Ronde van Vlaanderen 2019

Il mondo dei professionisti tra gare e complessità, e più in generale l'approccio al ciclismo di ogni appassionato
Avatar utente
Walter_White
Messaggi: 13670
Iscritto il: mercoledì 23 marzo 2016, 18:01

Re: Ronde van Vlaanderen 2019

Messaggio da leggere da Walter_White » domenica 7 aprile 2019, 17:52

lemond ha scritto:
domenica 7 aprile 2019, 17:48

Oggi ha fatto di certo il massimo (o quasi), ma era anni fa che doveva venire nella più grande corsa del mondo (insieme alla Roubaix e alle Strade bianche).
Ah beh, su questo sono completamente d'accordo


FCC 2018/19: 1°; Superprestige; Gran Combinata
FCC 2017/18: 3°; Trofeo dei titoli; Campionato Europeo Donne Elite, Campionato del Mondo Donne Elite, ROTY


Avatar utente
lemond
Messaggi: 12614
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Firenze

Re: Ronde van Vlaanderen 2019

Messaggio da leggere da lemond » domenica 7 aprile 2019, 17:52

GregLemond ha scritto:
domenica 7 aprile 2019, 17:49
lemond ha scritto:
domenica 7 aprile 2019, 17:45
GregLemond ha scritto:
domenica 7 aprile 2019, 17:37
Signori il piu forte è quello che arriva primo.
"Pas vrai" nemmeno nei G.G. figuriamoci nella corsa di un giorno. Se poi vuoi dire che quello che conta è il risultato, allora "nulla quaestio". :cincin:
P.S. L'esempio più eclatante, s.m. fu il Tour vinto dal nostro eroe contro Fignon.
A maggior ragione, invece.
Nello sport agonistico si mette sempre "la testa sott' acqua" all' avversario....
La colpa del grande Fignon fu quella di non farlo... e la sverniciata finale fu del piu forte.
Tu confondi, s.m. il più forte con il più furbo. Valverde se fosse stato guidato da uno intelligente o lo fosse stato lui stesso vassapé quanto avrebbe vinto, mentre "embatido" (s.s.s.c.) è solo il soprannome. :(


Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
i barbieri il lunedì
e il mitico Lopez, che lavora alla Coop,
... il martedì. :bll:

Avatar utente
GregLemond
Messaggi: 1827
Iscritto il: sabato 6 settembre 2014, 20:00

Re: Ronde van Vlaanderen 2019

Messaggio da leggere da GregLemond » domenica 7 aprile 2019, 18:01

lemond ha scritto:
domenica 7 aprile 2019, 17:52
GregLemond ha scritto:
domenica 7 aprile 2019, 17:49
lemond ha scritto:
domenica 7 aprile 2019, 17:45

"Pas vrai" nemmeno nei G.G. figuriamoci nella corsa di un giorno. Se poi vuoi dire che quello che conta è il risultato, allora "nulla quaestio". :cincin:
P.S. L'esempio più eclatante, s.m. fu il Tour vinto dal nostro eroe contro Fignon.
A maggior ragione, invece.
Nello sport agonistico si mette sempre "la testa sott' acqua" all' avversario....
La colpa del grande Fignon fu quella di non farlo... e la sverniciata finale fu del piu forte.
Tu confondi, s.m. il più forte con il più furbo. Valverde se fosse stato guidato da uno intelligente o lo fosse stato lui stesso vassapé quanto avrebbe vinto, mentre "embatido" (s.s.s.c.) è solo il soprannome. :(
touche



CicloSprint
Messaggi: 6323
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:49

Re: Ronde van Vlaanderen 2019

Messaggio da leggere da CicloSprint » domenica 7 aprile 2019, 18:16

Questa si che è un'impresa!!! ;)



Mario Rossi
Messaggi: 545
Iscritto il: giovedì 1 novembre 2018, 14:57

Re: Ronde van Vlaanderen 2019

Messaggio da leggere da Mario Rossi » domenica 7 aprile 2019, 18:18

Strafelice per Bettiol da italiano, ma super arrabbiato con Van Der Poel( da apprezzare che l'ho scritto per intero). É un fenomeno e la poteva vincere. Io tifavo per lui per vari motivi. Riguardo a Mathieu volevo fare una domanda agli esperti di ciclismo e di statistiche: é mai successo che un ciclista vinca una Monumento alla sua prima apparizione in tutte e 5 intendo? A mia memoria no, ma non vorrei sbagliarmi. Sarebbe stata la venuta del Messia.
Comunque ultimi 20 km di livello impressionante, tra i piú belli di sempre da quando c'é il nuovo percorso!!! Grandissimo Bettiol.




Avatar utente
Walter_White
Messaggi: 13670
Iscritto il: mercoledì 23 marzo 2016, 18:01

Re: Ronde van Vlaanderen 2019

Messaggio da leggere da Walter_White » domenica 7 aprile 2019, 18:23

Mario Rossi ha scritto:
domenica 7 aprile 2019, 18:18
Strafelice per Bettiol da italiano, ma super arrabbiato con Van Der Poel( da apprezzare che l'ho scritto per intero). É un fenomeno e la poteva vincere. Io tifavo per lui per vari motivi. Riguardo a Mathieu volevo fare una domanda agli esperti di ciclismo e di statistiche: é mai successo che un ciclista vinca una Monumento alla sua prima apparizione in tutte e 5 intendo? A mia memoria no, ma non vorrei sbagliarmi. Sarebbe stata la venuta del Messia.
Comunque ultimi 20 km di livello impressionante, tra i piú belli di sempre da quando c'é il nuovo percorso!!! Grandissimo Bettiol.
Merckx la Sanremo sono sicuro, probabilmente ce ne sono altri


FCC 2018/19: 1°; Superprestige; Gran Combinata
FCC 2017/18: 3°; Trofeo dei titoli; Campionato Europeo Donne Elite, Campionato del Mondo Donne Elite, ROTY

Avatar utente
Denb
Messaggi: 800
Iscritto il: venerdì 20 settembre 2013, 14:00

Re: Ronde van Vlaanderen 2019

Messaggio da leggere da Denb » domenica 7 aprile 2019, 18:26

Mario Rossi ha scritto:
domenica 7 aprile 2019, 18:18
Strafelice per Bettiol da italiano, ma super arrabbiato con Van Der Poel( da apprezzare che l'ho scritto per intero). É un fenomeno e la poteva vincere. Io tifavo per lui per vari motivi. Riguardo a Mathieu volevo fare una domanda agli esperti di ciclismo e di statistiche: é mai successo che un ciclista vinca una Monumento alla sua prima apparizione in tutte e 5 intendo? A mia memoria no, ma non vorrei sbagliarmi. Sarebbe stata la venuta del Messia.
Comunque ultimi 20 km di livello impressionante, tra i piú belli di sempre da quando c'é il nuovo percorso!!! Grandissimo Bettiol.
Cavendish alla Sanremo



GiacomoXT
Messaggi: 1660
Iscritto il: sabato 27 dicembre 2014, 15:17
Località: Livorno

Re: Ronde van Vlaanderen 2019

Messaggio da leggere da GiacomoXT » domenica 7 aprile 2019, 18:26

Comunque direi che andarsene dalla BMC sia un ottimo modo per preparare il Fiandre: prima Gilbert, ora Bettiol. :diavoletto:


FC 2015: Kuurne; Brabante; Amstel; Freccia; Giro (primi 5); Svizzera; Tour t. 7; Tour (tappe); Vuelta t. 10; Bernocchi; Lombardia
FC 2016: Tour t. 20; Wallonie; Sabatini
FC 2017: Europeo

Avatar utente
Gianluca Avigo - bove
Messaggi: 2780
Iscritto il: sabato 7 settembre 2013, 23:29

Re: Ronde van Vlaanderen 2019

Messaggio da leggere da Gianluca Avigo - bove » domenica 7 aprile 2019, 18:28

Ora che sta scemando la sbornia di BETTIOL e MVDP, notizie su Trentin? È saltato o ha avuto problemi di altra natura? Colbrelli e Moscon?


