Marco Pantani.

Il mondo dei professionisti tra gare e complessità, e più in generale l'approccio al ciclismo di ogni appassionato
paolo117
Messaggi: 410
Iscritto il: giovedì 11 aprile 2013, 2:51

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da paolo117 »

Cthulhu ha scritto: mercoledì 23 settembre 2020, 21:53
herbie ha scritto: mercoledì 23 settembre 2020, 21:12 se è per quello, sono assai più facili e sospette le tinte bionde per far sparire le tracce nell'eventuale esame del capello.
Per il resto sul libro sono d'accordo con Bitossi. Da una attenta e varia raccolta di documenti, si dovrebbe giungere a conclusioni ponderate e storicamente inconfutabili....lì si tirano conclusioni che sono pure ipotesi confermate da poco o niente.
Però per farsi il Ventoux la bandana è più pratica rispetto alla chioma alla Federica Panicucci.
P.S : scherzo ,non vorrei che qualcuno mi prenda sul serio. Ci sono quelli che sono più suscettibili su Pantani che sulla mamma.
Beh in un altro post hai detto che Riis è Armstrong vengono bistrattato mentre a Pantani in Italia si fanno monumenti. Ti rispondo qui perché li siamo chiaramente off topic : "Guarda che in fatto di doping ho letto di tutto. Compreso il libro di Donati in cui parla del file di Conconi. Le.domande del mio post erano semplici. Vuoi paragonare uno scalatore che è sempre stato uno scalatore e da dilettante faceva i tempi dei professionisti ( vedi cronoscalata della Futa) a un gregario passistone ( Rijs) che chiudeva i grandi giri in 100esima posizione all'improvviso a 30 anni diventa corridore da Tour de France arrivando a vincerlo. Oppure Armstrong che era un ottimo corridore da classiche ma assolutamente inadatto ai grandi giri all'improvviso si scopre dominatore?? . Pantani prendeva Epo? Sì. Questo ha modificato le sue caratteristiche di ciclista ? Non mi pare sia diventato un cronomen un velocista o un passista. Riis e Armstrong hanno totalmente modificato le loro caratteristiche. Non ci vogliono grandi scienziati a capire chi ha usato meglio il doping col senno di poi. Lasciando stare poi le coperture di cui godeva Lance e i suoi modi mafiosi derivanti dal suo strapotere economico .


Cthulhu
Messaggi: 1261
Iscritto il: martedì 11 ottobre 2011, 21:36

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da Cthulhu »

paolo117 ha scritto: mercoledì 23 settembre 2020, 22:06
Cthulhu ha scritto: mercoledì 23 settembre 2020, 21:53
herbie ha scritto: mercoledì 23 settembre 2020, 21:12 se è per quello, sono assai più facili e sospette le tinte bionde per far sparire le tracce nell'eventuale esame del capello.
Per il resto sul libro sono d'accordo con Bitossi. Da una attenta e varia raccolta di documenti, si dovrebbe giungere a conclusioni ponderate e storicamente inconfutabili....lì si tirano conclusioni che sono pure ipotesi confermate da poco o niente.
Però per farsi il Ventoux la bandana è più pratica rispetto alla chioma alla Federica Panicucci.
P.S : scherzo ,non vorrei che qualcuno mi prenda sul serio. Ci sono quelli che sono più suscettibili su Pantani che sulla mamma.
Beh in un altro post hai detto che Riis è Armstrong vengono bistrattato mentre a Pantani in Italia si fanno monumenti. Ti rispondo qui perché li siamo chiaramente off topic : "Guarda che in fatto di doping ho letto di tutto. Compreso il libro di Donati in cui parla del file di Conconi. Le.domande del mio post erano semplici. Vuoi paragonare uno scalatore che è sempre stato uno scalatore e da dilettante faceva i tempi dei professionisti ( vedi cronoscalata della Futa) a un gregario passistone ( Rijs) che chiudeva i grandi giri in 100esima posizione all'improvviso a 30 anni diventa corridore da Tour de France arrivando a vincerlo. Oppure Armstrong che era un ottimo corridore da classiche ma assolutamente inadatto ai grandi giri all'improvviso si scopre dominatore?? . Pantani prendeva Epo? Sì. Questo ha modificato le sue caratteristiche di ciclista ? Non mi pare sia diventato un cronomen un velocista o un passista. Riis e Armstrong hanno totalmente modificato le loro caratteristiche. Non ci vogliono grandi scienziati a capire chi ha usato meglio il doping col senno di poi. Lasciando stare poi le coperture di cui godeva Lance e i suoi modi mafiosi derivanti dal suo strapotere economico .
Pantani è diventato un cronomen. Nel 98 andava come le spie a cronometro mentre prima era fermo.
Aveva le coperture del CONI che lo dopava a spese dei contribuenti, nel 98 fecero pure uno scambio di provette con un gregario per nascondere l'ematocrito alto. E fino a che ha incontrato Conconi, nonostante le leggende era più scarso di Belli.
E comunque le statue agli imbroglioni ( perché quello è il doping, un imbroglio, anche se lo facevano tutti, così come uno che ruba è un ladro anche se il mondo ne è pieno ) le facciamo solo noi.


galibier98
Messaggi: 273
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 21:14

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da galibier98 »

Cthulhu ha scritto: mercoledì 23 settembre 2020, 22:14
paolo117 ha scritto: mercoledì 23 settembre 2020, 22:06
Cthulhu ha scritto: mercoledì 23 settembre 2020, 21:53
Però per farsi il Ventoux la bandana è più pratica rispetto alla chioma alla Federica Panicucci.
P.S : scherzo ,non vorrei che qualcuno mi prenda sul serio. Ci sono quelli che sono più suscettibili su Pantani che sulla mamma.
Beh in un altro post hai detto che Riis è Armstrong vengono bistrattato mentre a Pantani in Italia si fanno monumenti. Ti rispondo qui perché li siamo chiaramente off topic : "Guarda che in fatto di doping ho letto di tutto. Compreso il libro di Donati in cui parla del file di Conconi. Le.domande del mio post erano semplici. Vuoi paragonare uno scalatore che è sempre stato uno scalatore e da dilettante faceva i tempi dei professionisti ( vedi cronoscalata della Futa) a un gregario passistone ( Rijs) che chiudeva i grandi giri in 100esima posizione all'improvviso a 30 anni diventa corridore da Tour de France arrivando a vincerlo. Oppure Armstrong che era un ottimo corridore da classiche ma assolutamente inadatto ai grandi giri all'improvviso si scopre dominatore?? . Pantani prendeva Epo? Sì. Questo ha modificato le sue caratteristiche di ciclista ? Non mi pare sia diventato un cronomen un velocista o un passista. Riis e Armstrong hanno totalmente modificato le loro caratteristiche. Non ci vogliono grandi scienziati a capire chi ha usato meglio il doping col senno di poi. Lasciando stare poi le coperture di cui godeva Lance e i suoi modi mafiosi derivanti dal suo strapotere economico .
Pantani è diventato un cronomen. Nel 98 andava come le spie a cronometro mentre prima era fermo.
Aveva le coperture del CONI che lo dopava a spese dei contribuenti, nel 98 fecero pure uno scambio di provette con un gregario per nascondere l'ematocrito alto. E fino a che ha incontrato Conconi, nonostante le leggende era più scarso di Belli.
E comunque le statue agli imbroglioni ( perché quello è il doping, un imbroglio, anche se lo facevano tutti, così come uno che ruba è un ladro anche se il mondo ne è pieno ) le facciamo solo noi.
Come una spia nel 98?!! A Trieste prese, quasi 3 minuti e mezzo da Zuelle. Nella crono finale andò forte, arrivò terzo ma in una crono vallonata e poi si sa che a fine Giro storicamente chi lotta per la maglia rosa ha più energie e motivazioni del resto del gruppo. Da Saronniano altrimenti me la dovrei prendere con Battaglin ma non ci penso nemmeno
Al Tour nella prima crono prese 4,20 da Ullrich e 2,30 sempre dal tedesco il penultimo giorno (stesso discorso di sopra)
È proprio diventato un cronoman
Lo scambio di provette sicuro? Io non ho parole
Pantani in salita è sempre andato più forte di Belli.
Le statue non saranno mai troppe. Se come dici lo facevano tutti può essere ma perché ti appassioni tanto a gettare fango sul povero Pantani?


paolo117
Messaggi: 410
Iscritto il: giovedì 11 aprile 2013, 2:51

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da paolo117 »

Mi pare che questa persona è morta. Perseguita dalla magistratura manco fosse il peggior delinquente del mondo. Morta da sola in un albergo . La stampa lo scaricò il 5 Giugno per un controllo che dire sospetto è poco. Nel mentre la stessa stampa osannava un ex classicomane reduce da un tumore che all'improvviso dava a tutti minuti in salita e a cronometro . Per me imbroglione è chi trae vantaggio da qualcosa. E Pantani dal doping di vantaggi ne ha avuti ben pochi . Ha pagato con la vita e ha finito una carriera . Il coni che lo copriva secondo te all'improvviso nel 99 decide di mollarlo? I danni per lo sport Italiano di quel 5 giugno li paghiamo ancora oggi. Poi cronomen dove ? Le crono finali dei grandi giri Hanno sempre avuto risultati particolari e non fanno testo. Nel tour del 98 arrivò 181esimo nel prologo beccando 48 secondi in 5.6 km 33esimo beccando 4 minuti e mezzo da Urlich. Se questo è andare come le spie a cronometro. Al Giro arrivò 90 esimo nel prologo prendendo 40 secondo in 7 km e 24 esimo nella crono di Trieste perdendo 3 minuti e mezzo e arrivando dietro a Luc Leblanc e Guerini. Spiegami dove sta il grande cronomen???


Avatar utente
kraus
Messaggi: 94
Iscritto il: sabato 23 febbraio 2019, 15:37

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da kraus »

Cthulhu ha scritto: mercoledì 23 settembre 2020, 22:14
Pantani è diventato un cronomen. Nel 98 andava come le spie a cronometro mentre prima era fermo.
Non direi. Nel prologo del Giro '98 arrivò 76° a 39'' dal vincitore, nella crono di Trieste giunse solo 24° a 3' 26'' dal 1° (Zülle in entrambi i casi). Nel Tour fece addirittura 181° a 48'' da Boardman a Dublino e 33° a Corrèze a 5'04'' da Ullrich. Non proprio risultati da cronoman.

Nelle crono di chiusura le differenze tendono in genere ad appiattirsi, come confermano quella di Lugano (3° a 30'' da Podenzana) e quella di Le Creusot (ancora 3° a 2'35'' da Ullrich), ma in quelle di apertura e di mezzo, come s'è visto, la faccenda cambia e molto.


