Egan Bernal: "The Next Big Thing".

Il mondo dei professionisti tra gare e complessità, e più in generale l'approccio al ciclismo di ogni appassionato
Avatar utente
GregLemond
Messaggi: 1329
Iscritto il: sabato 6 settembre 2014, 20:00

Egan Bernal: "The Next Big Thing".

Messaggio da leggere da GregLemond » domenica 29 aprile 2018, 1:20

Cronometro, Sprint ristretto...soprattutto salita.

Al ragazzino, non manca proprio nulla.

Lo aspetto presto a lottare con i grandi nei GT e Monumento




krea
Messaggi: 348
Iscritto il: domenica 3 agosto 2014, 13:54

Re: Egan Bernal: "The Next Big Thing".

Messaggio da leggere da krea » domenica 29 aprile 2018, 9:42

E' uno dei più grandi talenti che abbia mai visto, speriamo non si perda



Strong
Messaggi: 9108
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 11:48

Re: Egan Bernal: "The Next Big Thing".

Messaggio da leggere da Strong » domenica 29 aprile 2018, 9:49

infatti mi chiedevo come mai non se ne stesse già parlando
di solito i colombiani godono di grandi simpatie ma forse questo ha scelto la squadra sbagliata per raccogliere consensi su cicloweb :D


i fondamentalisti del ciclismo e gli ultras dei ciclisti sono il male di questo sport.

Avatar utente
GregLemond
Messaggi: 1329
Iscritto il: sabato 6 settembre 2014, 20:00

Re: Egan Bernal: "The Next Big Thing".

Messaggio da leggere da GregLemond » domenica 29 aprile 2018, 9:53

Fenomeno assoluto.
Gia all Avenir si aveva la percezione di vedere qualcosa fuori dal normale... se non si perde, siamo di fronte ad un crack alla Peter Sagan



Avatar utente
Walter_White
Messaggi: 10279
Iscritto il: mercoledì 23 marzo 2016, 18:01

Re: Egan Bernal: "The Next Big Thing".

Messaggio da leggere da Walter_White » domenica 29 aprile 2018, 10:28

GregLemond ha scritto:
domenica 29 aprile 2018, 9:53
Fenomeno assoluto.
Gia all Avenir si aveva la percezione di vedere qualcosa fuori dal normale... se non si perde, siamo di fronte ad un crack alla Peter Sagan
Secondo me in proporzione è anche più forte di Sagan. Spero che in Sky cambino idea e gli facciano fare un GT, magari la Vuelta dove non avranno un capitano, perché non vedo l'ora di vederlo sulle 3 settimane.


FCC 2017/18: 3°; Trofeo dei titoli; Campionato Europeo Donne Elite, Campionato del Mondo Donne Elite, ROTY


Avatar utente
CarbonaraJazz
Messaggi: 265
Iscritto il: sabato 24 giugno 2017, 16:52

Re: Egan Bernal: "The Next Big Thing".

Messaggio da leggere da CarbonaraJazz » domenica 29 aprile 2018, 10:34

Sarà lui il vero colombiano con la pipa in bocca? :sherlock:



Avatar utente
GregLemond
Messaggi: 1329
Iscritto il: sabato 6 settembre 2014, 20:00

Re: Egan Bernal: "The Next Big Thing".

Messaggio da leggere da GregLemond » domenica 29 aprile 2018, 10:49

Walter_White ha scritto:
domenica 29 aprile 2018, 10:28
GregLemond ha scritto:
domenica 29 aprile 2018, 9:53
Fenomeno assoluto.
Gia all Avenir si aveva la percezione di vedere qualcosa fuori dal normale... se non si perde, siamo di fronte ad un crack alla Peter Sagan
Secondo me in proporzione è anche più forte di Sagan. Spero che in Sky cambino idea e gli facciano fare un GT, magari la Vuelta dove non avranno un capitano, perché non vedo l'ora di vederlo sulle 3 settimane.
Ci sta anche che abbia messo il mirino su una domenica di fine settembre...



Avatar utente
UribeZubia
Messaggi: 2052
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 18:27

Re: Egan Bernal: "The Next Big Thing".

Messaggio da leggere da UribeZubia » domenica 29 aprile 2018, 10:49

Visto al Colombia Oro y Paz da lui vinto nel febbraio scorso. Bel corridore. :yes:


Il riso abbonda sulla bocca degli stolti.

Winter
Messaggi: 13224
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Egan Bernal: "The Next Big Thing".

Messaggio da leggere da Winter » domenica 29 aprile 2018, 10:51

Sì la vuelta sarebbe proprio l ideale
da battitore libero
senza caricarlo di pressioni



Avatar utente
simociclo
Messaggi: 4078
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 17:12

Re: Egan Bernal: "The Next Big Thing".

Messaggio da leggere da simociclo » domenica 29 aprile 2018, 11:11

GregLemond ha scritto:
domenica 29 aprile 2018, 10:49
Walter_White ha scritto:
domenica 29 aprile 2018, 10:28
GregLemond ha scritto:
domenica 29 aprile 2018, 9:53
Fenomeno assoluto.
Gia all Avenir si aveva la percezione di vedere qualcosa fuori dal normale... se non si perde, siamo di fronte ad un crack alla Peter Sagan
Secondo me in proporzione è anche più forte di Sagan. Spero che in Sky cambino idea e gli facciano fare un GT, magari la Vuelta dove non avranno un capitano, perché non vedo l'ora di vederlo sulle 3 settimane.
Ci sta anche che abbia messo il mirino su una domenica di fine settembre...
Però visto che il mondiale under è aperto anche ai corridori del wt magari fa quello.... e lascia ai vari henao uran quintana ecc il ruolo da capitano nella gara senior


"la mente è come il paracadute, funziona solo se si apre" A. Einstein

Avatar utente
GregLemond
Messaggi: 1329
Iscritto il: sabato 6 settembre 2014, 20:00

Re: Egan Bernal: "The Next Big Thing".

