Giro 2017: 16a tappa: Rovetta > Bormio - 222km

Il mondo dei professionisti tra gare e complessità, e più in generale l'approccio al ciclismo di ogni appassionato
Avatar utente
barrylyndon
Messaggi: 13850
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 15:20

Re: Giro 2017: 16a tappa: Rovetta > Bormio - 222km

Messaggio da leggere da barrylyndon » lunedì 22 maggio 2017, 8:58

sette ore in bici ...
Un'incognita per tutti.Non solo per Dumoulin.Anche Quintana non ne ha fatte tante di tappe cosi.
Nibali qualcosa in piu', tappa Gardeccia e mondiale Firenze..per esempio.
In teoria, Nibali domani potrebbe anche vincere, se e' ancora valida la teoria del dott. Male espressa un paio di anni fa..


Nibali sta a Froome come Thoeni stava a Klammer.


maurofacoltosi
Messaggi: 2357
Iscritto il: mercoledì 15 dicembre 2010, 12:23
Località: Vedano Olona (Va)
Contatta:

Re: Giro 2017: 16a tappa: Rovetta > Bormio - 222km

Messaggio da leggere da maurofacoltosi » lunedì 22 maggio 2017, 9:06

Road Runner ha scritto:Lo scrivo qui perchè credo che queta pagina in questi due giorni diverrà parecchio calda.
E' mai possibile che già nella mollezza di questo Giro, in 16 giorni di gara con domani si siano già fatti 3 giorni di riposo ? Ma i grandi giri si giocano sulla tenacia e resistenza alla fatica. Qua invece tra tappette insulse, riposi ogni tre per due, si arriva alle prime montagne ancora tutti belli pimpanti. Come fa poi uno a sperare di fiaccare i suoi avversari se gli si concedono tutti sti recuperi...
Ai tempi di Merckx un giorno solo di riposo e via andare...
Fino al 2001 i giorni di riposo non erano obbligatori (nell'edizione 1998, per esempio, non ce ne furono proprio). A partire dal 2002 l'UCI ne ha imposti due obbligatori e in tempi recenti ha introdotto una nuova norma che impedisce di effettuare il primo riposo durante la prima settimana. Per le partenze dall'estero è stata concessa una deroga a RCS, a patto di partire un giorno prima - sarebbe vietato partire di venerdì - e di inserire un terzo riposo (chiamato ufficialmente non "giorno di riposo" ma "giorno di trasferimento")


Mauro Facoltosi
www.ilciclismo.it

Avatar utente
Tranchée d'Arenberg
Messaggi: 17659
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:50
Località: Falconara Albanese (CS)

Re: Giro 2017: 16a tappa: Rovetta > Bormio - 222km

Messaggio da leggere da Tranchée d'Arenberg » lunedì 22 maggio 2017, 9:37

Felice ha scritto:
chinaski89 ha scritto: Comunque nessuna vueltizzazione tranquilli, volevano il frullino quello li ha snobbati dall'anno prossimo non ci proveranno più :D
Così vanno le cose quando si tratta di grandi amori. Il Giro ha fatto di tutto per corteggiarlo, ma lui è stato irremovibile: ama un'altra corsa, e ha risposto no. Quanto alla corsa amata... Lei cerca di sfuggirgli, di darsi ad un'altro. Ma lui insiste: non mi vuoi? Ebbene, ti prenderò lo stesso!

Guarda cos'han fatto al Tour quest'anno: cronometro praticamente zero, roba che non si era vista da tempi immemorabili. Fatto apposta per avvantaggiare in tutti i modi il buon Quintana, il quale di vincere un Tour se lo sognerebbe se dovessero rimettersi a disegnarli come ai tempi di Hinault/indurain/Armstrong/Ullrich, ovvero per un ventennio abbondante. E cosa fa il buon Nairo? Invece di correre nella braccia di colei che si offre a lui con tanta grazia, decide che, sì, ci andrà, ma solo dopo aver preso quella che voleva darsi ad un altro. Audace certo, ma il rischio di ritrovarsi con un pugno di mosche in mano c'é.

Chissà, forse domani sera sapremo se Nairo è un novello Casanova o se gli si applicherà il famoso detto: "chi troppo vuole a nulla stringe".
E vabbè, qua però a me pare che non ci si accontenti mai... O forse non ci si accontenta quando certe scelte le fa un corridore che non sta troppo simpatico.

E' da 20 anni che aspettiamo un corridore che possa salire sul podio di Giro e Tour. Contador c'ha provato 2 volte e 2 volte è stato respinto. Quintana ha trovato il coraggio di provarci prima ancora di aver vinto un Tour (aggiungo: sarebbe più facile farlo quando hai già un Tour nel tuo palmares) e alla fine invece di apprezzare questa sua scelta, mi tocca leggere "chi troppo vuole nulla stringe"... Ma non eri quello a cui non piacevano i corridori che si preparano solo per una corsa, a cui non piace l'iperspecializzazione?


Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Generale
Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Classiche
Cobblestone 2013 - 1° Classifica Semiclassiche

FantaCycling Manager 2016 - 1° Classifica (squadre)

Avatar utente
robby
Messaggi: 1218
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:58
Località: Mùlinet de Masà

Re: Giro 2017: 16a tappa: Rovetta > Bormio - 222km

Messaggio da leggere da robby » lunedì 22 maggio 2017, 9:42

mi sembra ci sia un po' troppo ottimismo sul fatto che la tappa possa esplodere sul primo stelvio, o sul fondovalle da Grosio a Bormio o addirittura sul mortirolo....

io purtroppo vedo processione fino alla vetta dello stelvio con fuga che va via magari con delle buone teste di ponte la davanti

la differenza la si potrebbe fare tra i due "Stelvi"

la discesa verso Trafoi è difficile, viene dopo salita lunga e tra uno Stelvio e l'altro c’è un fondovalle per nulla facile con tratti anche duri,

e poi l’Umbrail è tostissimo.

Verrà comunque fuori una bella tappa


"Vai Marco, o salti tu, o salta lui...è saltato lui"
Marco Pantani, Montecampione 1998

Monsieur Kobram

Bike65
Messaggi: 266
Iscritto il: martedì 24 maggio 2016, 19:13

Re: Giro 2017: 16a tappa: Rovetta > Bormio - 222km

Messaggio da leggere da Bike65 » lunedì 22 maggio 2017, 9:46

barrylyndon ha scritto:sette ore in bici ...
Un'incognita per tutti.Non solo per Dumoulin.Anche Quintana non ne ha fatte tante di tappe cosi.
Nibali qualcosa in piu', tappa Gardeccia e mondiale Firenze..per esempio.
In teoria, Nibali domani potrebbe anche vincere, se e' ancora valida la teoria del dott. Male espressa un paio di anni fa..
Un incognita fino ad un certo punto, di sicuro c'è che Dumoulin in ritiro a Livigno le ha provate un po' tutte discese comprese.
In allenamento ne concatenano come se fosse una tappa.
Non lo vedo così penalizzato, in quota non devi scattare perché poi paghi pesantemente, in questo senso forse il più penalizzato è Quintana.




Steven
Messaggi: 1558
Iscritto il: martedì 7 maggio 2013, 16:53

Re: Giro 2017: 16a tappa: Rovetta > Bormio - 222km

Messaggio da leggere da Steven » lunedì 22 maggio 2017, 9:54

Winter ha scritto:
barrylyndon ha scritto:
Winter ha scritto:Anni 90 erano più dure
il Giro 98/99...ma abbiamo avuto il 2011 2012,2014,2015..
giro 95..

Tappa del ciocco col san pellegrino in alpe
tappa di rovereto col san Valentino
Val Senales con pennes e monte gioco
lenzerheIde con sei colli
crono di Selvino con il gallo
briancon con sampeyre agnello izoard
Luino con due volte il cuvignone..
Quel giro era stato disegnato per Pantani, che purtroppo fu costretto a disertare causa infortunio.
Fu un peccato perchè sarebbe stata una bella sfida con Rominger,anche se c'erano troppi km a cronometro.
Il tappone dell'Agnello non fu comunque disputato causa maltempo o per meglio dire fu troncato senza fare le salite previste(l'arrivo fu posto sul traguardo dell'Intergiro se non erro)


Nostalgia canaglia per il ciclismo anni '90

ucci90
Messaggi: 1824
Iscritto il: martedì 11 settembre 2012, 9:52

Re: Giro 2017: 16a tappa: Rovetta > Bormio - 222km

Messaggio da leggere da ucci90 » lunedì 22 maggio 2017, 10:13

credo che sarà decisiva anche la prima ora di corsa. Se si presentano ai piedi del Mortirolo con la fuga andata e il gruppo assopito, la prima salita potrebbe essere fatta a ritmi blandi e quindi incidere relativamente poco. Invece se la situazione-fuga fosse ancora da decidersi a Edolo, ecco che già sul Mortirolo si procederebbe a scatti e resterebbe di più nelle gambe.