Avatar utente
Pirata81
Messaggi: 3069
Iscritto il: sabato 6 febbraio 2016, 1:37
Località: Savona

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da Pirata81 »

Cthulhu ha scritto: mercoledì 23 settembre 2020, 22:14
paolo117 ha scritto: mercoledì 23 settembre 2020, 22:06
Cthulhu ha scritto: mercoledì 23 settembre 2020, 21:53
Però per farsi il Ventoux la bandana è più pratica rispetto alla chioma alla Federica Panicucci.
P.S : scherzo ,non vorrei che qualcuno mi prenda sul serio. Ci sono quelli che sono più suscettibili su Pantani che sulla mamma.
Beh in un altro post hai detto che Riis è Armstrong vengono bistrattato mentre a Pantani in Italia si fanno monumenti. Ti rispondo qui perché li siamo chiaramente off topic : "Guarda che in fatto di doping ho letto di tutto. Compreso il libro di Donati in cui parla del file di Conconi. Le.domande del mio post erano semplici. Vuoi paragonare uno scalatore che è sempre stato uno scalatore e da dilettante faceva i tempi dei professionisti ( vedi cronoscalata della Futa) a un gregario passistone ( Rijs) che chiudeva i grandi giri in 100esima posizione all'improvviso a 30 anni diventa corridore da Tour de France arrivando a vincerlo. Oppure Armstrong che era un ottimo corridore da classiche ma assolutamente inadatto ai grandi giri all'improvviso si scopre dominatore?? . Pantani prendeva Epo? Sì. Questo ha modificato le sue caratteristiche di ciclista ? Non mi pare sia diventato un cronomen un velocista o un passista. Riis e Armstrong hanno totalmente modificato le loro caratteristiche. Non ci vogliono grandi scienziati a capire chi ha usato meglio il doping col senno di poi. Lasciando stare poi le coperture di cui godeva Lance e i suoi modi mafiosi derivanti dal suo strapotere economico .
Pantani è diventato un cronomen. Nel 98 andava come le spie a cronometro mentre prima era fermo.
Aveva le coperture del CONI che lo dopava a spese dei contribuenti, nel 98 fecero pure uno scambio di provette con un gregario per nascondere l'ematocrito alto. E fino a che ha incontrato Conconi, nonostante le leggende era più scarso di Belli.
E comunque le statue agli imbroglioni ( perché quello è il doping, un imbroglio, anche se lo facevano tutti, così come uno che ruba è un ladro anche se il mondo ne è pieno ) le facciamo solo noi.
Pure i francesi sul Galibier. O gli spagnoli sul Collado Bermejo.
Riguardo alle "coperture" Pantani era così coperto che se lo incularono col sabbione a Campiglio,facendolo passare ancora prima di quel giorno come IL dopato,il montone nero tra gli innocenti. Il che farebbe ridere se non fosse che Marco ci ha rimesso la vita.
Come dimenticare la lite in tv tra Pantani e Tafi al processo alla tappa. Il disegno era chiaro,far sembrare Pantani come un oppositore dei controlli antidoping,quando in realtà il suo intento era solo avere chiarezza tra controlli CONI e controlli UCI.
Su Conconi basta dire che seguiva tutto il gotha dello sport italiano di quegli anni (sci di fondo e ciclismo in particolare). Nel file DBLAB ci sono tanti bei nomi,c'è anche una ex parlamentare sciatrice di fondo...


FC 2019: 3°
1° Vuelta buena
FC 2018: 9°
1° Giro anch'io
3° Vuelta
FC 2017: 2°
2° Super Tour
2° Vuelta
2° Super Vuelta
FC 2016: 6°
3° Giro
3° Tour
https://youtu.be/VzO0DC3X7cs
https://youtu.be/66iXTQio7wk
ste87
Messaggi: 55
Iscritto il: domenica 24 luglio 2011, 23:15

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da ste87 »

Cthulhu ha scritto: mercoledì 23 settembre 2020, 22:14
paolo117 ha scritto: mercoledì 23 settembre 2020, 22:06
Cthulhu ha scritto: mercoledì 23 settembre 2020, 21:53
Però per farsi il Ventoux la bandana è più pratica rispetto alla chioma alla Federica Panicucci.
P.S : scherzo ,non vorrei che qualcuno mi prenda sul serio. Ci sono quelli che sono più suscettibili su Pantani che sulla mamma.
Beh in un altro post hai detto che Riis è Armstrong vengono bistrattato mentre a Pantani in Italia si fanno monumenti. Ti rispondo qui perché li siamo chiaramente off topic : "Guarda che in fatto di doping ho letto di tutto. Compreso il libro di Donati in cui parla del file di Conconi. Le.domande del mio post erano semplici. Vuoi paragonare uno scalatore che è sempre stato uno scalatore e da dilettante faceva i tempi dei professionisti ( vedi cronoscalata della Futa) a un gregario passistone ( Rijs) che chiudeva i grandi giri in 100esima posizione all'improvviso a 30 anni diventa corridore da Tour de France arrivando a vincerlo. Oppure Armstrong che era un ottimo corridore da classiche ma assolutamente inadatto ai grandi giri all'improvviso si scopre dominatore?? . Pantani prendeva Epo? Sì. Questo ha modificato le sue caratteristiche di ciclista ? Non mi pare sia diventato un cronomen un velocista o un passista. Riis e Armstrong hanno totalmente modificato le loro caratteristiche. Non ci vogliono grandi scienziati a capire chi ha usato meglio il doping col senno di poi. Lasciando stare poi le coperture di cui godeva Lance e i suoi modi mafiosi derivanti dal suo strapotere economico .
Pantani è diventato un cronomen. Nel 98 andava come le spie a cronometro mentre prima era fermo.
Aveva le coperture del CONI che lo dopava a spese dei contribuenti, nel 98 fecero pure uno scambio di provette con un gregario per nascondere l'ematocrito alto. E fino a che ha incontrato Conconi, nonostante le leggende era più scarso di Belli.
E comunque le statue agli imbroglioni ( perché quello è il doping, un imbroglio, anche se lo facevano tutti, così come uno che ruba è un ladro anche se il mondo ne è pieno ) le facciamo solo noi.
Ecco uno a cui farebbe bene leggere il libro di Rendell... o rileggerlo. Più scarso di Belli? Cosa stai bevendo? Pago io un giro per entrambi dello stesso. Ancora oggi trovi le interviste dei diretti interessati (gotti, belli, noè, guerini) che affermano chiaramente che pantani fosse un fenomeno assoluto. Dai, un po' di oggettività... sono proprie posizioni come la tua a giustificare il/lo dezanismo


ste87
Messaggi: 55
Iscritto il: domenica 24 luglio 2011, 23:15

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da ste87 »

Cthulhu ha scritto: mercoledì 23 settembre 2020, 22:14
paolo117 ha scritto: mercoledì 23 settembre 2020, 22:06
Cthulhu ha scritto: mercoledì 23 settembre 2020, 21:53
Però per farsi il Ventoux la bandana è più pratica rispetto alla chioma alla Federica Panicucci.
P.S : scherzo ,non vorrei che qualcuno mi prenda sul serio. Ci sono quelli che sono più suscettibili su Pantani che sulla mamma.
Beh in un altro post hai detto che Riis è Armstrong vengono bistrattato mentre a Pantani in Italia si fanno monumenti. Ti rispondo qui perché li siamo chiaramente off topic : "Guarda che in fatto di doping ho letto di tutto. Compreso il libro di Donati in cui parla del file di Conconi. Le.domande del mio post erano semplici. Vuoi paragonare uno scalatore che è sempre stato uno scalatore e da dilettante faceva i tempi dei professionisti ( vedi cronoscalata della Futa) a un gregario passistone ( Rijs) che chiudeva i grandi giri in 100esima posizione all'improvviso a 30 anni diventa corridore da Tour de France arrivando a vincerlo. Oppure Armstrong che era un ottimo corridore da classiche ma assolutamente inadatto ai grandi giri all'improvviso si scopre dominatore?? . Pantani prendeva Epo? Sì. Questo ha modificato le sue caratteristiche di ciclista ? Non mi pare sia diventato un cronomen un velocista o un passista. Riis e Armstrong hanno totalmente modificato le loro caratteristiche. Non ci vogliono grandi scienziati a capire chi ha usato meglio il doping col senno di poi. Lasciando stare poi le coperture di cui godeva Lance e i suoi modi mafiosi derivanti dal suo strapotere economico .
Pantani è diventato un cronomen. Nel 98 andava come le spie a cronometro mentre prima era fermo.
Aveva le coperture del CONI che lo dopava a spese dei contribuenti, nel 98 fecero pure uno scambio di provette con un gregario per nascondere l'ematocrito alto. E fino a che ha incontrato Conconi, nonostante le leggende era più scarso di Belli.
E comunque le statue agli imbroglioni ( perché quello è il doping, un imbroglio, anche se lo facevano tutti, così come uno che ruba è un ladro anche se il mondo ne è pieno ) le facciamo solo noi.
Poi... le coperture ( e quali coperture? Tu parli di Conconi 92- 95 e l'esame dell'epo è arrivato nel 2000. Per cosa avrebbe dovuto essere coperto???) del Coni a spese dei contribuenti... Paura e delirio... ma grazie comunque... sono lusingato che le tasse pagate dai miei nel 94 li abbia resi azionisti dell'impresa sul mortirolo!


Cthulhu
Messaggi: 1261
Iscritto il: martedì 11 ottobre 2011, 21:36

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da Cthulhu »

ste87 ha scritto: mercoledì 23 settembre 2020, 22:38
Cthulhu ha scritto: mercoledì 23 settembre 2020, 22:14
paolo117 ha scritto: mercoledì 23 settembre 2020, 22:06

Beh in un altro post hai detto che Riis è Armstrong vengono bistrattato mentre a Pantani in Italia si fanno monumenti. Ti rispondo qui perché li siamo chiaramente off topic : "Guarda che in fatto di doping ho letto di tutto. Compreso il libro di Donati in cui parla del file di Conconi. Le.domande del mio post erano semplici. Vuoi paragonare uno scalatore che è sempre stato uno scalatore e da dilettante faceva i tempi dei professionisti ( vedi cronoscalata della Futa) a un gregario passistone ( Rijs) che chiudeva i grandi giri in 100esima posizione all'improvviso a 30 anni diventa corridore da Tour de France arrivando a vincerlo. Oppure Armstrong che era un ottimo corridore da classiche ma assolutamente inadatto ai grandi giri all'improvviso si scopre dominatore?? . Pantani prendeva Epo? Sì. Questo ha modificato le sue caratteristiche di ciclista ? Non mi pare sia diventato un cronomen un velocista o un passista. Riis e Armstrong hanno totalmente modificato le loro caratteristiche. Non ci vogliono grandi scienziati a capire chi ha usato meglio il doping col senno di poi. Lasciando stare poi le coperture di cui godeva Lance e i suoi modi mafiosi derivanti dal suo strapotere economico .
Pantani è diventato un cronomen. Nel 98 andava come le spie a cronometro mentre prima era fermo.
Aveva le coperture del CONI che lo dopava a spese dei contribuenti, nel 98 fecero pure uno scambio di provette con un gregario per nascondere l'ematocrito alto. E fino a che ha incontrato Conconi, nonostante le leggende era più scarso di Belli.
E comunque le statue agli imbroglioni ( perché quello è il doping, un imbroglio, anche se lo facevano tutti, così come uno che ruba è un ladro anche se il mondo ne è pieno ) le facciamo solo noi.
Ecco uno a cui farebbe bene leggere il libro di Rendell... o rileggerlo. Più scarso di Belli? Cosa stai bevendo? Pago io un giro per entrambi dello stesso. Ancora oggi trovi le interviste dei diretti interessati (gotti, belli, noè, guerini) che affermano chiaramente che pantani fosse un fenomeno assoluto. Dai, un po' di oggettività... sono proprie posizioni come la tua a giustificare il/lo dezanismo

Un fenomeno assoluto che tra i dilettanti battevano stabilmente...
Io non so quanti anni hai,ma io me lo ricordo quando è esploso nel 94. Il commento generale era " e questo qui da dove è sbucato fuori che finora non ha combinato mai un c***o ?"
Nel primo anno e mezzo di professionismo il suo massimo risultato fu un quinto posto nel Giro del Trentino ( fra l'altro dietro Belli che lo aveva sconfitto pure nel Giro dilettanti che Pantani vinse solo dopo che i suoi coetanei Belli e Casagrande erano passati pro).
Poi ha incontrato Conconi, il suo ematocrito è salito di 15 punti di botto ed è diventato il Pirata.
Comunque chiudo qui, non mi interessa discutere le credenze religiose altrui.


