Giro 2017: 18a tappa: Moena > Ortisei - 137km

Il mondo dei professionisti tra gare e complessità, e più in generale l'approccio al ciclismo di ogni appassionato
Avatar utente
barrylyndon
Messaggi: 14002
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 15:20

Re: Giro 2017: 18a tappa: Moena > Ortisei - 137km

Messaggio da leggere da barrylyndon » giovedì 25 maggio 2017, 0:53

Comunque ho brutte sensazioni per Nibali..
Beppe non ha ancora scritto nulla..non ha descritto le sue solite visioni catastrofiche..


Nibali sta a Froome come Thoeni stava a Klammer.


Merlozoro
Messaggi: 7442
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:47
Località: Trento

Re: Giro 2017: 18a tappa: Moena > Ortisei - 137km

Messaggio da leggere da Merlozoro » giovedì 25 maggio 2017, 1:24

Penultima tappa chiave

Altre escursioni oltre i 2000 metri con Pordoi, Valparola e Gardena che potrebbero fiaccare Dumoulin.
Due tappe tirate i giorni precedenti che hanno messo nelle gambe dei corridori ben 441 km.
Oggi è la penultima chance per Nibali e Quintana che devono cercare di mettere in difficoltà la maglia rosa olandese.
137 km, tappa corta ma che presenta ben 5 salite che possono decidere il destino dei nostri 3 duellanti in questo Giro100.

Vedendo il disegno, un'azione dal Passo Gardena non sarebbe del tutto insensata se la corsa iniziasse ad esplodere già dal Pordoi (pochissima pianura negli ultimi 60 km.

Speriamo di divertirci :D


2018: classifica generale L'ALTRO circuito 1000

Marco Gaviglio
Messaggi: 823
Iscritto il: giovedì 18 febbraio 2016, 13:01
Località: Genova

Re: Giro 2017: 18a tappa: Moena > Ortisei - 137km

Messaggio da leggere da Marco Gaviglio » giovedì 25 maggio 2017, 2:02

Io è da quando hanno presentato il Giro che mi sono segnato questa tappa, perché mi ricorda molto la Modane-Alpe 2011 e soprattutto l'Aramon Formigal dell'anno scorso alla Vuelta: come in quest'ultima tappa non ci sono grandi salite, è vero, ma il chilometraggio così ridotto potrebbe invogliare i big a terremotare la corsa da lontano. E quando dico da lontano intendo proprio dal Pordoi, non dal Gardena come pronosticato da molti. Un po' perché il Gardena dal versante di Corvara è una salita per modo di dire (l'ho fatto io con la pipa in bocca), un po' soprattutto perché, oltre al chilometraggio mignon, abbiamo apparecchiate anche le altre 3-4 condizioni necessarie affinché possa davvero scoppiare il mondo fin dall'inizio:
1) la maglia rosa ha una squadra debole, quindi molto meglio isolarla subito onde evitare che possa sganciare dei gregari preziosi nella fuga che, altrimenti, partirebbe;
2) la maglia rosa ha pure avuto il cagotto, per cui vale la pena dare subito una botta per vedere l'effetto che fa;
3) i due principali avversari della maglia rosa, Quintana e Nibali, non sono certo qui per curare un piazzamento sul podio. In più Quintana ha pure una squadra molto forte con cui potrebbe fare subito una grossa differenza (per quanto ci sia, è vero, l'incognita sul vero stato di forma di Quintana, che già ieri avrebbe dovuto attaccare sullo Stelvio e non l'ha fatto);
4) la maglia rosa va comunque attaccata a fondo perché poi avrà dalla sua la cronometro, e questa è l'ultima tappa in cui poterle rifilare, presumibilmente, dei minuti: a patto, appunto, di attaccarlo a tutta e ripetutamente, perché altrimenti se si aspetta il Pontives un Dumoulin in salute si difende alla grande; poi ovvio che se invece sta male, salta già sul Pordoi e buonanotte. (Asiago, invece, la vedo adattissima a Dumoulin con quei 15 km finali in falsopiano, e pure Piancavallo ha le pendenze più dure all'inizio: inoltre più passano i giorni e più è verosimile che Tom si riprenda dai problemi de panza; inoltre, essendo la tenuta sulle tre settimane la sua più grossa incognita anche a prescindere dal cagotto, attaccarlo a fondo oggi potrebbe incassare dei dividendi magari non nell'immediato ma domani o dopo, perché fare una gran fatica sulle Dolomiti potrebbe comprometterne il recupero).

Sull'altro piatto, però, ci metto i 50 km di discesa pedalabile e per niente tecnica che vanno dalla vetta del Gardena ai piedi della salita finale di Pontives, che saranno il vero spartiacque della corsa. Perché quello è il classico tratto di scorrimento veloce in cui se in gruppo ci si guarda anche solo per 3-4 km, chi è all'attacco può guadagnare minuti (e ovviamente vale anche il discorso contrario: se a guardarsi in faccia fossero gli attaccanti, sarebbe il gruppo a poterne approfittare alla grande).

E in mezzo ci sono giusto quei 4 km all'insù del Pinei che potrebbero essere dirimenti solo nel caso in cui Dumoulin, qualora si fosse davvero staccato prima, ci arrivasse al gancio col rischio di spiaggiarsi come gli è già successo nella tappa della Cercedilla che gli è costata la Vuelta del 2015, e nella quale ad un certo punto era davvero arrivato a vista di Aru, mancando l'aggancio giusto poche centinaia di metri prima che la strada ricominciasse a salire.

Vabeh, tutto questo per dire che le variabili in ballo sono poco meno di mille, e che tutto sommato la relativa facilità delle salite, da questo punto di vista, conta poco o nulla. Anzi, paradossalmente se nel menu ci fossero salite più dure (tipo, magari, un Fedaia o un Giau piazzati a metà percorso) questo potrebbe disincentivare ulteriormente i big a muoversi fin da subito; essendo invece il Gardena poco più di un falsopiano, penso che bene faranno a provarci già da Pordoi o Valparola, altrimenti sarà davvero tutto rimandato a Pontives. Davvero dai, se aspettano ad attaccare sul Gardena non staccano neanche Gaviria! (forse giusto Van Garderen può andare in difficoltà)



calooleft
Messaggi: 39
Iscritto il: mercoledì 17 maggio 2017, 12:31

Re: Giro 2017: 18a tappa: Moena > Ortisei - 137km

Messaggio da leggere da calooleft » giovedì 25 maggio 2017, 2:32

Io sinceramente non so cosa aspettarmi da questa tappa... da quello che dice la cartina, solo gli ultimi 4 km del pontives sono impegnativi (media del 9%), nei primi 5 km raramente si raggiunge il 6%... considerando anche che la tappa è breve per me non succederà praticamente nulla per la classifica generale se i big non se le suoneranno da prima...

Nibali e Quintana devono ancora recuperare almeno 2'30'' a dumoulin per stare tranquilli nella crono... e 2'30'' sono tantissimi da recuperare al dumoulin che si è visto finora al giro. Per me domani Nibali ci deve provare fin dal Gardena, ultimo gpm sopra i 2000 metri, e provare a sfruttare anche i 35 km di discesa (inframmezzati dai 4 km al 6,5/7% del passo di Pinei) che portano all'ultima ascesa di giornata.

