Il Lombardia 2018

Il mondo dei professionisti tra gare e complessità, e più in generale l'approccio al ciclismo di ogni appassionato
Avatar utente
Patate
Messaggi: 4630
Iscritto il: domenica 28 febbraio 2016, 23:23

Re: Il Lombardia 2018

Messaggio da leggere da Patate » martedì 16 ottobre 2018, 12:29

lemond ha scritto:
martedì 16 ottobre 2018, 10:01
Patate ha scritto:
lunedì 15 ottobre 2018, 10:05
Per me il discorso su una eventuale ricollocazione del Lombardia e/o delle classiche italiane è, dopo quest'ultima edizione, quantomai vano.
Quest'anno c'erano quattro quinti di top 5 Mondiale -mancava solo un Tom stanchissimo ma che sicuramente proverà in futuro-, Pinot, Roglic, Nibali, Bernal, Daniel Martin, Rui Costa, Uran, Adam Yates, Mollema, Kelderman, Mas, Teuns e Jungels.
A mio parere una startlist eccellente.
Per me non vale la pena andare a toccare qualcosa per "invogliare" due o tre corridori da GT che comunque avrebbero qualche difficoltà ad inserirla tra i loro picchi di forma e, comunque, non sarebbero tra i primi favoriti
Nibali dopo la caduta, Bernal lo stesso, Daniel Martin e Uran molto bravi, ma com'è che al mondiale non andavano? Rui Costa ormai ... Adam era come suo fratello (in pratica). Mollema è un discreto gregario, Jungels è stato il primo a staccarsi, Credo che per Teuns sia una corsa troppo dura, mentre Mas non l'ò notato, ma in futuro potrebbe essere un possibile vincitore. P.S. Hai dimenticato Valverde e Bardet, ma anche loro non erano evidentemente al meglio.
Non li ho dimenticati, ho citato la top 5 di Innsbruck :)


antani ha scritto:Non so perchè ma ho la sensazione che domani Aru possa arrivare dietro o davanti a Froome, stiamo a vedere sembra facile ma non è difficile


Erinnerung
Messaggi: 267
Iscritto il: venerdì 28 settembre 2018, 16:58

Re: Il Lombardia 2018

Messaggio da leggere da Erinnerung » martedì 16 ottobre 2018, 13:13

barrylyndon ha scritto:
martedì 16 ottobre 2018, 11:58
Erinnerung ha scritto:
martedì 16 ottobre 2018, 11:09
Scusate non ho capito: dovremmo spostare il Lombardia perché i migliori non arrivano in forma a fine anno?
E Nibali come fa? É un alieno?...L'anno scorso terzo al Giro, secondo alla Vuelta e primo al Lombardia, quest'anno primo alla Sanremo, in forma al Tour (peccato!), secondo al Lombardia.
Volevamo un campione che potesse vincere da marzo a ottobre? Eccolo! No non va bene perché non ha avversari in forma...si adeguino loro e provassero a vincere anche a ottobre! :boh:
Siccome hanno visto Nibali protagonista, Sanremo e Lombardia valgono di meno..
Quindi anche Cunego e Bettini son dei pirla qualunque ad averlo vinto, il Lombardia..
Capito il concetto?
Se un Froome qualunque vincesse il Beghelli, sarebbe la classica dell'anno, perche' tutti ad inizio anno sul Beghelli(con rispetto parlando, si intende) puntano le loro fiches.
Sempre secondo i canoni di qualche utente.
Non so quanto ci leggi, ma le tendenza e' questa qui...per alcuni utenti
:) Vi leggo da abbastanza tempo per capire certe dinamiche del forum!
Certo che dopo un Lombardia così spettacolare e così tirato per giunta (record di scalata del Muro) non vedo proprio il motivo di proporre uno spostamento. Era e poteva essere, per molti, una bellissima rivincita del Mondiale, poi se molti non sono riusciti ad arrivarci in forma super..amen! Peccato per loro!
Si dice sempre del Tour, che la corsa è più importante dei corridori, lo stesso dovrebbe essere per le classiche più prestigiose e l'albo d'oro del Lombardia non mi sembra di Serie B.. :D Sta bene lì dov'è!



Lopi90
Messaggi: 1396
Iscritto il: martedì 31 maggio 2011, 12:15

Re: Il Lombardia 2018

Messaggio da leggere da Lopi90 » martedì 16 ottobre 2018, 13:24

Io certe cose non le capisco.

Abbiamo assistito ad una grande corsa, con tutti protagonisti di livello e uno scontro faccia a faccia fra i migliori, sicuramente la più spettacolare delle classiche di quest'anno, solo la Roubaix può reggere il confronto. La salita del Civiglio dove Pinot ha staccato ad uno ad uno i compagni di fuga è stato uno dei momenti più alti della stagione, niente fagianate, niente giochi di squadra, niente Neilands che scatta sulla salita decisiva, scontro diretto fra i capitani. C'è stato tutto quello che potevamo chiedere: la meritata consacrazione di un corrodore forte e combattivo, l'orgoglio del vecchio campione ferito e sconfitto ma mai domo, la grinta dei nuovi arrivati che ancora non ne hanno per farcela fino in fondo, ma con incoscienza ci provano comunque. Il tutto a coronamento di un grande finale di stagione italiano, pieno di protagonisti di assoluto livello come non se ne vedevano da decenni, e che ha lanciato e rilanciato due grandi talenti nostrani come Ballerini e Moscon.

E adesso si parla di spostare la corsa per rivitalizzarla? Mandando a quel paese tutto il grande lavoro fatto per promuovere e rilanciare il calendario italiano? Noi appassionati ci meritiamo davvero che le nostre corse muoiano tutte e che le nostre squadre finiscano a fare per l'80% il calendario thailandese.
Ultima modifica di Lopi90 il martedì 16 ottobre 2018, 13:26, modificato 1 volta in totale.



Avatar utente
simociclo
Messaggi: 4649
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 17:12

Re: Il Lombardia 2018

Messaggio da leggere da simociclo » martedì 16 ottobre 2018, 13:25

Lopi90 ha scritto:
martedì 16 ottobre 2018, 13:24
Io certe cose non le capisco.

