Giro 2019

Il mondo dei professionisti tra gare e complessità, e più in generale l'approccio al ciclismo di ogni appassionato
Eshnar
Messaggi: 972
Iscritto il: giovedì 6 agosto 2015, 13:31

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da Eshnar » venerdì 12 ottobre 2018, 15:01

Patate ha scritto:
venerdì 12 ottobre 2018, 14:53

Per me anche merito di Vegni, assolutamente. Giro 2015 e 2016 sono forse i percorsi più belli dell'ultimo decennio, molto meglio di 2010 o 2011 a mio parere.
2017 e 2018 li vedo come "compitini" per invogliare a partecipare Froome inserendo arrivi in salita e un buon numero di crono -anche se l'ultimo Giro, sebbene sia stato tracciato un po' con l'accetta, era veramente duro ed usurante, a differenza del precedente- e credo che, concluso felicemente il corteggiamento :dollar: , il prossimo avrà un disegno più variegato ed interessante.
Io già con San Carlo e Gavia-Mortirolo -quelli giusti- sarei contento, dovesse starci pure il -quasi- Nivolet sarebbe una gran notizia
2015 assolutamente, 2016 no. Di fatto, il Giro 2015 e' il miglior disegno dal 2005... che era un Giro di Zomegnan. Entrambi hanno avuto i loro alti e bassi, entrambi non mi piacciono particolarmente, ma comparati con la ASO sembrano l'incarnazione del Ciclismo in persona :diavoletto:
Dove preferisco Zomegnan a Vegni e' che almeno in Zome vedevo un'idea di ciclismo piu' o meno coerente con se stessa, mentre in Vegni no.




lucks83
Messaggi: 990
Iscritto il: sabato 18 maggio 2013, 13:11

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da lucks83 » venerdì 12 ottobre 2018, 15:07

Sono d'accordo con le tappe da Lago Serrù (incluso) fino alla fine, meno sulla Cuneo-Pinerolo. Secondo me è possibile che Vegni, dicendo che San Marino sarebbe stato l'unico sconfinamento, intendesse che non ci sarebbero stati altri arrivi o partenze oltreconfine. Se Cascata dice che si fa la versione originale, secondo me quella rimane la soluzione più probabile fino a eventuali notizie di segno diverso.
[/quote]
Potrebbe anche essere come dici tu. In tal caso, allora, potrebbero alleggerire il percorso della tappa di Courmayeur. Che effettivamente, puoi metterci tutte le salite del mondo prima, ma i big si darebbero battaglia solo ed esclusivamente sul san Carlo. Potrebbero fare appunto solo Verrogne, san Carlo e arrivo alla Skyway. Per quanto riguarda la Cuneo - Pinerolo ci starebbe anche la versione originale, e se l'idea è quella di celebrare l'impresa di Coppi il percorso dovrebbe essere quello. L'unico difetto è che è un percorso un po' anacronistico per i giorni nostri, dalla vetta del Sestriere (che già di per sé non è un moloch) sono 50 km di discesa/falsopiano che, su strada larga e non tecnica, favoriscono i rientri dei ritardatari. Si rischia un arrivo in una volata di 30 corridori. Secondo me l'idea migliore sarebbe metterci il colle di Pramartino allora, che dopo quello che si affronta prima e dopo 240 km potrebbe fare disastri veri. Tra l'altro, ho controllato, se al tracciato originale della Cuneo - Pinerolo aggiungi anche il colle Pramartino, si ottiene un dislivello da affrontare di esattamente 5460 metri...



Avatar utente
il_panta
Messaggi: 5383
Iscritto il: lunedì 21 maggio 2012, 13:39

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da il_panta » venerdì 12 ottobre 2018, 15:51

lucks83 ha scritto:
venerdì 12 ottobre 2018, 2:06
il_panta ha scritto:
venerdì 12 ottobre 2018, 0:28
lucks83 ha scritto:
venerdì 12 ottobre 2018, 0:09


Anche io sapevo che la strada vecchia che evita il tunnel è chiusa perché malmessa. Potrebbero fare un intervento di recupero, d'altra parte il Giro ha fatto scoprire a tanta gente anche i Serrai di Sottoguda (Fedaia) speriamo proprio che la sistemino come suggerisci tu! Ancora non ci credo, sono anni che desidero vedere il Nivolet al Giro...
Sarebbe una bella notizia, perché se aspettiamo che il comune di Ceresole lo faccia per conto proprio...
C'è una chiara avversità del comune nei confronti dei ciclisti. Eppure se si dessero una svegliata, con la bellezza del posto, i ciclisti potrebbero diventare una miniera d'oro.
in che senso il comune è contro i ciclisti? mi sembra una cosa da pazzi, con la bellezza del posto che hanno.
Tra l'altro non è detto che sia una tappa Unipuerto stile Vuelta... ho provato a tracciare un percorso senza ragionarci troppo.. e si arriva a 5000 mt di dislivello, se si vuole.pinerolo - lago seru'.png
La strada vecchia che permette di evitare la galleria è in uno stato pietoso, completamente abbandonata, ma è comunque fattibile accettando il rischio di forare. Bene, questi geni hanno chiuso la strada con due enormi massi per disincentivare il passaggio. In galleria un ciclista medio ci sta 20 minuti, e sono 20 minuti davvero spiacevoli, perché ogni mezzo a motore col rimbombo ti fa temere che saranno gli ultimi attimi della tua vita.
Impedire ai ciclisti di passare dalla strada vecchia significa disincentivare il ciclismo. A questo aggiungi che in teoria nei festivi si fanno belli con la chiusura del traffico motorizzato, che è una bella iniziativa, se non fosse che se porti soldi (prenotazione a un ristorante) puoi passare.
Si parla già da un po' di chiudere anche la galleria ai ciclisti, immagino per motivi di sicurezza, ma non dare un'alternativa ai ciclisti è un'assurdità.