Mi aspetto qualcosa sul Gardena anche da Pinot, non credo si arrenda così facilmente... cosa se ne fa di un quarto posto? Da francese ha rinunciato al tour e poi si limita a difendere un quarto posto? Non ci crederò mai, anche perchè finora è stato sempre tra i primissimi in salita (eccetto il tappone dello stelvio). E per lui i minuti da recuperare sono almeno 4 da dumoulin tenendo conto anche della crono.

Sarà interessante anche vedere come se la giocheranno le due scheggie impazzite Landa (fuga per mantenere la maglia degli scalatori o magari scatto sul gardena per maglia e tappa?) e Yates.

Anche domani ci sarà da divertirsi credo :cincin:



calooleft
Messaggi: 39
Iscritto il: mercoledì 17 maggio 2017, 12:31

Re: Giro 2017: 18a tappa: Moena > Ortisei - 137km

Messaggio da leggere da calooleft » giovedì 25 maggio 2017, 2:50

Marco Gaviglio ha scritto:Io è da quando hanno presentato il Giro che mi sono segnato questa tappa, perché mi ricorda molto la Modane-Alpe 2011 e soprattutto l'Aramon Formigal dell'anno scorso alla Vuelta: come in quest'ultima tappa non ci sono grandi salite, è vero, ma il chilometraggio così ridotto potrebbe invogliare i big a terremotare la corsa da lontano. E quando dico da lontano intendo proprio dal Pordoi, non dal Gardena come pronosticato da molti. Un po' perché il Gardena dal versante di Corvara è una salita per modo di dire (l'ho fatto io con la pipa in bocca), un po' soprattutto perché, oltre al chilometraggio mignon, abbiamo apparecchiate anche le altre 3-4 condizioni necessarie affinché possa davvero scoppiare il mondo fin dall'inizio:
1) la maglia rosa ha una squadra debole, quindi molto meglio isolarla subito onde evitare che possa sganciare dei gregari preziosi nella fuga che, altrimenti, partirebbe;
2) la maglia rosa ha pure avuto il cagotto, per cui vale la pena dare subito una botta per vedere l'effetto che fa;
3) i due principali avversari della maglia rosa, Quintana e Nibali, non sono certo qui per curare un piazzamento sul podio. In più Quintana ha pure una squadra molto forte con cui potrebbe fare subito una grossa differenza (per quanto ci sia, è vero, l'incognita sul vero stato di forma di Quintana, che già ieri avrebbe dovuto attaccare sullo Stelvio e non l'ha fatto);
4) la maglia rosa va comunque attaccata a fondo perché poi avrà dalla sua la cronometro, e questa è l'ultima tappa in cui poterle rifilare, presumibilmente, dei minuti: a patto, appunto, di attaccarlo a tutta e ripetutamente, perché altrimenti se si aspetta il Pontives un Dumoulin in salute si difende alla grande; poi ovvio che se invece sta male, salta già sul Pordoi e buonanotte. (Asiago, invece, la vedo adattissima a Dumoulin con quei 15 km finali in falsopiano, e pure Piancavallo ha le pendenze più dure all'inizio: inoltre più passano i giorni e più è verosimile che Tom si riprenda dai problemi de panza; inoltre, essendo la tenuta sulle tre settimane la sua più grossa incognita anche a prescindere dal cagotto, attaccarlo a fondo oggi potrebbe incassare dei dividendi magari non nell'immediato ma domani o dopo, perché fare una gran fatica sulle Dolomiti potrebbe comprometterne il recupero).

Sull'altro piatto, però, ci metto i 50 km di discesa pedalabile e per niente tecnica che vanno dalla vetta del Gardena ai piedi della salita finale di Pontives, che saranno il vero spartiacque della corsa. Perché quello è il classico tratto di scorrimento veloce in cui se in gruppo ci si guarda anche solo per 3-4 km, chi è all'attacco può guadagnare minuti (e ovviamente vale anche il discorso contrario: se a guardarsi in faccia fossero gli attaccanti, sarebbe il gruppo a poterne approfittare alla grande).

E in mezzo ci sono giusto quei 4 km all'insù del Pinei che potrebbero essere dirimenti solo nel caso in cui Dumoulin, qualora si fosse davvero staccato prima, ci arrivasse al gancio col rischio di spiaggiarsi come gli è già successo nella tappa della Cercedilla che gli è costata la Vuelta del 2015, e nella quale ad un certo punto era davvero arrivato a vista di Aru, mancando l'aggancio giusto poche centinaia di metri prima che la strada ricominciasse a salire.

Vabeh, tutto questo per dire che le variabili in ballo sono poco meno di mille, e che tutto sommato la relativa facilità delle salite, da questo punto di vista, conta poco o nulla. Anzi, paradossalmente se nel menu ci fossero salite più dure (tipo, magari, un Fedaia o un Giau piazzati a metà percorso) questo potrebbe disincentivare ulteriormente i big a muoversi fin da subito; essendo invece il Gardena poco più di un falsopiano, penso che bene faranno a provarci già da Pordoi o Valparola, altrimenti sarà davvero tutto rimandato a Pontives. Davvero dai, se aspettano ad attaccare sul Gardena non staccano neanche Gaviria! (forse giusto Van Garderen può andare in difficoltà)
Dalla cartina il Gardena dovrebbe essere 8,5 km al 7% di media, non lo definirei proprio un falsopiano... :no: sia il pordoi che il valparola non raggiungono quella pendenza media (anche se sono di poco piu' lunghe le salite, sui 12 km) e comporterebbe fare uno sforzo di 100 km prima di arrivare ad approcciare il pontives... non succederà mai che qualcuno dei top 10 attacchi sui primi due passi... è già grasso che cola se qualcuno ci fa vedere qualcosa sul gardena




Marco Gaviglio
Messaggi: 823
Iscritto il: giovedì 18 febbraio 2016, 13:01
Località: Genova

Re: Giro 2017: 18a tappa: Moena > Ortisei - 137km

Messaggio da leggere da Marco Gaviglio » giovedì 25 maggio 2017, 4:12

Non lo so, io ho fatto in bici sia il Gardena che il Pordoi dai versanti di oggi, e soprattutto il Gardena mi è sembrato veramente facile. Ok, sono passati più di 10 anni, ma da quel che mi ricordo c'è giusto un pezzo un po'più duro all'inizio, dopo Colfosco, ma poi verso la cima è praticamente un falsopiano...

