Vuelta 2019

Il mondo dei professionisti tra gare e complessità, e più in generale l'approccio al ciclismo di ogni appassionato
Avatar utente
Maìno della Spinetta
Messaggi: 5982
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 15:53

Re: Vuelta 2019

Messaggio da leggere da Maìno della Spinetta » giovedì 22 agosto 2019, 17:45

34x27 ha scritto:
giovedì 22 agosto 2019, 11:43
Mario Rossi ha scritto:
giovedì 22 agosto 2019, 11:39
lanzillotta ha scritto:
giovedì 22 agosto 2019, 11:25
startlist sempre più povera, in controtendenza rispetto agli ultimi anni.
rischia di vincere qualcuno che non ti aspetti
Aspetta, anche l'anno scorso è stata a dir poco penosa la start list
Neanche più di tanto...comunque c'era anche Pinot.

Questo è un tweet interessante riguardo le recenti start-list della Vuelta: https://twitter.com/ProCyclingStats/sta ... 6770327552
Vuelta 2017 una delle peggiori, con Froome, Nibali e Contador al via.... :fuori:


“Our interest’s on the dangerous edge of things.
The honest thief, the tender murderer, the superstitious atheist”.


Basso
Messaggi: 14521
Iscritto il: sabato 21 maggio 2011, 18:03
Località: Vicenza

Re: Vuelta 2019

Messaggio da leggere da Basso » giovedì 22 agosto 2019, 17:53



11 V7-Prato
12 Appennino-Japan
13 G9-ITARR-V20-Sabatini
14 Vasco-Dauphiné-T3-T21-Pologne-3VV
15 Laigueglia-Escaut-G2-G18-Giro-T13-Fourmies
16 Nice-V12
17 Frankfurt-T11-V16-Chrono
18 Bianche-DePanne-Romandie-Köln-Piemonte-Chrono
19 Nice-Turkey-Portugal-V10

Avatar utente
Patate
Messaggi: 4306
Iscritto il: domenica 28 febbraio 2016, 23:23

Re: Vuelta 2019

Messaggio da leggere da Patate » giovedì 22 agosto 2019, 18:01

Maìno della Spinetta ha scritto:
giovedì 22 agosto 2019, 17:45
Vuelta 2017 una delle peggiori, con Froome, Nibali e Contador al via.... :fuori:
Questo a confermare che tali scale di punteggi servono veramente a poco o nulla, dato che, oltre ad essere calcolati su un lasso di tempo ridotto, non tengono conto -ovviamente- di tutti i big che partecipano con compiti di gregariato o in cattiva forma.
Tra l'altro, entrando anche velocisti e cacciatori di tappe nel calderone, questo punteggio è per nulla indicativo sulla qualità dei big in lotta per la classifica


antani ha scritto:Non so perchè ma ho la sensazione che domani Aru possa arrivare dietro o davanti a Froome, stiamo a vedere sembra facile ma non è difficile

Avatar utente
galliano
Messaggi: 13406
Iscritto il: giovedì 14 aprile 2011, 12:53
Località: TN

Re: Vuelta 2019

Messaggio da leggere da galliano » giovedì 22 agosto 2019, 22:15

Se ne cascano un altro paio Fabius potrebbe anche fare un pensierino al 5° posto



34x27
Messaggi: 3059
Iscritto il: giovedì 16 dicembre 2010, 9:38
Località: in salita

Re: Vuelta 2019

Messaggio da leggere da 34x27 » venerdì 23 agosto 2019, 8:22

Maìno della Spinetta ha scritto:
giovedì 22 agosto 2019, 17:45
Vuelta 2017 una delle peggiori, con Froome, Nibali e Contador al via.... :fuori:
Boh :boh: evidentemente dietro c'era poco altro a livello di punti guadagnati fino ad allora...
Patate ha scritto:
giovedì 22 agosto 2019, 18:01
Maìno della Spinetta ha scritto:
giovedì 22 agosto 2019, 17:45
Vuelta 2017 una delle peggiori, con Froome, Nibali e Contador al via.... :fuori:
Questo a confermare che tali scale di punteggi servono veramente a poco o nulla, dato che, oltre ad essere calcolati su un lasso di tempo ridotto, non tengono conto -ovviamente- di tutti i big che partecipano con compiti di gregariato o in cattiva forma.
Tra l'altro, entrando anche velocisti e cacciatori di tappe nel calderone, questo punteggio è per nulla indicativo sulla qualità dei big in lotta per la classifica
Lungi da me fare l'avvocato di PCS ma forse non hai letto i criteri: il ranking tiene conto del punteggio degli ultimi 12 mesi + 2 settimane (quindi non è breve periodo) di conseguenza sono inclusi anche i punti dei big che partecipano non per fare classifica.
Su velocisti e cacciatori: credo che il loro intento sia quello di "evidenziare" la qualità generale della start-list, non quella ristretta ai pochi nomi dei big in lotta per la vittoria finale, per cui nel calderone che citi ci vanno anche loro.


HEY MOTO


Avatar utente
Patate
Messaggi: 4306
Iscritto il: domenica 28 febbraio 2016, 23:23

Re: Vuelta 2019

Messaggio da leggere da Patate » venerdì 23 agosto 2019, 9:07

34x27 ha scritto:
venerdì 23 agosto 2019, 8:22

Non è come scrivi. Lungi da me fare l'avvocato di PCS ma forse non hai letto i criteri: il ranking tiene conto del punteggio degli ultimi 12 mesi + 2 settimane (quindi non è breve periodo) di conseguenza tiene conto anche dei punti dei big che partecipano non per fare classifica.
Su velocisti e cacciatori: credo che il loro intento sia quello di "evidenziare" la qualità generale della start-list, non quella ristretta ai pochi nomi dei big in lotta per la vittoria finale.
Beh per me 12 mesi è relativamente breve come lasso di tempo: guarda Nibali prima del Giro, non aveva risultati a parte il secondo posto al Lombardia (la Sanremo vinta era già fuori) e quindi era 73esimo dietro Mollema o Pozzovivo.
Nel prossimo Tour, ad esempio, avremo Dumoulin e Froome che varranno zero punti ciascuno.
In pratica basta un infortunio o un GT sbagliato per "sballare" il conteggio


antani ha scritto:Non so perchè ma ho la sensazione che domani Aru possa arrivare dietro o davanti a Froome, stiamo a vedere sembra facile ma non è difficile

Mario Rossi
Messaggi: 463
Iscritto il: giovedì 1 novembre 2018, 14:57

Re: Vuelta 2019

Messaggio da leggere da Mario Rossi » venerdì 23 agosto 2019, 9:10

34x27 ha scritto:
venerdì 23 agosto 2019, 8:22
Maìno della Spinetta ha scritto:
giovedì 22 agosto 2019, 17:45
Vuelta 2017 una delle peggiori, con Froome, Nibali e Contador al via.... :fuori:
Boh :boh: evidentemente dietro c'era poco altro a livello di punti guadagnati fino ad allora...
Patate ha scritto:
giovedì 22 agosto 2019, 18:01
Maìno della Spinetta ha scritto:
giovedì 22 agosto 2019, 17:45
Vuelta 2017 una delle peggiori, con Froome, Nibali e Contador al via.... :fuori:
Questo a confermare che tali scale di punteggi servono veramente a poco o nulla, dato che, oltre ad essere calcolati su un lasso di tempo ridotto, non tengono conto -ovviamente- di tutti i big che partecipano con compiti di gregariato o in cattiva forma.
Tra l'altro, entrando anche velocisti e cacciatori di tappe nel calderone, questo punteggio è per nulla indicativo sulla qualità dei big in lotta per la classifica
Lungi da me fare l'avvocato di PCS ma forse non hai letto i criteri: il ranking tiene conto del punteggio degli ultimi 12 mesi + 2 settimane (quindi non è breve periodo) di conseguenza sono inclusi anche i punti dei big che partecipano non per fare classifica.
Su velocisti e cacciatori: credo che il loro intento sia quello di "evidenziare" la qualità generale della start-list, non quella ristretta ai pochi nomi dei big in lotta per la vittoria finale, per cui nel calderone che citi ci vanno anche loro.
Secondo me le classifiche di PCS lasciano sempre un po'il tempo che trovano perchè non si tengono conto di alcuni fattori per me non trascurabili, come ad esempio coloro che usano una corsa per "fare gamba" o coloro che partono veramente con ambizioni
2 esempi molto semplici: nella Vuelta dello scorso anno è vero che il punteggio è altissimo, ma c'erano anche i vari Nibali, Porte,Dennis che sono venuti per portare la bici al traguardo senza avere ambizioni, però portando punti importanti; nella Vuelta 17 ci furono tanti reduci da Tour, come Bardet, che la presero sottogamba e senza ambizioni, portando la bici a spasso. Bardet, reduce dal secondo posto al Tour, Nibali con una Monumento vinta, Dennis che l'anno scorso non sbagliava una crono sono tutte persone che alzano nettamente il punteggio ma che non vanno ad alzare il livello dello spettacolo, correndola senza ambizioni.

