Tour de France 2018

Il mondo dei professionisti tra gare e complessità, e più in generale l'approccio al ciclismo di ogni appassionato
nikybo85
Messaggi: 975
Iscritto il: mercoledì 23 agosto 2017, 0:06

Re: Tour de France 2018

Messaggio da leggere da nikybo85 » venerdì 20 ottobre 2017, 1:44

lambohbk ha scritto:Credo intendesse dire che i migliori in classifica avranno il "privilegio" di partire in testa al gruppo essendo una tappa che potrebbe partire subito a tutta
aaah.. ci può stare, niente di sconvolgente allora..
grazie :stretta:




Welsh Wizard
Messaggi: 147
Iscritto il: mercoledì 18 ottobre 2017, 18:14

Re: Tour de France 2018

Messaggio da leggere da Welsh Wizard » venerdì 20 ottobre 2017, 17:58

Bellissimo percorso.
Unico neo, secondo me, l'ultima tappa pirenaica. Ce n'era una bellissima nelle anticipazioni con Aspin Tourmalet e arrivo a Luz Ardiden, avrei preferito quella



Avatar utente
Patate
Messaggi: 2642
Iscritto il: domenica 28 febbraio 2016, 23:23

Re: Tour de France 2018

Messaggio da leggere da Patate » venerdì 20 ottobre 2017, 18:12

Welsh Wizard ha scritto:Bellissimo percorso.
Unico neo, secondo me, l'ultima tappa pirenaica. Ce n'era una bellissima nelle anticipazioni con Aspin Tourmalet e arrivo a Luz Ardiden, avrei preferito quella
Io invece preferisco questa, è una tappa meno ovvia e un arrivo in salita duro c'è già sul Col de Portet.

Benvenuto! :cake:


antani ha scritto:Non so perchè ma ho la sensazione che domani Aru possa arrivare dietro o davanti a Froome, stiamo a vedere sembra facile ma non è difficile

Welsh Wizard
Messaggi: 147
Iscritto il: mercoledì 18 ottobre 2017, 18:14

Re: Tour de France 2018

Messaggio da leggere da Welsh Wizard » venerdì 20 ottobre 2017, 18:44

Eh, magari hai ragione tu, ma ormai ho il terrore del no contest. Il Tourmalet messo come penultima salita in posizione decisiva mi sembrava una bella assicurazione. Poi è la mia salita preferita. Speriamo almeno ci sia Enzo in corsa per la gialla



Fedaia
Messaggi: 864
Iscritto il: sabato 11 giugno 2016, 19:18

Re: Tour de France 2018

Messaggio da leggere da Fedaia » venerdì 20 ottobre 2017, 20:20

Percorso abbastanza intrigante, anche se continuano a mancare km a crono..I francesi continuano a sperarci, di riportare la gialla a casa e le provano tutte, ma se sperano in Bardet stanno freschi..
Se non ci lascia le penne nel pavè, Froome abbastanza comodamente per il quinto Tour.
Nibali d'altro canto, se non fa i numeri nella prima parte, non vedo dove possa fare la differenza, considerate pendenze e chilometraggi (Vuelta docet).
Quintana non saprei: a occhio è uno che tra pavè, cotes, vento e crono arriverebbe con le ossa rotte ai piedi delle montagne, dove pero' potrebbe scavare i solchi tra Alpe e Portet.
Dumoulin è sfavorito dalla poco crono, ma se fossi in lui ci proverei comunque: con il motore che ha, nulla è precluso..magari nella prima settimana puo' pure guadagnare e poi si vedrà. Non vedo tapponi tali da preoccuparlo..
Bardet correrà per un posto dal secondo in giu'.
Non me ne vengono in mente altri, se non un Landa d'assalto..certo fra un paio d'anni un Tour cosi, avrebbe un vincitore facile facile: tale Gianni Moscon. :trofeo:




Avatar utente
barrylyndon
Messaggi: 12224
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 15:20

Re: Tour de France 2018

Messaggio da leggere da barrylyndon » venerdì 20 ottobre 2017, 20:24

Oddio..non vedo molte analogie con la Vuelta in questo Tour..
Sebbene la Vuelta 2017 non fosse malvagia..meglio delle precedenti edizioni..
A parte il muro di Bretagna, mancano quegli strappi esplosivi, dove Nibali, in sostanza prese una fetta importante del distacco finale da Froome.


beppesaronni ha scritto:
Giocati 10 euro facilissimi per Milano passaggio del turno
http://www.sportando.com/it/italia/seri ... detto.html

Avatar utente
udra
Messaggi: 5083
Iscritto il: mercoledì 1 ottobre 2014, 11:29

Re: Tour de France 2018

Messaggio da leggere da udra » venerdì 20 ottobre 2017, 20:26

Solo 3 arrivi in salita, 4 se vogliamo contare anche Mur de Bretagne. Siamo davvero molto lontani dalla Vuelta



Avatar utente
barrylyndon
Messaggi: 12224
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 15:20

Re: Tour de France 2018

Messaggio da leggere da barrylyndon » venerdì 20 ottobre 2017, 20:29

udra ha scritto:Solo 3 arrivi in salita, 4 se vogliamo contare anche Mur de Bretagne. Siamo davvero molto lontani dalla Vuelta
Soprattutto mancano quegli arrivetti in cima a strappi di 2/3 km..dove Nibali perse piu' del 50% dei due minuti accumulati alla fine..molto piu' del 50%.
1 minuto e 28, per l'esattezza..


beppesaronni ha scritto:
Giocati 10 euro facilissimi per Milano passaggio del turno
http://www.sportando.com/it/italia/seri ... detto.html

Fedaia
Messaggi: 864
Iscritto il: sabato 11 giugno 2016, 19:18

Re: Tour de France 2018

Messaggio da leggere da Fedaia » venerdì 20 ottobre 2017, 20:39

parlo di chilometraggi e dislivelli complessivi.



