Dietromacchina, bidon collé, aiuti vari e VAR

Il mondo dei professionisti tra gare e complessità, e più in generale l'approccio al ciclismo di ogni appassionato
Avatar utente
Walter_White
Messaggi: 13670
Iscritto il: mercoledì 23 marzo 2016, 18:01

Re: Mondiali 2019 - prova in linea Under 23

Messaggio da leggere da Walter_White » sabato 28 settembre 2019, 10:59

34x27 ha scritto:
sabato 28 settembre 2019, 9:24
Walter_White ha scritto:
sabato 28 settembre 2019, 9:12
C'era il segmento di strava di Demare che aveva distrutto il record della Cipressa, creando questo precedente potrebbero benissimo togliergli la vittoria anche a lui
La VAR propriamente detta non è stata implementata solo qualche anno dopo?
Certo, infatti era una provocazione. Non so che video abbiano visto i commissari, noi possiamo commentare basandoci su quelli che hai postato tu in un altro thread; su quella base, squalifica ridicola. Ed è la stessa UCI che non ha fermato le ammiraglie nella tappa della Vuelta in cui la Movistar si era avvantaggiata con Roglic caduto. Lì si che si fecero 5 km dietro macchina, e nessuno disse nulla.


FCC 2018/19: 1°; Superprestige; Gran Combinata
FCC 2017/18: 3°; Trofeo dei titoli; Campionato Europeo Donne Elite, Campionato del Mondo Donne Elite, ROTY


Avatar utente
nino58
Messaggi: 11329
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 14:38

Re: Mondiali 2019 - prova in linea Under 23

Messaggio da leggere da nino58 » sabato 28 settembre 2019, 11:00

Fiandre ha scritto:
sabato 28 settembre 2019, 10:12
Intanto leggendo un po'di tweet dei corridoi, è un eufemismo dire che praticamente tutti sono contro alla decisione della giuria
Greipel parla di vergogna assoluta
E' un velocista di stazza e, come quasi tutti i velocisti di stazza, spesso in guerra con il tempo massimo.
Possiamo capirlo.
Dopodichè, oggi come oggi se ti beccano sai che puoi essere squalificato.
Tutti lo sanno come tutti sanno che c'è una certa tolleranza.
Il punto è quantificare, per regolamento, quello che si può o non si può fare e non lasciarlo alla discrezionalità delle giurie.


Von Rock ? Nein, danke.
Diritto di correre senza condizioni a chi ha scontato una squalifica !!!

Bomby
Messaggi: 1444
Iscritto il: martedì 17 giugno 2014, 20:23

Re: Mondiali 2019 - prova in linea Under 23

Messaggio da leggere da Bomby » sabato 28 settembre 2019, 11:19

Da quanto ho capito è un'iniziativa della giuria, nè Cassani nè il CT Under, sentiti dalla Rai ne sapevano niente, quindi non hanno fatto loro il ricorso.

Detto questo, se la scorrettezza c'è stata (e la giuria ha a disposizione le immagini integrali e i dati GPS), si sa che al mondiale c'è la VAR, così come nelle grandi classiche e nei grandi giri, e che avrà un suo regolamento, oltre ai giudici in moto, e secondo me bastano anche quelli, ci sta la squalifica. Certo sarebbe stato meglio fosse avvenuta nell'immediato, in questo modo la gara è stata falsata. Ma sino ad ora di squalifiche in diretta non ne ricordo; la squalifica poi è stata comminata in tempi ragionevolmente brevi, prima della premiazione. Sarebbe fondamentale però che la giuria fornisca immagini e dati a supporto della decisione, il prima possibile.

Proviamo a ribaltare la situazione. L'olandese vince, poi si viene a sapere che ha goduto di un traino prolungato (e non un semplice dentro-fuori dalle ammiraglie magari con brevi traini, che li reputo legittimi se uno è caduto o ha forato). Come la mettiamo? Sarebbe stata un'ingiustizia anche quella, al pari di quanto successo con Demare alla Sanremo. Dainese, per dire, ha forato e poi non è più potuto rientrare, dato che a differenza dell'olandese pare non abbia goduto di aiuti esterni. Konyshev è stato squalificato perchè ha usufruito di questi aiuti.

Un minimo di elasticità nel regolamento fa sempre bene, però a tutto ci deve essere un limite: 5 secondi di traino sono una cosa, 4 km di scia e traino un'altra. Come sempre la fumosità tipica dell'UCI non aiuta.

Poi sono d'accordo con chi dice che basarsi solo sulla copertura delle immagini della TV non è pienamente sufficiente, c'è un indice di aleatorietà (se non c'è nè una telecamera nè un giudice, nessuno può dire niente), però diventa difficile attrezzare e analizzare in real time le immagini di 176 corridori o 44 ammiraglie o n elementi della scorta.

In ogni caso sono stati squalificati anche altri corridori per lo stesso motivo (tra cui un italiano, un colpo al cerchio e uno alla botte?), ma sospetto che se fosse arrivato 60esimo non sarebbe stato squalificato.



Fedaia
Messaggi: 1571
Iscritto il: sabato 11 giugno 2016, 19:18

Re: Mondiali 2019 - prova in linea Under 23

Messaggio da leggere da Fedaia » sabato 28 settembre 2019, 11:24

La si fa piu’ lunga di quello che e’.
Il regolamento parla chiaro, e’ stato colto in flagrante e quindi punito.
Non tutti ladri vengono beccati e arrestati, ahinoi, ma quando capita, nessuno nutre dubbi sul fatto che debbano essere sanzionati dalla legge.



Mario Rossi
Messaggi: 545
Iscritto il: giovedì 1 novembre 2018, 14:57

Re: Mondiali 2019 - prova in linea Under 23

Messaggio da leggere da Mario Rossi » sabato 28 settembre 2019, 11:34

Non voglio fare il complottista ma io, seppur ritengo giusta la squalifica perchè ci sono delle regole e vanno rispettate, credo che la posizione borderline del buon Pidcock( atleta di punta della spedizione della nazionale di casa) abbia spinto la giuria a indagare. Sinceramente in altre corse ho visto cose di uguale portata non sanzionate.




Avatar utente
barrylyndon
Messaggi: 14010
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 15:20

Re: Mondiali 2019 - prova in linea Under 23

Messaggio da leggere da barrylyndon » sabato 28 settembre 2019, 11:52

Ribadisco...in tv non si e' mai visto un corridore nella scia di una singola ammiraglia per 3 km...
che dopo succeda puo' essere...
Ma se e' evidente non vedo come non si possa prendere provvedimenti.
Per Winter,il caso di Nibali era ancora piu' evidente..
eppure fu squalificato a fine tappa.


Nibali sta a Froome come Thoeni stava a Klammer.

Merlozoro
Messaggi: 7442
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:47
Località: Trento

Re: Mondiali 2019 - prova in linea Under 23

Messaggio da leggere da Merlozoro » sabato 28 settembre 2019, 12:10

Però... davanti a quanto andavano? Doveva restare al vento fuori dalla scia delle ammiraglie per 2,5 km perché non riusciva a rientrare immediatamente? Un po' di tempo per riprendersi dallo shock e dal dolore della caduta glielo diamo, per tirare il fiato?

Ripeto, caduta a 120/130 km dalla fine...si rialza, spalla slogata, rientra in gruppo e successivamente rientra sull'azione del gruppo Battistella (facendo tutto il lavoro lui) e vincendo la volata finale.

Non so, precedente pericoloso...i professionisti lo sanno e non sono molto allineati con la decisione presa.


