Giro 2019

Il mondo dei professionisti tra gare e complessità, e più in generale l'approccio al ciclismo di ogni appassionato
mario.dagnese
Messaggi: 893
Iscritto il: martedì 7 luglio 2015, 18:02

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da mario.dagnese » domenica 2 giugno 2019, 8:20

I primi due erano rispettivamente l'ottavo e il quarto favorito per i bm.


Che Aru arrivi avanti a Contador e' possibile ma è piu' probabile nevichi a Viareggio il 14 luglio ...
ciao
el_condor


Avatar utente
Bitossi
Messaggi: 3161
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:41
Località: Milano

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da Bitossi » domenica 2 giugno 2019, 18:07

Mi pare non sia stato minimamente celebrato il ritorno delle 6 ore di distacco, grazie ad Hatsuyama. :champion:
Oggi si è aggiunto Clarke; non siamo ai fasti del 2015, quando in 11 raggiunsero l’obiettivo, però almeno c’è un’inversione di tendenza rispetto agli ultimi due anni, in cui Conci non ce la faceva proprio.
Brutto segnale comunque la mancanza di un thread dedicato... :boh:


Ringrazio la mia mamma per avermi fatto studiare da ciclista

Grammont63
Messaggi: 562
Iscritto il: sabato 15 gennaio 2011, 17:46

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da Grammont63 » domenica 2 giugno 2019, 21:28

Giro disegnato male, sono mancate alcune salite appenniniche nei primi dieci giorni della corsa che a parte le cronometro non hanno dato motivi di interesse.
Disegnata malissimo la tappa di ieri, la Granfondo Sportful una cosa, una corsa professionistica un'altra: c'era "materiale" come da tanti scritto in altri thread per farla molto più impegnativa e movimentata.
Alcuni protagonisti mancati per problemi fisici, Nibali non al top della condizione negli ultimi giorni ma Carapaz non ha assolutamente demeritato la vittoria finale.
A parte i tre giorni in Ungheria, il prossimo anno Vegni deve darsi da fare per fare un Giro molto diverso da questo dove, seppure il dislivello non sia mancato, era distribuito male.


Per ora mi alleno in modo molto discontinuo...

pereiro2982
Messaggi: 2126
Iscritto il: lunedì 16 maggio 2016, 15:18

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da pereiro2982 » domenica 2 giugno 2019, 21:48

secondo me per quanto questo percorso avesse dei difetti tipo la mancanza di salite nei primi 12 giorni
le dinamiche di corsa hanno influito di piu , dopo il san carlo lo scalatore piu brillante aveva la squadra piu forte per gestire il vantaggio

l'anno scorso avevamo il corridore piu forte con una signora squadra a dover recuperare
se i livelli in salita si equivalgono la tattica e le squadre fanno la differenza piu del numero di salite che puoi metterci in una tappa



Fedaia
Messaggi: 1332
Iscritto il: sabato 11 giugno 2016, 19:18

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da Fedaia » domenica 2 giugno 2019, 21:56

Nemmeno a me e’ piaciuto troppo il percorso.
Prima parte molto noiosa, senza il maltempo sarebbe stato ancor meno impattante.
Della seconda parte salvo solo i percorsi di Lago Serru e Courmayeur; della tappa monca del Gavia abbiamo gia’ detto.
Le Dolomiti sono state davvero scadenti.
Nb: ma quando tornano a fare Malga Ciapela?😀




Avatar utente
galliano
Messaggi: 13088
Iscritto il: giovedì 14 aprile 2011, 12:53
Località: TN

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da galliano » domenica 2 giugno 2019, 22:41

Sì, giro un po' insipido. Purtroppo ha pesato tanto l'assenza di 2 nomi (dumo e Bernal) che potevano favorire una competizione maggiore ad alto livello.
Percorso troppo piatto all'inizio e comunque poco stimolante anche sulle dolomiti.
Nell'ultima settimana ci vogliono due tapponi veri, ce n'era uno che purtroppo è finito mozzato, l'altro non può definirsi tappone.
Uno spreco per le possibilità che offre il territorio.
Tappe simili a quella di Como ce ne vorrebbero ben più di una in un Giro.
Sacrifichiamo tappe come SM di Castrozza e pure Pinerolo ma inseriamo le tappe medio dure al centro sud.



maury7
Messaggi: 10
Iscritto il: venerdì 26 aprile 2019, 9:32

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da maury7 » domenica 2 giugno 2019, 22:51

un Giro che si presentava come scoppiettante, si è rilevato molto bello e divertente dalla tappa del Montoso al piccolo Lombardia, poi forse a causa del fatto che la maglia rosa fosse in casa Movistar, la squadra più forte, la gara è andata scemando e le posizioni finali si erano già intuite.
Dopo l'esclusione del Gavia il percorso si è rivelato piuttosto deludente e poco propenso ad azioni d'attacco se non negli ultimi chilometri.