Messaggio da leggere da GregLemond » domenica 29 aprile 2018, 11:24

simociclo ha scritto:
domenica 29 aprile 2018, 11:11
GregLemond ha scritto:
domenica 29 aprile 2018, 10:49
Walter_White ha scritto:
domenica 29 aprile 2018, 10:28


Secondo me in proporzione è anche più forte di Sagan. Spero che in Sky cambino idea e gli facciano fare un GT, magari la Vuelta dove non avranno un capitano, perché non vedo l'ora di vederlo sulle 3 settimane.
Ci sta anche che abbia messo il mirino su una domenica di fine settembre...
Però visto che il mondiale under è aperto anche ai corridori del wt magari fa quello.... e lascia ai vari henao uran quintana ecc il ruolo da capitano nella gara senior
Quello intendevo... per quanto forte sarebbe una cosa da record...
A mente, dovrebbe essere ils econdo piu giovane di sempre qualora vincesse la prova elite... la vedo complicata



Avatar utente
Walter_White
Messaggi: 10279
Iscritto il: mercoledì 23 marzo 2016, 18:01

Re: Egan Bernal: "The Next Big Thing".

Messaggio da leggere da Walter_White » domenica 29 aprile 2018, 11:27

GregLemond ha scritto:
domenica 29 aprile 2018, 11:24
simociclo ha scritto:
domenica 29 aprile 2018, 11:11
GregLemond ha scritto:
domenica 29 aprile 2018, 10:49


Ci sta anche che abbia messo il mirino su una domenica di fine settembre...
Però visto che il mondiale under è aperto anche ai corridori del wt magari fa quello.... e lascia ai vari henao uran quintana ecc il ruolo da capitano nella gara senior
Quello intendevo... per quanto forte sarebbe una cosa da record...
A mente, dovrebbe essere ils econdo piu giovane di sempre qualora vincesse la prova elite... la vedo complicata
Mi sa anche il più giovane


FCC 2017/18: 3°; Trofeo dei titoli; Campionato Europeo Donne Elite, Campionato del Mondo Donne Elite, ROTY

Avatar utente
GregLemond
Messaggi: 1329
Iscritto il: sabato 6 settembre 2014, 20:00

Re: Egan Bernal: "The Next Big Thing".

Messaggio da leggere da GregLemond » domenica 29 aprile 2018, 11:51

Walter_White ha scritto:
domenica 29 aprile 2018, 11:27
GregLemond ha scritto:
domenica 29 aprile 2018, 11:24
simociclo ha scritto:
domenica 29 aprile 2018, 11:11


Però visto che il mondiale under è aperto anche ai corridori del wt magari fa quello.... e lascia ai vari henao uran quintana ecc il ruolo da capitano nella gara senior
Quello intendevo... per quanto forte sarebbe una cosa da record...
A mente, dovrebbe essere ils econdo piu giovane di sempre qualora vincesse la prova elite... la vedo complicata
Mi sa anche il più giovane
Mi pare che negli anni 30 Kaers non avesse compiuto 21 anni... poi se non sbaglio ci sono Monsere ed Armstrong



Avatar utente
Walter_White
Messaggi: 10279
Iscritto il: mercoledì 23 marzo 2016, 18:01

Re: Egan Bernal: "The Next Big Thing".

Messaggio da leggere da Walter_White » domenica 29 aprile 2018, 12:09

GregLemond ha scritto:
domenica 29 aprile 2018, 11:51
Walter_White ha scritto:
domenica 29 aprile 2018, 11:27
GregLemond ha scritto:
domenica 29 aprile 2018, 11:24

Quello intendevo... per quanto forte sarebbe una cosa da record...
A mente, dovrebbe essere ils econdo piu giovane di sempre qualora vincesse la prova elite... la vedo complicata
Mi sa anche il più giovane
Mi pare che negli anni 30 Kaers non avesse compiuto 21 anni... poi se non sbaglio ci sono Monsere ed Armstrong
Hai ragione, Kraes 20enne vince l'iride


FCC 2017/18: 3°; Trofeo dei titoli; Campionato Europeo Donne Elite, Campionato del Mondo Donne Elite, ROTY

nikybo85
Messaggi: 1575
Iscritto il: mercoledì 23 agosto 2017, 0:06

Re: Egan Bernal: "The Next Big Thing".

Messaggio da leggere da nikybo85 » domenica 29 aprile 2018, 12:56

Bisogna vedere quanto cresce e quanto margine ha..Anche Quintana doveva stradomimare..Mi ricorda un po anche l'inizio di andy Schleck..
Pare comunque partire da una base più alta dei due citati



Avatar utente
GregLemond
Messaggi: 1329
Iscritto il: sabato 6 settembre 2014, 20:00

Re: Egan Bernal: "The Next Big Thing".

Messaggio da leggere da GregLemond » domenica 29 aprile 2018, 13:21

Quintana mai dato questa impressione, nemmeno Andy.
Andy magari era piu completo di Nairo.

Ecco, magari Valverde.



nikybo85
Messaggi: 1575
Iscritto il: mercoledì 23 agosto 2017, 0:06

Re: Egan Bernal: "The Next Big Thing".

Messaggio da leggere da nikybo85 » domenica 29 aprile 2018, 13:33

A te magari no..però se ne parlava così..c'è da dire che ai tempi non seguivo il forum(che da una visione più realistica della realtà)
Ho scritto comunque che Bernal parte a una base più alta..
Come sempre tempo al tempo



Luciano Pagliarini
Messaggi: 897
Iscritto il: mercoledì 27 settembre 2017, 21:54

Re: Egan Bernal: "The Next Big Thing".

