Mathieu Van Der Poel stradista

Il mondo dei professionisti tra gare e complessità, e più in generale l'approccio al ciclismo di ogni appassionato
Avatar utente
lemond
Messaggi: 14987
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Firenze

Re: Mathieu Van Der Poel stradista

Messaggio da leggere da lemond »

Slegar ha scritto: lunedì 4 novembre 2019, 12:24
lemond ha scritto: lunedì 4 novembre 2019, 12:17
Slegar ha scritto: lunedì 4 novembre 2019, 11:25 Van der Poel potrebbe esordire in un grande giro alla Vuelta 2020:
https://www.cyclingnews.com/news/van-de ... -a-espana/
Giusto, è da lì, dove suo nonno ha vinto l'unico G.G, che deve cominciare e poi e poi ...
P.S. Non capisco che c'entri nell'articolo, lo sci di fondo, però sarà stato tradotto da google!
Cross-Country è la specialità della MTB (o VTT alla francese) in cui gareggia MVdP, ma è pure il nome in inglese dello sci di fondo (cross-country skiing).
:D :D :D Grazie


Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
i barbieri il lunedì :bll:

"Per principio rifiuto di sottopormi a questi controlli. Non sono ostile alla lotta al doping, che ritengo indispensabile tra i dilettanti, ma nel caso di professionisti è differente.
Avatar utente
chinaski89
Messaggi: 5134
Iscritto il: sabato 13 giugno 2015, 16:51

Re: Mathieu Van Der Poel stradista

Messaggio da leggere da chinaski89 »

Stylus ha scritto: giovedì 3 ottobre 2019, 14:56 Piccola parentesi riguardandolo, perché l'impressione che mi fa ogni volta vederlo così forte con quel fisico. Secondo voi può essere uno che con quelle spalle potrebbe mai imporsi su una classica dura o su lunghe salite? Lo vedrei più facilmente campione olimpico 200 SL

Immagine
Secondo me classica dura molto difficile, ma potrebbe benissimo essere. GT e salite lunghe imho solo nei sogni dei tifosi più ottimisti.


Avatar utente
lemond
Messaggi: 14987
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Firenze

Re: Mathieu Van Der Poel stradista

Messaggio da leggere da lemond »

chinaski89 ha scritto: lunedì 4 novembre 2019, 15:32
Stylus ha scritto: giovedì 3 ottobre 2019, 14:56 Piccola parentesi riguardandolo, perché l'impressione che mi fa ogni volta vederlo così forte con quel fisico. Secondo voi può essere uno che con quelle spalle potrebbe mai imporsi su una classica dura o su lunghe salite? Lo vedrei più facilmente campione olimpico 200 SL

Immagine
Secondo me classica dura molto difficile, ma potrebbe benissimo essere. GT e salite lunghe imho solo nei sogni dei tifosi più ottimisti.
Anche "Spalloni" ha un fisico simile (credo, visto il soprannome), tutto sta nel perdere un po' di peso, senza diminuire di troppo la potenza. D'altra parte il giovane Sagan era arrivato a stare con i primi sulle salite del Tour de Suisse e il Kaiser penso sia meglio "a priori" di quello che è poi diventato un Simpaticissimo Buzzurro. ;)


Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
i barbieri il lunedì :bll:

"Per principio rifiuto di sottopormi a questi controlli. Non sono ostile alla lotta al doping, che ritengo indispensabile tra i dilettanti, ma nel caso di professionisti è differente.
MattiaF
Messaggi: 146
Iscritto il: mercoledì 29 maggio 2019, 9:44

Re: Mathieu Van Der Poel stradista

Messaggio da leggere da MattiaF »

Stavo provando a fare una piccola statistica sulle vittorie di MVDP nell'anno solare 2019 sommando le 3 discipline visto che con le ultime vittorie su strada e nel ciclocross stiamo arrivando a numeri davvero leggendari :o

Io ho conteggiato (ripeto, ho tenuto conto del solo anno 2019 e aggiornato a oggi, 12 novembre 2019) 41 vittorie.

Ho contato:

16 vittorie nel ciclocross (13 nella prima parte dell'anno + le 3 di questo mese)
14 nella Mountain Bike
11 nel ciclismo su strada

Sul ciclocross però potrei sbagliarmi, non vorrei aver sbagliato a imputare qualche vittoria di inizio anno e aver fatto confusione tra 2018 e 2019.


Avatar utente
Divanista
Messaggi: 679
Iscritto il: lunedì 16 aprile 2018, 14:21

Re: Mathieu Van Der Poel stradista

Messaggio da leggere da Divanista »

MattiaF, mi hai preceduto di due mesetti, perché anch'io avevo intenzione di stilare questo resoconto per l'anno 2019. :cincin:
Non so darti conferma sui numeri che hai messo... quello che comunque risalta agli occhi è che questo è veramente un fuoriclasse, nel vero senso del termine: uno che primeggia in situazioni e discipline diverse.
A questo punto, che faccia davvero un pensierino anche alla pista... :fischio:


Ecco la mia presentazione. :carta:
Avatar utente
lemond
Messaggi: 14987
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Firenze

Re: Mathieu Van Der Poel stradista

Messaggio da leggere da lemond »

Divanista ha scritto: martedì 12 novembre 2019, 12:43 A questo punto, che faccia davvero un pensierino anche alla pista... :fischio:
purtroppo non credo che abbia tempo, altrimenti ... :clap:


Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
i barbieri il lunedì :bll:

"Per principio rifiuto di sottopormi a questi controlli. Non sono ostile alla lotta al doping, che ritengo indispensabile tra i dilettanti, ma nel caso di professionisti è differente.
MattiaF
Messaggi: 146
Iscritto il: mercoledì 29 maggio 2019, 9:44

Re: Mathieu Van Der Poel stradista

Messaggio da leggere da MattiaF »

Divanista ha scritto: martedì 12 novembre 2019, 12:43 MattiaF, mi hai preceduto di due mesetti, perché anch'io avevo intenzione di stilare questo resoconto per l'anno 2019. :cincin:
Non so darti conferma sui numeri che hai messo... quello che comunque risalta agli occhi è che questo è veramente un fuoriclasse, nel vero senso del termine: uno che primeggia in situazioni e discipline diverse.
A questo punto, che faccia davvero un pensierino anche alla pista... :fischio:
Sì chiaramente questo "lavoro" andrebbe fatto a fine anno, anche perchè le vittorie nel cross tra un mese non saranno di certo più le stesse :)
Però mi ci ero messo qualche settimana fa e, avendo quel dubbio sulla prima parte di stagione, ho pensato di postarlo così chiunque poteva intervenire e correggermi nel caso.
A fine anno ovviamente tireremo le somme.

