Pagina 3 di 3

Re: Oltre i limiti del ridicolo

Inviato: martedì 4 settembre 2018, 17:53
da Walter_White
Basso ha scritto:
martedì 4 settembre 2018, 17:22
Domanda: «Cosa faresti tu Daniel (Oss) per migliorare il ciclismo?»
Risposta: «A me piacciono molto gli sport un po' più yeah come skateboard, snowboard, freestyle, sci freeride. Secondo me ci vorrebbe più action, magari utilizzando meglio le go pro che farebbero più show».

Si parlava della riforma del ciclismo professionistico. Mi pare giusto, bisogna essere più yeah con le go pro. Basta mettere due/tre anglicismi a caso e voilà, ecco un discorso. Cosa vuoi che sia un discorso sul numero massimo di atleti in gara, le tutele per i team e quant'altro. Ci vogliono le go pro.
Mi sa che Sceriffo tutti i torti su Oss non li ha :diavoletto:

Re: Oltre i limiti del ridicolo

Inviato: martedì 4 settembre 2018, 17:53
da Albino
Tranchée d'Arenberg ha scritto:
martedì 4 settembre 2018, 17:46
Basso ha scritto:
martedì 4 settembre 2018, 17:22
Domanda: «Cosa faresti tu Daniel (Oss) per migliorare il ciclismo?»
Risposta: «A me piacciono molto gli sport un po' più yeah come skateboard, snowboard, freestyle, sci freeride. Secondo me ci vorrebbe più action, magari utilizzando meglio le go pro che farebbero più show».

Si parlava della riforma del ciclismo professionistico. Mi pare giusto, bisogna essere più yeah con le go pro. Basta mettere due/tre anglicismi a caso e voilà, ecco un discorso. Cosa vuoi che sia un discorso sul numero massimo di atleti in gara, le tutele per i team e quant'altro. Ci vogliono le go pro.
Ecco, hai presente quelle tappe di montagna in cui vedi la Sky in testa al gruppo per 196 km e nessuno che osa attaccare, quelle tappe dove devi prenderti a schiaffi per stare sveglio? Bene, se metti una go pro, cambia tutto.

Io già che c'ero avrei fatto l'esempio del porno. Col POV è tutto più action ma soprattutto yeah.

Re: Oltre i limiti del ridicolo

Inviato: martedì 4 settembre 2018, 18:00
da mdm52
secondo me molto dipende da chi ha fatto la domanda e in quale contesto. Oss mi sembra persona più seria di quella risposta

Re: Oltre i limiti del ridicolo

Inviato: martedì 4 settembre 2018, 18:09
da Basso
mdm52 ha scritto:
martedì 4 settembre 2018, 18:00
secondo me molto dipende da chi ha fatto la domanda e in quale contesto. Oss mi sembra persona più seria di quella risposta
È stata fatta da Luca Gregorio a circa 25 km dal termine della tappa odierna su Eurosport 1. Avevano appena parlato, cronista e voce tecnica, della ventilata ipotesi di riforma che verrà discussa a fine mese ad Innsbruck, citando il comunicato mandato urbi et orbi (ma totalmente vacuo come contenuti, aggiungo) dal sindacato corridori :)

Re: Oltre i limiti del ridicolo

Inviato: martedì 4 settembre 2018, 18:51
da nime
Basso ha scritto:
martedì 4 settembre 2018, 17:22
Domanda: «Cosa faresti tu Daniel (Oss) per migliorare il ciclismo?»
Risposta: «A me piacciono molto gli sport un po' più yeah come skateboard, snowboard, freestyle, sci freeride. Secondo me ci vorrebbe più action, magari utilizzando meglio le go pro che farebbero più show».