2019 (1°): Giro d'Italia tp 4, 5, 20; Giro d'Italia classifica generale; Tour de France tp 1, 10; Tour of Britain;

Winter
Messaggi: 15213
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da Winter » venerdì 12 ottobre 2018, 16:06

Ma la 460 è provinciale.. Una volta statale.. Non comunale. Il comune di ceresole non centra in nulla per la galleria.
Ad aprile la 460 è stata chiusa vicino a lombardore..per un mese buono. Anche in quel caso il comune nn centrava. Era di competenza provinciale

Ceresole passa di poco i cento abitanti..non ha tutti sti fondi
Credo sarà il più piccolo comune ad avere una tappa del giro
Salita stile francese. Si sta bene a ruota



lucks83
Messaggi: 990
Iscritto il: sabato 18 maggio 2013, 13:11

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da lucks83 » venerdì 12 ottobre 2018, 16:12

Winter ha scritto:
venerdì 12 ottobre 2018, 16:06
Ma la 460 è provinciale.. Una volta statale.. Non comunale. Il comune di ceresole non centra in nulla per la galleria.
Ad aprile la 460 è stata chiusa vicino a lombardore..per un mese buono. Anche in quel caso il comune nn centrava. Era di competenza provinciale

Ceresole passa di poco i cento abitanti..non ha tutti sti fondi
Domando a voi che mi sembrate più informati al riguardo... qualche commento fa ho letto che sulla strada vecchia c'è la presenza di qualche masso/macigno? Può essere che abbiano chiuso l'accesso alla strada per motivi di pericolosità, quali frane e smottamenti? Se cosi fosse ci sarebbe un senso. Altrimenti è assurdo obbligare i ciclisti a farsi almeno 20 minuti in galleria, con i rischi che ne comporta e col fatto che di sicuro non respirano aria buona.




Avatar utente
il_panta
Messaggi: 5383
Iscritto il: lunedì 21 maggio 2012, 13:39

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da il_panta » venerdì 12 ottobre 2018, 16:16

Winter ha scritto:
venerdì 12 ottobre 2018, 16:06
Ma la 460 è provinciale.. Una volta statale.. Non comunale. Il comune di ceresole non centra in nulla per la galleria.
Ad aprile la 460 è stata chiusa vicino a lombardore..per un mese buono. Anche in quel caso il comune nn centrava. Era di competenza provinciale

Ceresole passa di poco i cento abitanti..non ha tutti sti fondi
Credo sarà il più piccolo comune ad avere una tappa del giro
Salita stile francese. Si sta bene a ruota
Ok, allora ho sbagliato cui responsabili, ma la gestione resta scellerata.
Riguardo alla salita, è un peccato tagliare gli ultimi chilometri. In ogni caso il Nivolet è una salita eterna e chiunque la faccia la trova più dura di quanto non si creda sulla carta. Non è affatto una salita facile, secondo me non è meno selettivo dell'Izoard da Guillestre. Se viene preso di petto in stile Astana per Lopez o Movistar al Blockhaus, può fare molto male. Se la affrontano con calma perché nessuno sente di poter fare la differenza, le cose cambiano.


2019 (1°): Giro d'Italia tp 4, 5, 20; Giro d'Italia classifica generale; Tour de France tp 1, 10; Tour of Britain;

Avatar utente
il_panta
Messaggi: 5383
Iscritto il: lunedì 21 maggio 2012, 13:39

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da il_panta » venerdì 12 ottobre 2018, 16:24

lucks83 ha scritto:
venerdì 12 ottobre 2018, 16:12
Winter ha scritto:
venerdì 12 ottobre 2018, 16:06
Ma la 460 è provinciale.. Una volta statale.. Non comunale. Il comune di ceresole non centra in nulla per la galleria.
Ad aprile la 460 è stata chiusa vicino a lombardore..per un mese buono. Anche in quel caso il comune nn centrava. Era di competenza provinciale

Ceresole passa di poco i cento abitanti..non ha tutti sti fondi
Domando a voi che mi sembrate più informati al riguardo... qualche commento fa ho letto che sulla strada vecchia c'è la presenza di qualche masso/macigno? Può essere che abbiano chiuso l'accesso alla strada per motivi di pericolosità, quali frane e smottamenti? Se cosi fosse ci sarebbe un senso. Altrimenti è assurdo obbligare i ciclisti a farsi almeno 20 minuti in galleria, con i rischi che ne comporta e col fatto che di sicuro non respirano aria buona.
Non è la strada più sicura del mondo, certamente; le frane ci sono, come da tante parti, ma non rimettendo mai a posto restano là e si notano di più. Le frane in montagna avvengono ovunque, specialmente se non si fa manutenzione. Se si riesce a fare il vallone di Elva in bici è assurdo non poter fare la strada del Nivolet. Il fatto è che è completamente abbandonata, perché le auto non ci passano e a loro delle bici non frega una mazza! Se poi chiudono la galleria ai ciclisti arriviamo proprio all'assurdo.
Basterebbe lasciare la strada vecchia ufficialmente chiusa, fare il minimo sindacale per lasciarla agibile a proprio rischio e pericolo (e basterebbe davvero pochissimo), e daresti ai ciclisti la possibilità di raggiungere un paradiso senza passare dalla galleria con un ritorno anche economico per la zona. Oppure, ma qua stiamo parlando di scenari troppo lungimiranti per esser presi in considerazione, si fa una riqualificazione seria, la si rende ciclabile, si chiude seriamente la strada ai mezzi a motore nei festivi, e vedi quanti ciclisti vengono e ti portano i loro soldi!


2019 (1°): Giro d'Italia tp 4, 5, 20; Giro d'Italia classifica generale; Tour de France tp 1, 10; Tour of Britain;

Avatar utente
Direzione01
Messaggi: 49
Iscritto il: mercoledì 18 ottobre 2017, 13:22

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da Direzione01 » venerdì 12 ottobre 2018, 16:25

Riguardo le tappe piemontesi, l'assessore regionale allo sport Ferraris è un appassionato cronico ed ha fatto una convenzione importante con Rcs..è la regione che paga sempre la metà della tappe... guardate negli anni indietro... Giro 2014 3 tappe, Giro 2015 2 tappe, Giro 2016 3 tappe compreso il gran finale a Torino, Giro 2017 2 tappe, Giro 2018 2 tappe e per il 2019 3 tappe.. Non dimenticate poi il Gran Piemonte rilanciato e anche i Campionati Italiani dell'anno scorso...