Abbiamo assistito ad una grande corsa, con tutti protagonisti di livello e uno scontro faccia a faccia fra i migliori, sicuramente la più spettacolare delle classiche di quest'anno, solo la Roubaix può reggere il confronto. La salita del Civiglio dove Pinot ha staccato ad uno ad uno i compagni di fuga è stato uno dei momenti più alti della stagione, niente fagianate, niente giochi di squadra, niente Neilands che scatta sulla salita decisiva, scontro diretto fra i capitani. C'è stato tutto quello che potevamo chiedere: la meritata consacrazione di un corrodore forte e combattivo, l'orgoglio del vecchio campione ferito e sconfitto ma mai domo, la grinta dei nuovi arrivati che ancora non ne hanno per farcela fino in fondo, ma con incoscienza ci provano comunque. Il tutto a coronamento di un grande finale di stagione italiano, pieno di protagonisti di assoluto livello come non se ne vedevano nelle corse italiane da decenni, e che per noi italiani ha lanciato e rilanciato due grandi talenti come Ballerini e Moscon.

E adesso si parla di spostare la corsa per rivitalizzarla? Mandando a quel paese tutto il grande lavoro fatto per promuovere e rilanciare il calendario italiano? Noi appassionati ci meritiamo davvero che le corse italiane muoiano tutte e che le nostre squadre finiscano a fare per l'80% il calendario thailandese.
concordo su tutte le tue considerazioni


"la mente è come il paracadute, funziona solo se si apre" A. Einstein

Salvatore77
Messaggi: 4752
Iscritto il: domenica 9 gennaio 2011, 19:14

Re: Il Lombardia 2018

Messaggio da leggere da Salvatore77 » martedì 16 ottobre 2018, 13:45

nino58 ha scritto:
martedì 16 ottobre 2018, 12:27
Trullo ha scritto:
martedì 16 ottobre 2018, 12:21
Il Lombardia è sia la classica più vinta dagli specialisti di grandi giri, sia quella con un albo d'oro più povero di meteore
Esatto.
Negli ultimi trent'anni di vere meteore ci sono state solo Bobrik e Zaugg.
Negli ultimi cinquanta solo Bobrik e Zaugg.
Infatti va bene così.
Va bene anche che chi vince il Lombardia abbia nel proprio curriculum vittorie nei GT, visto che il Lombardia e i GT hanno in comune la salita.
Però quanti hanno vinto un Tour e il Lombardia nello stesso anno nel passato recente (30 anni)? Oppure un GT e il Lombardia nello stesso anno.
Nibali ha vinto 2 Lombardia 2015-2017
GT nel 2010 - 2013 -2014 -2016.

L'ultimo che lo ha fatto è Cunego nel 2004.
Forse Rominger nel 1992 con la Vuelta ad aprile.
Poi Hinault.

E'' evidente che imporsi in un GT preparando le classiche è impresa molto difficile. Complimenti a chi ci riesce.
E' una questione di calendario che secondo me non si risolve spostando il Lombardia.


1° Tour de France 2018


Avatar utente
lemond
Messaggi: 13110
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Firenze

Re: Il Lombardia 2018

Messaggio da leggere da lemond » martedì 16 ottobre 2018, 13:50

nino58 ha scritto:
martedì 16 ottobre 2018, 11:07
Strong ha scritto:
martedì 16 ottobre 2018, 10:36

in tanti hanno fatto la doppietta al lombardia, un numero esagerato se confrontato con la media delle altre classiche
Effettivamente quel Merckx lì era proprio scarsino.
E Coppi, che ne ha vinte cinque, che pippa !!!
E Hinault ? Chi cazz'è 'sto Hinault ?
Oh Nino, si parla del ciclismo attuale non di quello di Mercks, Coppi e Hinault e tre vittorie di Cunego (ma non solo) fanno riflettere. Poi, se rileggi quanto ti ho scritto tempo fa in privato, dovresti riflettere su di una cosa che, probabilmente hai scritto senza pensare. P.S. Non posso essere più chiaro. :cincin:


Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
i barbieri il lunedì
e il mitico Lopez, che lavora alla Coop,
... il martedì. :bll:

Avatar utente
nino58
Messaggi: 11600
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: Il Lombardia 2018

Messaggio da leggere da nino58 » martedì 16 ottobre 2018, 13:56

lemond ha scritto:
martedì 16 ottobre 2018, 13:50
nino58 ha scritto:
martedì 16 ottobre 2018, 11:07
Strong ha scritto:
martedì 16 ottobre 2018, 10:36

in tanti hanno fatto la doppietta al lombardia, un numero esagerato se confrontato con la media delle altre classiche
Effettivamente quel Merckx lì era proprio scarsino.
E Coppi, che ne ha vinte cinque, che pippa !!!
E Hinault ? Chi cazz'è 'sto Hinault ?
Oh Nino, si parla del ciclismo attuale non di quello di Mercks, Coppi e Hinault e tre vittorie di Cunego (ma non solo) fanno riflettere. Poi, se rileggi quanto ti ho scritto tempo fa in privato, dovresti riflettere su di una cosa che, probabilmente hai scritto senza pensare. P.S. Non posso essere più chiaro. :cincin:
Non l'ho scritta senza pensare, l'ho scritta proprio pensandoci, ma non prendertela, un eroe della propria infanzia è mito incrollabile.
Riguardo al ciclismo attuale, due vittorie di Bartoli, due di Bettini, di Gilbert, di Rodriguez e di Nibali sono tanta roba, anzi tantissima.
Ed anche le tre di Cunego, per me. ;) :cincin:


Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!

Avatar utente
udra
Messaggi: 7115
Iscritto il: mercoledì 1 ottobre 2014, 11:29

Re: Il Lombardia 2018

Messaggio da leggere da udra » martedì 16 ottobre 2018, 13:59

Si ma andate a guardarvi gli ordini d'arrivo del 2007 e del 2004.
Poi non è che il Cunego dell'epoca fosse uno scarso preso per strada, podio alla Liegi e al Mondiale, vittoria dell'Amstel.
Lo state facendo passare come uno che azzeccava la stessa giornata buona per qualche anno.
Gli ultimi 5-6 anni di carriera ,quasi indecorosi per uno col suo palmares, non cambiano quello che ha fatto prima però.



