La crisi del ciclismo italiano

Il mondo dei professionisti tra gare e complessità, e più in generale l'approccio al ciclismo di ogni appassionato
Fedaia
Messaggi: 1951
Iscritto il: sabato 11 giugno 2016, 19:18

Re: La crisi del ciclismo italiano

Messaggio da leggere da Fedaia » martedì 6 ottobre 2020, 8:33

Concordo con chi afferma che i tanti vituperati Simoni, Gotti, Savoldelli avrebbero battuto in terra italica molti dei tanto sopravvalutati paggetti da podio dei Tour..
Specifico in terra italica, proprio perche’ le caratteristiche di percorso e ritmo del Giro mal si appaiavano con quelle della Grande Boucle..
A parte Basso, abbiamo visto come i nostri faticassero poi al Tour..arrivando pressoche’ sfiancati alla prima montagna.



Salvatore77
Messaggi: 4948
Iscritto il: domenica 9 gennaio 2011, 19:14

Re: La crisi del ciclismo italiano

Messaggio da leggere da Salvatore77 » mercoledì 7 ottobre 2020, 7:55

Mentre Fabbro con una gran gamba è al servizio di altri, un belga di 23 anni è quinto nella generale, libero di fare la sua corsa.
Chissà cosa ne uscirà fuori, ma sull'Etna ha fatto una bella prova.


1° Tour de France 2018

pietro
Messaggi: 6966
Iscritto il: mercoledì 18 marzo 2020, 19:32

Re: La crisi del ciclismo italiano

Messaggio da leggere da pietro » mercoledì 7 ottobre 2020, 13:47

Salvatore77 ha scritto:
mercoledì 7 ottobre 2020, 7:55
Mentre Fabbro con una gran gamba è al servizio di altri, un belga di 23 anni è quinto nella generale, libero di fare la sua corsa.
Chissà cosa ne uscirà fuori, ma sull'Etna ha fatto una bella prova.
Bagioli ha fatto bene ad andare in Deceuninck



Stylus
Messaggi: 1439
Iscritto il: giovedì 28 aprile 2011, 12:03

Re: La crisi del ciclismo italiano

Messaggio da leggere da Stylus » mercoledì 7 ottobre 2020, 13:58

Salvatore77 ha scritto:
mercoledì 7 ottobre 2020, 7:55
Mentre Fabbro con una gran gamba è al servizio di altri, un belga di 23 anni è quinto nella generale, libero di fare la sua corsa.
Chissà cosa ne uscirà fuori, ma sull'Etna ha fatto una bella prova.
Va detto che nella Lotto c'è pure Oldani, che di anni ne ha 22 e che è italiano, ma di minuti ne ha presi 25 sull'Etna e se non sbaglio è uno scalatore. La squadra conta fino ad un certo punto.



Lopi90
Messaggi: 1409
Iscritto il: martedì 31 maggio 2011, 12:15

Re: La crisi del ciclismo italiano

Messaggio da leggere da Lopi90 » mercoledì 7 ottobre 2020, 14:17

Stylus ha scritto:
mercoledì 7 ottobre 2020, 13:58
Salvatore77 ha scritto:
mercoledì 7 ottobre 2020, 7:55
Mentre Fabbro con una gran gamba è al servizio di altri, un belga di 23 anni è quinto nella generale, libero di fare la sua corsa.
Chissà cosa ne uscirà fuori, ma sull'Etna ha fatto una bella prova.
Va detto che nella Lotto c'è pure Oldani, che di anni ne ha 22 e che è italiano, ma di minuti ne ha presi 25 sull'Etna e se non sbaglio è uno scalatore. La squadra conta fino ad un certo punto.
Oldani è un passista veloce, non penso che i minuti che ha preso sull'Etna facciano testo.
In volata il giorno dopo è arrivato nei 10.



Basso
Messaggi: 16326
Iscritto il: sabato 21 maggio 2011, 18:03
Località: Vicenza

Re: La crisi del ciclismo italiano

Messaggio da leggere da Basso » mercoledì 7 ottobre 2020, 14:19

Stylus ha scritto:
mercoledì 7 ottobre 2020, 13:58
Va detto che nella Lotto c'è pure Oldani, che di anni ne ha 22 e che è italiano, ma di minuti ne ha presi 25 sull'Etna e se non sbaglio è uno scalatore. La squadra conta fino ad un certo punto.
Stefano Oldani è, al momento, un corridore senza una precisa specializzazione dato che è molto veloce (sesto ieri a Villafranca Tirrena o quinto a febbraio a Palma dietro a Moschetti, Ackermann, Pasqualon e Capiot) e tiene bene in salita (questo soprattutto tra gli under). Scalatore puro non credo lo diventerà mai, però sono curioso di capire nel prossimo biennio come si orienterà.