Avatar utente
Walter_White
Messaggi: 13501
Iscritto il: mercoledì 23 marzo 2016, 18:01

Re: Giro 2017: 16a tappa: Rovetta > Bormio - 222km

Messaggio da leggere da Walter_White » lunedì 22 maggio 2017, 10:14

Immagine

:diavoletto:


FCC 2018/19: 1°; Superprestige; Gran Combinata
FCC 2017/18: 3°; Trofeo dei titoli; Campionato Europeo Donne Elite, Campionato del Mondo Donne Elite, ROTY

Avatar utente
galliano
Messaggi: 13611
Iscritto il: giovedì 14 aprile 2011, 12:53
Località: TN

Re: Giro 2017: 16a tappa: Rovetta > Bormio - 222km

Messaggio da leggere da galliano » lunedì 22 maggio 2017, 11:07

Bike65 ha scritto: Un incognita fino ad un certo punto, di sicuro c'è che Dumoulin in ritiro a Livigno le ha provate un po' tutte discese comprese.
In allenamento ne concatenano come se fosse una tappa.
Non lo vedo così penalizzato, in quota non devi scattare perché poi paghi pesantemente, in questo senso forse il più penalizzato è Quintana.
Al contrario io credo che Quintana sia decisamente favorito in queste condizioni.
Innanzitutto essendo colombiano è abituato alle alte quote molto più degli altri, inoltre in tappe del genere non è così fondamentale scattare ma si può tranquillamente fare una progressione stile Nibali a Risoul.
E' comunque vero che anche Quintana non ha tutta questa abitudine ai tapponi oltre i 200km ma la logica lascia pensare che dovrebbe trovarsi a proprio agio.
In fondo la tappa del Ventoux 2013 era molto lunga, per quanto non impegnativa come quella di domani.

Se Dumoulin non ha fatto il salto di qualità finirà per staccarsi senza bisogno di chissà quali scatti, se invece ha fatto il salto di qualità allora non ci saranno scatti che tengano. Anche perché scattare per prendere 50 metri e poi calare di ritmo non servirebbe per fare la differenza.

Io credo che Dumoulin pagherà questa tappa, quanto la pagherà dipende da quando avverrà il suo cedimento.
Se cede sul primo passaggio dello Stelvio allora potrebbe prendere l'imbarcata, se cederà sull'Umbrail allora potrebbe salvarsi e finire la tappa ancora in maglia rosa lasciando aperta la lotta per la maglia rosa.
Personalmente tendo ad escludere che possa arrivare coi suoi principali avversari.

Occhio a Nibali che in queste tappe va molto meglio che sulle salite secche.
Se sarà il Nibali di Risoul potrebbe anche vincere la tappa. Difficile, ma più probabile domani che in altre tappe.



Avatar utente
Felice
Messaggi: 1083
Iscritto il: lunedì 31 ottobre 2011, 15:04

Re: Giro 2017: 16a tappa: Rovetta > Bormio - 222km

Messaggio da leggere da Felice » lunedì 22 maggio 2017, 11:10

Tranchée d'Arenberg ha scritto:
Felice ha scritto:
chinaski89 ha scritto: Comunque nessuna vueltizzazione tranquilli, volevano il frullino quello li ha snobbati dall'anno prossimo non ci proveranno più :D
Così vanno le cose quando si tratta di grandi amori. Il Giro ha fatto di tutto per corteggiarlo, ma lui è stato irremovibile: ama un'altra corsa, e ha risposto no. Quanto alla corsa amata... Lei cerca di sfuggirgli, di darsi ad un'altro. Ma lui insiste: non mi vuoi? Ebbene, ti prenderò lo stesso!

Guarda cos'han fatto al Tour quest'anno: cronometro praticamente zero, roba che non si era vista da tempi immemorabili. Fatto apposta per avvantaggiare in tutti i modi il buon Quintana, il quale di vincere un Tour se lo sognerebbe se dovessero rimettersi a disegnarli come ai tempi di Hinault/indurain/Armstrong/Ullrich, ovvero per un ventennio abbondante. E cosa fa il buon Nairo? Invece di correre nella braccia di colei che si offre a lui con tanta grazia, decide che, sì, ci andrà, ma solo dopo aver preso quella che voleva darsi ad un altro. Audace certo, ma il rischio di ritrovarsi con un pugno di mosche in mano c'é.

Chissà, forse domani sera sapremo se Nairo è un novello Casanova o se gli si applicherà il famoso detto: "chi troppo vuole a nulla stringe".
E vabbè, qua però a me pare che non ci si accontenti mai... O forse non ci si accontenta quando certe scelte le fa un corridore che non sta troppo simpatico.

E' da 20 anni che aspettiamo un corridore che possa salire sul podio di Giro e Tour. Contador c'ha provato 2 volte e 2 volte è stato respinto. Quintana ha trovato il coraggio di provarci prima ancora di aver vinto un Tour (aggiungo: sarebbe più facile farlo quando hai già un Tour nel tuo palmares) e alla fine invece di apprezzare questa sua scelta, mi tocca leggere "chi troppo vuole nulla stringe"... Ma non eri quello a cui non piacevano i corridori che si preparano solo per una corsa, a cui non piace l'iperspecializzazione?
Dai, su, non bisogna leggere un post focalizzandosi solo su una frase... Se vuoi ti dico che fra i "big" dei gran tour, tutto sommato, Quintana é quello che corresponde di più al mio ideale di "campioni del passato".
Intanto (qui parlo solo per quest'anno) ha già corso e vinto molto. Cos'hanno fatto al confronto Nibali e Froome (per non parlare di Aru...)? Nulla. E poi è uno che non ha aspettato il 27° anno di età per dimostrare il suo valore. In un ciclismo di vecchi, questo per me è importante.

Aggiungo tutti i miei complimenti a Quintana per provarci. Tanto più che ci sta provando veramente, non sta facendo il Giro sono per allenamento come hanno fatto altri in passato.

Nel post volevo innanzi tutto mettere in evidenza che se il Giro è stato disegnato per attirare Froome, il Tour è stato fatto per favorire in tutti i modi possibili gente come Quintana e Pinot nei confronti di Froome stesso. Concorderai con me, immagino, che non si disegna un Tour praticamente senza cronometro se non si ha in testa uno scopo ben preciso...



Road Runner
Messaggi: 619
Iscritto il: martedì 8 novembre 2016, 11:44

Re: Giro 2017: 16a tappa: Rovetta > Bormio - 222km

Messaggio da leggere da Road Runner » lunedì 22 maggio 2017, 11:19

A mio avviso domani Dumoulin non va attaccato sul Mortirolo: sarà ancora bello fresco e difficilmente mollerebbe la presa, scoraggiando poi azioni successive. Il Mortirolo andrà fatto su bello impegnato, solo per fargli accumulare fatica. L'affondo vero andrà fatto oltre quota 2000 sul primo Stelvio: l'olandese è una grossa cilindrata e consuma molto ossigeno, e oltre quella quota ce n'è sempre meno, e la sua crisi è quasi sicura.
Tutte le grosse cilindrate hanno sempre patito l'alta quota, Miguel compreso.
Non ci voleva poi il giorno di riposo prima di questo tappone, ma serebbe stato necessario arrivarci un po' più "maturi", e la selezione sarebbe stata di sicuro maggiore.



Avatar utente
il_panta
Messaggi: 5178
Iscritto il: lunedì 21 maggio 2012, 13:39

Re: Giro 2017: 16a tappa: Rovetta > Bormio - 222km

Messaggio da leggere da il_panta » lunedì 22 maggio 2017, 11:19

Non dimentichiamo che l'arrivo è in discesa. Uno come Dumoulin può riprendere 30/40 secondi a Quintana, secondo me; le curve sicuramente le sa fare bene e ha dimostrato di avere molta lucidità, finora. La cosa importante è che metta il suo uomo più forte davanti, che è probabilmente Ten Dam, insieme ad un altro almeno. Domani l'olandese se vuole vincere deve rischiare di spompare la sua squadra, ma tenere durissimo, far capire che per il primo posto non c'è niente da fare. Dovesse riuscire a perdere poco (intendo sui 30 secondi) potrebbe essere che gli avversari inizino a guardare il secondo posto. Dovesse lasciare per strada un minuto e mezzo da qua a Milano lo faranno morbido. Io credo che 30 secondi siano un distacco verosimile dai migliori, soprattutto se la tappa dovesse non esplodere presto come molti auspicano. Nibali non ha gamba super e per me già arrivare secondo/terzo gli andrebbe bene, Pinot con questo parterre può accontentarsi di competere con NIbali per il podio, e Quintana ha dimostrato negli anni di non essere un cuor di leone. Vedremo se sarò smentito...