I miei promossi sono: ovviamente Carapaz (meritevole della vittoria senza alcun dubbio), Nibali (a 34 anni una piazza d'onore è un gran bel risultato, a parte il piccolo cedimento di Anterselva è stato sempre all'altezza, forse gli è mancata una vittoria di tappa), Landa (male a cronometro, è stato quello che in salita ha dato più spettacolo), Sivakov (top 10 a 21 anni, grande futuro), Ciccone (se migliora a cronometro può fare classifica, tappa del Mortirolo, maglia blu dominata, sempre in fuga o al servizio di Mollema, tiene spesso il passo dei migliori in salita), Masnada (tappa, cima coppi, classifica traguardi volanti, sempre in fuga), Conti, Bilbao, Caruso, Ackerman, Demare

Bocciati: Yates su tutti, Viviani (nessuna vittoria al netto della squalifica ma soprattutto non doveva abbandonare con la maglia tricolore), Formolo, Zakarin, Jumbo Visma squadra, Ineos squadra (Sivakov a parte, si sono visti veramente poco)



Avatar utente
il_panta
Messaggi: 4573
Iscritto il: lunedì 21 maggio 2012, 13:39

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da il_panta » domenica 2 giugno 2019, 23:08

maury7 ha scritto:
domenica 2 giugno 2019, 22:51
un Giro che si presentava come scoppiettante, si è rilevato molto bello e divertente dalla tappa del Montoso al piccolo Lombardia, poi forse a causa del fatto che la maglia rosa fosse in casa Movistar, la squadra più forte, la gara è andata scemando e le posizioni finali si erano già intuite.
Dopo l'esclusione del Gavia il percorso si è rivelato piuttosto deludente e poco propenso ad azioni d'attacco se non negli ultimi chilometri.

I miei promossi sono: ovviamente Carapaz (meritevole della vittoria senza alcun dubbio), Nibali (a 34 anni una piazza d'onore è un gran bel risultato, a parte il piccolo cedimento di Anterselva è stato sempre all'altezza, forse gli è mancata una vittoria di tappa), Landa (male a cronometro, è stato quello che in salita ha dato più spettacolo), Sivakov (top 10 a 21 anni, grande futuro), Ciccone (se migliora a cronometro può fare classifica, tappa del Mortirolo, maglia blu dominata, sempre in fuga o al servizio di Mollema, tiene spesso il passo dei migliori in salita), Masnada (tappa, cima coppi, classifica traguardi volanti, sempre in fuga), Conti, Bilbao, Caruso, Ackerman, Demare

Bocciati: Yates su tutti, Viviani (nessuna vittoria al netto della squalifica ma soprattutto non doveva abbandonare con la maglia tricolore), Formolo, Zakarin, Jumbo Visma squadra, Ineos squadra (Sivakov a parte, si sono visti veramente poco)
Su Zakarin sei un po' ingeneroso. Una tappa come quella di Ceresole vale più di un giro alla Majka. Se poi si parla delle sue ambizioni per il futuro sicuramente ne esce ridimensionato rispetto all'ottimo 2017. Per il resto concordo su tutto, tranne che sulle motivazioni di Viviani.


2019: Giro d'Italia tp 4, 5, 20; 1° Giro d'Italia classifica generale; Tour de France: tp 1, tp 10.

giorgio ricci
Messaggi: 2856
Iscritto il: lunedì 9 giugno 2014, 13:44

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da giorgio ricci » domenica 2 giugno 2019, 23:22

S, i tappe come San Martino e Pinerolo andavano messe nei primi 10 giorni. Io ritornerei pure alla formula, una cronosquadre a inizio Giro e una crono individuale,posta però dopo un paio di tappe selettive.
Inoltre non arrischierei più cime come Gavia e Stelvio, ma andrei sulle Dolomiti classiche, che raramente sono impraticabili a maggio.
Sfrutterei meglio gli Appennini tosco Emiliani. Ricordo l'accoppiata San pellegrino Abetone nel 2000 e la tappa di Monte Petrano 2009 come esempi positivi da proporre più spesso.