Si parlava della riforma del ciclismo professionistico. Mi pare giusto, bisogna essere più yeah con le go pro. Basta mettere due/tre anglicismi a caso e voilà, ecco un discorso. Cosa vuoi che sia un discorso sul numero massimo di atleti in gara, le tutele per i team e quant'altro. Ci vogliono le go pro.
ha sbagliato nel sintetizzare con gli "yeah" però non ha detto una cosa stupida, la domanda era "tu cosa faresti per migliorare il ciclismo?" e siccome non può e non vuole entrare nel merito della riforma ha spiegato il suo punto di vista in merito ai contenuti e ha ragione, mancano storie, se hai compreso il discorso ha spiegato come nel ciclismo manchino contenuti che vanno al di la della della corsa

la preparazione, i ritiri, la vita di squadra e nel gruppo, le riprese delle discese a mille, l'eroismo del rialzarsi e proseguire un gt dopo le cadute, i dualismi tra corridori e squadre, le depressioni e delusioni delle sconfitte non vengono venduti abbastanza a livello mediatico come storie a me per esempio alcuni documentari come (vado a memoria) la epixx al tour, la nippo al giro ecc ecc per non parlare dei libri di Di Luca e Riccò sono piaciuti, non per la questione doping, ma proprio per i racconti di vita quotidiana

insomma manca a livello di video pre e post gara un sacco di roba che avrebbe del potenziale

Re: Oltre i limiti del ridicolo

Inviato: martedì 4 settembre 2018, 19:05
da Basso
nime ha scritto:
martedì 4 settembre 2018, 18:51
ha sbagliato nel sintetizzare con gli "yeah" però non ha detto una cosa stupida, la domanda era "tu cosa faresti per migliorare il ciclismo?" e siccome non può e non vuole entrare nel merito della riforma ha spiegato il suo punto di vista in merito ai contenuti e ha ragione, mancano storie, se hai compreso il discorso ha spiegato come nel ciclismo manchino contenuti che vanno al di la della della corsa

la preparazione, i ritiri, la vita di squadra e nel gruppo, le riprese delle discese a mille, l'eroismo del rialzarsi e proseguire un gt dopo le cadute, i dualismi tra corridori e squadre, le depressioni e delusioni delle sconfitte non vengono venduti abbastanza a livello mediatico come storie a me per esempio alcuni documentari come (vado a memoria) la epixx al tour, la nippo al giro ecc ecc per non parlare dei libri di Di Luca e Riccò sono piaciuti, non per la questione doping, ma proprio per i racconti di vita quotidiana

insomma manca a livello di video pre e post gara un sacco di roba che avrebbe del potenziale
"Non può e non vuole entrare nel merito": più che altro "non sa", dato che diversi sui colleghi stanno manifestando in questi giorni il proprio pensiero sul tema. E se il primo problema che a lui viene in mente è che nel ciclismo mancano storie, bè, mi pare molto triste la cosa.

Può essere/È sicuramente un aspetto da migliorare, ma da un atleta con dieci anni di esperienza nel World Tour, con tanta esperienza internazionale e anche una varietà di interessi extra ciclistici da applausi per diversità fra loro e competenza da lui accumulata, mi aspetterei qualcosa di più incisivo rispetto alla marginalità dell'aspetto da lui proposto.

Re: Oltre i limiti del ridicolo

Inviato: martedì 4 settembre 2018, 19:38
da nime
no ma figurati se non sa, preferisce parlare di altro, possono esserci direttive di squadra o altro, ma io non mi sento di fargli una colpa se preferisce non esporsi

Re: Oltre i limiti del ridicolo

Inviato: martedì 4 settembre 2018, 20:05
da henny5
comunque le go pro ci sono già nel mondo del ciclismo con velon(anche se le immagini non sono in diretta)che pubblica le immagini in prima persona su youtube.

Re: Oltre i limiti del ridicolo

Inviato: mercoledì 5 settembre 2018, 8:09
da 34x27
Basso ha scritto:
martedì 4 settembre 2018, 18:09
È stata fatta da Luca Gregorio
Elia Viviani è "Il Profeta".

