Giro d'Italia 2020

Il mondo dei professionisti tra gare e complessità, e più in generale l'approccio al ciclismo di ogni appassionato
Cthulhu
Messaggi: 228
Iscritto il: martedì 11 ottobre 2011, 21:36

Re: Giro d'Italia 2020

Messaggio da leggere da Cthulhu » giovedì 24 ottobre 2019, 21:12

nibali-san baronto ha scritto:
giovedì 24 ottobre 2019, 20:58
Cthulhu ha scritto:
giovedì 24 ottobre 2019, 20:51
jumbo ha scritto:
giovedì 24 ottobre 2019, 19:09


Perchè il Tour ha messo solo una cronometro, mentre il Giro 3, quindi la media delle tappe in linea del Tour è drammaticamente più bassa di quella del Giro.
anche se ci aggiungi qualcosa non mi pare una differenza "drammatica". l'anno scorso c'era ancora più differenza e le tappe a cronometro erano le stesse. Mi pare abbiate il feticismo della lunghezza. L'anno scorso il Giro si è deciso su una tappa di 130 km e il Tour su una di 50. Su quelle di oltre 200 km non è successo nulla. 5-6 ore più in sella in tre settimane non vogliono dire niente.
Sul Nivolet i distacchi furono molto ampi, già lì Carapaz recuperò tanto.
Il Mortirolo mise in crisi Roglic ed erano quasi 200 km nonostante il taglio.
Al Tour l'attacco più bello (a parte Bernal sull'Iseran) è stato quello di Pinot in una tappa di 185 km; il giorno prima sul Tourmalet dopo 117 km non furono nemmeno capaci di staccarsi l'un l'altro se non in volata... Quindi?
Quindi la lunghezza non conta niente...Sul Mortirolo uno si stacca perché è il Mortirolo, mica per quanti km di fondovalle si sono fatti prima. Lo stesso dicasi del Tourmalet.
Ultima modifica di Cthulhu il giovedì 24 ottobre 2019, 21:14, modificato 1 volta in totale.




Bomby
Messaggi: 1348
Iscritto il: martedì 17 giugno 2014, 20:23

Re: Giro d'Italia 2020

Messaggio da leggere da Bomby » giovedì 24 ottobre 2019, 21:14

nibali-san baronto ha scritto:
giovedì 24 ottobre 2019, 20:58
Quindi?
Delle volte sembra quasi che si voglia per forza andare contro l'opinione comune, criticare per criticare. Non è una critica ad un utente in particolare, ma è un'osservazione che faccio in generale su noi italiani: sinceramente non penso che questo possa essere un giro peggiore del precedente, che bello bello non è stato, anche a causa del percorso. È un giro leggero, ma che offre spunti per essere spettacolare in molte tappe, senza più la sequenza di tappe noiose come l'anno scorso. E poi dovrebbe essere aperto sino alla fine... Se poi iniziamo a dire "eh ma di sicuro Stelvio e agnello non si fanno, quindi non li conto", allora non si finisce più. È come dire che tanto è tutto un magna-magna ed è inutile sforzarsi a fare qualcosa. Una frase che odio.
Giudichiamo il percorso così com'è ad oggi: sono tornate le tappe mosse, le tappe piatte sono poche e comunque o nella prima parte o particolarmente lunghe. Ci sono tappe di media montagna interessanti, oltre a salite monumentali di per sé.



henny5
Messaggi: 754
Iscritto il: lunedì 22 giugno 2015, 17:58

Re: Giro d'Italia 2020

Messaggio da leggere da henny5 » giovedì 24 ottobre 2019, 21:17

la tappa calabrese è veramente tanta roba potrebbe, potenzialmente, far più casino questa tappa che tappe con alcuni arrivi in salita come ad esempio l'etna e piancavallo.

La tappa di cancano non mi convince. lo stelvio dalla parte più dura farà male ma rischia di essere una processione prima di prato dello stelvio. io avrei preferito l'accoppiata tonale-gavia

La tappa di sestriere è un tappone, mi ricorda quella di quest'anno con il monte avena ma molto più dura. l'izoard sarà decisiva quanto il manghen dove chi ha intenzione di saltare il banco deve attaccare lì. l'arrivo a sestriere ci sta' peccato che non ci sia quantomeno una salita prima dell'agnello(io ci avrei messo la colletta di brondello)o avrei allungato l'arrivo al colle basset



Avatar utente
Maìno della Spinetta
Messaggi: 6226
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 15:53

Re: Giro d'Italia 2020

Messaggio da leggere da Maìno della Spinetta » giovedì 24 ottobre 2019, 21:17

Cthulhu ha scritto:
giovedì 24 ottobre 2019, 20:51
jumbo ha scritto:
giovedì 24 ottobre 2019, 19:09
Cthulhu ha scritto:
giovedì 24 ottobre 2019, 19:08
Difficile da giudicare a priori. Se i corridori e il meteo hanno la luna giusta può essere spettacolare. In caso contrario noiosissimo.
Però qualcuno mi deve spiegare perché il Tour con 3470 km di lunghezza è corto e vueltizzato e il Giro con 3600 ( circa 6,5 km in più a tappa in media ) ha una lunghezza importante...
Perchè il Tour ha messo solo una cronometro, mentre il Giro 3, quindi la media delle tappe in linea del Tour è drammaticamente più bassa di quella del Giro.
anche se ci aggiungi qualcosa non mi pare una differenza "drammatica". l'anno scorso c'era ancora più differenza e le tappe a cronometro erano le stesse. Mi pare abbiate il feticismo della lunghezza. L'anno scorso il Giro si è deciso su una tappa di 130 km e il Tour su una di 50. Su quelle di oltre 200 km non è successo nulla. 5-6 ore più in sella in tre settimane non vogliono dire niente.
Non ho nulla contro le tappe corte ben tracciate, come Tignes, ma la tappa di Corvara del 2016 ti ricordi che bella che fu? Bormio 17? Solo per i tempi recenti. Comunque concordo che la lunghezza non è garanzia di spettacolo, ma credo che in questo ciclismo fast e controllato riproporre chilometraggi tosti potrebbe aiutare a sgretolare trenini e noia


“Our interest’s on the dangerous edge of things.
The honest thief, the tender murderer, the superstitious atheist”.

pereiro2982
Messaggi: 2264
Iscritto il: lunedì 16 maggio 2016, 15:18

Re: Giro d'Italia 2020

Messaggio da leggere da pereiro2982 » giovedì 24 ottobre 2019, 21:20

il giro punta a fare selezione col Fondo , col recupero ,una corsa di resistenza la selezione non si fa solo con le pendenze




Winter
Messaggi: 14925
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Giro d'Italia 2020

Messaggio da leggere da Winter » giovedì 24 ottobre 2019, 21:21

barrylyndon ha scritto:
giovedì 24 ottobre 2019, 21:11
Beh il Bondone non e' una salitella...Winter...visto che mi parli delle difficolta prima degli arrivi in salita.
Ma è a 86 dall arrivo..la vetta

Il giro era famoso per dei disegni logici
salita dura a 40.50 km come penultima
in questo giro , tranne lo stelvio , non è così



Avatar utente
barrylyndon
Messaggi: 13900
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 15:20

Re: Giro d'Italia 2020

Messaggio da leggere da barrylyndon » giovedì 24 ottobre 2019, 21:25

Winter ha scritto:
giovedì 24 ottobre 2019, 21:21
barrylyndon ha scritto:
giovedì 24 ottobre 2019, 21:11
Beh il Bondone non e' una salitella...Winter...visto che mi parli delle difficolta prima degli arrivi in salita.
Ma è a 86 dall arrivo..la vetta

Il giro era famoso per dei disegni logici
salita dura a 40.50 km come penultima
in questo giro , tranne lo stelvio , non è così
Perche' l'izoard?
Andiamo Winter...lo ripeto..i due tapponi valgono piu' di tutto il tour messo assieme...
il tour e' un gioco, il Giro e' uno sport...per parafrasare Martinello.