Ad ogni modo, quando parlo di attacchi sul Pordoi, intendo azioni di squadra come appunto alla Vuelta l'anno scorso, non dico certo che Quintana e Nibali partono da soli a 130 km dall'arrivo ;)



BISCIO
Messaggi: 130
Iscritto il: martedì 5 luglio 2011, 13:56

Re: Giro 2017: 18a tappa: Moena > Ortisei - 137km

Messaggio da leggere da BISCIO » giovedì 25 maggio 2017, 5:48

Io son convinto che a nibali non servano compagni in fuga. Gli servono i compagni per fare a tutta le prime due salite, poi sul Gardena deve muoversi in prima persona, ma solo per scremare il gruppo ulteriormente. Difficile, quasi impossibile, che tom si stacchi sul passo Gardena. E poi in discesa deve trovare l accordo di 3-4 corridori di altre squadre, per far si di non far rientrare gli altri corridori. E non parlo dei gregari dell olandese, ma di quei gregari dei corridori interessati alle posizioni ai piedi del podio, che spesso fanno tanto lavoro per altri corridori, "solo" per mantenere una posizione in classifica generale. Domuolin va isolato da tutti gli altri corridori. Poi arrivati al perdei deve diventare un testa a testa tra i big, e se qualcuno perde contatto deve essere costretto ad inseguire da solo. Per quello parlo di corsa dura dall inizio, per far si che non si formino gruppetti numerosi all inseguimento di pochi.

Questa é l unica tattica che secondo me ha nibali per far saltare il banco. Poi ripeto, quintana....con quintana se la deve giocare nella crono.

Poi se l olandese non si stacca, pace all anima sua. Tanto di cappello. Diversamente da oropa e blockhaus, hanno nella gambe il tappone di martedì. É tutto un' incognita.



BISCIO
Messaggi: 130
Iscritto il: martedì 5 luglio 2011, 13:56

Re: Giro 2017: 18a tappa: Moena > Ortisei - 137km

Messaggio da leggere da BISCIO » giovedì 25 maggio 2017, 5:48

Io son convinto che a nibali non servano compagni in fuga. Gli servono i compagni per fare a tutta le prime due salite, poi sul Gardena deve muoversi in prima persona, ma solo per scremare il gruppo ulteriormente. Difficile, quasi impossibile, che tom si stacchi sul passo Gardena. E poi in discesa deve trovare l accordo di 3-4 corridori di altre squadre, per far si di non far rientrare gli altri corridori. E non parlo dei gregari dell olandese, ma di quei gregari dei corridori interessati alle posizioni ai piedi del podio, che spesso fanno tanto lavoro per altri corridori, "solo" per mantenere una posizione in classifica generale. Domuolin va isolato da tutti gli altri corridori. Poi arrivati al perdei deve diventare un testa a testa tra i big, e se qualcuno perde contatto deve essere costretto ad inseguire da solo. Per quello parlo di corsa dura dall inizio, per far si che non si formino gruppetti numerosi all inseguimento di pochi.

Questa é l unica tattica che secondo me ha nibali per far saltare il banco. Poi ripeto, quintana....con quintana se la deve giocare nella crono.

Poi se l olandese non si stacca, pace all anima sua. Tanto di cappello. Diversamente da oropa e blockhaus, hanno nella gambe il tappone di martedì. É tutto un' incognita.



Avatar utente
Maìno della Spinetta
Messaggi: 6439
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 15:53

Re: Giro 2017: 18a tappa: Moena > Ortisei - 137km

Messaggio da leggere da Maìno della Spinetta » giovedì 25 maggio 2017, 7:15

Son salite pedalabili, tom non puoi staccarlo, puoi al limite sorprenderlo. Le discese, e pontives, possono dire qualcosa. La fuga va via già di sicuro sul pordoi, chi attacca poi può trovare alleati occasionali per la strada, non necessariamente propri co.pagni


“Our interest’s on the dangerous edge of things.
The honest thief, the tender murderer, the superstitious atheist”.

Avatar utente
Nievole
Messaggi: 471
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 12:48
Località: Staffoli (Pi)
Contatta:

Re: Giro 2017: 18a tappa: Moena > Ortisei - 137km

Messaggio da leggere da Nievole » giovedì 25 maggio 2017, 7:18

Marco Gaviglio ha scritto:Non lo so, io ho fatto in bici sia il Gardena che il Pordoi dai versanti di oggi, e soprattutto il Gardena mi è sembrato veramente facile. Ok, sono passati più di 10 anni, ma da quel che mi ricordo c'è giusto un pezzo un po'più duro all'inizio, dopo Colfosco, ma poi verso la cima è praticamente un falsopiano...
Mi sa che, ricordi annebbiati dal tempo o gamba colossale, confondi la salita da Corvara ( http://www.salite.ch/gardena.asp?Mappa= ) con quella, più facile e con falsopiano finale, affrontata nel classico Sellaronda orario dopo il Pordoi ( http://www.salite.ch/gardena1.asp?Mappa= ).

Il Pinei invece è breve ma duro e viene dopo 20 km di discesa, qualcuno più distratto potrebbe pagare le gambe ghiacce. Occhio anche a questo piccolo ma importante fattore. Prendere un po' di ritardo su quelle rampe potrebbe diventare pericoloso lungo la veloce ma tecnica discesa del Pinei.


Allez Pierrot!
Giro delle Cerbaie

Avatar utente
Scattista
Messaggi: 2550
Iscritto il: mercoledì 24 settembre 2014, 21:22

Re: Giro 2017: 18a tappa: Moena > Ortisei - 137km

Messaggio da leggere da Scattista » giovedì 25 maggio 2017, 7:48

bello il percorso di questo Giro100!!
le prime due settimane tutti a dire "le montagne devono arrivare!"
Poi appena è iniziata la terza settimana: "eh, le occasioni ormai sono passate!"

Che dire: bellissimo, duro, selettivo. Secondo solo al bellissimo Giro 2009 :muro: :hammer: :hammer:


Immagine

BISCIO
Messaggi: 130
Iscritto il: martedì 5 luglio 2011, 13:56

Re: Giro 2017: 18a tappa: Moena > Ortisei - 137km

Messaggio da leggere da BISCIO » giovedì 25 maggio 2017, 8:01

Maìno della Spinetta ha scritto:Son salite pedalabili, tom non puoi staccarlo, puoi al limite sorprenderlo. Le discese, e pontives, possono dire qualcosa. La fuga va via già di sicuro sul pordoi, chi attacca poi può trovare alleati occasionali per la strada, non necessariamente propri co.pagni

Infatti secondo me l unico punto in cui puo andare in difficolta (problemi dovuti allo stomaco a parte) é lo strappo pinei. É li che va attaccato, ed é li che bisogna lasciarlo solo. Oggi mi aspetto alleanza nibali-fdj



Avatar utente
Maìno della Spinetta
Messaggi: 6439
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 15:53

Re: Giro 2017: 18a tappa: Moena > Ortisei - 137km

Messaggio da leggere da Maìno della Spinetta » giovedì 25 maggio 2017, 8:03

Nievole ha scritto:
Marco Gaviglio ha scritto:Non lo so, io ho fatto in bici sia il Gardena che il Pordoi dai versanti di oggi, e soprattutto il Gardena mi è sembrato veramente facile. Ok, sono passati più di 10 anni, ma da quel che mi ricordo c'è giusto un pezzo un po'più duro all'inizio, dopo Colfosco, ma poi verso la cima è praticamente un falsopiano...
Mi sa che, ricordi annebbiati dal tempo o gamba colossale, confondi la salita da Corvara ( http://www.salite.ch/gardena.asp?Mappa= ) con quella, più facile e con falsopiano finale, affrontata nel classico Sellaronda orario dopo il Pordoi ( http://www.salite.ch/gardena1.asp?Mappa= ).