2018: classifica generale L'ALTRO circuito 1000

Merlozoro
Messaggi: 7442
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:47
Località: Trento

Re: Mondiali 2019 - prova in linea Under 23

Messaggio da leggere da Merlozoro » sabato 28 settembre 2019, 12:12

D'ora in poi ogni DS in ammiraglia è meglio che si guardi le spalle :diavoletto:


2018: classifica generale L'ALTRO circuito 1000

marco_graz
Messaggi: 1298
Iscritto il: giovedì 6 ottobre 2016, 16:26

Re: Mondiali 2019 - prova in linea Under 23

Messaggio da leggere da marco_graz » sabato 28 settembre 2019, 12:22

Onestamente dopo la squalifica a Moscon come anche a Nibali mi sembra semplicemente una decisione giusta. Anzi un peccato per Battistella che non ha potuto alzare le mani al cielo all'arrivo. Ovviamente sarebbe stato meglio se fosse successo in corsa e non dopo.

Poi secondo me e' anche un'avvisaglia per gli Elite che non si prendino troppe liberta'..



nime
Messaggi: 1041
Iscritto il: domenica 22 novembre 2015, 10:50

Re: Mondiali 2019 - prova in linea Under 23

Messaggio da leggere da nime » sabato 28 settembre 2019, 12:40

ipotizziamo per assurdo che il 2° posto lo faceva Higuita,

con la squalifica il mondiale lo vinceva lui e ci saremmo ritrovati con una situazione paradossale, perchè senza l'aiuto di Eekhoff non sarebbe mai rientrato e quindi con un risultato finale sfalsato

cioè a prescindere, in futuro che sia un sistema di telemetria che generi allarmi o altro, non si può ripetere una situazione simile con una squalifica all''arrivo per un fatto accaduto 123 km prima



Bomby
Messaggi: 1444
Iscritto il: martedì 17 giugno 2014, 20:23

Re: Mondiali 2019 - prova in linea Under 23

Messaggio da leggere da Bomby » sabato 28 settembre 2019, 12:59

Merlozoro ha scritto:
sabato 28 settembre 2019, 12:10
Però... davanti a quanto andavano? Doveva restare al vento fuori dalla scia delle ammiraglie per 2,5 km perché non riusciva a rientrare immediatamente? Un po' di tempo per riprendersi dallo shock e dal dolore della caduta glielo diamo, per tirare il fiato?

Ripeto, caduta a 120/130 km dalla fine...si rialza, spalla slogata, rientra in gruppo e successivamente rientra sull'azione del gruppo Battistella (facendo tutto il lavoro lui) e vincendo la volata finale.

Non so, precedente pericoloso...i professionisti lo sanno e non sono molto allineati con la decisione presa.
Quanti altri sono caduti e non sono riusciti a rientrare perchè non hanno avuto aiuti?



Avatar utente
cauz.
Messaggi: 12432
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 12:53
Località: milano
Contatta:

Re: Mondiali 2019 - prova in linea Under 23

Messaggio da leggere da cauz. » sabato 28 settembre 2019, 13:10

Niи ha scritto:
sabato 28 settembre 2019, 10:20
A chi dice di vietare qualsiasi scia o aiutino, deve essere pronto a vedere gare in cui un Sagan o un MvdP rimangano fuori dai giochi in una classica a 120 km dal traguardo per una foratura. A corsa già lanciata anche una squadra intera farebbe molta fatica chiudere più di 1 minuto dal gruppo con le sole forze. Anche perché se non si vogliono le scie vuole dire che come minimo le prime ammiraglie le lasci a debita distanza dal gruppo, almeno 1 km per stare sicuri.

Io preferisco potermi godere lo spettacolo con tutti i migliori non tagliati fuori da forature.

c'è un aspetto fondamentale però: le scie, specie quelle così ravvicinate, sono pericolosissime. la vicenda di girdlestone avrebbe dovuto insegnare qualcosa, invece è passata ed è stata dimenticata velocemente.

io sarei solo favorevole se le scie venissero bandite. starei più morbido sui bidon collè proprio per limitare il peso degli incidenti. le mie perplessità qui non sono sul regolamento ma, come già scritto altrove (*) è la gestione soprattutto dal punto di vista comunicativo di questa vicenda che fa acqua da tutte le parti.

(*) la discussione è doppia, se ne parla anche qui: viewtopic.php?f=4&t=9176&start=200 - consiglierei ad Admin (e lo taggo) di unire tutti i post nella sezione apposito.
Admin ha scritto:


"Il male trionfa sempre, perche' il bene e' stupido" [Lord Casco]
@cauz_ | bidonmagazine.org | confindustrial.noblogs.org

Merlozoro
Messaggi: 7442
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:47
Località: Trento

Re: Mondiali 2019 - prova in linea Under 23

Messaggio da leggere da Merlozoro » sabato 28 settembre 2019, 13:15

.


2018: classifica generale L'ALTRO circuito 1000

Merlozoro
Messaggi: 7442
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:47
Località: Trento

Re: Mondiali 2019 - prova in linea Under 23

Messaggio da leggere da Merlozoro » sabato 28 settembre 2019, 13:18

Bomby ha scritto:
sabato 28 settembre 2019, 12:59
Merlozoro ha scritto:
sabato 28 settembre 2019, 12:10
Però... davanti a quanto andavano? Doveva restare al vento fuori dalla scia delle ammiraglie per 2,5 km perché non riusciva a rientrare immediatamente? Un po' di tempo per riprendersi dallo shock e dal dolore della caduta glielo diamo, per tirare il fiato?

Ripeto, caduta a 120/130 km dalla fine...si rialza, spalla slogata, rientra in gruppo e successivamente rientra sull'azione del gruppo Battistella (facendo tutto il lavoro lui) e vincendo la volata finale.

Non so, precedente pericoloso...i professionisti lo sanno e non sono molto allineati con la decisione presa.
Quanti altri sono caduti e non sono riusciti a rientrare perchè non hanno avuto aiuti?
Posso essere d'accordo... però vorrei vederlo applicato sempre...non vorrei più vedere corridori rientrare sulla lunga fila delle ammiraglie grazie ad un dietro macchina lampante oppure borracce che non vengono lasciate subito, in qualsiasi momento della gara, perché la corsa è corsa sempre (anche per il tempo massimo).

Il problema è questo falso "buonsenso" che viene applicato..3" si, 5" va bene, 8" ni, 12" no...una scia ogni tanto, una borraccia qui e una li e si rientra.

Ripeto un punto però...120 km dalla fine. Non penso che abbia risparmiato la gamba per i km finali grazie a quello successo 3 ore prima (tralasciando il dolore fisico).

Siccome ho visto solo gli ultimi 50 km, Dainese è rimasto invischiato nella stessa caduta? Al primo passaggio nel circuito mi sembrava di averlo visto in un gruppo a 34" dai battistrada.


2018: classifica generale L'ALTRO circuito 1000

Merlozoro
Messaggi: 7442
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:47
Località: Trento

Re: Mondiali 2019 - prova in linea Under 23

Messaggio da leggere da Merlozoro » sabato 28 settembre 2019, 13:19

Ultima cosa..ma Eekhoff quando è rientrato nel gruppo? A quanti km dalla fine? Si erano già creato ventagli o vari gruppetti?