Nibali sta a Froome come Thoeni stava a Klammer.

Avatar utente
Patate
Messaggi: 4439
Iscritto il: domenica 28 febbraio 2016, 23:23

Re: Giro d'Italia 2020

Messaggio da leggere da Patate » giovedì 24 ottobre 2019, 21:30

Cthulhu ha scritto:
giovedì 24 ottobre 2019, 21:12
Quindi la lunghezza non conta niente...Sul Mortirolo uno si stacca perché è il Mortirolo, mica per quanti km di fondovalle si sono fatti prima. Lo stesso dicasi del Tourmalet.
Corvara 2016.
Me lo vedo Valverde perdere tre minuti sul Valparola, un banale seconda categoria, senza aver scalato prima Sella Ronda e Giau in una tappa di 120 km.
Su quei 210 km (di cui la prima metà in lungo falsopiano) Valverde ha perso il Giro dato che ha sempre volato nelle altre tappe, anche nell'ultima.
Ma te dici che non cambia nulla e voglio fidarmi


antani ha scritto:Non so perchè ma ho la sensazione che domani Aru possa arrivare dietro o davanti a Froome, stiamo a vedere sembra facile ma non è difficile

Avatar utente
udra
Messaggi: 6915
Iscritto il: mercoledì 1 ottobre 2014, 11:29

Re: Giro d'Italia 2020

Messaggio da leggere da udra » giovedì 24 ottobre 2019, 21:30

A leggere sto thread mi cadono le braccia, non verrebbe voglia neanche di guardare la corsa.
Per me è un 7,5-8, mi dò il tempo per formulare un giudizio articolato però ho guardato bene tutte le tappe e mi piace, mi piace parecchio.



nibali-san baronto
Messaggi: 722
Iscritto il: mercoledì 17 agosto 2016, 20:43

Re: Giro d'Italia 2020

Messaggio da leggere da nibali-san baronto » giovedì 24 ottobre 2019, 21:38

udra ha scritto:
giovedì 24 ottobre 2019, 21:30
A leggere sto thread mi cadono le braccia, non verrebbe voglia neanche di guardare la corsa.
Per me è un 7,5-8, mi dò il tempo per formulare un giudizio articolato però ho guardato bene tutte le tappe e mi piace, mi piace parecchio.
Grazie al cielo :stretta:



Erinnerung
Messaggi: 258
Iscritto il: venerdì 28 settembre 2018, 16:58

Re: Giro d'Italia 2020

Messaggio da leggere da Erinnerung » giovedì 24 ottobre 2019, 21:40

Io capisco chi abbia da ridire su questo Giro, uno può avere preferenze diverse ecc..
Capisco meno chi voglia sostenere che il percorso del Tour 2020 è più selettivo o interessante di quello del prossimo Giro.
Avete visto il "tappone" del Tour 2020? Quello del Cormet de Roselend?..
Indubbiamente una tappa ben disegnata, potrà fare spettacolo...ma sono 170 Km con salite al 6/7 % e il Glieres di 6 Km all'11%.
Vogliamo paragonarla con la tappa del Sestriere? O con quella dei Laghi di Cancano?
Con questo non voglio dire che il percorso del Tour sia brutto, ha altre difficoltà indubbiamente, tante tappe insidiose una dietro l'altra..
Però l'ultima settimana di questo Giro è sicuramente un altro sport...niente scattini stile ultimo Km del Tourmalet, per dire...



Winter
Messaggi: 14925
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Giro d'Italia 2020

Messaggio da leggere da Winter » giovedì 24 ottobre 2019, 21:41

barrylyndon ha scritto:
giovedì 24 ottobre 2019, 21:25
Winter ha scritto:
giovedì 24 ottobre 2019, 21:21
barrylyndon ha scritto:
giovedì 24 ottobre 2019, 21:11
Beh il Bondone non e' una salitella...Winter...visto che mi parli delle difficolta prima degli arrivi in salita.
Ma è a 86 dall arrivo..la vetta

Il giro era famoso per dei disegni logici
salita dura a 40.50 km come penultima
in questo giro , tranne lo stelvio , non è così
Perche' l'izoard?
Andiamo Winter...lo ripeto..i due tapponi valgono piu' di tutto il tour messo assieme...
il tour e' un gioco, il Giro e' uno sport...per parafrasare Martinello.
Ma tu sti attacchi a tre gpm dall arrivo negli ultimi 10..15 anni dove li hai visti?
in più bisogna vedere se ci vanno su stelvio e agnello
basta poco e si annullano
vedi gavia..ecc scelta rischiosa



Winter
Messaggi: 14925
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Giro d'Italia 2020

Messaggio da leggere da Winter » giovedì 24 ottobre 2019, 21:42

Erinnerung ha scritto:
giovedì 24 ottobre 2019, 21:40
Però l'ultima settimana di questo Giro è sicuramente un altro sport...niente scattini stile ultimo Km del Tourmalet, per dire...
mi sa che t sei perso l ultimo giro.. o quello di hesjedal



Avatar utente
Maìno della Spinetta
Messaggi: 6226
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 15:53

Re: Giro d'Italia 2020

Messaggio da leggere da Maìno della Spinetta » giovedì 24 ottobre 2019, 21:44

barrylyndon ha scritto:
giovedì 24 ottobre 2019, 20:52
Immagine

Un profilo del genere, con questa lunghezza, Tour e Vuelta se lo sognano
Segnalo anche che la discesa del Monginevro, benché breve, è parecchio esigente e qualcuno può fare la differenza lì


“Our interest’s on the dangerous edge of things.
The honest thief, the tender murderer, the superstitious atheist”.

nibali-san baronto
Messaggi: 722
Iscritto il: mercoledì 17 agosto 2016, 20:43

Re: Giro d'Italia 2020

Messaggio da leggere da nibali-san baronto » giovedì 24 ottobre 2019, 21:47

Winter ha scritto:
giovedì 24 ottobre 2019, 21:42
Erinnerung ha scritto:
giovedì 24 ottobre 2019, 21:40
Però l'ultima settimana di questo Giro è sicuramente un altro sport...niente scattini stile ultimo Km del Tourmalet, per dire...
mi sa che t sei perso l ultimo giro.. o quello di hesjedal
Ribadisco un'altra volta...
Sul Nivolet erano tutti al vento
Sul Mortirolo è partito Nibali con 40 km al traguardo
Lopez è scattato (indipendentemente dalla riuscita, conta lo spettacolo) a più 100 km dal traguardo.