2019: Giro d'Italia tp 4, 5, 20; Giro d'Italia classifica generale; Tour de France tp 1, 10; Tour of Britain;

Avatar utente
Felice
Messaggi: 1083
Iscritto il: lunedì 31 ottobre 2011, 15:04

Re: Giro 2017: 16a tappa: Rovetta > Bormio - 222km

Messaggio da leggere da Felice » lunedì 22 maggio 2017, 11:22

Piccola, ulteriore aggiunta a quanto ho appena scritto. chinaski89 scriveva: "volevano il frullino quello li ha snobbati dall'anno prossimo non ci proveranno più".
Credo che questo valga anche per Quintana e il Tour: ha tutto interesse a vincerlo quest'anno per davvero, perché se non ci riesce, dubito fortemente che gli organizzatori gliene confezioneranno un altro su misura come hanno fatto quest'anno.



Bike65
Messaggi: 266
Iscritto il: martedì 24 maggio 2016, 19:13

Re: Giro 2017: 16a tappa: Rovetta > Bormio - 222km

Messaggio da leggere da Bike65 » lunedì 22 maggio 2017, 11:33

galliano ha scritto:
Bike65 ha scritto: Un incognita fino ad un certo punto, di sicuro c'è che Dumoulin in ritiro a Livigno le ha provate un po' tutte discese comprese.
In allenamento ne concatenano come se fosse una tappa.
Non lo vedo così penalizzato, in quota non devi scattare perché poi paghi pesantemente, in questo senso forse il più penalizzato è Quintana.
Al contrario io credo che Quintana sia decisamente favorito in queste condizioni.
Innanzitutto essendo colombiano è abituato alle alte quote molto più degli altri, inoltre in tappe del genere non è così fondamentale scattare ma si può tranquillamente fare una progressione stile Nibali a Risoul.
E' comunque vero che anche Quintana non ha tutta questa abitudine ai tapponi oltre i 200km ma la logica lascia pensare che dovrebbe trovarsi a proprio agio.
In fondo la tappa del Ventoux 2013 era molto lunga, per quanto non impegnativa come quella di domani.

Se Dumoulin non ha fatto il salto di qualità finirà per staccarsi senza bisogno di chissà quali scatti, se invece ha fatto il salto di qualità allora non ci saranno scatti che tengano. Anche perché scattare per prendere 50 metri e poi calare di ritmo non servirebbe per fare la differenza.

Io credo che Dumoulin pagherà questa tappa, quanto la pagherà dipende da quando avverrà il suo cedimento.
Se cede sul primo passaggio dello Stelvio allora potrebbe prendere l'imbarcata, se cederà sull'Umbrail allora potrebbe salvarsi e finire la tappa ancora in maglia rosa lasciando aperta la lotta per la maglia rosa.
Personalmente tendo ad escludere che possa arrivare coi suoi principali avversari.

Occhio a Nibali che in queste tappe va molto meglio che sulle salite secche.
Se sarà il Nibali di Risoul potrebbe anche vincere la tappa. Difficile, ma più probabile domani che in altre tappe.
Ultima modifica di Bike65 il lunedì 22 maggio 2017, 11:36, modificato 1 volta in totale.



Bike65
Messaggi: 266
Iscritto il: martedì 24 maggio 2016, 19:13

Re: Giro 2017: 16a tappa: Rovetta > Bormio - 222km

Messaggio da leggere da Bike65 » lunedì 22 maggio 2017, 11:34

Bike65 ha scritto:
galliano ha scritto:
Bike65 ha scritto: Un incognita fino ad un certo punto, di sicuro c'è che Dumoulin in ritiro a Livigno le ha provate un po' tutte discese comprese.
In allenamento ne concatenano come se fosse una tappa.
Non lo vedo così penalizzato, in quota non devi scattare perché poi paghi pesantemente, in questo senso forse il più penalizzato è Quintana.
Al contrario io credo che Quintana sia decisamente favorito in queste condizioni.
Innanzitutto essendo colombiano è abituato alle alte quote molto più degli altri, inoltre in tappe del genere non è così fondamentale scattare ma si può tranquillamente fare una progressione stile Nibali a Risoul.
E' comunque vero che anche Quintana non ha tutta questa abitudine ai tapponi oltre i 200km ma la logica lascia pensare che dovrebbe trovarsi a proprio agio.
In fondo la tappa del Ventoux 2013 era molto lunga, per quanto non impegnativa come quella di domani.

Se Dumoulin non ha fatto il salto di qualità finirà per staccarsi senza bisogno di chissà quali scatti, se invece ha fatto il salto di qualità allora non ci saranno scatti che tengano. Anche perché scattare per prendere 50 metri e poi calare di ritmo non servirebbe per fare la differenza.

Io credo che Dumoulin pagherà questa tappa, quanto la pagherà dipende da quando avverrà il suo cedimento.
Se cede sul primo passaggio dello Stelvio allora potrebbe prendere l'imbarcata, se cederà sull'Umbrail allora potrebbe salvarsi e finire la tappa ancora in maglia rosa lasciando aperta la lotta per la maglia rosa.
Personalmente tendo ad escludere che possa arrivare coi suoi principali avversari.

Occhio a Nibali che in queste tappe va molto meglio che sulle salite secche.
Se sarà il Nibali di Risoul potrebbe anche vincere la tappa. Difficile, ma più probabile domani che in altre tappe.
Dumoulin a parte la discesa del mortirolo che essendo tortuosa lo svantaggia un po' per il resto con la potenza che ha a disposizione le salite rimanenti si adattano ad un passista scalatore come lui, lo Stelvio da Bormio a parte la quota è molto pedalabile, dall'altra parte è più ripida, ma se perdesse 1 minuto anche 2 in cima non la vedo drammatica, e l'unico che può darglieli è Quintana.
Sul fatto di pedalare in quota ormai sono tutti abituati.
Se ma Se Quintana manda avanti i suoi, lo stacca sul mortirolo scendendo a tutta e per poi farsi portare a Bormio, a quel punto si deve fare la doppia salita e discesa da solo e tentare di far saltare il giro.
Ma potrebbe rischiare di rimanere sulle gambe e subire un contropiede.
Tappa per fondisti? Anche no cima del mortirolo 84 km
Cima Stelvio 1 143km . Cima stelvio 2 200 km, a questo livello 5/6 h sono quasi la regola anche in allenamento.
Conta di più il margine di potenza che ti puoi permettere da gestire e l'olandese ne ha parecchia.



Avatar utente
galliano
Messaggi: 13611
Iscritto il: giovedì 14 aprile 2011, 12:53
Località: TN

Re: Giro 2017: 16a tappa: Rovetta > Bormio - 222km

Messaggio da leggere da galliano » lunedì 22 maggio 2017, 11:50

Bike65 ha scritto: Dumoulin a parte la discesa del mortirolo che essendo tortuosa lo svantaggia un po' per il resto con la potenza che ha a disposizione le salite rimanenti si adattano ad un passista scalatore come lui, lo Stelvio da Bormio a parte la quota è molto pedalabile, dall'altra parte è più ripida, ma se perdesse 1 minuto anche 2 in cima non la vedo drammatica, e l'unico che può darglieli è Quintana.
Sul fatto di pedalare in quota ormai sono tutti abituati.
Se ma Se Quintana manda avanti i suoi, lo stacca sul mortirolo scendendo a tutta e per poi farsi portare a Bormio, a quel punto si deve fare la doppia salita e discesa da solo e tentare di far saltare il giro.
Ma potrebbe rischiare di rimanere sulle gambe e subire un contropiede.
Tappa per fondisti? Anche no cima del mortirolo 84 km
Cima Stelvio 1 143km . Cima stelvio 2 200 km, a questo livello 5/6 h sono quasi la regola anche in allenamento.
Conta di più il margine di potenza che ti puoi permettere da gestire e l'olandese ne ha parecchia.
Io credo che Quintana non proverà sul Mortirolo, ma manderà in avanscoperta i suoi e proverà a dare una botta solo al primo passaggio dello Stelvio.
Sarà un allungo per misurare la temperatura di Dumoulin, l'olandese su quelle pendenze potrebbe cedere solo se è in difficoltà e a quel punto Quintana potrebbe trovarsi l'appoggio per discesa e successivo falsopiano.
Quindi sarebbe probabilmente finita per Dumoulin, a meno di eventi miracolosi.
In caso di primo tentativo fallito, Quintana si riserverà il carico da 90 per l'Umbrail e lì può succedere di tutto: Dumoulin potrebbe pagare la fatica tutto di un botto, così come potrebbe lasciar sfogare il colombiano e tenerlo a 30/40 secondi per poi ridurre ulteriormente in discesa.