Messaggio da leggere da Luciano Pagliarini » domenica 29 aprile 2018, 13:58

Oggi pare che se ne siano tutti dimenticati, ma Quintana nei suoi primi anni in Movistar era un corridore a dir poco entusiasmante.

La cavalcata pirenaica alla Route du Sud, la vittoria al Delfinato andando via al trenino Sky originale sullo Joux Plane, l'attacco sul Pailheres a 45 km dal traguardo alla prima tappa di montagna corsa nella sua vita alla Boucle.

Però Quintana è sempre stato un corridore con dei limiti abbastanza chiari: è uno scalatore puro e nessuno scalatore puro ha mai dominato nella storia del ciclismo.

Era chiaro fin dall'inizio, per quanto mi riguarda, che poteva ambire ad essere il miglior scalatore puro della sua generazione (e al momento comunque lo è), ma non certo un dominatore à la Anquetil, Merckx, Hinault, Indurain.

Bernal è diverso, ha un altro fisico, non è il classico scalatore en danseuse. E' velocissimo (al netto della volata persa con Roglic), è potente, da quando è passato in Sky sta facendo passi in avanti notevoli anche a crono.

E' un corridore che non si vedeva da un po', non assomiglia realmente a nessuno dei campioni degli ultimi anni. Sicuramente più Valverde che Quintana, come dice Greg Lemond. Ma in molte cose non c'entra neanche nulla con l'Embatido.

L'unico che riesco ad avvicinargli un minimo come caratteristiche è niente meno che Gino Bartali. Di cui si ricorda sempre quanto fosse forte in salita, ma spesso ci si dimentica anche di quanto fosse veloce (due Sanremo su 4 le vinse in "volate di gruppo", quella del 40 era la più numerosa di sempre, al tempo).



Avatar utente
GregLemond
Messaggi: 1329
Iscritto il: sabato 6 settembre 2014, 20:00

Re: Egan Bernal: "The Next Big Thing".

Messaggio da leggere da GregLemond » domenica 29 aprile 2018, 14:04

nikybo85 ha scritto:
domenica 29 aprile 2018, 13:33
A te magari no..però se ne parlava così..c'è da dire che ai tempi non seguivo il forum(che da una visione più realistica della realtà)
Ho scritto comunque che Bernal parte a una base più alta..
Come sempre tempo al tempo
Sai Andy venne fuori al Giro 2007... e insomma, se si legge la top 10, erano giri in tono minore.
Quindi, li per li ho sospeso il giudizio... fino a Pechino e Liegi. Da li fu amore.

Quintana, per cui Amore non è mai stato ne sarà, è parso e si è dimostrato subito forte... ma diciamo che non ha mai dato l' impressione (come Andy, Bernal e Valverde a inizio carriera...) di poter competere ovunque



Avatar utente
GregLemond
Messaggi: 1329
Iscritto il: sabato 6 settembre 2014, 20:00

Re: Egan Bernal: "The Next Big Thing".

Messaggio da leggere da GregLemond » domenica 29 aprile 2018, 14:08

Luciano Pagliarini ha scritto:
domenica 29 aprile 2018, 13:58
Oggi pare che se ne siano tutti dimenticati, ma Quintana nei suoi primi anni in Movistar era un corridore a dir poco entusiasmante.

La cavalcata pirenaica alla Route du Sud, la vittoria al Delfinato andando via al trenino Sky originale sullo Joux Plane, l'attacco sul Pailheres a 45 km dal traguardo alla prima tappa di montagna corsa nella sua vita alla Boucle.

Però Quintana è sempre stato un corridore con dei limiti abbastanza chiari: è uno scalatore puro e nessuno scalatore puro ha mai dominato nella storia del ciclismo.

Era chiaro fin dall'inizio, per quanto mi riguarda, che poteva ambire ad essere il miglior scalatore puro della sua generazione (e al momento comunque lo è), ma non certo un dominatore à la Anquetil, Merckx, Hinault, Indurain.

Bernal è diverso, ha un altro fisico, non è il classico scalatore en danseuse. E' velocissimo (al netto della volata persa con Roglic), è potente, da quando è passato in Sky sta facendo passi in avanti notevoli anche a crono.

E' un corridore che non si vedeva da un po', non assomiglia realmente a nessuno dei campioni degli ultimi anni. Sicuramente più Valverde che Quintana, come dice Greg Lemond. Ma in molte cose non c'entra neanche nulla con l'Embatido.

L'unico che riesco ad avvicinargli un minimo come caratteristiche è niente meno che Gino Bartali. Di cui si ricorda sempre quanto fosse forte in salita, ma spesso ci si dimentica anche di quanto fosse veloce (due Sanremo su 4 le vinse in "volate di gruppo", quella del 40 era la più numerosa di sempre, al tempo).
L' embatido solo per lo spunto, hai ragione.

Con Quintana poco da spartire, si: "solo" scalatore Nairo.



nikybo85
Messaggi: 1575
Iscritto il: mercoledì 23 agosto 2017, 0:06

Re: Egan Bernal: "The Next Big Thing".

Messaggio da leggere da nikybo85 » domenica 29 aprile 2018, 16:32

Devo darti assolutamente ragione Greg per quanto riguarda il paragone iniziale con Schleck,erano giri di livello più basso..
E devo ringraziarvi anche per la riflessione su come sia diverso da Quintana al quale lo avevo un po uniformato e paragonato
Attenzione solo agli entusiasmi forumisti,l'anno scorso già qualcuno parlava di EDDY Moscon mentre quest'anno gli si da già della pippa



Avatar utente
CarbonaraJazz
Messaggi: 265
Iscritto il: sabato 24 giugno 2017, 16:52

Re: Egan Bernal: "The Next Big Thing".

