6a tappa: Caltanissetta - Etna (164 km)

Il mondo dei professionisti tra gare e complessità, e più in generale l'approccio al ciclismo di ogni appassionato
Avatar utente
matteo.conz
Messaggi: 6682
Iscritto il: sabato 19 maggio 2012, 15:12

6a tappa: Caltanissetta - Etna (164 km)

Messaggio da leggere da matteo.conz » lunedì 7 maggio 2018, 16:42

Se calcoliamo l'inizio salita a Paternò o pante barca, come fosse un "telegraphe+galibier", sono 1500m di dislivello in quasi 34 km: niente male!

Immagine
Immagine
Immagine
Ultima modifica di matteo.conz il lunedì 7 maggio 2018, 16:47, modificato 2 volte in totale.


Qui vige l'uguaglianza... Non conta un cazzo nessuno.
Svalorizzando gli altri non ti rendi superiore.
C'è sempre una soluzione semplice ad un problema complesso. Ed è quella sbagliata. A. Einstein


Avatar utente
nino58
Messaggi: 8736
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: 6a tappa: Caltanissetta - Etna (164 km)

Messaggio da leggere da nino58 » lunedì 7 maggio 2018, 16:45

La progressione di Tom, le frullate di Chris, gli scatti di Thibaut o la spensierata giovinezza di Domenico ?


Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!

Avatar utente
galliano
Messaggi: 11415
Iscritto il: giovedì 14 aprile 2011, 12:53
Località: TN

Re: 6a tappa: Caltanissetta - Etna (164 km)

Messaggio da leggere da galliano » lunedì 7 maggio 2018, 16:46

Tutta l'italia sogna Formolo in rosa e pedala al suo fianco.
Viva Formolo.



Avatar utente
Walter_White
Messaggi: 8580
Iscritto il: mercoledì 23 marzo 2016, 18:01

Re: 6a tappa: Caltanissetta - Etna (164 km)

Messaggio da leggere da Walter_White » lunedì 7 maggio 2018, 16:56

Se c'è vento contrario finisce come l'anno scorso


guidobaldo de medici ha scritto:gilbert capitano era una cosa ridicola, non ha mai dato segno di poter reggere un fiandre, neppure lontanamente. del resto la scelta di fare la 3 giorni di de panne era già chiara.

Luca90
Messaggi: 3759
Iscritto il: venerdì 31 luglio 2015, 22:21

Re: 6a tappa: Caltanissetta - Etna (164 km)

Messaggio da leggere da Luca90 » lunedì 7 maggio 2018, 17:31

Walter_White ha scritto:
lunedì 7 maggio 2018, 16:56
Se c'è vento contrario finisce come l'anno scorso
dovrebbe essere un versante coperto senza vento se non ho letto male nei giorni scorsi...


2015: Tre Valli Varesine
2016 (11°) : Giro d'Italia (primi5), Tour de France tappa 11, Tour de France tappa 14, Parigi-Tours
2017 (14°) : Kuurne-Bruxelles-Kuurne, Tro Bro Leon


ciclistasiciliano
Messaggi: 404
Iscritto il: giovedì 12 gennaio 2017, 10:02

Re: 6a tappa: Caltanissetta - Etna (164 km)

Messaggio da leggere da ciclistasiciliano » lunedì 7 maggio 2018, 17:41

Tibò Pinot!



bugnogianni
Messaggi: 56
Iscritto il: giovedì 15 febbraio 2018, 22:49

Re: 6a tappa: Caltanissetta - Etna (164 km)

Messaggio da leggere da bugnogianni » lunedì 7 maggio 2018, 19:17

Per me Tom prova a dargli 'na botta. È una delle poche tappe di montagna su cui può guadagnare sugli altri (Prato Nevoso finirà in no contest) e Froome potrebbe essere un po' indietro/risentire della caduta.


vedremo

Avatar utente
Visconte85
Messaggi: 9589
Iscritto il: giovedì 8 maggio 2014, 14:27

Re: 6a tappa: Caltanissetta - Etna (164 km)

Messaggio da leggere da Visconte85 » lunedì 7 maggio 2018, 19:26

galliano ha scritto:
lunedì 7 maggio 2018, 16:46
Tutta l'italia sogna Formolo in rosa e pedala al suo fianco.
Viva Formolo.
già sull'Etna ???


2014: Giro tp 21,Tour tp 10,Vuelta tp 3, ARGENTO a Ponferrada
2015: Giro anch'io 3°,Tour tp 10 e 20, GpMontreal
2016: GandWevelgen, Svizzera, Tour tp 13, Vuelta tp 10
2017: Tour tp 10 Vuelta tp 2
2018: Scheldeprijs, Giro tp 21

Avatar utente
galliano
Messaggi: 11415
Iscritto il: giovedì 14 aprile 2011, 12:53
Località: TN

Re: 6a tappa: Caltanissetta - Etna (164 km)

Messaggio da leggere da galliano » lunedì 7 maggio 2018, 19:45

No, sull'Etna no.
Era solo un auspicio, ma è impossibile, anche se c'è la forte probabilità che i favoriti si guardino un attimo e una seconda schiera ne approfitti.
Più probabile però che sia un Astana.
L'importante è che sia il primo italiano all'arrivo ;)



Winter
Messaggi: 12203
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: 6a tappa: Caltanissetta - Etna (164 km)

Messaggio da leggere da Winter » lunedì 7 maggio 2018, 19:52

Walter_White ha scritto:
lunedì 7 maggio 2018, 16:56
Se c'è vento contrario finisce come l'anno scorso
anche senza vento
m'immagino distacchi limitati tra i primi 7-8



il_panta
Messaggi: 1876
Iscritto il: lunedì 21 maggio 2012, 13:39

Re: 6a tappa: Caltanissetta - Etna (164 km)

Messaggio da leggere da il_panta » lunedì 7 maggio 2018, 22:16

Winter ha scritto:
lunedì 7 maggio 2018, 19:52
Walter_White ha scritto:
lunedì 7 maggio 2018, 16:56
Se c'è vento contrario finisce come l'anno scorso
anche senza vento
m'immagino distacchi limitati tra i primi 7-8
Anche io. In assenza di un dominatore nei grandi giri il primo interesse è quello di non buscarne. Dato che Froome non ha sicuramente la forza per uccidere la corsa sull'Etna, non vedo chi possa fare il diavolo a quattro già qua.



