Km 198.6).
PUNTO DI RIFORNIMENTO: Piano Grande di Scalea (153 m, Km 125.7).
Il finale è costituito da un susseguirsi di muri con pendenze spesso in doppia cifra ben oltre il 10%, in qualche caso anche oltre al 20.
https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/177404
Giro 2019 3.png
Giro 2019 3.png (182.84 KiB) Visto 491 volte


Continua...



Bomby
Messaggi: 667
Iscritto il: martedì 17 giugno 2014, 19:23

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

Messaggio da leggereda Bomby » sabato 9 dicembre 2017, 15:45

... Continua
Tappa IV: Salerno > Isernia: 151.37 Km Pianura; Dislivello+ 1906 m.
TRAGUARDI VOLANTI: Benevento (135 m, Km 66.1), Bojano (482 m, Km 121.1).
GPM: Forino (4° Categoria, 415 m, 4.5 Km al 5.2%, Km 21.2), Campolattaro (3° Categoria, 560 m, 7.7 Km al 4.5%, Km 86.4).
PUNTO DI RIFORNIMENTO: Altilia (548 m, Km 106.4).
Tappa di trasferimento, vallonata, tra Campania e Molise.
https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/177408
Giro 2019 4.png
Giro 2019 4.png (136.77 KiB) Visto 489 volte


Tappa V: Isernia > L'Aquila: 146.62 Km Pianura; Dislivello+ 2537 m.
TRAGUARDI VOLANTI: Castel di Sangro (798 m, Km 30.3), Sulmona (392 m, Km 81.5).
GPM: Colle Martino (4° Categoria, 679 m, 4.3 Km al 4.8%, Km 5.8), Valico di Rionero Sannitico (2° Categoria, 1023 m, 8.9 Km al 6.8%, Km 18.5), Roccaraso (3° Categoria, 1222 m, 6.5 Km al 6.6%, Km 38.8), Svolte di Popoli (3° Categoria, 756 m, 8.5 Km al 6.0%, Km 107.7).
PUNTO DI RIFORNIMENTO: Pratola Peligna (336 m, Km 89.3).
Tappa per velocisti anche questa, ma che potrebbe essere pure adatta alle fughe, anche se nel finale si trovano lunghi rettilinei in leggero falsopiano.
https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/177415
Giro 2019 5.png
Giro 2019 5.png (154.14 KiB) Visto 489 volte


Tappa VI: L'Aquila > Monte Terminillo: 152.46 Km Alta Montagna; Dislivello+ 3555 m.
TRAGUARDI VOLANTI: Rocca Sinibalda (557 m, Km 99.4), Rieti (396 m, Km 130.3).
GPM: Forca di Tornimparte (3° Categoria, 1352 m, 15.1 Km al 3.9%, Km 29.8), Valico di Vallecupola (3° Categoria, 1066 m, 9.2 Km al 5.6%, Km 83.0), Magnalardo (3° Categoria, 733 m, 4.4 Km al 6.8%, Km 109.9), Monte Terminillo (Pian De' Valli) (1° Categoria, 1660 m, 19.5 Km al 6.4%, Arrivo).
PUNTO DI RIFORNIMENTO: Località Laghetto (419 m, Km 104.2).
Ho cercato di non vueltizzare troppo la tappa, ma nei dintorni del Terminillo non ci sono molte altre salite, e anche fare un doppio passaggio non è molto attraente a causa dei tanti km di pianura tra la fine della discesa e l’inizio della salita. Ad ogni modo, qualche salitella in precedenza dove sgranchire le gambe c’è.
https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/177612
Giro 2019 6.png
Giro 2019 6.png (146.23 KiB) Visto 489 volte


Continua...



Bomby
Messaggi: 667
Iscritto il: martedì 17 giugno 2014, 19:23

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

Messaggio da leggereda Bomby » sabato 9 dicembre 2017, 15:48

... Continua

Tappa VII: Spoleto > Orbetello: 175.04 Km Pianura; Dislivello+ 1676 m.
TRAGUARDI VOLANTI: Viterbo (343 m, Km 87.9), Montalto di Castro (36 m, Km 137.7).
GPM: Casteldelmonte (3° Categoria, 648 m, 6.6 Km al 4.8%, Km 14.4), Bomarzo (4° Categoria, 314 m, 5.4 Km al 4.7%, Km 71.6).
PUNTO DI RIFORNIMENTO: Monterazzano (178 m, Km 99.6).
Tappa spudoratamente per velocisti.
https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/177720
Giro 2019 7.png
Giro 2019 7.png (139.54 KiB) Visto 481 volte


