Top 10 ciclisti per nazione

Il mondo dei professionisti tra gare e complessità, e più in generale l'approccio al ciclismo di ogni appassionato
Salvatore77
Messaggi: 4954
Iscritto il: domenica 9 gennaio 2011, 19:14

Re: Top 10 ciclisti per nazione

Messaggio da leggere da Salvatore77 »

La mia Svizzera.
I 6 sicuri (in ordine alfabetico):

Cancellara
Koblet
Kubler
Rominger
Zuelle
Suter

Fra i seguenti:
Camenzind
Richard
Giannetti

preferisco i primi due per aver conseguito anche Mondiale e Olimpiade

Fra Dufaux e Zimmerman direi il primo che è stato leggermente più continuo

L'ultimo posto a disposizione è in base a un mio soggettivo giudizio per Urs Freuler. :)

Quindi ricapitolando:

Cancellara
Koblet
Kubler
Rominger
Zuelle
Suter
Camenzind
Richard
Dufaux
Freuler


1° Tour de France 2018
Avatar utente
galliano
Messaggi: 15187
Iscritto il: giovedì 14 aprile 2011, 12:53
Località: TN

Re: Top 10 ciclisti per nazione

Messaggio da leggere da galliano »

Considerando solo il dopoguerra, Bugno lo vedo dietro solo a Coppi e Bartali, subito davanti a Pantani.
Non ho mai tifato Bugno ma i risultati non rendono l'idea della sua forza.
È ridicolo che abbia vinto così poco in rapporto ad un talento smisurato.
Fortissimo in volata, fortissimo sul passo, fondo da vendere, forte in salita. Praticamente un hinault italiano.
Per me è un mistero che non abbia in palmares almeno un paio di Lombardia, un paio di Liegi, e almeno un altro paio di GT.


Avatar utente
barrylyndon
Messaggi: 15024
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 15:20

Re: Top 10 ciclisti per nazione

Messaggio da leggere da barrylyndon »

Una porzione di risposte sta nel processo Conconi, Galliano..
Almeno relativa alle manipolazioni del sangue del suo grande avversario italico..
ed in parte anche Pantani..che comunque mai mi sognerei di paragonare al suo compagno in Carrera..ed in carriera..


Nibali sta a Froome come Thoeni stava a Klammer.
Luciano Pagliarini
Messaggi: 969
Iscritto il: mercoledì 27 settembre 2017, 21:54

Re: Top 10 ciclisti per nazione

Messaggio da leggere da Luciano Pagliarini »

galliano ha scritto:Considerando solo il dopoguerra, Bugno lo vedo dietro solo a Coppi e Bartali, subito davanti a Pantani.
Non ho mai tifato Bugno ma i risultati non rendono l'idea della sua forza.
È ridicolo che abbia vinto così poco in rapporto ad un talento smisurato.
Fortissimo in volata, fortissimo sul passo, fondo da vendere, forte in salita. Praticamente un hinault italiano.
Per me è un mistero che non abbia in palmares almeno un paio di Lombardia, un paio di Liegi, e almeno un altro paio di GT.
Ti rispondo di qua che siamo OT di là.

Sottovaluti Nibali in salita, imho, che ora magari è solo forte, ma ha avuto momenti in carriera in cui era veramente fortissimo.

Sull'Hautacam non c'erano Froome e Contador, okay, ma dare 1'10" al secondo dei big in 10 km vuol dire salire veramente come una moto.

Bugno di grandi prestazioni ne ha fatte: le due vittorie sull'Alpe, il Pordoi con Mottet....però Nibali ha fatto vedere qualcosa in più sia a livello di picchi, che a livello di continuità, perché Bugno già nel '92 non era più quello del biennio precedente.


Avatar utente
galliano
Messaggi: 15187
Iscritto il: giovedì 14 aprile 2011, 12:53
Località: TN

Re: Top 10 ciclisti per nazione

Messaggio da leggere da galliano »

Non credo di sottovalutare Nibali in salita, l'ho messo più o meno allo stesso livello di Bugno e il monzese ha raccolto grandi vittorie in salita.
Più che altro Nibali viene fuori prepotentemente alla distanza qualsiasi sia il percorso, quindi vedo i suoi successi più frutto di questa gran dote piuttosto che di un'abilità particolare in salita. È forte dappertutto, ma in salita (soprattutto in tappe non monstre) alcuni suoi rivali mi paiono più forti. Per dire Quintana secondo me è mediamente un po' più forte di Nibali in salita, ma le busca su tutti gli altri terreni. Per certi versi vale lo stesso per Bugno, anche lui forte su tutti i terreni ma non fenomeno assoluto in salita.


Luciano Pagliarini
Messaggi: 969
Iscritto il: mercoledì 27 settembre 2017, 21:54

Re: Top 10 ciclisti per nazione

Messaggio da leggere da Luciano Pagliarini »

Quintana ha qualcosina in più oggi...nel 2013/2014 non saprei.

Anche perché non abbiamo raffronti, se non uno alla Vuelta a Burgos 2013 dove effettivamente Quintana piallò Nibali....però va detto che uno stava preparando la Vuelta e l'altro era appena uscito da un Tour in cui nell'ultima settimana volava.