Avatar utente
barrylyndon
Messaggi: 12224
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 15:20

Re: Tour de France 2018

Messaggio da leggere da barrylyndon » venerdì 20 ottobre 2017, 20:40

Fedaia ha scritto:parlo di chilometraggi e dislivelli complessivi.
Neanche qui, non vi vedo molte analogie..la tappa dell'Alpe ha 5000 metri di dislivello..e ci sono due tappe di alta montagna sui o oltre i 200 km


beppesaronni ha scritto:
Giocati 10 euro facilissimi per Milano passaggio del turno
http://www.sportando.com/it/italia/seri ... detto.html

Admin
Messaggi: 12419
Iscritto il: domenica 21 giugno 2009, 22:48

Re: Tour de France 2018

Messaggio da leggere da Admin » venerdì 20 ottobre 2017, 23:48

La mia sul Tour 2018 l'ho detta qualche giorno fa nel video settimanale, ve lo ammannisco (magari qualcuno non lo vide): https://www.youtube.com/watch?v=2ZGcqCTPp1g

Non vi nascondo che mi diverto tanto a farli. :) :unzunz:


Pantani è una leggenda come Coppi e Bartali

l'Orso
Messaggi: 4442
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 11:18

Re: Tour de France 2018

Messaggio da leggere da l'Orso » sabato 21 ottobre 2017, 15:19

Admin ha scritto:La mia sul Tour 2018 l'ho detta qualche giorno fa nel video settimanale, ve lo ammannisco (magari qualcuno non lo vide): https://www.youtube.com/watch?v=2ZGcqCTPp1g

Non vi nascondo che mi diverto tanto a farli. :) :unzunz:
noi meno a vederli :diavoletto:
Sta sigla iniziale e finale han un po' rotto gli zibibi, non per la sigla in se, ma perchè sei sul web e la regola migliore è sempre la stessa meno fronzoli e "più ciccia": le introduzioni lasciale agli sfigatelli :D

In alternativa, se non ci son problemi di diritti, piazzaci dei condensati delle gare della settimana o del/degli argomenti che tratti, con musica di sottofondo adeguata (su quella non metto becco, io non vado oltre a "quel mazzolin di fiori" :D ).

PS: bel taglio di capelli :D
PPS: mio figlio ringrazia per la maglietta, va benissimo :)


Fanta cicloweb 2015:
Tour 2015 - 19a tappa - SJ M.nne - Toussuire (24 Luglio)

utenti ignorati:
Scostante_Girardengo

Bomby
Messaggi: 873
Iscritto il: martedì 17 giugno 2014, 20:23

Re: Tour de France 2018

Messaggio da leggere da Bomby » sabato 21 ottobre 2017, 15:32

Più che altro i video sembrano provenire dalla grotta di Bin Laden, dai Admin, con meno di 100€ ti comperi un po' di attrezzatura (50 € un buon impianto luci, 25€ un microfonino di quelli che si appendono alla giacca e che funzionano anche col cellulare) e vengono meglio :mrgreen: .
Comunque, come sempre Admin dice cose interessanti. E ho paura anch'io che per quel che riguarda il Tour 2018 il divertimento sia alle spalle o poco più, visti gli ultimi due anni.



Avatar utente
Brogno
Messaggi: 3226
Iscritto il: martedì 21 maggio 2013, 10:37

Re: Tour de France 2018

Messaggio da leggere da Brogno » sabato 21 ottobre 2017, 15:40

Concordo con i due commenti di cui sopra. I contenuti sono ottimi. Vale peroo' la pena di spendere (in tutti i sensi) qualcosa in piu a livello di produzione, perche' (secondo me) il guadagno in diffusione sarebbe garantito.

Se serve un aumento di capitale possiamo rilanciare una campagna eh :D



Winter
Messaggi: 12425
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Tour de France 2018

Messaggio da leggere da Winter » domenica 22 ottobre 2017, 8:12

barrylyndon ha scritto:
udra ha scritto:Solo 3 arrivi in salita, 4 se vogliamo contare anche Mur de Bretagne. Siamo davvero molto lontani dalla Vuelta
Soprattutto mancano quegli arrivetti in cima a strappi di 2/3 km..dove Nibali perse piu' del 50% dei due minuti accumulati alla fine..molto piu' del 50%.
1 minuto e 28, per l'esattezza..
Dimentichi le due crono..
un minuto e rotti



Avatar utente
barrylyndon
Messaggi: 12224
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 15:20

Re: Tour de France 2018

Messaggio da leggere da barrylyndon » domenica 22 ottobre 2017, 8:21

Certo Winter..Ma volevo solo evidenziare che nelle tappe di montagna tipiche, il rapporto di forza tra Froome e Nibali e' stato sostanzialmente in equilibrio.E che nel Tour, arrivi su strappetti e rampette, non ci sono.
Quindi trovo il percorso del Tour profondamente diverso rispetto a quello della Vuelta 2017.Per questo aspetto,soprattutto


beppesaronni ha scritto:
Giocati 10 euro facilissimi per Milano passaggio del turno
http://www.sportando.com/it/italia/seri ... detto.html

Winter
Messaggi: 12425
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Tour de France 2018

Messaggio da leggere da Winter » domenica 22 ottobre 2017, 8:28

Hai pienamente ragione
In più in spagna non si poteva inventare nulla o quasi



Avatar utente
barrylyndon
Messaggi: 12224
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 15:20

Re: Tour de France 2018

Messaggio da leggere da barrylyndon » domenica 22 ottobre 2017, 8:49

Io l'ho trovato migliore rispetto alla schifezza del 2016(ironia della sorte, si e' decisa proprio con un'azione pazza appena dopo una partenza di tappa), ma e' comunque un percorso da 1000 arrivi in salita, di cui veri ve ne saranno 4/5..


beppesaronni ha scritto:
Giocati 10 euro facilissimi per Milano passaggio del turno
http://www.sportando.com/it/italia/seri ... detto.html