Eroica
Messaggi: 235
Iscritto il: mercoledì 14 marzo 2018, 19:22

Re: 6a tappa: Caltanissetta - Etna (164 km)

Messaggio da leggere da Eroica » lunedì 7 maggio 2018, 22:26

Formolo potrebbe sbaragliare la concorrenza a Sappada. Sa andare in discesa, e non teme l'attacco.
Immagino già Roccia uscire dal gruppo prima del S. Antonio come fece a La Spezia ormai tre anni or sono spianando la Biassa.

Temo che per ambire ad essere il primo italiano in generale a Roma dovrà vedersela soprattutto con colui che detiene la suddetta posizione già ora...



Eroica
Messaggi: 235
Iscritto il: mercoledì 14 marzo 2018, 19:22

Re: 6a tappa: Caltanissetta - Etna (164 km)

Messaggio da leggere da Eroica » lunedì 7 maggio 2018, 22:30

Per me Pozzovivo da una botta a tutti, oppure un astana



Avatar utente
sceriffo
Messaggi: 1783
Iscritto il: lunedì 11 aprile 2011, 23:48

Re: 6a tappa: Caltanissetta - Etna (164 km)

Messaggio da leggere da sceriffo » lunedì 7 maggio 2018, 22:36

Domani Barbin andrà in fuga, con lui si porterà il Canadese della Israel, un Androni e credo anche un Wilier. A raccogliere 3 o 4 punti per la maglia azzurra, un paio di traguardi volanti e 'far veder la maglia', con una mentalità del secolo scorso. Se fossi io in ammiraglia li manderei al risparmio fin quando la classifica comincia a deliniarsi e poi sì che c'è da andare in fuga, perché da metà Giro le fughe arrivano, i Gpm non sono solo di 4 categoria e magari una vittoria vale 20 volte il far veder la maglia



Lopi90
Messaggi: 552
Iscritto il: martedì 31 maggio 2011, 12:15

Re: 6a tappa: Caltanissetta - Etna (164 km)

Messaggio da leggere da Lopi90 » lunedì 7 maggio 2018, 22:59

sceriffo ha scritto:
lunedì 7 maggio 2018, 22:36
Domani Barbin andrà in fuga, con lui si porterà il Canadese della Israel, un Androni e credo anche un Wilier. A raccogliere 3 o 4 punti per la maglia azzurra, un paio di traguardi volanti e 'far veder la maglia', con una mentalità del secolo scorso. Se fossi io in ammiraglia li manderei al risparmio fin quando la classifica comincia a deliniarsi e poi sì che c'è da andare in fuga, perché da metà Giro le fughe arrivano, i Gpm non sono solo di 4 categoria e magari una vittoria vale 20 volte il far veder la maglia
La volta che il gruppo sbaglia i conti o che nessuno prende decisamente in mano la situazione capita. E poi c'è il fatto che più è probabile che in una tappa vada via la fuga, più corridori ben più forti di Barbin vorranno esserci dentro, e quindi Barbin stesso non avrebbe possibilità anche entrando nell'azione giusta. Una delle ragioni per cui le professional l'anno scorso non hanno vinto nulla è che si è capito che le fughe arrivavano spesso e ogni volta c'era dentro gente tipo Landa, Rolland, Rui Costa.
La Bardiani ci ha vinto varie tappe con queste fughe che non sarebbero dovute arrivare (tipo le vittorie di Boem e Canola qualche anno fa).



Avatar utente
sceriffo
Messaggi: 1783
Iscritto il: lunedì 11 aprile 2011, 23:48

Re: 6a tappa: Caltanissetta - Etna (164 km)

Messaggio da leggere da sceriffo » lunedì 7 maggio 2018, 23:04

Lopi90 ha scritto:
lunedì 7 maggio 2018, 22:59
sceriffo ha scritto:
lunedì 7 maggio 2018, 22:36
Domani Barbin andrà in fuga, con lui si porterà il Canadese della Israel, un Androni e credo anche un Wilier. A raccogliere 3 o 4 punti per la maglia azzurra, un paio di traguardi volanti e 'far veder la maglia', con una mentalità del secolo scorso. Se fossi io in ammiraglia li manderei al risparmio fin quando la classifica comincia a deliniarsi e poi sì che c'è da andare in fuga, perché da metà Giro le fughe arrivano, i Gpm non sono solo di 4 categoria e magari una vittoria vale 20 volte il far veder la maglia

La volta che il gruppo sbaglia i conti o che nessuno prende decisamente in mano la situazione capita. E poi c'è il fatto che più è probabile che in una tappa vada via la fuga, più corridori ben più forti di Barbin vorranno esserci dentro, e quindi Barbin stesso non avrebbe possibilità anche entrando nell'azione giusta. Una delle ragioni per cui le professional l'anno scorso non hanno vinto nulla è che si è capito che le fughe arrivavano spesso e ogni volta c'era dentro gente tipo Landa, Rolland, Rui Costa.
La Bardiani ci ha vinto varie tappe con queste fughe che non sarebbero dovute arrivare (tipo le vittorie di Boem e Canola qualche anno fa).
Ad inizio Giro il gruppo non sbaglia mai i conti, soprattutto quando la classifica è corta. BMC sa benissimo che l'unica cosa che può fare in questo giro è tenere il più a lungo possibile la maglia, non altro. Mi pare che però anche lo scorso anno Androni & co attaccavano tutti i giorni appena abbassata la bandierina. Forse per dire Tizio ha fatto più km di fuga di Caio in questo Giro?



Avatar utente
Felice
Messaggi: 831
Iscritto il: lunedì 31 ottobre 2011, 15:04

Re: 6a tappa: Caltanissetta - Etna (164 km)

Messaggio da leggere da Felice » lunedì 7 maggio 2018, 23:06

Eroica ha scritto:
lunedì 7 maggio 2018, 22:30
Per me Pozzovivo da una botta a tutti, oppure un astana
Parlate di Pozzovivo (non solo tu...) come se fosse un promettente giovanotto di 22-23 anni. Per quale ragione il più che 35enne Pozzovivo dovrebbe fare ora quello che non è mai stato capace di fare in tutta la sua carriera? Se mai lo facesse, bisognerebbe traferirsi d'urgenza in un'altra sezione...