«A parità di fattori la spiegazione più semplice è da preferire»
(Guglielmo di Occam)

andrea82
Messaggi: 409
Iscritto il: martedì 14 dicembre 2010, 21:00
Località: Colico (Lecco)

Re: Ronde van Vlaanderen 2019

Messaggio da leggere da andrea82 » domenica 7 aprile 2019, 18:33

Credo che una giornata così gloriosa per il ciclismo italiano non arrivava dai tempi del Tour vinto da Nibali. Ok, lo scorso anno anche all'Europeo abbiamo fatto doppietta ma con tutto il rispetto, il campionato continentale non avrà mai il fascino del Giro delle Fiandre. Grazie Alberto e Marta! :clap: :clap: :clap:



Avatar utente
chinaski89
Messaggi: 3894
Iscritto il: sabato 13 giugno 2015, 16:51

Re: Ronde van Vlaanderen 2019

Messaggio da leggere da chinaski89 » domenica 7 aprile 2019, 18:35

Gianluca Avigo - bove ha scritto:
domenica 7 aprile 2019, 18:28
Ora che sta scemando la sbornia di BETTIOL e MVDP, notizie su Trentin? È saltato o ha avuto problemi di altra natura? Colbrelli e Moscon?
Se non sbaglio l'ho visto rimanere indietro prestino.. Credo proprio sia saltato



GiacomoXT
Messaggi: 1660
Iscritto il: sabato 27 dicembre 2014, 15:17
Località: Livorno

Re: Ronde van Vlaanderen 2019

Messaggio da leggere da GiacomoXT » domenica 7 aprile 2019, 18:41

Gianluca Avigo - bove ha scritto:
domenica 7 aprile 2019, 18:28
Ora che sta scemando la sbornia di BETTIOL e MVDP, notizie su Trentin? È saltato o ha avuto problemi di altra natura? Colbrelli e Moscon?
Trentin 21esimo, Colbrelli 30esimo, Moscon 42esimo.


FC 2015: Kuurne; Brabante; Amstel; Freccia; Giro (primi 5); Svizzera; Tour t. 7; Tour (tappe); Vuelta t. 10; Bernocchi; Lombardia
FC 2016: Tour t. 20; Wallonie; Sabatini
FC 2017: Europeo

Avatar utente
Visconte85
Messaggi: 10344
Iscritto il: giovedì 8 maggio 2014, 14:27

Re: Ronde van Vlaanderen 2019

Messaggio da leggere da Visconte85 » domenica 7 aprile 2019, 18:50

GiacomoXT ha scritto:
domenica 7 aprile 2019, 18:41
Gianluca Avigo - bove ha scritto:
domenica 7 aprile 2019, 18:28
Ora che sta scemando la sbornia di BETTIOL e MVDP, notizie su Trentin? È saltato o ha avuto problemi di altra natura? Colbrelli e Moscon?
Trentin 21esimo, Colbrelli 30esimo, Moscon 42esimo.
Moscon spero che stia puntando tutto sulle Ardenne....


2014:Giro tp21,Tour tp10,Vuelta tp3, ARGENTO Ponferrada
2015:Giro anch'io 3°,Tour tp10 e 20, GpMontreal
2016:GandWevelgen, Svizzera, Tour tp13, Vuelta tp10
2017:Tour tp10 Vuelta tp2
2018:Scheldeprijs, Giro tp21, Tour tp11
2019:Kuurne-Bruxelles-Kuurne

Avatar utente
Denb
Messaggi: 800
Iscritto il: venerdì 20 settembre 2013, 14:00

Re: Ronde van Vlaanderen 2019

Messaggio da leggere da Denb » domenica 7 aprile 2019, 19:24

Visconte85 ha scritto:
domenica 7 aprile 2019, 18:50
GiacomoXT ha scritto:
domenica 7 aprile 2019, 18:41
Gianluca Avigo - bove ha scritto:
domenica 7 aprile 2019, 18:28
Ora che sta scemando la sbornia di BETTIOL e MVDP, notizie su Trentin? È saltato o ha avuto problemi di altra natura? Colbrelli e Moscon?
Trentin 21esimo, Colbrelli 30esimo, Moscon 42esimo.
Moscon spero che stia puntando tutto sulle Ardenne....
Moscon dopo il problema che ha avuto non è riuscito a trovare la condizione, speriamo che ci riesca nelle due settimane che ci sono prima della Liegi...



Avatar utente
Slegar
Messaggi: 5227
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:49

Re: Ronde van Vlaanderen 2019

Messaggio da leggere da Slegar » domenica 7 aprile 2019, 19:34

Visto l'avvicinamento di Moscon al Fiandre, direi che il trentino ha fatto un garone; fin che ne aveva è rimasto sempre davanti.


fair play? No, Grazie!

Oudenaarde
Messaggi: 292
Iscritto il: lunedì 16 novembre 2015, 15:02

Re: Ronde van Vlaanderen 2019

Messaggio da leggere da Oudenaarde » domenica 7 aprile 2019, 19:51

Grandissimo Bettiol, grandissima EF. Oggi hanno fatto loro la parte della Deceuninck



Road Runner
Messaggi: 702
Iscritto il: martedì 8 novembre 2016, 11:44

Re: Ronde van Vlaanderen 2019

Messaggio da leggere da Road Runner » domenica 7 aprile 2019, 20:08

La domanda ora è d'obbligo :
Alberto, ma dove ca..o sei stato fino ad adesso ????????!!!!!!!!!!



herbie
Messaggi: 4715
Iscritto il: sabato 26 febbraio 2011, 17:19

Re: Ronde van Vlaanderen 2019

Messaggio da leggere da herbie » domenica 7 aprile 2019, 20:19

Mario Rossi ha scritto:
domenica 7 aprile 2019, 18:18
Strafelice per Bettiol da italiano, ma super arrabbiato con Van Der Poel( da apprezzare che l'ho scritto per intero). É un fenomeno e la poteva vincere. Io tifavo per lui per vari motivi. Riguardo a Mathieu volevo fare una domanda agli esperti di ciclismo e di statistiche: é mai successo che un ciclista vinca una Monumento alla sua prima apparizione in tutte e 5 intendo? A mia memoria no, ma non vorrei sbagliarmi. Sarebbe stata la venuta del Messia.
Comunque ultimi 20 km di livello impressionante, tra i piú belli di sempre da quando c'é il nuovo percorso!!! Grandissimo Bettiol.
GRAZIE!
Van Der Poel, per come l'ho visto muoversi io, ha corso alla Merckx...dove poteva avere un po' di paura di esporsi, spingeva ancora di più, e non si è praticamente mai piantato, solo giusto un po' dietro prima del Kwaremont decisivo, dove ha perso la corsa.
Personalmente lo vedo un gradino sopra l'altro reduce dal ciclocross Van Aert.
Molto curioso di capire SE e come vada in salita. Lì mi sa che sarà più difficile, ma per queste corse mi sembra perfetto.



Avatar utente
Niи
Messaggi: 1229
Iscritto il: martedì 2 aprile 2013, 0:10

Re: Ronde van Vlaanderen 2019

Messaggio da leggere da Niи » domenica 7 aprile 2019, 20:22

Bettiol ha fatto un numero incredibile.

Ora però vorrei ragionare su alcuni fatti:
- sono andati piano o forte? Considerando il folto gruppo arrivato direi che la selezione è stata minima. Eppure la sensazione era che fossero tutti più o meno con le stesse energie residue.

- Prima era Cancellara che dava la sensazione di essere imprendibile una volta avvantaggiato. Ora invece abbiamo visto che l'uomo solo al comando spesso arriva, vedi Sagan, vedi Gilbert, vedi Terpstra, ora Bettiol. Eppure nessuno di questi è un cronoman. E in questi esempi, (Sagan a parte) dietro erano sempre in forze maggiori. Eppure. Cosa spinge un gruppo di 3 o 4 corridori in su, una volta assieme a non collaborare per andarsi a giocare la vittoria? E' solo questione di gambe? Non credo. E' più una questione "se non vinco io, non vinci neanche tu" tra diretti rivali? Può essere. Ma che fessi! Parere personale.

- Kristoff: in queste volate ristrette è IMBATTIBILE! Che potenza! Che corridore.