Crestelte
Messaggi: 21
Iscritto il: lunedì 19 ottobre 2015, 15:02

Re: Tour de France 2018

Messaggio da leggere da Crestelte » domenica 22 ottobre 2017, 8:59

udra ha scritto:Solo 3 arrivi in salita, 4 se vogliamo contare anche Mur de Bretagne. Siamo davvero molto lontani dalla Vuelta
sbagli
tappa n5 arrivo in salita a Quimper
tappa n6, arrivo al Mur di Bretagne
tappa n11 arrivo alla Rosiere
tappa n12 arrivo Alpe d'huez
tappa n14 arrivo a Mende
tappa n17 arrivo col de Portet
totale sono 6 arrivi



pereiro2982
Messaggi: 1480
Iscritto il: lunedì 16 maggio 2016, 15:18

Re: Tour de France 2018

Messaggio da leggere da pereiro2982 » domenica 22 ottobre 2017, 10:28

questo tour non assomiglia a nessun percorso da parecchi anni a questa parte
tutti gli arrivi in salita sono preceduti da altre salite
è anche le tappe di montagna con arrivo in discesa sono piene di salite
per essere perfetto bastava trasformare la crono a squadre in individuale

cmq secondo me la vuelta di quest'anno non era con sto percorso chiuso e che non offriva spunti, semplicemente froome è la sky sono stati piu forti .



Avatar utente
udra
Messaggi: 5083
Iscritto il: mercoledì 1 ottobre 2014, 11:29

Re: Tour de France 2018

Messaggio da leggere da udra » domenica 22 ottobre 2017, 11:33

Crestelte ha scritto:
udra ha scritto:Solo 3 arrivi in salita, 4 se vogliamo contare anche Mur de Bretagne. Siamo davvero molto lontani dalla Vuelta
sbagli
tappa n5 arrivo in salita a Quimper
tappa n6, arrivo al Mur di Bretagne
tappa n11 arrivo alla Rosiere
tappa n12 arrivo Alpe d'huez
tappa n14 arrivo a Mende
tappa n17 arrivo col de Portet
totale sono 6 arrivi
Paragonare Quimper agli altri 5 (anche se Mende non è propriamente un arrivo in salita) è un po' forzato, altrimenti Hushovd avrebbe qualche tour in bacheca :D



Avatar utente
Walter_White
Messaggi: 8887
Iscritto il: mercoledì 23 marzo 2016, 18:01

Re: Tour de France 2018

Messaggio da leggere da Walter_White » domenica 22 ottobre 2017, 11:41

udra ha scritto:
Crestelte ha scritto:
udra ha scritto:Solo 3 arrivi in salita, 4 se vogliamo contare anche Mur de Bretagne. Siamo davvero molto lontani dalla Vuelta
sbagli
tappa n5 arrivo in salita a Quimper
tappa n6, arrivo al Mur di Bretagne
tappa n11 arrivo alla Rosiere
tappa n12 arrivo Alpe d'huez
tappa n14 arrivo a Mende
tappa n17 arrivo col de Portet
totale sono 6 arrivi
Paragonare Quimper agli altri 5 (anche se Mende non è propriamente un arrivo in salita) è un po' forzato, altrimenti Hushovd avrebbe qualche tour in bacheca :D
Si piazzo pure sul Mur de Bretagne Thorone, mantenendo la gialla tra l'altro. Quanto andava forte in quel Tour?


guidobaldo de medici ha scritto:gilbert capitano era una cosa ridicola, non ha mai dato segno di poter reggere un fiandre, neppure lontanamente. del resto la scelta di fare la 3 giorni di de panne era già chiara.

Crestelte
Messaggi: 21
Iscritto il: lunedì 19 ottobre 2015, 15:02

Re: Tour de France 2018

Messaggio da leggere da Crestelte » domenica 22 ottobre 2017, 12:09

udra ha scritto:
Crestelte ha scritto:
udra ha scritto:Solo 3 arrivi in salita, 4 se vogliamo contare anche Mur de Bretagne. Siamo davvero molto lontani dalla Vuelta
sbagli
tappa n5 arrivo in salita a Quimper
tappa n6, arrivo al Mur di Bretagne
tappa n11 arrivo alla Rosiere
tappa n12 arrivo Alpe d'huez
tappa n14 arrivo a Mende
tappa n17 arrivo col de Portet
totale sono 6 arrivi
Paragonare Quimper agli altri 5 (anche se Mende non è propriamente un arrivo in salita) è un po' forzato, altrimenti Hushovd avrebbe qualche tour in bacheca :D
la tappa Quimper è un arrivo in salita, sono circa 2km, altrimenti togliamo tutti gli strappi brevi che si trovano a fine tappa della vuelta.
La 5 tappa non è assolutamente da sottovalutare, sono circa 203km e con pochissima pianura, tantissime cote, lo sterrato sembra che ci sia, le strade almeno fino al 170km sono su strade strette
la tappa a Mende solo gli ultimi chilometri sono in leggera salita.
Viene considerato arrivo in salita


ecco la tappa numero 5
Immagine
Immagine
sono curioso di sapere quanto sia il dislivello della tappa a Quimper.



pereiro2982
Messaggi: 1480
Iscritto il: lunedì 16 maggio 2016, 15:18

Re: Tour de France 2018

Messaggio da leggere da pereiro2982 » giovedì 26 ottobre 2017, 7:05

gli ultimi 34 enni a vincere il tour

evans 2011
(armstrong 2005)
J. Zoetemelk 1980
Bartali 48

gli ultimi 33enni
sastre 2008
(armstrong 2004)
coppi 52


mi sembra evidente che è un impresa nell'impresa, che la fortuna non puo mancare , ma che mi fa pensare di allargare il campo dei possibili vincitori a sorpresa...