Avatar utente
udra
Messaggi: 7087
Iscritto il: mercoledì 1 ottobre 2014, 11:29

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da udra » venerdì 12 ottobre 2018, 17:40

Passaggio con TV da San Benedetto del Tronto nella tappa che dovrebbe arrivare a Pesaro https://www.rivieraoggi.it/2018/10/12/2 ... o-ditalia/
Anzi, in questo articolo si fa esplicitamente riferimento a Pesaro: https://www.rivieraoggi.it/2018/10/12/2 ... ro-ditalia



maurofacoltosi
Messaggi: 3098
Iscritto il: mercoledì 15 dicembre 2010, 12:23
Località: Vedano Olona (Va)
Contatta:

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da maurofacoltosi » venerdì 12 ottobre 2018, 17:45

E se nel finale della tappa di Pesaro facessero qualche muro?


Mauro Facoltosi
www.ilciclismo.it

lucks83
Messaggi: 990
Iscritto il: sabato 18 maggio 2013, 13:11

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da lucks83 » venerdì 12 ottobre 2018, 18:03

il_panta ha scritto:
venerdì 12 ottobre 2018, 16:24
lucks83 ha scritto:
venerdì 12 ottobre 2018, 16:12
Winter ha scritto:
venerdì 12 ottobre 2018, 16:06
Ma la 460 è provinciale.. Una volta statale.. Non comunale. Il comune di ceresole non centra in nulla per la galleria.
Ad aprile la 460 è stata chiusa vicino a lombardore..per un mese buono. Anche in quel caso il comune nn centrava. Era di competenza provinciale

Ceresole passa di poco i cento abitanti..non ha tutti sti fondi
Domando a voi che mi sembrate più informati al riguardo... qualche commento fa ho letto che sulla strada vecchia c'è la presenza di qualche masso/macigno? Può essere che abbiano chiuso l'accesso alla strada per motivi di pericolosità, quali frane e smottamenti? Se cosi fosse ci sarebbe un senso. Altrimenti è assurdo obbligare i ciclisti a farsi almeno 20 minuti in galleria, con i rischi che ne comporta e col fatto che di sicuro non respirano aria buona.
Non è la strada più sicura del mondo, certamente; le frane ci sono, come da tante parti, ma non rimettendo mai a posto restano là e si notano di più. Le frane in montagna avvengono ovunque, specialmente se non si fa manutenzione. Se si riesce a fare il vallone di Elva in bici è assurdo non poter fare la strada del Nivolet. Il fatto è che è completamente abbandonata, perché le auto non ci passano e a loro delle bici non frega una mazza! Se poi chiudono la galleria ai ciclisti arriviamo proprio all'assurdo.
Basterebbe lasciare la strada vecchia ufficialmente chiusa, fare il minimo sindacale per lasciarla agibile a proprio rischio e pericolo (e basterebbe davvero pochissimo), e daresti ai ciclisti la possibilità di raggiungere un paradiso senza passare dalla galleria con un ritorno anche economico per la zona. Oppure, ma qua stiamo parlando di scenari troppo lungimiranti per esser presi in considerazione, si fa una riqualificazione seria, la si rende ciclabile, si chiude seriamente la strada ai mezzi a motore nei festivi, e vedi quanti ciclisti vengono e ti portano i loro soldi!
Be', se come mi pare di capire non ci sono problemi cronici di frane e smottamenti sulla vecchia strada, non credo ci saranno molti problemi. Considerato che anche la regione Piemonte contribuisce economicamente all'organizzazione delle tappe, credo proprio che faranno la strada vecchia, evitando la galleria. Potrebbero poi lasciarla dedicata ai soli ciclisti, un po' come fecero con il passo di Pampeago al Giro del 2012, quando asfaltarono i 3 km che da Pampeago portano al passo, ma non aprirono mai la strada ai mezzi a motore. Anche perché, sinceramente, se davvero arriveranno al lago Serru', l'organizzazione avrebbe un buco televisivo di almeno 10/15 minuti, ovvero il tempo che i corridori impiegherebbero a fare una galleria di 4 km al 9%. E potrei capire se avessero tale buco a 100 km dal traguardo, ma sulla salita finale mi sembra davvero impossibile che succeda una roba del genere. Sai che risate?



Avatar utente
presa 2 del Montello
Messaggi: 1654
Iscritto il: lunedì 13 dicembre 2010, 10:08

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da presa 2 del Montello » venerdì 12 ottobre 2018, 18:14

maurofacoltosi ha scritto:
venerdì 12 ottobre 2018, 17:45
E se nel finale della tappa di Pesaro facessero qualche muro?
Presumo di si, infatti il mio dubbio su Pesaro(già inserita nell'elenco tappe da qualche giorno) nasceva dal fatto, che si arrivi la di sabato. Il territorio offre comunque "divertenti" soluzioni.



jumbo
Messaggi: 5307
Iscritto il: sabato 1 ottobre 2011, 10:42

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da jumbo » venerdì 12 ottobre 2018, 19:20

lucks83 ha scritto:
venerdì 12 ottobre 2018, 18:03
Be', se come mi pare di capire non ci sono problemi cronici di frane e smottamenti sulla vecchia strada, non credo ci saranno molti problemi. Considerato che anche la regione Piemonte contribuisce economicamente all'organizzazione delle tappe, credo proprio che faranno la strada vecchia, evitando la galleria. Potrebbero poi lasciarla dedicata ai soli ciclisti, un po' come fecero con il passo di Pampeago al Giro del 2012, quando asfaltarono i 3 km che da Pampeago portano al passo, ma non aprirono mai la strada ai mezzi a motore. Anche perché, sinceramente, se davvero arriveranno al lago Serru', l'organizzazione avrebbe un buco televisivo di almeno 10/15 minuti, ovvero il tempo che i corridori impiegherebbero a fare una galleria di 4 km al 9%. E potrei capire se avessero tale buco a 100 km dal traguardo, ma sulla salita finale mi sembra davvero impossibile che succeda una roba del genere. Sai che risate?
Il problema è che tra oggi e maggio non è che ci sia tutto questo tempo utile per metterla a posto, quella strada: si trova in montagna, tra 1000 e 1500 metri di quota, in una valle stretta al cui fondo arriva poca luce in inverno e neve e ghiaccio durano a lungo. Non mi sembrano esattamente le condizioni ideali per lavorarci.
Il tutto tralasciando le considerazioni sulle disponibilità economiche della regione ordinaria Piemonte e delle province autonome di TN e BZ, e anche sulla relativa lungimiranza in ottica turistica.