Quest'anno si è sbloccato definitivamente in MTB e ha portato a casa vittorie pesanti (che peccato che non abbia partecipato al campionato del mondo vista la forma che aveva in quel periodo! :( ) disciplina nella quale andava forte anche gli anni passati ma dove non era ancora riuscito a portare a casa vittorie di peso e soprattutto con la continuità di quest'anno.
Nel ciclocross invece è il solito dominio mentre su strada è "in crescita" stagione dopo stagione se andiamo a vedere la qualità delle vittorie oltre la quantità. Fanno un pò impressione le 11 vittorie su strada se si pensa a quanto poco abbia gareggiato e contando anche che è andato ad una crisi di fame dal diventare addirittura campione del mondo.

Per la pista la vedo una cosa più suggestiva che realistica, intanto non ne avrebbe materialmente il tempo e dovrebbe rinunciare a troppe cose e poi non è una disciplina "che ha nel sangue" tipo l'off road e non penso abbia nemmeno l'interesse di provarci. Poi mai si sa! Il padre a fine carriera è diventato campione del mondo di ciclocross (pur praticandolo anche prima), sai mai che Mathieu a fine carriera decida di vincere qualche 6 giorni o mondiale in pista :D

Appena riesco pubblicherò una per una tutte le vittorie del 2019 divise nelle 3 discipline.


Avatar utente
Slegar
Messaggi: 6105
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:49

Re: Mathieu Van Der Poel stradista

Messaggio da leggere da Slegar »

MattiaF ha scritto: martedì 12 novembre 2019, 11:35 Stavo provando a fare una piccola statistica sulle vittorie di MVDP nell'anno solare 2019 sommando le 3 discipline visto che con le ultime vittorie su strada e nel ciclocross stiamo arrivando a numeri davvero leggendari :o

Io ho conteggiato (ripeto, ho tenuto conto del solo anno 2019 e aggiornato a oggi, 12 novembre 2019) 41 vittorie.

Ho contato:

16 vittorie nel ciclocross (13 nella prima parte dell'anno + le 3 di questo mese)
14 nella Mountain Bike
11 nel ciclismo su strada

Sul ciclocross però potrei sbagliarmi, non vorrei aver sbagliato a imputare qualche vittoria di inizio anno e aver fatto confusione tra 2018 e 2019.
Da Firstcycling le vittorie di Mathieu Van Der Poel (conteggiate solamente ciclocross e strada) sono 27, di cui 15 in ciclocross e 12 su strada (compreso il criterium post-Tour dietro derny di Anversa del 31 luglio, due giorni prima della vittoria nella Short Track della Val di Sole):
https://firstcycling.com/rider.php?r=16672&y=2019

Foto: Guido De Meyer
Foto: Guido De Meyer
2019--compilatie-guido-de-meyer1644-1000x1000-center.jpg (225.26 KiB) Visto 7311 volte


fair play? No, Grazie!
MattiaF
Messaggi: 146
Iscritto il: mercoledì 29 maggio 2019, 9:44

Re: Mathieu Van Der Poel stradista

Messaggio da leggere da MattiaF »

Slegar ha scritto: martedì 12 novembre 2019, 16:55
MattiaF ha scritto: martedì 12 novembre 2019, 11:35 Stavo provando a fare una piccola statistica sulle vittorie di MVDP nell'anno solare 2019 sommando le 3 discipline visto che con le ultime vittorie su strada e nel ciclocross stiamo arrivando a numeri davvero leggendari :o

Io ho conteggiato (ripeto, ho tenuto conto del solo anno 2019 e aggiornato a oggi, 12 novembre 2019) 41 vittorie.

Ho contato:

16 vittorie nel ciclocross (13 nella prima parte dell'anno + le 3 di questo mese)
14 nella Mountain Bike
11 nel ciclismo su strada

Sul ciclocross però potrei sbagliarmi, non vorrei aver sbagliato a imputare qualche vittoria di inizio anno e aver fatto confusione tra 2018 e 2019.
Da Firstcycling le vittorie di Mathieu Van Der Poel (conteggiate solamente ciclocross e strada) sono 27, di cui 15 in ciclocross e 12 su strada (compreso il criterium post-Tour dietro derny di Anversa del 31 luglio, due giorni prima della vittoria nella Short Track della Val di Sole):
https://firstcycling.com/rider.php?r=16672&y=2019


2019--compilatie-guido-de-meyer1644-1000x1000-center.jpg
Grazie mille, allora ora devo capire che vittoria ho aggiunto al ciclo cross perché anche il mio totale strada + cross fa 27 ma io sulla strada ho contato 11 vittorie perché il criterium mi sento di non contarli in quanto gara non agonistica. Per cui sarebbero 26 e dato per corretto l'11 su strada significa che ne ho messa una in più sul cross.

Sulla Mtb mi sento abbastanza sicuro sul 14 come numero di vittorie.


MattiaF
Messaggi: 146
Iscritto il: mercoledì 29 maggio 2019, 9:44

Re: Mathieu Van Der Poel stradista

Messaggio da leggere da MattiaF »

Ok ci sono. Ecco tutte le vittorie di MVDP nell'anno solare 2019 suddivise nelle 3 discipline:

CX
1 Gp Sven Nys Baal
2 Cyclocross Gullegem
3 Brussels Universities Cyclocross
4 Campionato Olandese - Huijbergen
5 Weversmisdagcross Otegem
6 Gp Adrie Van der Poel Hoogerheide
7 Campionato del mondo elite - Bogense
8 Park Cross Maldegem
9 Krawatencross Lille
10 Vlaamse Aardbeiencross Hoogstraten
11 Noordzeecross Middelkerke
12 Vestingcross Hulst
13 Classifica finale DVV Trofee
14 Classifica finale Superprestige

15 Cyclocross Ruuddevoorde
16 Campionato Europeo elite - Silvelle
17 Jaarmarktcross Niel

MTB
1 Prologo Belgian Challenge
2 Belgian Challenge - tappa 1
3 Belgian Challenge - tappa 2
4 Belgian Challenge - tappa 3
5 Belgian Challenge - GC
6 CDM Albstadt - Short Track
7 CDM Nove Mesto - Short Track
8 CDM Nove Mesto
9 CDM Les Gets - Short Track
10 Campionati Europei - Brno
11 CDM Val di Sole - Short Track
12 CDM Val di Sole
13 CDM Lanzerheide - Short Track
14 CDM Lanzerheide

STRADA
1 Tour of Antalya - tappa 1
2 Gp Denain
3 Dwaars door Vlandereen
4 Circuit La Sarthe - tappa 1
5 Freccia del Brabante
6 Amstel Gold Race
7 Arctic Race of Norway - tappa 1
8 Tour of Britain - tappa 4
9 Tour of Britain - tappa 7
10 Tour of Britain - tappa 8
11 Tour of Britain - GC

TOTALE = 17+14+11= 42

Rispetto al mio precedente post avevo saltato una gara nel ciclocross, mentre rispetto al sito First Cycling suggerito dall'utente Slegar
io non conto chiaramente il criterium di Anversa, ma al contrario conteggio le 2 vittorie nelle classifiche finali del Super Prestige e del Dvv Trofee. Capisco che quest'ultimo punto sia un pò un caso limite, le vittorie si riferiscono alla stagione 2018-2019 certo, ma sono comunque vittorie di classifiche finali ottenute in un determinato anno. Se ad esempio contassi le vittorie del 2018 non terrei conto di queste 2 vittorie ottenute l'anno seguente per cui mi pare giusto conteggiarle nel 2019 altrimenti si correrebbe il rischio di non conteggiarle affatto e questo non sarebbe corretto in quanto la vittoria in una classifica finale (come per la vittoria in una Generale di un giro nel ciclismo su strada) va conteggiata come vittoria a sè stante.