Tappa VIII: Follonica > Sant'Anna di Stazzema: 212.57 Km Media Montagna; Dislivello+ 2855 m.
TRAGUARDI VOLANTI: Livorno (12 m, Km 86.3), Camaiore (35 m, Km 202.8).
GPM: Monti di Chiatri (3° Categoria, 353 m, 4.8 Km al 7.3%, Km 133.2), Villa Forci (4° Categoria, 284 m, 6.0 Km al 4.4%, Km 151.8), Fiano (3° Categoria, 442 m, 7.9 Km al 4.7%, Km 163.9), Passo Lucese (3° Categoria, 571 m, 6.8 Km al 4.4%, Km 173.0), Colli di Pedona (3° Categoria, 349 m, 7.9 Km al 4.4%, Km 196.2), Sant'Anna di Stazzema (2° Categoria, 649 m, 10.2 Km al 6.1%, Arrivo).
PUNTO DI RIFORNIMENTO: Vecchiano (3 m, Km 115.8).
Tappa che si accende nella seconda metà nelle colline attorno a Lucca e Viareggio; in questo caso l’arrivo è in salita, nel piazzale posto poco prima della piazzetta del piccolo borgo di Sant’Anna, teatro della strage nazista del 1944.
https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/177722
Giro 2019 8.png
Giro 2019 8.png (148.08 KiB) Visto 481 volte


Tappa IX: Livorno > Livorno: 54.23 Km Cronometro individuale.
RILEVAMENTI INTERMEDI: Forte dei Marmi (2 m, Km 12.7), Marina di Carrara (5 m, Km 27.0), Forte dei Marmi (1 m, Km 42.7).
La tappa si svolge sulle due strade parallele alla linea del litorale; il dislivello è praticamente inesistente in quanto si va dagli 0 m slm ai 5. Le curve sono pochissime, ma quelle che ci sono generalmente sono ad angolo retto nei centri abitati, e sono inframezzate da rettilinei lunghi kilometri.
https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/177798
Giro 2019 9.png
Giro 2019 9.png (78.21 KiB) Visto 481 volte


RIPOSO

Continua...



Bomby
Messaggi: 667
Iscritto il: martedì 17 giugno 2014, 19:23

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

Messaggio da leggereda Bomby » sabato 9 dicembre 2017, 15:49

... Continua

Tappa X: La Spezia > Berceto: 151.70 Km Media Montagna; Dislivello+ 4500 m.
TRAGUARDI VOLANTI: Aulla (61 m, Km 31.6), Berceto (810 m, Km 126.2).
GPM: Foce di Novegigola (3° Categoria, 561 m, 8.1 Km al 6.4%, Km 18.0), Passo della Caprettana (2° Categoria, 816 m, 4.6 Km al 9.5%, Km 57.8), Passo del Giogo (2° Categoria, 1271 m, 10.9 Km al 7.3%, Km 71.8), Passo dei Lagoni (2° Categoria, 1467 m, 5.4 Km al 8.2%, Km 94.9), Passo del Sillara (2° Categoria, 1205 m, 7.4 Km al 7.5%, Km 118.3), Sella di Monte Marino (2° Categoria, 955 m, 8.8 Km al 7.8%, Km 146.9).
PUNTO DI RIFORNIMENTO: Valditacca (1011 m, Km 89.0).
Tappa appenninica con pochi chilometri in pianura, specie all’inizio. La salita finale inizia dura con pendenze accesissime, ma poi spiana e il finale è in leggera discesa: c’è lo spazio per tentare di attaccare nella parte dura e poi aumentare il distacco nella parte più facile. Tappa insidiosa con stradine strette e tortuose. La località di arrivo è stata scelta in quanto sede, tra le altre cose, di un casello autostradale lungo l’A15 che la collega direttamente a Parma.
https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/177964
Giro 2019 10.png
Giro 2019 10.png (161.02 KiB) Visto 480 volte