Avatar utente
il_panta
Messaggi: 5383
Iscritto il: lunedì 21 maggio 2012, 13:39

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da il_panta » venerdì 12 ottobre 2018, 19:30

Infatti sono molto scettico, credo che passeranno dalla galleria. Un conto è farci passare degli amatori e cicloturisti, un conto è sistemarla per una corsa. Se non c'è la giusta progettualità, dubito che il Giro d'Italia possa essere un input sufficiente per lo sviluppo cicloturistico della zona. Invece per passare dalle gallerie i lavori non sono nulla di che, la strada è già in condizioni decenti.


2019 (1°): Giro d'Italia tp 4, 5, 20; Giro d'Italia classifica generale; Tour de France tp 1, 10; Tour of Britain;

Winter
Messaggi: 15213
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da Winter » venerdì 12 ottobre 2018, 20:12

jumbo ha scritto:
venerdì 12 ottobre 2018, 19:20
lucks83 ha scritto:
venerdì 12 ottobre 2018, 18:03
Be', se come mi pare di capire non ci sono problemi cronici di frane e smottamenti sulla vecchia strada, non credo ci saranno molti problemi. Considerato che anche la regione Piemonte contribuisce economicamente all'organizzazione delle tappe, credo proprio che faranno la strada vecchia, evitando la galleria. Potrebbero poi lasciarla dedicata ai soli ciclisti, un po' come fecero con il passo di Pampeago al Giro del 2012, quando asfaltarono i 3 km che da Pampeago portano al passo, ma non aprirono mai la strada ai mezzi a motore. Anche perché, sinceramente, se davvero arriveranno al lago Serru', l'organizzazione avrebbe un buco televisivo di almeno 10/15 minuti, ovvero il tempo che i corridori impiegherebbero a fare una galleria di 4 km al 9%. E potrei capire se avessero tale buco a 100 km dal traguardo, ma sulla salita finale mi sembra davvero impossibile che succeda una roba del genere. Sai che risate?
Il problema è che tra oggi e maggio non è che ci sia tutto questo tempo utile per metterla a posto, quella strada: si trova in montagna, tra 1000 e 1500 metri di quota, in una valle stretta al cui fondo arriva poca luce in inverno e neve e ghiaccio durano a lungo. Non mi sembrano esattamente le condizioni ideali per lavorarci.
Il tutto tralasciando le considerazioni sulle disponibilità economiche della regione ordinaria Piemonte e delle province autonome di TN e BZ, e anche sulla relativa lungimiranza in ottica turistica.
Esatto..
Parliamo di una delle vallate con il piu' alto tasso di spopolamento di tutte le alpi (non di madonna di campiglio o cortina)
Gia' riasfalteranno , credo , la strada vera
figuriamoci se pensano alla vecchia strada (che non viene piu' manutenzionata da piu' di 20 anni..)
senza contare che han fatto la galleria.. proprio per evitare frane ecc che isolavano il paese..
Ultima modifica di Winter il venerdì 12 ottobre 2018, 20:17, modificato 1 volta in totale.



Winter
Messaggi: 15213
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da Winter » venerdì 12 ottobre 2018, 20:16

il_panta ha scritto:
venerdì 12 ottobre 2018, 16:24

Non è la strada più sicura del mondo, certamente; le frane ci sono, come da tante parti, ma non rimettendo mai a posto restano là e si notano di più. Le frane in montagna avvengono ovunque, specialmente se non si fa manutenzione. Se si riesce a fare il vallone di Elva in bici è assurdo non poter fare la strada del Nivolet.
Son stato mercoledi a Elva
il vallone è vietato sia ad auto ma pure ai Pedoni



oronzo2
Messaggi: 610
Iscritto il: mercoledì 10 agosto 2011, 23:15

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da oronzo2 » venerdì 12 ottobre 2018, 20:21

Domani su La Stampa Giorgio Viberti anticipa l'intero percorso del Giro d'Italia 2019



Avatar utente
il_panta
Messaggi: 5383
Iscritto il: lunedì 21 maggio 2012, 13:39

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da il_panta » venerdì 12 ottobre 2018, 20:34

Winter ha scritto:
venerdì 12 ottobre 2018, 20:16
il_panta ha scritto:
venerdì 12 ottobre 2018, 16:24

Non è la strada più sicura del mondo, certamente; le frane ci sono, come da tante parti, ma non rimettendo mai a posto restano là e si notano di più. Le frane in montagna avvengono ovunque, specialmente se non si fa manutenzione. Se si riesce a fare il vallone di Elva in bici è assurdo non poter fare la strada del Nivolet.
Son stato mercoledi a Elva
il vallone è vietato sia ad auto ma pure ai Pedoni
Sì, ma ci si può passare a proprio rischio e pericolo. Ovviamente ad Elva la situazione è seria, il rischio è concreto. Tante strade "chiudono", è solo un modo per lavarsene le mani perché se accade qualcosa chi gestisce la strada è responsabile.
Sampeyre paese ad esempio era così fino a poco fa, e l'unico motivo è che l'asfalto era molto rugoso con avvallamenti. una volta una persona era caduta e aveva denunciato per condizioni della strada inaccettabili, e a quel punto hanno chiuso la strada, ma a nessuno interessava realmente che tu ci passassi o meno, è solo un modo per tutelarsi. Idem Elva, pur essendo una strada realmente pericolosa, non è di fatto chiusa, in bici si passa, e in certi periodi pure in auto, e gli abitanti di Elva lo fanno in continuazione. Invece una situazione come al Nivolet, dove ci sono dei massi messi ad ostruire la strada, io non li ho mai visti, e non è una strada così pericolosa, è solo abbandonata a se stessa senza manutenzione! Quindi il ciclista deve farsi la galleria per forza. oppure non può andare al Nivolet. Se poi chiudono alle bici anche quella come viene paventato da un po' ci mettiamo una pietra sopra per sempre. Vedere il Giro d'Italia passare là quando al cicloturista e cicloamatore si mettono i paletti tra le ruote, a me dà fastidio, anche perché sono molto scettico sul fatto che il Giro possa portare alla riqualificazione del luogo. Mostrerà al mondo la bellezza del luogo, senza far nulla affinché questo possa essere raggiunto.