Avatar utente
lemond
Messaggi: 14987
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Firenze

Re: Mathieu Van Der Poel stradista

Messaggio da leggere da lemond »

Purtroppo per lui e per il ciclismo oggi è morto suo nonno.


Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
i barbieri il lunedì :bll:

"Per principio rifiuto di sottopormi a questi controlli. Non sono ostile alla lotta al doping, che ritengo indispensabile tra i dilettanti, ma nel caso di professionisti è differente.
Leonardo Civitella
Messaggi: 2155
Iscritto il: sabato 3 novembre 2018, 13:36
Località: Civitella San Paolo

Re: Mathieu Van Der Poel stradista

Messaggio da leggere da Leonardo Civitella »

Su Prociclyngstast viene segnalata la partecipazione di MVDP alle Strade Bianche, alla Tirreno e alla Milano Sanremo.
Ho avuto un abbaglio, o davvero in rcs si sono resi conto dell'esistenza delle professional belghe? :diavoletto:

Ps: Mi rispondo autonomamente, di certo Vegni ha compreso che l'olandese non va escluso dai grandi appuntamenti.(Tralasciando il Giro e il Lombardia)

Saluti,Leonardo


FC2019: Tro Bro Leon-Tour of the Alps
FC2020: Campionato Europeo in linea 🇪🇺
Avatar utente
Slegar
Messaggi: 6105
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:49

Re: Mathieu Van Der Poel stradista

Messaggio da leggere da Slegar »

Leonardo Civitella ha scritto: giovedì 14 novembre 2019, 21:30 Su Prociclyngstast viene segnalata la partecipazione di MVDP alle Strade Bianche, alla Tirreno e alla Milano Sanremo.
Ho avuto un abbaglio, o davvero in rcs si sono resi conto dell'esistenza delle professional belghe? :diavoletto:

Ps: Mi rispondo autonomamente, di certo Vegni ha compreso che l'olandese non va escluso dai grandi appuntamenti.(Tralasciando il Giro e il Lombardia)

Saluti,Leonardo
Notizia che era stata data già da Bramati durante la telecronaca degli europei di ciclocross di Silvelle.


fair play? No, Grazie!
Avatar utente
lemond
Messaggi: 14987
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Firenze

Re: Mathieu Van Der Poel stradista

Messaggio da leggere da lemond »



Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
i barbieri il lunedì :bll:

"Per principio rifiuto di sottopormi a questi controlli. Non sono ostile alla lotta al doping, che ritengo indispensabile tra i dilettanti, ma nel caso di professionisti è differente.
MattiaF
Messaggi: 146
Iscritto il: mercoledì 29 maggio 2019, 9:44

Re: Mathieu Van Der Poel stradista

Messaggio da leggere da MattiaF »

Leonardo Civitella ha scritto: giovedì 14 novembre 2019, 21:30 Su Prociclyngstast viene segnalata la partecipazione di MVDP alle Strade Bianche, alla Tirreno e alla Milano Sanremo.
Ho avuto un abbaglio, o davvero in rcs si sono resi conto dell'esistenza delle professional belghe? :diavoletto:

Ps: Mi rispondo autonomamente, di certo Vegni ha compreso che l'olandese non va escluso dai grandi appuntamenti.(Tralasciando il Giro e il Lombardia)

Saluti,Leonardo
Beh però Vegni nel 2018 aveva invitato la Veranda's Willems-Crelan per far correre Wout Van Aert per cui vuol dire che un piccolo occhio al Belgio e alle star del cross lui e i suoi collaboratori lo avevano anche dato (vincendo la scommessa visto il 3° posto alla prima partecipazione di Van Aert).


Avatar utente
lemond
Messaggi: 14987
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Firenze

Re: Mathieu Van Der Poel stradista

Messaggio da leggere da lemond »





Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
i barbieri il lunedì :bll:

"Per principio rifiuto di sottopormi a questi controlli. Non sono ostile alla lotta al doping, che ritengo indispensabile tra i dilettanti, ma nel caso di professionisti è differente.
Avatar utente
Slegar
Messaggi: 6105
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:49

Re: Mathieu Van Der Poel stradista

Messaggio da leggere da Slegar »

Confermato il programma 2020 con Sanremo-Fiandre-Roubaix, la possibile rinuncia all'Amstel, il probabile debutto alla Vuelta e l'intenzione di partecipare al Tour 2021:
https://www.cyclismactu.net/news-route- ... 87851.html


fair play? No, Grazie!
Avatar utente
lemond
Messaggi: 14987
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Firenze

Re: Mathieu Van Der Poel stradista

Messaggio da leggere da lemond »

i cinque migliori (secondo chi l'à messo su youtube) attacchi del Nostro. Siccome non riesco a riconoscere a quali corse si riferiscono, chiedo aiuto. Grazie.


Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
i barbieri il lunedì :bll:

"Per principio rifiuto di sottopormi a questi controlli. Non sono ostile alla lotta al doping, che ritengo indispensabile tra i dilettanti, ma nel caso di professionisti è differente.
Avatar utente
Niи
Messaggi: 1330
Iscritto il: martedì 2 aprile 2013, 0:10

Re: Mathieu Van Der Poel stradista

Messaggio da leggere da Niи »

lemond ha scritto: sabato 23 novembre 2019, 12:41 i cinque migliori (secondo chi l'à messo su youtube) attacchi del Nostro. Siccome non riesco a riconoscere a quali corse si riferiscono, chiedo aiuto. Grazie.
Il terzo è sicuramente all' Amstel Gold race.