Il Pinei invece è breve ma duro e viene dopo 20 km di discesa, qualcuno più distratto potrebbe pagare le gambe ghiacce. Occhio anche a questo piccolo ma importante fattore. Prendere un po' di ritardo su quelle rampe potrebbe diventare pericoloso lungo la veloce ma tecnica discesa del Pinei.
Mitico Nievole, non l'ho scritto nel mio post perché mi ero rotto di digitare e lo avevo scritto 3 mesi fa sul topic del percirso (che criticavo...), ma fossi in Vincenzo farei un cerchio rosso, senza dubbi, sul tratto duro del Pinei. Metterei qualcuno a fare landatura forsennata in discesa dal Gardena, terrei il gruppo sgranato e poi provare un allungo serio sul pinei per staccare da Vale Rossi nella rischiosa discesa successiva. Se no tutti insieme fino agli ultimi km del Pontives, ma il Nibali dell'Umbrail per me proverà a tirare il collo al gruppo in val Gardena

PS chi ha la squadra e deve attaccare per me è Pinot, ma sullo Stelvio era scarico... Fossi in lui, con tutte quelle discese, oggi andrei a rimorchio. Piuttosto fossi nella FDJ cercherei di organizzare una bella imboscata sul grappa.


“Our interest’s on the dangerous edge of things.
The honest thief, the tender murderer, the superstitious atheist”.

Avatar utente
jerrydrake
Messaggi: 5721
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 12:14

Re: Giro 2017: 18a tappa: Moena > Ortisei - 137km

Messaggio da leggere da jerrydrake » giovedì 25 maggio 2017, 8:24

barrylyndon ha scritto:
Fabruz ha scritto:
Mi esalterebbe meno una vittoria di Nibali, che mi è poco simpatico in generale, soprattutto da quando corre solo tre settimane l'anno e anche perché non reggo la retorica del carrozzone Rai
Che poi corra 3 settimane all'anno e' una leggenda metropolitana quasi pari a quella di Hesjedal cronoman...
L'ha fatto solo una volta, nel 2014..
L'altr'anno ha inziato a vincere a febbraio.
Due anni fa ha finito di vincere in ottobre..
Non parliamo del 2013..
È ormai risaputo che Nibali corre una settimana all'anno: la terza del Giro. Le prime 2 sono un allenamento per preparare la gamba per la settimana seguente.



maurofacoltosi
Messaggi: 3074
Iscritto il: mercoledì 15 dicembre 2010, 12:23
Località: Vedano Olona (Va)
Contatta:

Re: Giro 2017: 18a tappa: Moena > Ortisei - 137km

Messaggio da leggere da maurofacoltosi » giovedì 25 maggio 2017, 8:34

Intanto se volete curiosare con la web cam, ad Ortisei stanno cominciando i lavori di allestimenti dell'arrivo (aggiornare la pagina di tanto in tanto per vedere il procedimento dei lavori)

Immagine


Mauro Facoltosi
www.ilciclismo.it

eka
Messaggi: 34
Iscritto il: domenica 7 agosto 2016, 11:49

Re: Giro 2017: 18a tappa: Moena > Ortisei - 137km

Messaggio da leggere da eka » giovedì 25 maggio 2017, 8:35

Walter_White ha scritto:
Tatranky ha scritto:A che ora partono? Spero ci sia modo di vedere la diretta integrale.
Comunque credo Nibali ci proverà tra passo Gardena e discesa del Pinei. Da qui a fine Giro è uno dei due punti in cui può attaccare Quintana (l'altro è il Grappa, ma già con più incognite e con maggiore necessità di una tattica di squadra).
Interessante sarà vedere se fuori dai primi tre ci proverà anche qualche seconda linea che ha voglia di provare a far saltare il Giro o comunque di giocarsi il podio: un Pinot, uno Zakarin, un Mollema...
Si, diretta integrale inframezzata dalla grande merda, partono alle 13
Se segui su raiplay, durante i vari programmi piazzati a caso durante il giro, puoi seguire la corsa senza telecronaca



Avatar utente
galliano
Messaggi: 13780
Iscritto il: giovedì 14 aprile 2011, 12:53
Località: TN

Re: Giro 2017: 18a tappa: Moena > Ortisei - 137km

Messaggio da leggere da galliano » giovedì 25 maggio 2017, 8:37

Scattista ha scritto:bello il percorso di questo Giro100!!
le prime due settimane tutti a dire "le montagne devono arrivare!"
Poi appena è iniziata la terza settimana: "eh, le occasioni ormai sono passate!"
Questo è un superclassico.
Il Giro/Tour è lungo, siamo appena all'inizio, le vere montagne devono arrivare...
poi fatta la prima tappa di salita dell'ultima settimana il discorso cambia: ormai siamo in dirittura finale, le tappe più complicate sono ormai alle spalle, le energie sono al lumicino, di tappe veramente difficili non ce ne sono più... :crazy:



Avatar utente
galliano
Messaggi: 13780
Iscritto il: giovedì 14 aprile 2011, 12:53
Località: TN

Re: Giro 2017: 18a tappa: Moena > Ortisei - 137km

Messaggio da leggere da galliano » giovedì 25 maggio 2017, 8:46

calooleft ha scritto:
Nibali e Quintana devono ancora recuperare almeno 2'30'' a dumoulin per stare tranquilli nella crono... e 2'30'' sono tantissimi da recuperare al dumoulin che si è visto finora al giro.
A mio avviso è sufficiente anche qualcosa meno.
Quintana deve prendere un paio di minuti a Dumoulin. Nibali anche meno, fai 100".
Nella crono finale non credo che vedremo distacchi tanto elevati.
Quintana massimo un minuto e mezzo (3 sec/km), Nibali sui 40/50", non mi stupirei se finisse anche più vicino.
Non dimentichiamo che nel prologo olandese del 2016 vinto da Dumoulin (~10km), Nibali finì a circa 20" ed erano ad inizio Giro.



el_condor
Messaggi: 3637
Iscritto il: sabato 14 settembre 2013, 0:10

Re: Giro 2017: 18a tappa: Moena > Ortisei - 137km

Messaggio da leggere da el_condor » giovedì 25 maggio 2017, 9:58

BISCIO ha scritto: .

Questa é l unica tattica che secondo me ha nibali per far saltare il banco. Poi ripeto, quintana....con quintana se la deve giocare nella crono.

Poi se l olandese non si stacca, pace all anima sua. Tanto di cappello. Diversamente da oropa e blockhaus, hanno nella gambe il tappone di martedì. É tutto un' incognita.
Quintana, se non sta male cercherà di staccare tutti compreso Nibali. Su Nibali non so fare previsioni ma non posso dimenticare che pochissime volte brilla e tante volte e' in difficoltà...
ciao

el_condor


Giordano Bruno
Non temete nuotare contro il torrente, è d'un anima sordida pensare come il volgo, perché il volgo è in maggioranza."

Avatar utente
nino58
Messaggi: 11313
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: Giro 2017: 18a tappa: Moena > Ortisei - 137km

Messaggio da leggere da nino58 » giovedì 25 maggio 2017, 10:11

el_condor ha scritto:
BISCIO ha scritto: .

Questa é l unica tattica che secondo me ha nibali per far saltare il banco. Poi ripeto, quintana....con quintana se la deve giocare nella crono.