MAH :boh:

Re: Oltre i limiti del ridicolo

Inviato: mercoledì 5 settembre 2018, 11:57
da lambohbk
34x27 ha scritto:
mercoledì 5 settembre 2018, 8:09
Basso ha scritto:
martedì 4 settembre 2018, 18:09
È stata fatta da Luca Gregorio
Elia Viviani è "Il Profeta".

MAH :boh:
Non lo sopporto quel soprannome :hammer: :muro:

Andava bene in Israele per legarlo al Profeta Elia ma adesso basta :crazy:

Re: Oltre i limiti del ridicolo

Inviato: mercoledì 5 settembre 2018, 17:50
da Patate
Non ho indagato sulla veridicità della dichiarazione ma mi sto sganasciando :crazy: :crazy:
Cattura.PNG
Cattura.PNG (27.46 KiB) Visto 1216 volte

Re: Oltre i limiti del ridicolo

Inviato: mercoledì 5 settembre 2018, 17:54
da AntiGazza
Patate ha scritto:
mercoledì 5 settembre 2018, 17:50
Non ho indagato sulla veridicità della dichiarazione ma mi sto sganasciando :crazy: :crazy:
Cattura.PNG
Ma questa è un fake sicuro.

Re: Oltre i limiti del ridicolo

Inviato: giovedì 6 settembre 2018, 16:05
da Maìno della Spinetta
nime ha scritto:
martedì 4 settembre 2018, 18:51
Basso ha scritto:
martedì 4 settembre 2018, 17:22
Domanda: «Cosa faresti tu Daniel (Oss) per migliorare il ciclismo?»
Risposta: «A me piacciono molto gli sport un po' più yeah come skateboard, snowboard, freestyle, sci freeride. Secondo me ci vorrebbe più action, magari utilizzando meglio le go pro che farebbero più show».

Si parlava della riforma del ciclismo professionistico. Mi pare giusto, bisogna essere più yeah con le go pro. Basta mettere due/tre anglicismi a caso e voilà, ecco un discorso. Cosa vuoi che sia un discorso sul numero massimo di atleti in gara, le tutele per i team e quant'altro. Ci vogliono le go pro.
ha sbagliato nel sintetizzare con gli "yeah" però non ha detto una cosa stupida, la domanda era "tu cosa faresti per migliorare il ciclismo?" e siccome non può e non vuole entrare nel merito della riforma ha spiegato il suo punto di vista in merito ai contenuti e ha ragione, mancano storie, se hai compreso il discorso ha spiegato come nel ciclismo manchino contenuti che vanno al di la della della corsa

la preparazione, i ritiri, la vita di squadra e nel gruppo, le riprese delle discese a mille, l'eroismo del rialzarsi e proseguire un gt dopo le cadute, i dualismi tra corridori e squadre, le depressioni e delusioni delle sconfitte non vengono venduti abbastanza a livello mediatico come storie a me per esempio alcuni documentari come (vado a memoria) la epixx al tour, la nippo al giro ecc ecc per non parlare dei libri di Di Luca e Riccò sono piaciuti, non per la questione doping, ma proprio per i racconti di vita quotidiana

insomma manca a livello di video pre e post gara un sacco di roba che avrebbe del potenziale
immaginiamo una onboard camera fissa nelle discese, farsi lo Stelvio con Nibali nel 2017 o Sagan a Mende avrebbero 89389328932893893 di visualizzazioni. Stavo male per i peli che faceva Nibali al primo Lombardia, non oso immaginare con una go pro sul manubrio che mal di pancia che verrebbe.