MattiaF
Messaggi: 146
Iscritto il: mercoledì 29 maggio 2019, 9:44

Re: Mathieu Van Der Poel stradista

Messaggio da leggere da MattiaF »

lemond ha scritto: sabato 23 novembre 2019, 12:41 i cinque migliori (secondo chi l'à messo su youtube) attacchi del Nostro. Siccome non riesco a riconoscere a quali corse si riferiscono, chiedo aiuto. Grazie.
5. Münsterland Giro
4. Gp Denain
3. Amstel Gold Race
2. Dwars door Vlandereen
1. Freccia del Brabante


Avatar utente
lemond
Messaggi: 14987
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Firenze

Re: Mathieu Van Der Poel stradista

Messaggio da leggere da lemond »

MattiaF ha scritto: sabato 23 novembre 2019, 21:31
lemond ha scritto: sabato 23 novembre 2019, 12:41 i cinque migliori (secondo chi l'à messo su youtube) attacchi del Nostro. Siccome non riesco a riconoscere a quali corse si riferiscono, chiedo aiuto. Grazie.
5. Münsterland Giro
4. Gp Denain
3. Amstel Gold Race
2. Dwars door Vlandereen
1. Freccia del Brabante
Grande, avevo riconosciuto forse solo la prima, perché era (mi pare) l'ultima corsa disputata. ;)


Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
i barbieri il lunedì :bll:

"Per principio rifiuto di sottopormi a questi controlli. Non sono ostile alla lotta al doping, che ritengo indispensabile tra i dilettanti, ma nel caso di professionisti è differente.
Leonardo Civitella
Messaggi: 2155
Iscritto il: sabato 3 novembre 2018, 13:36
Località: Civitella San Paolo

Re: Mathieu Van Der Poel stradista

Messaggio da leggere da Leonardo Civitella »

MattiaF ha scritto: venerdì 15 novembre 2019, 15:56
Leonardo Civitella ha scritto: giovedì 14 novembre 2019, 21:30 Su Prociclyngstast viene segnalata la partecipazione di MVDP alle Strade Bianche, alla Tirreno e alla Milano Sanremo.
Ho avuto un abbaglio, o davvero in rcs si sono resi conto dell'esistenza delle professional belghe? :diavoletto:

Ps: Mi rispondo autonomamente, di certo Vegni ha compreso che l'olandese non va escluso dai grandi appuntamenti.(Tralasciando il Giro e il Lombardia)

Saluti,Leonardo
Beh però Vegni nel 2018 aveva invitato la Veranda's Willems-Crelan per far correre Wout Van Aert per cui vuol dire che un piccolo occhio al Belgio e alle star del cross lui e i suoi collaboratori lo avevano anche dato (vincendo la scommessa visto il 3° posto alla prima partecipazione di Van Aert).
Vorrei ricordarti le voci circolanti dietro quell'invito

Saluti,Leonardo


FC2019: Tro Bro Leon-Tour of the Alps
FC2020: Campionato Europeo in linea 🇪🇺
MattiaF
Messaggi: 146
Iscritto il: mercoledì 29 maggio 2019, 9:44

Re: Mathieu Van Der Poel stradista

Messaggio da leggere da MattiaF »

Leonardo Civitella ha scritto: lunedì 9 dicembre 2019, 22:16
MattiaF ha scritto: venerdì 15 novembre 2019, 15:56
Leonardo Civitella ha scritto: giovedì 14 novembre 2019, 21:30 Su Prociclyngstast viene segnalata la partecipazione di MVDP alle Strade Bianche, alla Tirreno e alla Milano Sanremo.
Ho avuto un abbaglio, o davvero in rcs si sono resi conto dell'esistenza delle professional belghe? :diavoletto:

Ps: Mi rispondo autonomamente, di certo Vegni ha compreso che l'olandese non va escluso dai grandi appuntamenti.(Tralasciando il Giro e il Lombardia)

Saluti,Leonardo
Beh però Vegni nel 2018 aveva invitato la Veranda's Willems-Crelan per far correre Wout Van Aert per cui vuol dire che un piccolo occhio al Belgio e alle star del cross lui e i suoi collaboratori lo avevano anche dato (vincendo la scommessa visto il 3° posto alla prima partecipazione di Van Aert).
Vorrei ricordarti le voci circolanti dietro quell'invito

Saluti,Leonardo
Non ne so nulla. Che voci?


Avatar utente
Armati
Messaggi: 797
Iscritto il: martedì 1 novembre 2016, 14:00
Località: Prov. di Bergamo

Re: Mathieu Van Der Poel stradista

Messaggio da leggere da Armati »

Sul profilo facebook di Mathieu è apparso il logo del nuovo nome della squadra: Alpecin - Fenix cyclin team.

Fossi capace di postar la foto, lo farei :crazy:


Fc 2017 : Mondiale CRONO. Fc 2018 : Fiandre, Liegi, Giro 3°tappa, Emilia. Fc 2019 : Omloop, Mi-To, Fantasquadre.
Fc 2020 Algarve, UAE, Vuelta 14.
Basso
Messaggi: 16338
Iscritto il: sabato 21 maggio 2011, 18:03
Località: Vicenza

Re: Mathieu Van Der Poel stradista

Messaggio da leggere da Basso »



11 Vuelta 7-Prato
12 Appennino-Japan
13 Giro 9-CN ITA-Vuelta 20-Sabatini
14 Vasco-Dauphiné-Tour 3-Tour 21-Pologne-Tre Valli
15 Laigueglia-Escaut-Giro 2-Giro 18-Giro GC-Tour 13-Fourmies
16 Nice-Vuelta 12
17 Frankfurt-Tour 11-Vuelta 16-Chrono
18 Bianche-DePanne-Romandie-Köln-Piemonte-Chrono
19 Nice-Turkey-Portugal-Vuelta 10
20 Plouay-Toscana
Avatar utente
Armati
Messaggi: 797
Iscritto il: martedì 1 novembre 2016, 14:00
Località: Prov. di Bergamo

Re: Mathieu Van Der Poel stradista

Messaggio da leggere da Armati »

    Basso ha scritto: mercoledì 1 gennaio 2020, 12:17 Ecco qui :) http://www.cicloweb.it/2020/01/01/ce-il ... bici-2020/
    Fenix è un'azienda che produce superfici di nuova generazione per mobili (Ante, piani cucina, ecc...).
    (Aggiungerei, essendo del settore, "bello ma delicato" :diavoletto: )

    Mi piace !


    Fc 2017 : Mondiale CRONO. Fc 2018 : Fiandre, Liegi, Giro 3°tappa, Emilia. Fc 2019 : Omloop, Mi-To, Fantasquadre.
    Fc 2020 Algarve, UAE, Vuelta 14.
    Avatar utente
    Slegar
    Messaggi: 6105
    Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:49

    Re: Mathieu Van Der Poel stradista

    Messaggio da leggere da Slegar »

    Non è il topic giusto, però al primo giorno di vita la nuova maglia è già stata bagnata dalla vittoria:

    Foto: Cor Vos
    Foto: Cor Vos
    CORVOS_00031854-003-e1577895222883-728x350.jpg (28.2 KiB) Visto 4473 volte


    fair play? No, Grazie!
    Skyscrapers
    Messaggi: 166
    Iscritto il: martedì 20 agosto 2019, 19:40

    Re: Mathieu Van Der Poel stradista

    Messaggio da leggere da Skyscrapers »

    A questo punto mi sorge la domanda: quale sarà la prossima squadra ad essere sponsorizzata da Alpecin? Visto che sono già 3 dopo Giant, poi Katusha e adesso Fenix.. :uhm:


    Avatar utente
    lemond
    Messaggi: 14987
    Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
    Località: Firenze

    Re: Mathieu Van Der Poel stradista

    Messaggio da leggere da lemond »