2019 (1°): Giro d'Italia tp 4, 5, 20; Giro d'Italia classifica generale; Tour de France tp 1, 10; Tour of Britain;

Winter
Messaggi: 15213
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da Winter » venerdì 12 ottobre 2018, 21:00

Il problema è la mancanza di fondi
Zone montuose vengono perennemente escluse da tutto
Per me è gia' miracoloso se arrivano in valle orco

Io a elva con il furgoncino.. ho comunque fatto il vallone ;) (anche se c'era il divieto , da stroppo è eterno)



Avatar utente
il_panta
Messaggi: 5383
Iscritto il: lunedì 21 maggio 2012, 13:39

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da il_panta » venerdì 12 ottobre 2018, 21:09

Io in bici faccio quasi sempre salita da Stroppo e discesa da Elva. Il vallone me lo voglio godere, ma almeno limito il tempo in cui sono a rischio. In furgone anch'io lo farei.


2019 (1°): Giro d'Italia tp 4, 5, 20; Giro d'Italia classifica generale; Tour de France tp 1, 10; Tour of Britain;

Avatar utente
presa 2 del Montello
Messaggi: 1654
Iscritto il: lunedì 13 dicembre 2010, 10:08

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da presa 2 del Montello » venerdì 12 ottobre 2018, 21:47

Comunque un Giro con così tanti Santi non poteva che essere presentato il 31 ottobre, vigilia di Ognissanti(sarà anche un Giro da paura in senso positivo? Speriamo...): San Luca, San Giovanni(Rotondo), San Marino, Saint Vincent, Santa Maria(di Sala) e San Martino(di Castrozza).



andrea82
Messaggi: 409
Iscritto il: martedì 14 dicembre 2010, 21:00
Località: Colico (Lecco)

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da andrea82 » sabato 13 ottobre 2018, 2:19

Fonti vicinissime al comitato tappa mi hanno comunicato stasera che è praticamente definito l'arrivo di tappa a Como.



Avatar utente
Maìno della Spinetta
Messaggi: 6464
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 15:53

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da Maìno della Spinetta » sabato 13 ottobre 2018, 4:11

il_panta ha scritto:
venerdì 12 ottobre 2018, 19:30
Infatti sono molto scettico, credo che passeranno dalla galleria. Un conto è farci passare degli amatori e cicloturisti, un conto è sistemarla per una corsa. Se non c'è la giusta progettualità, dubito che il Giro d'Italia possa essere un input sufficiente per lo sviluppo cicloturistico della zona. Invece per passare dalle gallerie i lavori non sono nulla di che, la strada è già in condizioni decenti.
Il Nivolet è al centro di mille dibattiti, non mi stupirei se la tappa la facessero per sistemare proprio il by pass e creare attenzione sulla valle.

La depressione della valle Savara e di Ceresole, poi, non mi fa mandare giù l'assenza di progettualità su questo valico. Avremmo tra le mani un Grossglockner, e ci troviamo una strada d'accesso a delle dighe...


“Our interest’s on the dangerous edge of things.
The honest thief, the tender murderer, the superstitious atheist”.

lucks83
Messaggi: 990
Iscritto il: sabato 18 maggio 2013, 13:11

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da lucks83 » sabato 13 ottobre 2018, 7:38

Maìno della Spinetta ha scritto:
sabato 13 ottobre 2018, 4:11
il_panta ha scritto:
venerdì 12 ottobre 2018, 19:30
Infatti sono molto scettico, credo che passeranno dalla galleria. Un conto è farci passare degli amatori e cicloturisti, un conto è sistemarla per una corsa. Se non c'è la giusta progettualità, dubito che il Giro d'Italia possa essere un input sufficiente per lo sviluppo cicloturistico della zona. Invece per passare dalle gallerie i lavori non sono nulla di che, la strada è già in condizioni decenti.
Il Nivolet è al centro di mille dibattiti, non mi stupirei se la tappa la facessero per sistemare proprio il by pass e creare attenzione sulla valle.

La depressione della valle Savara e di Ceresole, poi, non mi fa mandare giù l'assenza di progettualità su questo valico. Avremmo tra le mani un Grossglockner, e ci troviamo una strada d'accesso a delle dighe...
Già. Il progetto iniziale degli anni 30 era per l'appunto dedicato al raggiungimento delle dighe. Si decise di arrivare comunque fino al colle, per promuovere il turismo. Negli anni 70 iniziarono la costruzione della strada che dal colle scende in valsavaranche, ma incomprensioni tra regione Piemonte e Valle d'Aosta fecero naufragare il progetto. La strada fu costruita, ma termina poco più sopra l'abitato di Pont, in val d'Aosta, e non fu mai asfaltata.Per la gioia degli ambientalisti. Poi ultimamente sono sorte diatribe anche sulla circolazione dei mezzi a motore dal lato piemontese, si dice siano troppi e nei weekend ti fermano al piazzale del lago serru'.
Sono d'accordo con te, avremmo per le mani una possibilità grandiosa, l'abbiamo cestinata. Pensate se ci fosse stato il collegamento, io avrei pagato volentieri il pedaggio per fare il Nivolet. La manutenzione stradale si sarebbe pagata da sola, il traffico si sarebbe potuto regolamentare facilmente (mettendo un numero massimo di veicoli che possono transitare al giorno), al più si sarebbe potuto organizzare il servizio navetta. Le due valli ne avrebbero beneficiato, turismo, ricchezza.
Spero che sia come dici tu, e che il passaggio del Giro consenta di sistemare almeno la strada vecchia e crei visibilità alla valle. Non vedo altre spiegazioni, anche perché un comune piccolo come Ceresole non può sopportare questo investimento, se non con l'aiuto di regione e RCS.