Avatar utente
lemond
Messaggi: 13110
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Firenze

Re: Il Lombardia 2018

Messaggio da leggere da lemond » martedì 16 ottobre 2018, 14:01

nino58 ha scritto:
martedì 16 ottobre 2018, 13:56

Non l'ho scritta senza pensare, l'ho scritta proprio pensandoci, ma non prendertela, un eroe della propria infanzia è mito incrollabile.
Riguardo al ciclismo attuale, due vittorie di Bartoli, due di Bettini, di Gilbert, di Rodriguez e di Nibali sono tanta roba, anzi tantissima.
Ed anche le tre di Cunego, per me. ;) :cincin:
Bene, sei una persona intelligente, anche se di opinioni diverse dalle mie, il che è anche meglio. :) P.S. Forza Inter, in attesa del derby. :)


Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
i barbieri il lunedì
e il mitico Lopez, che lavora alla Coop,
... il martedì. :bll:

Avatar utente
lemond
Messaggi: 13110
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Firenze

Re: Il Lombardia 2018

Messaggio da leggere da lemond » martedì 16 ottobre 2018, 14:05

udra ha scritto:
martedì 16 ottobre 2018, 13:59
Si ma andate a guardarvi gli ordini d'arrivo del 2007 e del 2004.
Poi non è che il Cunego dell'epoca fosse uno scarso preso per strada, podio alla Liegi e al Mondiale, vittoria dell'Amstel.
Lo state facendo passare come uno che azzeccava la stessa giornata buona per qualche anno.
Gli ultimi 5-6 anni di carriera ,quasi indecorosi per uno col suo palmares, non cambiano quello che ha fatto prima però.
Podio al mondiale vinto da un suo compagno di squadra, alla Liegi non rammento, ma sarà stato per sbaglio :) . L'Amstel non è che sia quella gran cosa: pochi chilometri e qualche collinetta. Il Lombardia è una corsa seria invece.
P.S. Poi lui non azzeccava la giornata buona, continuava a correre quando gli altri avevano smesso. ;)


Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
i barbieri il lunedì
e il mitico Lopez, che lavora alla Coop,
... il martedì. :bll:

Avatar utente
nino58
Messaggi: 11600
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: Il Lombardia 2018

Messaggio da leggere da nino58 » martedì 16 ottobre 2018, 14:06

lemond ha scritto:
martedì 16 ottobre 2018, 14:01
nino58 ha scritto:
martedì 16 ottobre 2018, 13:56

Non l'ho scritta senza pensare, l'ho scritta proprio pensandoci, ma non prendertela, un eroe della propria infanzia è mito incrollabile.
Riguardo al ciclismo attuale, due vittorie di Bartoli, due di Bettini, di Gilbert, di Rodriguez e di Nibali sono tanta roba, anzi tantissima.
Ed anche le tre di Cunego, per me. ;) :cincin:
Bene, sei una persona intelligente, anche se di opinioni diverse dalle mie, il che è anche meglio. :) P.S. Forza Inter, in attesa del derby. :)
Forza Inter.
Fozza Inda. ;)


Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!

Avatar utente
udra
Messaggi: 7115
Iscritto il: mercoledì 1 ottobre 2014, 11:29

Re: Il Lombardia 2018

Messaggio da leggere da udra » martedì 16 ottobre 2018, 14:09

257 km di corsa effettivamente sono poca roba.
Chiudo l'argomento, tanto è come parlare di Contador o di Milan.



Avatar utente
nino58
Messaggi: 11600
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: Il Lombardia 2018

Messaggio da leggere da nino58 » martedì 16 ottobre 2018, 14:12

udra ha scritto:
martedì 16 ottobre 2018, 14:09
257 km di corsa effettivamente sono poca roba.
Chiudo l'argomento, tanto è come parlare di Contador o di Milan.
Non vorrei passare per l'esegeta di lemond, che non ne ha certamente bisogno, ma la sua affermazione sul Lombardia non mi pare fosse ironica.


Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!

Avatar utente
il_panta
Messaggi: 5539
Iscritto il: lunedì 21 maggio 2012, 13:39

Re: Il Lombardia 2018

Messaggio da leggere da il_panta » martedì 16 ottobre 2018, 14:16

E comunque mi pare che in questo momento il Lombardia sia più ambito rispetto agli anni di Cunego.


2019 (1°): Giro d'Italia tp 4, 5, 20; Giro d'Italia classifica generale; Tour de France tp 1, 10; Tour of Britain;

Avatar utente
udra
Messaggi: 7115
Iscritto il: mercoledì 1 ottobre 2014, 11:29

Re: Il Lombardia 2018

Messaggio da leggere da udra » martedì 16 ottobre 2018, 14:21

nino58 ha scritto:
martedì 16 ottobre 2018, 14:12
udra ha scritto:
martedì 16 ottobre 2018, 14:09
257 km di corsa effettivamente sono poca roba.
Chiudo l'argomento, tanto è come parlare di Contador o di Milan.
Non vorrei passare per l'esegeta di lemond, che non ne ha certamente bisogno, ma la sua affermazione sul Lombardia non mi pare fosse ironica.
Ma la sua affermazione sul Lombardia si può discutere, io parlavo della sua "avversione" per il povero Damiano :) (ai tempi leggevo il forum pur non essendo iscritto)



Avatar utente
udra
Messaggi: 7115
Iscritto il: mercoledì 1 ottobre 2014, 11:29

Re: Il Lombardia 2018

Messaggio da leggere da udra » martedì 16 ottobre 2018, 14:22

il_panta ha scritto:
martedì 16 ottobre 2018, 14:16
E comunque mi pare che in questo momento il Lombardia sia più ambito rispetto agli anni di Cunego.
All'epoca magari non c'erano i grandi campioni stranieri, ma la concorrenza interna era più che sufficiente. Bettini,Rebellin,Di Luca ce li sogniamo ora come ora..



Avatar utente
simociclo
Messaggi: 4649
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 17:12

Re: Il Lombardia 2018

Messaggio da leggere da simociclo » martedì 16 ottobre 2018, 14:24

nino58 ha scritto:
martedì 16 ottobre 2018, 14:12
udra ha scritto:
martedì 16 ottobre 2018, 14:09
257 km di corsa effettivamente sono poca roba.
Chiudo l'argomento, tanto è come parlare di Contador o di Milan.
Non vorrei passare per l'esegeta di lemond, che non ne ha certamente bisogno, ma la sua affermazione sul Lombardia non mi pare fosse ironica.
non vorrei passare per l'esegeta di udra, ma si riferiva all' Amstel che Lemond non considera una gran corsa (e che nell'anno di Cunego era lunga 257 km) :)


"la mente è come il paracadute, funziona solo se si apre" A. Einstein

Luca90
Messaggi: 6721
Iscritto il: venerdì 31 luglio 2015, 22:21

Re: Il Lombardia 2018

Messaggio da leggere da Luca90 » martedì 16 ottobre 2018, 14:24

Sono scioccato a leggere certi interventi da parte di gente che dovrebbe essere amante del ciclismo...