    L'avevo chiesto alla Lazzaro, ma non mi ha risposto ieri (non so perché ma Andrea Campagna da un paio di anni ce l'à con me :x ) e quindi lo chiedo a voi: come fa il Kaiser a perdere Le Strade Bianche e la Roubaix, oltre che la Ronde? Al di là della solita alea del ciclismo su strada non vedo proprio il modo. :) Certo Wout l'anno scorso arrivò solo terzo, ma in salita non credo sia all'altezza del Nostro. Siccome tifo per entrambi, l'ideale sarebbe una doppietta franco/olandese-belga/olandese nella (per me) più grande corsa italiana. :cincin:


    Fanno festa i musulmani il venerdì
    il sabato gli ebrei
    la domenica i cristiani
    i barbieri il lunedì :bll:

    "Per principio rifiuto di sottopormi a questi controlli. Non sono ostile alla lotta al doping, che ritengo indispensabile tra i dilettanti, ma nel caso di professionisti è differente.
    Avatar utente
    lemond
    Messaggi: 14987
    Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
    Località: Firenze

    Re: Mathieu Van Der Poel stradista

    Messaggio da leggere da lemond »

    Skyscrapers ha scritto: mercoledì 1 gennaio 2020, 20:49 A questo punto mi sorge la domanda: quale sarà la prossima squadra ad essere sponsorizzata da Alpecin? Visto che sono già 3 dopo Giant, poi Katusha e adesso Fenix.. :uhm:
    "In primis" credo che loro scelgano un capitano che abbia dei bei capelli. ;) Nella Giant c'era già Kittel, mi pare, no?


    Fanno festa i musulmani il venerdì
    il sabato gli ebrei
    la domenica i cristiani
    i barbieri il lunedì :bll:

    "Per principio rifiuto di sottopormi a questi controlli. Non sono ostile alla lotta al doping, che ritengo indispensabile tra i dilettanti, ma nel caso di professionisti è differente.
    Avatar utente
    Maìno della Spinetta
    Messaggi: 8091
    Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 15:53

    Re: Mathieu Van Der Poel stradista

    Messaggio da leggere da Maìno della Spinetta »

    lemond ha scritto: giovedì 2 gennaio 2020, 9:02 L'avevo chiesto alla Lazzaro, ma non mi ha risposto ieri (non so perché ma Andrea Campagna da un paio di anni ce l'à con me :x ) e quindi lo chiedo a voi: come fa il Kaiser a perdere Le Strade Bianche e la Roubaix, oltre che la Ronde? Al di là della solita alea del ciclismo su strada non vedo proprio il modo. :) Certo Wout l'anno scorso arrivò solo terzo, ma in salita non credo sia all'altezza del Nostro. Siccome tifo per entrambi, l'ideale sarebbe una doppietta franco/olandese-belga/olandese nella (per me) più grande corsa italiana. :cincin:
    Riguardati Alaphilippe alle Strade Bianche :)
    Oppure Bettiol al Fiandre

    I modi di perdere sono tanti - telefonate a Sagan e chiedere di Sanremo per i dettagli


    “Our interest’s on the dangerous edge of things.
    The honest thief, the tender murderer, the superstitious atheist”.
    Avatar utente
    lemond
    Messaggi: 14987
    Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
    Località: Firenze

    Re: Mathieu Van Der Poel stradista

    Messaggio da leggere da lemond »

    Maìno della Spinetta ha scritto: giovedì 2 gennaio 2020, 10:10
    lemond ha scritto: giovedì 2 gennaio 2020, 9:02 L'avevo chiesto alla Lazzaro, ma non mi ha risposto ieri (non so perché ma Andrea Campagna da un paio di anni ce l'à con me :x ) e quindi lo chiedo a voi: come fa il Kaiser a perdere Le Strade Bianche e la Roubaix, oltre che la Ronde? Al di là della solita alea del ciclismo su strada non vedo proprio il modo. :) Certo Wout l'anno scorso arrivò solo terzo, ma in salita non credo sia all'altezza del Nostro. Siccome tifo per entrambi, l'ideale sarebbe una doppietta franco/olandese-belga/olandese nella (per me) più grande corsa italiana. :cincin:
    Riguardati Alaphilippe alle Strade Bianche :)
    Oppure Bettiol al Fiandre

    I modi di perdere sono tanti - telefonate a Sagan e chiedere di Sanremo per i dettagli
    Le strade bianche di Alaphilippe l'ànno rifatta vedere su l'Èquipe TV pochi giorni fa e ho preso nota del ritorno di Wout, dopo che si era staccato e poi nel finale non c'è stata storia, ma il Kaiser è superiore al francese in volata e meglio se l'arrivo è su una côté (domandare anche a Trentin al Tour di Gran Bretagna). :)
    Il Fiandre l'à perso l'anno scorso, oltre che per il valore intrinseco di Alberto, soprattutto per la sua dabbenaggine, ma lui di solito impara dalle sconfitte. :cincin:

    P.S. Della Sanremo non ne parlo, anche se potrebbe naturalmente vincere anche quella, perché Lui non è Sagan, così come Bartali non era Coppi. :)


    Fanno festa i musulmani il venerdì
    il sabato gli ebrei
    la domenica i cristiani
    i barbieri il lunedì :bll:

    "Per principio rifiuto di sottopormi a questi controlli. Non sono ostile alla lotta al doping, che ritengo indispensabile tra i dilettanti, ma nel caso di professionisti è differente.
    massiminozippy
    Messaggi: 174
    Iscritto il: venerdì 20 maggio 2011, 9:01

    Re: Mathieu Van Der Poel stradista

    Messaggio da leggere da massiminozippy »

    Che ne pensate del programma di corse su strada di MVDP, in particolare la sua partecipazione alla Volta a Catalunya saltando così Harelbeke, la Gent, e forse la Dwars che avrebbero potuto far comodo in vista di Fiandre e Roubaix? Non ricordo molti corridori che puntavano a far bene sulle pietre prendere parte alla Volta a Catalunya, che è di solito territorio per i liegisti o gran giristi.


    Mario Rossi
    Messaggi: 708
    Iscritto il: giovedì 1 novembre 2018, 14:57

    Re: Mathieu Van Der Poel stradista

    Messaggio da leggere da Mario Rossi »

    lemond ha scritto: giovedì 2 gennaio 2020, 9:02 L'avevo chiesto alla Lazzaro, ma non mi ha risposto ieri (non so perché ma Andrea Campagna da un paio di anni ce l'à con me :x ) e quindi lo chiedo a voi: come fa il Kaiser a perdere Le Strade Bianche e la Roubaix, oltre che la Ronde? Al di là della solita alea del ciclismo su strada non vedo proprio il modo. :) Certo Wout l'anno scorso arrivò solo terzo, ma in salita non credo sia all'altezza del Nostro. Siccome tifo per entrambi, l'ideale sarebbe una doppietta franco/olandese-belga/olandese nella (per me) più grande corsa italiana. :cincin:
    Nello stesso modo in cui ha perso il mondiale. Scherzi a parte, secondo me per quanto forte corre ancora troppo da crossista, il che è un bene per lo spettacolo ma un male per le sue ambizioni. L'unica corsa che puoi correre alla garibalrina è la Rounaix che spesso premia gli attaccanti ma sulle altre forse servirebbe un po'più di calma. Detto questo era alla prima stagione su strada, il talento c'è. Se con il tempo non dico che diventi Valverde, ma un corridore oculato nella acelta dei tempi, ci darà soddisfazioni.