Cthulhu
Messaggi: 1261
Iscritto il: martedì 11 ottobre 2011, 21:36

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da Cthulhu »

ste87 ha scritto: mercoledì 23 settembre 2020, 22:48
Cthulhu ha scritto: mercoledì 23 settembre 2020, 22:14
paolo117 ha scritto: mercoledì 23 settembre 2020, 22:06

Beh in un altro post hai detto che Riis è Armstrong vengono bistrattato mentre a Pantani in Italia si fanno monumenti. Ti rispondo qui perché li siamo chiaramente off topic : "Guarda che in fatto di doping ho letto di tutto. Compreso il libro di Donati in cui parla del file di Conconi. Le.domande del mio post erano semplici. Vuoi paragonare uno scalatore che è sempre stato uno scalatore e da dilettante faceva i tempi dei professionisti ( vedi cronoscalata della Futa) a un gregario passistone ( Rijs) che chiudeva i grandi giri in 100esima posizione all'improvviso a 30 anni diventa corridore da Tour de France arrivando a vincerlo. Oppure Armstrong che era un ottimo corridore da classiche ma assolutamente inadatto ai grandi giri all'improvviso si scopre dominatore?? . Pantani prendeva Epo? Sì. Questo ha modificato le sue caratteristiche di ciclista ? Non mi pare sia diventato un cronomen un velocista o un passista. Riis e Armstrong hanno totalmente modificato le loro caratteristiche. Non ci vogliono grandi scienziati a capire chi ha usato meglio il doping col senno di poi. Lasciando stare poi le coperture di cui godeva Lance e i suoi modi mafiosi derivanti dal suo strapotere economico .
Pantani è diventato un cronomen. Nel 98 andava come le spie a cronometro mentre prima era fermo.
Aveva le coperture del CONI che lo dopava a spese dei contribuenti, nel 98 fecero pure uno scambio di provette con un gregario per nascondere l'ematocrito alto. E fino a che ha incontrato Conconi, nonostante le leggende era più scarso di Belli.
E comunque le statue agli imbroglioni ( perché quello è il doping, un imbroglio, anche se lo facevano tutti, così come uno che ruba è un ladro anche se il mondo ne è pieno ) le facciamo solo noi.
Poi... le coperture ( e quali coperture? Tu parli di Conconi 92- 95 e l'esame dell'epo è arrivato nel 2000. Per cosa avrebbe dovuto essere coperto???) del Coni a spese dei contribuenti... Paura e delirio... ma grazie comunque... sono lusingato che le tasse pagate dai miei nel 94 li abbia resi azionisti dell'impresa sul mortirolo!
Ragazzo, studia. Leggi. Informati.


Fedaia
Messaggi: 1953
Iscritto il: sabato 11 giugno 2016, 19:18

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da Fedaia »

Tocca leggere robe vergognose..
giu le mani dal Pirata.


galibier98
Messaggi: 273
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 21:14

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da galibier98 »

Cthulhu ha scritto: mercoledì 23 settembre 2020, 22:59
ste87 ha scritto: mercoledì 23 settembre 2020, 22:38
Cthulhu ha scritto: mercoledì 23 settembre 2020, 22:14
Pantani è diventato un cronomen. Nel 98 andava come le spie a cronometro mentre prima era fermo.
Aveva le coperture del CONI che lo dopava a spese dei contribuenti, nel 98 fecero pure uno scambio di provette con un gregario per nascondere l'ematocrito alto. E fino a che ha incontrato Conconi, nonostante le leggende era più scarso di Belli.
E comunque le statue agli imbroglioni ( perché quello è il doping, un imbroglio, anche se lo facevano tutti, così come uno che ruba è un ladro anche se il mondo ne è pieno ) le facciamo solo noi.
Ecco uno a cui farebbe bene leggere il libro di Rendell... o rileggerlo. Più scarso di Belli? Cosa stai bevendo? Pago io un giro per entrambi dello stesso. Ancora oggi trovi le interviste dei diretti interessati (gotti, belli, noè, guerini) che affermano chiaramente che pantani fosse un fenomeno assoluto. Dai, un po' di oggettività... sono proprie posizioni come la tua a giustificare il/lo dezanismo

Un fenomeno assoluto che tra i dilettanti battevano stabilmente...
Io non so quanti anni hai,ma io me lo ricordo quando è esploso nel 94. Il commento generale era " e questo qui da dove è sbucato fuori che finora non ha combinato mai un c***o ?"
Nel primo anno e mezzo di professionismo il suo massimo risultato fu un quinto posto nel Giro del Trentino ( fra l'altro dietro Belli che lo aveva sconfitto pure nel Giro dilettanti che Pantani vinse solo dopo che i suoi coetanei Belli e Casagrande erano passati pro).
Poi ha incontrato Conconi, il suo ematocrito è salito di 15 punti di botto ed è diventato il Pirata.
Comunque chiudo qui, non mi interessa discutere le credenze religiose altrui.
Cosa mi tocca leggere!! E dici agli altri di informarsi?! Pantani Belli Casagrande passarono professionisti tutti insieme dopo le Olimpiadi di Barcellona 92. All’epoca c’era il cosiddetto blocco olimpico. Pantani nei 2 giri dilettanti in cui arrivò secondo e terzo perse tanto tempo a causa di cadute. Basta sentire le telecronache di Belli nelle quali continuamente dice che Pantani è sempre stato rispetto a loro di un’altra categoria. Per inciso nel 91 vinse la cronoscalata della Futa con un tempo che gli avrebbe consentito di arrivare secondo tra i professionisti 10 secondi dietro Bugno, campione del mondo da una settimana.
Poi nel 93 al Giro stava andando forte, si ritirò a tre tappe dalla fine quando era nei primi 20 pur facendo il gregario a Chiappucci e con grossi problemi tendinei. Superati i problemi fisici del 93 andò forte per tutto il 94, anche prima del Giro.
Nessuno disse nel 94 da dove è venuto fuori questo. Chiunque seguisse il ciclismo sapeva del talento da scalatore di questo ragazzo. Ho una certa età anche io.
Mi sembra ci sia un po’ di disinformazione


ste87
Messaggi: 55
Iscritto il: domenica 24 luglio 2011, 23:15

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da ste87 »

Cthulhu ha scritto: mercoledì 23 settembre 2020, 22:59
ste87 ha scritto: mercoledì 23 settembre 2020, 22:48
Cthulhu ha scritto: mercoledì 23 settembre 2020, 22:14
Pantani è diventato un cronomen. Nel 98 andava come le spie a cronometro mentre prima era fermo.
Aveva le coperture del CONI che lo dopava a spese dei contribuenti, nel 98 fecero pure uno scambio di provette con un gregario per nascondere l'ematocrito alto. E fino a che ha incontrato Conconi, nonostante le leggende era più scarso di Belli.
E comunque le statue agli imbroglioni ( perché quello è il doping, un imbroglio, anche se lo facevano tutti, così come uno che ruba è un ladro anche se il mondo ne è pieno ) le facciamo solo noi.
Poi... le coperture ( e quali coperture? Tu parli di Conconi 92- 95 e l'esame dell'epo è arrivato nel 2000. Per cosa avrebbe dovuto essere coperto???) del Coni a spese dei contribuenti... Paura e delirio... ma grazie comunque... sono lusingato che le tasse pagate dai miei nel 94 li abbia resi azionisti dell'impresa sul mortirolo!
Ragazzo, studia. Leggi. Informati.
Senti,
porta fonti, date, prove. Altrimenti fly down. Hai scoperto il libro di Donati l'altro ieri e ti vuoi sparare la posa?
Io sto scrivendo che quello a cui tu "alludi" e cioè una collaborazione del Coni con Conconi ( che coinvolge oltre a Pantani, una marea di ciclisti e in generale il gotha dello sport di quegli anni) riguarda un periodo in cui non c'era nessun controllo minaccioso da richiedere coperture. Stai parlando di un più generico finanziamento per un programma doping? Esprimiti meglio e ritenta.


Avatar utente
nino58
Messaggi: 12670
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da nino58 »

Ogni tanto lo sport del tirare secchi di merda ai morti, non si sa perchè non si sa per come, riappare a volte qui a volte altrove, come l'araba fenice.


Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!
Avatar utente
nemecsek.
Messaggi: 2710
Iscritto il: mercoledì 6 gennaio 2016, 22:35

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da nemecsek. »

Bitossi ha scritto: mercoledì 23 settembre 2020, 20:31

Però, sulla questione chiarita, ho comunque delle perplessità: non è che P. usasse sostanze la sera prima della tappa dello Zoncolan! Per quel che ne so, sempre per via di esperienze professionali ( :aureola: ), le tracce di cocaina scompaiono nella stragrande maggioranza dei casi prima delle 72 ore (nelle urine, sensibilmente meno nel sangue). Solo in rarissimi casi, relativi a vecchi consumatori incalliti, si può arrivare a 15 gg/un mese max.
Quindi bastava un bel periodo di allenamento, anche solo di pochi giorni, per far sparire tutto.

PS: io però a questo punto penso che l’interrogativo di nem fosse un altro... :boh:
Quello era l'interrogativo, e la tua è una spiegazione razionale, probabilmente riusciva a gestire il periodo di corsa con la sostanza.
Fatto certo e inconfutabile è che assumesse er cocco in maniera continuativa da almeno il 2000.
Mai risultato positivo, stavorta lo dicco io.. :D

Ora abbandoniamo per un attimo i fatti e veniamo alle ipotesi di Donati


Conconi, con Pantani, ha voluto strafare e ciò ha comportato una serie di conseguenze, a partire dal fatto che rivali e compagni lo tolleravano, non lo amavano. Cosa avvenne al Giro del 1999? Avvenne che Pantani, dopo essersi fortemente opposto, anche con minacce, ai controlli della Commissione antidoping esterna, che sostenemmo anche io e Bellotti, fu invece sottoposto e trovato positivo in un controllo della Federazione Ciclistica Internazionale, a cui fu costretto a sottoporsi per una sorta di ribellione degli altri ciclisti, che si erano presentati in orario, mentre lui cercava di tirare alle lunghe per provare a pulirsi il sangue, cosa comune a quei tempi.

Quindi, nel caso Pantani, ci fu una sorta di processo interno?
Esatto, scaturito da una sorta di avidità di Pantani diciamo, una volontà di volere sempre e comunque stravincere, come del resto era stato abituato. E la cosa non piaceva a nessuno, perché finiva per umiliare anche i suoi colleghi. Solo a questo punto Pantani divenne vittima, perché si trovò completamente disorientato
. Per tornare a vincere come voleva e come era sua abitudine, dopo Madonna di Campiglio, avrebbe dovuto rispingersi a quegli impressionanti livelli ematici per cui era stato fermato, ma non poteva più perché era sottoposto a controlli continui.

Entrò in crisi quindi.
Si. Vide le persone dell’ambiente allontanarsi da lui, venne lasciato solo. Passò dall’esaltazione alla depressione ed iniziò a fare uso di cocaina. E qui subentrano ulteriori responsabilità dell’ambiente sportivo che pur a conoscenza della sua dipendenza, non cercò di fermarlo, ma anzi, rimase passivo. Lo sapevano tutti che faceva uso di cocaina, ma nonostante il suo corpo fosse provato dalla dipendenza e dai precedenti anni di uso smodato del doping, tutti non facevano altro che spingerlo ad un ritorno alle corse quanto mai inappropriato.