Poi tornerei sul discorso che facevo all'inizio: Bugno corre da dilettante e i primissimi anni da pro nel periodo in cui al Giro a momenti neanche le facevano le tappe di montagna (ci sarà una riscoperta improvvisa nell'87) e i suoi anni migliori coincidono con un periodo dove al Giro si fanno tanti km a crono quanti ne fanno al Tour. Il Giro del '90 ha 120 km crono, i due successivi 115. In questo contesto a Bugno non è richiesto di andare forte in salita come a Nibali oggi, tant'è che, ad esempio, non è mai stato neanche lontanamente magro come Nibali quando si presenta al via dei GT. Motivo per cui mi pare anche normale che avesse qualcosina in meno.


giorgio ricci
Messaggi: 3717
Iscritto il: lunedì 9 giugno 2014, 13:44

Re: Top 10 ciclisti per nazione

Messaggio da leggere da giorgio ricci »

È vero. Bugno aveva le stimmate del fuoriclasse ma un carattere che lo limitava e pure la tendenza a sconfortarsi e a mandare tutto in vacca alla prima difficoltà.
Al Giro 87 era appena passato , fu un gran passista fino all'89 è un ottimo passista -scalatore nel 90 è un po' nel 91.
Ricordiamo che il Giro 91 aveva si 115 km a crono ma era durissimo , con arrivo a Scanno , Monviso , Sestriere, Selva di Vakgardena e Pordoi. Insomma , tanta roba. Solo che cominciò ad avere prestazioni altalenanti in salita , che peggiorarono sempre più.
Insomma, avrebbe potuto dare di più nelle classiche ma nei grandi Giri non so. Dopo il 92 spari dalle classifiche , con qualche smarrone ( gelato crono 94 ) , anche il 93, con un giro su misura per lui a mio avviso , fece niente.
Nibali è un altro corridore, grinta , tattica, un Nencini più completo. E poi è continuo. L'opposto del Gianni


Luciano Pagliarini
Messaggi: 969
Iscritto il: mercoledì 27 settembre 2017, 21:54

Re: Top 10 ciclisti per nazione

Messaggio da leggere da Luciano Pagliarini »

Vero, il Giro '91 aveva tanta montagna e anche tante tappe non banali aggiungo, a cominciare da quelle sarde. Bisognerebbe disegnare più spesso GT simili.

Bugno soffrì sempre in salita, soprattutto sul Pordoi dove l'anno prima volava, ma alla fine perse da Chioccioli anche a crono.

Conoscendo il carattere probabilmente soffrì il modo di correre particolarmente aggressivo del Coppino.


giorgio ricci
Messaggi: 3717
Iscritto il: lunedì 9 giugno 2014, 13:44

Re: Top 10 ciclisti per nazione

Messaggio da leggere da giorgio ricci »

A proposito del Giro 91, ho dimenticato la tappa dell'Aprica col Mortirolo. Giro alla Zomegnan per intenderci.


Avatar utente
nino58
Messaggi: 12490
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: Top 10 ciclisti per nazione

Messaggio da leggere da nino58 »

Luciano Pagliarini ha scritto:Vero, il Giro '91 aveva tanta montagna e anche tante tappe non banali aggiungo, a cominciare da quelle sarde. Bisognerebbe disegnare più spesso GT simili.

Bugno soffrì sempre in salita, soprattutto sul Pordoi dove l'anno prima volava, ma alla fine perse da Chioccioli anche a crono.

Conoscendo il carattere probabilmente soffrì il modo di correre particolarmente aggressivo del Coppino.
Poi, però, Gianni rischiò seriamente di vincere il primo Tour di Indurain.
Se solo, a Val Louron, avesse "curato" Chiappucci ed Indurain anzichè Lemond, quella tappa la vinceva lui (e con distacco).
Ma non si può fargliene una colpa: Lemond aveva vinto tre Tour e nessuno immaginava che la sua carriera da vincente fosse terminata.


Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!
Avatar utente
GregLemond
Messaggi: 2156
Iscritto il: sabato 6 settembre 2014, 20:00

Re: Top 10 ciclisti per nazione

Messaggio da leggere da GregLemond »

galliano ha scritto:Non credo di sottovalutare Nibali in salita, l'ho messo più o meno allo stesso livello di Bugno e il monzese ha raccolto grandi vittorie in salita.
Più che altro Nibali viene fuori prepotentemente alla distanza qualsiasi sia il percorso, quindi vedo i suoi successi più frutto di questa gran dote piuttosto che di un'abilità particolare in salita. È forte dappertutto, ma in salita (soprattutto in tappe non monstre) alcuni suoi rivali mi paiono più forti. Per dire Quintana secondo me è mediamente un po' più forte di Nibali in salita, ma le busca su tutti gli altri terreni. Per certi versi vale lo stesso per Bugno, anche lui forte su tutti i terreni ma non fenomeno assoluto in salita.
Vero.
E' vero anche che spesso è la condotta di Nibali che fa la differenza.
Vedi Rio o banalmente il lombardia: magari il primo scatto non ti fa niente... ma il decimo ti lascia al gancio


Avatar utente
nino58
Messaggi: 12490
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: Top 10 ciclisti per nazione

Messaggio da leggere da nino58 »

galliano ha scritto:Non credo di sottovalutare Nibali in salita, l'ho messo più o meno allo stesso livello di Bugno e il monzese ha raccolto grandi vittorie in salita.
Più che altro Nibali viene fuori prepotentemente alla distanza qualsiasi sia il percorso, quindi vedo i suoi successi più frutto di questa gran dote piuttosto che di un'abilità particolare in salita. È forte dappertutto, ma in salita (soprattutto in tappe non monstre) alcuni suoi rivali mi paiono più forti. Per dire Quintana secondo me è mediamente un po' più forte di Nibali in salita, ma le busca su tutti gli altri terreni. Per certi versi vale lo stesso per Bugno, anche lui forte su tutti i terreni ma non fenomeno assoluto in salita.
Però a Bugno vidi fare delle salite da paura.
Proprio nella tappa di val Louron 91, inizò l'ultima ascesa con tre minuti di distacco da Chiappucci ed Indurain ed arrivò ad un minuto e mezzo da loro.
All'Alpe, lo stesso anno, tirava su l'asfalto.
Nibali più continuo, assolutamente.
Gianni ha quattro vittorie top in corse in linea: due (grandi) Mondiali, una Sanremo ed un Fiandre, Lombardia e Liegi gridano vendetta.
Nibali è già a tre: potrebbe fermarsi lì oppure raggiungere oppure superare Bugno.
Ma, con i GT vinti, gli è già davanti come corridore, nonostante non abbia un quarto della volata di Gianni.


Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!
Avatar utente
TIC
Messaggi: 7873
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:20

Re: Top 10 ciclisti per nazione

Messaggio da leggere da TIC »

SOLO CORRIDORI NON IN ATTIVITA'

Italia

1 Coppi
2 Bartali
3 Baronchelli
4 Binda
5 Girardengo


Francia

1 Hinault
2Fignon
3Anquetil
4 Bobet
5 Poulidor

Belgio

1 Merckx
2 De Vlaeminck
3 Maertens
4 Van Steenberghen
5 Van Looy o Boonen ?



Spagna

1 Indurain
2 Contador
3 Fuente
4 Bahamontes
5 Ocana

Olanda

1. Zoetemelk
2. Kuiper
3. Raas
4 Jansen
5 Knetemann / AVDP

Svizzera

1. Kubler
2. Cancellara
3. Koblet
4. Rominger
5. Zulle

Colombia :

1. Luis "Lucho" Herrera
2. Fabio Parra
3. Patrocinio Jiménez
4 Botero
5. Rafael Antonio Niño ?
Ultima modifica di TIC il venerdì 30 marzo 2018, 10:55, modificato 7 volte in totale.


Avatar utente
simociclo
Messaggi: 4974
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 17:12

Re: Top 10 ciclisti per nazione

Messaggio da leggere da simociclo »

Molto interessante leggere le vostre classifiche e le motivazioni. Grazie.

Noto che c'è una certa tendenza a dare più valore alle corse a tappe rispetto a quelle in linea, o è solo la mia impressione?

Per esempio Freire con 3 mondiali e 3 sanremo me lo aspetterei sempre davanti a Fuente (ad esempio) mentre per 3 su 4 è dietro.


"la mente è come il paracadute, funziona solo se si apre" A. Einstein
Avatar utente
TIC
Messaggi: 7873
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:20

Re: Top 10 ciclisti per nazione

Messaggio da leggere da TIC »

simociclo ha scritto:Molto interessante leggere le vostre classifiche e le motivazioni. Grazie.

Noto che c'è una certa tendenza a dare più valore alle corse a tappe rispetto a quelle in linea, o è solo la mia impressione?

Per esempio Freire con 3 mondiali e 3 sanremo me lo aspetterei sempre davanti a Fuente (ad esempio) mentre per 3 su 4 è dietro.
Si forse Freire e' stato piu vincente. Ma pochi corridori stimolavano la fantasia (non pensate male....) come Jose' Manuel Lavandera.


Avatar utente
nino58
Messaggi: 12490
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: Top 10 ciclisti per nazione

Messaggio da leggere da nino58 »

TIC ha scritto:SOLO CORRIDORI NON IN ATTIVITA'

Italia

1 Coppi
2 Bartali
3 Baronchelli
4 Binda
5 Girardengo
Quasi d'accordo.
Forse metterei Binda tra Coppi e Bartali.


Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!
Luciano Pagliarini
Messaggi: 969
Iscritto il: mercoledì 27 settembre 2017, 21:54

Re: Top 10 ciclisti per nazione

Messaggio da leggere da Luciano Pagliarini »

nino58 ha scritto:
Luciano Pagliarini ha scritto:Vero, il Giro '91 aveva tanta montagna e anche tante tappe non banali aggiungo, a cominciare da quelle sarde. Bisognerebbe disegnare più spesso GT simili.

Bugno soffrì sempre in salita, soprattutto sul Pordoi dove l'anno prima volava, ma alla fine perse da Chioccioli anche a crono.

Conoscendo il carattere probabilmente soffrì il modo di correre particolarmente aggressivo del Coppino.
Poi, però, Gianni rischiò seriamente di vincere il primo Tour di Indurain.
Se solo, a Val Louron, avesse "curato" Chiappucci ed Indurain anzichè Lemond, quella tappa la vinceva lui (e con distacco).
Ma non si può fargliene una colpa: Lemond aveva vinto tre Tour e nessuno immaginava che la sua carriera da vincente fosse terminata.
Indurain non credo che avrebbe mai potuto staccarlo, Chiappucci sì....del resto è quello che poi è successo sull'Alpe.

A Miguel mancava ancora qualcosa a crono rispetto agli anni successivi (d'altronde è lo stesso che qualche mese prima perdeva una Vuelta da Mauri per via della crono), ma in salita mi pareva già inscalfibile.


Salvatore77
Messaggi: 4954
Iscritto il: domenica 9 gennaio 2011, 19:14

Re: Top 10 ciclisti per nazione

Messaggio da leggere da Salvatore77 »

TIC ha scritto:SOLO CORRIDORI NON IN ATTIVITA'

Italia

1 Coppi
2 Bartali
3 Baronchelli
4 Binda
5 Girardengo
Ma il titolo non è "Top 10 ciclisti per nazione"? Dacci gli altri 5 :)


1° Tour de France 2018
Avatar utente
nino58
Messaggi: 12490
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: Top 10 ciclisti per nazione

Messaggio da leggere da nino58 »

Luciano Pagliarini ha scritto:
Indurain non credo che avrebbe mai potuto staccarlo, Chiappucci sì....del resto è quello che poi è successo sull'Alpe.
Senza Jeff Bernard non credo che sull'Alpe sarebbe riuscito a tenerlo.
Non in un testa a testa.
Certo, i coequipiers ci sono apposta.


Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!
Salvatore77
Messaggi: 4954
Iscritto il: domenica 9 gennaio 2011, 19:14

Re: Top 10 ciclisti per nazione

Messaggio da leggere da Salvatore77 »

nino58 ha scritto: Però a Bugno vidi fare delle salite da paura.
Proprio nella tappa di val Louron 91, inizò l'ultima ascesa con tre minuti di distacco da Chiappucci ed Indurain ed arrivò ad un minuto e mezzo da loro.
All'Alpe, lo stesso anno, tirava su l'asfalto.
Nibali più continuo, assolutamente.
Gianni ha quattro vittorie top in corse in linea: due (grandi) Mondiali, una Sanremo ed un Fiandre, Lombardia e Liegi gridano vendetta.
Nibali è già a tre: potrebbe fermarsi lì oppure raggiungere oppure superare Bugno.
Ma, con i GT vinti, gli è già davanti come corridore, nonostante non abbia un quarto della volata di Gianni.
Paragonare Bugno a Nibali è al quanto complicato. Oltre al fatto he hanno 20 anni di differenza, ci sono altri fattori che lasciano qualche dubbio.
Bugno ha avuto una carriera di altissimo livello breve, il quinquennio 1990-94, con delle fasi buie anche all'interno di questo periodo. Nibali crescita continua, sempre altto livello, questo gli permette di avere un carnet più cospicuo.
Io ho avuto l'impressione che Bugno poteva vincere di tutto contro tutti. Non è solo la vittoria del Fiandre in sè, quanto l'aver battuto il campione di casa vincitore l'anno prima in volata che ti fa pensare a quanto era forte Bugno.
Il miglior Bugno è a mio avviso più forte del miglior Nibali, anche perchè si è dovuto esprimere contro gli avversari al completo.


1° Tour de France 2018
Luciano Pagliarini
Messaggi: 969
Iscritto il: mercoledì 27 settembre 2017, 21:54

Re: Top 10 ciclisti per nazione

Messaggio da leggere da Luciano Pagliarini »

nino58 ha scritto:
Luciano Pagliarini ha scritto:
Indurain non credo che avrebbe mai potuto staccarlo, Chiappucci sì....del resto è quello che poi è successo sull'Alpe.
Senza Jeff Bernard non credo che sull'Alpe sarebbe riuscito a tenerlo.
Non in un testa a testa.
Certo, i coequipiers ci sono apposta.
Me la sono riguardata per vedere se mi ricordavo bene o no.

Confermo l'impressione di un Indurain in controllo, al netto del monumentale Bernard.

D'altro lato un Bugno forse poco convinto dopo gli scatti iniziali.


Avatar utente
CarbonaraJazz
Messaggi: 280
Iscritto il: sabato 24 giugno 2017, 16:52

Re: Top 10 ciclisti per nazione

Messaggio da leggere da CarbonaraJazz »

Bugno a livello di potenzialità può essere messo al pari di Hinault, subio dietro Merckx...
Corridore fortissimo ma non accompagnato dalla testa e dalla costanza. Forse è il caso più lampante di sempre di ciclista ad aver vinto molto ma molto di meno di quello che avrebbe potuto vincere.
Analizzando però le caratteristiche è stato un grande passista scalatore con un fondo incredibile ma non uno specialista in montagna.
Nibali per me ha vinto quello che ha vinto perchè è uno dei più forti di testa. E' il più costante e può essere paragonato a livello di palmares ai grandissimi ciclisti italiani. Anche lui tuttavia non è uno specialista scalatore ma è un passista scalatore con doti di fondo e super costante.

Alla fine se si guardano i risultati tra Nibali e Bugno corre un abisso a favore del siciliano


krea
Messaggi: 357
Iscritto il: domenica 3 agosto 2014, 13:54

Re: Top 10 ciclisti per nazione

Messaggio da leggere da krea »

In salita Bugno, anche nei suoi anni migliori, era molto discontinuo. Alla fine ha avuto 3 anni ad alti livelli competitivi nei Grandi Giri e non ha mai dato l'idea di essere davvero dominante in montagna. Il che in teoria non è necessariamente un problema (nemmeno Hinault e Merckx dominavano in montagna, però infliggevano minuti a tutti gli avversari nelle cronometro e, soprattutto, erano COSTANTI. Bugno a crono alternava exploit a tonfi clamorosi). Più che nuovo Hinault, secondo me i grandi rimpianti di Bugno sono più che altro nelle classiche. Ha vinto 2 monumento che, in teoria, erano assolutamente contrarie alle sue caratteristiche di corridore: solitamente per vincere Sanremo e Fiandre devi essere un grandissimo limatore, e Bugno era proprio l'opposto: sempre a fondo gruppo perchè aveva paura di cadere (non per nulla tante volte si perdeva gli scatti importanti o le azioni decisive). Il paradosso appunto è che non ha mai vinto due corse invece perfettamente tarate su di lui come Liegi e Lombardia. Bugno è uno dei più grandi paradossi della storia del ciclismo.


Luciano Pagliarini
Messaggi: 969
Iscritto il: mercoledì 27 settembre 2017, 21:54

Re: Top 10 ciclisti per nazione

Messaggio da leggere da Luciano Pagliarini »

Condivido più o meno tutto Krea, solo un piccolo appunto sul Cannibale: prima di Blois Merckx era dominante anche in salita...proprio tutt'altro livello rispetto a Bugno ed anche Hinault.

Poi continuò a vincere tutto sfruttando fondo, crono, discesa, volate...però i perenni problemi alla schiena in salita non gli permisero di tornare ai livelli dei primi anni di carriera che erano veramente altissimi.