FRANCESCO1980
Messaggi: 82
Iscritto il: venerdì 22 agosto 2014, 15:49

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da FRANCESCO1980 » domenica 2 giugno 2019, 23:47

l'ultima tappa deve essere dedicata agli sprinter, con un circuito cittadino completamente piatto a Milano
non mi piace questa cosa della crono all'ultima giornata

propongo di fare la maglia a pois per il migliore scalatore , come al TdF e alla Vuelta



Leonardo Civitella
Messaggi: 596
Iscritto il: sabato 3 novembre 2018, 13:36
Località: Civitella San Paolo

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da Leonardo Civitella » domenica 2 giugno 2019, 23:52

FRANCESCO1980 ha scritto:
domenica 2 giugno 2019, 23:47
l'ultima tappa deve essere dedicata agli sprinter, con un circuito cittadino completamente piatto a Milano
non mi piace questa cosa della crono all'ultima giornata

propongo di fare la maglia a pois per il migliore scalatore , come al TdF e alla Vuelta
Leggendo l'Equipe ho notato molti appassionati francesi che si lamentavano delle passerelle finali, andando quindi ad invocare una crono finale.

Sulla maglia a pois non voglio commentare, ognuno ha una propria tradizione.(Scimmiottare gli altri è un segno di scarsa inteligenza)

Saluti,Leonardo


FC2019: Tro Bro Leon-Tour of the Alps

giorgio ricci
Messaggi: 2856
Iscritto il: lunedì 9 giugno 2014, 13:44

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da giorgio ricci » lunedì 3 giugno 2019, 0:03

La maglia dei GPM piuttosto che a Pois, verde. É più riconoscibile.



buiaccaro
Messaggi: 179
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 22:48
Località: Roma

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da buiaccaro » lunedì 3 giugno 2019, 0:55

Concordo con molte valutazioni.

Il percorso migliorabile. Nessuna crono piatta, primi 10 gg troppo facili e 'tapponi' distribuiti male. Dopo Foza quest'anno l'ultima salita Monte Avena dopo una tappa disegnata veramente male... Mah! La peggiore però sono stati i surrogati del Gavia che hanno snaturato il percorso. Ci poteva stare San Martino di Castrozza alla terzultima ma la penultima proprio no

Concordo che non mi piacciono le crono all'ultima tappa. Manco le passerelle però, mi piacerebbe vedere delle tappe mosse o, perchè no, anche di alta montagna. L'Italia di opportunità ne offre tante. L'ultima settimana così dura inoltre ti fa scappare i velocisti. Almeno due tappe piatte ci vorrebbero. Una ultima settimana con 2 tappe piatte, 2 mosse (di cui una l'ultima) due di montagna (di cui una alla penultima) sarebbe perfetta.

Spero che per i prossimi anni si tenga conto degli errori fatti e dei limiti mostrati da questa tracciatura...



buiaccaro
Messaggi: 179
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 22:48
Località: Roma

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da buiaccaro » lunedì 3 giugno 2019, 1:02

Pavè ha scritto:
sabato 1 giugno 2019, 19:03
Giro disegnato male, edizione povera dal punto di vista tecnico.
Pochi arrivi in salita, ultima settimana che si diceva durissima a me non sembravano salite impossibili, troppe le dodici tappe iniziali senza neanche un arrivo in quota e troppe le due cronometro iniziali.
La tappa di oggi disegnata male.
Edizione scialba
2009-2019 due edizioni che non resteranno in memoria.
Non scherziamo. Il 2009 ci ha data, per me, una delle più belle tappe del Giro che abbia mai visto (ovviamente mi riferisco a quella del Petrano). Ogni anno spero che venga riproposta ma le mie speranze vengono regolarmente frustrate...



Avatar utente
barrylyndon
Messaggi: 13576
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 15:20

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da barrylyndon » lunedì 3 giugno 2019, 8:37