Lopi90
Messaggi: 552
Iscritto il: martedì 31 maggio 2011, 12:15

Re: 6a tappa: Caltanissetta - Etna (164 km)

Messaggio da leggere da Lopi90 » lunedì 7 maggio 2018, 23:16

sceriffo ha scritto:
lunedì 7 maggio 2018, 23:04
Lopi90 ha scritto:
lunedì 7 maggio 2018, 22:59
sceriffo ha scritto:
lunedì 7 maggio 2018, 22:36
Domani Barbin andrà in fuga, con lui si porterà il Canadese della Israel, un Androni e credo anche un Wilier. A raccogliere 3 o 4 punti per la maglia azzurra, un paio di traguardi volanti e 'far veder la maglia', con una mentalità del secolo scorso. Se fossi io in ammiraglia li manderei al risparmio fin quando la classifica comincia a deliniarsi e poi sì che c'è da andare in fuga, perché da metà Giro le fughe arrivano, i Gpm non sono solo di 4 categoria e magari una vittoria vale 20 volte il far veder la maglia

La volta che il gruppo sbaglia i conti o che nessuno prende decisamente in mano la situazione capita. E poi c'è il fatto che più è probabile che in una tappa vada via la fuga, più corridori ben più forti di Barbin vorranno esserci dentro, e quindi Barbin stesso non avrebbe possibilità anche entrando nell'azione giusta. Una delle ragioni per cui le professional l'anno scorso non hanno vinto nulla è che si è capito che le fughe arrivavano spesso e ogni volta c'era dentro gente tipo Landa, Rolland, Rui Costa.
La Bardiani ci ha vinto varie tappe con queste fughe che non sarebbero dovute arrivare (tipo le vittorie di Boem e Canola qualche anno fa).
Ad inizio Giro il gruppo non sbaglia mai i conti, soprattutto quando la classifica è corta. BMC sa benissimo che l'unica cosa che può fare in questo giro è tenere il più a lungo possibile la maglia, non altro. Mi pare che però anche lo scorso anno Androni & co attaccavano tutti i giorni appena abbassata la bandierina. Forse per dire Tizio ha fatto più km di fuga di Caio in questo Giro?
L'anno scorso Polanc è arrivato in fuga alla 4a tappa e Dillier alla 6a.
Tre anni fa Formolo alla 4a e Polanc alla 5a.
Nel 2012 Rubiano alla 5a e Tiralongo alla 6a.

In 2 situazioni un fuggitivo prese la maglia.
Quando non sei una squadra forte te le devi giocare tutte, metti che domani Dennis non si sente bene e capisce di non poter salvare la maglia, o vanno via uomini che hanno già 4-5 minuti, magari se in fuga sono 6-7 possono arrivare.

Ps: l'anno scorso l'Androni non c'era



NibalAru
Messaggi: 1930
Iscritto il: lunedì 23 maggio 2016, 17:05

Re: 6a tappa: Caltanissetta - Etna (164 km)

Messaggio da leggere da NibalAru » lunedì 7 maggio 2018, 23:18

Felice ha scritto:
lunedì 7 maggio 2018, 23:06
Eroica ha scritto:
lunedì 7 maggio 2018, 22:30
Per me Pozzovivo da una botta a tutti, oppure un astana
Parlate di Pozzovivo (non solo tu...) come se fosse un promettente giovanotto di 22-23 anni. Per quale ragione il più che 35enne Pozzovivo dovrebbe fare ora quello che non è mai stato capace di fare in tutta la sua carriera? Se mai lo facesse, bisognerebbe traferirsi d'urgenza in un'altra sezione...
Horner lo fece da molto più vecchio



Avatar utente
antani
Messaggi: 2077
Iscritto il: lunedì 26 settembre 2016, 12:31

Re: 6a tappa: Caltanissetta - Etna (164 km)

Messaggio da leggere da antani » lunedì 7 maggio 2018, 23:24

Felice ha scritto:
lunedì 7 maggio 2018, 23:06
Eroica ha scritto:
lunedì 7 maggio 2018, 22:30
Per me Pozzovivo da una botta a tutti, oppure un astana
Parlate di Pozzovivo (non solo tu...) come se fosse un promettente giovanotto di 22-23 anni. Per quale ragione il più che 35enne Pozzovivo dovrebbe fare ora quello che non è mai stato capace di fare in tutta la sua carriera? Se mai lo facesse, bisognerebbe traferirsi d'urgenza in un'altra sezione...
Mammia Felice,menomale ci sei te.Capisco Formolo,ma Pozzovivo,uno che più che succhiare ruote non sa fare.a leggere il topic,sembra si stia parlando del nuovo Gaul,ma per cortesia.


"Sicuramente serve il 25"
~ Davide Cassani su qualsiasi salita

Avatar utente
antani
Messaggi: 2077
Iscritto il: lunedì 26 settembre 2016, 12:31

Re: 6a tappa: Caltanissetta - Etna (164 km)

Messaggio da leggere da antani » lunedì 7 maggio 2018, 23:26

NibalAru ha scritto:
lunedì 7 maggio 2018, 23:18
Felice ha scritto:
lunedì 7 maggio 2018, 23:06
Eroica ha scritto:
lunedì 7 maggio 2018, 22:30
Per me Pozzovivo da una botta a tutti, oppure un astana
Parlate di Pozzovivo (non solo tu...) come se fosse un promettente giovanotto di 22-23 anni. Per quale ragione il più che 35enne Pozzovivo dovrebbe fare ora quello che non è mai stato capace di fare in tutta la sua carriera? Se mai lo facesse, bisognerebbe traferirsi d'urgenza in un'altra sezione...
Horner lo fece da molto più vecchio
Horner aveva battuto un Nibali,chiaramente non al 100%,o magari sei convinto che sia più forte di Nibali????domanda seria,non voglio creare polemiche