Avatar utente
CarbonaraJazz
Messaggi: 280
Iscritto il: sabato 24 giugno 2017, 16:52

Re: Top 10 ciclisti per nazione

Messaggio da leggere da CarbonaraJazz »

krea ha scritto:In salita Bugno, anche nei suoi anni migliori, era molto discontinuo. Alla fine ha avuto 3 anni ad alti livelli competitivi nei Grandi Giri e non ha mai dato l'idea di essere davvero dominante in montagna. Il che in teoria non è necessariamente un problema (nemmeno Hinault e Merckx dominavano in montagna, però infliggevano minuti a tutti gli avversari nelle cronometro e, soprattutto, erano COSTANTI. Bugno a crono alternava exploit a tonfi clamorosi). Più che nuovo Hinault, secondo me i grandi rimpianti di Bugno sono più che altro nelle classiche. Ha vinto 2 monumento che, in teoria, erano assolutamente contrarie alle sue caratteristiche di corridore: solitamente per vincere Sanremo e Fiandre devi essere un grandissimo limatore, e Bugno era proprio l'opposto: sempre a fondo gruppo perchè aveva paura di cadere (non per nulla tante volte si perdeva gli scatti importanti o le azioni decisive). Il paradosso appunto è che non ha mai vinto due corse invece perfettamente tarate su di lui come Liegi e Lombardia. Bugno è uno dei più grandi paradossi della storia del ciclismo.
La Liegi l'ha sfiorata nel 1995 se ricordo bene mentre il Giro di Lombardia che sarebbe dovuta essere la sua corsa per eccellenza (tra l'altro lui è lombardo, di Monza) non l'ha mai vinta e ci andò vicino solo una volta da giovane (perse da Mottet se non sbaglio), poi il nulla. Probabilmente a fine stagione arrivava stanco


Avatar utente
barrylyndon
Messaggi: 15024
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 15:20

Re: Top 10 ciclisti per nazione

Messaggio da leggere da barrylyndon »

Nel 92 se non ci fosse stata la pioggia avrebbe stravinto..il Lombardia
Rominger disse che non aveva mai visto uno andare tanto forte in salita..
Ma nemmeno tanto piano in discesa...


Nibali sta a Froome come Thoeni stava a Klammer.
krea
Messaggi: 357
Iscritto il: domenica 3 agosto 2014, 13:54

Re: Top 10 ciclisti per nazione

Messaggio da leggere da krea »

Tralasciando i commenti sul doping dei quali non posso dire nulla perchè ne so veramente poco, fatto sta che anche nei suoi anni migliori (90-94) Bugno alternava troppi momenti di chiaroscuro per avvicinarlo a Hinault.


Salvatore77
Messaggi: 4954
Iscritto il: domenica 9 gennaio 2011, 19:14

Re: Top 10 ciclisti per nazione

Messaggio da leggere da Salvatore77 »

Non voglio addentrarmi su questioni che per mia scelta ideologica non ho mai voluto trattare sul forum, però ragionare su Bugno in merito a percentuali di ematocrito per me è riduttivo.
Bugno era un ciclista che aveva tutto per essere il n. 1. tutto. Lo si capiva anche da come pedalava.


1° Tour de France 2018
krea
Messaggi: 357
Iscritto il: domenica 3 agosto 2014, 13:54

Re: Top 10 ciclisti per nazione

Messaggio da leggere da krea »

Non c'entra però c'entra. La cosa più bella di Gianni Bugno comunque per me erano le sue volate. Non so come diavolo facesse a mantenere il busto perfettamente fermo


Avatar utente
CarbonaraJazz
Messaggi: 280
Iscritto il: sabato 24 giugno 2017, 16:52

Re: Top 10 ciclisti per nazione

Messaggio da leggere da CarbonaraJazz »

krea ha scritto:Non c'entra però c'entra. La cosa più bella di Gianni Bugno comunque per me erano le sue volate. Non so come diavolo facesse a mantenere il busto perfettamente fermo
Abituato a gareggiare in pista già da giovane.
A quel tempo molti ciclisti su strada partecipavano a 6 giorni o ad altre kermesse in pista


bugnogianni
Messaggi: 263
Iscritto il: giovedì 15 febbraio 2018, 22:49

Re: Top 10 ciclisti per nazione

Messaggio da leggere da bugnogianni »

krea ha scritto:Più che nuovo Hinault, secondo me i grandi rimpianti di Bugno sono più che altro nelle classiche. Ha vinto 2 monumento che, in teoria, erano assolutamente contrarie alle sue caratteristiche di corridore: solitamente per vincere Sanremo e Fiandre devi essere un grandissimo limatore, e Bugno era proprio l'opposto: sempre a fondo gruppo perchè aveva paura di cadere (non per nulla tante volte si perdeva gli scatti importanti o le azioni decisive). Il paradosso appunto è che non ha mai vinto due corse invece perfettamente tarate su di lui come Liegi e Lombardia. Bugno è uno dei più grandi paradossi della storia del ciclismo.
secondo me aveva le gambe anche per provarci alla Roubaix. uno degli ultimi ad avere possibilità di cinquina.


vedremo
Montana Miller
Messaggi: 1265
Iscritto il: venerdì 20 marzo 2015, 6:00

Re: Top 10 ciclisti per nazione

Messaggio da leggere da Montana Miller »

Sono stato un grande tifoso di Bugno,ricordo una volata al Giro del 93 al quale Cipollini non prese parte,in cui parve essere lì quasi per caso e senza scie nè uomini "piloti",discostato dagli altri e direi distaccato da quel che faceva,chiuse terzo.In condizioni normali,con un minimo di strategia,avrebbe vinto una volata di gruppo.Uno che doveva curare la classifica.Insomma un livello di classe mai visto.Però non sono d'accordo nel rapportare al doping il calo che ebbe già dall'anno precedente,io credo piuttosto che proprio quell'anno coincida con l'allargamento e la democratizzazione del discorso,tant'è che a calare fu anche Chiappucci non solo Bugno.Che poi spingeva rapporti non più al passo con i tempi,più altre situazioni che possono avere contribuito al suo calo,anche di carattere personale come il divorzio.Non sono bagatelle.Corridore con caratteristiche da GT naturali peraltro non credo lo fosse,un po' ci si ritrovò e anche se tirarsi indietro sembrava la cosa più logica da farsi,posso comprendere le pressioni che doveva subire e quante grandi classiche gli siano costate.