Messaggio da leggere da CarbonaraJazz » domenica 29 aprile 2018, 16:46

Sicuramente sarete più informati di me ma da dove si evince che è così veloce? (addirittura paragonato a Bartali e Valverde).
A me sembra che non sia fermo in volate di gruppetto con uomini di classifica ma paragonarlo a Valverde ce ne vuole.
Magari mi sfugge qualcosa



Avatar utente
GregLemond
Messaggi: 1329
Iscritto il: sabato 6 settembre 2014, 20:00

Re: Egan Bernal: "The Next Big Thing".

Messaggio da leggere da GregLemond » domenica 29 aprile 2018, 16:50

CarbonaraJazz ha scritto:
domenica 29 aprile 2018, 16:46
Sicuramente sarete più informati di me ma da dove si evince che è così veloce? (addirittura paragonato a Bartali e Valverde).
A me sembra che non sia fermo in volate di gruppetto con uomini di classifica ma paragonarlo a Valverde ce ne vuole.
Magari mi sfugge qualcosa
"paragonabile a Valverde" (uomo da GT che sprinta anche) non vuol dire che sia veloce come Valverde.
Di sicuro non è Nibali o Quintana in un gruppetto.



Faxnico
Messaggi: 938
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 15:12

Re: Egan Bernal: "The Next Big Thing".

Messaggio da leggere da Faxnico » domenica 29 aprile 2018, 16:55

Il potenziale è sicuramente "coppiano" (cit.), di quelli che passano ogni tot (parecchi) anni.
Considerando i presupposti (infortunio Catalunya), in cronoscalata l'ha fatto pesare di brutto.
VO2max^3. :D
Nel complesso, il Romandia non aggiunge molto imho.
Che fosse focalizzato pure si sapeva.
Chi si ambienta bene, e lui ha avuto la fortuna (Alberati, trattato come un figlio e direi anche un po' fuori da certi giri e logiche all'inizio) ed il merito di farlo, parte sempre col piede giusto.
Fatte le premesse generali, per me rimane comunque saggio (per lui soprattutto) valutarlo un gradino alla volta.
Altrimenti il rischio di bruciarlo un po', proprio in ragione del potenziale, c'è.
Adesso sotto con un GT da "rivelazione" ed un'altro (quando sarà), da leader, con la squadra da compattare, la tattica da orientare, gli imprevisti da sfangare, il peso della responsabilità da gestire.
Poi la riconferma con un'inverno sotto i riflettori, ecc.
Vincere un GT in giovanissima età è diventato abbastanza complicato al giorno d'oggi, purtroppo.
Potrebbe tranquillamente smentire il trend, ma nel dubbio, conviene sempre costruirsi/proporsi un pasito a la vez.
Sul fatto che sprinti bene bene, nutro qualche riserva. E' un po' cammellone eheh... :P



Luciano Pagliarini
Messaggi: 897
Iscritto il: mercoledì 27 settembre 2017, 21:54

Re: Egan Bernal: "The Next Big Thing".

Messaggio da leggere da Luciano Pagliarini » domenica 29 aprile 2018, 17:01

CarbonaraJazz ha scritto:
domenica 29 aprile 2018, 16:46
Sicuramente sarete più informati di me ma da dove si evince che è così veloce? (addirittura paragonato a Bartali e Valverde).
A me sembra che non sia fermo in volate di gruppetto con uomini di classifica ma paragonarlo a Valverde ce ne vuole.
Magari mi sfugge qualcosa
Vuelta a Catalunya:

2° tappa volata di 94 corridori Bernal 4°
3° tappa volata di 72 corridori Bernal 3° (8° di tappa, ma i primi 5 erano in fuga)
5° tappa volata di 69 corridori Bernal 5° (11° di tappa)
6° tappa volta di 78 corridori Bernal 5°

Giro di Romandia

2° tappa volata di 53 corridori Bernal 6°
3° tappa volata di 82 corridori Bernal 7°
5° tappa volata di 97 corridori Bernal 17°



Faxnico
Messaggi: 938
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 15:12

Re: Egan Bernal: "The Next Big Thing".

Messaggio da leggere da Faxnico » domenica 29 aprile 2018, 17:06

Diciamo più che altro che si butta... di entusiasmo (prime corse WT, Sky, ecc.).
Se ha la gamba, senza gente seriamente rapida nei paraggi, ci scappa il piazzamento (non è 50kg).

Ma comunque qualsiasi sprint al Catalunya ha fatto / fa / farà sempre storia a sé, nei secoli dei secoli.
Amen.
Dal Vangelo secondo Puigdemont... :D



Luciano Pagliarini
Messaggi: 897
Iscritto il: mercoledì 27 settembre 2017, 21:54

Re: Egan Bernal: "The Next Big Thing".

Messaggio da leggere da Luciano Pagliarini » domenica 29 aprile 2018, 17:54

Faxnico ha scritto:
domenica 29 aprile 2018, 17:06
Diciamo più che altro che si butta... di entusiasmo (prime corse WT, Sky, ecc.).
Se ha la gamba, senza gente seriamente rapida nei paraggi, ci scappa il piazzamento (non è 50kg).

Ma comunque qualsiasi sprint al Catalunya ha fatto / fa / farà sempre storia a sé, nei secoli dei secoli.
Amen.
Dal Vangelo secondo Puigdemont... :D
Condivido abbastanza...per me lo spunto è buono, però le volate non le fa ancora benissimo.