Avatar utente
Brogno
Messaggi: 3226
Iscritto il: martedì 21 maggio 2013, 10:37

Re: Tour de France 2018

Messaggio da leggere da Brogno » giovedì 26 ottobre 2017, 9:53

pereiro2982 ha scritto:gli ultimi 34 enni a vincere il tour

evans 2011
(armstrong 2005)
J. Zoetemelk 1980
Bartali 48

gli ultimi 33enni
sastre 2008
(armstrong 2004)
coppi 52


mi sembra evidente che è un impresa nell'impresa, che la fortuna non puo mancare , ma che mi fa pensare di allargare il campo dei possibili vincitori a sorpresa...
pero' secondo me si dovrebbe inquadrare la tua (giustissima) statistica in un contesto storico. Mi sembra cioe' che negli ultimi 5-6 anni, la durata della carriera ciclistica di un corridore si stia allungano in maniera sensibile, e che si possa essere ancora competivi oltre i 30 anni, in maniera maggiore di quanto non lo si potesse fare 10 anni fa.
Senza voler fare il solito esempio di Valverde (che comunque esiste), stiamo vedendo anche una grande annata di Nibali, e lo stesso Froome che nonostante non sia piu un ventenne, e' riuscito quest'anno nella doppietta.
Riassumendo. Che per motivi di fondo (leggasi altra sezione), la vita media (sportiva) del ciclista stia aumentando?



giorgio ricci
Messaggi: 2100
Iscritto il: lunedì 9 giugno 2014, 13:44

Re: Tour de France 2018

Messaggio da leggere da giorgio ricci » giovedì 26 ottobre 2017, 11:58

:D 'Motivi di fondo' molto fondo !



pereiro2982
Messaggi: 1480
Iscritto il: lunedì 16 maggio 2016, 15:18

Re: Tour de France 2018

Messaggio da leggere da pereiro2982 » giovedì 26 ottobre 2017, 13:41

la componente farmaceutica,tecnologica, e tutto cio di scentifico ruota nel ciclismo penso incida.
percorsi meno selettivi rispetto ad un tempo ?



jumbo
Messaggi: 4039
Iscritto il: sabato 1 ottobre 2011, 10:42

Re: Tour de France 2018

Messaggio da leggere da jumbo » giovedì 26 ottobre 2017, 16:15

Le carriere ad alto livello tendono a iniziare un po' dopo rispetto a qualche decennio fa, ci sta che anche il declino sia posticipato.



pereiro2982
Messaggi: 1480
Iscritto il: lunedì 16 maggio 2016, 15:18

Re: Tour de France 2018

Messaggio da leggere da pereiro2982 » giovedì 26 ottobre 2017, 18:22

e chiaro ad oggi che questo tour vede nibali e froome i grandi favoriti e direi piu che giustamente visto il loro 2017
ma in quanti tour o grande giro ai nastri di partenza i due piu grandi favoriti erano due "ultra" trentenni? e non per defezioni...
secondo me dipende anche dagli avversari mai sbocciati totalmente e magari anche loro due che non sono proprio Ordinari.

sopra i 30 si vinceva piu facilmente ai tempi del ciclismo eroico, agli albori...



pereiro2982
Messaggi: 1480
Iscritto il: lunedì 16 maggio 2016, 15:18

Re: Tour de France 2018

Messaggio da leggere da pereiro2982 » venerdì 27 ottobre 2017, 8:42

ma c'è gia un post su "la vita sportiva ciclistica in aumento?"



Bomby
Messaggi: 873
Iscritto il: martedì 17 giugno 2014, 20:23

Re: Tour de France 2018

Messaggio da leggere da Bomby » venerdì 27 ottobre 2017, 11:28

C'è anche da considerare che la generazione dei nati nell' '89-'90 sinora, per un motivo o per l'altro non ha mai fatto faville. Per dire Aru, Bardet, Quintana sono sì forti, qualcuno ha pure vinto qualche GT, ma non sono mai parsi molto più forti di Froome e Nibali, si è sempre in attesa che carburino del tutto; meglio, al loro esordio ci si aspettava che spaccassero il mondo. Ecco, Dumoulin potrebbe aver già iniziato a carburare, ma finora manca uno scontro diretto nei GT.



Avatar utente
Felice
Messaggi: 848
Iscritto il: lunedì 31 ottobre 2011, 15:04

Re: Tour de France 2018

Messaggio da leggere da Felice » venerdì 27 ottobre 2017, 12:04

Bomby ha scritto:C'è anche da considerare che la generazione dei nati nell' '89-'90 sinora, per un motivo o per l'altro non ha mai fatto faville. Per dire Aru, Bardet, Quintana sono sì forti, qualcuno ha pure vinto qualche GT, ma non sono mai parsi molto più forti di Froome e Nibali, si è sempre in attesa che carburino del tutto; meglio, al loro esordio ci si aspettava che spaccassero il mondo. Ecco, Dumoulin potrebbe aver già iniziato a carburare, ma finora manca uno scontro diretto nei GT.
Beh, lo scontro diretto con Nibali c'é stato e Dumoulin l'ha vinto. Certo, di scontro ce n'é stato uno solo, quindi su un solo percorso che fra l'altro prevedeva un buon numero (ma non irragionevole...) di km a cronometro. La vittoria di Dumoulin, ad ogni modo, è stata netta.



Luca90
Messaggi: 3879
Iscritto il: venerdì 31 luglio 2015, 22:21

Re: Tour de France 2018

Messaggio da leggere da Luca90 » venerdì 27 ottobre 2017, 13:18

Felice ha scritto:
Bomby ha scritto:C'è anche da considerare che la generazione dei nati nell' '89-'90 sinora, per un motivo o per l'altro non ha mai fatto faville. Per dire Aru, Bardet, Quintana sono sì forti, qualcuno ha pure vinto qualche GT, ma non sono mai parsi molto più forti di Froome e Nibali, si è sempre in attesa che carburino del tutto; meglio, al loro esordio ci si aspettava che spaccassero il mondo. Ecco, Dumoulin potrebbe aver già iniziato a carburare, ma finora manca uno scontro diretto nei GT.
Beh, lo scontro diretto con Nibali c'é stato e Dumoulin l'ha vinto. Certo, di scontro ce n'é stato uno solo, quindi su un solo percorso che fra l'altro prevedeva un buon numero (ma non irragionevole...) di km a cronometro. La vittoria di Dumoulin, ad ogni modo, è stata netta.
40 secondi netta... fossero stati 4 minuti?