In ogni caso non do affatto per scontato che la vera bagarre possa svilupparsi prima dell'Umbrail, dipende tutto da Dumoulin.
Ti do ragione laddove scrivi che Quintana deve anche stare attento a non restare senza benzina ed esporsi agli attacchi degli altri rivali.
Il rischio esiste.



Bike65
Messaggi: 266
Iscritto il: martedì 24 maggio 2016, 19:13

Re: Giro 2017: 16a tappa: Rovetta > Bormio - 222km

Messaggio da leggere da Bike65 » lunedì 22 maggio 2017, 12:00

La salita da Bormio è per passisti, l'avrò fatta 5/6 volte le velocità sono elevate, forse dopo le cantoniere quando mancano 2/3 km alla cima li si può provare un attacco, anche dopo le gallerie c'eun dirizzone di 1 km al 12 % molto impegnativo, ma in quota gli scatti si pagano carissimi, se fai un fuorigiri non recuperi.Lo sanno anche loro.



Avatar utente
barrylyndon
Messaggi: 13850
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 15:20

Re: Giro 2017: 16a tappa: Rovetta > Bormio - 222km

Messaggio da leggere da barrylyndon » lunedì 22 maggio 2017, 12:02

Se NIbali dovesse far bene, lo fara' sfinendo gli avversari..di certo non con i suoi scatti..


Nibali sta a Froome come Thoeni stava a Klammer.

Avatar utente
Patate
Messaggi: 4381
Iscritto il: domenica 28 febbraio 2016, 23:23

Re: Giro 2017: 16a tappa: Rovetta > Bormio - 222km

Messaggio da leggere da Patate » lunedì 22 maggio 2017, 12:10

Felice ha scritto:Piccola, ulteriore aggiunta a quanto ho appena scritto. chinaski89 scriveva: "volevano il frullino quello li ha snobbati dall'anno prossimo non ci proveranno più".
Credo che questo valga anche per Quintana e il Tour: ha tutto interesse a vincerlo quest'anno per davvero, perché se non ci riesce, dubito fortemente che gli organizzatori gliene confezioneranno un altro su misura come hanno fatto quest'anno.
Il 2015 era anche peggio, con la bellezza di 14 chilometri a cronometro


antani ha scritto:Non so perchè ma ho la sensazione che domani Aru possa arrivare dietro o davanti a Froome, stiamo a vedere sembra facile ma non è difficile

Avatar utente
barrylyndon
Messaggi: 13850
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 15:20

Re: Giro 2017: 16a tappa: Rovetta > Bormio - 222km

Messaggio da leggere da barrylyndon » lunedì 22 maggio 2017, 12:17

2015...


Nibali sta a Froome come Thoeni stava a Klammer.

Avatar utente
galliano
Messaggi: 13611
Iscritto il: giovedì 14 aprile 2011, 12:53
Località: TN

Re: Giro 2017: 16a tappa: Rovetta > Bormio - 222km

Messaggio da leggere da galliano » lunedì 22 maggio 2017, 12:19

Bike65 ha scritto:La salita da Bormio è per passisti, l'avrò fatta 5/6 volte le velocità sono elevate, forse dopo le cantoniere quando mancano 2/3 km alla cima li si può provare un attacco, anche dopo le gallerie c'eun dirizzone di 1 km al 12 % molto impegnativo, ma in quota gli scatti si pagano carissimi, se fai un fuorigiri non recuperi.Lo sanno anche loro.
Ho scritto male io.
Nel senso che sulle pendenze non proibitive dello Stelvio Quintana può staccare Dumoulin solo se questo va in crisi per conto suo, non tanto a forza di scatti che sarebbero probabilmente inutili.
A meno di crisi di Dumoulin il vero attacco arriverà solo sull'Umbrail.



albopaxo
Messaggi: 591
Iscritto il: mercoledì 26 ottobre 2016, 8:31

Re: Giro 2017: 16a tappa: Rovetta > Bormio - 222km

Messaggio da leggere da albopaxo » lunedì 22 maggio 2017, 12:37

Per me faranno più danni i falsopiani e le discese che le salite in se....

Se un Quintana/Nibali riuscissero a isolare l'avversario di turno se non hai la squadra in quei tratti volano i minuti...

Nel 2012 de gent ha rischiato di vincere il giro scattando con due compagni di squadra appena usciti da grosio e a bormio arrivò con quasi 5 minuti


Giro 2017: tappe 3 e 18
Giro 2018: tappa 17
Vuelta 2017: tappa 11
Tour de Yorkshire 2018

Admin
Messaggi: 13499
Iscritto il: domenica 21 giugno 2009, 22:48

Re: Giro 2017: 16a tappa: Rovetta > Bormio - 222km

Messaggio da leggere da Admin » lunedì 22 maggio 2017, 12:39

Felice ha scritto:Piccola, ulteriore aggiunta a quanto ho appena scritto. chinaski89 scriveva: "volevano il frullino quello li ha snobbati dall'anno prossimo non ci proveranno più".
Credo che questo valga anche per Quintana e il Tour: ha tutto interesse a vincerlo quest'anno per davvero, perché se non ci riesce, dubito fortemente che gli organizzatori gliene confezioneranno un altro su misura come hanno fatto quest'anno.
Trascuri un piccolo particolare, Felice: non era Quintana il modello a cui gli organizzatori hanno preso le misure per cucirgli un Tour addosso, bensì Bardet (o Pinot, nel caso). Quindi penso che finché avremo francesi che non eccellono a crono ma vanno bene in montagna, il fil rouge potrà continuare a essere questo. ;)


Pantani è una leggenda come Coppi e Bartali

Admin
Messaggi: 13499
Iscritto il: domenica 21 giugno 2009, 22:48

Re: Giro 2017: 16a tappa: Rovetta > Bormio - 222km

Messaggio da leggere da Admin » lunedì 22 maggio 2017, 12:41

Comunque domani non succederà niente di che fino a 30-forse 25- chilometri dalla fine.

:yoga:


Pantani è una leggenda come Coppi e Bartali

Avatar utente
Tranchée d'Arenberg
Messaggi: 17659
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:50
Località: Falconara Albanese (CS)

Re: Giro 2017: 16a tappa: Rovetta > Bormio - 222km

Messaggio da leggere da Tranchée d'Arenberg » lunedì 22 maggio 2017, 12:44

Felice ha scritto:Piccola, ulteriore aggiunta a quanto ho appena scritto. chinaski89 scriveva: "volevano il frullino quello li ha snobbati dall'anno prossimo non ci proveranno più".
Credo che questo valga anche per Quintana e il Tour: ha tutto interesse a vincerlo quest'anno per davvero, perché se non ci riesce, dubito fortemente che gli organizzatori gliene confezioneranno un altro su misura come hanno fatto quest'anno.
Il punto è proprio quello che ha sottolineato Admin. I francesi il Tour senza crono lo stanno disegnando da qualche anno a favore dei corridori transalpini. La loro preoccupazione non è certo ne Froome ne Quintana. Da questo punto di vista, essendo anche Quintana uno scalatore, ne trae benefici anche lui.


Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Generale
Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Classiche
Cobblestone 2013 - 1° Classifica Semiclassiche

FantaCycling Manager 2016 - 1° Classifica (squadre)

Avatar utente
Walter_White
Messaggi: 13501
Iscritto il: mercoledì 23 marzo 2016, 18:01

Re: Giro 2017: 16a tappa: Rovetta > Bormio - 222km

Messaggio da leggere da Walter_White » lunedì 22 maggio 2017, 12:45

albopaxo ha scritto:Per me faranno più danni i falsopiani e le discese che le salite in se....

Se un Quintana/Nibali riuscissero a isolare l'avversario di turno se non hai la squadra in quei tratti volano i minuti...