11 Vuelta 7-Prato
12 Appennino-Japan
13 Giro 9-CN ITA-Vuelta 20-Sabatini
14 Vasco-Dauphiné-Tour 3-Tour 21-Pologne-Tre Valli
15 Laigueglia-Escaut-Giro 2-Giro 18-Giro GC-Tour 13-Fourmies
16 Nice-Vuelta 12
17 Frankfurt-Tour 11-Vuelta 16-Chrono
18 Bianche-DePanne-Romandie-Köln-Piemonte-Chrono
19 Nice-Turkey-Portugal-Vuelta 10
20 Plouay-Toscana

Avatar utente
nino58
Messaggi: 12387
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: La crisi del ciclismo italiano

Messaggio da leggere da nino58 » mercoledì 7 ottobre 2020, 17:22

Dopo quello che abbiamo visto oggi, dite che questo 3d andrà in disuso oppure è ancora presto per dirlo ?


Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!

Salvatore77
Messaggi: 4948
Iscritto il: domenica 9 gennaio 2011, 19:14

Re: La crisi del ciclismo italiano

Messaggio da leggere da Salvatore77 » mercoledì 7 ottobre 2020, 18:51

Stylus ha scritto:
mercoledì 7 ottobre 2020, 13:58
Salvatore77 ha scritto:
mercoledì 7 ottobre 2020, 7:55
Mentre Fabbro con una gran gamba è al servizio di altri, un belga di 23 anni è quinto nella generale, libero di fare la sua corsa.
Chissà cosa ne uscirà fuori, ma sull'Etna ha fatto una bella prova.
Va detto che nella Lotto c'è pure Oldani, che di anni ne ha 22 e che è italiano, ma di minuti ne ha presi 25 sull'Etna e se non sbaglio è uno scalatore. La squadra conta fino ad un certo punto.
La squadra conta nel senso che se un tuo compagno è più forte di te, devi lavorare per lui. Fabbro deve lavorare.


1° Tour de France 2018

Avatar utente
Celun
Messaggi: 2996
Iscritto il: martedì 8 febbraio 2011, 18:05

Re: La crisi del ciclismo italiano

Messaggio da leggere da Celun » giovedì 15 ottobre 2020, 19:01

-due tappe mosse, per fughe(tortoreto e cesenatico)
-diciamo abb adatte ad alcuni dei nostri
-45 italiani su 144 al via

miglior risultato,
nono pozzovivo a tortoreto.
undicesimo masnada a cesenatico

desolante vedere le top 10 vuote di :italia:

vabbè viva il ciclismo
e speriamo che Ganna abbia tenuto la gamba per darci almeno un'altra tappa tra valdobbiadene e milano...



Avatar utente
Walter_White
Messaggi: 15832
Iscritto il: mercoledì 23 marzo 2016, 18:01

Re: La crisi del ciclismo italiano

Messaggio da leggere da Walter_White » giovedì 15 ottobre 2020, 19:49

Celun ha scritto:
giovedì 15 ottobre 2020, 19:01
-due tappe mosse, per fughe(tortoreto e cesenatico)
-diciamo abb adatte ad alcuni dei nostri
-45 italiani su 144 al via

miglior risultato,
nono pozzovivo a tortoreto.
undicesimo masnada a cesenatico

desolante vedere le top 10 vuote di :italia:

vabbè viva il ciclismo
e speriamo che Ganna abbia tenuto la gamba per darci almeno un'altra tappa tra valdobbiadene e milano...
Desolante

Vediamo domenica in terra fiamminga se va meglio


FCC 2019/20: rit.
FCC 2018/19: 1°; Superprestige; Gran Combinata
FCC 2017/18: 3°; Trofeo dei titoli; Campionato Europeo Donne Elite, Campionato del Mondo Donne Elite, ROTY

Avatar utente
Celun
Messaggi: 2996
Iscritto il: martedì 8 febbraio 2011, 18:05

Re: La crisi del ciclismo italiano

Messaggio da leggere da Celun » venerdì 16 ottobre 2020, 5:44

4 volate in 10 tappe(esclusa la crono a palermo)

top 10 ma anche top 6 non proprio mondiali/blindate.
nella prima ha fatto quarto Vendrame, nel piattone di brindisi quarto Swift.
Fiorelli ha marcato due top 10.

si può dire che il Conte ha fatto una mezza cappellata a non portare un velocista? :D :diavoletto:

hai Pacioni, Belletti e Gavazzi in squadra, quindi puoi scegliere il più in palla.
li lasci con due/tre compagni a scortarlo, quindi gli altri possono provare pure la fuga.
per pacioni un risultato sulla falsariga di oldani(un sesto un ottavo) ci poteva stare.
belletti poteva fare anche meglio, centrando magari una top5.
gavazzi era il meno velocista dei tre ma a matera poteva fare bene, e poi cercare fughe in tappe mosse.

