UCI World Tour 2018

Il mondo dei professionisti tra gare e complessità, e più in generale l'approccio al ciclismo di ogni appassionato
14juillet
Messaggi: 1211
Iscritto il: martedì 25 gennaio 2011, 20:44
Località: Napoli

Re: UCI World Tour 2018

Messaggio da leggereda 14juillet » martedì 19 settembre 2017, 18:12

6 nei grandi giri mi sembra troppo. Potrebbe andar bene così, vedremo.


Fantaciclismo:
2012: Bronzo Giochi Olimpici Londra 2012 -cronometro
2013: Vuelta a España, 11a tappa.
2015: Vuelta a España, 7a tappa; 11a tappa; 13a tappa.
2016: Paris-Roubaix; Flèche Wallonne.
2017: Tour de Suisse; Tour de France: 17a tappa.

Davide


Avatar utente
Spartacus
Messaggi: 2379
Iscritto il: sabato 22 gennaio 2011, 18:36

Re: UCI World Tour 2018

Messaggio da leggereda Spartacus » martedì 19 settembre 2017, 18:21

secondo voi questa riduzione di corridori da impiegare nelle corse WT potrebbe comportare una diminuzione di 1-2 corridori per squadra nelle varie rose? alla fine verranno a mancare circa 150 giorni di corsa da assegnare a qualcuno, tra GG e corse varie



Avatar utente
lambohbk
Messaggi: 985
Iscritto il: giovedì 13 ottobre 2016, 22:27

Re: UCI World Tour 2018

Messaggio da leggereda lambohbk » martedì 19 settembre 2017, 18:42

Secondo me con 6 sarebbe un'esagerazione. Le squadre di classifica dovrebbero centellinare al massimo le energie e finirebbero per lasciar andare quasi sempre la fuga in tutte le tappe importanti.

Poi se una squadra dovesse perdere 2 corridori, cosa che può assolutamente capitare, finirebbe per correre in 4.


Per chi tifi? Per gli italiani

FC 2017: Dwars Door Vlaanderen, Tre Giorni di La Panne, Giro dei Paesi Baschi, Vuelta España - Combinata, Japan Cup

Basso
Messaggi: 11788
Iscritto il: sabato 21 maggio 2011, 17:03
Località: Vicenza

Re: UCI World Tour 2018

Messaggio da leggereda Basso » martedì 19 settembre 2017, 18:46

Spartacus ha scritto:secondo voi questa riduzione di corridori da impiegare nelle corse WT potrebbe comportare una diminuzione di 1-2 corridori per squadra nelle varie rose? alla fine verranno a mancare circa 150 giorni di corsa da assegnare a qualcuno, tra GG e corse varie

Sì, sarà senza dubbio così. Alcune squadre (Quick Step in testa) non hanno fatto mistero di tal scelta. Tutto si sarebbe potuto risolvere non introducendo l'assurdo limite dei 176 corridori, ma lasciando libertà agli organizzatori entro i 200 posti. Così avresti finalmente rilanciato e dato un senso alla categoria Professional, con uno (se non due) team in più per grande giro e due (e talvolta anche tre/quattro, in base alle scelte dell'organizzatore) team in più nelle corse a tappe e nelle prove di un giorno (in questa categoria di gare io avrei messo subito il limite a 6).


11: Vuelta7, Prato
12: Appennino, JapanCup
13: Giro9, ITA RR, Vuelta20, Sabatini
14: Vasco, Dauphiné, Tour3, Tour21, Polonia, TreValli
15: Laigueglia, Escaut, Giro2, Giro18, Giro, Tour13, Fourmies
16: Nice, Vuelta12
17: Frankfurt, Tour11, Vuelta16, Chrono

Avatar utente
Subsonico
Messaggi: 5429
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:13

Re: UCI World Tour 2018

Messaggio da leggereda Subsonico » martedì 19 settembre 2017, 19:23

Basso ha scritto:
Spartacus ha scritto:secondo voi questa riduzione di corridori da impiegare nelle corse WT potrebbe comportare una diminuzione di 1-2 corridori per squadra nelle varie rose? alla fine verranno a mancare circa 150 giorni di corsa da assegnare a qualcuno, tra GG e corse varie

Sì, sarà senza dubbio così. Alcune squadre (Quick Step in testa) non hanno fatto mistero di tal scelta. Tutto si sarebbe potuto risolvere non introducendo l'assurdo limite dei 176 corridori, ma lasciando libertà agli organizzatori entro i 200 posti. Così avresti finalmente rilanciato e dato un senso alla categoria Professional, con uno (se non due) team in più per grande giro e due (e talvolta anche tre/quattro, in base alle scelte dell'organizzatore) team in più nelle corse a tappe e nelle prove di un giorno (in questa categoria di gare io avrei messo subito il limite a 6).



Assurdo...avere mezzi di 25 squadre anzichè 22 con lo stesso numero di corridori non mi sembra una grande idea


VINCITORE DEL FANTATOUR 2016 SUL CAMPO: certe fantaclassifiche verranno riscritte...

"Stufano è un Peter Sagan che ha smesso di sognare (E.Vittone) "


Basso
Messaggi: 11788
Iscritto il: sabato 21 maggio 2011, 17:03
Località: Vicenza

Re: UCI World Tour 2018

Messaggio da leggereda Basso » martedì 19 settembre 2017, 22:18

Subsonico ha scritto:
Basso ha scritto:
Spartacus ha scritto:secondo voi questa riduzione di corridori da impiegare nelle corse WT potrebbe comportare una diminuzione di 1-2 corridori per squadra nelle varie rose? alla fine verranno a mancare circa 150 giorni di corsa da assegnare a qualcuno, tra GG e corse varie

Sì, sarà senza dubbio così. Alcune squadre (Quick Step in testa) non hanno fatto mistero di tal scelta. Tutto si sarebbe potuto risolvere non introducendo l'assurdo limite dei 176 corridori, ma lasciando libertà agli organizzatori entro i 200 posti. Così avresti finalmente rilanciato e dato un senso alla categoria Professional, con uno (se non due) team in più per grande giro e due (e talvolta anche tre/quattro, in base alle scelte dell'organizzatore) team in più nelle corse a tappe e nelle prove di un giorno (in questa categoria di gare io avrei messo subito il limite a 6).



Assurdo...avere mezzi di 25 squadre anzichè 22 con lo stesso numero di corridori non mi sembra una grande idea


Posto che in alcune prove World Tour hai già 25 squadre al via, in un eventuale grande giro il problema sarebbe avere 24 squadre e non 22, quindi quattro ammiraglie in più? Tagli alcune delle inutili auto degli invitati, e il gioco è fatto. Non mi sembra complicato.