2018: classifica generale L'ALTRO circuito 1000

Bomby
Messaggi: 1444
Iscritto il: martedì 17 giugno 2014, 20:23

Re: Mondiali 2019 - prova in linea Under 23

Messaggio da leggere da Bomby » sabato 28 settembre 2019, 13:34

Merlozoro ha scritto:
sabato 28 settembre 2019, 13:18
Bomby ha scritto:
sabato 28 settembre 2019, 12:59
Merlozoro ha scritto:
sabato 28 settembre 2019, 12:10
Però... davanti a quanto andavano? Doveva restare al vento fuori dalla scia delle ammiraglie per 2,5 km perché non riusciva a rientrare immediatamente? Un po' di tempo per riprendersi dallo shock e dal dolore della caduta glielo diamo, per tirare il fiato?

Ripeto, caduta a 120/130 km dalla fine...si rialza, spalla slogata, rientra in gruppo e successivamente rientra sull'azione del gruppo Battistella (facendo tutto il lavoro lui) e vincendo la volata finale.

Non so, precedente pericoloso...i professionisti lo sanno e non sono molto allineati con la decisione presa.
Quanti altri sono caduti e non sono riusciti a rientrare perchè non hanno avuto aiuti?
Posso essere d'accordo... però vorrei vederlo applicato sempre...non vorrei più vedere corridori rientrare sulla lunga fila delle ammiraglie grazie ad un dietro macchina lampante oppure borracce che non vengono lasciate subito, in qualsiasi momento della gara, perché la corsa è corsa sempre (anche per il tempo massimo).

Il problema è questo falso "buonsenso" che viene applicato..3" si, 5" va bene, 8" ni, 12" no...una scia ogni tanto, una borraccia qui e una li e si rientra.

Ripeto un punto però...120 km dalla fine. Non penso che abbia risparmiato la gamba per i km finali grazie a quello successo 3 ore prima (tralasciando il dolore fisico).

Siccome ho visto solo gli ultimi 50 km, Dainese è rimasto invischiato nella stessa caduta? Al primo passaggio nel circuito mi sembrava di averlo visto in un gruppo a 34" dai battistrada.
Qui non si parla di 5'' di traino, che sono anche passabili (non siamo così fiscali), ma 80 km/h fatti in pianura: quindi è andato più veloce del gruppo (molto) e ha goduto di un vantaggio che altri non hanno avuto. Il dentro-fuori delle ammiraglie è pericoloso -vero, ma lo è anche fare gli 80 in discesa col burrone di fianco-, ma lo ritengo tollerabile se uno è caduto, perchè alla fine ne possono usufruire un po' tutti, anche qualche secondo di bidon collè, specie se non si viene lanciati. Altro discorso è il traino o la scia prolungati, come pare che sia avvenuto qui, nel caso di Nibali o Moscon (lì il traino fu breve, ma in una salita) o di Demare alla Sanremo. Specie se ad aiutarti è solo e soltanto la tua ammiraglia.



Avatar utente
sceriffo
Messaggi: 2557
Iscritto il: lunedì 11 aprile 2011, 23:48

Re: Mondiali 2019 - prova in linea Under 23

Messaggio da leggere da sceriffo » sabato 28 settembre 2019, 13:42

Chi ha corso in bici a buon livello (bastano qualche corsa categoria dilettanti elite un tempo, oggi Under23), sa benissimo che se per incidente meccanico o caduta perdi un minuto, con il gruppo lanciato e col vento in faccia, non rientri più nemmeno col motorino.
Facciamo così: mettiamo una gara in bici e una partita di calcio sullo stesso piano: qualcuno ha mai obbiettato se la partita viene interrotta per soccorrere l'atleta? Magari in certi finali ci si marcia sopra per far trascorrere un pò di tempo e cercare di limare qualche secondo alla fase di gioco. Siccome non si può fermare il gruppo, si consente il rientro dietro macchina. Mi sembra una cosa di buon senso.



Fedaia
Messaggi: 1571
Iscritto il: sabato 11 giugno 2016, 19:18

Re: Mondiali 2019 - prova in linea Under 23

Messaggio da leggere da Fedaia » sabato 28 settembre 2019, 13:53

Le cadute, le forature fanno parte della corsa. Dovremmo riscrivere interi albi d’oro e intere carriere, se si facesse come dici tu.
Il ciclismo non e’ il calcio.
Anche lo sci e’ crudele in tal senso, vai a terra dopo 5 secondi, sei fuori, game over. Sono le regole del gioco.
Il corridore di ieri e’ stato sfortunato, vero, ma a 120 km dall’arrivo, hai tutto il tempo teorico di rientrare, grazie all’aiuto dei compagni di nazionale o altra gente come te attardata.
Non puoi fare traino, e riportarti bellamente in gruppo. Mi pare lapalissiano che si tratti di un’infrazione al regolamento.
E se vogliamo metterla sul piano del “falsato” come leggevo qualche post addietro, potrei avere il dirittto di sostenere che senza questo regalo dell’ammiraglia, l’olandese non avrebbe avuto quel briciolo di energia utile a farlo vincere in volata.



Avatar utente
sceriffo
Messaggi: 2557
Iscritto il: lunedì 11 aprile 2011, 23:48

Re: Mondiali 2019 - prova in linea Under 23

Messaggio da leggere da sceriffo » sabato 28 settembre 2019, 14:01

Fedaia ha scritto:
sabato 28 settembre 2019, 13:53
Le cadute, le forature fanno parte della corsa. Dovremmo riscrivere interi albi d’oro e intere carriere, se si facesse come dici tu.
Il ciclismo non e’ il calcio.
Anche lo sci e’ crudele in tal senso, vai a terra dopo 5 secondi, sei fuori, game over. Sono le regole del gioco.
Il corridore di ieri e’ stato sfortunato, vero, ma a 120 km dall’arrivo, hai tutto il tempo teorico di rientrare, grazie all’aiuto dei compagni di nazionale o altra gente come te attardata.
Non puoi fare traino, e riportarti bellamente in gruppo. Mi pare lapalissiano che si tratti di un’infrazione al regolamento.
E se vogliamo metterla sul piano del “falsato” come leggevo qualche post addietro, potrei avere il dirittto di sostenere che senza questo regalo dell’ammiraglia, l’olandese non avrebbe avuto quel briciolo di energia utile a farlo vincere in volata.
A parte le GF o il giro del campanile hai mai fatto una corsa in bici? Sai cosa vuol dire programmare una stagione, fare sacrifici importanti e rinunce e poi magari qualcuno ti cade davanti e ti devi fermare a 130 km dall'arrivo? Sai cosa vuol dire il gruppo che va a 50 all'ora e tu ti devi rimettere in sella, con o senza la scia delle ammiraglie? Ecco, metti questo più il fatto che l'Olandese ha vinto con le sue gambe, non grazie a traino, e nel bel mezzo della festa gli hanno detto: non mi dispiace, non è vero nulla!
Poi se vogliamo fare i Savonarola, allora lo facciamo da qui in poi, con tutti. Compreso Giro e Tour, che lo finirebbero in 15 + 20. E poi magari invocate lo spettacolo