    Avatar utente
    lemond
    Messaggi: 14987
    Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
    Località: Firenze

    Re: Mathieu Van Der Poel stradista

    Messaggio da leggere da lemond »

    Mario Rossi ha scritto: sabato 4 gennaio 2020, 15:20
    lemond ha scritto: giovedì 2 gennaio 2020, 9:02 L'avevo chiesto alla Lazzaro, ma non mi ha risposto ieri (non so perché ma Andrea Campagna da un paio di anni ce l'à con me :x ) e quindi lo chiedo a voi: come fa il Kaiser a perdere Le Strade Bianche e la Roubaix, oltre che la Ronde? Al di là della solita alea del ciclismo su strada non vedo proprio il modo. :) Certo Wout l'anno scorso arrivò solo terzo, ma in salita non credo sia all'altezza del Nostro. Siccome tifo per entrambi, l'ideale sarebbe una doppietta franco/olandese-belga/olandese nella (per me) più grande corsa italiana. :cincin:
    Nello stesso modo in cui ha perso il mondiale. Scherzi a parte, secondo me per quanto forte corre ancora troppo da crossista, il che è un bene per lo spettacolo ma un male per le sue ambizioni. L'unica corsa che puoi correre alla garibalrina è la Rounaix che spesso premia gli attaccanti ma sulle altre forse servirebbe un po'più di calma. Detto questo era alla prima stagione su strada, il talento c'è. Se con il tempo non dico che diventi Valverde, ma un corridore oculato nella acelta dei tempi, ci darà soddisfazioni.
    Anche alle Strade bianche mi sembra si possa correre nello stesso modo della Roubaix, in quanto mi pare che la corsa si decida quasi sempre intorno ai meno 60. Della Sanremo poi, se ne vogliamo parlare anche se a me non piace, ormai è consolidato il fatto che non si può partire prima del Poggio e quindi resta poco che anche il Kaiser possa fare da ciclocrossista, bensì dovrà, come Ferrini dire: non capisco, ma mi adeguo. ;)


    Fanno festa i musulmani il venerdì
    il sabato gli ebrei
    la domenica i cristiani
    i barbieri il lunedì :bll:

    "Per principio rifiuto di sottopormi a questi controlli. Non sono ostile alla lotta al doping, che ritengo indispensabile tra i dilettanti, ma nel caso di professionisti è differente.
    Avatar utente
    lemond
    Messaggi: 14987
    Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
    Località: Firenze

    Re: Mathieu Van Der Poel stradista

    Messaggio da leggere da lemond »

    fonte Spaziociclismo

    Parte dal Portogallo il 2020 su strada di Mathieu van der Poel. Il fresco campione del mondo di ciclocross, infatti, prenderà parte alla Volta ao Algarve 2020, corsa a tappe portoghese che si terrà dal 19 al 23 febbraio. Non è stata ancora confermata, ma è ormai quasi certa anche la partecipazione del neerlandese anche alla Omloop Het Nieuwsbald, corsa per la quale la Alpecin – Fenix ha ottenuto la Wild Card, come per molte altre classiche di primavera a cui il vincitore dell’Amstel 2019 prenderà parte, mentre si fa sempre più lontana la possibilità che la compagine neerlandese possa essere alla Vuelta a España 2020.

    P.S. domanda: ma la Alpecin-Fenix è olandese, come scrivono loro?


    Fanno festa i musulmani il venerdì
    il sabato gli ebrei
    la domenica i cristiani
    i barbieri il lunedì :bll:

    "Per principio rifiuto di sottopormi a questi controlli. Non sono ostile alla lotta al doping, che ritengo indispensabile tra i dilettanti, ma nel caso di professionisti è differente.
    Avatar utente
    Slegar
    Messaggi: 6105
    Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:49

    Re: Mathieu Van Der Poel stradista

    Messaggio da leggere da Slegar »

    lemond ha scritto: mercoledì 5 febbraio 2020, 9:38 P.S. domanda: ma la Alpecin-Fenix è olandese, come scrivono loro?
    No, è belga e quest'anno è la dodicesima stagione per questa squadra:
    https://www.uci.org/road/teams/TeamDeta ... 001488/266

    Domanda per i superesperti del ciclocross: è corretto dire che questa squadra è stata costruita attorno a Nils Albert, per volontà di Chris Roodhooft, da una costola dell'allora Palmans-Collstrop?


    fair play? No, Grazie!
    Avatar utente
    lemond
    Messaggi: 14987
    Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
    Località: Firenze

    Re: Mathieu Van Der Poel stradista

    Messaggio da leggere da lemond »

    Slegar ha scritto: mercoledì 5 febbraio 2020, 10:08
    lemond ha scritto: mercoledì 5 febbraio 2020, 9:38 P.S. domanda: ma la Alpecin-Fenix è olandese, come scrivono loro?
    No, è belga e quest'anno è la dodicesima stagione per questa squadra:
    https://www.uci.org/road/teams/TeamDeta ... 001488/266
    Infatti, per cui a spaziociclismo sono ignorantelli, anche se forniscono tante buone notizie. ;)


    Fanno festa i musulmani il venerdì
    il sabato gli ebrei
    la domenica i cristiani
    i barbieri il lunedì :bll:

    "Per principio rifiuto di sottopormi a questi controlli. Non sono ostile alla lotta al doping, che ritengo indispensabile tra i dilettanti, ma nel caso di professionisti è differente.
    Avatar utente
    cauz.
    Messaggi: 12848
    Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:53
    Località: milano
    Contatta:

    Re: Mathieu Van Der Poel stradista

    Messaggio da leggere da cauz. »

    Slegar ha scritto: mercoledì 5 febbraio 2020, 10:08 Domanda per i superesperti del ciclocross: è corretto dire che questa squadra è stata costruita attorno a Nils Albert, per volontà di Chris Roodhooft, da una costola dell'allora Palmans-Collstrop?
    se non ricordo male è di fatto la stessa squadra.
    quando la palmans ha chiuso la società è stata ricreata da zero con i roodhooft proprietari, ma ereditando buona parte dei corridori della palmans di cui chris roodhooft era già il DS.