Re: Oltre i limiti del ridicolo

Inviato: lunedì 10 settembre 2018, 13:41
da team opc
La proposta di Champions League del ciclismo credo che sia da inserire qui dentro.
Ero a favore di Lappartient alle scorse elezioni,però devo dire che mi ha fortemente deluso

Re: Oltre i limiti del ridicolo

Inviato: lunedì 10 settembre 2018, 14:08
da nikybo85
team opc ha scritto:
lunedì 10 settembre 2018, 13:41
La proposta di Champions League del ciclismo credo che sia da inserire qui dentro.
Ero a favore di Lappartient alle scorse elezioni,però devo dire che mi ha fortemente deluso
Non ne ho sentito parlare...di cosa si tratta?
In ogni caso, ma per carità, ha già causato abbastanza il danni il pro/World tour

Re: Oltre i limiti del ridicolo

Inviato: lunedì 10 settembre 2018, 18:51
da lambohbk
nikybo85 ha scritto:
lunedì 10 settembre 2018, 14:08
team opc ha scritto:
lunedì 10 settembre 2018, 13:41
La proposta di Champions League del ciclismo credo che sia da inserire qui dentro.
Ero a favore di Lappartient alle scorse elezioni,però devo dire che mi ha fortemente deluso
Non ne ho sentito parlare...di cosa si tratta?
In ogni caso, ma per carità, ha già causato abbastanza il danni il pro/World tour
E' molto simile alla vecchia Coppa del Mondo, una serie di classiche con una classifica e una maglia di leader che viene indossata durante l'anno

Re: Oltre i limiti del ridicolo

Inviato: lunedì 10 settembre 2018, 19:13
da nikybo85
lambohbk ha scritto:
lunedì 10 settembre 2018, 18:51
nikybo85 ha scritto:
lunedì 10 settembre 2018, 14:08
team opc ha scritto:
lunedì 10 settembre 2018, 13:41
La proposta di Champions League del ciclismo credo che sia da inserire qui dentro.
Ero a favore di Lappartient alle scorse elezioni,però devo dire che mi ha fortemente deluso
Non ne ho sentito parlare...di cosa si tratta?
In ogni caso, ma per carità, ha già causato abbastanza il danni il pro/World tour
E' molto simile alla vecchia Coppa del Mondo, una serie di classiche con una classifica e una maglia di leader che viene indossata durante l'anno
Sono riuscito a leggere solo ora l'articolo relativo su CW..effettivamente l'idea di base non è male ma deve essere ristretta a poche gare sennò diventa una sciocchezza

Re: Oltre i limiti del ridicolo

Inviato: lunedì 10 settembre 2018, 19:46
da Luciano Pagliarini
nikybo85 ha scritto:
lunedì 10 settembre 2018, 19:13
lambohbk ha scritto:
lunedì 10 settembre 2018, 18:51
nikybo85 ha scritto:
lunedì 10 settembre 2018, 14:08


Non ne ho sentito parlare...di cosa si tratta?
In ogni caso, ma per carità, ha già causato abbastanza il danni il pro/World tour
E' molto simile alla vecchia Coppa del Mondo, una serie di classiche con una classifica e una maglia di leader che viene indossata durante l'anno
Sono riuscito a leggere solo ora l'articolo relativo su CW..effettivamente l'idea di base non è male ma deve essere ristretta a poche gare sennò diventa una sciocchezza
Per me è proprio il contrario.

La CDM così come era strutturata un tempo faceva solo danni.

La discesa della Freccia Vallone, classica che valeva tanto quanto la Liegi, quando ancora l'odiosissimo termine "monumento" non esisteva, è iniziata proprio con l'esclusione dalla CDM.

Una nuova CDM, allargata a corse storiche ormai decadute nel tentativo di ridargli prestigio, sarebbe un esperimento interessante.

Re: Oltre i limiti del ridicolo

Inviato: lunedì 10 settembre 2018, 20:16
da Tranchée d'Arenberg
Luciano Pagliarini ha scritto:
lunedì 10 settembre 2018, 19:46
nikybo85 ha scritto:
lunedì 10 settembre 2018, 19:13
lambohbk ha scritto:
lunedì 10 settembre 2018, 18:51


E' molto simile alla vecchia Coppa del Mondo, una serie di classiche con una classifica e una maglia di leader che viene indossata durante l'anno
Sono riuscito a leggere solo ora l'articolo relativo su CW..effettivamente l'idea di base non è male ma deve essere ristretta a poche gare sennò diventa una sciocchezza
Per me è proprio il contrario.