11: Vuelta7, Prato
12: Appennino, JapanCup
13: Giro9, ITA RR, Vuelta20, Sabatini
14: Vasco, Dauphiné, Tour3, Tour21, Polonia, TreValli
15: Laigueglia, Escaut, Giro2, Giro18, Giro, Tour13, Fourmies
16: Nice, Vuelta12
17: Frankfurt, Tour11, Vuelta16, Chrono

CicloSprint
Messaggi: 5322
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:49

Re: UCI World Tour 2018

Messaggio da leggereda CicloSprint » mercoledì 20 settembre 2017, 8:04

UCI. UFFICIALE IL CALENDARIO WORLDTOUR 2018

http://www.tuttobiciweb.it/2017/09/20/1 ... ttobiciweb



Basso
Messaggi: 11788
Iscritto il: sabato 21 maggio 2011, 17:03
Località: Vicenza

Re: UCI World Tour 2018

Messaggio da leggereda Basso » mercoledì 20 settembre 2017, 8:57

Caro Alessandro, il calendario del World Tour 2018 è stato ufficializzato lo scorso 22 giugno http://www.cicloweb.it/2017/06/22/uci-novita-consiglio-ciclismo-professionistico/

90 giorni di ritardo, dunque, per qualcuno. (Per precisazione, nel corso di questa e della prossima settimana verranno ufficializzati i calendari dei circuiti continentali, questi ancora solo in bozza)


11: Vuelta7, Prato
12: Appennino, JapanCup
13: Giro9, ITA RR, Vuelta20, Sabatini
14: Vasco, Dauphiné, Tour3, Tour21, Polonia, TreValli
15: Laigueglia, Escaut, Giro2, Giro18, Giro, Tour13, Fourmies
16: Nice, Vuelta12
17: Frankfurt, Tour11, Vuelta16, Chrono

Stylus
Messaggi: 583
Iscritto il: giovedì 28 aprile 2011, 11:03

Re: UCI World Tour 2018

Messaggio da leggereda Stylus » mercoledì 20 settembre 2017, 9:23

Il taglio dei corridori per squadra è stato unicamente giustificato da motivi di sicurezza derivanti dalla riduzione dei corridori complessivi.
Sebbene sia dubbioso sul fatto che ci saranno veramente dei miglioramenti dal punto di vista della sicurezza, mi pare scontato che ciò non implica avere più squadre, altrimenti avremmo sempre duecento corridori complessivi e la giustificazione data dall'UCI non avrebbe senso



CicloSprint
Messaggi: 5322
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:49

Re: UCI World Tour 2018

Messaggio da leggereda CicloSprint » mercoledì 20 settembre 2017, 9:26

E meno male che il Lombardia torna là dove doveva essere il secondo sabato d'ottobre.

L' anno prossimo prossimo torna la Milano-Sanremo femminile ?



Basso
Messaggi: 11788
Iscritto il: sabato 21 maggio 2011, 17:03
Località: Vicenza

Re: UCI World Tour 2018

Messaggio da leggereda Basso » mercoledì 20 settembre 2017, 9:54

Stylus ha scritto:Il taglio dei corridori per squadra è stato unicamente giustificato da motivi di sicurezza derivanti dalla riduzione dei corridori complessivi.
Sebbene sia dubbioso sul fatto che ci saranno veramente dei miglioramenti dal punto di vista della sicurezza, mi pare scontato che ciò non implica avere più squadre, altrimenti avremmo sempre duecento corridori complessivi e la giustificazione data dall'UCI non avrebbe senso

Prove del World Tour che, quest'anno, avevano al via 25 squadre (e 200 corridori, salvo qualche defezione di un paio di unità): Omloop Het Nieuwsblad, Milano-Sanremo, Volta a Catalunya, Dwars door Vlaanderen, E3 Harelbeke, Gent-Wevelgem, Ronde van Vlaanderen, Paris-Roubaix, Flèche Walonne, Liège-Bastogne-Liège, Bretagne Classic, Il Lombardia. Quindi 11 su 20 delle gare di un giorno, comprese le 5 monumento.
Ora con le medesime condizioni al via ci saranno 175 partenti: cambierebbe il discorso sicurezza se al posto di 25 squadre per 175 partenti ce ne fossero 27 per 189 partenti? Secondo me no.

La soluzione a mio avviso più logica era quella di mettere 6 elementi per ogni prova World Tour, grandi giri esclusi: così fino a 30 squadre e 180 corridori al via in ogni gara, rilanciando le Professional e dando più incentivi a nuovi soggetti (o anche a Continental) di diventare squadre organizzate, aumentando l'attrattività per gli sponsor.


11: Vuelta7, Prato
12: Appennino, JapanCup
13: Giro9, ITA RR, Vuelta20, Sabatini
14: Vasco, Dauphiné, Tour3, Tour21, Polonia, TreValli
15: Laigueglia, Escaut, Giro2, Giro18, Giro, Tour13, Fourmies
16: Nice, Vuelta12
17: Frankfurt, Tour11, Vuelta16, Chrono

Avatar utente
nino58
Messaggi: 7803
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: UCI World Tour 2018

Messaggio da leggereda nino58 » mercoledì 20 settembre 2017, 11:44

Stylus ha scritto:Il taglio dei corridori per squadra è stato unicamente giustificato da motivi di sicurezza derivanti dalla riduzione dei corridori complessivi.
Sebbene sia dubbioso sul fatto che ci saranno veramente dei miglioramenti dal punto di vista della sicurezza, mi pare scontato che ciò non implica avere più squadre, altrimenti avremmo sempre duecento corridori complessivi e la giustificazione data dall'UCI non avrebbe senso


Soprattutto avremmo lo stesso numero di corridori ma più auto al seguito.


Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!