Ed è anche per merito delle tappe lunghe che una tappa corta e ben disegnata ha permesso a Carapaz di partire a 30 km dal traguardo.
Quindi no: niente scattino all'ultimo km.
Da Hesjedal sono passati 8 anni tra poco.



Winter
Messaggi: 14925
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Giro d'Italia 2020

Messaggio da leggere da Winter » giovedì 24 ottobre 2019, 21:50

nibali-san baronto ha scritto:
giovedì 24 ottobre 2019, 21:47
Winter ha scritto:
giovedì 24 ottobre 2019, 21:42
Erinnerung ha scritto:
giovedì 24 ottobre 2019, 21:40
Però l'ultima settimana di questo Giro è sicuramente un altro sport...niente scattini stile ultimo Km del Tourmalet, per dire...
mi sa che t sei perso l ultimo giro.. o quello di hesjedal
Ribadisco un'altra volta...
Sul Nivolet erano tutti al vento
Sul Mortirolo è partito Nibali con 40 km al traguardo
Lopez è scattato (indipendentemente dalla riuscita, conta lo spettacolo) a più 100 km dal traguardo.

Ed è anche per merito delle tappe lunghe che una tappa corta e ben disegnata ha permesso a Carapaz di partire a 30 km dal traguardo.
Quindi no: niente scattino all'ultimo km.
Da Hesjedal sono passati 8 anni tra poco.
Ne nivolet ne courmayeur erano nell ultima settimana



Avatar utente
Patate
Messaggi: 4439
Iscritto il: domenica 28 febbraio 2016, 23:23

Re: Giro d'Italia 2020

Messaggio da leggere da Patate » giovedì 24 ottobre 2019, 21:51

udra ha scritto:
giovedì 24 ottobre 2019, 21:30
A leggere sto thread mi cadono le braccia, non verrebbe voglia neanche di guardare la corsa.
Veramente


antani ha scritto:Non so perchè ma ho la sensazione che domani Aru possa arrivare dietro o davanti a Froome, stiamo a vedere sembra facile ma non è difficile

nibali-san baronto
Messaggi: 722
Iscritto il: mercoledì 17 agosto 2016, 20:43

Re: Giro d'Italia 2020

Messaggio da leggere da nibali-san baronto » giovedì 24 ottobre 2019, 21:56

Winter ha scritto:
giovedì 24 ottobre 2019, 21:50
nibali-san baronto ha scritto:
giovedì 24 ottobre 2019, 21:47
Winter ha scritto:
giovedì 24 ottobre 2019, 21:42

mi sa che t sei perso l ultimo giro.. o quello di hesjedal
Ribadisco un'altra volta...
Sul Nivolet erano tutti al vento
Sul Mortirolo è partito Nibali con 40 km al traguardo
Lopez è scattato (indipendentemente dalla riuscita, conta lo spettacolo) a più 100 km dal traguardo.

Ed è anche per merito delle tappe lunghe che una tappa corta e ben disegnata ha permesso a Carapaz di partire a 30 km dal traguardo.
Quindi no: niente scattino all'ultimo km.
Da Hesjedal sono passati 8 anni tra poco.
Ne nivolet ne courmayeur erano nell ultima settimana
A parte il fatto che però Mortirolo e Manghen lo erano, io non mi riferivo all'ultima settimana.
Andiamo per logica

Erinnerung: l'ultima settimana di questo Giro è sicuramente un altro sport
significa che l'ultima settimana contiene delle tappe lunghe ed impegnative che a lui piacciono
quindi l'oggetto di discussione non è l'ultima settimana ma i tapponi

Winter: mi sa che ti sei perso l ultimo giro
riferimento all'ultimo Giro d'Italia in cui sarebbe successo poco

nibali-san baronto: difendo le tappe lunghe e dure che piacciono a Erinnerung.
Quindi anche a me piace questa ultima settimana e senza difendere l'ultima settimana in senso lato io sto difendendo i tapponi di molti km.

Spero di essere stato chiaro



Avatar utente
udra
Messaggi: 6915
Iscritto il: mercoledì 1 ottobre 2014, 11:29

Re: Giro d'Italia 2020

Messaggio da leggere da udra » giovedì 24 ottobre 2019, 21:58

Ci tengo a segnalare che la tappa calabrese, quella di Camigliatello, dovrebbe avere più dislivello della tappa più dura del Tour.
Si parlava di salite nuove, di Appennini non valorizzati, direi che è un bel passo in avanti.



nibali-san baronto
Messaggi: 722
Iscritto il: mercoledì 17 agosto 2016, 20:43

Re: Giro d'Italia 2020

Messaggio da leggere da nibali-san baronto » giovedì 24 ottobre 2019, 22:00

udra ha scritto:
giovedì 24 ottobre 2019, 21:58
Ci tengo a segnalare che la tappa calabrese, quella di Camigliatello, dovrebbe avere più dislivello della tappa più dura del Tour.
Si parlava di salite nuove, di Appennini non valorizzati, direi che è un bel passo in avanti.
Grazie al cielo bis :cincin:



Avatar utente
Walter_White
Messaggi: 13531
Iscritto il: mercoledì 23 marzo 2016, 18:01

Re: Giro d'Italia 2020

Messaggio da leggere da Walter_White » giovedì 24 ottobre 2019, 22:07

udra ha scritto:
giovedì 24 ottobre 2019, 21:58
Ci tengo a segnalare che la tappa calabrese, quella di Camigliatello, dovrebbe avere più dislivello della tappa più dura del Tour.
Si parlava di salite nuove, di Appennini non valorizzati, direi che è un bel passo in avanti.
A me risulta sui 3500, mi son perso qualcosa per strada?


FCC 2018/19: 1°; Superprestige; Gran Combinata
FCC 2017/18: 3°; Trofeo dei titoli; Campionato Europeo Donne Elite, Campionato del Mondo Donne Elite, ROTY

Erinnerung
Messaggi: 258
Iscritto il: venerdì 28 settembre 2018, 16:58

Re: Giro d'Italia 2020

Messaggio da leggere da Erinnerung » giovedì 24 ottobre 2019, 22:09

nibali-san baronto ha scritto:
giovedì 24 ottobre 2019, 21:56
Winter ha scritto:
giovedì 24 ottobre 2019, 21:50
nibali-san baronto ha scritto:
giovedì 24 ottobre 2019, 21:47

Ribadisco un'altra volta...
Sul Nivolet erano tutti al vento
Sul Mortirolo è partito Nibali con 40 km al traguardo
Lopez è scattato (indipendentemente dalla riuscita, conta lo spettacolo) a più 100 km dal traguardo.