    "Il male trionfa sempre, perche' il bene e' stupido" [Lord Casco]
    @cauz_ | bidonmagazine.org | confindustrial.noblogs.org
    Avatar utente
    Slegar
    Messaggi: 6105
    Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:49

    Re: Mathieu Van Der Poel stradista

    Messaggio da leggere da Slegar »

    cauz. ha scritto: mercoledì 5 febbraio 2020, 11:41
    Slegar ha scritto: mercoledì 5 febbraio 2020, 10:08 Domanda per i superesperti del ciclocross: è corretto dire che questa squadra è stata costruita attorno a Nils Albert, per volontà di Chris Roodhooft, da una costola dell'allora Palmans-Collstrop?
    se non ricordo male è di fatto la stessa squadra.
    quando la palmans ha chiuso la società è stata ricreata da zero con i roodhooft proprietari, ma ereditando buona parte dei corridori della palmans di cui chris roodhooft era già il DS.
    Non sono sicuro. La Palmans-Cras ha continuato l'attività fino mal 2010; probabilmente dal 2009 hanno abbandonato l'attività del ciclocross per lasciarla alla Bckp-Powerplus.


    fair play? No, Grazie!
    pietro
    Messaggi: 8627
    Iscritto il: mercoledì 18 marzo 2020, 19:32

    Re: Mathieu Van Der Poel stradista

    Messaggio da leggere da pietro »

    Per il debutto in un GT di Mathieu dovremmo aspettare almeno fino alla Vuelta del prossimo anno ma penso anche fino al 2022.
    Potrebbe disputare un b2b pazzesco il 10 e l'11 di ottobre con Amstel e Gand-Wevelgem.
    Questo il suo possibile calendario:
    01/08 Strade Bianche
    08/08 Milano-Sanremo
    16/08 Ride London (wild card permettendo)
    23/08 CN in linea
    25/08 Bretagne Classic (wild card permettendo)
    11/09 Gp Quebec (wild card permettendo)*
    13/09 Gp Montreal (wild card permettendo)*
    29/09-->03/10 Binckbanck Tour
    10/10 Amstel Gold Race
    11/10 Gand-Wevelgem
    14/10 Dwars Dior Vlaanderen
    18/10 Giro delle Fiandre
    25/10 Parigi Roubaix



    Ciclocross

    *in alternativa alle classiche canadesi che non è detto che si corrano Vegni potrebbe concedere alla Alpecin-fenix una wild card in più :yes:


    pietro
    Messaggi: 8627
    Iscritto il: mercoledì 18 marzo 2020, 19:32

    Re: Mathieu Van Der Poel stradista

    Messaggio da leggere da pietro »

    MVDP vuole continuare a fare MTB fino al 2024 quando ci saranno le Olimpiadi a Parigi.
    Dice che il suo obiettivo, e anche quello della squadra è continuare ad alternare cross, MTB e strada, disputando per 2-3 anni un grande giro e qualche gara di coppa del mondo di MTB per restare al vertice del ranking e inoltre provare a diventare campione del mondo delle ruote grasse.
    Nell'anno olimpico chiaramente la concentrazione sarà invece tutta sulla MTB.


    Oggi sempre su quel canale fanno uscire l'intervista completa.


    pietro
    Messaggi: 8627
    Iscritto il: mercoledì 18 marzo 2020, 19:32

    Re: Mathieu Van Der Poel stradista

    Messaggio da leggere da pietro »

    pietro ha scritto: mercoledì 13 maggio 2020, 7:42 MVDP vuole continuare a fare MTB fino al 2024 quando ci saranno le Olimpiadi a Parigi.
    Dice che il suo obiettivo, e anche quello della squadra è continuare ad alternare cross, MTB e strada, disputando per 2-3 anni un grande giro e qualche gara di coppa del mondo di MTB per restare al vertice del ranking e inoltre provare a diventare campione del mondo delle ruote grasse.
    Nell'anno olimpico chiaramente la concentrazione sarà invece tutta sulla MTB.


    Oggi sempre su quel canale fanno uscire l'intervista completa.
    Ecco l'intervista completa


    Avatar utente
    lemond
    Messaggi: 14987
    Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
    Località: Firenze

    Re: Mathieu Van Der Poel stradista

    Messaggio da leggere da lemond »

    pietro ha scritto: mercoledì 13 maggio 2020, 12:21
    pietro ha scritto: mercoledì 13 maggio 2020, 7:42 MVDP vuole continuare a fare MTB fino al 2024 quando ci saranno le Olimpiadi a Parigi.
    Dice che il suo obiettivo, e anche quello della squadra è continuare ad alternare cross, MTB e strada, disputando per 2-3 anni un grande giro e qualche gara di coppa del mondo di MTB per restare al vertice del ranking e inoltre provare a diventare campione del mondo delle ruote grasse.
    Nell'anno olimpico chiaramente la concentrazione sarà invece tutta sulla MTB.


    Oggi sempre su quel canale fanno uscire l'intervista completa.
    Ecco l'intervista completa
    Ci vorrebbe van Magren per capire proprio tutto. :diavoletto:


    Fanno festa i musulmani il venerdì
    il sabato gli ebrei
    la domenica i cristiani
    i barbieri il lunedì :bll:

    "Per principio rifiuto di sottopormi a questi controlli. Non sono ostile alla lotta al doping, che ritengo indispensabile tra i dilettanti, ma nel caso di professionisti è differente.
    Krisper
    Messaggi: 313
    Iscritto il: domenica 25 febbraio 2018, 11:54

    Re: Mathieu Van Der Poel stradista

    Messaggio da leggere da Krisper »

    pietro ha scritto: mercoledì 13 maggio 2020, 7:42 MVDP vuole continuare a fare MTB fino al 2024 quando ci saranno le Olimpiadi a Parigi.
    Dice che il suo obiettivo, e anche quello della squadra è continuare ad alternare cross, MTB e strada, disputando per 2-3 anni un grande giro e qualche gara di coppa del mondo di MTB per restare al vertice del ranking e inoltre provare a diventare campione del mondo delle ruote grasse.
    Nell'anno olimpico chiaramente la concentrazione sarà invece tutta sulla MTB.


    Oggi sempre su quel canale fanno uscire l'intervista completa.
    La cosa più incredibile è che non sai se faccia bene o male a fare tutto.
    Forse in un'ottica di un ciclismo d'antan, vorresti che si dedicasse solo alla strada e che un giorno puntasse a vincere un GT.
    Poi pensi quanto sia fantastico vederlo correre anche offroad.

    Alla fine qualsiasi cosa lui voglia fare, va bene. Purché corra.
    In qualsiasi caso scriverà la storia del ciclismo.

    P.S.
    Nel 2019 forse le emozioni più grandi le ho vissute nei sui duelli stellari con N1NO nelle mtb.