Montana Miller
Messaggi: 1265
Iscritto il: venerdì 20 marzo 2015, 6:00

Re: Top 10 ciclisti per nazione

Messaggio da leggere da Montana Miller »

Che Kubler sia stato migliore di Koblet è opinione condivisa?Capisco abbia vinto un po' di più,ma per valori assoluti ho sempre pensato che il secondo fosse migliore e l'unico che in quegli anni potesse avvicinare Fausto,per anagrafe,contingenza ma anche risorse atletiche.Mi piacerebbe che Morris potesse spendere due parole sull'argomento.Ho visto uno speciale monografico su Koblet su Bike Channell ma ho capito il giusto,l'audio pareva montato da un ubriaco.


Avatar utente
CarbonaraJazz
Messaggi: 280
Iscritto il: sabato 24 giugno 2017, 16:52

Re: Top 10 ciclisti per nazione

Messaggio da leggere da CarbonaraJazz »

Montana Miller ha scritto:Sono stato un grande tifoso di Bugno,ricordo una volata al Giro del 93 al quale Cipollini non prese parte,in cui parve essere lì quasi per caso e senza scie nè uomini "piloti",discostato dagli altri e direi distaccato da quel che faceva,chiuse terzo.In condizioni normali,con un minimo di strategia,avrebbe vinto una volata di gruppo.Uno che doveva curare la classifica.Insomma un livello di classe mai visto.Però non sono d'accordo nel rapportare al doping il calo che ebbe già dall'anno precedente,io credo piuttosto che proprio quell'anno coincida con l'allargamento e la democratizzazione del discorso,tant'è che a calare fu anche Chiappucci non solo Bugno.Che poi spingeva rapporti non più al passo con i tempi,più altre situazioni che possono avere contribuito al suo calo,anche di carattere personale come il divorzio.Non sono bagatelle.Corridore con caratteristiche da GT naturali peraltro non credo lo fosse,un po' ci si ritrovò e anche se tirarsi indietro sembrava la cosa più logica da farsi,posso comprendere le pressioni che doveva subire e quante grandi classiche gli siano costate.
Vero, anch'io credo che non fosse un corridore con caratteristiche naturali da GG.
Da dilettante fece però terzo ad un Giro d'Italia under.
Da professionista prima del 1990 aveva come miglior piazzamento un 23° posto al Giro (1989), un 11° al Tour ed una quasi maglia verde ad uno dei Giri precedenti. Buoni piazzamenti (soprattutto al Tour) per carità ma non davano l'idea che avrebbe dominato l'anno seguente il Giro dalla prima all'ultima tappa...
Diciamo che negli anni seguenti migliorò al Tour ma piano piano "tornò nei ranghi" al Giro con un 4°, 18°, 8° e 29° posto nelle partecipazioni successive.


Avatar utente
barrylyndon
Messaggi: 15024
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 15:20

Re: Top 10 ciclisti per nazione

Messaggio da leggere da barrylyndon »

Beh a 25 anni 11mo al Tour..non e' che sia una cosa da buttare.
Io resto dell'idea che in un'altra epoca, Bugno avrebbe avuto una carriera piu' lunga..


Nibali sta a Froome come Thoeni stava a Klammer.
Avatar utente
TIC
Messaggi: 7873
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:20

Re: Top 10 ciclisti per nazione

Messaggio da leggere da TIC »

Montana Miller ha scritto:Che Kubler sia stato migliore di Koblet è opinione condivisa?Capisco abbia vinto un po' di più,ma per valori assoluti ho sempre pensato che il secondo fosse migliore e l'unico che in quegli anni potesse avvicinare Fausto,per anagrafe,contingenza ma anche risorse atletiche.Mi piacerebbe che Morris potesse spendere due parole sull'argomento.Ho visto uno speciale monografico su Koblet su Bike Channell ma ho capito il giusto,l'audio pareva montato da un ubriaco.

Io mi baso soprattutto sulle dichiarazioni di Magni che ebbe a dire che Koblet era piu costante, ma che quando era in giornata Kubler era innarrivabile.


Luciano Pagliarini
Messaggi: 969
Iscritto il: mercoledì 27 settembre 2017, 21:54

Re: Top 10 ciclisti per nazione

Messaggio da leggere da Luciano Pagliarini »

Montana Miller ha scritto:Che Kubler sia stato migliore di Koblet è opinione condivisa?Capisco abbia vinto un po' di più,ma per valori assoluti ho sempre pensato che il secondo fosse migliore e l'unico che in quegli anni potesse avvicinare Fausto,per anagrafe,contingenza ma anche risorse atletiche.Mi piacerebbe che Morris potesse spendere due parole sull'argomento.Ho visto uno speciale monografico su Koblet su Bike Channell ma ho capito il giusto,l'audio pareva montato da un ubriaco.
Kubler più completo, più adatto alle corse di un giorno e più veloce.

Koblet più forte in salita.

A crono, basandoci sui confronti ai Giri '51 e '52, Kubler era più forte su distanze contenute e Koblet su quelle lunghe.


krea
Messaggi: 357
Iscritto il: domenica 3 agosto 2014, 13:54

Re: Top 10 ciclisti per nazione

Messaggio da leggere da krea »

bugnogianni ha scritto:
krea ha scritto:Più che nuovo Hinault, secondo me i grandi rimpianti di Bugno sono più che altro nelle classiche. Ha vinto 2 monumento che, in teoria, erano assolutamente contrarie alle sue caratteristiche di corridore: solitamente per vincere Sanremo e Fiandre devi essere un grandissimo limatore, e Bugno era proprio l'opposto: sempre a fondo gruppo perchè aveva paura di cadere (non per nulla tante volte si perdeva gli scatti importanti o le azioni decisive). Il paradosso appunto è che non ha mai vinto due corse invece perfettamente tarate su di lui come Liegi e Lombardia. Bugno è uno dei più grandi paradossi della storia del ciclismo.
secondo me aveva le gambe anche per provarci alla Roubaix. uno degli ultimi ad avere possibilità di cinquina.
Le gambe probabilmente sì, ma non aveva tutto il resto. Troppo "fichetta" Bugno per la Roubaix, per non parlare delle sue famose curve quadrate (non so cosa avrebbe combinato sul carefour de l'arbre)


nikybo85
Messaggi: 3832
Iscritto il: mercoledì 23 agosto 2017, 0:06

Re: Top 10 ciclisti per nazione

Messaggio da leggere da nikybo85 »