Avatar utente
Slegar
Messaggi: 3802
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:49

Re: UCI World Tour 2018

Messaggio da leggereda Slegar » martedì 26 settembre 2017, 12:08

Notizia passata sottotraccia, ma importante soprattutto per gli organizzatori sempre a caccia di dindi; dal 1.1.2022 saranno proibite le strutture gonfiabili lungo il percorso se non sulla linea di partenza, mentre dall'1.1.2018 al 31.12.2021 sarà possibile posizionarle sulla linea di partenza, all'ultimo chilometro e sulla linea d'arrivo:
http://www.uci.ch/mm/Document/News/Rule ... nglish.PDF



Avatar utente
Fabian von Paterberg
Messaggi: 851
Iscritto il: martedì 9 agosto 2016, 13:29
Località: Passo tre termini

Re: UCI World Tour 2018

Messaggio da leggereda Fabian von Paterberg » martedì 26 settembre 2017, 13:03

Slegar ha scritto:Notizia passata sottotraccia, ma importante soprattutto per gli organizzatori sempre a caccia di dindi; dal 1.1.2022 saranno proibite le strutture gonfiabili lungo il percorso se non sulla linea di partenza, mentre dall'1.1.2018 al 31.12.2021 sarà possibile posizionarle sulla linea di partenza, all'ultimo chilometro e sulla linea d'arrivo:
http://www.uci.ch/mm/Document/News/Rule ... nglish.PDF


Yates ringrazia :diavoletto:


2016 argento ITT Doha
2017 Tour de France a tempo

maurofacoltosi
Messaggi: 1021
Iscritto il: mercoledì 15 dicembre 2010, 12:23
Località: Vedano Olona (Va)
Contatta:

Re: UCI World Tour 2018

Messaggio da leggereda maurofacoltosi » martedì 26 settembre 2017, 15:03

Sullo stesso regolamento si legge una nuova norma: chi si attacca all'ammiraglia o passa sotto le barriere dei passaggi a livello oltre all'esplusione rischia un mese di sospensione


Mauro Facoltosi
www.ilciclismo.it

maurofacoltosi
Messaggi: 1021
Iscritto il: mercoledì 15 dicembre 2010, 12:23
Località: Vedano Olona (Va)
Contatta:

Re: UCI World Tour 2018

Messaggio da leggereda maurofacoltosi » martedì 26 settembre 2017, 15:21

Una nuova regola introdotta dal 2018: durante la prima tappa di una corsa il vincitore dell'edizione precedente non potrà indossare la maglia di leader. Quindi, per esempio, se sarà presente al via da Gerusalemme Dumoulin non potrà vestire la maglia rosa nella cronometro.


Mauro Facoltosi
www.ilciclismo.it

Trullo
Messaggi: 64
Iscritto il: martedì 23 maggio 2017, 11:26

Re: UCI World Tour 2018

Messaggio da leggereda Trullo » martedì 26 settembre 2017, 17:47

Sul numero di corridori al via, mi pare di ricordare che negli anni '80 alla Sanremo, allora definita "classica" senza l'inutile aggettivo "monumento", partissero di norma 240-250 corridori di una trentina di squadre



Avatar utente
Slegar
Messaggi: 3802
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:49

Re: UCI World Tour 2018

Messaggio da leggereda Slegar » giovedì 28 settembre 2017, 18:12

Su sollecitazione di una domanda di Sceriffo su dove si posizionasse la Nippo-Vini Fantini in un ipotetico ranking a squadre, per puro diletto ho elaborato una classifica a squadre partendo dal ranking individuale del 25 settembre (al termine dei Campionati del Mondo) sulla base dei migliori otto punteggi di ogni formazione (stesso criterio per la composizione dei ranking del WT e dei circuiti continentali). Queste sono le prime trenta squadre:
IndividualRanking 2017_09_25 prime 30.jpg
IndividualRanking 2017_09_25 prime 30.jpg (206.07 KiB) Visto 2079 volte

Questa è la classifica delle formazioni professional:
IndividualRanking 2017_09_25 professional.jpg
IndividualRanking 2017_09_25 professional.jpg (162.36 KiB) Visto 2079 volte

Questa è la classifica delle migliori trenta continental:
IndividualRanking 2017_09_25 migliori 30 continental.jpg
IndividualRanking 2017_09_25 migliori 30 continental.jpg (198.57 KiB) Visto 2079 volte



Avatar utente
Otto Kruger
Messaggi: 332
Iscritto il: giovedì 20 luglio 2017, 16:50

Re: UCI World Tour 2018

Messaggio da leggereda Otto Kruger » venerdì 29 settembre 2017, 12:52

Slegar ha scritto:Su sollecitazione di una domanda di Sceriffo su dove si posizionasse la Nippo-Vini Fantini in un ipotetico ranking a squadre, per puro diletto ho elaborato una classifica a squadre partendo dal ranking individuale del 25 settembre (al termine dei Campionati del Mondo) sulla base dei migliori otto punteggi di ogni formazione (stesso criterio per la composizione dei ranking del WT e dei circuiti continentali).
...

Eccellente l'Androni ma imbarazzante la stagione dei Bardiani, molto dietro anche alla Sangemini.



Basso
Messaggi: 11788
Iscritto il: sabato 21 maggio 2011, 17:03
Località: Vicenza

Re: UCI World Tour 2018

Messaggio da leggereda Basso » venerdì 29 settembre 2017, 15:30

Se tre team statunitensi hanno chiesto la licenza Professional, ve ne è almeno uno che ha chiesto quella Continental http://www.velonews.com/2017/09/news/colorado-based-303-project-plans-to-go-continental-in-2018_449432


11: Vuelta7, Prato
12: Appennino, JapanCup
13: Giro9, ITA RR, Vuelta20, Sabatini
14: Vasco, Dauphiné, Tour3, Tour21, Polonia, TreValli
15: Laigueglia, Escaut, Giro2, Giro18, Giro, Tour13, Fourmies
16: Nice, Vuelta12
17: Frankfurt, Tour11, Vuelta16, Chrono

Basso
Messaggi: 11788
Iscritto il: sabato 21 maggio 2011, 17:03
Località: Vicenza

Re: UCI World Tour 2018

Messaggio da leggereda Basso » mercoledì 4 ottobre 2017, 16:02

L'analisi dei calendari continentali 2018. Diverse buone notizie, tutto sommato http://www.cicloweb.it/2017/10/04/calendario-ciclismo-2017-circuiti-continentali-maschile/


11: Vuelta7, Prato
12: Appennino, JapanCup
13: Giro9, ITA RR, Vuelta20, Sabatini
14: Vasco, Dauphiné, Tour3, Tour21, Polonia, TreValli
15: Laigueglia, Escaut, Giro2, Giro18, Giro, Tour13, Fourmies
16: Nice, Vuelta12
17: Frankfurt, Tour11, Vuelta16, Chrono

Basso
Messaggi: 11788
Iscritto il: sabato 21 maggio 2011, 17:03
Località: Vicenza

Re: UCI World Tour 2018

Messaggio da leggereda Basso » giovedì 5 ottobre 2017, 10:31



11: Vuelta7, Prato
12: Appennino, JapanCup
13: Giro9, ITA RR, Vuelta20, Sabatini
14: Vasco, Dauphiné, Tour3, Tour21, Polonia, TreValli
15: Laigueglia, Escaut, Giro2, Giro18, Giro, Tour13, Fourmies
16: Nice, Vuelta12
17: Frankfurt, Tour11, Vuelta16, Chrono

Avatar utente
Fabian von Paterberg
Messaggi: 851
Iscritto il: martedì 9 agosto 2016, 13:29
Località: Passo tre termini

Re: UCI World Tour 2018

Messaggio da leggereda Fabian von Paterberg » giovedì 5 ottobre 2017, 22:41


Mi allaccio a questo post per fare una domanda un poco OT, il neo presidente aveva espresso progetti/valutazioni in merito alla possibilità di inserire promozioni e retrocessioni tra WT e professional?