Avatar utente
presa 2 del Montello
Messaggi: 1654
Iscritto il: lunedì 13 dicembre 2010, 10:08

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da presa 2 del Montello » sabato 13 ottobre 2018, 8:30

Non ho visto la cartina completa dell'articolo di Viberti, comunque dalla fato che postato sul suo profilo FB, mette Saint Vincent come partenza per Courmayeur e Ivrea come partenza per Como.
https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/ ... e=5C54D46B



Avatar utente
Pafer1
Messaggi: 703
Iscritto il: venerdì 19 settembre 2014, 20:54

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da Pafer1 » sabato 13 ottobre 2018, 8:58

Occhio....non dimentichiamoci della gaffe Roccella Ionica dell'anno scorso :ouch:



maurofacoltosi
Messaggi: 3098
Iscritto il: mercoledì 15 dicembre 2010, 12:23
Località: Vedano Olona (Va)
Contatta:

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da maurofacoltosi » sabato 13 ottobre 2018, 9:05

Partenda da Ivrea alla volta di Como si ha la possibilità di inserire qualche salita in più nel finale, avendo più chilometri a disposizione rispetto ad una partenza da Saint-Vincent. Idem per la tappa di Courmayeur. Noto che il percorso della tappa di Ponte di Legno ricalca quello del quotidiano postato qualche giorno fa con Mortirolo da Edolo e Gavia da Bormio


Mauro Facoltosi
www.ilciclismo.it

Avatar utente
presa 2 del Montello
Messaggi: 1654
Iscritto il: lunedì 13 dicembre 2010, 10:08

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da presa 2 del Montello » sabato 13 ottobre 2018, 9:27

Anche qui confermano partenza da Ivrea per Como domenica 26:
http://www.quotidianocanavese.it/tribun ... vrea-18989



Avatar utente
presa 2 del Montello
Messaggi: 1654
Iscritto il: lunedì 13 dicembre 2010, 10:08

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da presa 2 del Montello » sabato 13 ottobre 2018, 9:32

http://www.lastampa.it/2018/10/13/crona ... agina.html

L'intenzione dei promotori della tappa è quella di sistemare il tratto della vecchia provinciale da Noasca a Ceresole per evitare il passaggio in galleria.



Eshnar
Messaggi: 972
Iscritto il: giovedì 6 agosto 2015, 13:31

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da Eshnar » sabato 13 ottobre 2018, 9:49

maurofacoltosi ha scritto:
sabato 13 ottobre 2018, 9:05
Partenda da Ivrea alla volta di Como si ha la possibilità di inserire qualche salita in più nel finale, avendo più chilometri a disposizione rispetto ad una partenza da Saint-Vincent. Idem per la tappa di Courmayeur. Noto che il percorso della tappa di Ponte di Legno ricalca quello del quotidiano postato qualche giorno fa con Mortirolo da Edolo e Gavia da Bormio
Dovresti anche notare che la Cuneo - Pinerolo al max passa da Pramollo, la tappa di Courmayeur va dritta per la Val d'Aosta e quella di anterselva boh :diavoletto:
Direi che i percorsi non sono molto informativi. Non gli darei nessuna importanza. Viberti non si e' mai concentrato su quelli.



Eshnar
Messaggi: 972
Iscritto il: giovedì 6 agosto 2015, 13:31

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da Eshnar » sabato 13 ottobre 2018, 9:51

presa 2 del Montello ha scritto:
sabato 13 ottobre 2018, 9:27
Anche qui confermano partenza da Ivrea per Como domenica 26:
http://www.quotidianocanavese.it/tribun ... vrea-18989
mi sembra strano che vogliano fare 30 km per trasferimento in piu in due giornate solo per avere 30 km in meno di tappa :uhm:
Forse Vegni ha sforato col chilometraggio?



pereiro2982
Messaggi: 2287
Iscritto il: lunedì 16 maggio 2016, 15:18

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da pereiro2982 » sabato 13 ottobre 2018, 10:12

da quel poco che si vede le tre tappe da 5500 non ci sono , e tutto sembrerebbe tranne che un percorso duro.

non credo si possa fare affidamento , magari all'interno dell'articolo ci sono piu dettagli



maurofacoltosi
Messaggi: 3098
Iscritto il: mercoledì 15 dicembre 2010, 12:23
Località: Vedano Olona (Va)
Contatta:

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da maurofacoltosi » sabato 13 ottobre 2018, 10:16

Secondo me Viberti conosce le sedi di tappa ma non i percorsi intermedi e quelli li ha abbozzatti.


Mauro Facoltosi
www.ilciclismo.it

Eshnar
Messaggi: 972
Iscritto il: giovedì 6 agosto 2015, 13:31

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da Eshnar » sabato 13 ottobre 2018, 10:24

maurofacoltosi ha scritto:
sabato 13 ottobre 2018, 10:16
Secondo me Viberti conosce le sedi di tappa ma non i percorsi intermedi e quelli li ha abbozzatti.
ma si, ha sempre fatto cosi. Riguardatevi le mappe degli anni scorsi...



Avatar utente
udra
Messaggi: 7087
Iscritto il: mercoledì 1 ottobre 2014, 11:29

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da udra » sabato 13 ottobre 2018, 10:48

In realtà un'indicazione su un tracciato di tappa Viberti l'ha data: ha scritto che la Cuneo-Pinerolo non sarà presumibilmente la versione coppiana, ma verrà proposta in versione light (in che misura non è stato specificato).
Nel finale sarà affrontato il muro di via Principi d'Acaja (quello del 2016, vittoria di Trentin su Moser per intenderci).