E' sempre difficile dare un giudizio su una corsa come quella di quest'anno.
Per giudicare la riuscita di un GT, secondo me bisogna analizzare qualche fattore che ne determina l'andamento.
1) Il percorso..forse con il senno del poi, troppe le 4 tappe dure consecuitve a cavallo dell'ultima settimana. L'ultima del Monte Avena andava bene..perche' la corsa c'e' stata e vi assicuro che le facce viste erano stravolte.Le tappe chiave sono state posizinate male.Troppe concentrate.
Una tappa tipo Curma sarebbe dovuta arrivare nel terz'ultimo giorno indurendo quella di San Martino.Oppure mettere una salita tipo Erbe prima di Anterselva.Sulle prime tappe un paio collinari, ma serie, non sarebbero nuociute. Senza arrivi in salita..
2) gli equilibri di forze in campo.Non c'e' stato un dominatore.Ne' nessuno che nell'ultima settimana abbia avuto una continuita' di rendimento tale da poter solcare differenze.Carapaz era il piu' forte ma nemmeno lui, penso potesse produrre quelle azioni nell'ultima settimana, che restano nella mente.Nibali ci ha tentato sul Mortirolo, Landa, non e' stato continuo, Roglic e' gia tanto se rimaneva a ruota.Yates desaparesidos, Lopez piu' altalenante che sfortunato.Mollema per quanto lottatore(invisibile), non e' mai stato spettacolare, Majka un po' piu' visibile,ma anche lui impegnato a piu' a difendersi che non ad attaccare.
L'anno scorso abbiamo un corridore che per 19 tappe ha dato spettacolo, ma dietro se analizziamo bene, c'era lo stesso equilibrio di quest'anno.Poi Froome ha fatto un'azione che vale da sola. 5 giri messi assieme.Livello alto o basso..non si sa.Tempi di scalata notevoli sul Mortirolo,testimonierebbero di un livello medio alto.Ma appiattito.
3) Le forze delle squadre.Le uniche che avrebbero potuto dinamitare la corsa erano due, due mezzo,va..Purtroppo, per lo spettacolo, una aveva la maglia rosa, un'altra aveva un leader che sebbene ci abbia provato non era in grado di fare grosse differenze e con degli uomini chiave(Izaguirre, su tutti), fuori condizione.La mezza la Bahrain, aveva tre corridori di supporto a Nibali..Per fare la corsa dura ce ne sarebbe voluto un quarto.
4) la situazione di classifica. A Roglic poteva andar bene la classifica sino a Ponte di Legno.e poi non era comunque in grado di attaccare.Nibali doveva recuperare un minuto un minuto e venti a Carapaz, prima della crono.non un eternita'..e poteva pensare anche di giocarsi il tutto per tutto nell'ultima tappa di salita..Landa non poteva attaccare e comunque non aveva le gambe per fare chissa' che differenza.Lopez era fuori classifica .Yates, l'abbiamo visto.
5)la tattica.La disgrazia e' stata che la Movistar ha corso da Sky..non gli interessava forzare il ritmo,ha permesso gli uomini della fuga delle prima ora, di vincere tappe..Il resto lo ha fatto Nibali a Como e sul Mortirolo.Landa e Carapaz non hanno fatto altro che andargli dietro e solcare quella distanza da Roglic.
In ultima analisi..
Un giro da 6,5..c'erano le premesse per un 8 dopo Como..ma per le ragione che ho esposto, la corsa di e' un po' anestetizzata.

Ci sarebbe voluto un Nibali formato 2013/2014, per vivacizzare la corsa..Un Lopez piu' continuo, un Landa in un'altra squadra ed uno Yates non cosi in difficolta'.
Piu' che il percorso,comunque, come detto, imperfetto, credo che la forza delle squadre e dei corridori,hanno determinanto questo quasi no contest dal Mortirolo in poi...


Nibali sta a Froome come Thoeni stava a Klammer.

Avatar utente
nino58
Messaggi: 10492
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da nino58 » lunedì 3 giugno 2019, 8:56

FRANCESCO1980 ha scritto:
domenica 2 giugno 2019, 23:47
l'ultima tappa deve essere dedicata agli sprinter, con un circuito cittadino completamente piatto a Milano
non mi piace questa cosa della crono all'ultima giornata

propongo di fare la maglia a pois per il migliore scalatore , come al TdF e alla Vuelta
Ma quale passerella, dai.
La corsa dev'essere corsa fino in fondo, quindi va benissimo la crono.
Parere personale. :cincin:


Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!

34x27
Messaggi: 2901
Iscritto il: giovedì 16 dicembre 2010, 9:38
Località: in salita

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da 34x27 » lunedì 3 giugno 2019, 9:49

Ho misurato manualmente tramite video di youtube la spinta dei due tifosi a Roglic nella pen'ultima tappa: 12.5'' circa.

Quindi la penalizzazione di 10'' sembrerebbe generosa; se poi dobbiamo calcolare l'abbrivio ricevuto dallo sloveno (con conseguente guadagno di 1-2 denti nel rapporto per i successivi metri), ritengo che almeno 20'' sarebbero stati più giusti.

Almeno Landa sa chi ringraziare per il podio mancato.


HEY MOTO

jumbo
Messaggi: 4775
Iscritto il: sabato 1 ottobre 2011, 10:42

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da jumbo » lunedì 3 giugno 2019, 9:53

nino58 ha scritto:
lunedì 3 giugno 2019, 8:56
FRANCESCO1980 ha scritto:
domenica 2 giugno 2019, 23:47
l'ultima tappa deve essere dedicata agli sprinter, con un circuito cittadino completamente piatto a Milano
non mi piace questa cosa della crono all'ultima giornata

propongo di fare la maglia a pois per il migliore scalatore , come al TdF e alla Vuelta
Ma quale passerella, dai.
La corsa dev'essere corsa fino in fondo, quindi va benissimo la crono.
Parere personale. :cincin:
Concordo al 100%
Evito di commentare la maglia a pois ...



