Dietromacchina, bidon collé, aiuti vari e VAR

Il mondo dei professionisti tra gare e complessità, e più in generale l'approccio al ciclismo di ogni appassionato
nikybo85
Messaggi: 2940
Iscritto il: mercoledì 23 agosto 2017, 0:06

Re: Dietromacchina, bidon collé, aiuti vari e VAR

Messaggio da leggere da nikybo85 » domenica 29 settembre 2019, 1:39

Io stavolta sono d'accordo con sceriffo...certe gare le finirebbero in 20 se non si potesse usufruire di qualche scia




Avatar utente
Niи
Messaggi: 1226
Iscritto il: martedì 2 aprile 2013, 0:10

Re: Dietromacchina, bidon collé, aiuti vari e VAR

Messaggio da leggere da Niи » domenica 29 settembre 2019, 2:14

Qualcuno ricorda quella tappa al tour dello scorso anno mi pare, in cui ci furono dei tratti in pavè con arrivo a Roubaix e Bardet fu costretto a fermarsi per problemi meccanici almeno 3 o 4 volte proprio a corsa lanciata nel finale col gruppo scoppiato in tante parti e incredibilmente manco fosse cancellara dei tempi d'oro, riuscì a finire col gruppo dei buoni (o comunque perse poco). Chissà li se ci fossero state le immagini o GPS sulla bici cosa avremmo visto.



Avatar utente
Gianluca Avigo - bove
Messaggi: 2706
Iscritto il: sabato 7 settembre 2013, 23:29

Re: Dietromacchina, bidon collé, aiuti vari e VAR

Messaggio da leggere da Gianluca Avigo - bove » domenica 29 settembre 2019, 7:10

Una squalifica


«A parità di fattori la spiegazione più semplice è da preferire»
(Guglielmo di Occam)

Avatar utente
sceriffo
Messaggi: 2536
Iscritto il: lunedì 11 aprile 2011, 23:48

Re: Dietromacchina, bidon collé, aiuti vari e VAR

Messaggio da leggere da sceriffo » domenica 29 settembre 2019, 7:32

Niи ha scritto:
domenica 29 settembre 2019, 2:14
Qualcuno ricorda quella tappa al tour dello scorso anno mi pare, in cui ci furono dei tratti in pavè con arrivo a Roubaix e Bardet fu costretto a fermarsi per problemi meccanici almeno 3 o 4 volte proprio a corsa lanciata nel finale col gruppo scoppiato in tante parti e incredibilmente manco fosse cancellara dei tempi d'oro, riuscì a finire col gruppo dei buoni (o comunque perse poco). Chissà li se ci fossero state le immagini o GPS sulla bici cosa avremmo visto.
Ripeto: c'è un giudice su ogni situazione di corsa. L'hanno visto benissimo senza bisogno di GPS, che comunque non è elemento provante o immagini video. Hanno usato semplicemente il buon senso



Avatar utente
Gianluca Avigo - bove
Messaggi: 2706
Iscritto il: sabato 7 settembre 2013, 23:29

Re: Dietromacchina, bidon collé, aiuti vari e VAR

Messaggio da leggere da Gianluca Avigo - bove » domenica 29 settembre 2019, 7:35

Intendiamoci. Non voglio fare il moralista da quattro soldi, qui il punto è la regolarità di un'evento sportivo importante, il cui risultato finale determina anche e soprattutto il movimento di soldi, contratti, sponsor ecc.
Si vuole tollerare scie e traini? Benissimo. Allora lo si fa sempre e con tutti. Domando. Visto che è o sarà tollerato, siamo sicuri che qualche furbetto non ne approfitti per salvare la gamba e poi magari vincere una classica in volata? Diciamo che prima di una salita a me indigesta, fingo un guasto meccanico e aspetto la mia ammiraglia che mi traina e poi mi fa stare in scia per 5 km. Così da rientrare in gruppo spendendo sicuramente meno. Ma secondo voi è accettabile? Come si fa a decidere cosa è tollerabile e cosa no?
Per non parlare delle mille polemiche.
Una cosa è certa, in questa spacifica situazione, la figura di cacca più grande l'ha fatta ancora una volta l'uci. Ho il sospetto che ci abbiano messo così tanto a decidere, perché stavano valutando le possibili implicazioni "politiche" nel caso di una scelta o l'altra. Questo si è inaccettabile. Non puoi decidere 130 km dopo a mondiale finito


