Alejandro Valverde

Il mondo dei professionisti tra gare e complessità, e più in generale l'approccio al ciclismo di ogni appassionato
Avatar utente
il_panta
Messaggi: 2896
Iscritto il: lunedì 21 maggio 2012, 13:39

Re: Alejandro Valverde

Messaggio da leggere da il_panta » martedì 18 settembre 2018, 16:49

udra ha scritto:
martedì 18 settembre 2018, 16:41
Intanto il prossimo anno dovrebbe essere al Giro, almeno a quanto ha detto lui a Onda Cero se non sbaglio.
Che bella notizia!




Avatar utente
Pavè
Messaggi: 1781
Iscritto il: sabato 27 agosto 2011, 21:06

Re: Alejandro Valverde

Messaggio da leggere da Pavè » martedì 18 settembre 2018, 17:57

udra ha scritto:
martedì 18 settembre 2018, 16:41
Intanto il prossimo anno dovrebbe essere al Giro, almeno a quanto ha detto lui a Onda Cero se non sbaglio.
Si parla anche del Fiandre


Cancellara, Valverde

Filarete
Messaggi: 216
Iscritto il: mercoledì 20 maggio 2015, 21:46

Re: Alejandro Valverde

Messaggio da leggere da Filarete » domenica 30 settembre 2018, 18:09

Dopo quindici anni di inseguimento è riuscito finalmente ad afferrare l'iride mondiale. L'anno prossimo speriamo di vederlo del tutto assorbito dalle corse di un giorno!



Avatar utente
il_panta
Messaggi: 2896
Iscritto il: lunedì 21 maggio 2012, 13:39

Re: Alejandro Valverde

Messaggio da leggere da il_panta » domenica 30 settembre 2018, 18:11

Dopo tanto tempo l'iride tornerà sulle strade del Giro d'Italia!



Avatar utente
Seb
Messaggi: 4544
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:07
Località: Genova
Contatta:

Re: Alejandro Valverde

Messaggio da leggere da Seb » domenica 30 settembre 2018, 18:21

il_panta ha scritto:
domenica 30 settembre 2018, 18:11
Dopo tanto tempo l'iride tornerà sulle strade del Giro d'Italia!
Aspetterei a dirlo con certezza, una maglia iridata può far cambiare molto i programmi




CicloSprint
Messaggi: 5700
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:49

Re: Alejandro Valverde

Messaggio da leggere da CicloSprint » domenica 30 settembre 2018, 18:49

Valverde è stato il più regolalista tra classiche e Grandi Giri nell' inizio del terzo millennio....



dietzen
Messaggi: 5624
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 21:19

Re: Alejandro Valverde

Messaggio da leggere da dietzen » domenica 30 settembre 2018, 18:55

emozionanti le sue lacrime, vittoria meritatissima per un corridore che va forte sempre e ha sempre inseguito il mondiale.
è la vittoria che senza dubbio gli svolta il già corposo palmares, con quella sfilza di argenti e bronzi si sentiva troppo la mancanza della maglia iridata.

ammetto che nel finale pensavo: chissà come farà a perderla anche oggi. :diavoletto:
invece devo dire che è stato lucidissimo negli ultimi km restando quasi sempre davanti, ha gestito alla perfezione l'ultimo km tenendo quella discreta velocità di crociera che gli avrebbe permesso di chiudere su eventuali scatti, che infatti non ci sono stati. chapeau. :clap:


Di Rocco non è il mio presidente

Filarete
Messaggi: 216
Iscritto il: mercoledì 20 maggio 2015, 21:46

Re: Alejandro Valverde

Messaggio da leggere da Filarete » domenica 30 settembre 2018, 23:06

Valverde comunque è più giovane del vincitore più vecchio di un mondiale della storia.



Avatar utente
Divanista
Messaggi: 312
Iscritto il: lunedì 16 aprile 2018, 14:21

Re: Alejandro Valverde

Messaggio da leggere da Divanista » domenica 30 settembre 2018, 23:10

Che fenomeno... alla faccia dei picchi di forma e menate varie...
Quest'anno vince la prima gara il 1° febbraio e vince il Mondiale il 30 settembre. Otto mesi ad altissimo livello.
Valverde potrebbe proprio fare il testimonial per la Unieuro: "batte... forte... sempre".


Ecco la mia presentazione. :carta:

Winter
Messaggi: 13413
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Alejandro Valverde

Messaggio da leggere da Winter » lunedì 1 ottobre 2018, 7:09

Be Bardet poteva poco
in volata non aveva nessuna speranza
complimenti a Valverde , palmares incredibile



pereiro2982
Messaggi: 1886
Iscritto il: lunedì 16 maggio 2016, 15:18

Re: Alejandro Valverde

Messaggio da leggere da pereiro2982 » lunedì 1 ottobre 2018, 8:23

ma esattamente quando è cambiata la sua storia agli occhi del pubblico? forse nel giro 2016.?
io ricordo quanto fosse antipatico a tutti fino a 4-5 anni fa...
ricordo che il preferito era purito... (forse perche vinceva meno)

ricordo fino al 2013 quanto al mondiale di firenze fosse contento del fatto che "il mondiale è stato perso dalla spagna.."

io ricordo benissimo come lo si accusava di essere, passivo, succhia ruote e secondo me non è diventato entusiasmante il suo modo di correre nel corso degli anni ....
sia chiaro sono stato contento che valverde sia riuscito finalmente a togliersi questa soddisfazione , meritatissimo!
ma non mi spiego come mai il modo di raccontarlo sia cosi cambiata anche se è rimasto sempre lo stesso corridore.



