Ronde van Vlaanderen 2018 (1 aprile)

Il mondo dei professionisti tra gare e complessità, e più in generale l'approccio al ciclismo di ogni appassionato
Avatar utente
Walter_White
Messaggi: 16063
Iscritto il: mercoledì 23 marzo 2016, 18:01

Re: Ronde van Vlaanderen 2018 (1 aprile)

Messaggio da leggere da Walter_White »

Salvatore77 ha scritto:
GregLemond ha scritto:Provo a spersonalizzare.

La QS ha TROPPE carte da giocare.

In certe situazioni credo non basti essere Sagan; forse, nemmeno Batman...
Alla gand è bastato
Alla Gand la QS ha giocato con solo una carta però


FCC 2019/20: rit.
FCC 2018/19: 1°; Superprestige; Gran Combinata
FCC 2017/18: 3°; Trofeo dei titoli; Campionato Europeo Donne Elite, Campionato del Mondo Donne Elite, ROTY
Avatar utente
GregLemond
Messaggi: 2156
Iscritto il: sabato 6 settembre 2014, 20:00

Re: Ronde van Vlaanderen 2018 (1 aprile)

Messaggio da leggere da GregLemond »

Salvatore77 ha scritto:
GregLemond ha scritto:Provo a spersonalizzare.

La QS ha TROPPE carte da giocare.

In certe situazioni credo non basti essere Sagan; forse, nemmeno Batman...
Alla gand è bastato
Ieri ed all E3 no.
Credo sia complesso per Sagan buttare giu l armata.


CHi l' aiuta? GVA!?


Winter
Messaggi: 17085
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Ronde van Vlaanderen 2018 (1 aprile)

Messaggio da leggere da Winter »

Filarete ha scritto:
Il solito Terpstra con una supergamba - favorito per la Roubaix dopodiché sparirà fino all'Eneco Tour - e un ottimo Pedersen, il resto è da dimenticare.
Per ora si è preso il Samyn e Harelbeke oltre al Fiandre
considerando che tutte e tre le ha vinte in solitaria
In un ciclismo che premia esageratamente i velocisti , quanti corridori con attacchi da lontano hanno vinto tre corse ?
Tipo Sagan quando ha vinto l'ultima volta in solitaria ? Fiandre di due anni fa ?


Salvatore77
Messaggi: 4953
Iscritto il: domenica 9 gennaio 2011, 19:14

Re: Ronde van Vlaanderen 2018 (1 aprile)

Messaggio da leggere da Salvatore77 »

È molto complesso ma ieri la QS ha quasi rischiato che vincesse Pedersen. Ogni corsa va vista. La Roubaix a mio avviso è più adatta a terpstra e Stybar pertanto non sarà facile. Però è gara da sei ore senza salite quindi demare stuyven van marcke potrebbero essere più competitivi.


1° Tour de France 2018
Luciano Pagliarini
Messaggi: 969
Iscritto il: mercoledì 27 settembre 2017, 21:54

Re: Ronde van Vlaanderen 2018 (1 aprile)

Messaggio da leggere da Luciano Pagliarini »

Winter ha scritto:
Luciano Pagliarini ha scritto:Per correre di rimessa non intendo per forza arrivare in volata di gruppo :D

Prendi Boonen quando vinse il Fiandre su questo percorso: controllò la corsa tranquillo fino al Kwaremont, si appiccicò alla ruota di Ballan e Pozzato e poi li batté in volata.

Tattica semplice e che pagò dividendi benché Boonen fosse un pelo inferiore rispetto agli altri due quel giorno, tanto che sul Paterberg aveva pure perso un paio di metri.

Sagan con questa Bora non può correre così.
Si ma erano in tre
e son partiti sul Kwaremont
invece Sagan non era nemmeno nei primi 5 del suo gruppo sul kwaremont (con 4 davanti)
gli andava bene che tiravano Benoot , GVA , Vanmarcke ecc

In piu' il Ballan (o Pozzato) del ronde 2018 era Terpstra.. e non l'ha seguito a 28 km dall'arrivo
Ma va che siamo d'accordo che non ha vinto per colpa sua.

Solo che tra le sue colpe io ci aggiungo il fatto che preferisce correre in squadre scarse (non solo per questioni di soldi, a lui piace correre libero da vincoli tattici)....con tutte le conseguenze del caso.

Quel Fiandre esplose sul Kwaremont perché Boonen aveva la squadra per controllare la corsa prima. Peraltro poi non seguì nemmeno lo scatto di Ballan, ma fu Pozzato a riportarlo sotto. Si giocò perfettamente tutte le sue carte in quella gara...cosa che Sagan non sa fare.


max
Messaggi: 450
Iscritto il: sabato 26 maggio 2012, 13:30

Re: Ronde van Vlaanderen 2018 (1 aprile)

Messaggio da leggere da max »

a parer mio il miglior Terpstra di sempre, ha fatto un'altra fantastica impresa dopo quella di Harelbeke, 28 Km a tutta senza nessun cambio, non ha nemmeno rifiatato un secondo dopo aver ripreso i tre in fuga, talmente era sicuro di sé che ha direttamente rilanciato, mi ha ricordato le vittorie di forza di Cancellara.
se quello che ha fatto Terspstra ieri lo avesse fatto qualche nome più altisonante o qualche giovane emergente tutti avrebbero parlato di una grandissima impresa invece Terpstra probabilmente paga il fatto di avere quasi 34 anni e di esser stato percepito a livello mediatico negli scorsi anni quasi come una seconda scelta dopo Boonen alla Quick Step.


herbie
Messaggi: 5425
Iscritto il: sabato 26 febbraio 2011, 17:19

Re: Ronde van Vlaanderen 2018 (1 aprile)

Messaggio da leggere da herbie »

Winter ha scritto:
Luciano Pagliarini ha scritto:Per correre di rimessa non intendo per forza arrivare in volata di gruppo :D

Prendi Boonen quando vinse il Fiandre su questo percorso: controllò la corsa tranquillo fino al Kwaremont, si appiccicò alla ruota di Ballan e Pozzato e poi li batté in volata.

Tattica semplice e che pagò dividendi benché Boonen fosse un pelo inferiore rispetto agli altri due quel giorno, tanto che sul Paterberg aveva pure perso un paio di metri.

Sagan con questa Bora non può correre così.
Si ma erano in tre
e son partiti sul Kwaremont
invece Sagan non era nemmeno nei primi 5 del suo gruppo sul kwaremont (con 4 davanti)
gli andava bene che tiravano Benoot , GVA , Vanmarcke ecc
si ma abbi pazienza, la condizione di ieri vera s'è vista sul Paterberg. Il Kwaremont è un pochino meno duro degli altri muri, ma trattasi sempre di pavè ruvido e pendenze in doppia cifra...non è che a ruota sfrutti la scia e stop...Sagan sul kwaremont anzi ha chiuso in entrambe le occasioni il buco fatto da chi aveva davanti.
Ieri con una corsa sotto controllo (serviva ovviamente una squadra fortissima per tenere sotto controllo corse così) Sagan era pressochè impossibile da battere. Leggermente più forte dei tre-quattro principali avversari sui muri, nettamente più forte allo sprint.
Chiaro che come dice l'utente Pagliarini si trova perennemente in situazioni difficili strategicamente a 30 o 40 km. dall'arrivo, non è un genio da un punto di vista tattico e non è nemmeno un cronoman mostruoso alla Cancellara tale da potersene andare da solo.
Ciò non toglie che con corse sotto controllo come le tiene la Sky per i suoi capitani vincerebbe classiche a ripetizione.
Ultima modifica di herbie il lunedì 2 aprile 2018, 16:50, modificato 1 volta in totale.


Avatar utente
chinaski89
Messaggi: 5118
Iscritto il: sabato 13 giugno 2015, 16:51

Re: Ronde van Vlaanderen 2018 (1 aprile)

Messaggio da leggere da chinaski89 »

MagliaRossa ha scritto:
chinaski89 ha scritto:Troppe visioni tragiche su Sagan, da alcuni commenti leggo essere in "involuzione imbarazzante" eddai un po' di equilibrio nei giudizi. Ieri non aveva gambe super e ha perso, capita e peccato ma personalmente non vedo poi sta involuzione, mi pare che come tutti gli capitino stagioni in cui ha meno gamba. Il vero rimpianto ce l'ho per l'anno scorso dove in questo periodo volava e tra Sanremo Fiandre e Roubaix non ha raccolto niente
Beh confronta le sue foto del 2012-2013 con quelle di oggi... un fisico completamente diverso... come dicevano altri, così vincerà più corse di seconda e terza fascia, ma nelle Monumento diventa tosta. Anche l'atteggiamento mi sembra piuttosto distaccato.

Vediamo alla Roubaix, comunque. In teoria l'appesantimento dovrebbe favorirlo in una corsa dove comunque il suo risultato migliore è un sesto posto.

Io resto convinto che ne avrebbe guadagnato molto tenendosi più asciutto e puntando anche a Liegi e Lombardia versione "light" (che per il Sagan 2013 erano alla portata...)
Nel frattempo oltre a svariate corse ha vinto tre mondiali e un Fiandre non proprio corse di seconda e terza piazza :lol: ma di che parliamo? A parte che quest'anno mi pare la metà degli anni scorsi a momenti


Avatar utente
skawise
Messaggi: 1444
Iscritto il: mercoledì 5 ottobre 2016, 13:01
Località: Villacidro-Milano

Re: Ronde van Vlaanderen 2018 (1 aprile)

Messaggio da leggere da skawise »

Comunque c'è da dire che gli corrono davvero tutti sulla ruota quelli che dovrebbero vincere. Anche nello "sprint" per il sesto posto cercavano la scia di Sagan...
Non ci fosse la QS sarebbe una tragedia.