Fedaia
Messaggi: 1571
Iscritto il: sabato 11 giugno 2016, 19:18

Re: Mondiali 2019 - prova in linea Under 23

Messaggio da leggere da Fedaia » sabato 28 settembre 2019, 14:08

sceriffo ha scritto:
sabato 28 settembre 2019, 14:01
Fedaia ha scritto:
sabato 28 settembre 2019, 13:53
Le cadute, le forature fanno parte della corsa. Dovremmo riscrivere interi albi d’oro e intere carriere, se si facesse come dici tu.
Il ciclismo non e’ il calcio.
Anche lo sci e’ crudele in tal senso, vai a terra dopo 5 secondi, sei fuori, game over. Sono le regole del gioco.
Il corridore di ieri e’ stato sfortunato, vero, ma a 120 km dall’arrivo, hai tutto il tempo teorico di rientrare, grazie all’aiuto dei compagni di nazionale o altra gente come te attardata.
Non puoi fare traino, e riportarti bellamente in gruppo. Mi pare lapalissiano che si tratti di un’infrazione al regolamento.
E se vogliamo metterla sul piano del “falsato” come leggevo qualche post addietro, potrei avere il dirittto di sostenere che senza questo regalo dell’ammiraglia, l’olandese non avrebbe avuto quel briciolo di energia utile a farlo vincere in volata.
A parte le GF o il giro del campanile hai mai fatto una corsa in bici? Sai cosa vuol dire programmare una stagione, fare sacrifici importanti e rinunce e poi magari qualcuno ti cade davanti e ti devi fermare a 130 km dall'arrivo? Sai cosa vuol dire il gruppo che va a 50 all'ora e tu ti devi rimettere in sella, con o senza la scia delle ammiraglie? Ecco, metti questo più il fatto che l'Olandese ha vinto con le sue gambe, non grazie a traino, e nel bel mezzo della festa gli hanno detto: non mi dispiace, non è vero nulla!
Poi se vogliamo fare i Savonarola, allora lo facciamo da qui in poi, con tutti. Compreso Giro e Tour, che lo finirebbero in 15 + 20. E poi magari invocate lo spettacolo
Ahhahahahahaha.
Hai preso una bella topica, caro mio. Ho corso fino ai dilettanti, altroche corsa di paese..
Non perdo tempo a risponderti, dal momento che la stai mettendo su un piano, quello retorico e sentimentalista, che nulla hanno a che spartire con le leggi dello sport.
Per il resto, ho gia’ spiegato: pagine e pagine votate alle opinioni, quando in presenza di una regola chiara, infranta in maniera cosi vistosa, non ci sarebbe nemmeno da discutere.
Possiamo poi disquisire sulle tempistiche di intervento, ma quello e’ altro affare.



jumbo
Messaggi: 5281
Iscritto il: sabato 1 ottobre 2011, 10:42

Re: Mondiali 2019 - prova in linea Under 23

Messaggio da leggere da jumbo » sabato 28 settembre 2019, 14:12

Certo, facciamolo con tutti, con regole univoche.
A me dà fastidio anche solo vedere i corridori che puntano le motoripresa 10 metri avanti.
Ultima modifica di jumbo il sabato 28 settembre 2019, 14:13, modificato 2 volte in totale.



Avatar utente
Walter_White
Messaggi: 13670
Iscritto il: mercoledì 23 marzo 2016, 18:01

Re: Mondiali 2019 - prova in linea Under 23

Messaggio da leggere da Walter_White » sabato 28 settembre 2019, 14:13

Ultima modifica di Walter_White il sabato 28 settembre 2019, 14:13, modificato 1 volta in totale.


FCC 2018/19: 1°; Superprestige; Gran Combinata
FCC 2017/18: 3°; Trofeo dei titoli; Campionato Europeo Donne Elite, Campionato del Mondo Donne Elite, ROTY

Avatar utente
sceriffo
Messaggi: 2557
Iscritto il: lunedì 11 aprile 2011, 23:48

Re: Mondiali 2019 - prova in linea Under 23

Messaggio da leggere da sceriffo » sabato 28 settembre 2019, 14:13

Fedaia ha scritto:
sabato 28 settembre 2019, 14:08
sceriffo ha scritto:
sabato 28 settembre 2019, 14:01
Fedaia ha scritto:
sabato 28 settembre 2019, 13:53
Le cadute, le forature fanno parte della corsa. Dovremmo riscrivere interi albi d’oro e intere carriere, se si facesse come dici tu.
Il ciclismo non e’ il calcio.
Anche lo sci e’ crudele in tal senso, vai a terra dopo 5 secondi, sei fuori, game over. Sono le regole del gioco.
Il corridore di ieri e’ stato sfortunato, vero, ma a 120 km dall’arrivo, hai tutto il tempo teorico di rientrare, grazie all’aiuto dei compagni di nazionale o altra gente come te attardata.
Non puoi fare traino, e riportarti bellamente in gruppo. Mi pare lapalissiano che si tratti di un’infrazione al regolamento.
E se vogliamo metterla sul piano del “falsato” come leggevo qualche post addietro, potrei avere il dirittto di sostenere che senza questo regalo dell’ammiraglia, l’olandese non avrebbe avuto quel briciolo di energia utile a farlo vincere in volata.
A parte le GF o il giro del campanile hai mai fatto una corsa in bici? Sai cosa vuol dire programmare una stagione, fare sacrifici importanti e rinunce e poi magari qualcuno ti cade davanti e ti devi fermare a 130 km dall'arrivo? Sai cosa vuol dire il gruppo che va a 50 all'ora e tu ti devi rimettere in sella, con o senza la scia delle ammiraglie? Ecco, metti questo più il fatto che l'Olandese ha vinto con le sue gambe, non grazie a traino, e nel bel mezzo della festa gli hanno detto: non mi dispiace, non è vero nulla!
Poi se vogliamo fare i Savonarola, allora lo facciamo da qui in poi, con tutti. Compreso Giro e Tour, che lo finirebbero in 15 + 20. E poi magari invocate lo spettacolo
Ahhahahahahaha.
Hai preso una bella topica, caro mio. Ho corso fino ai dilettanti, altroche corsa di paese..
Non perdo tempo a risponderti, dal momento che la stai mettendo su un piano, quello retorico e sentimentalista, che nulla hanno a che spartire con le leggi dello sport.
Per il resto, ho gia’ spiegato: pagine e pagine votate alle opinioni, quando in presenza di una regola chiara, infranta in maniera cosi vistosa, non ci sarebbe nemmeno da discutere.
Possiamo poi disquisire sulle tempistiche di intervento, ma quello e’ altro affare.
E allora sai corso sai bene di cosa stiamo parlando e non mi dire che non sei rientrato dietro una macchina, magari anche in discesa. Ed è (era?) per tutti cosa normale. Infatti il parere degli atleti è abbastanza unanime. E invece no, la componente umana deve essere fondamentale in qualsiasi sport.



Fedaia
Messaggi: 1571
Iscritto il: sabato 11 giugno 2016, 19:18

Re: Mondiali 2019 - prova in linea Under 23

Messaggio da leggere da Fedaia » sabato 28 settembre 2019, 14:16

Walter_White ha scritto:
sabato 28 settembre 2019, 14:13
Video della scia

https://twitter.com/petercossins/status ... 5798282240
Direi eloquente..
L’avete visto quel poveretto che viene passato a doppia velocita’ sul lato strada?
Dai di che parliamo...



Basso
Messaggi: 15246
Iscritto il: sabato 21 maggio 2011, 18:03
Località: Vicenza

Re: Mondiali 2019 - prova in linea Under 23

Messaggio da leggere da Basso » sabato 28 settembre 2019, 14:29



11 Vuelta 7-Prato
12 Appennino-Japan
13 Giro 9-CN ITA-Vuelta 20-Sabatini
14 Vasco-Dauphiné-Tour 3-Tour 21-Pologne-Tre Valli
15 Laigueglia-Escaut-Giro 2-Giro 18-Giro GC-Tour 13-Fourmies
16 Nice-Vuelta 12
17 Frankfurt-Tour 11-Vuelta 16-Chrono
18 Bianche-DePanne-Romandie-Köln-Piemonte-Chrono
19 Nice-Turkey-Portugal-Vuelta 10

Avatar utente
TIC
Messaggi: 7409
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:20

Re: Mondiali 2019 - prova in linea Under 23

Messaggio da leggere da TIC » sabato 28 settembre 2019, 14:37

Comunque l'olandese era il piu forte. Se non cadeva , malgrado il dietro macchina, avrebbe speso meno.
E' colpa dell'industria dei formaggi.