Nel 2012 de gent ha rischiato di vincere il giro scattando con due compagni di squadra appena usciti da grosio e a bormio arrivò con quasi 5 minuti
In realtà a Bormio aveva 4 minuti scarsi, poi in salita fino ai meno 5 VandeVelde perse progressivamente....ma poco cambia, concordo con te


FCC 2018/19: 1°; Superprestige; Gran Combinata
FCC 2017/18: 3°; Trofeo dei titoli; Campionato Europeo Donne Elite, Campionato del Mondo Donne Elite, ROTY

Bike65
Messaggi: 266
Iscritto il: martedì 24 maggio 2016, 19:13

Re: Giro 2017: 16a tappa: Rovetta > Bormio - 222km

Messaggio da leggere da Bike65 » lunedì 22 maggio 2017, 13:43

galliano ha scritto:
Bike65 ha scritto:La salita da Bormio è per passisti, l'avrò fatta 5/6 volte le velocità sono elevate, forse dopo le cantoniere quando mancano 2/3 km alla cima li si può provare un attacco, anche dopo le gallerie c'eun dirizzone di 1 km al 12 % molto impegnativo, ma in quota gli scatti si pagano carissimi, se fai un fuorigiri non recuperi.Lo sanno anche loro.
Ho scritto male io.
Nel senso che sulle pendenze non proibitive dello Stelvio Quintana può staccare Dumoulin solo se questo va in crisi per conto suo, non tanto a forza di scatti che sarebbero probabilmente inutili.
A meno di crisi di Dumoulin il vero attacco arriverà solo sull'Umbrail.
Sono d'accordo, anche se fosse senza squadra si mette a ruota di Quintana o di Nibali o di Zakarin se non prende 2 min nella discesa del mortirolo.
Da Edolo a Bormio è lunga e bisogna aver la squadra.



Avatar utente
Felice
Messaggi: 1083
Iscritto il: lunedì 31 ottobre 2011, 15:04

Re: Giro 2017: 16a tappa: Rovetta > Bormio - 222km

Messaggio da leggere da Felice » lunedì 22 maggio 2017, 14:12

Admin ha scritto:
Felice ha scritto:Piccola, ulteriore aggiunta a quanto ho appena scritto. chinaski89 scriveva: "volevano il frullino quello li ha snobbati dall'anno prossimo non ci proveranno più".
Credo che questo valga anche per Quintana e il Tour: ha tutto interesse a vincerlo quest'anno per davvero, perché se non ci riesce, dubito fortemente che gli organizzatori gliene confezioneranno un altro su misura come hanno fatto quest'anno.
Trascuri un piccolo particolare, Felice: non era Quintana il modello a cui gli organizzatori hanno preso le misure per cucirgli un Tour addosso, bensì Bardet (o Pinot, nel caso). Quindi penso che finché avremo francesi che non eccellono a crono ma vanno bene in montagna, il fil rouge potrà continuare a essere questo. ;)
Tranchée d'Arenberg ha scritto:
Il punto è proprio quello che ha sottolineato Admin. I francesi il Tour senza crono lo stanno disegnando da qualche anno a favore dei corridori transalpini. La loro preoccupazione non è certo ne Froome ne Quintana. Da questo punto di vista, essendo anche Quintana uno scalatore, ne trae benefici anche lui.
Avete sicuramente ragione. Però, se Dumoulin dovesse vincere il Giro, le cose potrebbero cambiare. Se vogliono portarlo al Tour una cronometro decente dovranno pur mettercela ed io al posto loro al Tour lo vorrei avere (sempre ammesso che nei giorni prossimi non ceda).



Avatar utente
Tranchée d'Arenberg
Messaggi: 17659
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:50
Località: Falconara Albanese (CS)

Re: Giro 2017: 16a tappa: Rovetta > Bormio - 222km

Messaggio da leggere da Tranchée d'Arenberg » lunedì 22 maggio 2017, 14:20

Felice ha scritto:
Admin ha scritto:
Felice ha scritto:Piccola, ulteriore aggiunta a quanto ho appena scritto. chinaski89 scriveva: "volevano il frullino quello li ha snobbati dall'anno prossimo non ci proveranno più".
Credo che questo valga anche per Quintana e il Tour: ha tutto interesse a vincerlo quest'anno per davvero, perché se non ci riesce, dubito fortemente che gli organizzatori gliene confezioneranno un altro su misura come hanno fatto quest'anno.
Trascuri un piccolo particolare, Felice: non era Quintana il modello a cui gli organizzatori hanno preso le misure per cucirgli un Tour addosso, bensì Bardet (o Pinot, nel caso). Quindi penso che finché avremo francesi che non eccellono a crono ma vanno bene in montagna, il fil rouge potrà continuare a essere questo. ;)
Tranchée d'Arenberg ha scritto:
Il punto è proprio quello che ha sottolineato Admin. I francesi il Tour senza crono lo stanno disegnando da qualche anno a favore dei corridori transalpini. La loro preoccupazione non è certo ne Froome ne Quintana. Da questo punto di vista, essendo anche Quintana uno scalatore, ne trae benefici anche lui.
Avete sicuramente ragione. Però, se Dumoulin dovesse vincere il Giro, le cose potrebbero cambiare. Se vogliono portarlo al Tour una cronometro decente dovranno pur mettercela ed io al posto loro al Tour lo vorrei avere (sempre ammesso che nei giorni prossimi non ceda).
Io due crono decenti (non gli eccessi degli anni 90) le metterei sempre e comunque in un Grande Giro, a prescindere da Dumoulin (che anche io vorrei avere sempre al Tour). Da questo punto di vista, il Giro quest'anno ha fatto una scelta di buon senso mettendone una da 40 e un da 30 km. E' una questione di equilibrio che tra l'altro ha la non indifferente conseguenza di spingere gli scalatori a dare di più nelle tappe di montagna per poter recuperare lo svantaggio nelle prove contro il tempo.


Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Generale
Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Classiche
Cobblestone 2013 - 1° Classifica Semiclassiche

FantaCycling Manager 2016 - 1° Classifica (squadre)

Gimbatbu
Messaggi: 1118
Iscritto il: mercoledì 19 aprile 2017, 17:42

Re: Giro 2017: 16a tappa: Rovetta > Bormio - 222km

Messaggio da leggere da Gimbatbu » lunedì 22 maggio 2017, 14:39

La tappa di domani potrebbe essere condizionata dalla classifica degli scalatori? Al 90% la tappa con la Cima Coppi indirizza l' esito finale del GPM. A mio parere Fraile e Polanc con l' aggiunta di Landa hanno tutto l' interesse ad andare via sul Mortirolo e a cercare di fare tutte le salite in testa. Considerando che si tratta di tre atleti capaci di resistere a lungo in fuga (certo 222 sono tanti...) e il fatto che lo sloveno non è lontano dalla top ten e quindi anche altri potrebbero muoversi per non perdere il pIazzamento, tutto questo potrebbe condizionare l' andamento della gara degli uomini di classifica?



Fabruz
Messaggi: 1465
Iscritto il: martedì 28 gennaio 2014, 9:26

Re: Giro 2017: 16a tappa: Rovetta > Bormio - 222km

Messaggio da leggere da Fabruz » lunedì 22 maggio 2017, 14:53

Gimbatbu ha scritto:La tappa di domani potrebbe essere condizionata dalla classifica degli scalatori? Al 90% la tappa con la Cima Coppi indirizza l' esito finale del GPM. A mio parere Fraile e Polanc con l' aggiunta di Landa hanno tutto l' interesse ad andare via sul Mortirolo e a cercare di fare tutte le salite in testa. Considerando che si tratta di tre atleti capaci di resistere a lungo in fuga (certo 222 sono tanti...) e il fatto che lo sloveno non è lontano dalla top ten e quindi anche altri potrebbero muoversi per non perdere il pIazzamento, tutto questo potrebbe condizionare l' andamento della gara degli uomini di classifica?
No



Avatar utente
Patate
Messaggi: 4381
Iscritto il: domenica 28 febbraio 2016, 23:23

Re: Giro 2017: 16a tappa: Rovetta > Bormio - 222km

Messaggio da leggere da Patate » lunedì 22 maggio 2017, 14:55

Domani oltre alla Cima Coppi c'è la Montagna Scarponi, che dà punti doppi: un bottino ghiotto per i pretendenti alla maglia azzurra


antani ha scritto:Non so perchè ma ho la sensazione che domani Aru possa arrivare dietro o davanti a Froome, stiamo a vedere sembra facile ma non è difficile

Gimbatbu
Messaggi: 1118
Iscritto il: mercoledì 19 aprile 2017, 17:42

Re: Giro 2017: 16a tappa: Rovetta > Bormio - 222km

Messaggio da leggere da Gimbatbu » lunedì 22 maggio 2017, 15:05

Patate ha scritto:Domani oltre alla Cima Coppi c'è la Montagna Scarponi, che dà punti doppi: un bottino ghiotto per i pretendenti alla maglia azzurra

Non lo sapevo, a maggior ragione potrebbe nascere una gara ad alto ritmo. Visto Quintana ieri sprintare mi viene da pensare che anche gli abbuoni al traguardo potrebbero essere appetibili, ma tenere la corsa chiusa con un percorso del genere potrebbe essere proibitivo, dall' altra parte con un andamento tirato Dumoulin rischia di restare senza compagni prima del previsto.