SE stiamo a ciò che dichiara Donati, Pantani non era molto amato nel milieu, non si sapeva gestire bene relazionalmente, inoltre nei anni seguenti MDC l uso der cocco era di dominio pubblico nel ambiente; aggiungiamoce pure la gita de Ceruti a Cesena, le dichiarazioni difensive de Pagnozzi su Sidney in risposta ala commisione coni

La Commissione raccontava che qualcosa nei test era degno di attenzione. I valori dell'ematocrito erano intorno al 49% e altri valori legati al metabolismo dell'emoglobina erano fortemente perturbati. A mettere sull'avviso la Commissione, poi, non erano i valori assoluti del test ma il confronto con dati precedenti, che rivelavano sbalzi difficili fisiologicamente da spiegare e da interpretare.

"Ho parlato di questo caso in Giunta Coni, poi ho avvertito il responsabile medico della federazione e quello nostro a Sydney, professor Caselli. Per noi il discorso è chiaro: fino a quando i valori sono consentiti, la cosa non ci compete e non possiamo fare nulla"

cosa concludo io?
che cercare assunzione diciamo retroattiva de cocco forse era possibile ma de certo non stava nei protocolli dei controlli antidoping.
ovvero ce stava na sponda, il Pirata poteva rientrare, Ceruti scese a confermarglielo

poi, come replicò scandalizzato Zoran all amico mio avvocato, che paventava un'incriminazione da lesioni aggravarsi a tentato omicidio... avocato, tu crede che io sono stupido da amazare vaca che da latte?... :D :D :D


Immagine

Finestre 2018 rosicata eterna :D
ste87
Messaggi: 55
Iscritto il: domenica 24 luglio 2011, 23:15

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da ste87 »

nemecsek. ha scritto: martedì 29 settembre 2020, 13:07
Bitossi ha scritto: mercoledì 23 settembre 2020, 20:31

Però, sulla questione chiarita, ho comunque delle perplessità: non è che P. usasse sostanze la sera prima della tappa dello Zoncolan! Per quel che ne so, sempre per via di esperienze professionali ( :aureola: ), le tracce di cocaina scompaiono nella stragrande maggioranza dei casi prima delle 72 ore (nelle urine, sensibilmente meno nel sangue). Solo in rarissimi casi, relativi a vecchi consumatori incalliti, si può arrivare a 15 gg/un mese max.
Quindi bastava un bel periodo di allenamento, anche solo di pochi giorni, per far sparire tutto.

PS: io però a questo punto penso che l’interrogativo di nem fosse un altro... :boh:
Quello era l'interrogativo, e la tua è una spiegazione razionale, probabilmente riusciva a gestire il periodo di corsa con la sostanza.
Fatto certo e inconfutabile è che assumesse er cocco in maniera continuativa da almeno il 2000.
Mai risultato positivo, stavorta lo dicco io.. :D

Ora abbandoniamo per un attimo i fatti e veniamo alle ipotesi di Donati


Conconi, con Pantani, ha voluto strafare e ciò ha comportato una serie di conseguenze, a partire dal fatto che rivali e compagni lo tolleravano, non lo amavano. Cosa avvenne al Giro del 1999? Avvenne che Pantani, dopo essersi fortemente opposto, anche con minacce, ai controlli della Commissione antidoping esterna, che sostenemmo anche io e Bellotti, fu invece sottoposto e trovato positivo in un controllo della Federazione Ciclistica Internazionale, a cui fu costretto a sottoporsi per una sorta di ribellione degli altri ciclisti, che si erano presentati in orario, mentre lui cercava di tirare alle lunghe per provare a pulirsi il sangue, cosa comune a quei tempi.

Quindi, nel caso Pantani, ci fu una sorta di processo interno?
Esatto, scaturito da una sorta di avidità di Pantani diciamo, una volontà di volere sempre e comunque stravincere, come del resto era stato abituato. E la cosa non piaceva a nessuno, perché finiva per umiliare anche i suoi colleghi. Solo a questo punto Pantani divenne vittima, perché si trovò completamente disorientato
. Per tornare a vincere come voleva e come era sua abitudine, dopo Madonna di Campiglio, avrebbe dovuto rispingersi a quegli impressionanti livelli ematici per cui era stato fermato, ma non poteva più perché era sottoposto a controlli continui.

Entrò in crisi quindi.
Si. Vide le persone dell’ambiente allontanarsi da lui, venne lasciato solo. Passò dall’esaltazione alla depressione ed iniziò a fare uso di cocaina. E qui subentrano ulteriori responsabilità dell’ambiente sportivo che pur a conoscenza della sua dipendenza, non cercò di fermarlo, ma anzi, rimase passivo. Lo sapevano tutti che faceva uso di cocaina, ma nonostante il suo corpo fosse provato dalla dipendenza e dai precedenti anni di uso smodato del doping, tutti non facevano altro che spingerlo ad un ritorno alle corse quanto mai inappropriato.


SE stiamo a ciò che dichiara Donati, Pantani non era molto amato nel milieu, non si sapeva gestire bene relazionalmente, inoltre nei anni seguenti MDC l uso der cocco era di dominio pubblico nel ambiente; aggiungiamoce pure la gita de Ceruti a Cesena, le dichiarazioni difensive de Pagnozzi su Sidney in risposta ala commisione coni

La Commissione raccontava che qualcosa nei test era degno di attenzione. I valori dell'ematocrito erano intorno al 49% e altri valori legati al metabolismo dell'emoglobina erano fortemente perturbati. A mettere sull'avviso la Commissione, poi, non erano i valori assoluti del test ma il confronto con dati precedenti, che rivelavano sbalzi difficili fisiologicamente da spiegare e da interpretare.

"Ho parlato di questo caso in Giunta Coni, poi ho avvertito il responsabile medico della federazione e quello nostro a Sydney, professor Caselli. Per noi il discorso è chiaro: fino a quando i valori sono consentiti, la cosa non ci compete e non possiamo fare nulla"

cosa concludo io?
che cercare assunzione diciamo retroattiva de cocco forse era possibile ma de certo non stava nei protocolli dei controlli antidoping.
ovvero ce stava na sponda, il Pirata poteva rientrare, Ceruti scese a confermarglielo

poi, come replicò scandalizzato Zoran all amico mio avvocato, che paventava un'incriminazione da lesioni aggravarsi a tentato omicidio... avocato, tu crede che io sono stupido da amazare vaca che da latte?... :D :D :D
Insomma, per farla breve... in tutti i controlli prima e dopo Campiglio c'era una probabile benevolenza e copertura nei confronti di Pantani. E possibili manipolazioni. A Campiglio no. No, perché i corridori hanno protestato e contribuito a determinare l'unico controllo regolare di un quinquennio. A ognuno i suoi assiomi... o dogmi.

Donati è un grandissimo, ma non è infallibile e su Campiglio ha dato 3 o 4 versioni con differenze importanti dimostrando che ciò che conosce sull'argomento non si spinge aldilà della congettura o del sentito dire. E soprattutto credo che dopo il caso Schwazer sarebbe molto più prudente nel commentare la vicenda. Ma anche questa è una congettura. Fatto sta che le inesattezze ci sono...
"Conconi ha strafatto con Pantani"... e perché mai? Ha fatto come con tutti gli altri, dati DLAB alla mano. E comunque anni prima di Campiglio visto che nel'99 Pantani NON era seguito da Conconi. Altri corridori invidiosi che hanno preteso un controllo rigoroso? I fatti ci dicono che nell'albergo touring dove fu effettuato il controllo c'erano Mercatone e Saeco. Il capitano della Saeco era Savoldelli che il giorno dopo non indossò la maglia rosa per rispetto di Marco. Di che si parla?


paolo117
Messaggi: 410
Iscritto il: giovedì 11 aprile 2013, 2:51

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da paolo117 »

Che poi Savoldelli a Campiglio se non ricordo male aveva 49.9 di ematocrito .


TheArchitect99
Messaggi: 486
Iscritto il: giovedì 25 giugno 2020, 22:42

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da TheArchitect99 »

Scusate il commento ignorante, ma test retroattivi sui campioni del Giro di quell'anno non sono stati fatti in seguito? Intendo come per il Tour 98 e 99.


ste87
Messaggi: 55
Iscritto il: domenica 24 luglio 2011, 23:15

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da ste87 »

TheArchitect99 ha scritto: martedì 29 settembre 2020, 16:46 Scusate il commento ignorante, ma test retroattivi sui campioni del Giro di quell'anno non sono stati fatti in seguito? Intendo come per il Tour 98 e 99.
In quel caso si trattava di campioni di urina conservati a scopi, credo, di ricerca. Sarebbe interessante sapere se si trattava di un'operazione lecita. Quella di analizzarle a distanza di anni e a maggior ragione quella di pubblicare nomi e risultati.


TheArchitect99
Messaggi: 486
Iscritto il: giovedì 25 giugno 2020, 22:42

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da TheArchitect99 »

ste87 ha scritto: martedì 29 settembre 2020, 17:04
TheArchitect99 ha scritto: martedì 29 settembre 2020, 16:46 Scusate il commento ignorante, ma test retroattivi sui campioni del Giro di quell'anno non sono stati fatti in seguito? Intendo come per il Tour 98 e 99.
In quel caso si trattava di campioni di urina conservati a scopi, credo, di ricerca. Sarebbe interessante sapere se si trattava di un'operazione lecita. Quella di analizzarle a distanza di anni e a maggior ragione quella di pubblicare nomi e risultati.
Si anche se comunque i risultati li hanno dati dopo la scadenza della prescrizione quindi nessun rischio di squalifiche o ripercussioni sui risultati, solo effetto mediatico. E comunque confermarono quello che sapevano tutti sotto sotto.


Il Complottista
Messaggi: 627
Iscritto il: domenica 16 luglio 2017, 23:40

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da Il Complottista »

Qualcuno ha cattiva memoria .
I monumenti in Italia a Pantani sono stati fatti quando è morto .
Dal 1999 al 2003 venne trattato come un appestato,asociale e malato da gran parte della stampa nazionale .
Pochissimi dubitavano dei controlli e anzi qualcuno si spinse nel chiederne la radiazione .
Senza contare le frecciate sulle sue prestazioni post Campiglio , tolte ovviamente le due perle al Tour 2000 .
Cento volte meglio Simoni ,che non amava Pantani e lo ha sempre detto anche a costo di uscite infelici come al processo anni fa , di questa gente qui falsa e ipocrita .