2015:Tre Valli Varesine
2016(11°):Giro d'Italia (primi5), Tour tappa 11, Tour tappa 14, Parigi-Tours
201(14°):Kuurne-Bruxelles-Kuurne, Tro Bro Leon
2018(16°):Tour of Guangxi
2019( 16°):Dwars door Vlaanderen, Tour tappa 18, Vuelta tappa 8, Giro dell'Emilia

Avatar utente
udra
Messaggi: 7115
Iscritto il: mercoledì 1 ottobre 2014, 11:29

Re: Il Lombardia 2018

Messaggio da leggere da udra » martedì 16 ottobre 2018, 14:29

simociclo ha scritto:
martedì 16 ottobre 2018, 14:24


non vorrei passare per l'esegeta di udra, ma si riferiva all' Amstel che Lemond non considera una gran corsa (e che nell'anno di Cunego era lunga 257 km) :)
:cincin: :)



Avatar utente
lemond
Messaggi: 13110
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Firenze

Re: Il Lombardia 2018

Messaggio da leggere da lemond » mercoledì 17 ottobre 2018, 9:45

udra ha scritto:
martedì 16 ottobre 2018, 14:09
257 km di corsa effettivamente sono poca roba.
Chiudo l'argomento, tanto è come parlare di Contador o di Milan.
La Sanremo quanti Km. conta? Ma per me effettivamente non è poca roba, ma zero per zero, il che equivale a ...
P.S. Poi fate voi e continuate pure a dire che è un monumento. :(
P.P.S. Non ti sei accorto che quest'anno il Milan, con l'arrivo di Higuain e la dipartita di Bonucci non lo considero più il peggio del peggio, anche perché, purtroppo per me e bene per voi, Suso l'Inter non l'à comprato! :grr:


Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
i barbieri il lunedì
e il mitico Lopez, che lavora alla Coop,
... il martedì. :bll:

Avatar utente
lemond
Messaggi: 13110
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Firenze

Re: Il Lombardia 2018

Messaggio da leggere da lemond » mercoledì 17 ottobre 2018, 9:47

il_panta ha scritto:
martedì 16 ottobre 2018, 14:16
E comunque mi pare che in questo momento il Lombardia sia più ambito rispetto agli anni di Cunego.
Codesto è vero, ma credo che potrebbe essere la classica più importante del mondo e proprio per questo mi dispiace che in pochi possano competere. :x


Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
i barbieri il lunedì
e il mitico Lopez, che lavora alla Coop,
... il martedì. :bll:

Avatar utente
lemond
Messaggi: 13110
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Firenze

Re: Il Lombardia 2018

Messaggio da leggere da lemond » mercoledì 17 ottobre 2018, 9:52

Luca90 ha scritto:
martedì 16 ottobre 2018, 14:24
Sono scioccato a leggere certi interventi da parte di gente che dovrebbe essere amante del ciclismo...
Potresti essere un po' più chiaro?

P.S. Poi essere amante del ciclismo non vuol dire molto, perché per es. La Deste e Beppo credo che lo siano *amanti*, però per loro (così come per lo (scomparso?) avatar di Udra, questo sport è come per me l'arabo. ;) :cincin:


Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
i barbieri il lunedì
e il mitico Lopez, che lavora alla Coop,
... il martedì. :bll:

riddler
Messaggi: 1104
Iscritto il: domenica 24 luglio 2011, 22:07

Re: Il Lombardia 2018

Messaggio da leggere da riddler » mercoledì 17 ottobre 2018, 11:50

Non lo so, magari dirò un eresia per i romantici... ma per me dovrebbe cambiare collocazione il Lombardia e magari, perchè no?, in prossimità del mondiale, come avvicinamento...
Troppo in la come data e oramai è meta di corridori (soprattutto di grandi giri, nei quali ci metto pure Martin mi assumo questa responsabilità) delusi dal tour soprattutto e anche dalla vuelta in cerca di riscatto. Ma un Thomas o un Froome non ci parteciperà mai, già non partecipano al mondiale...
La potete mettere come volete ma la partecipazione è monca al Lombardia...
Poi che i vincitori siano di livello, nessuno lo discute, ma gli avversari sono davvero pochi...


Ecco l'elenco delle corse minori del ciclismo:
http://it.wikipedia.org/wiki/Sacha_Modolo

Avatar utente
nino58
Messaggi: 11600
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: Il Lombardia 2018

Messaggio da leggere da nino58 » mercoledì 17 ottobre 2018, 12:25

riddler ha scritto:
mercoledì 17 ottobre 2018, 11:50
Non lo so, magari dirò un eresia per i romantici... ma per me dovrebbe cambiare collocazione il Lombardia e magari, perchè no?, in prossimità del mondiale, come avvicinamento...
Troppo in la come data e oramai è meta di corridori (soprattutto di grandi giri, nei quali ci metto pure Martin mi assumo questa responsabilità) delusi dal tour soprattutto e anche dalla vuelta in cerca di riscatto. Ma un Thomas o un Froome non ci parteciperà mai, già non partecipano al mondiale...
La potete mettere come volete ma la partecipazione è monca al Lombardia...
Poi che i vincitori siano di livello, nessuno lo discute, ma gli avversari sono davvero pochi...
L'eresia non è verso i romantici, è verso la completezza tecnica del calendario.
Una corsa importantissima a fine stagione serve ?
Certo, altrimenti l'interesse finisce un mese prima di adesso (o quindici giorni, ma il concetto è lo stesso).
La corsa c'è e ce la vogliamo tenere così e, ripeto, non per romanticismo ma per sostanza.
Il Lombardia c'è da cent'anni mentre Froome e Thomas, eccellenti interpreti del presente, tra pochi anni si autopensionano.
Ora, con tutto il bene che gli si può volere, chissenefrega se vengono o no.
Esemplifico: ha fatto più bene a Froome venire al Giro (dove ha potuto esprimere un'impresa che al Tour non avrebbe espresso)o al Giro avere Froome ?
Sinceramente, la prima.
Non che al Giro abbia fatto male, ma è la carriera di Froome, il buon ricordo che si avrà di lui, ad averci enormemente guadagnato.
Il Giro c'era da prima di Froome e ci sarà pure dopo.
Il Lombardia pure.


Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!

Lopi90
Messaggi: 1396
Iscritto il: martedì 31 maggio 2011, 12:15

Re: Il Lombardia 2018

Messaggio da leggere da Lopi90 » mercoledì 17 ottobre 2018, 12:50

Ma poi, Thomas e Froome quest'anno quante classiche hanno corso quest'anno?

Thomas ha un DNF alla Roubaix e un 56 posto alla Liegi.

Froome non ha fatto nessuna corsa in linea.

Ripeto, l'unico corridore che sarebbe potuto venire ed essere protagonista con una posizione diversa in calendario e` Alaphilippe (e comunque, per come e` andata la corsa, non penso avrebbe vinto), gli altri le classiche non le corrono proprio, non importa come, dove e quando.



Avatar utente
lemond
Messaggi: 13110
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Firenze

Re: Il Lombardia 2018

Messaggio da leggere da lemond » mercoledì 17 ottobre 2018, 13:09

A me sembra che qualcuno confonda la partecipazione con possibilità di vincerla. A me della prima non importa nulla, mentre tutto della seconda. Ad es. Sagan al mondiale c'era? Penso di sì, ma da quando mi sono collegato non l'ò visto e così i fratelli Yates al Lombardia, uno non so davvero se ci fosse. Mi sono spiegato? :)

P.S.

Quanto al fatto che qualcuno pensi che i miei siano giudizi "a priori", posso dire che in vita mia ho cambiato idea su tutto, a cominciare dalla religione, per finire al ciclismo dove, sia detto "en passant" perché l'ò già scritto troppe volte, ho cominciato come tifoso di Cunego, Cavendish, Contador, Sagan e Hinault. :)


Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
i barbieri il lunedì
e il mitico Lopez, che lavora alla Coop,
... il martedì. :bll:

jumbo
Messaggi: 5542
Iscritto il: sabato 1 ottobre 2011, 10:42

Re: Il Lombardia 2018

Messaggio da leggere da jumbo » mercoledì 17 ottobre 2018, 13:13

Froome non correrebbe il Lombardia nemmeno se fosse una settimana prima o dopo il Tour, così come spesso non corre il campionato inglese o non ha mai corso a san sebastian.



Avatar utente
chinaski89
Messaggi: 4036
Iscritto il: sabato 13 giugno 2015, 16:51

Re: Il Lombardia 2018

Messaggio da leggere da chinaski89 » mercoledì 17 ottobre 2018, 13:34

Allora spostiamo anche la Liegi perchè Froome e Thomas e Aru e Quintana non ci vanno, poi spostiamo la Roubaix ad Agosto così possono provarla anche Nibali e Dumo se seguiamo sta teoria, poi se lo sposti magari un Pinot non ci può arrivare in forma per motivi suoi e allora non va bene lo stesso? La corsa c'è ed è lì, chi vuole la corre chi no cavoli suoi, non mi pare la cosa infici lo spettacolo ne che i vincitori siano considerati Delle pippe perchè manca Froome (che classiche non ne corre peraltro)



cassius
Messaggi: 827
Iscritto il: giovedì 19 luglio 2012, 23:01

Re: Il Lombardia 2018

Messaggio da leggere da cassius » mercoledì 17 ottobre 2018, 14:35

Le Monumento non si spostano, fine della discussione.

Vi segnalo per i Lombardia dall'introduzione del PT/WT, gli italiani nei primi 15 e quanti di squadre professional.
Questo per dare la misura di quanto si sia internazionalizzato, al netto della crisi del nostro ciclismo.
- 2005: vince Bettini su Simoni e Frank Schleck. 9 italiani nei primi 15 di cui 5 di una professional;
- 2006: vince Bettini, 9 italiani nei primi 15 di cui 1 di una professional (+Khalilov, 12°);
- 2007: vince Cunego, 5 italiani nei primi 15 di cui 1 di una professional;
- 2008: vince Cunego, 5 italiani nei primi 15 di cui 1 di una professional;
- 2009: vince Gilbert, 5 italiani nei primi 15 di cui 2 di una professional (+Hoogerland della Vacansoleil, 5°);
- 2010: vince Gilbert, 4 italiani nei primi 15 e 1 di una professional;
- 2011: vince Zaugg, 6 italiani nei primi 15 e 3 di squadre professional (+Betancour della Acqua e Sapone);
- 2012: vince Purito, 3 italiani nei 15 di cui 1 di una professional;
- 2013: vince Purito, 5 italiani nei 15 di cui 1 di una professional;
- 2014: vince Daniel Martin, 3 italiani nei 15 e nessuno di una professional;
- 2015: vince Nibali, 4 italiani nei 15 di cui 1 di una professional;
- 2016: vince Chaves, 6 italiani nei 15 di cui nessuno da professional (ma Torres, della Androni, 13°);
- 2017: vince Nibali, 5 italiani nei 15 di cui nessuno da una professional (ma Bernal della Androni 13°);
- 2018: vince Pinot, 2 italiani nei 15 e nessuno da una professional.

Ah, prima del PT/WT piazzavamo 9/15 nel 2004, 5/15 nel 2003 (ma podio tutto italiano), 8/15 nel 2002 (doppietta italiana), 5/15 nel 2001...
Ormai quasi nessun atleta di squadre professional arriva davanti nel Lombardia, e il numero di italiani nei 15 si è ridotto.

Se stasera ho tempo, provo a fare un andamento dei punti PCS della top10 dei vari anni, ma ho l'impressione che vedremmo lì davvero il cambiamento forte. Fino a fine anni 2000 c'era qualche "onesto lavoratore" del pedale italico che riusciva a piazzarsi, oggi...no way!