Ed è anche per merito delle tappe lunghe che una tappa corta e ben disegnata ha permesso a Carapaz di partire a 30 km dal traguardo.
Quindi no: niente scattino all'ultimo km.
Da Hesjedal sono passati 8 anni tra poco.
Ne nivolet ne courmayeur erano nell ultima settimana
A parte il fatto che però Mortirolo e Manghen lo erano, io non mi riferivo all'ultima settimana.
Andiamo per logica

Erinnerung: l'ultima settimana di questo Giro è sicuramente un altro sport
significa che l'ultima settimana contiene delle tappe lunghe ed impegnative che a lui piacciono
quindi l'oggetto di discussione non è l'ultima settimana ma i tapponi

Winter: mi sa che ti sei perso l ultimo giro
riferimento all'ultimo Giro d'Italia in cui sarebbe successo poco

nibali-san baronto: difendo le tappe lunghe e dure che piacciono a Erinnerung.
Quindi anche a me piace questa ultima settimana e senza difendere l'ultima settimana in senso lato io sto difendendo i tapponi di molti km.

Spero di essere stato chiaro
Massì ma poi anche il Tour ha molte cose che mi piacciono, ma due cose che proprio stridono con la mia idea di GT: l'unica crono messa il penultimo giorno e l'assenza di tapponi veri.
Le tappe decisive del prossimo Giro sono disegnate bene, non si può negare! Sestriere è molto più dura e ben disegnata di Monte Avena, eppure qualche movimento sul Manghen c'è stato.. non è stata la processione paventata da molti.
L'anno scorso quella del Nivolet è stata una bella tappa, Courma: bella tappa animata dal San Carlo. Mortirolo: attacco di Nibali... Scattini ai meno 1 ne ho visti pochi nelle tappe di montagna... Sì forse Anterselva e S. Martino ma si sapeva!
Poi finalmente avremo una cima Coppi messa nel punto giusto per vedere spettacolo... Il pelo nell'uovo si può trovare sempre per carità (manca un arrivo in salita a doppia cifra e il rischio maltempo in agguato) ma mi sembra ci sia ben poco di cui lamentarsi.



striscia gialla
Messaggi: 340
Iscritto il: mercoledì 4 maggio 2011, 0:21

Re: Giro d'Italia 2020

Messaggio da leggere da striscia gialla » giovedì 24 ottobre 2019, 22:11

Guardando il percorso della tappa 9 colli di Cesenatico mi sembra non siano stati inseriti come gpm: Montetiffi (5' colle) e Gorolo (9' colle). Entrambe le salite, per quanto siano corte hanno dei muri non male 14% Montetiffi e 17% Gorolo. Un aspetto che viene poco considerato a mio parere è anche la difficoltà delle discese. Ricordo in un giro di una decina di anni in una tappa con arrivo a Cesena che nella discesa del Passo delle Siepi verso Ponte Uso, Sella che era in fuga cadde.
Dopo una tappa per velocisti il giorno prima, potrebbe essere una tappa interessante per qualcuno che magari vuole recuperare posizioni.



Avatar utente
udra
Messaggi: 6915
Iscritto il: mercoledì 1 ottobre 2014, 11:29

Re: Giro d'Italia 2020

Messaggio da leggere da udra » giovedì 24 ottobre 2019, 22:13

Walter_White ha scritto:
giovedì 24 ottobre 2019, 22:07
A me risulta sui 3500, mi son perso qualcosa per strada?
Guarda meglio allora :D
https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/306413



Avatar utente
Walter_White
Messaggi: 13531
Iscritto il: mercoledì 23 marzo 2016, 18:01

Re: Giro d'Italia 2020

Messaggio da leggere da Walter_White » giovedì 24 ottobre 2019, 22:15

udra ha scritto:
giovedì 24 ottobre 2019, 22:13
Walter_White ha scritto:
giovedì 24 ottobre 2019, 22:07
A me risulta sui 3500, mi son perso qualcosa per strada?
Guarda meglio allora :D
https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/viewtrack/306413
Cannato completamente il calcolo ad occhio :diavoletto: meglio così :D peccato per le pendenze dolcissime dell'ultima salita


FCC 2018/19: 1°; Superprestige; Gran Combinata
FCC 2017/18: 3°; Trofeo dei titoli; Campionato Europeo Donne Elite, Campionato del Mondo Donne Elite, ROTY

Gabriele 99
Messaggi: 43
Iscritto il: lunedì 20 maggio 2019, 23:08

Re: Giro d'Italia 2020

Messaggio da leggere da Gabriele 99 » giovedì 24 ottobre 2019, 22:25

Questo percorso mi fa impazzire. Voto 8, minimo. Non capisco chi critica le tappe di montagna o lo definisce "leggero" o con poco terreno per gli attacchi. Forse gli ultimi anni di percorsi con kilometraggi ridicoli (non mi riferisco al Giro) hanno prodotto visioni distopiche di questo sport. Tappe come Cancano. Sestriere e la meravigliosa tappa calabrese sono l'essenza di questo sport, non Tignes 2018 o Saint Lary Soulan 2017. Poi ognuno è libero di guardare ciò che vuole, ma il percorso di questo Giro incarna l'essenza del Ciclismo, non i percorsi (pur innovativi e più accattivanti) del Tour appena presentato.



cassius
Messaggi: 741
Iscritto il: giovedì 19 luglio 2012, 23:01

Re: Giro d'Italia 2020

Messaggio da leggere da cassius » giovedì 24 ottobre 2019, 22:31

Ci sono cose che mi piacciono e altre meno.
Mi piace che si inizi con un cronoprologo così si evitano gli stucchevoli balletti di maglia rosa tra velocisti.
Mi piace che le tappe di Etna, Sila e forse anche quella di Agrigento daranno qualche colpetto alla classifica, già nella prima settimana.
Mi piacciono i tapponi dello Stelvio e dell'Agnello e direi che nessun altro giro sfora quota 2500 per due volte.
Mi piace che ci siano 58 km a crono, che sono il giusto in un GT, con 3 crono. Mi piace che si sia abbandonata la cagata della cronosquadre.

cosa non mi piace?
Non mi piace che la seconda settimana rischiamo di farci delle ronfate epiche, risalendo pigramente tutta la costa Adriatica. Anche la tappa di Cesenatico con tutta quella pianura prima dell'arrivo sarà totalmente inutile ai fini della classifica (speriamo almeno in qualche bella fuga), Tortoreto Lido credo che potrà dare due buffetti a qualcuno che fora o è distratto.
Qualche arrivo in salita è troppo morbida la salita finale, Piancavallo e Madonna di Campiglio.
E poi non mi piace la crono finale, sono affezionato alla passerella per i velocisti, mentre ora a Monselice chi ha troppe fibre bianche può salutare la compagnia, salvo che lotti per la maglia ciclamino.