Poi se l olandese non si stacca, pace all anima sua. Tanto di cappello. Diversamente da oropa e blockhaus, hanno nella gambe il tappone di martedì. É tutto un' incognita.
Quintana, se non sta male cercherà di staccare tutti compreso Nibali. Su Nibali non so fare previsioni ma non posso dimenticare che pochissime volte brilla e tante volte e' in difficoltà...
ciao

el_condor
Mi preoccupavo per l'assenza di beppesaronni.
Per fortuna ci sei tu. ;)


Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!

Avatar utente
nino58
Messaggi: 11313
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: Giro 2017: 18a tappa: Moena > Ortisei - 137km

Messaggio da leggere da nino58 » giovedì 25 maggio 2017, 10:13

galliano ha scritto:
calooleft ha scritto:
Nibali e Quintana devono ancora recuperare almeno 2'30'' a dumoulin per stare tranquilli nella crono... e 2'30'' sono tantissimi da recuperare al dumoulin che si è visto finora al giro.
A mio avviso è sufficiente anche qualcosa meno.
Quintana deve prendere un paio di minuti a Dumoulin. Nibali anche meno, fai 100".
Nella crono finale non credo che vedremo distacchi tanto elevati.
Quintana massimo un minuto e mezzo (3 sec/km), Nibali sui 40/50", non mi stupirei se finisse anche più vicino.
Non dimentichiamo che nel prologo olandese del 2016 vinto da Dumoulin (~10km), Nibali finì a circa 20" ed erano ad inizio Giro.
No, trenta Km non sono pochi.
Margine di sicurezza per Nibali e/o Quintana almeno due minuti e mezzo.
Il che significa che, se Tom non "salta" tra oggi, domani o dopodomani, il Giro è chiuso.


Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!

Avatar utente
il_panta
Messaggi: 5351
Iscritto il: lunedì 21 maggio 2012, 13:39

Re: Giro 2017: 18a tappa: Moena > Ortisei - 137km

Messaggio da leggere da il_panta » giovedì 25 maggio 2017, 10:25

nino58 ha scritto:
galliano ha scritto:
calooleft ha scritto:
Nibali e Quintana devono ancora recuperare almeno 2'30'' a dumoulin per stare tranquilli nella crono... e 2'30'' sono tantissimi da recuperare al dumoulin che si è visto finora al giro.
A mio avviso è sufficiente anche qualcosa meno.
Quintana deve prendere un paio di minuti a Dumoulin. Nibali anche meno, fai 100".
Nella crono finale non credo che vedremo distacchi tanto elevati.
Quintana massimo un minuto e mezzo (3 sec/km), Nibali sui 40/50", non mi stupirei se finisse anche più vicino.
Non dimentichiamo che nel prologo olandese del 2016 vinto da Dumoulin (~10km), Nibali finì a circa 20" ed erano ad inizio Giro.
No, trenta Km non sono pochi.
Margine di sicurezza per Nibali e/o Quintana almeno due minuti e mezzo.
Il che significa che, se Tom non "salta" tra oggi, domani o dopodomani, il Giro è chiuso.
Per margine di sicurezza cosa intendi?
Tempo che gli devono prendere in salita da oggi o vantaggio con cui devono arrivare alla fine?
Se Tom dovesse ripetutamente staccarsi significherebbe che è in calo, e si vedrebbe anche nella crono. Io credo che Nibali possa stare nella crono anche intorno ai 30-40 secondi, dovessero invertirsi i rapporti di forza in salita rispetto a ciò che abbiamo visto finora.


2019 (1°): Giro d'Italia tp 4, 5, 20; Giro d'Italia classifica generale; Tour de France tp 1, 10; Tour of Britain;

Marco Gaviglio
Messaggi: 823
Iscritto il: giovedì 18 febbraio 2016, 13:01
Località: Genova

Re: Giro 2017: 18a tappa: Moena > Ortisei - 137km

Messaggio da leggere da Marco Gaviglio » giovedì 25 maggio 2017, 10:27

Nievole ha scritto:
Marco Gaviglio ha scritto:Non lo so, io ho fatto in bici sia il Gardena che il Pordoi dai versanti di oggi, e soprattutto il Gardena mi è sembrato veramente facile. Ok, sono passati più di 10 anni, ma da quel che mi ricordo c'è giusto un pezzo un po'più duro all'inizio, dopo Colfosco, ma poi verso la cima è praticamente un falsopiano...
Mi sa che, ricordi annebbiati dal tempo o gamba colossale, confondi la salita da Corvara ( http://www.salite.ch/gardena.asp?Mappa= ) con quella, più facile e con falsopiano finale, affrontata nel classico Sellaronda orario dopo il Pordoi ( http://www.salite.ch/gardena1.asp?Mappa= ).

Il Pinei invece è breve ma duro e viene dopo 20 km di discesa, qualcuno più distratto potrebbe pagare le gambe ghiacce. Occhio anche a questo piccolo ma importante fattore. Prendere un po' di ritardo su quelle rampe potrebbe diventare pericoloso lungo la veloce ma tecnica discesa del Pinei.
no no, ricordo proprio bene: ho fatto quel versante lì, perché avevamo l'albergo a Colfosco che è appunto nel tratto iniziale del Gardena; boh, sarà che essendo la prima salita che ho fatto quel giorno, ma me la ricordo molto semplice, la seconda più semplice del Sellaronda prima del Sella (che preso da Canazei è sì una salita degna di questo nome, ma affrontato appunto venendo dal Gardena, è quasi solo un falsopiano). O sarà che avevo la gamba della vita e ho perso l'occasione di correre il Giro quell'anno! :P

Invece concordo sull'insidia del Pontives ;)



Avatar utente
nino58
Messaggi: 11313
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: Giro 2017: 18a tappa: Moena > Ortisei - 137km

Messaggio da leggere da nino58 » giovedì 25 maggio 2017, 10:28

il_panta ha scritto:
nino58 ha scritto:
galliano ha scritto: A mio avviso è sufficiente anche qualcosa meno.
Quintana deve prendere un paio di minuti a Dumoulin. Nibali anche meno, fai 100".
Nella crono finale non credo che vedremo distacchi tanto elevati.
Quintana massimo un minuto e mezzo (3 sec/km), Nibali sui 40/50", non mi stupirei se finisse anche più vicino.
Non dimentichiamo che nel prologo olandese del 2016 vinto da Dumoulin (~10km), Nibali finì a circa 20" ed erano ad inizio Giro.
No, trenta Km non sono pochi.
Margine di sicurezza per Nibali e/o Quintana almeno due minuti e mezzo.
Il che significa che, se Tom non "salta" tra oggi, domani o dopodomani, il Giro è chiuso.
Per margine di sicurezza cosa intendi?
Tempo che gli devono prendere in salita da oggi o vantaggio con cui devono arrivare alla fine?
Se Tom dovesse ripetutamente staccarsi significherebbe che è in calo, e si vedrebbe anche nella crono. Io credo che Nibali possa stare nella crono anche intorno ai 30-40 secondi, dovessero invertirsi i rapporti di forza in salita rispetto a ciò che abbiamo visto finora.
No, intendo vantaggio prima della crono.


Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!

Fabruz
Messaggi: 1469
Iscritto il: martedì 28 gennaio 2014, 9:26

Re: Giro 2017: 18a tappa: Moena > Ortisei - 137km

Messaggio da leggere da Fabruz » giovedì 25 maggio 2017, 10:33

Quintana deve arrivare a Monza con almeno due minuti di vantaggio su Dumoulin e uno su Nibali per essere sicuro di farcela
Però questo vantaggio può prenderlo in tre tappe
Ovviamente se Dumoulin sta bene questi due minuti e mezzo non glieli prende, a meno che a Quintana venga una super gamba che finora non ha dimostrato di avere

A Nibali basterebbe un minuto di vantaggio su Dumoulin e un ritardo di 30 secondi da Quintana (cioè quello che ha ora)
Su Dumoulin vale lo stesso discorso fatto per Quintana, se Dumoulin sta bene Nibali due minuti non glieli prende
Non vedo come Nibali possa staccare Quintana a Piancavallo e Asiago, rischierebbe anzi molto a portarselo a braccetto, soprattutto a Piancavallo
Per cui deve agire oggi e staccarli entrambi, altrimenti il Giro non lo vince

Riassumendo il mio ragionamento: Quintana oggi può aspettare l'ultima salita, facendo magari corsa dura da subito, Nibali invece deve muoversi prima



Avatar utente
il_panta
Messaggi: 5351
Iscritto il: lunedì 21 maggio 2012, 13:39

Re: Giro 2017: 18a tappa: Moena > Ortisei - 137km

Messaggio da leggere da il_panta » giovedì 25 maggio 2017, 10:47

Fabruz ha scritto:Quintana deve arrivare a Monza con almeno due minuti di vantaggio su Dumoulin e uno su Nibali per essere sicuro di farcela
Però questo vantaggio può prenderlo in tre tappe
Ovviamente se Dumoulin sta bene questi due minuti e mezzo non glieli prende, a meno che a Quintana venga una super gamba che finora non ha dimostrato di avere

A Nibali basterebbe un minuto di vantaggio su Dumoulin e un ritardo di 30 secondi da Quintana (cioè quello che ha ora)
Su Dumoulin vale lo stesso discorso fatto per Quintana, se Dumoulin sta bene Nibali due minuti non glieli prende
Non vedo come Nibali possa staccare Quintana a Piancavallo e Asiago, rischierebbe anzi molto a portarselo a braccetto, soprattutto a Piancavallo
Per cui deve agire oggi e staccarli entrambi, altrimenti il Giro non lo vince

Riassumendo il mio ragionamento: Quintana oggi può aspettare l'ultima salita, facendo magari corsa dura da subito, Nibali invece deve muoversi prima
Io invece fossi Nibali mi metterei sulla difensiva, Quintana vorrà vincere e farà fuoco e fiamme. Se Nibali si espone per staccare l'olandese le prende da Quintana. Deve lasciare la responsabilità a Nairo e restargli attaccato, per poi provare a vincere la corsa a crono. Se oggi dà troppo non sarà in grado di provare a stare attaccato a Nairo domani, questa è la mia opinione.


2019 (1°): Giro d'Italia tp 4, 5, 20; Giro d'Italia classifica generale; Tour de France tp 1, 10; Tour of Britain;

calooleft
Messaggi: 39
Iscritto il: mercoledì 17 maggio 2017, 12:31

Re: Giro 2017: 18a tappa: Moena > Ortisei - 137km

Messaggio da leggere da calooleft » giovedì 25 maggio 2017, 10:48

galliano ha scritto:
calooleft ha scritto:
Nibali e Quintana devono ancora recuperare almeno 2'30'' a dumoulin per stare tranquilli nella crono... e 2'30'' sono tantissimi da recuperare al dumoulin che si è visto finora al giro.
A mio avviso è sufficiente anche qualcosa meno.
Quintana deve prendere un paio di minuti a Dumoulin. Nibali anche meno, fai 100".
Nella crono finale non credo che vedremo distacchi tanto elevati.
Quintana massimo un minuto e mezzo (3 sec/km), Nibali sui 40/50"
, non mi stupirei se finisse anche più vicino.
Non dimentichiamo che nel prologo olandese del 2016 vinto da Dumoulin (~10km), Nibali finì a circa 20" ed erano ad inizio Giro.
Appunto! Entrambi hanno sui 2 minuti da recuperare, 2'30'' per stare "tranquilli" :cincin:



Avatar utente
Elihu
Messaggi: 609
Iscritto il: martedì 14 dicembre 2010, 23:54

Re: Giro 2017: 18a tappa: Moena > Ortisei - 137km

Messaggio da leggere da Elihu » giovedì 25 maggio 2017, 10:55

Dalla tappa di ieri ho dedotto alcune cose, cercando di non essere troppo di parte....

Ho visto Doumulin stanco e Quintana un pò appannato e non lucidissimo...
Vincenzo invece è molto determinato e appare anche abbastanza in forma.
Ritengo che oggi potrebbe sorprenderci ancora.... :D
Mi piacerebbe un attacco combinato assieme a Pozzovivo a metà del Valparola...

:italia:


Immagine
VINCE....NZO NIBALI Lo Squalo dello Stretto

Avatar utente
Tranchée d'Arenberg
Messaggi: 18270
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:50
Località: Falconara Albanese (CS)

Re: Giro 2017: 18a tappa: Moena > Ortisei - 137km

Messaggio da leggere da Tranchée d'Arenberg » giovedì 25 maggio 2017, 10:57

Elihu ha scritto:Dalla tappa di ieri ho dedotto alcune cose, cercando di non essere troppo di parte....

Ho visto Doumulin stanco e Quintana un pò appannato e non lucidissimo...
Vincenzo invece è molto determinato e appare anche abbastanza in forma.
Ritengo che oggi potrebbe sorprenderci ancora.... :D
Mi piacerebbe un attacco combinato assieme a Pozzovivo a metà del Valparola...

:italia:
Più che di parte, mi sembri sfacciatamente ottimista :D


Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Generale
Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Classiche
Cobblestone 2013 - 1° Classifica Semiclassiche

FantaCycling Manager 2016 - 1° Classifica (squadre)

Fabruz
Messaggi: 1469
Iscritto il: martedì 28 gennaio 2014, 9:26

Re: Giro 2017: 18a tappa: Moena > Ortisei - 137km

Messaggio da leggere da Fabruz » giovedì 25 maggio 2017, 11:02

Elihu ha scritto:Dalla tappa di ieri ho dedotto alcune cose, cercando di non essere troppo di parte....

Ho visto Doumulin stanco e Quintana un pò appannato e non lucidissimo...
Vincenzo invece è molto determinato e appare anche abbastanza in forma.
Ritengo che oggi potrebbe sorprenderci ancora.... :D
Mi piacerebbe un attacco combinato assieme a Pozzovivo a metà del Valparola...

:italia:
Come si fa a dedurre qualcosa dalla tappa di ieri?



Avatar utente
nino58
Messaggi: 11313
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: Giro 2017: 18a tappa: Moena > Ortisei - 137km

Messaggio da leggere da nino58 » giovedì 25 maggio 2017, 11:09

Elihu ha scritto:Dalla tappa di ieri ho dedotto alcune cose, cercando di non essere troppo di parte....