Se poi guardiamo la start list, il Giro di Lombardia è entrato in top10 di PCS dal 2013 e lì vi è sempre rimasto (col record del 2016, 2°), mentre prima era la 20a/30a corsa dell'anno
https://www.procyclingstats.com/race/il ... ce-ranking
Per capirci, la Sanremo non è mai scesa sotto l'8a posizione dal 2000 ad oggi:
https://www.procyclingstats.com/race/mi ... ce-ranking

Con questo trend di miglioramento, solo un pazzo andrebbe a spostare il Lombardia.
Le altre corse del calendario italiano ne stanno beneficiando enormemente.



pereiro2982
Messaggi: 2317
Iscritto il: lunedì 16 maggio 2016, 15:18

Re: Il Lombardia 2018

Messaggio da leggere da pereiro2982 » mercoledì 17 ottobre 2018, 14:50

secondo me invece si dovrebbe cercare di creare la stessa cosa intorno alle strade bianche , metterle intorno corse di preparazione



jumbo
Messaggi: 5542
Iscritto il: sabato 1 ottobre 2011, 10:42

Re: Il Lombardia 2018

Messaggio da leggere da jumbo » mercoledì 17 ottobre 2018, 14:56

già ci sono delle corse nel periodo della strade bianche.



Avatar utente
nino58
Messaggi: 11600
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: Il Lombardia 2018

Messaggio da leggere da nino58 » mercoledì 17 ottobre 2018, 15:05

pereiro2982 ha scritto:
mercoledì 17 ottobre 2018, 14:50
secondo me invece si dovrebbe cercare di creare la stessa cosa intorno alle strade bianche , metterle intorno corse di preparazione
Ci sono Larciano e Tirreno Adriatico (diciamo che Strade Bianche e T/A si lanciano a vicenda).


Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!

Bomby
Messaggi: 1581
Iscritto il: martedì 17 giugno 2014, 20:23

Re: Il Lombardia 2018

Messaggio da leggere da Bomby » mercoledì 17 ottobre 2018, 15:14

pereiro2982 ha scritto:
mercoledì 17 ottobre 2018, 14:50
secondo me invece si dovrebbe cercare di creare la stessa cosa intorno alle strade bianche , metterle intorno corse di preparazione
Sono d'accordo, corse simili anche su sterrato, anche in altre zone. Come fanno in Belgio, con il vantaggio che gli sterrati in Italia non c'è li abbiamo solo in Toscana.



Strong
Messaggi: 9550
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 11:48

Re: Il Lombardia 2018

Messaggio da leggere da Strong » mercoledì 17 ottobre 2018, 16:10

cassius ha scritto:
mercoledì 17 ottobre 2018, 14:35
Le Monumento non si spostano, fine della discussione.
..........
Con questo trend di miglioramento, solo un pazzo andrebbe a spostare il Lombardia.
.... o peggioramento del movimento italiano
no perchè, negli anni in cui al lombardia se ne piazzavano un discreto numero tra i primi erano anche gli anni in cui vincevamo le classiche
di primavaera e ne piazzavamo 4/5 nei 10 o 2 su 3 sul podio.
gli italiani che arrivavano davanti a lombardia erano protagonisti (vincenti) anche nel resto della stagione


i fondamentalisti del ciclismo e gli ultras dei ciclisti sono il male di questo sport.

Avatar utente
nino58
Messaggi: 11600
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: Il Lombardia 2018

Messaggio da leggere da nino58 » mercoledì 17 ottobre 2018, 16:22

Strong ha scritto:
mercoledì 17 ottobre 2018, 16:10
cassius ha scritto:
mercoledì 17 ottobre 2018, 14:35
Le Monumento non si spostano, fine della discussione.
..........
Con questo trend di miglioramento, solo un pazzo andrebbe a spostare il Lombardia.
.... o peggioramento del movimento italiano
no perchè, negli anni in cui al lombardia se ne piazzavano un discreto numero tra i primi erano anche gli anni in cui vincevamo le classiche
di primavaera e ne piazzavamo 4/5 nei 10 o 2 su 3 sul podio.
gli italiani che arrivavano davanti a lombardia erano protagonisti (vincenti) anche nel resto della stagione

Miglioramento/peggioramento della collocazione della corsa c'entra come i cavoli a merenda col peggioramento del movimento ciclistico italiano.


Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!

Lopi90
Messaggi: 1396
Iscritto il: martedì 31 maggio 2011, 12:15

Re: Il Lombardia 2018

Messaggio da leggere da Lopi90 » mercoledì 17 ottobre 2018, 16:25

Strong ha scritto:
mercoledì 17 ottobre 2018, 16:10
cassius ha scritto:
mercoledì 17 ottobre 2018, 14:35
Le Monumento non si spostano, fine della discussione.
..........
Con questo trend di miglioramento, solo un pazzo andrebbe a spostare il Lombardia.
.... o peggioramento del movimento italiano
no perchè, negli anni in cui al lombardia se ne piazzavano un discreto numero tra i primi erano anche gli anni in cui vincevamo le classiche
di primavaera e ne piazzavamo 4/5 nei 10 o 2 su 3 sul podio.
gli italiani che arrivavano davanti a lombardia erano protagonisti (vincenti) anche nel resto della stagione
Fra gli italiani nei 10 al Lombardia in quell'epoca troviamo

2011 Chiarini
2010 Santambrogio
2008 Failli, Possoni e Finetto
2007 Mazzanti
2006 Moreni, Carrara e Pagoto
2005 Anza` e Gentili

Non proprio gente che vinceva monumento ogni stagione



Salvatore77
Messaggi: 4752
Iscritto il: domenica 9 gennaio 2011, 19:14

Re: Il Lombardia 2018

Messaggio da leggere da Salvatore77 » mercoledì 17 ottobre 2018, 16:49

Il Lombardia ha avuto qualche edizione leggermente sotto tono. Forse anche una fase che quasi ha fatto perdere di identità a una corsa che da essere la corsa più dura del calendario, a Bergamo stava diventando una corsa per tutti i tipi di corridori.
Bartoli, per dirne una, si impose in volata su un gruppo di una ventina di corridori. Nulla di male, però il Lombardia nella storia sembrava tutta un'altra corsa.
Va detto che ora sembra in una fase di splendore. Non facciamoci trarre in inganno dal fatto che c'è stato un mondiale duro e che probabilmente questo ha portato in forma alcuni corridori che altre volte non avremmo visto.
Vediamo che succede nei prossimi anni.