Winter
Messaggi: 13413
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Alejandro Valverde

Messaggio da leggere da Winter » lunedì 1 ottobre 2018, 8:48

Perchè tutti , grosso modo , corrono come lui
di rimessa , attendista
stare a succhiare le ruote è diventato un pregio (purtroppo)

Ricordo una frase di credo Scarponi , durante un'intervista (tappone dolomitico) dire "Mancavano 3 km all'arrivo.. ho attaccato troppo presto.."
e sta frase l'han ripetuta e messa in pratica in tanti



rizz23
Messaggi: 1565
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:23
Contatta:

Re: Alejandro Valverde

Messaggio da leggere da rizz23 » lunedì 1 ottobre 2018, 10:12

Seb ha scritto:
domenica 30 settembre 2018, 18:21
il_panta ha scritto:
domenica 30 settembre 2018, 18:11
Dopo tanto tempo l'iride tornerà sulle strade del Giro d'Italia!
Aspetterei a dirlo con certezza, una maglia iridata può far cambiare molto i programmi
Ma non credo dai.
Magari al Lombardia vediamo di chiederglielo



Avatar utente
lemond
Messaggi: 10458
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Empoli

Re: Alejandro Valverde

Messaggio da leggere da lemond » lunedì 1 ottobre 2018, 10:19

pereiro2982 ha scritto:
lunedì 1 ottobre 2018, 8:23
ma esattamente quando è cambiata la sua storia agli occhi del pubblico? forse nel giro 2016.?
io ricordo quanto fosse antipatico a tutti fino a 4-5 anni fa...
ricordo che il preferito era purito... (forse perche vinceva meno)

ricordo fino al 2013 quanto al mondiale di firenze fosse contento del fatto che "il mondiale è stato perso dalla spagna.."

io ricordo benissimo come lo si accusava di essere, passivo, succhia ruote e secondo me non è diventato entusiasmante il suo modo di correre nel corso degli anni ....
sia chiaro sono stato contento che valverde sia riuscito finalmente a togliersi questa soddisfazione , meritatissimo!
ma non mi spiego come mai il modo di raccontarlo sia cosi cambiata anche se è rimasto sempre lo stesso corridore.
Mondiale 2013 l'in.me Purito fece perdere la maglia iridata e al più grande Signore che ci sia stato nel ciclismo insieme a Greg Lemond e qualcun altro che al momento non mi viene in mente.


Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
i barbieri il lunedì
e il mitico Lopez, che lavora alla Coop,
... il martedì. :bll:

Avatar utente
lemond
Messaggi: 10458
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Empoli

Re: Alejandro Valverde

Messaggio da leggere da lemond » lunedì 1 ottobre 2018, 10:23

Winter ha scritto:
lunedì 1 ottobre 2018, 8:48
Perchè tutti , grosso modo , corrono come lui
di rimessa , attendista
stare a succhiare le ruote è diventato un pregio (purtroppo)

Ricordo una frase di credo Scarponi , durante un'intervista (tappone dolomitico) dire "Mancavano 3 km all'arrivo.. ho attaccato troppo presto.."
e sta frase l'han ripetuta e messa in pratica in tanti
Ma, secondo te, uno dovrebbe correre per perdere? Con te il discorso lo posso allargare e quindi ti dico che Allegri/Juventus/Dechamps insegnano che quel che conta è vincere e non "far spettacolo", a chi piace quest'ultimo ha altri mezzi per sodisfarsi, no? Per es. qualcuno vede il golf e la la palla a volo, non lo farà mica per lo spettacolo? :crazy: :diavoletto: :crazy:


Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
i barbieri il lunedì
e il mitico Lopez, che lavora alla Coop,
... il martedì. :bll:

Avatar utente
Seb
Messaggi: 4544
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:07
Località: Genova
Contatta:

Re: Alejandro Valverde

Messaggio da leggere da Seb » lunedì 1 ottobre 2018, 11:22

rizz23 ha scritto:
lunedì 1 ottobre 2018, 10:12
Seb ha scritto:
domenica 30 settembre 2018, 18:21
il_panta ha scritto:
domenica 30 settembre 2018, 18:11
Dopo tanto tempo l'iride tornerà sulle strade del Giro d'Italia!
Aspetterei a dirlo con certezza, una maglia iridata può far cambiare molto i programmi
Ma non credo dai.
Magari al Lombardia vediamo di chiederglielo
L'ultimo campione del mondo a non fare il Tour de France è stato Bettini, e onestamente mi sembra difficile pensare che la Movistar non provi a far di tutto per portare Valverde in Francia con la maglia iridata il prossimo anno



AntiGazza
Messaggi: 1162
Iscritto il: venerdì 15 aprile 2011, 12:23

Re: Alejandro Valverde

Messaggio da leggere da AntiGazza » lunedì 1 ottobre 2018, 11:39

Cosa ha più da chiedere ormai questo fuoriclasse spagnolo al mondo del ciclismo ?
Io fossi in lui mediterei il ritiro da vincente e da campione del mondo.
Ho sempre ammirato chi si ritira vincendo.



Avatar utente
Brogno
Messaggi: 3420
Iscritto il: martedì 21 maggio 2013, 10:37

Re: Alejandro Valverde

Messaggio da leggere da Brogno » lunedì 1 ottobre 2018, 11:44

AntiGazza ha scritto:
lunedì 1 ottobre 2018, 11:39
Cosa ha più da chiedere ormai questo fuoriclasse spagnolo al mondo del ciclismo ?
Io fossi in lui mediterei il ritiro da vincente e da campione del mondo.
Ho sempre ammirato chi si ritira vincendo.
Se si concentra sulle classiche non è una bestemmia pensare possa fare altri due tre anni ad altissimo livello..


Comunque i bookies sono dei genii, ma quanti cazzo di soldi si faranno, con tutti quelli che punteranno su Thomas??? (Tour 2018)

Se vincono Valverde o Nibali mi tatuo in fronte la parola INSBRUCK (Innsbruck 2018)

Beppesaronni

Lopi90
Messaggi: 941
Iscritto il: martedì 31 maggio 2011, 12:15

Re: Alejandro Valverde

Messaggio da leggere da Lopi90 » lunedì 1 ottobre 2018, 11:47

Chiude la stagione da vincente, o gia` che c'e` prova a fare pure il Lombardia? Con il Civiglio secco nel finale sembra molto adatto.



Avatar utente
Walter_White
Messaggi: 10544
Iscritto il: mercoledì 23 marzo 2016, 18:01

Re: Alejandro Valverde

Messaggio da leggere da Walter_White » lunedì 1 ottobre 2018, 11:49

Lopi90 ha scritto:
lunedì 1 ottobre 2018, 11:47
Chiude la stagione da vincente, o gia` che c'e` prova a fare pure il Lombardia? Con il Civiglio secco nel finale sembra molto adatto.
Per me fa il Lombardia, e se lo vince va pure in Cina per vincere la classifica World Tour a cui tiene abbastanza


FCC 2017/18: 3°; Trofeo dei titoli; Campionato Europeo Donne Elite, Campionato del Mondo Donne Elite, ROTY

Avatar utente
GregLemond
Messaggi: 1332
Iscritto il: sabato 6 settembre 2014, 20:00

Re: Alejandro Valverde

Messaggio da leggere da GregLemond » lunedì 1 ottobre 2018, 11:51

Non ne faccio una questione di "passato".
Ne di simpatia.

