La stagione delle classiche - resoconto ed opinioni

Il mondo dei professionisti tra gare e complessità, e più in generale l'approccio al ciclismo di ogni appassionato
Avatar utente
lambohbk
Messaggi: 1450
Iscritto il: giovedì 13 ottobre 2016, 23:27

La stagione delle classiche - resoconto ed opinioni

Messaggio da leggere da lambohbk » lunedì 23 aprile 2018, 19:07

E con la Liegi si è conclusa la cosiddetta stagione delle classiche, le quali sono state tutte, o quasi, legate da uno stesso filo conduttore

Sanremo: Nibali se ne va nel tratto pianeggiante del Poggio, i big non reagiscono pensando sia tropo presto. Nel tratto duro attacca Kwiato ma Sagan gli va alla ruota e Kwiato desiste. Nibali scollina con circa 15" e fa un gran numero per resistere al gruppo e vincere

Fiandre: Terpstra segue l'allungo di Nibali in un tratto di pianura e lo stacca nel falsopiano successivo, nel gruppo non c'è collaborazione e quando Tersptra (nella forma migliore della sua vita) arriva a 40" non c'è più niente da fare

Roubaix: Sagan attacca a circa 50 km dal traguardo in un tratto di asfalto, raggiunge i fuggitivi e gestisce il vantaggio non staccando Dillier in fuga dal mattino. Dietro c'è poca collaborazione (vedi Vanmarcke che quasi non tira) e Sagan arriva con quasi un minuto sul terzo.

Amstel: tante scaramucce tra i big ma a 2 km dalla se ne va Valgren (con Kreuziger) sfruttando il "buco" che Sagan fa in testa al gruppo. Il danese vince la corsa

Liegi: Jungels allunga nel tratto dopo la Roche au faucons, il gruppo non reagisce ed Alaphilippe blocca quasi tutti i tentativi da dietro. Tutto ciò consente al lussemburghese di guadagnare quasi 50" nel tratto di panura pre Saint Nicholas e vincere la corsa

E' stata una stagione di classiche abbastanza divertente che ha premiato gli attaccanti, coloro che hanno attaccato in punti non convenzionali: in pratica tutti gli attacchi decisivi sono avvenuti in pianura in un momento in cui il gruppo aveva rallentato. Forse anche l'uomo in meno nelle squadra ha sfavorito l'insegumento

Opinioni?


Per chi tifi? Per gli italiani

FC 2017: Dwars Door Vlaanderen, Tre Giorni di La Panne, Giro dei Paesi Baschi, Vuelta España - Combinata, Japan Cup

FC 2018: Tour of the Alps


Avatar utente
barrylyndon
Messaggi: 11978
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 15:20

Re: La stagione delle classiche - resoconto ed opinioni

Messaggio da leggere da barrylyndon » lunedì 23 aprile 2018, 19:54

Penso che un uomo in meno per squadra sia stato molto utile in tal senso..


beppesaronni ha scritto:
Giocati 10 euro facilissimi per Milano passaggio del turno
http://www.sportando.com/it/italia/seri ... detto.html

nikybo85
Messaggi: 771
Iscritto il: mercoledì 23 agosto 2017, 0:06

Re: La stagione delle classiche - resoconto ed opinioni

Messaggio da leggere da nikybo85 » lunedì 23 aprile 2018, 20:35

Manca un po di coraggio o capacità di prendersi delle responsabilità se vogliamo..nessuno vuole porgere la guancia tirando un metro di più e questo va spesso a premiare le "seconde linee" e raramente vince il più forte..poi ovviamente non è il nuoto dove conta solo la prestazione ma ci sono mille sfaccettature,rimane solo l'amaro in bocca,da spettatore, di non vedere tutti giocarsi al massimo le proprie carte.
Fossi stato nel secondo gruppetto avrei tirato,a rischio di essere fregato dagli altri,ma anche a rischio che qualcuno mi imiti e ci si vada a giocare la corsa



Avatar utente
Walter_White
Messaggi: 8577
Iscritto il: mercoledì 23 marzo 2016, 18:01

Re: La stagione delle classiche - resoconto ed opinioni

Messaggio da leggere da Walter_White » lunedì 23 aprile 2018, 21:07

L'unico rammarico ce l'ho per la Roubaix, dove speravo in confronto a due Terpstra-Sagan ruota a ruota, con l'olandese a cercare di staccare il campione del mondo sul pavè.


guidobaldo de medici ha scritto:gilbert capitano era una cosa ridicola, non ha mai dato segno di poter reggere un fiandre, neppure lontanamente. del resto la scelta di fare la 3 giorni di de panne era già chiara.