«A parità di fattori la spiegazione più semplice è da preferire»
(Guglielmo di Occam)


Leonardo Civitella
Messaggi: 958
Iscritto il: sabato 3 novembre 2018, 13:36
Località: Civitella San Paolo

Re: Dietromacchina, bidon collé, aiuti vari e VAR

Messaggio da leggere da Leonardo Civitella » domenica 29 settembre 2019, 7:39

nikybo85 ha scritto:
domenica 29 settembre 2019, 1:39
Io stavolta sono d'accordo con sceriffo...certe gare le finirebbero in 20 se non si potesse usufruire di qualche scia
Nel caso dei mondiali under 23 non si può parlare di qualche scia, bensì si dovrebbe parlare di un dietro-macchina di ben 3 minuti
Quindi mi sembra ovvio che la squalifica sia sacrosanta

Saluti,Leonardo


FC2019: Tro Bro Leon-Tour of the Alps

Avatar utente
Gianluca Avigo - bove
Messaggi: 2706
Iscritto il: sabato 7 settembre 2013, 23:29

Re: Dietromacchina, bidon collé, aiuti vari e VAR

Messaggio da leggere da Gianluca Avigo - bove » domenica 29 settembre 2019, 7:40

Niи ha scritto:
domenica 29 settembre 2019, 2:14
Qualcuno ricorda quella tappa al tour dello scorso anno mi pare, in cui ci furono dei tratti in pavè con arrivo a Roubaix e Bardet fu costretto a fermarsi per problemi meccanici almeno 3 o 4 volte proprio a corsa lanciata nel finale col gruppo scoppiato in tante parti e incredibilmente manco fosse cancellara dei tempi d'oro, riuscì a finire col gruppo dei buoni (o comunque perse poco). Chissà li se ci fossero state le immagini o GPS sulla bici cosa avremmo visto.
Parigi Nizza
https://video-it.eurosport.com/ciclismo ... ideo.shtml


«A parità di fattori la spiegazione più semplice è da preferire»
(Guglielmo di Occam)

cassius
Messaggi: 758
Iscritto il: giovedì 19 luglio 2012, 23:01

Re: Dietromacchina, bidon collé, aiuti vari e VAR

Messaggio da leggere da cassius » domenica 29 settembre 2019, 7:55

sceriffo ha scritto:
domenica 29 settembre 2019, 0:39
Mi permetto di far notare che, fatto 100 i corridori in gara, in caso di caduta o guasto meccanico, saranno 101 quelli che appena riprendrenderanno a pedalare, cercheranno immediatamente la scia dell'ammiraglia, il bidon collè e aiuti vari. Quindi non si tratta di lealtà o slealtà, ma semplicemente perché quello è l'unico modo per rientrare sul gruppo che viaggia a 50 all'ora. A che velocità dovrebbe pedalare un corridore per recuperare (da solo) 2 minuti al gruppo lanciato a 50km/h? Quindi o lo trainano (con bidon collè o in scia alla vettura), oppure si ritira. Estendendo a tutte le gare il criterio seccamente binario traino/ritiro, lo ripeto, il Giro lo finirebbero in 18, il Tour in 14.
PS: molto probabilmente i corridori che l'Olandese passa a doppia velocità, è perché si sono staccati perché non riuscivano a tenere le ruote, quindi l'ammiraglia giustamente, li ha abbandonati al proprio destino.
Grazie sceriffo che ricordi che oltre alla regolarità assoluta della gara c'è anche un altro bene da tutelare, lo spettacolo.
Senza bidon collès e qualche scia avremmo la quasi garanzia che per ogni foratura o caduta ci si stacchi irrimediabilmente, quando non si finisca fuori tempo massimo: mi pare un prezzo troppo alto da pagare.

L'olandese però ha un po' esagerato, un traino a velocità folli. Nel senso che se non punisci QUELLA scia allora si può abolire la regola per la scia delle auto. Cosa che potrebbe pure vedermi d'accordo se si limita la cosa a forature, cadute e guasti meccanici opportunamente provati a mezzo video (anche della ammiraglia stessa) e ovviamente col vincolo che il corridore ritorni dov'era e non più avanti (scusate la puntualizzazione da Capitan Ovvio). Un po' come la regola della neutralizzazione degli ultimi 3 km, che ovviamente non dà a nessuno la licenza di staccarsi dal gruppo e fare gli ultimi 3 km in defaticamento.
Magari questa nuova regola sulla scia potrebbe essere tolta negli ultimi X km, per ragioni di sicurezza (che credo sia la ratio dei divieti di rifornimento da ammiraglia negli ultimi 20 km).
Ricordiamoci che chi fora, ha un guasto o cade ci rimette già in energie anche nervose e perdita del ritmo. Quindi non ne ha sicuramente un vantaggio da qualche km di dietro motore.