Avatar utente
il_panta
Messaggi: 6761
Iscritto il: lunedì 21 maggio 2012, 13:39

Re: Ronde van Vlaanderen 2018 (1 aprile)

Messaggio da leggere da il_panta »

Non ci fosse la Quick Step gli scapperebbe qualcun altro probabilmente.
Gli hanno corso sulle ruote nel finale ma prima non aveva messo il naso fuori mentre GVA Benoot e Vanmarcke avevano provato.


2019 (1°): Giro d'Italia tp 4, 5, 20; Giro d'Italia classifica generale; Tour de France tp 1, 10; Tour of Britain;
Winter
Messaggi: 17085
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Ronde van Vlaanderen 2018 (1 aprile)

Messaggio da leggere da Winter »

herbie ha scritto:
si ma abbi pazienza, la condizione di ieri vera s'è vista sul Paterberg. Il Kwaremont è un pochino meno duro degli altri muri, ma trattasi sempre di pavè ruvido e pendenze in doppia cifra...non è che a ruota sfrutti la scia e stop...Sagan sul kwaremont anzi ha chiuso in entrambe le occasioni il buco fatto da chi aveva davanti.
Ieri con una corsa sotto controllo (serviva ovviamente una squadra fortissima per tenere sotto controllo corse così) Sagan era pressochè impossibile da battere. Leggermente più forte dei tre-quattro principali avversari sui muri, nettamente più forte allo sprint.
Chiaro che come dice l'utente Pagliarini si trova perennemente in situazioni difficili strategicamente a 30 o 40 km. dall'arrivo, non è un genio da un punto di vista tattico e non è nemmeno un cronoman mostruoso alla Cancellara tale da potersene andare da solo.
Ciò non toglie che con corse sotto controllo come le tiene la Sky per i suoi capitani vincerebbe classiche a ripetizione.
ma il Paterberg.. son 375 metri , un minuto di sforzo
Il Kwaremont vero a meno percentuale pero' è piu' lungo e normalmente serve a scremare il gruppo
Se lo fai in sesta posizione (da meta' è sempre stato in quella posizione non ha recuperato su nessuno , non c'era nessun buco) vuol dire che non vuoi attaccare (o non ne hai)
infatti ha poi attaccato sul tratto di asfalto dopo (e di nuovo ha preso pochissimo e ha desistito subito)
Sul Paterberg non l ha preso dalla prima posizione
ha lasciato tirare credo vanmarcke (potrei sbagliarmi) , è scattato solo a venti metri dalla cima
Se hai delle gambe super , un minuto di sforzo massimo lo puoi fare dalla testa
la condizione non era granche' (lo ha fatto meglio degli altri perche' è sempre stato a ruota)
Infatti nel tratto d'asfalto successivo (i primi metri che faceva in testa) è rimbalzato
L'ho gia' scritto se se sei stato a ruota per 250 km devi recuperare 3 secondi al km dal paterberg in poi su chi è piu' stanco di te
invece lui li ha persi


herbie
Messaggi: 5425
Iscritto il: sabato 26 febbraio 2011, 17:19

Re: Ronde van Vlaanderen 2018 (1 aprile)

Messaggio da leggere da herbie »

fatto sta che sull' ultimo muro si misurano le carte. Lì Sagan li ha levati di ruota, esattamente come perse lui da Cancellara quando lo levò di ruota proprio in quegli ultimi 30 metri, in più rilanciando subito dopo sul falsopiano, sinonimo di chi arriva in cima con la miglior gamba. Mi pare abbastanza chiaro chi avesse la gamba migliore nel punto più avanzato della corsa. In bici quello che conta è quello, Sagan è stato a ruota non più di Gilbert o altri, dei buchi li ha chiusi anche lui.

PS: nel tratto d'asfalto in falsopiano successivo al muro, che è sempre la cartina di tornasole migliore per capire chi è arrivato in cima meglio, ed il punto dove scavare i distacchi....Sagan ha guadagnato 10 secondi in 1 chilometro, non ha perso.
In seguito, visto che la gamba per prendere chi era davanti non ce l'aveva affatto, si è rialzato.
Questo però non significa che stesse affatto peggio di quelli dietro.


Winter
Messaggi: 17085
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Ronde van Vlaanderen 2018 (1 aprile)

Messaggio da leggere da Winter »

forse mi son spiegato male
andava peggio di quelli davanti non di quelli dietro
Per me le gambe migliori ce l'hanno avute sia Terpstra che Pedersen
e infatti a fine Paterberg aveva 27 secondi
dopo poco è salito a 40
Terpstra pur gestendosi prima del kwaremont , doveva esser molto piu' provato di Sagan (che ha fatto una sparata di trenta secondi ma è sempre stato a ruota)
invece guadagna un paio di secondi a km al posto di perderli
In una sfida uno contro uno ha vinto nettamente l'olandese


Edoardo9819
Messaggi: 1024
Iscritto il: lunedì 16 ottobre 2017, 20:56

Re: Ronde van Vlaanderen 2018 (1 aprile)

Messaggio da leggere da Edoardo9819 »

herbie ha scritto:
Winter ha scritto:
Luciano Pagliarini ha scritto:Per correre di rimessa non intendo per forza arrivare in volata di gruppo :D

Prendi Boonen quando vinse il Fiandre su questo percorso: controllò la corsa tranquillo fino al Kwaremont, si appiccicò alla ruota di Ballan e Pozzato e poi li batté in volata.

Tattica semplice e che pagò dividendi benché Boonen fosse un pelo inferiore rispetto agli altri due quel giorno, tanto che sul Paterberg aveva pure perso un paio di metri.

Sagan con questa Bora non può correre così.
Si ma erano in tre
e son partiti sul Kwaremont
invece Sagan non era nemmeno nei primi 5 del suo gruppo sul kwaremont (con 4 davanti)
gli andava bene che tiravano Benoot , GVA , Vanmarcke ecc
si ma abbi pazienza, la condizione di ieri vera s'è vista sul Paterberg. Il Kwaremont è un pochino meno duro degli altri muri, ma trattasi sempre di pavè ruvido e pendenze in doppia cifra...non è che a ruota sfrutti la scia e stop...Sagan sul kwaremont anzi ha chiuso in entrambe le occasioni il buco fatto da chi aveva davanti.
Ieri con una corsa sotto controllo (serviva ovviamente una squadra fortissima per tenere sotto controllo corse così) Sagan era pressochè impossibile da battere. Leggermente più forte dei tre-quattro principali avversari sui muri, nettamente più forte allo sprint.
Chiaro che come dice l'utente Pagliarini si trova perennemente in situazioni difficili strategicamente a 30 o 40 km. dall'arrivo, non è un genio da un punto di vista tattico e non è nemmeno un cronoman mostruoso alla Cancellara tale da potersene andare da solo.
Ciò non toglie che con corse sotto controllo come le tiene la Sky per i suoi capitani vincerebbe classiche a ripetizione.


Edoardo9819
Messaggi: 1024
Iscritto il: lunedì 16 ottobre 2017, 20:56

Re: Ronde van Vlaanderen 2018 (1 aprile)

Messaggio da leggere da Edoardo9819 »

herbie ha scritto:fatto sta che sull' ultimo muro si misurano le carte. Lì Sagan li ha levati di ruota, esattamente come perse lui da Cancellara quando lo levò di ruota proprio in quegli ultimi 30 metri, in più rilanciando subito dopo sul falsopiano, sinonimo di chi arriva in cima con la miglior gamba. Mi pare abbastanza chiaro chi avesse la gamba migliore nel punto più avanzato della corsa. In bici quello che conta è quello, Sagan è stato a ruota non più di Gilbert o altri, dei buchi li ha chiusi anche lui.

PS: nel tratto d'asfalto in falsopiano successivo al muro, che è sempre la cartina di tornasole migliore per capire chi è arrivato in cima meglio, ed il punto dove scavare i distacchi....Sagan ha guadagnato 10 secondi in 1 chilometro, non ha perso.
In seguito, visto che la gamba per prendere chi era davanti non ce l'aveva affatto, si è rialzato.
Questo però non significa che stesse affatto peggio di quelli dietro.
Concordo


Avatar utente
GregLemond
Messaggi: 2156
Iscritto il: sabato 6 settembre 2014, 20:00

Re: Ronde van Vlaanderen 2018 (1 aprile)

Messaggio da leggere da GregLemond »

Trovo anche una certa evidenza che Sagan trovi i migliori risultati a corsa chiusa.
Paradossalmente.

Una sparata come a Richmond, l' ha rifatta quante volte?


Edoardo9819
Messaggi: 1024
Iscritto il: lunedì 16 ottobre 2017, 20:56

Re: Ronde van Vlaanderen 2018 (1 aprile)

Messaggio da leggere da Edoardo9819 »

GregLemond ha scritto:Trovo anche una certa evidenza che Sagan trovi i migliori risultati a corsa chiusa.
Paradossalmente.

Una sparata come a Richmond, l' ha rifatta quante volte?
Milano sanremo solo mi viene in mente


Avatar utente
Niи
Messaggi: 1328
Iscritto il: martedì 2 aprile 2013, 0:10

Re: Ronde van Vlaanderen 2018 (1 aprile)

Messaggio da leggere da Niи »

Edoardo9819 ha scritto:
GregLemond ha scritto:Trovo anche una certa evidenza che Sagan trovi i migliori risultati a corsa chiusa.
Paradossalmente.