2016 argento ITT Doha
2017 Tour de France a tempo

Basso
Messaggi: 11788
Iscritto il: sabato 21 maggio 2011, 17:03
Località: Vicenza

Re: UCI World Tour 2018

Messaggio da leggereda Basso » venerdì 6 ottobre 2017, 9:41

Fabian von Paterberg ha scritto:

Mi allaccio a questo post per fare una domanda un poco OT, il neo presidente aveva espresso progetti/valutazioni in merito alla possibilità di inserire promozioni e retrocessioni tra WT e professional?

Da pagina 23 http://www.cicloweb.it/wp-content/uploads/2017/09/17programmalappartient.pdf. Dichiaratamente no, ma lascia intendere di voler inserire promozioni/retrocessioni con queste due frasi

RIFIUTARE OGNI SISTEMA CHIUSO DI ORGANIZZAZIONE DEL CICLISMO
CONSENTIRE ALLE SQUADRE DI EVOLVERE IN UN AMBIENTE STABILE


11: Vuelta7, Prato
12: Appennino, JapanCup
13: Giro9, ITA RR, Vuelta20, Sabatini
14: Vasco, Dauphiné, Tour3, Tour21, Polonia, TreValli
15: Laigueglia, Escaut, Giro2, Giro18, Giro, Tour13, Fourmies
16: Nice, Vuelta12
17: Frankfurt, Tour11, Vuelta16, Chrono

Avatar utente
Tranchée d'Arenberg
Messaggi: 12662
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:50
Località: Falconara Albanese (CS)
Contatta:

Re: UCI World Tour 2018

Messaggio da leggereda Tranchée d'Arenberg » venerdì 6 ottobre 2017, 11:41

Basso ha scritto:
Fabian von Paterberg ha scritto:

Mi allaccio a questo post per fare una domanda un poco OT, il neo presidente aveva espresso progetti/valutazioni in merito alla possibilità di inserire promozioni e retrocessioni tra WT e professional?

Da pagina 23 http://www.cicloweb.it/wp-content/uploads/2017/09/17programmalappartient.pdf. Dichiaratamente no, ma lascia intendere di voler inserire promozioni/retrocessioni con queste due frasi

RIFIUTARE OGNI SISTEMA CHIUSO DI ORGANIZZAZIONE DEL CICLISMO
CONSENTIRE ALLE SQUADRE DI EVOLVERE IN UN AMBIENTE STABILE


Secondo la mia modesta opinione, prima di pensare ad un sistema serio di retrocessioni/promozioni bisognerebbe lavorare sulla sostenibilità economica delle squadre. Mi spiego meglio. Prendiamo come riferimento il Ranking tirato fuori da Slegar e supponiamo 2 retrocessioni e 2 promozioni. A scender di categoria sarebbero ipoteticamente Astana e Dimension Data, che verrebbero sostituite da Cofidis e Androni.
La questione è: le due professional ce la farebbero a sostenere economicamente la costruzione di una squadra WT? Molto probabilmente la Cofidis si, pur mettendo in piedi una squadra non all'altezza della concorrenza. Sicuramente l'Andoni Giocattoli non potrebbe, a meno di un cambio di rotta a 180° con l'ingresso di un grosso sponsor.

Un sistema di promozioni e retrocessioni si poteva benissimo usare fino a 15 anni fa quando la differnza fra le peggiori squadre GSI e le migliori squade GSII era molto meno evidente, se non proprio nulla. Oggi invece per poter stare nel WT devi avere un budget di almeno 10mln credo. Tra le professional neanche 2-3 squadre hanno questi budget.
Per stare nel WT ti servono 25 corridori, possibilmente non dei paracarri perchè altrimenti riscendi subito di categoria e sei pure costretto a disfarti di alcuni ingaggi per non andare gambe per aria l'anno dopo.


Cobblestone 2012 - 1° Classifica Generale
Cobblestone 2012 - 1° Classifica Classiche
Cobblestone 2013 - 1° Classifica Semiclassiche

FantaCycling Manager 2016 - 1° Classifica (squadre)

Stylus
Messaggi: 583
Iscritto il: giovedì 28 aprile 2011, 11:03

Re: UCI World Tour 2018

Messaggio da leggereda Stylus » venerdì 6 ottobre 2017, 11:58

Il problema di spese legate al roster si potrebbe giusto un attimo limare introducendo maggiormente un sistema di prestiti, una squadra come Sky potrebbe avere interesse ad esempio a vedere Bernal capitano in una squadra come l'Androni per farlo crescere.
Ma il vero problema è che attualmente non ci sono squadre WT che non sono interessate ad essere WT e squadre professional che vorrebbero essere WT. Squadre come Cofidis o Direct Energie sono professional perché fanno esattamente il calendario che vogliono e non avrebbero interesse ad andare non solo a fare il giro di Cina o California, ma credo nemmeno la Tirreno Adriatico o, il Giro, così come l'Androni a cui interesserebbe nulla andare a correre la Parigi Nizza o il Delfinato e avrebbero più svantaggi che vantaggi. Dall'altro lato una squadra come l'Astana neppure avrebbe senso di esistere se non gli fosse garantita la partecipazione al Tour. Al di là insomma degli incredibili oneri e onori economici che deriverebbero dall'allestire una squadra che potrebbe fare l'elastico tra una stagione e l'altra (e il cambio di roster ogni anno sarebbe notevole) credo ci sia un disinteresse di fondo nel partecipare agli eventi WT della gran parte delle squadre PROF, e nel disinteresse assoluto di sponsor WT qualora non potesse più partecipare ai maggiori eventi ciclistici



Admin
Messaggi: 11525
Iscritto il: domenica 21 giugno 2009, 21:48

Re: UCI World Tour 2018

Messaggio da leggereda Admin » venerdì 6 ottobre 2017, 12:36

Volevo chiedervi se vi pare fattibile metterla in questi termini che vado a esporre.