Tappa XI: Parma > Novi Ligure: 169.03 Km Pianura; Dislivello+ 804 m.
TRAGUARDI VOLANTI: Piacenza (57 m, Km 57.5), Voghera (97 m, Km 116.1).
GPM: Castellania (4° Categoria, 359 m, 5.0 Km al 3.8%, Km 146.8), Sant'Agata Fossili (4° Categoria, 422 m, 3.5 Km al 5.9%, Km 154.0).
PUNTO DI RIFORNIMENTO: Redavalle (74 m, Km 100.3).
Tappa di pianura in cui gli ultimi due GPM servono ad omaggiare Fausto Coppi ed a movimentare un po’ il finale: chissà se una fuga partita ad inizio della tappa possa resistere ed arrivare al traguardo.
https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/177968
Giro 2019 11.png
Giro 2019 11.png (121.27 KiB) Visto 480 volte


Tappa XII: Ovada > Sanremo: 186.46 Km Pianura; Dislivello+ 2291 m.
TRAGUARDI VOLANTI: Savona (4 m, Km 65.1), Imperia (10 m, Km 143.4).
GPM: Passo del Turchino (4° Categoria, 543.3583012308331 m, 3.8 Km al 4.1%, Km 23.4), Le Manie (3° Categoria, 314 m, 4.3 Km al 7.0%, Km 84.9), Capo Berta (4° Categoria, 125 m, 1.7 Km al 6.9%, Km 140.3), Cipressa (4° Categoria, 237 m, 5.5 Km al 4.1%, Km 157.7), Pompeiana (4° Categoria, 217 m, 4.6 Km al 4.4%, Km 167.3), Poggio di Sanremo (4° Categoria, 163 m, 1.1 Km al 3.8%, Km 180.8).
PUNTO DI RIFORNIMENTO: Loano (6 m, Km 104.1).
Non credo che qui ci sia molto da dire se non che la Pompeiana non è nella versione completa presentata nei vari tracciati preliminari di modifica alla Sanremo, ma si devia prima di arrivare in cima. Così facendo la difficoltà risulta simile a quella della Cipressa e i velocisti (almeno quelli più resistenti) non rischiano di essere matematicamente fatti fuori.
https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/178000
Giro 2019 12.png
Giro 2019 12.png (148.68 KiB) Visto 480 volte


Continua...



Bomby
Messaggi: 667
Iscritto il: martedì 17 giugno 2014, 19:23

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

Messaggio da leggereda Bomby » sabato 9 dicembre 2017, 15:50

... Continua

Tappa XIII: Sanremo > Garessio: 178.73 Km Alta Montagna; Dislivello+ 5280 m.
TRAGUARDI VOLANTI: Molini di Triora (453 m, Km 60.4), Martinetto (75 m, Km 149.7).
GPM: Ceriana (3° Categoria, 387 m, 6.4 Km al 5.6%, Km 12.7), Passo di Ghimbegna (3° Categoria, 886 m, 7.9 Km al 6.6%, Km 24.8), Colla di Langan (2° Categoria, 1122 m, 10.9 Km al 7.2%, Km 50.8), Passo di Teglia (1° Categoria, 1386 m, 11.8 Km al 8.0%, Km 73.6), Col di Nava (2° Categoria, 936 m, 11.1 Km al 6.3%, Km 107.2), Colle Caprauna (2° Categoria, 1373 m, 8.5 Km al 6.8%, Km 121.3), Colle San Bernardo (3° Categoria, 957 m, 17.6 Km al 4.7%, Km 170.3).
PUNTO DI RIFORNIMENTO: Pieve di Teco (249 m, Km 96.4).
Tappa di alta montagna sulle Alpi Liguri, in zone poco o per nulla battute comunemente dalle corse ciclistiche. La salita finale è piuttosto facile, ma le precedenze hanno pendenze più interessanti: c’è il terreno per attaccare da lontano. Garessio si trova in val Tanaro, un luogo che sta investendo in promozione turistica nonostante sia circondato da località ben più blasonate sfruttando anche la ormai chiusa al traffico regolare ferrovia Ceva-Ormea.
https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/177817
Giro 2019 13.png
Giro 2019 13.png (165.56 KiB) Visto 479 volte