Fabruz
Messaggi: 1465
Iscritto il: martedì 28 gennaio 2014, 9:26

Re: Giro 2017: 16a tappa: Rovetta > Bormio - 222km

Messaggio da leggere da Fabruz » lunedì 22 maggio 2017, 15:21

Gimbatbu ha scritto:
Patate ha scritto:Domani oltre alla Cima Coppi c'è la Montagna Scarponi, che dà punti doppi: un bottino ghiotto per i pretendenti alla maglia azzurra

Non lo sapevo, a maggior ragione potrebbe nascere una gara ad alto ritmo. Visto Quintana ieri sprintare mi viene da pensare che anche gli abbuoni al traguardo potrebbero essere appetibili, ma tenere la corsa chiusa con un percorso del genere potrebbe essere proibitivo, dall' altra parte con un andamento tirato Dumoulin rischia di restare senza compagni prima del previsto.
La gara ad alto ritmo non vuol dire
Dipende da cosa fanno gli uomini di classifica, cui della lotta per la maglia degli scalatori non interessa
Per questo secondo me siamo su due ambiti diversi

Piuttosto, dovrebbero inserire gli abbuoni anche sui GPM. Perché ai traguardi volanti sì e ai GPM no?



Avatar utente
Bob House
Messaggi: 2365
Iscritto il: mercoledì 9 febbraio 2011, 18:07
Località: Terronia

Re: Giro 2017: 16a tappa: Rovetta > Bormio - 222km

Messaggio da leggere da Bob House » lunedì 22 maggio 2017, 16:20

Effettivamente quella di domani non sembra una tappa adattissima alla fuga.
I Sunweb sicuramente proveranno a lanciare Ten Dam e forse qualcun altro...le squadre che devono attaccare è inutile ribadirlo ma dovranno provare in tutti i modo ad avere almeno un corridore davanti.
In questa ottica il Mortirolo si presta all'azione.

Landa e Fraile sicuramente saranno nel tentativo di fuga.


2019:Itzulia Basque Country,Mont Ventoux Dénivelé Challenge,Bretagne Classic,Coppa Sabatini,Tre Valli Varesine
2018:Vuelta a Espana,Coppa Sabatini
2017:Paris-Nice,Amstel Gold Race
2013:Paris - Roubaix,Tro-Bro Léon

Avatar utente
cauz.
Messaggi: 12153
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:53
Località: milano
Contatta:

Re: Giro 2017: 16a tappa: Rovetta > Bormio - 222km

Messaggio da leggere da cauz. » lunedì 22 maggio 2017, 16:28

tutti a preoccuparsi degli uomini di classifica, ma la tappa di domani segnerà un altro protagonista come vero vincitore del giro 2017.
al termine della tappa, infatti, sarà assegnato il KOG - King of Gravity: il premio al corridore più pesante in corsa che riuscirà a raggiungere il traguardo del tappone.
il premio? il migliore possibile, cento bottiglie di birra. :)

la premiazione sarà in serata, e ad oggi sembra una lotta serrata tra due dopo il clamoroso ritiro del favoritissimo rudiger selig nella giornata di ieri.

vi terrò aggiornati. :cincin:
http://www.bidonmagazine.org/brevi/king-of-gravity


"Il male trionfa sempre, perche' il bene e' stupido" [Lord Casco]
@cauz_ | bidonmagazine.org | confindustrial.noblogs.org

dietzen
Messaggi: 6064
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 21:19

Re: Giro 2017: 16a tappa: Rovetta > Bormio - 222km

Messaggio da leggere da dietzen » lunedì 22 maggio 2017, 16:31

cauz. ha scritto:tutti a preoccuparsi degli uomini di classifica, ma la tappa di domani segnerà un altro protagonista come vero vincitore del giro 2017.
al termine della tappa, infatti, sarà assegnato il KOG - King of Gravity: il premio al corridore più pesante in corsa che riuscirà a raggiungere il traguardo del tappone.
il premio? il migliore possibile, cento bottiglie di birra. :)

la premiazione sarà in serata, e ad oggi sembra una lotta serrata tra due dopo il clamoroso ritiro del favoritissimo rudiger selig nella giornata di ieri.

vi terrò aggiornati. :cincin:
http://www.bidonmagazine.org/brevi/king-of-gravity
quali sono i due favoriti?


Di Rocco non è il mio presidente

rizz23
Messaggi: 1889
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:23
Contatta:

Re: Giro 2017: 16a tappa: Rovetta > Bormio - 222km

Messaggio da leggere da rizz23 » lunedì 22 maggio 2017, 16:44

cauz. ha scritto:tutti a preoccuparsi degli uomini di classifica, ma la tappa di domani segnerà un altro protagonista come vero vincitore del giro 2017.
al termine della tappa, infatti, sarà assegnato il KOG - King of Gravity: il premio al corridore più pesante in corsa che riuscirà a raggiungere il traguardo del tappone.
il premio? il migliore possibile, cento bottiglie di birra. :)

la premiazione sarà in serata, e ad oggi sembra una lotta serrata tra due dopo il clamoroso ritiro del favoritissimo rudiger selig nella giornata di ieri.

vi terrò aggiornati. :cincin:
http://www.bidonmagazine.org/brevi/king-of-gravity
Dicono che ci sarà anche la tele :D



ciclistasiciliano
Messaggi: 470
Iscritto il: giovedì 12 gennaio 2017, 10:02

Re: Giro 2017: 16a tappa: Rovetta > Bormio - 222km

Messaggio da leggere da ciclistasiciliano » lunedì 22 maggio 2017, 17:33

CI FOSSE STATO GRAIPEL POTEVA VINCERE....



jumbo
Messaggi: 4881
Iscritto il: sabato 1 ottobre 2011, 10:42

Re: Giro 2017: 16a tappa: Rovetta > Bormio - 222km

Messaggio da leggere da jumbo » lunedì 22 maggio 2017, 17:53

pereiro2982 ha scritto:secondo me sta tappa la miglioravi solo col il vero mortirolo
Con il vero Mortirolo avresti rischiato mezzo gruppo fuori tempo massimo.

Per il resto niente da dire, confido che in molti attacchino confidando nella poca esperienza della maglia rosa su questi terreni e che ci gustiamo lo spettacolo.



calooleft
Messaggi: 39
Iscritto il: mercoledì 17 maggio 2017, 12:31

Re: Giro 2017: 16a tappa: Rovetta > Bormio - 222km

Messaggio da leggere da calooleft » lunedì 22 maggio 2017, 18:08

Partiamo dal presupposto che nei 30 km della crono dell'ultima tappa (che è completamente piatta) dumoulin guadagnerà da 1'30'' ai 2'15'' ai rivali nibali, pinot e quintana. Quindi tutti e tre hanno all'incirca 4'45''/5'00'' da recuperare all'olandese, mentre loro tre sono piu' o meno appaiati considerando l'ultima crono (o racchiusi in non piu' di 30'').

Fatto questo ragionamento, il loro obiettivo comune dovrebbe essere quello di ridurre o azzerare questi 5 minuti di svantaggio da dumoulin. Come possono riuscirci?
Ho pensato ad uno scenario. Se invece di mettere le teste di ponte in fuga (che poi tutti sti gran gregari buoni in salita non li vedo, i soli pellizzotti visconti siutsou discreti per i bahrein e anacona amador izaguirre per i movistar), non sarebbe piu' conveniente non lasciarla andare proprio la fuga?