In generale è un Giro ben disegnato. Mi piace di più dell'ultimo scorso.



lucks83
Messaggi: 990
Iscritto il: sabato 18 maggio 2013, 13:11

Re: Giro d'Italia 2020

Messaggio da leggere da lucks83 » giovedì 24 ottobre 2019, 22:44

Patate ha scritto:
giovedì 24 ottobre 2019, 21:30
Cthulhu ha scritto:
giovedì 24 ottobre 2019, 21:12
Quindi la lunghezza non conta niente...Sul Mortirolo uno si stacca perché è il Mortirolo, mica per quanti km di fondovalle si sono fatti prima. Lo stesso dicasi del Tourmalet.
Corvara 2016.
Me lo vedo Valverde perdere tre minuti sul Valparola, un banale seconda categoria, senza aver scalato prima Sella Ronda e Giau in una tappa di 120 km.
Su quei 210 km (di cui la prima metà in lungo falsopiano) Valverde ha perso il Giro dato che ha sempre volato nelle altre tappe, anche nell'ultima.
Ma te dici che non cambia nulla e voglio fidarmi
Appunto. Tra l'altro chiediamolo ai signori matteo trentin o Van der Poel se la lunghezza di una corsa non conta nulla. Con 20/30 km in meno avremmo avuto un diverso vincitore del mondiale di Yorkshire.
Con qualsiasi corridore parli, ti dice che dopo i 220 km inizia un' altro sport, ma noi continuiamo pure a dire che affrontare una tappa di 140 km è uguale rispetto a una di 230, soprattutto se infarcita di salite.



nibali-san baronto
Messaggi: 722
Iscritto il: mercoledì 17 agosto 2016, 20:43

Re: Giro d'Italia 2020

Messaggio da leggere da nibali-san baronto » giovedì 24 ottobre 2019, 22:50

Deadnature ha scritto:
giovedì 24 ottobre 2019, 17:58
Quindi Bondone da Aldeno, il versante più duro (e meno noto): da Garniga in particolare ci sono 6 km molto tosti, con strada stretta. Sul sito del Giro dicono che è un inedito, ma non sono del tutto certo sia vero, mi pareva l'avessero già fatto in passato.
Effettivamente fu affrontato nel 1973
Immagine



patrixhouse
Messaggi: 142
Iscritto il: giovedì 23 dicembre 2010, 18:00

Re: Giro d'Italia 2020

Messaggio da leggere da patrixhouse » giovedì 24 ottobre 2019, 22:56

pereiro2982 ha scritto:
giovedì 24 ottobre 2019, 21:20
il giro punta a fare selezione col Fondo , col recupero ,una corsa di resistenza la selezione non si fa solo con le pendenze
cmq se Nibali si prepara bene può essere più fortunato di quest anno..



Fedaia
Messaggi: 1571
Iscritto il: sabato 11 giugno 2016, 19:18

Re: Giro d'Italia 2020

Messaggio da leggere da Fedaia » giovedì 24 ottobre 2019, 23:09

Non capisco quelli che non capiscono perche’ ad alcuni (molti?) questo percorso non convinca appieno.
Infarcire le tappe di km e di dislivello lontano dal traguardo, non fara’altro che infagottare le gambe dei corridori, appianandone i valori e premiando prevalentemente il fondo e la selezione da dietro.

Le tappe appenniniche sono davvero scialbe, con tutta quella pianura prima del traguardo..
la tappa di Campiglio e’ insensata in quanto cosi poco dura nel finale, e prima di un altro tappone, da dover scoraggiare battaglia sui colli iniziali, piu’ pendenti, quindi inutile.

Ripeto, e’ un Giro che si fonda principalmente su Agnello e Stelvio: se passa una perturbazione a quelle altezze nel 90 per cento dei casi e’ neve, quindi il fatto che possano saltare e’ una possibilita’ sempre presente.
Il Giro e’ sempre stato capace di trascendere queste situazioni, quindi non capisco la cervellotica scelta di evitare Malga Ciapela, Zoncolan, Mortirolo, Manghen, Crostis, Pampeago, Coe, etc etc...salite mitiche, selettive,a rischio nullo o quasi di cancellazione.

Mica si dice che il Giro sia facile, anzi, e’ “inutilmente “ duro: sulla carta non ci sono gli ingredienti per spettacolo, nel senso piu’ avvincente della parola.



lucks83
Messaggi: 990
Iscritto il: sabato 18 maggio 2013, 13:11

Re: Giro d'Italia 2020

Messaggio da leggere da lucks83 » giovedì 24 ottobre 2019, 23:09

nibali-san baronto ha scritto:
giovedì 24 ottobre 2019, 22:50
Deadnature ha scritto:
giovedì 24 ottobre 2019, 17:58
Quindi Bondone da Aldeno, il versante più duro (e meno noto): da Garniga in particolare ci sono 6 km molto tosti, con strada stretta. Sul sito del Giro dicono che è un inedito, ma non sono del tutto certo sia vero, mi pareva l'avessero già fatto in passato.
Effettivamente fu affrontato nel 1973
Immagine
Ne parlavo forse l'altro ieri di come non fosse una salita inedita ma non ricordavo quando l'avessero scalata.
Grazie per l'altimetria!



nibali-san baronto
Messaggi: 722
Iscritto il: mercoledì 17 agosto 2016, 20:43

Re: Giro d'Italia 2020

Messaggio da leggere da nibali-san baronto » giovedì 24 ottobre 2019, 23:14

lucks83 ha scritto:
giovedì 24 ottobre 2019, 23:09
nibali-san baronto ha scritto:
giovedì 24 ottobre 2019, 22:50
Deadnature ha scritto:
giovedì 24 ottobre 2019, 17:58
Quindi Bondone da Aldeno, il versante più duro (e meno noto): da Garniga in particolare ci sono 6 km molto tosti, con strada stretta. Sul sito del Giro dicono che è un inedito, ma non sono del tutto certo sia vero, mi pareva l'avessero già fatto in passato.
Effettivamente fu affrontato nel 1973
Immagine
Ne parlavo forse l'altro ieri di come non fosse una salita inedita ma non ricordavo quando l'avessero scalata.
Grazie per l'altimetria!
Volevo vedere per curiosità il percorso dell'Eurogiro e non si trovano più le altimetrie... per l'appunto ho visto che c'era il Bondone e mi sono messo a cercare quella tappa lì. Alla fine è venuta fuori ;)



Avatar utente
Patate
Messaggi: 4439
Iscritto il: domenica 28 febbraio 2016, 23:23

Re: Giro d'Italia 2020

Messaggio da leggere da Patate » giovedì 24 ottobre 2019, 23:17

Fedaia ha scritto:
giovedì 24 ottobre 2019, 23:09

Le tappe appenniniche sono davvero scialbe, con tutta quella pianura prima del traguardo..
Etna, Tortoreto e Camigliatello?


antani ha scritto:Non so perchè ma ho la sensazione che domani Aru possa arrivare dietro o davanti a Froome, stiamo a vedere sembra facile ma non è difficile

herbie
Messaggi: 4438
Iscritto il: sabato 26 febbraio 2011, 17:19

Re: Giro d'Italia 2020

Messaggio da leggere da herbie » giovedì 24 ottobre 2019, 23:20

Fedaia ha scritto:
giovedì 24 ottobre 2019, 23:09
Non capisco quelli che non capiscono perche’ ad alcuni (molti?) questo percorso non convinca appieno.
Infarcire le tappe di km e di dislivello lontano dal traguardo, non fara’altro che infagottare le gambe dei corridori, appianandone i valori e premiando prevalentemente il fondo e la selezione da dietro.

Le tappe appenniniche sono davvero scialbe, con tutta quella pianura prima del traguardo..
la tappa di Campiglio e’ insensata in quanto cosi poco dura nel finale, e prima di un altro tappone, da dover scoraggiare battaglia sui colli iniziali, piu’ pendenti, quindi inutile.