Io da questa start list, vedo comunque un livello velocisti pari a quello del Giro, così come gli uomini da fuga. È indubbiamente terrificante il parco partenti per la classifica.



34x27
Messaggi: 3059
Iscritto il: giovedì 16 dicembre 2010, 9:38
Località: in salita

Re: Vuelta 2019

Messaggio da leggere da 34x27 » venerdì 23 agosto 2019, 9:27

Patate ha scritto:
venerdì 23 agosto 2019, 9:07
Beh per me 12 mesi è relativamente breve come lasso di tempo: guarda Nibali prima del Giro, non aveva risultati a parte il secondo posto al Lombardia (la Sanremo vinta era già fuori) e quindi era 73esimo dietro Mollema o Pozzovivo.
Nel prossimo Tour, ad esempio, avremo Dumoulin e Froome che varranno zero punti ciascuno.
In pratica basta un infortunio o un GT sbagliato per "sballare" il conteggio
Rispetto la tua opinione ma non sono d'accordo nemmeno ora: 12 mesi sono assolutamente sufficienti per "fotografare" lo stato di forma più o meno attuale del corridore. Esempio: secondo te è giusto che nel ranking per la Vuelta che parte domani, Aru abbia un punteggio alto/altissimo "solo" perchè l'ha vinta 4 anni fa? Idem Uran e Chaves per i podi nei GT recenti, ma che da parecchi mesi non fanno vedere nulla di eccelso (a livello di piazzamento finale).
Su Froome e Dumoulin: avranno zero punti ciascuno al prossimo Tour se non correranno/vinceranno nulla da gennaio 2020 in poi (quando si presume torneranno in sella)...


HEY MOTO

Fedaia
Messaggi: 1482
Iscritto il: sabato 11 giugno 2016, 19:18

Re: Vuelta 2019

Messaggio da leggere da Fedaia » venerdì 23 agosto 2019, 10:00

galliano ha scritto:
giovedì 22 agosto 2019, 22:15
Se ne cascano un altro paio Fabius potrebbe anche fare un pensierino al 5° posto
Se non entra nei 5 con questa startlist, obiettivamente, potremmo dichiarare in maniera conclamata “Aru finito”.



giorgio ricci
Messaggi: 3029
Iscritto il: lunedì 9 giugno 2014, 13:44

Re: Vuelta 2019

Messaggio da leggere da giorgio ricci » venerdì 23 agosto 2019, 10:08

Patate ha scritto:
venerdì 23 agosto 2019, 9:07
34x27 ha scritto:
venerdì 23 agosto 2019, 8:22

Non è come scrivi. Lungi da me fare l'avvocato di PCS ma forse non hai letto i criteri: il ranking tiene conto del punteggio degli ultimi 12 mesi + 2 settimane (quindi non è breve periodo) di conseguenza tiene conto anche dei punti dei big che partecipano non per fare classifica.
Su velocisti e cacciatori: credo che il loro intento sia quello di "evidenziare" la qualità generale della start-list, non quella ristretta ai pochi nomi dei big in lotta per la vittoria finale.
Volevo chiedervi se potete darmi indicazioni su dove posso trovare le statistiche anche relative alle altre corse e se sono indicati criteri indfividuali



Lolloso
Messaggi: 1359
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:43

Re: Vuelta 2019

Messaggio da leggere da Lolloso » venerdì 23 agosto 2019, 10:13

Spero di essere smentito ma per me Aru non riuscirà a stare nei 5 , per una questione semplice aver corso il tour non come preparazione ma cercando di dare tutto quello che aveva, nelle tre settimane della vuelta e molto probabile che pagherà quello sforzo, per me hanno sbagliato in uae



Avatar utente
Patate
Messaggi: 4306
Iscritto il: domenica 28 febbraio 2016, 23:23

Re: Vuelta 2019

Messaggio da leggere da Patate » venerdì 23 agosto 2019, 10:22

giorgio ricci ha scritto:
venerdì 23 agosto 2019, 10:08

Volevo chiedervi se potete darmi indicazioni su dove posso trovare le statistiche anche relative alle altre corse e se sono indicati criteri indfividuali
Cerchi una corsa su PCS e vai sulla tabella "Overview": trovi il punteggio subito sotto il logo della corsa
https://www.procyclingstats.com/race/da ... c/overview
https://www.procyclingstats.com/race/sp ... c/overview

O altrimenti questa classifica
https://www.procyclingstats.com/rankings/me/pcs/races


antani ha scritto:Non so perchè ma ho la sensazione che domani Aru possa arrivare dietro o davanti a Froome, stiamo a vedere sembra facile ma non è difficile

34x27
Messaggi: 3059
Iscritto il: giovedì 16 dicembre 2010, 9:38
Località: in salita

Re: Vuelta 2019

Messaggio da leggere da 34x27 » venerdì 23 agosto 2019, 10:27

giorgio ricci ha scritto:
venerdì 23 agosto 2019, 10:08
Volevo chiedervi se potete darmi indicazioni su dove posso trovare le statistiche anche relative alle altre corse e se sono indicati criteri indfividuali
Per i criteri: https://www.procyclingstats.com/rankings.php

Per le altre corse basta che selezioni la corsa--->startlist e poi a destra quality. Esempio a caso: https://www.procyclingstats.com/race/e3 ... up-quality


HEY MOTO

34x27
Messaggi: 3059
Iscritto il: giovedì 16 dicembre 2010, 9:38
Località: in salita

Re: Vuelta 2019

Messaggio da leggere da 34x27 » venerdì 23 agosto 2019, 10:30

Fedaia ha scritto:
venerdì 23 agosto 2019, 10:00
galliano ha scritto:
giovedì 22 agosto 2019, 22:15
Se ne cascano un altro paio Fabius potrebbe anche fare un pensierino al 5° posto
Se non entra nei 5 con questa startlist, obiettivamente, potremmo dichiarare in maniera conclamata “Aru finito”.
Ho anche letto che Fulsgang non farà classifica, quindi sulla carta un altro di livello in meno...


HEY MOTO

Leonardo Civitella
Messaggi: 778
Iscritto il: sabato 3 novembre 2018, 13:36
Località: Civitella San Paolo

Re: Vuelta 2019

Messaggio da leggere da Leonardo Civitella » venerdì 23 agosto 2019, 10:46

Mario Rossi ha scritto:
venerdì 23 agosto 2019, 9:10
Io da questa start list, vedo comunque un livello velocisti pari a quello del Giro, così come gli uomini da fuga. È indubbiamente terrificante il parco partenti per la classifica.
Perdonami ma come si può definire il livello dei velocisti pari a quello del Giro?!
Quando alla scorsa corsa Rosa erano presenti: Elia Viviani, Fernando Gaviria, Pascal Ackermann, Arnaud Demare, Giacomo Nizzolo e soprattutto Caleb Ewan.

Ps: Le uniche assenze importanti allo scorso Giro, sono state quelle di Bennett e Groenewegen.

Saluti,Leonardo


FC2019: Tro Bro Leon-Tour of the Alps

Mario Rossi
Messaggi: 463
Iscritto il: giovedì 1 novembre 2018, 14:57

Re: Vuelta 2019

Messaggio da leggere da Mario Rossi » venerdì 23 agosto 2019, 11:04

Leonardo Civitella ha scritto:
venerdì 23 agosto 2019, 10:46
Mario Rossi ha scritto:
venerdì 23 agosto 2019, 9:10
Io da questa start list, vedo comunque un livello velocisti pari a quello del Giro, così come gli uomini da fuga. È indubbiamente terrificante il parco partenti per la classifica.
Perdonami ma come si può definire il livello dei velocisti pari a quello del Giro?!
Quando alla scorsa corsa Rosa erano presenti: Elia Viviani, Fernando Gaviria, Pascal Ackermann, Arnaud Demare, Giacomo Nizzolo e soprattutto Caleb Ewan.

Ps: Le uniche assenze importanti allo scorso Giro, sono state quelle di Bennett e Groenewegen.