Henry Kissinger : (Ad un summit presso il Ministero degli Esteri alla fine dell'intervento di Aldo Moro) Chi parla in questo modo non può che essere un imbroglione e non può che rappresentare un popolo di imbroglioni.

marco_graz
Messaggi: 1298
Iscritto il: giovedì 6 ottobre 2016, 16:26

Re: Mondiali 2019 - prova in linea Under 23

Messaggio da leggere da marco_graz » sabato 28 settembre 2019, 14:44

TIC ha scritto:
sabato 28 settembre 2019, 14:37
Comunque l'olandese era il piu forte. Se non cadeva , malgrado il dietro macchina, avrebbe speso meno.
E' colpa dell'industria dei formaggi.
in realta' ha speso meno cosi, dietro macchina in pratica non si fa nessuna fatica specialmente come lui che era a un millimetro dal parafanghi.

Squalifica atto dovuto, l'unica pecca e' che non sia stata attuata subito.



Admin
Messaggi: 13827
Iscritto il: domenica 21 giugno 2009, 22:48

Re: Mondiali 2019 - prova in linea Under 23

Messaggio da leggere da Admin » sabato 28 settembre 2019, 14:46

cauz. ha scritto:
sabato 28 settembre 2019, 13:10

(*) la discussione è doppia, se ne parla anche qui: viewtopic.php?f=4&t=9176&start=200 - consiglierei ad Admin (e lo taggo) di unire tutti i post nella sezione apposito.
Ho cambiato il titolo del thread, questo può restare qui come discussione generica su casi del genere.


Pantani è una leggenda come Coppi e Bartali

Avatar utente
Kwaremont
Messaggi: 122
Iscritto il: martedì 21 maggio 2019, 12:59

Re: Dietromacchina, bidon collé, aiuti vari e VAR

Messaggio da leggere da Kwaremont » sabato 28 settembre 2019, 14:54

Niente da dire, squalifica ineccepibile.
Davvero non capisco il vostro riscaldarvi tanto, prima di avere un’immagine chiara delle motivazioni.

Sul fatto che potevano fermarla prima, sono d’accordo.



Avatar utente
galliano
Messaggi: 13782
Iscritto il: giovedì 14 aprile 2011, 12:53
Località: TN

Re: Mondiali 2019 - prova in linea Under 23

Messaggio da leggere da galliano » sabato 28 settembre 2019, 14:54

barrylyndon ha scritto:
sabato 28 settembre 2019, 11:52
Ribadisco...in tv non si e' mai visto un corridore nella scia di una singola ammiraglia per 3 km...
che dopo succeda puo' essere...
Ma se e' evidente non vedo come non si possa prendere provvedimenti.
Per Winter,il caso di Nibali era ancora piu' evidente..
eppure fu squalificato a fine tappa.
Ma questi 3 km da dove saltano fuori?
Ai -124,3 l'olandese rientra sul gruppo delle ammiraglie in scia alla sua. Poi LUI risale il gruppo saltando da un'ammiraglia all'altra e lo rivediamo ai -122,5 di nuovo dietro all'ammiraglia che però ha risalito DOPO di lui. Poi lo vediamo di nuovo ai -119 in mezzo ad altre ammiraglie.

In realtà quello che non sappiamo è cosa succede tra i -128,7 (quando cade) e i -124,3 quando lo vediamo entrare in scia delle ammiraglie. Durante la caduta ha perso circa un minuto dal gruppo, quando rientra in fondo alle ammiraglie avrà 20/25" dal fondo del gruppo, quindi vuol dire che in 4,5km ha recuperato circa 40" dal gruppo lanciato, è evidente che quei km li ha fatti in scia dell'ammiraglia.

Il punto è che se lo si vuole penalizzare dobbiamo metterci nell'ordine delle idee che le corse saranno decise dalle cadute ai -130 dall'arrivo perché senza l'ammiraglia nessuno sarebbe mai rientrato contro un gruppo lanciato.
Io uno sport come il ciclismo in cui il singolo lotta contro un gruppo di 170 avversari mi pare necessario ponderare bene le conseguenze di decisioni come quella di ieri.



dietzen
Messaggi: 6153
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 21:19

Re: Dietromacchina, bidon collé, aiuti vari e VAR

Messaggio da leggere da dietzen » sabato 28 settembre 2019, 14:57

adesso che abbiamo potuto vedere il video completo, direi che la squalifica è giusta e inevitabile.
troppo plateale e prolungata l'azione dietro macchina.
resta solo il rammarico che per un'infrazione così evidente la giuria, pur avendo tutto il tempo a disposizione, non si sia mossa prima.


Di Rocco non è il mio presidente

Avatar utente
galliano
Messaggi: 13782
Iscritto il: giovedì 14 aprile 2011, 12:53
Località: TN

Re: Mondiali 2019 - prova in linea Under 23

Messaggio da leggere da galliano » sabato 28 settembre 2019, 15:02

Basso ha scritto:
sabato 28 settembre 2019, 14:29
Qui da noi il video completo ;) http://www.cicloweb.it/2019/09/28/caso- ... acrosanta/
Ah ecco, avevo scritto prima di vedere il nuovo video.
Era ovvio che le cose erano andate in questo modo.
Rimane da chiedersi, che alternativa aveva?
Potevano fermare tutta la squadra? Certo, ma alle olimpiadi in cui si corre in 4/5 come fai?
L'importante è che siano chiare le regole e siano sempre applicate senza eccezioni. Ad esempio se la scia durava 40" invece che due minuti l'avrebbero squalificato lo stesso?



dietzen
Messaggi: 6153
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 21:19

Re: Mondiali 2019 - prova in linea Under 23

Messaggio da leggere da dietzen » sabato 28 settembre 2019, 15:06

galliano ha scritto:
sabato 28 settembre 2019, 15:02
Basso ha scritto:
sabato 28 settembre 2019, 14:29
Qui da noi il video completo ;) http://www.cicloweb.it/2019/09/28/caso- ... acrosanta/
Ah ecco, avevo scritto prima di vedere il nuovo video.
Era ovvio che le cose erano andate in questo modo.
Rimane da chiedersi, che alternativa aveva?
Potevano fermare tutta la squadra? Certo, ma alle olimpiadi in cui si corre in 4/5 come fai?
L'importante è che siano chiare le regole e siano sempre applicate senza eccezioni. Ad esempio se la scia durava 40" invece che due minuti l'avrebbero squalificato lo stesso?
più che altro ci saranno situazioni simili ma non ripresi dalle telecamere.
il gps, al netto di miglioramenti futuri, spero rimanga solo come indicazione e non strumento di prova in mancanza di immagini chiare.


Di Rocco non è il mio presidente

Avatar utente
TIC
Messaggi: 7409
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:20

Re: Dietromacchina, bidon collé, aiuti vari e VAR

Messaggio da leggere da TIC » sabato 28 settembre 2019, 15:07

Demare si che e' forte in salita !!!!!!!


Henry Kissinger : (Ad un summit presso il Ministero degli Esteri alla fine dell'intervento di Aldo Moro) Chi parla in questo modo non può che essere un imbroglione e non può che rappresentare un popolo di imbroglioni.