Avatar utente
bove
Messaggi: 1655
Iscritto il: sabato 7 settembre 2013, 23:29

Re: La stagione delle classiche - resoconto ed opinioni

Messaggio da leggere da bove » lunedì 23 aprile 2018, 21:27

Sky: non pervenuta :diavoletto:


Gianluca Avigo
Presidente AFCCPI (Associazione FantaCicloCrossisti Perditempo Italiani)


Avatar utente
Pirata81
Messaggi: 1585
Iscritto il: sabato 6 febbraio 2016, 1:37
Località: Savona

Re: La stagione delle classiche - resoconto ed opinioni

Messaggio da leggere da Pirata81 » lunedì 23 aprile 2018, 22:04

Chi attacca vince,chi resta dietro desiste per paura di bruciarsi nell'inseguimento ed essere battuto dai rivali diretti. Alla fine pare vada per la maggiore perdere senza neanche provare a vincere... :boh: :boh:
Sono mancati i duelli alla Boonen vs Cancellara e,sinceramente,anche le emozioni forti.
Uniche eccezioni Sanremo e Roubaix nell'incontrastato dominio QS (si fosse rivisto Gilbert ai livelli dell'anno scorso almeno...).
Deluso da GVA,Kwiato e ahimè Phil.


FC 2018
1° Giro anch'io
FC 2017 2° CGF
2° Super Tour
2° Vuelta
2° Super Vuelta
FC 2016 6° CGF
3° Giro
3° Tour
FCC 2016-2017
Campione Italiano
Trofeo Titoli
https://www.youtube.com/watch?v=66iXTQio7wk

Eroica
Messaggi: 235
Iscritto il: mercoledì 14 marzo 2018, 19:22

Re: La stagione delle classiche - resoconto ed opinioni

Messaggio da leggere da Eroica » lunedì 23 aprile 2018, 22:24

L'invisibilità della Sky è stata la cosa più impressionante tenuto conte della rosa a loro disposizione, dominio quick-step imbarazzante per il resto.



Avatar utente
nino58
Messaggi: 8736
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: La stagione delle classiche - resoconto ed opinioni

Messaggio da leggere da nino58 » lunedì 23 aprile 2018, 22:33

Eroica ha scritto:L'invisibilità della Sky è stata la cosa più impressionante tenuto conte della rosa a loro disposizione, dominio quick-step imbarazzante per il resto.
Per come ha corso al TOTA, Rosa non l'avrei visto male domenica a Liegi.
Ma lo pagano per fare il mulo, come a quell'altro.


Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!

il_panta
Messaggi: 1875
Iscritto il: lunedì 21 maggio 2012, 13:39

Re: La stagione delle classiche - resoconto ed opinioni

Messaggio da leggere da il_panta » lunedì 23 aprile 2018, 22:36

nino58 ha scritto:
Eroica ha scritto:L'invisibilità della Sky è stata la cosa più impressionante tenuto conte della rosa a loro disposizione, dominio quick-step imbarazzante per il resto.
Per come ha corso al TOTA, Rosa non l'avrei visto male domenica a Liegi.
Ma lo pagano per fare il mulo, come a quell'altro.
Finchè è contento Rosa...
Moscon è un'altra storia, altro che mulo. Ha potuto fare una bella campagna delle classiche da capitano come merita.