La CDM così come era strutturata un tempo faceva solo danni.

La discesa della Freccia Vallone, classica che valeva tanto quanto la Liegi, quando ancora l'odiosissimo termine "monumento" non esisteva, è iniziata proprio con l'esclusione dalla CDM.

Una nuova CDM, allargata a corse storiche ormai decadute nel tentativo di ridargli prestigio, sarebbe un esperimento interessante.
Sono d'accordo con te, ancora una volta. :)

La Gand-Wevelgem era diventata una barzelletta messa lì tra Fiandre e Roubaix. Ci sono voluti anni per riportarla ad un livello più che dignitoso.

Una CdM allaragata con una ventina di corse sarebbe una buona cosa. Il problema è che qui però temo che saremmo in disaccordo con l'UCI perchè 'noi' vorremmo le corse storiche, tipo Giro dell'Emilia, Paris-Tour o Paris-Bruxelles, mentre immagino che ad Aigle preferirebbero metterci dentro corse come la Cadel Evans Great bla bla.

Re: Oltre i limiti del ridicolo

Inviato: lunedì 10 settembre 2018, 20:24
da Salvatore77
Non so cosa pensare. Nell'articolo si parla di 20 gare cercando di andare verso lidi inesplorati.
Così si fa subito ad arrivare a 20.
Ad ogni modo il favorito è Sagan.

Re: Oltre i limiti del ridicolo

Inviato: lunedì 10 settembre 2018, 20:38
da Armati
Arieccoci con la cavolata della coppa del mondo.

Per quello che ricordo io, storicamente non mi pare che queste competizioni/riconoscimenti a punti, nel ciclismo, abbiano mai avuto particolare rilievo.
Dapprima con la Desgrange-Colombo, poi con il Superprestige Pernod, Coppa del mondo (pur diversa nello svolgimento) e ora classifiche varie Pro/World Tour.

La Coppa del Mondo venne tolta perchè "falsava" il naturale svolgimento delle grandi classiche con i marcamenti tipici da gare a tappe, inficiando sul risultato finale, e igli organizzatori di queste ultime giustamente si ribellarono.

Per come la vedo io, se il calendario non fosse già saturo di corse/cosette, si potevan creare delle gare ad-hoc, create appositamente per tale evento.
Che ne so, una per ogni paese, tipo F1. G.P. Italia, Belgio, Korea, Afganist...No, questa meglio di no :D . GP.Americhe c'era già comunque.
In alternativa, prendere gare non dico decadute, ma che avrebbero bisogno di nuova linfa. Gare cioè "desiderose" di entrare in questa realtà.
Non gare che già brillano di luce propria, e che dall'entrata in un circuito ne trarrebbero solo danni.

Resta comunque un'idea anacronistica. Pensi a riformare come deve il movimento, a renderlo più sostenibile per le squadre.

(P.S. Lode a Luciano Pagliarini per aver detto la verità riguardo a quell'odiosissima parola, che non ripeterò) :cincin:

Re: Oltre i limiti del ridicolo

Inviato: mercoledì 12 settembre 2018, 16:54
da Walter_White
L'Euskadi oggi
Imbarazzante

Re: Oltre i limiti del ridicolo

Inviato: mercoledì 12 settembre 2018, 16:55
da ucci90
Non regge neanche la scusa che volevano andare in fuga ma non ci sono riusciti e vogliono farsi vedere in casa, perché come cavolo si fa a mancare una fuga di 26 con tutti i propri atleti?!