Eshnar
Messaggi: 972
Iscritto il: giovedì 6 agosto 2015, 13:31

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da Eshnar » sabato 13 ottobre 2018, 10:57

udra ha scritto:
sabato 13 ottobre 2018, 10:48
In realtà un'indicazione su un tracciato di tappa Viberti l'ha data: ha scritto che la Cuneo-Pinerolo non sarà presumibilmente la versione coppiana, ma verrà proposta in versione light (in che misura non è stato specificato).
Nel finale sarà affrontato il muro di via Principi d'Acaja (quello del 2016, vittoria di Trentin su Moser per intenderci).
penso proprio che faranno la versione 2009. Piu' il muro.



oronzo2
Messaggi: 610
Iscritto il: mercoledì 10 agosto 2011, 23:15

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da oronzo2 » sabato 13 ottobre 2018, 11:00

Eshnar ha scritto:
sabato 13 ottobre 2018, 9:49
maurofacoltosi ha scritto:
sabato 13 ottobre 2018, 9:05
Partenda da Ivrea alla volta di Como si ha la possibilità di inserire qualche salita in più nel finale, avendo più chilometri a disposizione rispetto ad una partenza da Saint-Vincent. Idem per la tappa di Courmayeur. Noto che il percorso della tappa di Ponte di Legno ricalca quello del quotidiano postato qualche giorno fa con Mortirolo da Edolo e Gavia da Bormio
Dovresti anche notare che la Cuneo - Pinerolo al max passa da Pramollo, la tappa di Courmayeur va dritta per la Val d'Aosta e quella di anterselva boh :diavoletto:
Direi che i percorsi non sono molto informativi. Non gli darei nessuna importanza. Viberti non si e' mai concentrato su quelli.
Beppe Conti non esclude il Col delle Finestre nella Cuneo - Pinerolo. Avendo partorito io l'idea di Pramollo, ed avendola esposta di persona ad Elvio Chiatellino, ovviamente sarei molto felice se si materializzasse il passaggio ma non ci spero più di tanto.

In realtà, se guardiamo bene, ci sono quattro tappe, da Cuneo a Como, dove c'è solo l'imbarazzo della scelta come salite. E' chiaro che Vegni ed Allocchio staranno misurando con il bilancino perchè quello che si aggiunge un giorno si toglie a quello prima o a quello dopo. Inoltre, il martedì dopo il riposo, c'è la tappa più dura per cui mi aspetterei un crescendo graduale di difficoltà fino a Courmayeur ed una Ivrea - Como non dico per velocisti ma quasi.



Eshnar
Messaggi: 972
Iscritto il: giovedì 6 agosto 2015, 13:31

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da Eshnar » sabato 13 ottobre 2018, 11:16

oronzo2 ha scritto:
sabato 13 ottobre 2018, 11:00
Eshnar ha scritto:
sabato 13 ottobre 2018, 9:49
maurofacoltosi ha scritto:
sabato 13 ottobre 2018, 9:05
Partenda da Ivrea alla volta di Como si ha la possibilità di inserire qualche salita in più nel finale, avendo più chilometri a disposizione rispetto ad una partenza da Saint-Vincent. Idem per la tappa di Courmayeur. Noto che il percorso della tappa di Ponte di Legno ricalca quello del quotidiano postato qualche giorno fa con Mortirolo da Edolo e Gavia da Bormio
Dovresti anche notare che la Cuneo - Pinerolo al max passa da Pramollo, la tappa di Courmayeur va dritta per la Val d'Aosta e quella di anterselva boh :diavoletto:
Direi che i percorsi non sono molto informativi. Non gli darei nessuna importanza. Viberti non si e' mai concentrato su quelli.
Beppe Conti non esclude il Col delle Finestre nella Cuneo - Pinerolo. Avendo partorito io l'idea di Pramollo, ed avendola esposta di persona ad Elvio Chiatellino, ovviamente sarei molto felice se si materializzasse il passaggio ma non ci spero più di tanto.

In realtà, se guardiamo bene, ci sono quattro tappe, da Cuneo a Como, dove c'è solo l'imbarazzo della scelta come salite. E' chiaro che Vegni ed Allocchio staranno misurando con il bilancino perchè quello che si aggiunge un giorno si toglie a quello prima o a quello dopo. Inoltre, il martedì dopo il riposo, c'è la tappa più dura per cui mi aspetterei un crescendo graduale di difficoltà fino a Courmayeur ed una Ivrea - Como non dico per velocisti ma quasi.
penso anch'io che Ivrea - Como sia facile (pero secondo me almeno il Civiglio lo mettono...)



lucks83
Messaggi: 990
Iscritto il: sabato 18 maggio 2013, 13:11

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da lucks83 » sabato 13 ottobre 2018, 12:00

oronzo2 ha scritto:
sabato 13 ottobre 2018, 11:00
Eshnar ha scritto:
sabato 13 ottobre 2018, 9:49
maurofacoltosi ha scritto:
sabato 13 ottobre 2018, 9:05
Partenda da Ivrea alla volta di Como si ha la possibilità di inserire qualche salita in più nel finale, avendo più chilometri a disposizione rispetto ad una partenza da Saint-Vincent. Idem per la tappa di Courmayeur. Noto che il percorso della tappa di Ponte di Legno ricalca quello del quotidiano postato qualche giorno fa con Mortirolo da Edolo e Gavia da Bormio
Dovresti anche notare che la Cuneo - Pinerolo al max passa da Pramollo, la tappa di Courmayeur va dritta per la Val d'Aosta e quella di anterselva boh :diavoletto:
Direi che i percorsi non sono molto informativi. Non gli darei nessuna importanza. Viberti non si e' mai concentrato su quelli.
Beppe Conti non esclude il Col delle Finestre nella Cuneo - Pinerolo. Avendo partorito io l'idea di Pramollo, ed avendola esposta di persona ad Elvio Chiatellino, ovviamente sarei molto felice se si materializzasse il passaggio ma non ci spero più di tanto.