Winter
Messaggi: 12193
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: La stagione delle classiche - resoconto ed opinioni

Messaggio da leggere da Winter » lunedì 23 aprile 2018, 22:59

barrylyndon ha scritto:Penso che un uomo in meno per squadra sia stato molto utile in tal senso..
Esatto
lo spettacolo ci ha guadagnato



Avatar utente
Patate
Messaggi: 2398
Iscritto il: domenica 28 febbraio 2016, 23:23

Re: La stagione delle classiche - resoconto ed opinioni

Messaggio da leggere da Patate » lunedì 23 aprile 2018, 23:32

Winter ha scritto:
barrylyndon ha scritto:Penso che un uomo in meno per squadra sia stato molto utile in tal senso..
Esatto
lo spettacolo ci ha guadagnato
Più che lo spettacolo l'anarchia: non è stato un Fiandre bellissimo, ad esempio, ed anche molte classiche belghe hanno avuto un copione un po' strano ma abbastanza povero di grandi attacchi, con una singola zampata in sordina che si è rivelata decisiva.
Penso che dalla prossima stagione, quando i capitani avranno capito che senza esporsi più frequentemente in prima persona il rischio di regalare le corse è altissimo, vedremo gare ben più frizzanti.

Sono curioso di vedere l'effetto nei GT: il riscontro nelle corse a tappe brevi -eccettuata l'orrida Tirreno- è stato più che positivo e superiore a mio parere che alle classiche, con Parigi-Nizza, Catalogna, Paesi Baschi e Tour of the Alps estremamente divertenti. Certo, nei GT si correrà in otto, ma per tre settimane anziché una


antani ha scritto:Non so perchè ma ho la sensazione che domani Aru possa arrivare dietro o davanti a Froome, stiamo a vedere sembra facile ma non è difficile

bartoli
Messaggi: 1265
Iscritto il: mercoledì 2 marzo 2011, 14:40
Località: Rho

Re: La stagione delle classiche - resoconto ed opinioni

Messaggio da leggere da bartoli » martedì 24 aprile 2018, 1:35

Clamorosa debacle BMC rispetto agli anni passati


Soffrire, cadere, rialzarsi, vincere. Questo è il vocabolario del ciclismo e della vita

Avatar utente
Divanista
Messaggi: 75
Iscritto il: lunedì 16 aprile 2018, 14:21

Re: La stagione delle classiche - resoconto ed opinioni

Messaggio da leggere da Divanista » martedì 24 aprile 2018, 7:53

bartoli ha scritto:Clamorosa debacle BMC rispetto agli anni passati
Più che altro, puntando su un solo uomo (Van Avermaet), se questo è in super-condizione (come l'anno scorso) ti va bene, altrimenti rischi di non vincere nulla.
Un po' quello che sarebbe successo alla QuickStep se avessero avuto solo Gilbert.
Invece hanno avuto una rosa di capitani e co-capitani veramente in formissima, che a turno si sono giocati le loro carte. È stata una vera e propria dimostrazione di forza di gruppo.


Ecco la mia presentazione. :carta:

Avatar utente
nino58
Messaggi: 8736
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: La stagione delle classiche - resoconto ed opinioni

Messaggio da leggere da nino58 » martedì 24 aprile 2018, 8:52

Divanista ha scritto:
bartoli ha scritto:Clamorosa debacle BMC rispetto agli anni passati
Più che altro, puntando su un solo uomo (Van Avermaet), se questo è in super-condizione (come l'anno scorso) ti va bene, altrimenti rischi di non vincere nulla.
Un po' quello che sarebbe successo alla QuickStep se avessero avuto solo Gilbert.
Invece hanno avuto una rosa di capitani e co-capitani veramente in formissima, che a turno si sono giocati le loro carte. È stata una vera e propria dimostrazione di forza di gruppo.
Sì, correndo in numero di componenti minore per squadra, diversificare è necessario.
La QS ci è arrivata prima degli altri e ha raccolto.
Anche la Bahrein, dopotutto.
A Sanremo era atteso Colbrelli ed è uscito Nibali, a Liegi era atteso Nibali e sono usciti Pozzovivo e Gasparotto; solo all'Amstel era atteso ed è uscito Gasparotto.


Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!