Avatar utente
Tranchée d'Arenberg
Messaggi: 18283
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:50
Località: Falconara Albanese (CS)

Re: Dietromacchina, bidon collé, aiuti vari e VAR

Messaggio da leggere da Tranchée d'Arenberg » sabato 28 settembre 2019, 15:26

TIC ha scritto:
sabato 28 settembre 2019, 15:07
Demare si che e' forte in salita !!!!!!!
Demare ha avuto la fortuna di non essere ripreso. Sta tutta li la differenza


Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Generale
Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Classiche
Cobblestone 2013 - 1° Classifica Semiclassiche

FantaCycling Manager 2016 - 1° Classifica (squadre)

Avatar utente
Maìno della Spinetta
Messaggi: 6449
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 15:53

Re: Dietromacchina, bidon collé, aiuti vari e VAR

Messaggio da leggere da Maìno della Spinetta » sabato 28 settembre 2019, 15:35

Perché Valverde e Pantani a Tour 201? E Giro99 vennero attesi da tutta la squadra? Siccome sento i corridori compati con l'olandese mi chiedo perché in quei due casi non sia bastata l'ammiraglia.


“Our interest’s on the dangerous edge of things.
The honest thief, the tender murderer, the superstitious atheist”.

Avatar utente
barrylyndon
Messaggi: 14010
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 15:20

Re: Dietromacchina, bidon collé, aiuti vari e VAR

Messaggio da leggere da barrylyndon » sabato 28 settembre 2019, 15:46

Galliano.. Le immagini lo vedono dietro un'ammiraglia e dopo 2.6 km lo ritrovi dietro alla stessa ammiraglia.
Mi riesce difficile pensare che sia andato fuori dalla scia della stessa in quel lasso di tempo


Nibali sta a Froome come Thoeni stava a Klammer.

Avatar utente
Gianluca Avigo - bove
Messaggi: 2805
Iscritto il: sabato 7 settembre 2013, 23:29

Re: Dietromacchina, bidon collé, aiuti vari e VAR

Messaggio da leggere da Gianluca Avigo - bove » sabato 28 settembre 2019, 15:49

Fine delle trasmissioni. La squalifica ci sta tutta. L'uci però sempre più spesso fa veramente cagare nella "comunicazione".

Per chi sostiene che queste cose nel ciclismo sono sempre esistite, (vero) dico che questo però non vuol dire che debbano esistere per sempre.

Cosa doveva fare l'olandese? Niente ritirarsi. Ha semplicemente avuto sfiga. Fa parte del gioco. Giusto il paragone con lo sci. Cadi nell'ultima manches all'ultima porta delle olimpiadi. Sei fuori. Così come se Cadi alla prima porta. Se lasciamo troppa elasticita ai giudici, viene fuori un troiaio. Una volta sarai d'accordo e l'altra no. Dipenderà dalla bandiera che sventolera' sul podio.
Ripeto i mezzi ci sono. 44 go pro su tutte le ammiraglie che filmano tutto, non sono una cosa impossibile. In caso di GPS sospetti si accede la lucina rossa nel bus della giuria e si va a vedere subito quel tratto di filmato. Non è una cosa impossibile. Sono convinto che il solo fatto di montare le telecamere, scoraggera' molti furbetti.

Poi capisco che magari per la giuria intervenire all'istante sia complicato. Però la scelta a quel punto spetterà al team. Meglio fare i furbi e rischiare di essere sputtanati in mondo visione subito dopo la gara? Oppure fare le persone serie e smetterla con queste pagliacciate? Credo che gli sponsor non sarebbero felicissimi di essere messi alla gogna con immagini eloquenti.


«A parità di fattori la spiegazione più semplice è da preferire»
(Guglielmo di Occam)

Merlozoro
Messaggi: 7442
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 16:47
Località: Trento

Re: Dietromacchina, bidon collé, aiuti vari e VAR

Messaggio da leggere da Merlozoro » sabato 28 settembre 2019, 16:57

Ma come fai a non fermarlo subito se hai queste immagini a disposizione? Cosa guarda la Var nel ciclismo? Tempistiche completamente sbagliate..sia in gara che nel gestire il dopo gara.

Comunque spero che da oggi in poi si inizi a mandare a casa la gente ( lo dico pure da tifoso di Vincenzino ripensando al Mondiale di Firenze) utilizzando le tecnologie che sono a disposizione della giuria.


2018: classifica generale L'ALTRO circuito 1000

Avatar utente
sceriffo
Messaggi: 2557
Iscritto il: lunedì 11 aprile 2011, 23:48

Re: Dietromacchina, bidon collé, aiuti vari e VAR

Messaggio da leggere da sceriffo » sabato 28 settembre 2019, 20:08

Il paragone con lo sci è del tutto inappropiato: sono discipline diverse ovviamente, ma è diverso l'approccio alla gara. Nello scorso gioca tutto in 2 minuti massimo, nel ciclismo le corse durano ore, quindi con un numero esponenziale di possibilità di infortunio. Tirando per i capelli il confronto, il salto di porta può corrispondere al taglio di percorso, non al traino per una caduta. Come sempre la sindrome del tifoso supera il buon senso. Perché a questo punto dovremmo contestare ogni gara del calendario professionistico



Basso
Messaggi: 15246
Iscritto il: sabato 21 maggio 2011, 18:03
Località: Vicenza

Re: Dietromacchina, bidon collé, aiuti vari e VAR

Messaggio da leggere da Basso » sabato 28 settembre 2019, 20:38

Alcuni commenti, quelli de "e allora perché nelle altre gare non succede?", sono per me incomprensibili.

Sposo un commento che ho letto: se io vengo multato per eccesso di velocità, posso considerarmi sfortunato per averla ricevuta ma non posso giustificare le mie azioni se altri non ricevono la multa.


11 Vuelta 7-Prato
12 Appennino-Japan
13 Giro 9-CN ITA-Vuelta 20-Sabatini
14 Vasco-Dauphiné-Tour 3-Tour 21-Pologne-Tre Valli
15 Laigueglia-Escaut-Giro 2-Giro 18-Giro GC-Tour 13-Fourmies
16 Nice-Vuelta 12
17 Frankfurt-Tour 11-Vuelta 16-Chrono
18 Bianche-DePanne-Romandie-Köln-Piemonte-Chrono
19 Nice-Turkey-Portugal-Vuelta 10

Avatar utente
Seb
Messaggi: 5553
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:07
Località: Genova
Contatta:

Re: Mondiali 2019 - prova in linea Under 23

Messaggio da leggere da Seb » sabato 28 settembre 2019, 20:45

Fedaia ha scritto:
sabato 28 settembre 2019, 14:16
Direi eloquente..
L’avete visto quel poveretto che viene passato a doppia velocita’ sul lato strada?
Dai di che parliamo...
Ecco, per me quei corridori che si vedono nel video e che vengono saltati a doppia velocità da Eekhoff potrebbero avere avuto un po' di peso sulla squalifica. Quei due o tre o quanti erano, magari stavano anche loro cercando di recuperato ma rispetto a Eekhoff non hanno beneficiato di aiuti esterni e potrei ipotizzare che la loro corsa sia finita lì: mi viene il dubbio che se Eekhoff fosse stato da solo a recuperare, o se la sua ammiraglia si fosse messa in scia anche quegli altri, magari la giuria poteva essere un po' più clemente



Avatar utente
sceriffo
Messaggi: 2557
Iscritto il: lunedì 11 aprile 2011, 23:48

Re: Dietromacchina, bidon collé, aiuti vari e VAR

Messaggio da leggere da sceriffo » sabato 28 settembre 2019, 21:21

Basso ha scritto:
sabato 28 settembre 2019, 20:38
Alcuni commenti, quelli de "e allora perché nelle altre gare non succede?", sono per me incomprensibili.