Avatar utente
Niи
Messaggi: 1029
Iscritto il: martedì 2 aprile 2013, 0:10

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da Niи » lunedì 3 giugno 2019, 10:08

34x27 ha scritto:
lunedì 3 giugno 2019, 9:49
Ho misurato manualmente tramite video di youtube la spinta dei due tifosi a Roglic nella pen'ultima tappa: 12.5'' circa.

Quindi la penalizzazione di 10'' sembrerebbe generosa; se poi dobbiamo calcolare l'abbrivio ricevuto dallo sloveno (con conseguente guadagno di 1-2 denti nel rapporto per i successivi metri), ritengo che almeno 20'' sarebbero stati più giusti.

Almeno Landa sa chi ringraziare per il podio mancato.
Mmm. Alla fine possiamo anche dire che Roglic non ha guadagnato nulla in termini di secondi dalla spinta perché è rimasto sempre alla stessa distanza da quello davanti a lui continuando a pedalare . È stato più un accompagnamento, tant'è che non ha dovuto frenare, l'avessero spinto avrebbe dovuto toccare i freni. Non sappiamo quanti watt ha potuto risparmiare per quei 12 secondi, ma nell"economia generale della salita son più che sicuro che i 10 secondi son più grandi che il vantaggio che ha ricevuto dalla spinta stessa. Landa il podio l'ha perso con le sue gambe nelle prime due crono e anche nella penultima tappa dove attaccando non è riuscito a fare la differenza.



34x27
Messaggi: 2901
Iscritto il: giovedì 16 dicembre 2010, 9:38
Località: in salita

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da 34x27 » lunedì 3 giugno 2019, 10:13

Niи ha scritto:
lunedì 3 giugno 2019, 10:08
Mmm. Alla fine possiamo anche dire che Roglic non ha guadagnato nulla in termini di secondi dalla spinta perché è rimasto sempre alla stessa distanza da quello davanti a lui continuando a pedalare .
Nein.

Guarda bene: https://www.youtube.com/watch?v=dXj-uvghqaU

Distanzia Sivakov (chi ci dice che senza spinta si sarebbe staccato anche lui col russo?) e poi a spinta terminata del tifoso in maglia bianca supera Majka e affianca MAL....

ps: 12'' secondi di "sollievo" in salita non sono pochi.... esci mai in bici? Prova.


HEY MOTO

Avatar utente
Niи
Messaggi: 1029
Iscritto il: martedì 2 aprile 2013, 0:10

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da Niи » lunedì 3 giugno 2019, 10:58

34x27 ha scritto:
lunedì 3 giugno 2019, 10:13
Niи ha scritto:
lunedì 3 giugno 2019, 10:08
Mmm. Alla fine possiamo anche dire che Roglic non ha guadagnato nulla in termini di secondi dalla spinta perché è rimasto sempre alla stessa distanza da quello davanti a lui continuando a pedalare .
Nein.

Guarda bene: https://www.youtube.com/watch?v=dXj-uvghqaU

Distanzia Sivakov (chi ci dice che senza spinta si sarebbe staccato anche lui col russo?) e poi a spinta terminata del tifoso in maglia bianca supera Majka e affianca MAL....

ps: 12'' secondi di "sollievo" in salita non sono pochi.... esci mai in bici? Prova.
Vero che non sono pochi, ma chi ci dice appunto che senza spinta si sarebbe staccato? È una situazione complessa da valutare oggettivamente. 10 secondi sono tanti di penalizzazione per corridori di quel livello.



Avatar utente
Pavè
Messaggi: 1828
Iscritto il: sabato 27 agosto 2011, 21:06

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da Pavè » lunedì 3 giugno 2019, 11:13

buiaccaro ha scritto:
lunedì 3 giugno 2019, 1:02
Pavè ha scritto:
sabato 1 giugno 2019, 19:03
Giro disegnato male, edizione povera dal punto di vista tecnico.
Pochi arrivi in salita, ultima settimana che si diceva durissima a me non sembravano salite impossibili, troppe le dodici tappe iniziali senza neanche un arrivo in quota e troppe le due cronometro iniziali.
La tappa di oggi disegnata male.
Edizione scialba
2009-2019 due edizioni che non resteranno in memoria.
Non scherziamo. Il 2009 ci ha data, per me, una delle più belle tappe del Giro che abbia mai visto (ovviamente mi riferisco a quella del Petrano). Ogni anno spero che venga riproposta ma le mie speranze vengono regolarmente frustrate...
Io spero che tu sia ironico. la tappa più dura del Giro 2009 fu quella in Italia centrale con Catria e Petrano ed è stata una delle più belle tappe mai viste????? :o :o :o :o :o
Io ero all' arrivo quel giorno, se non ricordo male ci fu un mezzo allungo nella discesa del catria di Cunego e Popovich e poi nei tornati più duri verso la fine del Petrano l'attacco decisivo di Sastre, ma non ci fu altro per tutta la tappa se non ricordo male.....