Ripeto, e’ un Giro che si fonda principalmente su Agnello e Stelvio: se passa una perturbazione a quelle altezze nel 90 per cento dei casi e’ neve, quindi il fatto che possano saltare e’ una possibilita’ sempre presente.
Il Giro e’ sempre stato capace di trascendere queste situazioni, quindi non capisco la cervellotica scelta di evitare Malga Ciapela, Zoncolan, Mortirolo, Manghen, Crostis, Pampeago, Coe, etc etc...salite mitiche, selettive,a rischio nullo o quasi di cancellazione.

Mica si dice che il Giro sia facile, anzi, e’ “inutilmente “ duro: sulla carta non ci sono gli ingredienti per spettacolo, nel senso piu’ avvincente della parola.
come mi sono già espresso, sono d'accordo con te.
Tuttavia personalmente pensavo che le tappe al sud fossero peggiori, e invece per come le vedo io hanno un disegno interessante. Sulla quantità messa dove serve a poco, a meno di miracoli, sono d'accordo, ma ne abbiamo già parlato.
Come disegno comunque mi pare un passo avanti rispetto allo scorso anno(anche se ci voleva poco) e la quantità di tappe intermedie, a differenza di quello che pensavo, mi sembra discreta.
Ultima modifica di herbie il giovedì 24 ottobre 2019, 23:23, modificato 1 volta in totale.



Fedaia
Messaggi: 1571
Iscritto il: sabato 11 giugno 2016, 19:18

Re: Giro d'Italia 2020

Messaggio da leggere da Fedaia » giovedì 24 ottobre 2019, 23:21

Patate ha scritto:
giovedì 24 ottobre 2019, 23:17
Fedaia ha scritto:
giovedì 24 ottobre 2019, 23:09

Le tappe appenniniche sono davvero scialbe, con tutta quella pianura prima del traguardo..
Etna, Tortoreto e Camigliatello?
Intendo le tappe intermedie della seconda settimana
Quelle che nomini tu vanno bene, anche se Montescuro e’ piu’lungo che impegnativo.



Avatar utente
udra
Messaggi: 6915
Iscritto il: mercoledì 1 ottobre 2014, 11:29

Re: Giro d'Italia 2020

Messaggio da leggere da udra » giovedì 24 ottobre 2019, 23:26

Fedaia ha scritto:
giovedì 24 ottobre 2019, 23:09
Le tappe appenniniche sono davvero scialbe, con tutta quella pianura prima del traguardo..
Si ma guardatele le altimetrie; Camigliatello scialba? non ha neanche un metro di pianura; anche la tappa dell'Etna inevitabilmente condizionata dall'ascesa finale, non presenta pianura da Paternò in poi con passaggi cittadini articolati planetricamente.
Fedaia ha scritto:
giovedì 24 ottobre 2019, 23:09
la tappa di Campiglio e’ insensata in quanto cosi poco dura nel finale, e prima di un altro tappone, da dover scoraggiare battaglia sui colli iniziali, piu’ pendenti, quindi inutile.
E qua va bene, è forse l'errore più evidente e se n'è già parlato.
Fedaia ha scritto:
giovedì 24 ottobre 2019, 23:09
Ripeto, e’ un Giro che si fonda principalmente su Agnello e Stelvio: se passa una perturbazione a quelle altezze nel 90 per cento dei casi e’ neve, quindi il fatto che possano saltare e’ una possibilita’ sempre presente.
Il Giro e’ sempre stato capace di trascendere queste situazioni, quindi non capisco la cervellotica scelta di evitare Malga Ciapela, Zoncolan, Mortirolo, Manghen, Crostis, Pampeago, Coe, etc etc...salite mitiche, selettive,a rischio nullo o quasi di cancellazione.
Manghen e Mortirolo c'erano l'anno scorso, non mi pare siano dimenticate.
Lo Zoncolan ha avuto 5 arrivi negli ultimi 12 anni, non esageriamo; Coe viene affrontata quest'anno dall'altro versante.
Poi non si possono mettere a furor di popolo solo perchè sono mitiche, devono avere un senso rispetto alle candidature pervenute.
Magari ci fossero ogni 5 anni Stelvio e Agnello, salite mitiche anch'esse.



nibali-san baronto
Messaggi: 722
Iscritto il: mercoledì 17 agosto 2016, 20:43

Re: Giro d'Italia 2020

Messaggio da leggere da nibali-san baronto » giovedì 24 ottobre 2019, 23:26

Fedaia ha scritto:
giovedì 24 ottobre 2019, 23:09
Non capisco quelli che non capiscono perche’ ad alcuni (molti?) questo percorso non convinca appieno.
Infarcire le tappe di km e di dislivello lontano dal traguardo, non fara’altro che infagottare le gambe dei corridori, appianandone i valori e premiando prevalentemente il fondo e la selezione da dietro.

Le tappe appenniniche sono davvero scialbe, con tutta quella pianura prima del traguardo..
la tappa di Campiglio e’ insensata in quanto cosi poco dura nel finale, e prima di un altro tappone, da dover scoraggiare battaglia sui colli iniziali, piu’ pendenti, quindi inutile.

Ripeto, e’ un Giro che si fonda principalmente su Agnello e Stelvio: se passa una perturbazione a quelle altezze nel 90 per cento dei casi e’ neve, quindi il fatto che possano saltare e’ una possibilita’ sempre presente.
Il Giro e’ sempre stato capace di trascendere queste situazioni, quindi non capisco la cervellotica scelta di evitare Malga Ciapela, Zoncolan, Mortirolo, Manghen, Crostis, Pampeago, Coe, etc etc...salite mitiche, selettive,a rischio nullo o quasi di cancellazione.

Mica si dice che il Giro sia facile, anzi, e’ “inutilmente “ duro: sulla carta non ci sono gli ingredienti per spettacolo, nel senso piu’ avvincente della parola.
Io capisco quali sono i dubbi, ma non accetto la contestazione sulla felicità rigaurdo agli ampi chilometraggi. Posso darti ragione sul discorso delle salite, motivo per cui come ho già detto, penso che un Daone in più nella tappa di Campiglio sarebbe stato fondamentale per garantire un tappone senza il rischio neve.
Però non capisco come tu possa dire che le tappe appenniniche presentino pianura: l'Etna arriva dopo un paio di ascese pedalabili, che seppur non classificate come GPM sono salite (9 km al 4% verso Nicolosi e 7 al 5% dopo Zafferana); Montescuro viene dopo una serie infinita di salite e salitelle al punto da superare i 4000 metri di dislivello a fine tappa; l'altra tappa pseudo appenninica è Cesenatico che ha pianura solo negli ultimi 15 km... Qui non riesco a darti ragione.
Poi lo spettacolo in sé dipende dai corridori.