Una sparata come a Richmond, l' ha rifatta quante volte?
Milano sanremo solo mi viene in mente
Varie volte in realtà. Prima vittoria da prof alla Parigi Nizza, ad esempio. Poi ricordo qualcosa simile in corse minori come California o giri negli emirati. Indubbiamente nei primi anni di carriera l'attacco in prima persona lo faceva più di frequente. Anche nelle fughe c'era spesso. Negli ultimi 2 anni il suo modo di correre è cambiato a causa dei suoi avversari secondo me. Quest' anno poi è di difficile interpretazione perché ha corso pochissimo e anche la forma sembra mediocre. Ma ricordo anche questi discorsi nel 2015. Poi alla fine di quell' anno arrivò Richmond :champion:


Avatar utente
Walter_White
Messaggi: 16063
Iscritto il: mercoledì 23 marzo 2016, 18:01

Re: Ronde van Vlaanderen 2018 (1 aprile)

Messaggio da leggere da Walter_White »

Niи ha scritto:
Edoardo9819 ha scritto:
GregLemond ha scritto:Trovo anche una certa evidenza che Sagan trovi i migliori risultati a corsa chiusa.
Paradossalmente.

Una sparata come a Richmond, l' ha rifatta quante volte?
Milano sanremo solo mi viene in mente
Varie volte in realtà. Prima vittoria da prof alla Parigi Nizza, ad esempio. Poi ricordo qualcosa simile in corse minori come California o giri negli emirati. Indubbiamente nei primi anni di carriera l'attacco in prima persona lo faceva più di frequente. Anche nelle fughe c'era spesso. Negli ultimi 2 anni il suo modo di correre è cambiato a causa dei suoi avversari secondo me. Quest' anno poi è di difficile interpretazione perché ha corso pochissimo e anche la forma sembra mediocre. Ma ricordo anche questi discorsi nel 2015. Poi alla fine di quell' anno arrivò Richmond :champion:
Però quest'anno c'è Innsbruck. Più che altro non capisco perché Sagan non cambi calendario, non aver mai corso la Liegi, per me è un peccato mortale (l'anno scorso 4° Matthews...)


FCC 2019/20: rit.
FCC 2018/19: 1°; Superprestige; Gran Combinata
FCC 2017/18: 3°; Trofeo dei titoli; Campionato Europeo Donne Elite, Campionato del Mondo Donne Elite, ROTY
Avatar utente
chinaski89
Messaggi: 5118
Iscritto il: sabato 13 giugno 2015, 16:51

Re: Ronde van Vlaanderen 2018 (1 aprile)

Messaggio da leggere da chinaski89 »

Lui dice che vuole provarci ed anche se quest'anno mi pare molto più "asciutto" mi pare una cosa :fuori: però si sa mai, vedremo.


nime
Messaggi: 1122
Iscritto il: domenica 22 novembre 2015, 10:50

Re: Ronde van Vlaanderen 2018 (1 aprile)

Messaggio da leggere da nime »

quest'anno dovrebbe fare l'amstel, che è quanto? tipo 5 anni che non ci va,

non sarebbe così assurdo aggiungere anche la liegi giusto come test


Avatar utente
lemond
Messaggi: 14914
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Firenze

Re: Ronde van Vlaanderen 2018 (1 aprile)

Messaggio da leggere da lemond »

chinaski89 ha scritto:
MagliaRossa ha scritto:
chinaski89 ha scritto:Troppe visioni tragiche su Sagan, da alcuni commenti leggo essere in "involuzione imbarazzante" eddai un po' di equilibrio nei giudizi. Ieri non aveva gambe super e ha perso, capita e peccato ma personalmente non vedo poi sta involuzione, mi pare che come tutti gli capitino stagioni in cui ha meno gamba. Il vero rimpianto ce l'ho per l'anno scorso dove in questo periodo volava e tra Sanremo Fiandre e Roubaix non ha raccolto niente
Beh confronta le sue foto del 2012-2013 con quelle di oggi... un fisico completamente diverso... come dicevano altri, così vincerà più corse di seconda e terza fascia, ma nelle Monumento diventa tosta. Anche l'atteggiamento mi sembra piuttosto distaccato.

Vediamo alla Roubaix, comunque. In teoria l'appesantimento dovrebbe favorirlo in una corsa dove comunque il suo risultato migliore è un sesto posto.

Io resto convinto che ne avrebbe guadagnato molto tenendosi più asciutto e puntando anche a Liegi e Lombardia versione "light" (che per il Sagan 2013 erano alla portata...)
Nel frattempo oltre a svariate corse ha vinto tre mondiali e un Fiandre non proprio corse di seconda e terza piazza :lol: ma di che parliamo? A parte che quest'anno mi pare la metà degli anni scorsi a momenti
Ma lo credi davvero che corse dove arriva secondo o è fra i favoriti il Bussolotto siano degne di menzione per un campione? E meno male che non hai messo la Gand di quest'anno, dove ha battuto Viviani. Come diceva Agnelli i voti (e quindi le vittorie) si pesano, non si contano. :bll:


Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
i barbieri il lunedì :bll:

"Per principio rifiuto di sottopormi a questi controlli. Non sono ostile alla lotta al doping, che ritengo indispensabile tra i dilettanti, ma nel caso di professionisti è differente.
Avatar utente
chinaski89
Messaggi: 5118
Iscritto il: sabato 13 giugno 2015, 16:51

Re: Ronde van Vlaanderen 2018 (1 aprile)

Messaggio da leggere da chinaski89 »

Non concordo ma ognuno la vede un po' come vuole


Avatar utente
Tranchée d'Arenberg
Messaggi: 20274
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:50

Re: Ronde van Vlaanderen 2018 (1 aprile)

Messaggio da leggere da Tranchée d'Arenberg »

Walter_White ha scritto:
Salvatore77 ha scritto:
GregLemond ha scritto:Provo a spersonalizzare.

La QS ha TROPPE carte da giocare.

In certe situazioni credo non basti essere Sagan; forse, nemmeno Batman...
Alla gand è bastato
Alla Gand la QS ha giocato con solo una carta però
E pure anche al Fiandre in fin dei conti la QS ha giocato solo una carta. Ce li aspettavamo battaglieri già sul Muur, ma in realtà poi fino al Kruisberg-Hotond non abbiamo visto nulla (ne da parte dei QS ne da parte d'altri). Il primo attacco degno di tal nome è andato a segno. Mancavano 27 km circa.
Quindi non possiamo neanche dire che Sagan è stato messo in mezzo dai belgi che a forza di scattargli in faccia l'hanno fatto scoppiare.

Dopo il Fiandre io ribadisco quello che penso già da un anno. La sconfitta alla Sanremo del 2017 ha lasciato scorie non ancora smaltite nella testa di Peter. Da allora è diventato molto più attendista e guardingo, impaurito dal fatto che ogni suo attacco o reazione possa essere sfruttata dall'avversario di turno che corre di rimessa per fregarlo. Alla Sanremo avrebbe anche potuto provare a riprendere Nibali, ma si sarebbe tirato gli altri dietro e allora ha detto "se volete, andate a riprenderlo voi". Il problema è che con questo atteggiamento le cose non migliorano di certo perchè ogni volta trova qualcuno che lo frega comunque, a meno che ci sia qualche squadra che porti la corsa allo sprint (Mondiale di Bergen, Gent-Wevelgem).


Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Generale
Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Classiche
Cobblestone 2013 - 1° Classifica Semiclassiche

FantaCycling Manager 2016 - 1° Classifica (squadre)

beppesaronni ha scritto: Ps: hirshi fara cagare. Hirshi è la nuova moda. Come votare calenda. Ma hirshi è un bluff....
Avatar utente
Scattista
Messaggi: 2729
Iscritto il: mercoledì 24 settembre 2014, 21:22

Re: Ronde van Vlaanderen 2018 (1 aprile)

Messaggio da leggere da Scattista »

Tranchée d'Arenberg ha scritto: E pure anche al Fiandre in fin dei conti la QS ha giocato solo una carta. Ce li aspettavamo battaglieri già sul Muur, ma in realtà poi fino al Kruisberg-Hotond non abbiamo visto nulla (ne da parte dei QS ne da parte d'altri). Il primo attacco degno di tal nome è andato a segno. Mancavano 27 km circa.
Quindi non possiamo neanche dire che Sagan è stato messo in mezzo dai belgi che a forza di scattargli in faccia l'hanno fatto scoppiare.

Dopo il Fiandre io ribadisco quello che penso già da un anno. La sconfitta alla Sanremo del 2017 ha lasciato scorie non ancora smaltite nella testa di Peter. Da allora è diventato molto più attendista e guardingo, impaurito dal fatto che ogni suo attacco o reazione possa essere sfruttata dall'avversario di turno che corre di rimessa per fregarlo. Alla Sanremo avrebbe anche potuto provare a riprendere Nibali, ma si sarebbe tirato gli altri dietro e allora ha detto "se volete, andate a riprenderlo voi". Il problema è che con questo atteggiamento le cose non migliorano di certo perchè ogni volta trova qualcuno che lo frega comunque, a meno che ci sia qualche squadra che porti la corsa allo sprint (Mondiale di Bergen, Gent-Wevelgem).
al Mondiale di Bergen allo sprint ci si è portato da solo. Nel senso che ha rintuzzato e chiuso su svariati attacchi prima della volata.
Comunque quest’anno secondo me non ha la condizione delle scorse stagioni, per cui oltre alla testa mancano le gambe (non in senso assoluto ovviamente, ma confrontato col Sagan degli scorsi anni). Alla Sanremo avrà anche lasciato andare Nibali, ma quando vinceva Gerrans lui la volata del gruppo dietro la vinceva, mentre quest’anno le ha prese. Al Fiandre sembrava molto imballato, anche se lì in effetti in tanti hanno dato questa impressione, Terpstra a parte.
La volata del gruppetto però l’ha nuovamente persa.