Semplicemente alla fine dell'anno, in base al ranking che verrà individuato, ci sarà una classifica delle Professional. Senza ipotizzare promozioni e retrocessioni, possiamo invece pensare a un premio. Del tipo che la prima classificata ha il diritto-dovere di partecipare a tutte le gare WT di ASO dell'anno successivo (Tour, Vuelta, Roubaix, Liegi, Delfinato, Parigi-Nizza, Freccia e altro, se c'è), e la seconda ha il diritto-dovere di partecipare a tutte le gare WT di RCS (Giro, Tirreno, Sanremo, Lombardia, Strade Bianche and so on).

Piuttosto semplice come concetto, non presuppone che la Professional debba svenarsi per fare il calendario WT intero, ma molto premiale per chi ottiene buoni o ottimi risultati.

Il discorso retrocessioni dal WT, essendo questo ormai sempre più una lega chiusa, mi pare di difficile attuazione, anche se sarebbe senz'altro appassionante per gli spettatori. Ma vedo troppi problemi, troppe controindicazioni per pensare che sia una cosa realizzabile in questo contesto.


Pantani è una leggenda come Coppi e Bartali

Avatar utente
Tranchée d'Arenberg
Messaggi: 12662
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:50
Località: Falconara Albanese (CS)
Contatta:

Re: UCI World Tour 2018

Messaggio da leggereda Tranchée d'Arenberg » venerdì 6 ottobre 2017, 12:46

Admin ha scritto:Volevo chiedervi se vi pare fattibile metterla in questi termini che vado a esporre.

Semplicemente alla fine dell'anno, in base al ranking che verrà individuato, ci sarà una classifica delle Professional. Senza ipotizzare promozioni e retrocessioni, possiamo invece pensare a un premio. Del tipo che la prima classificata ha il diritto-dovere di partecipare a tutte le gare WT di ASO dell'anno successivo (Tour, Vuelta, Roubaix, Liegi, Delfinato, Parigi-Nizza, Freccia e altro, se c'è), e la seconda ha il diritto-dovere di partecipare a tutte le gare WT di RCS (Giro, Tirreno, Sanremo, Lombardia, Strade Bianche and so on).

Piuttosto semplice come concetto, non presuppone che la Professional debba svenarsi per fare il calendario WT intero, ma molto premiale per chi ottiene buoni o ottimi risultati.

Il discorso retrocessioni dal WT, essendo questo ormai sempre più una lega chiusa, mi pare di difficile attuazione, anche se sarebbe senz'altro appassionante per gli spettatori. Ma vedo troppi problemi, troppe controindicazioni per pensare che sia una cosa realizzabile in questo contesto.


Proposta interessante...molto fantasiosa, come capita spesso con le tue idee. :D

Diciamo che si potrebbe prendere spunto dalla tua idea e aggiustarla in modo opportuno. Dico questo perchè se la prima professional è un'italiana e la seconda una francese, si dovrebbero invertire i diritti-doveri, altrimenti ci sarebbero in pratica 20 squadre WT. Non so se mi spiego.

Ad ogni modo, immagino che il fine ultimo di questa proposta sia quello di premiare le professional più meritevoli con degli inviti d'ufficio ad alcune delle corse più importanti. Immaginate l'Androni che già ad ottobre è sicura a priori di poter partecipare ad un certo numero di corse WT. Ecco magari riuscirebbe a trovare qualche soldo in più e a migliorare la rosa. Ci sarebb anche un grande vantaggio in termini di programmazione.


Cobblestone 2012 - 1° Classifica Generale
Cobblestone 2012 - 1° Classifica Classiche
Cobblestone 2013 - 1° Classifica Semiclassiche

FantaCycling Manager 2016 - 1° Classifica (squadre)

jumbo
Messaggi: 3835
Iscritto il: sabato 1 ottobre 2011, 9:42

Re: UCI World Tour 2018

Messaggio da leggereda jumbo » venerdì 6 ottobre 2017, 13:14

Si potrebbe fare che la migliore professional può scegliere N (5? 10?) gare WT a cui partecipare, poi vedranno loro quali indicare, ovviamente con larghissimo anticipo in modo da potersi programmare loro e di lasciare liberi gli organizzatori delle gare WT di organizzarsi per le wild card.



Basso
Messaggi: 11788
Iscritto il: sabato 21 maggio 2011, 17:03
Località: Vicenza

Re: UCI World Tour 2018

Messaggio da leggereda Basso » venerdì 6 ottobre 2017, 13:49

Recupero una mia vecchia idea: World Tour a 18, Professional a 30.

Ogni anno le ultime due del WT retrocedono, dando spazio alle prime due Professional. Se una di questa non accetta, subentra la terza Professional, quindi la prima retrocessa, poi la quarta Professional, successivamente la seconda retrocessa e, in caso ancora di posto vacanze, a scalare dalla quinta Professional. Discorso simile proprio tra le Professional, con le ultime tre che lasciano spazio alle eventuali migliori tre Continental.

Ah, nota importante: per le Professional valgono i risultati ottenuti in 40 o 50 gare (equamente divise fra prove in linea e corsrse a tappe) ben selezionate, nelle quali non partecipano ovviamente tutte le Professional ma un numero fisso. Per cui, ad es, ogni squadra Professional partecipa ad un tot numero (12 in caso di 40 prove nel calendario e 15 in caso di 50 prove nel calendario?) di gare in linea e altrettante in corse a tappe. In ognuna delle seguenti 40 gare il numero di Professional al via è il medesimo; a loro si aggiungono, in numero e con scelta a discrezione degli organizzatori, squadre World Tour e Continental.

Con la gestione centralizzata dei diritti tv World Tour (magari divisi per pacchetti, es. pacchetto corse ASO + alcune corse "sfigate", pacchetto corse RCS + corse svizzere, pacchetto corse Flanders + corse spagnole) si riuscirebbe a creare anche quel paracadute necessario per le squadre World Tour retrocesse di non aver problemi economici dovuti alla retrocessione.

Avrei già in mente anche i calendari WT e Professional, tra l'altro :D (ovviamente senza sovrapposizioni di gare, escluse quelle canadesi con la Vuelta).