E' il modo di correre che non sopporto: puramente speculativo.

Lui e Gilbert (e bisogna dare atto a questi 2 campioni di aver cercato una redenzione a fine carriera) sono stati quelli che piu hanno beneficiato dal greggismo.
Questo non sminuisce le loro vittorie ed il loro incommensurabile valore; ma per me, restano l' emblema dello "scattino".

Insomma, Paolino Bettini ha attaccato a Stoccarda quanto qualcun altro in una carriera.

Ma si torna li, si corre per vincere.

E allora, concludo: anche il Team Sky.
O loro sono antipatici e non possono?



AntiGazza
Messaggi: 1162
Iscritto il: venerdì 15 aprile 2011, 12:23

Re: Alejandro Valverde

Messaggio da leggere da AntiGazza » lunedì 1 ottobre 2018, 12:23

Brogno ha scritto:
lunedì 1 ottobre 2018, 11:44
AntiGazza ha scritto:
lunedì 1 ottobre 2018, 11:39
Cosa ha più da chiedere ormai questo fuoriclasse spagnolo al mondo del ciclismo ?
Io fossi in lui mediterei il ritiro da vincente e da campione del mondo.
Ho sempre ammirato chi si ritira vincendo.
Se si concentra sulle classiche non è una bestemmia pensare possa fare altri due tre anni ad altissimo livello..
Sicuramente ha ancora qualcosa da dare, è tutt altro che un atleta alla frutta,sia chiaro.
E' anzi un esempio di longevità ineguagliabile.
Solo che personalmente ho sempre amato chi ,dopo una grandissima carriera, vince e si ritira .E' solo una opinione personale.



Avatar utente
chinaski89
Messaggi: 2755
Iscritto il: sabato 13 giugno 2015, 16:51

Re: Alejandro Valverde

Messaggio da leggere da chinaski89 » lunedì 1 ottobre 2018, 13:01

Almeno un annetto a portare la maglia sarebbe un relitto non lo facesse


beppesaronni ha scritto: Non ricordo un solo gt in cui conty, che non era il più forte ma nemmeno il secondo, abbia anche solo provato (non dico che ci sia riuscito. Provato!!!!)
lemond ha scritto: Sagan è il più grande, ma non un gran vincente.

Avatar utente
Divanista
Messaggi: 312
Iscritto il: lunedì 16 aprile 2018, 14:21

Re: Alejandro Valverde

Messaggio da leggere da Divanista » lunedì 1 ottobre 2018, 13:30

Valverde stava sui nervi anche a me, almeno fino al Mondiale di Firenze 2013, apoteosi del suo proverbiale attendismo, laddove per la sua "mania" di stare a ruota s'é fatto fregare lui ed ha fatto pure fregare il povero JRO (ma forse era un suo errore di valutazione, quello di curare esclusivamente le mosse di Nibali e di fregarsene degli altri... o forse la volontà di agevolare un compagno di squadra pur di un'altra nazionalità... vabbé, è andata così quella volta).
Poi gradualmente ha cambiato il proprio modo di correre. Mi pare sia evidente, no? Ha iniziato ad essere più "spettacolare", se così posso dire, più attivo e propositivo, meno pavido e più "coraggioso". E adesso mi ritrovo ad ammirarlo e a tifare per lui.


Ecco la mia presentazione. :carta:

Avatar utente
cauz.
Messaggi: 11599
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:53
Località: milano
Contatta:

Re: Alejandro Valverde

Messaggio da leggere da cauz. » lunedì 1 ottobre 2018, 13:34

Lopi90 ha scritto:
lunedì 1 ottobre 2018, 11:47
Chiude la stagione da vincente, o gia` che c'e` prova a fare pure il Lombardia? Con il Civiglio secco nel finale sembra molto adatto.
Il Lombardia ha già detto ieri che lo farà. Dovrebbe essere la prima in maglia iridata, ma vediamo se dall'Emilia sono bravi a... tentarlo :)

Di ritiro non ne vuole sentire parlare. Ora si farà al 100% una stagione in maglia iridata, poi finché si diverte e vince (e Valverde si diverte perché vince) va avanti.



Avatar utente
Brogno
Messaggi: 3420
Iscritto il: martedì 21 maggio 2013, 10:37

Re: Alejandro Valverde

Messaggio da leggere da Brogno » lunedì 1 ottobre 2018, 13:41

AntiGazza ha scritto:
lunedì 1 ottobre 2018, 12:23
Brogno ha scritto:
lunedì 1 ottobre 2018, 11:44
AntiGazza ha scritto:
lunedì 1 ottobre 2018, 11:39
Cosa ha più da chiedere ormai questo fuoriclasse spagnolo al mondo del ciclismo ?
Io fossi in lui mediterei il ritiro da vincente e da campione del mondo.
Ho sempre ammirato chi si ritira vincendo.
Se si concentra sulle classiche non è una bestemmia pensare possa fare altri due tre anni ad altissimo livello..
Sicuramente ha ancora qualcosa da dare, è tutt altro che un atleta alla frutta,sia chiaro.
E' anzi un esempio di longevità ineguagliabile.
Solo che personalmente ho sempre amato chi ,dopo una grandissima carriera, vince e si ritira .E' solo una opinione personale.
In generale la sua osservazione e' piu' che condivisibile.
Il problema di Valverde e' che non si capisce assolutamente quando possa iniziare la parabola discendente e quindi quando possa essere il momento giusto per abbandonare la carovana.
Si pensava dopo i 33, vabbe' dai, massimo dopo i 34, poi 35, poi dopo l'infortunio sembrava spacciato..e invece..


Comunque i bookies sono dei genii, ma quanti cazzo di soldi si faranno, con tutti quelli che punteranno su Thomas??? (Tour 2018)

Se vincono Valverde o Nibali mi tatuo in fronte la parola INSBRUCK (Innsbruck 2018)

Beppesaronni

jumbo
Messaggi: 4449
Iscritto il: sabato 1 ottobre 2011, 10:42

Re: Alejandro Valverde

Messaggio da leggere da jumbo » lunedì 1 ottobre 2018, 13:50

Be' dai, quest'anno secondo me ha mostrato qualche iniziale segno di cedimento, vuoi per il recupero dall'infortunio del Tour 2017, vuoi per l'età.
Nelle Ardenne non ha portato a casa granchè, e non è riuscito a tenere 3 settimane in nessun GT, mentre negli anni precedenti si era sempre comportato meglio in almeno un GT stagionale.
A questo punto faccia un anno a pensare solo alle classiche e alle tappe.