"Sicuramente serve il 25"
~ Davide Cassani su qualsiasi salita

NibalAru
Messaggi: 1930
Iscritto il: lunedì 23 maggio 2016, 17:05

Re: 6a tappa: Caltanissetta - Etna (164 km)

Messaggio da leggere da NibalAru » lunedì 7 maggio 2018, 23:32

antani ha scritto:
lunedì 7 maggio 2018, 23:26
NibalAru ha scritto:
lunedì 7 maggio 2018, 23:18
Felice ha scritto:
lunedì 7 maggio 2018, 23:06


Parlate di Pozzovivo (non solo tu...) come se fosse un promettente giovanotto di 22-23 anni. Per quale ragione il più che 35enne Pozzovivo dovrebbe fare ora quello che non è mai stato capace di fare in tutta la sua carriera? Se mai lo facesse, bisognerebbe traferirsi d'urgenza in un'altra sezione...
Horner lo fece da molto più vecchio
Horner aveva battuto un Nibali,chiaramente non al 100%,o magari sei convinto che sia più forte di Nibali????domanda seria,non voglio creare polemiche
Ha battuto pure Valverde, Purito Rodriguez e tanti altri in quella Vuelta, mica solo Nibali.

E comunque mica avevo detto che è più forte di Nibali nel complesso, lo è stato solo in quella Vuelta. E visto che ci è riuscito lui a 41 anni, perchè in un Giro non può farlo Pozzovivo a 35? Così come all'epoca Horner non ha trovato i suoi avversari nella forma della vita mentre lui era in formissima, potrebbe capitare anche a Pozzovivo a questo punto.



Avatar utente
sceriffo
Messaggi: 1783
Iscritto il: lunedì 11 aprile 2011, 23:48

Re: 6a tappa: Caltanissetta - Etna (164 km)

Messaggio da leggere da sceriffo » lunedì 7 maggio 2018, 23:47

Lopi90 ha scritto:
lunedì 7 maggio 2018, 23:16

L'anno scorso Polanc è arrivato in fuga alla 4a tappa e Dillier alla 6a.
Tre anni fa Formolo alla 4a e Polanc alla 5a.
Nel 2012 Rubiano alla 5a e Tiralongo alla 6a.

In 2 situazioni un fuggitivo prese la maglia.
Quando non sei una squadra forte te le devi giocare tutte, metti che domani Dennis non si sente bene e capisce di non poter salvare la maglia, o vanno via uomini che hanno già 4-5 minuti, magari se in fuga sono 6-7 possono arrivare.

Ps: l'anno scorso l'Androni non c'era
Oppure come 2 anni fa quando Cunego venne mandato un giorno si e l'altro pure in fuga per la maglia azzurra e sulle vere montagne, con tanti punti a disposizione, saltò per aria. Hai ragione volevo dire Bardiani. Ma se anche ci fosse stata l'anno scorso, non si sarebbe comportata diversamente dagli anni precedenti. Ma io non sono un ds e men che meno uno sponsor: lo fossi, proverei a ribaltare la medaglia; ma andar sempre in fuga ed essere puntualmente ripigliati, fare così tanta fatica per nulla, agli occhi dell'uomo della strada passi per eroe o fessacchiotto?



Luca90
Messaggi: 3759
Iscritto il: venerdì 31 luglio 2015, 22:21

Re: 6a tappa: Caltanissetta - Etna (164 km)

Messaggio da leggere da Luca90 » martedì 8 maggio 2018, 1:52

sceriffo ha scritto:
lunedì 7 maggio 2018, 23:47
Lopi90 ha scritto:
lunedì 7 maggio 2018, 23:16

L'anno scorso Polanc è arrivato in fuga alla 4a tappa e Dillier alla 6a.
Tre anni fa Formolo alla 4a e Polanc alla 5a.
Nel 2012 Rubiano alla 5a e Tiralongo alla 6a.

In 2 situazioni un fuggitivo prese la maglia.
Quando non sei una squadra forte te le devi giocare tutte, metti che domani Dennis non si sente bene e capisce di non poter salvare la maglia, o vanno via uomini che hanno già 4-5 minuti, magari se in fuga sono 6-7 possono arrivare.

Ps: l'anno scorso l'Androni non c'era
Oppure come 2 anni fa quando Cunego venne mandato un giorno si e l'altro pure in fuga per la maglia azzurra e sulle vere montagne, con tanti punti a disposizione, saltò per aria. Hai ragione volevo dire Bardiani. Ma se anche ci fosse stata l'anno scorso, non si sarebbe comportata diversamente dagli anni precedenti. Ma io non sono un ds e men che meno uno sponsor: lo fossi, proverei a ribaltare la medaglia; ma andar sempre in fuga ed essere puntualmente ripigliati, fare così tanta fatica per nulla, agli occhi dell'uomo della strada passi per eroe o fessacchiotto?
se non sbaglio la maglia la vince mikel nieve che in salita andava 10 volte cunego...


2015: Tre Valli Varesine
2016 (11°) : Giro d'Italia (primi5), Tour de France tappa 11, Tour de France tappa 14, Parigi-Tours
2017 (14°) : Kuurne-Bruxelles-Kuurne, Tro Bro Leon

Avatar utente
Maìno della Spinetta
Messaggi: 4838
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 15:53

Re: 6a tappa: Caltanissetta - Etna (164 km)

Messaggio da leggere da Maìno della Spinetta » martedì 8 maggio 2018, 2:19

Uno va in fuga sperando di vincere. Spesso perde. A volte la fuga arriva. Non capisco ove vuoi arrivare Sceriffo: Siccome in genere la fuga viene ripresa non vale la pena provarci? Siccome spesso nella fuga ci sono persone lì per dover di sponsor, tutti son lì solo a farsi vedere?

Giuro, domanda genuina: Il ciclismo lo segui da tanto, perché ti appoggi su due assiomi che sembrano dedotti dalle tappe di tel aviv e eilat, ma che son smentiti dalla storia del ciclismo (da Arroyo a Heyman persino la storia recente è intrigante).


“Our interest’s on the dangerous edge of things.
The honest thief, the tender murderer, the superstitious atheist”.