Saluti,Leonardo
Ba, per me sapere che Gaviria, Bennett, Jakobsen, Waldscheit , Bahaus, Mezgec e Boasson Hagen resteranno fino a Madrid e non si ritireranno alla 7 tappa come fatto dal colombiano al Giro è tanta roba. Alla fine Gaviria è lo stesso, Bennett è più o meno al livello di Ewan, Jakobsen è come Ackermann - promessa che mai fino ad ora si è cimentata seriamente in un Gt- e Mezgec e Bahaus hanno meno nome ma di velocità di punta non sono inferiori a Demare e Nizzolo. Alla fine di differenza c'è solo Viviani, il cui apporto al Giro è stato quasi nullo. Ma alla Vuelta c'è un giovane come Waldschmit e una vecchia volpe come Edwald che possono fare bene. Al Giro alla fine solo Ackermann e Demare sono restati e abbiamo assistito al miracolo Cima perchè c'erano solo 2 squadre interessate. Al meno alla Vuelta vedremo tutte le volate combattute



Avatar utente
eliacodogno
Messaggi: 5729
Iscritto il: venerdì 24 dicembre 2010, 1:27
Località: Susa (TO)

Re: Vuelta 2019

Messaggio da leggere da eliacodogno » venerdì 23 agosto 2019, 11:17

34x27 ha scritto:
venerdì 23 agosto 2019, 9:27
Rispetto la tua opinione ma non sono d'accordo nemmeno ora: 12 mesi sono assolutamente sufficienti per "fotografare" lo stato di forma più o meno attuale del corridore.
Forse 24 può essere meglio. Al netto poi di assenze prolungate: ad esempio nel 2012 credo che Valverde e Contador, reduci da periodi di squalifica (ma basta appunto anche un infortunio - Dumoulin ad esempio ad oggi non porterebbe molto in dote), non alzano il "valore" della gara in questo senso. Eppure non credo che la Vuelta 2012 sia stata di livello basso.
E ovviamente questa statistica non tiene conto della fatica pregressa e delle motivazioni dei corridori al via, aspetto che per la Vuelta soprattutto incide in modo determinante


Se il tuo modo di lavorare è questo qui, compragli un casco a Sgarbozza e fallo fare a lui il Giro, perché io non lo faccio più (P.S.)

'Idea del Forum' per me non vuol dire assolutamente niente. (H.F.)

Leonardo Civitella
Messaggi: 778
Iscritto il: sabato 3 novembre 2018, 13:36
Località: Civitella San Paolo

Re: Vuelta 2019

Messaggio da leggere da Leonardo Civitella » venerdì 23 agosto 2019, 12:04

Mario Rossi ha scritto:
venerdì 23 agosto 2019, 11:04
Leonardo Civitella ha scritto:
venerdì 23 agosto 2019, 10:46
Mario Rossi ha scritto:
venerdì 23 agosto 2019, 9:10
Io da questa start list, vedo comunque un livello velocisti pari a quello del Giro, così come gli uomini da fuga. È indubbiamente terrificante il parco partenti per la classifica.
Perdonami ma come si può definire il livello dei velocisti pari a quello del Giro?!
Quando alla scorsa corsa Rosa erano presenti: Elia Viviani, Fernando Gaviria, Pascal Ackermann, Arnaud Demare, Giacomo Nizzolo e soprattutto Caleb Ewan.

Ps: Le uniche assenze importanti allo scorso Giro, sono state quelle di Bennett e Groenewegen.

Saluti,Leonardo
Ba, per me sapere che Gaviria, Bennett, Jakobsen, Waldscheit , Bahaus, Mezgec e Boasson Hagen resteranno fino a Madrid e non si ritireranno alla 7 tappa come fatto dal colombiano al Giro è tanta roba. Alla fine Gaviria è lo stesso, Bennett è più o meno al livello di Ewan, Jakobsen è come Ackermann - promessa che mai fino ad ora si è cimentata seriamente in un Gt- e Mezgec e Bahaus hanno meno nome ma di velocità di punta non sono inferiori a Demare e Nizzolo. Alla fine di differenza c'è solo Viviani, il cui apporto al Giro è stato quasi nullo. Ma alla Vuelta c'è un giovane come Waldschmit e una vecchia volpe come Edwald che possono fare bene. Al Giro alla fine solo Ackermann e Demare sono restati e abbiamo assistito al miracolo Cima perchè c'erano solo 2 squadre interessate. Al meno alla Vuelta vedremo tutte le volate combattute
Mario perdonami ma alcuni dei tuoi accostamenti sfiorano l'inverosimile.
In primis definire Bennett a livello di Ewan è abbastanza erroneo, poichè in questo momento tutti concorderanno che l'australiano sia il più forte sprinter del movimento.
Anche il paragone tra Jakobsen e Ackermann lo vedo abbastanza azzardato, poichè Ackermann ha dimostrato di poter battere facilmente i velocisti più rinomati nei grandi palcoscenici(grandi giri), mentre l'olandese ad oggi non ha ancora affrontato un Gt; inoltre Ackermann ha dimostrato di non soffermarsi troppo alla semplice volata, a differenza di Jakobsen.(Basta ricordare il campionato europeo o la prima tappa dello scorso Giro di Slovenia)
Il terzo paragone mi ha fatto molto sorridere, poichè va bene paragonare Mezgec a Nizzolo(anche se quest'ultimo in quanto a costanza di rendimento era molto più affidabbile, almeno fino ad un paio di anni fa), ma paragonore Bauhaus a Demare credo sia abbastanza futile.
In pratica hai messo a pari livello un vincitore di monumento, oltre che vincitore di tappe nei grandi giri, con un velocista che non alza le braccia al cielo da ben un anno e mezzo.(magari il tempo mi darà torto, ma al momento Demare appare un velocista di caratura indubbiamente maggiore).
Infine certamente avere dei velocisti al via che possano arrivare al termine del Gc è un valore aggiunto, però bisogna ricordare che nell'ultima settimana e mezza dello scorso giro era presente una sola tappa dedicata ai velocisti.(Tappa nemmeno troppo facile da tenere controllata, visti i tantissimi chilometri di discesa)

Saluti,Leonardo


FC2019: Tro Bro Leon-Tour of the Alps

Avatar utente
Patate
Messaggi: 4306
Iscritto il: domenica 28 febbraio 2016, 23:23

Re: Vuelta 2019

Messaggio da leggere da Patate » venerdì 23 agosto 2019, 12:16

Tra i velocisti presenti non dimentichiamo Aranburu, che trova in terza settimana delle tappe adattissime alle sue caratteristiche: una su tutte quella che arriva a Toledo dopo uno strappetto tortuosissimo in pavé


antani ha scritto:Non so perchè ma ho la sensazione che domani Aru possa arrivare dietro o davanti a Froome, stiamo a vedere sembra facile ma non è difficile

Lazzaro1
Messaggi: 808
Iscritto il: sabato 10 febbraio 2018, 17:37

Re: Vuelta 2019

Messaggio da leggere da Lazzaro1 » venerdì 23 agosto 2019, 12:34

io, però di tappe per velocisti puri ne vedo davvero poche



Fedaia
Messaggi: 1482
Iscritto il: sabato 11 giugno 2016, 19:18

Re: Vuelta 2019

Messaggio da leggere da Fedaia » venerdì 23 agosto 2019, 13:15

Detto di Aru, non immagino un vincitore diverso da Roglic.
Occasione irripetibile per lo sloveno di vincere un Gt.