Bomby
Messaggi: 863
Iscritto il: martedì 17 giugno 2014, 20:23

Re: La stagione delle classiche - resoconto ed opinioni

Messaggio da leggere da Bomby » martedì 24 aprile 2018, 9:52

Patate ha scritto:
Winter ha scritto:
barrylyndon ha scritto:Penso che un uomo in meno per squadra sia stato molto utile in tal senso..
Esatto
lo spettacolo ci ha guadagnato
Più che lo spettacolo l'anarchia: non è stato un Fiandre bellissimo, ad esempio, ed anche molte classiche belghe hanno avuto un copione un po' strano ma abbastanza povero di grandi attacchi, con una singola zampata in sordina che si è rivelata decisiva.
Penso che dalla prossima stagione, quando i capitani avranno capito che senza esporsi più frequentemente in prima persona il rischio di regalare le corse è altissimo, vedremo gare ben più frizzanti.
Un periodo di assestamento forse è necessario, abituati per anni a correre in un certo modo, una stagione (o due) per il cambio di mentalità forse è necessario, c'è da sperare che ci si assesti su una maggiore spettacolarità delle gare.



Avatar utente
cauz.
Messaggi: 11265
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:53
Località: milano
Contatta:

Re: La stagione delle classiche - resoconto ed opinioni

Messaggio da leggere da cauz. » martedì 24 aprile 2018, 11:23

credo sia stata la prima volta da diversi anni a questa parte in cui le ardenne siano state più avvincenti delle classiche del pavè, almeno delle classiche "maggiori". merito di un'ottima amstel (a mio parere la più bella tra le succitate) e di una liegi a suo modo sorprendente.


"Il male trionfa sempre, perche' il bene e' stupido" [Lord Casco]
@cauz_ | bidonmagazine.org | hoilciclo.worpdress.com | confindustrial.noblogs.org
"il Centogiro - 99 storie (più una) dal Giro d'Italia" è in libreria!

bartoli
Messaggi: 1265
Iscritto il: mercoledì 2 marzo 2011, 14:40
Località: Rho

Re: La stagione delle classiche - resoconto ed opinioni

Messaggio da leggere da bartoli » martedì 24 aprile 2018, 16:32

Divanista ha scritto:
bartoli ha scritto:Clamorosa debacle BMC rispetto agli anni passati
Più che altro, puntando su un solo uomo (Van Avermaet), se questo è in super-condizione (come l'anno scorso) ti va bene, altrimenti rischi di non vincere nulla.
Un po' quello che sarebbe successo alla QuickStep se avessero avuto solo Gilbert.
Invece hanno avuto una rosa di capitani e co-capitani veramente in formissima, che a turno si sono giocati le loro carte. È stata una vera e propria dimostrazione di forza di gruppo.
Sinceramente pensavo che Roelandts e Bettiol avrebbero potuto fare un pò meglio


Soffrire, cadere, rialzarsi, vincere. Questo è il vocabolario del ciclismo e della vita

Salvatore77
Messaggi: 3674
Iscritto il: domenica 9 gennaio 2011, 19:14

Re: La stagione delle classiche - resoconto ed opinioni

Messaggio da leggere da Salvatore77 » martedì 24 aprile 2018, 16:34

Inoltre Kung nella BMC è caduto varie volte, mi sembrava aveva una buona gamba.



Salvatore77
Messaggi: 3674
Iscritto il: domenica 9 gennaio 2011, 19:14

Re: La stagione delle classiche - resoconto ed opinioni

Messaggio da leggere da Salvatore77 » martedì 24 aprile 2018, 16:44

Lo scorso anno abbiamo visto Kwiatkowski Van Avermaet Gilbert e Valverde dominare con più di una vittoria di peso.
Nessuno ha saputo riconfermarsi quest'anno.
Le motivazioni?
Varie e concomitanti.
Sicuramente un anno di più ad alcuni di questi pesa, così come ai giovani un anno di maturazione ha dato i suoi frutti nel caso di Alaphilippe, Valgren e Benoot che alle strade bianche sembrava andasse il triplo degli altri ma poi si è allineato alle prestazioni degli altri senza graffiare.

Quest'anno a chi possiamo dare la palma di migliore?
Direi Sagan.



il_panta
Messaggi: 1875
Iscritto il: lunedì 21 maggio 2012, 13:39

Re: La stagione delle classiche - resoconto ed opinioni

Messaggio da leggere da il_panta » martedì 24 aprile 2018, 16:47

Salvatore77 ha scritto:Lo scorso anno abbiamo visto Kwiatkowski Van Avermaet Gilbert e Valverde dominare con più di una vittoria di peso.
Nessuno ha saputo riconfermarsi quest'anno.
Le motivazioni?
Varie e concomitanti.
Sicuramente un anno di più ad alcuni di questi pesa, così come ai giovani un anno di maturazione ha dato i suoi frutti nel caso di Alaphilippe, Valgren e Benoot che alle strade bianche sembrava andasse il triplo degli altri ma poi si è allineato alle prestazioni degli altri senza graffiare.