Sposo un commento che ho letto: se io vengo multato per eccesso di velocità, posso considerarmi sfortunato per averla ricevuta ma non posso giustificare le mie azioni se altri non ricevono la multa.
Basso dovresti sapere che la copertura della giuria è pressoché totale, in sostanza trovi un giudice in moto o in auto in ogni punto della corsa. Evidentemente in alcune corse chiudono un occhio, in altre 2, in altre ancora mettono gli occhiali da vista. Ecco perché in alcune gare sì, in altre no. È semplicemente una diversa interpretazione dei regolamenti, oppure uso o mancanza di buonsenso :cincin:



Avatar utente
Tranchée d'Arenberg
Messaggi: 18283
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 13:50
Località: Falconara Albanese (CS)

Re: Dietromacchina, bidon collé, aiuti vari e VAR

Messaggio da leggere da Tranchée d'Arenberg » sabato 28 settembre 2019, 21:38

sceriffo ha scritto:
sabato 28 settembre 2019, 21:21
Basso ha scritto:
sabato 28 settembre 2019, 20:38
Alcuni commenti, quelli de "e allora perché nelle altre gare non succede?", sono per me incomprensibili.

Sposo un commento che ho letto: se io vengo multato per eccesso di velocità, posso considerarmi sfortunato per averla ricevuta ma non posso giustificare le mie azioni se altri non ricevono la multa.
Basso dovresti sapere che la copertura della giuria è pressoché totale, in sostanza trovi un giudice in moto o in auto in ogni punto della corsa. Evidentemente in alcune corse chiudono un occhio, in altre 2, in altre ancora mettono gli occhiali da vista. Ecco perché in alcune gare sì, in altre no. È semplicemente una diversa interpretazione dei regolamenti, oppure uso o mancanza di buonsenso :cincin:
OK, ma qui ci sono 2:30 di immagini. Ci sono corridori recuperati e passati al doppi della velocità. Per non vedere non dovevano chiudere gli occhi, dovevano cavarseli col cucchiaio.


Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Generale
Cobblestone 2012 & 2018 - 1° Classifica Classiche
Cobblestone 2013 - 1° Classifica Semiclassiche

FantaCycling Manager 2016 - 1° Classifica (squadre)

Basso
Messaggi: 15246
Iscritto il: sabato 21 maggio 2011, 18:03
Località: Vicenza

Re: Dietromacchina, bidon collé, aiuti vari e VAR

Messaggio da leggere da Basso » sabato 28 settembre 2019, 21:55

sceriffo ha scritto:
sabato 28 settembre 2019, 21:21
Basso ha scritto:
sabato 28 settembre 2019, 20:38
Alcuni commenti, quelli de "e allora perché nelle altre gare non succede?", sono per me incomprensibili.

Sposo un commento che ho letto: se io vengo multato per eccesso di velocità, posso considerarmi sfortunato per averla ricevuta ma non posso giustificare le mie azioni se altri non ricevono la multa.
Basso dovresti sapere che la copertura della giuria è pressoché totale, in sostanza trovi un giudice in moto o in auto in ogni punto della corsa. Evidentemente in alcune corse chiudono un occhio, in altre 2, in altre ancora mettono gli occhiali da vista. Ecco perché in alcune gare sì, in altre no. È semplicemente una diversa interpretazione dei regolamenti, oppure uso o mancanza di buonsenso :cincin:
Certo, ci sono giudici più di manica larga e altri più ligi, alcuni dei quali anche ben oltre il buonsenso. E sì, sicuramente in altre occasioni quanto accaduto con Eekhoff sarebbe stato valutato diversamente; ma ripeto, nulla giustifica quanto fatto dai neerlandesi ieri, è stata una manovra ben oltre l'accettabile aiuto e non vedo come si possa ritenere errata la squalifica.


11 Vuelta 7-Prato
12 Appennino-Japan
13 Giro 9-CN ITA-Vuelta 20-Sabatini
14 Vasco-Dauphiné-Tour 3-Tour 21-Pologne-Tre Valli
15 Laigueglia-Escaut-Giro 2-Giro 18-Giro GC-Tour 13-Fourmies
16 Nice-Vuelta 12
17 Frankfurt-Tour 11-Vuelta 16-Chrono
18 Bianche-DePanne-Romandie-Köln-Piemonte-Chrono
19 Nice-Turkey-Portugal-Vuelta 10

Primo86
Messaggi: 141
Iscritto il: martedì 2 ottobre 2018, 1:05

Re: Dietromacchina, bidon collé, aiuti vari e VAR

Messaggio da leggere da Primo86 » sabato 28 settembre 2019, 23:23

Si chiama "certezza del diritto" ed è un principio su cui ci si accapiglia da secoli.

Elaborare una norma che vieta un comportamento e aprire alla possibilità che lo stesso sia ammesso, per sensibilità del giudicante, è una contraddizione antigiuridica.
Almeno secondo il mio punto di vista e secondo quello di tanti pensatori appartenenti a correnti e scuole di pensiero più o meno formaliste.

Provate a mettervi nei panni di uno che vive nell'assoluto rispetto della regola: cade a 120km dal traguardo e rifiuta le scie, perché nel regolamento ha letto che è vietato farlo (sic et simpliciter: vietato e basta).
A fianco ha un avversario che invece "sa" (non perché lo ha trovato scritto sul regolamento ma perché lo ha trovato scritto sul forum di cicloweb o lo ha sentito dire) che i giudici a 120km dal traguardo chiudono un occhio.

I due si comporteranno in modo diverso. Ma solo il primo ha rispettato il regolamento, il secondo lo ha di fatto violato.
Partivano da informazioni diverse e l'esito (il secondo non prende la squalifica) dimostra che il disallineamento che pure non sembra formale, è dannatamente fattuale.

Ergo c'è un regolamento che dice cose a cazzo. Un regolamento. Quella cosa che vieta di correre dopati, di dare spinte a colleghi lanciati a sessanta chilometri all'ora, in volata, in spregio alla loro incolumità, che si spinge addirittura ad "annullare il tempo" quando incidenti meccanici ostacolano i corridori negli ultimi tre chilometri di una competizione multistage.

Il regolamento. Quella cosa, latu sensu intesa, che contiene anche tutte le norme poste a salvaguardia di questi pazzoidi che facendo cose meravigliose tipo pedalare ininterrottamente per quasi trecento chilometri sotto la pioggia, in pantaloncini e maglietta, anche in discesa, ci permettono di gustare meglio la nostra birra.

Le norme del regolamento devono essere certe, non possono essere scritte e date in mano agli uomini per giocarci.
Interpretate, sicuro. Ma il buon interprete sa che pure la contorsione di ciò che interpreta rischia di diventare a sua volta norma.

Le norme del regolamento che possono essere anche disobbedite, quando considerate ingiuste. Ma anche la disobbedienza ha bisogno di una norma certa. Se non sappiamo cosa (non) dobbiamo fare, a cosa stiamo disobbediendo?

Mi spiace tanto per Eekhoff. Sarebbe stato un degno campione del mondo, ha disputato una volata capolavoro, sarà anche un bravo ragazzo.
Ma domenica avrebbe vinto barando. Anche se glielo avessero lasciato fare perché era tanto lontano.