Avatar utente
Patate
Messaggi: 4306
Iscritto il: domenica 28 febbraio 2016, 23:23

Re: Vuelta 2019

Messaggio da leggere da Patate » venerdì 23 agosto 2019, 13:46

Lazzaro1 ha scritto:
venerdì 23 agosto 2019, 12:34
io, però di tappe per velocisti puri ne vedo davvero poche
Puri puri, sì: terza, quarta e Madrid le più facili. Anche Oviedo per me terminerà in volata compatta.
Poi ci sono Guadalajara (finale al 2-3%) e Toledo (strappo in pavé) che non sono da Kittel ma che esaltano corridori del tipo di Ewan o Bennett


antani ha scritto:Non so perchè ma ho la sensazione che domani Aru possa arrivare dietro o davanti a Froome, stiamo a vedere sembra facile ma non è difficile

Mario Rossi
Messaggi: 463
Iscritto il: giovedì 1 novembre 2018, 14:57

Re: Vuelta 2019

Messaggio da leggere da Mario Rossi » venerdì 23 agosto 2019, 14:00

Leonardo Civitella ha scritto:
venerdì 23 agosto 2019, 12:04

Mario perdonami ma alcuni dei tuoi accostamenti sfiorano l'inverosimile.
In primis definire Bennett a livello di Ewan è abbastanza erroneo, poichè in questo momento tutti concorderanno che l'australiano sia il più forte sprinter del movimento.
Anche il paragone tra Jakobsen e Ackermann lo vedo abbastanza azzardato, poichè Ackermann ha dimostrato di poter battere facilmente i velocisti più rinomati nei grandi palcoscenici(grandi giri), mentre l'olandese ad oggi non ha ancora affrontato un Gt; inoltre Ackermann ha dimostrato di non soffermarsi troppo alla semplice volata, a differenza di Jakobsen.(Basta ricordare il campionato europeo o la prima tappa dello scorso Giro di Slovenia)
Il terzo paragone mi ha fatto molto sorridere, poichè va bene paragonare Mezgec a Nizzolo(anche se quest'ultimo in quanto a costanza di rendimento era molto più affidabbile, almeno fino ad un paio di anni fa), ma paragonore Bauhaus a Demare credo sia abbastanza futile.
In pratica hai messo a pari livello un vincitore di monumento, oltre che vincitore di tappe nei grandi giri, con un velocista che non alza le braccia al cielo da ben un anno e mezzo.(magari il tempo mi darà torto, ma al momento Demare appare un velocista di caratura indubbiamente maggiore).
Infine certamente avere dei velocisti al via che possano arrivare al termine del Gc è un valore aggiunto, però bisogna ricordare che nell'ultima settimana e mezza dello scorso giro era presente una sola tappa dedicata ai velocisti.(Tappa nemmeno troppo facile da tenere controllata, visti i tantissimi chilometri di discesa)

Saluti,Leonardo
Leo io sinceramente mi andrei a rileggere quello che si diceva su questo forum a dicembre quando si apprese che Bennet era relegato alla vuelta. Be a inizio anno si pensava che su arrivi come Guadalajara Bennet fosse quello da tenere d'occhio piuttosto che un Ewan che non correva da circa 18 mesi un GT. Poi le scelto di squadra hanno favorito uno e stroncato l'annata dell'altro ma per me come livello siamo più o meno uguali.

Capitolo Demare il commento è azzardato ma, senza nulla togliere al transalpino e alla sua monumento vinta "appena"3 anni fa, nell'hic et nunc fatico a vedere grosse differenze tra i suoi risultati e quelli di un Bahaus o un Waldscheit, considerando anche che lui ha avuto sempre tutto il team a lavorare per se mentre gli altri si sono arrabbattati tra una ruota e un altra. Siamo pur sempre nell'insieme dei velocisti di seconda fascia e anche la tappa al Giro è stata senza dubbio condizionata dalla caduta che ha tagliato fuori Ackermann.

Detto questo, il concetto è che secondo me il livello è uguale soprattutto alla luce del fatto che il Giro dopo 10 tappe si è svuotato memtre la Vuelta molto probabilmente no.



cassius
Messaggi: 642
Iscritto il: giovedì 19 luglio 2012, 23:01

Re: Vuelta 2019

Messaggio da leggere da cassius » venerdì 23 agosto 2019, 14:51

Mario Rossi ha scritto:
venerdì 23 agosto 2019, 9:10

Secondo me le classifiche di PCS lasciano sempre un po'il tempo che trovano perchè non si tengono conto di alcuni fattori per me non trascurabili, come ad esempio coloro che usano una corsa per "fare gamba" o coloro che partono veramente con ambizioni
2 esempi molto semplici: nella Vuelta dello scorso anno è vero che il punteggio è altissimo, ma c'erano anche i vari Nibali, Porte,Dennis che sono venuti per portare la bici al traguardo senza avere ambizioni, però portando punti importanti; nella Vuelta 17 ci furono tanti reduci da Tour, come Bardet, che la presero sottogamba e senza ambizioni, portando la bici a spasso. Bardet, reduce dal secondo posto al Tour, Nibali con una Monumento vinta, Dennis che l'anno scorso non sbagliava una crono sono tutte persone che alzano nettamente il punteggio ma che non vanno ad alzare il livello dello spettacolo, correndola senza ambizioni.

Io da questa start list, vedo comunque un livello velocisti pari a quello del Giro, così come gli uomini da fuga. È indubbiamente terrificante il parco partenti per la classifica.
La classifica di PCS si basa su criteri magari opinabili ma oggettivi.
Come si può determinare se un corridore parte per far classifica o no?
Come si può determinare se è in forma o no?
Queste sono cose che decidiamo "a sentimento".

Il ranking PCS assegna prima della stagione determinati punteggi alle corse, spesso ci sono corse che hanno una categoria eccessiva (che il Laigueglia sia una HC come il Giro dell'Emilia o la Milano-Torino fa discutere anche me) e altre sottovalutate (IMHO la Strade Bianche è ormai quasi una "sesta Monumento", gli ordini di arrivo sono pazzeschi).
PCS premia la regolarità, premia chi non si ritira e chi sprinta per il 20o posto. Come tutte le classifiche con criteri numerici, una volta che li conosci se lavori su quelli vieni premiato.



dietzen
Messaggi: 6014
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 21:19

Re: Vuelta 2019

Messaggio da leggere da dietzen » venerdì 23 agosto 2019, 15:08

Basso ha scritto:
giovedì 22 agosto 2019, 17:53
Confermato, uno di meno http://www.cicloweb.it/2019/08/22/richa ... ta-espana/
da quanto si legge in giro carapaz era a quel criterium senza che la movistar lo sapesse, da qui il primo comunicato della squadra dove si parlava di caduta in allenamento.
se queste voci fossero confermate certo il corridore non ci fa una bella figura.


Di Rocco non è il mio presidente

Basso
Messaggi: 14521
Iscritto il: sabato 21 maggio 2011, 18:03
Località: Vicenza

Re: Vuelta 2019

Messaggio da leggere da Basso » venerdì 23 agosto 2019, 15:19

dietzen ha scritto:
venerdì 23 agosto 2019, 15:08
Basso ha scritto:
giovedì 22 agosto 2019, 17:53
Confermato, uno di meno http://www.cicloweb.it/2019/08/22/richa ... ta-espana/
da quanto si legge in giro carapaz era a quel criterium senza che la movistar lo sapesse, da qui il primo comunicato della squadra dove si parlava di caduta in allenamento.
se queste voci fossero confermate certo il corridore non ci fa una bella figura.
Esatto - che poi son curioso anche di sapere anche quanto fosse l'ingaggio per il criterium, dato che fino alle 16 di sabato era in gara a Burgos.


11 V7-Prato
12 Appennino-Japan
13 G9-ITARR-V20-Sabatini
14 Vasco-Dauphiné-T3-T21-Pologne-3VV
15 Laigueglia-Escaut-G2-G18-Giro-T13-Fourmies
16 Nice-V12
17 Frankfurt-T11-V16-Chrono
18 Bianche-DePanne-Romandie-Köln-Piemonte-Chrono
19 Nice-Turkey-Portugal-V10

Luca90
Messaggi: 5977
Iscritto il: venerdì 31 luglio 2015, 22:21

Re: Vuelta 2019

Messaggio da leggere da Luca90 » venerdì 23 agosto 2019, 15:39

Fedaia ha scritto:
venerdì 23 agosto 2019, 13:15
Detto di Aru, non immagino un vincitore diverso da Roglic.
Occasione irripetibile per lo sloveno di vincere un Gt.
Per me andrà a podio ma non vince... tante salite dove gli altri lo staccheranno


2015: Tre Valli Varesine
2016 (11°) : Giro d'Italia (primi5), Tour tappa 11, Tour tappa 14, Parigi-Tours
2017 (14°) : Kuurne-Bruxelles-Kuurne, Tro Bro Leon
2018 (16°): Tour of Guangxi
2019 ( °): Dwars door Vlaanderen, Tour tappa 18, Vuelta tappa 8

Luca90
Messaggi: 5977
Iscritto il: venerdì 31 luglio 2015, 22:21

Re: Vuelta 2019

Messaggio da leggere da Luca90 » venerdì 23 agosto 2019, 15:45

Mario Rossi ha scritto:
venerdì 23 agosto 2019, 14:00
Leonardo Civitella ha scritto:
venerdì 23 agosto 2019, 12:04