1° Tour de France 2018

pereiro2982
Messaggi: 2317
Iscritto il: lunedì 16 maggio 2016, 15:18

Re: Il Lombardia 2018

Messaggio da leggere da pereiro2982 » mercoledì 17 ottobre 2018, 16:58

nino58 ha scritto:
mercoledì 17 ottobre 2018, 15:05
pereiro2982 ha scritto:
mercoledì 17 ottobre 2018, 14:50
secondo me invece si dovrebbe cercare di creare la stessa cosa intorno alle strade bianche , metterle intorno corse di preparazione
Ci sono Larciano e Tirreno Adriatico (diciamo che Strade Bianche e T/A si lanciano a vicenda).
io intendevo sterrati quasi a creare un mini periodo di sterrato nella stagione



Avatar utente
Patate
Messaggi: 4630
Iscritto il: domenica 28 febbraio 2016, 23:23

Re: Il Lombardia 2018

Messaggio da leggere da Patate » mercoledì 17 ottobre 2018, 16:59

Salvatore77 ha scritto:
mercoledì 17 ottobre 2018, 16:49
Va detto che ora sembra in una fase di splendore. Non facciamoci trarre in inganno dal fatto che c'è stato un mondiale duro e che probabilmente questo ha portato in forma alcuni corridori che altre volte non avremmo visto.
Come controesempio c'è il Lombardia vinto due anni fa dal Garagista :D che veniva prima di Doha. Anche lì ci fu startlist di qualità e una gran bella gara


antani ha scritto:Non so perchè ma ho la sensazione che domani Aru possa arrivare dietro o davanti a Froome, stiamo a vedere sembra facile ma non è difficile

Salvatore77
Messaggi: 4752
Iscritto il: domenica 9 gennaio 2011, 19:14

Re: Il Lombardia 2018

Messaggio da leggere da Salvatore77 » mercoledì 17 ottobre 2018, 17:22

Patate ha scritto:
mercoledì 17 ottobre 2018, 16:59
Salvatore77 ha scritto:
mercoledì 17 ottobre 2018, 16:49
Va detto che ora sembra in una fase di splendore. Non facciamoci trarre in inganno dal fatto che c'è stato un mondiale duro e che probabilmente questo ha portato in forma alcuni corridori che altre volte non avremmo visto.
Come controesempio c'è il Lombardia vinto due anni fa dal Garagista :D che veniva prima di Doha. Anche lì ci fu startlist di qualità e una gran bella gara
Se andiamo a ritroso riusciamo a dimostrare tutto e il contrario di tutto.
Io sono già convinto che il Lombardia va bene così dov'è e com'è.
Mi fa comunque un po' strano che appena 13 giorni prima in un mondiale duro la classifica era

1. Valverde
2. Bardet
3. Woods
4. Dumoulin
5. Moscon

Dopo appena 13 giorni Dumoulin assente.
Moscon e Bardet dissolti a 40 km.
Valverde subito dopo.

Noi possiamo immaginare gli spostamenti che vogliamo. Poi i corridori fanno le loro scelte.


1° Tour de France 2018

riddler
Messaggi: 1104
Iscritto il: domenica 24 luglio 2011, 22:07

Re: Il Lombardia 2018

Messaggio da leggere da riddler » mercoledì 17 ottobre 2018, 17:46

Ragazzi però togliamo le statistiche e gli schemi...
Qui si sta parlando di una delle 5 gare in linea (eccezion fatta del mondiale) + importante dell'anno...

Se alla Sanremo ci va il Sagan è normale... se non ci va fa lo stesso non cambia il fascino della corsa...
Quest'anno perchè partecipa Valverde è stato quasi un miracolo, ha dato "prestigio" a una gara che di per se dovrebbe essere prestigiosa


Ecco l'elenco delle corse minori del ciclismo:
http://it.wikipedia.org/wiki/Sacha_Modolo

Avatar utente
nino58
Messaggi: 11600
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: Il Lombardia 2018

Messaggio da leggere da nino58 » giovedì 18 ottobre 2018, 10:38

riddler ha scritto:
mercoledì 17 ottobre 2018, 17:46
Ragazzi però togliamo le statistiche e gli schemi...
Qui si sta parlando di una delle 5 gare in linea (eccezion fatta del mondiale) + importante dell'anno...

Se alla Sanremo ci va il Sagan è normale... se non ci va fa lo stesso non cambia il fascino della corsa...
Quest'anno perchè partecipa Valverde è stato quasi un miracolo, ha dato "prestigio" a una gara che di per se dovrebbe essere prestigiosa
Sì, giusto.
Ricordo però che Valverde, al Lombardia, ha all'attivo pure due secondi posti.
Non è che è arrivato quest'anno a dare prestigio.
Ci ha provato più volte (non sempre, in verità) e sabato scorso veniva dato tra i favoriti (il favorito, dopo il forfait di Ala).


Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!

Avatar utente
il_panta
Messaggi: 5539
Iscritto il: lunedì 21 maggio 2012, 13:39

Re: Il Lombardia 2018

Messaggio da leggere da il_panta » giovedì 18 ottobre 2018, 16:39

riddler ha scritto:
mercoledì 17 ottobre 2018, 17:46
Ragazzi però togliamo le statistiche e gli schemi...
Qui si sta parlando di una delle 5 gare in linea (eccezion fatta del mondiale) + importante dell'anno...

Se alla Sanremo ci va il Sagan è normale... se non ci va fa lo stesso non cambia il fascino della corsa...
Quest'anno perchè partecipa Valverde è stato quasi un miracolo, ha dato "prestigio" a una gara che di per se dovrebbe essere prestigiosa
Valverde mi pare che togliendo gli anni in cui Torri gli dava la caccia, gli anni di squalifica, e lo scorso anno per infortunio, ci sia stato quasi sempre, altro che miracolo. Non solo, ha anche due secondi posti, un quarto, e un sesto. Semplicemente è una classica che spesso gli è rimasta indigesta.


2019 (1°): Giro d'Italia tp 4, 5, 20; Giro d'Italia classifica generale; Tour de France tp 1, 10; Tour of Britain;

Avatar utente
lemond
Messaggi: 13110
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Firenze

Re: Il Lombardia 2018

Messaggio da leggere da lemond » venerdì 19 ottobre 2018, 12:52

il_panta ha scritto:
giovedì 18 ottobre 2018, 16:39
riddler ha scritto:
mercoledì 17 ottobre 2018, 17:46
Ragazzi però togliamo le statistiche e gli schemi...
Qui si sta parlando di una delle 5 gare in linea (eccezion fatta del mondiale) + importante dell'anno...