Avatar utente
chinaski89
Messaggi: 5175
Iscritto il: sabato 13 giugno 2015, 16:51

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da chinaski89 »

Il Complottista ha scritto: martedì 29 settembre 2020, 18:26 Qualcuno ha cattiva memoria .
I monumenti in Italia a Pantani sono stati fatti quando è morto .
Dal 1999 al 2003 venne trattato come un appestato,asociale e malato da gran parte della stampa nazionale .
Pochissimi dubitavano dei controlli e anzi qualcuno si spinse nel chiederne la radiazione .
Senza contare le frecciate sulle sue prestazioni post Campiglio , tolte ovviamente le due perle al Tour 2000 .
Cento volte meglio Simoni ,che non amava Pantani e lo ha sempre detto anche a costo di uscite infelici come al processo anni fa , di questa gente qui falsa e ipocrita .
Concordo è proprio così, essendo stato esaltato ed amato (giustamente) come nessuno mai in questo sport almeno in Italia ed in tempi che posso conoscere, dopo la caduta molti si scagliarono contro di lui con una ferocia incredibile.. sul resto direi che si sa già tutto e qualsiasi idea si abbia resterà quella


Poohbook
Messaggi: 166
Iscritto il: giovedì 14 giugno 2018, 10:42

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da Poohbook »

A me continua a meravigliare come la gente possa mettersi il prosciutto sugli occhi. Mi sono appassionato al ciclismo nel 90’, avevo 12 anni, grazie alle imprese di bugno e chiappucci. Dopo di loro arrivò il pirata e non potete immaginare quanto lo abbia amato. Le scalate con gli amici in attesa del suo passaggio ore e ore davanti alla tv aspettando che buttasse giù la bandana e scattare. Sono emozioni irripetibili. C’è un però ed io sono uno di quelli che da quel fatidico 99’ l’ha condannato, perché scoperto che le sue imprese era finte. Barava come tutti gli altri e per questo non è giustificabile. Pantani si è sempre dopato anche da dilettante. Faccio presente che già nel ’95, quattro anni prima di Madonna di Campiglio, e travolto da un’auto mentre correva la Milano-Torino con i colleghi Dall’Oglio e Secchiari e trasportato al Cto del capoluogo piemontese con una gamba fratturata, Pantani aveva – scrivono i due consulenti – “valori ematologici abnormi”: ematocrito al 60.1%, 20,8 gr. per 100 millilitri di emoglobina, 6.690.000 di globuli rossi per millimetro cubo e ferritinemia (quantità di ferro nel sangue) a 1.500 cioè fuori controllo. Valori “anomali e tutti coerenti fra loro”, giustificabili con “un’unica spiegazione: l’assunzione di sostanze atte a sollecitare l’eritropoiesi”. Dimostrata anche dai valori ematici contenuti nelle cartelle cliniche di un altro ricovero di poco precedente a quello torinese: il 1° maggio 1995 il Pirata era stato investito da un’auto a Rimini mentre si allenava per il Giro d’Italia e gli fu riscontrato un ematocrito del 57%. Detto questo osannare un baro che si è dopato sempre durante la sua carriera lo si vede solo in Italia. Pantani non era diverso da Armstrong è da tutti i professionisti della sua generazione! Infatti per il ciclismo si ferma a chiappucci e Bugno e riprende con Contador! Un altro che santo purtroppo non è stato.


jumbo
Messaggi: 6657
Iscritto il: sabato 1 ottobre 2011, 10:42

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da jumbo »

Poohbook ha scritto: mercoledì 30 settembre 2020, 12:08 A me continua a meravigliare come la gente possa mettersi il prosciutto sugli occhi. Mi sono appassionato al ciclismo nel 90’, avevo 12 anni, grazie alle imprese di bugno e chiappucci. Dopo di loro arrivò il pirata e non potete immaginare quanto lo abbia amato. Le scalate con gli amici in attesa del suo passaggio ore e ore davanti alla tv aspettando che buttasse giù la bandana e scattare. Sono emozioni irripetibili. C’è un però ed io sono uno di quelli che da quel fatidico 99’ l’ha condannato, perché scoperto che le sue imprese era finte. Barava come tutti gli altri e per questo non è giustificabile. Pantani si è sempre dopato anche da dilettante. Faccio presente che già nel ’95, quattro anni prima di Madonna di Campiglio, e travolto da un’auto mentre correva la Milano-Torino con i colleghi Dall’Oglio e Secchiari e trasportato al Cto del capoluogo piemontese con una gamba fratturata, Pantani aveva – scrivono i due consulenti – “valori ematologici abnormi”: ematocrito al 60.1%, 20,8 gr. per 100 millilitri di emoglobina, 6.690.000 di globuli rossi per millimetro cubo e ferritinemia (quantità di ferro nel sangue) a 1.500 cioè fuori controllo. Valori “anomali e tutti coerenti fra loro”, giustificabili con “un’unica spiegazione: l’assunzione di sostanze atte a sollecitare l’eritropoiesi”. Dimostrata anche dai valori ematici contenuti nelle cartelle cliniche di un altro ricovero di poco precedente a quello torinese: il 1° maggio 1995 il Pirata era stato investito da un’auto a Rimini mentre si allenava per il Giro d’Italia e gli fu riscontrato un ematocrito del 57%. Detto questo osannare un baro che si è dopato sempre durante la sua carriera lo si vede solo in Italia. Pantani non era diverso da Armstrong è da tutti i professionisti della sua generazione! Infatti per il ciclismo si ferma a chiappucci e Bugno e riprende con Contador! Un altro che santo purtroppo non è stato.
Perchè secondo te Bugno e soprattutto Chiappucci andavano a succhi di frutta?


Strong
Messaggi: 10165
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 11:48

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da Strong »

jumbo ha scritto: mercoledì 30 settembre 2020, 12:11
Poohbook ha scritto: mercoledì 30 settembre 2020, 12:08 A me continua a meravigliare come la gente possa mettersi il prosciutto sugli occhi. Mi sono appassionato al ciclismo nel 90’, avevo 12 anni, grazie alle imprese di bugno e chiappucci. Dopo di loro arrivò il pirata e non potete immaginare quanto lo abbia amato. Le scalate con gli amici in attesa del suo passaggio ore e ore davanti alla tv aspettando che buttasse giù la bandana e scattare. Sono emozioni irripetibili. C’è un però ed io sono uno di quelli che da quel fatidico 99’ l’ha condannato, perché scoperto che le sue imprese era finte. Barava come tutti gli altri e per questo non è giustificabile. Pantani si è sempre dopato anche da dilettante. Faccio presente che già nel ’95, quattro anni prima di Madonna di Campiglio, e travolto da un’auto mentre correva la Milano-Torino con i colleghi Dall’Oglio e Secchiari e trasportato al Cto del capoluogo piemontese con una gamba fratturata, Pantani aveva – scrivono i due consulenti – “valori ematologici abnormi”: ematocrito al 60.1%, 20,8 gr. per 100 millilitri di emoglobina, 6.690.000 di globuli rossi per millimetro cubo e ferritinemia (quantità di ferro nel sangue) a 1.500 cioè fuori controllo. Valori “anomali e tutti coerenti fra loro”, giustificabili con “un’unica spiegazione: l’assunzione di sostanze atte a sollecitare l’eritropoiesi”. Dimostrata anche dai valori ematici contenuti nelle cartelle cliniche di un altro ricovero di poco precedente a quello torinese: il 1° maggio 1995 il Pirata era stato investito da un’auto a Rimini mentre si allenava per il Giro d’Italia e gli fu riscontrato un ematocrito del 57%. Detto questo osannare un baro che si è dopato sempre durante la sua carriera lo si vede solo in Italia. Pantani non era diverso da Armstrong è da tutti i professionisti della sua generazione! Infatti per il ciclismo si ferma a chiappucci e Bugno e riprende con Contador! Un altro che santo purtroppo non è stato.
Perchè secondo te Bugno e soprattutto Chiappucci andavano a succhi di frutta?
bugno andava a caffè :D


i fondamentalisti del ciclismo e gli ultras dei ciclisti sono il male di questo sport.
Avatar utente
Tranchée d'Arenberg
Messaggi: 20483
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:50

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da Tranchée d'Arenberg »

jumbo ha scritto: mercoledì 30 settembre 2020, 12:11
Poohbook ha scritto: mercoledì 30 settembre 2020, 12:08 A me continua a meravigliare come la gente possa mettersi il prosciutto sugli occhi. Mi sono appassionato al ciclismo nel 90’, avevo 12 anni, grazie alle imprese di bugno e chiappucci. Dopo di loro arrivò il pirata e non potete immaginare quanto lo abbia amato. Le scalate con gli amici in attesa del suo passaggio ore e ore davanti alla tv aspettando che buttasse giù la bandana e scattare. Sono emozioni irripetibili. C’è un però ed io sono uno di quelli che da quel fatidico 99’ l’ha condannato, perché scoperto che le sue imprese era finte. Barava come tutti gli altri e per questo non è giustificabile. Pantani si è sempre dopato anche da dilettante. Faccio presente che già nel ’95, quattro anni prima di Madonna di Campiglio, e travolto da un’auto mentre correva la Milano-Torino con i colleghi Dall’Oglio e Secchiari e trasportato al Cto del capoluogo piemontese con una gamba fratturata, Pantani aveva – scrivono i due consulenti – “valori ematologici abnormi”: ematocrito al 60.1%, 20,8 gr. per 100 millilitri di emoglobina, 6.690.000 di globuli rossi per millimetro cubo e ferritinemia (quantità di ferro nel sangue) a 1.500 cioè fuori controllo. Valori “anomali e tutti coerenti fra loro”, giustificabili con “un’unica spiegazione: l’assunzione di sostanze atte a sollecitare l’eritropoiesi”. Dimostrata anche dai valori ematici contenuti nelle cartelle cliniche di un altro ricovero di poco precedente a quello torinese: il 1° maggio 1995 il Pirata era stato investito da un’auto a Rimini mentre si allenava per il Giro d’Italia e gli fu riscontrato un ematocrito del 57%. Detto questo osannare un baro che si è dopato sempre durante la sua carriera lo si vede solo in Italia. Pantani non era diverso da Armstrong è da tutti i professionisti della sua generazione! Infatti per il ciclismo si ferma a chiappucci e Bugno e riprende con Contador! Un altro che santo purtroppo non è stato.
Perchè secondo te Bugno e soprattutto Chiappucci andavano a succhi di frutta?
Minchia, ha citato tra gli altri Chiappucci che fu a sua volta fermato per ematocrito alto nel 97, così come Pantani che però deve passare come il criminale della situazione.

https://ricerca.repubblica.it/repubblic ... petti.html

Potremmo parlare anche della caffeina di Bugno volento, ma onestamente si trattava di una sostaza talmente poco dopante che da diversi anni è stata tolta dalla lista


Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Generale
Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Classiche
Cobblestone 2013 - 1° Classifica Semiclassiche

FantaCycling Manager 2016 - 1° Classifica (squadre)

beppesaronni ha scritto: Ps: hirshi fara cagare. Hirshi è la nuova moda. Come votare calenda. Ma hirshi è un bluff....
Poohbook
Messaggi: 166
Iscritto il: giovedì 14 giugno 2018, 10:42

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da Poohbook »

Signori ho solo specificato che un baro non va osannato. Quando mi sono appassionato al ciclismo con Bugno e Chiappucci ero un bambino, ma non ho mai detto che fossero dei santi, forse mi sono espresso male. Anche oggi credo che il ciclismo non sia pulito soprattutto ad alto livelli. Ho scritto non a caso che anche Contador non fosse un santo. Detto questo se giustifichiamo il pirata allora dobbiamo giustificare anche Armstrong e tutti gli altri. Un baro è un baro e non lo si sceglie per simpatia.