    Cthulhu
    Messaggi: 1257
    Iscritto il: martedì 11 ottobre 2011, 21:36

    Re: Mathieu Van Der Poel stradista

    Messaggio da leggere da Cthulhu »

    Si può far notare a voi devoti che MVDP ha vinto in carriera due - dicasi due - corse del calendario WT stradale ? E che una gli l'ha regalata Alaphilippe e l'altra è la semi-classica fiamminga più sfigata di tutte ? Poi è forte, per carità , ma a leggervi sembra abbia il palmares di De Vlaeminck.


    pietro
    Messaggi: 8627
    Iscritto il: mercoledì 18 marzo 2020, 19:32

    Re: Mathieu Van Der Poel stradista

    Messaggio da leggere da pietro »

    Cthulhu ha scritto: mercoledì 13 maggio 2020, 16:22 Si può far notare a voi devoti che MVDP ha vinto in carriera due - dicasi due - corse del calendario WT stradale ? E che una gli l'ha regalata Alaphilippe e l'altra è la semi-classica fiamminga più sfigata di tutte ? Poi è forte, per carità , ma a leggervi sembra abbia il palmares di De Vlaeminck.
    Allora, neanche io adoro MVDP e non penso sia un nuovo Merckx (così come non lo penso di Remco), semplicemente guardo alle prestazioni.
    Nel cross non serve dire niente, nella MTB ha demolito Nino Schurter che è uno dei più grandi biker della storia.
    Se su strada ha vinto poco nel worldtour è perché ha corso poco. Ciò significa che da quest'anno in poi vincerà il 50% delle corse su strada a cui parteciperà?
    Assolutamente no, però secondo me si sta esagerando in ambedue le direzioni.
    Da una parte c'è chi sostiene che per batterlo ci sia bisogno di un miracolo o che entro uno-due anni avrà già vinto tutto e che sarà anche meglio di De Vlaeminck, dall'altra si dice che, si è forte, però non poi così tanto, in fondo basta guardare il palmares che è praticamente vuoto.
    Per me Mathieu è un grande e vincerà tantissime corse anche su strada, almeno un campionato del mondo, molte classiche, sei-sette monumento, e anche tappe nei grandi giri (sempre che li faccia :diavoletto: ) ma incontrerà anche corridori che lo batteranno moltissime volte, come è già successo anche in passato.
    Concludendo, Mathieu è un Fenomeno, non semplicemente uno dei tanti forti, ma nemmeno una divinità del ciclismo.
    :cincin:


    Avatar utente
    udra
    Messaggi: 8587
    Iscritto il: mercoledì 1 ottobre 2014, 11:29

    Re: Mathieu Van Der Poel stradista

    Messaggio da leggere da udra »

    Uno che al primo anno da professionista (perchè prima era in una continental) vince 3 classiche di rilievo, butta via un Mondiale perchè si dimentica di alimentarsi e arriva quarto a un Fiandre dove si schianta di muso per fare trick da off-road con il risultato di farsi 15-20 km a inseguire da solo non credo di veda spesso in giro.
    E ha corso con intorno una squadra di buoni comprimari, corridori scafati ma non di certo una Deceuninck.
    Poi si può oscillare tra posizioni eccessive, per me senza dubbio è già uno che può vincere 2-3 monumento quest'anno (con tutti i se che la situazione impone).
    E' da vedere alla Roubaix, ma ho pochi dubbi che si possa trovare davanti pure lì e se dovesse piovere sarebbe un problema per tanti stargli dietro.


    Avatar utente
    lemond
    Messaggi: 14987
    Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
    Località: Firenze

    Re: Mathieu Van Der Poel stradista

    Messaggio da leggere da lemond »

    udra ha scritto: mercoledì 13 maggio 2020, 17:09 Uno che al primo anno da professionista (perchè prima era in una continental) vince 3 classiche di rilievo, butta via un Mondiale perchè si dimentica di alimentarsi e arriva quarto a un Fiandre dove si schianta di muso per fare trick da off-road con il risultato di farsi 15-20 km a inseguire da solo non credo di veda spesso in giro.
    E ha corso con intorno una squadra di buoni comprimari, corridori scafati ma non di certo una Deceuninck.
    Poi si può oscillare tra posizioni eccessive, per me senza dubbio è già uno che può vincere 2-3 monumento quest'anno (con tutti i se che la situazione impone).
    E' da vedere alla Roubaix, ma ho pochi dubbi che si possa trovare davanti pure lì e se dovesse piovere sarebbe un problema per tanti stargli dietro.
    Nulla da aggiungere, solo da grassettare. In altre parole è un ragazzo e quindi può sbagliare la tattica, ma con il talento che possiede, se invece di ciclismo si parlasse di scacchi (per rendere l'idea), in certe corse non potrebbe perdere. (secondo me)


    Fanno festa i musulmani il venerdì
    il sabato gli ebrei
    la domenica i cristiani
    i barbieri il lunedì :bll:

    "Per principio rifiuto di sottopormi a questi controlli. Non sono ostile alla lotta al doping, che ritengo indispensabile tra i dilettanti, ma nel caso di professionisti è differente.
    Stylus
    Messaggi: 1480
    Iscritto il: giovedì 28 aprile 2011, 12:03

    Re: Mathieu Van Der Poel stradista

    Messaggio da leggere da Stylus »

    lemond ha scritto: mercoledì 13 maggio 2020, 17:33
    udra ha scritto: mercoledì 13 maggio 2020, 17:09 Uno che al primo anno da professionista (perchè prima era in una continental) vince 3 classiche di rilievo, butta via un Mondiale perchè si dimentica di alimentarsi e arriva quarto a un Fiandre dove si schianta di muso per fare trick da off-road con il risultato di farsi 15-20 km a inseguire da solo non credo di veda spesso in giro.
    E ha corso con intorno una squadra di buoni comprimari, corridori scafati ma non di certo una Deceuninck.
    Poi si può oscillare tra posizioni eccessive, per me senza dubbio è già uno che può vincere 2-3 monumento quest'anno (con tutti i se che la situazione impone).
    E' da vedere alla Roubaix, ma ho pochi dubbi che si possa trovare davanti pure lì e se dovesse piovere sarebbe un problema per tanti stargli dietro.
    Nulla da aggiungere, solo da grassettare. In altre parole è un ragazzo e quindi può sbagliare la tattica, ma con il talento che possiede, se invece di ciclismo si parlasse di scacchi (per rendere l'idea), in certe corse non potrebbe perdere. (secondo me)
    Questo ragazzo deve battere il ferro finché è caldo, perché non è detto che ogni anno sarà così forte.
    Ad ora sono due i limiti che vedo:
    1) Al mondiale, la capacità di gestirsi ed essere concentrato, dal quale spero possa aver imparato, perché se non fai esperienza dai propri errori resterà un incompiuto, un forte incompiuto, ma un incompiuto.
    2) La tattica. Per ora è stato talmente forte da non aver avuto bisogno di attuare alcun gioco tattico, ma non sarà sempre così e il giorno in cui non sarà alieno, ma solamente molto forte (vedi Cancellara), tutti gli correranno contro.

    Ha le caratteristiche e il talento per vincere tutto, ma non vorrei facesse troppo affidamento sui suoi mezzi e sulla certezza che potrà avere la stessa supremazia tutti gli anni, le carriere di Cancellara e Sagan (soprattutto, per similitudine di corridore) dovrebbero insegnare: assoluti campioni con palmares di grande rispetto che tuttavia proprio per essere stati i più forti hanno inanellato nella loro carriera più sconfitte che vittorie.


    Rispondi