Quest'anno a chi possiamo dare la palma di migliore?
Direi Sagan.
Io direi Terpstra su Sagan.



Salvatore77
Messaggi: 3674
Iscritto il: domenica 9 gennaio 2011, 19:14

Re: La stagione delle classiche - resoconto ed opinioni

Messaggio da leggere da Salvatore77 » martedì 24 aprile 2018, 16:50

il_panta ha scritto: Io direi Terpstra su Sagan.
Anch'io sono combattuto.
Ho pensato a Sagan che ha fatto Gand + Roubaix praticamente senza il supporto dello squadrone QS come ha avuto Terpstra.



il_panta
Messaggi: 1875
Iscritto il: lunedì 21 maggio 2012, 13:39

Re: La stagione delle classiche - resoconto ed opinioni

Messaggio da leggere da il_panta » martedì 24 aprile 2018, 16:55

Salvatore77 ha scritto:
il_panta ha scritto: Io direi Terpstra su Sagan.
Anch'io sono combattuto.
Ho pensato a Sagan che ha fatto Gand + Roubaix praticamente senza il supporto dello squadrone QS come ha avuto Terpstra.
A me Terpstra è sembrato in generale più forte in questa primavera. Al Fiandre mi ha dato maggiore sensazione di strapotere rispetto a Sagan a Roubaix. Inoltre la vittoria di Sagan alla Gand, come modi, impallidisce di fronte a quella di Terpstra ad Harelbeke.
Aggiungi il podio alla Roubaix e la vittoria a Le Samyn sempre in grande stile e secondo me Terpstra risulta il protagonista. Certo, l'ultima immagine delle pietre ce l'ha lasciata Sagan con un'azione memorabile che uccella lo squadrone intero per eccellenza, quindi comprendo il dubbio!



Salvatore77
Messaggi: 3674
Iscritto il: domenica 9 gennaio 2011, 19:14

Re: La stagione delle classiche - resoconto ed opinioni

Messaggio da leggere da Salvatore77 » martedì 24 aprile 2018, 16:57

Io aggiungerei a favore di Sagan la buona prestazione all'Amstel, mentre Tersptra finite le pietre è praticamente scomparso.



Albino
Messaggi: 455
Iscritto il: mercoledì 1 novembre 2017, 20:28

Re: La stagione delle classiche - resoconto ed opinioni

Messaggio da leggere da Albino » martedì 24 aprile 2018, 16:59

GvA dopo la fase aurea è tornato nel suo. Buonissimo corridore ma un po' over achiever negli ultimi due anni.

Valverde è arrivato lungo di condizione.

Kwiato ai Baschi non andava male, ma non aveva anche la gamba super dello scorso anno.
Molto discontinuo, anche da una settimana all'altra.

Non è stato il migliore ma Valgren davvero bravissimo. È mancato un po' solo alla Liegi.


FantaCicloCross 2017-2018: Campionato del Mondo Uomini Elite

guidobaldo de medici
Messaggi: 2294
Iscritto il: venerdì 15 maggio 2015, 22:13

Re: La stagione delle classiche - resoconto ed opinioni

Messaggio da leggere da guidobaldo de medici » martedì 24 aprile 2018, 21:32

secondo me ci vorrebbe più spazio tra fiandre e roubaix, una piccola fase di decompressione...
succede troppo spesso che per inconvenienti o infortuni - anche non gravi - molti corridori non riescano ad affrontare le due corse in buone condizioni. e questo è un peccato... anche perché c'è tutta una categoria di atleti che lavora tutto l'anno per queste 2 corse. basterebbe un'altra settimana, 15 giorni invece di sette. così hai una chance in più per recuperare e fare le due corse bene.