2015: Tre Valli Varesine
2016 (11°) : Giro d'Italia (primi5), Tour de France tappa 11, Tour de France tappa 14, Parigi-Tours
2017 (14°) : Kuurne-Bruxelles-Kuurne, Tro Bro Leon

pereiro2982
Messaggi: 1480
Iscritto il: lunedì 16 maggio 2016, 15:18

Re: Tour de France 2018

Messaggio da leggere da pereiro2982 » venerdì 27 ottobre 2017, 13:55

Luca90 ha scritto:
Felice ha scritto:
Bomby ha scritto:C'è anche da considerare che la generazione dei nati nell' '89-'90 sinora, per un motivo o per l'altro non ha mai fatto faville. Per dire Aru, Bardet, Quintana sono sì forti, qualcuno ha pure vinto qualche GT, ma non sono mai parsi molto più forti di Froome e Nibali, si è sempre in attesa che carburino del tutto; meglio, al loro esordio ci si aspettava che spaccassero il mondo. Ecco, Dumoulin potrebbe aver già iniziato a carburare, ma finora manca uno scontro diretto nei GT.
Beh, lo scontro diretto con Nibali c'é stato e Dumoulin l'ha vinto. Certo, di scontro ce n'é stato uno solo, quindi su un solo percorso che fra l'altro prevedeva un buon numero (ma non irragionevole...) di km a cronometro. La vittoria di Dumoulin, ad ogni modo, è stata netta.
40 secondi netta... fossero stati 4 minuti?


be se tieni presente l'evacuazione dell'olandese , che non succede proprio a tutti i grandi giri o difficilmente si puo mettere in conto come caratteristica del percorso o nella preparazione , la vittoria di dumoulin è stata molto piu netta del distacco visto alla fine del giro...



Rudy80
Messaggi: 681
Iscritto il: domenica 22 aprile 2012, 23:36

Re: Tour de France 2018

Messaggio da leggere da Rudy80 » sabato 28 ottobre 2017, 10:02

Doumulin deve confermarsi, secondo me ci sono troppe aspettative sull olandese. Non vorrei che diventasse un nuovo mancato fenomeno. Sarebbe il caso data la mancanza nel ciclismo di oggi di grandi campioni ,Sagan a parte. Esistono tante variabili nel ciclismo, lo scorso giro se la penultima tappa fosse stata dura come Cervinia il prossimo anno l'olandese avrebbe retto ricordando la penultima della Vuelta 2015? Se non avesse trovato aiuti nella tappa di Piancavallo quando era staccato in pianura quanto distacco avrebbe preso? Non è accaduto solo il fattaccio sullo Stelvio ma ha avuto situazioni a lui favorevoli in altri casi. Ognuno vede ciò che vuole vedere, secondo me la sua è stata una vittoria meritata ma risicata . Già dopo la Vuelta 2015 al giro successivo dopo un ottimo inizio è scoppiato su una collina e poi ritirato. Senza due cronometro vere un GG con gli avversari che ha difficilmente riuscirebbe a vincerlo e bene fa a valutare attentamente i percorsi prima di decidere a quale partecipare.



dietzen
Messaggi: 5439
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 21:19

Re: Tour de France 2018

Messaggio da leggere da dietzen » sabato 28 ottobre 2017, 11:42

pereiro2982 ha scritto:ma c'è gia un post su "la vita sportiva ciclistica in aumento?"
è una cosa comunque che si sta vedendo in più o meno tutte le discipline.
se c'è la voglia e non ci sono grossi problemi fisici o infortuni, fra migliorie nelle metodologie di allenamento e magari selezionando gli appuntamenti, l'età in cui si può ancora essere atleti di alto livello si sta alzando nettamente.


Di Rocco non è il mio presidente

Avatar utente
Slegar
Messaggi: 4021
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:49

Re: Tour de France 2018

Messaggio da leggere da Slegar » sabato 28 ottobre 2017, 12:27

Brogno ha scritto:
pereiro2982 ha scritto:gli ultimi 34 enni a vincere il tour

evans 2011
(armstrong 2005)
J. Zoetemelk 1980
Bartali 48

gli ultimi 33enni
sastre 2008
(armstrong 2004)
coppi 52


mi sembra evidente che è un impresa nell'impresa, che la fortuna non puo mancare , ma che mi fa pensare di allargare il campo dei possibili vincitori a sorpresa...
pero' secondo me si dovrebbe inquadrare la tua (giustissima) statistica in un contesto storico. Mi sembra cioe' che negli ultimi 5-6 anni, la durata della carriera ciclistica di un corridore si stia allungano in maniera sensibile, e che si possa essere ancora competivi oltre i 30 anni, in maniera maggiore di quanto non lo si potesse fare 10 anni fa.
Senza voler fare il solito esempio di Valverde (che comunque esiste), stiamo vedendo anche una grande annata di Nibali, e lo stesso Froome che nonostante non sia piu un ventenne, e' riuscito quest'anno nella doppietta.
Riassumendo. Che per motivi di fondo (leggasi altra sezione), la vita media (sportiva) del ciclista stia aumentando?
Mica tanto. Numeri alla mano, ad esclusione di Nonnhorner, da sempre i 35 anni sono una barriera invalicabile per vincere un grande giro, non solo il Tour.