Tappa XIV: Mondovì > Alba: 179.26 Km Media Montagna; Dislivello+ 3697 m.
TRAGUARDI VOLANTI: Dogliani (291 m, Km 22.0), Canelli (152 m, Km 111.6).
GPM: Passo della Bossola (3° Categoria, 713 m, 5.0 Km al 5.9%, Km 32.8), San Bernardo (3° Categoria, 807 m, 3.0 Km al 7.9%, Km 38.3), Roccaverano (3° Categoria, 732 m, 7.7 Km al 6.5%, Km 79.5), Pian Canelli (3° Categoria, 518 m, 5.9 Km al 5.3%, Km 103.4), Cadacanelli (3° Categoria, 587 m, 8.9 Km al 4.6%, Km 126.3), San Donato (3° Categoria, 617 m, 5.5 Km al 7.0%, Km 136.2), Mompiano (3° Categoria, 625 m, 4.5 Km al 6.8%, Km 147.1), Diano d'Alba (3° Categoria, 486 m, 3.6 Km al 6.9%, Km 160.9), Rubbo (4° Categoria, 373 m, 3.3 Km al 5.5%, Km 172.5).
PUNTO DI RIFORNIMENTO: Monastero Bormida (191 m, Km 91.4).
Tappa attraverso un territorio decisamente più conosciuto, ma ugualmente stupendo. Si scorazza per le Langhe in lungo ed in largo seguendo il tracciato di quella che potrebbe essere una classica del nord. Una tappa in cui anche gli uomini di classifica dovranno stare bene all’erta per evitare insidie e trabocchetti.
https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/177820
Giro 2019 14.png
Giro 2019 14.png (165.82 KiB) Visto 479 volte


Tappa XV: Alba > Sestriere: 186.98 Km Alta Montagna; Dislivello+ 4178 m.
TRAGUARDI VOLANTI: Orbassano (274 m, Km 57.8), Susa (498 m, Km 138.3).
GPM: Moncenesio (1° Categoria, 1435 m, 10.7 Km al 7.9%, Km 121.2), Colle delle Finestre (1° Categoria, 2174 m, 18.4 Km al 9.1%, Km 158.6), Sestriere (3° Categoria, 2032 m, 14.8 Km al 4.2%, Arrivo).
PUNTO DI RIFORNIMENTO: Susa (478 m, Km 104.4).
SETTORE DI STERRATO: 1. Colle delle Finestre (+++++, 8000 m, Km 158.6).
Alla ormai classica e ben nota accoppiata Finestre-Sestriere viene anteposto il valico del Moncenisio a fare da riscaldamento a quello che può considerarsi il primo tappone alpino.
https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/178006
Giro 2019 15.png
Giro 2019 15.png (137.03 KiB) Visto 479 volte


RIPOSO

Continua...



Bomby
Messaggi: 667
Iscritto il: martedì 17 giugno 2014, 19:23

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

Messaggio da leggereda Bomby » sabato 9 dicembre 2017, 15:52

... Continua

Tappa XVI: Omegna > Morbegno: 259.15 Km Alta Montagna; Dislivello+ 5905 m.
TRAGUARDI VOLANTI: Como (207 m, Km 86.5), Piazza Brembana (530 m, Km 209.9).
GPM: Valcava (1° Categoria, 1332 m, 14.5 Km al 7.8%, Km 135.8), Foppo (3° Categoria, 700 m, 4.6 Km al 7.2%, Km 160.3), Sant'Antonio Abbandonato (2° Categoria, 982 m, 5.9 Km al 9.6%, Km 171.5), Brembella (2° Categoria, 918 m, 5.4 Km al 9.6%, Km 196.2), Passo San Marco (1° Categoria, 1979 m, 19.4 Km al 7.3%, Km 232.8).
PUNTI DI RIFORNIMENTO: Albese Con Cassano (394 m, Km 94.5), San Pellegrino Terme (357 m, Km 186.4).
Tappa lunghissima ed estenuante. Prima un lungo trasferimento attraverso la zona del Lago d’Orta e la Brianza, poi le Prealpi bergamasche, che iniziano con la dura Valcava. Al termine il Passo San Marco e la sua ripida discesa verso Morbegno in Valtellina.
https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/178022
Giro 2019 16.png
Giro 2019 16.png (182.32 KiB) Visto 478 volte