Mario perdonami ma alcuni dei tuoi accostamenti sfiorano l'inverosimile.
In primis definire Bennett a livello di Ewan è abbastanza erroneo, poichè in questo momento tutti concorderanno che l'australiano sia il più forte sprinter del movimento.
Anche il paragone tra Jakobsen e Ackermann lo vedo abbastanza azzardato, poichè Ackermann ha dimostrato di poter battere facilmente i velocisti più rinomati nei grandi palcoscenici(grandi giri), mentre l'olandese ad oggi non ha ancora affrontato un Gt; inoltre Ackermann ha dimostrato di non soffermarsi troppo alla semplice volata, a differenza di Jakobsen.(Basta ricordare il campionato europeo o la prima tappa dello scorso Giro di Slovenia)
Il terzo paragone mi ha fatto molto sorridere, poichè va bene paragonare Mezgec a Nizzolo(anche se quest'ultimo in quanto a costanza di rendimento era molto più affidabbile, almeno fino ad un paio di anni fa), ma paragonore Bauhaus a Demare credo sia abbastanza futile.
In pratica hai messo a pari livello un vincitore di monumento, oltre che vincitore di tappe nei grandi giri, con un velocista che non alza le braccia al cielo da ben un anno e mezzo.(magari il tempo mi darà torto, ma al momento Demare appare un velocista di caratura indubbiamente maggiore).
Infine certamente avere dei velocisti al via che possano arrivare al termine del Gc è un valore aggiunto, però bisogna ricordare che nell'ultima settimana e mezza dello scorso giro era presente una sola tappa dedicata ai velocisti.(Tappa nemmeno troppo facile da tenere controllata, visti i tantissimi chilometri di discesa)

Saluti,Leonardo
Leo io sinceramente mi andrei a rileggere quello che si diceva su questo forum a dicembre quando si apprese che Bennet era relegato alla vuelta. Be a inizio anno si pensava che su arrivi come Guadalajara Bennet fosse quello da tenere d'occhio piuttosto che un Ewan che non correva da circa 18 mesi un GT. Poi le scelto di squadra hanno favorito uno e stroncato l'annata dell'altro ma per me come livello siamo più o meno uguali.

Capitolo Demare il commento è azzardato ma, senza nulla togliere al transalpino e alla sua monumento vinta "appena"3 anni fa, nell'hic et nunc fatico a vedere grosse differenze tra i suoi risultati e quelli di un Bahaus o un Waldscheit, considerando anche che lui ha avuto sempre tutto il team a lavorare per se mentre gli altri si sono arrabbattati tra una ruota e un altra. Siamo pur sempre nell'insieme dei velocisti di seconda fascia e anche la tappa al Giro è stata senza dubbio condizionata dalla caduta che ha tagliato fuori Ackermann.

Detto questo, il concetto è che secondo me il livello è uguale soprattutto alla luce del fatto che il Giro dopo 10 tappe si è svuotato memtre la Vuelta molto probabilmente no.
Dico la mia: Bennett Ewan per me siamo su livelli simili, l'anno scorso Bennett 3 tappe al giro battendo il miglior Viviani...
Gaviria è gaviria e ok
Jakobsen ackermann partivano con aspettative simili prima del loro primo gt, per ora però ackermann superiore per quanto dimostrato al giro
Demare balhaus il francese è 3 spanne avanti ... il tedesco deve dimostrare qualcosa a sta vuelta anche perché è l unico con teuns che può vincere una tappa alla merida
Mezgec è riemerso al Polonia ma prima veniva da pochi risultati

Quindi complessivamente livello buono ma leggermente inferiore al giro


2015: Tre Valli Varesine
2016 (11°) : Giro d'Italia (primi5), Tour tappa 11, Tour tappa 14, Parigi-Tours
2017 (14°) : Kuurne-Bruxelles-Kuurne, Tro Bro Leon
2018 (16°): Tour of Guangxi
2019 ( °): Dwars door Vlaanderen, Tour tappa 18, Vuelta tappa 8

giorgio ricci
Messaggi: 3029
Iscritto il: lunedì 9 giugno 2014, 13:44

Re: Vuelta 2019

Messaggio da leggere da giorgio ricci » venerdì 23 agosto 2019, 16:22

Grazie ragazzi per la risposta



henny5
Messaggi: 722
Iscritto il: lunedì 22 giugno 2015, 17:58

Re: Vuelta 2019

Messaggio da leggere da henny5 » venerdì 23 agosto 2019, 16:45

Basso ha scritto:
venerdì 23 agosto 2019, 15:19
dietzen ha scritto:
venerdì 23 agosto 2019, 15:08
Basso ha scritto:
giovedì 22 agosto 2019, 17:53
Confermato, uno di meno http://www.cicloweb.it/2019/08/22/richa ... ta-espana/
da quanto si legge in giro carapaz era a quel criterium senza che la movistar lo sapesse, da qui il primo comunicato della squadra dove si parlava di caduta in allenamento.
se queste voci fossero confermate certo il corridore non ci fa una bella figura.
Esatto - che poi son curioso anche di sapere anche quanto fosse l'ingaggio per il criterium, dato che fino alle 16 di sabato era in gara a Burgos.



henny5
Messaggi: 722
Iscritto il: lunedì 22 giugno 2015, 17:58

Re: Vuelta 2019

Messaggio da leggere da henny5 » venerdì 23 agosto 2019, 17:00

Basso ha scritto:
venerdì 23 agosto 2019, 15:19
dietzen ha scritto:
venerdì 23 agosto 2019, 15:08
Basso ha scritto:
giovedì 22 agosto 2019, 17:53
Confermato, uno di meno http://www.cicloweb.it/2019/08/22/richa ... ta-espana/
da quanto si legge in giro carapaz era a quel criterium senza che la movistar lo sapesse, da qui il primo comunicato della squadra dove si parlava di caduta in allenamento.
se queste voci fossero confermate certo il corridore non ci fa una bella figura.
Esatto - che poi son curioso anche di sapere anche quanto fosse l'ingaggio per il criterium, dato che fino alle 16 di sabato era in gara a Burgos.
cosa si fa per i soldi. Tutto ciò è così assurdo considerando che il giorno prima era alla vuelta burgos.Ma perché andare in Olanda per fare un criterium a 6 giorni dalla vuelta, quando in realtà si dovrebbe recuperare forze per il GT. Altro aspetto da non sottovalutare è il rapporto tra Movistar ed l'agente di carapaz, acquadro, che si stanno deteriorando considerando che in ottica mercato oltre all'equadoregno probabilmente lascieranno la squadra spagnola anche quintana e anacona che hanno lo stesso agente di carapaz.



Avatar utente
il_panta
Messaggi: 5046
Iscritto il: lunedì 21 maggio 2012, 13:39

Re: Vuelta 2019

Messaggio da leggere da il_panta » venerdì 23 agosto 2019, 17:32

Luca90 ha scritto:
venerdì 23 agosto 2019, 15:39
Fedaia ha scritto:
venerdì 23 agosto 2019, 13:15
Detto di Aru, non immagino un vincitore diverso da Roglic.
Occasione irripetibile per lo sloveno di vincere un Gt.
Per me andrà a podio ma non vince... tante salite dove gli altri lo staccheranno
Ma chi c'è in corsa più forte di lui in salita? Secondo me solo Lopez e Quintana, ma a giorni alterni.


2019: Giro d'Italia tp 4, 5, 20; 1° Giro d'Italia classifica generale; Tour de France: tp 1, tp 10; Tour of Britain;

Avatar utente
Abruzzese
Messaggi: 5479
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:24

Re: Vuelta 2019

Messaggio da leggere da Abruzzese » venerdì 23 agosto 2019, 19:08

Mario Rossi ha scritto:
venerdì 23 agosto 2019, 14:00

Capitolo Demare il commento è azzardato ma, senza nulla togliere al transalpino e alla sua monumento vinta "appena"3 anni fa, nell'hic et nunc fatico a vedere grosse differenze tra i suoi risultati e quelli di un Bahaus o un Waldscheit, considerando anche che lui ha avuto sempre tutto il team a lavorare per se mentre gli altri si sono arrabbattati tra una ruota e un altra. Siamo pur sempre nell'insieme dei velocisti di seconda fascia e anche la tappa al Giro è stata senza dubbio condizionata dalla caduta che ha tagliato fuori Ackermann.
In effetti quest'anno non è ancora partito il tormentone "se c'era Demare..." relativo alla Vuelta :D :D :D .