Avatar utente
cauz.
Messaggi: 11265
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:53
Località: milano
Contatta:

Re: La stagione delle classiche - resoconto ed opinioni

Messaggio da leggere da cauz. » martedì 24 aprile 2018, 22:16

il_panta ha scritto:
Salvatore77 ha scritto:Quest'anno a chi possiamo dare la palma di migliore?
Direi Sagan.
Io direi Terpstra su Sagan.

io direi valgren su sagan e terpstra. leggermente davanti lo slovacco perchè terpstra ha avuto un supporto determinante dalla squadra.
mi ha impressionato molto però anche alaphilippe, che se è vero che aveva già raccolto piazzamenti altisonanti, quest'anno ha dimostrato un carattere inedito.


"Il male trionfa sempre, perche' il bene e' stupido" [Lord Casco]
@cauz_ | bidonmagazine.org | hoilciclo.worpdress.com | confindustrial.noblogs.org
"il Centogiro - 99 storie (più una) dal Giro d'Italia" è in libreria!

Avatar utente
Niи
Messaggi: 738
Iscritto il: martedì 2 aprile 2013, 0:10

Re: La stagione delle classiche - resoconto ed opinioni

Messaggio da leggere da Niи » martedì 24 aprile 2018, 23:07

cauz. ha scritto:
il_panta ha scritto:
Salvatore77 ha scritto:Quest'anno a chi possiamo dare la palma di migliore?
Direi Sagan.
Io direi Terpstra su Sagan.

io direi valgren su sagan e terpstra. leggermente davanti lo slovacco perchè terpstra ha avuto un supporto determinante dalla squadra.
mi ha impressionato molto però anche alaphilippe, che se è vero che aveva già raccolto piazzamenti altisonanti, quest'anno ha dimostrato un carattere inedito.
Perdonami Cauz, ma i risultati di valgren quest' anno sono stati:
- vittorie: Amstel e omloop
- 4 al fiandre
- 14 herelbeke
- 19 liegi
- 26 gent
- 50 freccia vallone
- 97 San remo

Terpstra ha risultati solo sul pavé:
- vittorie: harelbeke e Fiandre
- 3 Roubaix
- 9 attraverso fiandre
- 39 Gent
- 52 omloop

Sagan, a parte herelbeke dove è incappato in giornata storta e cadute, è sempre finito nei 10
- vittorie: roubaix e Gent
- 4 Amstel
- 6 San Remo e Fiandre
- 8 strade bianche

Nonostante una forma meno smagliante dello scorso anno, Sagan ha fatto meglio degli altri due.



kreuziger80
Messaggi: 77
Iscritto il: venerdì 21 gennaio 2011, 23:07

Re: La stagione delle classiche - resoconto ed opinioni

Messaggio da leggere da kreuziger80 » mercoledì 25 aprile 2018, 12:19

Mi sorprende sentire qualcuno parlare di spettacolo.
Se un attaccante vince resistendo all'inseguimento dei favoriti mi esalto anche, ma se un attaccante vince perché i favoriti si guardano e non inseguono perché vogliono conservare energie per la volata per i piazzamenti onestamente mi vien voglia di spegnere la tv.



Avatar utente
chinaski89
Messaggi: 2419
Iscritto il: sabato 13 giugno 2015, 16:51

Re: La stagione delle classiche - resoconto ed opinioni

Messaggio da leggere da chinaski89 » mercoledì 25 aprile 2018, 12:48

Un attacco a 54Km dal traguardo come quello di Sagan alla Roubaix con resistenza annessa per me è spettacolare, idem Tepstra al Fiandre. Anche l'amstel è stata molto bella. La Sanremo si sa ma il finale al cardiopalma mi è piaciuto


beppesaronni ha scritto: Non ricordo un solo gt in cui conty, che non era il più forte ma nemmeno il secondo, abbia anche solo provato (non dico che ci sia riuscito. Provato!!!!)
lemond ha scritto: Sagan è il più grande, ma non un gran vincente.