11: Vuelta7, Prato
12: Appennino, JapanCup
13: Giro9, ITA RR, Vuelta20, Sabatini
14: Vasco, Dauphiné, Tour3, Tour21, Polonia, TreValli
15: Laigueglia, Escaut, Giro2, Giro18, Giro, Tour13, Fourmies
16: Nice, Vuelta12
17: Frankfurt, Tour11, Vuelta16, Chrono

Trullo
Messaggi: 64
Iscritto il: martedì 23 maggio 2017, 11:26

Re: UCI World Tour 2018

Messaggio da leggereda Trullo » venerdì 6 ottobre 2017, 14:45

Ci sono sovrapposizioni ragionevoli e sensate, come quelle fta Tirreno Adriatico e Parigi Nizza o fra Svizzera e Delfinato, che non riesco a immaginare di eliminare (se non sopprimendo arbitrariamente dal calendario o declassando una delle due)



Avatar utente
Tranchée d'Arenberg
Messaggi: 12662
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:50
Località: Falconara Albanese (CS)
Contatta:

Re: UCI World Tour 2018

Messaggio da leggereda Tranchée d'Arenberg » venerdì 6 ottobre 2017, 19:01

Trullo ha scritto:Ci sono sovrapposizioni ragionevoli e sensate, come quelle fta Tirreno Adriatico e Parigi Nizza o fra Svizzera e Delfinato, che non riesco a immaginare di eliminare (se non sopprimendo arbitrariamente dal calendario o declassando una delle due)


quoto.


Cobblestone 2012 - 1° Classifica Generale
Cobblestone 2012 - 1° Classifica Classiche
Cobblestone 2013 - 1° Classifica Semiclassiche

FantaCycling Manager 2016 - 1° Classifica (squadre)

Admin
Messaggi: 11525
Iscritto il: domenica 21 giugno 2009, 21:48

Re: UCI World Tour 2018

Messaggio da leggereda Admin » venerdì 6 ottobre 2017, 19:36

Continuo a pensare che le retrocessioni siano impraticabili.


Pantani è una leggenda come Coppi e Bartali

Bomby
Messaggi: 662
Iscritto il: martedì 17 giugno 2014, 19:23

Re: UCI World Tour 2018

Messaggio da leggereda Bomby » venerdì 6 ottobre 2017, 20:29

Condivido.
Meglio l'idea delle promozioni.

Alle prime tre classificate gli si da diritto di scegliere a quali corse partecipare: un GT a scelta (ovviamente la prima arrivata sceglie per prima), le prime due possono scegliere due monumento a testa, alla terza rimane la quinta che rimane. Poi a scalare per le altre gare WT. Poi se i vari campionati nazionali garantiscono la partecipazione a un GT, ovviamente sta alla squadra Professional arrivata nelle prime tre posizioni di essere furba e non sceglierlo. Ad esempio, Androni è prima in Ciclismo Cup e seconda nella classifica postata sopra: si ritrova seconda a scegliere; presumibilmente Cofidis, che è prima, sceglierà il Tour, Savio sa già che parteciperà al Giro, quindi sceglierà la Vuelta, Direct Energie se ne viene al Giro per esclusione. E così via.



Avatar utente
Fabian von Paterberg
Messaggi: 851
Iscritto il: martedì 9 agosto 2016, 13:29
Località: Passo tre termini

Re: UCI World Tour 2018

Messaggio da leggereda Fabian von Paterberg » venerdì 6 ottobre 2017, 20:42

Ne sta uscendo un discorso ricco di idee e proposte molto interessanti, probabilmente un discorso simile ad Aigle non l'hanno nemmeno mai aperto :diavoletto:

Secondo me la strada più praticabile sarebbe a metà, in base ai risultati dell'anno prima l'ultima wt (le ultime 2 il primo anno) e la prima professional (idem 2 al primo anno) diventano "gold professional" e ad inizio anno possono e devono scegliere 10-15 gare wt alle quali partecipare, seguendo il ragionamento di premiazione come da proposta di Admin. Alla fine di quell'anno 1 torna definitivamente in wt e 1 in professional in base ai risultati di una cerchia ristretta di prove come ipotizzato da Basso, mentre 2 restano gold insieme all'ultima wt e alla prima professional di quell'anno. In questo modo non ci sarebbe subito il salto in wt che, come fatto giustamente notare da Tranchee, potrebbe destabilizzare le squadre e portare al crash o al fallimento sportivo, così anzi ogni squadra gold avrebbe la possibilità (nel caso delle ex wt) di continuare a gareggiare nelle gare che più gli interessano e darebbe la possibilità alle ex professional di mettersi in mostra e di poter aver qualche sponsor e ingaggio più importante grazie alla sicurezza di essere presenti agli eventi per loro più interessanti.


2016 argento ITT Doha
2017 Tour de France a tempo

bove
Messaggi: 1350
Iscritto il: sabato 7 settembre 2013, 22:29

Re: UCI World Tour 2018

Messaggio da leggereda bove » venerdì 6 ottobre 2017, 23:47

Qualche tempo fa, in una discussione nata per le wild card del giro, proposi proprio una soluzione molto simile a quella di admin.
Le primè 4 professional a fine stagione scelgono a quale grande giro partecipare. Poi toccherà a quelle dalla 5' alla 8' posizione ed ovviamente in fine quelle dalla 9' alla 10'
Più meritocratico e chiaro di così.
Ovviamente sarebbe estendibile a tutte le prove WT

In merito al discorso promozione retrocessione sarei favorevole in linea di principio. Poi però ci sarebbe da garantire la copertura economia delle eventuali promosse. Da qui l'idea di Tinkoff di spartirsi i diritti TV, garantirebbe una buona base su cui partire.


Gianluca Avigo
Presidente AFCCPI (Associazione FantaCicloCrossisti Perditempo Italiani)

Avatar utente
Slegar
Messaggi: 3802
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:49

Re: UCI World Tour 2018

Messaggio da leggereda Slegar » martedì 17 ottobre 2017, 12:08

Il WT così com'è concepito che è completamente sbagliato, pensato per polarizzare il ciclismo di vertice e desertificare quello di seconda fascia delle professional.

Una mia idea di qualche tempo fa, seppellita in chissà quale topic del forum, è che in questo momento storico è necessario ampliare la base delle professional realmente performanti con ciclisti competitivi da mettere a disposizione sul mercato, non come ora che sono quasi tutti accasati nelle formazioni WT. In questo modo a prezzi "ragionevoli" si possono ingaggiare buoni corridori e potenzialemente ci sono migliori argomentazioni per chiedere agli sponsor di allargare i cordoni della borsa, stimolare la formazione di nuove squadre e convincere qualche continental al salto di categoria.