Avatar utente
lemond
Messaggi: 10458
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Empoli

Re: Alejandro Valverde

Messaggio da leggere da lemond » lunedì 1 ottobre 2018, 13:53

GregLemond ha scritto:
lunedì 1 ottobre 2018, 11:51

Ma si torna li, si corre per vincere.

E allora, concludo: anche il Team Sky.
O loro sono antipatici e non possono?
Sono un grande ammiratore di Froome e del team sky. ;)


Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
i barbieri il lunedì
e il mitico Lopez, che lavora alla Coop,
... il martedì. :bll:

CicloSprint
Messaggi: 5700
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:49

Re: Alejandro Valverde

Messaggio da leggere da CicloSprint » lunedì 1 ottobre 2018, 13:54

Valverde è uno pochi che va forte nei Grandi Giri e sia nella classiche, il suo peggior piazzamento è stato un 20° posto in un Tour.

Qualcosa di simile fu con il Fondriest del 1993, fortissimo nelle classiche, e che nel Giro 1993 insidio nientemeno che Miguel Indurain (vincitore allora di due tour e di un giro).

E anche con l'Argentin 1984 e del 1993-1994 ?



Avatar utente
lemond
Messaggi: 10458
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Empoli

Re: Alejandro Valverde

Messaggio da leggere da lemond » lunedì 1 ottobre 2018, 13:56

jumbo ha scritto:
lunedì 1 ottobre 2018, 13:50
Be' dai, quest'anno secondo me ha mostrato qualche iniziale segno di cedimento, vuoi per il recupero dall'infortunio del Tour 2017, vuoi per l'età.
Nelle Ardenne non ha portato a casa granchè, e non è riuscito a tenere 3 settimane in nessun GT, mentre negli anni precedenti si era sempre comportato meglio in almeno un GT stagionale.
A questo punto faccia un anno a pensare solo alle classiche e alle tappe.
Giustissimo, grande delusione (per me) Tour e Vuelta.


Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
i barbieri il lunedì
e il mitico Lopez, che lavora alla Coop,
... il martedì. :bll:

Avatar utente
lemond
Messaggi: 10458
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Empoli

Re: Alejandro Valverde

Messaggio da leggere da lemond » lunedì 1 ottobre 2018, 14:10

ucci90 ha scritto:
lunedì 1 ottobre 2018, 10:51
Mi sembrano considerazioni molto molto imprecise.
Intanto la Sanremo non è seria in che senso? Poi, mi risulta che Contador e Purito siano spagnoli, ma hanno sempre onorato il Giro nel pieno della loro carriera. Infine il Lombardia, l'avrà vinto Cunego ma anche campioni indiscutibili come Gilbert e Bettini; poi per uno che ha puntato ilo mondiale praticamente ogni anno la data del Lombardia mi sembrerebbe proprio ideale.
Il modo di correre è sicuramente il migliore per lui, ma non posso dire che mi entusiasmi e mi tenga attaccato alla tv, sono gusti eh.
Leggo che sei iscritto dal 2012 e hai spedito più di 1500 messaggi, per cui sei uno che frequenta questo forum, e mi vieni a chiedere perché la Sanremo non è una corsa seria. Se uno avesse pazienza, sommando quanto ho scritto sull'argomento, forse verrebbe fuori un libretto, ma te lo riassumo in tre parole: corsa per velocisti! :x P.S. E lui, pur essendo veloce non ha la desinenza finale. :) Poi non venirmi a dire che l'à vinta Nibali, ma anche mi pare Colombo, ma sono errori che in natura e nel ciclismo accadono. ;)
Il Bagnino ha vinto una classichetta in vita sua (Milano-Torino), per cui non c'entra nulla con l'Embatido. Per Purito, che l'onore non sa nemmeno che cosa sia (vedi Firenze) quante mai saranno state le partecipazioni serie al Giro? Forse una o due. Se l'à vinta tre volte Cunego e poi Zaug e Rumsas, Bobrik, Chavez (tutta gente che credo non abbia vinto nient'altro in carriera), forse significherà che non mancava solo l'Embatido. Leggo che ha alzato le braccia anche Tafi e la cosa mi sembra strana, perché credo che il percosso non fosse per lui, ma ... Sul fatto che non ti entusiasmi "nulla quaestio". :cincin:


Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
i barbieri il lunedì
e il mitico Lopez, che lavora alla Coop,
... il martedì. :bll:

ucci90
Messaggi: 1601
Iscritto il: martedì 11 settembre 2012, 9:52

Re: Alejandro Valverde

Messaggio da leggere da ucci90 » lunedì 1 ottobre 2018, 15:32

lemond ha scritto:
lunedì 1 ottobre 2018, 14:10
ucci90 ha scritto:
lunedì 1 ottobre 2018, 10:51
Mi sembrano considerazioni molto molto imprecise.
Intanto la Sanremo non è seria in che senso? Poi, mi risulta che Contador e Purito siano spagnoli, ma hanno sempre onorato il Giro nel pieno della loro carriera. Infine il Lombardia, l'avrà vinto Cunego ma anche campioni indiscutibili come Gilbert e Bettini; poi per uno che ha puntato ilo mondiale praticamente ogni anno la data del Lombardia mi sembrerebbe proprio ideale.
Il modo di correre è sicuramente il migliore per lui, ma non posso dire che mi entusiasmi e mi tenga attaccato alla tv, sono gusti eh.
Leggo che sei iscritto dal 2012 e hai spedito più di 1500 messaggi, per cui sei uno che frequenta questo forum, e mi vieni a chiedere perché la Sanremo non è una corsa seria. Se uno avesse pazienza, sommando quanto ho scritto sull'argomento, forse verrebbe fuori un libretto, ma te lo riassumo in tre parole: corsa per velocisti! :x P.S. E lui, pur essendo veloce non ha la desinenza finale. :) Poi non venirmi a dire che l'à vinta Nibali, ma anche mi pare Colombo, ma sono errori che in natura e nel ciclismo accadono. ;)
Il Bagnino ha vinto una classichetta in vita sua (Milano-Torino), per cui non c'entra nulla con l'Embatido. Per Purito, che l'onore non sa nemmeno che cosa sia (vedi Firenze) quante mai saranno state le partecipazioni serie al Giro? Forse una o due. Se l'à vinta tre volte Cunego e poi Zaug e Rumsas, Bobrik, Chavez (tutta gente che credo non abbia vinto nient'altro in carriera), forse significherà che non mancava solo l'Embatido. Leggo che ha alzato le braccia anche Tafi e la cosa mi sembra strana, perché credo che il percosso non fosse per lui, ma ... Sul fatto che non ti entusiasmi "nulla quaestio". :cincin:
Non serve neppure essere iscritti al forum per sapere che la Sanremo è una corsa tendenzialmente per ruote veloci, ma se un Nibali ha rischiato di vincerla prima di riuscirci davvero, beh tanto più avrebbe avuto chance uno con le caratteristiche di Valverde. Poi non ho fatto un paragone sui palmares di Contador/Valverde/Purito, ho confutato la tesi per cui "agli spagnoli non importa del Giro" scrivendo che nel passato recente e non solo i migliori spagnoli hanno più che onorato il giro.