Avatar utente
barrylyndon
Messaggi: 13955
Iscritto il: venerdì 10 dicembre 2010, 15:20

Re: Dietromacchina, bidon collé, aiuti vari e VAR

Messaggio da leggere da barrylyndon » domenica 29 settembre 2019, 8:06

Scusate....ma quando e' troppo e' troppo...e l'Olandese fa parte del troppissimo..
Io non ho mai visto in diretta uno che se ne sta 3 km dietro un'ammiraglia.
E se lo avessi visto avrei sicuramente pensato ad una sanzione inevitabile.
Abolire questa regola vorrebbe dire stravolgere il ciclismo con la casualita' che una corsa su strada comporta..
Allora Nibali sarebbe dovuto rientrare sui migliori all'Alpe 2015, ma non avrebbe vinto il Giro 2016 perche' Kruijswijk sarebbe stato portato dalla sua ammiraglia ai piedi dell'ultima salita con i migliori...
e poi una caduta alle volte e' sfortuna, alle volte e' errore..una sderagliata alle volte e' sfortuna, alle volte e' errore..
Non capisco tutti questi pruriti che questo provvedimento, che a me e' sembrato limpido, ha provocato..
Ok...si potrebbe cambiare la tempistica di certe decisioni, siamo d'accordo.Ma da qui a giustificare l'Olandese, quasi a compatirlo, proprio no...


Nibali sta a Froome come Thoeni stava a Klammer.

Avatar utente
Maìno della Spinetta
Messaggi: 6371
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 15:53

Re: Dietromacchina, bidon collé, aiuti vari e VAR

Messaggio da leggere da Maìno della Spinetta » domenica 29 settembre 2019, 8:31

Bardet infatti fu qualcosa di scandaloso, lo dicemmo tutti o quasi, all'epoca, anche in confronto a Dumoulin lasciato solo nella tappa del Mur de Bretagne (nel finale). Mi ricollego a Pantani di Oropa o Valverde al Tour 2013, dove si fa uccellare per una foratura a 100 km dal traguardo (vinse Cavendish, non Sagan con Cancellara). I capitani sanno di avere la giuria addosso e - a meno di essere sicuri di non avere telecamere o moto vicine - tendono a non sfruttare l'aiuto plateale. Un conto è saltare sul gruppo usando la coda delle ammiraglie. Un conto è mettersi dietro alla propria ammiraglia per riguadagnare la coda delle ammiraglie. La prima è tollerata (e lecita), la seconda no.

Ha sbagliato l'olanda a non lasciare nessun compagno vicino al proprio capitano ieri. Perché era solo? Il CT olandese ha fatto una doppia cappella: "non fermo nessuno, tanto lo riporto sotto io". E no. Non lo riporti tu, e scemo che non hai dato istruzione a nessuno di stare sempre vicino al capitano (si è senza radioline, ma possibile che nessuno corresse vicino a lui?).

Per me un dietromacchina così plateale e lungo va sanzionato. Per forza.

Non capisco solo perché la giuria abbia filmato il tutto SENZA FARE NULLA mentre accadeva.

In questi casi la moto dovrebbe accelerare e dire "Man, I saw it, stop it or 41 is out. Last warning, I'm telling you, or 41 is out". A quel punto il CT si mette dietro il corridore, la moto sorveglia un po', e bona, finita lì. Ma diglielo subito, cosa cacchio filmi?!? Per fare la scenetta alla fine?


“Our interest’s on the dangerous edge of things.
The honest thief, the tender murderer, the superstitious atheist”.

cassius
Messaggi: 758
Iscritto il: giovedì 19 luglio 2012, 23:01

Re: Dietromacchina, bidon collé, aiuti vari e VAR

Messaggio da leggere da cassius » domenica 29 settembre 2019, 9:15

In un video di YouTube (https://youtu.be/jnZtLVX_21A) che cito per correttezza, si riporta la regola per la scia dietro veicolo
A pagina 102 di questo pdf
https://www.uci.org/docs/default-source ... a98f95fb_2
il regolamento dice che, in una corsa come i Mondiali Under 23 (colonna 2), sono previste multe per ogni violazione (100 CHF per il corridore, 200 CHF per il guidatore e 200 CHF per il DS responsabile dell'auto). Ma si dice anche che "In addition to the above provisions, in serious cases, in cases of repeated infringement or aggravating circumstances, the Commissaires’ Panel may eliminate or disqualify a rider and/or exclude a licence holder."