Ho visto Doumulin stanco e Quintana un pò appannato e non lucidissimo...
Vincenzo invece è molto determinato e appare anche abbastanza in forma.
Ritengo che oggi potrebbe sorprenderci ancora.... :D
Mi piacerebbe un attacco combinato assieme a Pozzovivo a metà del Valparola...

:italia:
Sì, però cerca di non essere il controcanto di beppesaronni. :D


Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!

Avatar utente
Elihu
Messaggi: 609
Iscritto il: martedì 14 dicembre 2010, 23:54

Re: Giro 2017: 18a tappa: Moena > Ortisei - 137km

Messaggio da leggere da Elihu » giovedì 25 maggio 2017, 11:13

Tranchée d'Arenberg ha scritto:
Elihu ha scritto:Dalla tappa di ieri ho dedotto alcune cose, cercando di non essere troppo di parte....

Ho visto Doumulin stanco e Quintana un pò appannato e non lucidissimo...
Vincenzo invece è molto determinato e appare anche abbastanza in forma.
Ritengo che oggi potrebbe sorprenderci ancora.... :D
Mi piacerebbe un attacco combinato assieme a Pozzovivo a metà del Valparola...

:italia:
Più che di parte, mi sembri sfacciatamente ottimista :D
Esatto..... :unzunz:


Immagine
VINCE....NZO NIBALI Lo Squalo dello Stretto

Avatar utente
Elihu
Messaggi: 609
Iscritto il: martedì 14 dicembre 2010, 23:54

Re: Giro 2017: 18a tappa: Moena > Ortisei - 137km

Messaggio da leggere da Elihu » giovedì 25 maggio 2017, 11:16

Fabruz ha scritto:
Elihu ha scritto:Dalla tappa di ieri ho dedotto alcune cose, cercando di non essere troppo di parte....

Ho visto Doumulin stanco e Quintana un pò appannato e non lucidissimo...
Vincenzo invece è molto determinato e appare anche abbastanza in forma.
Ritengo che oggi potrebbe sorprenderci ancora.... :D
Mi piacerebbe un attacco combinato assieme a Pozzovivo a metà del Valparola...

:italia:
Come si fa a dedurre qualcosa dalla tappa di ieri?
Piccoli dettagli, come la quasi caduta della Sfinge e una faccia più stanca di Doumulin...

Sensazioni.... :diavoletto:


Immagine
VINCE....NZO NIBALI Lo Squalo dello Stretto

Avatar utente
il_panta
Messaggi: 5351
Iscritto il: lunedì 21 maggio 2012, 13:39

Re: Giro 2017: 18a tappa: Moena > Ortisei - 137km

Messaggio da leggere da il_panta » giovedì 25 maggio 2017, 11:21

A me Dumoulin è sembrato spesso con la faccia stanca, e poi andava benissimo. Sul Blockhaus quando erano una decina ho avuto questa sensazione, e poi... Mi sembra uno che suda molto, tra l'altro.


2019 (1°): Giro d'Italia tp 4, 5, 20; Giro d'Italia classifica generale; Tour de France tp 1, 10; Tour of Britain;

Avatar utente
galliano
Messaggi: 13780
Iscritto il: giovedì 14 aprile 2011, 12:53
Località: TN

Re: Giro 2017: 18a tappa: Moena > Ortisei - 137km

Messaggio da leggere da galliano » giovedì 25 maggio 2017, 12:35

Oggi potrò vederla solo in registrata :boh:
Credo che Tom qualcosa potrebbe pagare, diciamo un minutino da Nibali e Quintana. Loro due penso possano arrivare assieme.
Per la tappa direi Landa.

Penso che Quintana punterà tanto su Piancavallo per prendere un altro minuto a Tom e una trentina di secondi a Vincenzo.



Avatar utente
robby
Messaggi: 1219
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:58
Località: Mùlinet de Masà

Re: Giro 2017: 18a tappa: Moena > Ortisei - 137km

Messaggio da leggere da robby » giovedì 25 maggio 2017, 12:48

galliano ha scritto:Oggi potrò vederla solo in registrata :boh:
Credo che Tom qualcosa potrebbe pagare, diciamo un minutino da Nibali e Quintana. Loro due penso possano arrivare assieme.
Per la tappa direi Landa.

Penso che Quintana punterà tanto su Piancavallo per prendere un altro minuto a Tom e una trentina di secondi a Vincenzo.
perfettamente in linea con quanto penso io sia per oggi, sia per domani


"Vai Marco, o salti tu, o salta lui...è saltato lui"
Marco Pantani, Montecampione 1998

Monsieur Kobram

Scioppa
Messaggi: 578
Iscritto il: lunedì 3 giugno 2013, 11:44

Re: Giro 2017: 18a tappa: Moena > Ortisei - 137km

Messaggio da leggere da Scioppa » giovedì 25 maggio 2017, 12:50

Vedremo dai, Tom per me comunque ha 2 minuti di vantaggio su Nibali ed 1.30 su Quintana, col secondo che sembra messo meglio del primo.. per Nairo potrebbe bastare l'ultima salita, ma se Tom è in forma poi non ci sarà il terreno per provarlo ad attaccare prima (nelle prossime tappe).. io fossi in Vincenzo manderei Visco e Pellizotti in fuga e poi anticiperei, sul passo secondo me può tenere benissimo, ma Nairo non lo stacca in salita (le ultime parole famose :diavoletto:) e arrivare alla crono con 40" da recuperare potrebbero essere tanti. Tom chiaramente giocherà sulla difensiva, ma se lo portano in carrozza ed è in versione Oropa li lascia tutti li


Fantaciclismo 2017

Vittorie:
Gp Larciano 2017
Giro della California 2017
Giro d'Italia tappa 15: Valdengo-Bergamo
Tour de France tappa 14: Blagnac-Rodez
Vuelta a Espana tappa 15: Alcalà La Real - Sierra Nevada

Avatar utente
Nievole
Messaggi: 471
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 12:48
Località: Staffoli (Pi)
Contatta:

Re: Giro 2017: 18a tappa: Moena > Ortisei - 137km

Messaggio da leggere da Nievole » giovedì 25 maggio 2017, 12:56

Maìno della Spinetta ha scritto: [...] fossi in Vincenzo farei un cerchio rosso, senza dubbi, sul tratto duro del Pinei. Metterei qualcuno a fare l'andatura forsennata in discesa dal Gardena, terrei il gruppo sgranato e poi provare un allungo serio sul pinei per staccare da Vale Rossi nella rischiosa discesa successiva. Se no tutti insieme fino agli ultimi km del Pontives, ma il Nibali dell'Umbrail per me proverà a tirare il collo al gruppo in val Gardena