Diciamo che ormai si è capito che il livello è quello: in brevi corse a tappe, specie di seconda fascia, è un buonissimo velocista. Nelle occasioni principali invece alla bravura nel pescare la giornata buona ci va messa indubbiamente la fortuna nell'avere sempre qualche avversario di rango penalizzato da cadute o altro. Prova ne è il fatto che gli manchino sempre dieci centesimi per fare un euro: aveva la possibilità di vincere la maglia ciclamino al Giro ma l'ha buttata nel cesso con la volata oscena di Santa Maria di Sala. Sulla Milano-Sanremo si è detto più volte, è sembrato più un exploit estemporaneo (su cui si sono sempre addensati anche dei dubbi su quel che accadde dalla Cipressa in poi) che il reale punto di partenza per una carriera finalmente costellata di successi pesanti. Così ora continua a vivacchiare in questo limbo in cui nemmeno lui ha ancora capito se vuol fare il velocista o provare ad essere un corridore in grado di vincere anche delle classiche (il Degenkolb ai massimi livelli per intenderci). Per dire, vittorie come quelle di Viviani all'italiano o all'Europeo uno come lui avrebbe potuto ottenerle, invece credo proprio che non gliele vedremo fare mai.


"L'importante non è quello che trovi alla fine di una corsa. L'importante è ciò che provi mentre corri" (Giorgio Faletti in "Notte prima degli esami")

"qui c'è gente che è totalmente avulsa dalla realtà e nociva al forum"

Luca90
Messaggi: 5977
Iscritto il: venerdì 31 luglio 2015, 22:21

Re: Vuelta 2019

Messaggio da leggere da Luca90 » venerdì 23 agosto 2019, 19:15

Abruzzese ha scritto:
venerdì 23 agosto 2019, 19:08
Mario Rossi ha scritto:
venerdì 23 agosto 2019, 14:00

Capitolo Demare il commento è azzardato ma, senza nulla togliere al transalpino e alla sua monumento vinta "appena"3 anni fa, nell'hic et nunc fatico a vedere grosse differenze tra i suoi risultati e quelli di un Bahaus o un Waldscheit, considerando anche che lui ha avuto sempre tutto il team a lavorare per se mentre gli altri si sono arrabbattati tra una ruota e un altra. Siamo pur sempre nell'insieme dei velocisti di seconda fascia e anche la tappa al Giro è stata senza dubbio condizionata dalla caduta che ha tagliato fuori Ackermann.
In effetti quest'anno non è ancora partito il tormentone "se c'era Demare..." relativo alla Vuelta :D :D :D .

Diciamo che ormai si è capito che il livello è quello: in brevi corse a tappe, specie di seconda fascia, è un buonissimo velocista. Nelle occasioni principali invece alla bravura nel pescare la giornata buona ci va messa indubbiamente la fortuna nell'avere sempre qualche avversario di rango penalizzato da cadute o altro. Prova ne è il fatto che gli manchino sempre dieci centesimi per fare un euro: aveva la possibilità di vincere la maglia ciclamino al Giro ma l'ha buttata nel cesso con la volata oscena di Santa Maria di Sala. Sulla Milano-Sanremo si è detto più volte, è sembrato più un exploit estemporaneo (su cui si sono sempre addensati anche dei dubbi su quel che accadde dalla Cipressa in poi) che il reale punto di partenza per una carriera finalmente costellata di successi pesanti. Così ora continua a vivacchiare in questo limbo in cui nemmeno lui ha ancora capito se vuol fare il velocista o provare ad essere un corridore in grado di vincere anche delle classiche (il Degenkolb ai massimi livelli per intenderci). Per dire, vittorie come quelle di Viviani all'italiano o all'Europeo uno come lui avrebbe potuto ottenerle, invece credo proprio che non gliele vedremo fare mai.
si però paragonarlo a bauhaus e walsheid ce ne vuole... il tedesco della merida ha vinto una tappa al delfinato 2 anni fa e stop


2015: Tre Valli Varesine
2016 (11°) : Giro d'Italia (primi5), Tour tappa 11, Tour tappa 14, Parigi-Tours
2017 (14°) : Kuurne-Bruxelles-Kuurne, Tro Bro Leon
2018 (16°): Tour of Guangxi
2019 ( °): Dwars door Vlaanderen, Tour tappa 18, Vuelta tappa 8

Avatar utente
Abruzzese
Messaggi: 5479
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:24

Re: Vuelta 2019

Messaggio da leggere da Abruzzese » venerdì 23 agosto 2019, 19:20

Luca90 ha scritto:
venerdì 23 agosto 2019, 19:15
Abruzzese ha scritto:
venerdì 23 agosto 2019, 19:08
Mario Rossi ha scritto:
venerdì 23 agosto 2019, 14:00

Capitolo Demare il commento è azzardato ma, senza nulla togliere al transalpino e alla sua monumento vinta "appena"3 anni fa, nell'hic et nunc fatico a vedere grosse differenze tra i suoi risultati e quelli di un Bahaus o un Waldscheit, considerando anche che lui ha avuto sempre tutto il team a lavorare per se mentre gli altri si sono arrabbattati tra una ruota e un altra. Siamo pur sempre nell'insieme dei velocisti di seconda fascia e anche la tappa al Giro è stata senza dubbio condizionata dalla caduta che ha tagliato fuori Ackermann.
In effetti quest'anno non è ancora partito il tormentone "se c'era Demare..." relativo alla Vuelta :D :D :D .

Diciamo che ormai si è capito che il livello è quello: in brevi corse a tappe, specie di seconda fascia, è un buonissimo velocista. Nelle occasioni principali invece alla bravura nel pescare la giornata buona ci va messa indubbiamente la fortuna nell'avere sempre qualche avversario di rango penalizzato da cadute o altro. Prova ne è il fatto che gli manchino sempre dieci centesimi per fare un euro: aveva la possibilità di vincere la maglia ciclamino al Giro ma l'ha buttata nel cesso con la volata oscena di Santa Maria di Sala. Sulla Milano-Sanremo si è detto più volte, è sembrato più un exploit estemporaneo (su cui si sono sempre addensati anche dei dubbi su quel che accadde dalla Cipressa in poi) che il reale punto di partenza per una carriera finalmente costellata di successi pesanti. Così ora continua a vivacchiare in questo limbo in cui nemmeno lui ha ancora capito se vuol fare il velocista o provare ad essere un corridore in grado di vincere anche delle classiche (il Degenkolb ai massimi livelli per intenderci). Per dire, vittorie come quelle di Viviani all'italiano o all'Europeo uno come lui avrebbe potuto ottenerle, invece credo proprio che non gliele vedremo fare mai.
si però paragonarlo a bauhaus e walsheid ce ne vuole... il tedesco della merida ha vinto una tappa al delfinato 2 anni fa e stop
Su quello sono d'accordo anch'io. Più che altro io ho sempre cercato di contestare le affermazioni di chi ne ingigantiva le doti oltre misura. L'anno scorso si affermava che avrebbe potuto vincere almeno 2 tappe alla Vuelta se avesse partecipato, cosa tutt'altro che certa. Già un Viviani al 90% della forma sarebbe in grado di dargli mezza bici.


"L'importante non è quello che trovi alla fine di una corsa. L'importante è ciò che provi mentre corri" (Giorgio Faletti in "Notte prima degli esami")

"qui c'è gente che è totalmente avulsa dalla realtà e nociva al forum"

Luca90
Messaggi: 5977
Iscritto il: venerdì 31 luglio 2015, 22:21

Re: Vuelta 2019

Messaggio da leggere da Luca90 » venerdì 23 agosto 2019, 19:27

Abruzzese ha scritto:
venerdì 23 agosto 2019, 19:20
Luca90 ha scritto:
venerdì 23 agosto 2019, 19:15
Abruzzese ha scritto:
venerdì 23 agosto 2019, 19:08


In effetti quest'anno non è ancora partito il tormentone "se c'era Demare..." relativo alla Vuelta :D :D :D .