In ogni caso i tanti km e il dislivello è vero infagottano i corridori, ma non è vero che appianano i valori. Dopo 100 km si è tutti freschi e se nessuno ha in canna una prestazione mostruosa non riesce a fare la differenza. Dopo 220 km come dicono i corridori cambia tutto. Per me è esemplare il Tourmalet dell'anno scorso: nonostante sia stato fatto fortissimo (eccetto chi ha preso la bambola) sono rimasti tutti insieme e se la sono giocata in volata. Sul Galibier l'unica accelerazione in gruppo fu provocata da Thomas (lo dico perché dietro a Bernal non andò nessuno) e Alaphilippe andò in crisi ad un km dal GPM. Scommettiamo che se avessero cominciato a scattare prima, Bernal sarebbe già stato in maglia gialla il giorno prima?

EDIT: Leggo adesso che non intendevi "quelle", ma a parte Cesenatico non capisco dove tu veda tappe appenniniche... con Tortoreto siamo a 4 :boh:



Avatar utente
barrylyndon
Messaggi: 13900
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 15:20

Re: Giro d'Italia 2020

Messaggio da leggere da barrylyndon » giovedì 24 ottobre 2019, 23:30

Piancavallo non e' affatto un arrivo morbido...son 14 km a quasi l'8% ..con i primi 5 al 9%.


Nibali sta a Froome come Thoeni stava a Klammer.

el_condor
Messaggi: 3572
Iscritto il: sabato 14 settembre 2013, 0:10

Re: Giro d'Italia 2020

Messaggio da leggere da el_condor » giovedì 24 ottobre 2019, 23:41

Mentre nei GT penso sia poco probabile Nibali possa lottare per il podio nelle classiche potrebbe fare bene . Qualcuno ha tirato in ballo el_pistolero , uno che nelle gare in linea ha solo una vittoria nella Milano Torino e un terzo posto a una Freccia, Vincenzo invece ha un ottimo palmares e , per me, spicca il secondo Lombardia ma, a parte Lombardia e Sanremo ricordo anche una bellissima vittoria alle 3 Valli, se non sbaglio.. Per me Nibali potrebbe essere protagonista anche alla Liegi, oltre che al Lombardia. La Sanremo la vedo impresa quasi impossibile. Quando ha vinto ha azzeccato tutto alla perfezione ma ricordiamo che ha vinto per un soffio. Questo non per sminuire l'impresa ma per dire che è stato un capolavoro di tempismo, inizialmente sottovalutato e che una situazione simile pare irripetibile..Con altra preparazione Vincenzo potrebbe cercare il riscatto nelle Strade bianche che secondo Cassani gli sono molto adatte. Conclusione, se Nibali si prepara soprattutto per le classiche potrebbe levarsi qualche soddisfazione: a me farebbe piacere vederlo competitivo alla Liegi e magari vederlo vincere perché ricordo ancora il suo attacco coraggioso con la vittoria rubatagli da un dopato (anche qua, se ben ricordo)..


Giordano Bruno
Non temete nuotare contro il torrente, è d'un anima sordida pensare come il volgo, perché il volgo è in maggioranza."

herbie
Messaggi: 4438
Iscritto il: sabato 26 febbraio 2011, 17:19

Re: Giro d'Italia 2020

Messaggio da leggere da herbie » giovedì 24 ottobre 2019, 23:54

el_condor ha scritto:
giovedì 24 ottobre 2019, 23:41
Mentre nei GT penso sia poco probabile Nibali possa lottare per il podio nelle classiche potrebbe fare bene . Qualcuno ha tirato in ballo el_pistolero , uno che nelle gare in linea ha solo una vittoria nella Milano Torino e un terzo posto a una Freccia, Vincenzo invece ha un ottimo palmares e , per me, spicca il secondo Lombardia ma, a parte Lombardia e Sanremo ricordo anche una bellissima vittoria alle 3 Valli, se non sbaglio.. Per me Nibali potrebbe essere protagonista anche alla Liegi, oltre che al Lombardia. La Sanremo la vedo impresa quasi impossibile. Quando ha vinto ha azzeccato tutto alla perfezione ma ricordiamo che ha vinto per un soffio. Questo non per sminuire l'impresa ma per dire che è stato un capolavoro di tempismo, inizialmente sottovalutato e che una situazione simile pare irripetibile..Con altra preparazione Vincenzo potrebbe cercare il riscatto nelle Strade bianche che secondo Cassani gli sono molto adatte. Conclusione, se Nibali si prepara soprattutto per le classiche potrebbe levarsi qualche soddisfazione: a me farebbe piacere vederlo competitivo alla Liegi e magari vederlo vincere perché ricordo ancora il suo attacco coraggioso con la vittoria rubatagli da un dopato (anche qua, se ben ricordo)..
:P forse hai sbagliato discussione, ma comunque in effetti in questo Giro Nibali ha pochissimi punti dove inventarsi qualcosa.



Gimbatbu
Messaggi: 1139
Iscritto il: mercoledì 19 aprile 2017, 17:42

Re: Giro d'Italia 2020

Messaggio da leggere da Gimbatbu » giovedì 24 ottobre 2019, 23:57

È un bel Giro, avrei soltanto messo una tappa appenninica in più rispolverando Majella, Forca D' Acero oppure un bel muro come se ne trovano tra Teramo e le Marche. Il paragone col Tour è improponibile sono quasi due sport diversi, c' è la stessa differenza tra il cane e il gatto. Come il primo il Tour si fa amare, come il secondo il Giro ti insegna a vivere.



giorgio ricci
Messaggi: 3116
Iscritto il: lunedì 9 giugno 2014, 13:44

Re: Giro d'Italia 2020

Messaggio da leggere da giorgio ricci » venerdì 25 ottobre 2019, 0:03

Ad una prima analisi, a caldo, non ero soddisfatto.
Riflettendo,, mi pare un Giro con dei punti a favore.anche se non mi convince appieno.
Non mi piace l'inizio buttato al cesso come è già accaduto molte volte. Quando si parte all'estero viene sempre fatto un prologo o una cronosquadre, seguite da due tappe che rappresentano il nulla. Praticamente il Giro inizia in Sicilia, con tappe non banali.
Bello e dal sapore classico é l'arrivo sulla Sila, mentre la risalita è scialba. Vieste per finisseur, tortoreto lido piiu da classica, Cesenatico tappa da fughe.
Tutta la seconda settimana non è esaltante, così come le tappe in Friuli. Poi ci sono i colli che danno sempre problemi, Stelvio E Agnello.
I chilometraggi sono importanti, e questo è un bene.