Il mio ciclismo ideale sarebbe:
- World Tour di "serie A" formato dai tre grandi giri (partecipazione otto per squadra con venticinque formazioni al via) e dalle cinque classiche monumento (partecipazione sei per squadra con minimo trenta formazioni al via e massimo trentatre) dove le squadre WT hanno l'obbligo di partecipare, Sono previste quattro settimane di pausa tra i tre grandi giri e almeno tre (meglio quattro) tra Liegi e Giro.
- World Tour di "serie B" in cui le squadre WT hanno l'obbligo di partecipare ad almeno il 60-70% delle gare di cui un tot. (20%?) extra-europee.
- World Tour di "serie B" che sia veramente "world" aprendo il calendario anche all'Africa, all'America del sud e all'Asia che conta (Giappone e sud-est), magari scrificando qualche gara europea.
- World Tour composto dalle migliori 14 formazioni del ranking mondiale (che attualmente non c'è) di fine stagione precedente (novembre mi sembra un buon mese).
- Invito automatico alle prove del World Tour di "serie A" alle squadre retrocesse la stagione precedente. In questo modo si crea un paracudute di un anno per quelle formazioni che hanno avuto un anno "disgraziato" e che non vogliono sfasciare la squadra, mentre per le squadre che rimangono nel WT ma che hanno problemi di reperibilità di sponsor, con il rischio di chiudere la squadra, il paracadute è minimo di due anni
- Per ampliare la qualità dei ciclisti disponibili, ogni squadra non può avere sotto contratto più otto "top driver" classificati nelle prime trecento posizioni di un ranking biennale stilato dopo il fine settimana dei campionati nazionali (fine giugno), questo per permettere alle squadre di pianificare il ciclomercato per la stagione successiva. Se una squadra supera il limite di otto, perché i suoi ciclisti sono stati bravi, non può ingaggiare, rinnovare o prolungare contratti in essere di "top driver" finché non rientra nel limite di otto. Per poter rientrare nel limite e operare sul mercato, le squadre possono rescindere uno o più contratti di "top driver" dando un equo compenso al ciclista sulla differenza (contratto rescisso - nuovo contratto) * n° anni contratto rescisso. Su questo punto scriverò un successivo post.
- I "top driver" hanno l'obbligo di partecipare ad almeno un grande giro e a due classiche monumento.
- Inviti delle squadre professional alle prove del World Tour di serie "A" e "B" che premi i "top driver" proposti con, a bilanciare, un sistema che punisca i "furbetti" ("top driver" proposto che non si presenta al via o si ritira dopo pochi chilometri).
- Lunghezza delle gare HC di circa 240 km.



Avatar utente
Slegar
Messaggi: 3802
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:49

Re: UCI World Tour 2018

Messaggio da leggereda Slegar » martedì 17 ottobre 2017, 15:32

Mi ero dimenticato di mettere altri tre punti.

- Le formazioni WT hanno l'obbligo di schierare nel World Tour di "serie A" almeno quattro "top driver" nei grandi giri e tre nelle classiche monumento.
- Unico rapporto all'anteriore, ammessa la doppia corona uguale per non far lavorare troppo storta la catena, nelle competizioni World Tour di seria "A" e di serie "B".
- Eliminare le conversazioni via radio tra ammiraglia e ciclisti; ammesse solamente le comunicazioni di servizio tra Direzione di Gara <-> Ciclisti e Direzione di Gara <-> Ammiraglie; la letteratura sulla pericolosità della guida disturbati dall'auricolare è ampia.



Avatar utente
Slegar
Messaggi: 3802
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:49

Re: UCI World Tour 2018

Messaggio da leggereda Slegar » martedì 17 ottobre 2017, 17:09

Slegar ha scritto:- Per ampliare la qualità dei ciclisti disponibili, ogni squadra non può avere sotto contratto più otto "top driver" classificati nelle prime trecento posizioni di un ranking biennale stilato dopo il fine settimana dei campionati nazionali (fine giugno), questo per permettere alle squadre di pianificare il ciclomercato per la stagione successiva. Se una squadra supera il limite di otto, perché i suoi ciclisti sono stati bravi, non può ingaggiare, rinnovare o prolungare contratti in essere di "top driver" finché non rientra nel limite di otto. Per poter rientrare nel limite e operare sul mercato, le squadre possono rescindere uno o più contratti di "top driver" dando un equo compenso al ciclista sulla differenza (contratto rescisso - nuovo contratto) * n° anni contratto rescisso.

Appurato che è impossibile imporre un tetto al budget o un salary cap alle squadre di ciclismo, visti i diversi regimi fiscali a cui sono sottoposte, questa è una proposta fatta per limitare il numeri di ciclisti di "fascia alta" per ogni squadra. Quanti sono i ciclisti costretti a cambiare squadra? Ho sommato i punti dei ranking individuali UCI 2016 e 2017 pubblicati dopo il Lombardia e ho calcolato in quante squadre sono suddivisi i ciclisti Top 300 e quanti sono per squadra, non contando i cambi di squadra per la prossima stagione. I ciclisti sono suddivisi in una sessantina di squadre (61 per la precisione) diciassette squadre superano il limite di otto e tre lo raggiungono; i ciclisti in esubero sono una sessantina (55 in questo caso) e sono così distribuiti:
16: Quick Step Floors
15: Orica - Scott
14: BMC Racing Team, Team Sky
13: Movistar Team
12: Ag2r La Mondiale
11: Astana Pro Team, Cannondale - Drapac Pro Cycling Team, Lotto - Soudal
10: Team Dimension Data, UAE Team Emirates
9: Bora - Hansgrohe, FDJ, Team Katusha - Alpecin, Trek - Segafredo, Team LottoNL - Jumbo, Cofidis
8: Team Sunweb, Bahrain - Merida, Wanty - Groupe Gobert

Per evitare misure drastiche e non penalizzare troppo le grandi squadre, la riduzione può essere effettuata in tre anni: massimo dieci "top driver" il primo anno (27 ciclisti), nove il secondo (11 ciclisti) e otto il terzo (17 ciclisti). Ovviamente per squadre come la Bora o la Sunweb, ad esempio, è vietato nel periodo di transizione aumentare il numero di "top driver" a nove o dieci.



Strong
Messaggi: 8588
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 11:48

Re: UCI World Tour 2018

Messaggio da leggereda Strong » martedì 17 ottobre 2017, 17:14

ma guarda che i primi e forse gli unici ad essere realmente penalizzati sono i ciclisti forti
che rischiano di rimanere senza squadra oppure si vedono costretti a tirare i freni facendo calcoli assurdi per evitare di finire in qualche squadretta anonima
con sensibile riduzione delgli ingaggi.

ci capirò poco ma a me pare una proposta assurda. :boh:


i fondamentalisti del ciclismo e gli ultras dei ciclisti sono il male di questo sport.