Alla vigilia di questa stagione avevo pensato, proprio per il suo strano modo di essere corridore: quest’anno Sagan o fa un salto di qualità che lo proietta nell’Olimpo (tipo vittoria di un paio di Monumento) oppure avrà un’involuzione. Secondo me sta succedendo la seconda. Le ragioni sono difficili da capire. Speriamo inverta la tendenza!


Immagine
nime
Messaggi: 1122
Iscritto il: domenica 22 novembre 2015, 10:50

Re: Ronde van Vlaanderen 2018 (1 aprile)

Messaggio da leggere da nime »

Tranchée d'Arenberg ha scritto: impaurito dal fatto che ogni suo attacco o reazione possa essere sfruttata dall'avversario di turno che corre di rimessa per fregarlo. Alla Sanremo avrebbe anche potuto provare a riprendere Nibali, ma si sarebbe tirato gli altri dietro e allora ha detto
però è inevitabile sta cosa, non penso sia questione di essere impauriti, che fa sul Quaremont va dietro a Terpstra?

la gamba per farlo ha fatto vedere sul Paterberg che l'aveva, ma se lo fa Terpstra non tira e si trova da solo con quelli della QS dietro, la sua opzione migliore era arrivare sul Paterberg in gruppo e giocarsi tutto li portando via un gruppetto o andando via da solo

il problema è che o hai una gamba mostruosa o senza squadra diventa tutto troppo complicato, soprattutto se si ritrova una QS con così tante tattiche a disposizione

cmq a mio modo di vedere la gara dell'anno per lui è domenica, ha una squadra meno inferiore e un Oss che può essere molto più utile

la realtà è che per lui sarebbe molto importante in ottica 2019 un'altra punta in squadra, ne beneficerebbe molto lui e la seconda punta


Montana Miller
Messaggi: 1265
Iscritto il: venerdì 20 marzo 2015, 6:00

Re: Ronde van Vlaanderen 2018 (1 aprile)

Messaggio da leggere da Montana Miller »

Una buona tattica di squadra invece secondo me i Quick Step l'hanno attuata,solo che non è stato necessario approntare un piano B o C.Terpstra ha fatto subito la differenza.Così non fosse stato e un Sagan o Van Avermaet li fossero andati dietro,credo che altri avrebbero rilanciato se l'azione fosse morta sul nascere,così come penso Terpstra avrebbe contribuito rimanendo a quel punto passivo.Non è stato necessario e hanno potuto correre di rimessa,ma quantomeno Stybar poteva provarci.Se Terpstra fosse saltato nel finale a quel punto entrava in gioco la carta Gilbert,lo sprint del Fiandre tende tutto in su ei valori di velocità pura non sempre vengono rispettati,a benefico di chi ha corso di conserva.E comunque Gilbert è molto veloce e ne ha avuto proprio per avvantaggiarsi.Sagan è sembrato quantomai in palla fin quando ha corso sulle ruote degli altri,ma l'azione ha anche provato a produrla,solo che è rimbalzato,forse per condizione di per sè insufficiente forse,come penso io,per trasformazione tecnica che certe azioni ad oggi gliele preclude.Ma non è stata la volontà a fargli difetto.


Avatar utente
Tranchée d'Arenberg
Messaggi: 20274
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:50

Re: Ronde van Vlaanderen 2018 (1 aprile)

Messaggio da leggere da Tranchée d'Arenberg »

nime ha scritto:
Tranchée d'Arenberg ha scritto: impaurito dal fatto che ogni suo attacco o reazione possa essere sfruttata dall'avversario di turno che corre di rimessa per fregarlo. Alla Sanremo avrebbe anche potuto provare a riprendere Nibali, ma si sarebbe tirato gli altri dietro e allora ha detto
però è inevitabile sta cosa, non penso sia questione di essere impauriti, che fa sul Quaremont va dietro a Terpstra?

la gamba per farlo ha fatto vedere sul Paterberg che l'aveva, ma se lo fa Terpstra non tira e si trova da solo con quelli della QS dietro, la sua opzione migliore era arrivare sul Paterberg in gruppo e giocarsi tutto li portando via un gruppetto o andando via da solo
Terpstra andava inseguito subito. Appena l'ho visto partire dietro Nibali, pensando che Vincenzo miracolosamente avesse ancora qualche energia nelle gambe, ho detto a mio padre: "cazzo, Terpstra è il miglior treno possibile. Se riesce a tenerlo oggi sale sul podio". Poi, vabbè, Nibali era finito e non è riuscito a reggere il ritmo dell'olandese, ma c'avevo visto più che giusto.
Forse il numero di Harelbeke è passato un pò inosservato, un pò perchè Terpstra sta antipatico a molti, un pò perchè è un corridore non sempre entusiasmante. Però negli ultimi 30-40 km è andato come un treno, dopo averne fatti altrettanti in compagnia di Lampaert. Probabilmente in questo momento tra gli uomini che si stanno giocando le corse del pavè, Niki sul passo è il migliore. Sagan lì doveva seguirlo. E se proprio non ha avuto modo di farlo, come minimo avrebbe dovuto cercare di spianare il Kwaremont, invece di aspettare gli ultimi 50 m di Paterberg. A quel punto recuperare 30" a Terpstra era pressocchè impossibile.
nime ha scritto: il problema è che o hai una gamba mostruosa o senza squadra diventa tutto troppo complicato, soprattutto se si ritrova una QS con così tante tattiche a disposizione

cmq a mio modo di vedere la gara dell'anno per lui è domenica, ha una squadra meno inferiore e un Oss che può essere molto più utile

la realtà è che per lui sarebbe molto importante in ottica 2019 un'altra punta in squadra, ne beneficerebbe molto lui e la seconda punta
Qui sono d'accordo al 100 %. Ormai è una storia trita e ritrita. Sagan ha bisogno di una squadra all'altezza e questa, attualmente, non lo è. Leggo critiche ad Oss, ma Daniel nei finali di corsa è quasi sempre l'unico uomo a disposizione di Peter già a 50-60 km dall'arrivo.
Un altro uomo in grado di fare risultato sarebbe molto più che utile. Finchè avrà una squadra così scarsa, sarà costretto a fare tutto da se e a lamentarsi a fine gara. Però questa è anche una sua colpa. Certe scelte andrebbero ponderate meglio.

edit: per domenica, io fossi in lui cercherei di sorprendere, evitando d'aspettare che siano i QS a farlo. Uno dei pochi modi per non essere messo in mezzo è provare ad anticipare, con tutti i rischi del caso.


Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Generale
Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Classiche
Cobblestone 2013 - 1° Classifica Semiclassiche

FantaCycling Manager 2016 - 1° Classifica (squadre)

beppesaronni ha scritto: Ps: hirshi fara cagare. Hirshi è la nuova moda. Come votare calenda. Ma hirshi è un bluff....
Avatar utente
Walter_White
Messaggi: 16063
Iscritto il: mercoledì 23 marzo 2016, 18:01

Re: Ronde van Vlaanderen 2018 (1 aprile)

Messaggio da leggere da Walter_White »

Tranchée d'Arenberg ha scritto:
nime ha scritto:
Tranchée d'Arenberg ha scritto: impaurito dal fatto che ogni suo attacco o reazione possa essere sfruttata dall'avversario di turno che corre di rimessa per fregarlo. Alla Sanremo avrebbe anche potuto provare a riprendere Nibali, ma si sarebbe tirato gli altri dietro e allora ha detto
però è inevitabile sta cosa, non penso sia questione di essere impauriti, che fa sul Quaremont va dietro a Terpstra?

la gamba per farlo ha fatto vedere sul Paterberg che l'aveva, ma se lo fa Terpstra non tira e si trova da solo con quelli della QS dietro, la sua opzione migliore era arrivare sul Paterberg in gruppo e giocarsi tutto li portando via un gruppetto o andando via da solo
Terpstra andava inseguito subito. Appena l'ho visto partire dietro Nibali, pensando che Vincenzo miracolosamente avesse ancora qualche energia nelle gambe, ho detto a mio padre: "cazzo, Terpstra è il miglior treno possibile. Se riesce a tenerlo oggi sale sul podio". Poi, vabbè, Nibali era finito e non è riuscito a reggere il ritmo dell'olandese, ma c'avevo visto più che giusto.
Forse il numero di Harelbeke è passato un pò inosservato, un pò perchè Terpstra sta antipatico a molti, un pò perchè è un corridore non sempre entusiasmante. Però negli ultimi 30-40 km è andato come un treno, dopo averne fatti altrettanti in compagnia di Lampaert. Probabilmente in questo momento tra gli uomini che si stanno giocando le corse del pavè, Niki sul passo è il migliore. Sagan lì doveva seguirlo. E se proprio non ha avuto modo di farlo, come minimo avrebbe dovuto cercare di spianare il Kwaremont, invece di aspettare gli ultimi 50 m di Paterberg. A quel punto recuperare 30" a Terpstra era pressocchè impossibile.
Se l'avesse seguito Terpstra non avrebbe più tirato un metro, e l'azione sarebbe stata ripresa poche centinaia di metri dopo, e probabilmente sarebbe partito un altro QS. Per me Sagan, con la condizione mostrata non aveva nessuna possibilità di vittoria, perché anche se fossero arrivati tutti insieme sul Paterberg e avesse staccato gli altri, avrebbe avuto 10" massimo con poca gamba, e avrebbe fatto la fine di Gilbert nel 2011 dopo il Bosberg. Poi naturalmente sarebbero scattati a ripetizione i QS e saluti.
Ultima modifica di Walter_White il martedì 3 aprile 2018, 12:41, modificato 1 volta in totale.