Ma quanto caspita ne sapete?! :clap: :clap: :clap:
Io seguo il ciclismo dal 97 e già farei fatica a fare la top ten degli anni che ho visto...
Complimenti a tutti e in particolare a chi ha creato il thread


Montana Miller
Messaggi: 1265
Iscritto il: venerdì 20 marzo 2015, 6:00

Re: Top 10 ciclisti per nazione

Messaggio da leggere da Montana Miller »

nikybo85 ha scritto:Ma quanto caspita ne sapete?! :clap: :clap: :clap:
Io seguo il ciclismo dal 97 e già farei fatica a fare la top ten degli anni che ho visto...
Complimenti a tutti e in particolare a chi ha creato il thread
Proprio vero,scusate lo spam ma faccio i complimenti anch'io.


nikybo85
Messaggi: 3832
Iscritto il: mercoledì 23 agosto 2017, 0:06

Re: Top 10 ciclisti per nazione

Messaggio da leggere da nikybo85 »

In post precedenti mi dicevo impressionato per la cultura ciclistica di molti utenti e che per quanto mi riguarda faccio già fatica a ricordare i ciclisti che ho visto realmente da quando seguo questo sport.
Così ho voluto fare la mia top ten dei "miei tempi".
Ho iniziato a seguire il ciclismo dal 97 ma più stabilmente dai primi anni 2000 e pur andando un po off Topic sparo la mia top 10:
Pantani
Nibali
Bettini
Di Luca
Cipollini
Petacchi
Cunego
Basso
Rebellin
Simoni
Come palmares Pantani perderebbe molte posizioni ma l'impressione di forza data sui pedali è superiore a chiunque altro e non solo nella categoria Italia.
Manca Bartoli perché pur essendo di quest'epoca ho perso le sue vittorie più belle.
Metto dentro Petacchi e Cipollini perché Cipollini ha vinto quel che ha vinto e Petacchi degli anni d'oro è il velocista più dominante che abbia mai visto
Cunego meglio di Basso anche se con un giro in meno e piazzamenti al tour non paragonabili,ma la varietà di corse vinte(non ultima una tappa ai baschi :diavoletto: )lo mettono su un livello più alto


Gimbatbu
Messaggi: 2230
Iscritto il: mercoledì 19 aprile 2017, 17:42

Re: Top 10 ciclisti per nazione

Messaggio da leggere da Gimbatbu »

Luciano Pagliarini ha scritto:
Montana Miller ha scritto:Che Kubler sia stato migliore di Koblet è opinione condivisa?Capisco abbia vinto un po' di più,ma per valori assoluti ho sempre pensato che il secondo fosse migliore e l'unico che in quegli anni potesse avvicinare Fausto,per anagrafe,contingenza ma anche risorse atletiche.Mi piacerebbe che Morris potesse spendere due parole sull'argomento.Ho visto uno speciale monografico su Koblet su Bike Channell ma ho capito il giusto,l'audio pareva montato da un ubriaco.
Kubler più completo, più adatto alle corse di un giorno e più veloce.

Koblet più forte in salita.

A crono, basandoci sui confronti ai Giri '51 e '52, Kubler era più forte su distanze contenute e Koblet su quelle lunghe.


Mio padre aveva visto tutti e due e aveva lo stesso giudizio di Luciano. Dal punto di vista stilistico diceva di Koblet che era perfetto. Ottenne infatti anche lusinghieri risultati in pista. Un po' come Valverde accusava problemi sulle altissime quote. Era apprezzato per la sua eleganza e sportività e simpaticamente veniva sottolineato il vezzo di pettinarsi appena finita la corsa. Altri tempi in cui la correttezza era universalmente sottolineata .


Avatar utente
barrylyndon
Messaggi: 15024
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 15:20

Re: Top 10 ciclisti per nazione

Messaggio da leggere da barrylyndon »

per quello fatto nelle loro epoca, con le corse,le strade, le bici, gli avversari ecc.ecc.

1) Coppi
2) Binda
3) Bartali
4) Girardengo
5) Gimondi
6) Nibali
7) Magni
8) Pantani
9) Moser
10) Bettini


Nibali sta a Froome come Thoeni stava a Klammer.
Luisito84
Messaggi: 414
Iscritto il: lunedì 25 settembre 2017, 10:55

Re: Top 10 ciclisti per nazione

Messaggio da leggere da Luisito84 »

barrylyndon ha scritto:per quello fatto nelle loro epoca, con le corse,le strade, le bici, gli avversari ecc.ecc.

1) Coppi
2) Binda
3) Bartali
4) Girardengo
5) Gimondi
6) Nibali
7) Magni
8) Pantani
9) Moser
10) Bettini
Uguale, solo che metterei Pantani 4° e conseguentemente tutti quelli dal 4°fino al 7° li farei scalare di uno


Montana Miller
Messaggi: 1265
Iscritto il: venerdì 20 marzo 2015, 6:00

Re: Top 10 ciclisti per nazione

Messaggio da leggere da Montana Miller »

Gimbatbu ha scritto: Era apprezzato per la sua eleganza e sportività e simpaticamente veniva sottolineato il vezzo di pettinarsi appena finita la corsa. Altri tempi in cui la correttezza era universalmente sottolineata .
Non c'entra granchè ma Koblet era davvero bello,oltre che probabilmente il vero modello di Anquetil.Epilogo ingeneroso anche il suo.