Avatar utente
sceriffo
Messaggi: 1783
Iscritto il: lunedì 11 aprile 2011, 23:48

Re: 6a tappa: Caltanissetta - Etna (164 km)

Messaggio da leggere da sceriffo » martedì 8 maggio 2018, 8:16

Luca90 ha scritto:
martedì 8 maggio 2018, 1:52
sceriffo ha scritto:
lunedì 7 maggio 2018, 23:47
Lopi90 ha scritto:
lunedì 7 maggio 2018, 23:16

L'anno scorso Polanc è arrivato in fuga alla 4a tappa e Dillier alla 6a.
Tre anni fa Formolo alla 4a e Polanc alla 5a.
Nel 2012 Rubiano alla 5a e Tiralongo alla 6a.

In 2 situazioni un fuggitivo prese la maglia.
Quando non sei una squadra forte te le devi giocare tutte, metti che domani Dennis non si sente bene e capisce di non poter salvare la maglia, o vanno via uomini che hanno già 4-5 minuti, magari se in fuga sono 6-7 possono arrivare.

Ps: l'anno scorso l'Androni non c'era
Oppure come 2 anni fa quando Cunego venne mandato un giorno si e l'altro pure in fuga per la maglia azzurra e sulle vere montagne, con tanti punti a disposizione, saltò per aria. Hai ragione volevo dire Bardiani. Ma se anche ci fosse stata l'anno scorso, non si sarebbe comportata diversamente dagli anni precedenti. Ma io non sono un ds e men che meno uno sponsor: lo fossi, proverei a ribaltare la medaglia; ma andar sempre in fuga ed essere puntualmente ripigliati, fare così tanta fatica per nulla, agli occhi dell'uomo della strada passi per eroe o fessacchiotto?
se non sbaglio la maglia la vince mikel nieve che in salita andava 10 volte cunego...
Beh, la maglia degli scalatori spesso la vince non il più forte in salita, ma chi va a prendersi punti qua e là. Negli ultimi anni è un pò diverso perchè sui traguardi finali i punti dei GPM sono decisamente molto di più che in passato, ma ci sono stati anni in cui le maglie verdi (poi azzurre), furono imbarazzanti. Ciò detto, 2 anni fa Cunego dilapidò un enorme vantaggio a causa di una condotta di gara sconsiderata



Avatar utente
sceriffo
Messaggi: 1783
Iscritto il: lunedì 11 aprile 2011, 23:48

Re: 6a tappa: Caltanissetta - Etna (164 km)

Messaggio da leggere da sceriffo » martedì 8 maggio 2018, 8:21

Maìno della Spinetta ha scritto:
martedì 8 maggio 2018, 2:19
Uno va in fuga sperando di vincere. Spesso perde. A volte la fuga arriva. Non capisco ove vuoi arrivare Sceriffo: Siccome in genere la fuga viene ripresa non vale la pena provarci? Siccome spesso nella fuga ci sono persone lì per dover di sponsor, tutti son lì solo a farsi vedere?

Giuro, domanda genuina: Il ciclismo lo segui da tanto, perché ti appoggi su due assiomi che sembrano dedotti dalle tappe di tel aviv e eilat, ma che son smentiti dalla storia del ciclismo (da Arroyo a Heyman persino la storia recente è intrigante).
Da 30 anni, tra carriera agonistica e altri impieghi. Se hai letto con attenzione, io ho scritto non che non si deve andare in fuga, ma che se fossi un DS o uno sponsor e avessi voglia di "interfacciarmi" con la squadra, un corridore come Barbin, che mi pare abbia una buona gamba, lo risparmierei per mandarlo in fuga quando la classifica sarebbe più delineata e preferibilmente in tappe non per velocisti. O quando i GPM non sono di 4 categoria. Poi se hai come policy quella di far vedere la maglia e di vestire la maglia azzurra a Tel Aviv, allora va bene cosi :D :D



Avatar utente
Oro&Argento
Messaggi: 516
Iscritto il: giovedì 23 giugno 2016, 13:23

Re: 6a tappa: Caltanissetta - Etna (164 km)

Messaggio da leggere da Oro&Argento » martedì 8 maggio 2018, 9:09

Ma fatemi capire un anno in cui a Pozzovivo gira tutto bene non può capitare?subito con le stupidaggini di trasferirsi nella sezione doping...ma quando crescete santo cielo.



Lopi90
Messaggi: 552
Iscritto il: martedì 31 maggio 2011, 12:15

Re: 6a tappa: Caltanissetta - Etna (164 km)

Messaggio da leggere da Lopi90 » martedì 8 maggio 2018, 9:30

In realta` Barbin che ha un discreto spunto in volata potevano anche tenerselo per lo sprint, visto che Guardini e` un cadavere. Con cosi` pochi sprinter nei 10 ci finiva (per dire, Belletti che ha fatto 7o e 8o non e` piu` veloce).



Avatar utente
Felice
Messaggi: 831
Iscritto il: lunedì 31 ottobre 2011, 15:04

Re: 6a tappa: Caltanissetta - Etna (164 km)

Messaggio da leggere da Felice » martedì 8 maggio 2018, 10:17

Oro&Argento ha scritto:
martedì 8 maggio 2018, 9:09
Ma fatemi capire un anno in cui a Pozzovivo gira tutto bene non può capitare?subito con le stupidaggini di trasferirsi nella sezione doping...ma quando crescete santo cielo.
Guarda che il ciclismo non è come andare al casinò dove uno di solito perde ma, se un giorno "gli gira tutto bene", può anche ritornare a casa con un bel gruzzolo. Il ciclismo si fa con le gambe e quelle o uno ce le ha oppure no. E uno non scopre di averci le gambe a 35 anni senza mai essersene accorto prima.



nikybo85
Messaggi: 774
Iscritto il: mercoledì 23 agosto 2017, 0:06

Re: 6a tappa: Caltanissetta - Etna (164 km)

Messaggio da leggere da nikybo85 » martedì 8 maggio 2018, 10:55

Felice ha scritto:
lunedì 7 maggio 2018, 23:06
Eroica ha scritto:
lunedì 7 maggio 2018, 22:30
Per me Pozzovivo da una botta a tutti, oppure un astana
Parlate di Pozzovivo (non solo tu...) come se fosse un promettente giovanotto di 22-23 anni. Per quale ragione il più che 35enne Pozzovivo dovrebbe fare ora quello che non è mai stato capace di fare in tutta la sua carriera? Se mai lo facesse, bisognerebbe traferirsi d'urgenza in un'altra sezione...
:clap: :clap: :clap:



Avatar utente
nino58
Messaggi: 8736
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: 6a tappa: Caltanissetta - Etna (164 km)

Messaggio da leggere da nino58 » martedì 8 maggio 2018, 11:18

Felice ha scritto:
martedì 8 maggio 2018, 10:17
Oro&Argento ha scritto:
martedì 8 maggio 2018, 9:09
Ma fatemi capire un anno in cui a Pozzovivo gira tutto bene non può capitare?subito con le stupidaggini di trasferirsi nella sezione doping...ma quando crescete santo cielo.
Guarda che il ciclismo non è come andare al casinò dove uno di solito perde ma, se un giorno "gli gira tutto bene", può anche ritornare a casa con un bel gruzzolo. Il ciclismo si fa con le gambe e quelle o uno ce le ha oppure no. E uno non scopre di averci le gambe a 35 anni senza mai essersene accorto prima.
Però Pozzovivo le gambe le ha sempre avute.
Buone per alcuni scatti, qualche volta anche per poche (ma buone) vittorie.
Non ha mai avuto una continuità per venti giorni (spesso a causa di infortuni), tranne lo scorso anno.
Questo è stato il problema della sua carriera.
Quindi una vittoria di tappa (meglio due) ed una top ten (five se va benissimo) sono tranquillamente in linea con il suo valore, non sono certo uno scandalo.


Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!

NibalAru
Messaggi: 1930
Iscritto il: lunedì 23 maggio 2016, 17:05

Re: 6a tappa: Caltanissetta - Etna (164 km)

Messaggio da leggere da NibalAru » martedì 8 maggio 2018, 11:28

Ribadisco che se è successo ad Horner, che fino a 41 anni aveva fatto solo una top ten in carriera in un GT, senza finire nella morsa dell'antidoping, potrebbe tranquillamente succedere anche a Pozzovivo che è sei anni più giovane ed ha già sei top ten in carriera nei Grandi Giri con miglior piazzamento un quinto posto. Sono il primo a sostenere che sia difficilissimo, ma non è una cosa impossibile e per cui bisognerebbe per forza pensare male. Mettete caso che i principali favoriti abbiano dei problemi durante la corsa, subito dietro di loro tra quelli pronti ad approfittarne Pozzovivo a mio avviso è sicuramente tra questi. Se per esempio a Dumoulin riviene la cagarella, quest'anno ci sono meno chilometri a crono e tappe di montagna un pochino più difficili che difficilmente consentirebbero all'olandese di salvarsi nuovamente. Se Froome non si riprendesse dalla botta presa nella caduta della ricognizione della prima tappa, se gli prendesse di nuovo un forte attacco d'asma che non potrà curare come in passato per non rischiare nuovamente viste le ben note vicende, chi rimarrebbe a giocarsi il Giro secondo voi? Contro gente come gli Aru e i Chavez visti nelle ultime stagioni, contro Pinot, Miguel Angel Lopez, Betancur e Simon Yates per voi un Pozzovivo non se la può giocare? Per me si, perchè si tratta di diversi ottimi corridori ma che sono vulnerabili anche loro, nessuno di questi è nettamente superiore ad un Pozzovivo che non ha intoppi durante il percorso e che mantiene un buon stato di forma per tutte e tre le settimane come aveva già fatto l'anno scorso ad esempio



nikybo85
Messaggi: 774
Iscritto il: mercoledì 23 agosto 2017, 0:06

Re: 6a tappa: Caltanissetta - Etna (164 km)

Messaggio da leggere da nikybo85 » martedì 8 maggio 2018, 11:39

nino58 ha scritto:
lunedì 7 maggio 2018, 16:45
La progressione di Tom, le frullate di Chris, gli scatti di Thibaut o la spensierata giovinezza di Domenico ?
La volata di Luis Leon su un gruppo di 30?



Avatar utente
Camoscio madonita
Messaggi: 3161
Iscritto il: sabato 11 dicembre 2010, 15:30

Re: 6a tappa: Caltanissetta - Etna (164 km)

Messaggio da leggere da Camoscio madonita » martedì 8 maggio 2018, 11:48

Un particolare importante sulla salita di domani: a differenza della salita da Nicolosi, gli ultimi 6-7 km sono tutti dentro un fitto bosco per cui il vento non dovrebbe rappresentare un grosso problema.
Domani, a differenza delle ultima scalata a Iddu potremmo vedere differenze molto più significative. Tra l'altro, ci saranno alcuni tratti in doppia cifra seppur brevi, all'uscita dei tornanti.


Quando ero piccolo mi innamoravo di tutto, ma il primo vero amore non si scorda mai: Merano-Aprica, 5 giugno 1994.

il_panta
Messaggi: 1876
Iscritto il: lunedì 21 maggio 2012, 13:39

Re: 6a tappa: Caltanissetta - Etna (164 km)

Messaggio da leggere da il_panta » martedì 8 maggio 2018, 11:56

Camoscio madonita ha scritto:
martedì 8 maggio 2018, 11:48
Un particolare importante sulla salita di domani: a differenza della salita da Nicolosi, gli ultimi 6-7 km sono tutti dentro un fitto bosco per cui il vento non dovrebbe rappresentare un grosso problema.
Domani, a differenza delle ultima scalata a Iddu potremmo vedere differenze molto più significative. Tra l'altro, ci saranno alcuni tratti in doppia cifra seppur brevi, all'uscita dei tornanti.
Molto bene! Comunque è dopo domani.