FCC 2019/20: rit.
FCC 2018/19: 1°; Superprestige; Gran Combinata
FCC 2017/18: 3°; Trofeo dei titoli; Campionato Europeo Donne Elite, Campionato del Mondo Donne Elite, ROTY
nime
Messaggi: 1122
Iscritto il: domenica 22 novembre 2015, 10:50

Re: Ronde van Vlaanderen 2018 (1 aprile)

Messaggio da leggere da nime »

si, Terpstra era il treno perfetto per uno come Nibali, allora si che tirava fino al traguardo, con Sagan no, in questo momento una squadra con così tante punte in forma come la QS Sagan la batte solo se commettono errori o se ha lui una gamba nettamente più forte, , cosa che a quanto pare non ha

Domenica ha molte più probabilità perchè la squadra è più competitiva su quel terreno rispetto ai muri, purtroppo la roubaix, non so il tempo, ma a prescindere è quella con più varianza dovuta a casualità, cadute, forature ecc ecc ed è l'ultima che gli resta delle gare top per quest'anno se escludiamo ogni possibilità per il mondiale


Avatar utente
skawise
Messaggi: 1444
Iscritto il: mercoledì 5 ottobre 2016, 13:01
Località: Villacidro-Milano

Re: Ronde van Vlaanderen 2018 (1 aprile)

Messaggio da leggere da skawise »

Sicuramente la Sanremo 2017 (ma non solo) ha lasciato strascichi.
Ormai gli corrono sempre a ruota e credo si sia rotto di portarseli sempre a spasso. Già lo scorso anno rinunciò ad alcune azioni per non doversi trascinare altri. E quest'anno il copione sembra lo stesso.
Sono anche io dell'idea che se avesse seguito Terpstra (posto che secondo me non ne aveva comunque intenzione, non ha ritenuto fosse l'azione buona) questo avrebbe smesso di tirare e da dietro probabilmente sarebbero rientrati con suo dispendio di energie. Credo avesse intenzione di partire su uno dei muri finali in modo da levarsi dalle palle GVA e altri. Poi visto che comunque su Terprstra non guadagnava chissà quanto, si è rialzato.
La volata dei battuti non mi è sembrata l'abbia fatta a tutta.


Avatar utente
galliano
Messaggi: 15185
Iscritto il: giovedì 14 aprile 2011, 12:53
Località: TN

Re: Ronde van Vlaanderen 2018 (1 aprile)

Messaggio da leggere da galliano »

Walter_White ha scritto: Se l'avesse seguito Terpstra non avrebbe più tirato un metro, e l'azione sarebbe stata ripresa poche centinaia di metri dopo, e probabilmente sarebbe partito un altro QS. Per me Sagan, con la condizione mostrata non aveva nessuna possibilità di vittoria, perché anche se fossero arrivati tutti insieme sul Paterberg e avesse staccato gli altri, avrebbe avuto 10" massimo con poca gamba, e avrebbe fatto la fine di Gilbert nel 2011 dopo il Bosberg. Poi naturalmente sarebbero scattati a ripetizione i QS e saluti.
Gilbert nel 2011 è stato un pirla, doveva aspettare Ballan che era trenta metri dietro e andavano all'arrivo, così avrebbe i suoi due bei fiandre in saccoccia. Un errore tattico mostruoso per il buon Philippe con l'unica giustificazione che forse non si capivano bene le distanze di quelli dietro.

Sagan doveva comunque chiudere subito su Terpstra perché l'olandese è uno che all'80/90% arriva in fondo.
A me pare che Sagan provi raramente a portare via un gruppetto, più che altro cerca di fare il vuoto, scelta che non è ottimale se non sei cancellara.
Anche domenica se riusciva a portar via il gruppetto del paterberg credo che SVM e Benoot avrebbero collaborato. Gilbert è stato a lungo in difficoltà, se l'avesse tagliato fuori prima non se lo sarebbe ritrovato poi a ruota.
Spesso fa una sparata su un muro ma poi si dovrebbe mettere lì in prima persona a rilanciare per creare il gap, invece non di rado si rialza non appena vede qualcuno a ruota. Avere qualcuno a ruota è normale, non vuol dire che sia lì solo per parassitare, può essere che abbia bisogno di un attimo di respiro per poi collaborare.


Salvatore77
Messaggi: 4953
Iscritto il: domenica 9 gennaio 2011, 19:14

Re: Ronde van Vlaanderen 2018 (1 aprile)

Messaggio da leggere da Salvatore77 »

Non so fino a che punto il Fiandre 2018 è stato corso contro Sagan. Il buon Peter non sempre ha dimostrato di essere parecchio superiore degli altri, inoltre quando si creano i gruppetti spesso perde le corse perchè in quel frangente, essendo il più veloce, è ovvio che gli corrano contro.
Domenica fino allo scatto di Terpstra è stato un nulla di fatto, erano un sacco di corridori e nessuno ha mai pensato che sarebbero arrivati tutti insieme, pertanto se al Fiandre a 30 km stanno 30 corridori, possiamo definirlo gruppo compatto.
A molti sono mancate le gambe, ma Terspstra che aveva già dimostrato di avere una buona gamba, ha fatto una bella azione ma soprattutto molto intelligente. Poteva accodarsi anche Benoot, Stuyven (in marcatura) o chiunque altro. Ma oltre all'intelligenza che hanno avuto Nibali e Terpstra servivano le gambe che aveva solo Terpstra (fra i due).
Paragonare l'azione dell'olandese a quelle di Cancellara mi sembra un'eresia, una buona azione, ma per poco Pedersen non gli restava a ruota sui muri e in pianura gli è stato a un tiro di schioppo quasi fino alla fine.
Se sull'ultimo giro della morte (i due ultimi muri) Terpstra aveva un vantaggio buono, tale da non essere rintuzzato in un unico scatto come ha provato Sagan, è colpa di tutti, se hanno corso contro Sagan hanno fatto una sciocchezza, secondo me mancavano le gambe.

Se Sagan avesse avuto un gregario migliore di Oss o Burgartd sarebbe stato diverso, ma per avere gente che da la certezza di stare con lui negli ultimi km del Fiandre, devi prendere un capitano di un'altra squadra, e non uno come Trentin. Uno da top ten, e forse menneno, perchè alcuni di quelli che nel finale fanno lo scattino per il quinto posto, sono corridrori che stanno a ruota tutto il tempo. E' da verificare quanto dura uno Stuyven se comincia a prendere aria.


1° Tour de France 2018
Avatar utente
Tranchée d'Arenberg
Messaggi: 20274
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:50

Re: Ronde van Vlaanderen 2018 (1 aprile)

Messaggio da leggere da Tranchée d'Arenberg »

galliano ha scritto:
Walter_White ha scritto: Se l'avesse seguito Terpstra non avrebbe più tirato un metro, e l'azione sarebbe stata ripresa poche centinaia di metri dopo, e probabilmente sarebbe partito un altro QS. Per me Sagan, con la condizione mostrata non aveva nessuna possibilità di vittoria, perché anche se fossero arrivati tutti insieme sul Paterberg e avesse staccato gli altri, avrebbe avuto 10" massimo con poca gamba, e avrebbe fatto la fine di Gilbert nel 2011 dopo il Bosberg. Poi naturalmente sarebbero scattati a ripetizione i QS e saluti.
Gilbert nel 2011 è stato un pirla, doveva aspettare Ballan che era trenta metri dietro e andavano all'arrivo, così avrebbe i suoi due bei fiandre in saccoccia. Un errore tattico mostruoso per il buon Philippe con l'unica giustificazione che forse non si capivano bene le distanze di quelli dietro.

Sagan doveva comunque chiudere subito su Terpstra perché l'olandese è uno che all'80/90% arriva in fondo.
A me pare che Sagan provi raramente a portare via un gruppetto, più che altro cerca di fare il vuoto, scelta che non è ottimale se non sei cancellara.
Anche domenica se riusciva a portar via il gruppetto del paterberg credo che SVM e Benoot avrebbero collaborato. Gilbert è stato a lungo in difficoltà, se l'avesse tagliato fuori prima non se lo sarebbe ritrovato poi a ruota.
Spesso fa una sparata su un muro ma poi si dovrebbe mettere lì in prima persona a rilanciare per creare il gap, invece non di rado si rialza non appena vede qualcuno a ruota. Avere qualcuno a ruota è normale, non vuol dire che sia lì solo per parassitare, può essere che abbia bisogno di un attimo di respiro per poi collaborare.
Certo che doveva chiudere subito.

Se non lo segui sei già battuto a prescindere perchè un Terpstra in queste condizioni, con 20" va al traguardo consiederando anche che nel gruppetto Sagan praticamente nessuno o quasi poteva contare su gregari affidabili da mettere a tirare a tutta. L'unica squadre in forze era la QS che ovviamente aveva interesse a far andare via Terpsta.