Tappa XVII: Sondrio > Bolzano: 187.50 Km Pianura; Dislivello+ 3113 m.
TRAGUARDI VOLANTI: Edolo (701 m, Km 44.1), Mezzocorona (217 m, Km 143.0).
GPM: Aprica (2° Categoria, 1179 m, 12.1 Km al 6.6%, Km 28.0), Passo del Tonale (2° Categoria, 1876 m, 29.8 Km al 3.9%, Km 74.1).
PUNTO DI RIFORNIMENTO: Dimaro (771 m, Km 100.0).
Lo so, più di qualcuno sobbalzerà a pensare Aprica e Tonale inseriti in una tappa del genere, ma un trasferimento e una tappa leggera erano necessari per portarsi verso Est e per dare un’ultima chance ai velocisti (che se la devono guadagnare, però!). Arrivo in pianura attraverso Val di Sole, Val di Non e Val d’Adige.
https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/178026
Giro 2019 17.png
Giro 2019 17.png (134 KiB) Visto 478 volte


Tappa XVIII: Bolzano > Tre Cime di Lavaredo: 145.96 Km Alta Montagna; Dislivello+ 5581 m.
TRAGUARDI VOLANTI: Canazei (1448 m, Km 62.6), Cortina d'Ampezzo (1217 m, Km 123.6).
GPM: Passo Sella (1° Categoria, 2227 m, 30.6 Km al 5.7%, Km 51.2), Passo Fedaia (3° Categoria, 2078 m, 10.2 Km al 6.2%, Km 73.3), Passo Giau (1° Categoria, 2228 m, 15.7 Km al 7.8%, Km 106.2), Passo Tre Croci (2° Categoria, 1805 m, 9.0 Km al 6.9%, Km 131.8), Tre Cime di Lavaredo (Hors Catégorie, 2365 m, 4.9 Km al 11.0%, Arrivo).
PUNTO DI RIFORNIMENTO: Caprile (1010 m, Km 89.9).
Tapponcino dolomitico: i km non sono tanti, è vero, ma le salite non hanno bisogno di presentazioni. Probabilmente in tanti aspetteranno per attaccare sull’ultima ascesa alle Tre Cime, ma l’intraprendente potrà tentare già sul Giau a salutare la compagnia.
https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/178128
Giro 2019 18.png
Giro 2019 18.png (172.58 KiB) Visto 478 volte


Continua...



Bomby
Messaggi: 667
Iscritto il: martedì 17 giugno 2014, 19:23

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

Messaggio da leggereda Bomby » sabato 9 dicembre 2017, 15:52

... Continua
Tappa XIX: Auronzo di Cadore > Bassano del Grappa: 238.71 Km Alta Montagna; Dislivello+ 4768 m.
TRAGUARDI VOLANTI: Belluno (395 m, Km 59.7), Pove del Grappa (162 m, Km 185.8).
GPM: Passo Croce d'Aune (2° Categoria, 1101 m, 9.8 Km al 7.8%, Km 102.0), Enego (2° Categoria, 1117 m, 16.9 Km al 5.3%, Km 151.0), Monte Grappa (1° Categoria, 1662 m, 18.3 Km al 8.1%, Km 209.0).
PUNTI DI RIFORNIMENTO: Feltre (294 m, Km 90.5), Carpanè (157 m, Km 175.0).
Se la tappa precedente è praticamente venuta da sé, a tracciare questa ho tribolato parecchio di più: volevo avvicinarmi il più possibile a Verona, ma con una tappa comunque dura, non troppo lunga e senza troppi trasferimenti dalla località di arrivo del giorno precedente. È uscita questa, che non è comunque troppo male. Il Grappa è scalato da Semonzo e l’arrivo è a Bassano, quindi i km di pianura sono veramente pochi ad arrivare all’arrivo.
https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/178129
Giro 2019 19.png
Giro 2019 19.png (161.77 KiB) Visto 477 volte