Re: Oltre i limiti del ridicolo

Inviato: venerdì 14 settembre 2018, 18:33
da Tranchée d'Arenberg
Tour of China I (per chi non lo sapesse c'è pure il II), corsa cinese 2.1(già questo è molto ridicolo) di 7 tappe. Oggi hanno osservato un giorno di riposo e domani c'è la settima ed ultima tappa. Abbondantemente oltre il limite del ridicolo

Re: Oltre i limiti del ridicolo

Inviato: venerdì 14 settembre 2018, 19:15
da andriusskerla
Tranchée d'Arenberg ha scritto:
venerdì 14 settembre 2018, 18:33
Tour of China I (per chi non lo sapesse c'è pure il II), corsa cinese 2.1(già questo è molto ridicolo) di 7 tappe. Oggi hanno osservato un giorno di riposo e domani c'è la settima ed ultima tappa. Abbondantemente oltre il limite del ridicolo
Però se ho visto bene tra l'arrivo di ieri e la partenza di domani ci sono 600 km. Se sono trasferimenti da fare via terra il giorno di riposo è necessario.

Re: Oltre i limiti del ridicolo

Inviato: venerdì 14 settembre 2018, 19:22
da Tranchée d'Arenberg
andriusskerla ha scritto:
venerdì 14 settembre 2018, 19:15
Tranchée d'Arenberg ha scritto:
venerdì 14 settembre 2018, 18:33
Tour of China I (per chi non lo sapesse c'è pure il II), corsa cinese 2.1(già questo è molto ridicolo) di 7 tappe. Oggi hanno osservato un giorno di riposo e domani c'è la settima ed ultima tappa. Abbondantemente oltre il limite del ridicolo
Però se ho visto bene tra l'arrivo di ieri e la partenza di domani ci sono 600 km. Se sono trasferimenti da fare via terra il giorno di riposo è necessario.
Ok, ma non mi pare sia prescritto da nessuna parte che si debba fare un trasferimento di 600 km il giorno prima dell'ultima tappa di una corsa di 7 tappe. Anzi sta cosa mi sembra ancora più assurda.

Re: Oltre i limiti del ridicolo

Inviato: venerdì 14 settembre 2018, 19:34
da Patate
andriusskerla ha scritto:
venerdì 14 settembre 2018, 19:15

Però se ho visto bene tra l'arrivo di ieri e la partenza di domani ci sono 600 km. Se sono trasferimenti da fare via terra il giorno di riposo è necessario.
Trasferimenti assurdi del genere ci sono quasi in ogni giorno di questa corsa, riposo o non.
Per me il motivo di questo riposo è che il 17 inizia il Tour of China II, con il quale forma una coppia di corse praticamente siamesi allo scopo di aggirare la regolamentazione sulle corse a tappe UCI -ora non so come funzioni esattamente-. E quindi questo riposo apparentemente a fine corsa è "quasi" come un riposo dopo una settimana di GT

Re: Oltre i limiti del ridicolo

Inviato: venerdì 14 settembre 2018, 19:38
da il_panta
ucci90 ha scritto:
mercoledì 12 settembre 2018, 16:55
Non regge neanche la scusa che volevano andare in fuga ma non ci sono riusciti e vogliono farsi vedere in casa, perché come cavolo si fa a mancare una fuga di 26 con tutti i propri atleti?!
Non l'hanno mancata la fuga, c'era un loro uomo. Volevano chiaramente farsi vedere nei Paesi Baschi, ci può stare. Le nostre Professional talvolta corrono tre settimane intere con lo stesso obiettivo.

Re: Oltre i limiti del ridicolo

Inviato: venerdì 14 settembre 2018, 23:45
da udra
Patate ha scritto:
mercoledì 5 settembre 2018, 17:50
Non ho indagato sulla veridicità della dichiarazione ma mi sto sganasciando :crazy: :crazy:
Cattura.PNG
Oggi assume un valore ancora più notevole. grazie Nairo.