Se lo segui ovviamente rischi che lui si fermi e che da dietro parta in contropiede qualche altro. Ma è un rischio che devi correre, considerando che l'alternativa, come dicevo poco sopra, era rivederlo al traguardo.
Tra l'altro non è detto che Terpstra sicuramente si sarebbe fermato vista la condizione di cui gode. Magari si sarebbe riaccodato qualcun'altro e sarebbero andati via in 4-5.


Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Generale
Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Classiche
Cobblestone 2013 - 1° Classifica Semiclassiche

FantaCycling Manager 2016 - 1° Classifica (squadre)

beppesaronni ha scritto: Ps: hirshi fara cagare. Hirshi è la nuova moda. Come votare calenda. Ma hirshi è un bluff....
Avatar utente
Tranchée d'Arenberg
Messaggi: 20274
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:50

Re: Ronde van Vlaanderen 2018 (1 aprile)

Messaggio da leggere da Tranchée d'Arenberg »

skawise ha scritto:Sicuramente la Sanremo 2017 (ma non solo) ha lasciato strascichi.
Ormai gli corrono sempre a ruota e credo si sia rotto di portarseli sempre a spasso. Già lo scorso anno rinunciò ad alcune azioni per non doversi trascinare altri. E quest'anno il copione sembra lo stesso.
Il problema è che questa tattica è perdente e per di più ti lascia l'idea di un corridore attendista e remissivo, non proprio in linea con la precedente versione di Sagan, che quando perdeva almeno dava spettacolo. Adesso perde e basta...
skawise ha scritto: Sono anche io dell'idea che se avesse seguito Terpstra (posto che secondo me non ne aveva comunque intenzione, non ha ritenuto fosse l'azione buona) questo avrebbe smesso di tirare e da dietro probabilmente sarebbero rientrati con suo dispendio di energie. Credo avesse intenzione di partire su uno dei muri finali in modo da levarsi dalle palle GVA e altri. Poi visto che comunque su Terprstra non guadagnava chissà quanto, si è rialzato.
La volata dei battuti non mi è sembrata l'abbia fatta a tutta.
E' probabile che l'avrebbero fregato se avesse cercato di chiudere in prima persona su Terpstra. Però, ripeto, in questo modo l'ha fatto andare al traguardo. Tra una sconfitta certa e un'azione rischiosa, io preferirei sempre la seconda.
Se non l'ha ritenuta l'azione buona, vuol dire che tatticamente ancora ha dei grossi limiti. Non è la prima volta negli ultimi anni che la corsa si decide in frangenti del genere. Soprattutto sa già che nessuno gli da una mano, quindi se scappa un come Terpstra non troverà molti 'alleati' in grado di dargli una mano.
Semmai, visto che è senza squadra e che tutti gli stanno attaccati a ruota, avrebbe fatto bene a provarla lui un'azione del genere, un attacco a sorpresa in un punto 'sottovalutato'. Ad aspettare l'ultimo passaggio Kwaremont-Paterberg, succede che qualcun'altro ti anticipa sicuramente.

Io ricordo la prima Gand, quella che vinse nel 2013. Era nel gruppetto davanti e quando capì che gli avversari non l'avrebbero lasciato arrivare in volata sfiancandolo con ripetuti attacchi, decise di attaccare in prima persona. Vinse.


Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Generale
Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Classiche
Cobblestone 2013 - 1° Classifica Semiclassiche

FantaCycling Manager 2016 - 1° Classifica (squadre)

beppesaronni ha scritto: Ps: hirshi fara cagare. Hirshi è la nuova moda. Come votare calenda. Ma hirshi è un bluff....
Avatar utente
il_panta
Messaggi: 6761
Iscritto il: lunedì 21 maggio 2012, 13:39

Re: Ronde van Vlaanderen 2018 (1 aprile)

Messaggio da leggere da il_panta »

Concordo con Tranchèe, Terpstra secondo me avrebbe girato con Sagan sicuramente fino al Kwaremont, in attesa di capire i rapporti di forza. Secondo me, a condizione che i due fossero insieme dopo gli ultimi due muri, Terpstra avrebbe smesso di tirare dopo il Paterberg, non prima. Nel frattempo dietro Vanmarcke o Benoot poteva togliersi dalla ruota gli altri Quick Step e Terpstra avrebbe perso una carta psicologica importante da giocare per non tirare.
Ricordiamo che un Terpstra meno in forma di quello odierno si consegnò a Kristoff, perchè un secondo posto è importante anche per lui che non è nè Boonen nè Cancellara.

Un altro punto importante da non sottovalutare è che ci sono logiche di squadra dietro alle azioni dei corridori, ma ci sono anche gli individui con ambizioni personali. Questi abbracci ed esultanze che si vedono tra compagni di squadra sono reali ma non dicono tutto, la rabbia di Cunego a Varese secondo me è il perfetto esempio di uno sfogo inelegante ma comune nella testa del corridore. Sono sicuro che Terpstra, prima di rinunciare a un'occasione di vincere, pur con Sagan, ci pensi bene; sono altrettanto convinto che a Gilbert e a Stybar non poter giocare le proprie carte dia molto fastidio. Sagan deve incunearsi nelle pieghe di queste dinamiche, e deve imparare a farlo presto e con convinzione.
Anche ad Harelbeke, perchè Terpstra staccava in continuazione Lampaert per poi aspettarlo? Per me il senso era chiaro: "ho bisogno ancora di te, devi dare il sangue, ma sia chiaro quali sono i rapporti di forza e chi vincerà la corsa".
Prendiamo questa situazione per la Roubaix: Gilbert e Sagan davanti, con 20 o 30 secondi su un gruppetto in cui ci sono Stybar Terpstra GVA Vanmarcke e Stuyven. Secondo voi Gilbert collabora o no con Sagan? Io dico che di fare il paggetto a Terpstra non ne ha più voglia, e che nel tentativo a due ci metterà gamba. Magari sul finale inizierà a scuotere la testa in virtù della superiorità di Sagan allo sprint e del ricatto dei compagni dietro, ma un rifiuto netto già a 20 dal traguardo io non me lo figuro proprio.
Ecco, anche al Fiandre secondo me sarebbe andata così con Terpstra. I corridori sono parte di una squadra ma il palmares è individuale.


2019 (1°): Giro d'Italia tp 4, 5, 20; Giro d'Italia classifica generale; Tour de France tp 1, 10; Tour of Britain;
Avatar utente
barrylyndon
Messaggi: 15024
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 15:20

Re: Ronde van Vlaanderen 2018 (1 aprile)

Messaggio da leggere da barrylyndon »

Complotto contro la squadra francese..
Dopo Moscon, T.Martin....
Altroche' Sky..
sono loro i piu' odiati nel gruppo..

http://cyclingpro.net/spaziociclismo/wo ... to-cadere/


Nibali sta a Froome come Thoeni stava a Klammer.
Avatar utente
Tranchée d'Arenberg
Messaggi: 20274
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:50

Re: Ronde van Vlaanderen 2018 (1 aprile)

Messaggio da leggere da Tranchée d'Arenberg »

Winter ha scritto:
Filarete ha scritto:
Il solito Terpstra con una supergamba - favorito per la Roubaix dopodiché sparirà fino all'Eneco Tour - e un ottimo Pedersen, il resto è da dimenticare.
Per ora si è preso il Samyn e Harelbeke oltre al Fiandre
considerando che tutte e tre le ha vinte in solitaria
In un ciclismo che premia esageratamente i velocisti , quanti corridori con attacchi da lontano hanno vinto tre corse ?
Tipo Sagan quando ha vinto l'ultima volta in solitaria ? Fiandre di due anni fa ?
Tu pur di denigrare Sagan diventersti del Milan. Per contro Demare, stando a quel che ci racconti, è la reincarnazione di Eddy Merckx.

Ad ogni modo, volevo ricordari che Sagan è un corridore velocissimo, che si può permettere il lusso di battere tutti i velocisti del mondo (eccetto Kittel). Terpstra per vincere deve per forza di cose andare solo.
Era solo un piccolo dettaglio di cui volevo renderti partecipe.

Poi magari il giorno in cui Demare fa un numero come quello di Sagan al Fiandre o a Richmond ne riparliamo.


Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Generale
Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Classiche
Cobblestone 2013 - 1° Classifica Semiclassiche

FantaCycling Manager 2016 - 1° Classifica (squadre)

beppesaronni ha scritto: Ps: hirshi fara cagare. Hirshi è la nuova moda. Come votare calenda. Ma hirshi è un bluff....
Salvatore77
Messaggi: 4953
Iscritto il: domenica 9 gennaio 2011, 19:14

Re: Ronde van Vlaanderen 2018 (1 aprile)

Messaggio da leggere da Salvatore77 »

il_panta ha scritto:Concordo con Tranchèe, Terpstra secondo me avrebbe girato con Sagan sicuramente fino al Kwaremont, in attesa di capire i rapporti di forza. Secondo me, a condizione che i due fossero insieme dopo gli ultimi due muri, Terpstra avrebbe smesso di tirare dopo il Paterberg, non prima. Nel frattempo dietro Vanmarcke o Benoot poteva togliersi dalla ruota gli altri Quick Step e Terpstra avrebbe perso una carta psicologica importante da giocare per non tirare.
Ricordiamo che un Terpstra meno in forma di quello odierno si consegnò a Kristoff, perchè un secondo posto è importante anche per lui che non è nè Boonen nè Cancellara.