Tappa XX: Bassano del Grappa > Verona: 157.66 Km Media Montagna; Dislivello+ 3811 m.
TRAGUARDI VOLANTI: Schio (189 m, Km 32.8), Negrar (189 m, Km 126.8).
GPM: Passo Zovo (3° Categoria, 637 m, 5.6 Km al 7.7%, Km 40.7), Altissimo Pizzati (2° Categoria, 796 m, 7.2 Km al 7.5%, Km 55.8), Motto del Cra (2° Categoria, 1132 m, 9.5 Km al 8.0%, Km 73.6), Velo Veronese (3° Categoria, 1078 m, 7.9 Km al 6.2%, Km 90.0), Cerro Veronese (4° Categoria, 734 m, 1.8 Km al 6.5%, Km 100.6), Fane (3° Categoria, 717 m, 7.4 Km al 6.5%, Km 117.8), Montecchio (3° Categoria, 533 m, 5.1 Km al 7.2%, Km 133.0), Torricelle (4° Categoria, 298 m, 4.5 Km al 5.1%, Km 148.8).
PUNTO DI RIFORNIMENTO: Selva di Progno (590 m, Km 82.1).
Ero indeciso tra una tappa del genere con cronometro a Roma e una crono con arrivo a Verona e passerella a Roma. Ho optato per la prima ipotesi: ad avere la cronometro subito dopo l’ultima tappa in montagna porta gli uomini di classifica ad essere più prudenti, mentre invece una tappa cuscinetto tra le due prove potrebbe alleggerire la tensione. Certo, anche questa è una tappa da non prendere con le molle, ma è facile che sia lasciata a una fuga o a coloro tra i tanti ancora a secco di vittorie di tappa. Certo è che anche qui se qualcuno vuole tentare il tutto-e-per-tutto (perché magari sa che a crono potrebbe rischiare in caso di vantaggio esiguo) ha pane per i suoi denti. Si arriva a Verona davanti all’Arena, quasi un’anticipazione del giorno successivo. Da qui si riparte subito in treno alla volta della capitale.
https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/178143
Giro 2019 20.png
Giro 2019 20.png (166.48 KiB) Visto 477 volte


Tappa XXI: Roma (Piazza Santi Apostoli) > Roma (Via dei Fori Imperiali): 11.26 Km Cronometro individuale.
RILEVAMENTO INTERMEDIO: Bocca della Verità (13 m, Km 6.0).
La tappa si svolge sul tracciato della tappa finale del Giro 2018, che attraversa tutto il centro di Roma passando per alcuni dei suoi luoghi più significativi. Certo, gli atleti di classifica ed i cronomen avranno poco da guardarsi intorno: vero che la crono è corta e non potrà fare enormi distacchi, ma tra viaggio, 20 tappe precedenti e tensione, la stanchezza potrebbe farsi sentire. È l’ultima fatica, comunque: al termine i ciclisti potranno festeggiare e godersi Roma.
https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/178145
Giro 2019 21.png
Giro 2019 21.png (82.73 KiB) Visto 477 volte


FINE

Grazie per l’attenzione che mi avrete voluto concedere e vi ringrazio per le critiche e le osservazioni che mi vorrete fare.



Avatar utente
Patate
Messaggi: 1756
Iscritto il: domenica 28 febbraio 2016, 23:23

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

Messaggio da leggereda Patate » sabato 9 dicembre 2017, 20:09

Bel Giro, Bomby!
Forse avrei dato una o due chance in più ai velocisti puri ma c'è della mezza montagna molto molto bella.

A breve presenterò anch'io un Giro ma totalmente random: Un rapido teasing con la tappa 19 letteralmente traboccante di tornanti con Stelvio e Torri di Fraele:
Laghi di Cancano.png
Laghi di Cancano.png (160.78 KiB) Visto 421 volte

GPM: Passo dello Stelvio (Hors Catégorie, 2743 m, 24.1 Km al 7.5%, Km 75.2), Forcola di Livigno (1° Categoria, 2299 m, 17.8 Km al 7.2%, Km 169.4), Passo di Eira (3° Categoria, 2204 m, 6.2 Km al 5.7%, Km 187.7), Passo di Foscagno (3° Categoria, 2296 m, 4.0 Km al 6.7%, Km 194.8), Torri di Fraele (2° Categoria, 1958 m, 8.8 Km al 6.9%, Km 218.6).

Immagine


antani ha scritto:Non so perchè ma ho la sensazione che domani Aru possa arrivare dietro o davanti a Froome, stiamo a vedere sembra facile ma non è difficile

Bomby
Messaggi: 667
Iscritto il: martedì 17 giugno 2014, 19:23

Re: FantaPercorsi, FantaGT, e chi più ne ha più ne metta

Messaggio da leggereda Bomby » domenica 10 dicembre 2017, 12:09

Aspetto di vedere il tuo di Giri!

Beh, dai, nel mio disegno le tappe per velocisti sono complessivamente 7, alcune più scontate, altre (tipo quella che arriva a Sanremo) meno, però le occasioni non mancano, non siamo a livello Vuelta.
Mi sono impegnato molto invece nella mezza montagna, che mi è venuta meglio dell'alta montagna se voglio essere obiettivo, però avendo a disposizione una lista di località, oltre a una serie di vincoli, e non potendo fare come mi pare, questo è quanto di meglio potevo fare.