Diciamo che ormai si è capito che il livello è quello: in brevi corse a tappe, specie di seconda fascia, è un buonissimo velocista. Nelle occasioni principali invece alla bravura nel pescare la giornata buona ci va messa indubbiamente la fortuna nell'avere sempre qualche avversario di rango penalizzato da cadute o altro. Prova ne è il fatto che gli manchino sempre dieci centesimi per fare un euro: aveva la possibilità di vincere la maglia ciclamino al Giro ma l'ha buttata nel cesso con la volata oscena di Santa Maria di Sala. Sulla Milano-Sanremo si è detto più volte, è sembrato più un exploit estemporaneo (su cui si sono sempre addensati anche dei dubbi su quel che accadde dalla Cipressa in poi) che il reale punto di partenza per una carriera finalmente costellata di successi pesanti. Così ora continua a vivacchiare in questo limbo in cui nemmeno lui ha ancora capito se vuol fare il velocista o provare ad essere un corridore in grado di vincere anche delle classiche (il Degenkolb ai massimi livelli per intenderci). Per dire, vittorie come quelle di Viviani all'italiano o all'Europeo uno come lui avrebbe potuto ottenerle, invece credo proprio che non gliele vedremo fare mai.
si però paragonarlo a bauhaus e walsheid ce ne vuole... il tedesco della merida ha vinto una tappa al delfinato 2 anni fa e stop
Su quello sono d'accordo anch'io. Più che altro io ho sempre cercato di contestare le affermazioni di chi ne ingigantiva le doti oltre misura. L'anno scorso si affermava che avrebbe potuto vincere almeno 2 tappe alla Vuelta se avesse partecipato, cosa tutt'altro che certa. Già un Viviani al 90% della forma sarebbe in grado di dargli mezza bici.
vabbè una tappetta qua e la la vince spesso... quindi che potesse vincere una tappa per esempio quest'anno ci poteva stare però se non sbaglio corre a amburgo e li penso possa arrivare nei 5 ma non vincere


2015: Tre Valli Varesine
2016 (11°) : Giro d'Italia (primi5), Tour tappa 11, Tour tappa 14, Parigi-Tours
2017 (14°) : Kuurne-Bruxelles-Kuurne, Tro Bro Leon
2018 (16°): Tour of Guangxi
2019 ( °): Dwars door Vlaanderen, Tour tappa 18, Vuelta tappa 8

Avatar utente
Abruzzese
Messaggi: 5479
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:24

Re: Vuelta 2019

Messaggio da leggere da Abruzzese » venerdì 23 agosto 2019, 19:40

Luca90 ha scritto:
venerdì 23 agosto 2019, 19:27
vabbè una tappetta qua e la la vince spesso... quindi che potesse vincere una tappa per esempio quest'anno ci poteva stare però se non sbaglio corre a amburgo e li penso possa arrivare nei 5 ma non vincere
Beh oddio: 2 tappe al Tour, di cui la prima segnata dall'episodio di Sagan (e con lo stesso Demare che ostacolò in maniera decisiva Bouhanni), la seconda dopo la rovinosa caduta di Sagan sui Pirenei, con Peter che fino a quel momento aveva una gamba strepitosa; quest'anno tappa al Giro in cui obiettivamente fu bravissimo quel giorno ma dove, com'è stato ricordato, Ackermann cadde e Viviani era già andato via di testa dopo l'episodio di Orbetello.
3 tappe totali nei grandi giri per uno che doveva essere un fenomeno dello sprint e senza che in nessuna di esse abbia mai battuto tutti i migliori (inteso con tutti i velocisti presenti o condizionati da cadute o inconvenienti) mi sembrano un po' pochino come bottino.


"L'importante non è quello che trovi alla fine di una corsa. L'importante è ciò che provi mentre corri" (Giorgio Faletti in "Notte prima degli esami")

"qui c'è gente che è totalmente avulsa dalla realtà e nociva al forum"

Luca90
Messaggi: 5977
Iscritto il: venerdì 31 luglio 2015, 22:21

Re: Vuelta 2019

Messaggio da leggere da Luca90 » venerdì 23 agosto 2019, 19:47

Abruzzese ha scritto:
venerdì 23 agosto 2019, 19:40
Luca90 ha scritto:
venerdì 23 agosto 2019, 19:27
vabbè una tappetta qua e la la vince spesso... quindi che potesse vincere una tappa per esempio quest'anno ci poteva stare però se non sbaglio corre a amburgo e li penso possa arrivare nei 5 ma non vincere
Beh oddio: 2 tappe al Tour, di cui la prima segnata dall'episodio di Sagan (e con lo stesso Demare che ostacolò in maniera decisiva Bouhanni), la seconda dopo la rovinosa caduta di Sagan sui Pirenei, con Peter che fino a quel momento aveva una gamba strepitosa; quest'anno tappa al Giro in cui obiettivamente fu bravissimo quel giorno ma dove, com'è stato ricordato, Ackermann cadde e Viviani era già andato via di testa dopo l'episodio di Orbetello.
3 tappe totali nei grandi giri per uno che doveva essere un fenomeno dello sprint e senza che in nessuna di esse abbia mai battuto tutti i migliori (inteso con tutti i velocisti presenti o condizionati da cadute o inconvenienti) mi sembrano un po' pochino come bottino.
qua e la intendevo più in generale nel world tour, non è uno da 20 vittorie però qualche timbro lo lascia...
dal 2016 in poi:
parigi nizza 16 battendo swift e bouhanni
parigi nizza 17 battendo alaphilippe
delfinato 17 battendo kristoff e ancora bouhanni
parigi nizza 18 battendo izaguirre e laporte
svizzera 18 battendo gaviria e kristoff

vedendo gli avversari non devono essere state tutte vittorie in volata piatta... l'unica che ricordo è quella dove ha battuto ala e fece un grosso numero


2015: Tre Valli Varesine
2016 (11°) : Giro d'Italia (primi5), Tour tappa 11, Tour tappa 14, Parigi-Tours
2017 (14°) : Kuurne-Bruxelles-Kuurne, Tro Bro Leon
2018 (16°): Tour of Guangxi
2019 ( °): Dwars door Vlaanderen, Tour tappa 18, Vuelta tappa 8

Avatar utente
Abruzzese
Messaggi: 5479
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:24

Re: Vuelta 2019

Messaggio da leggere da Abruzzese » venerdì 23 agosto 2019, 19:51

Luca90 ha scritto:
venerdì 23 agosto 2019, 19:47
Abruzzese ha scritto:
venerdì 23 agosto 2019, 19:40
Luca90 ha scritto:
venerdì 23 agosto 2019, 19:27
vabbè una tappetta qua e la la vince spesso... quindi che potesse vincere una tappa per esempio quest'anno ci poteva stare però se non sbaglio corre a amburgo e li penso possa arrivare nei 5 ma non vincere
Beh oddio: 2 tappe al Tour, di cui la prima segnata dall'episodio di Sagan (e con lo stesso Demare che ostacolò in maniera decisiva Bouhanni), la seconda dopo la rovinosa caduta di Sagan sui Pirenei, con Peter che fino a quel momento aveva una gamba strepitosa; quest'anno tappa al Giro in cui obiettivamente fu bravissimo quel giorno ma dove, com'è stato ricordato, Ackermann cadde e Viviani era già andato via di testa dopo l'episodio di Orbetello.
3 tappe totali nei grandi giri per uno che doveva essere un fenomeno dello sprint e senza che in nessuna di esse abbia mai battuto tutti i migliori (inteso con tutti i velocisti presenti o condizionati da cadute o inconvenienti) mi sembrano un po' pochino come bottino.
qua e la intendevo più in generale nel world tour, non è uno da 20 vittorie però qualche timbro lo lascia...
dal 2016 in poi:
parigi nizza 16 battendo swift e bouhanni
parigi nizza 17 battendo alaphilippe
delfinato 17 battendo kristoff e ancora bouhanni
parigi nizza 18 battendo izaguirre e laporte
svizzera 18 battendo gaviria e kristoff

vedendo gli avversari non devono essere state tutte vittorie in volata piatta... l'unica che ricordo è quella dove ha battuto ala e fece un grosso numero
Ah ok, non si capiva bene dal tuo messaggio.

Si ma sicuramente qualcosa di buono ha fatto, però proprio per questo ha raccolto molto meno di quel che avrebbe potuto. Ed in questo ci ha messo sicuramente anche molto di suo, in quanto in più occasioni il treno gli preparava al meglio lo sprint ma poi lui si perdeva, sbagliava i tempi e così finiva regolarmente per perdere.


"L'importante non è quello che trovi alla fine di una corsa. L'importante è ciò che provi mentre corri" (Giorgio Faletti in "Notte prima degli esami")

"qui c'è gente che è totalmente avulsa dalla realtà e nociva al forum"

Mario Rossi
Messaggi: 463
Iscritto il: giovedì 1 novembre 2018, 14:57

Re: Vuelta 2019

Messaggio da leggere da Mario Rossi » venerdì 23 agosto 2019, 20:54

Luca90 ha scritto:
venerdì 23 agosto 2019, 19:15
si però paragonarlo a bauhaus e walsheid ce ne vuole... il tedesco della merida ha vinto una tappa al delfinato 2 anni fa e stop
Secondo me quando si parla di un velocista bisogna guardare due cose: velocità di punta e capacità di tenere in salita. Ad oggi, un Waldsheid o un Bahaus per velocità di punta non sono inferiori a Demare, per capacità di tenere la salita si, ma non stiamo parlando di 3 persone così divese. Inanzitutto il gigante della sunweb ha 5 anni in meno del transalpino che non sono pochi per un velocista. Poi il transalpino ha sempre avuto tutta la squadra per se, facendo spesso figure barbine.
Il concetto chiave è che se tra un Ewan e un Demare passa abbondantemente una spanna, tra un Waldsheit e un Demare degli ultimo 24 mesi non ne sono sicuro.