Avatar utente
Oro&Argento
Messaggi: 516
Iscritto il: giovedì 23 giugno 2016, 13:23

Re: 6a tappa: Caltanissetta - Etna (164 km)

Messaggio da leggere da Oro&Argento » martedì 8 maggio 2018, 11:56

Felice ha scritto:
martedì 8 maggio 2018, 10:17
Oro&Argento ha scritto:
martedì 8 maggio 2018, 9:09
Ma fatemi capire un anno in cui a Pozzovivo gira tutto bene non può capitare?subito con le stupidaggini di trasferirsi nella sezione doping...ma quando crescete santo cielo.
Guarda che il ciclismo non è come andare al casinò dove uno di solito perde ma, se un giorno "gli gira tutto bene", può anche ritornare a casa con un bel gruzzolo. Il ciclismo si fa con le gambe e quelle o uno ce le ha oppure no. E uno non scopre di averci le gambe a 35 anni senza mai essersene accorto prima.
a parte il fatto che nella sua carriera è stato anche sfortunato....l'anno in cui cadde rovinosamente stava andando forte,e poi oggi c'è una intervista sul corriere dove Slongo dice che Pozzovivo all'Ag2r sostanzialmetne faceva tutto da solo e addirittura non aveva una bici da crono perchè lo sponsor della squadra non aveva la bici della sua taglia....



AntiGazza
Messaggi: 916
Iscritto il: venerdì 15 aprile 2011, 12:23

Re: 6a tappa: Caltanissetta - Etna (164 km)

Messaggio da leggere da AntiGazza » martedì 8 maggio 2018, 12:17

In questa tappa Tom potrebbe fare la voce grossa, per me.E' in condizione e la salita mi pare gli si addica.

Anche Pozzovivo è in condizione, e , a dispetto di quanto pensa Felice, una vittoria di tappa magari mentre i big (quelli veri) si marcano è totalmente nelle sue corde ( e lo ha anchegià fatto) .

Anche Pinot è messo stra bene.

Comunque concordo che i distacchi saranno risicatissimi.



Reddo
Messaggi: 603
Iscritto il: giovedì 25 giugno 2015, 16:53

Re: 6a tappa: Caltanissetta - Etna (164 km)

Messaggio da leggere da Reddo » martedì 8 maggio 2018, 12:25

Felice ha scritto:
lunedì 7 maggio 2018, 23:06
Eroica ha scritto:
lunedì 7 maggio 2018, 22:30
Per me Pozzovivo da una botta a tutti, oppure un astana
Parlate di Pozzovivo (non solo tu...) come se fosse un promettente giovanotto di 22-23 anni. Per quale ragione il più che 35enne Pozzovivo dovrebbe fare ora quello che non è mai stato capace di fare in tutta la sua carriera? Se mai lo facesse, bisognerebbe traferirsi d'urgenza in un'altra sezione...
Perché quest'anno ha fatto vedere cose che non aveva fatto vedere negli anni passati. Ritengo che il cambio di squadra abbia influito positivamente sugli allenamenti e non credo di essere l'unico a pensarlo.
Quindi si.. le aspettative su pozzovivo sono più alte degli anni passati per quanto fatto vedere fino ad ora



Avatar utente
Camoscio madonita
Messaggi: 3161
Iscritto il: sabato 11 dicembre 2010, 15:30

Re: 6a tappa: Caltanissetta - Etna (164 km)

Messaggio da leggere da Camoscio madonita » martedì 8 maggio 2018, 12:31

il_panta ha scritto:
martedì 8 maggio 2018, 11:56
Camoscio madonita ha scritto:
martedì 8 maggio 2018, 11:48
Un particolare importante sulla salita di domani: a differenza della salita da Nicolosi, gli ultimi 6-7 km sono tutti dentro un fitto bosco per cui il vento non dovrebbe rappresentare un grosso problema.
Domani, a differenza delle ultima scalata a Iddu potremmo vedere differenze molto più significative. Tra l'altro, ci saranno alcuni tratti in doppia cifra seppur brevi, all'uscita dei tornanti.
Molto bene! Comunque è dopo domani.
giusto dopo domani :)
E già rosico perchè non potrò vederla in tempo reale per impegni lavorativi. In realtà rischio di perdermi tutto il trittico siciliano. Un dramma personale :gluglu:


Quando ero piccolo mi innamoravo di tutto, ma il primo vero amore non si scorda mai: Merano-Aprica, 5 giugno 1994.

il_panta
Messaggi: 1876
Iscritto il: lunedì 21 maggio 2012, 13:39

Re: 6a tappa: Caltanissetta - Etna (164 km)

Messaggio da leggere da il_panta » martedì 8 maggio 2018, 12:33

Camoscio madonita ha scritto:
martedì 8 maggio 2018, 12:31
il_panta ha scritto:
martedì 8 maggio 2018, 11:56
Camoscio madonita ha scritto:
martedì 8 maggio 2018, 11:48
Un particolare importante sulla salita di domani: a differenza della salita da Nicolosi, gli ultimi 6-7 km sono tutti dentro un fitto bosco per cui il vento non dovrebbe rappresentare un grosso problema.
Domani, a differenza delle ultima scalata a Iddu potremmo vedere differenze molto più significative. Tra l'altro, ci saranno alcuni tratti in doppia cifra seppur brevi, all'uscita dei tornanti.
Molto bene! Comunque è dopo domani.
giusto dopo domani :)
E già rosico perchè non potrò vederla in tempo reale per impegni lavorativi. In realtà rischio di perdermi tutto il trittico siciliano. Un dramma personale :gluglu:
Isolamento e Raiplay! :)



Avatar utente
Divanista
Messaggi: 79
Iscritto il: lunedì 16 aprile 2018, 14:21

Re: 6a tappa: Caltanissetta - Etna (164 km)

Messaggio da leggere da Divanista » martedì 8 maggio 2018, 13:15

Oro&Argento ha scritto:
martedì 8 maggio 2018, 11:56
[cut]
oggi c'è una intervista sul corriere dove Slongo dice che Pozzovivo all'Ag2r sostanzialmetne faceva tutto da solo e addirittura non aveva una bici da crono perchè lo sponsor della squadra non aveva la bici della sua taglia....
Ma no, dai... faccio fatica a crederlo... :shock:
Erano veramente presi così male?


Ecco la mia presentazione. :carta:

Avatar utente
skawise
Messaggi: 1124
Iscritto il: mercoledì 5 ottobre 2016, 13:01
Località: Villacidro-Milano

Re: 6a tappa: Caltanissetta - Etna (164 km)

Messaggio da leggere da skawise » martedì 8 maggio 2018, 14:44

Comunque lo scorso anno ho visto la bici di Pozzovivo ed era veramente minuscola.