Scenario: primi 67 km di corsa pianeggianti fatti a tutta per non fare andare la fuga, spremendo, perchè no, qualcuno dei vari DeLaParte, Sutherland, Bennati, Gasparotto, Pibernik, Boaro e qualche gregario passista della FDJ che tanto in una tappa del genere potrebbero dare un aiuto relativo.
Un'andatura del genere già fin dalla prima ora vorrà dire fare corsa durissima, e dumoulin ne risentirebbe sicuramente tantissimo alla distanza. Un ulteriore vantaggio del fatto che non ci sono teste di ponte in fuga sarebbe che neanche dumoulin ne avrebbe, così come non ne avrebbero i vari Mollema, Pozzovivo o Kruijswijck che in caso contrario potrebbero usarle alleandosi con dumoulin per interessi comuni.
Quindi gruppo compatto all'imbocco del mortirolo. Mortitolo fatto ad andatura forte dai bahrein sempre in alternanza con i movistar (e magari i fdj), in modo però da rimanere con 3 gregari ciascuno al gpm (a quel punto dumoulin avrà probabilmente il solo TenDam e al massimo un Geshcke attaccato a filo). Gruppo di una sessantina di elementi.
Discesa del mortirolo, e poi fondovalle a tutta (20 km) con siutsou, rojas e un fdj. Imbocco del primo stelvio, forcing delle solite movistar e bahrein con i vari izaguirre, visconti, anacona e pellizzotti, in modo da fare una gran selezione naturale in stile froome con la sky. Ai -8 dal gpm, quando ormai saranno rimasti un 15 max 20 corridori (e ten dam ampiamente staccato) allungo dei capitani nibali, quintana, pinot e credo anche zakarin. A quel punto, dopo 130 km a tutta con già tanta montagna alle spalle, dumoulin sarà già al gancio e dovrà decidere se rischiare un fuorigiri per seguire i diretti rivali oppure se proseguire da solo col suo passo. Io mi immagino che deciderà di staccarsi e proseguire col suo passo.
Davanti i quattro vanno avanti di comune accordo dandosi cambi regolari, e presumibilmente scollinerebbero già con 1'/1'30'' almeno dal solo dumoulin. Discesa e fondovalle a tutta, e anche la prima parte del secondo stelvio a tutta con cambi regolari. Ai -7 dal gpm (quando ormai avranno 2'/2'30'' di vantaggio da dumoulin), sciogliere le briglie e tutti contro tutti, e, con ancora 7 km di salita durissima e 20 km di discesa impegnativa, si potranno fare distacchi considerevoli... e a quelpunto chi sarà il piu' forte avrà meritato di vincere!!

Ricordatevi che tutti e tre hanno 5' da recuperare a dumoulin... se non si alleano tra di loro è quasi impossibile recuperargli tutto sto tempo.

Quanto sarebbe bella e storica una tappa del genere? :drool:



guidobaldo de medici
Messaggi: 3161
Iscritto il: venerdì 15 maggio 2015, 22:13

Re: Giro 2017: 16a tappa: Rovetta > Bormio - 222km

Messaggio da leggere da guidobaldo de medici » lunedì 22 maggio 2017, 18:12

griglia di axelgaard:

***** quintana
**** landa dumoulin
*** zakarin pinot nibali kruijswijk
jokers: rolland fraile de plus hirt


dice che per quintana è una tappa ideale, lunga estenuante con molte salite. vede un landa in forma che può essere poco controllato e in una tappa simile può stupire, come ha già fatto alla vuelta. su dumoulin dice che decisamente non è la sua tappa. solo che dumoulin fa sempre meglio di quello che pensiamo... e quindi :D può lasciare 1 minuto sul secondo stelvio e uscirne comunque senza grossi danni. vede bene zakarin se come sembra ha calibrato bene la preparazione per arrivare forte alla terza settimana - e oropa indica che l'ha calibrata bene. nibali, dice axelgaard che non ha le gambe per vincere, però hai il coraggio e il senso dello spettacolo per fare la corsa.



guidobaldo de medici
Messaggi: 3161
Iscritto il: venerdì 15 maggio 2015, 22:13

Re: Giro 2017: 16a tappa: Rovetta > Bormio - 222km

Messaggio da leggere da guidobaldo de medici » lunedì 22 maggio 2017, 18:29

è possibile che sulla salita scarponi ci sia una corsa a parte... non una vera fuga ma scatti singoli di ragazzi che vogliono prendere il mortirolo... quindi fraile landa de plus rolland... ma forse anche rui costa polanc e altri... non si può escludere pinot... è una cima che paga molto... sono 70 punti gpm, con un premio speciale in denaro e una premiazione speciale a milano... quindi si ammazzeranno di scatti (favorito fraile)... anche a costo di pagarli subito dopo... chi conquista il mortirolo muore lì, sul mortirolo.

da lì in poi una corsa diversa. d'accordo con galliano, favorito quintana. vedo molto bene zakarin sul podio di tappa e di generale, anche con questo finale in discesa. d'accordo anche con barrylindon che fa notare l'enormità dello sforzo, le 7 ore in bici, la difficoltà quasi inedita della tappa. in condizioni del genere il fondista che emerge può emergere tanto... (spero kruijswijk)... e chi va in difficoltà può arrivare 10 minuti dopo, anche se è un campione. occhio a nibali, che tende a calare sui finali anche nelle tappe più semplici tipo oropa. più che fare azioni da sintesi televisiva dovrà gestirsi. non è cosa nemmeno per yates, che ha spremuto la squadra nelle ultime due tappe, quelle che poteva vincere. qui deve salvare la pelle anche lui, mi sa. comunque tifo per tutti... è una tappa da tifo per tutti :clap:
Ultima modifica di guidobaldo de medici il lunedì 22 maggio 2017, 18:47, modificato 1 volta in totale.



davide182
Messaggi: 557
Iscritto il: venerdì 20 maggio 2011, 22:27

Re: Giro 2017: 16a tappa: Rovetta > Bormio - 222km

Messaggio da leggere da davide182 » lunedì 22 maggio 2017, 18:31

Mi sorprendo a legger certi copioni sulla tappa di domani, addirittura nomi e km esatti in cui lavorare... come fosse il set di un film
Si parte dal presupposto che dumoulin sia li per caso, e che alla prima montagna seria crolli come sull'alpe di poti.... ma in verità si trova li perché attualmente è IL più forte, lo dice dallo scorso anno che avrebbe lavorato per tornare al giro per far classifica, ancor prima che venisse svelato il percorso con 70km di crono (non vorrei dire una cosa per un'altra.. ma mi pare che lo disse proprio il giorno in cui perse la maglia rosa ad Arezzo).
Detto ciò, domani la tappa è abbastanza dura per permettere che il Delta distacco sia già abbastanza alto pur attaccando solo sull'umbrail. Quintana è a 2.40 e se già domani recupera 1'/1'30" il suo giro assume tutt'altro aspetto circa la vittoria finale.. ihmo sull'umbrail c'è spazio a volontà per creare quel distacco. E se non lo stacchi li, non lo avresti staccato a maggior ragione su mortirolo e stelvio. Quindi anima in pace... se proprio ci sarà una tappa con fuoco e fiamme quella sarà Ortisei, perché il solo pontives non può creare grossi distacchi.
domani mi aspetto movimenti da lontano solo per quelli dai 6' in su... e per tom è tutto di guadagnato in quanto si metteranno a lavorare le squadre di quelli in lotta per il podio, a lui basta mandare in fuga tem dam per ritrovarselo a metà Stelvio o dopo.



Avatar utente
antani
Messaggi: 2310
Iscritto il: lunedì 26 settembre 2016, 12:31

Re: Giro 2017: 16a tappa: Rovetta > Bormio - 222km

Messaggio da leggere da antani » lunedì 22 maggio 2017, 18:41

davide182 ha scritto:Mi sorprendo a legger certi copioni sulla tappa di domani, addirittura nomi e km esatti in cui lavorare... come fosse il set di un film
Si parte dal presupposto che dumoulin sia li per caso, e che alla prima montagna seria crolli come sull'alpe di poti.... ma in verità si trova li perché attualmente è IL più forte, lo dice dallo scorso anno che avrebbe lavorato per tornare al giro per far classifica, ancor prima che venisse svelato il percorso con 70km di crono (non vorrei dire una cosa per un'altra.. ma mi pare che lo disse proprio il giorno in cui perse la maglia rosa ad Arezzo).
Detto ciò, domani la tappa è abbastanza dura per permettere che il Delta distacco sia già abbastanza alto pur attaccando solo sull'umbrail. Quintana è a 2.40 e se già domani recupera 1'/1'30" il suo giro assume tutt'altro aspetto circa la vittoria finale.. ihmo sull'umbrail c'è spazio a volontà per creare quel distacco. E se non lo stacchi li, non lo avresti staccato a maggior ragione su mortirolo e stelvio. Quindi anima in pace... se proprio ci sarà una tappa con fuoco e fiamme quella sarà Ortisei, perché il solo pontives non può creare grossi distacchi.
domani mi aspetto movimenti da lontano solo per quelli dai 6' in su... e per tom è tutto di guadagnato in quanto si metteranno a lavorare le squadre di quelli in lotta per il podio, a lui basta mandare in fuga tem dam per ritrovarselo a metà Stelvio o dopo.
Quotone sono totalmente d'accordo con te


"Sicuramente serve il 25"
~ Davide Cassani su qualsiasi salita

davide182
Messaggi: 557
Iscritto il: venerdì 20 maggio 2011, 22:27

Re: Giro 2017: 16a tappa: Rovetta > Bormio - 222km

Messaggio da leggere da davide182 » lunedì 22 maggio 2017, 18:42

calooleft ha scritto:Partiamo dal presupposto che nei 30 km della crono dell'ultima tappa (che è completamente piatta) dumoulin guadagnerà da 1'30'' ai 2'15'' ai rivali nibali, pinot e quintana. Quindi tutti e tre hanno all'incirca 4'45''/5'00'' da recuperare all'olandese, mentre loro tre sono piu' o meno appaiati considerando l'ultima crono (o racchiusi in non piu' di 30'').