Quindi la scia va valutata caso per caso e si può arrivare all'esclusione, come non arrivarci.



Bomby
Messaggi: 1374
Iscritto il: martedì 17 giugno 2014, 20:23

Re: Dietromacchina, bidon collé, aiuti vari e VAR

Messaggio da leggere da Bomby » domenica 29 settembre 2019, 9:33

Il discorso qui è che l'azione dell'ammiraglia olandese è stata prolungata e plateale, cacchio, avevano la moto ripresa della TV dietro, manco il sospetto di essere lì a fare una cazzata gli è venuta.
Se l'olandese fosse saltato anche dietro alle macchine di altre squadre, probabilmente la giuria ci avrebbe pensato di più.



Avatar utente
Niи
Messaggi: 1226
Iscritto il: martedì 2 aprile 2013, 0:10

Re: Dietromacchina, bidon collé, aiuti vari e VAR

Messaggio da leggere da Niи » domenica 29 settembre 2019, 9:40

Gianluca Avigo - bove ha scritto:
domenica 29 settembre 2019, 7:40
Niи ha scritto:
domenica 29 settembre 2019, 2:14
Qualcuno ricorda quella tappa al tour dello scorso anno mi pare, in cui ci furono dei tratti in pavè con arrivo a Roubaix e Bardet fu costretto a fermarsi per problemi meccanici almeno 3 o 4 volte proprio a corsa lanciata nel finale col gruppo scoppiato in tante parti e incredibilmente manco fosse cancellara dei tempi d'oro, riuscì a finire col gruppo dei buoni (o comunque perse poco). Chissà li se ci fossero state le immagini o GPS sulla bici cosa avremmo visto.
Parigi Nizza
https://video-it.eurosport.com/ciclismo ... ideo.shtml
Non era questo l'episodio. Era proprio al Tour dello scorso anno, credo nella tappa vinta da Degenkolb.Non abbiamo immagini e non fu squalificato. Ricordo solo che le telecamere ripresero il francese fermo a bordo strada in attesa dell'ammiraglia. Poi lo inquadravano ogni tanto durante il rientro. Essendoci già tanti corridori staccati ed essendo la carovana di auto del Tour gigantesca, lo si vedeva ogni tanto in un gruppetto tirato da un suo compagno e ogni tanto entrare e uscire dall'ammiraglia. La cosa incredibile però che ricordo è che ebbe almeno 3 guasti meccanici nei tratti di pave. E nonostante il gruppo davanti fosse in piena bagarre, alla fine arrivò cmq vicino al gruppo maglia gialla. In pratica, considerando il tempo perso mentre era appiedato, andò più forte degli specialisti come Gva, Sagan, degenkolb, Stuyven.
In quel caso, anche se non inquadrato sarà stato certo un traino o un prolungato dietro macchina.
Bardet era in lizza per giocarsi il Tour. Il pave l'avevano inserito loro e le forature avrebbero dovuto far parte del gioco in quella tappa.
In quel caso, anche se non in diretta, secondo me abbiamo assistito ad un aiuto che ha falsato il risultato. Se fosse successo a Froome son certo che avrebbero messo una telecamera sempre su di lui.



Avatar utente
Gianluca Avigo - bove
Messaggi: 2706
Iscritto il: sabato 7 settembre 2013, 23:29

Re: Dietromacchina, bidon collé, aiuti vari e VAR

Messaggio da leggere da Gianluca Avigo - bove » domenica 29 settembre 2019, 10:16