In realtà, se guardiamo bene, ci sono quattro tappe, da Cuneo a Como, dove c'è solo l'imbarazzo della scelta come salite. E' chiaro che Vegni ed Allocchio staranno misurando con il bilancino perchè quello che si aggiunge un giorno si toglie a quello prima o a quello dopo. Inoltre, il martedì dopo il riposo, c'è la tappa più dura per cui mi aspetterei un crescendo graduale di difficoltà fino a Courmayeur ed una Ivrea - Como non dico per velocisti ma quasi.
Si, anche secondo me la tappa di como sarà abbastanza semplice. Credo sarà molto simile alla tappa di pinerolo del 2016, secondo me mettono il civiglio e basta.



lucks83
Messaggi: 990
Iscritto il: sabato 18 maggio 2013, 13:11

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da lucks83 » sabato 13 ottobre 2018, 13:44

presa 2 del Montello ha scritto:
sabato 13 ottobre 2018, 9:32
http://www.lastampa.it/2018/10/13/crona ... agina.html

L'intenzione dei promotori della tappa è quella di sistemare il tratto della vecchia provinciale da Noasca a Ceresole per evitare il passaggio in galleria.
Lo dicevo io... troppo lunga la galleria! Ci penserà regione Piemonte a dare una mano a sistemare..



Avatar utente
presa 2 del Montello
Messaggi: 1654
Iscritto il: lunedì 13 dicembre 2010, 10:08

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da presa 2 del Montello » sabato 13 ottobre 2018, 14:32

Visto ora la cartina completa su "La Stampa": tutto uguale al nostro ultimo elenco a parte Saint Vincent ed Ivrea invertite, come già detto stamattina.

sab 11/5: BOLOGNA-SAN LUCA (Cronometro)
dom 12/5: BOLOGNA-FUCECCHIO
lun 13/5: VINCI-ORBETELLO
mar 14/5: ORBETELLO-FRASCATI
mer 15/5: FRASCATI-SABAUDIA
gio 16/5: CASSINO-SAN GIOVANNI ROTONDO
ven 17/5: VASTO-L'AQUILA
sab 18/5: TORTORETO LIDO-PESARO
dom 19/5: RICCIONE-SAN MARINO (Cronometro)
lun 20/5: riposo
mar 21/5: RAVENNA-MODENA
mer 22/5: CARPI-NOVI LIGURE
Gio 23/5: CUNEO-PINEROLO
Ven 24/5 PINEROLO-CERESOLE REALE(Lago Serrù)
Sab 25/5: SAINT VINCENT-COURMAYEUR(piazzale Skyway)
dom 26/5: IVREA-COMO
lun 27/5: riposo
mar 28/5: LOVERE-PONTE DI LEGNO
mer 29/5: Val di Sole-ANTERSELVA(Arena Alto Adige)
gio 30/5: DOBBIACO-SANTA MARIA DI SALA
ven 31/5: TREVISO-SAN MARTINO DI CASTROZZA
sab 1/6: FELTRE-PASSO CROCE D'AUNE(arrivo su sterrato)
dom 2/6: VERONA-VERONA(Cronometro)



Avatar utente
Pafer1
Messaggi: 703
Iscritto il: venerdì 19 settembre 2014, 20:54

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da Pafer1 » sabato 13 ottobre 2018, 16:23

Un'idea per la tappa di Pesaro
Allegati
TORTORETO LIDO-PESARO (1).png
TORTORETO LIDO-PESARO (1).png (69.04 KiB) Visto 2623 volte



Avatar utente
Pafer1
Messaggi: 703
Iscritto il: venerdì 19 settembre 2014, 20:54

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da Pafer1 » sabato 13 ottobre 2018, 16:55

La tappa di Sabaudia.
Allegati
FRASCATI-SABAUDIA.png
FRASCATI-SABAUDIA.png (122.89 KiB) Visto 2550 volte



jumbo
Messaggi: 5307
Iscritto il: sabato 1 ottobre 2011, 10:42

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da jumbo » sabato 13 ottobre 2018, 18:00

Su Pesaro si può fare di meglio



oronzo2
Messaggi: 610
Iscritto il: mercoledì 10 agosto 2011, 23:15

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da oronzo2 » sabato 13 ottobre 2018, 19:30

Pafer1 ha scritto:
sabato 13 ottobre 2018, 16:55
La tappa di Sabaudia.
Come già scritto, nutro una piccola speranza che venga inserito il muro di Morolo



maurofacoltosi
Messaggi: 3098
Iscritto il: mercoledì 15 dicembre 2010, 12:23
Località: Vedano Olona (Va)
Contatta:

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da maurofacoltosi » sabato 13 ottobre 2018, 20:09

Pesaro di sabato e Como di domenica... una delle due deve essere impegnativa, non ha senso che in entrambi i week end ci siano tappe insulse (Courmayeur a parte)


Mauro Facoltosi
www.ilciclismo.it

Avatar utente
il_panta
Messaggi: 5383
Iscritto il: lunedì 21 maggio 2012, 13:39

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da il_panta » sabato 13 ottobre 2018, 20:23

I lavori sulla strada vecchia del Nivolet sono già iniziati!

:bici:


2019 (1°): Giro d'Italia tp 4, 5, 20; Giro d'Italia classifica generale; Tour de France tp 1, 10; Tour of Britain;

lucks83
Messaggi: 990
Iscritto il: sabato 18 maggio 2013, 13:11

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da lucks83 » sabato 13 ottobre 2018, 20:28

il_panta ha scritto:
sabato 13 ottobre 2018, 20:23
I lavori sulla strada vecchia del Nivolet sono già iniziati!

:bici:
Davvero? Splendido! Dove hai trovato la notizia? Il prossimo anno sarò sicuramente là in bici!



Avatar utente
il_panta
Messaggi: 5383
Iscritto il: lunedì 21 maggio 2012, 13:39

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da il_panta » sabato 13 ottobre 2018, 20:32



2019 (1°): Giro d'Italia tp 4, 5, 20; Giro d'Italia classifica generale; Tour de France tp 1, 10; Tour of Britain;

Avatar utente
Beppugrillo
Messaggi: 1334
Iscritto il: martedì 4 settembre 2018, 6:41

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da Beppugrillo » sabato 13 ottobre 2018, 21:30

il_panta ha scritto:
sabato 13 ottobre 2018, 20:32
https://www.facebook.com/nordexcostruzi ... 0786415378
Mamma mia che bello




Rispondi