Avatar utente
Felice
Messaggi: 848
Iscritto il: lunedì 31 ottobre 2011, 15:04

Re: Tour de France 2018

Messaggio da leggere da Felice » sabato 28 ottobre 2017, 12:30

Rudy80 ha scritto:Doumulin deve confermarsi, secondo me ci sono troppe aspettative sull olandese. Non vorrei che diventasse un nuovo mancato fenomeno. Sarebbe il caso data la mancanza nel ciclismo di oggi di grandi campioni ,Sagan a parte. Esistono tante variabili nel ciclismo, lo scorso giro se la penultima tappa fosse stata dura come Cervinia il prossimo anno l'olandese avrebbe retto ricordando la penultima della Vuelta 2015? Se non avesse trovato aiuti nella tappa di Piancavallo quando era staccato in pianura quanto distacco avrebbe preso? Non è accaduto solo il fattaccio sullo Stelvio ma ha avuto situazioni a lui favorevoli in altri casi. Ognuno vede ciò che vuole vedere, secondo me la sua è stata una vittoria meritata ma risicata . Già dopo la Vuelta 2015 al giro successivo dopo un ottimo inizio è scoppiato su una collina e poi ritirato. Senza due cronometro vere un GG con gli avversari che ha difficilmente riuscirebbe a vincerlo e bene fa a valutare attentamente i percorsi prima di decidere a quale partecipare.
Vittoria risicata? Mai, in quel Giro Nibali o Quintana sono sembrati in misura di venire a capo dell'olandese. Forse solo Quintana sul Blockhaus e anche lì non è che sia riuscito a scavare quel solco che in tanti si aspettavano. Poi... gli scattini sia dell'uno, che dell'altro non facevano male e quando poi si trattava di dare consistenza all'azione andando su con ritmo forte e regolare, Dumoulin andava più di loro. Neanche sullo Stelvio, dove c'é stato il tutti contro uno tanto auspicato da alcuni utenti sono stati in misura di fare una differenza decisiva.

E poi cosa sono tutti quei se? Se Nibali o Quintana si fossero dovuti fermare a defecare in un campo e avessero dovuto inseguire da soli come ha dovuto fare Dumoulin, sarebbero arrivati al traguardo con 5 minuti e il loro Giro sarebbe finito lì.



pereiro2982
Messaggi: 1480
Iscritto il: lunedì 16 maggio 2016, 15:18

Re: Tour de France 2018

Messaggio da leggere da pereiro2982 » sabato 28 ottobre 2017, 12:41

Rudy80 ha scritto:Doumulin deve confermarsi, secondo me ci sono troppe aspettative sull olandese. Non vorrei che diventasse un nuovo mancato fenomeno. Sarebbe il caso data la mancanza nel ciclismo di oggi di grandi campioni ,Sagan a parte. Esistono tante variabili nel ciclismo, lo scorso giro se la penultima tappa fosse stata dura come Cervinia il prossimo anno l'olandese avrebbe retto ricordando la penultima della Vuelta 2015? Se non avesse trovato aiuti nella tappa di Piancavallo quando era staccato in pianura quanto distacco avrebbe preso? Non è accaduto solo il fattaccio sullo Stelvio ma ha avuto situazioni a lui favorevoli in altri casi. Ognuno vede ciò che vuole vedere, secondo me la sua è stata una vittoria meritata ma risicata . Già dopo la Vuelta 2015 al giro successivo dopo un ottimo inizio è scoppiato su una collina e poi ritirato. Senza due cronometro vere un GG con gli avversari che ha difficilmente riuscirebbe a vincerlo e bene fa a valutare attentamente i percorsi prima di decidere a quale partecipare.

io non ho detto che dumoulin sia il nuovo campione , ecc. ha semplicemente trovato un percorso a lui adatto ed ha vinto secondo me piu nettamente rispetto alla classifica finale di questo giro., vorrei sottolineare "QUESTO GIRO .

con delle salite diverse sarebbe stato un'altro giro e l'avrebbe vinto qualcun 'altro probabilmente ....

le collaborazioni che nascono sulla strada fanno parte del ciclismo e della corsa, chi attacca trova alleati in altri attaccanti chi si difende ne puo trovare altri.

ma quello che è accaduto nella tappa del bormio è molto ma molto meno usuale ...

secondo me in questo periodo di carriere fra nuovi competitor e campioni affermati il percorso piu affine alle caratteristiche di uno rispetto che ad un 'altro fa parecchia differenza.



pereiro2982
Messaggi: 1480
Iscritto il: lunedì 16 maggio 2016, 15:18

Re: Tour de France 2018

Messaggio da leggere da pereiro2982 » sabato 28 ottobre 2017, 12:51

dietzen ha scritto:
pereiro2982 ha scritto:ma c'è gia un post su "la vita sportiva ciclistica in aumento?"
è una cosa comunque che si sta vedendo in più o meno tutte le discipline.
se c'è la voglia e non ci sono grossi problemi fisici o infortuni, fra migliorie nelle metodologie di allenamento e magari selezionando gli appuntamenti, l'età in cui si può ancora essere atleti di alto livello si sta alzando nettamente.


pero è vero anche che sono scesi vistosamente di prestazione, Basso dopo il 2010 con un grande giro e sceso drasticamente di prestazione.
Contador dopo il 2015 ha dato solo sprazzi ...

quindi la sfida froome-nibali la vedo aperta ad inserimenti a sorpresa...