Avatar utente
Kwaremont
Messaggi: 122
Iscritto il: martedì 21 maggio 2019, 12:59

Re: Dietromacchina, bidon collé, aiuti vari e VAR

Messaggio da leggere da Kwaremont » sabato 28 settembre 2019, 23:26

Basso ha scritto:
sabato 28 settembre 2019, 21:55
sceriffo ha scritto:
sabato 28 settembre 2019, 21:21
Basso ha scritto:
sabato 28 settembre 2019, 20:38
Alcuni commenti, quelli de "e allora perché nelle altre gare non succede?", sono per me incomprensibili.

Sposo un commento che ho letto: se io vengo multato per eccesso di velocità, posso considerarmi sfortunato per averla ricevuta ma non posso giustificare le mie azioni se altri non ricevono la multa.
Basso dovresti sapere che la copertura della giuria è pressoché totale, in sostanza trovi un giudice in moto o in auto in ogni punto della corsa. Evidentemente in alcune corse chiudono un occhio, in altre 2, in altre ancora mettono gli occhiali da vista. Ecco perché in alcune gare sì, in altre no. È semplicemente una diversa interpretazione dei regolamenti, oppure uso o mancanza di buonsenso :cincin:
Certo, ci sono giudici più di manica larga e altri più ligi, alcuni dei quali anche ben oltre il buonsenso. E sì, sicuramente in altre occasioni quanto accaduto con Eekhoff sarebbe stato valutato diversamente; ma ripeto, nulla giustifica quanto fatto dai neerlandesi ieri, è stata una manovra ben oltre l'accettabile aiuto e non vedo come si possa ritenere errata la squalifica.
In un mondiale è giusto e inevitabile che la manica sia stretta. Sarebbe stato davvero un brutto spot per la credibilità del ciclismo lasciare l’olandese come vincitore dopo quel video.

Riguardo il regolamento, mi pare sia chiaro. Che a volte non venga applicato alla lettera, è un altro problema.



Avatar utente
Gianluca Avigo - bove
Messaggi: 2805
Iscritto il: sabato 7 settembre 2013, 23:29

Re: Dietromacchina, bidon collé, aiuti vari e VAR

Messaggio da leggere da Gianluca Avigo - bove » sabato 28 settembre 2019, 23:50

Primo86 ha scritto:
sabato 28 settembre 2019, 23:23
Si chiama "certezza del diritto" ed è un principio su cui ci si accapiglia da secoli.

Elaborare una norma che vieta un comportamento e aprire alla possibilità che lo stesso sia ammesso, per sensibilità del giudicante, è una contraddizione antigiuridica.
Almeno secondo il mio punto di vista e secondo quello di tanti pensatori appartenenti a correnti e scuole di pensiero più o meno formaliste.

Provate a mettervi nei panni di uno che vive nell'assoluto rispetto della regola: cade a 120km dal traguardo e rifiuta le scie, perché nel regolamento ha letto che è vietato farlo (sic et simpliciter: vietato e basta).
A fianco ha un avversario che invece "sa" (non perché lo ha trovato scritto sul regolamento ma perché lo ha trovato scritto sul forum di cicloweb o lo ha sentito dire) che i giudici a 120km dal traguardo chiudono un occhio.

I due si comporteranno in modo diverso. Ma solo il primo ha rispettato il regolamento, il secondo lo ha di fatto violato.
Partivano da informazioni diverse e l'esito (il secondo non prende la squalifica) dimostra che il disallineamento che pure non sembra formale, è dannatamente fattuale.

Ergo c'è un regolamento che dice cose a cazzo. Un regolamento. Quella cosa che vieta di correre dopati, di dare spinte a colleghi lanciati a sessanta chilometri all'ora, in volata, in spregio alla loro incolumità, che si spinge addirittura ad "annullare il tempo" quando incidenti meccanici ostacolano i corridori negli ultimi tre chilometri di una competizione multistage.

Il regolamento. Quella cosa, latu sensu intesa, che contiene anche tutte le norme poste a salvaguardia di questi pazzoidi che facendo cose meravigliose tipo pedalare ininterrottamente per quasi trecento chilometri sotto la pioggia, in pantaloncini e maglietta, anche in discesa, ci permettono di gustare meglio la nostra birra.

Le norme del regolamento devono essere certe, non possono essere scritte e date in mano agli uomini per giocarci.
Interpretate, sicuro. Ma il buon interprete sa che pure la contorsione di ciò che interpreta rischia di diventare a sua volta norma.

Le norme del regolamento che possono essere anche disobbedite, quando considerate ingiuste. Ma anche la disobbedienza ha bisogno di una norma certa. Se non sappiamo cosa (non) dobbiamo fare, a cosa stiamo disobbediendo?

Mi spiace tanto per Eekhoff. Sarebbe stato un degno campione del mondo, ha disputato una volata capolavoro, sarà anche un bravo ragazzo.
Ma domenica avrebbe vinto barando. Anche se glielo avessero lasciato fare perché era tanto lontano.
Completamente d'accordo.
Una volta non c'erano i mezzi per controllare tutto, quindi si chiudeva un'occhio o anche due. Ogni i mezzi ci sono e c'è pure una diretta TV di 7 ore, cosa che una volta non c'era. Inoltre girano molti più soldi e ci sono interessi e attenzione in tutto il pianeta. Quindi è necessaria la massima credibilità. Quella cosa che "ma si si è sempre fatto così..." magari anche basta!


«A parità di fattori la spiegazione più semplice è da preferire»
(Guglielmo di Occam)

giorgio ricci
Messaggi: 3184
Iscritto il: lunedì 9 giugno 2014, 13:44

Re: Dietromacchina, bidon collé, aiuti vari e VAR

Messaggio da leggere da giorgio ricci » domenica 29 settembre 2019, 0:06

Per me il problema è solo la tempistica. Accadendo il fatto a 120 km dal traguardo, come è possibile lasciare il corridore in gara per 3 ore, permettergli di portare davanti un gruppetto, falsare la corsa e vincere?
Andava fermato prima, c'erano giudici, TV, testimoni. La cosa va regolamentata, perché ora è veramente troppo discrezionale. A te ti prendono e a me no. In gruppo vigono sovente regole di fair play, é quasi consuetudine attendere corridori attardati, ebbene facciamone una regola. Un gruppo di vetture o moto dell'organizzazione atte a riportare un gruppo i corridori attardati per incidenti, almeno fino ai meno 50. Se vogliamo che siano solo le gambe a decidere la corsa é giusto limitare le sconfitte da alea .



Avatar utente
sceriffo
Messaggi: 2557
Iscritto il: lunedì 11 aprile 2011, 23:48

Re: Dietromacchina, bidon collé, aiuti vari e VAR

Messaggio da leggere da sceriffo » domenica 29 settembre 2019, 0:39

Mi permetto di far notare che, fatto 100 i corridori in gara, in caso di caduta o guasto meccanico, saranno 101 quelli che appena riprendrenderanno a pedalare, cercheranno immediatamente la scia dell'ammiraglia, il bidon collè e aiuti vari. Quindi non si tratta di lealtà o slealtà, ma semplicemente perché quello è l'unico modo per rientrare sul gruppo che viaggia a 50 all'ora. A che velocità dovrebbe pedalare un corridore per recuperare (da solo) 2 minuti al gruppo lanciato a 50km/h? Quindi o lo trainano (con bidon collè o in scia alla vettura), oppure si ritira. Estendendo a tutte le gare il criterio seccamente binario traino/ritiro, lo ripeto, il Giro lo finirebbero in 18, il Tour in 14.
PS: molto probabilmente i corridori che l'Olandese passa a doppia velocità, è perché si sono staccati perché non riuscivano a tenere le ruote, quindi l'ammiraglia giustamente, li ha abbandonati al proprio destino.




Rispondi