Mario Rossi
Messaggi: 463
Iscritto il: giovedì 1 novembre 2018, 14:57

Re: Vuelta 2019

Messaggio da leggere da Mario Rossi » venerdì 23 agosto 2019, 20:54

Luca90 ha scritto:
venerdì 23 agosto 2019, 19:15
si però paragonarlo a bauhaus e walsheid ce ne vuole... il tedesco della merida ha vinto una tappa al delfinato 2 anni fa e stop
Secondo me quando si parla di un velocista bisogna guardare due cose: velocità di punta e capacità di tenere in salita. Ad oggi, un Waldsheid o un Bahaus per velocità di punta non sono inferiori a Demare, per capacità di tenere la salita si, ma non stiamo parlando di 3 persone così divese. Inanzitutto il gigante della sunweb ha 5 anni in meno del transalpino che non sono pochi per un velocista. Poi il transalpino ha sempre avuto tutta la squadra per se, facendo spesso figure barbine.
Il concetto chiave è che se tra un Ewan e un Demare passa abbondantemente una spanna, tra un Waldsheit e un Demare degli ultimo 24 mesi non ne sono sicuro.



Avatar utente
Patate
Messaggi: 4306
Iscritto il: domenica 28 febbraio 2016, 23:23

Re: Vuelta 2019

Messaggio da leggere da Patate » venerdì 23 agosto 2019, 21:13

Mario Rossi ha scritto:
venerdì 23 agosto 2019, 20:54
Il concetto chiave è che se tra un Ewan e un Demare passa abbondantemente una spanna, tra un Waldsheit e un Demare degli ultimo 24 mesi non ne sono sicuro.
Beh oddio.
A parte che gli anni di differenza con Walscheid sono solo due, Démare è un 91 e Max un 93, mentre Bauhaus è del 94: la differenza di età c'è ma non eclatante come avevi scritto.
Concordo sul fatto che Démare non sia un velocista top per punte di velocità, posizionamento, furbizia nel preparare la volata. Ok che ha una squadra al suo servizio con uno degli ultimi uomini più forti e fighi che possano esistere, ma il palmares recente non è proprio paragonabile.
Nel 2018 Démare si è portato a casa nove vittorie di cui tre WT, quest'anno solo quattro ma sfiorando anche la ciclamino. Nello stesso lasso di tempo i due hanno assommato una tappa in Abu Dhabi, una in Danimarca ed una semiclassica tedesca.
Se c'è una spanna tra Ewan/Viviani/Groenewegen e Démare (e per me c'è tutta) tra il francese e Bauhaus o Walscheid ce ne sono almeno un paio.

Ecco, ora vinceranno tre tappe ciascuno :diavoletto:


antani ha scritto:Non so perchè ma ho la sensazione che domani Aru possa arrivare dietro o davanti a Froome, stiamo a vedere sembra facile ma non è difficile

Leonardo Civitella
Messaggi: 778
Iscritto il: sabato 3 novembre 2018, 13:36
Località: Civitella San Paolo

Re: Vuelta 2019

Messaggio da leggere da Leonardo Civitella » sabato 24 agosto 2019, 10:25

Mario Rossi ha scritto:
venerdì 23 agosto 2019, 20:54

Secondo me quando si parla di un velocista bisogna guardare due cose: velocità di punta e capacità di tenere in salita.
Mario stai dimenticando l'elemento chiave per giudicare un velocista, ovvero l'attitudine alla vittoria.


Saluti,Leonardo


FC2019: Tro Bro Leon-Tour of the Alps

Gimbatbu
Messaggi: 1091
Iscritto il: mercoledì 19 aprile 2017, 17:42

Re: Vuelta 2019

Messaggio da leggere da Gimbatbu » sabato 24 agosto 2019, 18:48

Un velocista è come il goleador nel calcio: conta solo se segna, andarci vicino va bene per le bocce.



Fedaia
Messaggi: 1482
Iscritto il: sabato 11 giugno 2016, 19:18

Re: Vuelta 2019

Messaggio da leggere da Fedaia » martedì 27 agosto 2019, 23:00

Domani primo arrivo in salita a Javalambre. Se non ricordo male, una decina di Km piuttosto esigenti, specie gli ultimi 5 costantemente sopra il 10 per cento.
Una delle poche occasioni in cui gli scalatori possono realmente pensar di guadagnare su Roglic.



Avatar utente
Tranchée d'Arenberg
Messaggi: 17402
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:50
Località: Falconara Albanese (CS)

Re: Vuelta 2019

Messaggio da leggere da Tranchée d'Arenberg » mercoledì 28 agosto 2019, 9:17

Patate ha scritto:
venerdì 23 agosto 2019, 21:13
Mario Rossi ha scritto:
venerdì 23 agosto 2019, 20:54
Il concetto chiave è che se tra un Ewan e un Demare passa abbondantemente una spanna, tra un Waldsheit e un Demare degli ultimo 24 mesi non ne sono sicuro.
Beh oddio.
A parte che gli anni di differenza con Walscheid sono solo due, Démare è un 91 e Max un 93, mentre Bauhaus è del 94: la differenza di età c'è ma non eclatante come avevi scritto.
Concordo sul fatto che Démare non sia un velocista top per punte di velocità, posizionamento, furbizia nel preparare la volata. Ok che ha una squadra al suo servizio con uno degli ultimi uomini più forti e fighi che possano esistere, ma il palmares recente non è proprio paragonabile.
Nel 2018 Démare si è portato a casa nove vittorie di cui tre WT, quest'anno solo quattro ma sfiorando anche la ciclamino. Nello stesso lasso di tempo i due hanno assommato una tappa in Abu Dhabi, una in Danimarca ed una semiclassica tedesca.
Se c'è una spanna tra Ewan/Viviani/Groenewegen e Démare (e per me c'è tutta) tra il francese e Bauhaus o Walscheid ce ne sono almeno un paio.

Ecco, ora vinceranno tre tappe ciascuno :diavoletto:
Condivido. Demare per me non è un grandissimo velocista, non uno da prima fascia. Ciò nonostante è di gran lunga meglio dei due tedeschi, corridori da cui ci si aspettava un salto di qualità che non hanno ancora compiuto


Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Generale
Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Classiche
Cobblestone 2013 - 1° Classifica Semiclassiche

FantaCycling Manager 2016 - 1° Classifica (squadre)

Avatar utente
Tranchée d'Arenberg
Messaggi: 17402
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:50
Località: Falconara Albanese (CS)

Re: Vuelta 2019

Messaggio da leggere da Tranchée d'Arenberg » mercoledì 28 agosto 2019, 10:06

che è sta roba?

https://cyclingpro.net/spaziociclismo/w ... -de-weert/

“in seguito ad un incidente alla vigilia della Vuelta e dopo un primo avvertimento”

Leggendo queste parole mi viene da pensare che l'hanno trovato ubriaco o che abbia combinato qualche cazzata del genere, una prima e poi una seconda volta. Se fosse una questione di doping, non credo che si sarebbe stato spazio per un avvertimento, ma l'avrebbero licenziato in tronco.


Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Generale
Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Classiche
Cobblestone 2013 - 1° Classifica Semiclassiche

FantaCycling Manager 2016 - 1° Classifica (squadre)

Avatar utente
Seb
Messaggi: 5335
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:07
Località: Genova
Contatta:

Re: Vuelta 2019

Messaggio da leggere da Seb » mercoledì 28 agosto 2019, 10:13

Pare problemi di alcool



Avatar utente
Tranchée d'Arenberg
Messaggi: 17402
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:50
Località: Falconara Albanese (CS)

Re: Vuelta 2019

Messaggio da leggere da Tranchée d'Arenberg » mercoledì 28 agosto 2019, 10:14

Seb ha scritto:
mercoledì 28 agosto 2019, 10:13
Pare problemi di alcool
immaginavo. Il termine "primo avvertimento" mi ha fatto pensare proprio a questo...


Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Generale
Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Classiche
Cobblestone 2013 - 1° Classifica Semiclassiche

FantaCycling Manager 2016 - 1° Classifica (squadre)

Avatar utente
Slegar
Messaggi: 4835
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:49

Re: Vuelta 2019

Messaggio da leggere da Slegar » mercoledì 28 agosto 2019, 11:13

Se Bennett conquisterà la maglia verde finale, la Bora quest'anno realizzerà il "triplete" della classifica a punti nei grandi giri.


fair play? No, Grazie!


Rispondi