Strong
Messaggi: 10165
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 11:48

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da Strong »

Poohbook ha scritto: mercoledì 30 settembre 2020, 12:37 Signori ho solo specificato che un baro non va osannato. Quando mi sono appassionato al ciclismo con Bugno e Chiappucci ero un bambino, ma non ho mai detto che fossero dei santi, forse mi sono espresso male. Anche oggi credo che il ciclismo non sia pulito soprattutto ad alto livelli. Ho scritto non a caso che anche Contador non fosse un santo. Detto questo se giustifichiamo il pirata allora dobbiamo giustificare anche Armstrong e tutti gli altri. Un baro è un baro e non lo si sceglie per simpatia.
E no eh!
Armstrong è il cattivo mentre pantani è il buono


i fondamentalisti del ciclismo e gli ultras dei ciclisti sono il male di questo sport.
Poohbook
Messaggi: 166
Iscritto il: giovedì 14 giugno 2018, 10:42

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da Poohbook »

Strong ha scritto: mercoledì 30 settembre 2020, 12:43
Poohbook ha scritto: mercoledì 30 settembre 2020, 12:37 Signori ho solo specificato che un baro non va osannato. Quando mi sono appassionato al ciclismo con Bugno e Chiappucci ero un bambino, ma non ho mai detto che fossero dei santi, forse mi sono espresso male. Anche oggi credo che il ciclismo non sia pulito soprattutto ad alto livelli. Ho scritto non a caso che anche Contador non fosse un santo. Detto questo se giustifichiamo il pirata allora dobbiamo giustificare anche Armstrong e tutti gli altri. Un baro è un baro e non lo si sceglie per simpatia.
E no eh!
Armstrong è il cattivo mentre pantani è il buono
👏👏👏


Avatar utente
Tranchée d'Arenberg
Messaggi: 20483
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:50

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da Tranchée d'Arenberg »

Poohbook ha scritto: mercoledì 30 settembre 2020, 12:37 Signori ho solo specificato che un baro non va osannato. Quando mi sono appassionato al ciclismo con Bugno e Chiappucci ero un bambino, ma non ho mai detto che fossero dei santi, forse mi sono espresso male. Anche oggi credo che il ciclismo non sia pulito soprattutto ad alto livelli. Ho scritto non a caso che anche Contador non fosse un santo. Detto questo se giustifichiamo il pirata allora dobbiamo giustificare anche Armstrong e tutti gli altri. Un baro è un baro e non lo si sceglie per simpatia.
Beh, la tua conclusione sarebbe anche condivisibile, se non fosse che poc'anzi hai scritto:
Poohbook ha scritto: mercoledì 30 settembre 2020, 12:37 Infatti per il ciclismo si ferma a chiappucci e Bugno e riprende con Contador! Un altro che santo purtroppo non è stato.
Affermazione che fa a pugni con la frase evidenziata. Con un tratto di penna hai voluto cancellare una dozzina d'anni di ciclismo, compresi quelli di Amstrong e Pantani, assolvendo di fatti Bugno e Chiappucci. Magari ti sei solo espresso male...molto male.


Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Generale
Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Classiche
Cobblestone 2013 - 1° Classifica Semiclassiche

FantaCycling Manager 2016 - 1° Classifica (squadre)

beppesaronni ha scritto: Ps: hirshi fara cagare. Hirshi è la nuova moda. Come votare calenda. Ma hirshi è un bluff....
Il Complottista
Messaggi: 627
Iscritto il: domenica 16 luglio 2017, 23:40

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da Il Complottista »

Poohbook ha scritto: mercoledì 30 settembre 2020, 12:08 A me continua a meravigliare come la gente possa mettersi il prosciutto sugli occhi. Mi sono appassionato al ciclismo nel 90’, avevo 12 anni, grazie alle imprese di bugno e chiappucci. Dopo di loro arrivò il pirata e non potete immaginare quanto lo abbia amato. Le scalate con gli amici in attesa del suo passaggio ore e ore davanti alla tv aspettando che buttasse giù la bandana e scattare. Sono emozioni irripetibili. C’è un però ed io sono uno di quelli che da quel fatidico 99’ l’ha condannato, perché scoperto che le sue imprese era finte. Barava come tutti gli altri e per questo non è giustificabile. Pantani si è sempre dopato anche da dilettante. Faccio presente che già nel ’95, quattro anni prima di Madonna di Campiglio, e travolto da un’auto mentre correva la Milano-Torino con i colleghi Dall’Oglio e Secchiari e trasportato al Cto del capoluogo piemontese con una gamba fratturata, Pantani aveva – scrivono i due consulenti – “valori ematologici abnormi”: ematocrito al 60.1%, 20,8 gr. per 100 millilitri di emoglobina, 6.690.000 di globuli rossi per millimetro cubo e ferritinemia (quantità di ferro nel sangue) a 1.500 cioè fuori controllo. Valori “anomali e tutti coerenti fra loro”, giustificabili con “un’unica spiegazione: l’assunzione di sostanze atte a sollecitare l’eritropoiesi”. Dimostrata anche dai valori ematici contenuti nelle cartelle cliniche di un altro ricovero di poco precedente a quello torinese: il 1° maggio 1995 il Pirata era stato investito da un’auto a Rimini mentre si allenava per il Giro d’Italia e gli fu riscontrato un ematocrito del 57%. Detto questo osannare un baro che si è dopato sempre durante la sua carriera lo si vede solo in Italia. Pantani non era diverso da Armstrong è da tutti i professionisti della sua generazione! Infatti per il ciclismo si ferma a chiappucci e Bugno e riprende con Contador! Un altro che santo purtroppo non è stato.

Guarda che Chiappucci e Bugno non erano al di sopra di ogni sospetto e si sono beccati se ricordo bene una squalifica di qualche mese .
E a Contador una squalifica ha levato due grandi giri vinti.
Mi sembra un due pesi e due misure il tuo ragionare .


Poohbook
Messaggi: 166
Iscritto il: giovedì 14 giugno 2018, 10:42

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da Poohbook »

Mi sono espresso male e chiedo scusa, intendevo dire che i miei ricordi si fermano a quegli in cui ero un bambino e non in grado di comprendere il fenomeno doping. Quando scoppia il caso Pantani avevo 21 anni e da quel momento complice la grande delusione abbandono il ciclismo fino agli anni di Contador e considero tutti i risultati di quel periodo finti. Per me Pantani, Armstrong, Ullrich e tutti i fenomeni di quella generazione non esistono. Peccato che Pantani sia stato fermato nel 99’ e non nel 2000, perché avremmo avuto lo scontro al tour ‘99 tra due super dopati e se Pantani avesse battuto Armstrong avrei proprio voluto vedere i suoi tifosi oggi cosa commentavano.


Poohbook
Messaggi: 166
Iscritto il: giovedì 14 giugno 2018, 10:42

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da Poohbook »

Il Complottista ha scritto: mercoledì 30 settembre 2020, 12:53
Poohbook ha scritto: mercoledì 30 settembre 2020, 12:08 A me continua a meravigliare come la gente possa mettersi il prosciutto sugli occhi. Mi sono appassionato al ciclismo nel 90’, avevo 12 anni, grazie alle imprese di bugno e chiappucci. Dopo di loro arrivò il pirata e non potete immaginare quanto lo abbia amato. Le scalate con gli amici in attesa del suo passaggio ore e ore davanti alla tv aspettando che buttasse giù la bandana e scattare. Sono emozioni irripetibili. C’è un però ed io sono uno di quelli che da quel fatidico 99’ l’ha condannato, perché scoperto che le sue imprese era finte. Barava come tutti gli altri e per questo non è giustificabile. Pantani si è sempre dopato anche da dilettante. Faccio presente che già nel ’95, quattro anni prima di Madonna di Campiglio, e travolto da un’auto mentre correva la Milano-Torino con i colleghi Dall’Oglio e Secchiari e trasportato al Cto del capoluogo piemontese con una gamba fratturata, Pantani aveva – scrivono i due consulenti – “valori ematologici abnormi”: ematocrito al 60.1%, 20,8 gr. per 100 millilitri di emoglobina, 6.690.000 di globuli rossi per millimetro cubo e ferritinemia (quantità di ferro nel sangue) a 1.500 cioè fuori controllo. Valori “anomali e tutti coerenti fra loro”, giustificabili con “un’unica spiegazione: l’assunzione di sostanze atte a sollecitare l’eritropoiesi”. Dimostrata anche dai valori ematici contenuti nelle cartelle cliniche di un altro ricovero di poco precedente a quello torinese: il 1° maggio 1995 il Pirata era stato investito da un’auto a Rimini mentre si allenava per il Giro d’Italia e gli fu riscontrato un ematocrito del 57%. Detto questo osannare un baro che si è dopato sempre durante la sua carriera lo si vede solo in Italia. Pantani non era diverso da Armstrong è da tutti i professionisti della sua generazione! Infatti per il ciclismo si ferma a chiappucci e Bugno e riprende con Contador! Un altro che santo purtroppo non è stato.

Guarda che Chiappucci e Bugno non erano al di sopra di ogni sospetto e si sono beccati se ricordo bene una squalifica di qualche mese .
E a Contador una squalifica ha levato due grandi giri vinti.
Mi sembra un due pesi e due misure il tuo ragionare .
Infatti ho detto che ho seguito il ciclismo con Contador, ma non ho mai detto di essere un suo tifoso. Credo di aver scritto che non era un santo e aver concluso dicendo che anche oggi i big secondo me non sono puliti.


Il Complottista
Messaggi: 627
Iscritto il: domenica 16 luglio 2017, 23:40

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da Il Complottista »

Strong ha scritto: mercoledì 30 settembre 2020, 12:43
Poohbook ha scritto: mercoledì 30 settembre 2020, 12:37 Signori ho solo specificato che un baro non va osannato. Quando mi sono appassionato al ciclismo con Bugno e Chiappucci ero un bambino, ma non ho mai detto che fossero dei santi, forse mi sono espresso male. Anche oggi credo che il ciclismo non sia pulito soprattutto ad alto livelli. Ho scritto non a caso che anche Contador non fosse un santo. Detto questo se giustifichiamo il pirata allora dobbiamo giustificare anche Armstrong e tutti gli altri. Un baro è un baro e non lo si sceglie per simpatia.
E no eh!
Armstrong è il cattivo mentre pantani è il buono
Armstrong aveva molto potere , mica è questione di simpatie o antipatie ma un dato di fatto .
Era il dopato reale in un gruppo di dopati e con la connivenza della federazione ciclistica internazionale .
L'unica somiglianza tra i due sono i media .
Prima hanno portato la storia da libro cuore dell'americano guarito dal cancro e poi lo hanno demolito e descritto come il massimo corruttore ciclistico del periodo .
Al romagnolo lo hanno distrutto e disintegrato dopo Campiglio e poi post morte ne hanno fatto un santino di uomo senza debolezze e trasparente , forse per pulirsi la coscienza di aver contribuito pesantemente alla sua fine terrena con 4 anni di articoli pieni di allusioni e frecciatine .
Ultima modifica di Il Complottista il mercoledì 30 settembre 2020, 13:06, modificato 1 volta in totale.