Fatto questo ragionamento, il loro obiettivo comune dovrebbe essere quello di ridurre o azzerare questi 5 minuti di svantaggio da dumoulin. Come possono riuscirci?
Ho pensato ad uno scenario. Se invece di mettere le teste di ponte in fuga (che poi tutti sti gran gregari buoni in salita non li vedo, i soli pellizzotti visconti siutsou discreti per i bahrein e anacona amador izaguirre per i movistar), non sarebbe piu' conveniente non lasciarla andare proprio la fuga?

Scenario: primi 67 km di corsa pianeggianti fatti a tutta per non fare andare la fuga, spremendo, perchè no, qualcuno dei vari DeLaParte, Sutherland, Bennati, Gasparotto, Pibernik, Boaro e qualche gregario passista della FDJ che tanto in una tappa del genere potrebbero dare un aiuto relativo.
Un'andatura del genere già fin dalla prima ora vorrà dire fare corsa durissima, e dumoulin ne risentirebbe sicuramente tantissimo alla distanza. Un ulteriore vantaggio del fatto che non ci sono teste di ponte in fuga sarebbe che neanche dumoulin ne avrebbe, così come non ne avrebbero i vari Mollema, Pozzovivo o Kruijswijck che in caso contrario potrebbero usarle alleandosi con dumoulin per interessi comuni.
Quindi gruppo compatto all'imbocco del mortirolo. Mortitolo fatto ad andatura forte dai bahrein sempre in alternanza con i movistar (e magari i fdj), in modo però da rimanere con 3 gregari ciascuno al gpm (a quel punto dumoulin avrà probabilmente il solo TenDam e al massimo un Geshcke attaccato a filo). Gruppo di una sessantina di elementi.
Discesa del mortirolo, e poi fondovalle a tutta (20 km) con siutsou, rojas e un fdj. Imbocco del primo stelvio, forcing delle solite movistar e bahrein con i vari izaguirre, visconti, anacona e pellizzotti, in modo da fare una gran selezione naturale in stile froome con la sky. Ai -8 dal gpm, quando ormai saranno rimasti un 15 max 20 corridori (e ten dam ampiamente staccato) allungo dei capitani nibali, quintana, pinot e credo anche zakarin. A quel punto, dopo 130 km a tutta con già tanta montagna alle spalle, dumoulin sarà già al gancio e dovrà decidere se rischiare un fuorigiri per seguire i diretti rivali oppure se proseguire da solo col suo passo. Io mi immagino che deciderà di staccarsi e proseguire col suo passo.
Davanti i quattro vanno avanti di comune accordo dandosi cambi regolari, e presumibilmente scollinerebbero già con 1'/1'30'' almeno dal solo dumoulin. Discesa e fondovalle a tutta, e anche la prima parte del secondo stelvio a tutta con cambi regolari. Ai -7 dal gpm (quando ormai avranno 2'/2'30'' di vantaggio da dumoulin), sciogliere le briglie e tutti contro tutti, e, con ancora 7 km di salita durissima e 20 km di discesa impegnativa, si potranno fare distacchi considerevoli... e a quelpunto chi sarà il piu' forte avrà meritato di vincere!!

Ricordatevi che tutti e tre hanno 5' da recuperare a dumoulin... se non si alleano tra di loro è quasi impossibile recuperargli tutto sto tempo.

Quanto sarebbe bella e storica una tappa del genere? :drool:
Ti vedremo concorrere al festival di Cannes?



Avatar utente
Patate
Messaggi: 4381
Iscritto il: domenica 28 febbraio 2016, 23:23

Re: Giro 2017: 16a tappa: Rovetta > Bormio - 222km

Messaggio da leggere da Patate » lunedì 22 maggio 2017, 18:45

Boh, Zakarin in una tappa che finisce con 20 km di discesa e 40 tornanti non ce lo vedo proprio


antani ha scritto:Non so perchè ma ho la sensazione che domani Aru possa arrivare dietro o davanti a Froome, stiamo a vedere sembra facile ma non è difficile

Winter
Messaggi: 14791
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Giro 2017: 16a tappa: Rovetta > Bormio - 222km

Messaggio da leggere da Winter » lunedì 22 maggio 2017, 19:02

cauz. ha scritto:tutti a preoccuparsi degli uomini di classifica, ma la tappa di domani segnerà un altro protagonista come vero vincitore del giro 2017.
al termine della tappa, infatti, sarà assegnato il KOG - King of Gravity: il premio al corridore più pesante in corsa che riuscirà a raggiungere il traguardo del tappone.
il premio? il migliore possibile, cento bottiglie di birra. :)

la premiazione sarà in serata, e ad oggi sembra una lotta serrata tra due dopo il clamoroso ritiro del favoritissimo rudiger selig nella giornata di ieri.

vi terrò aggiornati. :cincin:
http://www.bidonmagazine.org/brevi/king-of-gravity
grande idea :cincin: :cincin:

Io faccio un pronostico
william bonnet 78 kg



Avatar utente
galliano
Messaggi: 13611
Iscritto il: giovedì 14 aprile 2011, 12:53
Località: TN

Re: Giro 2017: 16a tappa: Rovetta > Bormio - 222km

Messaggio da leggere da galliano » lunedì 22 maggio 2017, 19:21

Fedaia ha scritto:proviamo un attimo a ragionarci su.
secondo voi Dumoulin provera' a mandar via Ten Dam o Geschke o Preidler prima del Mortirolo per trovarselo nella vallata prima dello Stelvio? secondo me gli conviene..
e i Movistar invece? penso che abbiano nel carniere la possibilita' di affiancare nel fondovalle minimo 2 uomini a Nairo. tanta roba.
la maglia rosa non deve perdere le ruote del colombiano fino alla cima del primo Stelvio altrimenti credo possa andare a fondo.
c'e' da dire che potrebbe trovare qualche tulipano lungo la strada a dargli una mano, visto che fondisti come Mollema o Kruijiswik potrebbero essere protagonisti..
Dipende...
Sarebbe logico mettere anche 2 sunweb in un eventuale fuga che scollina il Mortirolo, ma questo sarebbe solo il primo passo perché credo che in cima allo Stelvio saranno completamente spariti, mentre un movistar potrebbe essere ancora davanti.
Per Dumoulin è chiaramente prioritario non perdere le ruote da Quintana e altri sul Mortirolo, in questo caso per lui si profilerebbe una caporetto.
Arriverebbe staccato sotto lo Stelvio e dovrebbe farsi una doppia ascesa da solo mentre davanti potrebbero collaborare in due o tre. Praticamente la fine delle speranze.
Riuscisse a non perdere sul Mortirolo sarebbe già un passo avanti ma non può permettersi di staccarsi nemmeno in cima allo Stelvio. In questo caso conta molto chi riesce a staccarlo, se fosse il solo Quintana allora per il colombiano non sarebbe per nulla facile perché dietro, qualcuno che da una mano, Tom lo troverebbe.
Ben diverso il discorso se venisse staccato da Quintana, Nibali, Pinot o Zakarin, in questo caso i problemi sarebbero tutti suoi.



Avatar utente
chinaski89
Messaggi: 3756
Iscritto il: sabato 13 giugno 2015, 16:51

Re: Giro 2017: 16a tappa: Rovetta > Bormio - 222km

Messaggio da leggere da chinaski89 » lunedì 22 maggio 2017, 19:25

Sul Mortirolo a meno di malanni improvvisi è impossibile si stacchi per me, e non credo proprio ci sarà battaglia tra i big già li




Rispondi