Ieri è stato proprio eloquente: partito fortissimo, ma ha sbagliato tutto. Mentre Roglic, che comunque fermo non è (ai Baschi stava per fare le scarpe ad Alaphilippe), è stato impeccabile.

Certo che comunque gente così forte in salita e in grado di piazzarsi in volate così numerose, oltre a Valverde, se ne è vista poca di recente.



vale95
Messaggi: 464
Iscritto il: sabato 26 settembre 2015, 15:31

Re: Egan Bernal: "The Next Big Thing".

Messaggio da leggere da vale95 » domenica 29 aprile 2018, 18:52

Anche se spesso i piazzamenti in volate di gruppo non raccontano tutto sulle capacità negli sprint... Ad esempio Nibali (uno dei più lenti in circolazione) si è spesso piazzato nei 10 in volate di gruppo senza troppi velocisti, soltanto grazie alla squadra che lo portava nelle primissime posizioni nel finale... Sono sicuramente un miglior riferimento le volate ristrette tra uomini di classifica.. Dove scaltrezza e squadra non contano e si vede la velocità pura.



Avatar utente
chinaski89
Messaggi: 2662
Iscritto il: sabato 13 giugno 2015, 16:51

Re: Egan Bernal: "The Next Big Thing".

Messaggio da leggere da chinaski89 » lunedì 21 maggio 2018, 15:58

Oggi sulla Gazzetta un articoletto dedicato al nostro, pare che viste le prestazioni in California in Sky si stia pensando di farlo debuttare al Tour, modificando il programma che prevedeva Delfinato e debutto in un GT alla Vuelta. Rimangono perplessità perchè il Tour è forse troppa roba per un debuttante, ma la tentazione è forte.

Il boss di Sky l'ha paragonato a Messi :D e dice che sta stupendo anche loro.


beppesaronni ha scritto: Non ricordo un solo gt in cui conty, che non era il più forte ma nemmeno il secondo, abbia anche solo provato (non dico che ci sia riuscito. Provato!!!!)
lemond ha scritto: Sagan è il più grande, ma non un gran vincente.

Avatar utente
Brogno
Messaggi: 3417
Iscritto il: martedì 21 maggio 2013, 10:37

Re: Egan Bernal: "The Next Big Thing".

Messaggio da leggere da Brogno » lunedì 21 maggio 2018, 16:03

chinaski89 ha scritto:
lunedì 21 maggio 2018, 15:58
Oggi sulla Gazzetta un articoletto dedicato al nostro, pare che viste le prestazioni in California in Sky si stia pensando di farlo debuttare al Tour, modificando il programma che prevedeva Delfinato e debutto in un GT alla Vuelta. Rimangono perplessità perchè il Tour è forse troppa roba per un debuttante, ma la tentazione è forte.

Il boss di Sky l'ha paragonato a Messi :D e dice che sta stupendo anche loro.
no no, meglio Delfinato e Vuelta..ma quale Tour..


Comunque i bookies sono dei genii, ma quanti cazzo di soldi si faranno, con tutti quelli che punteranno su Thomas??? (Tour 2018)

Se vincono Valverde o Nibali mi tatuo in fronte la parola INSBRUCK (Innsbruck 2018)

Beppesaronni

Fedaia
Messaggi: 985
Iscritto il: sabato 11 giugno 2016, 19:18

Re: Egan Bernal: "The Next Big Thing".

Messaggio da leggere da Fedaia » lunedì 21 maggio 2018, 19:28

Non l ‘ho mai visto correre, ma da quel che leggo siamo di fronte al dominatore annunciato dei prossimi anni.
Mi chiedevo se annunciato per doti fuori dal mondo o per la maglia che indossa.. o se per entrambe le cose.. in tal caso, ci aspetta un noiosissimo decennio..



Avatar utente
Walter_White
Messaggi: 10279
Iscritto il: mercoledì 23 marzo 2016, 18:01

Re: Egan Bernal: "The Next Big Thing".

Messaggio da leggere da Walter_White » lunedì 21 maggio 2018, 19:43

Fedaia ha scritto:
lunedì 21 maggio 2018, 19:28
Non l ‘ho mai visto correre, ma da quel che leggo siamo di fronte al dominatore annunciato dei prossimi anni.
Mi chiedevo se annunciato per doti fuori dal mondo o per la maglia che indossa.. o se per entrambe le cose.. in tal caso, ci aspetta un noiosissimo decennio..
Andrebbe forte anche in UAE


FCC 2017/18: 3°; Trofeo dei titoli; Campionato Europeo Donne Elite, Campionato del Mondo Donne Elite, ROTY

Luca90
Messaggi: 4286
Iscritto il: venerdì 31 luglio 2015, 22:21

Re: Egan Bernal: "The Next Big Thing".

Messaggio da leggere da Luca90 » lunedì 21 maggio 2018, 20:32

io l'ho visto al catalunya, al romandia e al california quindi contro avversari diversi... FENOMENO !!! spero vada alla vuelta per vincerla...


2015: Tre Valli Varesine
2016 (11°) : Giro d'Italia (primi5), Tour de France tappa 11, Tour de France tappa 14, Parigi-Tours
2017 (14°) : Kuurne-Bruxelles-Kuurne, Tro Bro Leon

Avatar utente
antani
Messaggi: 2310
Iscritto il: lunedì 26 settembre 2016, 12:31

Re: Egan Bernal: "The Next Big Thing".

Messaggio da leggere da antani » lunedì 21 maggio 2018, 20:32

Come va a crono mediamente ???? Secondo voi al Tour cosa farà??,battitore libero,gregario,oppure capitano ??