Poohbook
Messaggi: 166
Iscritto il: giovedì 14 giugno 2018, 10:42

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da Poohbook »

Poohbook ha scritto: mercoledì 30 settembre 2020, 13:03
Il Complottista ha scritto: mercoledì 30 settembre 2020, 12:53
Poohbook ha scritto: mercoledì 30 settembre 2020, 12:08 A me continua a meravigliare come la gente possa mettersi il prosciutto sugli occhi. Mi sono appassionato al ciclismo nel 90’, avevo 12 anni, grazie alle imprese di bugno e chiappucci. Dopo di loro arrivò il pirata e non potete immaginare quanto lo abbia amato. Le scalate con gli amici in attesa del suo passaggio ore e ore davanti alla tv aspettando che buttasse giù la bandana e scattare. Sono emozioni irripetibili. C’è un però ed io sono uno di quelli che da quel fatidico 99’ l’ha condannato, perché scoperto che le sue imprese era finte. Barava come tutti gli altri e per questo non è giustificabile. Pantani si è sempre dopato anche da dilettante. Faccio presente che già nel ’95, quattro anni prima di Madonna di Campiglio, e travolto da un’auto mentre correva la Milano-Torino con i colleghi Dall’Oglio e Secchiari e trasportato al Cto del capoluogo piemontese con una gamba fratturata, Pantani aveva – scrivono i due consulenti – “valori ematologici abnormi”: ematocrito al 60.1%, 20,8 gr. per 100 millilitri di emoglobina, 6.690.000 di globuli rossi per millimetro cubo e ferritinemia (quantità di ferro nel sangue) a 1.500 cioè fuori controllo. Valori “anomali e tutti coerenti fra loro”, giustificabili con “un’unica spiegazione: l’assunzione di sostanze atte a sollecitare l’eritropoiesi”. Dimostrata anche dai valori ematici contenuti nelle cartelle cliniche di un altro ricovero di poco precedente a quello torinese: il 1° maggio 1995 il Pirata era stato investito da un’auto a Rimini mentre si allenava per il Giro d’Italia e gli fu riscontrato un ematocrito del 57%. Detto questo osannare un baro che si è dopato sempre durante la sua carriera lo si vede solo in Italia. Pantani non era diverso da Armstrong è da tutti i professionisti della sua generazione! Infatti per il ciclismo si ferma a chiappucci e Bugno e riprende con Contador! Un altro che santo purtroppo non è stato.

Guarda che Chiappucci e Bugno non erano al di sopra di ogni sospetto e si sono beccati se ricordo bene una squalifica di qualche mese .
E a Contador una squalifica ha levato due grandi giri vinti.
Mi sembra un due pesi e due misure il tuo ragionare .
Infatti ho detto che ho seguito il ciclismo con Contador, ma non ho mai detto di essere un suo tifoso. Credo di aver scritto che non era un santo e aver concluso dicendo che anche oggi i big secondo me non sono puliti.
Oggi seguo il ciclismo con grande interesse ma non osanno nessuno come invece purtroppo ho fatto più di venti anni fa con il pirata! In qualche altro topic ho detto che le prestazioni di Van Aert mi puzzano.


Poohbook
Messaggi: 166
Iscritto il: giovedì 14 giugno 2018, 10:42

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da Poohbook »

Il Complottista ha scritto: mercoledì 30 settembre 2020, 13:05
Strong ha scritto: mercoledì 30 settembre 2020, 12:43
Poohbook ha scritto: mercoledì 30 settembre 2020, 12:37 Signori ho solo specificato che un baro non va osannato. Quando mi sono appassionato al ciclismo con Bugno e Chiappucci ero un bambino, ma non ho mai detto che fossero dei santi, forse mi sono espresso male. Anche oggi credo che il ciclismo non sia pulito soprattutto ad alto livelli. Ho scritto non a caso che anche Contador non fosse un santo. Detto questo se giustifichiamo il pirata allora dobbiamo giustificare anche Armstrong e tutti gli altri. Un baro è un baro e non lo si sceglie per simpatia.
D’accordo siamo con te. Infatti se anche Armstrong se avesse avuto lo stesso carattere di Pantani, fragile, e fosse morto complice la vergogna e altro oggi dell’americano diremmo le stesse cose: una vittima del sistema e non il peggiore male che il ciclismo abbia mai conosciuto. La differenza tra i due è sostanzialmente quella. Se Marco fosse rimasto in vita nessuno ne avrebbe fatto un santo ed oggi non si parlerebbe più di lui!

E no eh!
Armstrong è il cattivo mentre pantani è il buono
Armstrong aveva molto potere , mica è questione di simpatie o antipatie ma un dato di fatto .
Era il dopato reale in un gruppo di dopati e con la connivenza della federazione ciclistica internazionale .
L'unica somiglianza tra i due sono i media .
Prima hanno portato la storia da libro cuore dell'americano guarito dal cancro e poi lo hanno demolito e descritto come il massimo corruttore ciclistico del periodo .
Al romagnolo lo hanno distrutto e disintegrato dopo Campiglio e poi post morte ne hanno fatto un santino di uomo senza debolezze e trasparente , forse per pulirsi la coscienza di aver contribuito pesantemente alla sua fine terrena con 4 anni di articoli pieni di allusioni e frecciatine .


TheArchitect99
Messaggi: 486
Iscritto il: giovedì 25 giugno 2020, 22:42

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da TheArchitect99 »

Diciamo che adesso sono piú puliti di Bugno e Chiappucci :D, quantomeno in percentuale.


Avatar utente
chinaski89
Messaggi: 5175
Iscritto il: sabato 13 giugno 2015, 16:51

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da chinaski89 »

Strong ha scritto: mercoledì 30 settembre 2020, 12:43
Poohbook ha scritto: mercoledì 30 settembre 2020, 12:37 Signori ho solo specificato che un baro non va osannato. Quando mi sono appassionato al ciclismo con Bugno e Chiappucci ero un bambino, ma non ho mai detto che fossero dei santi, forse mi sono espresso male. Anche oggi credo che il ciclismo non sia pulito soprattutto ad alto livelli. Ho scritto non a caso che anche Contador non fosse un santo. Detto questo se giustifichiamo il pirata allora dobbiamo giustificare anche Armstrong e tutti gli altri. Un baro è un baro e non lo si sceglie per simpatia.
E no eh!
Armstrong è il cattivo mentre pantani è il buono
Una roba come quella con Simeoni con tanto di gesto mafioso a favore di telecamera Pantani non l'ha mai fatta. Sul resto c'è l'altra sezione.


Strong
Messaggi: 10165
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 11:48

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da Strong »

chinaski89 ha scritto: mercoledì 30 settembre 2020, 13:36
Strong ha scritto: mercoledì 30 settembre 2020, 12:43
Poohbook ha scritto: mercoledì 30 settembre 2020, 12:37 Signori ho solo specificato che un baro non va osannato. Quando mi sono appassionato al ciclismo con Bugno e Chiappucci ero un bambino, ma non ho mai detto che fossero dei santi, forse mi sono espresso male. Anche oggi credo che il ciclismo non sia pulito soprattutto ad alto livelli. Ho scritto non a caso che anche Contador non fosse un santo. Detto questo se giustifichiamo il pirata allora dobbiamo giustificare anche Armstrong e tutti gli altri. Un baro è un baro e non lo si sceglie per simpatia.
E no eh!
Armstrong è il cattivo mentre pantani è il buono
Una roba come quella con Simeoni con tanto di gesto mafioso a favore di telecamera Pantani non l'ha mai fatta. Sul resto c'è l'altra sezione.
appunto...pem pem pem...cattiovone!
se l'è presa con la verginella simeoni

p.s.
ognuno ha lati negativi del proprio carattere
se ci mettiamo a giodicare gli sportivi dai gesti e dalle cose che dicono durante le competizioni sportive, la maggior parte sarebbe da carcere duro.


i fondamentalisti del ciclismo e gli ultras dei ciclisti sono il male di questo sport.
paolo117
Messaggi: 410
Iscritto il: giovedì 11 aprile 2013, 2:51

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da paolo117 »

Strong ha scritto: mercoledì 30 settembre 2020, 14:44
chinaski89 ha scritto: mercoledì 30 settembre 2020, 13:36
Strong ha scritto: mercoledì 30 settembre 2020, 12:43

E no eh!
Armstrong è il cattivo mentre pantani è il buono
Una roba come quella con Simeoni con tanto di gesto mafioso a favore di telecamera Pantani non l'ha mai fatta. Sul resto c'è l'altra sezione.
appunto...pem pem pem...cattiovone!
se l'è presa con la verginella simeoni

p.s.
ognuno ha lati negativi del proprio carattere
se ci mettiamo a giodicare gli sportivi dai gesti e dalle cose che dicono durante le competizioni sportive, la maggior parte sarebbe da carcere duro.
Quella di Simeoni non si trattò di un lato negativo del carattere ne di un gesto durante una competizione. Per me quella è stata la piu grande caduta di stile della storia di un personaggio sportivo. Ed esiste una sola parola adatta a spiegare un gesto simile. Mafia.


pietro
Messaggi: 9512
Iscritto il: mercoledì 18 marzo 2020, 19:32

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da pietro »

paolo117 ha scritto: mercoledì 30 settembre 2020, 15:02
Strong ha scritto: mercoledì 30 settembre 2020, 14:44
chinaski89 ha scritto: mercoledì 30 settembre 2020, 13:36

Una roba come quella con Simeoni con tanto di gesto mafioso a favore di telecamera Pantani non l'ha mai fatta. Sul resto c'è l'altra sezione.
appunto...pem pem pem...cattiovone!
se l'è presa con la verginella simeoni

p.s.
ognuno ha lati negativi del proprio carattere
se ci mettiamo a giodicare gli sportivi dai gesti e dalle cose che dicono durante le competizioni sportive, la maggior parte sarebbe da carcere duro.
Quella di Simeoni non si trattò di un lato negativo del carattere ne di un gesto durante una competizione. Per me quella è stata la piu grande caduta di stile della storia di un personaggio sportivo. Ed esiste una sola parola adatta a spiegare un gesto simile. Mafia.
Appunto, non c'entra nulla con gomitate, bestemmie e via dicendo


Strong
Messaggi: 10165
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 11:48

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da Strong »

paolo117 ha scritto: mercoledì 30 settembre 2020, 15:02
Strong ha scritto: mercoledì 30 settembre 2020, 14:44
chinaski89 ha scritto: mercoledì 30 settembre 2020, 13:36

Una roba come quella con Simeoni con tanto di gesto mafioso a favore di telecamera Pantani non l'ha mai fatta. Sul resto c'è l'altra sezione.
appunto...pem pem pem...cattiovone!
se l'è presa con la verginella simeoni

p.s.
ognuno ha lati negativi del proprio carattere
se ci mettiamo a giodicare gli sportivi dai gesti e dalle cose che dicono durante le competizioni sportive, la maggior parte sarebbe da carcere duro.
Quella di Simeoni non si trattò di un lato negativo del carattere ne di un gesto durante una competizione. Per me quella è stata la piu grande caduta di stile della storia di un personaggio sportivo. Ed esiste una sola parola adatta a spiegare un gesto simile. Mafia.
mafia come tutti quei difensori arcigni dergli anni 80 che pronti via sussurravano "appena prendi palla ti spacco una gamba" ed alla prima palla toccata gli facevano sentire che sarebbe stato un pomeriggio difficile? magari difensori del milan o della juventus "protetti" dei miliardi dei proprietari
intendi quello con il termine "mafia" per gli eventi che capitano sul "campo" da gioco?


i fondamentalisti del ciclismo e gli ultras dei ciclisti sono il male di questo sport.
Strong
Messaggi: 10165
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 11:48

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da Strong »

il modo del ciclismo è composto da "furbi" ma tra i furbi c'è sempre uno più furbo degli altri
questa cosa va accettata


i fondamentalisti del ciclismo e gli ultras dei ciclisti sono il male di questo sport.
paolo117
Messaggi: 410
Iscritto il: giovedì 11 aprile 2013, 2:51

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da paolo117 »

Strong ha scritto: mercoledì 30 settembre 2020, 15:10
paolo117 ha scritto: mercoledì 30 settembre 2020, 15:02
Strong ha scritto: mercoledì 30 settembre 2020, 14:44

appunto...pem pem pem...cattiovone!
se l'è presa con la verginella simeoni

p.s.
ognuno ha lati negativi del proprio carattere
se ci mettiamo a giodicare gli sportivi dai gesti e dalle cose che dicono durante le competizioni sportive, la maggior parte sarebbe da carcere duro.
Quella di Simeoni non si trattò di un lato negativo del carattere ne di un gesto durante una competizione. Per me quella è stata la piu grande caduta di stile della storia di un personaggio sportivo. Ed esiste una sola parola adatta a spiegare un gesto simile. Mafia.
mafia come tutti quei difensori arcigni dergli anni 80 che pronti via sussurravano "appena prendi palla ti spacco una gamba" ed alla prima palla toccata gli facevano sentire che sarebbe stato un pomeriggio difficile? magari difensori del milan o della juventus "protetti" dei miliardi dei proprietari
intendi quello con il termine "mafia" per gli eventi che capitano sul "campo" da gioco?
Guarda quelle sono intimidazioni. Che ci possono anche stare per carità . Nei tempi delle marcature a uomo erano molto diffuse. Il gesto di Armstrong invece è stato un sabotaggio deliberato delle possibilità di un corridore di fare la sua corsa. Si fossero menati in bici sarebbe stato diverso. Un diverbio ci può stare . Ma lui ha usato la sua posizione di leader della corsa per impedire a Simeoni di fare la sua di corsa. Lo schifo sta anche nel fatto che Simeoni fu insultato e accusato dai suoi colleghi . Per dirla di quanta personalità ci fosse in gruppo in quegli anni. Zero di zero. E l'ha pagata per anni questa cosa Simeoni , vedi giro 2009 in cui da campione d'Italia non fu invitato al Giro per non infastidire sua maestà . Io personalmente ho i conati di vomito solo a ripensare a tutta questa storia .