Scinto?
avesse avuto sotto mano un Mareczko ad urlargli dietro con la verve del twitter di oggi in albergo,
non dico che ci scappava uno scalpo al Demarè, ma un bel podio di tappa arrivava..

i Bardiani han portato Lonardi(due undicesemi)
lasciando fuori Benfatto>(mai fatto un Giro) e Pelucchi che a dire il vero avevano mostrato una forma scadente,
ma poi a centrare due noni posti ci ha pensato pippo fiorelli ;)
quasi quasi rimpiango un Simion.. :( :(



Avatar utente
jerrydrake
Messaggi: 6334
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 12:14

Re: La crisi del ciclismo italiano

Messaggio da leggere da jerrydrake » lunedì 19 ottobre 2020, 11:48

Ieri ha messo un punto fermo sulla questione. Non sono di certo le prestazioni di un 36enne e di un 37enne a cambiare il giudizio, ma il 16° posto del primo italiano al Fiandre che, pur dimostrandosi un buon corridore, non è certo in grado di reggere il movimento nelle gare in linea, l'11° di Masnada che anche in un Giro di scarsa qualità dimostra che in salita è discreto e nulla più, e il vedere (vecchi a parte) nessun altro all'arrivo nei primi 5' e il solo Fabbro entro i 10'. Ci fosse stata la Jumbo del Tour avremmo visto il primo italiano a mezzora? Poteva esserci il canto del cigno dei vecchi, ma il nuovo che avanza è poca roba, come andare a giocarsi la Champions col Crotone. Cambieranno le cose con il rientro in piena forma di Ciccone e Formolo? Ne dubito.



nikybo85
Messaggi: 3818
Iscritto il: mercoledì 23 agosto 2017, 0:06

Re: La crisi del ciclismo italiano

Messaggio da leggere da nikybo85 » lunedì 19 ottobre 2020, 13:09

Come valutate la fuga di Battistella al Fiandre?..e la sua prima stagione da pro' in generale?
Fino a qualche anno fa' un neo pro in fuga al Fiandre sarebbe già stata cosa notevole, in questi ultimi anni tanti neo pro si sono perfino mostrati vincenti..però in uno svolgimento di carriera normale potrebbe anche non esser stata una stagione deficitaria.



Avatar utente
nino58
Messaggi: 12387
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: La crisi del ciclismo italiano

Messaggio da leggere da nino58 » lunedì 19 ottobre 2020, 23:04

nikybo85 ha scritto:
lunedì 19 ottobre 2020, 13:09
Come valutate la fuga di Battistella al Fiandre?..e la sua prima stagione da pro' in generale?
Fino a qualche anno fa' un neo pro in fuga al Fiandre sarebbe già stata cosa notevole, in questi ultimi anni tanti neo pro si sono perfino mostrati vincenti..però in uno svolgimento di carriera normale potrebbe anche non esser stata una stagione deficitaria.
La fuga "del mattino", anche se al Fiandre, è poco valutabile in termini di prospettiva.
Il corridore mi pare di buon valore, il problema è che i nostri neopro è da un po' che non sfondano.


Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!

Avatar utente
Pafer1
Messaggi: 1028
Iscritto il: venerdì 19 settembre 2014, 20:54

Re: La crisi del ciclismo italiano

Messaggio da leggere da Pafer1 » giovedì 22 ottobre 2020, 16:46

Se Nibali e Masnada non dovessero agguantare il quinto posto finale in generale, questo sarebbe per gli italiani il peggior Giro della storia.
Nel 1972, 1987 e 2018 si ebbero i peggiori piazzamenti dei primi italiani, appunto il quinto posto.



Winter
Messaggi: 16845
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: La crisi del ciclismo italiano

Messaggio da leggere da Winter » giovedì 22 ottobre 2020, 21:09

Purtroppo era inevitabile
Non c è ricambio generazionale da una decina d anni
Prima o poi nibali non avrebbe più salvato la baracca

Nei primi 20
Con il solo masnada under 35

C va un miracolo per arrivare 5



Rispondi