Cancellara, Valverde

34x27
Messaggi: 2901
Iscritto il: giovedì 16 dicembre 2010, 9:38
Località: in salita

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da 34x27 » lunedì 3 giugno 2019, 11:26

Niи ha scritto:
lunedì 3 giugno 2019, 10:58
Vero che non sono pochi, ma chi ci dice appunto che senza spinta si sarebbe staccato? È una situazione complessa da valutare oggettivamente. 10 secondi sono tanti di penalizzazione per corridori di quel livello.
Possono essere pochi oppure tanti vista comunque la classifica corta, il fatto che fosse la pen'ultima tappa, e che il soggetto (PR) era già stato "pizzicato" per altro (borraccia Como)...

Han deciso così, amen.


HEY MOTO

Avatar utente
nino58
Messaggi: 10492
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da nino58 » lunedì 3 giugno 2019, 11:31

Niи ha scritto:
lunedì 3 giugno 2019, 10:08
34x27 ha scritto:
lunedì 3 giugno 2019, 9:49
Ho misurato manualmente tramite video di youtube la spinta dei due tifosi a Roglic nella pen'ultima tappa: 12.5'' circa.

Quindi la penalizzazione di 10'' sembrerebbe generosa; se poi dobbiamo calcolare l'abbrivio ricevuto dallo sloveno (con conseguente guadagno di 1-2 denti nel rapporto per i successivi metri), ritengo che almeno 20'' sarebbero stati più giusti.

Almeno Landa sa chi ringraziare per il podio mancato.
Mmm. Alla fine possiamo anche dire che Roglic non ha guadagnato nulla in termini di secondi dalla spinta perché è rimasto sempre alla stessa distanza da quello davanti a lui continuando a pedalare . È stato più un accompagnamento, tant'è che non ha dovuto frenare, l'avessero spinto avrebbe dovuto toccare i freni. Non sappiamo quanti watt ha potuto risparmiare per quei 12 secondi, ma nell"economia generale della salita son più che sicuro che i 10 secondi son più grandi che il vantaggio che ha ricevuto dalla spinta stessa. Landa il podio l'ha perso con le sue gambe nelle prime due crono e anche nella penultima tappa dove attaccando non è riuscito a fare la differenza.
Certo, però la penalizzazione non può essere la mera stima del guadagnato, ma deve includere un'equa sanzione supplementare per il comportamento scorretto di non aver rifiutato la spinta.


Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!

buiaccaro
Messaggi: 179
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 22:48
Località: Roma

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da buiaccaro » lunedì 3 giugno 2019, 11:33

Pavè ha scritto:
lunedì 3 giugno 2019, 11:13
buiaccaro ha scritto:
lunedì 3 giugno 2019, 1:02
Pavè ha scritto:
sabato 1 giugno 2019, 19:03
Giro disegnato male, edizione povera dal punto di vista tecnico.
Pochi arrivi in salita, ultima settimana che si diceva durissima a me non sembravano salite impossibili, troppe le dodici tappe iniziali senza neanche un arrivo in quota e troppe le due cronometro iniziali.
La tappa di oggi disegnata male.
Edizione scialba
2009-2019 due edizioni che non resteranno in memoria.
Non scherziamo. Il 2009 ci ha data, per me, una delle più belle tappe del Giro che abbia mai visto (ovviamente mi riferisco a quella del Petrano). Ogni anno spero che venga riproposta ma le mie speranze vengono regolarmente frustrate...
Io spero che tu sia ironico. la tappa più dura del Giro 2009 fu quella in Italia centrale con Catria e Petrano ed è stata una delle più belle tappe mai viste????? :o :o :o :o :o
Io ero all' arrivo quel giorno, se non ricordo male ci fu un mezzo allungo nella discesa del catria di Cunego e Popovich e poi nei tornati più duri verso la fine del Petrano l'attacco decisivo di Sastre, ma non ci fu altro per tutta la tappa se non ricordo male.....
Sono serissimo. Quella tappa fu l'essenza del ciclismo inteso come sport di resistenza nel quale ognuno dà il massimo ed il risultato è lo specchio della resistenza di ogni atleta. Rileggiti l'ordine d'arrivo e guarda i distacchi.

Per me il ciclismo è prima di tutto quello, ognuno dà limassimo e vediamo chi va più forte. Ecco, quella tappa è l'esempio più brillante di questa filosofia. Una lotta uno contro uno in una tappa durissima, un caldo asfissiante, dando fondo a tutte le proprie risorse. Mi ha riportato allo spirito originario.

Poi forse sbaglierò, ma per me il ciclismo è quello in primis.