Un altro punto importante da non sottovalutare è che ci sono logiche di squadra dietro alle azioni dei corridori, ma ci sono anche gli individui con ambizioni personali. Questi abbracci ed esultanze che si vedono tra compagni di squadra sono reali ma non dicono tutto, la rabbia di Cunego a Varese secondo me è il perfetto esempio di uno sfogo inelegante ma comune nella testa del corridore. Sono sicuro che Terpstra, prima di rinunciare a un'occasione di vincere, pur con Sagan, ci pensi bene; sono altrettanto convinto che a Gilbert e a Stybar non poter giocare le proprie carte dia molto fastidio. Sagan deve incunearsi nelle pieghe di queste dinamiche, e deve imparare a farlo presto e con convinzione.
Anche ad Harelbeke, perchè Terpstra staccava in continuazione Lampaert per poi aspettarlo? Per me il senso era chiaro: "ho bisogno ancora di te, devi dare il sangue, ma sia chiaro quali sono i rapporti di forza e chi vincerà la corsa".
Prendiamo questa situazione per la Roubaix: Gilbert e Sagan davanti, con 20 o 30 secondi su un gruppetto in cui ci sono Stybar Terpstra GVA Vanmarcke e Stuyven. Secondo voi Gilbert collabora o no con Sagan? Io dico che di fare il paggetto a Terpstra non ne ha più voglia, e che nel tentativo a due ci metterà gamba. Magari sul finale inizierà a scuotere la testa in virtù della superiorità di Sagan allo sprint e del ricatto dei compagni dietro, ma un rifiuto netto già a 20 dal traguardo io non me lo figuro proprio.
Ecco, anche al Fiandre secondo me sarebbe andata così con Terpstra. I corridori sono parte di una squadra ma il palmares è individuale.
Il ciclismo è anche questo.
Terpstra ha vinto una Roubaix non nessendo il più forte, in quanto si era staccato e poi rientrò per scattare coperto dal compagno di squadra.
Il Fiandre di Kristoff regalato, pur di fare secondo. Senza scatti, lavorando per portarlo in volata. Una cosa da vomito.
Se domanica si fosse attaccato un corridore di quelli pesanti (Sagan - Van Avermaet) credo che dietro Gilbert e Stybar avrebbero invocato una specie di veto.
Domenica era Pasqua, non Natale.
Naturalmente Terspsta ha pensato bene di andare forte e il problema non si è posto.


1° Tour de France 2018
Avatar utente
lemond
Messaggi: 14914
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Firenze

Re: Ronde van Vlaanderen 2018 (1 aprile)

Messaggio da leggere da lemond »

Tranchée d'Arenberg ha scritto: Tu pur di denigrare Sagan diventersti del Milan. Per contro Demare, stando a quel che ci racconti, è la reincarnazione di Eddy Merckx.

Ad ogni modo, volevo ricordari che Sagan è un corridore velocissimo, che si può permettere il lusso di battere tutti i velocisti del mondo (eccetto Kittel). Terpstra per vincere deve per forza di cose andare solo.
Era solo un piccolo dettaglio di cui volevo renderti partecipe.

Poi magari il giorno in cui Demare fa un numero come quello di Sagan al Fiandre o a Richmond ne riparliamo.
Appunto, Sagan è il secondo velocista al mondo e questo è vero, ma secondo me è più che svilirlo ("denigrarlo" è una parola razzista e non la uso). Poi Demare è un corridore di seconda/terza schiera e non vale parlarne. Comunque evviva Inter e Juve e abbasso il Milan. :bll:


Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
i barbieri il lunedì :bll:

"Per principio rifiuto di sottopormi a questi controlli. Non sono ostile alla lotta al doping, che ritengo indispensabile tra i dilettanti, ma nel caso di professionisti è differente.
Avatar utente
Walter_White
Messaggi: 16063
Iscritto il: mercoledì 23 marzo 2016, 18:01

Re: Ronde van Vlaanderen 2018 (1 aprile)

Messaggio da leggere da Walter_White »

Per me comunque al netto degli errori fatti Sagan avrebbe perso in qualsiasi modo il Fiandre, corsa che vince (quasi) sempre il più forte di giornata. Terpstra ha fatto il Cancellara domenica, se n'è andato di forza gestendo prima, guadagnando sul Kwaremont su tutti e mantenendo il vantaggio fino all'ultimo chilometro dove si è rilassato. Il Fiandre Sagan l'ha vinto nell'anno in cui andava più forte, liberandosi di Cancellara sfruttando una sua distrazione, e poi non perdendo visto il loro livello uguale. Se fosse stato in grado di vincere avrebbe attaccato sul Kwaremont o anche prima.

Piuttosto nessuno ha parlato di GVA che per me ha deluso molto di più, a parte la fiammata sul Taaienberg dopo non ha messo più il naso davanti mostrando poche gambe sul Paterberg. Ne aveva ancora meno dello slovacco.


FCC 2019/20: rit.
FCC 2018/19: 1°; Superprestige; Gran Combinata
FCC 2017/18: 3°; Trofeo dei titoli; Campionato Europeo Donne Elite, Campionato del Mondo Donne Elite, ROTY
Avatar utente
Tranchée d'Arenberg
Messaggi: 20274
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:50

Re: Ronde van Vlaanderen 2018 (1 aprile)

Messaggio da leggere da Tranchée d'Arenberg »

Salvatore77 ha scritto:
il_panta ha scritto:Concordo con Tranchèe, Terpstra secondo me avrebbe girato con Sagan sicuramente fino al Kwaremont, in attesa di capire i rapporti di forza. Secondo me, a condizione che i due fossero insieme dopo gli ultimi due muri, Terpstra avrebbe smesso di tirare dopo il Paterberg, non prima. Nel frattempo dietro Vanmarcke o Benoot poteva togliersi dalla ruota gli altri Quick Step e Terpstra avrebbe perso una carta psicologica importante da giocare per non tirare.
Ricordiamo che un Terpstra meno in forma di quello odierno si consegnò a Kristoff, perchè un secondo posto è importante anche per lui che non è nè Boonen nè Cancellara.

Un altro punto importante da non sottovalutare è che ci sono logiche di squadra dietro alle azioni dei corridori, ma ci sono anche gli individui con ambizioni personali. Questi abbracci ed esultanze che si vedono tra compagni di squadra sono reali ma non dicono tutto, la rabbia di Cunego a Varese secondo me è il perfetto esempio di uno sfogo inelegante ma comune nella testa del corridore. Sono sicuro che Terpstra, prima di rinunciare a un'occasione di vincere, pur con Sagan, ci pensi bene; sono altrettanto convinto che a Gilbert e a Stybar non poter giocare le proprie carte dia molto fastidio. Sagan deve incunearsi nelle pieghe di queste dinamiche, e deve imparare a farlo presto e con convinzione.
Anche ad Harelbeke, perchè Terpstra staccava in continuazione Lampaert per poi aspettarlo? Per me il senso era chiaro: "ho bisogno ancora di te, devi dare il sangue, ma sia chiaro quali sono i rapporti di forza e chi vincerà la corsa".
Prendiamo questa situazione per la Roubaix: Gilbert e Sagan davanti, con 20 o 30 secondi su un gruppetto in cui ci sono Stybar Terpstra GVA Vanmarcke e Stuyven. Secondo voi Gilbert collabora o no con Sagan? Io dico che di fare il paggetto a Terpstra non ne ha più voglia, e che nel tentativo a due ci metterà gamba. Magari sul finale inizierà a scuotere la testa in virtù della superiorità di Sagan allo sprint e del ricatto dei compagni dietro, ma un rifiuto netto già a 20 dal traguardo io non me lo figuro proprio.
Ecco, anche al Fiandre secondo me sarebbe andata così con Terpstra. I corridori sono parte di una squadra ma il palmares è individuale.
Il ciclismo è anche questo.
Terpstra ha vinto una Roubaix non nessendo il più forte, in quanto si era staccato e poi rientrò per scattare coperto dal compagno di squadra.
Il Fiandre di Kristoff regalato, pur di fare secondo. Senza scatti, lavorando per portarlo in volata. Una cosa da vomito.
Se domanica si fosse attaccato un corridore di quelli pesanti (Sagan - Van Avermaet) credo che dietro Gilbert e Stybar avrebbero invocato una specie di veto.
Domenica era Pasqua, non Natale.
Naturalmente Terspsta ha pensato bene di andare forte e il problema non si è posto.

E proprio per quello che dici, Sagan (*) doveva provarci a chiudere su Terpstra e rilanciare. Se Terpstra non collabora, hai sempre modo di lasciarlo tra Kwaremont e Paterberg. Se collabora, tanto meglio.

(*) vale pure per Van Avermaet e compagnia, che in questo modo hanno ugualmente perso la corsa.


Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Generale
Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Classiche
Cobblestone 2013 - 1° Classifica Semiclassiche

FantaCycling Manager 2016 - 1° Classifica (squadre)

beppesaronni ha scritto: Ps: hirshi fara cagare. Hirshi è la nuova moda. Come votare calenda. Ma hirshi è un bluff....
Avatar utente
lemond
Messaggi: 14914
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Firenze

Re: Ronde van Vlaanderen 2018 (1 aprile)

Messaggio da leggere da lemond »

Walter_White ha scritto:
Piuttosto nessuno ha parlato di GVA che per me ha deluso molto di più, a parte la fiammata sul Taaienberg dopo non ha messo più il naso davanti mostrando poche gambe sul Paterberg. Ne aveva ancora meno dello slovacco.
Quest'anno GVA è la copia scolorita del 2017. :x


Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
i barbieri il lunedì :bll:

"Per principio rifiuto di sottopormi a questi controlli. Non sono ostile alla lotta al doping, che ritengo indispensabile tra i dilettanti, ma nel caso di professionisti è differente.
Avatar utente
Brogno
Messaggi: 3901
Iscritto il: martedì 21 maggio 2013, 10:37

Re: Ronde van Vlaanderen 2018 (1 aprile)

Messaggio da leggere da Brogno »

Walter_White ha scritto:Per me comunque al netto degli errori fatti Sagan avrebbe perso in qualsiasi modo il Fiandre
concordo. Anche chiudendo su Terpstra, non sarebbe cambiato nulla. Prima di tutto si sarebbe portato dietro mezzo gruppo, dato che Terpstra ha attaccato non in un punto di particolare difficolta'. Inoltre, quello di Terpstra sarabbe stato solo il primo degli attacchi. Ne avrebbe chiusi un paio, poi le gambe sarebbe venute meno e avrebbe vinto un'altro. Sagan vince solo in condizioni di estrema superiorita'.
Domenica era il piu' forte sui muri, ma non basta.


Comunque i bookies sono dei genii, ma quanti cazzo di soldi si faranno, con tutti quelli che punteranno su Thomas??? (Tour 2018)

Se vincono Valverde o Nibali mi tatuo in fronte la parola INSBRUCK (Innsbruck 2018)

Beppesaronni
Avatar utente
galliano
Messaggi: 15185
Iscritto il: giovedì 14 aprile 2011, 12:53
Località: TN

Re: Ronde van Vlaanderen 2018 (1 aprile)

Messaggio da leggere da galliano »

Brogno ha scritto:
Walter_White ha scritto:Per me comunque al netto degli errori fatti Sagan avrebbe perso in qualsiasi modo il Fiandre
concordo. Anche chiudendo su Terpstra, non sarebbe cambiato nulla. Prima di tutto si sarebbe portato dietro mezzo gruppo, dato che Terpstra ha attaccato non in un punto di particolare difficolta'. Inoltre, quello di Terpstra sarabbe stato solo il primo degli attacchi. Ne avrebbe chiusi un paio, poi le gambe sarebbe venute meno e avrebbe vinto un'altro. Sagan vince solo in condizioni di estrema superiorita'.
Domenica era il piu' forte sui muri, ma non basta.
E' possibile che domenica fosse il più forte sui muri.
Però non è bastato.
Ma possibile che non basti mai?
Possibile che sia sempre colpa della squadra debole o degli altri che gli corrono contro.
Possibile che vinca i mondiali, guarda caso dove ha una squadra ancora più in inferiorità?
Non è che la sua strategia di corsa è sempre quella, monotematica, senza varianti?
Io posso capire che su 10 classiche ne perda tante per questioni tattiche, ma mi pare che la sua percentuale di successo sia molto bassa, troppo bassa. E quindi qualche domanda dovrebbero farsela in casa a Bora.
Non sei Cancellara, ma sei spesso il più forte, forse val la pena cominciare a correre in modo diverso.
Personalmente ritengo Sagan assai poco intelligente dal punto di vista tattico.


Avatar utente
skawise
Messaggi: 1444
Iscritto il: mercoledì 5 ottobre 2016, 13:01
Località: Villacidro-Milano

Re: Ronde van Vlaanderen 2018 (1 aprile)

Messaggio da leggere da skawise »

Tranchée d'Arenberg ha scritto:
skawise ha scritto:Sicuramente la Sanremo 2017 (ma non solo) ha lasciato strascichi.
Ormai gli corrono sempre a ruota e credo si sia rotto di portarseli sempre a spasso. Già lo scorso anno rinunciò ad alcune azioni per non doversi trascinare altri. E quest'anno il copione sembra lo stesso.
Il problema è che questa tattica è perdente e per di più ti lascia l'idea di un corridore attendista e remissivo, non proprio in linea con la precedente versione di Sagan, che quando perdeva almeno dava spettacolo. Adesso perde e basta...
skawise ha scritto: Sono anche io dell'idea che se avesse seguito Terpstra (posto che secondo me non ne aveva comunque intenzione, non ha ritenuto fosse l'azione buona) questo avrebbe smesso di tirare e da dietro probabilmente sarebbero rientrati con suo dispendio di energie. Credo avesse intenzione di partire su uno dei muri finali in modo da levarsi dalle palle GVA e altri. Poi visto che comunque su Terprstra non guadagnava chissà quanto, si è rialzato.
La volata dei battuti non mi è sembrata l'abbia fatta a tutta.
E' probabile che l'avrebbero fregato se avesse cercato di chiudere in prima persona su Terpstra. Però, ripeto, in questo modo l'ha fatto andare al traguardo. Tra una sconfitta certa e un'azione rischiosa, io preferirei sempre la seconda.
Se non l'ha ritenuta l'azione buona, vuol dire che tatticamente ancora ha dei grossi limiti. Non è la prima volta negli ultimi anni che la corsa si decide in frangenti del genere. Soprattutto sa già che nessuno gli da una mano, quindi se scappa un come Terpstra non troverà molti 'alleati' in grado di dargli una mano.
Semmai, visto che è senza squadra e che tutti gli stanno attaccati a ruota, avrebbe fatto bene a provarla lui un'azione del genere, un attacco a sorpresa in un punto 'sottovalutato'. Ad aspettare l'ultimo passaggio Kwaremont-Paterberg, succede che qualcun'altro ti anticipa sicuramente.

Io ricordo la prima Gand, quella che vinse nel 2013. Era nel gruppetto davanti e quando capì che gli avversari non l'avrebbero lasciato arrivare in volata sfiancandolo con ripetuti attacchi, decise di attaccare in prima persona. Vinse.

Io non ho detto che ha fatto bene, ho solo interpretato la sua gara. E mi sembra verosimile sia andata così.
A Sanremo lo scorso anno si è quasi celebrato di più Sagan che ha fatto secondo che Mr K che ha vinto, e il motivo lo sappiamo tutti.
Però credo che dal post Sanremo (dalle gare al Nord diciamo) non ha più voglia di chiudere continuamente per far vincere il GVA di turno. Avrà pensato, come sul Poggio quest'anno, "volete vincere? provate a chiudere voi, sennò chissenefrefa". E immagino che domenica sia andata allo stesso modo. Invece che chiudere, qualora ne avesse avuto l'intenzione, portandosi dietro gli altri e sfiancandosi in prima persona, ha preferito lasciar andare Terprstra e vedere come avrebbero reagito gli altri. E non hanno reagito, visto che a volte mi pare di ricordare ci fosse addirittura Gilbert a tirare...


Avatar utente
Tranchée d'Arenberg
Messaggi: 20274
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:50

Re: Ronde van Vlaanderen 2018 (1 aprile)

Messaggio da leggere da Tranchée d'Arenberg »

Il punto è che continuando così, le perderà tutte. "Inseguite voi" "no, insegui tu" e nel frattempo il Terpstra di turno è andato meritatamente a vincere. Pur di non far vincere gli altri, non vincerà neanche lui. Non so quanto sia conveniente.


Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Generale
Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Classiche
Cobblestone 2013 - 1° Classifica Semiclassiche

FantaCycling Manager 2016 - 1° Classifica (squadre)

beppesaronni ha scritto: Ps: hirshi fara cagare. Hirshi è la nuova moda. Come votare calenda. Ma hirshi è un bluff....
Avatar utente
skawise
Messaggi: 1444
Iscritto il: mercoledì 5 ottobre 2016, 13:01
Località: Villacidro-Milano

Re: Ronde van Vlaanderen 2018 (1 aprile)

Messaggio da leggere da skawise »

Tranchée d'Arenberg ha scritto:Il punto è che continuando così, le perderà tutte. "Inseguite voi" "no, insegui tu" e nel frattempo il Terpstra di turno è andato meritatamente a vincere. Pur di non far vincere gli altri, non vincerà neanche lui. Non so quanto sia conveniente.
Chiaro, perde tanto lui e perde tanto lo spettacolo.
Però prima è stato criticato Terpstra per il Fiandre regalato a Kristoff. Con Sagan succederebbe qualcosa di simile, con una gara regalata a GVA (dico lui per semplificare) per le trenate di Sagan a chiudere gli scatti.


Avatar utente
il_panta
Messaggi: 6761
Iscritto il: lunedì 21 maggio 2012, 13:39

Re: Ronde van Vlaanderen 2018 (1 aprile)

Messaggio da leggere da il_panta »

Non è la stessa cosa. Il corridore più veloce può permettersi di cercare di arrivare in gruppetto al traguardo anche avendo lavorato di più. Ha le sue chances comunque. Terpstra contro Kristoff vince 0 volte su 100.


2019 (1°): Giro d'Italia tp 4, 5, 20; Giro d'Italia classifica generale; Tour de France tp 1, 10; Tour of Britain;
Avatar utente
skawise
Messaggi: 1444
Iscritto il: mercoledì 5 ottobre 2016, 13:01
Località: Villacidro-Milano

Re: Ronde van Vlaanderen 2018 (1 aprile)

Messaggio da leggere da skawise »

E GVA mica è fermo in volata...
Ci ha vinto la Roubaix lo scorso anno, e pure in Canada battendo proprio Sagan...


Rispondi