dietzen
Messaggi: 5624
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 21:19

Re: Alejandro Valverde

Messaggio da leggere da dietzen » lunedì 1 ottobre 2018, 15:51

Winter ha scritto:
lunedì 1 ottobre 2018, 8:48
Perchè tutti , grosso modo , corrono come lui
di rimessa , attendista
stare a succhiare le ruote è diventato un pregio (purtroppo)

Ricordo una frase di credo Scarponi , durante un'intervista (tappone dolomitico) dire "Mancavano 3 km all'arrivo.. ho attaccato troppo presto.."
e sta frase l'han ripetuta e messa in pratica in tanti
ricordo bene quella frase di scarponi, e nel pezzo di cyclingnews sul dopo gara mi ci aveva giusto ripensare questa ancora più raggelante frase di bardet, dove spiegava che il capitano era ala "because he has an amazing one-minute effort", una incredibile prestazione su un minuto (!!!).


Di Rocco non è il mio presidente

dietzen
Messaggi: 5624
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 21:19

Re: Alejandro Valverde

Messaggio da leggere da dietzen » lunedì 1 ottobre 2018, 15:55

AntiGazza ha scritto:
lunedì 1 ottobre 2018, 12:23
Brogno ha scritto:
lunedì 1 ottobre 2018, 11:44
AntiGazza ha scritto:
lunedì 1 ottobre 2018, 11:39
Cosa ha più da chiedere ormai questo fuoriclasse spagnolo al mondo del ciclismo ?
Io fossi in lui mediterei il ritiro da vincente e da campione del mondo.
Ho sempre ammirato chi si ritira vincendo.
Se si concentra sulle classiche non è una bestemmia pensare possa fare altri due tre anni ad altissimo livello..
Sicuramente ha ancora qualcosa da dare, è tutt altro che un atleta alla frutta,sia chiaro.
E' anzi un esempio di longevità ineguagliabile.
Solo che personalmente ho sempre amato chi ,dopo una grandissima carriera, vince e si ritira .E' solo una opinione personale.
come concetto ci sta, ma nel ciclismo, soprattutto come nel suo caso dopo averla inseguita tutta la carriera, portare in giro la maglia iridata per dodici mesi penso sia un grande piacere.


Di Rocco non è il mio presidente

Avatar utente
il_panta
Messaggi: 2896
Iscritto il: lunedì 21 maggio 2012, 13:39

Re: Alejandro Valverde

Messaggio da leggere da il_panta » lunedì 1 ottobre 2018, 15:59

Inoltre sono sicuro che se sarà competitivo punterà fortemente le Olimpiadi 2020.
Invece al posto suo rinuncerei a tutte le corse sulle pietre, a meno che non si reputi che un (difficile) posto nei 10 al Fiandre non ne arricchisca la carriera. Per me personalmente non varrebbe nulla. Invece sarebbe proprio il momento di vincere il Lombardia, anche se tiferò per Moscon e Bardet che hanno più bisogno di una vittoria di peso.



castelli
Messaggi: 1725
Iscritto il: venerdì 26 agosto 2011, 21:12

Re: Alejandro Valverde

Messaggio da leggere da castelli » lunedì 1 ottobre 2018, 16:52

dietzen ha scritto:
lunedì 1 ottobre 2018, 15:51
Winter ha scritto:
lunedì 1 ottobre 2018, 8:48
Perchè tutti , grosso modo , corrono come lui
di rimessa , attendista
stare a succhiare le ruote è diventato un pregio (purtroppo)

Ricordo una frase di credo Scarponi , durante un'intervista (tappone dolomitico) dire "Mancavano 3 km all'arrivo.. ho attaccato troppo presto.."
e sta frase l'han ripetuta e messa in pratica in tanti
ricordo bene quella frase di scarponi, e nel pezzo di cyclingnews sul dopo gara mi ci aveva giusto ripensare questa ancora più raggelante frase di bardet, dove spiegava che il capitano era ala "because he has an amazing one-minute effort", una incredibile prestazione su un minuto (!!!).
semplicemente vuol dire che può lasciare chiunque in una salita come quella di inn e lo rivedono al traguardo. è un profilo potenza che hanno in pochi visto che ala è pure leggero e i leggeri tendono ad avere profili potenza più distribuiti nel tempo. infatti vince e vincerà corse valverde style.


Defensor Froomey

Avatar utente
lemond
Messaggi: 10458
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Empoli

Re: Alejandro Valverde

Messaggio da leggere da lemond » lunedì 1 ottobre 2018, 17:41

ucci90 ha scritto:
lunedì 1 ottobre 2018, 15:32
Non serve neppure essere iscritti al forum per sapere che la Sanremo è una corsa tendenzialmente per ruote veloci, ma se un Nibali ha rischiato di vincerla prima di riuscirci davvero, beh tanto più avrebbe avuto chance uno con le caratteristiche di Valverde.
Su NIbali (e Colombo) ti ho già risposto
ucci90 ha scritto:
lunedì 1 ottobre 2018, 15:32
Poi non ho fatto un paragone sui palmares di Contador/Valverde/Purito, ho confutato la tesi per cui "agli spagnoli non importa del Giro" scrivendo che nel passato recente e non solo i migliori spagnoli hanno più che onorato il giro.
Allora mi spiego meglio: per uno come il Bagnino che non faceva le classiche il Giro ha un'importanza diversa rispetto all'Embatido nelle corse di un giorno, "appunto".


Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
i barbieri il lunedì
e il mitico Lopez, che lavora alla Coop,
... il martedì. :bll:

Winter
Messaggi: 13413
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Alejandro Valverde

Messaggio da leggere da Winter » lunedì 1 ottobre 2018, 18:20

dietzen ha scritto:
lunedì 1 ottobre 2018, 15:51
Winter ha scritto:
lunedì 1 ottobre 2018, 8:48
Perchè tutti , grosso modo , corrono come lui
di rimessa , attendista
stare a succhiare le ruote è diventato un pregio (purtroppo)

Ricordo una frase di credo Scarponi , durante un'intervista (tappone dolomitico) dire "Mancavano 3 km all'arrivo.. ho attaccato troppo presto.."
e sta frase l'han ripetuta e messa in pratica in tanti
ricordo bene quella frase di scarponi, e nel pezzo di cyclingnews sul dopo gara mi ci aveva giusto ripensare questa ancora più raggelante frase di bardet, dove spiegava che il capitano era ala "because he has an amazing one-minute effort", una incredibile prestazione su un minuto (!!!).
Bardet prima di passare pro
era un corridore iper offensivo
tra i pro..

D'altronde si vince correndo in quel modo
Ieri Valverde quanti metri ha fatto in testa ?



Winter
Messaggi: 13413
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Alejandro Valverde

Messaggio da leggere da Winter » lunedì 1 ottobre 2018, 18:22

lemond ha scritto:
lunedì 1 ottobre 2018, 10:23


Ma, secondo te, uno dovrebbe correre per perdere? Con te il discorso lo posso allargare e quindi ti dico che Allegri/Juventus/Dechamps insegnano che quel che conta è vincere e non "far spettacolo", a chi piace quest'ultimo ha altri mezzi per sodisfarsi, no? Per es. qualcuno vede il golf e la la palla a volo, non lo farà mica per lo spettacolo? :crazy: :diavoletto: :crazy:
La mia valutazione è differente dalla tua (vostra)
Ogni vittoria la valuto
Le vittorie in volata.. le apprezzo di meno
idem quelle senza prender vento in faccia
Valverde (e non solo) corre giustamente in quel modo
ma il mio modo di vedere (e apprezzare) il ciclismo è all'opposto



freire99
Messaggi: 20
Iscritto il: martedì 20 febbraio 2018, 18:39

Re: Alejandro Valverde

Messaggio da leggere da freire99 » lunedì 1 ottobre 2018, 19:21

In un’interivsta a Eurosport Valverde ha confermato che correrà in Lombardia in maglia iridata, e che nel 2019 correrà le grandi classiche in Belgio, il Giro e la Vuelta.



Avatar utente
lemond
Messaggi: 10458
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Empoli

Re: Alejandro Valverde

Messaggio da leggere da lemond » martedì 2 ottobre 2018, 8:13

Winter ha scritto:
lunedì 1 ottobre 2018, 18:22
La mia valutazione è differente dalla tua (vostra)
Ogni vittoria la valuto
Le vittorie in volata.. le apprezzo di meno
idem quelle senza prender vento in faccia
Valverde (e non solo) corre giustamente in quel modo
ma il mio modo di vedere (e apprezzare) il ciclismo è all'opposto
Così, tanto per chiarire, le vittorie dei velocisti non le considero quasi per niente, mi pare solo un modo diverso di affrontare il ciclismo su pista, che ha tutto il mio rispetto, ma non l'interesse.
Invece prendere vento in faccia mi pare da stupidi, se si può fare diversamente e ottenere più facilmente il risultato sperato. "Mutatis mutandis", ti fo un esempio calcistico di un paio di anni fa, che è congruente, perché riguarda la generosità/stupidità: Milan - Empoli, campionato di calcio 2016-'17, Levan Michelize era rientrato da alcune settimane, dopo anni di infortuni ripetuti e quasi da solo aveva contribuito con le sue reti a salvare "virtualmente" l'Empoli. E che fa a pochi minuti dalla fine, si butta (a centrocampo) a gamba tesa su un avversario, avendone la peggio e da quel giorno, ha ricominciato a giocare la settimana scorsa!
Infine è evidente che tu risenti, se n'è già parlato altrove, del "panache" francese e anch'io da più giovane lo facevo, ora invece mi entusiasmo solo per le vittorie e l'aver "meritato" domenica più del Parma, mi fa solo più arrabbiare!
P.S. A proposito, se vuoi venire a vedere l'Inter a Empoli, restando a dormire, prima di riaffrontare un viaggio così lungo di ritorno, questo è l'ultimo anno, perché da maggio prossimo, mi trasferisco a Firenze e da quattro camere da letto, si passerà a una soltanto, perché dai cinque/sei iniziali siamo rimasti in due. ;)


Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
i barbieri il lunedì
e il mitico Lopez, che lavora alla Coop,
... il martedì. :bll:

Avatar utente
GregLemond
Messaggi: 1332
Iscritto il: sabato 6 settembre 2014, 20:00

Re: Alejandro Valverde

Messaggio da leggere da GregLemond » martedì 2 ottobre 2018, 8:28

lemond ha scritto:
martedì 2 ottobre 2018, 8:13
Winter ha scritto:
lunedì 1 ottobre 2018, 18:22
La mia valutazione è differente dalla tua (vostra)
Ogni vittoria la valuto
Le vittorie in volata.. le apprezzo di meno
idem quelle senza prender vento in faccia
Valverde (e non solo) corre giustamente in quel modo
ma il mio modo di vedere (e apprezzare) il ciclismo è all'opposto
Così, tanto per chiarire, le vittorie dei velocisti non le considero quasi per niente, mi pare solo un modo diverso di affrontare il ciclismo su pista, che ha tutto il mio rispetto, ma non l'interesse.
Invece prendere vento in faccia mi pare da stupidi, se si può fare diversamente e ottenere più facilmente il risultato sperato. "Mutatis mutandis", ti fo un esempio calcistico di un paio di anni fa, che è congruente, perché riguarda la generosità/stupidità: Milan - Empoli, campionato di calcio 2016-'17, Levan Michelize era rientrato da alcune settimane, dopo anni di infortuni ripetuti e quasi da solo aveva contribuito con le sue reti a salvare "virtualmente" l'Empoli. E che fa a pochi minuti dalla fine, si butta (a centrocampo) a gamba tesa su un avversario, avendone la peggio e da quel giorno, ha ricominciato a giocare la settimana scorsa!
Infine è evidente che tu risenti, se n'è già parlato altrove, del "panache" francese e anch'io da più giovane lo facevo, ora invece mi entusiasmo solo per le vittorie e l'aver "meritato" domenica più del Parma, mi fa solo più arrabbiare!
P.S. A proposito, se vuoi venire a vedere l'Inter a Empoli, restando a dormire, prima di riaffrontare un viaggio così lungo di ritorno, questo è l'ultimo anno, perché da maggio prossimo, mi trasferisco a Firenze e da quattro camere da letto, si passerà a una soltanto, perché dai cinque/sei iniziali siamo rimasti in due. ;)
Quindi sei un "mezzo gobbo"?? :)