Niи ha scritto:
domenica 29 settembre 2019, 9:40
Gianluca Avigo - bove ha scritto:
domenica 29 settembre 2019, 7:40
Niи ha scritto:
domenica 29 settembre 2019, 2:14
Qualcuno ricorda quella tappa al tour dello scorso anno mi pare, in cui ci furono dei tratti in pavè con arrivo a Roubaix e Bardet fu costretto a fermarsi per problemi meccanici almeno 3 o 4 volte proprio a corsa lanciata nel finale col gruppo scoppiato in tante parti e incredibilmente manco fosse cancellara dei tempi d'oro, riuscì a finire col gruppo dei buoni (o comunque perse poco). Chissà li se ci fossero state le immagini o GPS sulla bici cosa avremmo visto.
Parigi Nizza
https://video-it.eurosport.com/ciclismo ... ideo.shtml
Non era questo l'episodio. Era proprio al Tour dello scorso anno, credo nella tappa vinta da Degenkolb.Non abbiamo immagini e non fu squalificato. Ricordo solo che le telecamere ripresero il francese fermo a bordo strada in attesa dell'ammiraglia. Poi lo inquadravano ogni tanto durante il rientro. Essendoci già tanti corridori staccati ed essendo la carovana di auto del Tour gigantesca, lo si vedeva ogni tanto in un gruppetto tirato da un suo compagno e ogni tanto entrare e uscire dall'ammiraglia. La cosa incredibile però che ricordo è che ebbe almeno 3 guasti meccanici nei tratti di pave. E nonostante il gruppo davanti fosse in piena bagarre, alla fine arrivò cmq vicino al gruppo maglia gialla. In pratica, considerando il tempo perso mentre era appiedato, andò più forte degli specialisti come Gva, Sagan, degenkolb, Stuyven.
In quel caso, anche se non inquadrato sarà stato certo un traino o un prolungato dietro macchina.
Bardet era in lizza per giocarsi il Tour. Il pave l'avevano inserito loro e le forature avrebbero dovuto far parte del gioco in quella tappa.
In quel caso, anche se non in diretta, secondo me abbiamo assistito ad un aiuto che ha falsato il risultato. Se fosse successo a Froome son certo che avrebbero messo una telecamera sempre su di lui.
Appunto. Ci vuole un sistema che non faccia "sconti" a nessuno.
La sfiga fa parte del gioco oltre che della vita.


«A parità di fattori la spiegazione più semplice è da preferire»
(Guglielmo di Occam)

nikybo85
Messaggi: 2940
Iscritto il: mercoledì 23 agosto 2017, 0:06

Re: Dietromacchina, bidon collé, aiuti vari e VAR

Messaggio da leggere da nikybo85 » domenica 29 settembre 2019, 10:42

Leonardo Civitella ha scritto:
domenica 29 settembre 2019, 7:39
nikybo85 ha scritto:
domenica 29 settembre 2019, 1:39
Io stavolta sono d'accordo con sceriffo...certe gare le finirebbero in 20 se non si potesse usufruire di qualche scia
Nel caso dei mondiali under 23 non si può parlare di qualche scia, bensì si dovrebbe parlare di un dietro-macchina di ben 3 minuti
Quindi mi sembra ovvio che la squalifica sia sacrosanta

Saluti,Leonardo
Sulla squalifica dell'olandese sono d'accordo è stata una roba troppo prolungata, ma non si può abolire tutto e lasciare sempre i corridori a se stessi. Diventerebbe un altro sport



Winter
Messaggi: 15041
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 19:33

Re: Dietromacchina, bidon collé, aiuti vari e VAR

Messaggio da leggere da Winter » domenica 29 settembre 2019, 12:43

https://www.tuttobiciweb.it/article/201 ... eo-trentin

Quello che ha fatto l olandese.. Lo fanno tutti
Lui ha pagato per tutti
E pidcock?
Lui non aveva la telecamera che lo inquadrava
Un po di buon senso non guasterebbe
Non fare i prepotenti solo con chi vuoi



Avatar utente
Tour de Berghem
Messaggi: 969
Iscritto il: giovedì 12 maggio 2011, 9:46
Località: MOZZANICA (BG)

Re: Dietromacchina, bidon collé, aiuti vari e VAR

Messaggio da leggere da Tour de Berghem » domenica 29 settembre 2019, 14:43

La regola è chiara, l’elasticità ci può stare ma deve essere moolto limitata, altrimenti è il far west. Per esempio si può chiudere un occhio quando raggiungi il gruppo e per riunirti ad esso più velocemente fai zig zag nella carovana delle ammiraglie per sfruttarne la scia (si è visto anche prima con Lutshenko)

Ma qui è stata una cosa diversa

L’ammiraglia lo ha aspettato e l’ha tirato per 2,7 km a 70km/h per riportarlo sotto