"Sicuramente serve il 25"
~ Davide Cassani su qualsiasi salita

Luca90
Messaggi: 4286
Iscritto il: venerdì 31 luglio 2015, 22:21

Re: Egan Bernal: "The Next Big Thing".

Messaggio da leggere da Luca90 » lunedì 21 maggio 2018, 20:39

antani ha scritto:
lunedì 21 maggio 2018, 20:32
Come va a crono mediamente ???? Secondo voi al Tour cosa farà??,battitore libero,gregario,oppure capitano ??
a crono non è un drago ma neanche fermo... al california ha preso tipo 1 minuto e mezzo da vangarderen su 40 km ( dani martinez fece un po' meglio)...
se va al tour per me avrebbe il ruolo di landa dello scorso anno ma spero vada alla vuelta da capitano...


2015: Tre Valli Varesine
2016 (11°) : Giro d'Italia (primi5), Tour de France tappa 11, Tour de France tappa 14, Parigi-Tours
2017 (14°) : Kuurne-Bruxelles-Kuurne, Tro Bro Leon

nikybo85
Messaggi: 1575
Iscritto il: mercoledì 23 agosto 2017, 0:06

Re: Egan Bernal: "The Next Big Thing".

Messaggio da leggere da nikybo85 » lunedì 21 maggio 2018, 21:02

Speriamo niente tour...Anche se è un fenomeno meglio non correre troppo

Comunque secondo me si assestera' un po agli altri big non avrà l'eccezionale margine che pur sembra presagire



Merlozoro
Messaggi: 5656
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:47
Località: Trento

Re: Egan Bernal: "The Next Big Thing".

Messaggio da leggere da Merlozoro » lunedì 21 maggio 2018, 21:12

In dieci mesi è già a livello degli altri Big dei Grandi Giri...se migliora ancora un po' potremmo aver trovato il prossimo dominatore per i prossimi 10 anni

:sherlock:

Lo vorrei già al Tour

:sherlock:


2018: classifica generale L'ALTRO circuito 1000

Avatar utente
Tranchée d'Arenberg
Messaggi: 14948
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:50
Località: Falconara Albanese (CS)

Re: Egan Bernal: "The Next Big Thing".

Messaggio da leggere da Tranchée d'Arenberg » lunedì 21 maggio 2018, 21:19

Merlozoro ha scritto:
lunedì 21 maggio 2018, 21:12
In dieci mesi è già a livello degli altri Big dei Grandi Giri...se migliora ancora un po' potremmo aver trovato il prossimo dominatore per i prossimi 10 anni
No, no, no. Non diciamo ste cose :D

Ricordo ancora il 1997. Ero piccolino ma già qualcosa capivo. Ricordo De Zan e Cassani dire che Ullrich avrebbe dominiao il Tour per 10 anni. Non lo vinse mai più


Cobblestone 2012 - 1° Classifica Generale
Cobblestone 2012 - 1° Classifica Classiche
Cobblestone 2013 - 1° Classifica Semiclassiche

FantaCycling Manager 2016 - 1° Classifica (squadre)

Avatar utente
Walter_White
Messaggi: 10279
Iscritto il: mercoledì 23 marzo 2016, 18:01

Re: Egan Bernal: "The Next Big Thing".

Messaggio da leggere da Walter_White » lunedì 21 maggio 2018, 21:23

Tranchée d'Arenberg ha scritto:
lunedì 21 maggio 2018, 21:19
Merlozoro ha scritto:
lunedì 21 maggio 2018, 21:12
In dieci mesi è già a livello degli altri Big dei Grandi Giri...se migliora ancora un po' potremmo aver trovato il prossimo dominatore per i prossimi 10 anni
No, no, no. Non diciamo ste cose :D

Ricordo ancora il 1997. Ero piccolino ma già qualcosa capivo. Ricordo De Zan e Cassani dire che Ullrich avrebbe dominiao il Tour per 10 anni. Non lo vinse mai più
Beh, ma Ullrich i numeri li aveva tutti, e anche di più. Probabilmente loro 2 non sapevano che a Jan d'inverno piacesse mangiare ( :D ), e il ciclone Armstrong non era prevedibile


FCC 2017/18: 3°; Trofeo dei titoli; Campionato Europeo Donne Elite, Campionato del Mondo Donne Elite, ROTY

Avatar utente
Tranchée d'Arenberg
Messaggi: 14948
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:50
Località: Falconara Albanese (CS)

Re: Egan Bernal: "The Next Big Thing".

Messaggio da leggere da Tranchée d'Arenberg » lunedì 21 maggio 2018, 21:36

Walter_White ha scritto:
lunedì 21 maggio 2018, 21:23
Tranchée d'Arenberg ha scritto:
lunedì 21 maggio 2018, 21:19
Merlozoro ha scritto:
lunedì 21 maggio 2018, 21:12
In dieci mesi è già a livello degli altri Big dei Grandi Giri...se migliora ancora un po' potremmo aver trovato il prossimo dominatore per i prossimi 10 anni
No, no, no. Non diciamo ste cose :D

Ricordo ancora il 1997. Ero piccolino ma già qualcosa capivo. Ricordo De Zan e Cassani dire che Ullrich avrebbe dominiao il Tour per 10 anni. Non lo vinse mai più
Beh, ma Ullrich i numeri li aveva tutti, e anche di più. Probabilmente loro 2 non sapevano che a Jan d'inverno piacesse mangiare ( :D ), e il ciclone Armstrong non era prevedibile
Certo. E questo ci insegna che sbilanciarsi in modo così eccessivo, anche quando hai di fronte la classe cristallina di un ipotetico fuoriclasse, può essere pericoloso. Così come non sapevamo all'epoca delle abitudini culinarie (e non solo) di Kaiser Jan, analogamente non possiamo sapere se fra 2-3 anni Bernal, magari dopo aver vinto 2 Tour, si lascerà andare alla bella vita o se invece calerà fisicamente. N'altro che doveva letteralmente spaccare il mondo era Popovych.