Avatar utente
Patate
Messaggi: 4492
Iscritto il: domenica 28 febbraio 2016, 23:23

Re: Ronde van Vlaanderen 2019

Messaggio da leggere da Patate » domenica 7 aprile 2019, 20:31

Road Runner ha scritto:
domenica 7 aprile 2019, 20:08
La domanda ora è d'obbligo :
Alberto, ma dove ca..o sei stato fino ad adesso ????????!!!!!!!!!!
2018 buttato per due brutti infortuni, negli anni precedenti si è sempre fatto vedere, specialmente a fine stagione (secondo a Plouay dietro Naesen e belle prestazioni nelle WT americane, per dirne alcune).
Attendevo con ansia la sua prima vittoria da prò ma non immaginavo subito un colpo così :clap: :clap:


antani ha scritto:Non so perchè ma ho la sensazione che domani Aru possa arrivare dietro o davanti a Froome, stiamo a vedere sembra facile ma non è difficile

Avatar utente
Abruzzese
Messaggi: 5447
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:24

Re: Ronde van Vlaanderen 2019

Messaggio da leggere da Abruzzese » domenica 7 aprile 2019, 20:34

Oggi mi sono veramente divertito: per la concentrazione di talento che c'era in gruppo, per Van Der Poel che fa il pazzo scatenato, per Don Alejandro che era lì, per Van Avermaet, Van Aert, Sagan, il corsone di Asgreen, Kristoff che continua ad essere una garanzia in certi contesti e chi più ne ha più ne metta.

Su Bettiol non dico nulla, rimando all'home page ;)
Ultima modifica di Abruzzese il domenica 7 aprile 2019, 20:36, modificato 1 volta in totale.


"L'importante non è quello che trovi alla fine di una corsa. L'importante è ciò che provi mentre corri" (Giorgio Faletti in "Notte prima degli esami")

"qui c'è gente che è totalmente avulsa dalla realtà e nociva al forum"

herbie
Messaggi: 4715
Iscritto il: sabato 26 febbraio 2011, 17:19

Re: Ronde van Vlaanderen 2019

Messaggio da leggere da herbie » domenica 7 aprile 2019, 20:34

Niи ha scritto:
domenica 7 aprile 2019, 20:22



- Prima era Cancellara che dava la sensazione di essere imprendibile una volta avvantaggiato. Ora invece abbiamo visto che l'uomo solo al comando spesso arriva, vedi Sagan, vedi Gilbert, vedi Terpstra, ora Bettiol. Eppure nessuno di questi è un cronoman. E in questi esempi, (Sagan a parte) dietro erano sempre in forze maggiori. Eppure. Cosa spinge un gruppo di 3 o 4 corridori in su, una volta assieme a non collaborare per andarsi a giocare la vittoria? E' solo questione di gambe? Non credo. E' più una questione "se non vinco io, non vinci neanche tu" tra diretti rivali? Può essere. Ma che fessi! Parere personale.

- Kristoff: in queste volate ristrette è IMBATTIBILE! Che potenza! Che corridore.
beh, proprio per il fatto che il gruppo di "fessi" di cui sopra è stato più che agevolmente regolato da Kristoff che era da solo (mi pare) e pure lo era l'altro più veloce, Van der Poel.
Sarebbe stato piuttosto singolare vedere una collaborazione per portare allo sprint corridori di altre squadre sicuri vincitori.
Per altro, cosa che si vede anche spesso e che mi fa sempre piuttosto innervosire.

In fondo a questa corsa i "capitani" dietro sono spesso isolati e alcuni sono più veloci, altri meno: dunque è logico che risparmino energie in collaborazione per tentare il colpo solitario. Cosa che ulteriormente poi disturba il "lavoro" in testa al gruppo.
Ultima modifica di herbie il domenica 7 aprile 2019, 20:37, modificato 2 volte in totale.



Avatar utente
Gianluca Avigo - bove
Messaggi: 2780
Iscritto il: sabato 7 settembre 2013, 23:29

Re: Ronde van Vlaanderen 2019

Messaggio da leggere da Gianluca Avigo - bove » domenica 7 aprile 2019, 20:37

Niи ha scritto:
domenica 7 aprile 2019, 20:22
Bettiol ha fatto un numero incredibile.

Ora però vorrei ragionare su alcuni fatti:
- sono andati piano o forte? Considerando il folto gruppo arrivato direi che la selezione è stata minima. Eppure la sensazione era che fossero tutti più o meno con le stesse energie residue.

- Prima era Cancellara che dava la sensazione di essere imprendibile una volta avvantaggiato. Ora invece abbiamo visto che l'uomo solo al comando spesso arriva, vedi Sagan, vedi Gilbert, vedi Terpstra, ora Bettiol. Eppure nessuno di questi è un cronoman. E in questi esempi, (Sagan a parte) dietro erano sempre in forze maggiori. Eppure. Cosa spinge un gruppo di 3 o 4 corridori in su, una volta assieme a non collaborare per andarsi a giocare la vittoria? E' solo questione di gambe? Non credo. E' più una questione "se non vinco io, non vinci neanche tu" tra diretti rivali? Può essere. Ma che fessi! Parere personale.

- Kristoff: in queste volate ristrette è IMBATTIBILE! Che potenza! Che corridore.
Credo un po tutto quello che hai detto. Oggi però la sensezione è stata che fossero tutti alla canna del gas. Negli ultimi due scollinamenti, Bettiol a parte, avevano tutti una faccia...
Credo che se non avesse dovuto fare un rientro stratosferico, l'unico che poteva reggere la progressione di Bettiol oppure andare a riprenderlo negli ultimi 10 km fosse Mvdp. Ma quella leggerezza gli è costata cara.

Peccato che l'olandese non sara alla Roubaix.


«A parità di fattori la spiegazione più semplice è da preferire»
(Guglielmo di Occam)

herbie
Messaggi: 4715
Iscritto il: sabato 26 febbraio 2011, 17:19

Re: Ronde van Vlaanderen 2019

Messaggio da leggere da herbie » domenica 7 aprile 2019, 20:40

Gianluca Avigo - bove ha scritto:
domenica 7 aprile 2019, 20:37



Credo che se non avesse dovuto fare un rientro stratosferico, l'unico che poteva reggere la progressione di Bettiol oppure andare a riprenderlo negli ultimi 10 km fosse Mvdp. Ma quella leggerezza gli è costata cara.

Peccato che l'olandese non sara alla Roubaix.

:o
PER QUALE MOTIVO????



Avatar utente
Subsonico
Messaggi: 6517
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:13

Re: Ronde van Vlaanderen 2019

Messaggio da leggere da Subsonico » domenica 7 aprile 2019, 20:43

herbie ha scritto:
domenica 7 aprile 2019, 20:40
Gianluca Avigo - bove ha scritto:
domenica 7 aprile 2019, 20:37



Credo che se non avesse dovuto fare un rientro stratosferico, l'unico che poteva reggere la progressione di Bettiol oppure andare a riprenderlo negli ultimi 10 km fosse Mvdp. Ma quella leggerezza gli è costata cara.

Peccato che l'olandese non sara alla Roubaix.

:o
PER QUALE MOTIVO????
Ah beh, questa è bella....

Non hanno proprio chiesto la Wild Card. Dice che non avevano il tempo sufficiente per prepararla come si deve a livello tecnico (materiali ecc...).

Come se fare semplicemente esperienza fosse una brutta cosa.


VINCITORE DEL FANTATOUR 2016 SUL CAMPO: certe fantaclassifiche verranno riscritte...

"Stufano è un Peter Sagan che ha smesso di sognare (E.Vittone) "

herbie
Messaggi: 4715
Iscritto il: sabato 26 febbraio 2011, 17:19

Re: Ronde van Vlaanderen 2019

Messaggio da leggere da herbie » domenica 7 aprile 2019, 20:52

non ho parole.

Penso che, a "livello tecnico", per Van der Poel potrebbero prendere una qualunque bici da un qualunque garage di una qualunque bettola di epoca bellica presente nel nord della Francia.



Salvatore77
Messaggi: 4752
Iscritto il: domenica 9 gennaio 2011, 19:14

Re: Ronde van Vlaanderen 2019

Messaggio da leggere da Salvatore77 » domenica 7 aprile 2019, 21:11

Niи ha scritto:
domenica 7 aprile 2019, 20:22
Ora però vorrei ragionare su alcuni fatti:
- sono andati piano o forte? Considerando il folto gruppo arrivato direi che la selezione è stata minima. Eppure la sensazione era che fossero tutti più o meno con le stesse energie residue.