Avatar utente
Slegar
Messaggi: 3802
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:49

Re: UCI World Tour 2018

Messaggio da leggereda Slegar » martedì 17 ottobre 2017, 17:51

Perché? Nulla vieta alla Sky di schierarsi al via del Tour con Froome, Kwiatkowski, Se. Henao, Poels, Thomas, Moscon, Rosa e Stannard (ad esempio), come nulla vieta alla stessa squadra di schierare Froome al servizio di Moscon e Kwiatkowski alla Senremo e alla Liegi. E all'elenco mancano signori corridori come Kirienka, Ellisonde, Puccio, Golas o Kness, giusto per fare qualche nome, che sono fuori dalla Top 300.

Le squadre più importanti sono piene di ciclisti forti che hanno dedicato la loro carriera al lavoro di gregario, che ogni tanto si prendono qualche soddisfazione e che in TV si vedono spesso in prima linea: oltre ai citati sopra di Sky mi vengono in mente Vermote, Pellizotti, Morabito, Oss, De Marchi, Anacona, Cataldo, Tiralongo, Bodnar, Tuft, Plaza, Clarke, Koren, Mori, Ferrari, Niemec, Durasek e tantissimi altri.



Trullo
Messaggi: 64
Iscritto il: martedì 23 maggio 2017, 11:26

Re: UCI World Tour 2018

Messaggio da leggereda Trullo » mercoledì 18 ottobre 2017, 15:31

L'idea di Slegar ripropone in pratica la coppa del mondo. Una serie di prove in linea, molto meno di quelle attuali (Slegar pensa a 5, io aggiungerei qualche prova in più, magari l'Amstel, una prova in nordamerica e una in estremo oriente), a cui sono invitati di fatto tutti i corridori più forti, mentre nel resto dell'anno (esclusi i GT) c'è maggior commistione fra squadre di prima e di seconda fascia e quindi maggior possibilità di crescita sportiva per i corridori delle seconde
Mi sembra condivisibile, al di là dei dettagli



CicloSprint
Messaggi: 5322
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:49

Re: UCI World Tour 2018

Messaggio da leggereda CicloSprint » mercoledì 18 ottobre 2017, 22:26

Il ciclismo dal 2018 cambierà così: le 10 novità che dovete conoscere

http://video.gazzetta.it/ciclismo-2018- ... -conoscere



Admin
Messaggi: 11525
Iscritto il: domenica 21 giugno 2009, 21:48

Re: UCI World Tour 2018

Messaggio da leggereda Admin » martedì 24 ottobre 2017, 20:10

Alcuni miei pensieri sul World Tour (e su quella ciofeca del Tour of Guangxi): https://www.youtube.com/watch?v=3LPqr68VHZE


Pantani è una leggenda come Coppi e Bartali

Avatar utente
Slegar
Messaggi: 3802
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:49

Re: UCI World Tour 2018

Messaggio da leggereda Slegar » giovedì 26 ottobre 2017, 16:58

Intervista di Cyclingnews al gran capo della BMC Jim Ochowicz sul 2018 della squadra:
http://www.cyclingnews.com/features/och ... c-in-2018/

In sintesi: Porte leader al Tour, mentre per Van Garderen e Dennis non è ancora deciso nulla; Dennis potrebbe essere al via della Vuelta vista la cronosquadre d'apertura e anche Porte potrebbe doppiare l'impegno. Questa interessa Basso: BMC propone sempre contratti annuali ai suoi atleti. Sulla chiusura della squadra U23: (mia interpretazione) non è conveniente creare una squadra forte se poi non è possibile ingaggiare tutti i ciclisti; non fa nessuna polemica sul fatto che le quadre forti si sono accaparrate i pezzi migliori a suon di dollaroni e ricorda come la sua squadra fece lo stesso con Phinney strappato alla Livestrong. Sul futuro della squadra: mantiene il riserbo sulle condizioni di salute di Andy Rihs e mostra fiducia ma (mia interpretazione) il futuro della squadra è parecchio fosco dal 2019 in poi.



maurofacoltosi
Messaggi: 1021
Iscritto il: mercoledì 15 dicembre 2010, 12:23
Località: Vedano Olona (Va)
Contatta:

Re: UCI World Tour 2018

Messaggio da leggereda maurofacoltosi » giovedì 26 ottobre 2017, 19:15

Admin ha scritto:Alcuni miei pensieri sul World Tour (e su quella ciofeca del Tour of Guangxi): https://www.youtube.com/watch?v=3LPqr68VHZE


Ci stavo pensando poco tempo fa. E se si riportasse il mondiale alla tradizionale data di fine agosto, facendo partire la Vuelta una settimana dopo il mondiale?

Poi gran finale a ottobre con 4 corse WT: Tre Valli, Emilia, Lombardia e Milano-Torino (tra un paio di anni raggiungerà il traguardo della 100a edizione e si potrebbe pensare alla doppietta Lombardia (sabato) - Mi-To (domenica), con quest'ultima su di un percorso di quasi 250 Km e 3-4 scalate a Superga prima di planare su Torino


Mauro Facoltosi
www.ilciclismo.it

qrier
Messaggi: 255
Iscritto il: giovedì 7 maggio 2015, 14:12

Re: UCI World Tour 2018

Messaggio da leggereda qrier » venerdì 27 ottobre 2017, 10:41

Il mondiale a fine agosto sarebbe fantastico.
Di sicuro però chi organizza la Vuelta non sarebbe d'accordo.



Admin
Messaggi: 11525
Iscritto il: domenica 21 giugno 2009, 21:48

Re: UCI World Tour 2018

Messaggio da leggereda Admin » venerdì 27 ottobre 2017, 12:01

No, il Mondiale ad agosto andrebbe contro il concetto di un finale di stagione di alto livello.


Pantani è una leggenda come Coppi e Bartali

Avatar utente
skawise
Messaggi: 725
Iscritto il: mercoledì 5 ottobre 2016, 12:01
Località: Villacidro-Milano

Re: UCI World Tour 2018

Messaggio da leggereda skawise » sabato 28 ottobre 2017, 11:19

Admin ha scritto:No, il Mondiale ad agosto andrebbe contro il concetto di un finale di stagione di alto livello.


Concordo.



Avatar utente
Slegar
Messaggi: 3802
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:49

Re: UCI World Tour 2018

Messaggio da leggereda Slegar » sabato 28 ottobre 2017, 11:29

Admin ha scritto:No, il Mondiale ad agosto andrebbe contro il concetto di un finale di stagione di alto livello.

E se facciamo finire la stagione col Tour?