Avatar utente
Maìno della Spinetta
Messaggi: 4838
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 15:53

Re: 6a tappa: Caltanissetta - Etna (164 km)

Messaggio da leggere da Maìno della Spinetta » martedì 8 maggio 2018, 17:29

sceriffo ha scritto:
martedì 8 maggio 2018, 8:21
Maìno della Spinetta ha scritto:
martedì 8 maggio 2018, 2:19
Uno va in fuga sperando di vincere. Spesso perde. A volte la fuga arriva. Non capisco ove vuoi arrivare Sceriffo: Siccome in genere la fuga viene ripresa non vale la pena provarci? Siccome spesso nella fuga ci sono persone lì per dover di sponsor, tutti son lì solo a farsi vedere?

Giuro, domanda genuina: Il ciclismo lo segui da tanto, perché ti appoggi su due assiomi che sembrano dedotti dalle tappe di tel aviv e eilat, ma che son smentiti dalla storia del ciclismo (da Arroyo a Heyman persino la storia recente è intrigante).
Da 30 anni, tra carriera agonistica e altri impieghi. Se hai letto con attenzione, io ho scritto non che non si deve andare in fuga, ma che se fossi un DS o uno sponsor e avessi voglia di "interfacciarmi" con la squadra, un corridore come Barbin, che mi pare abbia una buona gamba, lo risparmierei per mandarlo in fuga quando la classifica sarebbe più delineata e preferibilmente in tappe non per velocisti. O quando i GPM non sono di 4 categoria. Poi se hai come policy quella di far vedere la maglia e di vestire la maglia azzurra a Tel Aviv, allora va bene cosi :D :D
ok, ci sta, infatti non capivo dove volevi arrivare :) :cincin:


“Our interest’s on the dangerous edge of things.
The honest thief, the tender murderer, the superstitious atheist”.

lucks83
Messaggi: 312
Iscritto il: sabato 18 maggio 2013, 13:11

Re: 6a tappa: Caltanissetta - Etna (164 km)

Messaggio da leggere da lucks83 » martedì 8 maggio 2018, 18:44

vedo bene Dumoulin e Pozzovio. Froome non so, non lo vedo molto in condizione, per ora. C'è da dire che la salita negli ultimi km è in mezzo alle piante, a quanto pare. Il vento non dovrebbe creare grossi problemi. Una curiosità... secondo voi perchè non salgono mai da Zafferana, che è il versante piu' duro di tutti?



Avatar utente
Walter_White
Messaggi: 8580
Iscritto il: mercoledì 23 marzo 2016, 18:01

Re: 6a tappa: Caltanissetta - Etna (164 km)

Messaggio da leggere da Walter_White » martedì 8 maggio 2018, 19:21

Domani è un'altra tappa bastarda, non so quanti avranno voglia di attaccare dopo due giorni difficili, anche se effettivamente provare una botta è quasi d'obbligo visto che poi bisogna aspettare fino allo Zoncolan per avere una tappa di montagna


guidobaldo de medici ha scritto:gilbert capitano era una cosa ridicola, non ha mai dato segno di poter reggere un fiandre, neppure lontanamente. del resto la scelta di fare la 3 giorni di de panne era già chiara.

Avatar utente
nino58
Messaggi: 8736
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: 6a tappa: Caltanissetta - Etna (164 km)

Messaggio da leggere da nino58 » mercoledì 9 maggio 2018, 9:05

Walter_White ha scritto:
martedì 8 maggio 2018, 19:21
Domani è un'altra tappa bastarda, non so quanti avranno voglia di attaccare dopo due giorni difficili, anche se effettivamente provare una botta è quasi d'obbligo visto che poi bisogna aspettare fino allo Zoncolan per avere una tappa di montagna
Di "montagna" sì, ma guarda che Campo Imperatore è "carognetto".


Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!

Avatar utente
Walter_White
Messaggi: 8580
Iscritto il: mercoledì 23 marzo 2016, 18:01

Re: 6a tappa: Caltanissetta - Etna (164 km)

Messaggio da leggere da Walter_White » mercoledì 9 maggio 2018, 9:08

nino58 ha scritto:
mercoledì 9 maggio 2018, 9:05
Walter_White ha scritto:
martedì 8 maggio 2018, 19:21
Domani è un'altra tappa bastarda, non so quanti avranno voglia di attaccare dopo due giorni difficili, anche se effettivamente provare una botta è quasi d'obbligo visto che poi bisogna aspettare fino allo Zoncolan per avere una tappa di montagna
Di "montagna" sì, ma guarda che Campo Imperatore è "carognetto".
Si ma solo gli ultimi 5 km sono impegnativi, potrebbe finire come a Roccaraso nel 2016 con attacchi solo nel finale.


guidobaldo de medici ha scritto:gilbert capitano era una cosa ridicola, non ha mai dato segno di poter reggere un fiandre, neppure lontanamente. del resto la scelta di fare la 3 giorni di de panne era già chiara.

matteo9502
Messaggi: 2680
Iscritto il: lunedì 15 luglio 2013, 22:48

Re: 6a tappa: Caltanissetta - Etna (164 km)

Messaggio da leggere da matteo9502 » mercoledì 9 maggio 2018, 17:49

Froome sembra molto lontano dalla forma ottimale. Domani i rivali diretti devono assolutamente approfittarne. Mi aspetto soprattutto Dumoulin, Pozzovivo e Pinot.



guidobaldo de medici
Messaggi: 2296
Iscritto il: venerdì 15 maggio 2015, 22:13

Re: 6a tappa: Caltanissetta - Etna (164 km)

Messaggio da leggere da guidobaldo de medici » mercoledì 9 maggio 2018, 18:19

secondo me difficile fermare simon yates, sta andando quasi col freno tirato. sono d'accordo su dumoulin, non avrà problemi. tra gli altri henao pozzovivo e chaves. non mi entusiasma pinot, non dà l'idea di essere in forma. l'asmatico non lo so, è un mistero. aru starà agganciato e buonanotte. anche formolo agganciato al convoglio.




Rispondi