Leopejo
Messaggi: 28
Iscritto il: giovedì 7 giugno 2018, 13:20

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da Leopejo » lunedì 3 giugno 2019, 12:29

Ricordo che dopo la tappa si accese una discussione fra i corridori se fosse stata la tappa (e in generale la corsa) piu' dura della loro vita. Alcuni ricordavano una tappa del Tour di qualche anno prima. Di sicuro tante ore di sella - contando anche il tratto prima della partenza ufficiale ed il ritorno in discesa a Cagli - l'avevano fatte in pochi. E tutto questo sotto 40 gradi ed il sole che scioglieva l'asfalto.

Ho visto dal vivo diverse tappe alpine, ultime lo Zoncolan l'anno scorso o Corvara nel 2016, ma non ricordo tappa piu' dura, visi dei corridori piu' disfatti, gruppetti piu' piccoli del Monte Petrano 2009. Di sicuro una delle tappe piu' emozionanti che ho avuto la fortuna di seguire dal vivo.



Winter
Messaggi: 14344
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da Winter » lunedì 3 giugno 2019, 13:01

La più dura??
La penso più come pavé
Tappone tra i più facili della storia del giro
Se guardiamo gli ultimi giri..le alpi occidentali.. È dove si è deciso spesso il giro
Fauniera agnello sampeyre san Carlo finestre ecc



jumbo
Messaggi: 4775
Iscritto il: sabato 1 ottobre 2011, 10:42

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da jumbo » lunedì 3 giugno 2019, 14:31

Nel periodo di Fauniera e dintorni non seguivo molto il ciclismo, ero nella lunga fase di "lutto" dopo il 1999.
Dei miei ricordi, Gardeccia 2011 è stata la più tosta.



White Mamba
Messaggi: 1131
Iscritto il: lunedì 6 luglio 2015, 11:27

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da White Mamba » lunedì 3 giugno 2019, 14:42

per chi vuole:
ultimi 10 Giri, voto da 1 a 5 (5 è il max) per il percorso e da 1 a 5 per lo spettacolo in corsa



Avatar utente
barrylyndon
Messaggi: 13576
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 15:20

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da barrylyndon » lunedì 3 giugno 2019, 14:51

2010
percorso 4 spettacolo 4
2011
percorso 4 spettacolo 4
2012
percorso 4 spettacolo 2
2013
percoroso 4 spettacolo 3
2014
percorso 4 spettacolo 2
2015
percorso 5 spettacolo 4
2016
percorso 5 spettacolo 4
2017
percorso3 spettacolo 4
2018
percorso 4 spettacolo 5
2019
percorso 3 spettacolo 3


Nibali sta a Froome come Thoeni stava a Klammer.

herbie
Messaggi: 4188
Iscritto il: sabato 26 febbraio 2011, 17:19

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da herbie » lunedì 3 giugno 2019, 15:08

34x27 ha scritto:
lunedì 3 giugno 2019, 10:13
Niи ha scritto:
lunedì 3 giugno 2019, 10:08
Mmm. Alla fine possiamo anche dire che Roglic non ha guadagnato nulla in termini di secondi dalla spinta perché è rimasto sempre alla stessa distanza da quello davanti a lui continuando a pedalare .
Nein.

Guarda bene: https://www.youtube.com/watch?v=dXj-uvghqaU

Distanzia Sivakov (chi ci dice che senza spinta si sarebbe staccato anche lui col russo?) e poi a spinta terminata del tifoso in maglia bianca supera Majka e affianca MAL....

ps: 12'' secondi di "sollievo" in salita non sono pochi.... esci mai in bici? Prova.
sì sono niente, una goccia nel mare. Molto meno del "sollievo" che ogni corridore ha andando ad attaccarsi al finestrino dell'ammiraglia per laqualunque. Quel giorno in salita ci sono stati circa 4 ore. Può fare un differenza di un chilometro se uno è attaccato con lo sputo alle ruote e con la spinta recupera un attimo. Ma si stacca un chilometro dopo.
Inoltre Roglic rimane nel gruppo dove è, risparmiando ad andar bene 100 watt per i 12 secondi, non fa la differenza con alcuno, e obiettivamente non si sarebbe mai staccato in quel frangente.
La spinta per altro non la poteva evitare, ed infatti il regolamento non è tassativo per questi casi.
L'importante secondo me è poi non usare due pesi e due misure anche in altre corse, perchè ora queste spinte andranno sanzionate sempre con penalizzazioni in secondi proporzionate a questa.

Per altro, ricordo velocisti di fama internazionale trovarsi al limite del tempo massimo a 50 km. dall'arrivo e fare il finale a 60 di media. Nessuna penalizzazione e il giorno dopo vincere la tappa...