Se alla Sanremo ci va il Sagan è normale... se non ci va fa lo stesso non cambia il fascino della corsa...
Quest'anno perchè partecipa Valverde è stato quasi un miracolo, ha dato "prestigio" a una gara che di per se dovrebbe essere prestigiosa
Valverde mi pare che togliendo gli anni in cui Torri gli dava la caccia, gli anni di squalifica, e lo scorso anno per infortunio, ci sia stato quasi sempre, altro che miracolo. Non solo, ha anche due secondi posti, un quarto, e un sesto. Semplicemente è una classica che spesso gli è rimasta indigesta.
Nonostante sembri che essa gli sia stata "tagliata addosso". Ergo ... :cincin:


Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
i barbieri il lunedì
e il mitico Lopez, che lavora alla Coop,
... il martedì. :bll:

Avatar utente
Felice
Messaggi: 1385
Iscritto il: lunedì 31 ottobre 2011, 15:04

Re: Il Lombardia 2018

Messaggio da leggere da Felice » sabato 20 ottobre 2018, 11:49

Nell'attesa di rivedere all'opera le ragazze del volley un (molto tardivo) commento al Lombardia (che però ho visto in diretta!)

Intanto sono contento per Pinot. E' uno che non si risparmia, meritava una soddisfazione del genere. Poi onora sempre le corse italiane, ed è bello che sia proprio una corsa italiana a regalargli quella che è (per ora) la più bella vittoria della sua carriera.

Nibali grande e commovente. Ha dato il via a quella che è stata l'azione decisiva, ma quello che più mi ha impressionato è stata la ripartenza quando l'hanno ripreso. Uno immaginava che non ne avesse più e invece... Una dimostrazione di carattere da grande campione: che non avrebbe più ripreso Pinot lo sapeva, ma ad arrivare con gli altri proprio non ci stava.

Contento per il Lombardia in generale, che anche quest'anno ha avuto una start-list di ottimo livello. Cambiamento di data da nemmeno prendere in considerazione: è sempre stata la classica delle foglie morte e tale deve restare. Spostarla nel calendario, a mio parere, le toglierebbe prestigio e, alla lunga, la ridurrebbe al rango di una corsa qualunque.

Infine riprendo questo commento di Barry:
barrylyndon ha scritto:
sabato 13 ottobre 2018, 18:58
Oggi han vinto quelli che han avuto coraggio.
Non quelli dello scatto su Huy o Ans.
per sottolineare che queste sono le corse, le azioni e i campioni che hanno fatto la leggenda e che fanno amare il ciclismo. I succhiaruote che aspettano che qualcuno li porti in vista del traguardo per poi piazzare il loro spunto veloce, molto, ma molto, ma molto meno.



Avatar utente
il_panta
Messaggi: 5539
Iscritto il: lunedì 21 maggio 2012, 13:39

Re: Il Lombardia 2018

Messaggio da leggere da il_panta » lunedì 29 aprile 2019, 3:09

Off topic di un anno, ma ho una domanda sul Lombardia. I percorsi dettagliati si sa che vengono presentati molto tardi, ma se l'arrivo del prossimo (o addirittura prossimi) sarà a Bergamo o Como si sa già?


2019 (1°): Giro d'Italia tp 4, 5, 20; Giro d'Italia classifica generale; Tour de France tp 1, 10; Tour of Britain;

Avatar utente
udra
Messaggi: 7115
Iscritto il: mercoledì 1 ottobre 2014, 11:29

Re: Il Lombardia 2018

Messaggio da leggere da udra » lunedì 29 aprile 2019, 14:44

il_panta ha scritto:
lunedì 29 aprile 2019, 3:09
Off topic di un anno, ma ho una domanda sul Lombardia. I percorsi dettagliati si sa che vengono presentati molto tardi, ma se l'arrivo del prossimo (o addirittura prossimi) sarà a Bergamo o Como si sa già?
Non si sa ancora niente, se non che la Granfondo che si disputa il giorno dopo dovrebbe concludersi a Cantù.
Il che potrebbe voler dire che l'arrivo della classica sarà ancora a Como, ma in Comune c'è un po' di trambusto (l'assessore che ha spinto per avere il Giro si è dimessa, la giunta è soggetta a rimpasti quasi periodicamente).
Se così sarà, dovrebbe essere la volta buona per il ritorno del San Fermo.



PerezCuapio
Messaggi: 62
Iscritto il: giovedì 10 gennaio 2019, 9:28

Re: Il Lombardia 2018

Messaggio da leggere da PerezCuapio » lunedì 29 aprile 2019, 17:43

udra ha scritto:
lunedì 29 aprile 2019, 14:44
il_panta ha scritto:
lunedì 29 aprile 2019, 3:09
Off topic di un anno, ma ho una domanda sul Lombardia. I percorsi dettagliati si sa che vengono presentati molto tardi, ma se l'arrivo del prossimo (o addirittura prossimi) sarà a Bergamo o Como si sa già?
Non si sa ancora niente, se non che la Granfondo che si disputa il giorno dopo dovrebbe concludersi a Cantù.
Il che potrebbe voler dire che l'arrivo della classica sarà ancora a Como, ma in Comune c'è un po' di trambusto (l'assessore che ha spinto per avere il Giro si è dimessa, la giunta è soggetta a rimpasti quasi periodicamente).
Se così sarà, dovrebbe essere la volta buona per il ritorno del San Fermo.
Su l'Eco di un mesetto e mezzo fa, che riportava il calendario delle corse ciclistiche in provincia di BG, c'era scritto che ad Ottobre ci sarà l'arrivo del Lombardia in città. Ora da lì in poi non si è saputo più niente.



Avatar utente
Divanista
Messaggi: 609
Iscritto il: lunedì 16 aprile 2018, 14:21

Re: Il Lombardia 2018

Messaggio da leggere da Divanista » lunedì 29 aprile 2019, 18:59

E stiamo parlando di una Monumento... che tristezza. Nemmeno si sa dove parte e dove arriva. :ouch:


Ecco la mia presentazione. :carta:

Lazzaro1
Messaggi: 848
Iscritto il: sabato 10 febbraio 2018, 17:37

Re: Il Lombardia 2018

Messaggio da leggere da Lazzaro1 » martedì 28 maggio 2019, 14:29

Divanista ha scritto:
lunedì 29 aprile 2019, 18:59
E stiamo parlando di una Monumento... che tristezza. Nemmeno si sa dove parte e dove arriva. :ouch:
Sembra che Como stia spingendo per avere l'arrivo anche quest'anno




Rispondi