PS chi ha la squadra e deve attaccare per me è Pinot, ma sullo Stelvio era scarico... Fossi in lui, con tutte quelle discese, oggi andrei a rimorchio. Piuttosto fossi nella FDJ cercherei di organizzare una bella imboscata sul grappa.
Eh, sperem!
Marco Gaviglio ha scritto:no no, ricordo proprio bene: ho fatto quel versante lì, perché avevamo l'albergo a Colfosco che è appunto nel tratto iniziale del Gardena; boh, sarà che essendo la prima salita che ho fatto quel giorno, ma me la ricordo molto semplice, la seconda più semplice del Sellaronda prima del Sella (che preso da Canazei è sì una salita degna di questo nome, ma affrontato appunto venendo dal Gardena, è quasi solo un falsopiano). O sarà che avevo la gamba della vita e ho perso l'occasione di correre il Giro quell'anno! :P
Allora :cincin: alle tue gambe :D


Allez Pierrot!
Giro delle Cerbaie

Avatar utente
Nievole
Messaggi: 471
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 12:48
Località: Staffoli (Pi)
Contatta:

Re: Giro 2017: 18a tappa: Moena > Ortisei - 137km

Messaggio da leggere da Nievole » giovedì 25 maggio 2017, 12:59

Ricordi: nell'edizione di 12 anni fa, sul Pontives Simoni e Savoldelli staccarono un Basso alle prese con l'anticamera della crisi intestinale del giorno dopo sullo Stelvio. Successivamente il falco allungò sul trentino per vestirsi di rosa e, successivamente, scrivere -assieme a SImoni, Di Luca e Rujano- uno dei più emozionanti finali di Giro di sempre.
Ripensandoci, quante simpatiche coincidenze... :P


Allez Pierrot!
Giro delle Cerbaie

Marco Gaviglio
Messaggi: 823
Iscritto il: giovedì 18 febbraio 2016, 13:01
Località: Genova

Re: Giro 2017: 18a tappa: Moena > Ortisei - 137km

Messaggio da leggere da Marco Gaviglio » giovedì 25 maggio 2017, 13:15

oggi mi aspetto Yates all'attacco: tra gli uomini di classifica è quello che deve recuperare di più, e mi pare anche messo fisicamente meglio di tanti altri



Scioppa
Messaggi: 578
Iscritto il: lunedì 3 giugno 2013, 11:44

Re: Giro 2017: 18a tappa: Moena > Ortisei - 137km

Messaggio da leggere da Scioppa » giovedì 25 maggio 2017, 13:19

Intanto è partita una fuga gigante, a Doumulin può andare benissimo così, da vedere se ci sono uomini pericolosi


Fantaciclismo 2017

Vittorie:
Gp Larciano 2017
Giro della California 2017
Giro d'Italia tappa 15: Valdengo-Bergamo
Tour de France tappa 14: Blagnac-Rodez
Vuelta a Espana tappa 15: Alcalà La Real - Sierra Nevada

Scioppa
Messaggi: 578
Iscritto il: lunedì 3 giugno 2013, 11:44

Re: Giro 2017: 18a tappa: Moena > Ortisei - 137km

Messaggio da leggere da Scioppa » giovedì 25 maggio 2017, 13:20

Vedo i QS a tirare.. secondo me c'è qualcuno tra Yates, Polanc e Formolo davanti


Fantaciclismo 2017

Vittorie:
Gp Larciano 2017
Giro della California 2017
Giro d'Italia tappa 15: Valdengo-Bergamo
Tour de France tappa 14: Blagnac-Rodez
Vuelta a Espana tappa 15: Alcalà La Real - Sierra Nevada

Scioppa
Messaggi: 578
Iscritto il: lunedì 3 giugno 2013, 11:44

Re: Giro 2017: 18a tappa: Moena > Ortisei - 137km

Messaggio da leggere da Scioppa » giovedì 25 maggio 2017, 13:22

Polanc di nuovo in fuga, oltre a Boaro pure Pellizotti, occhio a Nibalone


Fantaciclismo 2017

Vittorie:
Gp Larciano 2017
Giro della California 2017
Giro d'Italia tappa 15: Valdengo-Bergamo
Tour de France tappa 14: Blagnac-Rodez
Vuelta a Espana tappa 15: Alcalà La Real - Sierra Nevada

Reddo
Messaggi: 656
Iscritto il: giovedì 25 giugno 2015, 16:53

Re: Giro 2017: 18a tappa: Moena > Ortisei - 137km

Messaggio da leggere da Reddo » giovedì 25 maggio 2017, 13:24

Nibali c'è! Pellizzotti in fuga.. movistar sembra solo con Anacona



Marco Gaviglio
Messaggi: 823
Iscritto il: giovedì 18 febbraio 2016, 13:01
Località: Genova

Re: Giro 2017: 18a tappa: Moena > Ortisei - 137km

Messaggio da leggere da Marco Gaviglio » giovedì 25 maggio 2017, 13:25

Dumoulin non ne ha messi di gregari in fuga? se è così quest'azione per lui non va per niente bene

per la Movistar c'è anche Sutherland



Fabruz
Messaggi: 1469
Iscritto il: martedì 28 gennaio 2014, 9:26

Re: Giro 2017: 18a tappa: Moena > Ortisei - 137km

Messaggio da leggere da Fabruz » giovedì 25 maggio 2017, 13:26

Scioppa ha scritto:Vedo i QS a tirare.. secondo me c'è qualcuno tra Yates, Polanc e Formolo davanti
Ne hanno agganciati due i QS



Avatar utente
il_panta
Messaggi: 5351
Iscritto il: lunedì 21 maggio 2012, 13:39

Re: Giro 2017: 18a tappa: Moena > Ortisei - 137km

Messaggio da leggere da il_panta » giovedì 25 maggio 2017, 13:26

Un Sunweb l'ho visto ma credo solo uno. Non l'ho identificato.


2019 (1°): Giro d'Italia tp 4, 5, 20; Giro d'Italia classifica generale; Tour de France tp 1, 10; Tour of Britain;

l'Orso
Messaggi: 4604
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 11:18

Re: Giro 2017: 18a tappa: Moena > Ortisei - 137km

Messaggio da leggere da l'Orso » giovedì 25 maggio 2017, 13:27

Reddo ha scritto:Nibali c'è! Pellizzotti in fuga.. movistar sembra solo con Anacona
sopratutto ci son anche Visconti e Boaro (quest'ultimo nella discesa luuunga è un ottimo valore aggiunto), ma non penso lascino andare una fuga così.


Fanta cicloweb 2015:
Tour 2015 - 19a tappa - SJ M.nne - Toussuire (24 Luglio)

utenti ignorati:
Scostante_Girardengo

Avatar utente
il_panta
Messaggi: 5351
Iscritto il: lunedì 21 maggio 2012, 13:39

Re: Giro 2017: 18a tappa: Moena > Ortisei - 137km

Messaggio da leggere da il_panta » giovedì 25 maggio 2017, 13:29

E chi la va a prendere? Io dico che la lasciano andare. I Sunweb non possono distruggersi. Anche se prendono questa poi ne parte un altra.


2019 (1°): Giro d'Italia tp 4, 5, 20; Giro d'Italia classifica generale; Tour de France tp 1, 10; Tour of Britain;

Avatar utente
tetzuo
Messaggi: 7945
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 10:08

Re: Giro 2017: 18a tappa: Moena > Ortisei - 137km

Messaggio da leggere da tetzuo » giovedì 25 maggio 2017, 13:30

dai che la rai inizia a deliziarci con le interruzioni durante le salite :clap:




Rispondi