- Prima era Cancellara che dava la sensazione di essere imprendibile una volta avvantaggiato. Ora invece abbiamo visto che l'uomo solo al comando spesso arriva, vedi Sagan, vedi Gilbert, vedi Terpstra, ora Bettiol. Eppure nessuno di questi è un cronoman. E in questi esempi, (Sagan a parte) dietro erano sempre in forze maggiori. Eppure. Cosa spinge un gruppo di 3 o 4 corridori in su, una volta assieme a non collaborare per andarsi a giocare la vittoria? E' solo questione di gambe? Non credo. E' più una questione "se non vinco io, non vinci neanche tu" tra diretti rivali? Può essere. Ma che fessi! Parere personale.
Contano soprattutto le gambe.
Dietro erano in tanti, un ipotetico accordo a parti uguali forse poteva anche funzionare, però era comunque rischioso per tutti. Queste corse non arrivano mai in volata 20 persone, se avessero ripreso Bettiol prima dell'ultimo km sarebbe scappato qualcun'altro. Forse la QS che ne aveva 3 poteva puntare sulla superiorità numerica ma non c'erano le gambe.


1° Tour de France 2018

Avatar utente
Niи
Messaggi: 1229
Iscritto il: martedì 2 aprile 2013, 0:10

Re: Ronde van Vlaanderen 2019

Messaggio da leggere da Niи » domenica 7 aprile 2019, 21:47

herbie ha scritto:
domenica 7 aprile 2019, 20:34
Niи ha scritto:
domenica 7 aprile 2019, 20:22



- Prima era Cancellara che dava la sensazione di essere imprendibile una volta avvantaggiato. Ora invece abbiamo visto che l'uomo solo al comando spesso arriva, vedi Sagan, vedi Gilbert, vedi Terpstra, ora Bettiol. Eppure nessuno di questi è un cronoman. E in questi esempi, (Sagan a parte) dietro erano sempre in forze maggiori. Eppure. Cosa spinge un gruppo di 3 o 4 corridori in su, una volta assieme a non collaborare per andarsi a giocare la vittoria? E' solo questione di gambe? Non credo. E' più una questione "se non vinco io, non vinci neanche tu" tra diretti rivali? Può essere. Ma che fessi! Parere personale.

- Kristoff: in queste volate ristrette è IMBATTIBILE! Che potenza! Che corridore.
beh, proprio per il fatto che il gruppo di "fessi" di cui sopra è stato più che agevolmente regolato da Kristoff che era da solo (mi pare) e pure lo era l'altro più veloce, Van der Poel.
Sarebbe stato piuttosto singolare vedere una collaborazione per portare allo sprint corridori di altre squadre sicuri vincitori.
Per altro, cosa che si vede anche spesso e che mi fa sempre piuttosto innervosire.

In fondo a questa corsa i "capitani" dietro sono spesso isolati e alcuni sono più veloci, altri meno: dunque è logico che risparmino energie in collaborazione per tentare il colpo solitario. Cosa che ulteriormente poi disturba il "lavoro" in testa al gruppo.
Capisco. Ma in quel modo se sei meno veloce del Kristoff o Sagan di turno, ti vai cmq a giocare ben che vada il secondo posto e mal che vada anche se risparmi e fai lavorare loro rischi ugualmente di prenderle. A mio avviso chi insegue dovrebbe sempre collaborare almeno fino a quando non è stato raggiunto il fuggitivo di turno. Solo a quel punto uno più lento può decidere di saltare qualche cambio o far tirare maggiormente quello più veloce o semplicemente tentare una sparata. Ma in questo modo del gioco al risparmio le corse si perdono in partenza. Oggi avevano accennato una doppia fila. Tempo 300 metri e si son di nuovo guardati. Evidentemente erano contenti tutti di giocarsi il secondo posto.
Il che mi rendo conto che in un finale in cui contano le gambe, non è detto che un gruppetto che tira vada necessariamente più forte di uno in fuga che è a tutta. Però tra il provarci e il non provarci ce ne passa.
Oggi son contento lo stesso perché ha vinto Bettiol. Ma se davanti ci fosse stato un' altro corridore l'avrei presa male, così come la presi male lo scorso anno con Terpstra :D



tommaso
Messaggi: 288
Iscritto il: sabato 19 gennaio 2013, 16:48

Re: Ronde van Vlaanderen 2019

Messaggio da leggere da tommaso » domenica 7 aprile 2019, 22:03

per me Valverde e Sagan hanno fatto la stessa identica gara, uno ha preso 7 e uno 5



giorgio ricci
Messaggi: 3182
Iscritto il: lunedì 9 giugno 2014, 13:44

Re: Ronde van Vlaanderen 2019

Messaggio da leggere da giorgio ricci » domenica 7 aprile 2019, 22:05

Sul collaborare per prendere il fuggitivo esprimo un opinione.
Ricordo come esempio classico la Roubaix del 2014 ; gruppo in testa di una dozzina di corridori con Degenkolb palesemente il più veloce. Parte Teepstra e nessuno lo segue. Han fatto male?
Se non hai compagni di squadra e sei il più veloce, la vittoria te la devi andare a prendere, non aspettare che ti portino al traguardo.
Oggi, perché avrebbero dovuto regalare la vittoria a Kristoff? Comunque sulla carta c'erano 3 o 4 uomini veloci, chi faceva lo sforzo per prendere Bettiol perdeva e faceva vincere il diretto rivale. Il ciclismo è anche questo.



Avatar utente
Walter_White
Messaggi: 13670
Iscritto il: mercoledì 23 marzo 2016, 18:01

Re: Ronde van Vlaanderen 2019

Messaggio da leggere da Walter_White » domenica 7 aprile 2019, 22:18

tommaso ha scritto:
domenica 7 aprile 2019, 22:03
per me Valverde e Sagan hanno fatto la stessa identica gara, uno ha preso 7 e uno 5
Beh, Valverde era al primo Fiandre


FCC 2018/19: 1°; Superprestige; Gran Combinata
FCC 2017/18: 3°; Trofeo dei titoli; Campionato Europeo Donne Elite, Campionato del Mondo Donne Elite, ROTY

Avatar utente
galliano
Messaggi: 13774
Iscritto il: giovedì 14 aprile 2011, 12:53
Località: TN

Re: Ronde van Vlaanderen 2019

Messaggio da leggere da galliano » domenica 7 aprile 2019, 22:32

Walter_White ha scritto:
domenica 7 aprile 2019, 22:18
tommaso ha scritto:
domenica 7 aprile 2019, 22:03
per me Valverde e Sagan hanno fatto la stessa identica gara, uno ha preso 7 e uno 5
Beh, Valverde era al primo Fiandre
Inoltre io valverde l'ho sempre visto nelle prime posizioni sui muri mentre Sagan tendeva a sfidarsi un po'.
Sempre che io li abbia seguiti attentamente, cosa non scontata.



guidobaldo de medici
Messaggi: 3519
Iscritto il: venerdì 15 maggio 2015, 22:13

Re: Ronde van Vlaanderen 2019

Messaggio da leggere da guidobaldo de medici » domenica 7 aprile 2019, 22:43

ma insomma, muovetevi, invitate van der poel in qualche modo e fatelo correre domenica prossima.
è come lasciare fuori merckx perché manca un timbro.



nikybo85
Messaggi: 2997
Iscritto il: mercoledì 23 agosto 2017, 0:06

Re: Ronde van Vlaanderen 2019

Messaggio da leggere da nikybo85 » domenica 7 aprile 2019, 22:48

Abruzzese ha scritto:
domenica 7 aprile 2019, 20:34
Oggi mi sono veramente divertito: per la concentrazione di talento che c'era in gruppo, per Van Der Poel che fa il pazzo scatenato, per Don Alejandro che era lì, per Van Avermaet, Van Aert, Sagan, il corsone di Asgreen, Kristoff che continua ad essere una garanzia in certi contesti e chi più ne ha più ne metta.

Su Bettiol non dico nulla, rimando all'home page ;)
Occhio che poi riparte la conversazione sul talento :bll:



Avatar utente
Abruzzese
Messaggi: 5447
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:24

Re: Ronde van Vlaanderen 2019

Messaggio da leggere da Abruzzese » domenica 7 aprile 2019, 22:49

nikybo85 ha scritto:
domenica 7 aprile 2019, 22:48
Abruzzese ha scritto:
domenica 7 aprile 2019, 20:34
Oggi mi sono veramente divertito: per la concentrazione di talento che c'era in gruppo, per Van Der Poel che fa il pazzo scatenato, per Don Alejandro che era lì, per Van Avermaet, Van Aert, Sagan, il corsone di Asgreen, Kristoff che continua ad essere una garanzia in certi contesti e chi più ne ha più ne metta.