Bomby
Messaggi: 873
Iscritto il: martedì 17 giugno 2014, 20:23

Re: Tour de France 2018

Messaggio da leggere da Bomby » sabato 28 ottobre 2017, 13:14

Felice ha scritto:
Bomby ha scritto:C'è anche da considerare che la generazione dei nati nell' '89-'90 sinora, per un motivo o per l'altro non ha mai fatto faville. Per dire Aru, Bardet, Quintana sono sì forti, qualcuno ha pure vinto qualche GT, ma non sono mai parsi molto più forti di Froome e Nibali, si è sempre in attesa che carburino del tutto; meglio, al loro esordio ci si aspettava che spaccassero il mondo. Ecco, Dumoulin potrebbe aver già iniziato a carburare, ma finora manca uno scontro diretto nei GT.
Beh, lo scontro diretto con Nibali c'é stato e Dumoulin l'ha vinto. Certo, di scontro ce n'é stato uno solo, quindi su un solo percorso che fra l'altro prevedeva un buon numero (ma non irragionevole...) di km a cronometro. La vittoria di Dumoulin, ad ogni modo, è stata netta.
Beh, sì, al giro di quest'anno. Ma finora è un episodio, con un Nibali che non ha mai dato l'impressione completa, in quel Giro, di poter stravolgere del tutto gli equilibri. Era uno scontro quasi alla apri, dato i livelli delle squadre di entrambi. Intendevo però che Dumo non si è ancora confrontato alla pari al Tour con Froome condividendo il ruolo di grande favorito alla vigilia e dovendosi scontrare contro tutta la Sky tirata a lucido.



Avatar utente
Felice
Messaggi: 848
Iscritto il: lunedì 31 ottobre 2011, 15:04

Re: Tour de France 2018

Messaggio da leggere da Felice » sabato 28 ottobre 2017, 13:15

Aggiungo a quanto scitto da pereiro, che Dumoulin ha dimostrato di essere ormai più che solido e, a mio avviso, sarà in futuro un osso duro per chiunque, su qualsiasi percorso.

Il Giro dell'anno scorso non è che fosse clamorosamente squilibrato in favore dei cronomen. In un grande giro almeno una cinquantina di chilometri a cronometro è normale che ci siano e questo gli dà già un paio di minuti di vantaggio sui suoi principali avversari (Froome a parte). Poi quel paio di minuti bisogna riprenderglieli e la cosa non è semplice, come l'ultimo Giro sta a dimostrare. Anche perché le montagne non sono solo fatte di tapponi, ci sono anche tappe stile Oropa e lì... Che poi, che nei tapponi di montagna lo si possa far andare allo sbando è tutto da dimostrare. La tappa dello Stelvio era un tappone e lui ha dovuto affrontarla nelle peggiori condizioni possibili eppure non è naufragato. Soprattutto non è naufraugato sul piano mentale, cosa che non è data a molti a mio parere.

Certo, poi di GT ne ha vinto uno solo per ora e si dovrà riconfermare. Però le premesse ci sono tutte.



Avatar utente
Felice
Messaggi: 848
Iscritto il: lunedì 31 ottobre 2011, 15:04

Re: Tour de France 2018

Messaggio da leggere da Felice » sabato 28 ottobre 2017, 13:27

Bomby ha scritto:Intendevo però che Dumo non si è ancora confrontato alla pari al Tour con Froome condividendo il ruolo di grande favorito alla vigilia e dovendosi scontrare contro tutta la Sky tirata a lucido.
Beh sì, con Froome è diverso e interessante allo stesso tempo. Dumoulin è più forte a crono, anche se rispetto a Froome non potrebbe scavare quei solchi che scava rispetto agli altri favoriti dei GT. Questo obbligherebbe Froome a vincere il Tour in salita. Uno scontro da vedere e da gustare a mio parere. La Sky, utilizzata al modo solito, non credo servirebbe ad un granché. Non è che Dumoulin soffra i ritmi alti e regolari in salita. Inoltre credo che se deciderà di andare al Tour, la Sunweb potrebbe affiancargli una squadra di buon livello...



Rudy80
Messaggi: 681
Iscritto il: domenica 22 aprile 2012, 23:36

Re: Tour de France 2018

Messaggio da leggere da Rudy80 » sabato 28 ottobre 2017, 13:28

Felice ha scritto:
Rudy80 ha scritto:Doumulin deve confermarsi, secondo me ci sono troppe aspettative sull olandese. Non vorrei che diventasse un nuovo mancato fenomeno. Sarebbe il caso data la mancanza nel ciclismo di oggi di grandi campioni ,Sagan a parte. Esistono tante variabili nel ciclismo, lo scorso giro se la penultima tappa fosse stata dura come Cervinia il prossimo anno l'olandese avrebbe retto ricordando la penultima della Vuelta 2015? Se non avesse trovato aiuti nella tappa di Piancavallo quando era staccato in pianura quanto distacco avrebbe preso? Non è accaduto solo il fattaccio sullo Stelvio ma ha avuto situazioni a lui favorevoli in altri casi. Ognuno vede ciò che vuole vedere, secondo me la sua è stata una vittoria meritata ma risicata . Già dopo la Vuelta 2015 al giro successivo dopo un ottimo inizio è scoppiato su una collina e poi ritirato. Senza due cronometro vere un GG con gli avversari che ha difficilmente riuscirebbe a vincerlo e bene fa a valutare attentamente i percorsi prima di decidere a quale partecipare.
Vittoria risicata? Mai, in quel Giro Nibali o Quintana sono sembrati in misura di venire a capo dell'olandese. Forse solo Quintana sul Blockhaus e anche lì non è che sia riuscito a scavare quel solco che in tanti si aspettavano. Poi... gli scattini sia dell'uno, che dell'altro non facevano male e quando poi si trattava di dare consistenza all'azione andando su con ritmo forte e regolare, Dumoulin andava più di loro. Neanche sullo Stelvio, dove c'é stato il tutti contro uno tanto auspicato da alcuni utenti sono stati in misura di fare una differenza decisiva.