Avatar utente
Patate
Messaggi: 2398
Iscritto il: domenica 28 febbraio 2016, 23:23

Re: La stagione delle classiche - resoconto ed opinioni

Messaggio da leggere da Patate » mercoledì 25 aprile 2018, 13:48

Salvatore77 ha scritto:Quest'anno a chi possiamo dare la palma di migliore?
Direi Sagan.
Io direi a nessuno.
Stagione molto strana ed equilibrata, Terpstra, Sagan e Valgren hanno fatto tutti molto bene ma non hanno preso carrettate di successi o sono incappati in qualche controprestazione.
Più facile parlare dei non pochi sconfitti in questa campagna di classiche: Kwiatkowski, Valverde -sebbene abbia dominato nelle corse a tappe-, Van Avermaet, Gilbert, Matthews -ok, fortissimo alla Freccia ma deve quagliare con un successo di peso-


antani ha scritto:Non so perchè ma ho la sensazione che domani Aru possa arrivare dietro o davanti a Froome, stiamo a vedere sembra facile ma non è difficile

Avatar utente
GregLemond
Messaggi: 1124
Iscritto il: sabato 6 settembre 2014, 20:00

Re: La stagione delle classiche - resoconto ed opinioni

Messaggio da leggere da GregLemond » mercoledì 25 aprile 2018, 14:22

Albino ha scritto:GvA dopo la fase aurea è tornato nel suo. Buonissimo corridore ma un po' over achiever negli ultimi due anni.

Valverde è arrivato lungo di condizione.

Kwiato ai Baschi non andava male, ma non aveva anche la gamba super dello scorso anno.
Molto discontinuo, anche da una settimana all'altra.

Non è stato il migliore ma Valgren davvero bravissimo. È mancato un po' solo alla Liegi.

Meno male ogni tanto qualcuno lo dice :clap:



guidobaldo de medici
Messaggi: 2294
Iscritto il: venerdì 15 maggio 2015, 22:13

Re: La stagione delle classiche - resoconto ed opinioni

Messaggio da leggere da guidobaldo de medici » mercoledì 25 aprile 2018, 14:29

kreuziger80 ha scritto:Mi sorprende sentire qualcuno parlare di spettacolo.
Se un attaccante vince resistendo all'inseguimento dei favoriti mi esalto anche, ma se un attaccante vince perché i favoriti si guardano e non inseguono perché vogliono conservare energie per la volata per i piazzamenti onestamente mi vien voglia di spegnere la tv.
molte vittorie sono state delle mezze fagianate. delle fagianate in grande stile se vogliamo, ma pur sempre delle fagianate. abbiamo visto delle corse assegnate quasi senza contesa, per incapacità di inseguire il fagiano. non bello.



Avatar utente
cauz.
Messaggi: 11265
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:53
Località: milano
Contatta:

Re: La stagione delle classiche - resoconto ed opinioni

Messaggio da leggere da cauz. » giovedì 26 aprile 2018, 13:38

Niи ha scritto:
martedì 24 aprile 2018, 23:07
Perdonami Cauz, ma i risultati di valgren quest' anno sono stati:
- vittorie: Amstel e omloop
- 4 al fiandre
- 14 herelbeke
- 19 liegi
- 26 gent
- 50 freccia vallone
- 97 San remo

Terpstra ha risultati solo sul pavé:
- vittorie: harelbeke e Fiandre
- 3 Roubaix
- 9 attraverso fiandre
- 39 Gent
- 52 omloop

Sagan, a parte herelbeke dove è incappato in giornata storta e cadute, è sempre finito nei 10
- vittorie: roubaix e Gent
- 4 Amstel
- 6 San Remo e Fiandre
- 8 strade bianche

Nonostante una forma meno smagliante dello scorso anno, Sagan ha fatto meglio degli altri due.


certo, a valutare col bilancino non si può che scegliere Sagan, ma sulla mia scelta pesano anche altri elementi oltre ai risultati.
considero ad esempio il potenziale di entrambi, che porta inevitabilmente ad aspettarsi di più da sagan. e aggiungo anche l'universalità, con valgren che è l'unico ad aver vinto sul pavè e sulle côtes.
dopodichè ritengo che Sagan abbia fatto un'ottima primavera, tanto che lo colloco subito dietro al danese, e di poco. si è riscattato alla grande dalle delusioni e dalle sfortune di un anno fa, su questo non ho dubbi. nella speranza di vederlo già dal 2019 anche alla liegi.


"Il male trionfa sempre, perche' il bene e' stupido" [Lord Casco]
@cauz_ | bidonmagazine.org | hoilciclo.worpdress.com | confindustrial.noblogs.org
"il Centogiro - 99 storie (più una) dal Giro d'Italia" è in libreria!


Rispondi