Avatar utente
lemond
Messaggi: 10458
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Empoli

Re: Alejandro Valverde

Messaggio da leggere da lemond » martedì 2 ottobre 2018, 10:16

GregLemond ha scritto:
martedì 2 ottobre 2018, 8:28
lemond ha scritto:
martedì 2 ottobre 2018, 8:13
Winter ha scritto:
lunedì 1 ottobre 2018, 18:22
La mia valutazione è differente dalla tua (vostra)
Ogni vittoria la valuto
Le vittorie in volata.. le apprezzo di meno
idem quelle senza prender vento in faccia
Valverde (e non solo) corre giustamente in quel modo
ma il mio modo di vedere (e apprezzare) il ciclismo è all'opposto
Così, tanto per chiarire, le vittorie dei velocisti non le considero quasi per niente, mi pare solo un modo diverso di affrontare il ciclismo su pista, che ha tutto il mio rispetto, ma non l'interesse.
Invece prendere vento in faccia mi pare da stupidi, se si può fare diversamente e ottenere più facilmente il risultato sperato. "Mutatis mutandis", ti fo un esempio calcistico di un paio di anni fa, che è congruente, perché riguarda la generosità/stupidità: Milan - Empoli, campionato di calcio 2016-'17, Levan Michelize era rientrato da alcune settimane, dopo anni di infortuni ripetuti e quasi da solo aveva contribuito con le sue reti a salvare "virtualmente" l'Empoli. E che fa a pochi minuti dalla fine, si butta (a centrocampo) a gamba tesa su un avversario, avendone la peggio e da quel giorno, ha ricominciato a giocare la settimana scorsa!
Infine è evidente che tu risenti, se n'è già parlato altrove, del "panache" francese e anch'io da più giovane lo facevo, ora invece mi entusiasmo solo per le vittorie e l'aver "meritato" domenica più del Parma, mi fa solo più arrabbiare!
P.S. A proposito, se vuoi venire a vedere l'Inter a Empoli, restando a dormire, prima di riaffrontare un viaggio così lungo di ritorno, questo è l'ultimo anno, perché da maggio prossimo, mi trasferisco a Firenze e da quattro camere da letto, si passerà a una soltanto, perché dai cinque/sei iniziali siamo rimasti in due. ;)
Quindi sei un "mezzo gobbo"?? :)
Da bambino ero per l'Inter di questa formazione Ghezzi, Vincenzi, Giacomazzi, Neri, Giovannini, Nesti, Armano, Mazza, Lorenzi Skoglund e Nyers, proprio perché il grassettato aveva giocato prima nell'Empoli. Poi, dopo che hanno venduto Boninsegna sono stato un po' per tutte le squadre, secondo giocatori o allenatori. Attualmente sono in ordine: Empoli, P.S.G. O.M. Inter, Real, Samp, Napoli e contro la Juve e Atletico. ;) Quest'anno c'è stato il ribaltamento Juve/Napoli, perché l'anno scorso tifavo per la prima e ero assolutamente contro la seconda! :D Stesso discorso nel ciclismo, a parte L'Embatido che mi è sempre piaciuto, prima di essere "versus" sono stato pro Bamboccione, Bussolotto, Bagnino e Buzzurro. :)


Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
i barbieri il lunedì
e il mitico Lopez, che lavora alla Coop,
... il martedì. :bll:

AntiGazza
Messaggi: 1162
Iscritto il: venerdì 15 aprile 2011, 12:23

Re: Alejandro Valverde

Messaggio da leggere da AntiGazza » martedì 2 ottobre 2018, 10:26

lemond ha scritto:
martedì 2 ottobre 2018, 10:16
GregLemond ha scritto:
martedì 2 ottobre 2018, 8:28
lemond ha scritto:
martedì 2 ottobre 2018, 8:13


Così, tanto per chiarire, le vittorie dei velocisti non le considero quasi per niente, mi pare solo un modo diverso di affrontare il ciclismo su pista, che ha tutto il mio rispetto, ma non l'interesse.
Invece prendere vento in faccia mi pare da stupidi, se si può fare diversamente e ottenere più facilmente il risultato sperato. "Mutatis mutandis", ti fo un esempio calcistico di un paio di anni fa, che è congruente, perché riguarda la generosità/stupidità: Milan - Empoli, campionato di calcio 2016-'17, Levan Michelize era rientrato da alcune settimane, dopo anni di infortuni ripetuti e quasi da solo aveva contribuito con le sue reti a salvare "virtualmente" l'Empoli. E che fa a pochi minuti dalla fine, si butta (a centrocampo) a gamba tesa su un avversario, avendone la peggio e da quel giorno, ha ricominciato a giocare la settimana scorsa!
Infine è evidente che tu risenti, se n'è già parlato altrove, del "panache" francese e anch'io da più giovane lo facevo, ora invece mi entusiasmo solo per le vittorie e l'aver "meritato" domenica più del Parma, mi fa solo più arrabbiare!
P.S. A proposito, se vuoi venire a vedere l'Inter a Empoli, restando a dormire, prima di riaffrontare un viaggio così lungo di ritorno, questo è l'ultimo anno, perché da maggio prossimo, mi trasferisco a Firenze e da quattro camere da letto, si passerà a una soltanto, perché dai cinque/sei iniziali siamo rimasti in due. ;)
Quindi sei un "mezzo gobbo"?? :)
Da bambino ero per l'Inter di questa formazione Ghezzi, Vincenzi, Giacomazzi, Neri, Giovannini, Nesti, Armano, Mazza, Lorenzi Skoglund e Nyers, proprio perché il grassettato aveva giocato prima nell'Empoli. Poi, dopo che hanno venduto Boninsegna sono stato un po' per tutte le squadre, secondo giocatori o allenatori. Attualmente sono in ordine: Empoli, P.S.G. O.M. Inter, Real, Samp, Napoli e contro la Juve e Atletico. ;) Quest'anno c'è stato il ribaltamento Juve/Napoli, perché l'anno scorso tifavo per la prima e ero assolutamente contro la seconda! :D Stesso discorso nel ciclismo, a parte L'Embatido che mi è sempre piaciuto, prima di essere "versus" sono stato pro Bamboccione, Bussolotto, Bagnino e Buzzurro. :)
Bagino e bussolotto sono Contador e Cavendish
ma gli altri due?
Immagino Cunego e Sagan, ed in caso mi spiegheresti il perchè di tali soprannomi che sono curioso ? :D