Su Bettiol non dico nulla, rimando all'home page ;)
Occhio che poi riparte la conversazione sul talento :bll:
Ho già dato, io penso a godere. Le chiacchiere le lascio agli altri ;)


"L'importante non è quello che trovi alla fine di una corsa. L'importante è ciò che provi mentre corri" (Giorgio Faletti in "Notte prima degli esami")

"qui c'è gente che è totalmente avulsa dalla realtà e nociva al forum"

nikybo85
Messaggi: 2997
Iscritto il: mercoledì 23 agosto 2017, 0:06

Re: Ronde van Vlaanderen 2019

Messaggio da leggere da nikybo85 » domenica 7 aprile 2019, 22:53

Abruzzese ha scritto:
domenica 7 aprile 2019, 22:49
nikybo85 ha scritto:
domenica 7 aprile 2019, 22:48
Abruzzese ha scritto:
domenica 7 aprile 2019, 20:34
Oggi mi sono veramente divertito: per la concentrazione di talento che c'era in gruppo, per Van Der Poel che fa il pazzo scatenato, per Don Alejandro che era lì, per Van Avermaet, Van Aert, Sagan, il corsone di Asgreen, Kristoff che continua ad essere una garanzia in certi contesti e chi più ne ha più ne metta.

Su Bettiol non dico nulla, rimando all'home page ;)
Occhio che poi riparte la conversazione sul talento :bll:
Ho già dato, io penso a godere. Le chiacchiere le lascio agli altri ;)
Ahahah :champion:
In giornate come questa poi...



cassius
Messaggi: 804
Iscritto il: giovedì 19 luglio 2012, 23:01

Re: Ronde van Vlaanderen 2019

Messaggio da leggere da cassius » domenica 7 aprile 2019, 23:24

Niи ha scritto:
domenica 7 aprile 2019, 20:22
- Prima era Cancellara che dava la sensazione di essere imprendibile una volta avvantaggiato. Ora invece abbiamo visto che l'uomo solo al comando spesso arriva, vedi Sagan, vedi Gilbert, vedi Terpstra, ora Bettiol. Eppure nessuno di questi è un cronoman. E in questi esempi, (Sagan a parte) dietro erano sempre in forze maggiori. Eppure. Cosa spinge un gruppo di 3 o 4 corridori in su, una volta assieme a non collaborare per andarsi a giocare la vittoria? E' solo questione di gambe? Non credo. E' più una questione "se non vinco io, non vinci neanche tu" tra diretti rivali? Può essere. Ma che fessi! Parere personale.
È il dilemma del prigioniero in versione ciclistica.
Ed è la cosa che rende il ciclismo affascinante, se no oggi vinceva Kristoff in ciabatte in una volata di 20 che al Fiandre fa un po' tristezza.



Avatar utente
Patate
Messaggi: 4492
Iscritto il: domenica 28 febbraio 2016, 23:23

Re: Ronde van Vlaanderen 2019

Messaggio da leggere da Patate » domenica 7 aprile 2019, 23:30

Statistica inutile: l'ultimo podio senza belgi alla Ronde (se non ho letto male) risale al 2001, quando vinse Bortolami


antani ha scritto:Non so perchè ma ho la sensazione che domani Aru possa arrivare dietro o davanti a Froome, stiamo a vedere sembra facile ma non è difficile

bugnogianni
Messaggi: 228
Iscritto il: giovedì 15 febbraio 2018, 22:49

Re: Ronde van Vlaanderen 2019

Messaggio da leggere da bugnogianni » lunedì 8 aprile 2019, 0:13

Da CN:
"Just like a quarter of a century ago, it wasn't supposed to end like this. Rather embarrassingly for the race organisation, Flanders Classics chief Wouter Vandenhaute had said as much in an interview with Het Laatste Nieuws earlier in the week. Asked if he was concerned that a rider such as Bettiol or his EF teammate Sebastian Langeveld might win rather than one of the established - and marketable - Belgian stars, Vandenhaute was dismissive: "They are not going to win."."

Suca.


vedremo

Trullo
Messaggi: 472
Iscritto il: martedì 23 maggio 2017, 12:26

Re: Ronde van Vlaanderen 2019

Messaggio da leggere da Trullo » lunedì 8 aprile 2019, 0:57

Walter_White ha scritto:
domenica 7 aprile 2019, 18:23
Merckx la Sanremo sono sicuro, probabilmente ce ne sono altri
Senza cercare mi vengono in mente Monsere e Marc Gomez



Avatar utente
cauz.
Messaggi: 12425
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:53
Località: milano
Contatta:

Re: Ronde van Vlaanderen 2019

Messaggio da leggere da cauz. » lunedì 8 aprile 2019, 1:11

giorgio ricci ha scritto:
domenica 7 aprile 2019, 22:05
Se non hai compagni di squadra e sei il più veloce, la vittoria te la devi andare a prendere, non aspettare che ti portino al traguardo.
Oggi, perché avrebbero dovuto regalare la vittoria a Kristoff? Comunque sulla carta c'erano 3 o 4 uomini veloci, chi faceva lo sforzo per prendere Bettiol perdeva e faceva vincere il diretto rivale. Il ciclismo è anche questo.
beh, ma attenzione che kristoff ha tirato come un dannato. se vai a vedere le fasi (disordinate) dell'inseguimento trovi molto spesso il norvegese a menare in testa. poi è chiaro che ogni tanto si sia rialzato pure lui, e altrettanto lampante il fatto che ogni volta che si rialzava qualcuno in testa si trovava langeveld a ruota che tirava i freni :)

però, capisco il discorso che l'uomo veloce non possa farsi portare in carrozza, ma non può nemmeno fare il lavoro di tutti per poi farsi uccellare una volta che partono gli scatti. diciamo che occorre un po' di equilibrio e condivisione nell'inseguimento, e oggi non ci sono stati. mi ha ricordato più il finale di un mondiale che quello di una classica. Se poi ci aggiungi che l'unica squadra che ha corso da squadra, facendo davvero il wolfpack di turno, è stata la EF, il risultato è presto spiegato.


"Il male trionfa sempre, perche' il bene e' stupido" [Lord Casco]
@cauz_ | bidonmagazine.org | confindustrial.noblogs.org

Avatar utente
il_panta
Messaggi: 5333
Iscritto il: lunedì 21 maggio 2012, 13:39

Re: Ronde van Vlaanderen 2019

Messaggio da leggere da il_panta » lunedì 8 aprile 2019, 2:45

galliano ha scritto:
domenica 7 aprile 2019, 22:32
Walter_White ha scritto:
domenica 7 aprile 2019, 22:18
tommaso ha scritto:
domenica 7 aprile 2019, 22:03
per me Valverde e Sagan hanno fatto la stessa identica gara, uno ha preso 7 e uno 5
Beh, Valverde era al primo Fiandre
Inoltre io valverde l'ho sempre visto nelle prime posizioni sui muri mentre Sagan tendeva a sfidarsi un po'.
Sempre che io li abbia seguiti attentamente, cosa non scontata.
Differenza abissale tra i due, senza prendere in esame nemmeno l'esperienza diversa dei due.
Altrimenti diamo i voti sulla base della classifica senza neppure guardare la corsa.
Abruzzese ha scritto:
domenica 7 aprile 2019, 20:34
Oggi mi sono veramente divertito: per la concentrazione di talento che c'era in gruppo, per Van Der Poel che fa il pazzo scatenato, per Don Alejandro che era lì, per Van Avermaet, Van Aert, Sagan, il corsone di Asgreen, Kristoff che continua ad essere una garanzia in certi contesti e chi più ne ha più ne metta.
Sono d'accordo, un Fiandre molto bello che rimarrà nella memoria a lungo per la tensione costante che si è avuta corsa dal Muur in poi. La corsa è stata di fatto aperta per 100 km, senza riuscire a capire fino ai -5 km come sarebbe andata a finire. In tutto questo c'erano elementi di curiosità, come la prova di Valverde e dei ciclocrossisti, un gigantesco Van Der Poel, la tenacia di Van Avermaet, anche oggi un leone, la prova di squadra della EF, il numero di Bettiol, e anche la prova maestosa di Asgreen.
guidobaldo de medici ha scritto:
domenica 7 aprile 2019, 22:43
ma insomma, muovetevi, invitate van der poel in qualche modo e fatelo correre domenica prossima.
è come lasciare fuori merckx perché manca un timbro.
:)
cassius ha scritto:
domenica 7 aprile 2019, 23:24
Niи ha scritto:
domenica 7 aprile 2019, 20:22
- Prima era Cancellara che dava la sensazione di essere imprendibile una volta avvantaggiato. Ora invece abbiamo visto che l'uomo solo al comando spesso arriva, vedi Sagan, vedi Gilbert, vedi Terpstra, ora Bettiol. Eppure nessuno di questi è un cronoman. E in questi esempi, (Sagan a parte) dietro erano sempre in forze maggiori. Eppure. Cosa spinge un gruppo di 3 o 4 corridori in su, una volta assieme a non collaborare per andarsi a giocare la vittoria? E' solo questione di gambe? Non credo. E' più una questione "se non vinco io, non vinci neanche tu" tra diretti rivali? Può essere. Ma che fessi! Parere personale.
È il dilemma del prigioniero in versione ciclistica.
Ed è la cosa che rende il ciclismo affascinante, se no oggi vinceva Kristoff in ciabatte in una volata di 20 che al Fiandre fa un po' tristezza.
Non mi sembra proprio un dilemma del prigioniero, ma trovo la tua lettura in chiave matematica interessantissima.
Stasis ha scritto:
domenica 7 aprile 2019, 17:31
Prima vittoria da pro?
Giro delle Fiandre!
:champion:


mi ricorda la parabola di qualcun altro :diavoletto:


Immagine

:champion:
Walter_White ha scritto:
domenica 7 aprile 2019, 16:00
nikybo85 ha scritto:
domenica 7 aprile 2019, 15:59
pER essere un Fiandre noiosetto...colpa della Katusha che ha ricompattato il gruppo per un 15°posto a cui potrà ambire
Quanto odio ste cose, squadre che tirano senza senso rovinando la corsa
Vorrei fare una riflessione su questi commenti, per invitarvi a rivedere la vostra opinione. Si sta parlando di una delle due corse più importanti dell'anno per Politt. Mettetevi nei panni del corridore, che prepara questo appuntamento da mesi, e per cui una top10 sarebbe già un grande risultato. Politt deve rinunciare alle proprie ambizioni perché il tifoso da divano (me incluso, ovviamente anche a me piace vedere selezione) preferisce che la corsa si sviluppi in altro modo? Questo non c'entra nulla col fatto che poi faccia quinto (grande risultato!) o 50esimo, il suo comportamento è comunque rispettabile. Non sarebbe rispettabile, verso se stesso e verso la squadra, che di questi tempi ha bisogno come il pane di qualche risultato, rinunciare all'inseguimento e arrendersi. Il "15esimo posto", che per i campioni su cui noi focalizziamo le nostre attenzioni è una sonora sconfitta, per tanti altri atleti è un traguardo per cui vale la pena sprecare sudore ogni giorno. Non si deve perdere di vista la realtà della maggior parte del gruppo, composto da onesti mestieranti e non campioni. Altrimenti facciamo partire solo quei 4 o 5 campioni che si giocano la corsa, e lasciamo a casa gli altri che le corse le rovinano, Bettiol incluso. Ebbene sì, ci metto anche il vincitore di oggi, perché quali erano le credenziali alla vigilia di Bettiol (tutti lo abbiamo visto andare forte, ma nessuno lo ha inserito nei pronostici), e come credete che si sarebbe comportata la EF se indietro fosse rimasto lui, invece di Politt? Questo "senza senso" è distaccato dalla realtà, e vi invito a mettervi nei panni dei corridori, che magari non sono campioni e per cui un piazzamento al Giro delle Fiandre è una tale emozione da non dormire la notte.
Questo vale per Politt oggi, ma anche per il Mentjes della situazione, che mette la squadra a tirare per il suo ottavo posto al Tour togliendo le castagne dal fuoco a Froome o chi per lui, quando a Mentjes, giustamente, del suo ottavo posto interessa eccome, perché non è un campione e quello è il suo traguardo, e della battaglia al primo posto interessa meno di zero, perché non è affar suo.


2019 (1°): Giro d'Italia tp 4, 5, 20; Giro d'Italia classifica generale; Tour de France tp 1, 10; Tour of Britain;

Avatar utente
lemond
Messaggi: 12614
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:52
Località: Firenze

Re: Ronde van Vlaanderen 2019

Messaggio da leggere da lemond » lunedì 8 aprile 2019, 8:53

il_panta ha scritto:
lunedì 8 aprile 2019, 2:45
galliano ha scritto:
domenica 7 aprile 2019, 22:32
Walter_White ha scritto:
domenica 7 aprile 2019, 22:18


Beh, Valverde era al primo Fiandre
Inoltre io valverde l'ho sempre visto nelle prime posizioni sui muri mentre Sagan tendeva a sfidarsi un po'.
Sempre che io li abbia seguiti attentamente, cosa non scontata.
Differenza abissale tra i due, senza prendere in esame nemmeno l'esperienza diversa dei due.
Altrimenti diamo i voti sulla base della classifica senza neppure guardare la corsa.
Abruzzese ha scritto:
domenica 7 aprile 2019, 20:34
Oggi mi sono veramente divertito: per la concentrazione di talento che c'era in gruppo, per Van Der Poel che fa il pazzo scatenato, per Don Alejandro che era lì, per Van Avermaet, Van Aert, Sagan, il corsone di Asgreen, Kristoff che continua ad essere una garanzia in certi contesti e chi più ne ha più ne metta.
Sono d'accordo, un Fiandre molto bello che rimarrà nella memoria a lungo per la tensione costante che si è avuta corsa dal Muur in poi. La corsa è stata di fatto aperta per 100 km, senza riuscire a capire fino ai -5 km come sarebbe andata a finire. In tutto questo c'erano elementi di curiosità, come la prova di Valverde e dei ciclocrossisti, un gigantesco Van Der Poel, la tenacia di Van Avermaet, anche oggi un leone, la prova di squadra della EF, il numero di Bettiol, e anche la prova maestosa di Asgreen.
guidobaldo de medici ha scritto:
domenica 7 aprile 2019, 22:43
ma insomma, muovetevi, invitate van der poel in qualche modo e fatelo correre domenica prossima.
è come lasciare fuori merckx perché manca un timbro.
:)
cassius ha scritto:
domenica 7 aprile 2019, 23:24
Niи ha scritto:
domenica 7 aprile 2019, 20:22
- Prima era Cancellara che dava la sensazione di essere imprendibile una volta avvantaggiato. Ora invece abbiamo visto che l'uomo solo al comando spesso arriva, vedi Sagan, vedi Gilbert, vedi Terpstra, ora Bettiol. Eppure nessuno di questi è un cronoman. E in questi esempi, (Sagan a parte) dietro erano sempre in forze maggiori. Eppure. Cosa spinge un gruppo di 3 o 4 corridori in su, una volta assieme a non collaborare per andarsi a giocare la vittoria? E' solo questione di gambe? Non credo. E' più una questione "se non vinco io, non vinci neanche tu" tra diretti rivali? Può essere. Ma che fessi! Parere personale.
È il dilemma del prigioniero in versione ciclistica.
Ed è la cosa che rende il ciclismo affascinante, se no oggi vinceva Kristoff in ciabatte in una volata di 20 che al Fiandre fa un po' tristezza.
Non mi sembra proprio un dilemma del prigioniero, ma trovo la tua lettura in chiave matematica interessantissima.
Stasis ha scritto:
domenica 7 aprile 2019, 17:31
Prima vittoria da pro?
Giro delle Fiandre!
:champion:


mi ricorda la parabola di qualcun altro :diavoletto:


Immagine

:champion:
Walter_White ha scritto:
domenica 7 aprile 2019, 16:00
nikybo85 ha scritto:
domenica 7 aprile 2019, 15:59
pER essere un Fiandre noiosetto...colpa della Katusha che ha ricompattato il gruppo per un 15°posto a cui potrà ambire
Quanto odio ste cose, squadre che tirano senza senso rovinando la corsa
Vorrei fare una riflessione su questi commenti, per invitarvi a rivedere la vostra opinione. Si sta parlando di una delle due corse più importanti dell'anno per Politt. Mettetevi nei panni del corridore, che prepara questo appuntamento da mesi, e per cui una top10 sarebbe già un grande risultato. Politt deve rinunciare alle proprie ambizioni perché il tifoso da divano (me incluso, ovviamente anche a me piace vedere selezione) preferisce che la corsa si sviluppi in altro modo? Questo non c'entra nulla col fatto che poi faccia quinto (grande risultato!) o 50esimo, il suo comportamento è comunque rispettabile. Non sarebbe rispettabile, verso se stesso e verso la squadra, che di questi tempi ha bisogno come il pane di qualche risultato, rinunciare all'inseguimento e arrendersi. Il "15esimo posto", che per i campioni su cui noi focalizziamo le nostre attenzioni è una sonora sconfitta, per tanti altri atleti è un traguardo per cui vale la pena sprecare sudore ogni giorno. Non si deve perdere di vista la realtà della maggior parte del gruppo, composto da onesti mestieranti e non campioni. Altrimenti facciamo partire solo quei 4 o 5 campioni che si giocano la corsa, e lasciamo a casa gli altri che le corse le rovinano, Bettiol incluso. Ebbene sì, ci metto anche il vincitore di oggi, perché quali erano le credenziali alla vigilia di Bettiol (tutti lo abbiamo visto andare forte, ma nessuno lo ha inserito nei pronostici), e come credete che si sarebbe comportata la EF se indietro fosse rimasto lui, invece di Politt? Questo "senza senso" è distaccato dalla realtà, e vi invito a mettervi nei panni dei corridori, che magari non sono campioni e per cui un piazzamento al Giro delle Fiandre è una tale emozione da non dormire la notte.
Questo vale per Politt oggi, ma anche per il Mentjes della situazione, che mette la squadra a tirare per il suo ottavo posto al Tour togliendo le castagne dal fuoco a Froome o chi per lui, quando a Mentjes, giustamente, del suo ottavo posto interessa eccome, perché non è un campione e quello è il suo traguardo, e della battaglia al primo posto interessa meno di zero, perché non è affar suo.
Mamma mia, in tutto quello che hai scritto, l'unica cosa da eccepire è che è un po' troppo, ma che intelligenza ciclistica possiedi. :clap: :cincin:


Fanno festa i musulmani il venerdì
il sabato gli ebrei
la domenica i cristiani
i barbieri il lunedì
e il mitico Lopez, che lavora alla Coop,
... il martedì. :bll:

Strong
Messaggi: 9384
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 11:48

Re: Ronde van Vlaanderen 2019

Messaggio da leggere da Strong » lunedì 8 aprile 2019, 9:58

il_panta ha scritto:
lunedì 8 aprile 2019, 2:45
Vorrei fare una riflessione su questi commenti, per invitarvi a rivedere la vostra opinione. Si sta parlando di una delle due corse più importanti dell'anno per Politt. Mettetevi nei panni del corridore, che prepara questo appuntamento da mesi, e per cui una top10 sarebbe già un grande risultato. Politt deve rinunciare alle proprie ambizioni perché il tifoso da divano (me incluso, ovviamente anche a me piace vedere selezione) preferisce che la corsa si sviluppi in altro modo? Questo non c'entra nulla col fatto che poi faccia quinto (grande risultato!) o 50esimo, il suo comportamento è comunque rispettabile. Non sarebbe rispettabile, verso se stesso e verso la squadra, che di questi tempi ha bisogno come il pane di qualche risultato, rinunciare all'inseguimento e arrendersi. Il "15esimo posto", che per i campioni su cui noi focalizziamo le nostre attenzioni è una sonora sconfitta, per tanti altri atleti è un traguardo per cui vale la pena sprecare sudore ogni giorno. Non si deve perdere di vista la realtà della maggior parte del gruppo, composto da onesti mestieranti e non campioni. Altrimenti facciamo partire solo quei 4 o 5 campioni che si giocano la corsa, e lasciamo a casa gli altri che le corse le rovinano, Bettiol incluso. Ebbene sì, ci metto anche il vincitore di oggi, perché quali erano le credenziali alla vigilia di Bettiol (tutti lo abbiamo visto andare forte, ma nessuno lo ha inserito nei pronostici), e come credete che si sarebbe comportata la EF se indietro fosse rimasto lui, invece di Politt? Questo "senza senso" è distaccato dalla realtà, e vi invito a mettervi nei panni dei corridori, che magari non sono campioni e per cui un piazzamento al Giro delle Fiandre è una tale emozione da non dormire la notte.
Questo vale per Politt oggi, ma anche per il Mentjes della situazione, che mette la squadra a tirare per il suo ottavo posto al Tour togliendo le castagne dal fuoco a Froome o chi per lui, quando a Mentjes, giustamente, del suo ottavo posto interessa eccome, perché non è un campione e quello è il suo traguardo, e della battaglia al primo posto interessa meno di zero, perché non è affar suo.
bravo!
visione da appassionato e non da isterico


i fondamentalisti del ciclismo e gli ultras dei ciclisti sono il male di questo sport.

Avatar utente
udra
Messaggi: 7087
Iscritto il: mercoledì 1 ottobre 2014, 11:29

Re: Ronde van Vlaanderen 2019

Messaggio da leggere da udra » lunedì 8 aprile 2019, 10:27

Concordo con quello che dice ilpanta, ma con un'eccezione: la Dimension Data, squadra plurirecidiva.
Tirare per un uomo da prime 20 posizioni è legittimo e non si discute, ma quando sono 3 anni che puntualmente il tuo miglior uomo in questa corsa non arriva nei primi 50 o quasi e ti metti a tirare allora qualcosa non quadra.
Se lo fa una professional che ha bisogno di visibilità lo comprendo e lo accetto, ma una squadra WT no.
Almeno Mentjes nei 10 ci arrivava, adesso non raccolgono più neanche un mezzo risultato.



Avatar utente
Tranchée d'Arenberg
Messaggi: 18266
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:50
Località: Falconara Albanese (CS)

Re: Ronde van Vlaanderen 2019

Messaggio da leggere da Tranchée d'Arenberg » lunedì 8 aprile 2019, 10:31

cauz. ha scritto:
lunedì 8 aprile 2019, 1:11
giorgio ricci ha scritto:
domenica 7 aprile 2019, 22:05
Se non hai compagni di squadra e sei il più veloce, la vittoria te la devi andare a prendere, non aspettare che ti portino al traguardo.
Oggi, perché avrebbero dovuto regalare la vittoria a Kristoff? Comunque sulla carta c'erano 3 o 4 uomini veloci, chi faceva lo sforzo per prendere Bettiol perdeva e faceva vincere il diretto rivale. Il ciclismo è anche questo.
beh, ma attenzione che kristoff ha tirato come un dannato. se vai a vedere le fasi (disordinate) dell'inseguimento trovi molto spesso il norvegese a menare in testa. poi è chiaro che ogni tanto si sia rialzato pure lui, e altrettanto lampante il fatto che ogni volta che si rialzava qualcuno in testa si trovava langeveld a ruota che tirava i freni :)

però, capisco il discorso che l'uomo veloce non possa farsi portare in carrozza, ma non può nemmeno fare il lavoro di tutti per poi farsi uccellare una volta che partono gli scatti. diciamo che occorre un po' di equilibrio e condivisione nell'inseguimento, e oggi non ci sono stati. mi ha ricordato più il finale di un mondiale che quello di una classica. Se poi ci aggiungi che l'unica squadra che ha corso da squadra, facendo davvero il wolfpack di turno, è stata la EF, il risultato è presto spiegato.
Concordo. La situazione che si è creata ieri è tipica di queste corse quando all'inseguimento non c'è una squadra che possa organizzarsi. Ieri sono rimasti uno per squadra e in quel contesto è chiaro che nessuno dei più veloci può scannarsi alla morte per servire la vittoria agli avversari su un piatto d'argento e viceversa. Nel gruppetto arrivato dietro a Bettiol solo i Quick Step (in 3) e i Lotto (2) erano rappresentati da più di un corridore.

La EF ha corso coi controcazzi, utilizzando ogni corridore al momento giusto, il tutto in prosettiva di Bettiol. Stavolta solo applausi per la banda di Vaughters :clap:

Ultima cosa a proposito di Kristoff: pochi mesi fa dicevo, di fronte a chi prospettava un Kristoff in version gregario full-time a Gaviria, dicevo che in certe corse il Colombiano doveva ancora pulire le scarpe al compagno norvegese. Bene, è ancora esattamente così. Fernando deve crescere ancora per poter dire la sua in certi contesti diversi dalla volata.


Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Generale
Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Classiche
Cobblestone 2013 - 1° Classifica Semiclassiche

FantaCycling Manager 2016 - 1° Classifica (squadre)

nikybo85
Messaggi: 2997
Iscritto il: mercoledì 23 agosto 2017, 0:06

Re: Ronde van Vlaanderen 2019

Messaggio da leggere da nikybo85 » lunedì 8 aprile 2019, 10:52

il_panta ha scritto:
lunedì 8 aprile 2019, 2:45
galliano ha scritto:
domenica 7 aprile 2019, 22:32
Walter_White ha scritto:
domenica 7 aprile 2019, 22:18










Vorrei fare una riflessione su questi commenti, per invitarvi a rivedere la vostra opinione. Si sta parlando di una delle due corse più importanti dell'anno per Politt. Mettetevi nei panni del corridore, che prepara questo appuntamento da mesi, e per cui una top10 sarebbe già un grande risultato. Politt deve rinunciare alle proprie ambizioni perché il tifoso da divano (me incluso, ovviamente anche a me piace vedere selezione) preferisce che la corsa si sviluppi in altro modo? Questo non c'entra nulla col fatto che poi faccia quinto (grande risultato!) o 50esimo, il suo comportamento è comunque rispettabile. Non sarebbe rispettabile, verso se stesso e verso la squadra, che di questi tempi ha bisogno come il pane di qualche risultato, rinunciare all'inseguimento e arrendersi. Il "15esimo posto", che per i campioni su cui noi focalizziamo le nostre attenzioni è una sonora sconfitta, per tanti altri atleti è un traguardo per cui vale la pena sprecare sudore ogni giorno. Non si deve perdere di vista la realtà della maggior parte del gruppo, composto da onesti mestieranti e non campioni. Altrimenti facciamo partire solo quei 4 o 5 campioni che si giocano la corsa, e lasciamo a casa gli altri che le corse le rovinano, Bettiol incluso. Ebbene sì, ci metto anche il vincitore di oggi, perché quali erano le credenziali alla vigilia di Bettiol (tutti lo abbiamo visto andare forte, ma nessuno lo ha inserito nei pronostici), e come credete che si sarebbe comportata la EF se indietro fosse rimasto lui, invece di Politt? Questo "senza senso" è distaccato dalla realtà, e vi invito a mettervi nei panni dei corridori, che magari non sono campioni e per cui un piazzamento al Giro delle Fiandre è una tale emozione da non dormire la notte.
Questo vale per Politt oggi, ma anche per il Mentjes della situazione, che mette la squadra a tirare per il suo ottavo posto al Tour togliendo le castagne dal fuoco a Froome o chi per lui, quando a Mentjes, giustamente, del suo ottavo posto interessa eccome, perché non è un campione e quello è il suo traguardo, e della battaglia al primo posto interessa meno di zero, perché non è affar suo.
Grande Panta :clap: :clap:
hai perfettamente ragione con questo ragionamento. A parte il fatto di aver fatto 5° e non 15° tutto fila, anche rapportato ad altre corse.
Opinione totalmente rivista la mia. Questo è quanto di più positivo si possa trovare in un forum. :stretta:



Avatar utente
Maìno della Spinetta
Messaggi: 6433
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 15:53

Re: Ronde van Vlaanderen 2019

Messaggio da leggere da Maìno della Spinetta » lunedì 8 aprile 2019, 11:02

giusto su Politt, meno male ha finalizzato - è peggio quando tutto questo inseguire viene poi "completato" dal capitano che si perde nella volata, almeno la Katusha ha portato il suo uomo in top 10, e davanti a Sagan, mica poco al Fiandre.

Vedere Bettiol magrolino spavaldo sul Poggio e dominatore sul Kwaremont, vedere Balaverde pimpante in via Roma e a Oudenarde, o Nibali che fa top 10 alla Sanremo ben 4 volte e l'anno scorso fa l'azione decisiva con Terpstra (BTW, il buon Nicky salta anche la Roubaix perché in osservazione dopo la brutta caduta. Ha perso conoscenza e i medici hanno escluso possa correre) mi fa venire una riflessione:
la distinzinzione pietre - resto del mondo non è più vera. La Roubaix è un conto, ma il pavé gentile del circuito finale, ben conosciuto, dove tutti passano e ripassano, poco sconnesso perché risistemato da poco, rende il Fiandre una classica "come le altre" - Alaphilippe potrebbe vincerla un giorno. Bettiol è leggerino, il discorso dei kg e dei watt di Cancellara o Sagan mi sembra ormai sfumato, e valga solo per Roubaix. Chi vince in via Roma può vincere nelle Fiandre o a Liegi. Le tre classiche sono in tutto e per tutto aperte a simili soluzioni.


“Our interest’s on the dangerous edge of things.
The honest thief, the tender murderer, the superstitious atheist”.

Avatar utente
cauz.
Messaggi: 12425
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:53
Località: milano
Contatta:

Re: Ronde van Vlaanderen 2019

Messaggio da leggere da cauz. » lunedì 8 aprile 2019, 11:16

il_panta ha scritto:
lunedì 8 aprile 2019, 2:45

Vorrei fare una riflessione su questi commenti, per invitarvi a rivedere la vostra opinione. Si sta parlando di una delle due corse più importanti dell'anno per Politt. Mettetevi nei panni del corridore, che prepara questo appuntamento da mesi, e per cui una top10 sarebbe già un grande risultato. Politt deve rinunciare alle proprie ambizioni perché il tifoso da divano (me incluso, ovviamente anche a me piace vedere selezione) preferisce che la corsa si sviluppi in altro modo? Questo non c'entra nulla col fatto che poi faccia quinto (grande risultato!) o 50esimo, il suo comportamento è comunque rispettabile. Non sarebbe rispettabile, verso se stesso e verso la squadra, che di questi tempi ha bisogno come il pane di qualche risultato, rinunciare all'inseguimento e arrendersi. Il "15esimo posto", che per i campioni su cui noi focalizziamo le nostre attenzioni è una sonora sconfitta, per tanti altri atleti è un traguardo per cui vale la pena sprecare sudore ogni giorno. Non si deve perdere di vista la realtà della maggior parte del gruppo, composto da onesti mestieranti e non campioni. Altrimenti facciamo partire solo quei 4 o 5 campioni che si giocano la corsa, e lasciamo a casa gli altri che le corse le rovinano, Bettiol incluso. Ebbene sì, ci metto anche il vincitore di oggi, perché quali erano le credenziali alla vigilia di Bettiol (tutti lo abbiamo visto andare forte, ma nessuno lo ha inserito nei pronostici), e come credete che si sarebbe comportata la EF se indietro fosse rimasto lui, invece di Politt? Questo "senza senso" è distaccato dalla realtà, e vi invito a mettervi nei panni dei corridori, che magari non sono campioni e per cui un piazzamento al Giro delle Fiandre è una tale emozione da non dormire la notte.
Questo vale per Politt oggi, ma anche per il Mentjes della situazione, che mette la squadra a tirare per il suo ottavo posto al Tour togliendo le castagne dal fuoco a Froome o chi per lui, quando a Mentjes, giustamente, del suo ottavo posto interessa eccome, perché non è un campione e quello è il suo traguardo, e della battaglia al primo posto interessa meno di zero, perché non è affar suo.

osservazione assolutamente condivisibile per quanto riguarda le corse in linea.
meno per le corse a tappe, dove le dinamiche di gara più spesso consigliano di lasciare l'inseguimento in mano al leader, anche a costo di rischiare un piazzamento, perchè c'è sempre un giorno dopo in cui si corre di nuovo e con fatiche accumulate nelle gambe.

il punto chiaramente non è modificare la propria tattica per compiacere il pubblico, ma talvolta osare e mettere a rischio il proprio 5°, 8°, 17° posto per la possibilità di prendersi un podio o una vittoria. è qualcosa che i campioni sanno fare, forse perchè in quanto campioni sanno che il podio perso lo agguanteranno domani.


"Il male trionfa sempre, perche' il bene e' stupido" [Lord Casco]
@cauz_ | bidonmagazine.org | confindustrial.noblogs.org

rizz23
Messaggi: 1951
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:23
Contatta:

Re: Ronde van Vlaanderen 2019

Messaggio da leggere da rizz23 » lunedì 8 aprile 2019, 11:32

Poi con calma me la raccontate bene, perché non è che ci abbia ancora capito molto :D




Rispondi