Cobblestone 2012 - 1° Classifica Generale
Cobblestone 2012 - 1° Classifica Classiche
Cobblestone 2013 - 1° Classifica Semiclassiche

FantaCycling Manager 2016 - 1° Classifica (squadre)

Avatar utente
Walter_White
Messaggi: 10279
Iscritto il: mercoledì 23 marzo 2016, 18:01

Re: Egan Bernal: "The Next Big Thing".

Messaggio da leggere da Walter_White » lunedì 21 maggio 2018, 21:40

Tranchée d'Arenberg ha scritto:
lunedì 21 maggio 2018, 21:36
Walter_White ha scritto:
lunedì 21 maggio 2018, 21:23
Tranchée d'Arenberg ha scritto:
lunedì 21 maggio 2018, 21:19


No, no, no. Non diciamo ste cose :D

Ricordo ancora il 1997. Ero piccolino ma già qualcosa capivo. Ricordo De Zan e Cassani dire che Ullrich avrebbe dominiao il Tour per 10 anni. Non lo vinse mai più
Beh, ma Ullrich i numeri li aveva tutti, e anche di più. Probabilmente loro 2 non sapevano che a Jan d'inverno piacesse mangiare ( :D ), e il ciclone Armstrong non era prevedibile
Certo. E questo ci insegna che sbilanciarsi in modo così eccessivo, anche quando hai di fronte la classe cristallina di un ipotetico fuoriclasse, può essere pericoloso. Così come non sapevamo all'epoca delle abitudini culinarie (e non solo) di Kaiser Jan, analogamente non possiamo sapere se fra 2-3 anni Bernal, magari dopo aver vinto 2 Tour, si lascerà andare alla bella vita o se invece calerà fisicamente. N'altro che doveva letteralmente spaccare il mondo era Popovych.
Giusto :)
Io spero solo che non correrà come Froome


FCC 2017/18: 3°; Trofeo dei titoli; Campionato Europeo Donne Elite, Campionato del Mondo Donne Elite, ROTY

Avatar utente
antani
Messaggi: 2310
Iscritto il: lunedì 26 settembre 2016, 12:31

Re: Egan Bernal: "The Next Big Thing".

Messaggio da leggere da antani » lunedì 21 maggio 2018, 21:56

Si ma parliamo di un ragazzo che ha buttato nel cesso,un talento mostruoso.Sarebbe potuto diventare anche più forte di Merckx se avesse avuto la fame del cannibale,invece.Ma credo sia una rarità.Quando Ullrich è stato non al 100%,ma quasi,Armstrong se l'è vista molto brutta.Come ho già detto Ullrich è lo Shaquille O'Neal del ciclismo.Talento e possibilità di dominio assurdo,buttati via per la pigrizia e la voglia di mangiare,le famose 30 alette di pollo fritto(semi cit)


"Sicuramente serve il 25"
~ Davide Cassani su qualsiasi salita

Avatar utente
TIC
Messaggi: 7093
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:20

Re: Egan Bernal: "The Next Big Thing".

Messaggio da leggere da TIC » lunedì 21 maggio 2018, 23:06

Ricordo il dibattito del 1977 sul giovane Saronni giro si girò no. Poi cadde prima del giro e il problema si risolve.


Henry Kissinger : (Ad un summit presso il Ministero degli Esteri alla fine dell'intervento di Aldo Moro) Chi parla in questo modo non può che essere un imbroglione e non può che rappresentare un popolo di imbroglioni.

nikybo85
Messaggi: 1575
Iscritto il: mercoledì 23 agosto 2017, 0:06

Re: Egan Bernal: "The Next Big Thing".

Messaggio da leggere da nikybo85 » lunedì 21 maggio 2018, 23:47

Tranchée d'Arenberg ha scritto:
lunedì 21 maggio 2018, 21:36
Walter_White ha scritto:
lunedì 21 maggio 2018, 21:23
Tranchée d'Arenberg ha scritto:
lunedì 21 maggio 2018, 21:19


No, no, no. Non diciamo ste cose :D

Ricordo ancora il 1997. Ero piccolino ma già qualcosa capivo. Ricordo De Zan e Cassani dire che Ullrich avrebbe dominiao il Tour per 10 anni. Non lo vinse mai più
Beh, ma Ullrich i numeri li aveva tutti, e anche di più. Probabilmente loro 2 non sapevano che a Jan d'inverno piacesse mangiare ( :D ), e il ciclone Armstrong non era prevedibile
Certo. E questo ci insegna che sbilanciarsi in modo così eccessivo, anche quando hai di fronte la classe cristallina di un ipotetico fuoriclasse, può essere pericoloso. Così come non sapevamo all'epoca delle abitudini culinarie (e non solo) di Kaiser Jan, analogamente non possiamo sapere se fra 2-3 anni Bernal, magari dopo aver vinto 2 Tour, si lascerà andare alla bella vita o se invece calerà fisicamente. N'altro che doveva letteralmente spaccare il mondo era Popovych.
Interpretazione perfetta Tranchée



riddler
Messaggi: 909
Iscritto il: domenica 24 luglio 2011, 22:07

Re: Egan Bernal: "The Next Big Thing".

Messaggio da leggere da riddler » martedì 22 maggio 2018, 10:14

Finalmente fra qualche anno Lucio Herrera si toglierà lo scettro di miglior colombiano della storia...

Nonostante Quintana...