Avatar utente
chinaski89
Messaggi: 5175
Iscritto il: sabato 13 giugno 2015, 16:51

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da chinaski89 »

Strong ha scritto: mercoledì 30 settembre 2020, 15:10
paolo117 ha scritto: mercoledì 30 settembre 2020, 15:02
Strong ha scritto: mercoledì 30 settembre 2020, 14:44

appunto...pem pem pem...cattiovone!
se l'è presa con la verginella simeoni

p.s.
ognuno ha lati negativi del proprio carattere
se ci mettiamo a giodicare gli sportivi dai gesti e dalle cose che dicono durante le competizioni sportive, la maggior parte sarebbe da carcere duro.
Quella di Simeoni non si trattò di un lato negativo del carattere ne di un gesto durante una competizione. Per me quella è stata la piu grande caduta di stile della storia di un personaggio sportivo. Ed esiste una sola parola adatta a spiegare un gesto simile. Mafia.
mafia come tutti quei difensori arcigni dergli anni 80 che pronti via sussurravano "appena prendi palla ti spacco una gamba" ed alla prima palla toccata gli facevano sentire che sarebbe stato un pomeriggio difficile? magari difensori del milan o della juventus "protetti" dei miliardi dei proprietari
intendi quello con il termine "mafia" per gli eventi che capitano sul "campo" da gioco?
No il paragone giusto ci sarebbe con quel giocatore del Venezia che segnò una punizione che non doveva segnare per motivi immaginabili e venne insultato da tutti. Se non sbaglio dopo faticò a trovare altre squadre.. ecco quello è uno schifo simile, poi io i Tour ad Armstrong li avrei pure lasciati, ma quella roba non è difendibile se non con un delirio di onnipotenza che potrebbe avergli fatto perdere il senso della realtà.

Comunque chiusa qui, ho capito l'antifona e non continuo


Strong
Messaggi: 10165
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 11:48

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da Strong »

paolo117 ha scritto: mercoledì 30 settembre 2020, 15:15 Lo schifo sta anche nel fatto che Simeoni fu insultato e accusato dai suoi colleghi . Per dirla di quanta personalità ci fosse in gruppo in quegli anni. Zero di zero.
ecco no, questo non deve far arrivare alla conclusione che in gruppo non c'era personalità ma semplicemente far capire come andassero le cose in GRUPPO in quegli anni.
Tutto il gruppo si è sentito a "rischio" dopo le cose dette da Simeoni, perchè praticamente tutto il gruppo andava dagli stessi medici e faceva le stesse cose. Magari qualcuno fuori dal giro c'era ma faceva parte di qualche squadra con capitani seguiti da cewrti medici e quindi aveva convenienza a stare zitto.
Armtrong ha un pessimo carattere ed ego smisurato (l'altro giorno ha preso per il culo in diretta roglic perchè non ha muscoli nelle braccia, per dire) però era ed è un leader sportivo ed era l'uomo con maggiore personalità in gruppo.
E...cosa non trascurabile, uno dei pochissimi assieme a Pantani ad aver pagato.


i fondamentalisti del ciclismo e gli ultras dei ciclisti sono il male di questo sport.
paolo117
Messaggi: 410
Iscritto il: giovedì 11 aprile 2013, 2:51

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da paolo117 »

Strong ha scritto: mercoledì 30 settembre 2020, 15:28
paolo117 ha scritto: mercoledì 30 settembre 2020, 15:15 Lo schifo sta anche nel fatto che Simeoni fu insultato e accusato dai suoi colleghi . Per dirla di quanta personalità ci fosse in gruppo in quegli anni. Zero di zero.
ecco no, questo non deve far arrivare alla conclusione che in gruppo non c'era personalità ma semplicemente far capire come andassero le cose in GRUPPO in quegli anni.
Tutto il gruppo si è sentito a "rischio" dopo le cose dette da Simeoni, perchè praticamente tutto il gruppo andava dagli stessi medici e faceva le stesse cose. Magari qualcuno fuori dal giro c'era ma faceva parte di qualche squadra con capitani seguiti da cewrti medici e quindi aveva convenienza a stare zitto.
Armtrong ha un pessimo carattere ed ego smisurato (l'altro giorno ha preso per il culo in diretta roglic perchè non ha muscoli nelle braccia, per dire) però era ed è un leader sportivo ed era l'uomo con maggiore personalità in gruppo.
E...cosa non trascurabile, uno dei pochissimi assieme a Pantani ad aver pagato.
Mi dispiace ma non posso non rispondere. Vuoi dire che hanno pagato allo stesso modo ?? Ha fatto il bello E il cattivo tempo per 10 anni...Il suo gesto contro Simeoni ha poco a che fare con la leadership e neanche con l'ego smisurato . Ma con l'arroganza tipica di certi Yankee..Lo schifo per me fu che ok potevano cagarsi sotto per le dichiarazioni su Ferrari. Ma un gesto come quello in una corsa da parte di una maglia gialla non si era mai vista. E qualcuno di cui pecoroni invece di dire a Simeoni di tornare in gruppo poteva dire A Lance che era un gesto sconsiderato.


AntiGazza
Messaggi: 1359
Iscritto il: venerdì 15 aprile 2011, 12:23

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da AntiGazza »

paolo117 ha scritto: mercoledì 30 settembre 2020, 15:33
Strong ha scritto: mercoledì 30 settembre 2020, 15:28
paolo117 ha scritto: mercoledì 30 settembre 2020, 15:15 Lo schifo sta anche nel fatto che Simeoni fu insultato e accusato dai suoi colleghi . Per dirla di quanta personalità ci fosse in gruppo in quegli anni. Zero di zero.
ecco no, questo non deve far arrivare alla conclusione che in gruppo non c'era personalità ma semplicemente far capire come andassero le cose in GRUPPO in quegli anni.
Tutto il gruppo si è sentito a "rischio" dopo le cose dette da Simeoni, perchè praticamente tutto il gruppo andava dagli stessi medici e faceva le stesse cose. Magari qualcuno fuori dal giro c'era ma faceva parte di qualche squadra con capitani seguiti da cewrti medici e quindi aveva convenienza a stare zitto.
Armtrong ha un pessimo carattere ed ego smisurato (l'altro giorno ha preso per il culo in diretta roglic perchè non ha muscoli nelle braccia, per dire) però era ed è un leader sportivo ed era l'uomo con maggiore personalità in gruppo.
E...cosa non trascurabile, uno dei pochissimi assieme a Pantani ad aver pagato.
Mi dispiace ma non posso non rispondere. Vuoi dire che hanno pagato allo stesso modo ?? Ha fatto il bello E il cattivo tempo per 10 anni...Il suo gesto contro Simeoni ha poco a che fare con la leadership e neanche con l'ego smisurato . Ma con l'arroganza tipica di certi Yankee..Lo schifo per me fu che ok potevano cagarsi sotto per le dichiarazioni su Ferrari. Ma un gesto come quello in una corsa da parte di una maglia gialla non si era mai vista. E qualcuno di cui pecoroni invece di dire a Simeoni di tornare in gruppo poteva dire A Lance che era un gesto sconsiderato.
Però alla fine io sono convinto che sia Armstrong che Pantani siano lo stesso lato della medaglia.
Alla fine Pantani venne tutelato finché serviva , dopodiché scaricato per un personaggio più remunerativo.
Purtroppo se ci si presta al gioco bisogna capire che sei una macchina da business.
Quando servi ne trai tutti i benefici del caso,appena non servi più giù nella spazzatura e avanti un altro.
Pantani questa cosa non l'ha mai digerita, si è sempre e comunque sentito fregato senza considerare quando invece serviva e di conseguenza è stato graziato.
Al contrario Armstrong ,uomo sicuramente più scafato , questa cosa l'ha capita e ha saputo viverla meglio.

Però come si dice, hate the game not the player.


Avatar utente
eliacodogno
Messaggi: 6764
Iscritto il: venerdì 24 dicembre 2010, 1:27
Località: Segusium

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da eliacodogno »

chinaski89 ha scritto: mercoledì 30 settembre 2020, 15:15 No il paragone giusto ci sarebbe con quel giocatore del Venezia che segnò una punizione che non doveva segnare per motivi immaginabili e venne insultato da tutti. Se non sbaglio dopo faticò a trovare altre squadre.. ecco quello è uno schifo simile
Esattamente, gesti meditati, con risultati in cassaforte e situazioni interlocutorie.
Poi magari gesti pienamente meritati visto la posizione generale, ma certamente non derubricabili a reazioni dettate da ardore agonistico, totalmente assente nello specifico di entrambe le situazioni


Se il tuo modo di lavorare è questo qui, compragli un casco a Sgarbozza e fallo fare a lui il Giro, perché io non lo faccio più (P.S.)

'Idea del Forum' per me non vuol dire assolutamente niente. (H.F.)
Strong
Messaggi: 10165
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 11:48

Re: Marco Pantani.

Messaggio da leggere da Strong »

eliacodogno ha scritto: mercoledì 30 settembre 2020, 18:20
chinaski89 ha scritto: mercoledì 30 settembre 2020, 15:15 No il paragone giusto ci sarebbe con quel giocatore del Venezia che segnò una punizione che non doveva segnare per motivi immaginabili e venne insultato da tutti. Se non sbaglio dopo faticò a trovare altre squadre.. ecco quello è uno schifo simile
Esattamente, gesti meditati, con risultati in cassaforte e situazioni interlocutorie.
Poi magari gesti pienamente meritati visto la posizione generale, ma certamente non derubricabili a reazioni dettate da ardore agonistico, totalmente assente nello specifico di entrambe le situazioni
non c'è nessun ardore agonistico nel minacciare l'avversario al 1' minuto della partita
ma va bene chiudiamola qui perchè tanto certi argomenti non si possono toccare


i fondamentalisti del ciclismo e gli ultras dei ciclisti sono il male di questo sport.
Rispondi