Merlozoro
Messaggi: 5667
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:47
Località: Trento

Re: Alejandro Valverde

Messaggio da leggere da Merlozoro » martedì 2 ottobre 2018, 12:14

freire99 ha scritto:
lunedì 1 ottobre 2018, 19:21
In un’interivsta a Eurosport Valverde ha confermato che correrà in Lombardia in maglia iridata, e che nel 2019 correrà le grandi classiche in Belgio, il Giro e la Vuelta.
Bello vederlo al Giro in maglia iridata (mancava da un po') :clap:
Winter ha scritto:
lunedì 1 ottobre 2018, 18:20

D'altronde si vince correndo in quel modo
Ieri Valverde quanti metri ha fatto in testa ?
Direi che dopo lo scollinamento ha fatto quasi tutto lui per portare l'azione decisiva al traguardo.
Ha rilanciato subito nel falsopiano dopo il muro, in discesa era sempre davanti e gli ultimi 1500 metri li ha fatti davanti.

Prima non era troppo indicato prendere vento in faccia. L'unico che ha preso l'iniziativa a 20 km dalla fine e che ha resistito è Gianni, nonostante le energie sprecate in precedenza.


2018: classifica generale L'ALTRO circuito 1000

Avatar utente
lemond
Messaggi: 10458
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Empoli

Re: Alejandro Valverde

Messaggio da leggere da lemond » martedì 2 ottobre 2018, 13:22

AntiGazza ha scritto:
martedì 2 ottobre 2018, 10:26
Bagnino e bussolotto sono Contador e Cavendish
ma gli altri due?
Immagino Cunego e Sagan, ed in caso mi spiegheresti il perché di tali soprannomi che sono curioso ? :D
Hai immaginato bene e la spiegazione è semplice, se hai sentito parlare Sagan e/o ti ricordi dei suoi vizietti con le ragazze all'arrivo. :D
Quanto a Cuneghin, mi pare il tipico bravo ragazzo un po' tonto di buona famiglia, che, in teoria, non farebbe male a una mosca. ;)

P.S. Mi ero dato un imperativo kantiano: i soprannomi dovevano cominciare tutti con la B come il Bagnino (che ovviamente non è mio).


Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
i barbieri il lunedì
e il mitico Lopez, che lavora alla Coop,
... il martedì. :bll:

Avatar utente
Felice
Messaggi: 917
Iscritto il: lunedì 31 ottobre 2011, 15:04

Re: Alejandro Valverde

Messaggio da leggere da Felice » martedì 2 ottobre 2018, 14:50

lemond ha scritto:
martedì 2 ottobre 2018, 8:13
Winter ha scritto:
lunedì 1 ottobre 2018, 18:22
La mia valutazione è differente dalla tua (vostra)
Ogni vittoria la valuto
Le vittorie in volata.. le apprezzo di meno
idem quelle senza prender vento in faccia
Valverde (e non solo) corre giustamente in quel modo
ma il mio modo di vedere (e apprezzare) il ciclismo è all'opposto
Così, tanto per chiarire, le vittorie dei velocisti non le considero quasi per niente, mi pare solo un modo diverso di affrontare il ciclismo su pista, che ha tutto il mio rispetto, ma non l'interesse.
Invece prendere vento in faccia mi pare da stupidi, se si può fare diversamente e ottenere più facilmente il risultato sperato.
Un po' di anni fa, un noto personaggio (credo fosse Gianni Brera, ma mi posso sbagliare) sosteneva che una partita di calcio perfetta deve finire 0-0. Eccellente organizzazione tattica e assenza di errori da una parte e dall'altra. Una partita che finisce 4-3, come la celebre Italia-Germania dei mondiali del '70, è una partita pessima, in quanto infarcita di errori degli uni e degli altri.

Ecco augurarsi ed ammirare una vittoria di Valverde in una gara ciclistica è come augurarsi ed ammirare uno 0-0 in una partita di calcio.



Avatar utente
il_panta
Messaggi: 2896
Iscritto il: lunedì 21 maggio 2012, 13:39

Re: Alejandro Valverde

Messaggio da leggere da il_panta » martedì 2 ottobre 2018, 15:02

Volevi dire una frase a effetto o è una vera analogia?
Comunque la partita di calcio più bella che ricordi recentemente è un Napoli-Juve (o il contrario) vinta dalla Juve negli ultimi minuti con un gol di Zaza. Senza quel gol sarebbe stata comunque una partita stupenda.



Filarete
Messaggi: 216
Iscritto il: mercoledì 20 maggio 2015, 21:46

Re: Alejandro Valverde

Messaggio da leggere da Filarete » martedì 2 ottobre 2018, 15:50

Uno che 13 anni fa batteva Armstrong in una tappa al Tour, contendeva gare a Bettini e Freire e che oggi riesce ad indossare per la prima volta la maglia iridata è da considerare un patrimonio del ciclismo.



Avatar utente
Divanista
Messaggi: 312
Iscritto il: lunedì 16 aprile 2018, 14:21

Re: Alejandro Valverde

Messaggio da leggere da Divanista » martedì 2 ottobre 2018, 16:16

Filarete ha scritto:
martedì 2 ottobre 2018, 15:50
Uno che 13 anni fa batteva Armstrong in una tappa al Tour, contendeva gare a Bettini e Freire e che oggi riesce ad indossare per la prima volta la maglia iridata è da considerare un patrimonio del ciclismo.
:clap:


Ecco la mia presentazione. :carta:


Rispondi