Avatar utente
antani
Messaggi: 2310
Iscritto il: lunedì 26 settembre 2016, 12:31

Re: Top 10 ciclisti per nazione

Messaggio da leggere da antani »

Top 10 pesi Baschi:
1)Mikel Landa
2)Joseba Beloki
3)Samuel Sanchez
4)Iban Mayo
5)Federico Echave
6)Aitor Gonzales
7)David Etxebarria
8)Roberto Laiseka
9)Jon Izaguirre
10)Jonathan Castroviejo

Non ho messo Indurain per motivi geopolitici.I baschi credono che la navarra sia Euskadi,i Navarri si sentono autonomi,quindi non lo metto,ma potrebbe starci a mio avviso.


"Sicuramente serve il 25"
~ Davide Cassani su qualsiasi salita
Avatar utente
Walter_White
Messaggi: 16089
Iscritto il: mercoledì 23 marzo 2016, 18:01

Re: Top 10 ciclisti per nazione

Messaggio da leggere da Walter_White »

antani ha scritto:Top 10 pesi Baschi:
1)Mikel Landa
2)Joseba Beloki
3)Samuel Sanchez
4)Iban Mayo
5)Federico Echave
6)Aitor Gonzales
7)David Etxebarria
8)Roberto Laiseka
9)Jon Izaguirre
10)Jonathan Castroviejo

Non ho messo Indurain per motivi geopolitici.I baschi credono che la navarra sia Euskadi,i Navarri si sentono autonomi,quindi non lo metto,ma potrebbe starci a mio avviso.
Samu Sanchez per ora di gran lunga primo in questa classifica


FCC 2019/20: rit.
FCC 2018/19: 1°; Superprestige; Gran Combinata
FCC 2017/18: 3°; Trofeo dei titoli; Campionato Europeo Donne Elite, Campionato del Mondo Donne Elite, ROTY
Luciano Pagliarini
Messaggi: 969
Iscritto il: mercoledì 27 settembre 2017, 21:54

Re: Top 10 ciclisti per nazione

Messaggio da leggere da Luciano Pagliarini »

antani ha scritto:Top 10 pesi Baschi:
1)Mikel Landa
2)Joseba Beloki
3)Samuel Sanchez
4)Iban Mayo
5)Federico Echave
6)Aitor Gonzales
7)David Etxebarria
8)Roberto Laiseka
9)Jon Izaguirre
10)Jonathan Castroviejo

Non ho messo Indurain per motivi geopolitici.I baschi credono che la navarra sia Euskadi,i Navarri si sentono autonomi,quindi non lo metto,ma potrebbe starci a mio avviso.
Samuel Sanchez è asturiano.

Ti manca un sacco di gente comunque, alcuni imprescindibili come Galdos, Perurena, Gabica, Langarica....Zubeldia.


Avatar utente
Walter_White
Messaggi: 16089
Iscritto il: mercoledì 23 marzo 2016, 18:01

Re: Top 10 ciclisti per nazione

Messaggio da leggere da Walter_White »

Luciano Pagliarini ha scritto:
antani ha scritto:Top 10 pesi Baschi:
1)Mikel Landa
2)Joseba Beloki
3)Samuel Sanchez
4)Iban Mayo
5)Federico Echave
6)Aitor Gonzales
7)David Etxebarria
8)Roberto Laiseka
9)Jon Izaguirre
10)Jonathan Castroviejo

Non ho messo Indurain per motivi geopolitici.I baschi credono che la navarra sia Euskadi,i Navarri si sentono autonomi,quindi non lo metto,ma potrebbe starci a mio avviso.
Samuel Sanchez è asturiano.

Ti manca un sacco di gente comunque, alcuni imprescindibili come Galdos, Perurena, Gabica, Langarica....Zubeldia.
Mi hai fatto crollare una delle poche certezze che pensavo di avere :diavoletto:


FCC 2019/20: rit.
FCC 2018/19: 1°; Superprestige; Gran Combinata
FCC 2017/18: 3°; Trofeo dei titoli; Campionato Europeo Donne Elite, Campionato del Mondo Donne Elite, ROTY
Avatar utente
antani
Messaggi: 2310
Iscritto il: lunedì 26 settembre 2016, 12:31

Re: Top 10 ciclisti per nazione

Messaggio da leggere da antani »

Luciano Pagliarini ha scritto:
antani ha scritto:Top 10 pesi Baschi:
1)Mikel Landa
2)Joseba Beloki
3)Samuel Sanchez
4)Iban Mayo
5)Federico Echave
6)Aitor Gonzales
7)David Etxebarria
8)Roberto Laiseka
9)Jon Izaguirre
10)Jonathan Castroviejo

Non ho messo Indurain per motivi geopolitici.I baschi credono che la navarra sia Euskadi,i Navarri si sentono autonomi,quindi non lo metto,ma potrebbe starci a mio avviso.
Samuel Sanchez è asturiano.

Ti manca un sacco di gente comunque, alcuni imprescindibili come Galdos, Perurena, Gabica, Langarica....Zubeldia.
Zubeldi non l'ho messo perchè sinceramente a parte il grandissimo Tour nel 2003,non è che poi abbia fatto chi sa cosa.
Sanchez è vero è di Oviedo,ma l'ho voluto mettere per il fatto che sia stato(l'unico??) corridore non Basco a crrere per l'Euskaltel.
Galdos ha dei piazzamenti,e ci poteva stare,ma possono starci anche quelli che ho messo io.
Perurena non l'ho messo,perchè i velocisti non li ho considerati.
Quanto agli altri due,mi cogli in castagna,perchè non li conosco,mi informerò.Ciao


"Sicuramente serve il 25"
~ Davide Cassani su qualsiasi salita
Rispondi