CicloSprint
Messaggi: 6302
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:49

Re: Giro d'Italia 2020

Messaggio da leggere da CicloSprint » venerdì 25 ottobre 2019, 0:09

udra ha scritto:
giovedì 24 ottobre 2019, 21:58
Ci tengo a segnalare che la tappa calabrese, quella di Camigliatello, dovrebbe avere più dislivello della tappa più dura del Tour.
Si parlava di salite nuove, di Appennini non valorizzati, direi che è un bel passo in avanti.
Nel Sud Italia (eccetto le montagne abruzzesi e siciliane), il Monte Scuro è la montagna sudista più alta affrontata al Giro con i suoi 1618 metri. ;)



Avatar utente
galliano
Messaggi: 13664
Iscritto il: giovedì 14 aprile 2011, 12:53
Località: TN

Re: Giro d'Italia 2020

Messaggio da leggere da galliano » venerdì 25 ottobre 2019, 0:11

Sulla carta non mi dispiace.
Grosso neo il rischio di un no contest a Madonna di Campiglio. Proprio la tappa sulle mie strade. Peccato.
Spero che Gilbert faccia il giro.



pereiro2982
Messaggi: 2264
Iscritto il: lunedì 16 maggio 2016, 15:18

Re: Giro d'Italia 2020

Messaggio da leggere da pereiro2982 » venerdì 25 ottobre 2019, 0:13

patrixhouse ha scritto:
giovedì 24 ottobre 2019, 22:56
pereiro2982 ha scritto:
giovedì 24 ottobre 2019, 21:20
il giro punta a fare selezione col Fondo , col recupero ,una corsa di resistenza la selezione non si fa solo con le pendenze
cmq se Nibali si prepara bene può essere più fortunato di quest anno..


io credo che il giro 2019 , questo e il prossimo sono e sara disegnato cercando di strizzare l'occhio a Nibali e mi sembra giusto per la sua importanza nel movimento in un periodo di crisi .
dipendera anche dalla start-list , ed io spero sia la migliore possibile , per il resto sarebbe un 'impresa a 36 anni ma non impossibile.



pereiro2982
Messaggi: 2264
Iscritto il: lunedì 16 maggio 2016, 15:18

Re: Giro d'Italia 2020

Messaggio da leggere da pereiro2982 » venerdì 25 ottobre 2019, 1:09

le tappe brevi per quanto toste fanno meno selezione , è il segreto di pulcinella per tenere viva la corsa il piu possibile
anche il tour sta seguendo questa linea

per quanto il giro sia sempre piu duro del tour anche quando lo disegni male , e anche una questione di territorio che aiuta
un'altra cosa che rende i percorsi duri sono i corridori migliori
se il giro 2018 è stato cosi duro dipende dall'interpretazione e dalla qualità dei corridori credo sara una start-list da ricordare

quindi il tour sara un gioco ma il gioco dei piu forti , e il giro sara pure sport ma non sempre ad altissimi livelli

secondo me tra i percorsi piu belli del giro o meglio tra i migliori tapponi disegnati al giro degli ultimi anni c'è sicuramente il giro 2012 ma una start-list
di livello piu basso ha partorito un brutto giro anche se si è deciso all'ultima tappa.
ed anche quel giro 2012 era sport confronto al tour dello stesso anno



lucks83
Messaggi: 990
Iscritto il: sabato 18 maggio 2013, 13:11

Re: Giro d'Italia 2020

Messaggio da leggere da lucks83 » venerdì 25 ottobre 2019, 1:37

A me questo percorso non dispiace per niente.
Ci sono due tapponi (a rischio meteo per la verità) che il Tour e la Vuelta si songnano da anni ormai. Sono tappe per chi pratica un altro sport rispetto alle tappe dal chilometraggio dilettantesco del Tour.
Ci sono 60 km di crono che equilibrano il confronto tra cronoman e scalatori.
Ci sono tappe movimentate fatti per gli attaccanti di giornata come quelle di Tortoreto e san Daniele.
Ci sono tappe per velocisti a sufficenza e altre due come Vieste e Monselice in cui la volata potrebbe esserci ma se la dovranno sudare.
Tra gli aspetti negativi il brutto finale della tappa di Campiglio,la mancanza di una salita davvero tosta stile Mortirolo e l'assenza di una tappa appenninica seria nella seconda settimana, per intenderci una cosa cosi':
tappa_dettagli_tecnici_altimetria_09.jpg
tappa_dettagli_tecnici_altimetria_09.jpg (132.45 KiB) Visto 2573 volte
T06_alt.jpg
T06_alt.jpg (89.21 KiB) Visto 2573 volte
T11.jpg
T11.jpg (130.41 KiB) Visto 2573 volte
Ultima considerazione: molto bene la lunghezza media delle tappe e soprattutto di quelle dell'ultima settimana.
Sarà una corsa che premierà i corridori di fondo e comunque nelle tappe lunghe è piu' difficile tenere cucita una corsa, perchè ogni gregario dovrebbe sobbarcarsi il doppio del lavoro o quasi rispetto a una tappa da 140/160 km come quelle del Tour.
Come diceva qualcuno prima nel Forum, basti veder il Tourmalet dello scorso anno:lo hanno fatto a tutta ma ha fatto poca selezione perchè ci sono arrivati freschi e dopo una sola salita affrontata in precedenza, immaginatevelo al termine di una tappa di 230 km con magari tre salite scalate prima.
Sarebbero arrivati in volata secondo voi?



Avatar utente
Maìno della Spinetta
Messaggi: 6226
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 15:53

Re: Giro d'Italia 2020

Messaggio da leggere da Maìno della Spinetta » venerdì 25 ottobre 2019, 2:24

pereiro2982 ha scritto:
venerdì 25 ottobre 2019, 1:09
per quanto il giro sia sempre piu duro del tour anche quando lo disegni male , e anche una questione di territorio che aiuta
un'altra cosa che rende i percorsi duri sono i corridori migliori
se il giro 2018 è stato cosi duro dipende dall'interpretazione e dalla qualità dei corridori credo sara una start-list da ricordare

quindi il tour sara un gioco ma il gioco dei piu forti , e il giro sara pure sport ma non sempre ad altissimi livelli
Ma perché ci fasciamo la testa (elenchi di partenza poveri?) prima ancora di cominciare?
Altri criticano le gambe ingolfate da dislivello inutili - ma perché, cche ne sappiamo che ingolferanno invece di indurire?
Secondo me sarà un bel Giro il percorso, vario e mosso, si presta a una bella interpretazione.


“Our interest’s on the dangerous edge of things.
The honest thief, the tender murderer, the superstitious atheist”.

Avatar utente
Deadnature
Messaggi: 5330
Iscritto il: martedì 22 febbraio 2011, 20:49

Re: Giro d'Italia 2020

Messaggio da leggere da Deadnature » venerdì 25 ottobre 2019, 2:44

nibali-san baronto ha scritto:
giovedì 24 ottobre 2019, 22:50
Deadnature ha scritto:
giovedì 24 ottobre 2019, 17:58
Quindi Bondone da Aldeno, il versante più duro (e meno noto): da Garniga in particolare ci sono 6 km molto tosti, con strada stretta. Sul sito del Giro dicono che è un inedito, ma non sono del tutto certo sia vero, mi pareva l'avessero già fatto in passato.
Effettivamente fu affrontato nel 1973
Immagine
Ah ecco grazie, mi pareva di ricordare una foto di Gimondi e Merckx assieme in quella circostanza. Posso chiederti dove hai trovato l'altimetria? Ricambio allegando il video di quella tappa, veramente incredibile come con le bici dell'epoca salissero forte su strade sterrate e pendenze non certo banali.

https://www.youtube.com/watch?v=w3mMeq345zo&t=271s


http://www.spazidisimpatia.wordpress.com
Spazi di simpatia, nel nome dell'amore che regna nella nostra splendida Terra
Un blog consigliato da Basso, quello giusto.

Aderii alla campagna di garbata moral suasion per cacciare Di Rocco. E infatti...


Rispondi