34x27
Messaggi: 2901
Iscritto il: giovedì 16 dicembre 2010, 9:38
Località: in salita

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da 34x27 » lunedì 3 giugno 2019, 16:48

herbie ha scritto:
lunedì 3 giugno 2019, 15:08
sì sono niente, una goccia nel mare.
Ho letto fin qui. Tanto mi dai contro a prescindere...

Il video è lì per tutti: mentre sgambetta in tranquillità intorno a lui faticano e si staccano, chi più chi meno.


HEY MOTO

Gabriele 99
Messaggi: 10
Iscritto il: lunedì 20 maggio 2019, 23:08

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da Gabriele 99 » martedì 4 giugno 2019, 0:36

Opinioni sparse sul Giro: ho trovato interessante il modo in cui è stato strutturato il percorso, prima parte di lunga attesa (sia per il numero di giorni che per i chilometraggi) e seconda parte infarcita di salite... da spettatore però questa scelta ha fatto si che il Giro mi scivolasse sotto gli occhi senza quasi accorgermene per metà... gli anni scorsi era una festa di 3 settimane, quest'anno l'attenzione è stata catturata per una decina di giorni, non di più: al netto delle due crono i primi 11 giorni nettamente insufficienti.
Per i corridori credo invece sia stato un Giro massacrante, ben più di quelli degli anni precedenti... prima parte con diverse tappe da 5+ ore, spesso con meteo avverso; poi 5 giorni (con in mezzo il riposo) sempre in salita, dopo 10 giorni dove le gambe non erano state testate su salite particolarmente impegnative... e infatti nell'ultima settimana le differenze sono state minime tra gli uomini di classifica (ad esempio Lopez a San Martino di Castrozza ha guadagnato ma non era particolarmente marcato) anche perchè le energie residue erano veramente poche. Sabato ero a Cima Campo e vi assicuro che dopo 20 km anche nel primo gruppo buona parte era già al gancio. Questo rende ancora più impressionante a mio avviso il giro di Nibali, che nonostante si sia presentato a Bologna già in ottima condizione è stato l'unico a provare qualcosa nell'ultima settimana. Carapaz ha meritato per la costanza e per non aver mai mostrato debolezze, Yates penso sia quello che più di tutti ha sofferto la particolarità del percorso, memore anche della batosta subita l'anno scorso nelle ultime due tappe.

#freeLanda



nikybo85
Messaggi: 2588
Iscritto il: mercoledì 23 agosto 2017, 0:06

Re: Giro 2019

Messaggio da leggere da nikybo85 » mercoledì 5 giugno 2019, 0:01

Causa vacanze sono sparito dal forum per qualche giorno (sezione fanta a parte :D VBT :gruppo: )..Ma ho seguito il Giro con repliche serali e con una cavalcata notevole ho recuperato anche quasi tutti i 3d...ora mi piace dare un parere generale sul Giro che non ho potuto dare in precedenza per i suddetti motivi.

Parto dal Giro, non mi è piaciuto molto. Il percorso non proprio eccelso, ma ciò che a me è piaciuto meno è il "lassismo" dei big. Mai che si siano giocati una tappa, se non l'ultima, con anche i fuggitivi di mezzo. Forse io sono esagerato a volte ma mi piace che certe tappe se le giochino i big. Anche a me fa piacere che a volte la fuga ce la faccia, ma per me il gusto vero lo danno i big anche per le tappe.
La Rai non mi è piaciuta affatto..Genovesi con tutto il rispetto per il suo lavoro e il suo pensiero per me è stato un cazzotto in un occhio, De Luca non mi prende, Garzelli non mi dispiace. Comunque troppi errori ( Israel Rally cycling!!!) Processo visto poco e piaciuto poco. Sono tutti ( a parte il rimarcare degli errori) pareri soggettivi, non voglio insegnare il mestiere a nessuno, ma do il mio parere di utente.
In breve mi sono piaciuti tanto Masnada Ciccone la Androni in generale, Sivakov, Carapaz, chi per un motivo chi per l'altro. Citazione particolare per Dunbar, che non doveva essere presente e invece si è visto spesso.
Non mi è piaciuto in particolare Yates, un piazzamento che nulla gli aggiunge..forse era meglio saltare per bene e tentare una bella fuga, ma forse la gamba non gli avrebbe concesso troppo neanche su quel punto di vista.
Un altra delusione Lopez..tanta sfortuna, ma gamba diversa dallo scorso anno.
Altri sparsi qua e là..un più a Moschetti e un meno a Viviani...due bei più ad Ackermann dopo la quasi rivolta popolare che voleva Bennett al suo posto.
Dimentico molte cose ma è colpa della mia assenza :hammer: cercherò di rimediare nei 3d specifici.

Ah beh non può mancare un commento sul topic principale :diavoletto:
Non lo sapremo mai ma quei minuti regalati a Carapaz...... :unzunz: :diavoletto:




Rispondi