Ecco l'elenco delle corse minori del ciclismo:
http://it.wikipedia.org/wiki/Sacha_Modolo

Avatar utente
GregLemond
Messaggi: 1329
Iscritto il: sabato 6 settembre 2014, 20:00

Re: Egan Bernal: "The Next Big Thing".

Messaggio da leggere da GregLemond » martedì 22 maggio 2018, 11:11

Tranchée d'Arenberg ha scritto:
lunedì 21 maggio 2018, 21:36
Walter_White ha scritto:
lunedì 21 maggio 2018, 21:23
Tranchée d'Arenberg ha scritto:
lunedì 21 maggio 2018, 21:19


No, no, no. Non diciamo ste cose :D

Ricordo ancora il 1997. Ero piccolino ma già qualcosa capivo. Ricordo De Zan e Cassani dire che Ullrich avrebbe dominiao il Tour per 10 anni. Non lo vinse mai più
Beh, ma Ullrich i numeri li aveva tutti, e anche di più. Probabilmente loro 2 non sapevano che a Jan d'inverno piacesse mangiare ( :D ), e il ciclone Armstrong non era prevedibile
Certo. E questo ci insegna che sbilanciarsi in modo così eccessivo, anche quando hai di fronte la classe cristallina di un ipotetico fuoriclasse, può essere pericoloso. Così come non sapevamo all'epoca delle abitudini culinarie (e non solo) di Kaiser Jan, analogamente non possiamo sapere se fra 2-3 anni Bernal, magari dopo aver vinto 2 Tour, si lascerà andare alla bella vita o se invece calerà fisicamente. N'altro che doveva letteralmente spaccare il mondo era Popovych.
Ricordo poco, ma nel 2002 popovych era a questi livelli?



riddler
Messaggi: 909
Iscritto il: domenica 24 luglio 2011, 22:07

Re: Egan Bernal: "The Next Big Thing".

Messaggio da leggere da riddler » martedì 22 maggio 2018, 11:19

GregLemond ha scritto:
martedì 22 maggio 2018, 11:11

Ricordo poco, ma nel 2002 popovych era a questi livelli?
Effettivamente potrebbe essere il nuovo Popovich... non si sa...

Il più grande ciclista di tutti i tempi incompiuto, il Merkcx degli incompiuti...


Ecco l'elenco delle corse minori del ciclismo:
http://it.wikipedia.org/wiki/Sacha_Modolo

Lopi90
Messaggi: 868
Iscritto il: martedì 31 maggio 2011, 12:15

Re: Egan Bernal: "The Next Big Thing".

Messaggio da leggere da Lopi90 » martedì 22 maggio 2018, 11:24

Un'altra cosa da tenere in considerazione è che quasi tutti i colombiani maturano molto presto, grazie al fatto che fin da ragazzini fanno molt più corse a tappe dure, mentre i nostri fanno pseudo-criterium. Anche escludendo i fallimenti come Duarte, se vediamo le prestazioni dei vari Quintana, Uràn, Lopez, Henao a 21 anni erano tutti anni luce avanti ai loro coetanei europei, poi hanno continuato a fare bene, ma il gap è diminuito o è stato colmato.



Avatar utente
chinaski89
Messaggi: 2662
Iscritto il: sabato 13 giugno 2015, 16:51

Re: Egan Bernal: "The Next Big Thing".

Messaggio da leggere da chinaski89 » martedì 22 maggio 2018, 11:25

L'esperto di corridori colombiani potrà confermare, ma mi pare proprio che, a differenza di Popo, Bernal non sia per niente "spremuto"avendo iniziato piuttosto tardi col ciclismo su strada


beppesaronni ha scritto: Non ricordo un solo gt in cui conty, che non era il più forte ma nemmeno il secondo, abbia anche solo provato (non dico che ci sia riuscito. Provato!!!!)
lemond ha scritto: Sagan è il più grande, ma non un gran vincente.

Avatar utente
Tranchée d'Arenberg
Messaggi: 14948
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:50
Località: Falconara Albanese (CS)

Re: Egan Bernal: "The Next Big Thing".

Messaggio da leggere da Tranchée d'Arenberg » martedì 22 maggio 2018, 12:58

chinaski89 ha scritto:
martedì 22 maggio 2018, 11:25
L'esperto di corridori colombiani potrà confermare, ma mi pare proprio che, a differenza di Popo, Bernal non sia per niente "spremuto"avendo iniziato piuttosto tardi col ciclismo su strada
Soprattutto non ha corso nella stessa formazione dilettanstica in cui ha invece militato Popo (e purtroppo pure un corriodore italiano di punta).

Il mio discorso su Bernal, con gli esempi di Ullrich e Popovych - che tra l'altro sono esempi di natura differente l'uno dall'altro - aveva l'ovvio intento di mettere in guardia noi 'esperti' dai facili entusiasmi che un talento così giovane e già così incredibilmente forte può suscitare.

E' chiaro che Bernal non farà la 'fine' di Popo e vedo pure improbabile che Egan passi gli inverni a ingozzarsi di cibo fino a diventare obeso.
Però è altrettanto chiaro che nella vita di un atleta possono succeder tanti eventi che vanno poi a pregiudicare i risultati. Banalmente, abbiamo visto tutti noi dei corridori che arrivano già finiti a 26-27 anni mentre altri corridori che fino a quell'età han fatto poco poi diventano vincenti (Froome).

Ci sono tanti elementi che concorrono a fare di un grandissimo talento un grande fuoriclasse. Bisogna metterli tutti insieme e avere anche una certa fortuna poi.


Cobblestone 2012 - 1° Classifica Generale
Cobblestone 2012 - 1° Classifica Classiche
Cobblestone 2013 - 1° Classifica Semiclassiche

FantaCycling Manager 2016 - 1° Classifica (squadre)


Rispondi