E poi cosa sono tutti quei se? Se Nibali o Quintana si fossero dovuti fermare a defecare in un campo e avessero dovuto inseguire da soli come ha dovuto fare Dumoulin, sarebbero arrivati al traguardo con 5 minuti e il loro Giro sarebbe finito lì.
Sì è parlato del cagotto come di un se senza il quale Doumulin avrebbe vinto con maggiore distacco , mi sono permesso di dire che i se in un grande giro sono tanti volendo contemplarli tutti e qualcuno a favore dell olandese ci è indubbiamente stato senza offendere nessuno. Attenendoci ai fatti nudi e crudi ha dato 30 e 40 secondi circa a Quintana e Nibali in una corsa di 3 settimane per cui la vittoria secondo vocabolario si definisce risicata , altrimenti si parla di opinioni che nel cazzeggio nei forum vanno benissimo .
Necessita di due cronometro vere , ribadisco per potere vincere. Ricordiamoci che solo lo scorso anno al Giro si è staccato su una salita media , quindi al primo test post vuelta 2015 è stato respinto con perdite . Il duello con Nibali è finito subito in quel caso. Andiamo piano nel definire qualcuno un grande dopo una importante vittoria , valutiamo il prosiego della carriera.



Avatar utente
barrylyndon
Messaggi: 12224
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 15:20

Re: Tour de France 2018

Messaggio da leggere da barrylyndon » sabato 28 ottobre 2017, 13:30

Io sono tra piu' ferventi ammiratori di Dumoulin.
Credo che potrebbe essere uno dei dominatori delle corse a tappe dei prossimi anni.
Pero', ho rivisto alcune tappe di questo Giro e ho osservato che da Oropa in poi, in salita, secondo piu', secondo meno, e' sempre stato staccato.
Tranne Ortisei dove ha vinto probabilmente il Giro.
E passi se ti stacca Quintana e Nibali, ma faceva difficolta' anche con Pozzovivo.
Ora, credo che tra i 3 gt, nelle salite vere, il Giro sia stato quello che si e' andato mediamente piu' forte.
Ma questo non toglie che per battere Froome, e la Sky, l'Olandese debba acquisire un mezzo scalino in piu' di consistenza in salita.
Senza contare che non e' detto che i vari Quintana,Aru e Pinot, restino fermi sui livelli di quest'anno..


beppesaronni ha scritto:
Giocati 10 euro facilissimi per Milano passaggio del turno
http://www.sportando.com/it/italia/seri ... detto.html

Strong
Messaggi: 9027
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 11:48

Re: Tour de France 2018

Messaggio da leggere da Strong » sabato 28 ottobre 2017, 14:05

barrylyndon ha scritto:Io sono tra piu' ferventi ammiratori di Dumoulin.
Credo che potrebbe essere uno dei dominatori delle corse a tappe dei prossimi anni.
si credo anch'io, potrebbe fare buona compagnia a chaves e Kruijswijk :lol:


i fondamentalisti del ciclismo e gli ultras dei ciclisti sono il male di questo sport.

Avatar utente
barrylyndon
Messaggi: 12224
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 15:20

Re: Tour de France 2018

Messaggio da leggere da barrylyndon » sabato 28 ottobre 2017, 15:07

Ah si e' vero..tra i possibili grandi mi son dimenticato Chaves..
Grazie Strong. ;)


beppesaronni ha scritto:
Giocati 10 euro facilissimi per Milano passaggio del turno
http://www.sportando.com/it/italia/seri ... detto.html

il_panta
Messaggi: 2030
Iscritto il: lunedì 21 maggio 2012, 13:39

Re: Tour de France 2018

Messaggio da leggere da il_panta » sabato 28 ottobre 2017, 16:56

Ma com'è che Quintana, che nel suo anno peggiore e preparando la doppietta, è arrivato davanti a Nibali (a detta di molti un bel Nibali, vicino al massimo che può esprimere a questo punto della carriera) non viene indicato tra i favoriti mentre Nibali sì? Io credo che Nibali al tour potrebbe ambire al podio, magari con tappa. Una corsa come la vuelta e il giro di quest'anno, per intendersi, ma per essere vincitore deve proprio inventarsi di qualcosa di speciale e avere anche circostanze favorevoli.



Admin
Messaggi: 12419
Iscritto il: domenica 21 giugno 2009, 22:48

Re: Tour de France 2018

Messaggio da leggere da Admin » sabato 28 ottobre 2017, 17:07

Perché Nairo è stato il più clamoroso caso di sublimazione (dico bene?) del 2017, nel senso di passaggio diretto dallo stato solido a quello gassoso... per questo gli entusiasmi su di lui si sono nettamente raffreddati. Mi auguro per lui che il 2018 possa essere l'anno della svolta.


Pantani è una leggenda come Coppi e Bartali

Welsh Wizard
Messaggi: 147
Iscritto il: mercoledì 18 ottobre 2017, 18:14

Re: Tour de France 2018

Messaggio da leggere da Welsh Wizard » sabato 28 ottobre 2017, 17:14

il_panta ha scritto:Ma com'è che Quintana, che nel suo anno peggiore e preparando la doppietta, è arrivato davanti a Nibali (a detta di molti un bel Nibali, vicino al massimo che può esprimere a questo punto della carriera) non viene indicato tra i favoriti mentre Nibali sì? Io credo che Nibali al tour potrebbe ambire al podio, magari con tappa. Una corsa come la vuelta e il giro di quest'anno, per intendersi, ma per essere vincitore deve proprio inventarsi di qualcosa di speciale e avere anche circostanze favorevoli.
Beh perchè tracciati così poco favorevoli a Nibali come il Giro 2017 e Vuelta (abbastanza in generale) non è che ci siano sempre.
E comunque la terza settimana è andato più forte di tutti, col tappino dolomitico e quell'aborto di Asiago*. Per me al Tour con quel Froome sarebbe stato in gioco fino alla fine. Poi son d'accordo su Quintana, è uno dei favoriti senza dubbio, se non lui chi?


*Credo che proprio quella sia la discriminante per Dumo, non tanto le crono che ci devono essere, ma le tappe da redde rationem. Lì si che ha avuto un bel vantaggio, staccare la maglia rosa in una salita al 6% non è facile




Rispondi