Non è accettabile

Si è sempre fatto così? Chissenefrega. Non è che se una cosa errata e pericolosa si è sempre tollerata allora dobbiamo continuare a farlo!


vincitore fantatour de France 2011
Fantagiro d'Italia 2012 : 7°

Salvatore77
Messaggi: 4752
Iscritto il: domenica 9 gennaio 2011, 19:14

Re: Dietromacchina, bidon collé, aiuti vari e VAR

Messaggio da leggere da Salvatore77 » domenica 29 settembre 2019, 14:47

Infatti l'aggravante è stata l'ammiraglia col suo atteggiamento. Credo che in futuro queste cose dovranno per forza di cosa prevedere una sanzione per la squadra.
Che succede se il dietro macchina lo fa uin gregario che poi rientra, lavora per 50km e arriva 80esimo? Squalifichi il gregario? Magari ha vinto un suo compagno.


1° Tour de France 2018

Avatar utente
Maìno della Spinetta
Messaggi: 6371
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 15:53

Re: Dietromacchina, bidon collé, aiuti vari e VAR

Messaggio da leggere da Maìno della Spinetta » domenica 29 settembre 2019, 15:30

Quindi se avessimo visto Remco e Philippe dietro macchina per tre km avremmo detto che è tutto ok?


“Our interest’s on the dangerous edge of things.
The honest thief, the tender murderer, the superstitious atheist”.

Avatar utente
sceriffo
Messaggi: 2536
Iscritto il: lunedì 11 aprile 2011, 23:48

Re: Dietromacchina, bidon collé, aiuti vari e VAR

Messaggio da leggere da sceriffo » domenica 29 settembre 2019, 15:32

Maìno della Spinetta ha scritto:
domenica 29 settembre 2019, 15:30
Quindi se avessimo visto Remco e Philippe dietro macchina per tre km avremmo detto che è tutto ok?
Stai sicuro che se non fosse successo quello che è successo nella prova Under 23, i 2 sarebbero rientrati anche perché erano ancora nel tratto in linea. Almeno sono stati coerenti



Avatar utente
Maìno della Spinetta
Messaggi: 6371
Iscritto il: giovedì 9 dicembre 2010, 15:53

Re: Dietromacchina, bidon collé, aiuti vari e VAR

Messaggio da leggere da Maìno della Spinetta » domenica 29 settembre 2019, 15:41

sceriffo ha scritto:
domenica 29 settembre 2019, 15:32
Maìno della Spinetta ha scritto:
domenica 29 settembre 2019, 15:30
Quindi se avessimo visto Remco e Philippe dietro macchina per tre km avremmo detto che è tutto ok?
Stai sicuro che se non fosse successo quello che è successo nella prova Under 23, i 2 sarebbero rientrati anche perché erano ancora nel tratto in linea. Almeno sono stati coerenti
Assolutamente, ulissi, gilbert... Vediamo un sacco di ritiri per distacchi dovuti da problemi meccanici


“Our interest’s on the dangerous edge of things.
The honest thief, the tender murderer, the superstitious atheist”.

Admin
Messaggi: 13791
Iscritto il: domenica 21 giugno 2009, 22:48

Re: Dietromacchina, bidon collé, aiuti vari e VAR

Messaggio da leggere da Admin » domenica 29 settembre 2019, 15:49

sceriffo ha scritto:
domenica 29 settembre 2019, 15:32
Maìno della Spinetta ha scritto:
domenica 29 settembre 2019, 15:30
Quindi se avessimo visto Remco e Philippe dietro macchina per tre km avremmo detto che è tutto ok?
Stai sicuro che se non fosse successo quello che è successo nella prova Under 23, i 2 sarebbero rientrati anche perché erano ancora nel tratto in linea. Almeno sono stati coerenti
Erano già sul circuito. ;)


Pantani è una leggenda come Coppi e Bartali

Avatar utente
sceriffo
Messaggi: 2536
Iscritto il: lunedì 11 aprile 2011, 23:48

Re: Dietromacchina, bidon collé, aiuti vari e VAR

Messaggio da leggere da sceriffo » domenica 29 settembre 2019, 18:44

https://m.youtube.com/watch?v=vyCCEJelE ... e=youtu.be
Finché lo dico io che conto come il 2 di coppe quando la briscola è denaro ok, ma se lo dice una voce autorevole come Matteo Trentin forse ...
PS: sono davvero dispiaciuto per Matteo, sempre onesto, in gara e giù dalla bicicletta




Rispondi